Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1]

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1]"

Transcript

1 Orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti - anno 2009 [1] Disciplina degli orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti per uso di autotrazione del comune di Cremona e prosecuzione della sperimentazione di un nuovo sistema di turnazione domenicale e festiva per l'anno 2009 IL SINDACO Premesso che: l art. 54 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977 n. 616 ha attribuito ai Comuni le funzioni amministrative relative alla fissazione, sulla base dei criteri stabiliti dalla Regione, degli orari di apertura e chiusura degli impianti stradali di distribuzione dei carburanti, ad uso autotrazione, esclusi gli impianti autostradali, ed alle relative sanzioni amministrative; con deliberazione del Consiglio Regionale della Lombardia n. III/1685 del 26 luglio 1984 sono stati emanati i suddetti criteri, stabilendo, fra l altro, le fasce di apertura obbligatoria degli impianti e le modalità di articolazione dei turni di apertura domenicale e festiva; l art. 6 della Legge Regionale 24 marzo 2004 n. 5 ha stabilito che le variazione degli orari di servizio, all interno della fascia consentita, richieste dai gestori degli impianti al fine di sopperire ad accresciute necessità connesse a particolari periodi o situazioni dell anno, sono autorizzate dai Comuni, senza la necessità del previo nulla osta regionale, precedentemente previsto; lo stesso articolo ha anche disposto che le variazioni dei turni di servizio degli impianti sono autorizzate dai Comuni, senza più la necessità di previo nulla osta regionale; sulla base delle anzidette disposizioni, la Regione stabilisce annualmente,

2 con decreto dirigenziale, sia i turni di apertura domenicale e festiva degli impianti che quelli di chiusura per ferie; con circolare n. 22 dell 8 giugno 2005, la Regione Lombardia ha precisato che i gestori degli impianti, al fine di rendere un servizio più rispondente alle esigenze dell utenza, possono avanzare richieste, precisandone la durata, di deroga al turno di: - chiusura del sabato pomeriggio, con la conseguente apertura per l intera giornata del sabato nell orario consentito e recupero, di tale mezza giornata di chiusura, il mercoledì o il giovedì della settimana successiva;- apertura domenicale, operando quindi la chiusura in tale giorno, da recuperare con l apertura il lunedì successivo; con la stessa circolare, la Regione ha evidenziato l opportunità che i Comuni, al fine di promuovere comportamenti uniformi in tutto il territorio regionale e di scoraggiare l utilizzo dei mezzi inibiti alla circolazione nelle domeniche interessate al blocco del traffico, accolgano le richieste di deroga all apertura per tali domeniche, in occasione dei relativi provvedimenti regionali di blocco del traffico; tutto ciò premesso: atteso che: avvalendosi delle facoltà previste dalla normativa regionale e a seguito dell accordo sottoscritto con le Associazioni di categoria dei gestori degli impianti carburanti, maggiormente rappresentative a livello locale, è stata effettuata, nel periodo da giugno a dicembre 2008, la sperimentazione di un nuovo sistema di turnazione festiva degli impianti del territorio comunale, che prevedeva l apertura, nelle giornate domenicali e festive, e in deroga alla programmazione regionale, di un limitato contingente di impianti assistiti, con la presenza fisica di operatori, nella considerazione che, in tali giornate, la copertura del servizio di distribuzione è comunque assicurata, in quanto la quasi totalità degli impianti è oggi dotata di dispositivi self-service pre-pagamento; le modalità della sperimentazione sono state definite, in accordo fra le parti, con l ordinanza sindacale n del ; Comune e associazioni di categoria, nel prendere atto dell esito positivo della sperimentazione, hanno convenuto sull opportunità di prolungarla di un anno, fino al 31 dicembre 2009, al fine di poter acquisire maggiori elementi di valutazione, prima di decidere in ordine all eventuale introduzione in via definitiva, del nuovo meccanismo di turnazione;

3 ritenuto, pertanto, di proseguire la sperimentazione per l intero 2009, con i gestori che hanno espresso la propria adesione; ritenuto, quindi, di adottare una nuova ordinanza per disciplinare sia orari di apertura e chiusura degli impianti stradali di distribuzione carburanti esistenti sul territorio, da osservare nel 2009, che le modalità da osservare per la turnazione domenicale festiva degli impianti; -Visti: l art. 54 del D.P.R , n. 616; l art. 50 del D.Lgs. 267/2000; il Decreto Dirigenziale della Direzione Generale Commercio, Fiere e Mercati della Regione Lombardia n del 13/12/2007 di approvazione del calendario dei turni di servizio del sabato e dei giorni festivi per l anno 2008; ORDINA gli impianti stradali per la distribuzione di carburante ad uso di autotrazione, ubicati nel territorio del Comune di Cremona, dovranno osservare, per l anno 2009, gli orari e i turni di apertura di cui agli articoli seguenti. Art. 1 Orari giornalieri di apertura e chiusura 1. Gli impianti stradali per la distribuzione automatica di carburante, ad uso di autotrazione, ubicati nel territorio del Comune di Cremona, ivi compresi quelli che erogano il metano e/o il GPL insieme agli altri carburanti (benzina e/o gasolio, ecc.), osservano i seguenti orari e modalità di apertura: PERIODO ESTIVO: DAL 1 MAGGIO AL 30 SETTEMBRE MATTINO dalle ore 7,30 alle ore 12,30 POMERIGGIO dalle ore 15,00 alle ore 19,15 PERIODO INVERNALE: DAL 1 OTTOBRE AL 30 APRILE

