CHIMICA. Formulario. Per il corso di Chimica di Scienze Geologiche. con elementi di FantaChimica 1 V

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CHIMICA. Formulario. Per il corso di Chimica di Scienze Geologiche. con elementi di FantaChimica 1 V6.0-2002"

Transcript

1 Formulario V di CHIMICA co elemeti di FataChimica 1 by Adriao Nardi - Uiv. di Roma La Sapieza - V.O. Per il corso di Chimica di Scieze Geologiche 1 FataChimica = chimica empirica appositamete studiata per risolvere i problemi i modo rapido e meccaico seza troppi perché. Le regole fatachimiche soo qui riportate etro riquadri a tratto itero. Si rede oto che le leggi della Fatachimica, pur portado a risultati corretti, soo malviste dal corpo docete. Si declia ogi resposabilità circa gli effetti diseducativi, le reazioi egative degli isegati e gli evetuali errori causati dall uso scorretto, arbitrario o o poderato delle suddette leggi.

2 Valeze: i geerale Gas Nobili 0 Zico 2 Gruppo N.O. (valeza) Idrogeo 1 Mercurio 1,2 I +1 Cromo 2,3,6 Argeto 1 II +2 Magaese Rame 1,2 III +3 Ferro 2,3 Piombo 2,4 IV (-4) Nichel 2,3 Ossigeo -1,-2 V (-1) VI (+2) VII Valeza: il di atomi di H co il quale u atomo di u dato elemeto si combia o reagisce. Esistoo 5 pricipali classi di Composti: Ossidi Metalli + O 2 Ossidi Basici + H 2 O Idrossidi + Sali NoMetalli + O 2 Ossidi Acidi + H 2 O Acidi Aidridi Basi I corsivo è la omeclatura tradizioale Nomeclatura IUPAC (composti iorgaici): Prefisso Suffisso Ossidi e Acidi: IPO yyyy OSO (-) - yyyy OSO - yyyy ICO PER yyyy ICO (+) Sali: IPO yyyy ITO (-) - yyyy ITO di XXX - yyyy ATO PER yyyy ATO (+) Valeza Valeza Costruire la Formula (schema fatachimico): Composti: Biari metodo della Crocetta Terari IDROSSIDI comeeibiariusadoilmetodo della Crocetta ACIDI Si parte + H + col metodo della Sora Peppa dall Ossiaioe SALI + Me + col metodo della Crocetta Regola geerale: tutti i composti devoo risultare sempre elettricamete eutri 2

3 Composti Biari : Gli OSSIDI soo composti di u qualuque elemeto (metallo o o-metallo) co l ossigeo ello stato di valeza -2. La forma geerica è XO combiati secodo la regola della crocetta: m+ - Regola della Crocetta: X Y esempio: Al 3+ O 2- Al 2 O 3 m il composto è eutro ifatti 2 (+3) = 6 e 3 (-2) = -6 se m e soo divisibili per uo stesso umero la formula si semplifica: S 2 O 6 = SO 3 Composti Terari: Gli IDROSSIDI soo composti formati da u metallo e lo ioe (OH) - : Me(OH) Si applica ache i questo caso il metodo della crocetta tra metallo e ioe come se fosse u composto biario: esempio: Mg 2+ (OH) - Mg(OH) 2 Me m+ Gli ACIDI soo composti formati da idrogeo co valeza +1, u o-metallo, e l ossigeo ella valeza -2. La forma geerica è: HNmO Regola della sora Peppa: sommo le cariche positive, divido per due e il risultato lo attribuisco ad O. Se la somma delle cariche positive NON è divisibili per due allora aggiugo u H e riprovo. H + I +5 O -2 HIO 3 H + C +4 O -2 H 2 CO 3 I SALI soo composti formati dall ossiaioe di u Acido e il metallo di u Idrossido. La forma geerica è MeNmO. I pratica si stacca l H dall acido e al suo posto si aggacia il metallo dell idrossido. Bisoga calcolare che la carica complessiva dell ossiaioe deve eutralizzare quella del metallo. I due membri vao combiati co il metodo della crocetta. Esempio: Carboato di Magesio Mg 2+ + (C 4+ O 2- ) 2+ Mg 2+ + (C 4+ O 2-3) 2- Ifatti: Mg(OH) 2 + H 2 CO 3 = MgCO 3 + 2H 2 O (OH) - m Esempio: H + a X +x O -2 b metallo ossiaioe Si aumetao gli atomi di O perché è quello che ha carica egativa. Co 3O la carica complessiva è -2 e eutralizza quella del Mg. dove: b = (a + x) / 2 oppure: b = (2a + x) / 2 La carica complessiva dell ossiaioe è 2 ma per eutralizzare la +2 del Mg occorre u ossiaioe co carica -2 ATTENZIONE: alcui composti hao la tedeza ad iglobare acqua atmosferica. Si avrao i questo caso due versioi del composto: Occorre allora aggiugere H 2 O ella formula di alcui composti, tra cui quelli co acqua orto... composto ormale coteeti: seza acqua meta... solo i laboratorio Boro, Fosforo, Arseico, Silicio 3

