Il Ratto delle Sabine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Ratto delle Sabine"

Transcript

1

2 Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche 6 Marzo - 11 Dicembre 2011 ef

3 Liceo Classico Marco Terenzio Varrone Il Ratto delle Sabine. Installazioni artistiche da voci antiche Rieti Museo Civico-Sezione Archeologica 6 marzo-11dicembre 2011 Mostra Comitato scientifico e organizzativo Olivier Bizeray Daniela Camardella Monica De Simone Nadia Laudazi Ines Millesimi Letizia Rosati Maria Rosaria Rotilio Coordinamento generale e percorsi espositivi Monica De Simone Daniela Camardella Apparati didattici Monica De Simone Daniela Camardella gli insegnanti e gli studenti dell Istituto di Istruzione Superiore M. T. Varrone Traduzioni Renato Sciucca (francese) Monica De Simone, Giovanni Zangari (inglese) Ricerca immagini e acquisizioni Museo Civico di Rieti Allestimento Museo Civico di Rieti Ecolle Boulle, Parigi Istituto di Istruzione Superiore M. T. Varrone, indirizzo Liceo Artistico-Isarte A. Calcagnadoro Graphidea Soc. Coop Grafica, stampa e realizzazione tecnica Graphidea Soc. Coop, Rieti Stampa catalogo: Tipografia Fabri, Rieti Locandine e inviti Grafica: Maria Cristina Tosoni Stampa: Tipografia Panfilo, Rieti Un particolare ringraziamento per la cortese disponibilità e la collaborazione va a Giovanna Alvino, Filippo Coarelli, Fulvia Di Simone, Gianluca Guadagni, Franco Guercilena, Pierluigi Robiati, Elena Tassi Scandone, Maria Cristina Tosoni, Maria Beatrice Valletta e al personale di ruolo e di supporto del Servizio Museo del Comune di Rieti. Si ringraziano inoltre: Assessore alla Cultura del Comune di Rieti Gianfranco Formichetti Il Dirigente del Settore Cultura (Museo e Biblioteca) Carlo Ciccaglioni Il Dirigente Scolastico dell Istituto di Istruzione Superiore M. T. Varrone Umberto Eleuteri Gli studenti Ecole Boulle - Parigi (studenti ed ex studenti): Alain Camille, Bonnote Léonard, Braouch Lina, Coubard Justine, De Cooman Victor, Duval Agathe, Huitric Chloé, Lessellier Frédéric, Liaigre Adeline, Lochmann Clarisse, Piter Zoé, Rousselot Maylis, Ruiz Colombine, Santus Florian, Solène Michel, Solier Romain Istituto di Istruzione Superiore M.T. Varrone Liceo Artistico- Isarte A. Calcagandoro : IA: Cinardi Elisa; IIC: Amici Giorgia, Brunori Giulia, Cassar Eleonora, Cocco Daniele, Collepiccolo Manuel, Coppola Giulia, Di Giovanni Sara, Gallinaro Marta, Gentile Michele, Maioli Kim, Marchetti Andrea, Martelucci Agnese, Musarra Giulia, Ndaya Ermine, Palmegiani Nicolas, Pitorri Giulia, Tarquini Ilaria; IIIA: Grassi Manuel, Nicola Martellucci; IVC: Barberini Gabriele, Blasetti Edoardo, Borghetto Ettore Ismael, Castrucci Roberta, Crisi Ludovico, Lunari M. Sole, Mgbe Alice, Petroni Giulia, Pezzotti Erika, Pierantoni Francesca, Pizzuti Alessandra, Tarani Barbara; VA: Gerli Martina, Davide Tommasini; VC: Caloisi Elisa, Festuccia Martina, Franceschini Anita, Novelli Giada, Russo Marta; ex alunni: Matteo Onorini Liceo Ginnasio Statale M. Terenzio Varrone : IID: Benedetti Matteo, Ciogli Micaela, Daniele Alessandra, Euforbio Federico, Formichetti Lorenzo, Ippoliti Fabiana, Marcellusi Rita Chiara, Marotti Simone, Micheli Elisa, Patacchiola Guglielmina, Petrini Ludovico Mario, Petroni Edoardo,

