SUN MICROSYSTEMS. «La Rete è il Computer» Alcaz Natalia Cincini Angelica Crescentini Tommaso Matar M. Eugenia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUN MICROSYSTEMS. «La Rete è il Computer» Alcaz Natalia Cincini Angelica Crescentini Tommaso Matar M. Eugenia"

Transcript

1 SUN MICROSYSTEMS «La Rete è il Computer» STRATEGIA DI IMPRESA Prof. Tonino Pencarelli A.A. 2011/2012 Alcaz Natalia Cincini Angelica Crescentini Tommaso Matar M. Eugenia

2 INDICE Introduzione: Sun Microsystems Cronologia: Timeline Performance Strategica: indicatori e altre considerazioni Oracle Conclusioni: confronto tra Dimensione competitiva Dimensione sociale Dimensione dei processi interni, dell innovazione e dell apprendimento Dimensione economico-finanziaria Sun Microsystems Oracle

3 INTRODUZIONE Sun Microsystems è stata un'azienda americana della Silicon Valley, fondata nel 1982, produttrice di software e semiconduttori nota, soprattutto, per aver prodotto il linguaggio di programmazione Java. I fondatori inizialmente erano Vinod Khosla, Scott McNealy, Bill Joy e Andy Bechtolsheim ma solo McNealy e Bechtolsheim sono rimasti in Sun. Il nome della compagnia originariamente significava Stanford University Network (SUN). La ditta nasce come incorporate nel 1982 divenendo una public company nel 1986.

4 CRONOLOGIA 1982: viene fondata e produce la sua prima workstation 1985: avvia le proprie operazioni in Canada 1987: forma un alleanza con AT&T per lo sviluppo di Unix 1989: SPARCstation 1. nascono alleanze con Informix, Ingress, Sybase e Oracle 1995: JAVA 1983: inizia ad operare nel mercato europeo 1986: opera in Asia e in Australia 1988: raggiunge un miliardo di dollari di fatturato : continue innovazioni: SPARC e SOLARIS

5 la società consegue l'utile più alto della sua storia pari a milioni di dollari. 2000: i profitti aumentano del 49% e il fatturato del 33%. Jabbar sviluppa una strategia incentrata su cinque paesi: Cina, Brasile, Italia, India e Spagna i quali erano possibili mercati per il business dei server di Sun. Gli azionisti sono favorevoli a tale strategia ma i manager si oppongo perché temono una perdita di potere, non vogliono rinunciare al controllo. 2001: scoppio bolla dot-com : SUN offre licenze Java a tutte le principali società di hardware e software. 2002: dopo anni di ostinato rifiuto la società elabora prodotti per Linux. 2003: accordi con la Cina. Aumento della concorrenza e perdite. 2006: si dimette McNealy. Licenziati circa lavoratori, chiusi centri produttivi in California. 2009: IBM intende acquistare Sun offrendo 10 o 11 dollari per azione. Successivamente offre non più di 9.4 per 7 miliardi di dollari Fonte:

6 leadership Struttura organizzativa inefficace: opposizione dei manager ad estendere il mercato in altri paesi possibili mercati per il business dei server di Sun per questioni di ego, non volevano rinunciare al controllo. Mentalità manageriale troppo chiusa e un modello societario troppo legato ai successi del passato. Il management della società non si mostrava disponibile a stabilire nuovi rapporti di partnership.

7 leadership Leadership troppo autoritaria: Mc Nealy contava su Masood Jabbar per l elaborazione di una strategia e di un piano capace di sfruttare lo slancio dell impresa e la sua reputazione legata all innovazione. Mc Nealy aveva bisogno che Jabbar incrementasse il business e il ritorno per gli azionisti. Tuttavia, Jabbar era consapevole che la struttura esistente non consentiva ai manager statunitensi di concentrarsi sulle proprie attività di strategia e pianificazione mettendo a rischio una notevole percentuale dei ricavi dell impresa.

8 Performance strategica DIMENSIONE COMPETITIVA DIMENSIONE SOCIALE PERFORMANCE DIMENSIONE DEI PROCESSI INTERNI, DELL INNOVAZIONE E DELL APPRENDIMENTO DIMENSIONE ECONOMICO - FINANZIARIA

9 DIMENSIONE COMPETITIVA: INDICATORI 1. Quota di mercato posseduta e la sua evoluzione nel tempo Nostra elaborazione: dati Gartner

10 2. Andamento delle vendite

11 DIMENSIONE COMPETITIVA: ALCUNE CONSIDERAZIONI Settore di appartenenza: High-tech Localizzazione geografica: Silicon Valley Scarsa attenzione alla minaccia di potenziali concorrenti entranti. Sun, invece di concentrarsi sull evoluzione dell ambiente competitivo, è stata distratta dall euforia economica della fine degli anni 90.

12 Scarsa considerazione delle condizioni competitive all interno del settore, incapacità di opporsi alle pressioni della concorrenza generate dalla natura instabile della nuova economia globale. Mancata considerazione delle caratteristiche del settore di appartenenza della società, caratterizzato da forti sviluppi tecnologici, il che ha portato la società a sottovalutare i rischi competitivi e cioè la possibilità che altri possano sfruttare tali progressi per offrire prodotti simili ma a prezzi nettamente inferiori. Incapacità della società di adattarsi ai continui cambiamenti macroeconomici e alle nuove esigenze dei consumatori. Per esempio: nelle fasi di crisi molti clienti hanno optato per prodotti simili ma meno costosi.

13 L attacco del pinguino gigante: Linux è un sistema Open source poco costoso e scalabile. I prodotti Linux si diffusero rapidamente soprattutto a livello internazionale, offrendo ai clienti un sostituto molto simile ai prodotti Sun. Gli utenti avevano trovato un alternativa nuova, affidabile e a buon mercato rispetto ai prodotti Sun.

14 Sun si oppose a Linux per molto tempo perché aveva un sistema operativo proprio: Solaris. L impresa intendeva esercitare un controllo completo sull integrazione fra il software proprietario (Solaris), l hardware e il microprocessore Unix SPARC. Con tale integrazione Sun aveva creato un elevato valore per i clienti trascurando tuttavia, la minaccia rappresentata da Linux. Nel 2002, dopo anni di ostinato rifiuto, Sun fu costretta ad arrendersi a Linux, altrimenti si sarebbe preclusa l accesso ad una notevole percentuale del mercato dei server. Infatti mercati signicativi come Brasile, Cina, Giappone e Corea del Sud, adottarono Linux per contenere i costi dell information technology.

15 Con la perdita di controllo sul processo di integrazione, Sun avrebbe potuto contare soltanto sull assemblaggio di componenti realizzate da imprese esterne. Tutto questo rappresentava un radicale cambiamento rispetto al modello originale di Sun. Per bilanciare questo cambiamento l impresa sviluppò il Java Enterprise System, in grado di operare sia con Unix sia con Linux. In questo modo, Sun cercava di conferire valore alla propria offerta attraverso gli sforzi di ricerca e sviluppo, uno degli elementi di vantaggio competitivo dell impresa.

16 Possibili minacce di concorrenti entranti La giapponese Fujitsu (quinto produttore di server al mondo) aveva ottenuto in licenza la tecnologia proprietaria dei chip Ultra SPARC di Sun per potenziare i propri chip SPARC64 all interno della linea di server Unix. Con SPARC64 Fujitsu aveva avuto grande successo sottraendo clienti a Sun poiché, quest ultima, dipendeva da Texas Instruments (un partner di vecchia data per la produzione di chip), mentre Fujitsu riusciva a lanciare i propri prodotti sul mercato in tempi più brevi.

17 Sun doveva scegliere: sospendere il rapporto con Fujitsu oppure rafforzare il loro legame.? Da un lato, Sun aveva bisogno dei ricavi provenienti dagli accordi per la concessione delle licenze, dunque era molto riluttante a revocare i contratti di licenza. Inoltre, Fujitsu non solo deteneva le licenze per l uso dei processori Sun ma era anche uno dei principali rivenditori dell impresa. Le vendite a Fujitsu rappresentavano un elevata percentuale delle vendite di Sun in Giappone, il principale mercato estero dell impresa in termini di ricavi. Dall altro lato, per Sun non era conveniente rinunciare a Texas Instruments e i prodotti di Sun e Fujitsu non potevano essere usati insieme senza un grande sforzo di riprogrammazione. Sun e Fujitsu divengono concorrenti.

18 DIMENSIONE SOCIALE: INDICATORI DIPENDENTI Acquisizioni Dipendenti Sun Nostra elaborazione: dati articoli di giornale «IlSole24ore»

19 DIMENSIONE SOCIALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI Vengono trascurati gli attori sociali dell azienda, la quale, inizialmente ne assume troppi togliendo facilmente i posti di lavoro nei periodi di forte crisi. Nel 2005 McNealy arrivò ad ammettere: «Guardando indietro, probabilmente abbiamo assunto troppo personale e firmato troppi accordi di leasing, ma avevamo un desiderio naturale e comprensibile di soddisfare il maggior numero di ordini possibile».