4 Altri composti (più esotici): Gli IDRACIDI (V.N.) soo composti biari dell idrogeo (valeza sempre +1) co u o-metallo (acidi biari). Seguoo ach essi la regola della crocetta. La forma geerica è HNm e predoo il suffisso idrico. Esempio: HF = acido fluoridrico Gli IDRURI (IUPAC) soo acora composti biari dell idrogeo e seguoo la regola della crocetta. Si dividoo i idruri covaleti (H ella valeza +1) e idruri salii (H co valeza -1). La forma geerica è HX e il ome idruro di X. SALI BINARI: soo biari perché proveieti da u Idracido. La forma geerica è: MeNm e predoo il ome di Nmuro di Me. I SALI ACIDI soo quelli i cui rimae qualche H dall acido. Nella omeclatura predoo la desieza bix, idrogeox, moo/bi acido o moo/di idrogeo. Esempi: Na 2 HPO 4 bifosfatodisodio o idrogeofosfatodisodio o fosfato mooacido di sodio NaH 2 PO 4 diidrogeofosfatodisodio o fosfato biacido di sodio I SALI DOPPI soo quelli formati da due ossidi e u acido e quidi coterrao due metalli e u o metallo. Predoo la desieza doppio. Esempio: NaKSO 4 solfato doppio di sodio e potassio PEROSSIDI: ossidi i cui l O ha eccezioalmete valeza -1. SUPEROSSIDI: ossidi i cui l O ha eccezioalmete valeza -1/2. Esempi di omeclatura e formule: FeO ossido ferroso Fe(OH) 2 idrossido ferroso Fe 2 O 3 ossido ferrico Fe(OH) 3 idrossido ferrico H 2 SO 3 acido solforoso HNO 2 acido itroso H 2 SO 4 acido solforico HNO 3 acido itrico H 2 SiO 3 acido metasilicico H 4 SiO 4 acido ortosilicico HPO 2 acido fosforoso HPO 3 acido metafosforico H 3 PO 3 acidoortofosforoso H 3 PO 4 acido ortofosforico ipoiodito di calcio Ca(IO) 2 metaarseito di allumiio Al(AsO 2 ) 3 mooh ortoborato di Na Na 2 HBO 3 itrito di magesio Mg(NO 2 ) 2 bisolfito ferrico Fe(HSO 3 ) 3 perclorato di bario Ba(ClO 4 ) 2 idrossido di allumiio Al(OH) 3 solfato di allumiio Al(HSO 4 ) 3 aidride solforosa (V.N.) SO 3 aidride fosforosa (V.N.) P 3 O 2 ammoiaca (V.N.) NH 3 fosfia (V.N.) PH 3 soda caustica (V.N.) NaOH ioe Ammoio (NH 4 ) + ioe Acidato (CH 4 COO) - ioe Ossalato (C 2 O 4 ) -2 acido formico HCOOH 4

5 Coversioi : K = C 1 Atm = 760 Torr = Pa - 1 Pa = 9, Atm 1 Torr = 0,00131 Atm = 133,3 Pa = 1mm Hg a 0 C 1l = 1 dm 2 Rapporti poderali: Numero Atomico: Z = N di elettroi (= N dei protoi) è il umero d ordie della tavola periodica. Peso Atomico: P.a. = massa rapportata ad 1/12 dell atomo di C (P.a. del H = 1) Peso Molecolare: P.m. = somma dei pesi atomici degli atomi che compogoo la molecola. Peso Formula: P.f. = somma dei pesi atomici ei composti ioici (che o soo molecole discrete). Peso Equivalete: P.eq. = quatità i peso che reagisce co 1g di H (P.eq. O = 8,00 g) il Peq di ua sostaza che si forma o reagisce i ua reazioe di Idrolisi = Pf / e - Peq valeza = Pa N di equivaleti: N.e. = g / Pe Mole: Neutralizzazioe = Pm / H + Ossidoriduzioe = Pm / e - 1 mole di etità = u umero di Avogadro di pezzi = 6, pezzi Grammoatomo: quatità i g Pa Grammomolecola: quatità i g Pm Grammoformula: quatità i g Pf Peso di ua mole di ua sostaza: quatità i g peso atomico, molecolare o formale N di moli: = grammi di sostaza / peso di ua mole = g / Pa = g / Pm = g / Pf Molarità: M = / V l = g / (Pm V l ) (umero moli di soluto i 1l di soluzioe) Formalità: F = Pf / V l (umero di Pf di soluto i 1l di soluzioe) Normalità: N = Ne / V l = g / (Peq V l ) (umero di equivaleti i 1l di soluzioe) Molalità: m = / Kg (umero moli di soluto i 1Kg di solvete) Leggi dei Gas Ideali: L. di Boyle: P 1 V 1 = P 2 V 2 quado T = K L. di Charles: P 1 / T 1 = P 2 / T 2 quado V = K L. di Gay-Lussac: V 1 / T 1 = V 2 / T 2 quado P = K Equazioe di stato: per moli di Gas si ha: P V = R T ovvero P V / T = P V / T (date tutte le codizioi iiziali e due delle fiali) P V = (g / Pm) R T dove R = 0,0821 se la pressioe è i Atm e il volume è i l dove R = 82,1 se la pressioe è i Atm e il volume è i ml Desità: d = g / V d = P Pm / R T e tra due gas a P e T costati: d a / d b = Pm a / Pm b L. di Dalto: P tot = P 1 + P P (i ua miscela la P totale = somma delle P parziali dei sigoli gas) P Parziale: P 1 = ( 1 / ) P tot dove: 1 = moli di u compoete = moli tot. della miscela dove: P=Atm, V=l, T= K P 1 = P (v 1 / V) dove: v 1 = volume che il compoete occuperebbe da solo a P e T V = volume della miscela a P e T, somma dei volumi parziali [Gas alle stesse codizioi hao = 1 mole di qualsiasi gas a C.N. (P=1Atm, T=0 C) occupa V=22,4l] (T è sempre i K) ( 1 / ) = X Frazioe Molare 5