4 Picchi Scardaoni Marco, Puglielli Anna Rose, Pulcinelli Alberto Maria, Rivabella Francesco, Sinibaldi Noemi, Troiani Giorgio; IIIC, Abbattista Serena, Barile Sara, Buzzi Cecilia, Carnassale Manola, Casciani Giorgia, De Santis Alice, Desideri Agnese, Desideri Francesca, Ermini Beatrice, Giampietri Martina, Giovanzanti Mariangela, Giuli Riccardo, Giuliani Simona, Graziani Antonio, Grifoni Marika, Luvisotti Francesca, Mattioli Giorgia, Michetti Erica, Patacchiola Roberta, Santilli Chiara, Torre Beatrice. Catalogo a cura di Monica De Simone Daniela Camardella Progetto grafico Stampa catalogo Tipografia Fabri Autori dei testi Giovanna Alvino Olivier Bizeray Daniela Camardella Monica De Simone Nadia Laudazi Ines Millesimi Letizia Rosati Maria Rosaria Rotilio Elena Tassi Scandone Maria Beatrice Valletta gli studenti dell Istituto di Istruzione Superiore M. T. Varrone Traduzioni Renato Sciucca (in e dal francese) Monica De Simone (italiano-inglese) Giovanni Zangari (italiano-inglese) Gli studenti Istituto di Istruzione Superiore M.T. Varrone Liceo Artistico- Isarte A. Calcagandoro : IVC: Barberini Gabriele, Blasetti Edoardo, Borghetto Ettore Ismael, Castrucci Roberta, Crisi Ludovico, Lunari M. Sole, Mgbe Alice, Petroni Giulia, Pezzotti Erika, Pierantoni Francesca, Pizzuti Alessandra, Tarani Barbara; VC: Caloisi Elisa, Festuccia Martina, Franceschini Anita, Novelli Giada, Russo Marta Liceo Ginnasio Statale M. Terenzio Varrone : IID: Benedetti Matteo, Ciogli Micaela, Daniele Alessandra, Euforbio Federico, Formichetti Lorenzo, Ippoliti Fabiana, Marcellusi Rita Chiara, Marotti Simone, Micheli Elisa, Patacchiola Guglielmina, Petrini Ludovico Mario, Petroni Edoardo, Picchi Scardaoni Marco, Puglielli Anna Rose, Pulcinelli Alberto Maria, Rivabella Francesco, Sinibaldi Noemi, Troiani Giorgio IIIC: Abbattista Serena, Barile Sara, Buzzi Cecilia, Carnassale Manola, Casciani Giorgia, De Santis Alice, Desideri Agnese, Desideri Francesca, Ermini Beatrice, Giampietri Martina, Giovanzanti Mariangela, Giuli Riccardo, Giuliani Simona, Graziani Antonio, Grifoni Marika, Luvisotti Francesca, Mattioli Giorgia, Michetti Erica, Patacchiola Roberta, Santilli Chiara, Torre Beatrice Ringraziamenti Bologna, Unicredit Firenze, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, Soprintendente Cristina Acidini Macerata, Fondazione CARIMA Museo Palazzo Ricci Roma, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, soprintendente Marina Sapelli Ragni Roma, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma, Soprintendente Rossella Vodret Roma, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, Soprintendente Anna Maria Moretti Roma, Galleria Colonna, Curatrice Collezione Colonna Patrizia Piergiovanni Roma, Galleria Nazionale d Arte Antica Palazzo Barberini Roma, Galleria Nazionale d Arte Moderna Roma, Musei Capitolini Parigi, Centro Nazionale d Arte e Cultura Georges Pompidou San Pietroburgo, Museo dell Ermitage Siena, Soprintendenza per i Beni Storici ed Etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto, Soprintendente Mario Scalini Siena, Pinacoteca Nazionale Crediti Fotografici Archivio fotografico GNAM Bologna, Unicredit, Palazzo Magnani Macerata, Fondazione CARIMA - Museo Palazzo Ricci Roma, Galleria Colonna San Pietroburgo, Museo dell Ermitage Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Soprintendenza per i Beni Storici ed Etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze Opere esposte in riproduzione fotografica: Bartolomeo di Giovanni, Ratto delle Sabine Il Sodoma, Il Ratto delle Sabine Gianbologna, Ratto delle Sabine Ludovico Carracci, Ratto delle Sabine Pieter Paul Rubens, Il Ratto delle Sabine Pietro da Cortona, Il Ratto delle Sabine Cavalier d Arpino, Ratto delle Sabine Nicolas Poussin, Il Ratto delle Sabine Pietro Liberi, Il Ratto delle Sabine Luca Giordano, Ratto delle Sabine Tiepolo, Il Ratto delle Sabine Jacques-Louis David, Riconciliazione tra Romani e Sabini Primo Conti, Il Ratto delle Sabine Franco Gentilini, Il Ratto delle Sabine Pablo Picasso, Il Ratto delle Sabine (ispirato a David)

