Teoria/pratica pertinente alle professioni di Infermiere/Ostetrica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Teoria/pratica pertinente alle professioni di Infermiere/Ostetrica"

Transcript

1 Università degli Studi di Pavia Prova di ammissione al corso di laurea Specialistica/Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche Anno Accademico 2006/2007 Teoria/pratica pertinente alle professioni di Infermiere/Ostetrica 1. Nell ambito delle misure di valutazione della qualità, il confronto tra gli obiettivi prestabiliti e i risultati effettivamente raggiunti esprime: A) la sicurezza B) l economicità C) l efficienza D) l appropriatezza E) l efficacia 2. Il lavaggio antisettico delle mani è indicato: A) prima di eseguire procedure invasive B) prima di qualsiasi azione che preveda il contatto diretto con l utente C) come preparazione alle attività di strumentazione perioperatoria D) al termine delle attività di strumentazione perioperatoria 3. L Evidence based Medicine si è recentemente diffusa in seguito: A) allo sviluppo di tecnologie informatiche e all utilizzo di internet nel mondo sanitario B) alla progressiva riduzione del volume e della complessità dell informazione biomedica C) all assenza di ostacoli all integrazione nella pratica clinica dei risultati della ricerca D) alla diminuzione dei costi dei sistemi sanitari E) al fallimento della cosiddetta medicina alternativa 4. Nella rilevazione della pressione arteriosa mediante sfigmomanometro e fonendoscopio, per la quale sono riconosciute cinque fasi corrispondenti ai toni di Koroktoff, la pressione diastolica viene indicata dalla: A) prima fase B) seconda fase C) terza fase D) quarta fase E) quinta fase 5. A. Rossi, Vincere lo stress, Milano 1999.Per essere completo di tutti gli elementi richiesti dalla consuetudine, a questo riferimento bibliografico manca: A) il prezzo B) il numero di pagine C) la rivista in cui è pubblicato D) il nome del traduttore E) la casa editrice 6. Si definisce autoimmune : A) la reazione a un vaccino B) una patologia nei confronti della quale il soggetto risulta immunizzato sin dalla nascita C) una patologia per la quale il soggetto sviluppa autonomamente un sistema di difesa efficace, senza bisogno di immunostimolatori D) una patologia determinata dallo sviluppo, da parte del soggetto, di anticorpi anomali che agiscono contro il proprio organismo

2 7. Tra i seguenti, il farmaco chemioterapico che deve essere conservato al riparo dalla luce in quanto fotosensibile è: A) la bleomicina B) la ciclofosfamide C) il metotrexate D) la vincristina E) tutti i farmaci indicati sono fotosensibili 8. Uno studio che si propone di spiegare le relazioni causali tra denutrizione e disfagia: A) è una ricerca clinica di tipo esplorativo B) è una ricerca clinica di tipo descrittivo C) è una ricerca clinica di tipo esplicativo D) è una sperimentazione clinica E) non è un attività di ricerca 9. In una ricerca, mediante il campionamento di convenienza vengono selezionati i soggetti: A) che esprimono un consenso B) che presentano caratteristiche strutturali comuni C) che non chiedono un compenso D) che presentano patologie con prognosi fausta E) più facilmente accessibili 10. La variabile che deve necessariamente essere presa in considerazione per valutare l efficacia di un intervento assistenziale viene definita: A) obiettivo B) standard C) indicatore D) audit 11. In caso di avvelenamento acuto da ingestione, la gastrolusi è un provvedimento d urgenza: A) indicato per le intossicazioni da caustici B) indicato per le intossicazioni con il paziente in coma C) sempre indicato D) mai indicato 12. Nella terminologia medica, la desinenza -ite indica una patologia di carattere: A) infiammatorio B) degenerativo C) cronico D) autoimmune E) neoplastico 13. La posizione di sicurezza del paziente è indicata in caso di: A) infarto miocardio acuto B) traumi agli arti inferiori C) perdita di coscienza D) tubercolosi in fase attiva E) frattura della colonna vertebrale 14. Gli anticorpi responsabili delle reazioni allergiche immediate sono: A) le Ig A B) le Ig B C) le Ig D D) le Ig E E) le Ig M

3 15. Quale tra le seguenti azioni non è propria dell acido acetilsalicilico? A) L azione antiemetica B) L azione antipiretica C) L azione antinfiammatoria D) L azione antiaggregante piastrinica E) L azione uricosurica 16. Per spettro antibiotico si intende: A) l insieme degli antibiotici capaci di agire nei confronti di un certo agente patogeno B) l insieme degli agenti patogeni sensibili all azione di un antibiotico C) l insieme degli agenti patogeni resistenti a un determinato antibiotico D) il tempo che l antibiotico impiega per raggiungere la sua massima efficacia E) la concentrazione di un antibiotico a livello ematico 17. Qual è il problema sanitario più frequente del viaggiatore internazionale che si reca in paesi in via di sviluppo? A) febbre tifoide B) incidenti stradali C) diarrea del viaggiatore D) malaria E) infezione da HIV 18. I livelli essenziali ed uniformi di assistenza (LEA) sono entrati in vigore per la prima volta nel: A) 1992 B) 1993 C) 1999 D) 2002 E) La trasmissione delle infezioni ospedaliere può avvenire mediante: A) alimenti B) aria C) contatto diretto D) strumentario E) tutte le altre risposte sono corrette 20. In uno studio basato su interviste, un alta percentuale di non rispondenti può costituire un problema: A) solo se la non rispondenza è superiore a 50% B) solo se gli intervistatori sono a conoscenza dell ipotesi in studio C) particolarmente per condizioni ad alta prevalenza D) perché non si può ottenere alcun risultato statisticamente significativo E) perché i non rispondenti potrebbero differire dai rispondenti per particolari caratteristiche 21. Per l esecuzione di un prelievo di sangue venoso a scopo di coltura ematica, il campione deve essere di norma prelevato: A) almeno un ora dopo un episodio di aumento della temperatura corporea B) almeno tre ore dopo un episodio di aumento della temperatura corporea C) durante un episodio di aumento della temperatura corporea D) solo se la temperatura corporea supera i 39 C E) tempestivamente, non appena la temperatura corporea si riporta a 37 C dopo aver superato i 39 C 22. L International Classification for Nursing Practice (ICNP) è un progetto di classificazione: A) del linguaggio infermieristico basato sul sistema DRG sviluppatosi nella medicina B) del linguaggio infermieristico promosso dall International Council of Nurses C) del linguaggio infermieristico avviato negli anni Novanta dall OMS D) delle diagnosi infermieristiche sviluppato da una rete di associazioni professionali nordamericane E) delle diagnosi infermieristiche promosso dalle associazioni professionali europee

4 23. Il posizionamento del catetere di Swan-Ganz permette di: A) eseguire la dialisi extracorporea in urgenza B) eseguire la dialisi peritoneale C) rilevare la pressione intracranica D) rilevare la pressione del tratto toracico dell aorta E) rilevare la pressione dell arteria polmonare 24. L aumento di intensità del colore delle urine (urine ipercromiche) è provocato: A) dalla presenza di pigmenti biliari B) da un elevata presenza di batteri C) da disfunzionalità cardiocircolatorie D) dalla presenza di sangue 25. Nel cateterismo vescicale, sono definiti sistemi a circuito chiuso : A) le tecniche di posizionamento che rispettano le norme di antisepsi B) le tecniche di posizionamento che prevedono il lavaggio vescicale continuo C) i cateteri vescicali rigidi o semirigidi D) i contenitori di raccolta 26. In un adulto sano a riposo, le urine: A) contengono una minima quantità di proteine B) non contengono proteine C) nessuna delle altre risposte è corretta D) compaiono solo dopo un intenso sforzo fisico E) contengono chetoni 27. Nel calcolo del bilancio idrico, la cosiddetta acqua di ossidazione viene considerata: A) un output, poiché rappresenta il prodotto dell iperventilazione B) un output, poiché rappresenta la quota di acqua sottratta all organismo a causa dei processi metabolici C) un input perché rappresenta una quota di acqua introdotta per infusione nell organismo D) un input, poiché rappresenta la quota di acqua endogena prodotta dall organismo a causa dei processi metabolici 28. Nell assistenza a un paziente con stenosi uretrale correlata a ipertrofia prostatica, è indicato l utilizzo di un catetere: A) vescicale Couvelaire B) vescicale Foley C) nessuna delle altre risposte è corretta D) vescicale Nelaton E) vescicale Blakemore 29. Prima di essere sottoposto a paracentesi, è necessario che il paziente: A) beva molta acqua e trattenga le urine B) sia cateterizzato C) svuoti la vescica D) assuma una profilassi antibiotica E) sia digiuno 30. In caso di pneumotorace, il drenaggio inserito nella cavità pleurica deve: A) essere collegato a un sistema di aspirazione con dispositivo a valvola d acqua B) essere collegato a un sacchetto di raccolta sterile e a caduta C) essere collegato a un sistema di aspirazione senza dispositivo a valvola D) restare clampato per le prime 4-8 ore E) restare clampato per le prime 2-4 ore

5 31. La retroversione uterina è: A) la curvatura verso l indietro del corpo sul collo dell utero a livello dell istmo B) la caduta all indietro del collo dell utero e dell apice vaginale verso il coccige C) la discesa dell utero verso il canale vaginale D) la deviazione laterale del corpo dell utero sul collo E) la deviazione all indietro dell intero utero, senza modificazione nel rapporto del corpo con il collo 32. La metrorragia è: A) l assenza del flusso mestruale B) un flusso mestruale particolarmente abbondante a comparsa ciclica regolare C) un flusso mestruale accompagnato da dolore D) una perdita ematica che si verifica nel periodo intermestruale E) una perdita ematica abbondante che inizia come mestruazione e continua nel periodo intermestruale 33. Quale numero si differenzia dagli altri? A) 11 B) 13 C) 17 D) 35 E) Quale numero manca nella serie ? A) 30 B) 32 C) 34 D) 40 E) 45 Logica e Cultura Generale 35. A dice: B è falso. B dice: A e C sono entrambi veri. C dice: A è falso Quale assegnamenti delle tre variabili ABC rendono tutte e tre le frasi sopra riportate esatte? A) A vero- B falso- C falso B) A vero- B vero- C vero C) A vero- B falso- C vero D) A falso- B falso- C falso E) A falso- B vero- C vero 36. Da quanti paesi è composta attualmente l Unione Europea? A) 15 B) 19 C) 21 D) 25 E) Quale parola non ha alcun riferimento con le altre? A) gallina B) torre C) masso D) gallo E) pianta 38. Il XX settembre è la ricorrenza di: A) la battaglia di Solferino B) il trattato di Campoformio

6 C) la spedizione dei Mille D) la breccia di Porta Pia E) la proclamazione di Roma capitale 39. Cos è un autografo? A) un ricordo B) un documento personale C) uno scritto di mano dell autore D) un ritratto E) una biografia dell autore 40. Il termine contrario alla parola ciclico è: A) lineare B) ripetitivo C) circolare D) fasico E) seriale 41. Quale tra i seguenti è il corretto ordine cronologico di successione dei Presidenti della Repubblica Italiana? A) Einaudi, De Nicola, Gronchi, Leone, Saragat, Pertini, Cossiga, Scalfaro, Ciampi, Napolitano B) Einaudi, De Nicola, Gronchi, Leone, Saragat, Pertini, Scalfaro, Cossiga, Ciampi, Napolitano C) De Nicola, Einaudi, Gronchi, Saragat, Leone, Pertini, Cossiga, Scalfaro, Ciampi, Napolitano D) De Nicola, Gronchi, Einaudi, Saragat, Leone, Pertini, Scalfaro, Cossiga, Ciampi, Napolitano E) De Nicola, Einaudi, Gronchi, Leone, Saragat, Pertini, Cossiga, Scalfaro, Ciampi, Napolitano 42. Chi è stato l ultimo Re d Italia? A) Umberto I B) Umberto II C) Umberto III D) Vittorio Emanuele III E) Vittorio Emanuele IV 43. La Groenlandia: A) è un regno indipendente B) è una colonia C) dipende dal punto di vista legislativo dalla Danimarca D) dipende dal punto di vista amministrativo dalla Svezia E) non fa parte della comunità europea 44. Tuttavia è: A) un aggettivo B) un avverbio C) un sostantivo D) una congiunzione E) una preposizione 45. Quali delle seguenti sinfonie non è stata scritta da Mozart. A) Jupiter B) Linz C) Paris D) Pastorale E) Prague 46. La famosa scultura detta La Pietà Palestina esposta a Firenze nella galleria dell Accademia, è opera di: A) Michelangelo B) Borromini

7 C) Bernini D) Cellini E) Vasari 47. In che anno Roma è diventata capitale d Italia? A) 1849 B) 1850 C) 1860 D) 1870 E) Data la seguente serie di parole: casa, contadino, inutile, treno, veicolo. Indicare quale non ha niente a che fare con le altre: A) casa B) contadino C) treno D) veicolo E) inutile 49. A quale delle sotto elencate parole può essere accostato l aggettivo apodittico/a? A) ragionamento B) comportamento C) fede D) proposta E) ipotesi 50. Quale delle parole sotto riportate non è in accordo con le altre? A) perone B) ulna C) tibia D) rotula E) metatarso Regolamentazione dell'esercizio delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea specialistica di interesse e legislazione sanitaria 51. Il codice deontologico è: A) una raccolta di norme cui ogni cittadino deve attenersi B) una raccolta di norme alle quali ci si deve attenere per poter essere assunto C) una raccolta di norme alle quali ci deve attenere per svolgere determinate mansioni D) una raccolta di norme comportamentali per il malato durante la degenza in ospedale E) la raccolta ordinata delle norme cui ogni professionista deve attenersi 52. La cartella clinica si deve conservare: A) fino alla morte dell intestatario B) per venticinque anni C) per venticinque anni le radiografie, gli ECG, gli EEG etc e per cinquanta anni la parte descrittiva della degenza D) illimitatamente E) quella infermieristica dieci anni e quella medica venticinque 53. Per diagnosi di morte si intende: A) la cessazione del respiro autonomo B) la cessazione della funzione cardiaca

8 C) la cessazione della funzione neurologica D) la cessazione dello stato di coscienza E) la cessazione delle tre funzioni che costituiscono il tripode del Bichat 54. Per urgenza si intende: A) l atto terapeutico che può essere procrastinato di poche ore B) l atto terapeutico che non può essere procrastinato ma deve essere effettuato immediatamente, anche non effettuando esami routinari pre-operatori C) l atto terapeutico che può essere procrastinato ma deve essere effettuato entro dodici ore dall arrivo in P.S. ma prima di ventiquattro ore dal ricovero D) l atto terapeutico che può essere procrastinato fino alla esecuzione di tutti gli esami strumentali e clinici atti che portano ad una diagnosi certa E) l atto terapeutico che può essere procrastinato fino all arrivo del medico di maggior esperienza della divisione 55. Il referto è: A) sempre obbligatorio B) sempre facoltativo C) obbligatorio o facoltativo se a farlo è il medico o la capo-sala D) obbligatorio se l esercente una professione sanitaria ha prestato la propria opera o assistenza nei casi che presentano i caratteri di delitto perseguibile d ufficio E) facoltativo se l assistito non vuole che l esercente una professione sanitaria, che ha prestato la propria opera o assistenza nei casi che presentano i caratteri di delitto perseguibile d ufficio, faccia referto alla Autorità Giudiziaria 56. La Legge n 194, consente di: A) interrompere la gravidanza dopo il 180 giorno per motivi economici B) interrompere la gravidanza dopo il 180 giorno per motivi sociali C) interrompere la gravidanza dopo il 180 giorno per motivi economici e sociali D) interrompere la gravidanza dopo il 180 giorno per motivi esclusivamente medici che comportino un grave rischio per la salute della donna E) interrompere la gravidanza dopo il 180 giorno perchè la sua prosecuzione potrebbe determinare la nascita di un infante deforme o con malattie genetiche 57. Il Comitato Etico ha la funzione di vigilare su: A) salvaguardia dei compiti dei medici B) salvaguardia dei compiti degli infermieri C) salvaguardia dei doveri dei malati D) salvaguardia dei doveri dell Ospedale E) salvaguardia dei diritti umani 58. Il segreto professionale vale: A) fino alla dimissione del paziente B) fino alla morte del paziente C) fino alla consegna della cartella clinica in archivio D) solo per le patologie a trasmissione per via sessuale E) per tutto ciò che il paziente consideri essere per sé un segreto (notizie cliniche e non) 59. Il periodo di osservazione ai fini dell accertamento della morte per gli adulti (ex art.4 DMS , n 582) non deve essere inferiore a: A) sei ore B) dieci ore C) dodici ore D) ventiquattro ore E) trentasei ore

9 60. I principi fondamentali della bioetica sono: A) beneficialità, integrità morale B) giustizia, beneficialità, integrità morale C) beneficialità, autonomia, giustizia, integrità morale D) integrità morale, giustizia, beneficialità, autonomia economica E) autonomia, beneficialità, riduzione delle spese e conseguente vantaggio economico Cultura scientifico-matematica, statistica e informatica 61. La moda: A) corrisponde alla sommatoria di tutti i valori diviso il numero delle osservazioni B) corrisponde al 25 percentile C) è una misura di tendenza centrale D) è il valore che si manifesta con maggior frequenza in una serie di osservazioni 62. Quale delle seguenti è considerata una misura di dispersione? A) media B) moda C) mediana D) deviazione standard E) 50 percentile 63. La piramide delle età si utilizza per: A) calcolare i tassi di mortalità per fasce di età B) calcolare i tassi di mortalità per sesso C) calcolare i tassi di mortalità per sesso ed età D) calcolare i tassi di incidenza delle malattie per sesso ed età 64. Se la probabilità di malattia è di 0,2 in ciascuna delle due persone in osservazione, qual è la probabilità che entrambe si ammalino? A) 0,04 B) 0,064 C) 0,2 D) 0,4 E) 0, Il test del chi quadrato: A) si utilizza per confrontare due proporzioni B) si utilizza per confrontare due medie C) si utilizza per calcolare i limiti di confidenza di una media D) si utilizza per calcolare l errore standard di una media 66. Il valore statistico del p al di sotto del quale si parla convenzionalmente di significatività statistica dei risultati ottenuti è: A) 0,001 B) 0,005 C) 0,01 D) 0,05 E) 0,5 67. Se l incidenza negli esposti è 0,4 e quella nei non esposti è 0,1: A) il rischio relativo è 0,4

10 B) il rischio relativo è 4 C) il rischio assoluto è 0,1 D) il rischio assoluto è 1 E) il rischio attribuibile è 0,1 68. Lo studio epidemiologico più adatto per valutare i fattori di rischio di malattie rare è: A) studio a coorte B) studio sperimentale C) studio caso-controllo D) studio trasversale E) studio descrittivo 69. Quale forma tende ad assumere una piramide delle età riferita a una popolazione con alto tasso di natalità e di mortalità: A) triangolare B) rettangolare C) a bulbo D) a cono rovesciato E) quadrata 70. Quale tra le seguenti può essere considerata una variabile quantitativa discreta: A) età B) glicemia C) colesterolemia D) uremia E) numero di figli Scienze umane e sociali 71. Cosa si intende, sociologicamente per ruolo? A) le norme e le aspettative connesse con una determinata posizione sociale B) i compiti che un individuo deve svolgere in una determinata occasione C) le diverse posizioni che un individuo può occupare nel sistema sociale o nel lavoro D) l insieme dei comportamenti che si conformano ad un determinato standard sociale o professionale E) lo status gerarchicamente determinato che un individuo ha all interno del gruppo 72. Quale visione del paziente è supportata dal modello olistico? A) il paziente è considerato nella sua totalità, poiché la sua salute è il risultato della continua relazione e comunicazione tra tutti i sistemi di cui è composto B) il paziente viene considerato attraverso i metodi provenienti dalle cosiddette medicine alternative che comprendono anche il ricorso alla psicologia C) il paziente è considerato come una persona che ha una elaborazione anche cognitiva del suo vissuto emotivo e della sua malattia D) il paziente è considerato come una somma di parti che devono essere analizzate singolarmente da vari specialisti al fine di giungere ad una conoscenza approfondita della sua situazione E) il paziente è considerato come una persona che ha perso il suo equilibrio e la sua dimensione psico-somatica 73. Quale combinazione di variabili strutturali presenta il ruolo del medico/operatore sanitario secondo Parsone? A) neutralità affettiva, realizzazione, diffusione, universalismo, orientamento all individuo B) attribuzione, neutralità affettiva, particolarismo, specificità, orientamento alla collettività C) universalismo, realizzazione, specificità, neutralità affettiva, orientamento alla collettività D) universalismo, realizzazione, specificità, diffusione, orientamento alla collettività E) neutralità affettiva, specificità, attribuzione, interessamento all individuo e orientamento alla collettività

11 74. La pedagogia nella sanità ha come scopo: A) sostenere la relazione con il paziente B) dare consigli per salvaguardare la salute C) la cura del paziente D) far cambiare idea al paziente nel suo interesse E) saper mettersi nei panni del paziente 75. Nella relazione d aiuto l operatore deve: A) essere al di sopra delle parti B) dare i consigli giusti C) fare le interpretazioni corrette su ciò che prova il paziente D) dire al paziente ciò che assolutamente non deve fare E) accettare il paziente nella sua soggettività 76. Prendersi cura del paziente vuol dire: A) comprendere i suoi bisogni B) sentirlo prima di ogni decisione terapeutica C) consolarlo quando ha paura D) fornirgli una informazione continua sul suo stato di salute E) stimolarlo ad avere una relazione di fiducia 77. Che cosa differenzia una qualunque teoria da una teoria scientifica? A) la raccolta dei dati B) il fatto che l autore sia uno scienziato C) le modalità di controllo delle ipotesi D) la probabilità di ricavare dalla teoria una applicazione pratica E) l osservazione controllata dei fenomeni 78. Qual è il punto centrale della scuola della Gestalt? A) quando si percepisce uno stimolo si compie un operazione di categorizzazione che permette di identificarlo e di classificarlo B) le ripetute esperienze con la realtà ambientale e l apprendimento che ne consegue determinano i modi di percezione della realtà esterna C) la reversibilità dell inversione tra figura e sfondo D) la percezione costituisce un processo primario e immediato che conduce alla segmentazione del campo fenomenico E) sulla base delle informazioni raccolte nello schema grezzo originario, l organismo procede a una seconda elaborazione delle informazioni 79. Qual è la differenza tra comportamenti rispondenti e comportamenti operanti? A) i comportamenti rispondenti sono derivati da riflessi appresi tramite il condizionamento pavloviano, i comportamenti operanti sono innati e vengono emessi spontaneamente dall organismo B) i comportamenti rispondenti sono derivati da riflessi innati o appresi tramite il condizionamento pavloviano, i comportamenti operanti sono emessi spontaneamente dall organismo C) i comportamenti rispondenti non sono derivati da riflessi innati o appresi tramite il condizionamento pavloviano, i comportamenti operanti sono emessi spontaneamente dall organismo D) i comportamenti rispondenti sono derivati da riflessi innati o appresi tramite il condizionamento pavloviano, i comportamenti operanti non sono emessi spontaneamente dall organismo E) i comportamenti rispondenti non sono derivati da riflessi appresi tramite il condizionamento pavloviano, i comportamenti operanti sono innati e vengono emessi spontaneamente dall organismo 80. Che cosa è l introspezione. A) è l esame delle azioni nostre e altrui condotto da noi stessi B) è l esame dei nostri stati mentali interni condotto da noi stessi C) è l esame dei nostri stati mentali e delle nostre azioni condotto da noi stessi D) è l esame delle nostre azioni condotto da noi stessi tramite l esame dei nostri stati mentali E) è l esame del comportamento condotto tramite l esame degli stati mentali

12 Università degli Studi di Pavia Prova di ammissione al corso di laurea Specialistica/Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche Anno Accademico 2006/2007 SOLUZIONI TEST 1. E 2. A 3. A 4. E 5. E 6. D 7. D 8. C 9. E 10. C 11. E 12. A 13. C 14. D 15. A 16. B 17. C 18. D 19. E 20. E 21. C 22. B 23. E 24. A 25. E 26. A 27. D 28. A 29. C 30. A 31. D 32. D 33. D 34. C 35. A 36. D 37. A 38. D 39. C 40. A 41. C 42. B 43. E 44. D 45. D 46. A 47. D 48. E 49. A 50. B 51. E 52. D 53. E 54. A 55. D 56. D 57. E 58. E 59. A 60. C 61. D 62. D 63. E 64. A 65. A 66. D 67. B 68. C 69. A 70. E 71. A 72. A 73. C 74. A 75. E 76. A 77. C 78. D 79. B 80. B

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1.

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1. Allegato 4: scheda di rilevazione dat i della persona con lesione midollare La scheda deve essere compilata nei casi in cui la persona venga ricoverata in Unità Spinale o Centro di Riabilitazione in occasione

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

Potenza dello studio e dimensione campionaria. Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1

Potenza dello studio e dimensione campionaria. Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1 Potenza dello studio e dimensione campionaria Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1 Introduzione Nella pianificazione di uno studio clinico randomizzato è fondamentale determinare in modo

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione E.O Ospedali Galliera Genova DIREZIONE SANITARIA Direttore Sanitario: Dott. Roberto Tramalloni S.S.D. CURE DOMICILIARI Dirigente Medico Responsabile Dott. Alberto Cella PICC e MIDLINE Indicazioni per una

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

Lo scompenso cardiaco nel Veneto

Lo scompenso cardiaco nel Veneto Lo scompenso cardiaco nel Veneto A cura del Coordinamento del SER Febbraio 2010 Questo rapporto è stato redatto dal Coordinamento del Sistema Epidemiologico Regionale Hanno contribuito alla sua stesura

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento Continuiamo con la nostra serie di interviste ad operatori che si occupano dell'applicazione delle attuali leggi sui consumi di sostanze Oggi incontriamo il dr. Francesco Ruffa - Medico Chirurgo, referente

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE

AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE (DICEMBRE 2002) A cura di: SIMONA GASTALDI Ortopedia II, LAURA

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta PROGRAMMA MINISAL Sottoprogetto ISS www.menosalepiusalute.it MINISAL-GIRCSI BUONE PRATICHE SULL'ALIMENTAZIONE: VALUTAZIONE DEL CONTENUTO DI SODIO, POTASSIO E IODIO NELLA DIETA DEGLI ITALIANI Consumo medio

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli