Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to. to-peer, BitTorrent. Sommario. Telematica II A.A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to. to-peer, BitTorrent. Sommario. Telematica II A.A. 2006-07."

Transcript

1 A.A Sommario Protocollo FTP Posta Elettronica (SMTP, POP3, IMAP) Protocollo DNS Reti peer-to to-peer, BitTorrent 1 di 100

2 A.A File Transfer Protocol (FTP) Consente il trasferimento di file tra due host Utilizza 2 connessioni TCP: Connessione di controllo: utilizzata per trasferire informazioni di controllo tra client e server Connessione dati: utilizzata per il trasferimento dei file 2 di 100

3 A.A FTP (2) FTP Client TCP control connection (port 21) FTP Server File System locale TCP data connection (port( 20) File System remoto La connessione di controllo è persistente ed identifica una sessione (necessaria autenticazione mediante login/logout logout) La connessione dati non è persistente,, nell ambito di una sessione, per ogni file trasferito è creata una nuova connessione dati (il server è in ascolto sulla porta 20 in attesa di nuove connessioni) 3 di 100

4 A.A FTP (3) User Interface User protocol interpreter User data transfer function Control connection Data connection Server protocol interpreter Server data transfer function Client Server 4 di 100

5 A.A FTP: autenticazione FTP richiede l autenticazione l dell utente remoto il quale deve possedere un account sul server A A discrezione del server esiste anche la possibilità di autenticare un utente anonimo (anonymous( FTP) User name: anonymous Password:qualsiasi (generalmente mail address) Numero limitato di risorse Diritti limitati (generalmente è negato il permesso w) FTP non è stateless,, infatti le connessioni TCP devono essere associate all account account dell utente loggato (vincolo sul massimo numero di utenti loggati) 5 di 100

6 A.A Rappresentazione dei dati (1) File Type: È possibile impostarlo in fase di configurazione della connessione ASCII (default( default) attualmente è difficile che si adoperi EBCDIC (mainframe( IBM) FTP per trasferire file testuali Binary Local file type: : il numero di bit per byte è specificato dal sender A way of transferring binary files between hosts with different byte sizes. The number of bits per byte is specified by the sender. For systems using 8-bit bytes, a local file type with a byte size of 8 is equivalent to the image file type 6 di 100

7 A.A Rappresentazione dei dati (2) Structure: File Structure (default): il file è un flusso di byte contigui Record Structure: utilizzata solo con file di testo (ASCII o EBCDIC) Page Structure: ogni pagina è trasmessa in modo numerato 7 di 100

8 A.A Rappresentazione dei dati (3) Transmission mode: Stream mode (default): il file è trasferito come un flusso di byte contigui Block mode: il file è trasferito come flusso di blocchi, ognuno dei quali è preceduto da un header Compressed mode: basato su Run-Length Encoding (RLE) di sequenze del medesimo byte RLE is a simple compression algorithm. It consists of the process of searching for repeated runs of a single symbol in an input stream, and replacing them by a single instance of the symbol and a run count 8 di 100

9 A.A Rappresentazione dei dati (4) Le implementazioni più comuni di client e server FTP su piattaforme UNIX adottano le seguenti convenzioni: File Type: ASCII o binary Structure: file Transmission mode: stream mode 9 di 100

10 A.A Comandi FTP (NVT ASCII) Comando Descrizione AUTH protocol ABOR CD directory LIST filelist PASS password PORT n1, 1,n2, n6 QUIT RETR filename STOR filename SYST TYPE type USER username Imposta l algoritmo di cifratura prima dell autenticazione Annulla il precedente comando ed ogni trasferimento dati Cambia indirizzario di riferimento Lista files o directory Specifica la password Indirizzo IP del Client (n1.n2.n3.n4) e porta (256*n5+n6) Disconnessione dal server Richiede un file Fa l upload di un file Restituisce il tipo di S.O. del server Specifica il modo di trasferimento: : A=(ASCII) I=(binario binario) Specifica lo username 10 di 100

11 A.A Repliche FTP Reply 1yz 2yz 3yz 4yz 5yz x0z x1z x2z x3z x4z x5z Descrizione Positive preliminary reply (l azione sta partendo ma è necessaria un altra replica prima di un nuovo comando) Positive completion reply (un nuovo comando può essere inviato) Positive intermediate reply (il comando è stato accettato ma deve essere inviato un altro comando per continuare) [es. login] Transient negative completion reply (la richiesta non è stata accettata, l errore è temporaneo, si può ritentare in seguito) Permanent negative completion reply Syntax error Information Connections Autentication and accounting Unspecified Filesystem status 11 di 100

12 A.A Repliche FTP: esempi 125 Data connection already open; transfer starting 200 Command OK 214 Help message 331 Username OK, password required 425 Can t t open data connection [problemi derivanti dalla connessione di rete] 452 Error writing file [problemi derivanti dalla mancanza di permessi adeguati] 500 Syntax error (unrecognized command) 501 Syntax error (invalid arguments) 502 Unimplemented MODE type 12 di 100

13 A.A Gestione delle connessioni (1) La connessione dati è utilizzata per Inviare un file da server a client Inviare un file da client a server Inviare un elenco di file o directory dal server al client (list) Una nuova connessione dati è creata per ogni file da trasferire 13 di 100

14 A.A Gestione delle connessioni (2) La creazione della connessione dati è sotto il controllo del client Esistono 2 modalità di gestione della connessione: Attiva Passiva Modalità attiva: Il client sceglie un numero di porta > 1024 su cui mettersi in ascolto Il client invia al server, tramite il comando PORT, il numero di porta scelto Il server avvia una connessione dati sulla porta ricevuta (dal lato server il numero di porta è 20) connessione di controllo connessione dati 14 di 100

15 A.A Gestione delle connessioni (3) Modalità passiva: È il server a mettersi in ascolto per una connessione Si usa il comando PASV per effettuare la commutazione. E utile nel caso in cui il client si trovi dietro un firewall o un NAT e quindi non può accettare connessioni in ingresso In questa modalità il server si mette in ascolto su una data porta ed aspetta una connessione dal client La risposta a questo comando comprende il numero di porta su cui è in ascolto il server 15 di 100

16 A.A Esempio di sessione FTP 220 (vsftpd 2.0.1) AUTH KERBEROS_V4 530 Please login with USER and PASS. USER michi 331 Please specify the password. PASS ciao 230 Login successful. SYST 215 UNIX Type: L8 PASV [avvio sessione] [L8 = Linux] 227 Entering Passive Mode (127,0,0,1,157,77) LIST 150 Here comes the directory listing. 226 Directory send OK. TYPE I 200 Switching to Binary mode. RETR prova.txt 150 Opening BINARY mode data connection for prova.txt (0 bytes. 226 File send OK. QUIT 221 Goodbye. 16 di 100

17 A.A Esempio di sessione FTP (2) No. Time Source Destination Protocol Info TCP > ftp(21) [SYN] Seq=0 Ack= TCP ftp(21) > [SYN, ACK] Seq=0 Ack= TCP > ftp [ACK] Seq=1 Ack= FTP ftp > Response: 220 (vsftpd 2.0.1) FTP > ftp Request: PASV FTP ftp > Response: 227 Entering Passive Mode (127,0,0,1,157,77) Passive port: (157*256+77) TCP > [SYN] TCP > [SYN, ACK] TCP > [ACK] 17 di 100

18 A.A Esempio di sessione FTP (3) No. Time Source Destination Protocol Info FTP > ftp(21) Request: LIST FTP ftp > Response: 150 Here comes the directory listing FTP-DATA > FTP Data: drwx Apr 14 15:47 Desktop\r\n-rwxr--r Apr 13 11:03 apt cnc6-1.1.fc3.fr.i386.rpm\r\ndrwxr-xr-x Apr 14 16:06 bin\r\n-rw-r FTP ftp > Response: 226 Directory send OK FTP > ftp Request: QUIT FTP ftp > Response: 221 Goodbye. 18 di 100

19 A.A Client FTP Su tutti i sistemi Windows ed Unix,, esiste un client ftp testuale, richiamabile digitando: ftp <nome_host> Digitando il comando help si può ottenere la lista dei comandi Esistono molti altri client grafici quali: WS_FTP, FileZilla,, GFTP, Anche molti browser web possono essere usati come client FTP 19 di 100

20 A.A Server FTP Un esempio di server FTP open-source disponibile per Linux è vsftpd (Very Secure FTP daemon) Dopo l installazione l del server, verrà creato un utente ftp,, con una propria home directory A questo punto il server è già in grado di funzionare. Se si prova un login anonimo, verrà mostrato il contenuto della home directory dell utente ftp 20 di 100

21 A.A Configurazione di vsftpd Si agisce sul file testuale vsftpd.conf,, contenuto nella directory /etc Principali direttive: max_clients: : massimo numero di client che si possono connettere max_per_ip: : massimo numero di connessioni da uno stesso indirizzo IP anonymous_enable: : abilita l accesso l agli utenti anonimi local_enable: : abilita l accesso l agli utenti locali anon_upload_enable: : consente agli utenti anonimi di fare l uploadl di file 21 di 100

22 A.A Posta Elettronica E basata su due componenti: User agent: applicativi client utilizzati dall utente per comporre, inviare e leggere messaggi Mail server: contengono i messaggi in ingresso/uscita degli utenti e gestiscono le mailbox I principali protocolli utilizzati sono: SMTP (Simple Mail Transfer Protocol): protocollo utilizzato dai mail server per il trasferimento dei messaggi invio dei messaggi da client a server interazione tra differenti mail server POP3/IMAP: protocolli per l accesso l alle mailbox POP3=Post Office Protocol ver. 3 IMAP=Internet Message Access Protocol (si differenzia da POP3 perché consente una migliore interattività con un mail server) 22 di 100

23 A.A Posta Elettronica (2) User Agent 1 SMTP Mail Server 1 Message queue User Agent 2 User 1 POP3/IMAP session Mail Server 2 User 2 Flusso del messaggio Mail Box Message queue La disciplina della coda di messaggi sui mail server dipende dalla la configurazione degli stessi Una mail box è fisicamente rappresentata da un file contenente i messaggi utente sul server 23 di 100

24 A.A SMTP Message Sender (SMTP Client) Mail Client SMTP session Message Receiver (SMTP Server) Mail Server TCP connection Port 25 Message queue Struttura client/server del protocollo e modello di interazione request/response response In linea generale è richiesta una procedura di autenticazione tra client e server (allo scopo di evitare fenomeni di spamming) Basata su IP del client (pool di indirizzi autorizzati) Basata su accounting utente con meccanismi crittografici (SSL) Protocollo di tipo testuale command-based con comandi aventi sinossi del tipo nomecomando [parametri] Mail Box 24 di 100

25 A.A Comandi SMTP HELO <sender host name> identifica il client presso il mail server locale (esso mantiene un pool di IP validi o garantisce autenticazione mediante username e password) MAIL From: <sender of the message> identifica il mittente del messaggio mediante il suo indirizzo e mail RCPT To: <recipient of the message> specifica il destinatario del messaggio mediante il suo indirizzo o e DATA <Body of the mail> specifica il contenuto del messaggio (chiuso da. in corrispondenza dell ultima linea di testo) contiene anche gli header (subject, cc, ccn) QUIT chiude la sessione RSET annulla il trasferimento corrente VRFY <recipient to be verified> consente di verificare l esistenza l dell indirizzo del destinatario NOOP non esegue nessuna operazione, ma forza il server a rispondere con c OK è adoperato per verificare che il server sia ancora in attività 25 di 100

26 A.A Risposte SMTP 220 <domain> > servizio pronto 250 comando completato con successo con successo 251 utente non locale; la mail verrà inoltrata 354 iniziare l inserimento l del corpo della mail; terminare con <CRLF>.<CRLF 421 <domain> > servizio non disponibile 450 mailbox non disponibile errori reversibili 451 errore locale nel processing 500 errore di sintassi: comando sconosciuto 501 errore di sintassi negli argomenti 502 comando non implementato 554 transazione fallita comando completato comando completato con richiesta di interazione comando completato con errori irreversibili 26 di 100

27 A.A Formato di un messaggio Aprendo un messaggio SMTP con un editor di testo è possibile visualizzarne la struttura: Envelope MAIL From: : <mittente> RCPT To: : <destinatario> Headers Received: by sun.tuc.noao.edu. Date: Mon, 19 Jul :47:31 Subject: testing Body Testo della mail. 27 di 100

28 A.A Esempio di sessione SMTP 220 vsmtp1alice.tin.it ESMTP Service ( ) ready HELO [ ] 250-vsmtp1alice.tin.it MAIL SIZE= MAIL OK RCPT 250 RCPT OK DATA 354 Start mail input; end with <CRLF>.<CRLF Message-ID ID: : Date: Mon, 25 Jun 20 11:48: From: : Michele Ruta 28 di 100

29 A.A Esempio di sessione SMTP User-Agent Agent: Mozilla Thunderbird (X11/200624) X-Accept-Language: en-us us,, en MIME-Version Version: : 1.0 To: : Subject: : prova Content-Type Type: text/plain plain; ; charset=iso ; format=flowed Content-Transfer Transfer-Encoding: : 7bit. 250 <425E31F5001C5BCE> Mail accepted QUIT 29 di 100

30 A.A Esempio di sessione SMTP (2) No. Time Source Destination Protocol Info TCP > smtp(25) [SYN] TCP smtp(25) > [SYN, ACK] TCP > smtp(25) [ACK] SMTP smtp(25) > Response: : 220 vsmtp1alice.tin.it ESMTP Service ( ) ready TCP > smtp [ACK] Seq=1 Ack= SMTP > smtp Command: HELO [ ] 30 di 100

31 A.A Esempio di sessione SMTP (3) SMTP > smtp QUIT SMTP smtp > Response: 221 vsmtp1alice.tin.it QUIT TCP smtp > [FIN, ACK] TCP > smtp [ACK] TCP > smtp [FIN, ACK] TCP smtp > [ACK] 31 di 100

32 A.A Multipurpose Internet Mail Extensions (MIME) Estensioni utili per trasferire contenuti differenti dal testo ASCII (immagini, audio, video, etc ) Sono basate su header aggiuntivi che caratterizzano i contenuti del messaggio 32 di 100

33 A.A Header MIME Mime-Version: versione dello standard Content-Type Type: : tipo di contenuto text/plain : testo puro text/html : testo html (formattazione avanzata) image/jpeg : immagine jpeg video/mpeg : video mpeg Content-Transfer Transfer-Encoding: : tipo di codifica idonea al contenuto del messaggio 33 di 100

34 A.A POP3 Struttura client/server del protocollo e modello di interazione request/response response È richiesta una procedura di autenticazione tra client e server allo scopo di identificare univocamente una mailbox basata su accounting utente mediante inserimento di username e password Protocollo di tipo testuale command- based con comandi aventi sinossi del tipo nomecomando [parametri] Risposta di tipo testuale priva di codici numerici di riferimento User Agent POP3/IMAP session Mail Server Message queue User 34 di 100

35 A.A POP3: comandi principali USER <username> identifica l utentel PASS <password> fornisce la password STAT mostra il mailbox status (numero di messaggi). Avvia una transazione LIST lista dei messaggi (ordinale di ciascun messaggio e spazio occupato) RETR n recupera il messaggio n dal server DELE n marca il messaggio n da cancellare (verrà cancellato nella fase di update) TOP nmsg nlinee mostra solo nlinee linee del messaggio nmsg QUIT cancella i messaggi marcati da cancellare e chiude la connessione 35 di 100

36 A.A Esempio di sessione POP3 +OK dovecot ready. USER michi +OK PASS ciao +OK Logged in. STAT +OK LIST +OK 6 messages: di 100

37 A.A di 100 Return-Path: Return-Path: X-Original-To: X-Original-To: Delivered-To: Delivered-To: Received: from localhost (aspoliba.poliba.it [ ]) Received: from localhost (aspoliba.poliba.it [ ]) by mail.poliba.it (Postfix) with ESMTP id 37D82EA46B by mail.poliba.it (Postfix) with ESMTP id 37D82EA46B for Fri, 22 Jun 20 17:55: (CEST) for Fri, 22 Jun 20 17:55: (CEST) Received: from mail.poliba.it ([ ]) Received: from mail.poliba.it ([ ]) by localhost (aspoliba.poliba.it [ ]) (amavisd-new, port 10024) by localhost (aspoliba.poliba.it [ ]) (amavisd-new, port 10024) with ESMTP id for with ESMTP id for Fri, 22 Jun 20 18:11: (CEST) Fri, 22 Jun 20 18:11: (CEST) Received: from mail.cs.umn.edu (mail.cs.umn.edu [ ]) Received: from mail.cs.umn.edu (mail.cs.umn.edu [ ]) by mail.poliba.it (Postfix) with ESMTP id 1DB2EEB3F4 by mail.poliba.it (Postfix) with ESMTP id 1DB2EEB3F4 for Fri, 22 Jun 20 17:55: (CEST) for Fri, 22 Jun 20 17:55: (CEST) Received: from localhost (localhost [ ]) Received: from localhost (localhost [ ]) by augustus.cs.umn.edu (Postfix) with ESMTP id 8936C5C4E7 by augustus.cs.umn.edu (Postfix) with ESMTP id 8936C5C4E7 for Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) for Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) X-Virus-Scanned: amavisd-new at cs.umn.edu X-Virus-Scanned: amavisd-new at cs.umn.edu Received: from mail.cs.umn.edu ([ ]) Received: from mail.cs.umn.edu ([ ]) by localhost (mail.cs.umn.edu [ ]) (amavisd-new, port 10024) by localhost (mail.cs.umn.edu mail.cs.umn.edu [ ]) (amavisd-new, port 10024) with LMTP id Gn8SN8sNSg1Z; Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) with LMTP id Gn8SN8sNSg1Z; Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Received: Received: by from mail.poliba.it sabinus.cs.umn.edu (sabinus.cs.umn.edu from sabinus.cs.umn.edu (sabinus.cs.umn.edu (Postfix) [ ]) [ ]) with by mail.cs.umn.edu (Postfix) with ESMTP id B27805C4E8; by for mail.cs.umn.edu (Postfix) with ESMTP id B27805C4E8; Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Fri, Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Received: (from Received: (from by sabinus.cs.umn.edu (8.9.3/8.9.0) id KAA14168; by sabinus.cs.umn.edu (8.9.3/8.9.0) id KAA14168; Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Date: Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Date: Fri, 22 Jun 20 10:49: (CDT) Message-Id: Message-Id: To: To: Subject: early registration for ICEC' 64 Subject: early registration for ICEC' 64 From: From: Cc: Cc: Reply-to: Reply-to: X-Virus-Scanned: amavisd-new at poliba.it X-Virus-Scanned: amavisd-new at poliba.it X-UIDL: Protocolli \,Q"!~#F"!ooF"!;2B"! X-UIDL: \,Q"!~#F"!ooF"!;2B"! di livello applicativo Esempio di sessione POP3 (2) RETR 1 +OK 4935 octets Return-Path Path: : Received: from mail.cs.umn.edu (mail.cs.umn.edu [ ]) by ESMTP id 1DB2EEB3F4 for 22 Jun 20 17:55: (CEST). QUIT +OK Logging out.

38 A.A Esempio di sessione POP3 (3) No. Time Source Destination Prot Info TCP > pop3(110) [SYN] Seq=0 Ack= TCP pop3 > [SYN, ACK] Seq=0 Ack= TCP > pop3 [ACK] Seq=1 Ack= POP pop3 > Response: +OK dovecot ready TCP > pop3 [ACK] Seq=1 Ack=21 38 di 100

39 A.A Esempio di sessione POP3 (4) POP > pop3 Request: USER mruta POP pop3 > Response: +OK POP > pop3 Request: : RETR POP pop3 > Response: +OK 4935 octets Return-Path: Received: from mail.cs.umn.edu (mail.cs.umn.edu [ ]) by mail.poliba.it (Postfix) with ESMTP id 1DB2EEB3F4 for Fri, 22 Jun 20 17:55: (CEST). 39 di 100

40 A.A Esempio di sessione POP3 (5) No. Time Source Destination Prot Info POP > pop3 Request: : QUIT POP pop3 > Response: +OK Logging out TCP pop3 > [FIN, ACK] TCP > pop3 [ACK] TCP > pop3 [FIN, ACK] TCP pop3 > [ACK] 40 di 100

41 A.A Internet Message Access Protocol (IMAP) E un protocollo per accedere a messaggi di mail su un server remoto A differenza di POP3, è pensato per la manipolazione delle mailboxes online, senza bisogno di scaricare in locale i messaggi Consente l accesso l ad una stessa mailbox da più PC contemporaneamente Consente di: Creare, eliminare e rinominare mailbox Controllare l arrivo l arrivo di nuovi messaggi Rimuovere messaggi Effettuare ricerche all interno dei messaggi 41 di 100

42 A.A DNS: Domain Name Service Realizza una corrispondenza fra gli indirizzi IP numerici ed i nomi logici sisinflab.poliba.it Alias di posta: fornisce l indirizzo l IP o l hostname l del Mail Server di un dominio (query MX) Esso consiste di: uno schema gerarchico di nominazione,, basato sul concetto di dominio (domain) un database distribuito che implementa lo schema gerarchico di nominazione un protocollo per il mantenimento e la distribuzione delle informazioni sulle corrispondenze Interrogazione tra DNS Interrogazione client/dns 42 di 100

43 A.A Organizzazione dello spazio dei nomi top level domains arpa com edu gov int mil net org ae us zw second level domains in-addr 140 noao tuc Ciascuna Ciascuna label label può può essere essere lunga lunga caratteri caratteri va reston 252 sun cnri conversione IP-hostname sun.tuc.noao.edu. Fully Qualified Domain Name (FQDN) cnri.reston.va.us in-addr.arpa. generic domains country domains 43 di 100

44 A.A Organizzazione dello spazio dei nomi (2) I top level domains vengono gestiti direttamente dal NIC (Network Information Center) che ha sede in ogni nazione e si incarica dell'assegnazione e del mantenimento dei nomi a dominio nel country code Top Level Domain it (ISO 3166) Per le altre zone (nodi dell albero DNS), il NIC delega la gestione alle singole organizzazioni Per ciascuna zona ci deve essere un server primario (autoritativo( per quella zona) ed uno o più secondari per scopi di ridondanza Un server autoritativo gestisce direttamente le corrispondenze di un dominio (garanzia di una conversione corretta) I server secondari mantengono copia delle corrispondenze aggiornata ata dinamicamente mediante query periodiche al DNS primario (allineamento automatico dei dati) Per servire il nodo radice esistono i cosiddetti root name server 44 di 100

45 A.A Root name server Vi sono 13 root name server al mondo Essi corrispondono al dominio di livello piu alto:. (punto, o root) Ogni root name server mantiene le corrispondenze con gli indirizzi dei top level domains 45 di 100

46 A.A Principio di funzionamento L host host1.poliba.it desidera conoscere l indirizzo IP di host2.mydomain.eu Contatta il server DNS locale, dns.poliba.it dns.poliba.it contatta un name server di livello superiore o il root name server se necessario Il root name server contatta il top level domain.eu. il quale conoscce l indirizzo del name server di riferimento, dns.mydomain.eu Ogni host è registrato in almeno due name server assoluti Questo meccanismo di risoluzione è ricorsivo Root name server dns.poliba.it dns.mydomain.eu host1.poliba.it host2.mydomain.eu 46 di 100

47 A.A Risoluzione iterativa Local name server Root name server Occupazione di banda da parte del client moltiplicata Maggiore carico computazionale sul client Dal punto di vista del client è preferibile la soluzione ricorsiva,, ma la soluzione iterativa potrebbe essere a minore delay Authoritative name server Query Iterative Reply Authoritative Reply 47 di 100

48 A.A Risposta non autoritativa Local name server Root name server I DNS implementano meccanismi di caching Le cache dei local name server contengono precedenti risoluzioni Riduzione dei delay Possibile non completa correttezza dei risultati a causa di meccanismi fraudolenti di alterazione delle cache DNS È indispensabile distinguere risposte autoritative da risposte non autoritative Query Non Authoritative Reply 48 di 100

49 A.A Formato di un messaggio DNS identifcativo univoco intero a 16 bit del messaggio (transaction ID) Un Un Resource Resource Record Record (RR) (RR) è è una una struttura struttura dati dati atta atta a a contenere contenere una una reply reply DNS DNS risposte autoritative Resource Record (RR) Identificazione Numero di domande Numero di RR assoluti Flags Numero di Risposte RR Numero di RR aggiuntivi Domande (numero di domande variabile) Risposte (numero variabile di RR) Assoluti (numero variabile di RR) Informazioni aggiuntive (numero variabile di RR) proprietà generali del pacchetto (richiesta/risposta) la variabilità del contenuto impone la presenza di una intestazione risposte convenzionali Resource Record (RR) 49 di 100

50 A.A Flags QR QR 0: query,, 1: risposta opcode AA TC RD RA rcode opcode 0: standard query (name IP) IP),, 1: query inversa (IP name name),, 2: server status, 3: AA 1: name server autoritativo per il dominio nella query TC 1: le dimensioni della risposta superano 512 byte (massima dimensione PDU UDP) RD 1: query ricorsiva,, 0: query iterativa RA 1: il server supporta la risoluzione ricorsiva rcode return code. 0: nessun errore, 3: errore nel nome (3 bit non adoperati) 50 di 100

51 A.A Formato del Resource Record (RR) nome dominio tipo classe time-to to-live lunghezza dati dati tipo: : 1 indica che è richiesto un indirizzo IP per quel nome di dominio (query( di tipo A, name2ip), 12 indica che si richiede l hostnamel corrispondente ad un indirizzo IP (PTR query,, IP2name) classe: : normalmente è 1 per gli indirizzi Internet time-to to-live: : tempo (in secondi) per cui il RR sarà nella cache del resolver (client) lunghezza dati: : numero di byte del campo dati 51 di 100

52 A.A Pacchetto di query tipo A No. Time Source Destination Protocol Info DNS Standard query A Flags: 0x0100 (Standard query) DNS primario dominio poliba.it = Response: Message is a query = Opcode: Standard query (0) = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Z: reserved (0) = Non-authenticated data OK: Queries/Answers/Authority/Additional Q/A/AA/AD: 1/0/0/0 Queries Name: type A, class IN Messaggio non eccedente 512 B Risposte non autoritative ammesse Query in classe 1 (INternet( INternet) 52 di 100

53 A.A Pacchetto di risposta No. Time Source Destination Protocol Info DNS Standard query response CNAME CNAME A A Flags: 0x8180 (Standard query response, No error) = Response: Message is a response = Opcode: Standard query (0) = Authoritative: Server is not an authority for domain = Truncated: Message is not truncated = Recursion desired: Do query recursively = Recursion available: Server can do recursive queries = Z: reserved (0) = Answer authenticated: Answer/authority portion was not authenticated by the server = Reply code: No error (0) Questions: 1 Answer RRs: 4 Authority RRs: 4 Additional RRs: 4 53 di 100

54 A.A Pacchetto di risposta (2) Answers Canonical Name record (alias) type CNAME, class IN, TTL 3d1h1m19s, cname type CNAME, class IN, TTL 8m18s, cname type A, class IN, TTL 23s, addr type A, class IN, TTL 23s, addr Address record, corrispondenza diretta con un IP 54 di 100

55 A.A Pacchetto di risposta (3) Corrispondenza con gli IP negli additional record Authoritative nameservers l.google.com: type NS, class IN, ns b.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns c.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns d.l.google.com l.google.com: type NS, class IN, ns a.l.google.com Additional records b.l.google.com: type A, class IN, addr c.l.google.com: type A, class IN, addr d.l.google.com: type A, class IN, addr a.l.google.com: type A, class IN, addr di 100

Telematica II 13. Posta Elettronica

Telematica II 13. Posta Elettronica Posta Elettronica #1 la Posta Elettronica e basata su due componenti: s : applicativi utilizzati dall utente per comporre, inviare e leggere messaggi (p.e. Outlook) Telematica II 13. Posta Elettronica

Dettagli

Telematica II 14. DNS Domain Name Service

Telematica II 14. DNS Domain Name Service Domain Name System () - finalità è un servizio per ottenere un altro servizio (HTTP, FTP, SMTP, ecc) Telematica II 14. Domain Name Service è un servizio che realizza una corrispondenza fra gli indirizzi

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Giovedì 2-04-2015 1 Come per una pagina Web, anche

Dettagli

Reti di Comunicazione e Internet

Reti di Comunicazione e Internet Politecnico di Milano Dipartimento di Elettronica e Informazione Reti di Comunicazione e Internet Laboratorio 6. Wireshark e Protocolli Applicativi Agenda della lezione Wireshark Protocolli applicativi:

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Posta Elettronica e Web

Posta Elettronica e Web a.a. 2002/03 Posta Elettronica e Web Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Posta Elettronica

Dettagli

20. DNS: Il Domain Name System

20. DNS: Il Domain Name System 20. DNS: Il Domain Name System 20.1 Introduzione È un database distribuito usato dalle applicazioni TCP/IP che: Mappa hostname su IP address Mappa IP address su hostname Fornisce informazione di routing

Dettagli

Telematica II A.A. 2005-06

Telematica II A.A. 2005-06 VoIP Voice over IP è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione Internet o un'altra rete dedicata che utilizza il protocollo IP, anziché passare

Dettagli

Telematica II 11. Proxy Server AJAX APACHE Protocollo FTP

Telematica II 11. Proxy Server AJAX APACHE Protocollo FTP Proxy Server Telematica II 11. Proxy Server AJAX APACHE Protocollo FTP Proxy Server Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2009-2010 2 Semestre Prof. Giovanni Pascoschi 2 Proxy server Proxy server

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Parte II - Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica Multipurpose Internet Mail

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Martedì 25-03-2014 1 Il protocollo FTP

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Reti di Calcolatori. IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

Reti di Calcolatori. IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Domain Name System (DNS)

Domain Name System (DNS) Prof. Roberto De Prisco Domain Name System (DNS) Riferimento: Comer, Cap. 24 Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Indirizzi IP e nomi 2 Indirizzo IP identifica un host su Internet

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Indirizzi e nomi: il DNS

Indirizzi e nomi: il DNS Indirizzi e nomi: il DNS Alla base del sistema esiste il nome di dominio, che è la forma con cui si rappresenta un indirizzo attraverso una denominazione strutturata esempio 4/29/10 1 I nomi di dominio

Dettagli

Corso di recupero di sistemi Lezione 8

Corso di recupero di sistemi Lezione 8 Corso di recupero di sistemi Lezione 8 a.s. 2011/2012 - Prof. Fabio Ciao 24 aprile 2012 Reti TCP/IP Una rete TCP/IP è una rete locale o geografica che utilizza protocolli TCP/IP con i primi 2 livelli una

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS)

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Università degli Studi di Milano Insegnamento di Terminologia - 1 ISO/OSI (Open System Interconnection) Standard de iure che organizza l'architettura di una rete

Dettagli

Email. E-mail: SMTP, POP, IMAP. E-Mail: mail server. E-Mail: smtp [RFC 821] Tre componenti: user agent mail server simple mail transfer protocol: smtp

Email. E-mail: SMTP, POP, IMAP. E-Mail: mail server. E-Mail: smtp [RFC 821] Tre componenti: user agent mail server simple mail transfer protocol: smtp E-:, POP, IMAP E Tre componenti: simple transfer protocol: smtp User Agent Funzionalità: per leggere, editare ed inviare Eudora, Outlook, Pine, MacMail Messaggi sono memorizzati nel outgoing message queue

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 8 DNS (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 8 DNS (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 DNS: Domain Name System Indirizzamento di una macchina (host)

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Parte II - Reti di Calcolatori Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica Multipurpose Internet Mail

Dettagli

Re# di Comunicazione e Internet

Re# di Comunicazione e Internet Politecnico di Milano Dipar#mento di Ele8ronica e Informazione Re# di Comunicazione e Internet Laboratorio 5. Wireshark e Protocolli Applica5vi Agenda della lezione Wireshark Protocolli applica5vi: File

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 24 giugno 2004 Il livello applicativo Nel livello 5 (ultimo livello in TCP/IP) ci sono le applicazioni utente protocolli di supporto a tutte le applicazioni, come per esempio

Dettagli

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003 Argomenti sviluppati: - Il protocollo DHCP e le sue applicazioni: - Configurazione e gestione del pool di indirizzi in Linux - Configurazione indirizzi statici in Linux - Il protocollo DNS e le sue implementazioni

Dettagli

Posta elettronica DEFINIZIONE

Posta elettronica DEFINIZIONE DEFINIZIONE E-mail o posta elettronica è un servizio Internet di comunicazione bidirezionale che permette lo scambio uno a uno oppure uno a molti di messaggi attraverso la rete Un messaggio di posta elettronica

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 8 Giovedì 27-03-2014 1 Protocolli di accesso

Dettagli

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System)

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 6. Il servizio DNS (Domain Name System) Sistemi e Servizi di TLC Lezione N. 6 Il servizio DNS (Domain Name System) 1 Nomi logici e indirizzi IP Gli indirizzi IP utilizzati per identificare univocamente i dispositivi connessi alla rete (router

Dettagli

voice call web browser email client streaming video application address? port LAN IP layer 193.205.7.124 LAN card driver Application Layer

voice call web browser email client streaming video application address? port LAN IP layer 193.205.7.124 LAN card driver Application Layer web browser email client voice call streaming video SO application address? port IP layer 193.205.7.124 LAN card driver LAN Programmi applicativi che utilizzano i servizi di rete Sono spesso basati sul

Dettagli

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Servizi di rete e web Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Applicazione Unità di trasmissione dati a livello applicazione Applicazione Presentazione Unità di trasmissione dati a livello presentazione Presentazione

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori I Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Protocolli applicativi: DNS I lucidi presentati

Dettagli

Internet, Tecnologie e Servizi Web

Internet, Tecnologie e Servizi Web DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA in collaborazione con MASTER IN INTERNET ECOSYSTEM: GOVERNANCE E DIRITTI MODULO I: Internet Governance Internet, Tecnologie e Servizi Web Pisa 12 dicembre 2015 Presentazione

Dettagli

T.A.R.I. Applicazioni (ICT, AL)

T.A.R.I. Applicazioni (ICT, AL) Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Tutti usano il modello Client-Server DNS Le comunicazioni Internet usano gli indirizzi IP, mentre per

Dettagli

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS)

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) Esempi di applicazioni internet WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) 17 Il Web: terminologia Pagina Web: consiste di oggetti indirizzati da un URL (Uniform Resource

Dettagli

la posta elettronica

la posta elettronica la posta elettronica progettazione di un servizio di rete giuseppe di battista e maurizio patrignani nota di copyright questo insieme di slides è protetto dalle leggi sul copyright il titolo ed il copyright

Dettagli

Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web

Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Tutti usano il modello Client-Server Computazione su Rete Applicazioni Applicazioni Internet Domain Name System Posta Elettronica Remote login File transfer World Wide Web Giulio Concas 1 DNS Le comunicazioni

Dettagli

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif Web e HTTP Terminologia Una pagina web consiste di oggetti Un oggetto può essere un file HTML, una immagine JPG, ecc. Una pagina web consiste di un file HTML base che fa riferimento a diversi oggetti al

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Modulo 8: Applicativi. Parte 5: FTP e TFTP. Gennaio Marzo 2007. Introduzione a FTP. Storia. Alessandro Brunengo Mirko Corosu Reti di Calcolatori 2

Modulo 8: Applicativi. Parte 5: FTP e TFTP. Gennaio Marzo 2007. Introduzione a FTP. Storia. Alessandro Brunengo Mirko Corosu Reti di Calcolatori 2 Modulo 8: Applicativi Parte 5: FTP e TFTP 1 Storia Introduzione a FTP Reti di Calcolatori 2 1 Introduzione a FTP (1) Protocollo di trasferimento dati tra macchine connesse attraverso una rete che supporta

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo 1 I Principali Servizi del Protocollo Applicativo Servizi offerti In questa lezione verranno esaminati i seguenti servizi: FTP DNS HTTP 2 3 File Transfer Protocol Il trasferimento di file consente la trasmissione

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Protocolli per il Web. Impianti Informatici. Protocolli applicativi

Protocolli per il Web. Impianti Informatici. Protocolli applicativi Protocolli per il Web Protocolli applicativi I protocolli applicativi 2 Applicazioni Socket interface HTTP (WEB) SMTP (E-MAIL) FTP... NFS RPC DNS... Trasporto TCP UDP Rete ICMP RIP OSPF IP ARP RARP Non

Dettagli

Il Domain Name System

Il Domain Name System Il Domain Name System Università di Parma - Appunti di Telematica A - per esclusivo uso interno A. Lazzari 2004 GENERALITÀ...1 LA GERARCHIA DEI NOMI DI DOMINIO...2 I RESOURCE RECORD (RR)...3 I PROTOCOLLI

Dettagli

Livello applicazione: Sessioni HTTP, FTP, Posta Elettronica

Livello applicazione: Sessioni HTTP, FTP, Posta Elettronica Livello applicazione: Sessioni HTTP, FTP, Posta Elettronica Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright

Dettagli

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera

Application layer. Protocolli a livello applicativo. Identificatori in Internet. Protocolli a livello applicativo, esempi. Francesco Dalla Libera Protocolli a livello applicativo Application layer Francesco Dalla Libera! In questo livello si trovano diverse tipologie di oggetti: " protocolli di supporto a tutte le applicazioni: # DNS (Domain Name

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez7 email (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez7 email (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez7 email (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 Header settabili dall utente From Sender Reply-to To Cc

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 6. - Protocolli a livello applicazione usati su Internet Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 9 Distribuzione dei contenuti Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 FTP: file transfer protocol FTP user interface

Dettagli

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci

CORSO DI RETI SSIS. Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci CORSO DI RETI SSIS Lezione n.2. 2 Novembre 2005 Laura Ricci IL DOMAIN NAME SYSTEM (DNS) Indirizzi IP poco adatti per essere memorizzati da utenti umani è prevista la possibiltà di associare nomi simbolici

Dettagli

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System Prof. Andrea Borghesan http://venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì, 10.00-11.00. Studio 34, primo piano. Dip. Statistica 1 Modalità esame:

Dettagli

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin Laboratorio di Reti Relazione N 2 Gruppo N 9 Mattia Vettorato Alberto Mesin Scopo dell'esercitazione Configurare un Name Server per un dominio, in particolare il nostro dominio sarà gruppo9.labreti.it.

Dettagli

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Livello Applicativo Indirizzo mnemonico (es. www.unical.it) www telnet Porte TCP (o UDP) Indirizzo IP 160.97.4.100 Indirizzi Ethernet 00-21-52-21-C6-84

Dettagli

Reti 4 Posta elettronica La posta elettronica o email, serve per mandare messaggi ad amici e colleghi. Con essa le aziende mandano pubblicità a costo zero (spam). La parola spam (spiced ham) era usata

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET IC3N 2000 N. 5 La famiglia dei protocolli TCP/IP Applicazioni e-mail,ftp,ssh,www TCP UDP ICMP IP ARP RARP IEEE 802-Ethernet-X25-Aloha ecc. Collegamento fisico 6 1 Protocolli

Dettagli

Application Layer FTP, SMTP, POP3, IMAP. Ricapitolando. FTP: File Transfer Protocol [RFC 959] porta 80

Application Layer FTP, SMTP, POP3, IMAP. Ricapitolando. FTP: File Transfer Protocol [RFC 959] porta 80 Ricapitolando host or host or Application Layer process controlled by application developer process, SMTP, POP3, IMAP socket TCP with buffers, variables Internet socket TCP with buffers, variables controlled

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Funzionamento del DNS. Soluzione centralizzata SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS)

SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) SISTEMA DEI NOMI DI DOMINIO (DNS) Ad ogni calcolatore collegato a Internet (host) è associato un indirizzo IP Utilizzo di nomi simbolici da parte degli utenti Necessità di una traduzione dei nomi simbolici

Dettagli

Application Layer FTP, SMTP, POP3, IMAP

Application Layer FTP, SMTP, POP3, IMAP Application Layer FTP, SMTP, POP3, IMAP Ricapitolando host or host or process controlled by application developer process socket TCP with buffers, variables Internet socket TCP with buffers, variables

Dettagli

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici

Domain Name System. Gerarchia nomi simbolici Domain Name System ad application L., ma usato da protocolli di L7 più che da utenti accessibile via comando di shell nslookup indirizzamento a L7: nome simbolico es: www.dico.unimi.it struttura gerarchica

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2011/12)

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2011/12) Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori (a.a. 2011/12) Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Protocolli applicativi: e POP3

Dettagli

Protocolli Applicativi in Internet

Protocolli Applicativi in Internet CdL in Ingegneria Integrazione d Impresa Corso di Reti di Calcolatori Protocolli Applicativi in Internet Franco Zambonelli A.A. 2005-2006 PROTOCOLLI APPLICATIVI Sfruttano I protocolli TCP/IP (spesso) o

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Advanced Network Technologies Laboratory Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Stefano Napoli Alberto Pollastro Politecnico di Milano Laboratori Responsabili di Laboratorio: Stefano Napoli

Dettagli

OSOR. Applicazioni di Rete

OSOR. Applicazioni di Rete OSOR Applicazioni di Rete 1 Client-Server in Sistemi Distribuiti Host A Host B Client TCP/UDP IP Network Interface Internet Risultati Server TCP/UDP IP Network Interface Richiesta Applicazioni di Rete

Dettagli

Protocolli applicativi: FTP

Protocolli applicativi: FTP Protocolli applicativi: FTP FTP: File Transfer Protocol. Implementa un meccanismo per il trasferimento di file tra due host. Prevede l accesso interattivo al file system remoto; Prevede un autenticazione

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Giovedì 9-04-2015 1 Database distribuiti e gerarchici

Dettagli

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright

dns giuseppe di battista, maurizio patrignani copyright 2012 g. di battista, m. patrignani nota di copyright dns giuseppe di battista, maurizio patrignani nota di copyright questo insieme di slides è protetto dalle leggi sul copyright il titolo ed il copyright relativi alle slides (inclusi, ma non limitatamente,

Dettagli

Vediamo un esempio di spedizione e ricezione di email, puntualizzando i passaggi.

Vediamo un esempio di spedizione e ricezione di email, puntualizzando i passaggi. Telnet è il principale protocollo di Internet per realizzare delle connessioni con macchine in remoto Da la possibilità di essere fisicamente sul proprio sistema e lavorare su un altro che può essere nella

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

FTP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano

FTP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano FTP Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano Il protocollo FTP 1/2 Attraverso il protocollo FTP (File Transfer Protocol) è possibile trasferire uno o più files di qualsiasi tipo tra due macchine Tale

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 3. I Protocolli di Internet Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea

Dettagli

OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!!

OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!! OCCHIO AL DOWNLOAD E UPLOAD!!! DIRITTI DI PROPRIETA INDUSTRIALE TUTELANO ANCHE TE!!! Lezione n 8 RETE INTERNET DOMAIN NAME -Nativi digitali e Internet- Prof.ssa Cristina Daperno Prof. Aldo Ribero Prof.

Dettagli

Livello cinque (Livello application)

Livello cinque (Livello application) Cap. VII Livello Application pag. 1 Livello cinque (Livello application) 7. Generalità: In questo livello viene effettivamente svolto il lavoro utile per l'utente, contiene al suo interno diverse tipologie

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Architetture Applicative Il Web

Architetture Applicative Il Web Architetture Applicative Il Web Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 18 Marzo 2014 Architetture Architetture Web L Architettura Client-Server HTTP Protocolli di Comunicazione Fondamenti

Dettagli

2.5. L'indirizzo IP identifica il computer di origine, il numero di porta invece identifica il processo di origine.

2.5. L'indirizzo IP identifica il computer di origine, il numero di porta invece identifica il processo di origine. ESERCIZIARIO Risposte ai quesiti: 2.1 Non sono necessarie modifiche. Il nuovo protocollo utilizzerà i servizi forniti da uno dei protocolli di livello trasporto. 2.2 Il server deve essere sempre in esecuzione

Dettagli

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy)

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy) SMS-Gateway interfaccia SMTP Versione 1.0.0 2004, 2005, 2006 SMSPortal 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS attraverso

Dettagli

Modulo 1: Posta elettronica

Modulo 1: Posta elettronica Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Reti di Calcolatori. Internet. Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale:

Reti di Calcolatori. Internet. Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale: Reti di Calcolatori Dipartimento di Ingegneria dell Informazione 1 Internet Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale: permette a due calcolatori qualunque di comunicare indipendemente

Dettagli

Architetture Web Protocolli di Comunicazione

Architetture Web Protocolli di Comunicazione Architetture Web Protocolli di Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Maggio 2011 Architetture Web Architetture Web Protocolli di Comunicazione Il Client Side Il Server Side

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Applicazioni di rete. La posta elettronica nell'architettura TCP/IP. Indirizzi reali e virtuali. Indirizzi RFC-822. Dai domini postali agli host

Applicazioni di rete. La posta elettronica nell'architettura TCP/IP. Indirizzi reali e virtuali. Indirizzi RFC-822. Dai domini postali agli host La posta elettronica nell'architettura TCP/IP Antonio Lioy < lioy@politoit > Politecnico di Torino Dip Automatica e Informatica Applicazioni di rete indirizzi logici (applicativi) per identificare gli

Dettagli

Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP. La posta elettronica. Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano

Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP. La posta elettronica. Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP La posta elettronica Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano E-mail - Indice 2 Introduzione Formato del messaggio Server Protocolli Comandi SMTP

Dettagli

Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet

Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet 1 Il livello Application Modello OSI e pila TCP/IP Application Presentation Session Transport Network Data

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

Provider e Mail server

Provider e Mail server Il servizio di elettronica Provider e Mail server Il servizio di elettronica o e-mail nasce per scambiarsi messaggi di puro testo o altri tipi di informazioni (file di immagini, video, ecc.) fra utenti

Dettagli

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali 1 Introduzione Esaminiamo: Gli Universal Resource Identifier (URI) 2 URI Gli URI (Universal Resource Identifier) sono una sintassi usata in

Dettagli

Teoria di un server di posta. Corso GNU/Linux Avanzato Torino, 2009.07.02

Teoria di un server di posta. Corso GNU/Linux Avanzato Torino, 2009.07.02 Teoria di un server di posta Corso GNU/Linux Avanzato Torino, 2009.07.02 Intro Perche' Teoria di un server di posta Esistono n mila howto su come installare un server di posta Esistono n mila diversi software

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni Reti di Calcolatori Il Livello delle Applicazioni Il DNS Gli indirizzi IP sono in formato numerico: sono difficili da ricordare; Ricordare delle stringhe di testo è sicuramente molto più semplice; Il Domain

Dettagli