6 Dissociazioe Elettrolitica (vale ache per la D.Termica): Data la reazioe cab aa + bb se si hao iizialmete moli di reagete, x delle quali si dissociao (grado di dissociazioe α) formao υ particelle, all equilibrio si otterrà: moli di AB iiziali = = moli di A formate = aα = ax moli di B formate = bα = bx moli di AB residue = - cα = - cx moli tot dei soli prodotti = αν = xν moli totali all equilibrio = [1+α (ν-1)] Grado di dissociazioe: α = d / i (α = moli dissociate / moli iiziali) Moli di reageti dissociate: x = α N di paricelle prodotte: ν = a + b Costate di Dissociazioe: K E = (c α 2 ) / (1 - α) legge di diluizioe di Ostwald K E c α 2 per gli elettroliti poco dissociati (α << 1) (dove c = /V e α = moli dissociate / moli iiziali) Costate di dissociazioe (Prodotto Ioico) dell acqua: K W = [H + ] [OH - ] = Nella dissociazioe di elettroliti deboli tutte le proprietà colligative (P, K eb, K cr, π) vao calcolate moltiplicado il valore per il fattore di correzioe: [1 + α(υ-1)] dove α = grado di dissociazioe e υ = umero di ioi formatisi Nella dissociazioe di elettroliti forti (sali, molecole ioiche) la dissociazioe è totale (α=1) e le proprietà colligative (P, K eb, K cr, π) vao calcolate moltiplicado per il fattore di correzioe: υ = umero di ioi formatisi Soluzioi: Frazioe Molare: X = 1 / (rapporto tra moli di u compoete e moli totali) % i peso: g di soluto coteuti i 100g di soluzioe % = g a 100 / g tot % i volume: ml di soluto coteuti i 100ml di soluzioe % = ml a 100 / ml tot NB: la somma delle % i peso dei dei vari compoeti è 100% ma o è sempre così per la somma delle % i volume. Soluzioi Titolate: Ne della soluzioe titolata = Ne della soluzioe da titolare (Vedi ache pag.9 Titolazioi ) V 1 N 1 = V 2 N 2 dove V è il volume i litri e N la ormalità (=Eq/l) L. di Raoult: P = P a X a + P b X b + P c X c +... dove P a, P b, P c, soo le tesioi di vapore dei compoeti puri A, B, C, a quella T e X a, X b, X c, soo le rispettive frazioi molari. Si ha ioltre: Tesioe di Vapore (P) di u solido o di u liquido, data ua T, è la pressioe della fase vapore i equilibrio co la fase solida o liquida cosiderata P - P / P = X b P - P / P = g b Pm a / g a Pm b Pm b = (P g b Pm a ) / ( P g a ) Pm b = peso molecolare soluto Ialz. Ebullioscopico ed Abbass. Crioscopico: t = K eb m Qui le temperature i C! m = molalità t = K cr m t = differeza tra il puto di ebollizioe o cogelameto della soluzioe e quello del solvete puro Presioe Osmotica: π = c R T dove: C = / V ovvero la cocetrazioe i moli/litro se V è i litri e R = 0,0821 la pressioe osmotica π verrà espressa i Atm P = Tes. di vapore solvete puro; X b = fraz. Mol. Soluto o volatile per soluzioi diluite; g a = grammi solvete puro L abbassameto della pressioe di vapore, l ialzameto ebullioscopico, l abbassameto crioscopico e la pressioe osmotica soo proprietà che dipedoo dal umero di particelle di soluto e vegoo perciò dette colligative 6

7 Equilibri di Solubilità: Ab solido A + + B - Prodotto di Solubilità: K S = costate = [A + ] [B - ] (di u elettrolita forte poco solubile) K S = S S dove S = Solubilità (Moli/Litro) Effetto dello Ioe Comue: esempio: AgCl (s) pag + + q Cl - cosiderado che: [Ag + ] = S + C AgNO 3 Ag NO 3 [Cl - ] = S avremo: K S = S q (C + S) p da cui, quado C >> S: K S SC ATTENZIONE: i questo caso occorre cosiderare come misura della solubilità solo la cocetrazioe dello ioe che deriva esclusivamete dalla dissociaxzioe dell elettrolita poco solubile. Solubilità dei Gas ei Liquidi: Legge di Hery: S = cost P dove P = Pressioe Parziale del Gas, il valore cost dipede da T V G /V L = cost RT dove V G = Volume del Gas e V L = Volume del Liquido ATTENZIONE: la legge è valida solo per Gas che NON reagiscoo co il solvete Costate di Equilibrio: data la reazioe A + B C + D avremo: [C] [D] K C = K X = K P = K P = [A] [B] X C X D X A X B P C P D P A P B P tot X C P tot X D P tot X A P tot X B valida per reazioi i fase gassosa o i soluzioe dove [x] = cocetrazioe molare del reagete x valida per reazioi i fase gassosa o i soluzioe dove X = frazioe molare = moli compoete / moli miscela valida solo per reazioi i fase gassosa dove P X = pressioe parziale del compoete x valida solo per reazioi i fase gassosa dove X = frazioe molare = moli compoete / moli miscela L attività di ua sostaza pura allo stato solido o liquido = 1 N.B.: la costate di equilibrio dipede sempre soltato dalla temperatura K P = K C (R T) se = 0 K P = K C K P = K X P tot se = 0 K P = K X = C + D - ( A + B ) (cosiderare solo i compoeti gassosi) Idrolisi salia: data la molecola ioica AB e la reazioe: AB + H 2 O HB + A + + OH - avremo la reazioe di idrolisi: B + H 2 O HB + OH - poiché A di fatto o ha reagito Grado di Idrolisi: β = (K i /C) (è dell ordie di ) Costate di Idrolisi [HB] [OH - ] K i = [B] o ache: K i = K w /K debole per u sale proveiete da u costituete debole (acido o base) K i = K w /(K a K b ) per u sale proveiete da acido e base etrambi deboli. 7

