Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI 2013-2015"

Transcript

1 Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI DECRETO-LEGGE 25/06/2008 n. 112, G.U. n. 147 del 25/06/2008 Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria. LEGGE 06/08/2008 n. 133, G.U. n. 195 del 21/08/ Suppl. Ord. n. 196 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria. Sentenza della Corte Costituzionale n. 340 del 16 dicembre 2009 Parziale illegittimità costituzionale dell'art. 58 del decreto legge 25 giugno 2008 n. 112, convertito con modificazioni in legge 6 agosto 2008 n. 133 Art. 17 L.R n. 5 Norme in materia di lavori pubblici e disposizioni diverse. Pubblicata nel B.U. Puglia 2 marzo 2010, n. 40 supp. L articolo 58 del D.L. 25/06/2008 n. 112 (convertito con la L. 06/08/2008 n. 133) prevede che i comuni, al fine di procedere al riordino, gestione e valorizzazione del proprio patrimonio immobiliare, provvedono con delibera del Consiglio Comunale ad individuare, redigendo apposito elenco, sulla base e nei limiti della documentazione esistente presso i propri archivi e uffici, i singoli beni immobili, ricadenti nel territorio comunale, non strumentali all'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione. Viene così redatto il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari allegato al bilancio di previsione. L'inserimento degli immobili nel piano ne determina la conseguente classificazione come patrimonio disponibile e ne dispone espressamente la destinazione urbanistica. La Corte Costituzionale, con sentenza n. 340 del 16/12/2009, ha dichiarato la parziale illegittimità costituzionale del 2 comma del citato art. 58 (sopra perciò non riportato) laddove lo stesso articolato prevedeva la possibilità per i comuni di variare la destinazione urbanistica degli immobili individuati senza che tale variazione dovesse essere sottoposta alle verifiche di conformità agli eventuali atti di pianificazione sovraordinata di competenza delle Province o delle Regioni. L art. 17 della Legge Regionale Puglia n. 5 del 25/02/2010, proprio in considerazione della citata sentenza della Corte Costituzionale, ha così disciplinato (di fatto 1

2 ricostituendo l originario dettato della Legge 133/2008) il procedimento delle varianti ex articolo 58 L. 133/2008: «1. Le deliberazioni dei consigli comunali dei comuni della Puglia di approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni ai sensi dell articolo 58 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 (Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria), convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, costituiscono variante agli strumenti urbanistici generali. Tale variante, in quanto relativa a singoli immobili, non necessita di controllo regionale. 2. Ove le varianti di cui al comma 1 riguardino terreni classificati come agricoli dallo strumento urbanistico generale vigente, ovvero comportino variazioni volumetriche superiori al 10 per cento dei volumi previsti dal medesimo strumento urbanistico vigente, sono sottoposte a controllo di compatibilità rispetto agli atti di pianificazione sovraordinata, previa istruttoria del servizio competente, da parte della Giunta regionale, che si pronuncia entro sessanta giorni dalla data di ricevimento. Decorso tale termine, le varianti si intendono approvate. Qualora la Giunta regionale deliberi la non compatibilità delle varianti, si applicano le procedure di cui agli articoli 9, 10 e 11 della L.R. n. 20/2001 poste in capo al Comune e alla Regione, con i termini ridotti della metà. Le varianti sono pubblicate sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia (BURP)». L elenco redatto, da pubblicare secondo le forme di legge, ha effetto dichiarativo della proprietà, in assenza di precedenti trascrizioni, e produce gli effetti previsti dall'art del codice civile 1, nonché gli effetti sostitutivi dell'iscrizione del bene in catasto. Il Comune può in ogni caso individuare forme di valorizzazione alternative, nel rispetto dei principi di salvaguardia dell'interesse pubblico e mediante l'utilizzo di strumenti competitivi. Il Comune può altresì conferire i propri beni immobili anche residenziali a fondi comuni di investimento immobiliare ovvero promuoverne la costituzione secondo le disposizioni degli articoli 4 e seguenti del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n Alle dismissioni degli immobili inclusi nell elenco si applicano le disposizione dei commi 18 e 19 dell'art. 3 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n Al fine di operare il «riordino, la gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare», in modo da addivenire a una migliore economicità nell'impiego dei cespiti immobiliari di proprietà comunale, con conseguenti positivi effetti sul bilancio comunale, l ufficio tecnico ha proceduto alla formazione degli elenchi degli immobili da valorizzare o dimettere, redatti sulla base e nei limiti della documentazione esistente presso i propri archivi e uffici e dell inventario generale del patrimonio risultante al dicembre Art Codice Civile - Effetti della trascrizione. Gli atti enunciati nell'articolo precedente non hanno effetto riguardo ai terzi che a qualunque titolo hanno acquistato diritti sugli immobili in base a un atto trascritto o iscritto anteriormente alla trascrizione degli atti medesimi. Seguita la trascrizione, non può avere effetto contro colui che ha trascritto alcuna trascrizione o iscrizione di diritti acquistati verso il suo autore, quantunque l'acquisto risalga a data anteriore. 2 Art. 3 D.L. 25/09/2001 n Lo Stato e gli altri enti pubblici sono esonerati dalla consegna dei documenti relativi alla proprietà dei beni e alla regolarità urbanisticaedilizia e fiscale. Restano fermi i vincoli gravanti sui beni trasferiti. Con i decreti di cui al comma 1 può essere disposta in favore delle società benefìciarie del trasferimento la garanzia di un valore minimo dei beni ad esse trasferiti e dei canoni di affitto o locazione (34). 19. Per la rivendita dei beni immobili ad esse trasferiti, le società sono esonerate dalla garanzia per vizi e per evizione e dalla consegna dei documenti relativi alla proprietà dei beni e alla regolarità urbanistica-edilizia e fiscale. La garanzia per vizi e per evizione è a carico dello Stato ovvero dell'ente pubblico proprietario del bene prima del trasferimento a favore delle società. Le disposizioni di cui all'articolo 2, comma 59, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, si applicano alle rivendite da parte delle società di tutti i beni immobili trasferiti ai sensi del comma 1. Gli onorari notarili relativi alla vendita dei beni immobiliari di cui al presente articolo sono ridotti alla metà. La stessa riduzione si applica agli onorari notarili per la stipulazione di mutui collegati agli atti di vendita medesimi, anche fuori dalle ipotesi disciplinate dal testo unico di cui al decreto legislativo 1 settembre 1993, n In caso di cessione agli affittuari o ai conduttori detti onorari sono ridotti al 25 per cento. I notai, in occasione degli atti di rivendita, provvederanno a curare le formalità di trascrizione, di intavolazione e di voltura catastale relative ai provvedimenti e agli atti previsti dai commi 1 e 2 dell'articolo 1 e dai commi 1 e 1-bis del presente articolo se le stesse non siano state già eseguite (35). 2