20 LICENZIAMENTI: 2001: : : : : : : (a causa dei ritardi nella chiusura dell acquisto da parte di Oracle).

21 DIMENSIONE DEI PROCESSI INTERNI, DELL INNOVAZIONE E DELL APPRENDIMENTO: INDICATORI 2500 R&S Sun R&S Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

22 DIMENSIONE DEI PROCESSI INTERNI, DELL INNOVAZIONE E DELL APPRENDIMENTO: ALCUNE CONSIDERAZIONI Visione dell azienda all avanguardia nella nuova ondata informatica: la rete è il computer. Questo guida Sun nello sviluppo di tecnologie che potenziano i principali mercati mondiali. La filosofia della società è quella di condividere l innovazione e creare delle comunità. Reputazione legata all innovazione. Elevata qualità del prodotto offerto.

23 Elevati investimenti in R&S, con numerose innovazioni ma con un mancato contenimento dei costi e senza sfruttare le economie di scala Costi e Ricavi Ricavi Costi Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

24 DIMENSIONE ECONOMICO-FINANZIARIA: INDICATORI DI EQUILIBRIO FINANZIARIO ORIZZONTALE Margine di tesoreria: ATTIVITA A BREVE SCORTE DEBITI A BREVE 2500 MARGINE DI TESORERIA MARGINE DI TESORERIA (ATTIVITA' A BREVE - SCORTE) - DEBITI A BREVE Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

25 Capitale Circolante Netto: ATTIVITA A BREVE DEBITI A BREVE 3000 CCN CCN Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

26 INDICATORI DI STRUTTURA DEL CAPITALE E DI INDEBITAMENTO Indice di indebitamento: CAPITALE DI TERZI CAPITALE PROPRIO Leva finanziaria: 2,5 CAPITALE INVESTITO CAPITALE PROPRIO 2,0 1,5 1,0 0,5 0, INDICE D'INDEBITAMENTO CAPITALE DI TERZI / CAPITALE PROPRIO LEVA FINANZIARIA CAPITALE INVESTITO / CAPITALE PROPRIO Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

27 INDICATORI DI SVILUPPO Tasso di sviluppo del fatturato: VENDITE t2 VENDITE t1 VENDITE t1 0,40 TASSO DI SVILUPPO DEL FATTURATO 0,30 0,20 0,10 0,00-0, ,20-0,30-0,40 TASSO DI SVILUPPO DEL FATTURATO (VENDITE t2 - VENDITE t1 )/ VENDITE t1 Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

28 INDICATORI DI REDDITIVITA ROE: RISULTATO NETTO CAPITALE NETTO 0,30 ROE 0,25 0,20 0,15 0,10 0,05 0,00-0, ,10 ROE RESULTATO NETTO / CAPITALE NETTO Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

29 ROI: REDDITO OPERATIVO CAPITALE INVESTITO 0,20 ROI 0,15 0,10 0,05 0, ,05-0,10 ROI REDDITO OPERATIVO / CAPITALE INVESTITO Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

30 ROS: REDDITO OPERATIVO RICAVI NETTI DI VENDITA ROS 0,20 0,15 0,10 0,05 0, ,05-0,10-0,15 ROS REDDITO OPERATIVO / RICAVI NETTI DI VENDITA Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

31 INDICATORI DI EFFECIENZA E PRODUTTIVITA Rotazione del capitale investito: RICAVI DI VENDITA CAPITALE INVESTITO ROTAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO 1,2 1,0 0,8 0,6 0,4 0,2 0, ROTAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO RICAVI DI VENDITA/CAPITALE INVESTITO Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

32 Fatturato per dipendente: RICAVI DI VENDITA N.DEI DIPENDENTI FATTURATO PER DIPENDENTE 0,45 0,4 0,35 0,3 0,25 0,2 0,15 0,1 0, Fatt/dip Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

33 DIMENSIONE ECONOMICO- FINANZIARIA: ALCUNE CONSIDERAZIONI Veloce estensione di centri produttivi in diverse aree geografiche. Politica troppo orientata alle vendite: la società pur di soddisfare il maggior numero di ordini ha trascurato i costi marginali che l ampliamento della produzione comportava Struttura produttiva poco dinamica e inadeguata ai cambiamenti economici della società.

34 3000 Utile Netto Utile Netto Nostra elaborazione: dati libro «Strategia aziendale» a cura di Giovanni Battista Dagnino e Rosario Faraci

35 300 Quotazione Sun Micorsystems (JAVA) Quotazione Sun Micorsystems (JAVA) Fonte:

36 Nel 2010 Sun viene acquisita da Oracle Corporation

37

38 ORACLE Viene fondata nel 1977 Sede: California Fondatore e CEO: Lawrence J. Ellison La prima versione di Oracle risale al 1977, da allora sono state introdotte numerose modifiche e miglioramenti per seguire gli sviluppi tecnoligici. Quotata nel Nasdaq Settore: Software Oracle è uno dei più famosi sistemi di gestione di database scritto in linguaggio C

39 Offrire soluzioni alle aziende che operano in vari settori Grazie ai prodotti Oracle le aziende possono diventare più competitive. I suoi prodotti rendono i processi produttivi di un azienda manifatturiera più efficienti. Le soluzioni Oracle danno, alle imprese, la possibilità di incrementare i propri ricavi in meno tempo possibile e di creare prodotti adatti ai propri clienti senza sprecare inutilmente le proprie risorse (es. gestione del magazzino Just-in-time). Oracle ha un portafoglio prodotti molto diversificato. Nel 2010 acquista Sun Microsystems per 9,5 dollari per azione.