5 Indice Nascita del progetto Il Ratto delle Sabine - Installazioni artistiche da voci antiche 9 Ecole Boulle 15 Liceo Ginnasio M.Terenzio Varrone 19 Liceo Artistico ISARTE A. Calcagnadoro 23 I lavori degli studenti Ecole Boulle 27 Liceo Artistico ISARTE A. Calcagnadoro 47 Liceo Ginnasio M.Terenzio Varrone 57 Contributi Elena Tassi Scandone Sabinae Raptae - Usi matrimoniali ed origine della città curiata 61 Giovanna Alvino I Sabini. Profilo storico-culturale sulla base della documentazione archeologica 67 Approfondimenti Le fonti 81 Il mito di Tarpea 86 Il Ver Sacrum 89 Il mito di Europa 91 Il mito di Persefone 92 Il mito di Elena 93 Bartolomeo di Giovanni 95 Il Sodoma 97 Giambologna 99 Ludovico Carracci 101 Pieter Paul Rubens 103 Pietro da Cortona 105 Cavalier d Arpino 107 Nicolas Poussin 109 Pietro Liberi 111 Luca Giordano 113 Giovan Battista Tiepolo 115 Jacques-Louis David 117 Primo Conti 119 Franco Gentilini 121 Pablo Picasso 123 Arturo Martini 124 Il mito del Ratto delle Sabine nell arte francese 125 Supporti didattici / Educational Posters 130

6 Rieti insiste su quel territorio tuttora chiamato Sabina che fin dagli esordi di Roma fu di fondamentale importanza per la crescita e lo sviluppo della città eterna. Secondo la storiografia antica, la stirpe romana nacque proprio in seguito all unione violenta, poi ricomposta, tra i Romani e i Sabini, leggenda tramandata con il nome del Ratto delle Sabine. L episodio, ricco spunto per interpretazioni storiche e letture antropologiche, ha avuto una grande fortuna nella tradizione e ha fornito ispirazione in varie epoche a produzioni artistiche e letterarie. La mostra organizzata dal Museo Civico di Rieti ripropone l episodio e lo rende attuale nel linguaggio delle installazioni realizzate dagli studenti dell Ecole Boulle di Parigi e dell Istituto d Istruzione Superiore M. T. Varrone di Rieti. L esposizione è stata anche occasione per ribadire il forte legame esistente tra le istituzioni formative del territorio e la struttura museale. Il Museo, accanto a importanti materiali e opere d arte dell esposizione permanente, propone eventi culturali rivolti al vasto pubblico, ma si rivolge con un attenzione speciale alla formazione e alla partecipazione di quanti vivono sul territorio, non solo comunale. Chi lavora con passione rivolta alla storia e all archeologia del nostro territorio è ricompensato della fatica dall interesse che i giovani di queste scuole hanno dimostrato e dall entusiasmo di quanti hanno lavorato con impegno alla realizzazione di questo progetto. Prof. Gianfranco Formichetti Assessore alla Cultura del Comune di Rieti

7 Basilica Emilia, Il Ratto delle Sabine I sec. a.c. - I sec. d.c. Roma, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma Su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

8 E sai ch'el fé dal mal de le Sabine al dolor di Lucrezia in sette regi, vincendo intorno le genti vicine. Dante, Paradiso, canto VI Eccovi alfine, o belle dei vostri vincitori, vincitrici adorate, eccovi spose. Eccovi Nostre. Ah già che il Ciel vi rese d un impero nascente le più care speranze Pietro Metastasio, Romolo ed Ersilia [ ] Chi su li muli e chi su li somari, Se scaricorno qui da la Sabbina Ommini, donne, a turbe, a formicari, E fra' ste donne c'ereno de quelle Villane, sì, ma proprio carinelle. [ ] La gente che nun c'era! Intorno ar Foro. Ne' li parchetti dietro a le colonne, C ereno li romani e avanti a loro Tutti li Sabbinesi co' le donne. [ ] Trilussa, Il Ratto delle Sabine 7

9 Denarii in argento di L. Titurius L. f. Sabinus con Tazio e punizione di Tarpea e Ratto delle Sabine, 89 a.c. Roma, Museo Nazionale Romano (foto: Archivio SAR) Su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

