Oracle - PL/SQL. Oracle: Prodotti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oracle - PL/SQL. Oracle: Prodotti"

Transcript

1 Oracle - PL/SQL Introduzione ad Oracle PL/SQL: Elementi di base Tecniche di programmazione uso delle variabili uso dei cursori uso delle funzioni/procedure I/O Oracle: Prodotti SQL*Plus - Interprete di comandi come DDL, DML. Developer/2000 and Developer. Suite di tool di sviluppo Oracle*Forms - Data entry e manipulation a schermo Oracle*Reports - Tool di gestione dei report Oracle*Graphics - Tool grafico per la sintesi dei dati (charts e grafici) Oracle*Book - Tool grafico per lo sviluppo online di documentazione ipertestuale 1

2 Oracle: Prodotti SQL*TextRetrieval and Oracle Context - Una suite di strumenti e API per la ricerca bibliografica. Programmer/ include Pro * precompilatori e librerie di procedure e programmi di utilita per il linking ``C' ', C++, FORTRAN, Java, ADA, COBOL che garantiscono l accesso agli Oracle DB Oracle: Utilities Enterprise Manager - Tool grafico di gestione di una Base Dati. SQL*Loader - Caricatore di dati esternni (ASCII o binary) in un Oracle DB. 2

3 Oracle: Connectivity e Middleware SQL*Net e Net8 - Driver di comunicazione che supporta accesso client-server dei tool ad un Oracle DB ORACLE Server - Parte di un DBMS Oracle che e attivo su un database server: riceve richieste da macchine client e le trasmette all Oracle RDBMS e viceversa. Oracle ODBC Drivers - Open DataBase Connectivity drivers per la connessione dei database Oracle in accordo con lo standard ODBC Core Database Engine ORACLE RDBMS Oracle Web Applications Server - WWW (HTTP) Server collegato all Oracle RDBMS. Spatial Data Cartridge (GIS), Video Cartridge ConText Cartridge - Provides storage and retrieval of text documents. OLAP Option - On-Line Analytical Processing Objects Option (OO features) Integrated Data Dictionary. SQL e PL/SQL 3

4 Oracle: Ambienti di sviluppo Sviluppo di applicazioni Oracle: Oracle RDBMS (o un Oracle RDBMS server), uno o piu tool di sviluppo. Tool di sviluppo esterni (PowerBuilder, Visual Basic or Java Appl Dev). Sviluppo stand-alone (Personal Oracle o Personal Oracle Lite RDBMS + Oracle Developer) Sviluppo Multi-user (in ambiente condiviso): Oracle RDBMS server su macchina server, clienti distribuiti su PCs. PL/SQL: Elementi di Base Login Host String: per Personal Oracle8 beq-local. 4

5 PL/SQL: Elementi di Base Attivazione PL/SQL:Obbiettivi Inserire, modificare, cercare ed invocare comandi SQL Accedere alle definizioni di tabelle, colonne e dati Formattare, effettuare calcoli, memorizzare e stampare i risultati di interrogazioni Accedere e copiare dati tra Oracle DB diversi 5

6 Comando CREATE CREATE TABLE impiegato (nome VARCHAR2(8), cognome VARCHAR2(8), cf VARCHAR2(9) NOT NULL, salary NUMBER(7) NOT NULL, supercf VARCHAR2(9), deptno NUMBER(1) NOT NULL) ; Domini, Tipi di Dato VARCHAR2 caratteri, taglia variabile, max=4,000 NUMBER Numerici, NUMBER(precision, scale) con NUMBER(6,2) in [ , ]. DATE data e ora, TO_DATE(), TO_CHAR(). RAW - binary data. <=255 char, 1 solo attr LARGE RAW (<= 2 Gb) per tabella LOB, BLOB e CLOB 6

7 Comando DESCRIBE SQL> CREATE TABLE imp_dip_1 AS SELECT nome, cognome FROM impiegato WHERE deptno = 1 ; Table created. SQL> DESCRIBE imp_dip_1 Name Null? Type NOME VARCHAR2(8) COGNOME VARCHAR2(2) Ouput Formattazione dell output column <nome colonna> <opz 1> opz 2> Es. column desc heading Descrizione 7

8 Formattazione FORMAT <formato> Formati A<n> fissa la ampiezza della colonna a n caratteri 99, fissa la ampiezza ed i decimali di un numero HEADING <text> Formattazione fornisce il nome <text> per l intestazione della colonna NULL <text> fornisce il default <text> per la stampa dei valori NULL 8

9 Formattazione COLUMN <nome colonna> CLEAR annulla la formattazione vigente sulla colonna <nome colonna> Report (0) CREATE TABLE Prodotto( Pid integer, Descrizione CHAR(120), Fornitore CHAR(20), Costo integer, PRIMARY KEY (PId)); 9

10 Report (1) TTitle 'Tabella dei Prodotti - Esempio di Report' BTitle 'by R. Basili' Column PId heading 'CODE' format Column Descrizione Heading 'Descrizione' format a20 word_wrapped Column Fornitore Heading 'Prodotto ' format a10 trunc Column Costo Heading 'Costo al Forn ' format Break on Column Pr_Cons Heading 'Prezzo ' format Report (2) set pagesize 20 spool Report1.sql select PID, Descrizione, Fornitore, Costo, (Costo * 2.5) as Pr_Cons from Prodotto order by Costo, PId; 10

11 Report (3) Mer Nov 08 pagina 1 Tabella dei Prodotti - Esempio di Report CODE Descrizione Prodotto Costo al Forn Prezzo Cravatta Uomo Missoni Scarpe Mocassini Valleverde Uomo 2 Scarpe Mocassini Valleverde Donna 4 Giacca Uomo Armani by R. Basili PLSQL: Struttura di un blocco [Header] [DECLARE <Costanti> <Variabili> <Cursori> <Gestori di eccezioni/errori> ] BEGIN <Istruzioni PL/SQL> [ EXCEPTIONS <Gestione eccezioni/errori> ] END / 11

12 PLSQ: Dichiarazioni DECLARE Ricavo number (38); counter number(9) := 0; ProdID De Forn Cst Prd Prodotto.PId%TYPE; Prodotto.Descrizione%TYPE; Prodotto.Fornitore%TYPE; Prodotto.Costo%TYPE; cname%rowtype; cursor cname( Thresh Prodotto.Costo%TYPE ) is select * from Prodotto where Costo >= Thresh; PLSQL: blocco BEGIN commit; open cname(2000); counter := 0; loop fetch cname into Prd; exit when cname%notfound; ProdId := Prd.PId; Cst := Prd.Costo; De := Prd.Descrizione; Ricavo := Cst * 1.25; counter := counter + 1; end loop; close cname; END; / 12

13 BEGIN loop PLSQL: Output fetch cname into Prd; exit when cname%notfound; ProdId:=Prd.PId; Cst:=Prd.Costo; De:=Prd.Descrizione; Ricavo := Cst * 1.25; DBMS_OUTPUT.PUT_LINE(' Il Prodotto: ' De ' ha un prezzo di ' to_char(ricavo) ); counter := counter + 1; end loop; close cname; DBMS_OUTPUT.PUT_LINE(' Sono stati analizzati ' to_char(counter) ' prodotti ' ); END; / Gestione dell Input PROMPT Seleziona il dipartimento ACCEPT dpn NUMBER PROMPT "Dipartimento n.:" SELECT nome, cognome, deptno FROM impiegati WHERE deptno = &dpn ; 13

14 Gestione dell Input (2) SQLprompt> Seleziona il dipartimento Dipartimento n.: 3 Nome COGNOME DEPTNO Mario ROSSI 3 Massimo BIANCHI 3... Gestione dell Input (3) PROMPT Digita Cognome ACCEPT cgnme PROMPT Cognome Impiegato: " SELECT Nome, Cognome, deptno FROM impiegati WHERE UPPER(cognome) like UPPER('%&cgnme%'); 14

15 Attivazione di un programma PL/SQL Dato un programma PL/SQL, memorizzato in un file PLSQLprog.sql, la sua attivazione e' possibile mediante il seguente comando SQLplus: SQLplusPrompt> start PLSQLprog PLSQL: Cursori Annidati cursor cname( Thresh Prodotto.Costo%TYPE ) is select * from Prodotto where Costo >= Thresh ORDER BY Costo; cursor Tutti_Prodotti is select * from Prodotto; Prd1 cname%rowtype; Prd2 Tutti_Prodotti%ROWTYPE; Cost_Diff number(10,2); 15

16 PLSQL: Cursori Annidati for Prd in cname(30000) loop Cst := Prd.Costo; (2) if Cst*1.25 > then De := Prd.Descrizione; Ricavo := Cst * 1.25; ProdId := Prd.PId; counter2 := 0; for Prd2 in Tutti_Prod loop Cost_Diff := abs(prd2.costo - Cst)/Prd2.Costo; if Cost_Diff <= 0.20 then counter2 := counter2 + 1; end if; end loop; /* su Tutti_Prod */ end if; counter := counter + 1; end loop; /* su CNAME() */ FILE init.ora utl_file = c:\database\datiutente utl_file_dir = c:\database\datiscambio File I/O - Preliminari FILE ProvaFILE.sql Outdir char(200); Outfilename char(25); Outf UTL_FILE.FILE_TYPE; Outdir := 'C:\Documenti\Didattica\BasidiDati\Esempio'; Outfilename := 'Mio.dat'; DBMS_OUTPUT.PUT_LINE ('Trying to open < Outdir '/ Outfilename ); Outf := utl_file.fopen(outdir, Outfilename,'w'); 16

17 PLSQL: File I/O Outf := utl_file.fopen(outdir, Outfilename,'w'); DBMS_OUTPUT.PUT_LINE ('File Opened!!' ); loop fetch cname into Prd; exit when cname%notfound; ProdId := Prd.PId;Cst := Prd.Costo;De := Prd.Descrizione; Ricavo := Cst * 1.25; utl_file.putf( Outf, 'Il prodotto %s ha un prezzo di %s\n', trim(de), to_char(ricavo)); utl_file.new_line(outf); counter := counter + 1; end loop; close cname; utl_file.fflush(outf); utl_file.fclose(outf); CREATE OR REPLACE TRIGGER check_eta BEFORE INSERT OR UPDATE ON impiegati FOR EACH ROW DECLARE eta NUMBER; error_msg CHAR(180); BEGIN eta := ( (sysdate - :new.nascita) / 365); Triggers IF (eta < 16) THEN error_msg := 'Attenzione: ' :new.fname ' ' :new.lname ' ha solo ' TO_CHAR(eta, '99.9') ' anni.'; RAISE_APPLICATION_ERROR ( , error_msg); END IF; END; / 17

18 Triggers (2) Compilazione OK trigger memorizzato nello schema utente Alcuni errori minori in BEGIN END msg: Trigger created with compilation errors. Errori importanti (CREATE OR REPLACE TRIGGER) trigger e respinto e non memorizzato SQL> SELECT trigger_name, trigger_body FROM user_triggers WHERE trigger_name = 'CHECK_AGE'; Funzioni o Procedure CREATE OR REPLACE PROCEDURE elimina_da_inventario ( locid_corr IN NUMBER, prodid_corr IN VARCHAR, quantita_da_eliminare IN NUMBER) AS quantita_corr NUMBER; error_msg CHAR(180); BEGIN quantita_corr := 0;... END; / 18

19 Funzioni o Procedure (1) BEGIN quantita_corr := 0; -- Cerca nella localizzazione -- SE la quantita' corrente e' non sufficiente attiva EXCEPTION -- Altrimenti aggiorna SELECT quant INTO quantita_corr FROM inventario WHERE inventario.locationid = locid_corr AND inventario.productid = prodid_corr; Funzioni o Procedure (2) -- materiale in inventario sufficiente IF (quantita_corr - quantita_da_eliminare > 0) THEN UPDATE inventario SET quant = quant - quantita_da_eliminare WHERE inventario.locationid = locid_corr AND inventario.productid = prodid_corr; END IF; 19

20 Funzioni o Procedure (3) -- materiale in inventario appena sufficente IF (quantita_corr - quantita_da_eliminare = 0) THEN DELETE FROM inventario WHERE inventario.locationid = locid_corr AND inventario.productid = prodid_corr; END IF; Funzioni o Procedure (4) -- poco materiale in inventario IF (quantita_corr - quantita_da_eliminare < 0) THEN error_msg := 'ERRORE: Quantita insufficiente!!'; RAISE_APPLICATION_ERROR (-20602, error_msg); END IF; 20

21 Funzioni o Procedure (5) EXCEPTION -- nessun materiale in inventario WHEN NO_DATA_FOUND THEN BEGIN error_msg := 'ERROR: Prodotto ' prodid_corr ' non presente!!'; RAISE_APPLICATION_ERROR (-20603, error_msg); END; -- fine eccezioni END; -- fine procedura elimina_da_inventario/3 / Invocazione EXECUTE elimina_da_inventario(106,'p500', 10) CREATE OR REPLACE FUNCTION data_nascita (impid in number) return date as nascita begin -- aggiorna nascita return nascita; end; if ( data_nascita(234)>01-gen-98 ) then 21

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database Roberto Basili Corso di Basi Di Dati 1 a.a. 2000-2001 Abstract Questa breve dispensa descrive piu etesamente i contenuti della esercitazione del

Dettagli

Oracle PL/SQL. Motivazioni

Oracle PL/SQL. Motivazioni Oracle PLSQL Motivazioni Supponiamo che nella gestione del database Azienda ci venga chiesto di apportare le modifiche necessarie a far sì che ad ogni impiegato possa essere assegnato, alla fine di ogni

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm Dott.ssa Francesca A. Lisi dott.ssa Francesca A.

Dettagli

DBMS ORACLE 9i I componenti del Database Server Oracle : Strutture di memoria Processi File fisici Directory principali: c:\oracle\admin\\pfile c:\oracle\ora92\database

Dettagli

Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL. Simona Rotolo

Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL. Simona Rotolo Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL Simona Rotolo 2 Questo documento, rivolto a chi sviluppa codice in PL/Sql, è stato redatto al fine di fornire degli standard di sviluppo che aiuteranno

Dettagli

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che USO DI SQL DA PROGRAMMI: PROBLEMI 1 Come collegarsi alla BD Come trattare gli operatori SQL Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che Come scambiare informazioni sull esito delle operazioni.

Dettagli

Dominio applicativo. Progettazione. v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures

Dominio applicativo. Progettazione. v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures Dominio applicativo (Capitolo 6) v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures Basi di dati 1 Docente Claudia Amari 1 Progettazione PROGETTAZIONE

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE Quattro parti: Gestione dati Client-Server Logica + interfaccia Logica + interfaccia Business rules Sistema di comunicazione Logica applicativa DBMS:

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI. Quattro parti: Gestione dati. Business rules. Logica applicativa. Interfaccia utente. Molte possibili architetture

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI. Quattro parti: Gestione dati. Business rules. Logica applicativa. Interfaccia utente. Molte possibili architetture LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI Quattro parti: Gestione dati Business rules Logica applicativa Interfaccia utente Molte possibili architetture L approccio tradizionale: uso di un linguaggio PLSQL 1.1

Dettagli

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati Che cos è un DBMS? Capitolo 1 Introduzione ai sistemi di basi di dati Una collezione integrata molto grande di dati Modella organizzazioni del mondo reale Entità (ad esempio studenti, corsi) Relazioni

Dettagli

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza Basi dati attive Triggers Antonella Poggi Domenico Lembo Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2009-2010 Una base di dati

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

SQL nei linguaggi di programmazione

SQL nei linguaggi di programmazione SQL nei linguaggi di programmazione Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia, Capitolo 6 SQL in Linguaggi di Programmazione L uso diretto

Dettagli

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS Base di dati (accezione generica) collezione di dati, utilizzati per rappresentare le informazioni di interesse per una o più applicazioni di una organizzazione (accezione specifica) collezione di dati

Dettagli

APPENDICE. Procedure in SQL (1)

APPENDICE. Procedure in SQL (1) APPENDICE Procedure in SQL Transazioni in SQL Embedded SQL Remote Procedure Call Appendice 1 Procedure in SQL (1) Standard SQL2 permette di definire procedure, associate a singoli comandi SQL, memorizzate

Dettagli

DBMS ed Applicazioni Motivazioni

DBMS ed Applicazioni Motivazioni DBMS ed Applicazioni Motivazioni Sin ora abbiamo visto SQL come linguaggio per interrogare DBMS da interfaccia interattiva Nella pratica, un efficace sfruttamento delle potenzialità dei DBMS deriva dalla

Dettagli

Funzioni scalari in SQL. Capitolo 5. coalesce. nullif. Altre funzioni scalari. case

Funzioni scalari in SQL. Capitolo 5. coalesce. nullif. Altre funzioni scalari. case Funzioni scalari in SQL Capitolo 5 Costrutti definiti in SQL-2 che estendono la sintassi delle espressioni nella target list coalesce nullif case Prof. Stefano Paraboschi Vengono valutate per ogni riga

Dettagli

DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures

DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures 1 DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures Progettazione 2 Dominio Applicativo PROGETTAZIONE CONCETTUALE PROGETTAZIONE

Dettagli

Oracle9i. Sono le dieci di sera, state impazzendo sul database. Indietro nel tempo con. Flashback Query

Oracle9i. Sono le dieci di sera, state impazzendo sul database. Indietro nel tempo con. Flashback Query Nella versione 9i del database più diffuso al mondo sono state aggiunte molte nuove funzionalità, una di queste consente di visualizzare i dati com erano in un determinato istante del passato Indietro

Dettagli

Linee guida per la programmazione di transazioni in PL/SQL

Linee guida per la programmazione di transazioni in PL/SQL Linee guida per la programmazione di transazioni in PL/SQL Giuseppe Berio Giuseppe Berio DI - Unito 1 Esempio La transazione deve registrare l evasione di un ordine, rappresentato su più tabelle specializzate

Dettagli

Nozione ed uso. Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso:

Nozione ed uso. Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso: Nozione ed uso Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso: Gestione di vincoli di integrità: Per fallimento Per modifica Auditing: Sicurezza Statistiche Valori derivati

Dettagli

SQL Server. SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server

SQL Server. SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server SQL Server 7.0 1 SQL Server SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server 2 Strumenti per la gestione Enterprise Manager

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Stored Procedures Antonella Poggi, Claudio Corona Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi sono stati

Dettagli

RDBMS: panorama attuale. RDBMS: panorama attuale

RDBMS: panorama attuale. RDBMS: panorama attuale RDBMS: panorama attuale Gestiscono e manipolano dati semplici (tabellari) Hanno un linguaggio di interrogazione (SQL) semplice, dichiarativo e standard Tool consolidati per lo sviluppo di applicazioni

Dettagli

PL/SQL PL/SQL. Ordine degli elementi dei triggers di Oracle. Differenze nei triggers. Versione dei trigger e PSM di Oracle

PL/SQL PL/SQL. Ordine degli elementi dei triggers di Oracle. Differenze nei triggers. Versione dei trigger e PSM di Oracle Versione dei trigger e PSM di Oracle Lucidi derivati da quelli di Jeffrey D Ullman Oracle usa una variante di SQL/PSM che si chiama non consente solo di creare e memorizzare procedure e funzioni, ma puo

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Stored Procedures Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Stored Procedure e User Defined

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

Vincoli di Integrità

Vincoli di Integrità Vincoli di Integrità Approccio procedurale Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi

Dettagli

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione

SQL e linguaggi di programmazione SQL e linguaggi di programmazione Complementi di Basi di Dati 1 SQL e linguaggi di programmazione Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine SQL e linguaggi di programmazione

Dettagli

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL))

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI 1 SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI

APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI APPLICAZIONI TRADIZIONALI APPLICAZIONI INTERNET SQL EMBEDDED SQL nel codice applicativo! I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio

Dettagli

Le risposte alle domande a fine capitolo

Le risposte alle domande a fine capitolo Appendice A Le risposte alle domande a fine capitolo Capitolo 1 ORACLE: LA SOCIETÀ E IL SOFTWARE 1. Oracle è stata fondata da Larry Ellison, Bob Miner e. D. Ed Oates 2. In quale anno Oracle ha fornito

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Soluzione DDL ed Algebra Relazionale

Soluzione DDL ed Algebra Relazionale Soluzione DDL ed Algebra Relazionale Banca del Tempo a Istruzioni DDL (realizzate con Toad Data Modeler -- CREATE TABLES SECTION ------------------------------------------------- -- Table Zona CREATE TABLE

Dettagli

Basi di dati e sistemi informativi I

Basi di dati e sistemi informativi I Basi di dati e sistemi informativi I mod. laboratorio Alessandro De Luca Università degli Studi di Napoli Federico II Lezione, 11 marzo 2015 Soluzione 1, creazione CREATE TABLE Impiegato ( Cod NUMBER(4),

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

SQL. Alcune note sulla definizione dei dati

SQL. Alcune note sulla definizione dei dati SQL Alcune note sulla definizione dei dati Domini Domini elementari (predefiniti) Domini definiti dall'utente (riutilizzabili, possono servire per specificare vincoli di dominio propri di una certa applicazione)

Dettagli

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke Capitoli 8 e 9 Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet SQL embedded SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio ospite (ad esempio

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Aspetti relazionali ad oggetti di Oracle 9i. Il sistema di tipi di Oracle. Tipi oggetto

Aspetti relazionali ad oggetti di Oracle 9i. Il sistema di tipi di Oracle. Tipi oggetto Aspetti relazionali ad oggetti di Oracle 9i 158 Il sistema di tipi di Oracle Non distinct type Tipi oggetto Tipi riferimento Tipi collezione Ereditarietà 159 Tipi oggetto Possibilità di definire tipi oggetto

Dettagli

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC di base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte completa indipendenza del codice dal tipo di database o di

Dettagli

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE DUGI, DB2 User Group Italia Milano, 9 Aprile 2013 -- Roma 10 Aprile 2013 DB2 for z/os i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE massimo MACERA massimo MACERA

Dettagli

Basi di dati (8) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1.

Basi di dati (8) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1. Università di Modena e Reggio Emilia Basi di dati (8) Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1.1) 1 Panoramica Trigger Creazione Tipi di trigger Tabelle inserted/deleted Esempi

Dettagli

INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012

INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012 1 INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012 SQL Dopo aver eseguito l installazione del DBMS e di uno o più database: Accesso al DBMS Interpretazione di uno script Descrizione dello schema

Dettagli

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC JDBC: Introduzione Java Database Connectivity (JDBC): parte 1 Gianluca Moro DEIS - Università di Bologna gmoro@deis.unibo.it Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Descrizione In questo corso viene descritto PL/SQL e vengono illustrati i vantaggi derivanti dall'uso di questo potente linguaggio di programmazione. Viene spiegato come creare blocchi di codice PL/SQL

Dettagli

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. web server. database server. request. response. web client

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. web server. database server. request. response. web client Programmazione lato server PHP + MySQL Cosa vediamo web server request response web client database server 1 Cosa vediamo browser Apache PHP engine MySQL server MySQL MySQL is a very fast, robust, relational

Dettagli

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC versione base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte uno dei pregi è la completa indipendenza del codice

Dettagli

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. MySQL. MySQL: comandi utili. MySQL: accesso al server. web server.

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. MySQL. MySQL: comandi utili. MySQL: accesso al server. web server. Cosa vediamo web server Programmazione lato server PHP + MySQL request response web client database server Cosa vediamo MySQL browser Apache PHP engine MySQL server MySQL is a very fast, robust, relational

Dettagli

MySQL Procedure, funzioni, trigger e scheduling

MySQL Procedure, funzioni, trigger e scheduling Corso di Laurea in Informatica Base Dati a.a. 2012-2013 MySQL Procedure, funzioni, trigger e scheduling Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio Definizione di stored procedure Una stored

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

2104 volume III Programmazione

2104 volume III Programmazione 2103 SQLite Capitolo 77 77.1 Utilizzo generale................................. 2104 77.1.1 Utilizzo di sqlite3».......................... 2104 77.1.2 Copie di sicurezza............................ 2106

Dettagli

Procedure memorizzate SQL-2003/PSM. Forma base di PSM. Parametri in PSM

Procedure memorizzate SQL-2003/PSM. Forma base di PSM. Parametri in PSM Procedure memorizzate SQL-2003/PSM Procedure memorizzate nel database Programmazione general-purpose Leggere sezione 8.2 di Garcia-Molina et al. Lucidi derivati da quelli di Jeffrey D. Ullman 1 Una estensione

Dettagli

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC Introduzione ai differenti approcci - JDBC: Architettura e Programmazione Introduzione Nella pratica gli utenti finali accedono al contenuto di una

Dettagli

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE SQL e ACCESS Prof. Salvatore Multazzu (salvatoremultazzu@tiscali.it) Applicazioni Informatiche nella comunicazione Modello relazionale Entità Record o Ennuple Attributi o Campi Tipi Chiavi Primarie (PK)

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura SQL e applicazioni Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di dati McGraw-Hill, 1996-2002 Capitolo 5: SQL nei linguaggi di programmazione 21/10/2002 In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire

Dettagli

Introduzione. Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi

Introduzione. Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi Introduzione Dicom in Oracle 11g: gestione e vantaggi Agenda Lo scenario del sistema sanitario moderno Cosa è DICOM? Gestione in Oracle dei dati DICOM Vantaggi Lo scenario Per molti anni utilizzo di carta

Dettagli

Corso di Basi di Dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati: Algebra Relazionale

Corso di Basi di Dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati: Algebra Relazionale Corso di Basi di Dati Linguaggi per basi di dati: lgebra Relazionale Donatella Gubiani Linguaggi per basi di dati Si possono distinguere diversi tipi di linguaggi per la gestione dei dati: Linguaggio di

Dettagli

Nella relazione CINEMA, Nome è chiave secondaria. Nella relazione FILM, CodRegista, e CodProtagonista sono chiavi esterne sulla tabella PERSONE.

Nella relazione CINEMA, Nome è chiave secondaria. Nella relazione FILM, CodRegista, e CodProtagonista sono chiavi esterne sulla tabella PERSONE. Si consideri il seguente schema relazionale, relaivo ad una base di dati per gestire la programmazione cinematografica giornaliera in un certo insieme di cinema: CINEMA(CodC, Nome, Indirizzo, Tel, NSale)

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Capitolo 7. Esercizio 7.1

Capitolo 7. Esercizio 7.1 Capitolo 7 Esercizio 7.1 Dato lo schema relazionale: IMPIEGATO (Nome, Salario, DipNum) DIPARTIMENTO (DipNum, NomeManager) Definire le seguenti regole attive in Oracle e DB2: 1. una regola, che quando il

Dettagli

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE 1. JAVA 1.1 Introduzione a Java Introduzione Cosa è Java 1.2 Sintassi e programmazione strutturata variabili e metodi tipi di dati, array operatori

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 10 Raffaella Gentilini 1 / 46 Sommario 1 Introduzione: DB e Programmazione 2 3 2 / 46 Approcci alla Programmazione di un DB Meccanismi Disponibili 1 Linguaggi

Dettagli

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language)

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language) Indice Introduzione XI Capitolo 1 Elementi di base dei database 1 1.1 Che cos è un database 1 1.2 L architettura di Oracle Database 10g 3 Progetto 1.1 L architettura di Oracle Database 10g 8 1.3 I tipi

Dettagli

Cap. 5 Basi di dati attive

Cap. 5 Basi di dati attive SOMMARIO 2 Cap. 5 Basi di dati attive Introduzione. 3 Trigger in SQL:999.. Esecuzione di un solo trigger... 4 Esecuzione di più trigger... Esempio di esecuzione 23 Progettazione delle regole attive....

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: "storia"

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: storia SQL SQL: concetti base originariamente "Structured Query Language", ora "nome proprio" linguaggio con varie funzionalità: contiene sia il DDL sia il DML ne esistono varie versioni vediamo gli aspetti essenziali,

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione Interfacce DBMS in breve Corso di BD1 Ripasso comandi applicazione JDBC Manipolazione estensioni OR in JDBC Interfacce per DBMS Problema: Far accedere un applicazione ad una base di dati Soluzione: Librerie

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

Microsoft SQL Server

Microsoft SQL Server Che cos'è SQL Server E' il DBMS commercializzato da Microsoft. Principali concorrenti: Prodotti commerciali: Oracle, IBM DBII; Prodotti "free": MySQL, Postgres. Requisiti tipici per l'installazione della

Dettagli

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante.

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante. SQL e applicazioni Capitolo 8 Applicazioni tradizionali In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire comandi SQL, ma programmi, con poche scelte SQL non basta, sono necessarie altre funzionalità,

Dettagli

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC FileMaker 12 Guida ODBC e JDBC 2004 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker, Inc.

Dettagli

Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1.

Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1. Indice INTRODUZIONE XI Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1.4 Domande 13 Capitolo 2 I servizi Oracle 15 2.1 Terminologia

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende.

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende. Programma 30 set 205 Installazione Macchina Virtuale Introduzione alla BI nelle Aziende Introduzione SQL Macchina Virtuale È un emulazione di un computer su un altro computer Stesso punto di partenza per

Dettagli

Utilizzare SQL nelle applicazioni

Utilizzare SQL nelle applicazioni Uso di SQL e nei linguaggi di programmazione Nella vita reale l interazione con basi di dati utilizzando SQL non è diretta, ma mediata attraverso l uso di programmi applicativi. Oltre ai tradizionali linguaggi

Dettagli

SOLUZIONE SECONDA PROVA INFORMATICA ITC ESAME DI STATO 2002/2003 TRAMONTANA

SOLUZIONE SECONDA PROVA INFORMATICA ITC ESAME DI STATO 2002/2003 TRAMONTANA Esame di Stato Istituto Tecnico Commerciale CORSO SPERIMENTALE Progetto "MERCURIO" Indirizzo: PROGRAMMATORI Soluzione della Seconda Prova - Tema di: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003 Riflessioni e

Dettagli

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf Il sistema IBM DB2 Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf IBM DB2 Il DBMS relazionale IBM DB2 è il prodotto di punta dell IBM per la gestione di basi di dati relazionali

Dettagli

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database Introduzione Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database implementano un linguaggio standard chiamato SQL (Structured Query Language). Fra le altre cose, il linguaggio SQL consente di prelevare,

Dettagli

L interfaccia a riga di comando di MySql

L interfaccia a riga di comando di MySql L interfaccia a riga di comando di MySql Una volta completata la procedura di installazione possiamo finalmente testare le funzionalità di MySQL. Sia che ci si trovi in ambiente Linux che Windows, l'interfaccia

Dettagli

Basi di dati (6) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1.

Basi di dati (6) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1. Università di Modena e Reggio Emilia Basi di dati (6) Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1.0) 1 Panoramica T-SQL Variabili Controllo di flusso Trattamento errori Print Operatori e funzioni

Dettagli

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni Uso dei data bases con PHP Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal

Dettagli

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database PHP ed i database PHP 5 Accesso a database PHP funziona con molti database relazionale che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista EDI Manuale Sistemista Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 12 Versione 44 del 11/11/2011 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5 Introduzione

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 11. PHP - Complementi Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata

Dettagli

Il linguaggio SQL: trigger. Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf

Il linguaggio SQL: trigger. Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf Il linguaggio SQL: trigger Sistemi Informativi T Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf DBMS attivi Un DBMS si dice attivoquando dispone di un sottosistema integrato per definire e gestire regole I

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Basi di dati Il linguaggio SQL teoria e pratica con Microsoft Access Riepilogando Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Riepilogando Basi di dati Il linguaggio SQL Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi degli attributi, domini, 2. una parte

Dettagli

PHP 5. Accesso a database

PHP 5. Accesso a database PHP 5 Accesso a database PHP ed i database PHP funziona con molti database relazionali che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

LINGUAGGIO SQL. Introduzione

LINGUAGGIO SQL. Introduzione LINGUAGGIO SQL Introduzione Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è un linguaggio di tipo non procedurale o di tipo dichiarativo e rappresenta lo standard per l'interrogazione delle basi di dati

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL SQL (Structured Query Language) è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali. Sono stati proposti

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: RIPASSO E APPROFONDIMENTO DEGLI ARGOMENTI PRECEDENTI 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

Java e PL/SQL. Simona Rotolo

Java e PL/SQL. Simona Rotolo Java e PL/SQL Simona Rotolo 2 Con l'uscita di Oracle 8i è possibile costruire componenti software che accedono ai dati Oracle utilizzando in modo congiunto i linguaggi PL/Sql e Java. In tal modo è possibile

Dettagli