8 Termodiamica: Eergia Libera: G = H - T S G = H - T S dove H = Etalpia e S = Etropia per G < 0 la reazioe è spotaea (esotermica) per G = 0 la reazioe è all equilibrio per G > 0 la reazioe o è spotaea (edotermica) E. Libera Stadard: G = - R T l K * = -2,30 R T log 10 K * Equazioe di Va t Hoff: log(k p1 / K p2 ) = -( H /2,3R) (1/T 1-1/T 2 ) T = K R=1,98 cal/grado co: T 1 >T 2 Equazioe di Boltzma: N E =N e -E/RT dove N E = umero di molecole co eergia E sulle N preseti Equazioe di Clapeiro: dp/dt= H/T V ovvero log P 2 / P 1 =( H/2,303R)(1/T 1-1/T 2 ) Acidi e Basi: ph = - log [H + ] [H + ] = 10 -ph poh = - log [OH - ] [OH - ] = 10 -poh ph + poh = 14 ph = 14 - poh e poh = 14 - ph Acidi e Basi Forti = che si dissociao totalmete Acidi e Basi Mooprotici = che dissociao u solo H + o OH - Pricipali Acidi Forti: HClO 4 HNO 3 HCl HBr HI H 2 SO 4 H 2 SCO 4 HSCN HIO 3 Soluzioi di Acidi e Basi Forti: ph = - log c se c > 10-6 M [H + ] 2 - c [H + ] - K W = 0 se c < 10-6 M Soluzioi di Acidi Mooprotici Deboli: HA + H 2 O H 3 O + + A - [H + ] = ( K a c ) quado K a < 10-3 o c > 10-3 [H + ] 2 + K a [H + ] - c K a = 0 quado K a > 10-3 o c < 10-3 qualora fosse oto α [H + ] = α c e ph = - log α c Soluzioi di Basi Mooprotiche Deboli: B + H 2 O BH + + OH - [OH - ] = ( K b c ) quado K b < 10-3 e c > 10-3 [OH - ] 2 + K b [OH - ] - c K b = 0 quado K b > 10-3 e c < 10-3 qualora fosse oto α [OH - ] = α c e poh = - log α c Soluzioi di Acidi Poliprotici Deboli: [H + ] c quado K a < 10-3 [H + ] 2 + K a [H + ] - c K a = 0 quado K a > 10-3 Per acidi e basi Mooprotici M = N Pricipali Basi Forti: NaOH KOH LiOH Ca(OH) 2 Ba(OH) 2 RbOH CSOH SrOH 2 TlOH dove: C = cocetrazioe iiziale dell acido o della base solo per i poliprotici: ph = - log 2c Cosiderare solo la prima ioizzazioe. Quado Kc è molto piccolo (tipo 10-7 ) si avrà Ka = [acido dissociato] Soluzioi Tampoati (quado ho i soluzioe u sale + il suo compoete debole): Acido Debole + suo Sale: [H + ] = K a (c a / c s ) ph = - log K a + log (c s / c a ) Base Debole + suo Sale: [OH - ] = K b (c b / c s ) poh = - log K b + log (c s / c b ) Miscela di Sali di Acido Polibasico: [H + ] = K a (c 1 / c 2 ) ph = - log K a + log (c 2 / c 1 ) ( c 1 = cocetrazioe acido di I ioizzazioe c 2 = cocetrazioe. acido di II ioizzazioe ) 8

9 Equilibri Acido-Base i Soluzioi Salie (quado metto sale i acqua): sale di Acido Forte + Base Forte PH = 7 (soluz. eutra) sale di Acido Debole + Base Forte K b = K W / K a [OH - ] = ( K b c ) (soluz. basica) sale di Acido Forte + Base Debole K a = K W / K b [H + ] = ( K a c ) (soluz. acida) sale di Acido Debole + Base Debole [H + ] = [K W (K a / K b )] ; PH = 7 - ½ log K a + ½ log K b sali di Acidi Poliprotici ed altri Afoliti [H + ] = [ K a1 (K a2 c + K W ) / (K a1 + c) ] Titolazioi: vedi pag.6 Soluzioi Titolate Idicatori: H Id H + + Id - log ( [Id - ] / [H Id ] ) = ph + log K id Al puto di eq.: [X] (K C s ) se Acido Forte X=H se Base Forte X=OH Oltre il puto di eq.: [X] C sale se Acido Forte X=H se Base Forte X=OH Reazioi di Ossidoriduzioe: ricetta della sora Lella Riscrivere l equazioe molecolare i forma ioica (si dissocio tutti gli elettroliti, egli acidi si separio gli H dall ossiaioe, elle basi si separi il metallo dall OH) si osservi quali elemeti cambiao il umero di ossidazioe. si scriva la semireazioe di ciascuo di questi elemeti sommado l opportuo umero di elettroi all elemeto più positivo per colmare la differeza co l altro si bilacio le cariche e le masse: la somma algebrica delle cariche di destra deve eguagliare quella delle cariche di siistra; a destra e a siistra devoo trovarsi le stesse quatità degli stessi elemeti si scriva a fiaco di ciascua semireazioe il umero di elettroi che è i gioco ell altra. Questo umero verrà usato come fattore di moltiplicazioe per tutti gli elettroliti di quella semireazioe. si riscriva duque l equazioe ioica sommado membro a membro le due semireazioi. Nel far ciò si dovrà ache moltiplicare il coefficiete stechiometrico di ciascuo ioe per il fattore che gli era stato assegato. tralasciado gli elettroi, si ricompogao ora tutti gli elettroliti per riformare tutti i composti che si avevao iizialmete co il coefficiete che e deriva. Si elimiio le quatità uguali di composti uguali evetualmete preseti i etrambi i membri della reazioe. L equazioe molecolare è ora bilaciata. Elettrolisi: L. di Faraday: m = (Q P Eq ) / F dove: m = massa i g della sostaza formatasi Q = quatità di elettricità (I t) P Eq = peso equivalete F = costate di Faraday = Coulomb = 26,80 Ah Pila Chimica: Semireazioe: pox + e - qrid Elettrodo Ox; Rid Ox; Rid Elettrodo A. (-) Cat. (+) Eq. Nerst: E X = E + 0,0592 log f.e.m. = E C - E A co: E C > E A [ox] p [rid] q i realtà va idicato il logaritmo del rapporto delle ATTIVITA : log (a ox ) p (a rid ) q ma per a si possoo usare le cocetrazioi molari per i Liquidi, le pressioi per i Gas e per Solidi e Liquidi Puri a = 1. e - e - Riduzioe Ossidazio Regoletta fodametale OX = specie ossidate = specie ridotta = specie che acquista elettroi = specie co maggior umero di ossidazioe RID = specie riducete = specie ossidata = specie che cede elettroi = specie co mior umero di ossidazioe 9

10 Pila a Cocetrazioe: Me Me c Me c Me Pila dove i semielemeti soo uguali ma le cocetrazioi diverse f.e.m = 0,0592 log I geerale elle Pile: G = - F E C 1 p C 2 p dove: F = K faraday = Coulomb = 26,8 Ah = umero di elettroi scambiati E = E c - E a = differeza tra i poteziali ormali log K = 16,9 E a 25 C se G < 0 la reazioe è spotaea esiste ua f.e.m. Regola del cavolo dove: C 1 > C 2 Se la C è ella specie OX la specie co C=max è al catodo Se la C è ella specie RID la specie co C=mi è al catodo Avverteze e modalità d uso: Questo formulario o comprede tutto il programma ma soltato quello che è idispesabile per l esame di Chimica per Scieze Geologiche, co l esclusioe della chimica orgaica. Lo scopo del formulario è quello di rappresetare u supporto ello svolgimeto degli esercizi ed evetualmete u asso ella maica, el seso letterale, da giocare ell esame scritto. Nel secodo caso si cosiglia di miiaturizzare a partire da pag. 5. La Redazioe o si assume alcua resposabilità circa evetuali dai morali, materiali o cerebrali causati da errori cocettuali o di stampa e più u geerale dall uso proprio o improprio di questi apputi. Si scosiglia vivamete di propagadare co disivoltura le regole fatachimiche. Questo testo è la stampa del file CHIMICA.pdf che è stato prelevato GRATUITAMENTE dal sito WEB: Geologia 2000 [ ] QUESTO TESTO E IL SUO FILE SORGENTE NON POSSONO ESSERE UTILIZZATI A SCOPO DI LUCRO, CIOE' NON POSSONO ESSERE VENDUTI NE' CEDUTI ATTRAVERSO ATTIVITÀ PUBBLICITARIE DI QUALSIASI TIPO SENZA ESPLICITO CONSENSO DELL AUTORE. IN OGNI CASO LA DIFFUSIONE DEVE RISPETTARE L INTEGRITÀ DEL TESTO E LA CITAZIONE CHIARA E COMPLETA DI AUTORE E PROVENIENZA. 10

11 APPENDICE Alcui composti (iorgaici) chiesti all esame: itrato di bario solfuro di argeto mooidrogeo solfito di calcio dicromato di allumiio ortoiodato di magesio itrato di allumiio silicato di magesio solfato di ammoio metaborato di litio carboato di calcio itrato di magesio ortosilato di magesio ortosilicato di sodio metaidrogeo ortofosfato di bario itrito di litio bicarboato di sodio iodato di bario iodato di calcio diidrogeo carboato di magesio itrito di calcio ortoborato di allumiio bisolfito di bario bicarboato di calcio fosfia (V.N.) 11

Le soluzioni di elettroliti

Le soluzioni di elettroliti Le soluzioi di elettroliti Elettroliti: sostaze (acidi, basi e gra parte dei sali) che, sciolte i acqua o altri opportui solveti, dao origie a soluzioi capaci di codurre la correte elettrica Elettrolita

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 1. Una soluzione viene preparata sciogliendo1210 mg di K 3 Fe(CN) 6 in 775 ml di acqua. Calcolare: a) la concentrazione analitica di K 3 Fe(CN) 6 b) la concentrazione

Dettagli

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Soluzioni Sistema Omogeneo (presenta le stesse proprietà in qualsiasi sua porzione) Monofasico Nella fase omogenea

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012)

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) 1) Bilanciare la seguente ossidoriduzione: KMnO 4 + H 2 O 2 + H 2 SO 4 MnSO 4 + K 2 SO 4 + O 2 + H

Dettagli

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2).

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2). Leggi dei Gas Esercizio 3.1. a) Bilanciare in forma ionica (1) e in forma molecolare (2) la seguente reazione in soluzione acquosa: permanganato di potassio + perossido d idrogeno biossido di manganese

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1)

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) I umeri aturali hao u ordie; ogi umero aturale ha u successivo (otteuto aggiugedo 1), e ogi umero aturale diverso da zero ha u precedete (otteuto sottraedo 1).

Dettagli

DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto:

DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto: Richiami di Chimica DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto: d = massa / volume unità di misura

Dettagli

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 1 In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 2 Nomenclatura chimica e formule brute/struttura ELEMENTI Metalli Non metalli + O 2 Ossidi Anidridi + H 2 O Idrossidi Ossoacidi o Acidi Sali Gli Elementi

Dettagli

Campi vettoriali conservativi e solenoidali

Campi vettoriali conservativi e solenoidali Campi vettoriali coservativi e soleoidali Sia (x,y,z) u campo vettoriale defiito i ua regioe di spazio Ω, e sia u cammio, di estremi A e B, defiito i Ω. Sia r (u) ua parametrizzazioe di, fuzioe della variabile

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Individua l acido e la base di Lewis nelle seguenti. b) Fe 3+ (aq) 2H 2 O (l) Fe(OH) 2

Quesiti e problemi. 6 Individua l acido e la base di Lewis nelle seguenti. b) Fe 3+ (aq) 2H 2 O (l) Fe(OH) 2 SUL LIBRO DA PAG 354 A PAG 358 Capitolo 217 Le Acidi trasformazioni e basi si scambiano fisiche della protoni materia Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le teorie sugli acidi e sulle basi 1 Spiega perché lo

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Esercizi risolti di Chimica

Esercizi risolti di Chimica Università di Udine -Sede di Pordenone- C.d.L in Ingegneria Meccanica a.a. 006/007 Esercizi risolti di Chimica 1 I. Soluzioni e Diluizioni 1) Una soluzione di HNO 3 al 7% in peso ha una densità di 1.16

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame Viene qui riportata la prova scritta di simulazione dell'esame di Chimica (per meccanici, elettrici e civili) proposta agli studenti alla fine di ogni tutoraggio di Chimica. Si allega inoltre un estratto

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni Foglio di esercizi N. - Soluzioi. Determiare il domiio della fuzioe f) = log 3 + log 3 3)). Deve essere + log 3 3) > 0, ovvero log 3 3) >, ovvero prededo l espoeziale i base 3 di etrambi i membri) 3 >

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15 Corso di Laurea Magistrale i Igegeria Iformatica A.A. 014/15 Complemeti di Probabilità e Statistica Prova scritta del del 3-0-15 Puteggi: 1. 3+3+4;. +3 ; 3. 1.5 5 ; 4. 1 + 1 + 1 + 1 + 3.5. Totale = 30.

Dettagli

REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE

REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE OSSIDORIDUTTIVA SECONDO IL METODO DELLO IONE-ELETTRIONE. 1) Si individuano le coppie di atomi il cui numero di ossidazione cambia

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

Università telematica Guglielmo Marconi

Università telematica Guglielmo Marconi Università telematica Guglielmo Marconi GGGGG CF Chimica 1 Gli equilibri chimici Argomenti Gli argomenti che fanno parte di questa unità didattica sono: L equilibrio dinamico nelle reazioni chimiche Le

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Chimica CORSO DI: LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA Docente: Dr. Alessandro Caselli

Dettagli

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto Percentuale in peso = g soluto / g soluzione x 100 H 2 O 2 al 3% Percentuale

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

ESERCIZI ph SOLUZIONI

ESERCIZI ph SOLUZIONI ESERCIZI ph SOLUZIONI 1. Una soluzione contiene 3,6 g di LiOH (PM = 23,9 g/mole). Calcolare il ph di questa soluzione [13,3] 2. Calcolare il ph di una soluzione preparata con 10,85 ml di HCl (PM = 36,46

Dettagli

Il bilanciamento delle reazioni chimiche

Il bilanciamento delle reazioni chimiche 1 Il bilanciamento delle reazioni chimiche Avete visto che gli atomi hanno diversi modi di unirsi l uno all altro. Si può anche iniziare a capire che una reazione chimica non è nient altro che un cambiamento

Dettagli

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto SUL LIBRO DA PAG 101 A PAG 10 Quesiti e problemi 1 La massa atomica e la massa molecolare 1 Qual è la definizione di unità di massa atomica u? a) è uguale a 1/12 della massa dell atomo di 12 C b) è uguale

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Appunti di Chimica Generale. Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013

Appunti di Chimica Generale. Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013 Appunti di Chimica Generale Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013 Prof. Andrea Maldotti dr. Francesco Zamberlan ii iii Indice Introduzione Introduzione alla quarta revisione v

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Allegato C TABELLE PER LO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

Allegato C TABELLE PER LO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI ATO 8 Forlì - Cesea REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato C TABELLE PER LO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI Tabella 1. Valori limiti di emissioe i fogatura

Dettagli

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica ELT A-Z Docete: dott. F. Zucca Esercitazioe # 4 1 Distribuzioe Espoeziale Esercizio 1 Suppoiamo che la durata della vita di ogi membro di

Dettagli

Selezione avversa e razionamento del credito

Selezione avversa e razionamento del credito Selezioe avversa e razioameto del credito Massimo A. De Fracesco Dipartimeto di Ecoomia politica e statistica, Uiversità di Siea May 3, 013 1 Itroduzioe I questa lezioe presetiamo u semplice modello del

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Naturali. Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013

Corso di Laurea in Scienze Naturali. Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013 Corso di Laurea in Scienze Naturali Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013 Prof. Luigi Bencivenni, Prof. Anna Rita Campanelli 1) Il principio attivo dell aspirina comune è l

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elemeti di matematica fiaziaria 18.X.2005 La matematica fiaziaria e l estimo Nell ambito di umerosi procedimeti di stima si rede ecessario operare co valori che presetao scadeze temporali differeziate

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3.

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Atomi e molecole Ipotesi di Dalton (primi dell 800) 1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Gli atomi dei

Dettagli

Elettronica dello Stato Solido Lezione 12: Concentrazione di portatori all equilibrio

Elettronica dello Stato Solido Lezione 12: Concentrazione di portatori all equilibrio lettroica dello Stato Solido Lezioe 1: ocetrazioe di portatori all equilibrio Daiele Ielmii DI Politecico di Milao ielmii@elet.polimi.it D. Ielmii lettroica dello Stato Solido 1 Outlie Itroduzioe ocetrazioe

Dettagli

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata».