4 MATTINO dalle ore 7,30 alle ore 12,30 POMERIGGIO dalle ore 15,00 alle ore 19,15 2. I gestori possono determinare l orario di apertura diurna degli impianti (anche in maniera unica per l intero arco dell anno) all interno di una fascia compresa tra le ore 7,00 e le ore 20,00, assicurando il servizio per una durata media, calcolata su base annua, di 52 ore settimanali, obbligatoriamente comprensive dei periodi tra le ore 8,00 e le ore 12,00 e tra le ore 15,30 e le ore 19,00 e ripartite su cinque giorni lavorativi e un sesto giorno semifestivo. 3. L orario giornaliero dovrà essere pari a 9,15, comprensive delle ore di cui sopra, suddivise comunque in due periodi antimeridiano e pomeridiano, intervallati da almeno 2 (due) ore. 4. E data facoltà all esercente, previa comunicazione al Comune e fermo restando l orario complessivo di cui ai precedenti punti di: anticipare o posticipare di un ora l apertura del mattino; anticipare o posticipare di un ora la chiusura antimeridiana e di anticipare o posticipare l apertura e la chiusura pomeridiana di un intera ora. Tali variazioni dovranno essere indicate nel cartello orario da esporre obbligatoriamente; 5. Fuori dagli orari di servizio, compresi l intervallo pomeridiano di chiusura e i turni di chiusura infrasettimanale, domenicale e festiva, l attività di erogazione deve svolgersi attraverso le apparecchiature self-service pre-pagamento senza l ausilio del gestore. Art. 2 Apertura domenicale e festiva: prosecuzione della sperimentazione a livello locale di un nuovo sistema di turnazione 1. Nell anno 2009, proseguirà la sperimentazione, avviata nel mese di giugno 2008, di un nuovo sistema di

5 turnazioni, che assicuri, nelle giornate domenicali e festive, l apertura di almeno tre impianti assistiti dal gestore sul territorio comunale, scelti in base alla loro localizzazione, in modo da garantire la massima copertura del servizio. 2. Ai fini di cui sopra, viene confermata la suddivisione degli impianti che aderiscono alla sperimentazione in 9 gruppi, individuati in base alla collocazione territoriale, così come indicato nell elenco allegato alla presente ordinanza sotto la lettera A, e nella planimetria, che figura come allegato B. 3. In ciascuna giornata domenicale e festiva, il servizio è assicurato da tutti gli impianti inclusi nel gruppo di turno, che garantiscono la presenza del gestore, e da tutti gli impianti dotati di apparecchiature self-service pre-pagamento, che erogano il carburante, senza la presenza del gestore. 4. E quindi approvato il calendario dei turni sperimentali per il 2009, allegato C, predisposto sulla scorta dei suddetti criteri, e in modo tale che ciascun gruppo si succeda, a rotazione, nelle aperture domenicali e festive, proseguendo secondo l ordine seguito nel Il Comune notificherà il calendario dei turni sperimentali a tutti i gestori, che dovranno esporlo presso i rispettivi impianti. 6. La sperimentazione si concluderà il 31 dicembre Il rispetto dei turni è obbligatorio, per tutti i gestori che partecipano alla sperimentazione, per cui, in caso di inosservanza, si rendono applicabili le sanzioni di cui al successivo art Gli impianti che non hanno aderito alla sperimentazione, e quelli che usufruiscono di particolari deroghe, continuano ad osservare la normale turnazione regionale. Art. 3

6 Chiusura infrasettimanale 1. Gli impianti osservano una mezza giornata di chiusura il sabato nella fascia oraria pomeridiana, con esclusione di tutti gli impianti inclusi nel turno domenicale, i quali sono tenuti ad effettuare l apertura nel pomeriggio del sabato che precede l apertura domenicale. 2. Nelle ore del sabato pomeriggio, oltre agli impianti con turno obbligatorio, il servizio è svolto facoltativamente anche dagli altri impianti. La deroga alla chiusura del sabato pomeriggio, con la conseguente apertura per l intera giornata del sabato nell orario consentito, prevede il recupero del riposo con la chiusura di una mezza giornata scelta tra il mercoledì o il giovedì della settimana successiva. 3. Gli impianti che hanno effettuato l apertura domenicale per turno restano chiusi il primo giorno feriale successivo. 4. I gestori di detti impianti possono derogare alla chiusura della giornata del lunedì con la conseguente chiusura di due mezze giornate nella settimana successiva nell orario consentito. 5. Gli impianti che, in base alle turnazioni, hanno operato nelle giornate domenicali e festive, con le sole apparecchiatura self-service, senza presenza di gestore, restano aperti il lunedì successivo, per l intera giornata. 6. Nessun recupero è dovuto per la festività infrasettimanale. Art. 4 Servizio notturno 1. Il servizio notturno viene svolto dai soli impianti autorizzati dalla regione ed è regolato dal punto 7 della deliberazione del consiglio Regionale n. III/ Le apparecchiature self-service pre-pagamento devono, di norma, rimanere sempre funzionanti.

7 Art. 5 Impianti self-service 1. Gli impianti dotati di apparecchiatura a moneta od a lettura ottica (self-service pre-pagamento) nonché gli apparecchi accettatori di carte di credito possono funzionare ininterrottamente per l intero arco della giornata, purchè non assistiti da apposito personale durante l orario di chiusura e, quindi, senza l apporto di quei servizi collaterali forniti dal gestore. 2. La presenza e l assistenza del personale dovranno essere assicurate sia durante l effettuazione dell ordinario servizio diurno, sia durante l effettuazione dei turni di servizio domenicale festivo. Art. 6 Ferie 1. L esercizio degli impianti può essere facoltativamente sospeso per un periodo di due settimane consecutive, secondo turnazioni stabilite dalla Regione Lombardia e ricadenti di norma nel mese di agosto. 2. Per il 2009, i turni di chiusura per ferie estive sono così stabiliti: TURNO A dal 3 AGOSTO al 17 AGOSTO TURNO B dal 10 AGOSTO al 24 AGOSTO TURNO C dal 17 AGOSTO al 31 AGOSTO TURNO D dal 17 AGOSTO al 31 AGOSTO 3. I gestori degli impianti che intendono fruire del periodo di chiusura per ferie in periodi diversi da quelli previsti dalla Regione Lombardia, devono farne richiesta scritta al Comune, almeno trenta giorni prima, rispetto al periodo in cui intendono chiudere l impianto.

8 4. Il Comune, verificata la compatibilità con le esigenze del servizio pubblico di distribuzione, comunica al gestore solo l eventuale mancata concessione della chiusura per ferie, che potrà essere negata solo se incompatibile con le esigenze del servizio pubblico. 5. La domanda si considera comunque assentita se non perverrà alla ditta diverso avviso almeno 10 giorni prima della data prevista per l inizio delle ferie. 6. Nel periodo di ferie, o di chiusura temporanea il gestore può sospendere l attività delle apparecchiature self-service pre-pagamento. 7. Il Comune si riserva di modificare, previo avviso ai gestori, i turni di ferie degli impianti, qualora non risulti assicurata, nelle giornate domenicali e festive del mese di agosto, un sufficiente livello di copertura del servizio, ovvero non risulti garantita la presenza di almeno due impianti assistiti sul territorio comunale. Art. 7 Pubblicità degli orari e dei turni 1. I gestori hanno l obbligo di esporre presso ogni impianto un cartello con l indicazione dell orario di servizio, delle aperture nei giorni domenicali e festivi infrasettimanali, del turno di riposo settimanale e della chiusura per ferie. 2. Il cartello deve essere sempre aggiornato, esposto in luogo facilmente visibile al pubblico e deve indicare le principali informazioni per l automobilista. 3. Durante le chiusure festive e domenicali, dovranno essere esposti cartelli con l indicazione dei distributori assistiti aperti in Città. 4. Gli impianti che erogano il metano e/o GPL insieme con altri carburanti pubblicizzano gli orari e i turni

9 secondo le modalità previste dalla presente ordinanza. Art. 8 Attività economiche complementari 1. L insediamento e l esercizio di attività economiche complementari, presso gli impianti di distribuzione di carburanti, sono integralmente subordinati al rispetto della rispettiva disciplina di settore. 2. Le attività economiche complementari osservano, di norma e salvo quanto previsto ai punti seguenti, gli orari e i turni dell impianto carburanti previsti dalla presente ordinanza, e precisamente: a) le attività economiche complementari non funzionanti con modalità self-service (es. lavaggio automatico) rimangono chiuse nei turni di chiusura domenicale e festiva e durante l intervallo pomeridiano, allorquando il servizio di fornitura carburanti viene erogato con le apparecchiature self-service pre-pagamento, senza la presenza del gestore; b) le attività economiche complementari rimangono aperte se l impianto effettua il turno di apertura festivo con la presenza del gestore. Nel caso di apertura domenicale dell impianto, le attività economiche complementari sono sospese il primo giorno feriale successivo; c) gli impianti di lavaggio automatici funzionanti senza assistenza di apposito personale possono operare anche oltre l orario ed i turni di cui agli articoli precedenti, purchè sia stato preventivamente verificato il requisito del rispetto della normativa in materia di inquinamento acustico;. d) gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande annessi all impianto di distribuzione e attivati attraverso una denuncia o dichiarazione di inizio di attività, in quanto rientranti nella

10 fattispecie di cui all art. 8.c.4 della legge regionale n. 30, osservano gli orari di apertura e chiusura dell impianto, e i relativi turni di apertura domenicale e festiva, ad eccezione dell intervallo tra il turno antimeridiano e quello pomeridiano, per il quale l obbligo di chiusura non è previsto; e) gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande annessi all impianto di distribuzione e autorizzati a sensi dell art. 9 della legge regionale n. 30, osservano gli orari delle attività di somministrazione di alimenti e bevande. Art. 9 Esenzioni e deroghe 1. Sono esclusi dall osservanza della presente ordinanza gli impianti per l erogazione del metano e gas propano liquido, non inseriti in un complesso di distribuzione di altri carburanti. 2. Gli impianti di distribuzione metano e/o G.P.L. sono esentati dall osservanza dell intervallo di chiusura pomeridiana e serale nonché dai turni di chiusura; nel caso di impianti comprendenti anche altri carburanti, l esenzione è limitata al metano e G.P.L., purchè siano realizzati opportuni accorgimenti finalizzati a separare temporaneamente le attività di erogazione dei diversi prodotti. 3. Gli impianti carburanti interni a centri commerciali al dettaglio osservano la turnazione domenicale stabilita dalla Regione, con l aggiunta dell apertura in tutte le giornate domenicali e festive di apertura del centro, e nel giorno di lunedì successivo all apertura domenicale. 4. Il Comune potrà concedere deroghe, sia temporanee che permanenti, alle disposizioni della presente ordinanza per particolari esigenze di servizio, nonché nel caso di: manifestazioni che determinano una notevole affluenza di utenza motorizzata; per eventi che determinano la chiusura al traffico del territorio comunale o di parte di esso.

11 Art. 10 Sanzioni 1. Le violazioni alle disposizioni contenute nel presente provvedimento sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall art. 21/c. 3 della Legge regionale 24/2004, con l osservanza delle procedure di cui alla legge n. 689 e successive modifiche. 2. In caso di recidiva, è disposta anche la chiusura dell impianto fino ad un massimo di quindici giorni. 3. Le violazioni alle disposizioni del presente provvedimento per le quali non risultino applicabili le sanzioni previste dalle specifiche norme di settore, sono punite con la sanzione pecuniaria da 25,00 a 500,00 ai sensi dell art. 7 bis del D.lgs. n.267/2000, e con l osservanza delle procedure di cui alla Legge n Gli Organi di vigilanza sono incaricati del controllo sull osservanza del presente provvedimento. Art. 11 Incentivazione all uso del metano 1. Nell ambito delle politiche per il miglioramento della qualità dell aria e la lotta all inquinamento atmosferico, il Comune di Cremona, attraverso gli strumenti a sua disposizione, sostiene ed incoraggia l installazione sia di impianti stradali per l erogazione del metano, che di impianti per l alimentazione a metano delle autovetture private. Art. 12 Disposizioni finali 1. Sono fatte salve le disposizioni previste dai contratti collettivi nazionali di lavoro delle categorie interessate. 2. La presente ordinanza entra in vigore dal giorno

12 successivo a quello della sua pubblicazione all Albo Pretorio del Comune di Cremona: da tale data, si intendono abrogate tutte le precedenti disposizioni comunali, con essa in contrasto. 3. Copia del provvedimento sarà notificata a tutti gli esercenti del settore operanti nel Comune di Cremona. 4. Gli Ufficiali e gli Agenti della Forza Pubblica e gli Agenti della Polizia Locale sono incaricati di osservare e far osservare a termini di legge quanto disposto della presente ordinanza. 5. Avverso il presente provvedimento è ammesso il ricorso al T.A.R. della Regione Lombardia entro il termine di 60 giorni dall'avvenuta pubblicazione, ovvero il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 giorni dalla stessa data. Cremona, lì 5 gennaio 2009 IL SINDACO (Prof. Gian Carlo Corada) Allegato A GRUPPO 1 Tamoil Via Milano, 13 IP Via Giordano, 76 Tamoil Via Persico GRUPPO 2 Esso Via Bergamo, 91 Tamoil Via Eridano/Monviso Agip Via Giuseppina, 23 GRUPPO 3 Agip Via Mantova

13 Agip Via Bergamo, 47 Agip V.le Po, 137 Api Via Giuseppina, 199 GRUPPO 4 Tamoil Via Novati, 40/42 IP Via Zaist, 97 ERG Via Castelleone, 69 Total Via Milano, 7/B GRUPPO 5 Esso Via Milano, 12 API Via Bosco, 2 Total Via Persico GRUPPO 6 Tamoil Via Rosario, 27 Shell Via Milano, 22 ERG Via Giuseppina, 25/I GRUPPO 7 AGIP Via Castelleone, 49 API Via Mantova, 28/A Tamoil Via Castelleone, 45 Tamoil Via Massarotti, 23/25 GRUPPO 8

14 Shell Via Giuseppina, 161 Agip Via Brescia, 219 Shell Via Mantova, 66/A GRUPPO 9 Agip Via Milano, 3 Tamoil Via Giuseppina, 25/l Esso Via Brescia, 191 Note Il presente documento è affisso all'albo Pretorio del Comune di Cremona dal 15 al 29 gennaio 2009 Calendario dei turni gennaio - dicembre 2009 [2] Tipologia Ordinanze Categoria di Ordinanze Commercio e altre attività [3] Percorsi di navigazione Mi Interessa Fare impresa Lavorare [4] Comune di Cremona - realizzato con Drupal da Metarete S.r.l. Collegamenti [1] [2] [3] [4]

IL SINDACO. Premesso che:

IL SINDACO. Premesso che: Disciplina degli orari di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione automatica di carburanti per uso di autotrazione del comune di cremona e sperimentazione di un nuovo sistema di turnazione

Dettagli

Reg. Generale Nr. 336/2008 Montecchio Maggiore li 22/12/2008

Reg. Generale Nr. 336/2008 Montecchio Maggiore li 22/12/2008 Reg. Generale Nr. 336/2008 Montecchio Maggiore li 22/12/2008 Oggetto: DETERMINAZIONE ORARI DI APERTURA E CHIUSURA E TURNAZIONE DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTE: ANNO 2009 IL SINDACO

Dettagli

Oggetto: DETERMINAZIONE OARARI DI APERTURA E CHIUSURA E TURNAZIONE DEGLI IMPIANTI STRADALI DISTRIBUZIONE CARBURANTI : ANNO 2012.

Oggetto: DETERMINAZIONE OARARI DI APERTURA E CHIUSURA E TURNAZIONE DEGLI IMPIANTI STRADALI DISTRIBUZIONE CARBURANTI : ANNO 2012. COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE - Provincia di Vicenza - 36075 via Roma, 5 CF e P. IVA 00163690241 E-mail:montecchiomaggiore.vi@cert.ip-veneto.net http://www.comune.montecchio-maggiore.vi.it/ Ente con sistema

Dettagli

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010

ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna AREA TECNICA UO COMMERCIO E SERVIZI AMMINISTRATIVI ORDINANZA N. 117/2010 DEL 16/12/2010 OGGETTO: ORARI DI APERTURA, CHIUSURA E TURNI DEI DISTRIBUTORI DI CARBURANTI

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA ORDINANZA DEL SINDACO PROVINCIA DI MODENA ORDINANZA N /01/2014. Data:

COMUNE DI FINALE EMILIA ORDINANZA DEL SINDACO PROVINCIA DI MODENA ORDINANZA N /01/2014. Data: COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA O R I G I N A L E ORDINANZA N. 43 Data: 23/01/2014 Ufficio del Sindaco ORDINANZA DEL SINDACO Assunta il giorno VENTITRE del mese di GENNAIO dell'anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N.

COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N. COMUNE DI SASSO MARCONI Città Metropolitana di Bologna ****** Area Tecnica Attivita produttive ORDINANZA SINDACALE N. 11 DEL 29/12/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 25656 del 17 giugno 2015 Ordinanza n. 081/2015 DISCIPLINA DEI TURNI

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Attività Produttive Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 13374 del 11 marzo 2011 Ordinanza n. 029/11 DISCIPLINA DEI TURNI DI CHIUSURA SETTIMANALE E PER FERIE

Dettagli

OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER USO AUTOTRAZIONE PER L'ANNO 2014.

OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER USO AUTOTRAZIONE PER L'ANNO 2014. Comune di Casalecchio di Reno Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) Servizi al Territorio Servizio Attività Produttive - SUAP ORDINANZA N. 284 DEL 23.12.2013 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI

Dettagli

Città di Castel San Pietro Terme

Città di Castel San Pietro Terme Città di Castel San Pietro Terme AREA SERVIZI AL TERRITORIO Ordinanza del Sindaco n. 173 del 2017 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI E DELLE GIORNATE DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER USO AUTOTRAZIONE PER L'ANNO 2015.

OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER USO AUTOTRAZIONE PER L'ANNO 2015. Comune di Casalecchio di Reno Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) Il Sindaco Ordinanza N. 180 / 2014 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

CITTA DI BARLETTA. Città della Disfida Medaglia D oro al Valore Militare e al Merito Civile SETTORE POLITICHE ATTIVE DI SVILUPPO

CITTA DI BARLETTA. Città della Disfida Medaglia D oro al Valore Militare e al Merito Civile SETTORE POLITICHE ATTIVE DI SVILUPPO ORDINANZA SUGLI ORARI DI ESERCIZIO E TURNAZIONE DEI DISTRIBUTORI DI CARBURANTI Prot. n. 18069 del 13/03/2012 I L S I N D A C O PREMESSO: - che, ai sensi dell articolo n. 50, comma 7, del Decreto Legislativo

Dettagli

5 Settore 2 Servizio Commercio e Attività Produttive IL SINDACO

5 Settore 2 Servizio Commercio e Attività Produttive IL SINDACO COMUNE DI MONTE SAN SAVINO Corso Sangallo 38 52048 Monte San Savino Telefono: 0575 81771220 Fax: 0575 843076 Web: www.citymonte.it E-mail: commercio@citymonte.it C.F. e P.I. 00272160516 Protocollo n. 002984

Dettagli

Prot. n. 11172 Ordinanza n. 180

Prot. n. 11172 Ordinanza n. 180 &2081(',%21'(12 3URYLQFLDGL)HUUDUD &RGLFH)LVFDOHH3,9$ 6HWWRUH7HFQLFR6HUYL]LR$WWLYLWj3URGXWWLYH Prot. n. 11172 Ordinanza n. 180 25$5,2',$3(5785$ 7851,',$3(5785$'20(1,&$/(()(67,9$ 7851$=,21('(/5,3262,1)5$6(77,0$1$/(

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 26953 del 05/07/2017 Ordinanza n. 126/17 DISCIPLINA DEI TURNI DI CHIUSURA

Dettagli

Settore Attività produttive e commercio

Settore Attività produttive e commercio Settore Attività produttive e commercio P.G. N.: 310266/2009 2009 - Sottoscritta il : 23/12/2009 - Richiesta di pubblicazione all'albo Pretorio. Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA

Dettagli

CITTA DI BARLETTA. Città della Disfida Medaglia D oro al Valore Militare e al Merito Civile SETTORE POLITICHE ATTIVE DI SVILUPPO

CITTA DI BARLETTA. Città della Disfida Medaglia D oro al Valore Militare e al Merito Civile SETTORE POLITICHE ATTIVE DI SVILUPPO ORDINANZA SUGLI ORARI DI ESERCIZIO E TURNAZIONE DEI DISTRIBUTORI DI CARBURANTI Prot. n. 7630 del 07/02/11 I L S I N D A C O PREMESSO: - che, ai sensi dell articolo n. 50, comma 7, del Decreto Legislativo

Dettagli

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive

COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI NUORO Settore Servizi Educativi, Culturali e Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive PROTOCOLLO S.G. n 28886 del 15 luglio 2016 Ordinanza n. 096/16 DISCIPLINA DEI TURNI

Dettagli

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A Prot. n. 5192 Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 OGGETTO: Determinazione degli orari degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Legge Regionale 21.09.2007, n. 29. IL SINDACO VISTO che in

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) Disciplina e criteri degli orari di apertura e chiusura, nonché delle giornate di chiusura degli impianti di distribuzione carburanti per uso autotrazione Nr. 28425

Dettagli

COMUNE DI GAZZO Piazza IV Novembre n 1 CAP 35010 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI GAZZO Piazza IV Novembre n 1 CAP 35010 - PROVINCIA DI PADOVA Prot. n. 801 COMUNE DI GAZZO Reg. ordinanze n. 3 Reg. pubbl. n. 25 ORDINANZA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI PUBBLICI E DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza

COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza COMUNE DI NOVE Provincia di Vicenza UFFICIO LICENZE Ordinanza N 12. Protocollo N 14330. DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI PUBLICI, DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE E DI

Dettagli

CITTA DI POTENZA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE COMMERCIO TURISMO POLITICHE PER ARTIGIANI

CITTA DI POTENZA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE COMMERCIO TURISMO POLITICHE PER ARTIGIANI CITTA DI POTENZA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE COMMERCIO TURISMO POLITICHE PER ARTIGIANI N. 290 /2010 Registro Ordinanze DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI IMPIANTI STRADALI

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE 1 ART.1 (FASCIA ORARIA DI APERTURA PER TIPOLOGIA DI ESERCIZIO) 1. ESERCIZIO DI

Dettagli

COMUNE di PULFERO. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE di PULFERO. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE di PULFERO Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 9 del 10.02.2004 1 Art. 1 NASTRO ORARIO Il

Dettagli

CITTA DI POTENZA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO, POLITICHE PER ARTIGIANI, PROTAGONISMO DELLE FORZE PRODUTTIVE

CITTA DI POTENZA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO, POLITICHE PER ARTIGIANI, PROTAGONISMO DELLE FORZE PRODUTTIVE CITTA DI POTENZA ASSRATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, COMMERCIO, POLITICHE PER ARTIGIANI, PROTAGONISMO DELLE FORZE PRODUTTIVE N. 190 /2009 REGISTRO ORDINANZE DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA

Dettagli

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI ARTEGNA Provincia Di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con deliberazione dl Consiglio Comunale n. 45 del 26.11.2001. Art. 1 Nastro

Dettagli

Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1]

Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1] Calendario aperture e chiusure degli esercizi commerciali per il 2006 [1] Calendario annuale coordinato delle aperture e chiusure domenicali, festive e infrasettimanali degli esercizi commerciali di vendita

Dettagli

ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE EFFETTUATA NON CONGIUNTAMENTE ALL INTRATTENIMENTO E SVAGO

ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE EFFETTUATA NON CONGIUNTAMENTE ALL INTRATTENIMENTO E SVAGO COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA Città Turistica e d Arte c.a.p. 37019 - P.le Betteloni 3 - tel. 0456400600 fax 0457552901 Sito internet www.peschieraweb.it Ordinanza n 102 Protocollo n 9589 Peschiera del

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n Mercoledì 30 settembre 2015

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n Mercoledì 30 settembre 2015 19 D.g.r. 25 settembre 2015 - n. X/4071 Nuovi indirizzi generali per i comuni sugli orari e i turni di apertura e chiusura degli impianti di distribuzione dei carburanti ex artt. 81 comma 2 lett. c) e

Dettagli

ORDINANZA SINDACALE. Provincia di Ancona. Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE. Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO:

ORDINANZA SINDACALE. Provincia di Ancona. Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE. Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO: ALBO: dal 21.11.2006 al 06.12.2006 Prot. n. 37914/2006 COMUNE DI JESI Provincia di Ancona Proponente: U.O.C. ATTIVITÀ ECONOMICHE ORDINANZA SINDACALE Numero: 136 Data: 20/11/2006 OGGETTO: ORARI DI APERTURA

Dettagli

DECRETO N Del 23/11/2015

DECRETO N Del 23/11/2015 DECRETO N. 10080 Del 23/11/2015 Identificativo Atto n. 338 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto DEFINIZIONE DEI TURNI DI SERVIZIO DEI GIORNI FESTIVI E DEI TURNI DI FERIE DEGLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO E FISSAZIONE DEI CRITERI E DEGLI INDIRIZZI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE ESERCITATO

Dettagli

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante.

Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche in forma itinerante. COMUNE DI CASTEL SAN GIORGIO Provincia di Salerno Settore Commercio ORDINANZA N 22 Castel San Giorgio lì, 24/ 02/2011 Orario di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Dettagli

Nr di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori.

Nr di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori. CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) Nr. 58 di Ord. Nr. 4251 di prot. Attività di barbiere, parrucchiere, estetista e mestieri affini: disciplina degli orari di apertura e di chiusura dei laboratori.

Dettagli

COMUNE DI ISOLA DELLA SCALA

COMUNE DI ISOLA DELLA SCALA Ord. n. 71 Prot. n. 8610/08 ORDINANZA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI PUBBLICI, DELLE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE E DI ATTIVITA PARTICOLARI. IL SINDACO Vista la

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE PARTITA IVA

COMUNE DI RAVENNA MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE PARTITA IVA AREA PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO COMMERCIO, ARTIGIANATO E PUBBLICI ESERCIZI Prot.gen. n. 116528/2008 ID. 991074044 Ravenna, 17.12.2008 ORDINANZA N. TL.2251 / 2008 I L S I N D A C O - Visto

Dettagli

Città di Potenza. Unità di Direzione Attività Produttive

Città di Potenza. Unità di Direzione Attività Produttive Città di Potenza Unità di Direzione Attività Produttive Numero 100/2017 Registro ordinanze DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEI NEGOZI E DELLE ALTRE ATTIVITA' DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO VISTI gli artt.11 e 13 del D.LGS. 31/3/98,

Dettagli

Città di Potenza N. 5 /2019 REGISTRO PROVVEDIMENTI SINDACALI

Città di Potenza N. 5 /2019 REGISTRO PROVVEDIMENTI SINDACALI Città di Potenza N. 5 /2019 REGISTRO PROVVEDIMENTI SINDACALI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI PER USO AUTOTRAZIONE ANNO 2019 IL

Dettagli

Città di Potenza. Attività Produttive SUAP Istituti di Partecipazione Politiche Giovanili Pari opportunità

Città di Potenza. Attività Produttive SUAP Istituti di Partecipazione Politiche Giovanili Pari opportunità Città di Potenza Attività Produttive SUAP Istituti di Partecipazione Politiche Giovanili Pari opportunità DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA RELATIVA AGLI IMPIANTI STRADALI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO

COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO COMUNE DI RESCALDINA PROVINCIA DI MILANO UFFICIO COMMERCIO Prot. n. 22849 A TUTTI GLI ESERCIZI DEL COMMERCIO FISSO AI TITOLARI DI PUBBLICO ESERCIZIO LORO INDIRIZZI OGGETTO: Calendario di apertura e chiusura

Dettagli

Prot. n 3961 Casaleone, lì 23/03/2006 Ns. Rif. Ord-ORARI ORDINANZA N. 16 R.O. Ai titolari di pubblici esercizi del Comune di Casaleone

Prot. n 3961 Casaleone, lì 23/03/2006 Ns. Rif. Ord-ORARI ORDINANZA N. 16 R.O. Ai titolari di pubblici esercizi del Comune di Casaleone COMUNE di CASALEONE Provincia di Verona UFFICIO COMMERCIO/TRIBUTI Via Vittorio Veneto, 61 Tel. 0442328711 Fax 0442328.740 P.IVA 00659900237 E-MAIL:tributi@comunecasaleone.it Prot. n 3961 Casaleone, lì

Dettagli

COMUNE DI POIRINO. Provincia di Torino ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL IL SINDACO

COMUNE DI POIRINO. Provincia di Torino  ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL IL SINDACO COMUNE DI POIRINO Provincia di Torino www.comune.poirino.to.it COPIA ORDINANZA RIPARTIZIONE SERVIZI ALLA POPOLAZIONE N. 95 DEL 07-07-2011 Oggetto: ORARI ESERCIZI COMMERCIALI..OMISSIS IL SINDACO ORDINA

Dettagli

Deliberazione della Giunta

Deliberazione della Giunta 7^ legislatura Deliberazione della Giunta n. 977 del 18 MAR. 2005 Presidente V. Presidente Assessori Segretario Giancarlo Fabio Sante Renato Giancarlo Marialuisa Marino Massimo Raffaele Antonio Floriano

Dettagli

Disciplina dei turni del servizio trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea (taxi) [1]

Disciplina dei turni del servizio trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea (taxi) [1] Disciplina dei turni del servizio trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea (taxi) [1] IL SINDACO Richiamata la propria ordinanza n. 23221 in data 29 aprile 2010 con la quale veniva

Dettagli

LEGGE REGIONALE 28 MARZO 1989,N. 24: Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie della Regione Abruzzo.

LEGGE REGIONALE 28 MARZO 1989,N. 24: Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie della Regione Abruzzo. LEGGE REGIONALE 28 MARZO 1989,N. 24: Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie della Regione Abruzzo. Art. 1 L'esercizio delle farmacie aperte al pubblico nel territorio della Regione

Dettagli

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI NIMIS PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI E DELLE ATTIVITA COMMERCIALI - Adottato con deliberazione di Consiglio comunale n. 44 del 27/12/2001 TITOLO

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 26 DEL REGIONE LAZIO. Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie aperte al pubblico

LEGGE REGIONALE N. 26 DEL REGIONE LAZIO. Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie aperte al pubblico 20 agosto 2002 SUPPLEMENTO ORDINARIO N. 5 al BOLLETTINO UFFICIALE N.23 Regione Lazio LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 30-07-2002 REGIONE LAZIO Disciplina dell'orario, dei turni e delle ferie delle farmacie aperte

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Reg. Ordinanze N 55 Castiglion Fiorentino, 07-05-2012 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO ASSUNTI i poteri del Sindaco in virtù del Decreto del Presidente della

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA ORDINANZA N 9 COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER LE ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE E PERLE ATTIVITA ARTIGIANALI ASSIMILATE.

Dettagli

Comune di Pozzolengo Provincia di Brescia

Comune di Pozzolengo Provincia di Brescia Comune di Pozzolengo Provincia di Brescia ORDINANZA del SINDACO in materia di orari di attività dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande Prot. n. 2494 Reg. Ord. n. 12/2005 Premesso:

Dettagli

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1]

Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1] Calendario delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali del Comune di Cremona, per l'anno 2010 [1] Attenzione: la presente ordinanza sostituisce integralmente il precedente testo pubblicato

Dettagli

C o m u n e d i M i n t u r n o Medaglia d Oro al Merito Civile D.p.r. 3/8/1998 (PROVINCIA DI LATINA)

C o m u n e d i M i n t u r n o Medaglia d Oro al Merito Civile D.p.r. 3/8/1998 (PROVINCIA DI LATINA) C o m u n e d i M i n t u r n o Medaglia d Oro al Merito Civile D.p.r. 3/8/1998 (PROVINCIA DI LATINA) Allegato alla delibera Commissariale. n. 14 del 17.01.2012 Regolamento comunale per la disciplina dell

Dettagli

Provincia di Sassari

Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari ORDINANZA SINDACALE n. 11 del 10 luglio 2008 Prot. n.4687 OGGETTO: Determinazione orario per le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DELLE ATTIVITA COMMERCIALI Approvato con delibera n. 26 del 28.06.2000 Affisso all Albo Pretorio del Comune di Carlino dal

Dettagli

ORDINANZA in materia di orari di attività dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande IL SINDACO

ORDINANZA in materia di orari di attività dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande IL SINDACO ORDINANZA in materia di orari di attività dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande Prot. n. 2723 Ord. n. 17 IL SINDACO Premesso: - che la Regione Lombardia, in attuazione degli artt.

Dettagli

COMUNE DI CERCIVENTO

COMUNE DI CERCIVENTO COMUNE DI CERCIVENTO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 20 del 23.06.2003 pubblicata all Albo Pretorio del Comune in data 24.06.2003

Dettagli

C OMUNE DI T ERNI ASSESSORATO AL COMMERCIO

C OMUNE DI T ERNI ASSESSORATO AL COMMERCIO C OMUNE DI T ERNI ASSRATO AL COMMERCIO Prot. n. 209979 Terni, 20.12.2006 OGGETTO: Determinazione degli orari di apertura al pubblico degli impianti di distribuzione carburanti per autotrazione Ordinanza.

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA

PROVINCIA DI VENEZIA PROVINCIA DI VENEZIA Proposta 2008/23/00014 GIUNTA PROVINCIALE Estratto dal verbale delle deliberazioni OGGETTO: L.r. 23 ottobre 2003, n. 23 art.5. Piano dei turni di apertura infrasettimanale, domenicale,

Dettagli

COMUNE di VOLTA MANTOVANA Provincia di Mantova

COMUNE di VOLTA MANTOVANA Provincia di Mantova COMUNE di VOLTA MANTOVANA Provincia di Mantova ORDINANZA del SINDACO in materia di orari di attività dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande Prot. n. 15989 Reg. Ord. n. 29 Premesso:

Dettagli

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE Ordinanza n 6 del 1 APRILE 2005 IL SINDACO Ritenuto opportuno prevedere una disciplina

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

CAPO I. Disciplina dell' orario, dei turni e delle ferie delle farmaciedella regione Friuli - Venezia Giulia. Art. 1. Oggetto. Art.

CAPO I. Disciplina dell' orario, dei turni e delle ferie delle farmaciedella regione Friuli - Venezia Giulia. Art. 1. Oggetto. Art. Legge regionale02 settembre 1981, n. 59 Disposizioni sul servizio farmaceutico. 1 Articolo 9 bis aggiunto da art. 7, comma 17, L. R. 13/2000 2 Articolo 4 bis aggiunto da art. 14, comma 4, L. R. 20/2004

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 09.11.2000 Modificato ed integrato con delibera di Consiglio Comunale:

Dettagli

CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010

CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010 CALENDARIO ORARI ESERCIZI COMMERCIALI ANNO 2010 Ordinanza Sindacale N. 7 del 21-01-2010 SETTORE NON ALIMENTARE 01/01/2010-20/03/2010 Orario antimeridiano 09,00-13,00 22/03/2010-30/06/2010 Orario antimeridiano

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI CAPRANICA PRENESTINA

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI CAPRANICA PRENESTINA REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI CAPRANICA PRENESTINA Approvato con deliberazione G.M. n. 79 del 27.10.2010 Articolo 1: Orario di servizio. L orario

Dettagli

Comune di Viadana Provincia di Mantova

Comune di Viadana Provincia di Mantova Ufficio Commercio e Attività Produttive Prot.n. Ordinanza n. DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI PUBBLICI DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE IL SINDACO VISTO l'art.8

Dettagli

COMUNE DI MARTELLAGO P. IVA: PROVINCIA DI VENEZIA C.F.:

COMUNE DI MARTELLAGO P. IVA: PROVINCIA DI VENEZIA C.F.: COMUNE DI MARTELLAGO P. IVA: 00809670276 PROVINCIA DI VENEZIA C.F.: 82003170279 SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE Ordinanza n. 126 18 giugno 2009 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEGLI ORARI

Dettagli

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Servizi al Cittadino RESPONSABILE: Caboni Ignazio ORDINANZA N. in data 147 24/12/2013 OGGETTO: Impianti stradali distribuzione di carburanti - turnazione

Dettagli

proposta di legge n. 289

proposta di legge n. 289 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 289 a iniziativa del Consigliere SORDONI presentata in data 2 febbraio 2009 RIORDINO DELLA NORMATIVA SUGLI ORARI DI APERTURA E SUI TURNI DI SERVIZIO

Dettagli

ORDINANZA. Rep. n. 54/2008 prot. n del 18 luglio 2008

ORDINANZA. Rep. n. 54/2008 prot. n del 18 luglio 2008 Città di Asolo Provincia di Treviso ORDINANZA Rep. n. 54/2008 prot. n. 13841 del 18 luglio 2008 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Legge Regionale

Dettagli

COMUNE DI CESENA. SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche. P.G.N /453 Cesena,

COMUNE DI CESENA. SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche. P.G.N /453 Cesena, COMUNE DI CESENA SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE Servizio Attività Economiche P.G.N. 78587/453 Cesena, 10.12.2010 ORARI D APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI DI VENDITA AL DETTAGLIO ANNO 2011

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE

COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE ID 991990283 COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE PG n. 130594/2014 ORDINANZA TL N. 1568/2014 PROGRAMMA DI INIZIATIVE PER STAGIONE BALNEARE INVERNALE 2014-2015

Dettagli

COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso

COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso Via Vittorio Veneto 23 31032Tel 0422 784511 / Fax 0422 784526 P.I. 01557090261 C.F. 80008210264 DECRETO DEL SINDACO N. 3 DEL 27-03-2006 Oggetto: modifica

Dettagli

COMUNE DI TERRANUOVA BRACCIOLINI Provincia di Arezzo ORDINANZA

COMUNE DI TERRANUOVA BRACCIOLINI Provincia di Arezzo ORDINANZA COMUNE DI TERRANUOVA BRACCIOLINI Provincia di Arezzo Servizio Attività Produttive - SUAP ORCED - 8-2018 ORDINANZA n 71/2018 del 14-06-2018 del Registro delle Ordinanze Oggetto: ORARI APERTURA E TURNI DELLE

Dettagli

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO

Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Comune di Bologna Ord. P.G. 294395/08 integrata da Ord. 106104/11 Oggetto: DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO. IL SINDACO Premesso che con propria ordinanza P.G.n.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE 1 INDICE Art. 1 Normativa di riferimento Art. 2 Denuncia di Inizio di Attività Produttiva (DIAP) Art. 3 Disposizioni

Dettagli

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010

COMUNE DI FORLI' VP/vp Prot. n. /2010 COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO GESTIONE TERRITORIALE UNITA COMMERCIO IN SEDE FISSA, ATTIVITA PRODUTTIVE ED AGRIGOLTURA VP/vp Prot. n. /2010 Oggetto: Adeguamento

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

sono pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. 1. I provvedimenti di classificazione, declassificazione

sono pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. 1. I provvedimenti di classificazione, declassificazione 10 11.8.2004 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 sul procedimento, lo approvi per quanto di competenza e richieda l emanazione del decreto regionale; b) relazione inerente le mutate condizioni

Dettagli

ORDINANZA N. 62 DEL 28/09/2016. ordinanza contingibile e urgente per la disciplina delle emissioni sonore relative al pubblico spettacolo IL SINDACO

ORDINANZA N. 62 DEL 28/09/2016. ordinanza contingibile e urgente per la disciplina delle emissioni sonore relative al pubblico spettacolo IL SINDACO Comune di San Pancrazio Salentino (Provincia di Brindisi) ORDINANZA N. 62 DEL 28/09/2016 PROT. DEL OGGETTO: ordinanza contingibile e urgente per la disciplina delle emissioni sonore relative al pubblico

Dettagli

COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA Area Servizi Amministrativi SEGRETERIA GENERALE

COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA Area Servizi Amministrativi SEGRETERIA GENERALE ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO N. 07 del Registro delle Ordinanze IL SINDACO (Lorella Lavo) VISTI l'art. 54 del DPR 24 luglio 1977 n. 616 e l art. 50 comma

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA E DEI BUONI PASTO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA E DEI BUONI PASTO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA E DEI BUONI PASTO ART. 1 - PRINCIPI GENERALI La normativa contrattuale vigente in materia del servizio mensa e dei buoni pasto per i dipendenti è contenuta negli art. 45

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL REGIONE PUGLIA Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 69 del 27 luglio 1998

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL REGIONE PUGLIA Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 69 del 27 luglio 1998 LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 22-07-1998 REGIONE PUGLIA Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 69 del 27 luglio 1998 ARTICOLO 1 "Disciplina dei turni di servizio delle farmacie" IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile

Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile COMUNE DI BARLETTA Città della Disfida Medaglia d oro al merito civile -ESERCIZI COMMERCIALI -PUBBLICI ESERCIZI -MERCATI DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA E CHIUSURA, DELLE GIORNATE DI RIPOSO SETTIMANALE

Dettagli

ORDINANZA. N. 211 del 27/04/2011.

ORDINANZA. N. 211 del 27/04/2011. COMUNE DI MONTECATINI TERME SERVIZIO SVILUPPO E AFFARI GENERALI C O P I A ORDINANZA N. 211 del 27/04/2011. OGGETTO: ORDINANZA IN MATERIA DI APERTURA E CHIUSURA DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO

Dettagli

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web:

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, Cento (FE) Web: COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via M. Provenzali, 15 44042 Cento (FE) Web: www.comune.cento.fe.it ORDINANZA DEL SINDACO n.17/2008 di repertorio IL SINDACO PREMESSO che con gli artt. 11-12-13 del

Dettagli

IL SINDACO IL SINDACO. Luigi Costi

IL SINDACO IL SINDACO. Luigi Costi Mirandola lì. 11.04.2009 Prot. 5526./8.4 Ordinanza n. 6 Oggetto: Modifica alla disposizione n.13 del 11.05.2000 prot.9314 Orari di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE

COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE ID 992181434 COMUNE DI RAVENNA AREA ECONOMIA E TERRITORIO SERVIZIO SUAP ED ATTIVITA ECONOMICHE PG n. 142090/2015 ORDINANZA TL N. 1497/2015 PROGRAMMA DI INIZIATIVE PER STAGIONE BALNEARE INVERNALE I L S

Dettagli

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI

DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI C O M U N E D I M O N T E R I G G I O N I P R O V I N C I A D I S I E N A DISCIPLINA ORARI DEGLI ESERCIZI DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE, ATTIVITA ARTIGIANALI 1 SOMMARIO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE LA DISCIPLINA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Adottato con deliberazione consiliare n.49 dd. 26 novembre 1999.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro degli Atti del Sindaco N. 13 del 15/03/2018 OGGETTO: BACINO DI UTENZA OMOGENEO - TURNO UNICO NOTTURNO/TURNAZIONE E FERIE FARMACIE DAL 12/03/2018

Dettagli

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COMUNE DI SESTU ORDINANZA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Servizi al Cittadino\Responsabile RESPONSABILE: Caboni Ignazio ORDINANZA N. in data 198 27/12/2012 OGGETTO: Impianti stradali distribuzione di carburanti

Dettagli

COMUNE DI ESINE. Provincia di Brescia. Ufficio commercio ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO

COMUNE DI ESINE. Provincia di Brescia. Ufficio commercio ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO IL SINDACO COMUNE DI ESINE Provincia di Brescia Ufficio commercio N. 78 Registro Ordinanze N. 12300 Protocollo ORARIO DI APERTURA E CHIUSURA AL PUBBLICO DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO VISTI l'art. 54 del

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno Ordinanza del Sindaco n 38 del 10/04/2012 Oggetto: ORDINANZA N. 4 DEL 15/01/2008. ORARI DI ESERCIZIO DELLE ATTIVITA ECONOMICHE DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI. LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORARI ESERCIZI COMMERCIALI

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio

COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio ORDINANZA N 30 DEL 16/12/2008 IL SINDACO Nel rispetto dei principi stabiliti: dalla Legge Regionale n. 30 del 24.12.2003

Dettagli