Minuti 5' 5' 5' Minuti 5' 5' 5' 2 x 10 k x 15 k X 15 k X 20 k x 0k x 0k x 20 k x 30 k 6 7 8

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Minuti 5' 5' 5' Minuti 5' 5' 5' 2 x 10 k 6 7 8 2 x 15 k 6 7 8. 2 X 15 k 6 7 8 2 X 20 k 6 7 8. 2x 0k 6 7 8 2x 0k 8 9 10. 2 x 20 k 6 7 8 2 x 30 k 6 7 8"

Transcript

1 New Body Inn Androide Clavicolare Maschi Androide Clavicolared Maschi PalCap System 7 gennaio 2007 I livello Leg estension Cyclette Esercizi Volte Volte Minuti 5' 5' 5' Minuti 5' 5' 5' Leg curl 2 x 20 k x 25 k Iperestension 2 X 15 k X 20 k Calf piedi 2x 0k x 0k Rowing 2 x 10 k x 15 k Pek dek verticale 2 x 10 k x 15 k Pressa deltoidi 2 x 20 k x 30 k Tirate petto 2 x 10 k x 15 k Tricipiti poliercolina 2 x 15 k x 15 k Curl bilancere 2 x 15 k x 15 k Alzate gambe 90 2 x 15 k x 15 k Aerobica b.c.m Minuti Minuti

2 Androide Trapezoidale Maschi 7 gennaio 2007 Androide Trapezoidale Maschi II Livello New Body Inn PalCap System Cyclette Minuti 5' Cyclette Minuti 5' Power squat Pressa deltoidi 2x 8R x 8R Leg curl Rowing 2 x 25 R x 8 R Leg estension Tricipiti poliercolina 2 x 25 K x 20 K Iperestension Pek dek verticale 2x 10R x 8R Calf piedi Tirate petto cavi 2x 8R x 8R Calf piedi Curl bilancere 2 x 10 R x 20 K Sedia addominali Alzate gambe 90 3x 0K x 0K Sid ben Macchina lombari 2 x 10 K x 8k Aerobica b.c.m 130 tempo Aerobica b.c.m 130 tempo

3 Androide Trapezoidale Maschi 7 gennaio 2007 Androide Trapezoidale Maschi III Livello New Body Inn PalCap System A Power squat Leg estension Leg curl Stacco lombare Calf piedi Calf seduto Abdominal Sid ben 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 10 R 2 x 10 R 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 8 R 2 x 10 R I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII Aerobica Battiti cardiaci al minuto 10 tempo 10 B Pressa deltoidi Alzate laterali Alzate 90 French press Tricipiti poliercolina Curl panca scoot Curl manubri Crunch parallele 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 10 R 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 0 K I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII Aerobica Battiti cardiaci al minuto 10 tempo 10 C Rowing Lat pulley 45 Pull over Lat machine avanti Tirate mento cavi Pek dek verticale Croci piane Pectoral 2 x 6 R 2 x 6 R 2 x 10 R 2 x 8 R 2 x 6 R 2 x 8 R 2 x 6 R 2 x 30 K I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV I II III IV V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII V VI VII VIII Aerobica Battiti cardiaci al minuto 10 tempo 10

4 New Body Inn PalCap System Androide Trapezoidale Maschi 7 gennaio 2007 Androide Trapezoidale Maschi IV livello Cyclette Stacco Terra Power squat Leg estension Leg curl Calf piedi Abdominal B Cyclette Girate Lento slanciato Panca piana Pek dek verticale Distensioni Piane Addominali parallele 90 C Cyclette 1/2 Stacco + tirata Rowing Lat machine largo Pull over French press Curl Bilancere Minuti Minuti Minuti 10 3X X X X X X X X X X X X X X X X X X Giorni Giorni Giorni 23 Minuti Minuti Minuti 10 3X X X X X X X X X X X X X X X X X X Giorni Giorni Giorni 24 Minuti Minuti Minuti 10 3X X X X X X X X X X X X X X X X X X Aerobica I Min 20 b.c.m b.c.m b.c.m 130 Aerobica II Min 20 b.c.m b.c.m b.c.m 125

5 Tipo: Livello: Principiante I Foto Programma Allenamento: Finalità: Imparare l esecuzione degli esercizi, postura e respirazione. Gli esercizi sono raffigurati da un immagine al fine di imparare l attrezzo e la dinamica dell esercizio. Postura: partire dalla posizione dei piedi che devono essere paralleli ed avere una larghezza uguale a quella delle spalle. Gambe leggermente flesse, Glutei e addominali contratti per favorire la curva fisiologica della colonna vertebrale, Spalle indietro e rilassate Testa diritta. Respirazione: Inspirare nella fase eccentrica dell esercizio (allungamento del muscolo nell esercizio) espirare nella fase concentrica (contrazione del muscolo nell esercizio) Preparare il corpo ad un tipo di stress allenante in maniera ponderale, dove il peso è leggero ma sempre crescente. Metodi: Carico del peso e delle serie costanti, aumentano le ripetizioni. Il programma dura 2 o 3 settimane Biotipi: l allenamento dell androide è concentrato sulla parte inferiore del corpo il ginoide verso la parte superiore. Il biotipo articolare: il clavicolare deve allenare principalmente pettorali, dorsali, addominali e lavora meglio sul piano frontale,il trapezoidale deve allenare principalmente spalle,tricipiti e dorsali e lavora meglio sul piano sagittale Strategia: Serie poche, un allenamento dura all incirca 40 minuti. Ripetizioni poche per mantenere una giusta concentrazione nell esecuzione degli esercizi. In questa fase iniziale la persona ha lo scopo di avere una costante frequenza, tre volte a settimana, se possibile allenarsi sempre alla stessa ora della giornata per abituare il suo corpo all allenamento. Da evitare: Aumentare il peso, le serie e ripetizioni consigliate, questo è un periodo dedicato ad abituare e reclutare sempre di più numero di fibre muscolari imparando la dinamica dell esercizio nelle sue varie forme: Postura, esecuzione corretta: massima estensione e massima contrazione del muscolo allenato, Respirazione. Aerobica: Alla fine dell allenamento è previsto un esercizio di tipo aerobico leggero per un tempo modesto al fine di prendere confidenza con l attrezzo.

