Computer Simulation: make visible what is invisible for the humans

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Computer Simulation: make visible what is invisible for the humans"

Transcript

1 WORKSHOP Computer Simulation: make visible what is invisible for the humans The role of Gruppo Dirigenti FIAT Presentation of the new Virtual Reality Centre in CNH Industrial Computer Simulation: make visible what is invisible for the humans Meeting the new directors of CNH Industrial 13 April 2015 Virtual Reality Center CNH Industrial San Matteo Viale delle Nazioni 55 Modena

2 Il giorno 13 Aprile la sezione del Gruppo dirigenti Fiat di Modena ha organizzato un Workshop riguardante sulle nuove frontiere della Simulazione Numerica e della Realtà Virtuale, dal titolo Make visible what is invisible for the humans, i cui sono stati illustrati i progressi ottenuti nel settore industriale dal team diretto dall ing. Gennaro Monacelli Durante l evento è stato inaugurato il nuovo Centro di Realtà Virtuale della CNH Industrial Dopo il benvenuto a tutti i partecipanti l Ing. Nevio Di Giusto ha illustrato i principi fondanti del Gruppo dirigenti Fiat, la sua evoluzione e la sua missione all interno del Gruppo Fiat. Durante l evento sono intervenuti alcuni dei principali esponenti del gruppo come il responsabile del sito di San Matteo Ing. Franco Rota, Arthur Miles segretario della Sezione di Modena. 13 April

3 L Ing. Gennaro Monacelli ha proseguito con una breve introduzione del Team di Design Analysis and Simulation di CNH Industrial da lui diretto, al fine di offrire una panoramica dei progressi fatti negli ultimi anni, attraverso un innovazione costante delle metodologie avanzate di simulazione virtuale. FOPS (Falling Object Protection System) Simulation L ing. Alessio Allevi che ha presentato alcuni esempi di Analisi FEA (Finite Element Analysis) per il calcolo strutturale e di analisi di trasmissioni per la validazione degli ingranaggi. Sono stati illustrati due esempi di prova omologativa quali FOPS (Falling Object Protection System) e ROPS (Rolling Over Protection System). Nella prova FOPS il tetto di una cabina subisce un impatto ad alto assorbimento energetico in un tempo dell ordine dei decimi di secondo mentre nella prova ROPS il frame di una cabina è soggetto a diverse spinte, laterali, frontali e verticali progressivamente. In entrambi i casi la prova si considera superata se non viene in alcun modo invaso il volume di sopravvivenza del operatore. Mentre il test fisico fornisce esclusivamente un riscontro in merito al superamento della prova, la deformazione ottenuta a calcolo permette di identificare la propagazione degli stress e il comportamento dinamico della struttura al fine di individuarne, e quindi rinforzarne, le parti più deboli. Un processo di sviluppo della cabina basato su tecniche avanzate di calcolo consente quindi di superare la prova con successo a scapito di ripetute e costose prove fisiche di omologazione. Nello stesso ambito è stato presentato un esempio di Slam Test di un cofano in cui lo stesso viene fatto cadere, a mo di chiusura, da 560 mm di altezza per 10 volte senza l aiuto delle molle a gas. Anche in questo caso, solo attraverso un test virtuale come quello presentato, permette di cogliere la distribuzione e la propagazione degli stress in quei decimi di secondo al fine di rinforzare la struttura dove necessario. 13 April

4 Infine, Allevi ha proposto due esempi di verifica della trasmissione per mezzo di moderni software che permettono di validare l intera trasmissione dal punto di vista della resistenza di ingranaggi, cuscinetti ed alberi nel rispetto della conformità a norme internazionali ISO e norme interne CNH Indutrial. Attraverso una sinergia con la metodologia FEA nell ambito delle analisi di contatto, è possibile cogliere le pressioni di contatto puntuali sulla superficie del dente e le deformazioni che il sistema subisce sotto carico. Queste grandezze sono impossibili da misurare fisicamente vista la presenza dell olio all interno della scatola cambio e di organi in movimento ad alta velocità come alberi ed ingranaggi. Anche in questo caso, tramite il test virtuale è possibile modificare i componenti migliorando la loro rigidezza sotto i carichi imposti e permettendo l apporto delle giuste correzioni microgeometriche delle dentature atte ad ottimizzare la fascia utile di contatto. 13 April

