MaturitaÁ Il vero bene eá la virtuá (Epistulae morales ad Lucilium 74, 10-13) Seneca Epistulae morales ad Lucilium

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MaturitaÁ 2011. Il vero bene eá la virtuá (Epistulae morales ad Lucilium 74, 10-13) Seneca Epistulae morales ad Lucilium"

Transcript

1 1 Il vero bene eá la virtuá (Epistulae morales ad Lucilium 74, 10-13) 10. Quicumque beatus esse constituet, unum esse bonum putet quod honestum est; nam si ullum aliud existimat, primum male de providentia iudicat, quia multa incommoda iustis viris accidunt, et quia quidquid nobis dedit breve est et exiguum si compares mundi totius aevo. 11. Ex hac deploratione nascitur ut ingrati divinorum interpretes simus: querimur quod non semper, quod et pauca nobis et incerta et abitura contingant. Inde est quod nec vivere nec mori volumus: vitae nos odium tenet, timor mortis. Natat omne consilium nec implere nos ulla felicitas potest. Causa autem est quod non pervenimus ad illud bonum immensum et insuperabile ubi necesse est resistat voluntas nostra quia ultra summum non est locus. 12. Quaeris quare virtus nullo egeat? Praesentibus gaudet, non concupiscit absentia; nihil non illi magnum est quod satis. Ab hoc discede iudicio: non pietas constabit, non fides; multa enim utramque praestare cupienti patienda sunt ex iis quae mala vocantur, multa inpendenda ex iis quibus indulgemus tamquam bonis. 13. Perit fortitudo, quae periculum facere debet sui; perit magnanimitas, quae non potest eminere nisi omnia velut minuta contempsit quae pro maximis vulgus optat; perit gratia et relatio gratiae si timemus laborem, si quicquam pretiosius fide novimus, si non optima spectamus. 10. Chiunque voglia essere felice, consideri la virtuá come l'unico bene possibile. Se ritiene che ne esistano altri, innanzitutto valuta la provvidenza in maniera impropria, dal momento che incorrono in molti guai della sorte persino gli uomini giusti e qualunque dono essa ci abbia fornito risulta effimero e di poco conto, se lo paragoni alla durata dell'universo. 11. Ed eá da questa sfiducia che deriva la nostra ingrata valutazione dei segni divini; ci lamentiamo allora della fugacitaá della fortuna che ci tocca, della sua esiguitaá, della sua indeterminatezza e della sua inevitabile tendenza a svanire. Ne consegue che in realtaá non vogliamo neâ vivere neâ morire: ci pervade l'avversione per la vita e il timore della morte; in tal modo, ogni pensiero rimane incerto e nessuna circostanza favorevole ci puoá appagare pienamente. Ma la vera causa di questo atteggiamento eá che non abbiamo raggiunto quel bene infinito e insuperabile dove eá necessario che la nostra volontaá si arresti, poicheâ non esiste un luogo ancor piuá elevato oltre la vetta. 12. Ti domandi il motivo per cui la virtuá non manca di nulla? Perche si rallegra dei beni che ha a disposizione e non aspira a quelli che non possiede: per essa eá grande cioá che le basta. Abbandona questo principio: verraá a mancare ogni senso religioso e ogni lealtaá, poicheâ chi intende osservare questi due valori eá destinato a patire molti dei cosiddetti mali e a sacrificare molti di quei piaceri che pure accettiamo come veri beni; 13. si perde poi la fermezza, che deve mettere se stessa alla prova; si perde la grandezza d'animo, che non puoá emergere se prima non ha disprezzato come insignificanti tutte le cose che la gente comune desidera piuá di ogni altra; si perdono la benevolenza e la gratitudine, se ci spaventa l'idea delle difficoltaá, se conosciamo qualcosa di piuá prezioso della lealtaá, se non manteniamo lo sguardo fisso al sommo bene. Seneca Epistulae morales ad Lucilium MaturitaÁ