6 Tipo: Livello: Principiante Foto II Livello Programma Allenamento: Finalità: Imparare l esecuzione degli esercizi, postura e respirazione. Gli esercizi sono raffigurati da un immagine al fine di imparare l attrezzo e la dinamica dell esercizio. Il carico di peso è leggero ed aumenta gradualmente con il proseguire del ciclo. Il corpo si allena in due sessioni si incrementano esercizi, le ripetizioni sono costanti, il peso è modesto ma sempre crescente. Metodi: Serie costanti, Carico del peso e delle ripetizioni in aumentano. Il Programma dura 5 settimane Strategia: Serie poche, un allenamento dura all incirca 40 minuti. Ripetizioni poche per mantenere una giusta concentrazione nell esecuzione degli esercizi, aumenta il carico allenante che costringe ad adottare sempre una migliora postura. In questa fase la persona ha lo scopo di mantenere costante la frequenza, tre volte a settimana, se possibile allenarsi sempre alla stessa ora della giornata per abituare il suo corpo all allenamento. Da evitare: Aumentare il peso, le serie e ripetizioni consigliate, questo è un periodo dedicato ad abituare e reclutare sempre di più numero di fibre muscolari imparando la dinamica dell esercizio nelle sue varie forme: Postura, esecuzione corretta: massima estensione e massima contrazione del muscolo allenato, Respirazione. Cercare di mantenere la cronologia di esecuzione degli esercizi Aerobica: Alla fine dell allenamento è previsto un esercizio di tipo aerobico per un tempo modesto ma con un aumento di intensità misurata con Bcm al fine di migliorare la capacità cardiovascolare

7 Tipo: Livello: Principiante Foto III Livello Programma Allenamento: Finalità: Imparare l esecuzione degli esercizi, postura e respirazione. Gli esercizi sono raffigurati da un immagine al fine di imparare l attrezzo e la dinamica dell esercizio. Il corpo si allena in due sessioni si incrementano ulteriormente gli esercizi, le ripetizioni sono mirate, il peso adoperato è medio alto con aumento del carico durante il ciclo crescente. Metodi: Serie costanti, ripetizioni a logica di reclusione di fibre lente e veloci. Alla fine del macrociclo che dura otto settimane si cala il peso per compensare un recupero fisiologico. Strategia: Il corpo viene allenato 2 volte alla settimana. Il primo giorno si allena tutto il corpo, gli altri 2 giorni si divide l allenamento del corpo in due giorni diversi. Serie poche, un allenamento dura all incirca 40 minuti. Aumenta ulteriormente il carico allenante che costringe ad adottare sempre una migliora postura. In questa fase la persona ha lo scopo di capire come allenare le varie fibre muscolari, migliorando la velocità di esecuzione miofibre, l ampiezza del movimento sia in fase negativa: enfatizzando gradualmente l allungamento; la maggiore contrazione nella fase positiva. Da evitare: Aumentare il peso, le serie e ripetizioni consigliate, questo è un periodo dedicato ad reclutare in maniera considerevole sempre di più il numero di fibre muscolari imparando la dinamica dei nuovi esercizi nelle sue varie forme: postura, esecuzione corretta: massima estensione e massima contrazione del muscolo allenato, Respirazione. Cercare di mantenere la cronologia di esecuzione degli esercizi Aerobica: Si inzia un vero programma aerobico su base Battiti cardiaci al minuto

8 Tipo: Livello: Principiante Foto VI Livello Programma Allenamento: Finalità: Imparare l esecuzione degli esercizi, postura e respirazione. Gli esercizi sono raffigurati da un immagine al fine di imparare l attrezzo e la dinamica dell esercizio. Il corpo si allena in Tre sessioni si incrementano ulteriormente gli esercizi, le ripetizioni sono mirate, il peso è consistente e lievemente crescente durante il proseguo del ciclo. Metodi: Serie costanti, ripetizioni a logica di reclusione di fibre lente e veloci. Alla fine del macrociclo che dura otto settimane si cala il peso per compensare un recupero fisiologico. Strategia: Vengono inseriti nel programma esercizi nuovi e piccoli gradi d intensità. Serie poche, un allenamento dura all incirca 40 minuti. Aumenta ulteriormente il carico allenante che costringe ad adottare sempre una migliora postura. In questa fase, tramite l inserimento di gradi intensivi, si ha un maggiore stimolo di crescita e tonificazione muscolare, la persona ha lo scopo di capire come utilizzare al meglio l esecuzione dei gradi intensivi per coinvolgere sempre il maggior numero di fibre muscolari, migliorando la velocità di esecuzione miofibre, l ampiezza del movimento sia in fase negativa: enfatizzando gradualmente l allungamento; la maggiore contrazione nella fase positiva. Da evitare: Aumentare il peso, le serie e ripetizioni consigliate, questo è un periodo dedicato ad reclutare in maniera considerevole sempre di più il numero di fibre muscolari imparando la dinamica dei nuovi esercizi nelle sue varie forme: postura, esecuzione corretta: massima estensione e massima contrazione del muscolo allenato, Respirazione. Cercare di mantenere la cronologia di esecuzione degli esercizi Aerobica: Si inzia un vero programma aerobico su base Battiti cardiaci al minuto

Androide Trapezoidale Femmine 7 gennaio Cyclette. Aerobica. b.c.m 125 Minuti Minuti

Androide Trapezoidale Femmine 7 gennaio Cyclette. Aerobica. b.c.m 125 Minuti Minuti New Body Inn PalCap System Androide Trapezoidale Femmine 7 gennaio 2007 Androide Trapezoidale Femmine I livello Leg estension Esercizi Volte 1 2 3 4 5 6 Volte 7 8 9 10 11 12 Cyclette Minuti 5' 5' 5' 5'

Dettagli

Ginoide Clavicolare Femmine 7 gennaio Esercizi. Cyclette. b.c.m 125 Minuti Minuti

Ginoide Clavicolare Femmine 7 gennaio Esercizi. Cyclette. b.c.m 125 Minuti Minuti New Body Inn PalCap System Ginoide Clavicolare Femmine 7 gennaio 2007 Ginoide Clavicolare Femmine I livello Esercizi Volte 1 2 3 4 5 6 Volte 7 8 9 10 11 12 Calf seduto Cyclette Minuti 5' 5' 5' 5' 5' 5'

Dettagli

Programma Allenamento Maschi 6 gennaio 2007

Programma Allenamento Maschi 6 gennaio 2007 New Body Inn PalCap System Programma Allenamento Maschi 6 gennaio 2007 Androide Clavicolare Forza Veloce I A giorni 1 giorni 4 giorni 7 giorni 10 giorni 13 giorni 16 giorni 19 giorni 22 Tirate +Girata+Squat

Dettagli

bilanciere 3 x 8 Curl con bilanciere in piedi 3 x 6 Hammer curl 3 x 6 Leg Curl 4 x 6-8 Sitting Curl 4 x 6-8

bilanciere 3 x 8 Curl con bilanciere in piedi 3 x 6 Hammer curl 3 x 6 Leg Curl 4 x 6-8 Sitting Curl 4 x 6-8 Lunedì: pettorali, tricipiti, polpacci Distensioni su panca piana 3 6-8 con manubri 3 Croci ai cavi 2 x 8-10 Dips 3 con presa stretta 3 Carrucola 3 Kickback con manubrio 2 x 8-10 Calf in piedi 3 x 25 3

Dettagli

Sommario. Presentazione di Paolo Evangelista Introduzione di Andrea Biasci... 7

Sommario. Presentazione di Paolo Evangelista Introduzione di Andrea Biasci... 7 Sommario Presentazione di Paolo Evangelista... 5 Introduzione di Andrea Biasci... 7 Prefazione... 9 Come nasce questo libro... 10 La mission di questo testo: quali risposte troverete... 12 Guida alla lettura...

Dettagli

POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE

POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE Protocollo in multifrequenza A B C Nota per chi si allena 2 volte a settimana: Settimana 1) A B Settimana 2) C A Settimana 3) B C Settimana 4) A B Nota per

Dettagli

Esercizi con pesi liberi che sostituiscono il Pully basso

Esercizi con pesi liberi che sostituiscono il Pully basso Esercizi con pesi liberi che sostituiscono il Pully basso Esercizi per i dorsali: rematore con bilanciere Rematore con bilanciere Da posizione in piedi, piegate il tronco in avanti a 90, impugnate un bilanciere

Dettagli

Nome...Cognome...Età... Data...Peso...Altezza...

Nome...Cognome...Età... Data...Peso...Altezza... Nome....Cognome.......Età... Data.....Peso...Altezza... X Fase del I Macrociclo /semestrale/ PERIODO PREPARATORIO 2 Mesociclo/ PREPARAZIONE FORZA FREQUENZA TRE SEDUTE SETTIMANALI Lunedì-Mercoledì-Venerdì

Dettagli

SVILUPPARE LA POTENZA E imperativo rispettare I seguenti principi:

SVILUPPARE LA POTENZA E imperativo rispettare I seguenti principi: SVILUPPARE LA POTENZA E imperativo rispettare I seguenti principi: LA FORZA DEVE ESSERE STIMOLATA, con ripetizioni medio basse e serie portate a cedimento muscolare. Ma non deve essere eccessivo per non

Dettagli

Nome...Cognome...Età... Data...Peso...Altezza...

Nome...Cognome...Età... Data...Peso...Altezza... Nome...Cognome....Età... Data..Peso...Altezza... Fase del I Macrociclo semestrale/ PERIODO AGONISTICO/ Alternativa 5/6 Mesociclo/ METODO 90-50% FREQUENZA TRE SEDUTE SETTIMANALI Lunedì-Mercoledì-Venerdì

Dettagli

TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI

TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI E importante rafforzare i muscoli delle spalle, braccia, petto e dorso che normalmente sono utilizzati meno delle gambe nella vita quotidiana e che quindi col passare

Dettagli

A.S. NATURAL BODY BUILDING FEDERATION tel Fax

A.S. NATURAL BODY BUILDING FEDERATION tel Fax A.S. NATURAL BODY BUILDING FEDERATION tel. 0697840043 Fax 0623315379 EMAIL: nbbf@nbbf.it http://www.nbbf.it Nome....Cognome....Età... Data....Peso...Altezza... Metodo BIIO / 1 macrociclo semestrale/ PERIODO

Dettagli

CRUNCH A TERRA (Addominali)

CRUNCH A TERRA (Addominali) CRUNCH A TERRA (Addominali) Esecuzione: distesi a terra mani dietro il collo, gambe piegate poggiate sulla spalliera. Nella fase espiratoria flettere lentamente il torace sul bacino. CRUNCH INVERSI (Addominali)

Dettagli

LA PALESTRA TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUL CORPO UMANO

LA PALESTRA TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUL CORPO UMANO LA PALESTRA TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUL CORPO UMANO ESERCIZI VARI ADDOMINALI 1 COMBINATA GAMBE-BUSTO 2 CRUNCH ALTERNATO 3 FLESSIONI COSCE ALTERNATE 4 CRUNCH PIEDI SU PANCA 5 CRUNCH PIEDI AL MURO

Dettagli

ESERCIZI PER I PETTORALI

ESERCIZI PER I PETTORALI ESERCIZI PER I PETTORALI BREVE ANATOMIA DEI PETTORALI Il grande ed il piccolo pettorale fanno parte dei muscoli estrinseci toracoappendicolari. Hanno origine dalle coste e dallo sterno e raggiungono le

Dettagli

COME SVILUPPARE LA MASSA MUSCOLARE MAGRA E imperativo rispettare I seguenti principi:

COME SVILUPPARE LA MASSA MUSCOLARE MAGRA E imperativo rispettare I seguenti principi: COME SVILUPPARE LA MASSA MUSCOLARE MAGRA E imperativo rispettare I seguenti principi: I MUSCOLI DEVONO ESSERE STIMOLATI, con un allenamento intenso, serie portate a cedimento muscolare. Ma non deve essere

Dettagli

massamagra.com Programmi per pedane vibranti DKN

massamagra.com Programmi per pedane vibranti DKN Programmi per pedane vibranti DKN PRO Evolve - Extreme PRO - Exclusive PRO N.Esercizi 24. Durata profilo A principiante 15 min circa senza recuperi Durata profilo B intermedio 21 min circa senza recuperi

Dettagli

Diario allenamento CECCHINI ROBERTO. Roberto Cecchini /12/2016. primo mesociclo di allenamento squadra Under 18

Diario allenamento CECCHINI ROBERTO. Roberto Cecchini /12/2016. primo mesociclo di allenamento squadra Under 18 Diario allenamento Roberto Cecchini +39 334-31465.66 01/12/2016 CECCHINI ROBERTO primo mesociclo di allenamento squadra Under 18 Obiettivi del Mesociclo Primari forza massimale; forza resistenza; forza

Dettagli

DNA-llenamento La genetica al servizio della nutrizione e della performance

DNA-llenamento La genetica al servizio della nutrizione e della performance DNA-llenamento La genetica al servizio della nutrizione e della performance Dr. Luca Lotito Biologo Nutrizionista - Personal Trainer - lulotit@libero.it Ci siamo iscritti più volte in palestra con il sogno

Dettagli

DA "BRACCIO DI FERRO" A "BRACCIO DI ACCIAIO" Testo e disegni di Stelvio Beraldo

DA BRACCIO DI FERRO A BRACCIO DI ACCIAIO Testo e disegni di Stelvio Beraldo DA "BRACCIO DI FERRO" A "BRACCIO DI ACCIAIO" Testo e disegni di Stelvio Beraldo Durante un incontro di Braccio di ferro vengono coinvolte diverse regioni muscolari, alcune in maniera dinamica e altre in

Dettagli

PUMP TRAINING FUNZIONALE

PUMP TRAINING FUNZIONALE PUMP TRAINING FUNZIONALE E per me un immenso piacere presentare un allenamento di pump training funzionale perché questa è una disciplina che ho sviluppato e presentato per dare agli istruttori una visione

Dettagli

I concetti essenziali sulla preparazione fisica nella pallavolo giovanile PROF. MARCO MENCARELLI

I concetti essenziali sulla preparazione fisica nella pallavolo giovanile PROF. MARCO MENCARELLI I concetti essenziali sulla preparazione fisica nella pallavolo giovanile PROF. MARCO MENCARELLI Gli obiettivi fondamentali Facilitare l apprendimento delle tecniche pallavolistiche qualificandone l utilizzo

Dettagli

LA DEFINIZIONE MUSCOLARE: COME BRUCIARE I GRASSI I grassi bruciano in fretta se rispettano: ALIMENTAZIONE PER MASSIMA DEFINIZIONE PER UOMO E DONNA

LA DEFINIZIONE MUSCOLARE: COME BRUCIARE I GRASSI I grassi bruciano in fretta se rispettano: ALIMENTAZIONE PER MASSIMA DEFINIZIONE PER UOMO E DONNA LA DEFINIZIONE MUSCOLARE: COME BRUCIARE I GRASSI I grassi bruciano in fretta se rispettano: ALLENAMENTO: deve favorire un metabolismo elevato, almeno mantenere i muscoli (o migliorarli); non deve essere

Dettagli

Facoltà di Scienze Motorie Anno Accademico 2012/2013 PRINCIPI DI METODOLOGIA D ALLENAMENTO NELLE DISCIPLINE DEL FITNESS E WELLNESS

Facoltà di Scienze Motorie Anno Accademico 2012/2013 PRINCIPI DI METODOLOGIA D ALLENAMENTO NELLE DISCIPLINE DEL FITNESS E WELLNESS Facoltà di Scienze Motorie Anno Accademico 2012/2013 PRINCIPI DI METODOLOGIA D ALLENAMENTO NELLE DISCIPLINE DEL FITNESS E WELLNESS Dott. Teresa Guglielmo CARDIOFITNESS Intendiamo tutte quelle metodiche

Dettagli

Si fa presente che secondo il programma allegato, l attività di preparazione fisico-atletica è già iniziata.

Si fa presente che secondo il programma allegato, l attività di preparazione fisico-atletica è già iniziata. mercoledì 11 giugno 2008 Ai giocatori seniores Romagna rfc ai giocatori seniores delle società affiliate al progetto Romagna ai giocatori under 20 delle società affiliate al progetto Romagna oggetto: PROGRAMMAZIONE

Dettagli

massamagra.com Programmi per pedane vibranti DKN

massamagra.com Programmi per pedane vibranti DKN Programmi per pedane vibranti DKN PRO Evolve - Extreme PRO - Exclusive PRO N.Esercizi 19. Durata profilo A principiante 13 min circa senza recuperi Durata profilo B intermedio 19 min circa senza recuperi

Dettagli

ESERCIZI PER I DORSALI

ESERCIZI PER I DORSALI ESERCIZI PER I DORSALI BREVE ANATOMIA DEI DORSALI Il gran dorsale è il principale muscolo della regione dorsale, appartiene (come il trapezio) al gruppo dei muscoli estrinseci spinoappendicolari, dei quali

Dettagli

SQUADRA PALLAVOLO MASCHILE SERIE A2

SQUADRA PALLAVOLO MASCHILE SERIE A2 ORGANIZZAZIONE DI TRE TIPI DI SEDUTE CON SOVRACCARICO DURANTE L ANNO PER ATLETI DI ALTO LIVELLO SQUADRA PALLAVOLO MASCHILE SERIE A2 Il gruppo di lavoro formato da Franzò Prefetto Kalc Settin - Zappalà

Dettagli

FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA. Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding

FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA. Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA Programma Tecnico/Base degli esercizi fondamentali della Pesistica/BodyBuilding LENTO AVANTI Lo scopo è di sviluppare la muscolatura del deltoide anteriore,

Dettagli

STRUTTURA LEZIONE DI GRUPPO

STRUTTURA LEZIONE DI GRUPPO STRUTTURA LEZIONE DI GRUPPO 1. RISCALDAMENTO GENERALE 2. FASE AEROBICA (riscaldamento aerobico, fase aerobica propriamente detta, DEFATICAMENTO aerobico) 3. CONDIZIONAMENTO MUSCOLARE 4. STRETCHING IL RISCALDAMENTO

Dettagli

1 sett 2 sett 3 sett 4 sett. dist bil panca piana 4 x 8 90'' piegamenti 3 x 12 60''

1 sett 2 sett 3 sett 4 sett. dist bil panca piana 4 x 8 90'' piegamenti 3 x 12 60'' CONSIGLI SPIEGAZIONE NUTRIZIONALI SCHEDA dist bil panca piana 4 x 8 90'' piegamenti 3 x 12 60'' Nella prima parte troverai il nome dell'esercizio, precisamente come scrivere sul sito per trovare il video

Dettagli

ALIMENTAZIONE PER MANTENERE IL CORPO MAGRO PER UOMO E DONNA ALIMENTAZIONE

ALIMENTAZIONE PER MANTENERE IL CORPO MAGRO PER UOMO E DONNA ALIMENTAZIONE MANTENERE UN CORPO MAGRO (ATLETICO E SENZA GRASSO) Innanzi tutto bisogna prima raggiungere un corpo senza grasso con muscoli ben modellati (si vedano gli altri articoli). Per mantenerlo ci vuole un alimentazione

Dettagli

IL CIRCUIT TRAINING PER IL PODISTA

IL CIRCUIT TRAINING PER IL PODISTA IL CIRCUIT TRAINING PER IL PODISTA In questo periodo dell anno si cerca di potenziare la muscolatura e migliorare la forza muscolare, sia generale e sia specifica. In questo articolo analizzeremo il miglioramento

Dettagli

E nata dalla riabilitazione recupero più veloce

E nata dalla riabilitazione recupero più veloce «AQUAGYM» E nata dalla riabilitazione recupero più veloce Mentre la riabilitazione viene svolta individualmente e con ritmi più lenti e controllati, l aquagym è un attività di gruppo, dinamica e divertente,

Dettagli

Attività fisica Principi di base

Attività fisica Principi di base Attività fisica Principi di base La forma fisica non è soltanto uno dei fattori più importanti per un corpo sano, è la base di un attività intellettuale dinamica e creativa. - John F. Kennedy 2 Tipi di

Dettagli

DENSITY TRAINING. Il parametro Densità è un fattore conosciuto ma quasi mai applicato in palestra.

DENSITY TRAINING. Il parametro Densità è un fattore conosciuto ma quasi mai applicato in palestra. DENSITY TRAINING Il parametro Densità è un fattore conosciuto ma quasi mai applicato in palestra. Charles Staley, uno dei pochi guru che mi sento realmente di definire tale, ha elaborato anni or sono l

Dettagli

Corso Preparatori Fisici della Pallavolo Chianciano Terme 14 settembre 2016

Corso Preparatori Fisici della Pallavolo Chianciano Terme 14 settembre 2016 Corso Preparatori Fisici della Pallavolo Chianciano Terme 14 settembre 2016 Apprendimento delle tecniche di sollevamento pesi e delle relative esercitazioni didattiche e complementari La corretta tecnica

Dettagli

Prima di iniziare l allenamento si consiglia di effettuare un adeguato riscaldamento e di terminare con una adeguata fase di raffreddamento.

Prima di iniziare l allenamento si consiglia di effettuare un adeguato riscaldamento e di terminare con una adeguata fase di raffreddamento. FUNZIONALE COMPLETO Coinvolge diversi gruppi muscolari e diverse articolazioni enfatizzando o ripetendo i movimenti di ogni giorno per migliorare la forza, la stabilità e la coordinazione nella vita quotidiana.

Dettagli

RELAZIONE UOMO ATTREZZO

RELAZIONE UOMO ATTREZZO 1 RELAZIONE UOMO ATTREZZO APPARATO LOCOMOTORE ATTREZZO MECCANICO MUSCOLI ARTICOLAZIONI APPARATI - SISTEMI MANUBRI BILANCIERI MACCHINE FINE : come prodotto finale della prestazione sportiva MEZZO : produttore

Dettagli

CENTRO ONZE PILATES esercitazioni a casa ESERCIZI CON ELASTICO 1) ALLUNGAMENTO ISCHIO-CRURALI Sdraiati supini, la gamba che non lavora piegata, flesso-estensione della gamba con elastico che avvolge l

Dettagli

Core training CRA Lazio!

Core training CRA Lazio! Core training CRA Lazio Il concetto di core stability Una buona stabilità articolare della zona lombare e pelvica permettono un adeguato controllo motorio e un'ottimale applicazione della forza nelle performance

Dettagli

Protocollo numero 1 - recupero breve, scatti

Protocollo numero 1 - recupero breve, scatti Protocolli di lavoro per la palestra Il lavoro ad alta intensità in palestra: 7 protocolli di allenamento ad alta intensità da svolgere in palestra. 7 diverse schede di allenamento ad alta intensità con

Dettagli

INTEGRAZIONE TRA ATTIVITA DI POTENZIAMENTO FISICO E L INDOOR CYCLING A cura di Luca Piancastelli

INTEGRAZIONE TRA ATTIVITA DI POTENZIAMENTO FISICO E L INDOOR CYCLING A cura di Luca Piancastelli INTEGRAZIONE TRA ATTIVITA DI POTENZIAMENTO FISICO E L INDOOR CYCLING A cura di Luca Piancastelli L allenamento della forza ottenuto sia con esercizi a carico naturale, con i pesi liberi e le macchine isotoniche

Dettagli

ESERCIZI PER SPALLE E ARTI SUPERIORI

ESERCIZI PER SPALLE E ARTI SUPERIORI ESERCIZI PER SPALLE E ARTI SUPERIORI Testo e disegni di Stelvio Beraldo MUSCOLI DELLE SPALLE DISTENSIONI DELLE BRACCIA IN ALTO DA SEDUTO SU PANCA O DA STAZIONE ERETTA (arms press) (con manubri, bilanciere

Dettagli

1 - CARATTERISTICHE DEI MOVIMENTI PER I TRICIPITI Valutiamo alcuni dettagli tecnici degli esercizi per i tricipiti.

1 - CARATTERISTICHE DEI MOVIMENTI PER I TRICIPITI Valutiamo alcuni dettagli tecnici degli esercizi per i tricipiti. 3 a PARTE 1 - CARATTERISTICHE DEI MOVIMENTI PER I TRICIPITI Valutiamo alcuni dettagli tecnici degli esercizi per i tricipiti. a - Tipo di movimento Gli esercizi eseguiti per i muscoli tricipiti sono costituiti

Dettagli

Over 40 Costruzione secondo PeterBodybuilding"

Over 40 Costruzione secondo PeterBodybuilding Over 40 Costruzione secondo PeterBodybuilding" Inviato da Piero Scala Questo metodo l ho trovato su un libro di bodybuilding alcuni anni fa, e l ho trovata MOLTO interessante perché pur dietro un apparente

Dettagli

Il metodo si fonda essenzialmente sull isolamento muscolare e trattamento analitico di movimenti caricati d opposizione

Il metodo si fonda essenzialmente sull isolamento muscolare e trattamento analitico di movimenti caricati d opposizione L allenamento muscolare Vito Leonardi Presidente F.I.P.C.F. Il metodo si fonda essenzialmente sull isolamento muscolare e trattamento analitico di movimenti caricati d opposizione RAGIONI PRINCIPALI

Dettagli

ESERCIZI PER REGIONE ANTERO-LATERALE ADDOME

ESERCIZI PER REGIONE ANTERO-LATERALE ADDOME ESERCIZI PER REGIONE ANTERO-LATERALE ADDOME Testo e disegni di Stelvio Beraldo Per approfondire gli aspetti cinesiologici e metodologici vedi: L'allenamento dei muscoli addominali antero-laterali FLESSIONI

Dettagli

FITLAB S.A.S. DI LAUDI MARIACHIARA ERNESTINA & C. - via Fontanelle Altopiano della Vigolana

FITLAB S.A.S. DI LAUDI MARIACHIARA ERNESTINA & C. - via Fontanelle Altopiano della Vigolana Le 9 macchine Isotoniche della HUR organizzate in un circuito compatto - Leg Press Rehab - Optimal Rhomb - Twist - Body Extension - Abdomen - Abduction / Adduction - Chest Press Rehab - Leg extension /

Dettagli

Argomenti del modulo: Corso Allenatori 1 1 Grado. Capacità fisiche: modulazione della forza, modalità di sviluppo

Argomenti del modulo: Corso Allenatori 1 1 Grado. Capacità fisiche: modulazione della forza, modalità di sviluppo Argomenti del modulo: Capacità fisiche: modulazione della forza, modalità di sviluppo Bari 16 novembre 2004 Per modulazione del carico si intende la richiesta di un carico che descriva il lavoro realizzato

Dettagli

ESERCITAZIONI SPECIFICHE PER PREVENIRE GLI INFORTUNI

ESERCITAZIONI SPECIFICHE PER PREVENIRE GLI INFORTUNI ESERCITAZIONI SPECIFICHE PER PREVENIRE GLI INFORTUNI Considerazioni teoriche e proposte di lavoro pratiche per migliorare le prestazioni del calciatore Nel corso di una stagione agonistica, troppo di frequente

Dettagli

Analisi dell'attivazione muscolare durante diversi esercizi di potenziamento in palestra, con pesi liberi ed attrezzi

Analisi dell'attivazione muscolare durante diversi esercizi di potenziamento in palestra, con pesi liberi ed attrezzi ESERCIZI FISICI Analisi dell'attivazione muscolare durante diversi esercizi di potenziamento in palestra, con pesi liberi ed attrezzi PIEGAMENTI BRACCIA. Nella posizione classica con le mani con un passo

Dettagli

POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE

POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE POTENZIAMENTO DELLA PERFORMANCE 12 SETTIMANE Protocollo in multifrequenza A B C Nota per chi si allena 2 volte a settimana: Settimana 1) A B Settimana 2) C A Settimana 3) B C Settimana 4) A B Nota per

Dettagli

1 COMBINATA GAMBE-BUSTO 2 CRUNCH ALTERNATO 4 CRUNCH PIEDI SU PANCA 3 FLESSIONI COSCE ALTERNATE 6 SIT UP SU PANCA PIANA 5 CRUNCH PIEDI AL MURO

1 COMBINATA GAMBE-BUSTO 2 CRUNCH ALTERNATO 4 CRUNCH PIEDI SU PANCA 3 FLESSIONI COSCE ALTERNATE 6 SIT UP SU PANCA PIANA 5 CRUNCH PIEDI AL MURO Esercizi per ADDOMINALI 1 COMBINATA GAMBEBUSTO 2 CRUNCH ALTERNATO 3 FLESSIONI COSCE ALTERNATE 4 CRUNCH PIEDI SU PANCA 5 CRUNCH PIEDI AL MURO 6 SIT UP SU PANCA PIANA Esercizi per ADDOMINALI 7 SIT UP SU

Dettagli

ALLENAMENTO ALLA FORZA

ALLENAMENTO ALLA FORZA ALLENAMENTO ALLA FORZA Prof. Rocca Marcello L'obiettivo è lo sviluppo della forza nelle tre direzioni; FORZA GENERALE DI BASE FORZA ESPLOSIVA MANTENIMENTO E' importante conoscere le principali qualità

Dettagli

Programma per chi inizia: allenati per correre i 10 km (circa 60 minuti)

Programma per chi inizia: allenati per correre i 10 km (circa 60 minuti) Programma per chi inizia: allenati per correre i 10 km (circa 60 ) Prima di iniziare a correre. Per iniziare a correre sono necessari alcuni prerequisiti importanti tra cui un peso idoneo, onde evitare

Dettagli

ESERCIZIO 1 FLESSO ESTENSIONI DELLA COLONNA. Posizione di partenza Seduti sulla sedia da lavoro, nella posizione normalmente assunta.

ESERCIZIO 1 FLESSO ESTENSIONI DELLA COLONNA. Posizione di partenza Seduti sulla sedia da lavoro, nella posizione normalmente assunta. Tutti in piedi!! Provare ad eseguire tutti gli esercizi almeno una volta, secondo l ordine e le modalità proposte, poi si potrà fare una scelta personale a seconda del beneficio apportato e del tempo a

Dettagli

ESERCIZI CON TRX. In questo articolo proporremo una scheda di esercizi per tutto il corpo tramite l utilizzo del TRX.

ESERCIZI CON TRX. In questo articolo proporremo una scheda di esercizi per tutto il corpo tramite l utilizzo del TRX. ESERCIZI CON TRX In questo articolo proporremo una scheda di esercizi per tutto il corpo tramite l utilizzo del TRX. Che cos è il TRX? Il TRX è un attrezzo composto da cinghie e maniglie che permette di

Dettagli

1 CORSO DI DIZIONE 1

1 CORSO DI DIZIONE 1 1 CORSO DI DIZIONE 1 DIZIONE: POSTURA E RESPIRAZIONE Dizione: Introduzione Postura e rilassamento Respirazione diaframmatica 2 DIZIONE: INTRODUZIONE Lo scopo di un corso di dizione è quello di imparare

Dettagli

BASEBALL 2014 LA PIANIFICAZIONE ANNUALE DEL PITCHER FORZA E CONDIZIONAMENTO OFF-SEASON ESEMPIO DI SETTIMANA TIPO : WEIGHT ROOM CONDITIONING FUNCTIONAL

BASEBALL 2014 LA PIANIFICAZIONE ANNUALE DEL PITCHER FORZA E CONDIZIONAMENTO OFF-SEASON ESEMPIO DI SETTIMANA TIPO : WEIGHT ROOM CONDITIONING FUNCTIONAL BASEBALL 2014 LA SECONDA TAPPA ( DODICI SETTIMANE SETTIMANE ) : FORZA E CONDIZIONAMENTO OFF-SEASON ESEMPIO DI SETTIMANA TIPO : WEIGHT ROOM CONDITIONING FUNCTIONAL LUNEDI PLB IT MARTEDI AM + CF MERCOLEDI

Dettagli

ALLENAMENTO MUSCOLO GRANDE DORSALE Testo e disegni di Stelvio Beraldo

ALLENAMENTO MUSCOLO GRANDE DORSALE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ALLENAMENTO MUSCOLO GRANDE DORSALE Testo e disegni di Stelvio Beraldo L'articolazione scapolo-omerale permettere i movimenti del braccio su tutti i piani spaziali e in in maniera molto ampia. Questo è

Dettagli

TRAZIONI ALLA SBARRA

TRAZIONI ALLA SBARRA TRAZIONI ALLA SBARRA In questo articolo vorrei fare alcune osservazioni che riguardano uno degli esercizi più importanti ed utilizzati sia nel mondo del calisthenics ma anche in altre discipline sportive

Dettagli

Scheda Prevenzione Osteoporosi Cadute

Scheda Prevenzione Osteoporosi Cadute Scheda Prevenzione Osteoporosi Cadute Fase 1 riscaldamento / lavoro muscolare 2 minuti - 18Hz Mantenere la postura base per circa 30 secondi con piedi in posizione 1.5 Gambe sempre leggermente flesse.

Dettagli

Esercizi di ginnastica per tornare in forma in 4 settimane

Esercizi di ginnastica per tornare in forma in 4 settimane 1 Esercizi di ginnastica per tornare in forma in 4 settimane Di Rossella Ghidelli Ecco alcuni esercizi di riscaldamento e di ginnastica posturale per recuperare la forma fisica dopo lo stress delle strutture

Dettagli

La terza fase del programma dura 12 Giorni

La terza fase del programma dura 12 Giorni La terza fase del programma dura 12 Giorni Ho creato il tipo di allenamento, ognuno numerato. Questi 12 giorni sono suddivisi in questo modo: Giorno 1 - Allenamento 1 Giorno 2 - Allenamento 2 Giorno 3

Dettagli

Campobasso, 15 maggio 2015

Campobasso, 15 maggio 2015 Campobasso, 15 maggio 2015 FUNZIONI DELLA PERSONALITA CAPACITA SENSOPERCETTIVE SCHEMI MOTORI E POSTURALI CAP. COORDINATIVE CAP. CONDIZIONALI ABILITA MOTORIE ABILITA SPORTIVE FUNZIONI DELLA PERSONALITA

Dettagli

METOOLOGIE DI ALLENAMENTO DELLA FORZA

METOOLOGIE DI ALLENAMENTO DELLA FORZA METOOLOGIE DI ALLENAMENTO DELLA FORZA Metodiche convenzionali Squat Girate Affondi Metodiche non convenzionali Situazioni di instabilità Disequilibrio indotto Propriocezione Catene crociate Elastici COS

Dettagli

Potenziamento muscolare

Potenziamento muscolare Potenziamento muscolare Definizione di SARCOPENIA: riduzione età-correlata della massa muscolare e della forza. declino delle prestazioni fisiche perdita di autonomia può essere prevenuta può essere reversibile

Dettagli

STATO MAGGIORE DELL ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE CENTRO OPERATIVO ESERCITO DIPARTIMENTO SPORT

STATO MAGGIORE DELL ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE CENTRO OPERATIVO ESERCITO DIPARTIMENTO SPORT STATO MAGGIORE DELL ESERCITO REPARTO IMPIEGO DELLE FORZE CENTRO OPERATIVO ESERCITO DIPARTIMENTO SPORT VADEMECUM PER LA PREPARAZIONE FISICA ALLE SELEZIONI CONCORSUALI DELL ESERCITO ITALIANO 1 INDICE 1.

Dettagli

L'ALLENAMENTO DEI MUSCOLI DELLA REGIONE LOMBARE

L'ALLENAMENTO DEI MUSCOLI DELLA REGIONE LOMBARE L'ALLENAMENTO DEI MUSCOLI DELLA REGIONE LOMBARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo Il mantenimento della stazione eretta è garantita soprattutto dalle catene muscolari posteriori dell'apparato scheletrico

Dettagli

ALLENAMENTO TOTAL BODY CON ERCOLINA

ALLENAMENTO TOTAL BODY CON ERCOLINA ALLENAMENTO TOTAL BODY CON ERCOLINA Indicazioni generali. Gli esercizi sotto indicati dovrebbero essere preceduti da una serie di esercizi di riscaldamento, a corpo libero, o senza sovraccarico. Molti

Dettagli

DIMAGRISCI IN 3 SETTIMANE: Indice

DIMAGRISCI IN 3 SETTIMANE: Indice 1 DIMAGRISCI IN 3 SETTIMANE: Indice Introduzione 3 Routine di allenamento #1 4 Esercizio #1: Air bike crunch 5 Esercizio #2: rematore a 90 in piedi 7 Esercizio #3: Polpacci con palla 8 Esercizio #4: Femorali

Dettagli

ESERCIZI PER LE SPALLE

ESERCIZI PER LE SPALLE ESERCIZI PER LE SPALLE APPROFONDIMENTI SULLA REGIONE DELLE SPALLE L articolazione scapolomerale, ossia l articolazione della spalla, rappresenta una delle articolazioni con maggior grado di movimento.

Dettagli

Test Fisico. 2015/16 veronicatudor.it

Test Fisico. 2015/16 veronicatudor.it CHE COS È È uno strumento di autoanalisi fondamentale per valutare il tuo stato di forma fisica attuale. A COSA SERVE Serve per testare la tua resistenza, forza e flessibilità muscolare. Completando la tabella

Dettagli

Workshop Nazionale Juniores femminile. Allenamento Funzionale. Glauco Ranocchi. Milano, giugno 2017

Workshop Nazionale Juniores femminile. Allenamento Funzionale. Glauco Ranocchi. Milano, giugno 2017 Workshop Nazionale Juniores femminile Milano, 23-25 giugno 2017 Allenamento Funzionale Glauco Ranocchi Allenamento Funzionale Per allenamento funzionale si intende una attività motoria eseguibile in palestra

Dettagli

La terza fase del programma dura Solo 12 Giorni

La terza fase del programma dura Solo 12 Giorni La terza fase del programma dura Solo 12 Giorni Ho creato il tipo di allenamento, ognuno numerato. Questi 12 giorni sono suddivisi in questo modo: Giorno 1 - Allenamento 1 Giorno 2 - Allenamento 2 Giorno

Dettagli

16/08/2007 ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA

16/08/2007 ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA ALLENATORE E PREPARAZIONE FISICA Reggio Emilia 21 febbraio 2005 Corso allenatori di pallavolo 1 grado CAPACITA FISICHE: MODULAZIONE DELLA FORZA E MODALITA DI SVILUPPO ESERCITAZIONI PER LO SVILUPPO Partiamo (male ) con una domanda.. da..perchè

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE FISICA

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE FISICA NUMERO 2 OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE FISICA SCHEDE DELLE PRINCIPALI ESERCITAZIONI SVOLTE NEI RADUNI GIOVANILI SCHEDA1 : RIEDUCAZIONE POSTURALE E ALLUNGAMENTO DELLA CATENA MUSCOLARE POSTERIORE

Dettagli

Circuito Allenamento Funzionale

Circuito Allenamento Funzionale AIA- Stagione 2015-2016 Circuito Allenamento Funzionale Settore Tecnico Arbitrale Modulo per la Preparazione Atletica Metodologia dell Allenamento Carlo Castagna PhD Responsabile Metodologia dell Alleamento

Dettagli

INSEGNANTE TECNICO FIPCF TOZZI ANTONIO PRINCIPALI ESERCIZI DI MUSCOLAZIONE PER FITNESS & BODYBUILDING

INSEGNANTE TECNICO FIPCF TOZZI ANTONIO PRINCIPALI ESERCIZI DI MUSCOLAZIONE PER FITNESS & BODYBUILDING INSEGNANTE TECNICO FIPCF TOZZI ANTONIO PRESENTA PRINCIPALI ESERCIZI DI MUSCOLAZIONE PER FITNESS & BODYBUILDING CONCETTI BASE DI CINESIOLOGIA La funzione principale dei muscoli è quella di superare delle

Dettagli

LAVORO SPECIFICO PER IL LANCIATORE ( LANCIO A DUE MANI )

LAVORO SPECIFICO PER IL LANCIATORE ( LANCIO A DUE MANI ) LAVORO SPECIFICO PER IL LANCIATORE ( LANCIO A DUE MANI ) Centro Studi Federazione Italiana Rugby 2003 2004 Carlo Orlandi INDICE Principi guida. Postura (esempio lanciatore destro). Posizionamento delle

Dettagli

ESERCIZI PER I BICIPITI

ESERCIZI PER I BICIPITI ESERCIZI PER I BICIPITI APPROFONDIMENTI SULLA REGIONE DEI BICIPITI Nella flessione del gomito, ossia nell azione muscolare che avvicina l avambraccio al braccio (ad esempio nel curling con manubri), oltre

Dettagli

LE CAPACITÀ MUSCOLARI

LE CAPACITÀ MUSCOLARI UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI PAVIA CORSO DI LAUREA IN EDUCAZIONE FISICA E TECNICA SPORTIVA LE CAPACITÀ MUSCOLARI prof. GIAN PIERO GRASSI gianpiero.grassi@unimi.it gianpiero.grassi@unipv.it 1 3a) Tensione

Dettagli

Non viene proposto come allungamento ma come esercizio di mobilità per ridurre le tensioni presenti sulla colonna.

Non viene proposto come allungamento ma come esercizio di mobilità per ridurre le tensioni presenti sulla colonna. ALCUNE REGOLE: - Prima di tutto insegnare alpaziente come respirare e rilassare la muscolatura addominale: inspirare e poi espirare tirando in dentro l addome (si possono usare comandi verbali facilitanti

Dettagli

ESERCIZI PER IL DORSO E IL PETTO

ESERCIZI PER IL DORSO E IL PETTO ESERCIZI PER IL DORSO E IL PETTO Testo e disegni di Stelvio Beraldo ESERCIZI PER IL DORSO TRAZIONI DELLE BRACCIA ALLA SBARRA BASSA (a carico naturale o con cintura zavorrata) - Esegui col corpo sempre

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE

Dettagli

L'allenamento per la forza dovrebbe essere equilibrato e concentrarsi sullo sviluppo di tutte le zone del corpo, per ridurre il rischio di lesioni.

L'allenamento per la forza dovrebbe essere equilibrato e concentrarsi sullo sviluppo di tutte le zone del corpo, per ridurre il rischio di lesioni. ll calcio è un gioco che è molto esigente e dipende da molteplici qualità atletiche. Velocità, agilità, potenza, rapidità, la flessibilità, la forza e la capacità aerobica e anaerobica sono tutte qualità

Dettagli

IL RISVEGLIO MUSCOLARE

IL RISVEGLIO MUSCOLARE IL RISVEGLIO MUSCOLARE Chi ben comincia è a metà dell opera! Un buon risveglio muscolare è importante per attivare il corpo e prepararlo alle attività della giornata, che siano sportive o di semplice routine.

Dettagli

1) Respirazione e attivazione del traverso

1) Respirazione e attivazione del traverso Il metodo Pilates vanta oggi molte scuole che arricchiscono le possibilità di proporre questa disciplina ad un pubblico vario, numeroso e con obiettivi non forse così ben chiari. Molti si avvicinano al

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

La forza tra maschi e femmine: eventuali differenze metodologiche

La forza tra maschi e femmine: eventuali differenze metodologiche L'ALLENAMENTO CON I SOVRACCARICHI La forza tra maschi e femmine: eventuali differenze metodologiche Sabato 23 ottobre 2010 Relatore: prof. Nicola Silvaggi Forza N Schema della relazione Forza/Velocità

Dettagli

Buone Vacanze e Buon Divertimento

Buone Vacanze e Buon Divertimento SEDUTA 1 Calciare per effettuare un Passaggio (Corto/Lungo Rasoterra) Calciare per effettuare un Passaggio (Corto/Lungo a Parabola) corsa a ritmo costante su percorso con saliscendi SEDUTA 2 Esercitazioni

Dettagli

CALENDARIO DI FORZA E CONDIZIONAMENTO. Di Gianni Natale. Da Lunedì 5 Novembre a Domenica 30 Dicembre MARTEDI VENERDI

CALENDARIO DI FORZA E CONDIZIONAMENTO. Di Gianni Natale. Da Lunedì 5 Novembre a Domenica 30 Dicembre MARTEDI VENERDI CALENDARIO DI FORZA E CONDIZIONAMENTO Di Gianni Natale Da Lunedì 5 Novembre a Domenica 30 Dicembre SETTIMANA TIPO: WEIGHT ROOM CONDITIONING FUNCTIONAL LUNEDI IP IT MARTEDI CF MERCOLEDI - AGILITY MECCANICA

Dettagli

PRINCIPI BASE DI ALLENAMENTO

PRINCIPI BASE DI ALLENAMENTO I quaderni della NABBA Italia PRINCIPI BASE DI ALLENAMENTO A cura della Commissione Tecnica 1 PRINCIPI BASE DI ALLENAMENTO Linee guida generali Concetto di allenamento Allenarsi vuol dire sottoporsi ad

Dettagli

Giornata di aggiornamento per allenatori di pallavolo 2-3 grado

Giornata di aggiornamento per allenatori di pallavolo 2-3 grado Giornata di aggiornamento per allenatori di pallavolo 2-3 grado Gessate (Milano) 19-12 12-04 Il potenziamento muscolare nella pallavolo, con particolare riferimento agli arti superiori Relatore: Prof.

Dettagli

Allenamento con sovraccarichi nella fascia post-giovanile, anche in presenza di paramorfismi. Prof Roberto Calcagno

Allenamento con sovraccarichi nella fascia post-giovanile, anche in presenza di paramorfismi. Prof Roberto Calcagno Allenamento con sovraccarichi nella fascia post-giovanile, anche in presenza di paramorfismi Prof Roberto Calcagno Le fasi di crescita Quando possiamo iniziare un allenamento con sovraccarichi? Può l allenamento

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE

Dettagli

La Preparazione Fisica nella Pallavolo. Prof. Alberto Di Mario

La Preparazione Fisica nella Pallavolo. Prof. Alberto Di Mario 7 Corso Nazionale per Allenatori di Terzo Grado La Preparazione Fisica nella Pallavolo Cavalese, 6-13 giugno 2010 Prof. Alberto Di Mario (a.dimario@fastwebnet.it) L ALLENAMENTO NELLA CULTURA FISICA PRINCIPI

Dettagli

Periodizzazione invernale di un giovane discobolo

Periodizzazione invernale di un giovane discobolo Corso Allenatori FIDAL 2006 Lavoro conclusivo Periodizzazione invernale di un giovane discobolo Monica Gallo 1 Indice Capitolo 1 Introduzione Pagina 3 Capitolo 2 Descrizione dell atleta Pagina 4 Capitolo

Dettagli