5 A seguire, Carlo De Marco ha presentato degli esempi applicativi di come metodologie relativamente più recenti come la CFD (Computational Fluid Dynamics), siano state importate, adattate ed ulteriormente sviluppate per le applicazioni di produzione CNH Indutrial. Nata per esigenze di sviluppo prodotto molto diverse da quello di interesse, come l aeronautica o l aerodinamica di vetture sportive, le tecniche di calcolo ai volumi di controllo sono sempre più sistematicamente utilizzate nella previsione a calcolo dei sistemi a fluido che equipaggiano le macchine di CNH Industrial. De Marco ha esordito presentando un esempio di validazione virtuale del sottocofano e del pacco radiante in cui la valutazione dei flussi e delle temperature dell aria coinvolta nel processo di smaltimento del calore dei sistemi a fluido viene visualizzata in modalità stereoscopica. Una tecnica di questo tipo consente di visualizzare i campi di moto dei fluidi e le principali grandezze che lo caratterizzano come pressione, velocità e turbolenza, tutte di difficile e costosa valutazione sperimentale. Tale tecnica permette, altresì, di ottenere mappe termiche simili a quelle ottenute con termocamera a infrarossi in ogni punto della macchina e non solo all esterno del cofano. E stato poi presentato un esempio di simulazione dell impianto di ventilazione cabina e di defrosting del parabrezza in cui la previsione e la valutazione a calcolo delle principali grandezze di interesse consente di ottenere informazioni sulla qualità dell impianto progettato con notevole anticipo rispetto alla disponibilità dei prototipi fisici. Terminati gli esempi di simulazione più tradizionali, il relatore ha presentato una metodologia avanzata in cui il calcolo CFD 3D è stato impiegato per una simulazione dinamica del passaggio di stato dell AdBlue (additivo per l abbattimento delle emissioni inquinanti) all interno del serbatoio. In particolare è stato presentato l avanzamento del fronte di scongelamento, punto per punto, nel tempo definito dalla normativa. Proseguendo nella descrizione dei sistemi dedicati al trattamento dei gas combusti, è stato esposto un esempio di tecniche simulative messe a punto per valutare la distribuzione dei gas sui catalizzatori, le principali grandezze termofisiche tra cui la contropressione di scarico percepita dalla turbina e, soprattutto, l iniezione di AdBlue il cui omogeneo miscelamento in seno ai gas di scarico è cruciale per ottenere un alta efficienza di conversione dei catalizzatori. A dimostrazione che l innovazione metodologica presso il Design Analysis and Simulation sia oggetto di continuo sviluppo ne è l analisi termica transitoria presentata da Luigi Smeraglia (CFD_DEM) in cui il sottocofano di un intero veicolo è stato sottoposto, in via virtuale, al test di engine shut-down, prova atta 13 April

6 a valutare il profilo di temperatura dell iniettore di AdBlue a seguito dello spegnimento del motore. Si tratta di un analisi molto onerosa dal punto di vista computazionale che ha richiesto diversi di giorni calcolo su macchine multiprocessore dedicate e che non avrebbe potuto essere portata a termine senza le risorse hardware disponibili presso i principali centri di sviluppo di CNH Industrial. Luigi Smeraglia ha, inoltre, presentato l attuale stato dell arte e le tematiche attualmente in sviluppo per l accoppiamento della Computational Fluid Dynamics (CFD) con il Discrete Element Method (DEM). La sinergia tra queste due tecniche di calcolo si rende necessaria dal momento che le principali applicazioni del Mondo Agricultural e Construction Equipment (come Combine, Hay&Forage, Excavetors, etc.) si occupano contemporaneamente della movimentazione e della gestione di componenti esterni, siano essi materiale raccolto o materiale da movimentare. L integrazione della tecnica DEM all interno delle metodologie di calcolo CFD tradizionali, permettere di ottenere risultati fondamentali per l ottimizzazione dei sistemi di taglio, racconto, cleaning e gestione del materiale residuo attraverso la valutazione di grandezze fisiche che, per le modalità o per la ridotta scala temporale cui avvengono, non sarebbero sperimentalmente misurabili. In particolare è possibile valutare le forze, e di conseguenza la potenza, richiesta per il taglio e la movimentazione del particolato, le capacità di raccolta e gestione del raccolto ottimizzando le efficienze del sistema per mezzo di riduzione delle ostruzioni, attrito ed usura. Luciano Murolo, ICT per lo sviluppo prodotto di CNH Industrial, ha esposto le tecnologie implementate nel Virtual Reality Center di San Matteo così come il gemello implementato presso la sede di Burr Ridge, dando altresì una panoramica circa i quattro centri di calcolo parallelo presenti nelle principali sedi di Sviluppo Prodotto: San Matteo. Torino, Zedelgem e Burr Ridge, atti a fornire la necessaria potenza di calcolo richiesta dalle metodologie di simulazione in uso in CNH Industrial. In sintesi, queste le caratteristiche uniche del Virtual Reality Center: proiezione ad alta definizione 4K, in entrambe le modalità mono e stereo su uno schermo di 7,6 x 4 m in retroproiezione per una visualizzazione quanto mai realistica dei prodotti di CNH Industrial in modalità immersiva, con possibilità di sharing ad alta definizione delle presentazioni con le altre Virtual Room di CNH Industrial. Attraverso questi strumenti Giuseppe Scotto di Vetta, specialista di Ergonomia e Realtà Virtuale, ha presentato diversi esempi di simulazioni condotte per mezzo di Manichino Virtuale (Jack) attraverso il quale è possibile svolgere in ambiente virtuale analisi di raggiungibilità dei comandi, analisi di visibilità dal punto di vista operatore e analisi di comfort. Nell occasione è stata presentata un operazione di Ingresso / Uscita Cabina svolta per la valutazione degli spazi di accesso, raggiungibilità dei maniglioni oltre che per la misura di numerosi parametri di comfort (es. angoli ginocchio, flessione dorso, spazio mano, ecc.). 13 April

7 A seguire è stato visualizzato, in modalità stereoscopica con occhialini 3D, un modello di Realtà Virtuale normalmente utilizzato per la presentazione di modelli in fase di Design Review, di Customer Clinic o per presentazioni di Stile. Attraverso l utilizzo di strumenti dedicati come il Tracking System, inoltre, è stato possibile presentare un esempio di analisi di serviceability in tempo reale su modello digitale 13 April

8 Sempre per mezzo dell utilizzo delle potenzialità del centro di realtà virtuale, i colleghi di Pomigliano hanno presentato una visualizzazione 3D della nuova Fiat 500 X. [..] All evento hanno partecipato circa cinquanta persone tra cui alcuni tra i più importanti manager di CNH Industrial e chi ormai in pensione, tra cui Nevio Di Giusto, Gennaro Monacelli, Barbi Dario, Emiliano Bedogni, Jacopo Mayer, Franco Rota, Enrico Sedoni Stefano Trivelli, Massimo Vincenzi, Roberto Cavani, Arthur Miles, Massimo Parenti, Gaetano Sileo, Ivano Resca, Luca Barengo, MANICARDI FULVIO, MANTOVANI GIOVANNI, MASCOLO VINCENZO, REGGIANI DOMENICO, CORDUA GIUSEPPE, BARBATI Paolo, CORRADINI Federico, CROCETTI Norberto, DALLOLI Giovanni, FICARELLI Paolo, FOGLIANI Enzo, MILES Arthur, MASINO Chiaffredo, ROMANO Giulio, ROSSI Ermanno, SCOTTI Alessandro, TODESCA Salvatore, TONDELLI Rinaldo, ZANAZZO Paolo, ZUCCOTTI Francesco, MASCOLO VINCENZO, WALTER NESCI, TORELLI ANTONELLO, TONIATO GIOVANNI, BOERO VITTORIO, CARPENTIERE SERGIO, BERRETTA ALESSIO, CAMPBELL STUART JAMES, CAVAZZUTI ALBERTO, FRONGILLO ANGELO, MANICARDI MATTIA, MASELLI ANDREA, MOORE PAOLO, MORANDI MASSIMO, PIZZI PAOLO, VEZZALI FRANCESCO, SANTOVITO FABIO, MONTANARI ARMANDO, Bondesan Ferruccio, Formento Gianfelice, Gaido Massimo, DE BENEDETTO Raffaele, FERRARI Stefano, ANDRIESSE DIRK CORNELIS, CINI UMBERTO MARIA, COSSU EZIO, GANDIGLIO FEDERICO, KLUZER DAVIDE, LUISE GIOVANNI, ORVIETANI BENEDETTO, RITZU ALESSANDRO, ALDO MAGGIORE, SERGIO MASSUCCO, JAMES CHAPP, AZZALINI GABRIELE CAMPBELL STUART. La manifestazione si è conclusa con la proiezione delle nuove frontiere nell ambito della Realtà Virtuale durante la quale Virtalis, una delle società Leader nel Settore della visualizzazione 3D, ha dato la possibilità a tutti i partecipanti di testare direttamente strumenti avanzati di Realtà Virtuale come il caschetto interattivo Oculus. 13 April

MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE

MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE Stefano Frigo, Ettore Musu, Riccardo Rossi, Roberto Gentili (Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi) Montecatini Terme,

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Braccio Σ Yanmar. Midi-escavatore

Braccio Σ Yanmar. Midi-escavatore Midi-escavatore Braccio Σ Yanmar Il nuovo midi-escavatore B7Σ, con il braccio articolato in tre punti unisce tutti i vantaggi operativi fino ad ora ottenibili solo parzialmente da ogni singola tipologia

Dettagli

SUITE SOLIDWORKS SIMULATION

SUITE SOLIDWORKS SIMULATION SUITE SOLIDWORKS SIMULATION SOLUZIONI PER LA PROGETTAZIONE 3D DESIGN E PROGETTAZIONE TECNICA 3D BASATI SULLA SIMULAZIONE Le aziende di produzione in tutti i settori hanno trasformato la simulazione virtuale

Dettagli

DTI SUPSI. Corso: Produrre energia con il vento - DACD SUPSI. Maurizio Barbato ; Davide Montorfano - DTI SUPSI

DTI SUPSI. Corso: Produrre energia con il vento - DACD SUPSI. Maurizio Barbato ; Davide Montorfano - DTI SUPSI DTI / ICIMSI / PRODURRE ENERGIA CON IL VENTO PROGETTO DTI SUPSI 1 Progetto Generatore Eolico DTI SUPSI Corso: Produrre energia con il vento - DACD SUPSI Maurizio Barbato ; Davide Montorfano - DTI SUPSI

Dettagli

> SVILUPPO SOFTWARE PER IL CALCOLO IMPIANTI DI POTENZA

> SVILUPPO SOFTWARE PER IL CALCOLO IMPIANTI DI POTENZA Località Piacenza Doc. n. R 4.1/1 CONSORZIO LEAP Laboratorio Energia Ambiente Piacenza Progetto ECATE Rev. 0 Progetto E.C.A.T.E. Efficienza e Compatibilità Ambientale delle Tecnologie Energetiche > SVILUPPO

Dettagli

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania

Progetto SOLAR. Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania Progetto SOLAR Prototipo Eliostato realizzato dall'unità Operativa di Catania L Unità Operativa di Catania, afferente al Dipartimento di Ingegneria Industriale, nell ambito del progetto SOLAR prevede lo

Dettagli

Termografia in edilizia: corso di 1 e 2 livello secondo EN ISO 9712:2012 marzo-aprile 2013 (48 ore) Milano

Termografia in edilizia: corso di 1 e 2 livello secondo EN ISO 9712:2012 marzo-aprile 2013 (48 ore) Milano Termografia in edilizia: corso di 1 e 2 livello secondo EN ISO 9712:2012 marzo-aprile 2013 (48 ore) Milano Con il patrocinio Introduzione Il corso, alla sua terza edizione, ha come obiettivo la formazione

Dettagli

Macchine ed impianti dell industria alimentare: strumenti e metodologie avanzate di progettazione ed analisi delle prestazioni

Macchine ed impianti dell industria alimentare: strumenti e metodologie avanzate di progettazione ed analisi delle prestazioni Macchine ed impianti dell industria alimentare: strumenti e metodologie avanzate di progettazione ed analisi delle prestazioni Agenda A. La simulazione a supporto dell innovazione industriale Case studies

Dettagli

Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi

Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi Ing. Davide Palumbo Prof. Ing. Umberto Galietti Politecnico di Bari, Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management

Dettagli

Universita degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Universita degli Studi di Modena e Reggio Emilia Universita degli Studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Civile Laboratorio SIMECH Calcolo agli elementi finiti per la simulazione delle superfici in contatto di ingranaggi

Dettagli

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions CARRIER 2365 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Trasportatore Yanmar, prestazioni ottimali su ogni tipo di terreno. Caratteristiche principali > Dimensioni compatte : Larghezza globale ridotta a

Dettagli

Il ruolo dell ICT nello Sviluppo del Prodotto Automotive

Il ruolo dell ICT nello Sviluppo del Prodotto Automotive Il ruolo dell ICT nello Sviluppo del Prodotto Automotive Università degli Studi di Salerno 11 marzo 2013 Aldo Maggiore 20 Novembre, 2010 Brands 2 L Auto: un prodotto complesso 3 La «catena del valore»

Dettagli

L Intervista. ANSYS: simulazione CAE multi-fisica. con Carlo Gomarasca. a cura di Patrizia Mantovani. Dottor Gomarasca, ANSYS compie 40 anni...

L Intervista. ANSYS: simulazione CAE multi-fisica. con Carlo Gomarasca. a cura di Patrizia Mantovani. Dottor Gomarasca, ANSYS compie 40 anni... L Intervista ANSYS: simulazione CAE multi-fisica con Carlo Gomarasca a cura di Patrizia Mantovani ANSYS Inc., fondata nel 1970, sviluppa e commercializza software di simulazione utilizzati da progettisti

Dettagli

CORSO DI TERMOGRAFIA DI LIVELLO 1 e 2 UNI EN 473

CORSO DI TERMOGRAFIA DI LIVELLO 1 e 2 UNI EN 473 CORSO DI TERMOGRAFIA DI LIVELLO 1 e 2 UNI EN 473 Luoghi e orari: Prezzi*: Start 17-09-2012 09:00 End 21-09-2012 17:00 Location Roma Spaces left 15 Base fee: 1,500.00 prezzo di esame: 350.00 prezzo del

Dettagli

Termografia in edilizia: 1 e 2 livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 Cuneo novembre/dicembre 2015 L'obiettivo del corso A chi si rivolge

Termografia in edilizia: 1 e 2 livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 Cuneo novembre/dicembre 2015 L'obiettivo del corso A chi si rivolge Corso: Termografia in edilizia: 1 e 2 livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 Tecnica e pratica per la corretta impostazione dell indagine termografica + workshop per la diagnosi strumentale sull edificio

Dettagli

MODUTECH. La prima mossa per essere competitivi. Modutech

MODUTECH. La prima mossa per essere competitivi. Modutech MODUTECH La prima mossa per essere competitivi Le nostre attività R&D sulla base del know-how aziendale Simulazione di processi complessi Progettazione completa con sistemi CAD-CAE Analisi fluidodinamiche,

Dettagli

Ingegneria e simulazione di componenti in LSR

Ingegneria e simulazione di componenti in LSR Ingegneria e simulazione di componenti in LSR Andrea Romeo Consorzio Proplast Responsabile Area Ingegneria Il silicone liquido LSR Galliate, 22 settembre 2015 Ingegneria di prodotto e di processo Simulazioni

Dettagli

CNR INSEAN - Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale

CNR INSEAN - Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale CNR INSEAN - Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale INSEAN 01 - Stabilità idrodinamica di scafi ad alta velocità... 2 INSEAN 02 - Stima delle caratteristiche di resistenza e

Dettagli

PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING.

PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING. PIÙ CHILOMETRI, MENO CONSUMI CON IVECO DRIVER TRAINING. Iveco conferma di essere a fianco dei propri clienti con i corsi di guida economica, uno strumento concreto per aumentare le proprie competenze,

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Prof. S. Pascuzzi 1 Motori endotermici 2 Il motore endotermico L energia da legame chimico, posseduta dai combustibili

Dettagli

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO Alma Mater Studiorum - Università di Bologna SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN

Dettagli

Indagini termografiche

Indagini termografiche Indagini termografiche informazioni sintetiche sulle possibili applicazioni in ambito edile, impiantistico ed industriale Servizi di Termografia dbabitat srl fornisce il servizio di analisi, indagine e

Dettagli

I drive per gli azionamenti efficienti

I drive per gli azionamenti efficienti I drive per gli azionamenti efficienti Ing. Paolo Colombo Gruppo Azionamenti elettrici -ANIE Automazione Energy Media Event Italia 2014 Diageo (CN) 22 Ottobre 2014 Federazione ANIE Federazione Nazionale

Dettagli

Mission. Vision. Realizzare prodotti innovativi per utilizzare al meglio fonti energetiche alternative e a basso impatto ambientale

Mission. Vision. Realizzare prodotti innovativi per utilizzare al meglio fonti energetiche alternative e a basso impatto ambientale Mission Realizzare prodotti innovativi per utilizzare al meglio fonti energetiche alternative e a basso impatto ambientale Vision Promuovere la mobilità sostenibile nel rispetto dell ambiente La Sede 4.000

Dettagli

AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI

AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI AL CONEXPO FPT INDUSTRIAL PRESENTA GLI ULTIMI PROPULSORI PER MACCHINE DA COSTRUZIONE E LE PROPRIE INNOVATIVE SOLUZIONI IN MATERIA DI EMISSIONI Torino, Febbraio 2014 FPT Industrial, leader mondiale nella

Dettagli

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE L esperienza di lettura, analisi e consulenza online inerente Siriorienta.it ha rappresentato, nei mesi di Dicembre e Gennaio (2006 e 2007) un valido strumento di primo contatto

Dettagli

TROFEO TRADE OFF & VALSUGANA VETRI s.n.c. Passo Brocon - Marande

TROFEO TRADE OFF & VALSUGANA VETRI s.n.c. Passo Brocon - Marande PORTE 29 ORA DI 14:00 METEO : NUVOLOSO NEVE : COMPATTA TEMPERATURA P : 1 TEMPERATURA : 3 Super Baby Maschile 1 2 LICIARDIELLO FILIPPO 2008 SC TEZZE 1:41.09 2 1 D'INCA' LORENZO 2009 SC STRIGNO 2:52.69 1:11.60

Dettagli

La propulsione navale

La propulsione navale Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Lecce In condizioni di moto uniforme la spinta deve uguagliare la resistenza globale incontrata nell avanzamento della nave (che dipende dalle proprietà

Dettagli

ALLEGATO 1B - ELENCO DEGLI STUDENTI IDONEI E NON ASSEGNATARI - A.A. 2013/2014

ALLEGATO 1B - ELENCO DEGLI STUDENTI IDONEI E NON ASSEGNATARI - A.A. 2013/2014 ALLEGATO 1B - ELENCO DEGLI STUDENTI IDONEI E NON ASSEGNATARI - A.A. 2013/2014 MATRICOLA COGNOME NOME TIPO CORSO PUNTEGGIO GRADUATORIA ASSEGNAZIONE GRADUATORIA M65000268 PAPILLO LORENZO LM M65000284 AMBROSIO

Dettagli

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero)

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero) Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK (Dir. Prof. Angelo Montenero) Lo spreco alimentare Nel mondo: Viene sprecato 1/3 del cibo prodotto Lo spreco equivale a 1,3 miliardi

Dettagli

Riscaldamento efficiente di manti in conglomerato bituminoso Riscaldatrice HM 4500

Riscaldamento efficiente di manti in conglomerato bituminoso Riscaldatrice HM 4500 Riscaldamento efficiente di manti in conglomerato bituminoso Riscaldatrice HM 4500 L HM 4500 riscalda i manti in conglomerato bituminoso ammalorati Perfetto lavoro di squadra con il Remixer 4500 Per il

Dettagli

I drive per gli azionamenti efficienti Ing. Paolo Colombo Gruppo Azionamenti elettrici - ANIE Automazione

I drive per gli azionamenti efficienti Ing. Paolo Colombo Gruppo Azionamenti elettrici - ANIE Automazione I drive per gli azionamenti efficienti Ing. Paolo Colombo Gruppo Azionamenti elettrici - ANIE Automazione EFFICIENZ@ENERGETICA OGGI E DOMANI Modena, 29 Aprile 2014 Federazione ANIE Federazione Nazionale

