Mobilità nel pubblico impiego, Cgil Cisl Uil: necessario confonto per soluzioni innovative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mobilità nel pubblico impiego, Cgil Cisl Uil: necessario confonto per soluzioni innovative"

Transcript

1 dellavoro Quotidiano Cisl fondato nel 1948 da Giulio Pastore ISSN y(7ha0b0*qnoklo( +[!=!"!#!" Anno 66 - N. 228 Direttore: Annamaria Furlan - Direttore Responsabile: Raffaella Vitulano - Direzione e Redazione: Via Po, Roma - Tel Fax Proprietà Conquiste del Lavoro Srl. Società sottoposta a direzione e coordinamento esercitata da altri soggetti. Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n.250/90 e successive modifiche ed integrazioni. Amministratore unico: Maurizio Muzi - Sede legale: Via Nicotera, Roma - Tellefono Amministrazione, Uff. Pubblicità, Uff. Abbonamenti: Via Po, 22 i Roma - Telefoni / /3, Fax Registraz. Tribunale di Roma n. 569 / Autorizz. affissione murale n del Sped. in abb. post. D.L.353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art.1 comma 2 DCB - Roma. Filiale di Roma. Non restituire al mittente - Stampa: Stampa Quotidiana srl, Loc. casale marcangeli, Oricola (AQ); Poligrafico Europa Srl, Via E. Mattei, 2 Villasanta (MB). Una copia E 0,60 - Arretrata E 0,82. Abbonamenti: annuale E 103,30; iscritti alla Cisl E 41,50; estero E 155,00. C.C. Postale n intestato a: Conquiste del Lavoro, Via Po, Roma Mobilità nel pubblico impiego, Cgil Cisl Uil: necessario confonto per soluzioni innovative Furlan: ancora insufficiente lamediazione delgoverno Non adeguata. Così Annamaria Furlan valuta la proposta di mediazione fatta ieri dal Governo su Ast che non ha consentito di giungere ad un accordo che tenesse in equilibrio le richieste dell azienda e quelle del sindacato. Aggiunge il segretario generale della Cisl: Continuiamo a credere che la trattativa non sia chiusa ed auspichiamo anzi di riprendere al più presto il confronto. Certo, il comportamento rigido e conflittuale dell azienda durante la trattativa e la celerità con cui ha riaperto la procedura di mobilità e disdettato tutti gli accordi aziendali di secondo livello non aiuta a ritrovare il clima di serenità utile a riaprire il negoziato. Chiediamo a ThyssenKrupp il massimo senso di responsabilità per riportare la trattativa nei normali confini di un confronto civile che possa consentire di arrivare ad un accordo che sia la giusta mediazione fra le richieste di efficientamento dell azienda e le ragioni del sindacato che mirano allo sviluppo, al consolidamento ed alla salvaguardia dei livelli occupazionali di un polo industriale di eccellenza del nostro sistema produttivo come quello di Terni. La Cisl auspica un intervento straordinario da parte del Governo e delle istituzioni locali perché usino tutti gli strumenti finanziari, interventi di politiche attive del lavoro e di politica industriale a cominciare dalla riduzione del costo dell' energia, in grado di far ripartire il confronto per arrivare ad un accordo che metta in sicurezza il futuro industriale, produttivo, occupazionale di Ast e dei suoi lavoratori. Jobs act, Renzi vince al Senato Ma le regole non sono tutto pprendiamo dal question time del Ministro AMadia di mercoledì che alcune materie che hanno sempre riguardato la contrattazione vengono affrontate, come si faceva negli anni 50-60, con provvedimenti legislativi. E il caso della mobilità del personale tra amministrazioni diverse, e delle necessarie tabelle di equiparazione tra personale appartenente a contratti diversi e con inquadramenti e retribuzioni differenti. Così in una nota Cgil Cisl e Uil, che aggiungono: Riteniamo imprescindibile che per favorire la mobilità obbligatoria non si possa eludere un confronto di merito fra sindacato e controparte, atteso peraltro che il Testo Unico 165/2001, ancora in vigore, ha proprie procedure ed un soggetto che rappresenta la controparte (l Aran). L atteggiamento del Governo è dare per scontato che su queste tematiche non vi possa essere condivisione. Sulla valutazione, proprio attraverso la contrattazione, abbiamo stabilito strumenti molto impegnativi e Tirreno Power, firmato accordo per 53 esuberi a Vado Ligure. Flaei: ora servono certezze sul futuro produttivo concreti ed anche elementi che hanno evitato soprusi. Infatti, la valutazione deve essere oggettiva e soprattutto trasparente, cosa che non sempre avviene. Mentre sulle tabelle di equiparazione troppo diverse sono le normative contrattuali fra i diversi comparti, e, pertanto hanno bisogno di un confronto fra coloro che hanno partecipato alle varie fasi contrattuali e che ne hanno stabilito le norme. Il sindacato confederale non si è mai tirato indietro, anche nel pubblico impiego, nel valutare, proporre e concordare soluzioni innovative, sempre nell interesse dei cittadini e dei lavoratori pubblici. Questa autosufficienza non pagherà, anche perché con i lavoratori, ci parlano e li rappresentano le organizzazioni sindacali. Sfida d acciaio A pagina 5 D Onofrio a pagina 5 Ilva Genova, sì definitivo per i lavori di pubblica utilità. Per 704 lavoratori c è l integrazione al reddito a pagina 7 Salta la trattativa, Thyssen licenzia. E a Terni scoppia la protesta. Fim: il negoziato va riaperto, gravi responsabilità dell azienda. Il governo tenta l ultima mediazione Duro scontro interno al Pd dopo il voto di fiducia del Senato al maxiemendamento sul Jobs act. Il provvedimento passa ora alla Camera. Se ben funziona, può essere uno strumento straordinario per superare la precarietà, ma sono gli investimenti, l innovazione e la ricerca che creano posti di lavoro, sottolinea Furlan. CURIOSAmente Guadagni a pagina 2 IL BLOG DEL DIRETTORE Quando si dice calcolo del Pil Fiat Termini Imerese, oggi giorno decisivo per lavoratori Incontro decisivo, oggi al Mise, per la soluzione della vertenza Fiat di Termini Imerese. Per noi - afferma il segretario nazionale Fim, Ferdinando Uliano - è una giornata decisiva per dare una risposta occupazionale e industriale agli oltre mille lavoratori coinvolti nella chiusura dello stabilimento di Termini Imerese. L obiettivo del sindacato è la reindustrializzazione del sito siciliano. Ci aspettiamo, dice Uliano, da parte di tutti i soggetti coinvolti un atteggiamento responsabile per arrivare ad una soluzione positiva della vertenza. Note Book Twitter feed, il contenuto si è fatto furbo La pubblicazione dei contenuti sui social è faticosa. Questo strumento fa sicuramente al caso vostro. Benvenuti a pagina 8 a pagina 3

