IN AMBIENTE URBANO OPERE GEOTECNICHE DI GEOTECNICA XXI CONVEGNO NAZIONALE. L'Aquila, PATRON EDITORE ASSOCIAZIONE GEOTECNICA ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IN AMBIENTE URBANO OPERE GEOTECNICHE DI GEOTECNICA XXI CONVEGNO NAZIONALE. L'Aquila, PATRON EDITORE ASSOCIAZIONE GEOTECNICA ITALIANA"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE GEOTECNICA ITALIANA XXI CONVEGNO NAZIONALE DI GEOTECNICA L'Aquila, settembre 2002 OPERE GEOTECNICHE IN AMBIENTE URBANO PATRON EDITORE BOLOGNA

2 INDICE PRESENTAZIONE pag. 9 CARATTERIZZAZIONE GEOTECNICA DEL SOTTOSUOLO E INDAGINI 11 RICOSTRUZIONE DEL MODELLO DEL SOTTOSUOLO E DELLE VARIAZIONI ALTIMETRICHE NELL'AREA FLEGREO-NAPOLETANA DESUNTE DALL'ANALISI CRONOSTRATIGRAFICA E DAI DATI DELLE FONTI STORICHE L. AMATO, C. GUASTAFERRO 13 RECUPERO DI UN ANTICO CANALE A LIVORNO: CONSIDERAZIONI SULLE INDAGINI S. AVERSA, G. CHETONI, E. FALCHI, S. GOBBI 23 LA PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI TERRENI INTERESSATI DALLA PROGETTAZIONE DELLA 2a LINEA TRANVIARIA P. BECCARIA-PERETOLA A FIRENZE R. BRIGANTI, S. CIUFEGNI, T. VICENZETTO, G. CENSINI 29 AREA URBANA PALERMITANA: ANALISI DELLE PROPRIETÀ GEOTECNICHE DEI TERRENI SUPPORTATA DA TECNOLOGIA GIS V. CANZONERI, M.S. GIAMMARINARO, G. GUGLIUZZA, P. VALLONE 37 CARATTERISTICHE GEOTECNICHE DEI TERRENI PIROCLASTICI DELLA CITTÀ DI NAPOLI A. EVANGELISTA, M.V. NICOTERA, A. SCOTTO DI SANTOLO 45 UN PARADISO ABITATO DA DIAVOLI? I PROBLEMI GEOTECNICI DELLA CITTÀ DI NAPOLI A. EVANGELISTA, A. PELLEGRINO, C. VIGGIANI, A. PERRELLA 53 CARATTERIZZAZIONE DINAMICA DI UN DEPOSITO ALLUVIONALE IN AREA URBANA V. FIORAVANTE, G. MARCHI 63 CARATTERIZZAZIONE MEDIANTE ONDE SUPERFICIALI PER STUDI DI FATTIBILITÀ RELATIVI ALLE PERFORAZIONI TRENCHLESS IN AMBITO URBANO S. FOTI, L. SAMBUELLI, LV. SOCCO, C. STROBBIA 73 CARATTERI GEOLOGICI E GEOTECNICI DEL SOTTOSUOLO DI PALERMO V. LIGUORI, U. PIACENTINI, P. PRATINI, C. VALORE, M. ZICCARELU 79 RISCHIO DA FRANA 93 I DISSESTI DELL'AREA DI MONTE ALLE CROCI NEL CONTESTO URBANO DELLA CITTÀ DI FIRENZE G. AGOSTINI, C. MARGOTTINI, R. FANTI, P. FOCARDI 95 STABILIZZAZIONE DI GRANDI FRANE IN AREE URBANE MEDIANTE L'USO DI DUE CASI DI INTERVENTO IN ITALIA CENTRALE M.G. ANGELI, F. PONTONI MICROTUNNELS DRENANTI: 103 PROGETTO DEGLI INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA PARETE ROCCIOSA SOVRASTANTE L'ABITATO DI PERTICARA D. SOLDINI, A. GRAZIANI, A. LEMBO FAZIO, G. MARCHI 111 STUDIO DELLA RESISTENZA RESIDUA ALLA RIATTIVAZIONE DI FRANE QUIESCENTI P. CARRUBA, P. COLONNA 119 IL RISCHIO DA FRANA IN AREE URBANE DELL'APPENNINO CENTRO-MERIDIONALE L CASCINI 127 IL CONTRIBUTO DELLE INDAGINI STORICHE NELLA DEFINIZIONE DEL RISCHIO DA FRANA: UN CASO DI STUDIO L CASCINI, S. FERLISI, G. TAGLIAFERRO 135 STABILITÀ DELLE COLTRI PIROCLASTICHE NELLE AREE COLLINARI DELLA CITTÀ DI NAPOLI R. DE RISO, A. EVANGELISTA, A. PELLEGRINO, S. MAZZOLENI 143 SUI FENOMENI DI INSTABILITÀ NEI COSTONI DI TUFO GIALLO NAPOLETANO A. EVANGELISTA, A. SCOTTO DI SANTOLO, G. LOMBARDI, N. NOCILLA, M. DANZI, D. VIVIANO 157 5

3 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE PER LA ZONAZIONE DEL RISCHIO DI FRANA NEL CENTRO ABITATO DI CATANIA S. GRASSO, M. MAUGERI, A. PUGLIA pag. 165 SCENARI Di PERICOLOSITÀ DI FRANA IN TERRENI SCIOLTI DI NATURA PIROCLASTICA L. OUVARES, L. PICCARELLI, L ANDREOZZI, B. AVOLIO, E. DAMIANO, S. LAMPITIELLO MURI E DIAFRAMMI CINEMATISMO ROTAZIONALE DI UN MURO DI SOSTEGNO SU UN PENDIO INSTABILE E. AUSILIO, R. CAIRO, G. DENTE I MURI DI SOSTEGNO NELLA CITTÀ DI NAPOLI: INVENTARIO, CONDIZIONI DI SICUREZZA, INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE A. EVANGELISTA, V. CESTRONE, G. CONTE, M. NAPOLI, G. LOMBARDI, A, MANDOLINI, G. RUSSO OPERE DI SOSTEGNO DEL FRONTE DI SCAVO PER IL NUOVO CASINÒ MUNICIPALE IN CAMPIONE D'ITALIA P. CANCELLI, H.F. SCHWEIGER, M. VIDOTTO PROVE SU TIRANTI D'ANCORAGGIO NEI TERRENI DEL NAPOLETANO F. GIANNELLI, V. MANASSERO, FP. RUSSO, C. VIGGIANI IL DIAFRAMMA CIRCOLARE AD ARMATURA ORIZZONTALE CONTINUA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA BIBLIOTHECA ALEXANDRINA R. GRANATA, F. LEONI, V. MANASSERO, M. HAMZA ANALISI PER IL PROGETTO DI DIAFRAMMI MULTIVINCOLATI A SOSTEGNO DI UNO SCAVO PER LA REALIZZAZIONE DI UN PARCHEGGIO MULTIPIANO INTERRATO IN AREA URBANA P. MONACO, S. MARCHETTI OSSERVAZIONI DEL COMPORTAMENTO DI UN'OPERA DI SOSTEGNO NEL CENTRO URBANO DI LETTOMANOPPELLO (PE) G. TOTANI, C. DI PAOLO INDAGINI SPERIMENTALI PER LA MODELLAZIONE FISICA IN VERA GRANDEZZA DI UN MURO IN TERRA RINFORZATA CON RINFORZI DI DIFFERENTE RIGIDEZZA M. VICARI, V.N. GHIONNA, V. FIORAVANTE SCAVI PROFONDI PARCHEGGI INTERRATI IN AMBIENTE URBANO: CONSIDERAZIONI PROGETTUALI E PROBLEMATICHE REALIZZATIVE A. BECCATI, G. GUADAGNINE G. MARCHI, M. MERLI ANALISI DELLA RISPOSTA DI UNA PARATIA IN ACCIAIO A SOSTEGNO DI UNO SCAVO ESEGUITO IN UN TERRENO NON COESIVO M. CALABRESE IL RUOLO DELLE PRESSIONI INTERSTIZIALI NELLA PREVISIONE DEL COMPORTAMENTO DI UNO SCAVO PROFONDO G. CALABRESI, L CALLISTO, S. RAMPELLO ANALISI DEL DISSESTO DI UNA PARATIA PER IL SOSTEGNO DI F. CASTELLI, M. MAUGERI UNO SCAVO EFFETTI DELLA DEFORMABILITÀ DEL TERRENO E DELLE GEOMETRIE NEGLI SCAVI REALIZZATI IN TERRENI LEGGERMENTE SOVRACONSOUDATI A.DEISVALDI, A, MAZZUCATO METODI DI MISURAZIONE E MONITORAGGIO. L'APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA LASERSCANNER TRIDIMENSIONALE PER IL DI CEDIMENTI L. AMATO, G. ANTONUCCI, B. BELOATO, M. NIGLIO RILIEVO E L'ANALISI ANALISI ED INTERPRETAZIONE DELLE MISURE ESEGUITE DURANTE I STAZIONE DANTE DELLA LINEA 1 DELLA METROPOLITANA DI NAPOLI A. MANDOLINI LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA UN MODELLO STATISTICO PER L'ELABORAZIONE DI MISURE DI SPOSTAMENTO CON INCLINOMETRI FISSI L. SIMEONI, L. MONGIOVI 6

4 INTERVENTI DI RECUPERO E DIFESA DI OPERE ESISTENTI pag. 321 INTERAZIONE TRA UNA STRUTTURA ESISTENTE E LO SVILUPPO DELL'AMBIENTE URBANO CIRCOSTANTE: LESEMPIO DELLA EX VASCA NAVALE DI ROMA A. AMOROSI, A. LEMBO FAZIO, G. SCARPELLI ; 323 EFFETTI DEL RECUPERO DI UN CANALE MEDICEO SU ALCUNI MANUFATTI DI PISA S. AVERSA, N. SQUEGLIA 331 PROGETTAZIONE DI MASSIMA DELLE OPERE DI DIFESA DAI FENOMENI DI ACQUA ALTA NELUNSULA DI S. MARCO M.T. BROTTO, G. MAINOLDI, T. VICENZETTO 339 CONDIZIONI DI SICUREZZA E INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE DI UNA BANCHINA PORTUALE C. VALORE, A.M. TEDESCO, M. ZICCARELLI 347 INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO 355 RECUPERO PARZIALE MEDIANTE ELETTROSMOSI DEI CEDIMENTI DIFFERENZIALI DI COSTRUZIONI ADIBITE A CIVILI ABITAZIONI RARMILLOTTA 357 CREAZIONE DI LOCALI INTERRATI IN VILLA STORICA F. BRAMBILLA 365 UNA NUOVA METODOLOGIA DI REALIZZAZIONE DI FONDAZIONI PROFONDE PER IL CONSOLIDAMENTO DI EDIFICI IN AMBITO URBANO V. COLLINA, C. FABBRI, S. STORONI RIDOLFI, R. ZAGO, L. ZAMBIANCHI, G. ZATTONI 371 PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI DI JET-GROUTING IN AMBIENTE URBANO P. CROCE, G. MODONI 379 REIMPIEGO DEI TERRENI DI SCAVO MEDIANTE STABILIZZAZIONE A CALCE P. CROCE, G. RUSSO 387 INTERVENTI VOLTI ALUELIMINAZIONE DI PROBLEMI DI CEDIMENTI DIFFERENZIALI OCCORSI AD EDIFICI SITI IN AREE DENSAMENTE POPOLATE A PASQUETTO, C. GUERRA, M. CASAGRANDE 395 INTERVENTI DI BONIFICA DI SITI INQUINATI 403 RESISTENZA AL TAGLIO DELLE INTERFACCE TRA GEOMEMBRANA E GEOTESSILE: INFLUENZA DELLA PERMANENZA NEL PERCOLATO S. CARTARO, E. PASQUALINI, M. STELLA 405 CONFINAMENTO DI TERRENI CONTAMINATI PER LA MESSA IN SICUREZZA DI DUE AREE UBICATE ENTRO LO STABILIMENTO PETROLCHIMICO DI BRINDISI F, MATTALIA, R. GRANATA, D. CAZZUFFI 411 PROGETTO PRELIMINARE DI UNA BARRIERA PERMEABILE REATTIVA PER LA BONIFICA DI UN SITO INQUINATO DA METALLI PESANTI E. PASQUALINI, E. FRATALOCCHI, A. TAZIOLI 419 ATTIVITÀ DI INDAGINE E BONIFICA DI UN SITO INQUINATO DA SOLVENTI ORGANICI S. SAVELLI, E. PASQUALINI, M. STELLA, A. DEL FRATE 427 METODI DI AVANZAMENTO E SCELTE PROGETTUALI NELLA COSTRUZIONE DI OPERE IN SOTTERRANEO 435 DUE DIFFERENTI METODOLOGIE DI AVANZAMENTO NELL'AMBITO DI UN LOTTO DELLA LINEA 3 DELLA METROPOLITANA MILANESE A BALLOSSI RESTELLI, G. DALÒ, A. PETTINARGLI 437 IL PASSANTE A NORD-OVEST DELLA CITTÀ DI V, CALZONA, F FERRUCCIO, A. PIGORINI, F. ROTUNDI, A. SCIOTTI ROMA: SCELTE PROGETTUALI ED ASPETTI TECNOLOGICI 447 IL RADDOPPIO DELLA GALLERIA PRINCIPE AMEDEO TRA LE MAGGIORI OPERE DEL GRANDE GIUBILEO DEL 2000 A ROMA V. CAPATA, S. REALE 455 7

5 ' STAZIONE SPECIALE IN SOTTERRANEO PER METROPOLITANE IN TERRENI DIFFICILI IN AREE DI RILEVANZA ARCHEOLOGICA E MONUMENTALE (MODELLO ROMA) E CARRIERO, M. FIDENZI, G. SIMONACCI, A. VALENTE, A. ZECHINI pag. 461 QUATTRO NUOVE STAZIONI DELLA LINEA 1 DELLA METROPOLITANA DI NAPOLI: PROBLEMATICHE GEOTECNICHE, PROCEDURE DI ANALISI E SCELTE PROGETTUALI R.M.S. MAIORANO, R. NORI, M.V. NICOTERA, F.P RUSSO, C. VIGGIANI» 46g GALLERIE IN M. ZICCARELLI, C. VALORE SEZIONE MISTA IN AMBITO URBANO 477 CEDIMENTI INDOTTI DALLO SCAVO DI GALLERIE 485 CEDIMENTI INDOTTI DA GALLERIE SUPERFICIALI IN AMBIENTE URBANO E. BILOTTA, G. RUSSO, C. VIGGIANI 487 ANALISI DI GALLERIE SUPERFICIALI CON UN METODO AGLI ELEMENTI FINITI NON CONVENZIONALE C. CALLARI 495 RIDUZIONE E CONDIVISANE DEI RISCHI RESIDUI ASSOCIATI ALLO SCAVO DI UN TUNNEL MECCANIZZATO IN AMBITO URBANO ATTRAVERSO L'USO DI UN PROTOCOLLO DI VANZAMENTO P. GRASSO, E. CHIRIOTTI, S. XU 503 CONTROLLI E RISULTATI DEL MONITORAGGIO DEI CEDIMENTI SUPERFICIALI NEL CORSO DELLO SCAVO DELLA GALLERIA URBANA DEI QUATTRO VENTI ESEGUITA CON SCUDO EPB A PIGORINI, F, /ANNOTTA, G, PENNA, S. POLIMENI, S. SALVINI 511 PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA PRESENZA DI CAVITÀ ANTROPICHE 519 PROBLEMATICHE CONNESSE ALLA PRESENZA DI CAVITÀ NEL SOTTOSUOLO IN UN INTERVENTO EDILIZIO IN AMBIENTE URBANO A EVANGELISTA, A. PELLEGRINO, M. RAMONDINI 521 ANALISI DELLA STABILITÀ DI CAVITÀ IN ROCCE PIROCLASTICHE DEL SOTTOSUOLO DI ROMA F. FEDERICO, S. SCREPANTI 529 LE VORAGINI NELLA CITTÀ DI NAPOLI: UNA CALAMITÀ NATURALE? G. LOMBARDI, S. PERRONE, C. VIGGIANI...' 537 UN SISTEMA ESPERTO PER SCAVI ARCHEOLOGICI IN AREE URBANE C. MANCUSO, G.B. FENELLI, F. VINALE, M, DE GREGORIO, E. BURATTINI 545 CAVITÀ SOTTERRANEE IN AREE URBANE: CASI IN STUDIO IN ABRUZZO M. TALUNI, A. GIAMBERARDINO, D. RANALLl, N. SCIARRA, M. MANGIFESTA 553 CAVE IPOGEE IN AREE URBANE G. UMILTÀ, R UMILTÀ, V. BIANCONE 561 INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO DI CAVITÀ ANTROPICHE DISSESTI NELL'ABITATO DI CAPRAROLA (VT): INDIVIDUAZIONE DELLE CAUSE ED INTERVENTI Di' CONSOLIDAMENTO F. CAFISO, G. UMILTÀ STUDI ED INTERVENTI PER LA TUTELA DI UN PATRIMONIO SOTTERRANEO: LESEMPIO DELLE CAVITÀ DI NAPOLI A EVANGELISTA, A. FLORA, S. LIRER, F. DE SANCTIS, G. LOMBARDI 579 IL RIEMPIMENTO DI CAVITÀ SOTTERRANEE CON IMPIEGO DI ARGILLA ESPANSA M. GRISOLIA, Q. NAPOLEONI, R BOCCI, F. MACCARINI, R. BRASCHI 589 STUDIO DEL SISTEMA DI CAVITÀ NELLA ZONA DI VIA S. GIOSAFAT, SUL COLLE AVENTINO A ROMA: VALUTAZIONE DEL RISCHIO POTENZIALE E SCELTA DEGLI INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO PER IL RIPRISTINO DELLA VIABILITÀ V.M. SANTORO, V. FEDERICI 595 INDICE DEGLI AUTORI 603 8

INDICE GLI EFFETTI DELLE MODIFICHE DELLE CONDIZIONI AL CONTORNO SULLA SICUREZZA NELTEMPO DEI PENDII C. AIRÒ FARULLA, E CAFISO...

INDICE GLI EFFETTI DELLE MODIFICHE DELLE CONDIZIONI AL CONTORNO SULLA SICUREZZA NELTEMPO DEI PENDII C. AIRÒ FARULLA, E CAFISO... INDICE PRESENTAZIONE... pag. 11 STABILITÀ E SICUREZZA DEL TERRITORIO... 13 VIBRAZIONI PRODOTTE DA INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO IN AMBIENTE URBANO: UNA PROPOSTA METODOLOGICA APPLICATA AD UN CASO DI STUDIO

Dettagli

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture.

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. CONSOLIDAMENTI Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. Essa non può prescindere dai risultati di un accurata

Dettagli

Mitigazione del rischio frana

Mitigazione del rischio frana Mitigazione del rischio frana Interventi sul versante. Il percorso del progetto Relazione geologica Analisi e descrizione del fenomeno di instabilità Studio delle cause e del meccanismo franoso Relazione

Dettagli

Prescrizioni delle NTC (2008)

Prescrizioni delle NTC (2008) La progettazione di fondazioni di edifici in terreni ad alta instabilità Prescrizioni delle NTC (2008) Stefano Aversa Università degli studi di Napoli Parthenope Associazione Geotecnica Italiana Bologna

Dettagli

Associazione Geotecnica Italiana

Associazione Geotecnica Italiana Associazione Geotecnica Italiana PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI GEOTECNICHE COME ELEMENTO DELLA PROGETTAZIONE DI NUOVE OPERE E PER IL CONSOLIDAMENTO DI QUELLE ESISTENTI Il quadro normativo esistente e la

Dettagli

I cantieri della Linea B1 a Roma

I cantieri della Linea B1 a Roma 110 Tunnel Urbani Andrea Sciotti Ingegnere, Direttore dei Lavori Roma Metropolitane Srl I cantieri della Linea B1 a Roma La realizzazione di un opera interrata di tali dimensioni in ambito urbano richiede

Dettagli

Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA Ministero delle infrastrutture D.M. 14-1-2008 Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni. Pubblicato nella Gazz. Uff. 4 febbraio 2008, n. 29, S.O. Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

Dettagli

Indice. Premessa 11. 1.10.2 Permeabilità 37. 1.10.3 Trasmissività 40 1.11 La circolazione idrica nelle rocce 46 1.11.1 Gli acquiferi 48.

Indice. Premessa 11. 1.10.2 Permeabilità 37. 1.10.3 Trasmissività 40 1.11 La circolazione idrica nelle rocce 46 1.11.1 Gli acquiferi 48. Indice Indice Indice Premessa 11 1 Le acque sotterranee 13 1.1 Principali caratteristiche delle acque sotterranee 13 1.2 La circolazione idrica nelle terre sciolte 14 1.2.1 Gli acquiferi 14 1.2.2 Classificazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DI FIRENZE TECNICHE DI MIGLIORAMENTO DEI TERRENI

UNIVERSITÀ DI FIRENZE TECNICHE DI MIGLIORAMENTO DEI TERRENI UNIVERSITÀ DI FIRENZE TECNICHE DI MIGLIORAMENTO DEI TERRENI Corso di Geotecnica II Anno Accademico 2003-2004 ALTERNATIVE PROGETTUALI Nella progettazione o nella verifica di un opera (fondazione, rilevato,

Dettagli

RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE

RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE Andrea Ferretti Università degli Studi di Perugia andreaferretti84@gmail.com Manuela Cecconi Università degli Studi di Perugia ceccon@unipg.it

Dettagli

Università degli studi di Siena FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CENTRO DI GEOTECNOLOGIE

Università degli studi di Siena FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CENTRO DI GEOTECNOLOGIE Università degli studi di Siena FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CENTRO DI GEOTECNOLOGIE Corso di Laurea in GeoTecnologie STUDIO DEL PROGETTO OPERATIVO DI BONIFICA AMBIENTALE DI UN PUNTO

Dettagli

Introduzione A. DISPOSIZIONI CENERALI

Introduzione A. DISPOSIZIONI CENERALI D.M.LL.PP. 11 marzo 1988 Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e sulle rocce, la stabilita' dei pendii naturali e delle scarpate, i criteri generali e le prescrizioni per la progettazione,

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE 11 marzo 1988 (1) a «Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e

DECRETO MINISTERIALE 11 marzo 1988 (1) a «Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e DECRETO MINISTERIALE 11 marzo 1988 (1) «Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e sulle rocce, la stabilità dei pendii naturali e delle scarpate, i criteri generali e le prescrizioni per la

Dettagli

6 PROGETTAZIONE GEOTECNICA

6 PROGETTAZIONE GEOTECNICA 6 PROGETTAZIONE GEOTECNICA 6.1 DISPOSIZIONI GENERALI 6.1.1 OGGETTO DELLE NORME Il presente capitolo riguarda il progetto e la realizzazione: delle opere di fondazione; delle opere di sostegno; delle opere

Dettagli

CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING

CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING Vitale Enza Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e.vitale@unicas.it

Dettagli

Art. 2 Le anzidette norme entrano in vigore sei mesi dopo la pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Art. 2 Le anzidette norme entrano in vigore sei mesi dopo la pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. D E C R E T O MI NIST E R O D EI LA V O RI P U B B LI CI 11 M A R Z O 1988 NOR ME TECNICHE RIGUARDANTI LE INDAGINI SUI TERRENI E SULLE ROCCE, LA STABILITA DEI PENDII NATURALI E DELLE SCARPATE, I CRITERI

Dettagli

Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 D.M. 14 gennaio 2008

Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 D.M. 14 gennaio 2008 LA PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI GEOTECNICHE Paola Monaco Università dell'aquila Dipartimento Ingegneria Strutture Acque e Terreno paola.monaco@univaq.it Convegno Associazione Geotecnica Italiana Programmazione

Dettagli

Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche. Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche

Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche. Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche Il piano degli scavi: problematiche connesse e soluzioni tecniche Brescia, Brescia, 28 28 Marzo Marzo 2009 2009 Dott. Ing. A. Sanzeni alex.sanzeni@ing.unibs.it

Dettagli

IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012

IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012 IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012 IL RILIEVO GEOMETRICO CON LASER SCANNER COME SUP- PORTO CONOSCITIVO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010 DIRETTIVE PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE, GEOTECNICHE E SISMICHE AI SENSI DELLE NTC, D.M. 14.01.2008, E DELLA NORMATIVA NAZIONALE E PROVINCIALE COLLEGATA DOCUMENTO DI SINTESI Trento, Bolzano,

Dettagli

METROPOLITANA DI ROMA

METROPOLITANA DI ROMA ROMA METROPOLITANE METROPOLITANA DI ROMA LINEA C TRE CASI DI STUDIO RETE METROPOLITANA DI ROMA RETE METROPOLITANA DI ROMA TRACCIATO FONDAMENTALE CLODIO/MAZZINI MONTECOMPATRI PANTANO LUNGHEZZA LINEA 25,5

Dettagli

Interventi di tipo strutturale per la stabilizzazione dei pendii

Interventi di tipo strutturale per la stabilizzazione dei pendii Ciclo di Seminari Ricerca, Alta Formazione e Mitigazione del Rischio Idrogeologico in Calabria Interventi di tipo strutturale per la stabilizzazione dei pendii Prof. Ing. Enrico Conte La principale finalità

Dettagli

INTERVENTI SISTEMAZIONE IDRAULICA S.P. N. 57 "VARAZZE-CASANOVA-ALPICELLASTELLA S. MARTINO"

INTERVENTI SISTEMAZIONE IDRAULICA S.P. N. 57 VARAZZE-CASANOVA-ALPICELLASTELLA S. MARTINO INTERVENTI SISTEMAZIONE IDRAULICA S.P. N. 57 "VARAZZE-CASANOVA-ALPICELLASTELLA S. MARTINO" LAVORI: Intervento n. 36: adeguamento idraulico attraversamenti Rio Galli, copertura ial km 0+000, ponticello

Dettagli

CAPITOLO 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

CAPITOLO 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA CAPITOLO 6. 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA 238 CAPITOLO 6 6.1. DISPOSIZIONI GENERALI 6.1.1. OGGETTO DELLE NORME Il presente capitolo riguarda gli aspetti geotecnici della progettazione e della esecuzione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo.

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo. RELAZIONE TECNICA Il Comune di Predosa ha conferito incarico ai sottoscritti ing. Italo BRUNO con recapito in Novi Ligure Via Manzoni n. 14. per la redazione del progetto di Consolidamento ponte e difesa

Dettagli

Principali tipologie di terreno

Principali tipologie di terreno Principali tipologie di terreno Terreni derivati da rocce sedimentarie (NON COESIVI): Sabbie Ghiaie Terreni derivati da rocce scistose (COESIVI): Argille Limi Terreni di derivazione organica: Torbe Terreno

Dettagli

Consiglio Nazionale Geologi.it Circolari. A tutti gli Ordini Regionali dei Geologi LORO SEDI. Roma, 28 giugno 2007 Rif. P/CR.c/2996 CIRCOLARE N 259

Consiglio Nazionale Geologi.it Circolari. A tutti gli Ordini Regionali dei Geologi LORO SEDI. Roma, 28 giugno 2007 Rif. P/CR.c/2996 CIRCOLARE N 259 Consiglio Nazionale Geologi.it Circolari A tutti gli Ordini Regionali dei Geologi LORO SEDI Roma, 28 giugno 2007 Rif. P/CR.c/2996 CIRCOLARE N 259 OGGETTO: Competenze del Geologo in materia di progettazione,

Dettagli

- RECAPITO : Pino Torinese (TO) - Via San Michele 4 cell. 349-1334841 - E-Mail: gianluca.savasta@libero.it

- RECAPITO : Pino Torinese (TO) - Via San Michele 4 cell. 349-1334841 - E-Mail: gianluca.savasta@libero.it C U R R I C U L U M d i G I A N L U C A S A V A S T A dati anagrafici Nato a Torino (TO) il 3/11/1965. Residente in Pino Torinese, via San Michele 4 (Cap. 10025) E cittadino italiano. Coniugato con due

Dettagli

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA 1 Via Arni, 30 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA DMW ( Deep Mixing Wall ) - monoelica RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Emissione : Castelnuovo di Garfagnana,

Dettagli

/ 01- " 23 )"(!"# $% "&' ()"') *+,-.

/ 01-  23 )(!# $% &' ()') *+,-. / 01-!" " 23 )"( ) """#$"%!"# $% "&' ()"') *+,-. - Premessa "Piano di manutenzione riguardante le strutture" previsto dalle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 14 gennaio 2008 e dalla relativa

Dettagli

TREVI PER L EDILIZIA PRIVATA Dal mondo, al vostro mondo.

TREVI PER L EDILIZIA PRIVATA Dal mondo, al vostro mondo. TREVI PER L EDILIZIA PRIVATA Dal mondo, al vostro mondo. UNA STORIA COMINCIATAIL GRUPPO 50 ANNI FA Da oltre 50 anni, il GRUPPO TREVI è universalmente riconosciuto leader di riferimento nel settore dell

Dettagli

Applicazioni di utilizzo Le terre rinforzate possono essere utilizzate per vari scopi come si vede dagli esempi sotto riportati:

Applicazioni di utilizzo Le terre rinforzate possono essere utilizzate per vari scopi come si vede dagli esempi sotto riportati: Terre rinforzate Nella costruzione di strutture in terra per realizzare scarpate con angolo di inclinazione maggiore di quello permesso dal rilevato vengono utilizzate armature in strati orizzontali che

Dettagli

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo.

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo. RELEO S.r.l. Vai al sistema GEOPIER Vai al sistema IMPACT RELEO S.r.l. Il Sistema Geopier, attraverso l utilizzo di colonne di ghiaia compattata, è un valido ed efficace metodo di consolidamento di terreni

Dettagli

Lo studio fornisce un'attività specialistica

Lo studio fornisce un'attività specialistica I professionisti di Energeo realizzano studi geologici, idrogeologici, geotecnici e sismici, ai sensi della legislazione vigente; questi costituisco uno strumento indispensabile e preliminare per tutte

Dettagli

Terme, con delibera della G.M. N 133 del 26 febbraio 2002, per la redazione della

Terme, con delibera della G.M. N 133 del 26 febbraio 2002, per la redazione della INTEGRAZIONE ALLE INDAGINI GEOGNOSTICHE E RIVISITAZIONE DEL MODELLO GEOLOGIGICO RELATIVAMENTE ALL URBANIZZAZIONE DEL PIP COMMERCIALE 1 LOTTO FUNZIONALE I sottoscritti geologi Anna Garippa e Gianluca Tullio,

Dettagli

Quadri fessurativi in situazioni particolari

Quadri fessurativi in situazioni particolari Seminario di Aggiornamento Professionale DIAGNOSI E MONITORAGGIO DEI DISSESTI DEGLI EDIFICI Matera 3 ottobre 2009 Quadri fessurativi in situazioni particolari Prof. Ing. Geol. Vincenzo Simeone Professore

Dettagli

C6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

C6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA C6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA Per progettazione geotecnica si intende l insieme delle attività progettuali che riguardano le costruzioni o le parti di costruzioni che interagiscono con il terreno, gli interventi

Dettagli

1 Relazione Generale sull Intervento...2. 2 Determinazione dei parametri geotecnici...2. 3 Normativa di riferimento...3. 4 Relazione sui materiali...

1 Relazione Generale sull Intervento...2. 2 Determinazione dei parametri geotecnici...2. 3 Normativa di riferimento...3. 4 Relazione sui materiali... 1 Relazione Generale sull Intervento... Determinazione dei parametri geotecnici... 3 Normativa di riferimento...3 4 Relazione sui materiali...3 5 Verifiche statiche...4 5.1 Formule di calcolo delle azioni...4

Dettagli

Le opere di sostegno dei fronti di scavo

Le opere di sostegno dei fronti di scavo a cura dello Studio Associato Pilati Le opere di sostegno dei fronti di scavo Inauguriamo una collaborazione editoriale con lo Studio Associato Pilati di Costabissara (Vi). Al centro degli interventi,

Dettagli

Il settore delle fondazioni speciali è uno

Il settore delle fondazioni speciali è uno > Mercato di Denise Sagrillo Le risposte del settore geotecnico delle fondazioni speciali alla crisi Presentiamo in quattro capitoli una tesi di laurea che consente di individuare e analizzare le strategie

Dettagli

Il crollo di Afragola causato da un cedimento strutturale. Ma che cosa ha provocato il cedimento?

Il crollo di Afragola causato da un cedimento strutturale. Ma che cosa ha provocato il cedimento? Il crollo di Afragola causato da un cedimento strutturale. Ma che cosa ha provocato il cedimento? L edificio crollato verso le 1,30 del 31 luglio scorso in Via Calvanese di Afragola ha evidenziato la precarietà

Dettagli

Corso di. La di in. mico. a cura di:

Corso di. La di in. mico. a cura di: Corso di Formazione Professionale La progettazione di opere geotecniche in campo sism mico L organizzazione e la gestione del La progettazione geotecnica in campo sismico è a cura della Regione Emilia

Dettagli

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Opere in terra Caratteristiche di un terreno Compressibilità e costipamento delle terre Portanza sottofondi e fondazioni stradali Instabilità del corpo

Dettagli

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA

MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA 1 Via Arni, 30 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU) MISCELAZIONE MECCANICA DEL TERRENO PER VIA UMIDA SMW ( Soil Mixing Wall ) - trielica RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA Emissione : Castelnuovo di Garfagnana,

Dettagli

TECCO sistema di consolidamento di versante

TECCO sistema di consolidamento di versante TECCO sistema di consolidamento di versante Il consolidamento di scarpate con il sistema flessibile TECCO per una soluzione verde, duratura, sicura e conveniente, che rappresenta un alternativa allo spritz

Dettagli

Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente

Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente LINEE-GUIDA PER LA GESTIONE DEI MATERIALI/RIFIUTI INERTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ DI DEMOLIZIONE, COSTRUZIONE E SCAVO, COMPRESE LE COSTRUZIONI

Dettagli

VALUTAZIONE DELLA PERICOLOSITA SISMICA LOCALE ANALISI DI 2 LIVELLO

VALUTAZIONE DELLA PERICOLOSITA SISMICA LOCALE ANALISI DI 2 LIVELLO Allegato B COMUNE DI SARNICO PROVINCIA DI BERGAMO STUDIO GEOLOGICO DEL TERRITORIO COMUNALE REVISIONE ED ADEGUAMENTO AI SENSI DELLA L.R. 12/05 VALUTAZIONE DELLA PERICOLOSITA SISMICA LOCALE ANALISI DI 2

Dettagli

1.1 Zona geotecnica 1: piano generale terrazzato della pianura

1.1 Zona geotecnica 1: piano generale terrazzato della pianura Comune di Cigole PROVINCIA DI BRESCIA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO NORME GEOLOGICHE 1 Caratterizzazione geotecnica del territorio All'interno del territorio comunale, possono essere distinte 3 diverse

Dettagli

SCHEDA DI FATTIBILITA IDRAULICA, GEOMORFOLOGICA E SISMICA Identificativo schede tecniche D1 Via Cantagallo Cimitero di Figline Inquadramento

SCHEDA DI FATTIBILITA IDRAULICA, GEOMORFOLOGICA E SISMICA Identificativo schede tecniche D1 Via Cantagallo Cimitero di Figline Inquadramento Identificativo schede tecniche D1 Ubicazione Via Cantagallo Cimitero di Figline Inquadramento territoriale da P.S. Ambito agrario storico Geologia e litologia Terreni lapidei : Gabbri Aree di bordo valle

Dettagli

TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA

TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA Con le modifiche apportate dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 al

Dettagli

MODELLAZIONE GEOLOGICA E GEOTECNICA

MODELLAZIONE GEOLOGICA E GEOTECNICA Giulio Riga MODELLAZIONE GEOLOGICA E GEOTECNICA PROCEDURE AUTOMATICHE 1D - 2D - 3D Dario Flaccovio Editore Giulio Riga MODELLAZIONE GEOLOGICA E GEOTECNICA Procedure automatiche 1D - 2D - 3D ISBN 978-88-579-0051-3

Dettagli

Tecnologia e ricerca: nuove prospettive per ridurre i tempi di esecuzione e garantire maggiore sicurezza nelle opere infrastrutturali.

Tecnologia e ricerca: nuove prospettive per ridurre i tempi di esecuzione e garantire maggiore sicurezza nelle opere infrastrutturali. MEETING TECNICO Facoltà di Ingegneria. Università di Roma La Sapienza Tecnologia e ricerca: nuove prospettive per ridurre i tempi di esecuzione e garantire maggiore sicurezza nelle opere infrastrutturali.

Dettagli

INDICE ALLEGATI - UBICAZIONE INDAGINI GEOGNOSTICHE - GRAFICI PROVE PENETROMETRICHE

INDICE ALLEGATI - UBICAZIONE INDAGINI GEOGNOSTICHE - GRAFICI PROVE PENETROMETRICHE INDICE 1. PREMESSA E SCOPO DEL LAVORO... 2 2. INQUADRAMENTO GEOLOGICO GEOMORFOLOGICO... 3 3. INQUADRAMENTO IDROGEOLOGICO ED IDROLOGICO... 4 4. CLASSIFICAZIONE SISMICA... 5 4.1 OPCM 20 marzo 2003... 5 4.2

Dettagli

STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO

STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO Anastasia Capotosto a.capotosto@unicas.it Paolo Croce croce@unicas.it Giuseppe Modoni modoni@unicas.it Giacomo Russo giarusso@unicas.it

Dettagli

Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 9. INDAGINI IN SITO

Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 9. INDAGINI IN SITO GEOTECNICA ing. Nunziante Squeglia 9. INDAGINI IN SITO 1 PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI ESAME DELLE CONDIZIONI GEOLOGICHE ED AMBIENTALI DEL SITO: CARTE GEOLOGICHE E GEOMORFOLOGICHE, FOTOGRAFIE AEREE, SOPRALLUOGHI.

Dettagli

di un intervento di stabilizzazione

di un intervento di stabilizzazione La caratterizzazione geofisica finalizzata alla progettazione di un intervento di stabilizzazione M. Bavusi, G. Potenza1 1, D. Lacava 2, E.F. Finizio, S. Laurita, G. Calvello 3 G. Colangelo 4 1 G. & G.I.S.

Dettagli

APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN PENDIO IN FRANA

APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN PENDIO IN FRANA A.Di.S. Associazione Nazionale Difesa del Suolo "Difesa del suolo. Confronto di esperienze" Manoppello (PE), 2 dicembre 2006 APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN

Dettagli

ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI

ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI PREMESSA La caratterizzazione ambientale di un sito è identificabile con l insieme delle attività che permettono di ricostruire

Dettagli

DATI IDENTIFICATIVI DELLO STUDIO

DATI IDENTIFICATIVI DELLO STUDIO DATI IDENTIFICATIVI DELLO STUDIO Nome e Cognome titolare Nato a Sesto San Giovanni Provincia di Milano il 30 marzo 1972 Recapiti Studio in viale Romagna n. 36 CAP 20900 Comune di Monza (Provincia MB) telefono

Dettagli

Palificazioni e Consolidamenti

Palificazioni e Consolidamenti Palificazioni e Consolidamenti PALI TRIVELLATI Pali trivellati a secco, incamiciati e con utilizzo di fanghi bentonitici/polimeri. PALI C.F.A. Pali ad elica continua C.F.A. PALI VIBROINFISSI Pali vibroinfissi,

Dettagli

Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO. (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207)

Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO. (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) OGGETTO: POS FESR Lazio 2007-2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione

Dettagli

A. DISPOSIZIONI GENERALI

A. DISPOSIZIONI GENERALI CIRCOLARE MINISTERO LAVORI PUBBLICI 24 SETTEMBRE 1988 N. 30483 Legge 2 febbraio 1974, art. 1 - DM 11 marzo 1988. Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e sulle rocce, la stabilità dei pendii

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GEOTECNICA TESI DI LAUREA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GEOTECNICA TESI DI LAUREA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GEOTECNICA TESI DI LAUREA L uso dei Geosintetici nella Stabilizzazione dei pendii Relatore: Candidato: Ch.mo

Dettagli

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian dell Asso, nel comune di Montalcino, delimitata a nord e ad est da aree

Dettagli

STANDARD DI RAPPRESENTAZIONE E ARCHIVIAZIONE INFORMATICA

STANDARD DI RAPPRESENTAZIONE E ARCHIVIAZIONE INFORMATICA Commissione tecnica per la microzonazione sismica (articolo 5, comma 7, OPCM 13 novembre 2010, n. 3907) STANDARD DI RAPPRESENTAZIONE E ARCHIVIAZIONE INFORMATICA Microzonazione sismica Linee guida per l

Dettagli

ANDREA BRUSCHI TITOLI DI STUDIO. Diploma di Geometra Laurea in Scienze Geologiche Laurea Magistrale in Ingegneria Civile ISCRIZIONE ORDINI

ANDREA BRUSCHI TITOLI DI STUDIO. Diploma di Geometra Laurea in Scienze Geologiche Laurea Magistrale in Ingegneria Civile ISCRIZIONE ORDINI ANDREA BRUSCHI Nato a Modena (MO) il 23 aprile 1968 Residenza, Sede Amministrativa e Primo Ufficio a Mirandola (MO) -41037- Via Pezzetta n. 35 Tel e Fax +39 0535 38269 Cell +39 349 5292396 Indirizzo Mail

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II

Università degli studi di Napoli Federico II Università degli studi di Napoli Federico II Scuola Politecnica e delle scienze di base Corso di Laurea Triennale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed

Dettagli

g) Esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio: area a pericolosità molto elevata Ee

g) Esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio: area a pericolosità molto elevata Ee NORME DI ATTUAZIONE Art. 1 Norma transitoria Le norme relative al dissesto sono da ritenersi transitorie fino all'approvazione (previa intesa con l'autorità di Bacino) del PTCP 2007. Il PSC dovrà adeguarsi

Dettagli

La presenza di ampie aree a rischio

La presenza di ampie aree a rischio Mitigazione del rischio di frana Gianfranco Urciuoli Gran parte del territorio italiano è interessato dalla presenza di ampie aree a rischio di frana che propongono rilevanti problemi di sicurezza per

Dettagli

www.lavoripubblici.it

www.lavoripubblici.it Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ****** Istruzioni per l applicazione delle Norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008 16 INTRODUZIONE Il Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008,

Dettagli

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO

165 CAPITOLO 13: PROVE MECCANICHE IN SITO 165 Introduzione Rispetto alle prove eseguite in laboratorio, quelle in sito presentano sia dei vantaggi che degli svantaggi. 1. Tra i vantaggi delle prove in sito di può dire che queste sono più rapide

Dettagli

Servizi per l edilizia

Servizi per l edilizia Geo24h Servizi per l edilizia Palancolati metallici e compositi Fondazioni speciali Dragaggio canali, fumi, laghi e cave Dewatering con pozzi Dewatering con sistemi wellpoint Tipologie di Intervento I

Dettagli

BOLOGNA CITTA' RESILIENTE IL PIANO DI ADATTAMENTO

BOLOGNA CITTA' RESILIENTE IL PIANO DI ADATTAMENTO Ora e sempre resilienza Interventi, pianificazione e cultura del rischio per la difesa e l autodifesa dalle alluvioni nelle aree urbane Roma 3 luglio 2015 BOLOGNA CITTA' RESILIENTE IL PIANO DI ADATTAMENTO

Dettagli

Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA. Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli

Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA. Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI CONSERVATIVI ED INTEGRATIVI ALLA BRENNERO E DEGLI INTERVENTI DI Anno 2003-2004 Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli

Dettagli

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO SPECIFICHE SISTEMA SIERC POR Calabria FESR 2007-2013.

Dettagli

QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE

QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE QUESTIONARIO CAR E DECENNALE POSTUMA EDILIZIA CIVILE Questionario per l assicurazione tutti i rischi della costruzione di opere civili (C.A.R.) E per l'assicurazione DECENNALE POSTUMA danni diretti all

Dettagli

UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1

UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1 UTILIZZO DELL ELETROSMOSI PER LA STABILIZZAZIONE DEI TERRENI COESIVI 1 Pasquale Armillotta (*) 1. Premessa Il terreno di fondazione è la parte del terreno che riceve il carico di una costruzione e ne risente

Dettagli

COMUNE DI SAN CALOGERO VIBO VALENTIA

COMUNE DI SAN CALOGERO VIBO VALENTIA COMUNE DI SAN CALOGERO VIBO VALENTIA Oggetto: Progetto per la coltivazione di una cava di calcare nel Comune di. San Calogero loc. San Pietro COMMITTENTE Edil Sibio di Sibio Cosma Damiano Relazione Tecnica

Dettagli

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO -------------------------------------------------------------------------------------- oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di

Dettagli

Mail: fabrizio.negro@ingpec.eu mail: fabneg@infinito.it C.F. NGR FRZ 72R24 E682M P.Iva: 02870980246

Mail: fabrizio.negro@ingpec.eu mail: fabneg@infinito.it C.F. NGR FRZ 72R24 E682M P.Iva: 02870980246 1 Curriculum Vitae Informazioni personali Nazionalità: Italiana Data di nascita: 24/10/ 72 Luogo di nascita: Lonigo (Vi) Residenza: via San Giovanni Bosco, 37/c Sarego (Vi) Istruzione 1991 l istituto tecnico

Dettagli

Sistema SPIDER : per il rinforzo di reti semplici in opere di consolidamento

Sistema SPIDER : per il rinforzo di reti semplici in opere di consolidamento Sistema SPIDER : per il rinforzo di reti semplici in opere di consolidamento Consolidamento del fenomeno franoso lungo la S.P. n. 9 Gargnano Magasa e la S.P. 58 Idro-Capovalle Molino di Bollone Documentazione

Dettagli

SOLUZIONI TECNOLOGICHE ADOTTATE

SOLUZIONI TECNOLOGICHE ADOTTATE BONIFICA E MESSA IN SICUREZZA PERMANENTE DI AREE INDUSTRIALI DISMESSE: L ESPERIENZA DEL SITO EX SAIBI DI MARGHERITA DI SAVOIA SOLUZIONI TECNOLOGICHE ADOTTATE Prof. Ing. Antonio DI MOLFETTA Dott. Geol.

Dettagli

APPLICAZIONE DELLE TOMOGRAFIE ELETTRICHE IN FORO PER L INDIVIDUAZIONE DI CAVITÀ IN AREE URBANIZZATE

APPLICAZIONE DELLE TOMOGRAFIE ELETTRICHE IN FORO PER L INDIVIDUAZIONE DI CAVITÀ IN AREE URBANIZZATE Cavità antropiche: aspetti tecnici per il recupero e la valorizzazione APPLICAZIONE DELLE TOMOGRAFIE ELETTRICHE IN FORO PER L INDIVIDUAZIONE DI CAVITÀ IN AREE URBANIZZATE (Geol. Pietro Pepe Geol. Maria

Dettagli

Applicazioni software per la progettazione geotecnica con le NTC 2008.

Applicazioni software per la progettazione geotecnica con le NTC 2008. GEOSTRU SOFTWARE WWW.GEOSTRU.COM Via C. Colombo 89 Bianco (RC) geostru@geostru.com PROGETTARE INTERVENTI DI INGEGNERIA GEOTECNICA AMBIENTALE ALLA LUCE DELLE NTC Bogogno - NOVARA, 27 novembre 2012 Applicazioni

Dettagli

GEOLOGICAL ENGINEERING SRL SERVICE- GEOLOGICAL-ARHEOLOGY-ENGINEERING. BREVE LETTERA DI PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA GEOLOGICAL ENGINEERING S.r.l.

GEOLOGICAL ENGINEERING SRL SERVICE- GEOLOGICAL-ARHEOLOGY-ENGINEERING. BREVE LETTERA DI PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA GEOLOGICAL ENGINEERING S.r.l. BREVE LETTERA DI PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA GEOLOGICAL ENGINEERING S.r.l. La (Servizi - Archeologia - Geologia - Ingegneria) è una società multidisciplinare capace di coniugare le competenze in ambito

Dettagli

Lezione n. 8 del 27 marzo 2012

Lezione n. 8 del 27 marzo 2012 Alessandro Mandolini Dipartimento di Ingegneria Civile Corso di OPERE DI SOSTEGNO A.A. 2011-2012 Muro a mensola Muro a gravità Terre rinforzate Paratia Gabbionate Crib wall Lezione n. 8 del 27 marzo 2012

Dettagli

Barre autoperforanti ed accessori, modalita di esecuzione, campi di impiego, problemi esecutivi e controlli in cantiere

Barre autoperforanti ed accessori, modalita di esecuzione, campi di impiego, problemi esecutivi e controlli in cantiere Incontro sul tema Autoperforanti: una tecnologia in evoluzione 7 Ottobre, 2010 Barre ed accessori, modalita di, campi di, problemi esecutivi e Con la collaborazione di: Con il patrocinio Dell Istittuto

Dettagli

Integrazione a seguito di parere espresso dalla Provincia di Milano in data 17/3/2008 (Atti n. 64984/5.2/2003/10848)

Integrazione a seguito di parere espresso dalla Provincia di Milano in data 17/3/2008 (Atti n. 64984/5.2/2003/10848) COMUNE DI BARLASSINA Provincia di MILANO COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO AI SENSI DELLA L.R. 12/2005 E SECONDO I CRITERI DELLA D.G.R. n. 8/1566/05 Integrazione

Dettagli

Accenniamo brevemente ai vari tipi di frese meccanizzate, utilizzate in accordo con le caratteristiche geomeccaniche del mezzo da scavare.

Accenniamo brevemente ai vari tipi di frese meccanizzate, utilizzate in accordo con le caratteristiche geomeccaniche del mezzo da scavare. Articolo su tecnologia TBM per rivista GALLERIE EARTH PRESSURE BALANCE MACHINE Breve cenno sull utilizzo dello scudo meccanizzato a pressione bilanciata nello scavo delle gallerie e sulla funzione della

Dettagli

CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti

CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA P. Trefiletti CORSO DI GEOLOGIA APPLICATA-Cremona SISTEMA IDROLOGICO Un sistema idrologico è un sistema dinamico che rappresenta una frazione del ciclo globale dell acqua

Dettagli

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE 3.2 AZIONE SISMICA Le azioni sismiche di progetto si definiscono a partire dalla pericolosità sismica di base del sito di costruzione, che è descritta dalla probabilità

Dettagli

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE TERRACQUAMBIENTE LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE Fondata nel 1992, Sinergeo è una struttura indipendente con sede a Vicenza. Essa riunisce figure professionali altamente qualificate,

Dettagli

IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO. ing. Francesco Monni

IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO. ing. Francesco Monni IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO ing. Francesco Monni Le norme che regolano gli interventi su costruzioni esistenti in muratura (anche di carattere storico e monumentale)

Dettagli

2.1 Generalità. 2.2 Uso del suolo. 2.3 Caratteri ambientali

2.1 Generalità. 2.2 Uso del suolo. 2.3 Caratteri ambientali INDICE 1.PREMESSE...3 2.CRITERI DI ANALISI E DI PROGETTAZIONE...4 2.1 Generalità...4 2.2Uso del suolo... 4 2.3Caratteri ambientali... 4 2.4Caratteri geomorfologici del versante e descrizione del dissesto...5

Dettagli

Parcheggi interrati. e contesto geologico. suolo & sottosuolo. Le problematiche urbane

Parcheggi interrati. e contesto geologico. suolo & sottosuolo. Le problematiche urbane Le problematiche urbane Parcheggi interrati e contesto geologico Giuseppe Gisotti, Liborio Rivera* Le problematiche legate alla costruzione di parcheggi sotterranei e alle relative modificazioni della

Dettagli

7. Pali UNITÀ. 2 Trivella di perforazione per la gettata di pali trivellati.

7. Pali UNITÀ. 2 Trivella di perforazione per la gettata di pali trivellati. 7. Pali UNITÀ I pali sono elementi strutturali utilizzati nelle opere di fondazione, nelle opere di contenimento della terra e dell acqua, negli interventi di miglioramento della stabilità dei pendii e

Dettagli

COMUNE DI CANEVINO ALLEGATO A PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI CANEVINO ALLEGATO A PROVINCIA DI PAVIA PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI CANEVINO ADEGUAMENTO DELLO STUDIO GEOLOGICO, IDROGEOLOGICO E SISMICO AI SENSI DELLA D.G.R. N. 8/1566 E DELLA D.G.R. N. 8/7374 CRITERI ED INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE.

CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE. www.systab.it CREPE NEI MURI? CON SYSTAB ELIMINO IL PROBLEMA ALLA BASE CONSOLIDANDO TERRENO E FONDAZIONE. Le crepe nei muri sono un sintomo da non trascurare, spesso legato ad un cedimento del terreno

Dettagli

Geologia applicata e geologia ambientale

Geologia applicata e geologia ambientale Geologia applicata e geologia ambientale Principali lavori svolti dalla SIA e dai propri partner. PRIVATO Verifica di stabilità e rischio caduta massi su vari versanti nel Lazio ed in Toscana Anno: 2003-2011

Dettagli

Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano

Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano Cantieri complessi nelle metropoli: il nuovo edificio di Via Cambi a Milano Ing. Danilo Campagna, danilo.campagna@mscassociati.it Ing. Alessandro Aronica, alessandro.aronica@mscassociati.it Se in passato

Dettagli