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata». Esercizi sul calcolo del ph Generalità introduttive 1. L'ammoniaca :NH 3 non possiede alcun ruppo ossidrilico. Come puoi spieare il suo comportamento basico? 2. Spiea il sinificato del termine «acido coniuato»

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

I appello - 29 Giugno 2007

I appello - 29 Giugno 2007 Facoltà di Igegeria - Corso di Laurea i Ig. Iformatica e delle Telecom. A.A.6/7 I appello - 9 Giugo 7 ) Studiare la covergeza putuale e uiforme della seguete successioe di fuzioi: [ ( )] f (x) = cos (

Dettagli

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085]

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085] Chimica Analitica Prova scritta del 19 Gennaio 2004 1) 375 ml di soluzione acquosa contengono 21.2 µg di un principio attivo. Esprimere la concentrazione della soluzione in parti per milione (ppm) [0.056

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

Dipendenza della Solubilità dalla temperatura

Dipendenza della Solubilità dalla temperatura SOLUBILIZZAZIONE Simile scioglie il simile: le molecole di sostanze diverse si mescolano intimamente nelle miscele se possiedono forze intermolecolari simili (soluzioni ideali). Anche se le forze intermolecolari

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile)

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) ELETTROCHIMICA Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) Uso di forza elettromotrice (fem) esterna per forzare reazioni chimiche non spontanee (Elettrolisi) Coppia redox: Ossidazione

Dettagli

STIMA DEL FONDO RUSTCO

STIMA DEL FONDO RUSTCO STIMA DEL FONDO RUSTCO 1) Quali soo gli aspetti ecoomici che possoo essere presi i cosiderazioe ella stima dei fodi rustici? La stima di u fodo rustico può essere fatta applicado i segueti aspetti ecoomici:

Dettagli

La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C)

La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C) MIGLIORI RIDUCENTI MIGLIORI OSSIDANTI La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C) ELETTROLISI Una cella elettrolitica è una cella nella quale una corrente fa avvenire una reazione

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento Modelli multiperiodali discreti Cosideriamo ora modelli discreti cioè co u umero fiito di stati del modo multiperiodali, cioè apputo co più periodi. Il prototipo di questa classe di modelli è il modello

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea December 18, 2013 1 ichiami su utilità attesa e avversioe al rischio Prima di cosiderare il

Dettagli

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri Prerequisiti: Aelli Spazi vettoriali Sia A u aello commutativo uitario PARTE QUARTA Teoria algebrica dei umeri Lezioe 7 Cei sui moduli Defiizioe 7 Si dice modulo (siistro) su A (o semplicemete, A-modulo)

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006 ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS SPERIMENTALE P.N.I. 006 Il cadidato risolva uo dei due problemi e 5 dei 0 quesiti i cui si articola il questioario. PRBLEMA U filo metallico di lughezza l viee utilizzato

Dettagli

Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas

Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas 1. I gas si espandono fino a riempire completamente e ad assumere la forma del recipiente che li contiene 2. Igasdiffondonounonell altroesonoingradodimescolarsiintuttiirapporti

Dettagli

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio Formato per la trasmissioe delle iformazioi ai sesi dell articolo 7bis comma 2 del decreto legislativo 21 marzo 2005,.66, come itrodotto dal comma 6 dell articolo 1 del decreto legislativo 31 marzo 2011.55

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia per maager. Prima versioe, marzo 2013; versioe aggiorata, marzo 2014) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea March 14, 2014 1 Prezzo

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Quali tra le seguenti sono reazioni di ossido-riduzione? a) 2CrO 4 (aq) 2H 2

Quesiti e problemi. 6 Quali tra le seguenti sono reazioni di ossido-riduzione? a) 2CrO 4 (aq) 2H 2 Quesiti e problemi SUL LIBRO DA PAG 385 A PAG 390 1 Ossidazione e riduzione: che cosa sono e come si riconoscono 1 Assegna il numero di ossidazione a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO

Dettagli

APPUNTI DI CHIMICA GENERALE

APPUNTI DI CHIMICA GENERALE APPUNTI DI CHIMICA GENERALE La Chimica L oggetto di studio della chimica è la materia (tutto ciò che ha una massa e occupa uno spazio). In particolare è una scienza che studia: la struttura e la composizione

Dettagli

Raccolta di esercizi di Stechiometria. tratti da compiti in classe. Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94. I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994

Raccolta di esercizi di Stechiometria. tratti da compiti in classe. Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94. I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994 Raccolta di esercizi di Stechiometria tratti da compiti in classe Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94 I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994 Edizioni Peridròro pslavi@interplanet.it Indice 1 Stechiometria

Dettagli

EQUILIBRI SIMULTANEI

EQUILIBRI SIMULTANEI EQUILIBRI SIMULTANEI 1. Soluzioni tampone. Per soluzione tampone si intende una soluzione acquosa in grado di mantenere pressoché inalterato il proprio ph, in seguito all'aggiunta di moderate quantità

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5 OSSIDORIDUZIONI Le reazioni acido-base sono quelle in cui viene scambiato, fra due specie reagenti, un H. Come si è visto, esistono casi di reazioni acido-base in cui ciò non avviene (definizione di Lewis),

Dettagli

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln DOMINIO FUNZIONE Determiare il domiio della fuzioe f = l e e + e + e Deve essere e e + e + e >, posto e = t si ha t e + t + e = per t = e e per t = / Il campo di esisteza è:, l, + Determiare il domiio

Dettagli

1. Considerazioni generali

1. Considerazioni generali . osiderazioi geerali Il processaeto di ob su acchie parallele è iportate sia dal puto di vista teorico che pratico. Dal puto di vista teorico questo caso è ua geeralizzazioe dello schedulig su acchia

Dettagli

Campionamento stratificato. Esempio

Campionamento stratificato. Esempio ez. 3 8/0/05 Metodi Statiici per il Marketig - F. Bartolucci Uiversità di Urbio Campioameto ratificato Ua tecica molto diffusa per sfruttare l iformazioe coteuta i ua variabile ausiliaria (o evetualmete

Dettagli

LE SOLUZIONI 1.molarità

LE SOLUZIONI 1.molarità LE SOLUZIONI 1.molarità Per mole (n) si intende una quantità espressa in grammi di sostanza che contiene N particelle, N atomi di un elemento o N molecole di un composto dove N corrisponde al numero di

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Serie numeriche e serie di potenze

Serie numeriche e serie di potenze Serie umeriche e serie di poteze Sommare u umero fiito di umeri reali è seza dubbio u operazioe che o può riservare molte sorprese Cosa succede però se e sommiamo u umero ifiito? Prima di dare delle defiizioi

Dettagli

1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione Negativo. Catodo = Polo Negativo Catione = Ione Positivo

1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione Negativo. Catodo = Polo Negativo Catione = Ione Positivo 1) Concetti Generali 1. Unità di Misura: A. Pressione 1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. B. Calore 1 joule = 10 7 Erg. 1 caloria = 4,185 joule. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione

Dettagli

Giochi della Chimica 2013 Fase regionale Classi A e B

Giochi della Chimica 2013 Fase regionale Classi A e B 1. Una soluzione è una miscela: A) di due o più componenti, uno liquido (solvente) e uno solido (soluto) B) di due o più sostanze C) omogenea di due o più sostanze D) omogenea liquida di due o più sostanze

Dettagli

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia Itroduzioe Metodi diretti Elimiazioe di Gauss Decomposizioe LU Casi particolari Metodi Iterativi Geeralità e covergeza Metodi di base Cei sui metodi basati sul gradiete Cei sui metodi multigriglia 1 Itroduzioe

Dettagli

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione Le ode elettromagetiche Origie e atura, spettro delle ode e.m., la polarizzazioe Origie e atura delle ode elettromagetiche: Ua carica elettrica che oscilla geera u campo elettrico E che oscilla e a questo

Dettagli

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO PARAMETRI DEL MOTO SISMICO Attività microsismica: caratterizzata da vibrazioi di debole ampiezza e periodi molto gradi tali da o essere percepiti dai più comui strumeti di registrazioe (importate soprattutto

Dettagli

corrosione corrosione chimica

corrosione corrosione chimica La corrosione La corrosione è un consumo lento e continuo di un materiale (generalmente metallico) dovuto a fenomeni chimici o, più frequentemente, elettrochimici. La corrosione è dovuta al fatto che tutti

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1 SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI c Paola Gervasio - Aalisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioi cap3b.pdf 1 Successioi Def. Ua successioe è ua fuzioe reale (Y = R) a variabile aturale, ovvero X = N:

Dettagli

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio Radicali Per itrodurre il cocetto di radicali che già avete icotrato alle medie quado avete imparato a calcolare la radice quadrata e cubica dei umeri iteri, abbiamo bisogo di rivedere il cocetto di uzioe

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) 1 Le equazioni di reazione 1 Che cosa si intende per reagente? Che cosa si intende per prodotto? 2 Disegna lo schema delle seguenti reazioni (che devono essere

Dettagli

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006 Terzo appello del primo modulo di ANALISI 18.7.26 1. Si voglioo ifilare su u filo delle perle distiguibili tra loro solo i base alla dimesioe: si hao a disposizioe perle gradi di diametro di 2 cetimetri

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido.

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido. Il triangolo dell Incendio Possibili cause d incendio: I carrelli elevatori Particolare attenzione nella individuazione delle cause di un incendio va posta ai carrelli elevatori, normalmente presenti nelle

Dettagli

Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B

Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B 1. Il comportamento di un gas reale può essere assimilato con buona approssimazione a quello di un gas ideale: A) a bassa P e T B) a elevate P e T

Dettagli

TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA

TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA Storia delle comuicazioi ottiche 84 a.c.: caduta di Troia comuicata a Micee (550km di distaza) attraverso ua serie di fuochi allieati 794 d.c.: rete di Chappe collega Parigi

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) 1 I metalli e la metallurgia 1 Quali metalli sono noti dalla Preistoria? oro e argento 2 Completa le seguenti frasi. a) I metalli che si trovano in natura allo

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA Politecico di Torio Sistemi di Produzioe... CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA... Equazioe di govero Negli ultimi ai il metodo

Dettagli

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE 5.. Itroduzioe La Teoria della Similitudie ha pricipalmete due utilizzi: Estedere i risultati otteuti testado ua sigola macchia ad altre codizioi operative o a ua famiglia

Dettagli

Gas. Vapore. Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. un gas liquido a temperatura e pressione ambiente. microscopico MACROSCOPICO

Gas. Vapore. Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. un gas liquido a temperatura e pressione ambiente. microscopico MACROSCOPICO Lo Stato Gassoso Gas Vapore Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. un gas liquido a temperatura e pressione ambiente MACROSCOPICO microscopico bassa densità molto comprimibile distribuzione

Dettagli

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13 Statistica di base Luca Mari, versioe 31.12.13 Coteuti Moda...1 Distribuzioi cumulate...2 Mediaa, quartili, percetili...3 Sigificatività empirica degli idici ordiali...3 Media...4 Acora sulla media...4

Dettagli

Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA

Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA CLASSE A Velocità - Equilibrio - Energia Regionali 2010 36. Se il valore della costante di equilibrio di una reazione chimica diminuisce al crescere della temperatura,

Dettagli

Analisi statistica dell Output

Analisi statistica dell Output Aalisi statistica dell Output IL Simulatore è u adeguata rappresetazioe della Realtà! E adesso? Come va iterpretato l Output? Quado le Osservazioi soo sigificative? Quati Ru del Simulatore è corretto effettuare?

Dettagli

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30)

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30) Copyright 2005 Esselibri S.p.A. Via F. Russo, 33/D 8023 Napoli Azieda co sistema qualità certificato ISO 400: 2003 Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzioe ache parziale e co qualsiasi mezzo

Dettagli