2 2 SPARLAMENTO IL BLOG DI MASSIMILIANO LENZI Renzi e la ruota della Fortune Matteo Renzi baciato dalla Fortune. La rivista americana ha pubblicato la consueta classifica annuale dei 40 quarantenni più influenti al mondo. E nei top, quest anno, è salito anche il premier italiano Renzi. Primi a pari merito si sono piazzati i fondatori di Uber, la piattaforma che ha rivoluzionato il mondo dei taxi, e di AirBnb, il sito per prenotare case o stanze a prezzi accessibili in giro per il mondo. Subito dietro il sempiterno Mark Zuckerberg, fondatore e amministratore delegato di Facebook. Poi, lui, il rottamatore. Lì, fermo, davanti ai capi di aziende multinazionali come Jan Koum di Whatsapp, Tom Farley guida del New York Stock Exchange, Jack Dorsey di Twitter, Marissa Meyer di Yahoo. Renzi, per gli americani, è oggi un influencer. Ed in Italia, nel Pd, cosa pensano dell ex sindaco di Firenze? Lo criticano, a cominciare dalla sinistra interna al Partito democratico, ma al tempo stesso scelgono, votando, di dargli una delega in bianco sulla riforma del lavoro con focus sulla sorte dell'articolo 18. Certo, Fassina dice che andrà in piazza, Tocci annuncia dimissioni, qualche schermaglia interna segue ma senza conseguenze di sostanza. Il fatto è che in questo periodo, nel lotto della politica italiana, a Renzi la ruota (della fortuna e del consenso dell opinione pubblica) gira. Eccome. Si oppongono i Landini, la Camusso, dando però la chiara impressione di posizioni vetero, sconosciute al riformismo migliore del nostro Paese. Ecco, l interrogativo, al di là della classifiche che arrivano dagli Stati Uniti, sta proprio lì: nella misura del tasso del riformismo di Ma- Renzi. Al Senato ha vinto sul Jobs Act, alla Camera avrà gioco facile ma quanto di vero riformismo c è in lui? Cambiare il Paese, per usare un suo slogan, cambiare verso, è un impegno difficile. Anzi, difficilissimo. I risultati e la reale efficacia delle riforme poi li si potranno misurare soltanto sui numeri: il miglioramento delle condizioni economiche degli italiani, i prametri della produzione industriale e della crescita, lo stato di salute delle imprese italiane. In una parola - volendo fare una battuta - in una fortune per tutti (e non solo per Matteo). Massimiliano Lenzi conquiste del lavoro attualità Jobs act, Furlan: Può essere strumento contro la precarietà, ma servono investimenti e innovazione Crescitaesviluppo: solocosìsicrealavoro Le misure principali del Jobs Act NEOASSUNTI Per i nuovi assunti a tempo indeterminato a tutele crescenti, il reintegro per licenziamenti economici è sostituito dal solo indennizzo crescente con l anzianità DISCIPLINARI GRAVI Per i neoassunti possibilità di reintegro, per i licenziamenti ingiustificati di natura disciplinare particolarmente gravi, le cui fattispecie saranno poi specificate nel decreto delegato DISCRIMINATORI Il reintegro previsto dall articolo 18 dello Statuto dei lavoratori resta per i licenziamenti discriminatori Passa dunque alla Camera il Jobs act che nella notte tra mercoledì e giovedì ha superato la prova del Senato con il voto di fiducia al Governo sul maxiemendamento con 165 sì, 111 no e due astensioni. A favore anche la minoranza del Pd, che pure mette agli atti un documento critico sul provvedimento e le dimissioni del senatore civatiano Walter Tocci. Il voto è arrivato dopo una lunga giornata di durissime e plateali contestazioni in aula da parte di 5 Stelle e Lega che hanno impedito il via libera in contemporanea con il vertice europeo sull occupazione a Milano, presieduto da Renzi. Il premier italiano ha peraltro incassato l apprezzamento sulla riforma del lavoro da parte di Napolitano e il processo Stato-mafia Noaprotagonismideimagistrati mancava anche questa, avrà pensato Giorgio Napolita- Eci no nell apprendere della richiesta di Totò Riina e Leoluca Bagarella di poter partecipare all audizione del capo dello Stato al processo sulla presunta trattativa Stato-mafia. L Avvocatura dello Stato si era opposta alla presenza dei due boss mafiosi alla deposizione. I Pubblici ministeri del processo invece lo ritenevano possibile. La Corte ha dato ragione all Avvocatura. L interpretazione della norma sulla deposizione del capo dello Stato nel senso di una esclusione della presenza degli imputati - sostiene la Corte - non appare in contrasto con alcuna disposizione costituzionale o sovranazionale sul diritto di difesa. Il diritto CONTRATTI STABILI Promozione del contratto a tempo indeterminato rendendolo più conveniente rispetto ad altri tipi di contratto in termini di oneri diretti e indiretti MENO TIPOLOGIE Drastico riordino delle tipologie contrattuali, con l abolizione delle forme più permeabili agli abusi e più precarizzanti, come i contratti di collaborazione a progetto (Co.Co.Pro.) DEMANSIONAMENTO Possibile in caso di riorganizzazione aziendale, ma con limiti alla modifica dell inquadramento AMMORTIZZATORI 1,5 miliardi aggiuntivi per i nuovi ammortizzatori sociali. Si punta anche sulle politiche attive e su una maggiore tutela della maternità SALARIO MINIMO Resta l obiettivo di introdurre il compenso orario minimo anche per i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, nei settori non regolati da contratti nazionali VOUCHER Il ricorso ai voucher viene esteso ma torna il tetto dei euro l anno di difesa - spiegano i giudici - è adeguatamente assicurato dall assistenza tecnica dei difensori che lo esercitano in forza di un potere di rappresentanza legale. Comunque, il chiacchiericcio mediatico continuerà penalizzando Napolitano, con tutto quello che questo comporta. C è voluta una sentenza della Corte Costituzionale per far distruggere le conversazioni telefoniche tra l ex vice presidente del Csm, ministro dell Interno e presidente del Senato, Nicola Mancino, e Napolitano, dichiarate comunque dai giudici irrilevanti ai fini degli approfondimenti giudiziari sulla trattativa. Quelle intercettazioni non potevano essere fatte. La loro eliminazione si è trascinata dietro, in una fetta dell'opinione pubblica meno informata, un senso di sfiducia nelle istituzioni che a loro avviso, comunque, tutelano i potenti e puniscono al solito i cittadini comuni. Il presidente della Repubblica deporrà il 28 ottobre su fatti che già ha dichiarato di non conoscere quando ha risposto alla richiesta dei giudici di Palermo. Dovrà riferire sulla lettera inviatagli da Loris D Ambrosio, deceduto nel luglio del 2012, in cui il consigliere giuridico del Quirinale riferiva i timori sorti dopo le polemiche per le telefonate intercettate fra lui e Nicola Mancino. Napolitano non si è sottratto all audizione. Resta il tema, quanto mai attuale, di come salvaguardare le alte cariche dello stato da provvedimenti che si possono FERIE SOLIDALI Confermata la possibilità per il lavoratore che ha un plus di ferie di cederle a colleghi che ne abbiano bisogno per assistere figli minori che necessitano di cure CONTRATTI SOLIDARIETÀ Semplificazione del campo di applicazione potenziandone l utilizzo in chiave espansiva, per aumentare cioè l organico riducendo l orario di lavoro e la retribuzione del personale ANSA trasformare in boomerang per la credibilità delle istituzioni, fermo rimanendo la necessità che tutti, ma proprio tutti, siano uguali davanti alla legge. Sono tanti i magistrati che svolgono il proprio lavoro in silenzio, dedicando la propria esistenza al Servizio della giustizia, non ritenendosi assolutamente dei giustizieri. Altri, invece, non hanno minimi dubbi sull opportunità e giustezza delle loro prese di posizioni. Sono talmente sicuri di essere nel giusto, e di avere tutti contro, che utilizzano in particolare i media per enfatizzare i loro convincimenti in modo che la mediaticità sia un antidoto alla voglia d insabbiamento che, a loro avviso, i potenti hanno sempre e comunque intenzione di esercitare. E ovvio che anche la stampa ha le sue responsabilità quando - al di là dei tanti (troppi) codici deontologici - si presta ad operazioni di supporto interessato. I giudici parlano solo attraverso le sentenze sostiene la maggior parte dei magistrati avvicinati molti leader europei, a partire dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, e del segretario generale dell Ocse Gurria. Il nodo irrisolto resta quello dell articolo 18. La norma che aprire all ennesimo ritocco (il precedente risale a soli due anni fa) è l introduzione per le nuove assunzioni, del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all anzianità di servizio. Osserva Annamaria Furlan: Spero si realizzi un confronto su ogni punto del Jobs Act perché le competenze sul lavoro le hanno sindacati e imprese. Comunque il Jobs act, se ben funziona, può essere uno strumento straordinario per superare la precarietà, ma sono gli investimenti, l innovazione e la ricerca che creano posti di lavoro. Ospite mercoledì sera a Otto e mezzo su La7 al termine del suo primo giorno da segretario generale della Cisl, Furlan ha aggiunto: Tutta la passione che vedo nella politica su articolo 18 e regole mercato le vorrei vedere nella costruzione di posti di lavoro: le regole del mercato del lavoro sono importanti ma non creano nuovi posti, bisogna ripartire dalla crescita e lo sviluppo. Apprezzo piuttosto le cose che Renzi porta avanti in Europa: il Fiscal compact strangola i Paesi. Sul lavoro non credo ci saranno tavoli separati con Cisl e Uil da un lato e Cgil dall altro. La Cgil farà la sua manifestazione, noi incontreremo le persone nelle piazze. Quanto al Tfr in busta paga se Renzi vuole utilizzarlo davvero perché ripartano i consumi deve essere a costo zero: tasse zero per per questa operazione. Giampiero Guadagni dai giornalisti. Il magistrato, in particolare il Pm, non è il protagonista del processo, quando lo diventa c è qualcosa che non funziona e con molta probabilità quello che dovrebbe essere un giusto processo diventa ingiusto perché il giudice non è più terzo, ma primo attore di tesi che nemmeno difronte a fatti incontrovertibili è disposto a cambiare. Il processo a Enzo Tortora è il caso emblematico di malagiustizia da tenere sempre a mente. Il nuovissimo Consiglio superiore della magistratura, al di là dell assoluta autonomia che i giudici devono avere, dovrà occuparsi con più efficacia propositiva e punitiva su protagonismi fuorvianti e delegittimanti per tutta la categoria. E norme restrittive vanno imposte ai magistrati che decidono di abbandonare la toga e scendere o salire - in politica. Nella fattispecie da un giorno all altro non si può cambiare abito. Elia Fiorillo

3 3 Yahoo taglia 400 posti di lavoro a Bangalore, il 3% del di tutto il personale Dovranno lasciare il proprio posto di lavoro i 400 dipendenti di Yahoo nella sede indiana di Bangalore. La società ha infatti lasciato a casa i lavoratori nell ambito di una delle maggiori riduzioni della forza lavoro decise dall amministratore delegato, Marissa Mayer. A riportare la notizia è il Wall Street Journal, secondo il quale i tagli al personale rappresentano il 3 per cento circa della forza lavoro totale: i tagli coinvolgono infatti circa persone e corrispondono a circa un terzo dello staff attualmente presente a Bangalore. Secondo quanto riferisce un portavoce della società, l azienda cerca modi per ottenere una maggiore efficienza, collaborazione e innovazione nelle varie attività. Fondi Ue: oggi a Milano incontro ministri della coesione Nell'ambito del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell'ue, oggi si terrà a Milano l incontro informale dei ministri europei della Coesione. Politiche di coesione e governance economica, una relazione complementare è l'argomento al centro del confronto, per contribuire al rilancio della crescita e dell'occupazione nella Ue, nel momento di passaggio alla nuova programmazione dei Fondi europei Il meeting vedrà la partecipazione di Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla Coesione Territoriale, che interverrà e chiuderà l'incontro, di Johannes Hahn, Commissario Europeo per le Politiche Regionali, del Comitato per lo Sviluppo regionale del Parlamento europeo ) e degli altri ministri dell'unione. Usa. Le compagnie devono riconoscere che i lavoratori hanno fatto sacrifici per risollevare il settore dell auto SindacatoUawchiedeaumenti salariali anche per i nuovi assunti conquiste del lavoro global Il sindacalismo americano è pronto per affrontare una delle stagioni più difficili ma anche più promettenti della sua recente storia. L'Uaw, il sindacato dell'automotive che ha visto il numero degli iscritti aumentare del 2% nel 2013, è pronto a dare il via ai colloqui con gli automakers che, nel corso dell'ultimo anno, hanno realizzato 14,4 miliardi di profitti. Molti i temi sul tavolo a partire dagli aumenti salariali, alla chiusura del gap retributivo fra nuovi e vecchi assunti, al ripristino del diritto di sciopero, sospeso in seguito agli accordi presi per il salvataggio di General Motors e Chrysler nel momento di crisi più difficile. Sullo sfondo, ci sono i progressi dei sindacati di minoranza all'interno delle fabbriche. L'esperimento, iniziato con la formazione della Local 42 nella fabbrica della Volkswagen di Chattanooga, nel sud degli Stati Uniti, ha guadagnato non solo consensi ma anche proseliti: l'uaw ha infatti annunciato la costituzione di un nuovo sindacato per soli iscritti, la Local 112, nella fabbrica della Mercedes di Vance in Alabama. Un autunno che si preannuncia dunque particolarmente turbolento per l'uaw anche considerando che, in seguito al cambio della guardia, il sindacato si trova nel mezzo di un processo di ristrutturazione interna, come ha spiegato il nuovo presidente, Dennis Williams, in una recente intervista al Detroit News. Il leader dell'uaw è consapevole che la priorità assoluta è quella di aumentare i salari per i veterani e per i nuovi assunti. CURIOSAmente IL BLOG DEL DIRETTORE Quando si dice calcolo del Pil è chi sostiene che troppe C regole nel mercato del lavoro non invoglino gli investitori. Ma non saranno piuttosto criminalità organizzata e corruzione a metterli in fuga? Il regolamento per calcolare l incidenza sul Pil dell economia illegale, adottato dall Istat su indicazione di Eurostat e in vigore da ottobre, proprio non convince e approda in commissione Antimafia: droga, prostituzione e contrabbando sono in gran parte controllate dalla criminalità organizzata e perlopiù estranee al concetto di consenso volontario. E l aver incluso questi proventi nel calcolo ufficiale del Pil dei Paesi Ue E' per questo motivo che il sindacato non esclude il ricorso allo sciopero: Non vogliamo uno scontro senza che ce ne sia la necessità ha spiegato Williams chiediamo solo che le compagnie riconoscano che i nostri membri hanno fatto sacrifici. Sacrifici che hanno contribuito a risollevare l'intero settore e, in particolare, le sorti delle Big Three di Detroit che, dal 2011, hanno aggiunto 28 mila posti di lavoro e elargito sembra a tutti gli effetti un umiliante tentativo di crescita artificiale dell Unione. Da secoli, però, le ricette economiche sembrano puntare più sui vizi privati che sulle pubbliche virtù. Il mondo, ad esempio, cambiò per sempre quando una tale Lewinsky si avvicinò troppo all ex presidente Usa Bill Clinton. Volontariamente? Mah, va a sapere. Qualche maligno suggerisce che l intero scandalo fu montato ad arte dai repubblicani più ultraliberisti e ultraconservatori, fino al ricatto finale. Per Bill fu facile scegliere tra la defenestrazione con impeachment da un lato e il pass per il Nafta, il divieto della bonus record ai dipendenti. Il sistema del doppio livello salariale sarà un altro importante banco di prova del sindacato che può però contare su un primo punto segnato dalla Local 2335 nella fabbrica della Lear ad Hammond in Indiana. I lavoratori dell'azienda, produttrice di componenti automobilistici, hanno ottenuto un nuovo contratto una settimana dopo aver scioperato per una giornata. Il nuovo contratto abolisce il doppio livello e permette ai lavoratori di iniziare il loro impiego con una retribuzione di 16,50 dollari che salirà, progressiva- mente, fino a 21,58 dollari. Per molti lavoratori, che ricevevano i comunemente detti salari da fast food, si tratterà di ricevere aumenti annuali per oltre 15 mila dollari. regolamentazione dei derivati e la cancellazione della Glass-Steagall Act (la legge che separava le banche commerciali da quelle private) dall altro. Un triplo salto mortale che ricorda a qualcuno il siluro destinato all ex presidente dell Fmi Strauss Kahn in un altro intrigo di sesso, potere, bugie, finanza e derivati. E così - grazie ad un rapporto eccessivamente amichevole tra Clinton e Wall Street - che fu servito al pianeta il disegno di legge sulla deregulation bancaria più radicale e distruttivo della storia americana. Dopo 66 anni i vincoli voluti da Roosvelt furono finalmente messi in soffitta. Ai banchieri, pare, costò soltanto qualche migliaio di dollari offerti all innocua e rubiconda stagiaire. Più pil per tutti, nel mondo, sia pure con armi e contrabbando. Ed ecco che Clinton ruppe anche l accordo che l Amministrazione di George H.W. Bush fece nel 1990, quando Mosca acconsentì alla riunificazione della Germania (che diventò membro Nato) e in cambio Washington convenne che non ci sarebbe stata nessuna espansione della Nato verso est. Ma dopo il 1999 sappiamo com è andata, e oggi le esercitazioni militari arrivano anche là. E a proposito di armi: nel calcolo del pil restano fuori i proventi dello specifico contrabbando, tuttavia le uscite per gli armamenti saranno considerati Lo scenario è dunque cambiato rispetto al periodo più intenso della crisi. L'economia americana è in ripresa e continua ad aggiungere posti di lavoro: con l'aggiunta di 248 mila posti a settembre il tasso di disoccupazione si attesta ora al 5,9%. Sembra dunque arrivato il momento di puntare sulla qualità dei nuovi posti creati attraverso un'azione sindacale coesa. Un'azione a cui contribuirà la nuova Uaw Local 112, un sindacato di minoranza appena formatosi nella fabbrica della Mercedes di Vance in Alabama con il supporto del Comitato aziendale globale della Daimler e dell'ig Metall. Così come nel caso di Chattanooga, il sindacato rappresenterà solo i propri membri e a nessun impiegato sarà richiesto di iscriversi. Dennis Williams ha sottolineato come la Local 112 parteciperà attivamente alla vita dell'azienda migliorando qualità e produttività per garantire il successo di azienda e lavoratori. I sindacati di minoranza fanno dunque il loro ingresso nella fabbrica della Mercedes, che impiega lavoratori a tempo pieno e circa mille temporanei, dopo che per anni i tentativi di sindacalizzare le fabbriche del sud attraverso le consultazioni erano falliti. Il cambio di strategia dell' Uaw potrebbe rappresentare una chiave di volta per il sindacalismo americano come ha sottolineato ancora Williams: Quello che succede qui ha concluso il leader dell'uaw - è importante per il futuro di tutto il lavoro organizzato. Manlio Masucci investimenti. Potrebbero aver pensato così anche Oltreoceano, dato che uno studio commissionato dalla Ue al Conflict Armament Research rivelava ieri che le munizioni che lo Stato islamico sta impiegando nella sua campagna in Siria settentrionale e in Iraq provengono dagli Usa e da altri Paesi alleati contro il gruppo jihadista. Nel mare di illazioni, la risposta di Obama alla crisi finanziaria resta come quella della Ue sbilenca e inadeguata: le corporates e le banche hanno ricevuto incassi sontuosi, mentre le famiglie sono state deluse da piani radicalmente sottodimensionati per stimolo della crescita e riduzione del debito.

4 4 La Conferenza di Milano avrebbe dovuto fissare una soglia minima per l occupazione Il vertice informale l ennesima occasionepersa di Sebastiano Fadda * conquiste del lavoro dibattito Come tutti sanno, c è voluto molto tempo prima che l obiettivo della crescita occupazionale venisse incluso tra gli obiettivi della politica economica dell Unione Europea. Questi, centrati originariamente su obiettivi di natura finanziaria, sono stati lentamente estesi agli obiettivi occupazionali. La prima spinta fu data dal Libro Bianco di Delors, Crescita, Competitività, Occupazione del Successivamente, nel Consiglio Europeo di Essen del dicembre 1994 e nel Consiglio di Firenze del 1996 si incominciò a dedicare una qualche attenzione formale al problema dell occupazione, ma è con il trattato di Amsterdam del luglio 1997, che per la prima volta gli interventi per la crescita dell occupazione vengono formalmente inseriti fra le priorità dell azione comunitaria. Nella successiva riunione straordinaria del Consiglio svolta a Lussemburgo nel novembre 1997 prese corpo la ben nota Strategia Europea per l Occupazione (SEO) fondata sulle quattro linee direttrici: occupabilità, imprenditorialità, adattabilità pari opportunità. Il cosiddetto processo di Lussemburgo sembrerebbe in apparenza definire un meccanismo stringente di inserimento di obiettivi occupazionali nella politica economica, ma a ben vedere si tratta semplicemente di un sistema debole di dichiarazione di buone intenzioni. Infatti, in primo luogo esso non contiene una definizione di obiettivi quantitativi chiaramente percepibili e monitorabili (a differenza di quanto previsto dal trattato di Maastricht in materia di convergenza economica e finanziaria), né, di conseguenza, alcuna sanzione per il mancato raggiungimento di essi; in secondo luogo, le guidelines elaborate in sede comunitaria sono talmente generiche e vaghe che possono essere declinate e interpretate in ciascun paese nelle forme più svariate e anche più evanescenti. Il Consiglio Europeo di Lisbona del Marzo 2000 ha cercato di compiere un passo avanti rispetto a questi limiti, rilanciando la Strategia Europea per l Occupazione e attribuendo valori quantitativi all obiettivo occupazionale: incremento del tasso di occupazione europeo dal 61 al 70 % entro il 2010, con la creazione di 20 milioni di nuovi posti di lavoro e una crescita del tasso di attività femminile dal 51 al 60%. Ma la formulazione adottata dalla Strategia di Lisbona ( diventare entro il 2010 l economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale e rispetto per l ambiente ) ancora una volta sembra configurare più un ambizioso quadro di wishful thinking che un coerente sistema di obiettivi finali vincolanti, di obiettivi intermedi e di variabili strumentali con i quali dare corpo a concreti programmi operativi che leghino insieme politiche del lavoro e politiche di sviluppo. Ora, il 2010 è passato, quegli obiettivi non sono stati raggiunti, e nel frattempo il problema della relazione tra le politiche economiche dell Unione Europea e gli obiettivi occupazionali è diventato più complicato. Infatti, da un lato col protrarsi della crisi economica e finanziaria i vincoli del consolidamento fiscale sono stati resi più stringenti con i vari patti e trattati (e vengono sempre più perseguiti con misure recessive); dall altro lato con il programma Europa 2020 gli obiettivi occupazionali sono stati innalzati (l obiettivo del tasso d occupazione è stato portato dal 70 al 75%!). Si aggiunga che nel frattempo i livelli di disoccupazione sono drammaticamente peggiorati, così da provocare numerose proclamazioni in sede europea che il raggiungimento degli obiettivi occupazionali deve ora costituire la priorità per l Unione e per gli Stati membri. Ma, così come per la crescita, sempre invocata ma sempre sacrificata a favore degli obiettivi di finanza pubblica, anche per l occupazione il problema è come fare in modo che gli Stati siano obbligati a raggiungere gli obiettivi fissati e siano tenuti responsabili (e sanzionati) in caso di mancato raggiungimento di essi. Si tratta, cioè, di passare dalle parole ai fatti. Se non si trova un modo per far questo, gli obiettivi occupazionali resteranno priorità soltanto a parole e gli Stati saranno liberi di disattenderli o addirittura di usare la disoccupazione come strumento per il consolidamento finanziario. Un suggerimento che si può proporre per risolvere questo problema è di legare i due ordini di obiettivi prioritari, stabilendo che gli obiettivi fiscali debbano essere raggiunti subordinatamente al vincolo che il livello di occupazione sia mantenuto sopra una soglia minima stabilita a livello europeo; il non rispetto di questo vincolo dovrebbe essere sanzionato come il mancato raggiungimento degli obiettivi fiscali. Questa condizione renderebbe inutile per gli Stati raggiungere il consolidamento fiscale attraverso la recessione, e li costringerebbe a adottare misure non recessive per raggiungere gli obiettivi fiscali e misure concrete per espandere l occupazione. Senza un collegamento di questo genere i singoli Stati (profittando del metodo di coordinamento aperto ) non si faranno remore a imporre alti livelli di disoccupazione pur di rispettare il solo vincolo finanziario per sottrarsi alle procedure di infrazione e relative sanzioni. Questo sarebbe dovuto essere l obiettivo del vertice di Milano. Una tale misura dovrebbe però essere accompagnata da dispositivi idonei ad evitare che i singoli stati possano utilizzare scorciatoie per esibire un finto rispetto della soglia occupazionale conteggiando forme di lavoro precario o sottopagato o comunque al di sotto di definiti labour standards. A questo scopo sono necessari un miglioramento ed una armonizzazione a livello europeo degli indicatori statistici (definizione di occupazione, metodi di rilevazione, indicatori di qualità). Parimenti è necessaria una armonizzazione a livello europeo della regolazione del mercato del lavoro, della sicurezza sociale, del salario minimo e delle regole riguardanti la contrattazione collettiva. Non è ammissibile in un area che si qualifica come Unione tendente a divenire uno Stato Federale una discrepanza e una diversità come quella che si registra oggi tra le istituzioni regolatorie del mercato del lavoro degli Stati membri. Non si può invocare a sostegno della estrema diversità delle regole fondamentali l esistenza di diverse condizioni economiche: sarebbe come invocare una diversità di regole tra Nord e Sud nel nostro paese. Una volta introdotte a livello dell Unione Europea queste linee di azione, ogni stato sarebbe naturalmente libero di scegliere le strategie più idonee per raggiungere gli obiettivi occupazionali, utilizzando in proporzioni diverse tutta la tastiera degli strumenti disponibili, dal miglioramento dei servizi per l impiego all adeguamento dei sistemi di formazione, dal rafforzamento degli investimenti pubblici al sostegno dell imprenditorialità, dalla crescita della produttività alla gestione degli orari di lavoro, dall accrescimento della domanda aggregata alla riduzione delle disuguaglianze di reddito, e così via. Ma sarebbe garantito un punto importante: gli Stati membri, liberi di scegliere gli strumenti ritenuti più appropriati, dovrebbero comunque rispondere del mancato raggiungimento degli obiettivi occupazionali, nello stesso modo in cui sono chiamati a rispondere del mancato raggiungimento degli obiettivi fiscali. Questo sarebbe il modo migliore di procedere se i vertici europei volessero veramente passare dalle parole (di cui francamente siamo stanchi) ai fatti (di cui siamo sempre pazientemente in attesa). * Professore ordinario di economia politica Facoltà di economia Università Roma 3

5 Tirreno Power, accordo sugli esuberi: 53 in uscita a Vado Ligure. Flaei: ora certezze L accordo per gli esuberi a Tirreno Power ora c'è. Lo hanno firmato ieri pomeriggio a Roma sindacati e azienda. La mobilità viene varata per 126 lavoratori del gruppo. Cinquantatre di questi sono dipendenti della centrale di Vado Ligure. Sei le persone che andranno in pensione nell'immediato in quanto ne hanno maturato i requisiti. L'obiettivo dell'azienda è quello al 1 gennaio 2015 di avere complessivamente nei vari siti di produzione non più di 393 unità produttive. Possibile anche l'apertura per chi rimarrà in forza nello stabilimento di Vado di una procedura di cassa straordinaria, anche se questo passaggio resta subordinato agli esiti della partita per la concessione della nuova Aia ai gruppi 3 e 4 dell'impianto termoelettrico di Quiliano-Vado, una partita tutt'ora apertissima sulla quale anche l'azienda non ha novità sostanziali per il momento. Per Maurizio Perozzi, Rsu Flaei Cisl, abbiamo posto la nostra firma sui testi per chiudere la vertenza legata alla mobilità. Ma per quanto riguarda Vado Ligure non ci sono certezze sul futuro produttivo e o occupazionale. L'azienda ci ha fatto sapere di non aver ricevuto ancora documenti da parte della commissione istruttoria per l'aia e di non avere quindi novità sostanziali sulla situazione futura della centrale vadese. Il caso. Rotte le trattative, partono i licenziamenti. A Terni scoppia la protesta. Fim: va riaperto il negoziato Ast,ilsindacatononcista conquiste del lavoro TERRITORIO & IMPRESE Ora si tratta di capire se ci sono i margini per una soluzione ai tempi supplementari. Quelli regolamentari, per l Ast di Terni, si sono chiusi nel peggiore dei modi. Dopo il naufragio della trattativa nella nottata di mercoledì, ieri ThyssenKrupp ha aperto la procedura di mobilità per 550 lavoratori. Mandando su tutte le furie i sindacati e mettendo all angolo pure il governo, la cui proposta di mediazione è stata respinta dalle sigle di categoria. Non a caso di prima mattina, quando Tk ancora non ha emesso la sua sentenza, Matteo Renzi, che il 4 ottobre con un suo intervento sull ad di Ast Lucia Morselli aveva ottenuto lo slittamento della mobilità, si dice molto preoccupato. Azienda e sindacati, sostiene il premier, sono ancora troppo lontani, anche se davanti ci sono tre mesi per discutere e il governo continuerà a lavorare con Delrio e Guidi. I tre mesi sono quelli concessi da Tk per un ulteriore fase di negoziati nell'ambito di una nuova procedura di mobilità, così come concordato - ricorda l azienda - nell accordo sottoscritto il 4 settembre. La mobilità, però, resta. E a Terni, inevitabilmente, gli animi si accendono. L assemblea convocata davanti ai cancelli dell acciaieria - Ast ha negato l accesso ai dirigenti nazionali dei sindacati e agli operai non di turno - decide lo sciopero per l intera giornata; parte il blocco delle portinerie e viene indetto un presidio davanti alla prefettura; poi operai e sindacalisti si dirigono verso la stazione di Terni, dove bloccano i binari. Ma è solo l inizio, probabilmente. Noi non gettiamo la spugna, vogliamo riaprire il negoziato, dice il segretario nazionale della Fim Marco Bentivogli prima di raggiungere i lavoratori riuniti in assemblea. Ma trattare non significa avallare i licenziamenti. Che è poi ciò che sarebbe accaduto se i sindacati avessero accettato la mediazione del governo, che lega la diminuzione del numero degli esuberi - da 550 a alla clausola del licenziamento automatico qualora non si raggiunga il numero fissato per gli esuberi volontari. Un boccone troppo amaro da ingoiare a fronte di una contropartita non proprio esaltante: 100 milioni di investimenti promessi in quattro anni, spostamento della linea di laminazione a freddo dallo stabilimento di Torino a quello ternano, mantenimento della capacità produttiva per tre anni sui livelli attuali. In definitiva, però, è l azienda che ha riaperto lo scontro non mediando su nessuna posizione, fa notare Bentivogli, mentre la Fim e tutto il sindacato hanno puntato a concludere l'accordo, facendo continui passi per cercare convergenze, perché sapevamo che l'alternativa erano le lettere di mobilità. Come puntualmente si è verificato. Eppure, nota il sindacalista, tutte le parti sanno bene quali sono le condizioni per arrivare ad un accordo, ma al condizione preliminare è la volontà di fare uno sforzo complessivo per riaprire il confronto e trovare una soluzione sostenibile. Inutile dire che molto dipenderà dal governo. Ieri il ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi ha definito troppo rigidi nella contrattazione tanto i sindacati che l azienda. Ma in coda ad una lunga nota ha pure deplorato gli atti unilaterali che, come avvenuto stamattina, rendono più difficile il negoziato. Una bordata a Tk, insomma, che nasconde a malapena un sordo malumore del governo verso la multinazionale tedesca. Carlo D Onofrio

6 6 Fondazione Enasarco, al via nuovo statuto. Raineri (Fisascat): Introdotta logica partecipativa e valorizzata la categoria Una nuova voce in capitolo per gli agenti ed i rappresentanti di commercio che potranno eleggere i propri designati in seno alla Fondazione Enasarco. È questa la grande novità introdotta ieri con l approvazione dello Statuto della Fondazione Enasarco che ridefinisce gli strumenti di democrazia rappresentativa con l insediamento di una assemblea elettiva dove gli agenti e rappresentanti di commercio in attività potranno eleggere i componenti dell Assemblea e del Consiglio di Amministrazione. La Fisascat accoglie positivamente la rivisitazione dello Statuto della Fondazione. Abbiamo rivisitato lo Statuto Enasarco introducendo una logica partecipativa per gli oltre agenti e rappresentanti di Commercio - ha dichiarato il segretario generale della Fisascat Pierangelo Raineri - Gli agenti ed i rappresentanti italiani potranno così contribuire fattivamente alla gestione delle attività di assistenza e previdenza nonché del patrimonio della Fondazione. conquiste del lavoro cronache Roma (nostro servizio). Diminuire l orario di lavoro per mantenere l occupazione in caso di crisi aziendale e quindi evitare la riduzione del personale: è quanto prevedono i contratti di solidarietà, introdotti dalla legge 863/84. Uno strumento utilissimo, ma che purtroppo ha trovato scarsa applicazione nello scenario di crisi nazionale. Nei giorni scorsi, però, circa 110 lavoratori hanno potuto constatare di persona e sulla propria pelle la bontà dei contratti di solidarietà. È accaduto in due aziende diverse, nella Sacci Spa di Castelraimondo (Macerata) e nella Margaritelli di Mantignana (Perugia). Nel primo caso i contratti di solidarietà hanno interessato gli 80 addetti del cementificio, precedentemente dichiarati in esubero dall azienda. È la prima volta che questo tipo di contratto viene applicato in un azienda del cemento, perché nemmeno in grosse vertenze con colossi del settore, come Italcementi e Buzzi Unicem, si era riusciti a far ricorso a questo strumento, soprattutto a causa della riluttanza delle imprese. Sacci apre uno scenario nuovo, e dimostra che in determinate situazioni anche in questo comparto si possono trovare soluzioni utili a non disperdere le professionalità, nonostante i numeri da Roma (nostro servizio). Le grandi reti infrastrutturali sono sempre più al centro dell attenzione del mondo economico-finanziario. Si tracciano scenari evolutivi, si spostano quote azionarie significative, si acquisiscono capitali ma poco ci si preoccupa di garantire nello scenario futuro proprietà pubblica e utilizzo sociale di un sistema di servizi indispensabile per la vita civile del Paese, costi e qualità sociale di beni che appartengono integralmente alla comunità. Le reti energetiche, al pari di quelle delle comunicazioni e dei trasporti, costituiscono un asset determinante per l Italia, il cui controllo pubblico è indispensabile e va garantito ad ogni costo, al di là dell apertura al mercato dei capitali esteri per recuperare risorse finanziarie. Edilizia & crisi. Accordi tutelano 110 operai nelle aziende Sacci e Margaritelli Contrattidisolidarietà, cronache dioccupazionesalvata brivido della crisi e grazie all impegno di tutte le parti sociali. Quello del cemento è il comparto più devastato dalla crisi di questi anni: dai 47 milioni di tonnellate di cemento prodotto nel 2007 sì è arrivati agli attuali 20 milioni, con prospettive al ribasso anche per il Produce il parquet per conto di Listone Giordano, invece, l altra azienda nella quale si è fatto ricorso ai contratti di solidarietà, la Margaritelli. L aziend a IlcasoTernaeilcontrollodellereti Flaei:siprivatizzimaconlegaranzie Con questa posizione ferma e puntuale Carlo De Masi, segretario generale della Flaei, ribadisce la posizione della sua federazione riguardo il tema della privatizzazione di Terna. Vanno stabilite precise garanzie per le aziende strategiche del Paese - ribadisce Carlo De Masi - prima di procedere a cessioni di pacchetti azionari o far entrare soci esteri nella proprietà e nella gestione di Reti nazionali. Una necessità inderogabile viste le notizie riguardanti l imminente cessione da parte di Cassa Depositi e Prestisti verso Cdp Reti della propria partecipazione in Terna SpA, pari a quasi il 30% del capitale sociale. Questo vorrebbe dire che, avendo Cdp e Sgid (State Grid International development limited cinese) firmato un accordo per la cessione a Sgid di una quota del 35% del capitale sociale di Cdp Reti, gli investitori cinesi stanno per investire anche nel primo operatore italiano leader nelle reti di trasmissione di energia elettrica. La Sgid avrebbe così riconosciuti diritti e governance a tutela del proprio investimento nella società, con la nomina di consiglieri e revisori, il diritto di veto rispetto a particolari delibere, un posto nel cda di Snam e Terna. Siamo all ennesima svendita dei gioielli di famiglia mascherati e suffragati da Cdp? si chiede il segretario generale della Flaei Cisl. Se le cose stanno così, questa è un operazione di alta ingegneria finanziaria che chiama in causa direttamente la tutela di Snam e Terna. Rilanciamo - sostiene De Masi - la proposta per un progetto di una macro società delle Reti, a stretto controllo pubblico, da realizzare attraverso un azionariato diffuso, con la partecipazione dei cittadini e dei lavoratori, anche con l utilizzo dei Fondi pensione complementari, orientata al bene comune e non alla speculazione finanziaria o al solo profitto privato. Vanno garantiti, inoltre, investimenti adeguati, innovazioni tecnologiche e qualità dei servizi. Le reti rappresentano, come ha ribadito la Ue, il fattore strategico cruciale per costruire l Europa del futuro. Noi non siamo contrari ai capitali esteri - incalza De Masi - ma non possiamo concedere ad altri le nostre sicurezze, senza reciprocità e senza garanzie adeguate. Dobbiamo creare un nuovo polo economico, un soggetto strategico a garanzia del Paese che, attraverso servizi di qualità, aveva già applicato questi contratti, ma per gli altri due siti produttivi, ubicati a Miralduolo e a Palazzo d Assisi. La vicenda assunse visibilità nazionale perché per il solo stabilimento di Mantignana, invece, l azienda preferì ricorrere alla mobilità. Una decisione che puzzava di discriminazione, perché in quello stabilimento i dipendenti sono tutti ex-fillea Cgil passati alla Filca. Contro la decisione dell azienda e a favore dei lavoratori si sono schierati in pochi giorni centinaia di persone, tra parlamentari, amministratori locali e sindacalisti di tutte le sigle. Ora anche a Mantignana si può tirare un sospiro di sollievo, ma in casa Filca rimane uno stato di forte preoccupazione per l evolversi della difficile situazione aziendale di tutto il gruppo, anche perché 13 dipendenti hanno scelto la fuoriuscita volontaria dall azienda. I due casi, pur diversi, dimostrano l importanza dell azione sindacale messa in atto dalla Cisl e dalla Filca, e sono la risposta a quanti accusano il sindacato di avere a cuore solo i tutelati. In un momento nel quale le conseguenze della crisi non solo non si arrestano, ma sembrano aumentare di intensità, i due accordi aprono la strada a soluzioni alternative e che comportano disagi minimi per i lavoratori ai quali si applicano, che trovano nel sindacato un alleato prezioso per la rivendicazione e la tutela dei propri diritti. Vanni Petrelli competitivi e fruibili da tutti, sostenga la crescita e diventi volano insostituibile di moderne politiche economiche, come lo furono all inizio degli anni 60 le grandi reti, a partire da quella elettrica e successivamente del gas. Vogliamo essere protagonisti - conclude il segretario generale della Flaei Cisl - di una nuova stagione per il rilancio della crescita, dello sviluppo e dell occupazione dell Italia. L attenzione del sindacato a costruire i nuovi modelli di crescita e di utilizzo delle grandi reti infrastrutturali poggia sulla necessità di coniugare i diritti dei cittadini e dei lavoratori con le esigenze del mercato, senza ridurre i primi perché si può intervenire in modo equilibrato lasciando che l industria si modernizzi e la qualità del lavoro e dei servizi ai cittadini migliori di pari passo. Ubaldo Pacella

7 7 Elezioni Rsu. Faivittoriosa alla Eridania Sedam di Castiglion Fiorentino. Conquistata latotalità della Rsu consei delegati Trionfo Fai Cisl alle elezioni per il rinnovo della Rappresentanza sindacale unitaria del sito Eridania Sadam spa di Castiglion Fiorentino. L appuntamento elettorale è stato caratterizzato da un altissima partecipazione al voto da parte dei lavoratori e da una netta ed inequivocabile affermazione della lista Fai Cisl che ha raccolto il 94% dei voti validi così da ottenere la totalità della rappresentanza sindacale di sito. La nuova Rsu, infatti, sarà composta da sei delegati, tutti Fai Cisl. Questo risultato, senza alcun dubbio, premia la Fai - afferma Patrizio Giorni, segretario provinciale Fai Cisl Arezzo - e costituisce un ulteriore stimolo per rinnovare, con ancora maggiore convinzione, il nostro impegno per la realizzazione del processo di riconversione del sito di Castiglion Fiorentino. Alle parole della segreteria provinciale si unisce la grande soddisfazione della Fai Cisl nazionale. La straordinaria affermazione conseguita a Castiglion Fiorentino - dichiara Claudio Risso, segretario nazionale Fai - rappresenta il riconoscimento di un grande lavoro svolto in sinergia con la Fai toscana e quella aretina. E ancora. Agli eletti Antonello Brocchi, Cesare Brocchi, Marco Tavanti, Enzo Bistondi, Giorgo Patrizio e Furio Castellani - conclude Risso - oltre ai meritati complimenti, va anche il nostro convinto sostegno per affrontare insieme questa grande sfida che permetta di ridare dignità e nuove speranze di buona occupazione per tutti i lavoratori. Infine un riferimento anche alle responsabilità politiche. La lunga vicenda dello zuccherificio di Castiglion Fiorentino - che secondo il segretario generale Fai Augusto Cianfoni pesa sulla coscienza di molti amministratori locali e delle solite vestali di un velleitario ambientalismo - non ha piegato la volontà di lottare di questi nostri iscritti e dei loro bravi delegati. Anche per questo il risultato ottenuto assume un valore inestimabile di cui siamo loro grati e del quale oggi meritano il plauso di tutta la Fai nazionale. Elettrodomestico. Trovò (Fim): Il governo faccia da garante Indesit, gliinvestimenti cisono conquiste del lavoro vertenze Bilancio positivo a quasi un anno dalla sottoscrizione dell accordo per il salvataggio di Indesit. Procede infatti come previsto il piano di reindustrializzazione e l azienda ha già investito 24 milioni di euro degli 83 milioni complessivi previsti nel piano triennale Cifre e dettagli forniti al Mise durante l incontro di verifica richiesto da Fim Fiom Uilm sull intesa che - dopo una serrata trattativa durata sei mesi - ha scongiurato i licenziamenti di dipendenti e consentito la continuità produttiva dei tre stabilimenti di Fabriano, Comunanza e Caserta a cui sono state destinate alcune linee da Polonia, Spagna e Turchia per realizzare alta gamma. Poggia, dunque, su una buona base la valutazione dei metalmeccanici cislini che ribadiscono la necessità di avere nell esecutivo un garante sull attuazione del piano che rinnoverà quasi completamente la gamma di prodotti a più alto valore aggiunto realizzati in Italia in termini sia di prestazione sia di competitività. Ritenendo l accordo di dicembre 2013 firmato al Mise il principale strumento di tutela e la principale garanzia degli impegni presi nei confronti dei lavoratori - sottolinea Anna Trovò, segretario nazionale Fim - abbiamo chiesto al Governo di farsi garante e parte attiva affinché l attuazione dell accordo e la realizzazione del piano industriale, totalmente confermati da Indesit, vengano considerati intangibili anche dopo il passaggio societario. Inoltre abbiamo avuto dai rappresentanti del ministero dello Sviluppo Economico sia risposta positiva in tal senso sia la disponibilità a realizzare quanto prima possibile anche un incontro con i rappresentanti della nuova proprietà. La Fim riferisce, inoltre, che la direzione aziendale nel corso della riunione ha innanzitutto confermato ogni impegno riguardante la destinazione produttiva delle aree di Fabriano (stabilimenti di Albacina e Melano) Caserta (Carinaro) e Comunanza, ha poi informato Rsu ed istituzioni delle azioni previste dall'accordo finora svolte. In particolare si tratta della distribuzione delle risorse produttive per quanto riguarda la fabbrica casertana, la prima interessata dai cambiamenti; agli investimenti, già realizzati per un totale di 24 degli 83 milioni di euro previsti (16,5 a Fabriano, 5 a Comunanza, 2,5 a Caserta) e delle internalizzazioni realizzate dell attività di IT Service e call center con conseguente riqualificazione del personale dedicato a questi servizi. Indesit ci ha anche aggiornati sulle condizioni del mercato, nel quale la contrazione delle vendite in Russia e nell Europa occidentale è parzialmente compensata dalla crescita del Regno Unito e dell Italia - evidenzia Trovò - sottolineando che le vendite del secondo trimestre del 2014 sono inferiori a quelle dello stesso periodo del 2013 e ha segnalato anche le conseguenze negative determinate dal cambio valutario del rublo e della lira turca. La Fim dà anche notizia di altre novità. Relativamente agli esodi volontari finora registrati - aggiunge ancora il segretario nazionale Fim - l azienda ci ha comunicato che sono uscite 80 persone alle quali si aggiungono altri 39 lavoratori ancora in forza che hanno già comunicato la volontà di uscire. Infine l incontro è stato anche una opportuna occasione per porre a Indesit domande sulla vendita del Gruppo alla americana Whirlpool. È ancora atteso il pronunciamento della Autorità Antitrust, garante della concorrenza nel mercato, sulla vendita, mentre il Tribunale di Ancona ha autorizzato la vendita nel mese di agosto - conclude Trovò -. Solo dopo il via libera dell 'Antitrust potrà essere completata l acquisizione del pacchetto di azioni che daranno a Whirlpool la proprietà del pacchetto azionario di maggioranza. In un settore dell elettrodomestico messo in ginocchio fa davvero morale vedere i buoni frutti di una contrattazione centrata su sviluppo ed occupazione. Silvia Boschetti Genova, viaailavori dipubblicautilità per i dipendenti Ilva Saranno 704 i lavoratori dell'ilva di Genova Cornigliano impiegati dal Comune di Genova in lavori di pubblica utilità per ottenere un'integrazione al reddito oltre alla cassa integrazione in deroga. Cento operai siderurgici saranno destinati a Amiu (raccolta rifiuti), 28 a Aster (manutenzioni), 60 ai cimiteri, 160 alla manutenzione, 30 alla scuola e i restanti in progetti minori nei Municipi per le altre direzioni comunali come ambiente, commercio, comunicazione, cultura, legalità e casa. I dettagli sono stati illustrati dagli assessori allo Sviluppo economico e al Personale Oddone e Lanzone a Palazzo Tursi. La giunta ha varato la delibera per il recepimento della seconda modifica dell'accordo di programma sull'ilva di Cornigliano e ha approvato il regolamento per l'utilizzo dei lavoratori siderurgici. Dei 765 lavoratori Ilva in cassa in deroga previsti inizialmente al servizio del Comune, 38 hanno rinunciato, 6 sono in aspettativa, 17 sono risultati assenti, quindi il numero degli operativi scende a 704. L accordo che ha permesso di individuare questa soluzione è stato sottoscritto il 30 settembre da azienda, Regione, Comune di Genova, Provincia di Genova e sindacati per far fronte alla scadenza dei contratti di solidarietà. La copertura arriva fino a ottobre 2015 quando, se necessario, potranno essere rinnovati i contratti di solidarietà. L'accordo è stato poi firmato dal Governo. L'intesa si è resa necessaria per modificare l'accordo di programma del 2005 sulla chiusura dell'altoforno in cui si garantivano occupazione e reddito. In particolare per destinare le risorse della bonifica anche a lavori di pubblica utilità. L'azienda ha inoltre garantito il reddito ai lavoratori per un periodo di 70 giorni, la prossima estate, che sarebbe rimasto senza copertura di ammortizzatori sociali.

8 8 Note Book a cura di Andrea Benvenuti Convergenza e social network Twitter feed è il salva-tempo conquiste del lavoro social Gli orientamenti più recenti degli esperti SEO sui criteri di pubblicazione dei contenuti attraverso social network tendono a diffidare dei meccanismi automatici. L impostazione è corretta perché la pubblicazione di un post deve essere redazionata in modo da coinvolgere chi ci segue nella relazione o discussione. Molto spesso i testi di lancio delle notizie questo non lo fanno. Danno la notizia secca. Ma in alcuni casi, come in questo, il ricorso a meccanismi di pubblicazione automatica e multicanale è molto utile. E il caso di twitter feed, strumento interessante per chi dispone di un sito o un blog perché ci dà la possibilità di condividere le notizie su più social network, a partire da Facebook e Twitter, Questo consente all operatore di pubblicare in un colpo solo in tre ambienti comunicativi differenti senza dover accedere ogni volta sui rispettivi social network (dove è stato attivato un account o un profilo). TwitterFeed vi fa risparmiare tempo ed energie. Praticamente, iscrivendosi su e collegando il sito agli account social (come viene richiesto), ogni volta che pubblichiamo un aggiornamento sul nostro sito, questo verrà pubblicato automaticamente anche sui social secondo una temporizzazione che possiamo personalizzare. La verifica è immediata e semplice. A questo punto, pubblicata la notizia e l aggiornamento di nostro interesse, sarà cura del redattore e dell operatore arricchire, a distanza di breve tempo, l offerta informativa con altro materiale multimediale o di approfondimento oppure con la richiesta di esprimere un commento o un giudizio così da rispondere anche alla necessità SEO di coinvolgere la vostra rete.

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI gennaio 2015 IL GOVERNO NE PRENDA ATTO E CAMBI STRATEGIA MOZIONE FINALE

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI gennaio 2015 IL GOVERNO NE PRENDA ATTO E CAMBI STRATEGIA MOZIONE FINALE CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI CONSIGLIO GENERALE CONFSAL 14-15-16 gennaio 2015 IL MANCATO INTERVENTO SUI REALI FATTORI DI CRESCITA HA BLOCCATO L ECONOMIA E L OCCUPAZIONE IL GOVERNO

Dettagli

Quotidiano. Data Pagina Foglio

Quotidiano. Data Pagina Foglio Quotidiano Data Pagina Foglio 14-07-2015 19 1 Quotidiano Data Pagina Foglio 14-07-2015 11 1. Banche, Arena (First Cisl): "Sì ingresso dipendenti in Cda Popolari" INTERVISTA - Maurizio Arena segretario

Dettagli

La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro

La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro La riforma Renzi-Poletti la nuova regolazione del mercato del lavoro Obiettivo: favorire il rilancio dell occupazione, riformare il mercato del lavoro ed il sistema delle tutele. Fra le misure previste:

Dettagli

UN MODERNO SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI Per un modello di sviluppo fondato sull innovazione e la qualità del lavoro

UN MODERNO SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI Per un modello di sviluppo fondato sull innovazione e la qualità del lavoro Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Dipartimento Politiche Organizzative UN MODERNO SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI Per un modello di sviluppo fondato sull innovazione e la qualità del lavoro

Dettagli

ILVA. Raggiunto l accordo sindacale con il Governo: in cassa integrazione soltanto dipendenti

ILVA. Raggiunto l accordo sindacale con il Governo: in cassa integrazione soltanto dipendenti ILVA. Raggiunto l accordo sindacale con il Governo: in cassa integrazione soltanto 3.300 dipendenti La viceministra Teresa Bellanova di Marco Ginanneschi ROMA C è l accordo sulla cassa integrazione per

Dettagli

Archivio storico Cisl

Archivio storico Cisl Accordo sulla Produttività Linee Programmatiche per la crescita della produttività e della competitività in Italia (21 novembre 2012) Roma 22 novembre 2012 Prot. SG 12576/acg Oggetto: Accordo Produttività

Dettagli

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2014 E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE RIFORME

CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI ottobre 2014 E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE RIFORME CONFEDERAZIONE GENERALE SINDACATI AUTONOMI LAVORATORI CONSIGLIO GENERALE CONFSAL 22-23 -24 ottobre 2014 LA LEGITTIMA ASPETTATIVA DEI CITTADINI E DEI LAVORATORI ITALIANI DAL RIFORMISMO ANNUNCIATO ALLE BUONE

Dettagli

La crisi economica e finanziaria che ha colpito l Europa ha causato uno sconvolgimento profondo nella istituzione delle relazioni industriali.

La crisi economica e finanziaria che ha colpito l Europa ha causato uno sconvolgimento profondo nella istituzione delle relazioni industriali. Rafforzare il ruolo delle parti sociali a tutti i livelli e relazioni industriali forti. Questa la ricetta della Commissione per uscire dalla crisi e preservare i vantaggi del modello europeo, in particolare

Dettagli

FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL

FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DI II LIVELLO GRUPPO CEMENTIR 2004-2007 2 Premessa La sottoscrizione del rinnovo contrattuale nazionale del cemento, calce e gesso,

Dettagli

BLIC 09/07/14. Estratto da pag. 1. Peso: 100%

BLIC 09/07/14. Estratto da pag. 1. Peso: 100% BLIC 09/07/14 Estratto da pag. 1 Peso: 100% 000-109-080 BLIC 09/07/14 Estratto da pag. 1 Peso: 100% 000-109-080 Ambasciata d Italia Belgrado fonte: quotidiano Blic, 8 luglio 2014, pag. 7 INTERVISTA Debora

Dettagli

della popolazione, del prodotto interno lordo, del gettito fiscale e degli investimenti

della popolazione, del prodotto interno lordo, del gettito fiscale e degli investimenti Documento approvato dalla Direzione provinciale del Partito Democratico di Torino - 1 luglio 2014 Percorso di accompagnamento alla costituente Città Metropolitana Torinese Documento redatto dal Comitato

Dettagli

CONGRESSO UIL SCUOLA LE TESI PER IL DIBATTITO

CONGRESSO UIL SCUOLA LE TESI PER IL DIBATTITO CONGRESSO UIL SCUOLA LE TESI PER IL DIBATTITO Il documento conclusivo approvato dal Congresso di Lecce rappresenta ancora un riferimento per le scelte del nostro sindacato. In questi quattro anni, in realtà,

Dettagli

d iniziativa dei senatori SACCONI, ICHINO, GATTI, MUSSOLINI, BERGER, Mario FERRARA, PAGANO, PICCINELLI e SERAFINI

d iniziativa dei senatori SACCONI, ICHINO, GATTI, MUSSOLINI, BERGER, Mario FERRARA, PAGANO, PICCINELLI e SERAFINI Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1051 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SACCONI, ICHINO, GATTI, MUSSOLINI, BERGER, Mario FERRARA, PAGANO, PICCINELLI e SERAFINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA

Dettagli

Indice. Nota dei curatori 7. Presentazione Protagonisti del nostro lavoro di Francesco Sinopoli 9

Indice. Nota dei curatori 7. Presentazione Protagonisti del nostro lavoro di Francesco Sinopoli 9 Indice Nota dei curatori 7 Presentazione Protagonisti del nostro lavoro di Francesco Sinopoli 9 PARTE PRIMA - La situazione Capitolo I - La contrattazione integrativa di scuola 15 PARTE SECONDA - I diritti

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO L OCSE NEL RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE

COSA HA VERAMENTE DETTO L OCSE NEL RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 754 COSA HA VERAMENTE DETTO L OCSE NEL RAPPORTO SULL OCCUPAZIONE 4 settembre 2014

Dettagli

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo The Statements SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale Antonio Foccillo A cura del Servizio Politiche Contrattuali e Pubblico Impiego GENNAIO 2015 Info:

Dettagli

Perugia, Claudio Bendini confermato segretario generale di Uil Umbria

Perugia, Claudio Bendini confermato segretario generale di Uil Umbria Perugia, Claudio Bendini confermato segretario generale di Uil Umbria Eletto il Consiglio confederale nel 17esimo congresso regionale dell Unione italiana dei lavoratori - Bendini: Puntiamo a essere più

Dettagli

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA INDICE CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA Il Giornale dell'umbria Terni Il Giornale dell'umbria Terni Ast, trattativa al bivio: è il giorno della verità Il Messaggero Terni Il Messaggero Terni Ast,

Dettagli

[Chi ha il 18 e chi no] Ufficio Studi. compreso) sui licenziamenti individuali attive tra i lavoratori dipendenti e pasubordinati del Veneto.

[Chi ha il 18 e chi no] Ufficio Studi. compreso) sui licenziamenti individuali attive tra i lavoratori dipendenti e pasubordinati del Veneto. 2014 Ufficio Studi [Chi ha il 18 e chi no] [Il dibattito sull art.18 sull articolo è aperto 18 è cominciato da quando il (maggio giorno 1970) stesso lo della Statuto sua dei approvazione Lavoratori è da

Dettagli

1. Riordino delle tipologie di contratto. Il contratto a tutele crescenti.

1. Riordino delle tipologie di contratto. Il contratto a tutele crescenti. IL JOBS ACT 1 2 Cos è il «Jobs Act» Provvedimento tanto atteso, definitivamente approvato il 03 dicembre con voto di fiducia. È un Decreto Legge Delega: sarà ora il Governo, entro il termine di 6 mesi,

Dettagli

FIOR DA FIORE: IL MEGLIO DELLE PROMESSE NON MANTENUTE DI MATTEO RENZI

FIOR DA FIORE: IL MEGLIO DELLE PROMESSE NON MANTENUTE DI MATTEO RENZI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 848 FIOR DA FIORE: IL MEGLIO DELLE PROMESSE NON MANTENUTE DI MATTEO RENZI 17 dicembre

Dettagli

Intervista a Rocco Palombella da 1 00 a

Intervista a Rocco Palombella da 1 00 a Intervista a Rocco Palombella da 1 00 a 1 13 https://uil.telpress.it/email/viewtextinemail.php?c=2678&n=news20190429&j=68196 Presentato a Roma lo sciopero dei metalmeccanici 02-05-2019 Il 14 giugno i lavoratori

Dettagli

d iniziativa dei senatori CATALFO, BENCINI, PAGLINI, PUGLIA e DONNO

d iniziativa dei senatori CATALFO, BENCINI, PAGLINI, PUGLIA e DONNO Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1055 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori CATALFO, BENCINI, PAGLINI, PUGLIA e DONNO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 20 SETTEMBRE 2013 Abrogazione dell articolo

Dettagli

Discriminazioni nei luoghi di lavoro e sindacalizzazione dei lavoratori migranti

Discriminazioni nei luoghi di lavoro e sindacalizzazione dei lavoratori migranti Discriminazioni nei luoghi di lavoro e sindacalizzazione dei lavoratori migranti Milano 27 novembre Veronica Padoan Il progetto si inserisce in un percorso di collaborazione tra strutture nazionali e territoriali

Dettagli

Sciopero bancari, Sfiliamo anche per neoassunti. Camusso: Pronti altri scioperi

Sciopero bancari, Sfiliamo anche per neoassunti. Camusso: Pronti altri scioperi Sciopero bancari, Sfiliamo anche per neoassunti. Camusso: Pronti altri scioperi Corteo dei bancari per le vie di Milano, e in altre città, contro la decisione unilaterale dell Abi di disdettare e disapplicare

Dettagli

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato Pag. 1.3 diffusione:105722 tiratura:156556 4 Pag. 1.3 diffusione:105722 tiratura:156556 5 Pag. 1.3 diffusione:105722 tiratura:156556 6 20/03/2017 Pag. 35 N.67-20 marzo 2017 diffusione:88589 tiratura:133263

Dettagli

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO 1054 INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO Dichiarazione di voto finale sulla mozione recante iniziative in relazione al settantesimo anniversario del voto alle donne 10 marzo 2016 a cura del Gruppo Parlamentare

Dettagli

Federazione Italiana Metalmeccanici Monza Brianza Lecco

Federazione Italiana Metalmeccanici Monza Brianza Lecco Federazione Italiana Metalmeccanici Monza Brianza Lecco Agli organi di informazione Alle istituzioni Alle forze politiche e sindacali Oggetto: situazioni di crisi settore metalmeccanico in Brianza Monza

Dettagli

Roma 16/07/2013 Marco Milani

Roma 16/07/2013 Marco Milani Roma 16/07/2013 Marco Milani Indesit è un azienda leader in Europa nella produzione di elettrodomestici bianchi Lavaggio Freddo Cottura Lavastoviglie 16/07/2013 2 . e dal 2013 è entrata nel settore dei

Dettagli

Carta dei diritti universali del Lavoro Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori

Carta dei diritti universali del Lavoro Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori Carta dei diritti universali del Lavoro Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori CGIL Ca Vecchia, 8 Gennaio 2016 Titoli I, II e III, Parte I Federico Martelloni Università di Bologna

Dettagli

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Buongiorno a tutti, grazie per l invito che mi avete rivolto, purtroppo non riesco

Dettagli

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato i provvedimenti per il Sud e per Taranto

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato i provvedimenti per il Sud e per Taranto Il Consiglio dei Ministri ha deliberato i provvedimenti per il Sud e per Taranto di Marco Ginanneschi ROMA- Il Governo ha approvato oggi in via d urgenza un pacchetto di interventi pari a 100 milioni di

Dettagli

Il percorso continua...

Il percorso continua... Piattaforma Contratto Nazionale CCNL 2010 2012 UNEBA Schede di Sintesi Roma, dicembre 2009 1 Obiettivi e Stategie OBIETTIVI e STRATEGIA nel percorso di evoluzione CISL FP nel settore La presentazione di

Dettagli

Indice. Presentazione Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo 7

Indice. Presentazione Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo 7 Indice Presentazione Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo 7 PARTE PRIMA - La situazione Capitolo I - La contrattazione integrativa di scuola 13 Capitolo II - La mappa dei poteri e delle

Dettagli

SOMMARIO DEL 4 APRILE Fiat, giudice di Milano boccia il ricorso Fiom. Di Maulo: sentenza valorizza lo stato di diritto

SOMMARIO DEL 4 APRILE Fiat, giudice di Milano boccia il ricorso Fiom. Di Maulo: sentenza valorizza lo stato di diritto SOMMARIO DEL 4 APRILE 2012 Il Sole 24 Ore Uff.Stampa Fismic Il Giornale Adnkronos Asca MF-Dow Jones Corriere della Sera La Stampa La Repubblica Il Messaggero Corriere della Sera Il Sole 24 Ore La Stampa

Dettagli

Audizione del 4 marzo 2014 Maurizio Petriccioli, Segretario confederale della Cisl

Audizione del 4 marzo 2014 Maurizio Petriccioli, Segretario confederale della Cisl Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale Fisco, Previdenza, Riforme istituzionali Commissione lavoro, previdenza sociale Senato della Repubblica

Dettagli

Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo

Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo Documento Conclusivo Assemblea Programmatica e Organizzativa Ust Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo Cisl Roma Capitale Rieti Viterbo, riunita a Roma il 30 settembre 2015, presso l Auditorium di Via Rieti,

Dettagli

SOMMARIO DEL 21 SETTEMBRE 2011

SOMMARIO DEL 21 SETTEMBRE 2011 SOMMARIO DEL 21 SETTEMBRE 2011 Corriere della Sera La Stampa Il Messaggero Avvenire Il Mattino Roma Il Mattino Il Sole 24 Ore Europa La Repubblica Corriere della Sera Il Sole 24 Ore La Repubblica Corriere

Dettagli

L Unità di Crisi. Tiziano Barone VENETO LAVORO

L Unità di Crisi. Tiziano Barone VENETO LAVORO L Unità di Crisi Tiziano Barone VENETO LAVORO Il progetto Le risorse Fondo POR - FSE Asse I: Occupabilità DGR n. 788/2015 Finalità accompagnare le aziende in crisi favorendo processi di innovazione, riorganizzazione

Dettagli

Una manovra senza futuro. Redazionale

Una manovra senza futuro. Redazionale Redazionale Prime valutazioni della Cgil al testo varato a fine anno: È senza visione, lontano dallo spirito della Repubblica fondata sul lavoro, distante dall idea di sviluppo delle economie più avanzate.

Dettagli

La Contrattazione Collettiva di secondo livello

La Contrattazione Collettiva di secondo livello La Contrattazione Collettiva di secondo livello I CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO Definizione: accordo tra le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori per stabilire il trattamento

Dettagli

Revocato sciopero dei medici

Revocato sciopero dei medici Revocato sciopero dei medici https://www.adnkronos.com/salute/sanita/2019/01/21/revocato-sciopero-dei-medici_z... Pagina 1 di 4 21/01/2019 Fatti Soldi Lavoro Salute Revocato sciopero dei medici Sanità

Dettagli

Regione Lombardia e l Europa Quadro istituzionale e Trattato di Lisbona. Regione Lombardia - Delegazione di Bruxelles

Regione Lombardia e l Europa Quadro istituzionale e Trattato di Lisbona. Regione Lombardia - Delegazione di Bruxelles Regione Lombardia e l Europa Quadro istituzionale e Trattato di Lisbona Unione Europea in sintesi 2 1952 Comunità europea del carbone e dell acciaio 1958 Trattati di Roma: Comunità economica europea Comunità

Dettagli

FORMFIM. Formazione sindacale in pillole

FORMFIM. Formazione sindacale in pillole FORMFIM Formazione sindacale in pillole Nella storia del movimento sindacale, i sindacati che hanno spinto verso la centralizzazione della contrattazione, non lo hanno mai fatto per motivi sindacali ma

Dettagli

Barbagallo: no innalzamento automatico. Proietti: sulle pensioni italiane grava la tassazione più alta d Europa (Ansa) p.2

Barbagallo: no innalzamento automatico. Proietti: sulle pensioni italiane grava la tassazione più alta d Europa (Ansa) p.2 OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno IX n.7 21 LUGLIO 2017 IN QUESTO NUMERO IN PRIMO PIANO IN PRIMO PIANO P E N S I O N I Barbagallo: pensioni: no innalzamento automatico età DALLE AGENZIE Proietti: sulle pensioni

Dettagli

TUTTE LE (FINTE) MANCE DI RENZI AI PENSIONATI

TUTTE LE (FINTE) MANCE DI RENZI AI PENSIONATI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia 1190 TUTTE LE (FINTE) MANCE DI RENZI AI PENSIONATI 10 ottobre 2016 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Energia/Ambiente/Efficienza obiettivi sono meglio di 1. Per un ambiziosa politica energetica europea Per una crescita economica sostenibile

Energia/Ambiente/Efficienza obiettivi sono meglio di 1. Per un ambiziosa politica energetica europea Per una crescita economica sostenibile Energia/Ambiente/Efficienza 2030 3 obiettivi sono meglio di 1 un ambiziosa politica energetica europea una crescita economica sostenibile ché la definizione dei target al 2030 è cosi importante? Entro

Dettagli

DISPOSITIVO FINALE DEL CDN FISAC/CGIL ROMA, 26/27 MARZO 2015

DISPOSITIVO FINALE DEL CDN FISAC/CGIL ROMA, 26/27 MARZO 2015 DISPOSITIVO FINALE DEL CDN FISAC/CGIL ROMA, 26/27 MARZO 2015 Il CDN FISAC/CGIL riunito a Roma il 26 ed il 27 marzo 2015 impegna tutta l Organizzazione alla partecipazione alla manifestazione nazionale

Dettagli

Quotidiano. Codice abbonamento: First - Cisl

Quotidiano. Codice abbonamento: First - Cisl Quotidiano Codice abbonamento: 072021 First - Cisl Unicredit: First Cisl, sorpresi da aumento esuberi 17:13 ROMA (MF-DJ)--"Ci sorprende che Unicredit aumenti ulteriormente il numero degli esuberi, rispetto

Dettagli

Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti.

Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti. Recupero 2013 ai fini degli scatti Inviato da Roby - 09/08/2014 22:44 Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti. Vorrei

Dettagli

Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti.

Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti. Recupero 2013 ai fini degli scatti Inviato da Roby - 09/08/2014 22:44 Le OO.SS. (soprattutto una) pare intendano non ridurre ulteriormente il Mof per il recupero dell anno 2013 ai fini degli scatti. Vorrei

Dettagli

Consiglio Generale PIERANGELO RAINERI. Relazione del Segretario Generale. Hotel Massimo D Azeglio Via Cavour 18 - Roma Roma, 25 settembre 2012

Consiglio Generale PIERANGELO RAINERI. Relazione del Segretario Generale. Hotel Massimo D Azeglio Via Cavour 18 - Roma Roma, 25 settembre 2012 Consiglio Generale Relazione del Segretario Generale PIERANGELO RAINERI Hotel Massimo D Azeglio Via Cavour 18 - Roma Roma, 25 settembre 2012 IL CRESCENTE RUOLO DELLA FISASCAT NELLA CONTRATTAZIONE NAZIONALE

Dettagli

AUDIZIONE 24 Maggio 2016

AUDIZIONE 24 Maggio 2016 AUDIZIONE 24 Maggio 2016 Nota illustrativa Vi è una oggettiva concatenazione fra i due schemi di decreto legislativo (ex art.18 ed ex art.19 della legge 124/2015), nel senso che tra le partecipazioni societarie

Dettagli

Introduzione all Unione Europea

Introduzione all Unione Europea ISTITUTO ALTI STUDI PER LA DIFESA 65^ Sessione Ordinaria 13^ Sessione Speciale Introduzione all Unione Europea Prof. Piercarlo Valtorta Roma, 25 Gennaio 2014 CENTRO EUROPEO RISORSE UMANE L UE: 503 mil.

Dettagli

Studio Bologna Srl. L ipotesi di accordo ha validità triennale e decorre dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2015.

Studio Bologna Srl. L ipotesi di accordo ha validità triennale e decorre dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2015. RINNOVO CONTRATTUALE: CHIMICA AZIENDE INDUSTRIALI In data 22 settembre 2012, tra Federchimica, Farmindustria, FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UILCEM UIL, è stata stipulata l ipotesi di accordo per il rinnovo

Dettagli

Rassegna Stampa Confintesa,Ratti: rinnovo Contratti Statali, importi tragicomici 18 Luglio 2017

Rassegna Stampa Confintesa,Ratti: rinnovo Contratti Statali, importi tragicomici 18 Luglio 2017 Rassegna Stampa Confintesa,Ratti: rinnovo Contratti Statali, importi tragicomici 18 Luglio 2017 Data: 18/08/2017 Media: Agenzia di stampa PA: CONFINTESA, IMPORTI TRAGICOMICI PER RINNOVO CONTRATTI STATALI

Dettagli

IL FUTURO DELLE CITTÀ. LA CITTÀ METROPOLITANA E LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA

IL FUTURO DELLE CITTÀ. LA CITTÀ METROPOLITANA E LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA IL FUTURO DELLE CITTÀ. LA CITTÀ METROPOLITANA E LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA Intervento del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Maria Carmela Lanzetta Il futuro dell Europa dipende in larga

Dettagli

SMI S.p.A. Traduzione delle Lettera agli Azionisti KME pubblicata in Germania in data 13 settembre 2000.

SMI S.p.A. Traduzione delle Lettera agli Azionisti KME pubblicata in Germania in data 13 settembre 2000. SMI S.p.A. Traduzione delle Lettera agli Azionisti KME pubblicata in Germania in data 13 settembre. Gentili Signore e Signori, 13 settembre nel primo semestre del l andamento economico del gruppo KM Europa

Dettagli

Cerimonia di consegna della Stella al Merito del Lavoro Aosta, sabato 11 maggio 2004, ore 11. Intervento del Presidente della Regione

Cerimonia di consegna della Stella al Merito del Lavoro Aosta, sabato 11 maggio 2004, ore 11. Intervento del Presidente della Regione Cerimonia di consegna della Stella al Merito del Lavoro Aosta, sabato 11 maggio 2004, ore 11 Intervento del Presidente della Regione Autorità civili e militari, Signor Console dei Maestri del Lavoro, Signor

Dettagli

BOZZA di PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA * * *

BOZZA di PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA * * * FILLEA-CGIL Nazionale Settore LATERIZI Manufatti c. BOZZA di PIATTAFORMA per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE di LAVORO dei LATERIZI MANUFATTI CEMENTIZI - INDUSTRIA 2010-2012 * * * Assemblea

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE le condizioni della finanza pubblica necessitano di interventi tesi a riportare in equilibrio il bilancio dello Stato; gli impegni assunti in sede europea con il Patto

Dettagli

La politica del lavoro. Politiche del lavoro: una definizione

La politica del lavoro. Politiche del lavoro: una definizione Politiche del lavoro: una definizione «quell insieme di interventi pubblici rivolti alla tutela dell interesse collettivo dell occupazione» (Vesan e Ferrera 2006) Il modello di politica del lavoro

Dettagli

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo The Statements SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale Antonio Foccillo A cura del Servizio Politiche Contrattuali e MAGGIO 2015 Info: pubblicoimpiego@uil.it

Dettagli

programma elezioni Ordine ESSENZIALMENTE ORDINE

programma elezioni Ordine ESSENZIALMENTE ORDINE ESSENZIALMENTE ORDINE LA NOSTRA FORMAZIONE CAMERA PAOLO consigliere uscente CERUTTI PIETRO CERRI MARGHERITA GERI MARCO SCORLETTI ALBERTO ROSSI GIUSEPPE consigliere uscente TOSARELLO CLAUDIA SENZALARI CESARE

Dettagli

SINTESI DELL IPOTESI D ACCORDO ELECTROLUX Assemblee del 26 e 27 marzo 2012

SINTESI DELL IPOTESI D ACCORDO ELECTROLUX Assemblee del 26 e 27 marzo 2012 SINTESI DELL IPOTESI D ACCORDO ELECTROLUX Assemblee del 26 e 27 marzo 2012 Venerdi 23 Marzo 2012 a Mestre dopo tre giorni ininterrotti di trattativa, FIM FIOM UILM ed Electrolux hanno siglato un ipotesi

Dettagli

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO

LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione LE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI. ANDAMENTI DAL 1992 AL 2007 E CONFRONTI CON IL PRIVATO 11 LUGLIO 2008 DAL 1992 AL 2007 170 160 150 140 Retribuzioni

Dettagli

La UILCA sulla Stampa

La UILCA sulla Stampa -1- La UILCA sulla Stampa Intesa Sanpaolo rimescola i numeri del Piano d'impresa Segreteria Nazionale Uilca Via Lombardia, 30 00187 ROMA TELEFONO: 06/4203591 FAX: 06/484704 INDIRIZZO E-MAIL: simona@uilca.it

Dettagli

DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2017

DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2017 DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2017 Documento di economia e finanza 2017, a norma dell articolo 10 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni

Dettagli

Venerdì 16 febbraio 2018 PRIMO PIANO 3

Venerdì 16 febbraio 2018 PRIMO PIANO 3 Venerdì 16 febbraio 2018 PRIMO PIANO 3 L Assise generale e Verona La voce di Confindustria sul voto Confindustria è pronta a lanciare nel dibattito elettorale un «piano di medio termine con tre obiettivi:

Dettagli

PROPOSTE PER LA PARTECIPAZIONE E LA DEMOCRAZIA ECONOMICA LA CISL CONTRATTA, UNISCE, PROPONE

PROPOSTE PER LA PARTECIPAZIONE E LA DEMOCRAZIA ECONOMICA LA CISL CONTRATTA, UNISCE, PROPONE 1 PROPOSTE PER LA PARTECIPAZIONE E LA DEMOCRAZIA ECONOMICA LA CISL CONTRATTA, UNISCE, PROPONE 1 2 Le direttrici di manovra Strumenti di intervento 1. Aggiornare e rendere esigibili i diritti di informazione

Dettagli

1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione

1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione 1 1) PREMESSA...3 2) PREVIDENZA...5 Incremento delle pensioni basse...5 Accesso al pensionamento anticipato...8 Lavori usuranti...9 Razionalizzazione Enti...10 Finestre pensionistiche...12 Coefficienti

Dettagli

FORUM HR Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE. Roma, 11 Maggio 2016

FORUM HR Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE. Roma, 11 Maggio 2016 FORUM HR 2016 Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE Roma, 11 Maggio 2016 Stefano Bottino Direzione Sindacale e del Lavoro Decreto legislativo 4 marzo

Dettagli

Gli elementi di un contesto complesso. Un governo rivolto a tagli annunci e (contro) riforme

Gli elementi di un contesto complesso. Un governo rivolto a tagli annunci e (contro) riforme Gli elementi di un contesto complesso Un governo rivolto a tagli annunci e (contro) riforme Una FLC protesa a ripristinare percorsi contrattuali, la tutela di tutti i lavoratori e la qualità della scuola

Dettagli

RINNOVATO IL CONTRATTO LATERIZI E MANUFATTI CEMENTIZI

RINNOVATO IL CONTRATTO LATERIZI E MANUFATTI CEMENTIZI REGIONALE DEL PIEMONTE RINNOVATO IL CONTRATTO LATERIZI E MANUFATTI CEMENTIZI 50.000 I LAVORATORI INTERESSATI PREVISTO UN AUMENTO SALARIALE DI 103 EURO Filca, Feneal, Fillea e Andil Assolaterizi e Assobeton

Dettagli

Archivio storico Cisl

Archivio storico Cisl Accordo Interconfederale su detassazione salario produttività (24 aprile 2013) Roma 24 aprile 2013 Prot. SG 13606/LS Oggetto: Accordo Confindustria su detassazione A tutte le strutture Cisl LL.SS. Carissimi,

Dettagli

PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO del CEMENTO, CALCE E GESSO - INDUSTRIA

PIATTAFORMA. per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO. NAZIONALE di LAVORO del CEMENTO, CALCE E GESSO - INDUSTRIA FILLEA-CGIL Nazionale Settore CEMENTO calce e gesso PIATTAFORMA per il RINNOVO del CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE di LAVORO del CEMENTO, CALCE E GESSO - INDUSTRIA 2010-2012 Roma, 5 novembre 2009 Federazione

Dettagli

LA CONDIZIONE OPERAIA IN ITALIA. Trieste, giugno

LA CONDIZIONE OPERAIA IN ITALIA. Trieste, giugno LA CONDIZIONE OPERAIA IN ITALIA Trieste, giugno 2011 1 Le condizioni lavorative 2 la soddisfazione nel lavoro In termini di condizione lavorative il suo attuale lavoro le piace 6% per niente poco molto

Dettagli

Confindustria Udine. Dal 1945 al fianco delle imprese

Confindustria Udine. Dal 1945 al fianco delle imprese Confindustria Udine. Dal 1945 al fianco delle imprese Confindustria Udine è il punto di riferimento per l industria e le attività a essa integrate. L Associazione assume un ruolo di interlocuzione e proposta

Dettagli

Pesaro, 7 dicembre Regolamento di funzionamento della R.S.U. del Comune di Pesaro

Pesaro, 7 dicembre Regolamento di funzionamento della R.S.U. del Comune di Pesaro Pesaro, 7 dicembre 2004 Regolamento di funzionamento della R.S.U. del Comune di Pesaro REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA R.S.U. DEL COMUNE DI PESARO I giorni 16, 17 e 18 novembre 2004 i dipendenti del

Dettagli

Prima Comunicazione Prima Comunicazione website

Prima Comunicazione Prima Comunicazione website La rottura definitiva tra la Fieg e il Gruppo Caltagirone Editore: i comunicati della Federazione degli editori, del Gruppo Caltagirone e del segretario della Slc Cgil Massimo Cestaro E definitiva la rottura

Dettagli

L ex ministro a Lecco, colloquia con associazioni di categoria e sindacati

L ex ministro a Lecco, colloquia con associazioni di categoria e sindacati 1 L ex ministro a Lecco, colloquia con associazioni di categoria e sindacati Unanime la disapprovazione sulla Finanziaria varata dal Governo LECCO E una manovra che fa l opposto di quanto serve all Italia.

Dettagli

Matteo Renzi. 2 / Istituto De Gasperi - Bologna

Matteo Renzi. 2 / Istituto De Gasperi - Bologna matteo@matteorenzi.it, e-news, 380, 2.1.2014 Lettera del Segretario Pd ai partiti RIFORMA DELLE ISTITUZIONI: TRE PUNTI E TRE PROPOSTE Gentilissimi, nei giorni scorsi quasi tre milioni di italiani mi hanno

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMMINISTRAZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DEI SERVIZI

LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMMINISTRAZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DEI SERVIZI LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMMINISTRAZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DEI SERVIZI Viviamo in uno stato democratico nel quale i cittadini sono il principale punto di riferimento di qualsiasi politica

Dettagli

ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLE COSTRUZIONI #VERTENZACOSTRUZIONI

ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLE COSTRUZIONI #VERTENZACOSTRUZIONI ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLE COSTRUZIONI #VERTENZACOSTRUZIONI LE RICHIESTE DI FENEAL FILCA FILLEA ROMA 5 APRILE 2016 LAVORO Dopo 8 anni ininterrotti di crisi non ci sono

Dettagli

TFR-TFS. VARATO DECRETO LEGGE IN CDM PROSEGUIREMO LA NOSTRA AZIONE LEGALE

TFR-TFS. VARATO DECRETO LEGGE IN CDM PROSEGUIREMO LA NOSTRA AZIONE LEGALE TFR-TFS. VARATO DECRETO LEGGE IN CDM PROSEGUIREMO LA NOSTRA AZIONE LEGALE Il Decreto Legge n.185 del 29 ottobre 2012 concernente Disposizioni urgenti in materia di trattamento di fine servizio dei dipendenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CGIL SICILIA

COMUNICATO STAMPA CGIL SICILIA COMUNICATO STAMPA CGIL SICILIA FONDI UE: PAGLIARO (CGIL), NON C E SOLO IL PROBLEMA DELLA SPESA MA ANCHE QUELLO DEL FALLIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL PO FESR Palermo, 19 giugno 2013 Il problema della mancata

Dettagli

Pensioni: Più flessibilità. A Lecco protestano i sindacati 1

Pensioni: Più flessibilità. A Lecco protestano i sindacati 1 Pensioni: Più flessibilità. A Lecco protestano i sindacati 1 LECCO Servono nuovi interventi sul sistema previdenziale e per i sindacati l obiettivo è permettere un accesso più flessibile alla pensione

Dettagli

Crescita migliore del previsto, ma se vogliamo crescere in competitività dobbiamo correre più degli altri, non più di ieri

Crescita migliore del previsto, ma se vogliamo crescere in competitività dobbiamo correre più degli altri, non più di ieri Economic Indicator Crescita migliore del previsto, ma se vogliamo crescere in competitività dobbiamo correre più degli altri, non più di ieri 1 settembre La crescita si sta rafforzando. Si vede e si percepisce

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO

COMUNE DI BORGOMANERO COMUNE DI BORGOMANERO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA DEL SISTEMA DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI SOCIALI APPROVATO CON ATTO C.C. N. 4 DEL 26 FEBBRAIO 2001 Il presente Regolamento è entrato

Dettagli

PARTECIPARE e CONDIVIDERE

PARTECIPARE e CONDIVIDERE 5 Congresso Regionale UILPA PUGLIA Bari, 12 Marzo 2018 PARTECIPARE e CONDIVIDERE RELAZIONE UILPA - PUGLIA Corso A. De Gasperi n 270 BARI 1 Innanzitutto desidero ringraziare il Segretario Generale della

Dettagli

L eurozona alla ricerca di un nuovo equilibrio

L eurozona alla ricerca di un nuovo equilibrio L eurozona alla ricerca di un nuovo equilibrio Presentazione dello studio "European Macroeconomic Imbalances and Policy Adjustments", curato, per conto dello IAI, da Marcello Messori, direttore della Luiss

Dettagli

RICERCA CAREFIN BOCCONI EVOLUZIONE DELL ATTEGGIAMENTO DEGLI ADERENTI AL FONDO FONCHIM

RICERCA CAREFIN BOCCONI EVOLUZIONE DELL ATTEGGIAMENTO DEGLI ADERENTI AL FONDO FONCHIM RICERCA CAREFIN BOCCONI EVOLUZIONE DELL ATTEGGIAMENTO DEGLI ADERENTI AL FONDO FONCHIM LA RICERCA: analisi metodologica... 2 1. Metodologia utilizzata... 2 2. Come è strutturato il campione?... 3 LA RICERCA:

Dettagli

La UILCA sulla Stampa

La UILCA sulla Stampa -1- La UILCA sulla Stampa Bpm, giochi di partito e sindacali sono fuorvianti e inutilmente destabilizzanti Segreteria Nazionale Uilca Via Lombardia, 30 00187 ROMA TELEFONO: 06/4203591 FAX: 06/484704 INDIRIZZO

Dettagli

Diritto del lavoro. sintesi

Diritto del lavoro. sintesi Diritto del lavoro sintesi Di quale lavoro si interessa il diritto del lavoro la tendenza espansiva il pubbico impiego i parasubordinati le difficoltà della fase attuale Le caratteristiche della disciplina

Dettagli

FORUM HR Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE. Roma, 11 Maggio 2016

FORUM HR Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE. Roma, 11 Maggio 2016 FORUM HR 2016 Sessione Plenaria REGOLE DEL LAVORO, RIORGANIZZAZIONI E OCCUPAZIONE: BILANCI E PROSPETTIVE Roma, 11 Maggio 2016 Stefano Bottino Direzione Sindacale e del Lavoro Decreto Legislativo 14 settembre

Dettagli

CCNL TERZIARIO

CCNL TERZIARIO // CCNL TERZIARIO...30 MARZO 2015... CCNL TERZIARIO 2011... CCNL TERZIARIO 2008 paga base DAL 1/04/2015 1 / 8 Tabella retributiva dal 1 Aprile 2014 Livelli paga base 10/2013 aumento Contingenza 01/2015

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO DI ATTUAZIONE DELLA RIFORMA BRUNETTA SUL LAVORO PUBBLICO E PER L EFFICIENZA E LA TRASPARENZA DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DECRETO LEGISLATIVO DI ATTUAZIONE DELLA RIFORMA BRUNETTA SUL LAVORO PUBBLICO E PER L EFFICIENZA E LA TRASPARENZA DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DECRETO LEGISLATIVO DI ATTUAZIONE DELLA RIFORMA BRUNETTA SUL LAVORO PUBBLICO E PER L EFFICIENZA E LA TRASPARENZA DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Descrizione dei principali contenuti 19 maggio 2009 Indice

Dettagli

Il Governo Conte ha assegnato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Danilo Toninelli ex capogruppo de l Movimento 5 Stelle al Senato.

Il Governo Conte ha assegnato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Danilo Toninelli ex capogruppo de l Movimento 5 Stelle al Senato. Il Governo Conte ha assegnato il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Danilo Toninelli ex capogruppo de l Movimento 5 Stelle al Senato., 1 / 9 Nato loro Diplomato presso presta Arma (1999-2001).

Dettagli

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo

SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale. Antonio Foccillo The Statements SOTTO LA LENTE Raccolta mensile con le dichiarazioni alla stampa del segretario confederale Antonio Foccillo A cura del Servizio Politiche Economiche e Pubblico Impiego Novembre 2014 Info:

Dettagli

in corrispondenza di quello già proclamato a sostegno della vertenza sul CCNL unico della Mobilità,

in corrispondenza di quello già proclamato a sostegno della vertenza sul CCNL unico della Mobilità, FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI FAST Ferrovie UGL Trasporti ORSA Ferrovie Segreterie Nazionali ROTTE LE TRATTATIVE SCIOPERO DEI LAVORATORI DEL GRUPPO FS Nonostante il grande senso di responsabilità dimostrato

Dettagli