40 Strategia ORACLE Diversificazione geografica (peso importante nei paesi emergenti) Portafoglio prodotti diversificato Prodotti tailor made Ottimo servizio ai clienti Programmi di acquisizioni Forti investimenti in R&S

41 Strategia ORACLE Costi R&S Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

42 Maggio 2011 Fitch alza il giudizio da A a A+ L outlook è stabile Secondo l agenzia di rating, la società gode di una buona salute finanziaria

43 CASH FLOWS ORACLE oracle Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

44 UTILE NETTO 9000 Utile netto oracle Utile Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

45 COSTI E RICAVI Costi e ricavi Oracle Ricavi Costi Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

46 NOME AZIENDA SLOGAN DIPENDENTI NAZIONE DATA DI FONDAZIONE PRODOTTI E SERVIZI COMPARTO INDUSTRIALE IBM: International Business Machines Corporation On Demand Business, in demand people USA 1889 hardware * software * servizi informatici informatica HP: Hewlett- Packard Company The computer is personal again USA 1939 Personal Computer *Stampanti * Monitor * Notebook * Server * Storage Computer e periferiche DELL Get More out of Now USA 1984 Personal Computer * Server * Computer portatili * Periferiche * Stampanti Hardware ORACLE Corporation Informatione driven *For the Oracle Database: "Can't break it, can't break in" *As of 2008: "The Information Company" *As of 2010: "Software. Hardware. Complete." *As of late 2010: "Hardware and Software, Engineered to Work Together" USA 1977 Oracle Database *Oracle ebusiness Suite *Oracle Application Server *Oracle JDeveloper *Oracle ADF *Oracle Collaboration Suite *Oracle Enterprise Manager software e programmazione

47 RICAVI COMPETITORS Oracle Intel Dell Microsoft HP Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

48 COMPETITORS NUMERO DI DIPENDENTI Microsoft DELL Oracle HP Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

49 COMPETITORS RICERCA & SVILUPPO Dell HP Oracle IBM Intel Microsoft Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

50 DEBITI COMPETITORS 35 30,96 31, ,8 14, , Dell Microsoft Oracle HP IBM Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

51 CASH-FLOWS COMPETITORS Dell oracle HP ibm Intel Microsoft Anno 2011 Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

52 ROE COMPETITORS 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% HP Oracle Microsoft Dell IBM Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

53 MARGINE OPERATIVO COMPETITORS 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% Dell HP Anno 2011 IBM Oracle Microsoft Nostra elaborazione: dati Yahoo Finance e sito Oracle Corporation

54 CONCLUSIONI SUN MICROSYSTEMS Prodotti: Computer server e workstation, software di supporto (Solaris) e linguaggio Java. Portafoglio diversificato di prodotti che, apparentemente proteggeva l impresa dalle ripercussioni delle crisi economiche dei singoli paesi, ma di fatto le vendite erano molto sensibili alle condizioni macroeconomiche. Elevata R&S e innovazione con uno scarso contenimento dei costi. Poca attenzione alla concorrenza. Troppa concentrazione sul numero di ordini e poca sulle esigenze dei clienti.

55 ORACLE Oracle è un sistema di gestione di database scritto nel linguaggio C. Diversificazione dei rischi: possiede un portafoglio clienti molto diversificato. I suoi clienti appartengono sia a settori ciclici (corporate) sia a settori anticiclici (aziende ospedaliere, assicurazioni e settore pubblico). Vendite poco legate a condizioni macroeconomiche e cioè più difensive. Investimenti in R&S con attenzione sulla struttura dei costi.

Strategia d impresa Tonino Pencarelli Università degli studi di Urbino A.A. 2014/2015. Gabriella Di Falco. Sara Romaniello

Strategia d impresa Tonino Pencarelli Università degli studi di Urbino A.A. 2014/2015. Gabriella Di Falco. Sara Romaniello Strategia d impresa Tonino Pencarelli Università degli studi di Urbino A.A. 2014/2015 Gabriella Di Falco Sara Romaniello INDICE 1. PRESENTAZIONE SUN MICROSYSTEM La storia Cronologia Situazione iniziale

Dettagli

Gestite il vostro business, non una server farm, un unico server per tutte le applicazioni

Gestite il vostro business, non una server farm, un unico server per tutte le applicazioni Gestite il vostro business, non una server farm, un unico server per tutte le applicazioni IBM i5 520 Express Edition Ora più che mai, avete bisogno di un server che vi aiuti a diventare più reattivi nei

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Caso Aziendale A Corso di Strategia d impresa A.A. 2012/2013 Prof. Tonino Pencarelli Dott. Mauro Dini Team Work: Sara Banci Elisabetta Ferri

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE

LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE Prof. Massimo Saita Direttore Istituto Economia, Amministrazione e Politica Aziendale Università degli Studi di Milano Bicocca Professore ordinario

Dettagli

Silicon Valley. Informatica giuridica (corso propedeutico) 1

Silicon Valley. Informatica giuridica (corso propedeutico) 1 Silicon Valley 1 Il suo nome dipende dal fatto che qui si ha la massima concentrazione di silicio al mondo. Con il silicio sono realizzate i chip dei miliardi di calcolatori in funzione nella valle. Il

Dettagli

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE La valutazione dell efficienza aziendale EFFICIENZA E LA CAPACITA DI RENDIMENTO O L ATTITUDINE A SVOLGERE UNA DETERMINATA FUNZIONE. E MISURATA DAL RAPPORTO TRA I RISULTATI CONSEGUITI E LE RISORSE IMPIEGATE

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Azienda: Mission e Vision

Azienda: Mission e Vision Azienda: Mission e Vision Apple è l azienda che negli anni Settanta ha rivoluzionato il mercato informatico e che ha reinventato il personal computer con il suo Macintosh, introducendo l interfaccia grafica

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

Analisi delle performance delle imprese del comparto macchine ACIMGA

Analisi delle performance delle imprese del comparto macchine ACIMGA Analisi delle performance delle imprese del comparto macchine ACIMGA - Jacopo Mattei SDA Bocconi e Università di Ferrara Milano, 2 Luglio 2015 SITUAZIONE GENERALE L analisi è stata condotta su un campione

Dettagli

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86 Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer AGENDA La nostra storia Le conseguenze dell acquisizione di Sun L opportunità offerta dai sistemi Intel x86

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN L analisi del settore di riferimento Dr.ssa Emanuela d Arielli GLI

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

FINANZA AZIENDALE. III anno I semestre A.A. 2015/2016

FINANZA AZIENDALE. III anno I semestre A.A. 2015/2016 1-1 FINANZA AZIENDALE III anno I semestre A.A. 2015/2016 Docente Pierluigi Murro (p.murro@lumsa.it) Libro di testo 1-2 Principi di Finanza aziendale Autori: R.A. Brealey S.C. Myers F. Allen S. Sandri Settima

Dettagli

SUN MICROSYSTEMS PRESENTA I NUOVI SERVER X64 AD ALTA SCALABILITÀ: PER I DATACENTER, VIRTUALIZZAZIONE ED EFFICIENZA DI NUOVA GENERAZIONE

SUN MICROSYSTEMS PRESENTA I NUOVI SERVER X64 AD ALTA SCALABILITÀ: PER I DATACENTER, VIRTUALIZZAZIONE ED EFFICIENZA DI NUOVA GENERAZIONE SUN MICROSYSTEMS PRESENTA I NUOVI SERVER X64 AD ALTA SCALABILITÀ: PER I DATACENTER, VIRTUALIZZAZIONE ED EFFICIENZA DI NUOVA GENERAZIONE I nuovi server Sun basati su processore Intel Xeon fissano un nuovo

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

OSS IN ITALIAN BUSINNESS. Autore:Riccardo Corradino Mailto: info@riccardocorradino.info

OSS IN ITALIAN BUSINNESS. Autore:Riccardo Corradino Mailto: info@riccardocorradino.info OSS IN ITALIAN BUSINNESS Autore:Riccardo Corradino Mailto: info@riccardocorradino.info SOMMARIO OSS nelle aziende italiane OSS nel Businness LATO FORNITORE LATO CLIENTE OSS: quanto costa? Casi di studio

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013.

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013. Internet of Everything (IoE) I 10 risultati principali del sondaggio IoE Value Index di Cisco, condotto su un campione di 7.500 responsabili aziendali in 12 paesi Joseph Bradley Jeff Loucks Andy Noronha

Dettagli

NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo

NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo A cura di: Scaccia Simone, Sorvillo

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA

COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA UNA TECNOLOGIA SOLIDA COME L ACCIAIO GRAZIE A M-SOFT Yvo van Werde non avrebbe mai immaginato che il sistema pioneristico che aveva contribuito a sviluppare 19