3 Sul piano operativo è stata effettuata una rilevazione analitica del patrimonio, nelle sue differenti componenti, redigendo apposite schede contenenti i dati tecnici e catastali di ogni singolo immobile. Il patrimonio immobiliare comunale è stato quindi suddiviso in funzione della destinazione prevista, della potenziale alienabilità del bene e delle previsioni di valorizzazione dello stesso. Gli elenchi sono inseriti nel Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni degli immobili comunali da allegarsi al Bilancio di Previsione e da approvarsi da parte del Consiglio Comunale, ai sensi delle disposizioni normative sopra richiamate (art. 58 D.L. n. 112/2008, convertito dalla Legge n. 133/2008). Con deliberazione della G.C. n. 13 del 02/03/2012 sono stati approvati gli elenchi degli immobili terreni e fabbricati inseriti nell inventario patrimoniale suscettibili di valorizzazione e/o dismissione per il triennio , da sottoporre all esame del Consiglio Comunale e da allegare al Bilancio di previsione Con Deliberazione n. 6 del 30 marzo 2012, immediatamente eseguibile, il Consiglio Comunale ha approvato il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il triennio , allegato alla Deliberazione di approvazione del Bilancio comunale n. 31 del 09/10/2012. Il P.A.V. così approvato è stato variato con deliberazioni del C.C. n. 25 del 09/10/2012 e n. 36 del 30/11/2012. Nell anno 2012 è stato alienato n. 1 immobile riportato al n. 28 dell Elenco n. 3 (Terreni da alienare) allegato alla citata deliberazione del C.C. n. 6/2012. Inoltre, in esecuzione della deliberazione del C.C. n. 16 del 30/06/2011 e come già avvenuto nelle ultime due annualità, è stata disposta l affrancazione di alcuni terreni in favore dei livellari aventi titolo e riportati nell Elenco n. 5 (Terreni concessi per livello) allegato alla citata deliberazione del C.C. n. 6/2012 e ss.mm.ii. Per tali immobili si precisa che, con determinazione R.S. n. 119 del 29/11/2012 (R.G. n. 576 del 04/12/2012), in seguito all aggiornamento della ricognizione sugli immobili già gravati da diritti reali in favore del Comune di Alliste, è stata accertata in ,37 la somma da prevedere in entrata per diritti di affrancazione con riferimento all esercizio di bilancio 2012, in funzione delle disposizioni sopra richiamate. Tale ricognizione è in continuo aggiornamento, anche per via delle indagini in corso di espletamento preso l Agenzia del Territorio di Lecce, con ricerca delle intestazioni delle partite originarie risultanti all impianto del Catasto Terreni. Pertanto l elenco n. 5 (Terreni concessi per livello) qui allegato contiene ulteriori immobili oltre a quelli già compresi negli allegati alla citata determinazione R.S. n. 119/2012. Nel mese di gennaio 2013 è stata accertata la mancata volturazione in favore del Comune di Alliste di alcuni terreni di fatto parte della sede stradale di Via Milite Ignoto, nel tratto finale della stessa all incrocio con Via Pozzonardo. Tali immobili risultano ancora in testa alla originaria proprietà e, per essi, occorrerà procedere alla volturazione in Catasto con la classificazione di strade pubbliche. Si tratta degli immobili riportati in Catasto al Foglio 2, particelle nn (intera), 165 (parte), 166 (parte), 168 (parte), 169 (intera), 170 (intera), 171 (intera), 172 (intera). Tali immobili sono stati inseriti nell elenco n. 1 (Generale Terreni) e nell elenco n. 2 (Terreni da valorizzare). Con relazione del Responsabile del 3 Settore in data 26/11/2012, in atti, è stato comunicato che il terreno individuato nel N.C.T. al Foglio n. 23, particella n. 1056, della superficie di mq ,00, già ceduta al Comune dalla società Il Giardino dei Pini S.r.l. quale area standard, risultando intercluso ed «in posizione marginale rispetto alla strada ed all area costiera, omissis non svolge in maniera adeguata la funzione propria di uno spazio a servizi facilmente fruibile dalla collettività». Pertanto non risulta funzionale all organizzazione della rete degli spazi a servizi del comune di Alliste. 3