10 Nascita del Progetto Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche Questo progetto è nato dalla volontà di cimentarsi con occhi nuovi e moderni nella rappresentazione della leggenda del Ratto delle Sabine, tema sfruttato dall arte di diverse epoche e che continua ad esercitare il suo potente fascino, sia per le interpretazioni antropologiche che per le letture in chiave storica. Secondo la leggenda Romolo autorizzò il celebre Ratto in occasione di uno spettacolo organizzato nell Urbe in onore del dio Conso. L azione di forza fu la risposta illegittima al tentativo fallito da parte dei Romani di stringere alleanza con le popolazioni limitrofe, per ottenere donne da sposare e popolare così il nuovo insediamento di Roma. Il rapimento scatenò l ira dei Sabini guidati da Tito Tazio, re di Cures. Inevitabile fu lo scontro tra i due popoli. Una versione ricorda il tradimento della giovane romana Tarpea, donna corrotta dall oro sabino, che avrebbe aiutato il nemico a penetrare le difese della città per poi essere punita. Nonostante le intenzioni di Tito Tazio fossero quelle di sconfiggere ed uccidere i Romani, l intervento delle donne sabine divenute ormai mogli legittime, guidate da Ersilia, sposa di Romolo, risollevò la situazione garantendo la cessazione delle ostilità e l unione di questi due popoli, che si concretizzò in una sorta di co-reggenza di Romolo e Tito Tazio. Il Ratto delle Sabine fin dall antichità è stato oggetto di riflessioni storiche e fonte di ispirazione artistica. La leggenda, evocata con fierezza nei due denari fatti coniare nell 89 a.c. dal magistrato monetale Lucio Titurio Sabino, fu celebrata e immortalata nel fregio scolpito della Basilica Emilia Ce projet a eté crée avec le propos de regarder d un oeil nouveau et moderne l image de la légende de l Enlèvement des Sabines, thème exploité par les artistes de plusieures époques et qui continue d exercer son charme puissant, soit pour les interprétations antropologiques que pour les lectures à caractère historique. Selon la légende, Romulus ordonna le célèbre Enlèvement au cours d un spectacle organisé à Rome pour feter le dieu Conso. Cette action violente a etè la réponse ilégitime à l essai échoué de former une alliance avec les populations voisines, a fin de pouvoir marier des femmes et augmenter le nombre des citoyens de Rome. L enlèvement declancha la colère des Sabins, sous le guide de Titus Tatius roi de Cures. La guerre entre les deux peuples fut inévitable. Une légende raconte d une jeune fille romaine, Tarpea, corrompue par l or sabin, qui aida les ennemis à rentrer dans la ville et qui a eté punie. Malgrè le propos de Titus Tatius de vaincrer et tuer les Romains, les femmes sabines, déjà mariées avec les Romains, entrainées par Ersilia, épouse de Romulus, réconcilièrent le deux peuples, dont Romulus et Titus Tazio devinrent rois ensemble. L Enlévement des Sabines depuis l antiquitè devint objet de réflexions historiques et source d inspiration artistique. La légende, évoquée avec fiertè dans les deux monnaies forgèes en l an 89 avant J.C. par le magistrat Lucius Titurius Sabinus, fut célebré aussi dans un frise sculptè dans la Basilique Emilia au Forum Romain: l épisode rappelait le glorieux 9