Dettagli

INFORMAZIONE E MANAGEMENT STRATEGICO

INFORMAZIONE E MANAGEMENT STRATEGICO INFORMAZIONE E MANAGEMENT STRATEGICO CAP 10 IL SISTEMA DI PERFORMANCE MANAGEMENT DOCENTE: CHIARA DEMARTINI mariachiara.demartini@unipv.it Agenda Dal performance measurement al performance management Il

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

ICT e strategie. L influenza delle ICT sulla strategia

ICT e strategie. L influenza delle ICT sulla strategia ICT e strategie Information Systems Design L influenza delle ICT sulla strategia 1. Miglioramento dei processi decisionali strategici e di pianificazione e controllo 2. Strumento per perseguire la strategia

Dettagli

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI Il mantenimento delle relazioni con i clienti finali e il processo mediante il quale il fornitore soddisfa nel tempo le esigenze del cliente definite di comune

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 A u m e n t o d i c a p i t a l e M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 Contenuti La struttura e l attività del Gruppo BasicNet Il Business System L acquisizione del marchio K-Way e della licenza del marchio

Dettagli

FUSIONI E ACQUISIZIONI

FUSIONI E ACQUISIZIONI FUSIONI E ACQUISIZIONI 1. Fusioni e acquisizioni: concetti introduttivi 2. Il valore del controllo di un impresa 3. La redditività di un acquisizione 4. Alcuni tipi particolari di acquisizioni: LBO, MBO

Dettagli

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Anno Accademico: 2008/2009 DOCENTI: Prof.ssa Cecilia Rossignoli Dott. Gianluca Geremia Università degli Studi di Verona Dipartimento di Economia Aziendale

Dettagli

Gli assetti a popolazione

Gli assetti a popolazione Gli assetti a popolazione Lo strategic network (mercato auto) L industrial network (filiera, distretto) I business network (eterarchia-relazione) Il policy network (politica pubblica) Le filiere IL SETTORE

Dettagli

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA ESPANSIONE INTERNAZIONALE, MAGGIORE INTEGRAZIONE NELLA GESTIONE DEI DATI E MIGLIORAMENTO DELLA STANDARDIZZAZIONE DELLE PROCEDURE,

Dettagli

Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo. Fabrizio Cristante Direzione Servizi Software Venco Computer S.p.A.

Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo. Fabrizio Cristante Direzione Servizi Software Venco Computer S.p.A. Venco Computer e Symantec: insieme per soluzioni di successo Venco Computer DSS Divisione Software e Servizi Progettazione, Realizzazione, Gestione e Active Monitoring di Infrastrutture informatiche fisiche

Dettagli

- Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano

- Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano 1918: primo costruttore di motociclette del mondo - Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano Anni 50: quota di mercato del 60% Ingresso dei

Dettagli

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa INDICE 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa 2. Una storia di successo 3. Valori che fanno la differenza Prezzo Servizio clienti Sicurezza degli acquisti Facilità e flessibilità Innovazione e tecnologia

Dettagli

Corso di Analisi Strategiche Sviluppo delle Risorse e delle Competenze. Prof. V. Maggioni Facoltà di Economia S.U.N.

Corso di Analisi Strategiche Sviluppo delle Risorse e delle Competenze. Prof. V. Maggioni Facoltà di Economia S.U.N. Sviluppo delle Risorse e delle Competenze Facoltà di Economia S.U.N. Vi è comunemente poca conoscenza del legame che intercorre tra risorse e competenze. Numerose ricerche dimostrano come le imprese che

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

Prevedere eventuali allegati (CV, piani operativi, documenti sulla protezione della P.I., ecc.).

Prevedere eventuali allegati (CV, piani operativi, documenti sulla protezione della P.I., ecc.). Premessa e guida per la compilazione Il Business Plan deve essere riferito al primo triennio di attività, deve essere sintetico (lunghezza massima 20 pagine), chiaro, esaustivo ma, soprattutto, deve convincere

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

applicazioni aziendali più eseguire e controllare fondamentali per il business grazie a sofisticate funzioni di auto-gestione

applicazioni aziendali più eseguire e controllare fondamentali per il business grazie a sofisticate funzioni di auto-gestione Semplicità e flessibilità con il primo server con tecnologia IBM i5 520 Le piccole e medie imprese desiderano concentrarsi sul proprio business e non sull infrastruttura IT. IBM _` i5 520 offre non solo

Dettagli

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa Conclusioni 1 L Area Nord: rispetto a 5 anni fa L Area Nord, nonostante la crisi del 2009 che ha peggiorato le condizioni rispetto al 2008, è comunque cresciuta in termini di ricavi del 25% rispetto al

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione del vostro business. Famiglia IBM System i

Soluzioni innovative per la semplificazione del vostro business. Famiglia IBM System i Soluzioni innovative per la semplificazione del vostro business Famiglia IBM System i Caratteristiche principali E una piattaforma dalle prestazioni elevate, che offre alta affidabilità e sicurezza, per

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il ruolo dei Venture Capital (VC) nel finanziamento dello sviluppo industriale e economico è esemplificato da alcuni dati. Nel 2006,

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti Migrazione delle soluzioni SAP a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo Indice dei contenuti 1. Comprendere a fondo le opzioni Linux a disposizione.................... 2 2. Creare un business

Dettagli

LE CINQUE STRATEGIE COMPETITIVE DI BASE

LE CINQUE STRATEGIE COMPETITIVE DI BASE Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani LE CINQUE STRATEGIE COMPETITIVE DI BASE A cura di: Fausto Chironi, Andrea Panichi Cap. 5, Thompson A., Strickland

Dettagli

Competere nei mercati internazionali

Competere nei mercati internazionali Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani Competere nei mercati internazionali A cura di: Martina Fiordigigli Silvia Gardini Cap. 7, Thompson A., Strickland

Dettagli

Virgin: un impresa diversificata. Fonte: Grant (2005)

Virgin: un impresa diversificata. Fonte: Grant (2005) Virgin: un impresa diversificata Fonte: Grant (2005) 1 Le motivazioni alla base della diversificazione Mancanza di opportunità nel settore di origine Sfruttamento di attuali risorse e competenze eccellenti

Dettagli

LA SFIDA DELLA RIDUZIONE DEL DEFICIT DELLE PARTITE CORRENTI DEGLI STATI UNITI

LA SFIDA DELLA RIDUZIONE DEL DEFICIT DELLE PARTITE CORRENTI DEGLI STATI UNITI LA SFIDA DELLA RIDUZIONE DEL DEFICIT DELLE PARTITE CORRENTI DEGLI STATI UNITI INTRODUZIONE La problematica esposta nella sezione dell Economic Outlook dell OECD, The challanges of narrowing the US current

Dettagli

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI URBINO Carlo Bo FACOLTA' DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA AZIENDALE CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE Alessandro

Dettagli

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business Sistemi IBM _` iseries Caratteristiche principali Fornisce modalità più veloci, estremamente affidabili e sicure

Dettagli

Vitaminic: : Il software libero e la new economy. Vittorio Bertola VP, Technology

Vitaminic: : Il software libero e la new economy. Vittorio Bertola VP, Technology Vitaminic: : Il software libero e la new economy Vittorio Bertola VP, Technology Pluto Meeting Terni, 9 Dicembre 2001 La prima domanda Perché una presentazione in Powerpoint su Windows 98 e con un template

Dettagli

IBM System i5 520 Express

IBM System i5 520 Express Un unico sistema adatto a qualsiasi applicazione, con eccezionale rapporto prezzo/prestazioni IBM System i5 520 Express Caratteristiche principali Sistema operativo, database e Funzioni integrate di tool

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Finanza Aziendale. Lezione 13. Introduzione al costo del capitale

Finanza Aziendale. Lezione 13. Introduzione al costo del capitale Finanza Aziendale Lezione 13 Introduzione al costo del capitale Scopo della lezione Applicare la teoria del CAPM alle scelte di finanza d azienda 2 Il rischio sistematico E originato dalle variabili macroeconomiche

Dettagli

L ascensore: scende o sale? Tendenze dell Industria italiana di Ascensori e Scale Mobili. A cura del Servizio Centrale Studi Economici ANIE

L ascensore: scende o sale? Tendenze dell Industria italiana di Ascensori e Scale Mobili. A cura del Servizio Centrale Studi Economici ANIE Tendenze dell Industria italiana di Ascensori e Scale Mobili A cura del Servizio Centrale Studi Economici ANIE Con il contributo di: INDICE Premessa pag. 1 1. CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE E SOMMARIO pag.

Dettagli

edizione a cura di L Osservatorio AUB sulle aziende familiari italiane Guido Corbetta, 4 dicembre 2014

edizione a cura di L Osservatorio AUB sulle aziende familiari italiane Guido Corbetta, 4 dicembre 2014 Cattedra AldAF EY di Strategia delle Aziende Familiari in memoria di Alberto Falck 6 L Osservatorio AUB sulle aziende familiari italiane edizione a cura di Guido Corbetta, Alessandro Minichilli, Fabio

Dettagli

Cina e India cambiano l economia mondiale. Michela Floris micfloris@unica.it

Cina e India cambiano l economia mondiale. Michela Floris micfloris@unica.it Cina e India cambiano l economia mondiale Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa L Asia non è nuova a miracoli economici Giappone, Corea del Sud, Cina e India sono protagonisti di una rapida crescita

Dettagli

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Economia e Organizzazione Aziendale Modulo 3 - La strategia aziendale Unità didattica 1 - Strategia: contenuti, oggetti, finalità Antonio Dallara Caratteristiche

Dettagli

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Uffix Srl è una realtà attiva nella vendita, assistenza e noleggio di sistemi per l ufficio, a cui si aggiungono

Dettagli

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua CONTENUTO Conosciamo CONOSCIAMO IL VOSTRO SETTORE Conosciamo Nell ultimo decennio il settore dell energia solare ha registrato una crescita senza

Dettagli

Il SOFTWARE: UN INDUSTRIA PER L ITALIA. Mario Bolognani

Il SOFTWARE: UN INDUSTRIA PER L ITALIA. Mario Bolognani Il SOFTWARE: UN INDUSTRIA PER L ITALIA Mario Bolognani La ripartizione tra hardware e software (1997-2004) 1997 2004 44% 44% 35% 56% 21% Hardware e assistenza tecnica Software e servizi Hardware e assistenza

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Modelli di e-business Introduzione ai settori industriali. Michele Gorgoglione michele.gorgoglione@poliba.it

Modelli di e-business Introduzione ai settori industriali. Michele Gorgoglione michele.gorgoglione@poliba.it Modelli di e-business Introduzione ai settori industriali Michele Gorgoglione michele.gorgoglione@poliba.it Sommario Internet La new economy la bolla finanziaria dopo il 2001 Il commercio elettronico nel

Dettagli

IBM System i 515 Express

IBM System i 515 Express Ottenere il massimo dagli investimenti IT IBM System i 515 Express Caratteristiche principali Sistema operativo e database Tool integrati per ottimizzare le integrati. performance e la gestione via web.

Dettagli

L individuazione del lock-in

L individuazione del lock-in L individuazione del lock-in Docente: Alessandro Minello Savian Dario 808548 1 Lock in Switching cost : costi di transizione da una tecnologia ad un altra Es. compro un Mac e tutto il software associato

Dettagli

Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE

Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE GESTIONE PRESENZE E ASSENZE Per gestire le presenze e assenze del personale secondo criteri di efficienza operativa, occorre una soluzione adattabile alle singole esigenze,

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Storia 1985: Nasce per mano dell imprenditore irlandese Tony Ryan. Lo scopo è quello di collegare per via aerea Irlanda e Gran Bretagna, come alternativa

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

ASP: ORIGINI, CARATTERISTICHE E OGGETTO DI PRODUZIONE 1

ASP: ORIGINI, CARATTERISTICHE E OGGETTO DI PRODUZIONE 1 INDICE CAPITOLO PRIMO ASP: ORIGINI, CARATTERISTICHE E OGGETTO DI PRODUZIONE 1 1. La nascita degli ASP nell ambito dell evoluzione tecnologica indotta dalla «Net Economy»...1 2. Le evoluzioni tecnologiche

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT CUSTOMER SUCCESS STORY Ottobre 2013 AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT PROFILO DEL CLIENTE Settore: Manifatturiero Azienda: AT&S Dipendenti: 7500

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

Il Factoring nelle piccole e medie imprese

Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il contesto macroeconomico Il Sistema Bancario e le PMI L intervento del Factoring, 25 Gennaio 2010 1 Credemfactor Spa 2 2 Lo scenario Macroeconomico 3 3 Lo scenario

Dettagli

GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4. Angelo BONOMI

GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4. Angelo BONOMI GESTIONE KNOW HOW E MANAGEMENT DELLE TECNOLOGIE LEZIONE 4 Angelo BONOMI TECNOLOGIA E STRATEGIE INDUSTRIALI La tecnologia è da sempre un fattore importante delle strategie industriali In linea generale

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Casale SA.. Utilizzata con concessione dell autore. Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Partner Nome dell azienda Casale SA Settore EPC

Dettagli

La scelta della strategia di marketing

La scelta della strategia di marketing LA SCELTA DELLA STRATEGIA DI L obiettivo che l impresa deve perseguire in questa fase è quello di individuare la strategia di marketing che sia in grado di offrire all impresa il mezzo per realizzare i

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Facoltà di Ingegneria Corso di Marketing Industriale Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Pianificazione e sviluppo di un nuovo

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali.

Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Saetech Group è un azienda di Online Trading che opera nel settore ICT e nei settori chiave di supporto ai mercati internazionali. Nasce nel Luglio del 2007 come Family Company in seguito agli investimenti

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Economia e gestione delle imprese La strategia e la gestione ambientale dott. Matteo Rossi Benevento, 12 febbraio 2008 Gli argomenti del corso ANALISI DELLE FUNZIONI PRIMARIE DELL IMPRESA LA GESTIONE INTEGRATA

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope La rilevanza del risk management nella gestione d impresa Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope Le nozioni alternative di rischio L approccio tradizionale-assicurativo: il rischio

Dettagli