4 Per ciò che concerne la stima del prezzo di alienazione si è considerato quanto rilevato dal Settore Gestione Risorse del Comune di Alliste, Servizio Tributi, che attribuisce a tali aree il valore di 14,60/mq. (anno 2007), rivalutato con calcolo delle variazione indici ISTAT ad 15,49/mq nell anno In assenza di determinazioni per l anno corrente tale valore è stato prudenzialmente incrementato e portato a 16,00/mq. In data 30/11/2012 il Commissario ad acta del Consorzio A.T.O. Lecce 3 ha decretato il finanziamento di ,55 in favore del Comune di Alliste per la realizzazione di un Centro Comunale di Raccolta e che il Responsabile del 3 Settore interessato ha individuato la localizzazione dell intervento presso l ex deposito automezzi del Comune, sito sulla S.P. 67 Alliste-Felline, già inserito nel P.A.V e che, quindi, occorre modificare tale previsione inserendo l immobile nell elenco n. 7 (Fabbricati da valorizzare), con conseguente variante della destinazione urbanistica (da zona B2a Insediamenti Residenziali Aperti a zona Sc2 Attrezzature Pubbliche di interesse comune ). Si precisa che per tale immobile, con l approvazione del P.A.V era stata variata la destinazione urbanistica da zona Sc2 (Attr. Pubbl. interesse comune) a zona B2a Insed. Resid. Aperti (variante senza variazioni volumetriche superiori al 10 per cento dei volumi previsti dalle previsioni allora vigenti per tale area come deliberate in seguito all approvazione del P.A.V con Deliberazione del C.C. n. 5 del 20/03/2009). Per quanto concerne gli immobili riportati negli elenchi n. 3 (terreni da alienare) e n. 8 (fabbricati da alienare) si propone una stima del valore di alienazione inferiore del 10% rispetto al valore risultante dall ultima asta pubblica del 19/04/2012 per gli immobili non alienati a causa di mancanza di offerte, e con le seguenti eccezioni per gli immobili di cui all elenco n. 3 (terreni da alienare): I terreni indicati ai nn. da 4 a 10, per i quali il valore di alienazione sarà oggetto di quantificazione nel Piano di Lottizzazione in corso di approvazione dai competenti organi comunali; I terreni indicati al n. 12, in quanto non ancora frazionati e, quindi, suscettibili di revisione della stima una volta definiti nei nuovi confini; I terreni indicati ai nn. 19, 22, 23 e 24, in quanto il valore già stimato appare congruo. Di seguito, per il triennio , si riportano i seguenti elenchi degli immobili terreni e fabbricati inseriti nell inventario patrimoniale suscettibili di valorizzazione e/o dismissione in quanto non strumentali all esercizio delle funzioni istituzionali. Gli elenchi costituiscono aggiornamento dei precedenti elenchi inseriti nel P.A.V. vigente, approvato con deliberazione del C.C. n. 6 del 30/03/ Generale Terreni: sono riportati tutti i terreni in cui l intestatario risulta essere il Comune di Alliste, compresi quelli gravati da concessione di livello. 2. Terreni da valorizzare: sono riportati i terreni strumentali all esercizio di funzioni istituzionali, i terreni demaniali, quelli concessi in diritto di superficie, i relitti stradali non alienabili e le aree destinate ad urbanizzazioni. 3. Terreni da alienare: sono riportati i terreni suscettibili di dismissione in quanto non strumentali all esercizio delle funzioni istituzionali. 4. Terreni da verificare: sono riportati i terreni per i quali occorre un approfondimento di indagine per accertarne o l effettiva intestazione o la consistenza, o per altre verifiche da espletare prima di deciderne la classificazione negli elenchi sopra riportati. 5. Terreni concessi per livello: sono riportati i terreni per i quali il Comune di Alliste risulta intestatario e sono concessi con diritto di livello a privati. Nell elenco sono inseriti anche i terreni per i quali è stata già disposta 4

5 l affrancazione negli anni 2011, 2012 ed in quello corrente, in attuazione al disposto della Deliberazione del C.C. n. 16 del 30/06/2011. Inoltre, rispetto all elenco riportato nel precedente P.A.V sono stati inseriti nuovi terreni risultanti dalle indagini ricognitive effettuate dall ufficio nell anno 2012 e tuttora in corso. 6. Generale Fabbricati: sono riportati tutti i fabbricati di proprietà comunale. Per alcuni di essi non risulta il frazionamento dell area di insistenza, il trasferimento della proprietà, la relativa voltura e l accatastamento dell immobile. 7. Fabbricati da valorizzare: sono riportati i fabbricati ritenuti strumentali all esercizio di funzioni istituzionali. 8. Fabbricati da alienare: sono riportati i fabbricati suscettibili di dismissione in quanto non strumentali all esercizio delle funzioni istituzionali. 9. Fabbricati da verificare: sono riportati i fabbricati per i quali occorre un approfondimento di indagine per accertarne o l effettiva intestazione o la consistenza, o per altre verifiche da espletare prima di deciderne la classificazione negli elenchi sopra riportati. Alliste, marzo 2013 Il Responsabile IV Settore Arch. Nicola Miglietta 5

COMUNE di AZZATE PROVINCIA di VARESE

COMUNE di AZZATE PROVINCIA di VARESE Responsabile del Servizio: Geom. Lucio GORNO Responsabile del Procedimento: Prot.n. del Class. 6/3 COMUNE di AZZATE PROVINCIA di VARESE SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO L A V O R I P U B B L I C I RICOGNIZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 febbraio 2013 n. 40

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 febbraio 2013 n. 40 8600 16-3-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parti I e II - n. 6 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 febbraio 2013 n. 40 Approvazione Piano delle valorizzazioni ed alienazioni immobiliari

Dettagli

PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI (art. 58 del D.L. n. 112/2008, convertito con modificazioni dalla L. 6.8.2008 n.

PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI (art. 58 del D.L. n. 112/2008, convertito con modificazioni dalla L. 6.8.2008 n. PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI (art. 58 del D.L. n. 112/2008, convertito con modificazioni dalla L. 6.8.2008 n. 133) approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 20 dell'11.3.2011

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

competenza, non strumentali all'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione.

competenza, non strumentali all'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, suscettibili di valorizzazione ovvero di dismissione. FINANZIAMENTO INVESTIMENTI Entrate derivanti da alienazione di beni e diritti patrimoniali da destinare agli investimenti (art. 199, comma 1, lett. c), D.Lgs. n. 267/2000 e art. 58, DL 112/2008, conv.

Dettagli

DL sblocca Italia: le misure a favore dell edilizia

DL sblocca Italia: le misure a favore dell edilizia Ai gentili clienti Loro sedi DL sblocca Italia: le misure a favore dell edilizia (DL n. 133 del 12.09.2014) Premessa Con il DL n. 133 del 12.09.2014 sono state introdotte alcune nuove disposizioni in materia

Dettagli

Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia

Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia Legge Regionale 16 luglio 2009, N. n. 13 Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia (BURL n. 28 2 suppl. ord. del 17 Luglio 2009 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2009-07-16;13

Dettagli

Programma casa Housing sociale

Programma casa Housing sociale Segnalazioni Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia giugno 2014 Programma casa Housing sociale LEGGE 23 maggio 2014, n. 80 Conversione in legge, con modificazioni, del

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi DL sblocca Italia: le misure a favore dell edilizia (DL n. 133 del 12.09.2014) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 254/2013/SRCPIE/PAR La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, nella camera di consiglio del 3 luglio 2013 composta dai

Dettagli

CONCESSIONI DI VALORIZZAZIONE

CONCESSIONI DI VALORIZZAZIONE CONCESSIONI DI VALORIZZAZIONE Art. 3-bis D.L. n. 351/2001 convertito dalla L. n. 410/2001 e s.m.i. come recentemente modificato e integrato dal comma 308 dell art. 1, L. 24 dicembre 2012, n. 228 GENNAIO

Dettagli

Distributori di carburanti

Distributori di carburanti Segnalazioni Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio marzo 2015 Distributori di carburanti Criteri semplificati per la caratterizzazione, messa in sicurezza e bonifica dei suoli e delle acque

Dettagli

Segnalazioni Settore Attività amministrative e finanziarie per il Governo del territorio aprile 2012. Parcheggi

Segnalazioni Settore Attività amministrative e finanziarie per il Governo del territorio aprile 2012. Parcheggi Segnalazioni Settore Attività amministrative e finanziarie per il Governo del territorio aprile 2012 Parcheggi Vi sono tre categorie di parcheggi, soggetti a discipline diverse: 1) i parcheggi "liberi",

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI E ACCESSO ALLA PROCEDURA

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI E ACCESSO ALLA PROCEDURA COMUNE DI SASSARI (Provincia di Sassari) PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA e POPOLARE (piani di zona ai sensi della legge 18 maggio 1962 n.167) TRASFORMAZIONE IN PROPRIETA DELLE AREE CONCESSE IN DIRITTO DI

Dettagli

Provincia di Pesaro e Urbino

Provincia di Pesaro e Urbino Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino OGGETTO: VENDITA DI LOTTI EDIFICABILI UBICATI NELL AREA DI PROPRIETÀ COMUNALE DESTINATA DALLO STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE AD UN AREA PROGETTO PREVALENTEMENTE

Dettagli

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture)

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture) SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1425 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro dell economia e delle finanze (TREMONTI) di concerto col

Dettagli

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I -

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - OGGETTO N. 85: Società EURO BAR Srl, proprietaria superficiaria del lotto di terreno, relativo al fabbricato ubicato nel

Dettagli

Studio Associato di Consulenza Aziendale

Studio Associato di Consulenza Aziendale Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.)

Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Allegato A) Disposizioni regolamentari in materia di Imposta Municipale Propria (I.M.U.) Art. 1 Oggetto del Regolamento Le presenti disposizioni regolamentano le modalità di applicazione dell Imposta Municipale

Dettagli

Tariffa PARTE PRIMA Atti soggetti a registrazione in termine fisso

Tariffa PARTE PRIMA Atti soggetti a registrazione in termine fisso D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131: Approvazione del Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro. (Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 1986 Supplemento Ordinario) Tariffa PARTE PRIMA

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 SCHEMA DI CONVENZIONE IN APPLICAZIONE DELL'ART. 31 DELLA LEGGE 23.12.1998 N. 448, PER LA CESSIONE IN DIRITTO DI PROPRIETÀ DI AREE COMPRESE NEI PIANI DI ZONA EX LEGGE

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo)

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) SERVIZIO: U.O. N. 6 TECNICO LL.PP. (allegato 1) COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) Protocollo n. 7572 del 14/04/2015 allegati n.: (da citare eventualmente nella corrispondenza) Responsabile del procedimento:

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO

PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO STAZIONE DI CAPODICHINO PIANO PARTICELLARE DI ESPROPRIO 1. PREMESSA 2. MAPPA CATASTALE 3. LA GEOREFERENZIAZIONE 4. LE TAVOLE GRAFICHE DEL PIANO PARTICELLARE 4.1. LA SIMBOLOGIA DEI TITOLI DI OCCUPAZIONE

Dettagli

LE NUOVE IMPOSTE DI REGISTRO E IPOCARIE E CATASTALI, PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

LE NUOVE IMPOSTE DI REGISTRO E IPOCARIE E CATASTALI, PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI LE NUOVE IMPOSTE DI REGISTRO E IPOCARIE E CATASTALI, PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Relatore Dott. Massimo CARIELLO Notaio in Pisa L'art.26 del D.L. 12 settembre 2013 n.104 ( Misure urgenti in materia

Dettagli

COMPROMESSO DI COMPRAVENDITA. Con la presente scrittura privata, redatta in triplice originale da valere ad ogni TRA

COMPROMESSO DI COMPRAVENDITA. Con la presente scrittura privata, redatta in triplice originale da valere ad ogni TRA COMPROMESSO DI COMPRAVENDITA Con la presente scrittura privata, redatta in triplice originale da valere ad ogni effetto di legge, TRA, in persona del legale rappresentante pro tempore, (nato/a a, il /

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011 CIRCOLARE N. 12/E

Roma, 11 marzo 2011 CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO: Modifiche alla disciplina del leasing immobiliare Articolo 1, commi 15 e 16, della legge 13 dicembre 2010, n.220 (legge di stabilità

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione COMUNE DI CAPURSO (Provincia di Bari) Rep. n. Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione conformativa del territorio comunale ai sensi dell art. 28 legge regionale n. 56 del 1980, dell

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014

IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014 IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014 REGISTRO SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Ordinaria 9% Prima casa 2% Terreni agricoli 12% Minimo 1.000 euro Ipotecarie e catastali 50+ 50 euro Assorbiti

Dettagli

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014 TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI dal 1 gennaio 2014 1. NORME 1.1. DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. (GU n.67 del 23-3-2011 )

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione Proposta nr. 25 del 25/02/2014 - Determinazione nr. 501 del 26/02/2014 OGGETTO: Riqualificazione ed allargamento della

Dettagli

118 18 0 - DIREZIONE URBANISTICA, SUE E GRANDI PROGETTI - SETTORE URBANISTICA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-467 del 12/12/2013

118 18 0 - DIREZIONE URBANISTICA, SUE E GRANDI PROGETTI - SETTORE URBANISTICA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-467 del 12/12/2013 118 18 0 - DIREZIONE URBANISTICA, SUE E GRANDI PROGETTI - SETTORE URBANISTICA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-467 del 12/12/2013 ALLARGAMENTO DELL AMBITO TERRITORIALE DI RIFERIMENTO PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 DL Sblocca Italia: le novita dopo la conversione in legge (DL n. 133/2014 convertito con legge n. 16/2014) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO  lago dei fiori -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 Comune di Terlizzi Provincia di Bari PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 VARIANTE AI SENSI DELL'ART.16, lett. c) DELLA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 13 luglio 2015, n. 13-1729 Piano regionale delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare - Proposta di nuove destinazioni

Dettagli

Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE NORMATIVA E CONTENZIOSO Circolare del 04/08/2006 n. 27 Oggetto: Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006, - Revisione del regime fiscale delle cessioni e locazioni

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

I venerdì dell Avvocatura

I venerdì dell Avvocatura Arcidiocesi di Milano I venerdì dell Avvocatura La fiscalità degli immobili 10-11 aprile 2014 Curia Arcivescovile Piazza Fontana, 2 - Milano IL REGIME FISCALE DEGLI IMMOBILI Uso diretto IRES Nessun utilizzo

Dettagli

Atti immobiliari PARTI

Atti immobiliari PARTI Atti immobiliari PARTI Fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale N.B. qualora i dati relativi alla residenza o alla professione non fossero aggiornati, indicare i nuovi dati sulla fotocopia.

Dettagli

Art 18 - Beni ex Opera nazionale combattenti - ONC - di riforma fondiaria

Art 18 - Beni ex Opera nazionale combattenti - ONC - di riforma fondiaria LEGGE REGIONALE 25 febbraio 2010, n. 5 Norme in materia di lavori pubblici e disposizioni diverse. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA La seguente legge: Capo

Dettagli

COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA

COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA REP. n. COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE AI SENSI DELL'ART. 35 DELLA LEGGE 22.10.1971 N. 865 FRA IL COMUNE DI MELISSANO E L'AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L ABITARE

Dettagli

Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contenere il consumo di suoli agricoli

Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contenere il consumo di suoli agricoli Atti consiliari CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA *********************************************************************************************** IX LEGISLATURA - DOCUMENTI - PROPOSTE

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE MODIFICA DELL'ART. 14 DELLA CONVENZIONE RELATIVA ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA COSTRUTTIVO, CON CRITERI BIO ED ECOSOSTENIBILI, LOCALIZZATO AI SENSI DELL'ART. 51 DELLA LEGGE N. 865/71 IN LOCALITA' BELLOCCHI

Dettagli

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 Boni pastoris esse tondere pecus, non deglubere. (Svetonio) 1 INDICE

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA. ( codice fiscale n 00374200715) Contratto di compravendita del terreno sito in agro di Biccari lungo

PROVINCIA DI FOGGIA. ( codice fiscale n 00374200715) Contratto di compravendita del terreno sito in agro di Biccari lungo Repertorio n. Raccolta n. PROVINCIA DI FOGGIA ( codice fiscale n 00374200715) Contratto di compravendita del terreno sito in agro di Biccari lungo la strada comunale Via Giardino, ex S.P. Lucera Biccari-

Dettagli

Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare

Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare Con la presente scrittura privata, da valere a ogni effetto di legge, i signori: - (Tizio) nato a il giorno, residente a, via n., codice fiscale,

Dettagli

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1)

L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) L.R. 08 Novembre 2004, n. 12 Disposizioni in materia di definizione di illeciti edilizi (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 - Opere abusive suscettibili di sanatoria Art. 3 -

Dettagli

CIRCOLARE N. 27/E. Roma, 04 agosto 2006

CIRCOLARE N. 27/E. Roma, 04 agosto 2006 CIRCOLARE N. 27/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 04 agosto 2006 OGGETTO:Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006, - Revisione del regime fiscale delle cessioni e locazioni di fabbricati

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE L'anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile di, sono presenti i Signori: in rappresentanza del Comune

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità Direzione Centrale Catasto e Cartografia Modalità di aggiornamento relative alle intestazioni catastali presenti nelle dichiarazioni di DOCFA e nelle Domande di Volture Prima iscrizione degli immobili

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI 2014 cosa cambia e cosa resta invariato

AGEVOLAZIONI FISCALI 2014 cosa cambia e cosa resta invariato STUDIO NOTARILE GIANLUCA CESARE PLATANIA Via dei Partigiani 5 - Bergamo Tel. 035 235001 - Fax 035 235868 www.notaioplatania.it email: gplatania@notariato.it AGEVOLAZIONI FISCALI 2014 cosa cambia e cosa

Dettagli

Fiscalità degli immobili estranei al regime di impresa, arti e professioni Dott. Giovanni Picchi Dott. Domenico Ballor 1 I redditi diversi immobiliari L art. 67, comma 1, del TUIR prevede alcune fattispecie

Dettagli

ACCORDO. (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE

ACCORDO. (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE ACCORDO (ex art. 6 della L.R. n. 11/2004) tra IL COMUNE DI CASALEONE e AMBROSI NERINO, AMBROSI FABIO, AMBROSI ROBERTO I sottoscritti AMBROSI NERINO nato a Casaleone il 05.02.1965, residente in Casaleone

Dettagli

VOLTURA AUTOMATICA DOCUMENTO ILLUSTRATIVO. Pagina 1 di 21

VOLTURA AUTOMATICA DOCUMENTO ILLUSTRATIVO. Pagina 1 di 21 VOLTURA AUTOMATICA DOCUMENTO ILLUSTRATIVO Pagina 1 di 21 INDICE 1. LE DOMANDE DI VOLTURA...3 1.1 VOLTURE DA PROCEDURA INFORMATICA NOTA...4 1.2 VOLTURE DA ADEMPIMENTO UNICO IMMOBILIARE...4 2. CRITICITÀ

Dettagli

RELAZIONE AL CONVEGNO A.L.A.T.A del 27.03.2009 I LIVELLI

RELAZIONE AL CONVEGNO A.L.A.T.A del 27.03.2009 I LIVELLI RELAZIONE AL CONVEGNO A.L.A.T.A del 27.03.2009 I LIVELLI La presente relazione non ha l ambizione di essere esaustiva e trattare compiutamente tutto l istituto del Livello nel percorso storico che esso

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE NORMATIVA E CONTENZIOSO Risoluzione del 14/06/2007 n. 137 Oggetto: Istanza di interpello- imposta sostitutiva sui mutui- articolo 15 d.p.r. n. 601/73, art. 5, comma

Dettagli

FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54

FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54 FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54 A decorrere dall anno d imposta 2007 è soppresso l obbligo di presentazione della dichiarazione

Dettagli

P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO

P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO Comune di Moretta Prov. di Cuneo P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO PER IL RECUPERO AD USO RESIDENZIALE E LA TRASFORMAZIONE DI EDIFICI EX RURALI Tav. 7 SCHEMA DI CONVENZIONE Ditta : ROSSO Massimo V.lo

Dettagli

Comune di Venezia. Progetto AEV DESE

Comune di Venezia. Progetto AEV DESE Comune di Venezia Progetto AEV DESE Relazione descrittiva delle opportunita di sviluppo immobiliare di un area destinata ad attrezzature economiche varie, ad uso industriale logistico - commerciale direzionale

Dettagli

Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O

Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323.516881 - Fax 0323.581832 Cod.Fisc. PTR GTN 62D25 F848T P. IVA 01302980030 IMPRENDITORE AGRICOLO PROFESSIONALE Il D. Lgs.

Dettagli

IUC 2015 - Imposta Unica Comunale

IUC 2015 - Imposta Unica Comunale IUC 2015 - Imposta Unica Comunale Aggiornamento 04/06/2015 Dal 1 Gennaio 2014 con la normativa introdotta dalla Legge di stabilità ( Legge 147/2013) è stata istituita la IUC, la nuova Imposta Unica Comunale.

Dettagli

N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA 2 8-2011. Avanti a me dr. GIUSEPPE CALAFIORI, Notaio residente in Milano,

N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA 2 8-2011. Avanti a me dr. GIUSEPPE CALAFIORI, Notaio residente in Milano, N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaundici, questo giorno due del due di agosto. 2 8-2011 In Milano, nel mio studio in Piazza San Babila n. 3. Avanti a me

Dettagli

La soluzione informatica per il riordino, la gestione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare.

La soluzione informatica per il riordino, la gestione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare. La soluzione informatica per il riordino, la gestione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare. OSAnet srl - Via Morgioni 104 95027 San Gregorio di Catania (CT) Tel. 095 524555 / 095 7210616 Fax

Dettagli

FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE

FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE Il sottoscritto, CF, nato a il residente in, documento d identità n., rilasciato da, il scadenza, in qualità di proprietario usufruttuario titolare

Dettagli

Milano, 18 settembre 2010

Milano, 18 settembre 2010 !!" " # " " # # # Milano, 18 settembre 2010 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 24/2010: Manovra correttiva Novità in materia di immobili e fondi immobiliari $%&$&" '!( )*+',( %+-.+//%0/-,12304%$.0/++/512304%$.06&&-#

Dettagli

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente:

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente: RISOLUZIONE N. 68/E Roma, 3 luglio 2014 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Istanza di Interpello - Cessioni a titolo gratuito al Comune, di aree ed opere di urbanizzazione Applicabilità dell articolo

Dettagli

Articolo 227 Rendiconto della gestione

Articolo 227 Rendiconto della gestione TITOLO VI DLGS 267/200 RILEVAZIONE E DIMOSTRAZIONE DEI RISULTATI DI GESTIONE Articolo 227 Rendiconto della gestione 1. La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale

Dettagli

L anno duemila addì del mese di in Sassari, nella casa comunale sita in Piazza del Comune, innanzi a me Dr. SONO COMPARSI

L anno duemila addì del mese di in Sassari, nella casa comunale sita in Piazza del Comune, innanzi a me Dr. SONO COMPARSI Allegato al regolamento per l'assegnazione delle aree di proprietà comunale destinate alla realizzazione di interventi di edilizia economica e popolare COMUNE DI SASSARI SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO N. 11 SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO L anno del mese di del giorno. dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti di.. si costituiscono: da una parte: il Comune

Dettagli

PINNA ROSSELLA SINDACO

PINNA ROSSELLA SINDACO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DLg N. 139 del 12-07-2012 OGGETTO Trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà all'interno del Piano per l'edilizia Economica Popolare. Approvazione

Dettagli

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Dettagli

Vendite abitazioni tra privati Prezzo valore: sì Credito di imposta: sì - se del caso - fino a zero - non applicandosi la minima di 1000,00 euro 1

Vendite abitazioni tra privati Prezzo valore: sì Credito di imposta: sì - se del caso - fino a zero - non applicandosi la minima di 1000,00 euro 1 Vendite abitazioni tra privati Prezzo valore: sì Credito di imposta: sì - se del caso - fino a zero - non applicandosi la minima di 1000,00 euro 1 I CASA (se sussistono tutti i soliti requisiti e se la

Dettagli

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 Boni pastoris esse tondere pecus, non deglubere. (Svetonio) 1 INDICE

Dettagli

Servizio URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA ELENCO RIFERIMENTI NORMATIVI

Servizio URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA ELENCO RIFERIMENTI NORMATIVI Pag. 1 / 6 Origine Documento Ente o Servizio Emittente Tipo Esterna / L. Esterna / L. Descrizione Legge 17.08.1942, n. 1150 Legge Urbanistica Pubblicato G.U. 16.10.1942, n. 244 Legge 06.08.1967, n. 765

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità.

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. CAP.1: Presupposti per l avvio della procedura espropriativa. La presente guida si riferisce

Dettagli

TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA. (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.)

TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA. (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.) ESECUZIONE N. 79/07 TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto Avv. Edoardo Di Loreto con studio in Sulmona, Via Giovanni

Dettagli

L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM

L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM Il presente documento si propone di semplificare la comprensione al cittadino della nuova IUC, nella sua strutturazione di legge. COS E? L Imposta

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 Giunta Regionale AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER LA POSSIBILE CESSIONE DI IMMOBILI O INTERVENTI

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI COMUNE DI PROVINCIA DI BRESCIA INVENTARIO BENI COMUNALI ANN BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - FABBRICATI - Decreto legislativo 8 Agosto, n. 67 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 giugno 2006 Oggetto: Fondi comuni di investimento immobiliare. Modificazioni al regime tributario dei partecipanti. Articolo 1, comma

Dettagli

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica COMUNE DI THIENE UFFICIO URBANISTICA CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica 1 Premessa Il presente documento detta i criteri di valutazione

Dettagli

CONFERME & PROROGHE: MODALITÀ OPERATIVE E TERMINI PROCEDURALI DA RISPETTARE DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015

CONFERME & PROROGHE: MODALITÀ OPERATIVE E TERMINI PROCEDURALI DA RISPETTARE DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CONFERME & PROROGHE: MODALITÀ OPERATIVE E TERMINI PROCEDURALI DA RISPETTARE DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015 GIOVE GIUSEPPE Commissione Diritto Tributario

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

CERTIFICAZIONE ENERGETICA CERTIFICAZIONE ENERGETICA La certificazione energetica è un processo finalizzato a far conoscere al cittadino le caratteristiche energetiche del sistema edificio-impianto che sta per acquistare o per affittare.

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI COMUNE DI USMATE-VELATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA INVENTARIO BENI COMUNALI ANN BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - FABBRICATI - Decreto legislativo Agosto, n. "Testo unico delle leggi sull'ordinamento

Dettagli

2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA

2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA II. CESSIONI DI IMMOBILI 27 2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA Si considerano fabbricati strumentali per natura quelli che per loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione

Dettagli

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA

N DEL COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA PROTOCOLLO GENERALE COMUNICAZIONE MANUTENZIONE STRAORDINARIA COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA N DEL Al COMUNE DI MONTOPOLI DI SABINA Sportello Unico per l edilizia COMUNICAZIONE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E L ALIENAZIONE DEI TERRENI DI PROPRIETA DEL COMUNE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E L ALIENAZIONE DEI TERRENI DI PROPRIETA DEL COMUNE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E L ALIENAZIONE DEI TERRENI DI PROPRIETA DEL COMUNE Deliberazione consiliare n. 87 dd. 9 ottobre 2008 divenuta esecutiva in data 1 novembre 2008 2 REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE

Dettagli

Società agricole e ICI. Stefano Spina

Società agricole e ICI. Stefano Spina Società agricole e ICI Stefano Spina 1 AZIENDE AGRICOLE SOCIETÀ AGRICOLE 2 IVA L IVA IN AGRICOLTURA Art.34 DPR 26.10.72 n.633 La disciplina IVA per il settore agricolo prescinde dalla qualifica di azienda

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA

RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA Il sottoscritto Arch. Paolo Pozzaglio, con studio in Chiari, Via San Bernardino n. 8, regolarmente iscritto all'ordine degli Architetti della Provincia di Brescia al n. 1746,

Dettagli

LA TASSAZIONE DEI REDDITI IMMOBILIARI

LA TASSAZIONE DEI REDDITI IMMOBILIARI LA TASSAZIONE DEI REDDITI IMMOBILIARI Dott. Comm. Filippo Ceccarelli Redditi fondiari Sono redditi fondiari quelli inerenti ai terreni e ai fabbricati situati nel territorio dello Stato che sono o devono

Dettagli