11 Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche del Foro Romano: l episodio ricordava il glorioso passato dell Urbe e testimoniava l unione violenta, ma fruttuosa, dei due popoli, simboleggiata da una vicenda che esaltava il mos maiorum degli antenati. Successivamente diverse opere d arte fecero riferimento a questo racconto legato alla fondazione di Roma: dal Giambologna a Pietro da Cortona, dal Cavalier d Arpino a Nicolas Poussin, da Picasso ad Arturo Martini, gli artisti che hanno voluto rappresentare questo episodio lo hanno fatto enfatizzandone l aspetto che maggiormente li aveva colpiti. La mostra Il Ratto delle Sabine. Installazioni artistiche da voci antiche, partendo dall antico, esplora le diverse espressioni artistiche in un crescendo che termina nelle installazioni contemporanee e nei contenuti elaborati dal Museo Civico di Rieti, dall Ecole Boulle di Parigi, dal Liceo Artistico Isarte A. Calcagnadoro e dal Liceo Classico M. Terenzio Varrone di Rieti. I lavori delle tre scuole coinvolte sottolineano le interpretazioni antropologiche e storiche di un mito entrato con forza nell immaginario collettivo attraverso dipinti, sculture, opere letterarie, cinematografiche e intermezzi comici: un archetipo reso attuale dal linguaggio artistico contemporaneo scelto dagli alunni, dai professori e dai collaboratori che hanno realizzato il materiale per la mostra allestita nella Sezione Archeologica del Museo Civico di Rieti. Il percorso della mostra si inserisce nello spazio museale dialogando in particolare con i reperti archeologici conservati nell Ala dei Sabini e venuti alla luce in occasione degli scavi effettuati dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio. Tra i reperti di indubbia importanza scientifica si ricordano i ricchi corredi funerari della necropoli di Poggio Sommavilla, passè de l Urbe et témoignait l union violente mais fructueuse des deux populations, symbolisé par un événement qui exalte le mos maiorum des ancetres. Plusieures oeuvres d art, ensuite, ont été inspires par ce récit lié à la fondation de Rome: artistes comme Giambologna, Pietro da Cortona, le Cavalier d Arpino, Nicolas Poussin, Picasso et Arturo Martini ont voulu représenter cet épisode marquant le point qui les avait frappé le plus. L exposition inspirèes par d anciennes légendes, à partir de l ancienne histoire, explore les nombreuses expressions artistiques jusqu aux installations contemporaines développèe par le Museo Civico di Rieti, l Ecole Boulle de Paris, le Lycée Artistique-Isarte A.Calcagnadoro, le Lycée Classique M. Terenzio Varrone de Rieti. Les oeuvres des trois écoles marquent les interprétations anthropologiques et historiques du mythe entré avec vigueur dans l imaginaire collectif avec peintures, sculptures, oeuvres litéraires, cinematographiques et entractes humoristiques: un archetype devenu actuel par le language moderne adopté par les éleves, les enseignants, et les collaborateurs qui ont realisé les materiaux de l exposition à la Section Archeologique du Museo Civico di Rieti. Le parcours de l exposition s encadre dans l espace du musée en rapport spécial avec les pièces archéologiques du Rayon des Sabins, découverts pendant les fouilles de l Autoritè archéologique du Latium. Entre les pieces plus importantes on signale les riches funéraires de la necropole de Poggio Sommavilla, site archéologique trés vaste d une communauté sabine entre VIII et II siècle avant J.C. 10

12 Nascita del Progetto sito archeologico di notevole estensione utilizzato da una ricca comunità sabina tra l VIII secolo a.c. e la prima metà del II secolo a.c. I reperti venuti alla luce in località Fondo Stallone (Collevecchio-Rieti) costituiscono un importante testimonianza della produzione artigianale locale (anforette sabine ad impasto buccheroide) e dei contatti commerciali (diretti o indiretti) che questa popolazione ebbe con le etnie limitrofe della valle del Tevere (situle in bronzo di produzione etrusca, ceramica falisca a figure rosse) e con le civiltà contemporanee del mediterraneo (ceramica attica a figure rosse). Di rilevante interesse è anche una sepoltura femminile apparentemente isolata, rinvenuta poco lontano in località Collina dei Gelsi, dove accanto ad un corredo funerario di tipo principesco (varia ceramica di elevata fattura e un paio di sandali in bronzo) sono stati ritrovati gli scheletri di cinque cani. Les découvertes dans l aire Fondo Stallone (Collevecchio- Rieti) répreséntent un important témoignage de la production artisanale locale (petites amphores en terrecuite noire) et des liasons commerciales que cette population eut avec les collectivité voisines dans la vallée du Tibre (objets en bronze de production etrusque, céramique falisca à figures rouges) et avec les civilisations mediterranéennes (céramiques grecques à figures rouges). Trés interessante une tombe de femme dans les alentour dans l aire Collina dei Gelsi, ou à coté du funéraire princier (céramiques à traitement trés raffiné et des sandales en bronze) ont eté trouvé cinq squelettes de chiens. Monica De Simone Daniela Camardella Monica De Simone Daniela Camardella 11

