Quinta Esercitazione. Principali primitive di accesso ai File

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quinta Esercitazione. Principali primitive di accesso ai File"

Transcript

1 Esempio: processi padre e figlio condividono di file aperti PRIMA della creazione Quinta Esercitazione Gestione File-System Segnali processo padre fork() Sistema tabella dei file attivi i-node Eugenio Magistretti Stefano Monti processo figlio tabella dei file aperti di sistema memoria di massa Esempio: processi padre e figlio NON condividono di file aperti DOPO la creazione Principali primitive di accesso ai File processo A Sistema int creat(char nomefile[], int mode) tabella dei file attivi i-node int open(char nomefile[], int flag, [int mode]) int close(int ) processo B tabella dei file aperti di sistema memoria di massa int read(int, char* buf, int n) int write(int, char* buf, int n) int lseek(int, int offset, int origin) 1

2 Segnali UNIX Gestione di un segnale: Associare una funzione handler void(*signal(int sig,void(*func)(int)))(int); Ritorna il Numero associato precedente gestore al segnale da gestire Ignorare il segnale SIG_IGN Eseguire una azione di default SIG_DFL Invio segnali int kill(int pid, int sig); Numero associato al segnale ricevuto Segnali: altre system call sleep() unsigned int sleep(unsigned int N) provoca la sospensione del processo per N secondi (al massimo) se il processo riceve un segnale durante il periodo di sospensione, viene risvegliato prematuramente restituisce 0, se la sospensione non è stata interrotta da segnali; se il risveglio è stato causato da un segnale al tempo x, sleep() restituisce il numero di secondi non utilizzati dell intervallo di sospensione (N-x) Esempio d uso di sleep() /* provasleep.c*/ #include <signal.h> void stampa(int signo) { printf("sono stato risvegliato!!\n"); main() { int k; signal(sigusr1, stampa); k=sleep(1000); printf("valore di k: %d\n", k); exit(0); Esempio d uso di sleep() bash-2.05$ gcc -o pr provasleep.c bash-2.05$ pr& [1] 2839 bash-2.05$ kill -SIGUSR bash-2.05$ sono stato risvegliato!! Valore di k: 987 [1]+ Done pr bash-2.05$ 2

3 Segnali: altre system call alarm() unsigned int alarm(unsigned int N) imposta un timer che dopo N secondi invierà allo stesso processo il segnale SIGALRM ritorna: 0, se non vi erano time-out impostati in precedenza il numero di secondi mancante allo scadere del time-out precedente Segnali: altre system call pause() int pause(void) sospende il processo fino alla ricezione di un qualunque segnale ritorna -1 (errno = EINTR) NB: default associato a ricezione di SIGALRM è la terminazione Esempio Due processi (padre e figlio) si sincronizzano alternativamente mediante il segnale SIGUSR1 (gestito da entrambi con la funzione handler): padre SIGUSR1 SIGUSR1 figlio int ntimes = 0; void handler(int signo) {printf ("Processo %d ricevuto #%d volte il segnale %d\n", getpid(), ++ntimes, signo); main () {int pid, ppid; signal(sigusr1, handler); if ((pid = fork()) < 0) /* fork fallita */ exit(1); else if (pid == 0) /* figlio*/ { ppid = getppid(); /* PID del padre */ for (;;) { printf("figlio %d\n", getpid()); sleep(1); kill(ppid, SIGUSR1); pause(); else /* padre */ for(;;) /* ciclo infinito */ { printf("padre %d\n", getpid()); pause(); sleep(1); kill(pid, SIGUSR1); 3

4 Segnali & fork() Le associazioni segnali-azioni vengono registrate nella User Area del processo Siccome: fork() copia User Area del padre in User Area del figlio padre e figlio condividono lo stesso codice quindi il figlio eredita dal padre le informazioni relative alla gestione dei segnali: ignora gli stessi segnali ignorati dal padre gestisce con le stesse funzioni gli stessi segnali gestiti dal padre segnali a default del figlio sono gli stessi del padre Esercizio Scrivere un programma che abbia la sintassi count.c <file> <car> <limit> File da cui leggere Carattere da contare Limite di conteggio ovviamente signal() del figlio successive alla fork() non hanno effetto sulla gestione dei segnali del padre Esercizio Schema di esecuzione Il processo padre (P0) deve creare due figli (P1 e P2) P2 ha il compito di leggere <file> carattere per carattere (stando in pausa per un secondo dopo ogni lettura) Quando P2 legge un carattere che corrisponde a <car>, deve avvertire P1 P1 risponde incrementando un contatore Se il valore del contatore controllato da P1 raggiunge <limit> P1 avverte P0 e termina volontariamente P0 risponde all avvertimento Stampando a video la RESTANTE parte del file Avvertendo P2 di terminare Se invece il file viene completamente consumato da P2 P2 avverte P0 e termina volontariamente P0 risponde all avvertimento indicando a P1 di terminare 4

5 Note e punti cruciali Come deve essere aperto il file? È possibile invertire i ruoli, ovvero fare in modo che P1 legga il file e P2 gestisca il contatore? Può P1 inviare dei segnali a P2? Il padre può terminare direttamente i figli? Estensione Estendere il comando nel seguente modo count2.c <file> <car1> <lim1> <car2> <lim2> Il comportamento è simile al caso precedente Stavolta P2 controlla sia la lettura di <car1> che di <car2> Il conteggio dei <car2> trovati, con lo stesso tipo di reazione del caso precedente nel caso di superamento di <lim2>, è gestito dal padre (P0) Note sull estensione Ora il padre avrà SIGUSR1 occupato per il conteggio Quindi deve gestire l avvertimento di fine file da P2 e quello di limite superato da P1 sempre con SIGUSR2 Come fa il padre a capire chi gli ha mandato il segnale? Chi invia questo segnale, poi termina Aspetti: Affidabilità dei segnali il gestore rimane installato? In caso negativo, è possibile comunque reinstallare all interno dell handler void handler(int s) { signal(sigusr1, handler); Che cosa succede se qui arriva un nuovo segnale? printf( Processo %d: segnale %d\n, getpid(), s);... che cosa succede se arriva il segnale durante l esecuzione dell handler? innestamento delle routine di gestione perdita del segnale accodamento dei segnali (segnali reliable, BSD 4.2) 5

Sincronizzazione tra processi. Sincronizzazione tra processi. segnali. Segnali UNIX

Sincronizzazione tra processi. Sincronizzazione tra processi. segnali. Segnali UNIX Sincronizzazione tra processi Sincronizzazione tra processi UNIX: i segnali Processi interagenti possono avere bisogno di meccanismi di sincronizzazione Ad esempio, abbiamo appena visto il caso di processi

Dettagli

Sincronizzazione tra processi UNIX: i segnali. Sincronizzazione tra processi

Sincronizzazione tra processi UNIX: i segnali. Sincronizzazione tra processi Sincronizzazione tra processi UNIX: i segnali Sincronizzazione tra processi Processi interagenti possono avere bisogno di meccanismi di sincronizzazione Ad esempio, abbiamo appena visto il caso di processi

Dettagli

Sincronizzazione tra processi in Unix: : i segnali. Sistemi Operativi T AA

Sincronizzazione tra processi in Unix: : i segnali. Sistemi Operativi T AA Sincronizzazione tra processi in Unix: : i segnali Sistemi Operativi T AA 2009-2010 1 Sincronizzazione tra processi La sincronizzazione permette di imporre vincoli sull'ordine di esecuzione delle operazioni

Dettagli

Sistemi Operativi Anno Accademico 2011/2012. Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni

Sistemi Operativi Anno Accademico 2011/2012. Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni Anno Accademico 2011/2012 Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni Concetto di segnale Un segnale è un interrupt software Un segnale può essere generato da un processo utente o dal

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 Matricole congrue 0 modulo 3

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 Matricole congrue 0 modulo 3 Marzo-Giugno 2008 Matricole congrue 0 modulo 3 Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni Concetto di segnale Un segnale è un interrupt software Un segnale può essere generato da un

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 22 Martedì 7-1-2014 1 System Call per l'uso dei segnali Un processo che

Dettagli

Segnali. Tecnica di comunicazione asincrona tra processi. Si può solo inviare uno tra un insieme fissato di segnali

Segnali. Tecnica di comunicazione asincrona tra processi. Si può solo inviare uno tra un insieme fissato di segnali Segnali ed allarmi Segnali Tecnica di comunicazione asincrona tra processi Si può solo inviare uno tra un insieme fissato di segnali Il destinatario viene interrotto, e si salta ad una procedura specifica

Dettagli

Sistemi Operativi T. Esercizi

Sistemi Operativi T. Esercizi Sistemi Operativi T Esercizi Esercizio monitor Si consideri la toilette di un ristorante. La toilette è unica per uomini e donne. Utilizzando la libreria pthread, si realizzi un'applicazione concorrente

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi

Laboratorio di Sistemi Operativi Laboratorio di Sistemi Operativi Segnali a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Segnali - Introduzione I segnali sono interrupt software a livello di processo comunicano al processo il verificarsi di un evento

Dettagli

System call per la gestione di processi

System call per la gestione di processi System call per la gestione di processi Chiamate di sistema per creazione di processi: fork() sostituzione di codice e dati: exec...() terminazione: exit() sospensione in attesa della terminazione di figli:

Dettagli

Esercizio sulla gestione di file in Unix

Esercizio sulla gestione di file in Unix Esercizio sulla gestione di file in Unix 1 Esercizio Si vuole realizzare un programma C che, utilizzando le system call di Unix, realizzi uno schema di comunicazione tra due processi (padre e figlio) mediante

Dettagli

Sistemi Operativi Teledidattico

Sistemi Operativi Teledidattico Sistemi Operativi Teledidattico Anno 2002 3a esercitazione 5/10/2002 Paolo Torroni processi fork (creazione di un figlio) exec (sostituzione di codice del programma in esecuzione) wait (attesa della terminazione

Dettagli

Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix. usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato.

Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix. usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato. Processi parte III Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix Segnali: usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato. Pipe: struttura dinamica,

Dettagli

I Processi nel Sistema Operativo Unix. Gerarchie di processi Unix. Stati di un processo Unix. Stati di un processo Unix.

I Processi nel Sistema Operativo Unix. Gerarchie di processi Unix. Stati di un processo Unix. Stati di un processo Unix. I Processi nel Sistema Operativo Unix Processi Unix Unix è un sistema operativo multiprogrammato a divisione di tempo: l unità di computazione è il processo. Caratteristiche del processo Unix: processo

Dettagli

POSIX - Gestione dei Segnali. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

POSIX - Gestione dei Segnali. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it POSIX - Gestione dei Segnali E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Segnali in POSIX Segnali in Posix Modalità di notifiche relative a vari eventi asincroni I signal interrompono un processo e possono o meno essere

Dettagli

Eventi asincroni. Sistemi Operativi II - Corso di laurea in Ingegneria Informatica. Sirio Scipioni

Eventi asincroni. Sistemi Operativi II - Corso di laurea in Ingegneria Informatica. Sirio Scipioni Eventi asincroni Sistemi Operativi II - Corso di laurea in Ingegneria Informatica Sirio Scipioni scipioni@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~scipioni MIDLAB http://www.dis.uniroma1.it/~midlab

Dettagli

Programmazione di sistema in Linux: System Call per i Segnali. E. Mumolo

Programmazione di sistema in Linux: System Call per i Segnali. E. Mumolo Programmazione di sistema in Linux: System Call per i Segnali E. Mumolo Eventi asincroni: segnali I segnali permettono la gestione di eventi asincroni che interrompono il normale funzionamento di un processo

Dettagli

POSIX Systems Programming. geek evening 0x0d. ambienti POSIX. By lord_dex ZEI e Salug! presentano:

POSIX Systems Programming. geek evening 0x0d. ambienti POSIX. By lord_dex ZEI e Salug! presentano: POSIX Systems Programming Syscall e fondamenti della ambienti POSIX programmazione in By lord_dex f.apollonio@salug.it ZEI e Salug! presentano: geek evening 0x0d INDICE Processi e Thread Creazione ed utilizzo

Dettagli

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica a.a. 2005-2006 CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 1 Segnali Vi sono spesso eventi importanti

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3 Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3 Controllo dei processi - I Controllo dei processi Creazione di nuovi processi Esecuzione di programmi Processo di terminazione Altro 2 1 Identificatori di processi

Dettagli

Processi - II. Franco Maria Nardini

Processi - II. Franco Maria Nardini Processi - II Franco Maria Nardini Processi Programmi in esecuzione in memoria sono chiamati processi. Caricati in memoria da una delle sei funzioni exec(3). Ogni processo ha un identificatore univoco

Dettagli

Vi sono spesso eventi importanti da notificare ai processi:

Vi sono spesso eventi importanti da notificare ai processi: Sincronizzazione mediante segnali Vi sono spesso eventi importanti da notificare ai processi: tasti speciali sul terminale (es. ^C) eccezioni hardware (es. divisione per 0) primitiva/comando kill (es.

Dettagli

Sistemi operativi Modulo II I semafori 2 Select

Sistemi operativi Modulo II I semafori 2 Select Il sistema operativo LINUX Semafori 2 Giorgio Di Natale Stefano Di Carlo Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica La system call read è bloccante Non

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Pietro Frasca Lezione 20 Martedì 16-12-2014 1 System call per la gestione dei processi Creazione

Dettagli

I Processi nel SO UNIX

I Processi nel SO UNIX I Processi nel SO UNIX 1 Processi UNIX UNIX è un sistema operativo multiprogrammato a divisione di tempo: unità di computazione è il processo Caratteristiche del processo UNIX: processo pesante con codice

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2016-17 Pietro Frasca Lezione 20 Giovedì 22-12-2016 Comunicazione: pipe In Unix, processi possono comunicare

Dettagli

CREAZIONE DI UN FILE

CREAZIONE DI UN FILE #include #include CREAZIONE DI UN FILE fd = creat(filename, mode); int fd, mode; char *filename; La primitiva creat crea un file, se non ne esiste uno col nome specificato, oppure

Dettagli

I Processi nel Sistema Operativo Unix

I Processi nel Sistema Operativo Unix I Processi nel Sistema Operativo Unix Processi Unix Unix è un sistema operativo multiprogrammato a divisione di tempo: l unità di computazione è il processo. Caratteristiche del processo Unix: processo

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 Sommario: Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 - System Call Parte 1 open (apertura file) creat (creazione file) close (chiusura file) write (scrittura file) read (lettura file)

Dettagli

Esempi. Sincronizzazione tra processi: I Segnali. I segnali sono interrupt software, che segnalano il verificarsi di eventi asincroni:

Esempi. Sincronizzazione tra processi: I Segnali. I segnali sono interrupt software, che segnalano il verificarsi di eventi asincroni: Sincronizzazione tra processi: I Segnali I segnali sono interrupt software, che segnalano il verificarsi di eventi asincroni: generati da terminale (combinazioni di tasti, es. ctrl-c) eccezioni hardware

Dettagli

Segnali. Un segnale e' un interrupt software. La terminologia corretta e' exception mentre interrupt e' usata solo per gli interrupt hardware

Segnali. Un segnale e' un interrupt software. La terminologia corretta e' exception mentre interrupt e' usata solo per gli interrupt hardware Segnali ed allarmi Contiene lucidi tratti da: 2005-2007 Marco Faella, Clemente Galdi, Giovanni Schmid (Univrsità di Napoli Federico II) 2005-2007 Francesco Pedulla, Massimo Verola (Uniroma2), 2001-2005

Dettagli

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat.

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat. Il compito è costituito da domande chiuse, domande aperte ed esercizi. Non è consentito l uso di libri, manuali, appunti., etc. Tempo massimo 2 ore. Domande chiuse: ogni domanda corrisponde ad un punteggio

Dettagli

eseguire comandi dati dall'utente, utilizzando una macchina reale, di livello inferiore,

eseguire comandi dati dall'utente, utilizzando una macchina reale, di livello inferiore, La programmazione di sistema Introduzione ai sistemi operativi multiprocesso Primitive per la gestione dei processi http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm Il sistema ste operativo Il Sistema Operativo

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI E LABORATORIO (Indirizzo Sistemi e Reti) 21 dicembre 2004

SISTEMI OPERATIVI E LABORATORIO (Indirizzo Sistemi e Reti) 21 dicembre 2004 SISTEMI OPERATIVI E LABORATORIO (Indirizzo Sistemi e Reti) 21 dicembre 2004 Cognome: Nome: Matricola: ESERCIZIO 1, teoria (6 punti) a) riportate lo pseudocodice che descrive l implementazione dell operazione

Dettagli

Sistemi Operativi L-A. Esercizi 14 Giugno 2007. Esercizio monitor

Sistemi Operativi L-A. Esercizi 14 Giugno 2007. Esercizio monitor Sistemi Operativi L-A Esercizi 14 Giugno 2007 Esercizio monitor Si consideri la toilette di un ristorante. La toilette è unica per uomini e donne. Utilizzando la libreria pthread, si realizzi un'applicazione

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI. Fabio Buttussi

Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI. Fabio Buttussi Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI Fabio Buttussi La programmazione di sistema Il kernel è la parte di Unix che corrisponde al sistema operativo

Dettagli

Corso di Programmazione Concorrente Processi. Valter Crescenzi

Corso di Programmazione Concorrente Processi. Valter Crescenzi Corso di Programmazione Concorrente Processi Valter Crescenzi http://crescenzi.inf.uniroma3.it Sommario Processi vs Thread Creazione e terminazione di processi chiamata di sistema fork() chiamata di sistema

Dettagli

In generale può essere utile che i due processi eseguano del codice diverso

In generale può essere utile che i due processi eseguano del codice diverso System call FORK P fork() ha l aspetto di una funzione C, in realtà è una system call, una chiamata al sistema operativo fork() P P Il processo P' è una copia di P esegue lo stesso codice e possiede una

Dettagli

Processi in Linux. Stru/ura file eseguibili

Processi in Linux. Stru/ura file eseguibili SISTEMI OPERATIVI Processi in Linux Stru/ura file eseguibili» ELF - Executable and Linking Format formato di default degli eseguibili in Linux definizione nel file include » StruGura un header contenente

Dettagli

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica, Informatica e delle Telecomunicazioni a.a. 2009-2010 CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 1 Segnali

Dettagli

Controllo dei Processi. M. R. Guarracino - Primitive di Controllo dei Processi

Controllo dei Processi. M. R. Guarracino - Primitive di Controllo dei Processi Controllo dei Processi Introduzione Come possiamo creare nuovi processi? Come possiamo eseguire un programma? Come possiamo terminare un processo? Introduzione Unix fornisce le primitive per la creazione

Dettagli

Processi parte IV. Processi parte IV

Processi parte IV. Processi parte IV Processi parte IV Processi parte IV Grafi di precedenza Sincronizzazione dei processi Unix mediante: fork-join cobegin-coend semafori Grafi di precedenza Un grafo di precedenza è un grafo diretto aciclico

Dettagli

Interazione fra processi: meccanismi di sincronizzazione e comunicazione

Interazione fra processi: meccanismi di sincronizzazione e comunicazione Interazione fra processi: meccanismi di sincronizzazione e comunicazione Classificazione Processi interagenti processi interagenti/indipendenti due processi sono indipendenti se l esecuzione di ognuno

Dettagli

Esercitazione 11. Esercitazione di riepilogo

Esercitazione 11. Esercitazione di riepilogo Esercitazione 11 Esercitazione di riepilogo Agenda Esercizio 1 - Monitor java Gestione della pista di un aereoporto Esercizio 2 Programma C di sistema Gestione e monitoraggio dell esecuzione del programma

Dettagli

La Comunicazione tra Processi in Unix

La Comunicazione tra Processi in Unix La Comunicazione tra Processi in Unix La è un canale di comunicazione tra processi: unidirezionale: accessibile ad un estremo in lettura ed all'altro in scrittura molti-a-molti: più processi possono spedire

Dettagli

Gestione dei processi

Gestione dei processi Gestione dei processi Dormire unsigned int sleep(unsigned int); Attende un numero specificato di secondi a meno che non si verifichi un segnale Restituisce 0 se l'attesa è terminata senza interruzioni,

Dettagli

Il sistema operativo LINUX Indice

Il sistema operativo LINUX Indice Il sistema operativo LINUX Giorgio Di Natale Stefano Di Carlo Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Processo Un processo è un programma in esecuzione:

Dettagli

Processi UNIX. I Processi nel SO UNIX. Gerarchie di processi UNIX. Modello di processo in UNIX

Processi UNIX. I Processi nel SO UNIX. Gerarchie di processi UNIX. Modello di processo in UNIX Processi UNIX I Processi nel SO UNIX UNIX è un sistema operativo multiprogrammato a divisione di tempo: unità di computazione è il processo Caratteristiche del processo UNIX: processo pesante con codice

Dettagli

Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC)

Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC) Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC) Le pipe sono canali di comunicazione unidirezionali Limitazione pipe: permettono la comunicazione solo

Dettagli

Controllo dei Processi 1

Controllo dei Processi 1 Controllo dei Processi 1 I processi Nei sistemi Unix/Linux ogni processo ne può generare altri. Il processo che li genera è detto processo padre (parent process), mentre i processi generati sono detti

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3

Laboratorio di Sistemi Operativi Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3 Marzo-Giugno 2008 matricole congrue 0 mod 3 Funzioni wait e waitpid quando un processo termina il kernel manda al padre il segnale SIGCHLD Controllo dei processi (2) il padre può ignorare il segnale (default)

Dettagli

Sistemi Operativi. Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi

Sistemi Operativi. Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi Sistemi Operativi Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi Percorso Compilazione programmi in c Makefiles Processi definizione gestione creazione Compilazione di programmi in C Compilazione e

Dettagli

Segnali. I segnali in Unix sono un meccanismo semplice per inviare degli interrupt software ai processi.

Segnali. I segnali in Unix sono un meccanismo semplice per inviare degli interrupt software ai processi. Segnali I segnali in Unix sono un meccanismo semplice per inviare degli interrupt software ai processi. Solitamente sono utilizzati per gestire errori e condizioni anomale, piuttosto che per trasmettere

Dettagli

Segnali. #include <signal.h> Segnali

Segnali. #include <signal.h> Segnali Segnali Segnali 1. Un segnale è la notifica asincrona di un evento 2. Si dice che un segnale è generato (o consegnato sent, delivered to ) quando l evento associato a quel segnale occorre per la prima

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013. - I processi Unix -

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013. - I processi Unix - Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013 - I processi Unix - 1 Sommario Gestione dei processi: Creazione di un nuovo processo: fork Sincronizzazione tra processi: wait Esercizi: fork fork

Dettagli

Sistemi Operativi. 7 Gestione dei processi in Unix

Sistemi Operativi. 7 Gestione dei processi in Unix Gestione dei processi in Unix Creazione e terminazione dei processi: fork: crea un nuovo processo duplicando il processo chiamante exec: attiva l esecuzione di un programma memorizzato in un file eseguibile.

Dettagli

GESTIONE DELLE PERIFERICHE D INGRESSO/USCITA ARGOMENTI

GESTIONE DELLE PERIFERICHE D INGRESSO/USCITA ARGOMENTI GESTIONE DELLE PERIFERICHE D INGRESSO/USCITA ARGOMENTI Compiti del sottosistema di I/O Architettura del sottosistema di I/O Gestore di un dispositivo di I/O Gestione e organizzazione dei dischi COMPITI

Dettagli

Corso di laurea in ingegneria informatica Esame di sistemi operativi 21 gennaio 2009 SOLUZIONI

Corso di laurea in ingegneria informatica Esame di sistemi operativi 21 gennaio 2009 SOLUZIONI Corso di laurea in ingegneria informatica Esame di sistemi operativi 21 gennaio 2009 SOLUZIONI 1. Si consideri il programma C seguente (gli #include necessari sono omessi): / programma principale / 1.

Dettagli

Esercizi di Verifica Aprile 2005 Università disalerno

Esercizi di Verifica Aprile 2005 Università disalerno Laboratorio di Sistemi Operativi: Prof.ssa A. Rescigno Anno Acc. 2004-2005 Esercizi di Verifica Aprile 2005 Università disalerno Nome e Cognome: Matricola: Classe 1 Classe 2 p-p p-d 1 2 3 4 5 6 7 tot /10

Dettagli

Processi e Sincronizzazione. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese M. Grotto

Processi e Sincronizzazione. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese M. Grotto Processi e Sincronizzazione C. Brandolese M. Grotto Sommario 1. Processi Concetti fondamentali Stati in GNU/Linux 2. Creazione Descrizione Creazione con system() Creazione con fork() Effetto di fork()

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX Introduzione In questa dispensa sono stati raccolti alcuni esercizi di programmazione C in ambiente Unix, tratti dagli esami di Sistemi Operativi svoltisi

Dettagli

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat.

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat. Esame Laboratorio di Sistemi Operativi 2-01-2008 Il compito è costituito da domande chiuse e domande aperte. Non è consentito l uso di libri, manuali, appunti., etc. Tempo massimo 1 ora. Domande chiuse:

Dettagli

Per operare su un file abbiamo bisogno di aprirlo, scriverlo, leggerlo, chiuderlo:

Per operare su un file abbiamo bisogno di aprirlo, scriverlo, leggerlo, chiuderlo: I/O (Input/Output) System Call di I/O 2 Per operare su un file abbiamo bisogno di aprirlo, scriverlo, leggerlo, chiuderlo: open (e creat) write read close lseek 1 File descriptors 3 File descriptor (fd)

Dettagli

INTERPROCESS COMMUNICATION 27

INTERPROCESS COMMUNICATION 27 INTERPROCESS COMMUNICATION 27 - Le comunicazioni tra processi (IPC, Intreprocess Communication) sono realizzate mediante strutture dati rese disponibili dal kernel. Sono disponibili 3 tipologie di comunicazioni

Dettagli

2. Nucleo del sistema operativo (la gestione dei processi)

2. Nucleo del sistema operativo (la gestione dei processi) Struttura interna del sistema operativo Linux 2. Nucleo del sistema operativo (la gestione dei processi) Architettura (struttura) del sistema operativo shell Programmi utente Modo utente Interfaccia delle

Dettagli

Introduzione. P4 termina prima di P3, P2 e P3 prima di P1 P1 P2 P3 P4 P1 P1 P2 P3 P4. Padre. P1,..., P4 sono processi. Figlio

Introduzione. P4 termina prima di P3, P2 e P3 prima di P1 P1 P2 P3 P4 P1 P1 P2 P3 P4. Padre. P1,..., P4 sono processi. Figlio Processi Introduzione Processo = entità attiva 1. esiste per un certo lasso di tempo 2. utilizza risorse Ogni processo ha un identificatore intero (PID: process identifier) Tutti i processi UNIX hanno

Dettagli

8. IL FILE SYSTEM. 1. I servizi per la gestione dei file

8. IL FILE SYSTEM. 1. I servizi per la gestione dei file IL FILE SYSTEM 8. IL FILE SYSTEM In tutti i sistemi operativi il File System costituisce una parte molto rilevante del codice complessivo, ma noi lo tratteremo abbastanza brevemente, perchè dal punto di

Dettagli

Struttura interna del sistema operativo Linux

Struttura interna del sistema operativo Linux Struttura interna del sistema operativo Linux 5. I device driver A cura di: Anna Antola Giuseppe Pozzi DEI, Politecnico di Milano anna.antola/giuseppe.pozzi@polimi.it -versione del 30 marzo 2004-1-04.-04

Dettagli

Unix e GNU/Linux Eugenio Magistretti emagistretti@deis.unibo.it Prima Esercitazione Fork Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Unix: sviluppato negli anni '60-'70 presso Bell Labs di AT&T, attualmente sotto

Dettagli

I/O su Socket TCP: read()

I/O su Socket TCP: read() I/O su Socket TCP: read() I socket TCP, una volta che la connessione TCP sia stata instaurata, sono accedibili come se fossero dei file, mediante un descrittore di file (un intero) ottenuto tramite una

Dettagli

Interprocess communication: Pipe

Interprocess communication: Pipe Interprocess communication: Pipe Affinché due processi possano cooperare, è spesso necessario che comunichino fra loro dei dati. Una prima possibile soluzione a questo problema consiste nell utilizzo condiviso

Dettagli

Sistemi Operativi 1. Mattia Monga. 11 marzo Dip. di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano, Italia

Sistemi Operativi 1. Mattia Monga. 11 marzo Dip. di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano, Italia 1 Dip. di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano, Italia mattia.monga@unimi.it e 11 marzo 2008 1 c 2008 M. Monga. Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia

Dettagli

Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Process id ed altri identificatori pid_t getpid(); // Process id del processo chiamante pid_t getppid(); // Process

Dettagli

Directory. Le directory unix sono file.

Directory. Le directory unix sono file. Le directory unix sono file. Directory Molte system call per i file ordinari possono essere utilizzate per le directory. E.g. open, read, fstat, close. Tuttavia le directory non possono essere create con

Dettagli

Il sistema operativo LINUX Script di Shell

Il sistema operativo LINUX Script di Shell Il sistema operativo LINUX Script di Shell Giorgio Di Natale Stefano Di Carlo Bartolomeo Montrucchio Politecnico di Torino Dip. Automatica e

Dettagli

Esercitazione n.1 24 Ottobre Obiettivi:

Esercitazione n.1 24 Ottobre Obiettivi: Esercitazione n.1 24 Ottobre 2013 Obiettivi: Gestione dei thread mediante libreria pthreads: creazione: pthread_create terminazione: pthread_exit join: pthread_join 1 Richiami sui thread 2 Processi Immagine

Dettagli

Computazione multi-processo. Condivisione, Comunicazione e Sincronizzazione dei Processi. Segnali. Processi e Threads Pt. 2

Computazione multi-processo. Condivisione, Comunicazione e Sincronizzazione dei Processi. Segnali. Processi e Threads Pt. 2 Computazione multi-processo Avere più processi allo stesso momento implica/richiede Processi e Threads Pt. 2 Concorrenza ed efficienza Indipendenza e protezione dei dati ma deve prevedere/permettere anche:

Dettagli

PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016

PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016 PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016 DOCENTI: TESTARDO CINZIA, VALERIO FELICI CLASSE 4 a IA DISCIPLINA TPSI MACROARGOMENTI che sono stati trattati nel corso del corrente anno scolastico (in

Dettagli

La sincronizzazione è legata alla implementazione delle pipe: int pipe(int fd[2]);

La sincronizzazione è legata alla implementazione delle pipe: int pipe(int fd[2]); int pipe(int fd[2]); Le pipe sono canali di comunicazione unidirezionali che costituiscono un primo strumento di comunicazione (con diverse limitazioni), basato sullo scambio di messaggi, tra processi

Dettagli

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi Complementi sul C - 2 Ver. 2.4 2010 - Claudio Fornaro - Corso di programmazione in C Precedenza e associatività () [] ->. S D! ~ ++ + * & (cast ) sizeof S D * / % S D + - (somma e sottrazione) S D >

Dettagli

I segnali possono essere pensati come degli interrupts software ;

I segnali possono essere pensati come degli interrupts software ; Segnali 57 Segnali Un segnale è una notifica a un processo che è occorso un particolare evento: - Un errore di floating point - La morte di un figlio - Una richiesta di terminazione - I segnali possono

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

GESTIONE DEI FILE IN C. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009

GESTIONE DEI FILE IN C. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009 Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile - Strutture FONDAMENTI DI INFORMATICA 2

Dettagli

File e puntatori a file

File e puntatori a file File e puntatori a file Vitoantonio Bevilacqua vitoantonio.bevilacqua@poliba.it La libreria stdio.h mette a disposizione delle funzioni che hanno la peculiarità di trattare con questa nuova tipologia di

Dettagli

7. Strutture di controllo

7. Strutture di controllo Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale (L-Z) 7. Ing. Michele Ruta 1 di 17 Indice Istruzioni di selezione Mappate dal costrutto switch Istruzioni cicliche (di iterazione)

Dettagli

UNIX file system: organizzazione logica. Il File System di UNIX. UNIX file system: organizzazione fisica

UNIX file system: organizzazione logica. Il File System di UNIX. UNIX file system: organizzazione fisica UNIX file system: organizzazione logica / Il File System di UNIX omogeneità: tutto è file tre categorie di file file ordinari direttori bin.profile etc usr dev anna file1 paolo mbox dispositivi fisici:

Dettagli

Unità Didattica 1 Linguaggio C. Fondamenti. Struttura di un programma.

Unità Didattica 1 Linguaggio C. Fondamenti. Struttura di un programma. Unità Didattica 1 Linguaggio C Fondamenti. Struttura di un programma. 1 La storia del Linguaggio C UNIX (1969) - DEC PDP-7 Assembly Language BCPL - un OS facilmente accessibile che fornisce potenti strumenti

Dettagli

ACSO Programmazione di Sistema e Concorrente

ACSO Programmazione di Sistema e Concorrente ACSO Programmazione di Sistema e Concorrente P2 Modello Thread 2/12/2015 programma e parallelismo il tipo di parallelismo dipende dal grado di cooperazione (scambio di informazione) necessario tra attività

Dettagli

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema AXO Architetture dei Calcolatori e Sistema Operativo programmazione di sistema Il sistema operativo Il Sistema Operativo è un insieme di programmi (moduli software) che svolgono funzioni di servizio nel

Dettagli

Componenti di un sistema operativo

Componenti di un sistema operativo Componenti di un sistema operativo Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Componenti di un S.O. Gestione dei processi Gestione della memoria primaria Gestione della memoria secondaria

Dettagli

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Autore: Classe: Luciano VIVIANI QUARTA INFORMATICA (4IB) Anno scolastico: 2004/2005 Scuola: Itis Euganeo ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Questa dispensa non vuole essere un manuale di

Dettagli

Le System Call di Unix/Linux. 11 Febbraio 2005

Le System Call di Unix/Linux. 11 Febbraio 2005 Le System Call di Unix/Linux 11 Febbraio 2005 Dual mode Il S.O. esegue in modo kernel. Ogni programma utente esegue in user mode Quando un programma utente tenta l esecuzione di una istruzione privilegiata,

Dettagli

Terza Esercitazione. Unix - Esercizio 1. Unix System Call Exec Java Introduzione Thread

Terza Esercitazione. Unix - Esercizio 1. Unix System Call Exec Java Introduzione Thread Terza Esercitazione Unix System Call Exec Java Introduzione Thread Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Unix - Esercizio 1 Scrivere un programma C con la seguente interfaccia:./compilaedesegui

Dettagli

Reti (già Reti di Calcolatori )

Reti (già Reti di Calcolatori ) Reti (già Reti di Calcolatori ) Cenni di Socket Programming Renato Lo Cigno http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Socket API Programmazione dei socket Obiettivo:imparare

Dettagli

Progettazione di Applicazioni Robuste. Applicazione Echo. Schema Generale di un Server TCP Ricorsivo 1. Applicazione echo

Progettazione di Applicazioni Robuste. Applicazione Echo. Schema Generale di un Server TCP Ricorsivo 1. Applicazione echo a.a. 2003/04 Applicazione Echo Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Progettazione di Applicazioni Robuste nel progettare applicazioni su rete robuste

Dettagli

Funzioni e. Alessandra Giordani Mercoledì 16 maggio 2012

Funzioni e. Alessandra Giordani Mercoledì 16 maggio 2012 Funzioni e passaggio parametri Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Mercoledì 16 maggio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ Cosa vedremo oggi Le funzioni Il passaggio dei parametri Le dichiarazioni

Dettagli

Programmazione di sistema in UNIX. Immagine di un processo in UNIX. Area dati. File comandi utente

Programmazione di sistema in UNIX. Immagine di un processo in UNIX. Area dati. File comandi utente Programmazione di sistema in UNIX File comandi utente Shell Gestione processi Comandi Sistema Operativo Servizi di sistema (primitive, system call) fork exec wait exit char I/O block I/O open create close

Dettagli

Processi. Introduzione. Effective user/group id. Fork

Processi. Introduzione. Effective user/group id. Fork Introduzione Processi = entità attiva 1. esiste per un certo lasso di tempo 2. utilizza risorse Ogni processo ha un identificatore intero (PID: process identifier) Tutti i processi UNIX hanno un genitore

Dettagli

LABORATORIO di Reti di Calcolatori

LABORATORIO di Reti di Calcolatori LABORATORIO di Reti di Calcolatori Socket in linguaggio C: protocollo connection-oriented 1 of 15 v slide della docente Bibliografia v testo di supporto: D. Maggiorini, Introduzione alla programmazione

Dettagli

Programmazione multiprocesso

Programmazione multiprocesso DTI / ISIN / Titolo principale della presentazione 1 Programmazione multiprocesso Amos Brocco, Ricercatore, DTI / ISIN 20 febbraio 2012 2 Processi Cos'è un processo? Un programma in esecuzione Spazio di

Dettagli