2 Note di commento Le Epistole a Lucilio sono la piuá importante delle opere filosofiche di Seneca, scritta negli anni del ritiro dalla vita politica. Nella forma breve della lettera sono affrontati i temi privilegiati della riflessione dell'autore. In questa epistola, la 74, eá ribadita la centralitaá nella filosofia senecana della virtus, la sola in grado di assicurare la vera felicitaá elalibertaá dai capricci della sorte. Essa permette infatti al sapiens di differenziarsi dal senso comune nel valutare cioá che eá davvero un bene e cioá che non lo eá. 10. Quicumque... constituet: proposizione relativa introdotta dal relativo indefinito quicumque. ± putet: congiuntivo esortativo. ± unum esse bonum putet quod honestum est: eá il tema dell'epistola, la virtuá (honestum) come unico bene. Soltanto esso infatti assicura all'uomo la possibilitaá di non essere in fortunae potestatem, come eá detto al par. 1. ± si... existimat... iudicat: periodo ipotetico del primo tipo (oggettivitaá). ± de providentia... accidunt: come conciliare l'esistenza della provvidenza divina con la presenza del male, e in particolare con le disgrazie che toccano anche agli uomini virtuosi, eá oggetto di un dialogo specifico di Seneca, il De providentia.±quia... accidunt et quia... breve est et exiguum: proposizioni causali. ± si compares: protasi al congiuntivo (periodo ipotetico misto). Il soggetto del congiuntivo eá un ``tu'' generico di tipo retorico. Quest'uso trova ulteriore giustificazione nella presenza di un lettore interno al testo, quel Lucilio cui sono indirizzate le lettere di Seneca. 11. ut ingrati... simus: proposizione sostantiva che constata un fatto. ± querimur quod: queror eá costruito con una proposizione sostantiva introdotta da quod; il modo richiesto sarebbe l'indicativo, qui sostituito dal congiuntivo obliquo contingat, che presenta il fatto secondo il punto di vista del soggetto. ± abitura: participio futuro con valore di predestinazione (``destinati a perire''). ± quod... volumus: proposizione dichiarativa introdotta da quod con il modo all'indicativo. ± vitae... odium, timor mortis: vitae e mortis sono genitivi oggettivi; si noti il chiasmo, che segue il polisindeto nec vivere, nec mori. ± Natat omne consilium: l'espressione ha valore metaforico, ``ogni decisione nuota'' nell'incertezza. ± quod non pervenimus: proposizione epesegetica, riferita a causa (``il motivo eá che''). ± bonum immensum et insuperabile: appunto la virtuá. Si noti l'allitterazione. ± resistat: il congiuntivo (senza ut) eá retto da necesse est; in alternativa all''infinitiva. 12. virtus nullo egeat: l'autosufficienza come uno dei caratteri fondamentali della virtus eá uno dei temi privilegiati nella produzione di Seneca. ± egeat: congiuntivo dell'interrogativa indiretta introdotta da quare; egeo si costruisce con l'ablativo. ± Praesentibus... absentia: i due participi, in forte antitesi, si riferiscono ai beni. ± nihil non: le due negazioni si elidono: ``ogni cosa'' (letteralmente ``non c'eá niente che non''). ± quod satis: proposizione relativa, il quod si riferisce a nihil. ± discede: si tratta di un imperativo che sostituisce la protasi di un periodo ipotetico all'indicativo futuro, legata paratatticamente all'apodosi (``allontanati da questa principio: la pietaá verraá a mancare'', cioeá ``se ti allontani... verraá a mancare''). Per il soggetto dell'imperativo vedi nota a si compares.±non pietas... non fides: pietas ``indica lo stato dell'uomo che ha compiuto i suoi doveri verso i membri defunti e viventi, divini e umani della propria famiglia'' (A. Traina, Poeti latini e neolatini, Bologna 1975, p. 112; cfr. anche dello stesso Traina la voce pietas in Enciclopedia Virgiliana, IV, 1988, pp ). Fides, virtuá tipicamente romana, eá ``l'abbandono, al tempo stesso fiducioso e completo, di una persona a un'altra'' (M. Meslin, L'uomo romano, Milano 1981, p. 216). ± multa... bonis: altro tema ricorrente in Seneca, il ribaltamento della prospettiva del vulgus nel giudicare cioá che eá davvero un bene e cioá che non lo eá; questo punto eá ripreso piuá sotto, al par. 13 velut minuta contempsit quae pro maximis vulgus optat. ±utramque: oggetto di praestare, a sua volta retto da cupienti, si riferisce alle due virtuá della pietas e della fides. ± cupienti: dativo d'agente della perifrastica passiva multa... patienda sunt. ± ex iis quae: si riferisce a multa (``molti di quelli che sono chiamati mali''). ± multa inpendenda: altra perifrastica passiva, con l'ellissi del verbo sum. ± ex iis quibus: riferito a multa. Si noti il parallelismo con la frase precedente. ± tamquam bonis: tamquam introduce una comparativa-suppositiva, in cui eá sottinteso il verbo essere: ``come se fossero beni''. 13. Perit... perit... perit: si noti la triplice anafora, e il parallelismo perit... quae nei primi due membri del periodo, poi variato nel terzo membro in perit... si.ilsi a sua volta eá ripetuto in anafora nelle tre protasi che costituiscono il terzo e ultimo membro del periodo. ± fortitudo: come le successive magnanimitas e gratia, mantiene il proprio valore solo se si assume la virtus come unico bene. ± sui: genitivo oggettivo del pronome riflessivo, riferito al soggetto della frase (``la forza d'animo, che deve dare prova di seâ''). ± velut minuta: indica la motivazione soggettiva (``come se fossero piccolezze'', cioeá ``ritenendo piccolezze''). ± vulgus: in antitesi polemica con l'elitaria saggezza del sapiens. ± quicquam: il pronome indefinito quisquam mette in dubbio l'esistenza di qualcosa: non esiste quindi qualcosa piuá prezioso della fides. MATURITAÁ 2011 (Traduzione e commento a cura di Gianluca CaneÁ e Fabio Nanni) 2

3 Testi senecani a confronto. Sul tema del male che affligge gli uomini buoni nonostante la provvidenza (" 74, 10): De providentia, 1,1;1,4;2,1;4,8;6,1. Sul concetto di ``odio per la vita'' (" 74, 11): Epistulae morales ad Lucilium, 24, 26; 65, 18. Sull'autosufficienza della virtuá (" 74, 12): De providentia, 6,5. Sull'atteggiamento del sapiens nei confronti delle sventure, da considerare come ``esercizio di virtuá'' (" 74, 13): De providentia, 2, 3-4; 4, 1-4; 5, 4 Seneca Epistulae morales ad Lucilium MaturitaÁ

4 La vita e le opere Seneca La scuola del Portico dipinto La Scuola stoica si formò ad Atene alla fine del IV secolo a.c. Fondatore fu Zenone, nato a Cipro verso il 332 a.c. e secondo la tradizione fermatosi ad Atene a causa di un naufragio nel a.c. La scuola fu denominata Stoà dal portico dipinto (stoà poikíle) in cui il filosofo teneva le sue lezioni. La storia della Stoà è divisa in tre momenti: l antica Stoà (III-II secolo a.c.) di Zenone e dei suoi successori Cleante e Crisippo; la media Stoà (II-I secolo a.c.) di Panezio e Posidonio; la nuova Stoà, cioè lo stoicismo romano (I e II secolo d.c.). Gli scritti originali dei filosofi dell antica e media stoà sono andati quasi del tutto perduti. Conosciamo il loro pensiero dalle citazioni nelle opere di autori posteriori, soprattutto dello stoicismo romano. La filosofia stoica è divisa in tre parti: la logica, la fisica e l etica. Connessioni profonde legano le tre parti, come suggestivamente suggerisce l immagine che gli stoici davano della loro filosofia, paragonata ad un frutteto, di cui la logica costituisce il muro di cinta, la fisica gli alberi e l etica i frutti. La logica e la fisica, come nella dottrina epicurea, sono dunque finalizzate all etica. La logica Come per gli epicurei, per gli stoici l atto conoscitivo si basa sulle sensazioni, cioè sulle conoscenze fornite dai sensi. Il soggetto prova le sensazioni perché gli oggetti lasciano delle impronte sull anima. Queste impronte o impressioni, fissate dalla memoria, prendono il nome di rappresentazioni (phantasíai). Il soggetto non può non accogliere le sensazioni, ma è libero di dare loro o meno il suo assenso (synkatáthesis). L assenso è dunque il criterio di verità, messo in atto dalla ragione (lógos), che garantisce la corrispondenza tra gli oggetti e le rappresentazioni, allora definite catalettiche (katálepsis). L errore nasce da un assenso sbagliato. Dalla rappresentazione catalettica si passa al concetto, quando il lógos elabora i dati dell esperienza. La fisica L universo è infinito e costituito dal vuoto e dal cosmo. Il cosmo è un organismo vivente (ilozoismo) immenso ma finito e comprende il cielo, la terra, gli uomini, gli dei e le cose. La terra si trova al centro, circondata dall aria e poi dalla sfera del fuoco, delimitata dalla sfera celeste delle stelle fisse, che ruota da oriente ad approfondimento occidente. I vari pianeti ruotano sotto la sfera delle stelle fisse. Gli astri, che hanno natura di fuoco, sono considerati viventi e divini. L elemento primario è il fuoco, che si distingue in terra, aria e acqua. La nascita del cosmo ha quindi origine dal fuoco. La materia si differenzia grazie alle ragioni seminali, i semi generatori di tutte le cose. Se il mondo è formato dal fuoco, nel ciclo cosmico si arriva ad un punto critico, in cui il fuoco prende il sopravvento e distrugge il cosmo stesso in una conflagrazione universale (ekpýrosis), a cui però segue una rinascita o palingenesi: il nuovo cosmo avrà le stesse forme, strutture ed individui di quello precedente perché resta sempre uguale il lógos, la legge che lo dirige. Il cosmo dunque, sebbene la sua forma cambi nel tempo perché sottoposta a cicli di nascita e distruzione, è eterno nella sostanza. Per gli stoici tutto ciò che esiste è corpo, perché è reale solo ciò che può produrre o subire un azione. Sono dunque corpi anche gli dei, l anima, le qualità morali. È corpo anche il principio attivo, il pneuma, il soffio infuocato che riscalda e dà vita alla realtà. Il pneuma può penetrare il cosmo, che pure è materia, per il principio della commistione totale dei corpi: i corpi sono divisibili all infinito e le parti di un corpo possono penetrare in quelle di un altro. Ogni parte del cosmo è concatenata alle altre (simpatia cosmica). Il principio attivo coincide con Dio, che forma e dispone le cose. Si tratta della prima formulazione esplicita di panteismo (identificazione del cosmo con Dio). Ma se esiste un piano d ordine necessario e finalizzato, una provvidenza divina (prónoia) che è destino ineluttabile, anche l uomo ne è coinvolto. La sua volontà non è dunque libera. Seneca, nell Oedipus, farà dire al coro: è il fato che ci trascina, cedete al fato. La vera libertà, quella del saggio, è sapersi uniformare alla volontà del lógos. L etica Lo scopo della vita è la felicità, che si raggiunge vivendo secondo natura. Seneca affermerà l equivalenza tra vivere felicemente e vivere secondo natura (De vita beata, 8,2). Per vivere felici va attuato il principio di conservazione (oikéiosis), che porta l uomo ad evitare ciò che lo danneggia (il male) e ad appropriarsi di ciò che gli giova (il bene). Come affermava Zenone, la virtù è una disposizione coerente. La virtù va cercata per se stessa perché è nella virtù che consiste la felicità. Copyright 2010 Zanichelli editore S.p.A., Bologna [9308] Questo file è una estensione online del corso A. Perutelli, G. Paduano, E. Rossi, Storia e testi della letteratura latina, Zanichelli

5 L età giulio-claudia Il bene e il male sono il bene e il male morali. Tutto ciò che non porta né vantaggio né danno è indifferente (adiáphoron). Il male nasce dalle passioni, che sono malattie dell anima, che vanno sradicate. Il saggio saprà annientare le passioni sul nascere e per questo il suo animo non proverà turbamento. Crisippo affermava che l anima del sapiente non è mai turbata. Il sapiente è forte perché non può provare dolore, essendo il dolore un turbamento dell anima. La condizione di impassibilità del saggio è detta apatia (apátheia). La felicità consiste nell apatia. Il saggio è felice perché sa che le cose esterne non possono costituire impedimenti al suo stato di beatitudine. Seneca individuerà proprio nel ricorso alla filosofia il mezzo attraverso il quale l uomo può conquistare una libertà interiore, grazie anche alla sua volontà. Nei comportamenti umani si distinguono le azioni morali perfette, le azioni medie e le azioni viziose. Solo i saggi e i filosofi sono capaci di azioni perfette. La maggior parte degli uomini è capace di azioni medie, di azioni cioè convenienti perché possono assolvere i doveri. L esercizio del dovere (kathékon) nel saggio dà luogo ad un azione morale perfetta mentre negli uomini ad azioni convenienti (rispettare i genitori, onorare la patria, etc.). Ancora Crisippo sosteneva che il saggio fa bene ogni cosa perché sa servirsi convenientemente delle esperienze della vita. I doveri sociali rendono l uomo un animale comunitario: l istinto di conservazione non si limita solo all individuo ma si allarga alla famiglia e alla collettività. La saggezza e l ignoranza sono i parametri per definire un uomo libero o schiavo. La schiavitù diventa un aspetto relativo all interiorità. La schiavitù come istituto è dunque superata, in nome dell uguaglianza strutturale degli uomini. 78 Copyright 2010 Zanichelli editore S.p.A., Bologna [9308] Questo file è una estensione online del corso A. Perutelli, G. Paduano, E. Rossi, Storia e testi della letteratura latina, Zanichelli 2010

Dal Cinismo al Neoplatonismo Volume 2 sk 2.5.4 Lo Stoicismo antico pag. 1

Dal Cinismo al Neoplatonismo Volume 2 sk 2.5.4 Lo Stoicismo antico pag. 1 Lo Stoicismo antico pag. 1 Il logos come fondamento dell etica La parte più significativa e più viva della filosofia del Portico è l etica: infatti con il loro messaggio morale gli Stoici, per oltre mezzo

Dettagli

CHE COS E LO STOICISMO

CHE COS E LO STOICISMO CHE COS E LO STOICISMO La Scuola stoica Le origini dello stoicismo risalgono all inizio del III secolo a.c., quando un fenicio, Zenone di Cizio (333-263 a.c.), dopo aver frequentato ad Atene filosofi accademici,

Dettagli

filosofia minima 2014 2015 conoscenza, etica, estetica

filosofia minima 2014 2015 conoscenza, etica, estetica filosofia minima 2014 2015 conoscenza, etica, estetica EPICURO 341-271 etica: note preliminari al termine diversa etimologia: etica (ethos greco ) morale (mos latino ) identico significato: studio di azioni,

Dettagli

PUNTI CHIAVE IN ORDINE CRONOLOGICO- DELLA FILOSOFIA E DEI SUOI MAGGIORI ESPONENTI UNA SORTA DI RIASSUNTO DEL PROGRAMMA DELLA 4 LICEO

PUNTI CHIAVE IN ORDINE CRONOLOGICO- DELLA FILOSOFIA E DEI SUOI MAGGIORI ESPONENTI UNA SORTA DI RIASSUNTO DEL PROGRAMMA DELLA 4 LICEO www.aliceappunti.altervista.org PUNTI CHIAVE IN ORDINE CRONOLOGICO- DELLA FILOSOFIA E DEI SUOI MAGGIORI ESPONENTI UNA SORTA DI RIASSUNTO DEL PROGRAMMA DELLA 4 LICEO 1) CUSANO: (DA CUSANO A KANT) Conoscenza

Dettagli

Programma di Filosofia della classe 4 A a.s. 2012/13

Programma di Filosofia della classe 4 A a.s. 2012/13 Liceo Scientifico di Stato G. BATTAGLINI 74100 TARANTO C.so Umberto I,106 Programma di Filosofia della classe 4 A a.s. 2012/13 Testo in adozione: Abbagnano Fornero La ricerca del pensiero, 2B, Paravia

Dettagli

La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno. La Riforma protestante e il principio del libero esame delle Scritture

La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno. La Riforma protestante e il principio del libero esame delle Scritture Programma di Filosofia Classe IV A A.S. 2012/2013 La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno All alba della modernità Che cos è l Umanesimo? Che cos è il Rinascimento? La Riforma

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Teorie Etiche - Kant

Teorie Etiche - Kant Teorie Etiche - Kant Gianluigi Bellin January 27, 2014 Tratto dalla Stanford Encyclopedia of Philosophy online alle voce Kant s Moral Philosophy. La filosofia morale di Immanuel Kant Immanuel Kant, visse

Dettagli

Contratto Formativo Individuale

Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010 2011 Contratto Formativo Individuale Classe: 1ª Sez: F Materia: Latino Docente: Annalisa Campanaro Capacità 1.ANALISI DELLA CLASSE: sufficienti

Dettagli

Le filosofie ellenistiche. Sintesi

Le filosofie ellenistiche. Sintesi Le filosofie ellenistiche. Sintesi A) Contesto socio-politico e culturale. Età ellenistica = periodo dopo la morte di Alessandro Magno (323 a.c.), il quale aveva unificato il mondo antico sotto la cultura

Dettagli

12. Gli epitomatori di Livio

12. Gli epitomatori di Livio 12. Gli epitomatori di Livio Il racconto di Valerio Massimo I nove libri di exempla di Valerio Massimo (I secolo d.c.) erano un vasto prontuario di episodi significativi, ripartiti in molte rubriche, ad

Dettagli

VII. DELLA FILOSOFIA SECONDO GLI STOICI. LA LOGICA

VII. DELLA FILOSOFIA SECONDO GLI STOICI. LA LOGICA VII. DELLA FILOSOFIA SECONDO GLI STOICI. LA LOGICA 1. Oggetto della Filosofia e sue parti - 2. La Logica: il criterio della verità - 3. Concetti ontologici degli Stoici. 1. - La Filosofia è la ricerca

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

LE REGOLE DELLA BUONA SCRITTURA

LE REGOLE DELLA BUONA SCRITTURA LE REGOLE DELLA BUONA SCRITTURA Nella redazione degli elaborati di esame è di fondamentale importanza porre molta attenzione alla scrittura, sotto tutti i profili: grafico, ortografico, semantico e stilistico.

Dettagli

Senecio. Direttore Emilio Piccolo. Redazione Sergio Audano, Gianni Caccia, Maria Grazia Caenaro Claudio Cazzola, Lorenzo Fort, Letizia Lanza

Senecio. Direttore Emilio Piccolo. Redazione Sergio Audano, Gianni Caccia, Maria Grazia Caenaro Claudio Cazzola, Lorenzo Fort, Letizia Lanza Senecio Direttore Emilio Piccolo Redazione Sergio Audano, Gianni Caccia, Maria Grazia Caenaro Claudio Cazzola, Lorenzo Fort, Letizia Lanza Saggi, enigmi, apophoreta Senecio www.senecio.it mc7980@mclink.it

Dettagli

studi superiori / 1006 studi storici

studi superiori / 1006 studi storici Giangiulio_stampa_CS5.indd 1 04/09/15 16:30 Giangiulio_stampa_CS5.indd 2 04/09/15 16:30 studi superiori / 1006 studi storici Giangiulio_stampa_CS5.indd 3 04/09/15 16:30 I lettori che desiderano informazioni

Dettagli

IL PENSIERO SOCRATICO NEL COACHING. «Primum vivere, deinde philosophari»

IL PENSIERO SOCRATICO NEL COACHING. «Primum vivere, deinde philosophari» IL PENSIERO SOCRATICO NEL COACHING «Primum vivere, deinde philosophari» «PASSIONE» : ciò che è stato scritto senza passione, verrà letto senza piacere «SOCRATE» Per questa occupazione non ho tempo di fare

Dettagli

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO

Dettagli

FILOSOFIA ELLENISTICA

FILOSOFIA ELLENISTICA FILOSOFIA ELLENISTICA 323 a.c. morte di Alessandro Magno inizio età ellenistica 322 a.c. morte di Aristotele Perché l impresa di Alessandro Magno (sottomissione delle polis e formazione di un impero che

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

FORMAZIONE DELL UOMO E EDUCAZIONE COSMICA (Dalle conferenze tenute da M.M. al congresso di San Remo del 1949 e da alcuni saggi pubblicati dal 1949 al 1951 e riportati nel quaderno del Consiglio Regionale

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

Docente: massimo gomiero Testi in adozione: N. Abbagnano G. Fornero, Itinerari di Filosofia, Milano 2003

Docente: massimo gomiero Testi in adozione: N. Abbagnano G. Fornero, Itinerari di Filosofia, Milano 2003 PROGRAMMA DI FILOSOFIA Classe II liceo classico Docente: massimo gomiero Testi in adozione: N. Abbagnano G. Fornero, Itinerari di Filosofia, Milano 2003 IL NEOPLATONISMO Plotino Dai molti all Uno, dall

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale:

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale: PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA LINGUA E LETTERE LATINE Competenze da conseguire alla fine del II anno relativamente all

Dettagli

Renè Descartes CARTESIO

Renè Descartes CARTESIO Renè Descartes CARTESIO Biografia a cura di Zoran Evtoski Anno Accademico 2007/2008 La Vita e le Opere Renè Descartes (latinizzato in Renatus Cartesius) nacque a La Haye nel 1596. Inviato al Collegio gesuitico

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione 9

SOMMARIO. Introduzione 9 SOMMARIO Introduzione 9 Capitolo 1 In te c è uno spirito libero dai disagi 11 La mente vuota ti regala il benessere 14 Tu non sei i tuoi pensieri 19 Le immagini sono più forti dei tuoi pensieri 20 C è

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

GIACOMO LEOPARDI. LEOPARDI.notebook

GIACOMO LEOPARDI. LEOPARDI.notebook GIACOMO LEOPARDI una famiglia di rango nobiliare da...(nasce)... a Recanati nel 1798 PADRE il conte Monaldo Leopardi: uomo molto colto; aveva messo insieme una notevole biblioteca; l'orientamento politico

Dettagli

Evoluzione dell'idea di natura

Evoluzione dell'idea di natura Evoluzione dell'idea di natura Cartesio Luigi Cerruti www.minerva.unito.it Lezione 10 15 febbraio 2011 René Descartes 1596-1650 Educato dai gesuiti approfondì, oltre ai classici, lo studio della matematica

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BIOETICA

INTRODUZIONE ALLA BIOETICA INTRODUZIONE ALLA BIOETICA Nel presentare il tema introduzione alla bioetica che ho tenuto il 18 maggio scorso presso la Comunità dei Padri Camilliani di Macchia-Monte Sant Angelo, ho iniziato parlando

Dettagli

ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo. Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano

ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo. Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano ETICA AMBIENTALE. UNA PANORAMICA Università degli Studi di Bergamo 23 Maggio 2015, Bergamo Matteo Andreozzi, PhD Università degli Studi di Milano COS È L ETICA? PRINCIPI E REGOLE DI COMPORTAMENTO ADOTTATE

Dettagli

CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI

CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI SOMMARIO: 1. I soggetti religiosi. Premessa 2. Le persone fisiche 3. Gli enti religiosi (rinvio) 4. Le confessioni religiose *** 1. I SOGGETTI RELIGIOSI. PREMESSA I soggetti

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Povertà obbedienza castità

Povertà obbedienza castità Povertà obbedienza castità Povertà La povertà per Francesco è uno stile di vita, un modo di pensare e di collocarsi in relazione con se stesso, con Dio e con le cose. A volte si parla di due livelli di

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

La bioetica tra fede e ragione

La bioetica tra fede e ragione La bioetica tra fede e ragione PROF. ANDREA PORCARELLI D o c e n t e d i P e d a g o g i a g e n e r a l e e s o c i a l e a l l U n i v e r s i t à d i P a d o v a D o c e n t e d i E t i c a g e n e

Dettagli

Lo Stoicismo. La Prima Stoà

Lo Stoicismo. La Prima Stoà Lo Stoicismo A differenza del pensiero di Epicuro, che rimase sostanzialmente immutato attraverso i secoli, considerato come un Verbo inalterabile (anche a causa dell'alone leggendario che circondava il

Dettagli

M. Heidegger, Che cosa significa pensare (1954), Sugarco, Milano, 1988, pp. 77-78

M. Heidegger, Che cosa significa pensare (1954), Sugarco, Milano, 1988, pp. 77-78 M. Heidegger, Che cosa significa pensare (1954), Sugarco, Milano, 1988, pp. 77-78 Gli ultimi uomini ammiccano. Che cosa significa? Ammiccare ha a che fare con scintillare, splendere, apparire. Ammiccare

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5' D Indirizzo:

Dettagli

Il Cavaliere delle Energie

Il Cavaliere delle Energie Massime tratte dal libro Il Cavaliere delle Energie di Andrea Pangos www.andreapangos.it ISBN 88-88914-00-5 Andrea Pangos Edizioni Copyright 2003 Andrea Pangos Il Cavaliere delle Energie Tu sei per te

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICA FONDAMENTALE La Rivelazione cristiana di Dio: - L idea di rivelazione nel Concilio Vaticano I e nel Concilio

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo.

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo. 'II peccato Immaginate che un caro amico vi regali un palazzo pieno di splendidi oggetti. È tutto vostro e potete godervelo! In cambio Egli vi chiede una sola cosa: "Per piacere, non gettarti dal torrione

Dettagli

http://digital.casalini.it/8884535131 ISBN-10: 88-8453-513-1 (online) ISBN-13: 978-88-8453-513-9 (online)

http://digital.casalini.it/8884535131 ISBN-10: 88-8453-513-1 (online) ISBN-13: 978-88-8453-513-9 (online) IV PRIMA UNITÀ Nuovi itinerari alla scoperta del greco antico : le strutture fondamentali della lingua greca : fonetica, morfologia, sintassi, semantica, pragmatica / Francesco Michelazzo. Firenze : Firenze

Dettagli

Che cos è la psicologia?

Che cos è la psicologia? 1 Che cos è la psicologia? La psicologia può essere definita come lo studio scientifico del comportamento e dei processi mentali 2 Che cos è la psicologia? Comportamento Azioni fisiche osservabili compiute

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME

Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME OBIETTIVI 1. Acquisizione di competenza linguistica in vari campi del sapere 2. Oggettivazione e formalizzazione delle strutture linguistiche,

Dettagli

Lo Stoicismo. Crisippo. Seconda Stoà (o Stoà di mezzo): Marco Aurelio. La Prima Stoà

Lo Stoicismo. Crisippo. Seconda Stoà (o Stoà di mezzo): Marco Aurelio. La Prima Stoà Lo Stoicismo A differenza del pensiero di Epicuro, che rimase sostanzialmente immutato attraverso i secoli, considerato come un Verbo inalterabile nella sua perfezione (a ciò contribuì senza dubbio l'alone

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Il risarcimento equitativo.

Il risarcimento equitativo. Il risarcimento equitativo. Firenze, 26 novembre 2013. Corso di Diritto civile Prof. Giuseppe Vettori Mario Mauro Abstract Rapporto tra risarcimento equitativo e principio di integrale riparazione del

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

Diventare ciò che si è

Diventare ciò che si è Calogero Caltagirone Diventare ciò che si è La prospettiva etica come principio di umanizzazione ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Non ti farai scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra

Non ti farai scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra ARTE PALEOCRISTIANA Il problema delle immagini: dalla venerazione all idolatria Esodo 20,4-6: Non ti farai scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o

Dettagli

Riassunto primo focus (senior)

Riassunto primo focus (senior) Riassunto primo focus (senior) Il focus group si è svolto giovedì 25 marzo dalle 17.00 alle 18.30. I partecipanti erano persone in pensione appartenenti all associazione Amici della biblioteca. Sebbene

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE INTRODUZIONE Internet è inevitabilmente parte delle nostre vite. Facebook, MySpace, Filckr, Wikipedia, Google tutti strumenti che la maggior parte di noi utilizza, padroneggia, critica o apprezza. Sono

Dettagli

vuoto o una ferita" come dice Antonio Origgi.

vuoto o una ferita come dice Antonio Origgi. Cambiare la vita... dalla Auto-Osservazione Cambiare vita richiede prima di tutto una consapevolezza del punto reale in cui ci si trova adesso. Cambiare vita richiede poi una consapevolezza di cosa realmente

Dettagli

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre Cos è l infinito? Infinito: che è assolutamente privo di determinazioni spaziali o temporali. l infinito è molto difficile da immaginare nel suo complesso: possiamo avere un accenno ammirando un cielo

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE GUARINO VERONESE REGOLE DEL DIBATTITO ARGOMENTATIVO

ISTITUTO SUPERIORE GUARINO VERONESE REGOLE DEL DIBATTITO ARGOMENTATIVO ISTITUTO SUPERIORE GUARINO VERONESE REGOLE DEL DIBATTITO ARGOMENTATIVO NO SI REGOLE DEL DIBATTITO ARGOMENTATIVO Per cominciare Che cosa è un dibattito argomentativo 1. Un dibattito argomentativo è un dialogo

Dettagli

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari Michele Galeotti Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

La bioetica delle virtù. 1. Dall etica dei principi alla ripresa aristotelica dell etica della virtù

La bioetica delle virtù. 1. Dall etica dei principi alla ripresa aristotelica dell etica della virtù RIFLESSIONI ETICA DELLA PROFESSIONE La bioetica delle virtù 1. Dall etica dei principi alla ripresa aristotelica dell etica della virtù L area anglofona si è distinta per il predominio della ispirazione

Dettagli

L Infinito di Leopardi. Innovazione nella tradizione

L Infinito di Leopardi. Innovazione nella tradizione L Infinito di Leopardi Innovazione nella tradizione Tradizione - Innovazione Giacomo Leopardi (1798-1837) Un illuminista romantico Un classicista moderno Un conservatore progressista Un provinciale europeo

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

Programma di Filosofia

Programma di Filosofia Programma di Filosofia Anno Scolastico 2013/2014 Sede Liceo scientifico Fabio Besta, Orte Docente Antonella Bassanelli Classe IV B Umanesimo e Rinascimento Capitolo 1: Coordinate storico sociali e concetti

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Stevie Jordan. Informazioni sul copyright

Stevie Jordan. Informazioni sul copyright Informazioni sul copyright 2013. Tutti i diritti riservati. Questo ebook, il suo titolo, e l'e-book design e il layout, sono di esclusiva proprietà dello stesso Autore. Tutte le altre illustrazioni e le

Dettagli

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO Finalità generali La consapevolezza della propria identità culturale attraverso il recupero di radici e archetipi che trovano nel mondo greco e romano le loro

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE

DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE Dal libro della Genesi In principio Dio creò il cielo e la terra. Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

LEI E LUI... UNA SINFONIA?

LEI E LUI... UNA SINFONIA? CHRISTIAN-M. STEINER LEI E LUI... UNA SINFONIA? Verso nuove dimensioni di vita nuziale e familiare Edizione e traduzione a cura di Stefano Testa Bappenheim Presentazione di Arturo Cattaneo 2009, Marcianum

Dettagli

Filosofia e ambiente. Filosofia e ambiente. 28 Marzo 2008. Dott.ssa Isotta Burlin. Dott.ssa Isotta Burlin. Università di Napoli Federico II

Filosofia e ambiente. Filosofia e ambiente. 28 Marzo 2008. Dott.ssa Isotta Burlin. Dott.ssa Isotta Burlin. Università di Napoli Federico II Filosofia e ambiente Filosofia e ambiente 28 Marzo 2008 Filosofia e ambiente Può la filosofia dirci qualcosa riguardo l ambiente, la sicurezza, le tecnologie, anche se è una disciplina che di solito si

Dettagli

GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA

GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA GIACOMO LEOPARDI MATERIALISMO E RELIGIONE CRISTIANA scelta ragionata dallo Zibaldone Introduzione di Dante Lepore cm. 14x21, pp. 100 Offerta minima 10 *** Leopardi mette in guardia dal ruolo nefasto della

Dettagli

METODI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE. A cura di: FERNANDA SIBONI (fsiboni@fastwebnet.it)

METODI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE. A cura di: FERNANDA SIBONI (fsiboni@fastwebnet.it) METODI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE A cura di: FERNANDA SIBONI (fsiboni@fastwebnet.it) La valutazione nelle organizzazioni. Cos è? Sistema fondamentale della moderna gestione delle risorse

Dettagli

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011 Area Socio Culturale istituzionale e legislativa 1 Cosa si intende per PRIVACY? Diritto a essere lasciato solo ovvero a non subire interferenze sulla propria persona e nella propria vita (anglosassoni)

Dettagli

137. QUADRATI MAGICI. Stefano Borgogni stfbrg@rocketmail.com. Matematicamente.it

137. QUADRATI MAGICI. Stefano Borgogni stfbrg@rocketmail.com. Matematicamente.it 137. QUADRATI MAGICI Stefano Borgogni stfbrg@rocketmail.com Sunto Questo articolo è dedicato ai quadrati magici. Si tratta di un argomento che è stato trattato in lungo e in largo da generazioni di matematici

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

La grammatica del CHE e delle frasi relative

La grammatica del CHE e delle frasi relative La grammatica del CHE e delle frasi relative Valente R.: a.s. 1999-2000, la frase interrogativa diretta ed indiretta in inglese, II Liceo Scientifico. Penello N.: a.s. 2000-2001, esperienza dedicata alle

Dettagli

PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini

PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini $//(*$72% 67$7872'(*/,,0$0'(//$)('(5$=,21('(//,6/$0,7$/,$12 PROPOSTA DELLA CO.RE.IS. (COMUNITA RELIGIOSA ISLAMICA) ITALIANA elaborata da Yahya Pallavicini, Faridah Peruzzi, Hamid Distefano, Aisha Lazzerini

Dettagli

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 e-mail: scuolamaternarovetta@virgilio.it Sito: www.asilogallicciolli.191.it Il PROGETTO

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli