Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011"

Transcript

1 Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Il presente documento ha lo scopo di illustrare l andamento della gestione della Fondazione nel primo periodo di effettiva attività di Meta, fino alla data del 30 settembre Si rammenta infatti che nell anno 2010 l attività posta in essere dalla Fondazione, avviata sul finire del mese di dicembre, e costituita dall avvio della gestione del Museo del Corallo, ha condotto a risultati solo parziali e non indicativi delle reali potenzialità della struttura in termini gestionali e finanziari. L anno 2011 è così il primo periodo di attività capace di delineare le possibilità di sviluppo dell ente, coerentemente alla vision di Meta definita in sede previsionale e illustrata nella Relazione al Bilancio di previsione Nel corso del 2011, con l obiettivo di giungere alla creazione di un sistema integrato, volto al potenziamento della competitività del territorio in termini di fruibilità, Meta ha posto in essere differenti azioni che costituiscono i primi essenziali passi diretti al miglioramento dell offerta e della fruibilità dei servizi che si intende rivolgere al pubblico, avendo cura delle differenti esigenze. Così nel rispetto delle finalità definite in sede di previsione volte a: a. soddisfare l utenza in termini di economicità, funzionalità e organizzazione; b. integrare i soggetti pubblici e privati in un solo back - office che gestisca comunicazione e calendario unificato degli eventi; c. favorire la fruizione di musei e in genere di tutti i servizi coinvolti nel sistema, attraverso un offerta culturale particolarmente attraente; d. ridistribuire e destagionalizzare la fruizione dei luoghi incoraggiando l utente alla visita di siti meno conosciuti; e. potenziare la comunicazione degli eventi sia tra i cittadini sia tra i turisti, Meta ha definito differenti azioni, fra cui lo sviluppo del Portale Alghero Turismo. Per ciò che concerne la creazione e gestione del Portale Alghero Turismo, si rammenta che il Consiglio di Amministrazione della Fondazione, di concerto con l Amministrazione Comunale, nel mese di gennaio 2011, ha deliberato che il compimento del progetto comunale relativo alla creazione del portale Alghero Turismo, fosse demandato alla Fondazione, coerentemente al trasferimento del servizio di informazione e di promozione turistica che precedentemente faceva capo all Amministrazione Comunale. Così nel rispetto degli impegni assunti e con la finalità di: diffondere presso la cittadinanza la conoscenza di Meta sensibilizzare l opinione pubblica a condividere la mission di Meta iniziare la costruzione di un percorso volto alla creazione di una rete con gli attori del territorio, 1

2 la Fondazione ha avviato il progetto di creazione e gestione del portale Alghero turismo attraverso una serie di azioni definite nel progetto denominato Interagire. Con la finalità di sviluppare una collaborazione attiva con i protagonisti del territorio e di diffondere la conoscenza e l utilità dello strumento Fondazione presso la cittadinanza, il progetto Interagire è stato articolato in due principali fasi, dove la presentazione del portale al pubblico, già reso fruibile on line prima dell evento di lancio Il territorio come sistema di relazioni, è stata un importante occasione per presentare Meta al Territorio. L evento di presentazione della Fondazione alla cittadinanza, avvenuto in data 12 marzo 2011 presso il Teatro Civico, è stato il punto di partenza per presentare al grande pubblico, alle associazioni di categoria, ai cittadini associati e agli operatori economici le azioni che Meta intende realizzare condividendo le finalità con il pubblico dei fruitori dei servizi. Successivamente alla presentazione del sito si è dato avvio alla seconda fase del piano di comunicazione, che ha visto protagonisti gli attori economici del territorio. Al fine di sensibilizzare il loro interesse e creare le basi per il processo di condivisione delle azioni poste in essere dall ente, sono state ideate delle sessioni tecniche strutturate in diverse giornate di incontro. I workshop, dedicati ai diversi comparti del settore turistico, sono stati un valido strumento per far conoscere agli operatori le potenzialità del portale alghero-turismo.it come nuovo strumento di supporto e di integrazione dell offerta, ma soprattutto sono stati di valido ausilio per la loro formazione finalizzata all utilizzo dell area riservata per l inserimento delle offerte/pacchetti da proporre ai clienti. Al 30 settembre 2011, l investimento nell azione Alghero Turismo ha condotto all ottenimento dei risultati attesi. L avvenuta interazione con gli operatori è infatti la premessa per la realizzazione di un sistema dove gli operatori costituiscono la principale risorsa per accrescere la competitività del territorio. Nell ottica di creare maggiori sinergie e per la presenza di obiettivi comuni, la Fondazione, recentemente, ha invitato formalmente il Consorzio a far parte della compagine dell ente. Attualmente inoltre si è in grado di avere i primi risultati sugli accessi al sito di informazione turistica della città e quindi sulla visibilità e utilità del portale come valido strumento/supporto di comunicazione e gestione delle azioni di comunicazione e marketing che possono essere via via sviluppate. A settembre 2011 i dati relativi al numero di visitatori, pari a sono più che indicativi sulle potenzialità dello strumento portale quale veicolo di conoscenza e informazione rivolta agli utenti. I dati inoltre rilevano che le pagine visualizzate dal totale dei visitatori raggiungono l importante numero di Con la finalità di favorire azioni volte alla valorizzazione, promozione e conoscenza del territorio, nel corso del 2011 la Fondazione, nel condividere le azioni del progetto Conoscere Alghero, ha sperimentato il lancio di un nuovo prodotto, nell ambito di una delle due azioni progettuali, denominata A-Ticket. In particolare, ritenendo fosse utile accrescere e 2

3 diversificare l accesso alle risorse turistiche ha investito nella creazione di una card, un biglietto unico, l A-Ticket, rivolto ai turisti e cittadini, una card di accesso ai principali siti, che consente di fruire di un insieme di servizi ad un prezzo più conveniente rispetto alla somma del costo dei singoli servizi. Con l A-ticket è possibile visitare più siti di attrazione turistica nonché ottenere delle agevolazioni sugli acquisti effettuati in esercizi convenzionati. Al 30 settembre 2011, dopo la fase di sperimentazione lancio del prodotto, avvenuta nel periodo compreso fra aprile-agosto 2011, i risultati appaiono positivi. Si è quindi ottimisti sulle potenzialità di tale progetto che fra gli obiettivi valuta la creazione di una card elettronica come strumento capace di monitorare la fruizione del patrimonio da parte dei turisti fino alla definizione di una card prepagata. Per ciò che concerne i risultati raggiunti, la distribuzione delle card, avvenuta in diversi siti di interesse turistico culturale e fra gli operatori del settore alberghiero, al 30 settembre ha garantito un numero di presenze pari a 1334, facendo leva sul sito di maggiore interesse turistico per i turisti e visitatori del territorio, rappresentato dalla Grotta di Nettuno. Il lancio di tale prodotto ha favorito inoltre l intensificarsi dei rapporti con gli operatori del territorio, coinvolti fin dalla fase di presentazione del nuovo progetto. Le card, nella due versioni di A-ticket 20 e A-ticket Family sono state distribuite anche nelle principali strutture ricettive, che a tal fine sono state coinvolte in via sperimentale nel circuito di distribuzione del prodotto. Nell ambito del progetto Conoscere Alghero, con l intento di accrescere la conoscenza del territorio e di promuovere il patrimonio, la Fondazione ha investito nella distribuzione mirata di una linea di prodotti personalizzati, pensati per il territorio di Alghero e caratterizzati dal nome a dominio e dalla scritta Alghero, che trova riscontro nella macrovoce del bilancio al 30 settembre, in quanto inclusa fra i ricavi del Merchandising, Bookshop, A-Ticket e progetti. Mostre ed eventi Il 2011 è stato e costituisce una fase di sperimentazione per ciò che concerne le mostre e gli eventi gestiti dalla Fondazione, fra cui si cita il principale, rappresentato dalla mostra itinerante di Gaudì, ospitata in diversi siti di interesse culturale e artistico della città, fra cui il museo d Arte Sacra, il Museo del Corallo, piazza Pino Piras e Torre di Porta Terra. La mostra che dal 10 aprile al 4 settembre ha registrato presenze nei siti aderenti al circuito, ha consentito la creazione/intensificarsi di sinergie con gli operatori turistici del territorio, favorendo la collaborazione anche fra gli attori economici coinvolti nella gestione e organizzazione e l intensificarsi di accordi tra i principali esponenti del territorio tra cui la Diocesi. Al 30 settembre, i dati di bilancio relativi alla mostra di Gaudì, comprensivi della vendita del merchandising, rilevano proventi pari ad contro un costo di a fronte del 3

4 quale la Fondazione ha ricevuto contributi stanziati dalla Regione Sardegna pari ad e contributi da privati per un totale di Rispetto alle previsioni di spesa 2011, la comparazione dei dati al 30 settembre evidenzia minori costi per più di euro e entrate sostanzialmente in linea con le previsioni. Fra gli eventi gestiti nel 2011 da Meta si indica l insieme di appuntamenti della rassegna Festivalguer 2011 che nella stagione estiva 2011 ha voluto differenziarsi per la scelta degli spazi ospitanti e delle varie occasioni di intrattenimento caratterizzate dall offerta di musica classica, danza, jazz e variegate proposte rivolte al pubblico dei più piccoli con gli appuntamenti Bambini sotto le stelle Un insieme di incontri pensati per promuovere attraverso gli eventi l immagine turistico culturale del territorio. Con lo stesso obiettivo, volto alla promozione e valorizzazione del territorio, si ricorda la presenza attiva alle fiere nazionali ed internazionali unitamente alla presenza e partecipazione del Consorzio Turistico Riviera del Corallo. Il 2011 è stato inoltre il primo anno in cui la Fondazione ha curato i riti della Settimana Santa e la festa di San Michele. Musei e Grotte Fra le altre attività gestite dalla Fondazione si sottolinea che la direzione del Museo del Corallo vanta, al 30 settembre, un numero presenze. Al 30 settembre i ricavi derivanti dagli ingressi nel museo del corallo, sono inclusi nella macro voce Ingressi grotte, musei e mostre e nella voce Merchandising, bookshop, a-ticket. Fra le azioni promozionali pensate per il museo si cita l inclusione dell offerta museale nel circuito itinerante della mostra di Gaudì. Per intraprendere un percorso finalizzato all incremento della redditività, nella sede del museo, è stato ideato un piccolo spazio espositivo, pensato per la vendita di alcuni articoli che valorizzino l immagine del territorio e diffondano la cultura attraverso una selezione di oggetti che nel tempo sarà sempre più curata. La proposta di riservare un piccolo bookshop all interno del museo è stata una sperimentazione che sarà utile anche per lo sviluppo di una politica commerciale all interno del Museo Civico della città. Si ricorda che nel 2011 la Fondazione ha diretto il servizio di gestione della Grotta di Nettuno. I dati sulle presenze registrate nel sito di maggiore interesse turistico testimoniano presenze in linea con il Alla data del 30 settembre 2011 si rilevano presenze contro le del L apparente calo è da attribuire in parte alla vendita di alcuni ingressi con una bigliettazione differente che è stata inclusa nelle presenze registrate con la vendita degli A-ticket che ha consentito un numero di presenze nei siti promossi nel circuito turistico culturale pari a 1334 presenze. 4

5 Altre attività dirette da Meta Fra le altre attività poste in essere nel periodo gennaio-settembre 2011 si ricorda la pubblicazione di bandi e concorsi di idee. A tal fine, per ciò che concerne il bando finalizzato all assunzione di quattro figure a tempo indeterminato presso l Ufficio Informazioni Turistiche, si sottolinea che si è in attesa della risposta formale da parte del Ministero dell Economia. L iter amministrativo è stato infatti sospeso in quanto la legge di stabilità 2011 pone dei limiti anche per l assunzione da parte delle società partecipate da enti pubblici. Fra gli altri bandi si citano: il bando diretto all affidamento dell incarico per la costruzione del sito ufficiale della Fondazione e della creazione del logo il bando relativo alla selezione delle proposte per gli eventi estivi Per ciò che concerne i progetti volti alla formazione e all ampliamento della struttura organizzativa e alla formazione di risorse umane si sottolineano alcuni progetti posti in essere fra cui: l inserimento di due stagiste dell Istituto Classico all interno della struttura dell ente in occasione della mostra di Gaudì la convenzione con l Università di Pisa, Facoltà di Economia e Facoltà di Lingue, diretta all inserimento di alcuni stagisti presso l Ufficio Informazioni Turistica Iscrizione al Campus Mentis quale azione organica di career guidance dedicata ai migliori laureti d Italia. Il progetto prevede l erogazione di una serie di servizi ed attività ad alto valore aggiunto a giovani under 30 provenienti da tutta Italia. Campus Mentis, ha come obiettivo quello di far vivere ai giovani neolaureati e laureandi un'esperienza qualificante di crescita professionale e personale. Tra le altre finalità il progetto,, si pone quella di far incontrare domanda e offerta di lavoro, orientare i giovani nelle scelte che possono dare maggiori opportunità occupazionali, formare sulle modalità più efficaci di candidatura. La finalità del progetto è quella di offrire ai destinatari un'opportunità gratuita, vissuta all'interno di campus residenziali, per approfondire il proprio percorso professionale, partecipare a sessioni di info-formazione, incontrare le più importanti aziende e agenzie del lavoro, partecipare ad eventi sportivi ed happening serali. Avvio delle pratiche relative al progetto Master and Back quale strumento che consente di aumentare le competenze dei giovani laureati sardi, accrescendone il potenziale professionale e occupazionale. 5

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro per il Turismo ACCORDO QUADRO TRA il Ministro per il Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla E il Presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Dettagli

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Primi dati di scenario: Il valore aggiunto del Sistema Produttivo Culturale Il perimetro del

Dettagli

CITTA DI AVELLINO. (e loghi di tutti i comuni partecipanti) PROTOCOLLO D INTESA

CITTA DI AVELLINO. (e loghi di tutti i comuni partecipanti) PROTOCOLLO D INTESA PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE: - gli enti convenuti per la sottoscrizione del presente Protocollo, nel riconoscere il ruolo strategico del turismo per lo sviluppo economico e occupazionale del territorio

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

ORGANIZZATRICE ED ORGANIZZATORE DI EVENTI

ORGANIZZATRICE ED ORGANIZZATORE DI EVENTI ORGANIZZATRICE ED ORGANIZZATORE DI EVENTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 7 5. COMPETENZE... 8 È necessario sapere... 8 Conoscenze... 11 Comportamenti

Dettagli

INDICE COSA È CAMPUS MENTIS 04 HAPPENING SERALI 10 OBIETTIVI 04 ATTIVITÀ SPORTIVE 11

INDICE COSA È CAMPUS MENTIS 04 HAPPENING SERALI 10 OBIETTIVI 04 ATTIVITÀ SPORTIVE 11 INDICE COSA È CAMPUS MENTIS 04 OBIETTIVI 04 LA GENESI 05 Le origini del progetto 05 Gli sviluppi 05 Il futuro 05 DETTAGLIO DEI CAMPUS TERRITORIALI 06 LE ATTIVITÀ 06 Open Day 07 Opening Ceremony 08 Conference

Dettagli

Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro

Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro TRAINING HUMAN OCCUPATION RESEARCH ONLUS Sportello di orientamento alla Formazione ed al Lavoro Bando Garanzia Giovani Regione Molise 2015 SEDE DI ATTUAZIONE TERMOLI NUMERO VOLONTARI 2 TITOLO PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA ART 1 Principi generali: oggetto e finalità Il Comune di Ancona, con il presente regolamento, disciplina le attività d

Dettagli

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali FONDAZIONE ASM BRESCIA Sede legale: 25124 Brescia via Lamarmora, 230 Sede operativa: 25121 Brescia Piazza del Vescovato, 3 Codice fiscale: 02339090983 PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali

Dettagli

VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO

VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO Intervento del Dott. Michele De Vita Segretario Generale Forum 1 Attività svolte dal tavolo del turismo

Dettagli

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA Analisi su base economico gestionale delle realtà museali provinciali, per una progettazione consapevole di sviluppo futuro del Sistema museale provinciale.

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce

Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce PUNTO 1 Norme generali Il Comune di Genova e Palazzo

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA ROTALIANA KÖNIGSBERG TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA ROTALIANA KÖNIGSBERG, IL COMUNE DI LAVIS, IL COMUNE

Dettagli

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti.

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti. 11 15 Giugno 2012 T&CW La mission La settimana della formazione e della consulenza è un evento collettivo, con cadenza annuale, diffuso su tutto il territorio di Roma e del Lazio. L idea nasce dall esigenza

Dettagli

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 803.001 www.lineaamica.gov.it Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 1 LINEA AMICA: CONCEPT DEL SERVIZIO Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai

Dettagli

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere IL PROGETTO F.A.T.A. Il progetto FATA, Formazione e Aggiornamento sui Temi dell Accessibilità, costituisce la naturale prosecuzione del Progetto Parchi Accessibili (2003-2006), del quale condivide principi,

Dettagli

DOMANDA DI FINANZIAMENTO PIANO LOCALE GIOVANI PROVINCIALE 2014

DOMANDA DI FINANZIAMENTO PIANO LOCALE GIOVANI PROVINCIALE 2014 DOMANDA DI FINANZIAMENTO PIANO LOCALE GIOVANI PROVINCIALE 2014 Valorizzazione della creatività e dei talenti dei giovani in relazione alle professioni legate alle arti visive, alla musica e alla multimedialità

Dettagli

Il Presidente pone in discussione l argomento relativo all oggetto iscritto al punto n. 4 dell o.d.g.

Il Presidente pone in discussione l argomento relativo all oggetto iscritto al punto n. 4 dell o.d.g. Seduta del 13 settembre 2012 68 = Riorganizzazione delle società partecipate dal Comune di Venezia operanti nell'ambito del settore del marketing territoriale e della promozione culturale e turistica Il

Dettagli

Questa terza ed ultima fase prevede la realizzazione di una serie di interventi di seguito descritti:

Questa terza ed ultima fase prevede la realizzazione di una serie di interventi di seguito descritti: Introduzione La Regione del Veneto guarda con ottimismo alle sue risorse più preziose - le risorse umane - per garantire uno sviluppo economico, sociale e occupazionale efficace e duraturo per il futuro

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Settembre 2012) 1/372 4.5.2. Patrimonio Culturale 4.5.2.1. Obiettivo Specifico

Dettagli

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE 1/6 STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE b. STANDARD MINIMI PER L ACCESSO AL PUBBLICO AVVERTENZA L argomento qui trattato è valido per tutti gli Istituti del Ministero (musei, archivi, biblioteche ),

Dettagli

1. IL PROGETTO FORMATIVO 2

1. IL PROGETTO FORMATIVO 2 e-learning PER LA CATALOGAZIONE 1. IL PROGETTO FORMATIVO 2 1.1 GLI OBIETTIVI 2 1.2 I PERCORSI DIDATTICI 2 1.3 I CONTENUTI: LA CATALOGAZIONE 3 1.4 I CONTENUTI: GLI STANDARD CATALOGRAFICI 3 1.5 I CONTENUTI:

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile.

La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile. Carta di Valorizzazione del Territorio DNV Certification La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile. DNV e la Carta di Valorizzazione del Territorio. MANAGING RISK Valorizzare il Territorio:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376)

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) Premessa Nell ambito del programma di mandato 2014-2019 La città delle opportunità,

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE DI VALORIZZAZIONE E GESTIONE CONDIVISA DEL CENTRO STORICO DI BUSSETO. Relazione Tecnica

PROGETTO SPERIMENTALE DI VALORIZZAZIONE E GESTIONE CONDIVISA DEL CENTRO STORICO DI BUSSETO. Relazione Tecnica PROGETTO SPERIMENTALE DI VALORIZZAZIONE E GESTIONE CONDIVISA DEL CENTRO STORICO DI BUSSETO Relazione Tecnica Settembre 2014 SOMMARIO 2 1 PREMESSA Il presente documento rappresenta la Relazione tecnica

Dettagli

Piano Nazionale Scuola Digitale

Piano Nazionale Scuola Digitale Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale nasce 3 anni fa con un obiettivo: trasformare gli ambienti scolastici in laboratori virtuali consentire a docenti e studenti di costruire percorsi collaborativi

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014.

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Comune di Genova GENOVA - EVENTI 2014 PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Periodo: maggio dicembre 2014 Lo Scenario La Civica Amministrazione promuove ed organizza annualmente

Dettagli

Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna come destinazione turistica IMPORTO COMPLESSIVO EURO 4.000.

Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna come destinazione turistica IMPORTO COMPLESSIVO EURO 4.000. Allegato alla Delib.G.R. n. 52/104 del 23.12.2011 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE COMPETITIVITA REGIONALE ED OCCUPAZIONE FERS 2007/2013 Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna

Dettagli

l identità aziendale

l identità aziendale l identità aziendale i valori cooperativi Crediamo nella CULTURA come valore di tutti. Crediamo che la COOPERAZIONE sia la forma d impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello

Dettagli

ANALISI DELLE POLITICHE ECONOMICHE DEL TURISMO NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

ANALISI DELLE POLITICHE ECONOMICHE DEL TURISMO NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia e Commercio Corso di Laurea Specialistica in Economia del Turismo ANALISI DELLE POLITICHE ECONOMICHE DEL TURISMO NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI

Dettagli

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale:

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: DOCUMENTO DESCRITTIVO DELL OGGETTO DELLA GARA. 1. OGGETTO E NATURA DEL SERVIZIO Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: OBIETTIVI ATTIVITA

Dettagli

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Repubblica Italiana UNIONE EUROPEA In Sardegna, verso l'europa POR SARDEGNA 2000/2006 Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali Allegato al Complemento di programmazione

Dettagli

1. Servizio / Ufficio! Politiche Comunitarie e Servizi alla Persona e alla Comunità - Ufficio Cultura 2. Dirigente!

1. Servizio / Ufficio! Politiche Comunitarie e Servizi alla Persona e alla Comunità - Ufficio Cultura 2. Dirigente! [33] 1. Servizio / Ufficio! Politiche Comunitarie e Servizi alla Persona e alla Comunità - Ufficio Cultura 2. Dirigente! Enzo Finocchiaro 3. Account! Vincenzo Terlizzi 4. Referente per la comunicazione!

Dettagli

Premessa: Descrizione del progetto:

Premessa: Descrizione del progetto: I MEDIATORI DELLA CULTURA PROGETTO DI UNA BANCA DEL TEMPO PER LA FORMAZIONE DI GIOVANI MEDIATORI CHE SI IMPEGNINO PER INCREMENTARE E DIVERSIFICARE LA FRUIZIONE DELL OFFERTA CULTURALE TORINESE, FINALIZZATA

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale Il progetto intende favorire il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio immateriale di tradizioni musicali e orali di cinque regioni italiane, attraverso la sua digitalizzazione e

Dettagli

Progetto di rete 2012

Progetto di rete 2012 Mod. W_A Progetto di rete 0 Piani giovani (di zona o d ambito) che compongono la rete PGZ ALTA VAL DI NON PGZ BASSA VAL DI NON 3 PGZ CLES, BRESIMO CIS, LIVO, NANNO, RUMO, TASSULLO E TUENNO 4 PGZ ALTIPIANO

Dettagli

(vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità)

(vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità) (vedi documento 8. Descrizione dettagliata del progetto, capitolo VIII. Prospettive e sostenibilità) Dopo l apertura del Centro didattico e di documentazione e l avvio delle attività didattiche e promozionali,

Dettagli

Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton

Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton Gli strumenti del marketing turistico e territoriale L attività di marketing

Dettagli

SCHEDA PROGETTO STRATEGICO

SCHEDA PROGETTO STRATEGICO Comuni di Faenza, Brisighella, RioloTerme, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Solarolo, Conferenza Economica SCHEDA PROGETTO STRATEGICO Tavolo tematico di riferimento: PROMOZIONE DEL TERRITORIO, CULTURA,

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426

AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426 CAMERA DEI DEPUTATI VII COMMISSIONE CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426 DECRETO LEGGE MAGGIO 2014, N. 83 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO

Dettagli

Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo

Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo 5. Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo Il problema I frequentatori abituali dei luoghi deputati alle attività artistiche

Dettagli

CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEGLI ETRUSCHI DELLA CITTA DI GROSSETO. Allegato B

CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEGLI ETRUSCHI DELLA CITTA DI GROSSETO. Allegato B CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEGLI ETRUSCHI DELLA CITTA DI GROSSETO Allegato B CENTRO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE DEGLI ETRUSCHI Piano di Gestione (ESTRATTO) pag. 1 CENTRO

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Palazzolo Acreide 2) Codice di accreditamento: NZ00822 3) Albo e classe

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI (CULTUR) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 189 / 2012. Uff. CULTUR

CITTÀ DI MONCALIERI (CULTUR) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 189 / 2012. Uff. CULTUR CITTÀ DI MONCALIERI (CULTUR) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 189 / Uff. CULTUR OGGETTO: SISTEMA TEATRO, MUSICA, DANZA. PROGETTO MONCALIERI DANZA L anno il giorno 10 del mese di Maggio

Dettagli

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto

Dettagli

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato)

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato) PROTOCOLLO D INTESA PER LA INDIVIDUAZIONE DI AZIONI COMUNI VOLTE A MIGLIORARE LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DELLE CITTA D ARTE DELLA SICILIA TRA LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI

Dettagli

, ESERCENTI CAVALESE, RISTORANTE LA STREGONA

, ESERCENTI CAVALESE, RISTORANTE LA STREGONA ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DI FIEMME TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, CONSIGLIERA DI PARITÀ, COMUNE DI CAVALESE, FORUM TRENTINO ASSOCIAZIONI

Dettagli

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova ALLEGATO E PROGETTO ESECUTIVO Mantova, città universitaria a misura di studente Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Mantova, città universitaria

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: LA CASA DELLE GENTI SETTORE e Area di Intervento: A12 Assistenza ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO FINALITA GENERALE Finalità generale del progetto

Dettagli

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj.

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. SI Informazioni sul museo 1. Denominazione Museo 2. Provincia Avellino 5 6 Benevento Caserta Napoli Salerno 3. Tipologia storico archeologico artistico demoetnoantropologico scientifico naturalistico composito

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria

Provincia di Reggio Calabria Provincia di Reggio Calabria Sett.1 Segreteria /Direzione Generale Giunta Contratti- Assistenza Giuridica/Amministrativa ai Comuni MAR.TE. PIANO DI MARKETING TERRITORIALE ANNO 2013 Reggio Calabria, MAGGIO

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

Piano di comunicazione esterna

Piano di comunicazione esterna Piano di comunicazione esterna Azioni di co-marketing per la promozione del territorio e attivazione azione pilota- Metrò del Mare Comune di Porto Torres 1 INDICE 1.INTRODUZIONE..3 1.1 SINTESI DELL AZIONE

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015

RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015 RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015 Breve introduzione La Commissione Accompagnamento al Lavoro del Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali (Management & Information Technology), muovendo dalle

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 38 DEL 21 AGOSTO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 38 DEL 21 AGOSTO 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 38 DEL 21 AGOSTO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 14 luglio 2006 - Deliberazione N. 943 - Area Generale di Coordinamento - N. 13 -

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

La qualitàdel accoglienza turistica

La qualitàdel accoglienza turistica La qualitàdel accoglienza turistica Turismopertutti: l accoglienzadiqualitàel eccelenzadeiservizi Ciclodiseminariinfo-formativi Roma Febbraio-Luglio2014 Laqualitàpercepitadaicitadininelvivereilteritorio

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

Il Network Girogustando

Il Network Girogustando Il Network Girogustando Il Network Girogustando Portale web, Guide turistiche, concorsi, partnership con enti e associazioni, presenza alle maggiori fiere di settore: il Network Girogustando si conferma

Dettagli

Antologia di Art'Empori Un'antologia artistica compilata orizzontalmente dai beneventani per una fruizione responsabile delle arti. Art'Empori Cittadinanza artistica non delegata Fringe festival il prossimo

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 19 DEL 4 NOVEMBRE 2009) Il Consiglio regionale

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA CARTA

DESCRIZIONE DELLA CARTA PRESENTAZIONE Il Comune di Pisa, da sempre protagonista attivo del processo di riforma e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione, offre oggi ai propri cittadini un nuovo strumento per

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

Allegato 3. La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore

Allegato 3. La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore Allegato 3 La riforma normativa: un ipotesi di nuova legge quadro del settore Premessa Il modello di governance che viene proposto risponde ad alcuni requisiti fondamentali riconducibili al principio di

Dettagli

Contrasto al lavoro sommerso

Contrasto al lavoro sommerso Contrasto al lavoro sommerso Nell ambito della L.R. n.30 del 13/08/2007 Norme regionali per la sicurezza e la qualità del lavoro è stato finanziato il progetto regionale Contrasto al lavoro sommerso e

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE AC. 3315

AUDIZIONE INFORMALE AC. 3315 CAMERA DEI DEPUTATI XI COMMISSIONE LAVORO PUBBLICO E PRIVATO AUDIZIONE INFORMALE AC. 3315 DECRETO LEGGE 20 SETTEMBRE 2015, N. 146 «MISURE URGENTI PER LA FRUIZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO DELLA

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

10% non ha NESSUNA camera climatizzata. In Sicilia l 84% degli alberghi ha TUTTE le stanze climatizzate, il 3% ALCUNE e il 13% NESSUNA.

10% non ha NESSUNA camera climatizzata. In Sicilia l 84% degli alberghi ha TUTTE le stanze climatizzate, il 3% ALCUNE e il 13% NESSUNA. Indagine comparativa sulla qualità dell offerta alberghiera calabrese e siciliana di medio livello (Tre stelle) L indagine è stata realizzata dal Gruppo di studio sulla Qualità Totale nel turismo presso

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 43/25 DEL 28.10.2014. Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali.

DELIBERAZIONE N. 43/25 DEL 28.10.2014. Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali. Oggetto: Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale rappresenta che, a seguito

Dettagli

LE AZIONI REALIZZATE NEL 2001: INDICAZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE 2002

LE AZIONI REALIZZATE NEL 2001: INDICAZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE 2002 LE AZIONI REALIZZATE NEL 2001: INDICAZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE 2002 Prima di entrare nel merito della descrizione dei progetti previsti in ogni singolo filone d intervento per il 2002, ci è sembrato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Provincia di Pisa U.O. Politiche Giovanili e Sport 2) Codice regionale: RT S00171 2bis)

Dettagli

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca Ufficio VII Programmi Operativi Comunitari Unità Organizzativa della Comunicazione

Dettagli

PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO

PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO Aggiornato il 9 luglio PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

SISTEMA MUSEALE DEL LAGO DI BOLSENA

SISTEMA MUSEALE DEL LAGO DI BOLSENA SISTEMA MUSEALE DEL LAGO DI BOLSENA Associazione tra i Comuni di Bolsena, Acquapendente, Bagnoregio, Cellere, Farnese, Gradoli, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Latera, Lubriano, Montefiascone, Valentano

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto STORIA, TURISMO, CULTURA E SOSTENIBILITA Settore ed area di intervento del progetto Settore D: PATRIMONIO

Dettagli

Veneto cantiere cultura energia creativa

Veneto cantiere cultura energia creativa Veneto cantiere cultura energia creativa Atlante Veneto della Cultura FEDERCULTURE statistiche e analisi sulle dinamiche del settore cultura in Veneto Roberto Grossi, Presidente Federculture L ATLANTE

Dettagli

Lavoro per TE. Gennaio 2015

Lavoro per TE. Gennaio 2015 Lavoro per TE Gennaio 2015 INDICE LOS STRUMENTO PER LO SVULUPPO INTEGRATO DEI SERVIZI LAVORO PER TE IL PORTALE LAVORO PER TE I SERVIZI 1 LO STRUMENTO PER LO SVILUPPO INTEGRATO DEI SERVIZI LAVORO PER TE

Dettagli

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM)

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Alghero, 10 gennaio 2015 Idea: L'idea della nuova azienda Yessardinia, nasce qualche anno fa riscontrando il gap esistente

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

Concorso di Idee. Sommario - REGOLAMENTO -!

Concorso di Idee. Sommario - REGOLAMENTO -! Concorso di Idee - REGOLAMENTO - Sommario 1) Premessa... 2 2) Oggetto del Concorso... 2 3) Destinatari e modalità di partecipazione... 2 4) Finalità e fasi della selezione... 3 5) Commissione tecnica di

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO Bando Cantiere Nuovo Welfare 2015

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO Bando Cantiere Nuovo Welfare 2015 1. PREMESSA La crisi economica degli ultimi anni ha acuito le situazioni problematiche, facendo emergere nuovi bisogni e incrementando la domanda di prestazioni nel campo del welfare. Anche altre dinamiche,

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN Piano di Comunicazione Progetto DIVIN 1 3. IL PIANO DI COMUNICAZIONE: UN QUADRO DI RIFERIMENTO 1. 2. Il presente Piano di Comunicazione costituisce uno degli outputs del progetto DIVIN, nello specifico

Dettagli

Il Centro Commerciale Naturale di Forlimpopoli, in nome del padre della cucina italiana.

Il Centro Commerciale Naturale di Forlimpopoli, in nome del padre della cucina italiana. LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Il Centro Commerciale Naturale di Forlimpopoli,

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema

il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema Android 2013 Chi siamo Una iniziativa di: Powered by:

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

MISTER - AV/29/S12II Relazione Finale

MISTER - AV/29/S12II Relazione Finale MISTER - AV/29/S12II Relazione Finale Il Programma formativo MISTER - AV/29/S12II, è stato realizzato dall ente attuatore Consorzio TecFor. Il consorzio TecFor è stato fondato nel 1990 con l obiettivo

Dettagli

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP)

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP) PROPOSTE PROGETTUALI BILANCIO CAMERALE 2013 Considerato il costante diminuire delle risorse pubbliche e di conseguenza dei contributi per le imprese, abbiamo ritenuto opportuno segnalare qui di seguito

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE 1 BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE SETTORI DI INTERVENTO: TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BUDGET COMPLESSIVO : Euro 150.000,00

Dettagli