13

14 Nascita del Progetto La Sezione Archeologica del Museo Civico di Rieti è ubicata al primo piano dell'ex Monastero di Santa Lucia, struttura risalente al XIII sec. d.c. inserita nel centro storico della città. Le due aree del museo adibite all esposizione presentano da un lato i reperti archeologici della Collezione Civica, provenienti da scavi sporadici e collezioni private, e dall altro (Ala dei Sabini) i reperti venuti alla luce negli scavi effettuati in Sabina dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio. Una terza area (Sala Mostre) è finalizzata agli allestimenti temporanei. Tra i reperti di indubbia importanza scientifica esposti nella Sezione Archeologica, si possono annoverare l urna cineraria a capanna (IX sec. a.c.) proveniente dalla necropoli di Campo Reatino, il rilievo con scena di venatio proveniente da Trebula Mutuesca, l epigrafe di Oranius lustus (II sec. d. C.) da Rieti e i ricchi corredi di alcune tombe di Poggio Sommavilla. Le Section Archeologique du Museo Civico di Rieti est située au premier étage du monastére de Santa Lucia, structure du XIII siécle après J.C. dans le centre ville. Les deux sections du Musée Collezione Civica et Ala dei Sabini présentent d un coté les pèeces de provenance des fouilles occasionnelles et collections privées, de l autre les objets de provenance des fouilles conduites par l Autorité Archeologique du Lazio. Une troisiéme section (Sala Mostre) est dédiée aux expositions temporaires. Entre le pièces d importance scientifique majeure de la Section Archeologique on peut voir une urne cinéraire à cabane, (IX siécle avant J.C.) de provenance de la necropole de Campo Reatino, le relief avec scène de venatio (chasse) de Trebula Mutuesca, l épigraphe de Oranius Iustus (II siécle après J.C.) de Rieti, et le riche ensemble des tombeaux de Poggio Sommavilla. Campo Reatino Urna a capanna, IX sec. a.c. Museo Civico di Rieti Rieti Testa di Menade, II sec. d.c. Museo Civico di Rieti 13

15 Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche 14

16 ecole boulle Ecole Boulle Nascita del progetto Ecole Boulle Genèse du projet Questo progetto è nato dalla mia amicizia con Renato Sciucca ed è l espressione del mio affetto per la Sabina, regione nella quale trascorro qualche settimana ogni anno e che ho imparato, grazie al mio amico, a scoprire ed apprezzare per tutti i tesori che custodisce. L idea di far lavorare i miei studenti sulla tematica del Ratto delle Sabine è nata nell estate del All inizio avevamo pensato di realizzare alcune opere da esporre in diverse località della Sabina dando vita a tappe di un percorso turistico. L adattamento attuale è stato deciso in occasione di una visita alla Sezione Archeologica del Museo Civico di Rieti (dalla notevole architettura e scenografia). L incontro nel luglio 2009 con la direttrice del Museo Civico, Dott.ssa Monica De Simone, è stato decisivo: senza la sua energia non sarebbe stato possibile realizzare questo progetto. Ce projet est avant tout né de mon amitié avec Renato Sciucca (amoureux passionné de la Sabine) que je connais depuis plus de vingt ans. C est aussi l expression d un coup de foudre pour cette région où je passe quelques semaines tous les étés et que j ai appris, grâce à mon ami, à découvrir et à apprécier pour tous les trésors qu elle recèle. L idée de faire travailler mes étudiants sur leur vision du mythe est née durant l été À l origine, il s agissait de réaliser des œuvres qui seraient ensuite disséminées dans la Sabine pour constituer les étapes d un parcours touristique. Son adaptation au lieu a été décidée plus tard, durant les fêtes de fin d année au hasard d une promenade à Rieti et de la visite de la section archéologique du Museo Civico, à l architecture et la scénographie remarquables. La rencontre, en juillet 2009, avec la Dott.ssa Monica De Simone, sa directrice, a aussi été décisive, sans elle et son énergie, rien n eût été possible. L Ecole Boulle è stata fondata nel 1886 ed è una delle quattro scuole d arte del Comune di Parigi. In origine era una scuola specializzata nella formazione di professionisti dell arredamento mentre oggi è divenuta una Scuola superiore di arti applicate, un Istituto d Arte e di Design. Attualmente la scuola forma gli studenti facendoli specializzare in campi diversi che vanno dal design industriale a quello per l arredamento, dal design della comunicazione all architettura di interni. L École Boulle, fondée en 1886, constitue l une des quatre écoles d art de la ville de Paris. À l origine école de formation en métiers d art pour les métiers de l ameublement (ébénisterie, menuiserie en siège, montage en bronze, ciselure, tapisserie ), elle est aujourd hui l École supérieure de l ameublement et du cadre de vie, Lycée des métiers de l ameublement, de l Architecture intérieure et du Design. Aujourd hui, elle forme des générations de concepteurs dans des domaines aussi variés que le design produit, le design 15

17 Il Ratto delle Sabine Installazioni artistiche da voci antiche La classe di perfezionamento in arti applicate, della quale mi occupo in particolare e che ha partecipato a questo progetto, è composta da diplomati in materie classiche e scientifiche che hanno familiarizzato con gli strumenti, le pratiche e le metodologie relative ai differenti campi del Design per poi specializzarsi o nei nostri corsi o in altre scuole d arte (municipali, regionali o nazionali). Questo progetto mi ha dato l opportunità di mettere gli studenti di fronte alla realizzazione pratica di quanto appreso nel corso di studi, facendogli conoscere la civiltà romana, culla mobilier, le design de communication, l architecture intérieure et un grand éventail de métiers d art. C est la classe de mise à niveau en arts appliqués, dont j ai principalement la charge, qui a pris en main le projet. Cette classe, composée de bacheliers des séries classiques et scientifiques est une classe passerelle qui leur permet en un an de s initier aux outils, aux pratiques et aux méthodologies propres aux différents champs du Design pour, ensuite, se spécialiser au sein de classe de techniciens supérieurs où d écoles d art, municipales, régionales ou nationales. Ce projet était pour moi 16

18 ecole boulle della cultura europea e in particolare di quella francese. Il progetto è stato presentato alla mia classe all inizio dell anno scolastico 2008 e le prime bozze sono state inviate a Renato Sciucca, presidente dell associazione culturale Faianius. L idea di proporre l esposizione di queste opere al Museo Civico di Rieti è nata a dicembre dello stesso anno in occasione del mio soggiorno in Sabina. Gli studenti hanno elaborato i progetti selezionati adattandoli all architettura della Sezione Archeologica del Museo e li hanno realizzati a Giugno L estate dello stesso anno ho portato i miei alunni in Sabina e abbiamo incontrato la Dott.ssa Monica De Simone, che è stata immediatamente presa dal progetto e ci ha offerto il suo aiuto per realizzarlo. Inoltre la direttrice del Museo ha proposto di associare al progetto altre due scuole di Rieti: il Liceo Classico e l Istituto d Arte. Le installazioni realizzate per la mostra sono state create dagli stessi studenti che hanno concepito il progetto (anche se ora non sono più il loro professore e dei 18 studenti, solo 10 sono ancora oggi all Ecole mentre gli altri frequentano altre scuole di specializzazione). Olivier Bizeray l occasion de les confronter à une réalisation concrète, à l échelle 1 et, qui plus est, de leur faire découvrir la civilisation Romaine, berceau des sociétés occidentales européennes, notamment française. Dès la rentrée scolaire en septembre, le projet à été proposé à la classe et les première esquisses ont été envoyées à Renato Sciucca qui préside l association culturelle Faianius (dont le but est de promouvoir la culture dans la province des Sabines) et une première sélection a été opérée par ses membres. En visite pour les fêtes de fin d année, nous avons eu l idée de proposer au Museo Civico l exposition de ces œuvres. Les étudiants ont ensuite fait évoluer les projets sélectionnés, pour les adapter à l architecture du lieu, avant de les réaliser à l échelle 1, en juin L été suivant, je les ai emportés en Sabine et nous avons rencontré la Dott.ssa Monica De Simone qui a été aussitôt séduite par le projet et nous a proposé son appui pour le rendre concret. C est aussi elle qui a eu l idée d y associer le Lycée Classique et l École d Art de Rieti, avec laquelle elle est entrée en contact et qu elle a su convaincre de l intérêt du projet. Les installations ont été réalisée en partie par les étudiants qui ont conçu le projet, (même si je ne suis plus aujourd hui leur professeur et si sur les 18 étudiants au départ, seuls 10 demeurent encore à l École aujourd hui, les autres étant soit dans d autres écoles d art, soit s étant orientés vers d autres filières). Olivier Bizeray 17

19

20 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE M. T. VARRONE LICEO GINNASIO STATALE M. TERENZIO VARRONE La cultura ha un cuore antico LYCÉE CLASSIQUE M. TERENZIO VARRONE La culture a un cœur antique La storia Il Liceo Classico di Rieti M. Terenzio Varrone è la più antica tra le scuole superiori reatine, anche se l intitolazione al massimo erudito latino compare soltanto nel , tre date che segnano la storia del liceo reatino. Il primo Liceo comunale nella Rieti pontificia fu istituito il 9 dicembre del 1815 ed inaugurato il 21 gennaio Un Ginnasio comunale fu istituito nel 1861, pareggiato nel 1877 e regificato nel Quanto al Liceo, l istituzione della prima classe fu sancita nel Divenne regio Liceo-Ginnasio M. Terenzio Varrone nel Nel gennaio del 1927 l Istituto ebbe la sua sede definitiva, ancora attuale al Palazzo degli Studi. L histoire Le Lycée Classique M. Terenzio Varrone est la plus ancienne des écoles supérieures de Rieti, même si ce nom du très important érudit latin n a été donné qu en , sont trois dates marquantes de l histoire du Lycée de Rieti. Le premier Lycée communal dans la Rieti des Papes a été fondé le 9 décembre 1815 et inauguré le 21 Janvier Un premier cycle communal d enseignement supérieur (en italien ginnasio ) a été fondé en 1861 et étatisé en 1877 et Quant au deuxième cycle d enseignement supérieur (en italien liceo ), il le fut en En 1907, il est devenu le lycée régional M. Terenzio Varrone. En Janvier 1927 l Institut a eu son siège dans l actuel Palais des Etudes. La scuola oggi: fisionomia e struttura Attualmente, dall anno in corso scolastico ( ), è nato l Istituto di Istruzione Superiore M. T. Varrone, che comprende l omonima sezione del Liceo Classico e la sezione del Liceo Artistico Antonino Calcagnadoro. L ecole aujourd hui: physionomie et structure Actuellement, depuis cette année scolaire, l Institut d Instruction Supérieure M. T. Varrone est composé de la section du Lycée Classique du même nom et de la section du Lycée Artistique A.Calcagnadoro. Il Liceo Classico comprende tre corsi-indirizzi (tutti quinquennali: IV e V ginnasio, I, II e III liceo): uno secondo il quadro ministeriale già articolato tra materie dell area storico-filosofico-letteraria e materie dell area scientifica; uno con potenziamento della matematica; uno con l integrazione dello studio della seconda lingua Le Lycée Classique comporte trois orientations, toutes d une durée de cinq ans (4e et 5e du 1er cycle, 1e, 2nde et 3e du second cycle): dans le cadre d un schéma ministériel, la première articule histoire, philosophie et lettres avec les enseignements scientifiques; la seconde, avec le renforcement des 19

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR Compréhension de l oral CONSIGNES Début de l épreuve : Appuyez sur la touche

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2014/2015 ANNO : 2014/2015 DISCIPLINA: FRANCESE CLASSE: IV AL INDIRIZZO: LICEO LINGUISTICO DOCENTE : DEROBERTIS ANNA TEST0:Bertini,Accornero,Giachino, Bongiovanni, Lire, Littérature et culture françaises, Du Moyen

Dettagli

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo 1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo costretti a dire no... chi vi sente capisce subito che per

Dettagli

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione Nota della Redazione 1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione scientifica Revue des questions scientifiques n. XXVII del 1920. Benché le Œuvres edite

Dettagli

XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient

XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient Esposizione / Exposition À travers Naples 11/18 Novembre 2011 Istituto Italiano per gli studi filosofici Via Monte di Dio 14,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13.

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13. Prot. n. 6028 C2CU, 05.09.2012 IL DIRIGENTE VISTO il CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA sottoscritto per l anno scolastico 20122013 in data 2382012;

Dettagli

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XI Ambito territoriale della provincia di Grosseto ASSEGNAZIONE PROVVISORIA PROVINCIALE 17/A

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence Pigafetta, Filippo (1533-1604). Relatione del reame di Congo et delle circonvicine contrade, tratta dalli scritti e ragionamenti di Odoardo Lopez portoghese per Filippo Pigafetta,... 1591. 1/ Les contenus

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli Università degli Studi Suor Orsola Benincasa Napoli FACOLTA' DI LETTERE CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN STORIA DELL ARTE TESI DI LAUREA IN STORIA DELL ARTE CONTEMPORANEA IL LUOGO DEL PARADOSSO: IL GIARDINO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa GRADUATORIA INTERNA A013 CHIMICA GRADUATORIA A: ZERO DIPENDENTI PUNT.TOT GRADUATORIA B: ZERO DIPENDENTI OPERATORE: /mgc GRADUATORIA INTERNA A016 COSTRUZIONI,TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI E DISEGNO TECNICO

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano GO FAR! Comenius Regio Project La matematica ci fa andare lontano MA QUALE DISTANZA? IL PARTERNARIATO ITALIANO USR-EMILIA ROMAGNA DS Rosanna Rossi Coordinator Prof. Annalisa Martini Collaborator Dr. Monica

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore presenta E. Romano, Studio per Demetra e Kore, inchiostro su carta, 2015 La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore 26-28 giugno 2015 Masseria Bannata C.da Bannata, SS 117 bis, km 41 Enna www.pubblicazione.net

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé.

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Situato nel cuore della capitale italiana della moda e del design, lo showroom si affaccia sulla strada con due

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

" Regolamento LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA!

 Regolamento LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA! ALL OUR YESTERDAYS Scene di vita in Europa attraverso gli occhi dei primi fotografi (1839-1939) 11 aprile - 2 giugno 2014 Pisa, Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA! Ognuno

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli