COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS. IL Sottoscritto Dott. Ing. Stefano Saiu, iscritto all ordine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS. IL Sottoscritto Dott. Ing. Stefano Saiu, iscritto all ordine"

Transcript

1 COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS Relazione Tecnica IL Sottoscritto Dott. Ing. Stefano Saiu, iscritto all ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari, Domiciliato presso il proprio studio professionale sito ad Iglesias nella via Fiume n. 14, in ottemperanza dell incarico conferitogli dal sig. Egidio Boi, in qualità di rappresentante legale della ditta F.lli Boi di Egidio e Silvio Boi e C. s.n.c., con sede in Domusnovas in Via Roma n.96 P.IVA n proprietaria delle aree oggetto di pianificazione, relazione quanto segue. Oggetto della presente richiesta di concessione edilizia è la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria su una porzione di terreno di proprietà della Ditta F.lli Boi di Egidio e Silvio Boi e C. s.n.c.. la viabilità in oggetto è stata inserita nella viabilità pubblica di piano tramite la delibera comunale n. 40 del che approvava, appunto, la variante al piano regolatore Generale. Tale variante era stata richiesta dalla Ditta F.lli Boi che, proprietari di un intero comparto nel quale ricadevano sia terreni in zona urbanistica B3 che in zona I2S3, aveva necessità di realizzare una viabilità di accesso ai lotti edificabili. In accordo con l amministrazione comunale si è redatta la suddetta variante al P.R.G. con la previsione che la viabilità in

2 progetto potesse, in secondo tempo, essere completata per andare a creare una via di congiunzione con la P.zza Simola e quindi un tratto in cui andare a scaricare il flusso di traffico che attualmente si riversa sulla via Veneto. La ditta F.lli Boi propose, al momento della realizzazione della variante, che le opere di urbanizzazione fossero realizzate a carico della stessa e poi cedute al Comune di Iglesias a scomputo delle somme dovute per oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e costo di costruzione computati per le opere edili in fase di costruzione nei lotti adiacenti. PREMESSO: La Ditta è proprietaria delle seguente aree identificate e descritte nel Catasto Terreni del Comune di Iglesias come: - Sezione G, Foglio n 1, particella 1978, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1980, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1981, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1983, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1984, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1986, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1988, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1990, - Sezione G, Foglio n 1, particella 1991, per un un area estesa complessivamente mq. 3720,00; Detta area risulta ubicata in Loc. Campo Romano tra la Lott. denominata Sa Perdera e la P.zza Simola e ricade per 1562,00

3 mq in zona territoriale omogenea B3- di completamento, per la quale le Norme di attuazione del P.R.G. del Comune di Iglesias prevedono un indice di fabbricabilità fondiaria di 3 mc/mq con concessione edilizia diretta e per 2158,00 mq in viabilità pubblica, cosi come definita dalla variante al Piano Regolatore Comunale approvata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del Con la deliberazione del Consiglio Comunale n 40 del , esecutiva ai sensi di legge, è stato adottato in prima istanza la proposta di Variante al Piano Regolatore Comunale, presentato dalla Ditta F.lli Boi di Egidio e Silvio Boi e C. s.n.c.. Entro i termini previsti dall art. 20 della L.R n. 45, il progetto di variante al Piano Regolatore Comunale è stato depositato presso la Segreteria del Comune di Iglesias per complessivi 30 (trenta) giorni consecutivi, il deposito è stato reso noto anche al pubblico mediante avviso affisso all'albo Pretorio dello stesso Comune e con avviso pubblicato sul quotidiano L Unione Sarda e entro la scadenza di 30 giorni successivi alla data del compiuto deposito non risultano pervenute osservazioni al piano. Pertanto si può dare attuazione alla realizzazione della suddetta Variante al Piano Regolatore Comunale.

4 Il progetto delle opere oggetto dalla presente relazione risulta essere cosi costituito: TAVOLA 1: PLANIMETRIE GENERALI TAVOLA 2: PLANIMETRIA SEDE STRADALE TAVOLA 3: CONDOTTA ACQUE NERE TAVOLA 4: RETE DI DISTRIBUZIONE IDRICA TAVOLA 5: CONDOTTA ACQUE BIANCHE TAVOLA 6: RETE ILLUMINAZIONE PUBBLICA TAVOLA 7: RETE DISTRIBUZIONE ELETTRICA E TELEFONICA ELABORATO 1: COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OPERE ELABORATO 2: COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ONERI SICUREZZA MODALITA DI ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE: Le opere di urbanizzazione primaria, saranno realizzate in conformità alle seguenti prescrizioni e caratteristiche tecniche:- a) STRADE, MARCIAPIEDI, PARCHEGGI: Le superfici carrabili e pedonali saranno formate previo sbancamento e pulizia in genere da iniziale rilevato in sabbia di cava od altro, cassonetto con ghiaia di torrente spessore minimo cm. 40 costipata e rullata con interposto strato di sabbia anticapillare di cm. 20, strato di misto granulare stabilizzato dello spessore complessivo di cm. 5 rullato, bitume rullato sp. almeno cm. 7 e finale tappetino di usura spessore cm I parcheggi avranno le medesime caratteristiche di cui sopra. I marciapiedi saranno delimitati da cordoli sp. cm. 12 x 25 in

5 conglomerato cementizio posati su sottofondo in calcestruzzo; sarà formato opportuno sottofondo spessore cm.8 in conglomerato cementizio, il quale sarà completato da pavimentazione con elementi in cemento grigio vibrocompresso dimensioni 40x40x3,8 o 50x50x4, con graniglia in vista sulla faccia superiore, dati in opera allettati con malta bastarda sul massetto in calcestruzzo. All'interno dei marciapiedi dovranno essere previste apposite rientranze cordonate per l'alloggiamento dei cassonetti portarifiuti; sia le dimensioni che il numero di tali rientranze verranno concordate con l'amministrazione Comunale, sentito l'ufficio Tecnico b) FOGNATURE, RETE ACQUE BIANCHE: Il progetto prevede la realizzazione della rete di raccolta delle acque bianche, mediante la posa in opera di condotte principali in PVC, di caditoie stradali e di pozzetti di ispezione. I pozzetti di ispezione sono previsti sia in calcestruzzo prefabbricati con soletta superiore di ripartizione in c.a. e chiusino in ghisa carrabile, delle dimensioni previste dagli elaborati progettuali. Le caditoie stradali saranno a bocca di lupo con presa con sifone ricavata nel cordolo stradale e chiusino in ghisa di ispezione alloggiato nel marciapiede. Ove non fosse possibile dovranno prevedersi caditoie con griglia in ghisa atta a sopportare il traffico pesante. Le condotte potranno avere diversi tipi di posa in relazione al tipo di materiale utilizzato; di norma la tubazione dovrà essere ricoperta

6 con uno strato di almeno 20 cm. di sabbia o materiale sciolto ed il rimanente reinterro sarà eseguito con ghiaia in sorta di granulometria prevista dagli elaborati di progetto. Tutte le caditoie stradali saranno realizzate con tubazioni in P.V.C. con diametro di mm, conformi alla Norma UNI EN 1401 IIP nr 170 e con classe di rigidità SN>=4KN/mq c) FOGNATURE, RETE ACQUE NERE: Il progetto prevede la realizzazione della rete fognaria mediante la posa in opera di condotte principali in Gres, comprensiva di tutti gli allacciamenti alle utenze e dei pozzetti di ispezione. I pozzetti di ispezione sono previsti sia in calcestruzzo prefabbricati con soletta superiore di ripartizione in c.a. e chiusino in ghisa carrabile, delle dimensioni previste dagli elaborati progettuali. Le condotte potranno avere diversi tipi di posa in relazione al tipo di materiale utilizzato; di norma la tubazione dovrà essere ricoperta con uno strato di almeno 20 cm. di sabbia o materiale sciolto ed il rimanente reinterro sarà eseguito con ghiaia in sorta di granulometria prevista dagli elaborati di progetto. Gli allacciamenti alle utenze saranno realizzate con tubazioni in P.V.C. con diametro di mm, conformi alla Norma UNI EN 1401 IIP nr 170 e con classe di rigidità SN>=4KN/mq. Gli allacci verranno muniti di sifone a collo d oca di tipo ispezionabile, inserito all interno di pozzetto prefabbricato in cls, secondo le norme dell Ente gestore

7 d) LINEA TELEFONICA: Saranno predisposte opportune canalizzazioni con tubazioni in p.v.c. corrugato protette da cassonetto in sabbia del diametro nominale di 125 mm Lungo lo sviluppo saranno interposti opportuni pozzetti prefabbricati in conglomerato cementizio per ispezione ed allacciamento aventi dimensioni interne di cm. 60x60 e cm. 70x106 e dotati di coperchi in ghisa carrabile. Di norma la tubazione dovrà essere ricoperta con almeno 20 cm. di sabbia ed il rimanente reinterro sarà eseguito con ghiaietto stabilizzato e) LINEA ELETTRICA Saranno predisposte opportune canalizzazioni con tubazioni in p.v.c. corrugato protette da cassonetto in sabbia del diametro nominale di 125 mm Lungo lo sviluppo saranno interposti opportuni pozzetti prefabbricati in conglomerato cementizio per ispezione ed allacciamento aventi dimensioni interne di cm. 60x60 dotati di coperchi in ghisa carrabile. Di norma la tubazione dovrà essere ricoperta con almeno 20 cm. di sabbia ed il rimanente reinterro sarà eseguito con ghiaietto stabilizzato. Prima del riempimento la tubazione andrà segnalata con apposite strisce colorate come prescritto dalle Norme Vigenti Sarà cura ed obbligo della Ditta concessionaria richiedere all Ente gestore (ENEL Distribuzione) l approvazione del progetto preliminare

8 f) LINEA ACQUEDOTTO: Il progetto prevede l ampliamento delle rete idrica esistente nella zona mediante la posa in opera di tubazioni di ghisa sferoidale e polietilene ad alta densità per le condotte principali ed in polietilene ad alta densità per la realizzazione di tutti gli allacciamenti alle utenze e per le derivazioni antincendio. L ubicazione delle condotte, i relativi diametri e particolari costruttivi sono meglio definiti nelle tavole progettuali. Di norma la tubazione dovrà essere ricoperta con almeno 20 cm. di sabbia ed il rimanente reinterro sarà eseguito con ghiaietto stabilizzato. In corrispondenza dei singoli fabbricati ed in posizione tale da evitare eventuali passi carrai, verranno inserite le derivazioni d utenza mediante valvola a gomito sottosuolo, comandata tramite asta in acciaio protetta da apposita custodia e chiusino carrabile in ghisa. Sono esclusi dal progetto i montanti, i contatori e le relative valvole di chiusura delle utenze, che saranno a carico degli intestatari dei singoli contratti di fornitura. Le derivazioni riguardanti l innaffio delle aree verdi da cedere al Comune, si procederà inserendo il gruppo di misura e le relative valvole all interno di idoneo pozzetto in cls con chiusura in ghisa; l ubicazione dei pozzetti è individuata nelle tavole progettuali. La rete di innaffio dopo il contatore è a carico della Ditta concessionaria. Nei punti individuati in progetto verranno effettuate derivazioni dalla condotta principale per l installazione di i-

9 dranti a colonna DN 80 con rottura prestabilita e idranti sottosuolo nelle parti terminali della rete per agevolare gli spurghi. Le condotte in ghisa sferoidale saranno conformi alla normativa ISO 2531, UNI ISO 2531 del luglio 1981; le condotte in polietilene ad alta densità PE 100 SIGMA 80 saranno conformi alle norme CEN TC 155 WI 0.20 mentre per quanto riguarda gli allacci con tubazioni ad alta densità tipo 312 saranno conformi alla Norma UNI Tutte le condotte saranno inoltre conformi alla Normativa Igienico Sanitaria Circolare n 102 del 02/01/1978, PN 10 per fluidi in pressione g) ILLUMINAZIONE PUBBLICA: La rete di illuminazione pubblica sarà alimentata da cavo corrente in conduttura separata rispetto alla linea ENEL principale. Il cavidotto sarà in p.v.c. del diametro nominale di 110 mm. protetto da cassonetto in sabbia e lungo il tracciato sarà intercettato ai piedi dei centri luce in opportuno pozzetto in conglomerato cementizio prefabbricato avente dim. cm. 40x40x80 dotati di coperchi in ghisa carrabili. I centri d illuminazione pubblica lungo la strada di nuova realizzazione saranno su palo di sostegno di tipo tubolare cilindrico, avente altezza di m 7 fuori terra, realizzato in acciaio verniciato con resina acrilica texturizzata. I corpi illuminanti saranno in pressofusione d alluminio del tipo Flaminia A della Guzzini o equivalenti, montati a braccio singolo in lega d alluminio, verniciati in colore grigio e muniti di diffusore ad ottica stradale in poli-

10 carbonato stampato ad iniezione, antiurto e stabilizzato ai raggi ultravioletti, munito di lampada HIT-DE 150 W Rx7s, classe di isolamento II, protezione IP I centri d illuminazione pubblica interni alla piazzetta saranno del tipo ad applique e/o su palo di sostegno di tipo tubolare cilindrico, avente altezza di m 4 fuori terra, realizzato in acciaio verniciato con resina acrilica texturizzata, imbullonato al solaio sottostante con piastra di base. I corpi illuminanti saranno in pressofusione d alluminio del tipo Flaminia A della Guzzini o equivalenti, montati a braccio singolo in lega d alluminio, verniciati in colore grigio e muniti di diffusore ad ottica simmetrica in policarbonato stampato ad iniezione, antiurto e stabilizzato ai raggi ultravioletti, munito di lampada CMD-TD 70W Rx7s, classe di isolamento II, protezione IP Sono a carico della Ditta Concessionaria gli oneri per il collegamento alla linea di illuminazione pubblica esistente Lo schema dell impianto di illuminazione pubblica è rappresentato nella Tavola n. P06 - allegato H h) Segnaletica orizzontale, verticale e viaria: Risulta a carico della Ditta Concessionaria la predisposizione di tutta la segnaletica orizzontale e verticale nonché di quella viaria (segnaletica verticale su palo a norma di legge con indicazione del nome della via o piazza), secondo le indicazioni concordate con l'amministrazione Comunale, sentito

11 l'ufficio Tecnico Comunale L'Amministrazione Comunale si impegna, fin d'ora, al rilascio delle necessarie autorizzazione per l'attraversamento delle strade comunali per la realizzazione degli allacci alle reti tecnologiche già esistenti (acquedotto, fognatura, etc...). - CESSIONE DELLE AREE In ottemperanza ai disposti della Legge Urbanistica vigente e della Legge n. 10, la Ditta si impegna a cedere gratuitamente al Comune di Iglesias le aree necessarie alla esecuzione delle opere urbanizzazione primaria, senza alcun onere da parte del Comune, risultanti dal citato progetto di urbanizzazione primaria, come di seguito elencate: 1) Viabilità mq 2158,00 Tali aree sono identificate - Catasto Terreni del Comune di Iglesias, alla Sez.G, mapp.1978, di mq.393,00 - Qualità Seminativo Arboreo Classe 2 - R.D. euro 1,42 - R.A. euro 1,12; Catasto Terreni del Comune di Iglesias, alla Sez.G, mapp.1981, di mq.326,00 - Qualità Orto Classe 1 - R.D. euro 4,80 - R.A. euro 2,95; Catasto Terreni del Comune di Iglesias, alla Sez.G, mapp.1984, di mq.553,00 - Qualità Mandorleto Classe 2 - R.D. euro 3,00 - R.A. euro 1,43; Catasto Terreni del Comune di Iglesias, alla Sez.G, mapp.1986, di mq.843,00 - Qualità Mandorleto Classe 2 - R.D.

12 euro 4,57 - R.A. euro 2,18; Catasto Terreni del Comune di Iglesias, alla Sez.G, mapp.1991, di mq.43,00 - Qualità Mandorleto Classe 2 - R.D. euro 0,23 - R.A. euro 0,11; Come meglio specificato successivamente, le aree e le relative opere di cui al precedente punto verranno effettivamente consegnate complete dalla Ditta al Comune di Iglesias, dopo l'effettuazione di regolare collaudo. SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA Vista la deliberazione di Consiglio Comunale n. 108 del 22/05/2007, esecutiva ai sensi di legge, con la quale sono stati determinati gli oneri di urbanizzazione da porsi a carico dei concessionari di edilizia abitativa, industriale, artigianale, agricola, commerciale, direzionale e turistica, assunte sulla base dei provvedimenti regionali emanati in attuazione dei disposti della legge 28/01/1977 n. 10; Sulla base di quanto la Ditta F.lli Boi di Egidio e Silvio Boi e C. s.n.c. ha in fase di realizzazione e in fase di progettazione nei lotti ricadenti in zona B3, si determinano le somme dovute al Comune di Iglesias per oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e costo di costruzione. - Lotto 1 lavori ultimati - edificio multipiano oggetto della DUAAP edilizia prot /2011, variante alla DUAAP edilizia prot. 3603/2010. Per tale edificazione sono stati computati oneri per un totale di ,87, tale importo è

13 stato rateizzato e ad oggi sono stati regolarmente versati l acconto e la prima rata per un totale di ,06; rimangono da versare Lotto 2 lavori in fase di esecuzione - edificio multipiano oggetto della DUAAP edilizia prot /2010. Per tale edificazione sono stati computati oneri per un totale di ,99, tale importo è stato rateizzato e ad oggi è stato regolarmente versato l acconto di 5.752,53; rimangono da versare ,46. - Lotto 3 in fase di presentazione, progettazione ultimata - edificio multipiano. Per questo intervento sono stati computati oneri per un totale di ,00. - Lotto 4 in fase di presentazione, progettazione ultimata - edificio a schiera. Per questo intervento sono stati computati oneri per un totale di ,07. Il totale dei versamenti che la ditta F.lli Boi di Egidio e Silvio Boi e C. s.n.c. dovrà prossimamente versare risulta essere pari a ,34. La ditta assume l onere di far eseguire le opere di urbanizzazione primaria oggetto della presente richiesta di autorizzazione edilizia. Al fine di disciplinare i termini della cessione delle aree dopo l esecuzione delle opere di urbanizzazione si propone che venga adottato il seguente metodo di scomputo degli oneri: 1. Qualora l importo delle opere di urbanizzazione primaria

14 derivante dal computo metrico estimativo risultasse superiore all importo della quota parte degli oneri di urbanizzazione primaria dovuti per il rilascio delle singole concessioni edilizie, la Ditta chiede di essere esentata dal pagamento degli oneri concessori di urbanizzazione primaria, secondaria e del costo di costruzione, dovuti per il rilascio delle concessioni edilizie sino al raggiungimento dell importo delle opere di urbanizzazione primaria. 2. Qualora l importo delle opere di urbanizzazione primaria, rilevabile dal computo metrico estimativo, risultasse inferiore all importo dato dalla somma degli oneri concessori di urbanizzazione primaria e secondaria la Ditta Concessionaria si obbliga, prima del rilascio delle singole concessioni edilizie, al pagamento della quota di oneri di urbanizzazione secondaria e delle monetizzazioni non compensata dall esecuzione delle opere di urbanizzazione primaria. 3. La Ditta per sé e per i suoi aventi causa a qualsiasi titolo, si impegna a non trasferire a terzi, senza il preventivo consenso del Comune di Iglesias, gli oneri per l'attuazione delle opere di urbanizzazione primaria previste nella presente Convenzione, dichiarandosi fin da ora unica responsabile per l'adempimento nei termini e per la buona esecuzione di tutte le opere nei confronti del Comune di Iglesias

15 MANUTENZIONE DELLE OPERE Durante l'attuazione delle opere di urbanizzazione oggetto della presente e fino alla cessione al Comune di Iglesias, tutti gli oneri di manutenzione e di esercizio ed ogni responsabilità civile e penale saranno a totale ed esclusivo carico della Ditta, suoi eredi o aventi causa. Qualora all'atto della consegna le opere citate non risultassero in perfette condizioni di manutenzione, il Comune di Iglesias potrà provvedere d'ufficio con spese a carico della Ditta suoi eredi o aventi causa

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE ALLEGATO C Chiari, Febbraio 2014 COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE AREA DELIMITATA DA VIA BRESCIA

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

DIVISIONE IN COMPARTI DI ATTUAZIONE -LOTTIZZAZIONE ARTIGIANALE D5 - LOCALITA VALLE D ASO, COMUNE DI CARASSAI (AP)

DIVISIONE IN COMPARTI DI ATTUAZIONE -LOTTIZZAZIONE ARTIGIANALE D5 - LOCALITA VALLE D ASO, COMUNE DI CARASSAI (AP) 1) PREMESSA Il sottoscritto Arch. Stefano MARCHIONNI, è stato incaricato dai sig.ri SCENDONI Paolo, Legale Rappresentante della Ditta Agroalimentare Cariaci di Scendoni Paolo & C. con sede ad Ortezzano

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PROGETTO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE SCHEDA DI ACCORDO N. 10 DITTA: Bassetto Elio, Bassetto Renato, Bresolin Gino, Geromel Sergio, Pellegrin Luigi e Damelico Severina

Dettagli

Passando ad esaminare quelli che possono essere definiti gli aspetti salienti dell ambito Artigianale proposto si evidenzia che la superficie

Passando ad esaminare quelli che possono essere definiti gli aspetti salienti dell ambito Artigianale proposto si evidenzia che la superficie PREMESSA Il P.G.T. del Comune di Treviglio, detta i principali criteri ed indirizzi in ordine alla pianificazione urbanistica, alla viabilità e alla riqualificazione urbana, alla dotazione di infrastrutture

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FOGNATURA IN VIA REGINA MARGHERITA E DEPURATORE (art. 5, legge regionale 31.10.1978, n 51 anni 2005e 2006 ) PROGETTO ESECUTIVO Elaborato A

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P. RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE N. Cod. MISURE 0,00

INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE N. Cod. MISURE 0,00 01 SCAVI, RINTERRI E DEMOLIZIONI 1 01.01 Scavo superficiale di scotico del piano di campagna per la pulizia del terreno e con l'asportazione di una coltre superficiale dello spessore massimo di 30 cm,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO PREMESSA Su incarico del Comune di Rosarno (Comunicazione del 24.09.2012 prot. n.17914 con riferimento alla Determinazione del 3^ U.O.C. n 525 del

Dettagli

Comune di VERRONE Provincia di BIELLA COMPUTO METRICO

Comune di VERRONE Provincia di BIELLA COMPUTO METRICO Comune di VERRONE Provincia di BIELLA pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: COMMITTENTE: STIMA SOMMARIA DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE computo metrico estimativo, STRADA PRGC. Prezzi dedotti dal Prezziario della

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G.

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. VIGENTE 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA

OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI PORDENONE PROVINCIA DI PORDENONE PIANO ATTUATTIVO COMUNALE DI INIZIATIVA PRIVATA N.46 DI VIALE TREVISO OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA Pordenone lì, Il

Dettagli

Computo Metrico Estimativo Rete Fognaria

Computo Metrico Estimativo Rete Fognaria Rete Fognaria Pag. 1 LAVORI A MISURA 4 E01.010) RINTERRI Rinterro con materiale di risulta proveniente da scavo, compreso l'avvicinamento dei [...] il costipamento prescritto. Compreso ogni onere per rete

Dettagli

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA Pagina 1 di 7 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 3 CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DELLE OPERE DI ALLACCIAMENTO 4 4 POZZETTI PREFABBRICATI IN C.A.V.... 4 5 GRADINI SCALA DI ACCESSO AL POZZETTO...

Dettagli

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico RELAZIONE 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico L area oggetto del presente piano di lottizzazione è sita in località Marina del Comune di Rocca Imperiale (CS). Le particelle catastali interessate

Dettagli

Programma Integrato di interventi produttivi nell ambito della zona D5 (in variante al PRG vigente)

Programma Integrato di interventi produttivi nell ambito della zona D5 (in variante al PRG vigente) Sommario Capitolo 1- Rete Idrica. Capitolo 2- Rete Metano. Capitolo 3- Rete elettrica e Telematica. Capitolo 4- Rete fognarie Bianche e Nere. Capitolo 5- Impianti di Pubblica Illuminazione. Relazione e

Dettagli

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l.

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l. 1A OPERE URBAN. PRIMARIA AREE IN CESSIONE 1 1.5.1.1.s Demolizione parziale di strutture di fabbricati fuori terra, escluso: l'eventuale ponteggio, le operazioni necessarie per líabbassamento dei materiali

Dettagli

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est.

L accesso al terreno attualmente avviene da Via F.lli Kennedy, sul lato posto a sud, e dalla strada agricola di Via Valle, sul lato a est. Rellaziione Tecniico IIllllusttrattiiva IInnt I t eeggrraazz iioonnee i aa lllaa rri iicchhi eesst taa ddi ii PPeerrmeessssoo ddi ii CCoosst trruui iirr ee ddeel ll 0055/ //0022/ 220011 33 pprroot t...00772233

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA PIANO URBANISTICO ESECUTIVO DI INIZIATIVA PRIVATA per insediamento produttivo di nuovo impianto ad uso artigianale, produttivo e commerciale in Comune di Comacchio Loc. San Giuseppe S.S. 309 Romea Spett.le

Dettagli

elaborato di progetto Allegato E scala

elaborato di progetto Allegato E scala elaborato di progetto Allegato E scala SCHEDA FINAZIARIA PER GLI AMBITI NEI QUALI SI APPLICA LA DIFFERIBILITA DEGLI STANDARD (sub ambiti B3.1, B3.2, B3.3 ed APU3/C2) Premessa Il PRG per gli interventi

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE Pagina 1 di 7 LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE SOMMARIO 1. SCOPO...2 2. VALIDITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE...2 4. FOGNATURA...2 4.1.1 Materiali da utilizzare e

Dettagli

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Gli impianti di cui è previsto che venga dotata il P.d.L. sono: impianto fognario; impianto idrico; impianto gas metano; impianto elettrico;

Dettagli

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA Pagina 2 di 7 INDICE OPERE IDRAULICHE... 3 RETI FOGNARIE... 3 TOMBINATURA AUSA... 3 MATERIALI E POSA IN OPERA... 4 RETE IDRICA... 5 RETE GAS METANO... 5 IMPIANTO DI RICIRCOLO ACQUE LAGHETTO

Dettagli

COMUNE DI FANO. Provincia di Pesaro e Urbino. Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio CF FDZMRZ54H15G514F

COMUNE DI FANO. Provincia di Pesaro e Urbino. Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio CF FDZMRZ54H15G514F COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Oggetto: PROGETTO PLANOVOLUMETRICO UNITARIO COMPARTI ST6_P67 e ST6_P26 IN VIA LAGO DI COMO A FANO Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio

Dettagli

CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA)

CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA) COMUNE DI C ASALE SUL SILE ATTUAZIONE ZTO C2/20 IN VIA BONISIOLO 1 Computo metrico estimativo Cod. c.m.e. 1 CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA) Q.T. PREZZO IN IMPORTO IN Scotico superficiale

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE

PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA RELATIVO AL COMPARTO EDILIZIO UBICATO A MONTALE COMPRESO TRA VIA GIOVANNI PASCOLI E VIA 1 MAGGIO DENOMINATO RU3a COMPUTO METRICO

Dettagli

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm)

COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm) Protocollo COMUNE DI CAVE Sportello Unico per l Edilizia Piazza Garibaldi n. 6 00033 Cave (Rm) Riservato all Ufficio ALL UFFICIO URBANISTICA DEL COMUNE DI CAVE RIFERIMENTO DI ARCHIVIAZIONE: Pratica Edilizia:

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA Prot.3430 OGGETTO: COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DI INIZIATIVA PRIVATA DENOMINATO DIOLA. 1. VERBALE

Dettagli

Quantità par.ug. lung. larg. H/peso

Quantità par.ug. lung. larg. H/peso VIABILITA' PRINCIPALE CAMPO DA GOLF Nr. 1 Nr. 2 Nr. 3 Nr. 4 E.01.190.130.a MONTAGGIO O SMONTAGGIO DI CARTELLI E SEGNALI. Montaggio o smontaggio di cartelli o segnali vari su o da sostegni sia tubolari

Dettagli

Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA. L anno, il giorno del mese di, in via

Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA. L anno, il giorno del mese di, in via Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA L anno, il giorno del mese di, in via Davanti a me Avvocato, Notaio in, iscritto al Collegio Notarile del Distretto di, sono personalmente

Dettagli

DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1)

DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1) DOMANDA ALLACCIO CIVICA FOGNATURA ACQUE BIANCHE E NERE PER INSEDIAMENTO: CIVILE - PRODUTTIVO - INDUSTRIALE (1) Marca da bollo 16,00 Spazio riservato al Protocollo Al Comune di Albenga P.zza San Michele,

Dettagli

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI COMUNE DI LUSCIANO (Provincia di Caserta) Progetto esecutivo dei lavori di: COMPLETAMENTO ED ADEGUAMENTO DELLE RETE FOGNARIA Stralcio 1 LOTTO. ANALISI NUOVI PREZZI 1 Premessa Il computo metrico estimativo

Dettagli

COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE

COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE COMUNE DI COMABBIO Provincia di Varese REGOLAMENTO FOGNATURA COMUNALE Art. 1 - PREMESSA Gli articoli che compongono il presente regolamento, ancorchè prevedano oneri a carico degli utenti del servizio

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO

RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO RELAZIONE SPECIALISTICA DI CALCOLO 1 - RETI DI FOGNATURA Il sistema di smaltimento delle acque è di tipo separativo, ossia attraverso due reti distinte vengono convogliate le acque d'origine pluviale e

Dettagli

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE Firmato digitalmente da Luigi Giansanti CN = Giansanti Luigi O = Collegio Periti Industriali di Terni/80006410551 C = IT OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE L appalto è soggetto all esatta osservanza di tutte

Dettagli

Indice pag. 1 Premessa pag. 2 1 Introduzione pag. 3 2 Caratterizzazione qualitativa dell intervento pag. 4 3 Destinazione delle aree pag.

Indice pag. 1 Premessa pag. 2 1 Introduzione pag. 3 2 Caratterizzazione qualitativa dell intervento pag. 4 3 Destinazione delle aree pag. INDICE Indice pag. 1 Premessa pag. 2 1 Introduzione pag. 3 2 Caratterizzazione qualitativa dell intervento pag. 4 3 Destinazione delle aree pag. 5 4 - Descrizione delle opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO PIANO ATTUATIVO D INIZIATIVA PRIVATA AREA TRAFOJER IN VIA PIANI D ISARCO PROGETTISTA: ARCH. OSWALD ZOEGGELER BOLZANO 24/05/2002 1 INDICE 1 Elenco degli elaborati

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMUNE DI URBINO Lavori di: ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Impresa: COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Il Progettista: Computo: Descrizione: STRADE ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Capitolo:

Dettagli

BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA)

BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA) PROGETTO ESECUTIVO BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA) PROGETTO ESECUTIVO PER IMMOBILI IN CORSO DI ACQUISIZIONE CON PROCEDURA DI ESPROPRIO ATTUALMENTE CUSTODITI DAL TRIBUNALE

Dettagli

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001.

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001. - K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE (revisione 04) Pagina 1 di 11 INDICE Pag. PARTE K RETI FOGNARIE K.1 3 REQUISITI DEI PROGETTI DI FOGNATURE PER NUOVE

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

COMUNE DI FANO. Provincia di Pesaro e Urbino. Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio CF FDZMRZ54H15G514F

COMUNE DI FANO. Provincia di Pesaro e Urbino. Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio CF FDZMRZ54H15G514F COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Oggetto: PROGETTO PLANOVOLUMETRICO UNITARIO COMPARTI ST6_P67 e ST6_P26 IN VIA LAGO DI COMO A FANO Committente: Sabatini Marco CF SBTMRC62T15D488D Feduzi Maurizio

Dettagli

FOGNARIO. Catalogo - Listino

FOGNARIO. Catalogo - Listino FOGNARIO Catalogo - Listino versione n 1 del 24/03/2010 F.lli Abagnale sas l AZIENDA Dall'inizio degli anni '70 la ditta Fratelli Abagnale opera nel settore delle costruzione di prefabbricati in cemento.

Dettagli

COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO (Provincia di Bergamo) AMBITO DI TRASFORMAZIONE TERRITORIALE (ATR) N. 14 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO (Provincia di Bergamo) AMBITO DI TRASFORMAZIONE TERRITORIALE (ATR) N. 14 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO (Provincia di Bergamo) AMBITO DI TRASFORMAZIONE TERRITORIALE (ATR) N. 14 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE E URBANISTICO L area oggetto del presente

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE SALIENTI

DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE SALIENTI DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE SALIENTI Il progetto riguarda la progettazione delle opere di fognatura del X Lotto dei collettori e delle reti di raccolta della fognatura nei Comuni di San

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V E G L I O Provincia di Bologna 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio

C O M U N E D I M O N T E V E G L I O Provincia di Bologna 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME PER LA PRESA IN CARICO DELLE URBANIZZAZIONI Allegato B alla delibera di Consiglio Comunale n. 69 del 30/11/2011 Comune

Dettagli

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2 COMUNE di S. STEFANO BELBO Provincia di CUNEO Proprietà: - signor GATTI LUIGI residente in S. Stefano Belbo (CN) Via Moncucco n. 5 - signora CHIRIOTTI GIOVANNA residente in Abbazia n. 2 - signor TEALDO

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI. Opere di urbanizzazione quartiere di Barracca Manna VIA VERGA. Progetto Preliminare. Relazione SERVIZI TECNOLOGICI TAV.

COMUNE DI CAGLIARI. Opere di urbanizzazione quartiere di Barracca Manna VIA VERGA. Progetto Preliminare. Relazione SERVIZI TECNOLOGICI TAV. COMUNE DI CAGLIARI SERVIZI TECNOLOGICI Opere di urbanizzazione quartiere di Barracca Manna VIA VERGA Progetto Preliminare Relazione DATA: Novembre 2010 Aggiornamento: SCALA: TAV. 4 - Relazione tecnico

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS

COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS COMUNE DI FAENZA Area ITALGAS 29 gennaio 2013 RELAZIONE TECNICA RETE FOGNARIA 0. VARIANTE La variante dal punto di vista idraulico riguarda sostanzialmente tre punti: 1. la modifica del piccolo lotto di

Dettagli

COMUNE DI ROCCA S. GIOVANNI RELAZIONE GENERALE

COMUNE DI ROCCA S. GIOVANNI RELAZIONE GENERALE Resorts S.r.l. Kalakula S.r.l COMUNE DI ROCCA S. GIOVANNI ZONA C2 del PRE: NUOVA URBANIZZAZIONE DI INTERESSE TURISTICO (Foglio n 8 particelle n.n. 4100, 264, 265) PROGETTO EDILIZIO UNITARIO (P.E.U.) RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

Schema di convenzione di Lottizzazione

Schema di convenzione di Lottizzazione Schema di convenzione di Lottizzazione per piani con volumetria superiore a 10.000 mc approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 11.03.2002 modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI MARTINSICURO. (Provincia di Teramo) R E L A Z I O NE

COMUNE DI MARTINSICURO. (Provincia di Teramo) R E L A Z I O NE COMUNE DI MARTINSICURO (Provincia di Teramo) PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE NEL COMPARTO DI VIA L AQUILA E VIA VENEZIA IN MARTINSICURO. 2 INTERVENTO - R E L A Z I O NE Premessa

Dettagli

ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI. Lottizzazione " Loc. Ciapanella

ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI. Lottizzazione  Loc. Ciapanella AOL TS / ADO TOS-SUD Titolo elaborato: ELABORATO PROGETTUALE DELLE INFRASTRUTTURE PER I SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI nome lottizzazione: Lottizzazione " Loc. Ciapanella CODICE DOCUMENTO NOME FILE PNL011332

Dettagli

Un. Misura quantità. Prezzo un. Parziale Totale. n. elenco Descrizione

Un. Misura quantità. Prezzo un. Parziale Totale. n. elenco Descrizione SCAVI, RIPORTI, OPERE DI CONSOLIDAMENTO E CONTENIMENTO 1 Scavo di sbancamento a sezione libera in terreno di qualsiasi natura e consistenza e per profondità, il tutto per eseguire cassonetto stradale,

Dettagli

VARIANTE PARZIALE AL PIANO ATTUATIVO APPROVATO IL 06-09-2010 E AL P.R.G. PARTE OPERATIVA. ai sensi del comma 16 art.24 L.R.

VARIANTE PARZIALE AL PIANO ATTUATIVO APPROVATO IL 06-09-2010 E AL P.R.G. PARTE OPERATIVA. ai sensi del comma 16 art.24 L.R. Comune di Terni - Provincia di Terni VARIANTE PARZIALE AL PIANO ATTUATIVO APPROVATO IL 06-09-2010 E AL P.R.G. PARTE OPERATIVA ai sensi del comma 16 art.24 L.R. 11/2005 FOGLIO 128 - PART 454-458-459-460-461-462

Dettagli

AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56. Capitolato di massima delle opere.

AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56. Capitolato di massima delle opere. AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56 Capitolato di massima delle opere. CAPITOLATO DI MASSIMA. L edificio è composto da un piano fuori terra di circa mq. 3.000 frazionabili. L aspetto architettonico,

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde delimitate da muro in c.a. ( m. 25 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI 708.288,00 1 Demolizione di strutture esistenti:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA.

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA. COMMITTENTI: PANIZZA CELIO PANIZZA ELISA CELESTINA MATTIOLO MARA VANNINI VALENTINO R.B. IMMOBILIARE OPERA PIANO URBANISTICO ATTUATTIVO VIA CANOVE: ANS 2(3) ALLEGATO B RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA. DATA

Dettagli

09.02.00.00. ACCESSIBILITA' STRADALE E FERROVIARIA PRIMA FASE Computi e Stime. Computo Metrico Estimativo 09.02.00.00

09.02.00.00. ACCESSIBILITA' STRADALE E FERROVIARIA PRIMA FASE Computi e Stime. Computo Metrico Estimativo 09.02.00.00 09.02.00.00 ACCESSIBILITA' STRADALE E FERROVIARIA PRIMA FASE Computi e Stime Computo Metrico Estimativo 09.02.00.00 - A4 0 Emissione 31/01/2011 M. Bettio M. Bellonzi T. Finocchietti F. Binotto R. Baldo

Dettagli

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 ! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5, 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 : 7 3?3# 7 8 8 + 8 7!( < 9 +

Dettagli

PEC Via Omegna_Relazione Tecnico-Illustrativa

PEC Via Omegna_Relazione Tecnico-Illustrativa A PREMESSA L area delimitata da Via Omegna, Via Cumiana, Via Parma presenta attualmente una destinazione d uso artigianale (sono presenti capannoni e bassi fabbricati adibiti a differenti lavorazioni ed

Dettagli

RELAZIONE TECNICA STAZIONE DI CAPODIMONTE IMPIANTO FOGNARIO Cod. commessa C-TAN-CAP. Pagina 1 di 9

RELAZIONE TECNICA STAZIONE DI CAPODIMONTE IMPIANTO FOGNARIO Cod. commessa C-TAN-CAP. Pagina 1 di 9 Pagina 1 di 9 IMPIANTO DI TRATAMENTO E RECAPITO PER SCARICHI DA INSEDIAMENTO CIVILE E ASSIMILABILI AI DOMESTICI MODALITA ESECUTIVE, CALCOLO, MATERIALI E MANUFATTI D ALLACCIAMENTO DELLA RETE FOGNARIA ACQUE

Dettagli

collocati gli edifici di progetto, e al completamento dell adiacente zona adibita ad attrezzature pubbliche (gioco e sport). Nell ambito del seguente

collocati gli edifici di progetto, e al completamento dell adiacente zona adibita ad attrezzature pubbliche (gioco e sport). Nell ambito del seguente 1. 0 _ I N T R O D U Z I O N E Il Comune di Ponzano Veneto (TV) è dotato del Piano di Assetto del Territorio Comunale e del Piano degli Interventi che prevede gli ambiti territoriali nei quali è ammesso

Dettagli

AZIONE N 7b SCHEDA D INTERVENTO NUOVO PARCHEGGIO VILLANOVA S.P.A.

AZIONE N 7b SCHEDA D INTERVENTO NUOVO PARCHEGGIO VILLANOVA S.P.A. AZIONE N 7b SCHEDA D INTERVENTO NUOVO PARCHEGGIO VILLANOVA S.P.A. AREA INDUSTRIALE DEL PIANALTO, VILLANOVA D ASTI, COMPLESSO LOGISTICO, IN QUALITÀ DI OPERA DI URBANIZZAZIONE A SCMPUTO a) QUADRO CONOSCITIVO

Dettagli

COMUNE DI RIMINI PROVINCIA DI RIMINI START ROMAGNA S.P.A. Via A. Spinelli, 140 47521 Cesena (FC) P.IVA 03836450407

COMUNE DI RIMINI PROVINCIA DI RIMINI START ROMAGNA S.P.A. Via A. Spinelli, 140 47521 Cesena (FC) P.IVA 03836450407 COMUNE DI RIMINI PROVINCIA DI RIMINI START ROMAGNA S.P.A. Via A. Spinelli, 140 47521 Cesena (FC) P.IVA 03836450407 Oggetto PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO PER NUOVO PARCHEGGIO PUBBLICO DA REALIZZARSI SU

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO 1 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO PIANO DI LOTTIZZAZIONE Area di Via Giuliano Da Sangallo Zona C 3 P di P.R.G. PROGETTO PRELIMINARE OPERE DI URBANIZZAZIONE Proprietà delle aree: COMUNE DI SANSEPOLCRO,

Dettagli

STRADALE PIANTA TUBAZIONE IN PVC Ø125 GRIGLIA IN GHISA CLASSE C250 PEZZO SPECIALE "SELLA" IN PVC RETE ESISTENTE POZZETTO MONOLITICO PREFABBRICATO, SIFONATO DIM.INT. MINIME 45x45xH70 SEZIONE POZZETTO MONOLITICO

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa 3 SETTORE Ufficio Urbanistica RELAZIONE TECNICA-URBANISTICA ISTRUTTORIA PRATICA EDILIZIA: n 04/2010 Intestatario:Taliani Luigi ed altri Oggetto Intervento: Lottizzazione

Dettagli

LAVORI - PROGETTO ESECUTIVO OPERE DI URBANIZZAZIONE - PERMESSO DI COSTRUIRE -

LAVORI - PROGETTO ESECUTIVO OPERE DI URBANIZZAZIONE - PERMESSO DI COSTRUIRE - Elaborato modificato con richieste Comune di Ferrara LAVORI - PROGETTO ESECUTIVO OPERE DI URBANIZZAZIONE - PERMESSO DI COSTRUIRE - COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE

Dettagli

I N D I C E. 1. INTRODUZIONE... pag. 2. 2. I RILIEVI E LE INDAGINI SVOLTE... pag. 5

I N D I C E. 1. INTRODUZIONE... pag. 2. 2. I RILIEVI E LE INDAGINI SVOLTE... pag. 5 I N D I C E 1. INTRODUZIONE... pag. 2 2. I RILIEVI E LE INDAGINI SVOLTE... pag. 5 3. LA VIABILITA... pag. 12 3.1. La nuova Via Regaldi... pag. 14 3.2 La nuova Via Pacini... pag. 18 3.3 Il controviale di

Dettagli

Unita di misura. 20.518,72 diametro 63mm. ml 2564,84 8,00 Fornitura e posa cavo ottico multifibra con armatura in

Unita di misura. 20.518,72 diametro 63mm. ml 2564,84 8,00 Fornitura e posa cavo ottico multifibra con armatura in VOCI DI SPESA Apparecchiature ed impianti :aerogeneratori e reti di connessione Opere civili: o fondazione degli aerogeneratori costituiti da plinto o strade di accesso alle singole turbine o piazzole

Dettagli

Comune di Macerata (Prov. di Macerata)

Comune di Macerata (Prov. di Macerata) Comune di Macerata (Prov. di Macerata) Oggetto: PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI AREA RESIDENZIALE "PL31" Sforzacosta Committente: Impresa Edile Teobaldelli Ivan s.r.l., Ubicazione e descrizione dell'area L'area

Dettagli

COMPUTO METRICO E STIMA

COMPUTO METRICO E STIMA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PER LA SISTEMAZIONE DELLE OPERE IN CESSIONE AI FINI DELLA REALIZZAZIONE DI UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO RESIDENZIALE POSTO IN EMPOLI, LOCALITA CARRAIA, VIA G.B.VICO PACINOTTI.

Dettagli

CATALOGO IN VIGORE DAL 01/03/2012

CATALOGO IN VIGORE DAL 01/03/2012 CATALOGO IN VIGORE DAL 01/03/2012 PAGINA CATALOGO DESCRIZIONE ARTICOLI 1 BLOCCHI IN CEMENTO 2 POZZETTI 3 PROLUNGHE PER POZZETTI 4 POZZETTI RINFORZATI 5 PROLUNGHE RINFORZATE COPERCHI PER POZZETTI 6 CON

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA Città di Spinea CASA DELL ACQUA Predisposizione area impianti Progetto preliminare Elaborato UNICO Spinea, 11.10.2013 Piazza del Municipio 1 30038 Spinea (VE) Tel.

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UN TRATTO DI FOGNATURA PUBBLICA PER ACQUE SU VIA DEL PONTE A SCOMPUTO ONERI DI URBANIZZAZIONE AI SENSI DELL'ART. 16 DEL D.P.R. 380/2001

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 1 7 8 A) RETE FOGNARIA ACQUE NERE Scavo a sezione obbligata eseguito in zona ristretta con l ausilio di mezzi meccanici, compresi profilatura delle pareti, carico su mezzo di

Dettagli

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli:

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli: PREMESSA Il presente Piano di manutenzione, redatto ai sensi dell art 38 del D.P.R. 207/2010, ha lo scopo sia di dare indicazione sul corretto utilizzo delle opere effettivamente realizzate, che di pianificare

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO (PROVINCIA DI MODENA) 41026 Pavullo n/f. - Piazza R. Montecuccoli, 1 AREA SERVIZI TECNICI - SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Tel. 0536/29932 - Fax. 0536/324307 OGGETTO D.L. 1010/48

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO STIMA INCIDENZA PERCENTUALE DELLA MANODOPERA PER OGNI CATEGORIA

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO STIMA INCIDENZA PERCENTUALE DELLA MANODOPERA PER OGNI CATEGORIA S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 03//04 COMUNE DI FABRIANO PIAZZA DEL COMUNE - FABRIANO (AN) LAVORI - Piani di Recupero Centro Storico-Borgo - studio di fattibilità - modifiche apportate dopo incontro del 07-0-2004 00 - Sistemazione torrente

Dettagli

TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE

TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI CON PIANO SENZA ARMATURA DIAMETRO LUNGHEZZA CLASSE RESISTENZA ML.PER BILICO mm mm (Kn/mq) (Kg) (ml) ( /ml) 300 2400

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA L'Amministrazione Comunale di Brienza nell ambito del suo programma di sviluppo del Comune ha individuato, quale punto di forza, la valorizzazione del patrimonio architettonico

Dettagli

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A)

Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) COMUNE DI MONTALCINO Provincia di Siena Riqualificazione Urbana del Centro Commerciale Naturale della Frazione di Torrenieri (CIG Z641110D0A) PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA INTERVENTI SU RETI

Dettagli

PREVENTIVO SOMMARIO 1 OPERE DI DEMOLIZIONE

PREVENTIVO SOMMARIO 1 OPERE DI DEMOLIZIONE PREVENTIVO SOMMARIO COD. 1 OPERE DI DEMOLIZIONE 1.1 DEMOLIZIONE FABBRICATO ESISTENTE Demolizione totale o parziale dei fabbricati esistenti, compreso le fondazioni, valutati volume vuoto per pieno fuori

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO PIANO DI LOTTIZZAZIONE "AMBITO D'INTERVENTO C2/3 COMPARTO B" via Padre G. FAVARETTO-vicolo TIZIANO FORMAZIONE STRADE E MARCIAPIEDI E PARCHEGGI Strade: Scavo di sbancamento con

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 1 D.0001.000 2.0053 2 D.0001.000 3.0003 3 D.0004.000 1.0003 4 D.0001.000 3.0068 5 D.0001.000 3.0019 01 NUOVE STRADE E PARCHEGGI SCOTICAMENTO DEL TERRENO VEGETALE per una profondita' media di cm 20, per

Dettagli

INDICE cls per cantiere

INDICE cls per cantiere Linea Cantiere INDICE cls per cantiere CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO LEGGERO PG. 4 GRIGLIE ACCIAIO ZINCATO PG. 4 CANALI PER IL DRENAGGIO LINEARE ACQUE - TRAFFICO PESANTE PG. 5 GRIGLIE

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena PROTOCOLLO Settore Tecnico Urbanistica Servizio Edilizia Privata SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Dati della denuncia di inizio attività/permesso di costruire: (Legge

Dettagli

PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PRESCRIZIONI TECNICHE RELATIVE ALLA PROGETTAZZIONE DELLE RETI FOGNARIE IN UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PIANI URBANISTICI ATTUATIVI CIVILI Si deve prevedere la separazione delle reti in bianche e nere

Dettagli

Il sottoscritto nato a il C.F. residente in prov. c.a.p. via nella qualità di

Il sottoscritto nato a il C.F. residente in prov. c.a.p. via nella qualità di RICHIESTA DI ALLACCIAMENTO ALLA PUBBLICA FOGNATURA PER INSEDIAMENTI DI TIPO RESIDENZIALE, SERVIZI, ATTIVITA COMMERCIALI O DI PRODUZIONE DI BENI DAI QUALI DERIVINO ACQUE REFLUE DOMESTICHE DA METABOLISMO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO)

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO) INDICE 1 Premessa...2 2 Caratteristiche del sistema edilizio...3 3 Impianti previsti...4 3.1 IMPIANTI FLUIDOMECCANICI ED AFFINI...4 3.1.1 IMPIANTI IDROSANITARI E PER SMALTIMENTO ACQUE...4 3.1.2 IMPIANTI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Premessa

RELAZIONE TECNICA. Premessa RELAZIONE TECNICA Premessa La presente relazione illustra la RELAZIONE TECNICA SUGLI ELEMENTI, ai sensi dell art. 83, commi 1 a 14 del DLgs 163/2006 e succ. mm. ed ii. CARATTERISTICHE MATERIALI CONDOTTA

Dettagli

Gorasso Loretta Gorasso Lucina

Gorasso Loretta Gorasso Lucina REPUBBLICA ITALIANA COMUNE di CAMPOFORMIDO PROVINCIA di UDINE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA DEFINIZIONE DEL AMBITO COMPRESO IN ZONA OMOGENEA C E SUDDIVISIONE IN LOTTI DELLE PROPRIETA DEI SIGNORI GORASSO

Dettagli