Dettagli

SIMULAZIONI LTCA MEDIANTE METODI F.E.M. PER L ANALISI DI INGRANAGGI CILINDRICI A DENTI DRITTI

SIMULAZIONI LTCA MEDIANTE METODI F.E.M. PER L ANALISI DI INGRANAGGI CILINDRICI A DENTI DRITTI Autori: SIMULAZIONI LTCA MEDIANTE METODI F.E.M. PER L ANALISI DI INGRANAGGI CILINDRICI A DENTI DRITTI Marco Beghini Fabio Presicce Ciro Santus Marco Facchini Collaborazione fra DIMNP, Università di Pisa

Dettagli

La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici

La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici Ing. Filippo Palo, XC Engineering Srl Ing. Raul Pirovano, XC Engineering Srl

Dettagli

Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Tecnologia delle Giranti

Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Tecnologia delle Giranti Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione Tecnologia delle Giranti Ricerca e Sviluppo La Chiave per Disegnare Giranti Efficienti Girante Lightnin A6000 in funzionamento nel laboratorio laser La chiave

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

DATA DI TITOLO DI STUDIO

DATA DI TITOLO DI STUDIO CORSO COGNOME NOME DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA TITOLO DI STUDIO AMMESSO /NON AMMESSO GIORNO SELEZIONI NOTE TRASFORMAZIONE ALAIA CIRO 03/09/1993 NAPOLI DIPLOMA 20/06/2014 ORE 16.30 TRASFORMAZIONE ALBERINI

Dettagli

RELAZIONE FINALE II ANNO

RELAZIONE FINALE II ANNO RELAZIONE FINALE II ANNO Dottorato in Ingegneria delle Macchine (DRIMA) XXIII Ciclo Politecnico Di Bari Fabio De Bellis Relatore: Prof. L.A. Catalano Simulazione CFD ed ottimizzazione di turbine eoliche

Dettagli

N diploma DATA RILASCIO NOME REGIONE QUALIFICA 14/006 19/04/2014 IACONO ROSARIO PUGLIA ALLENATORE KYUSHO JITSU 09/101 07/11/2009 ALICE CRACCO

N diploma DATA RILASCIO NOME REGIONE QUALIFICA 14/006 19/04/2014 IACONO ROSARIO PUGLIA ALLENATORE KYUSHO JITSU 09/101 07/11/2009 ALICE CRACCO N diploma DATA RILASCIO NOME REGIONE QUALIFICA 14/006 19/04/2014 IACONO ROSARIO PUGLIA ALLENATORE KYUSHO JITSU 09/101 07/11/2009 ALICE CRACCO PIEMONTE ALLENATORE 10/214 06/06/2010 ANDREA ROMENELLO PIEMONTE

Dettagli

Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.)

Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.) Oggetto: Esito delle valutazioni operate dalla giuria del Premio MIMOS 2013 (V ed.) I - COMMISSIONE E PARTECIPAZIONE La Commissione, presieduta dall'ing. Francesca De Crescenzio (Università di Bologna),è

Dettagli

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione LA TERMOGRAFIA La termografia IR è una tecnica di indagine non distruttiva (non sussistono alterazioni in seguito alla verifica) e non invasiva (non vi è contatto tra attrezzatura e oggetto da esaminare),

Dettagli

TROFEO GIOVANNI AGNELLI Organizzazione : SISPORT FIAT in collaborazione con Ce.D.A.S.

TROFEO GIOVANNI AGNELLI Organizzazione : SISPORT FIAT in collaborazione con Ce.D.A.S. TROFEO GIOVANNI AGNELLI Organizzazione : SISPORT FIAT in collaborazione con Ce.D.A.S. Comunicato n 56 Torino, 18 maggio 2014 Nuoto maschile RISULTATI ED OMOLOGAZIONE GARE DI SABATO 9 MAGGIO 2015 In base

Dettagli

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo 304.5 Miniescavatore idraulico Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale Potenza netta al volano 28 kw/38 hp Peso operativo Con cabina 4595 kg Con tettuccio 4475 kg Miniescavatore idraulico 304.5

Dettagli

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti A cura di M. Aliberti L ENERGIA Spunti per la ricerca Che cos è l energia? Come si manifesta concretamente l energia? Quali forme può assumere? E possibile passare da una forma di energia all altra? Con

Dettagli

560 HY WS POWERSAFE. frizione idraulica brevettata PowerSafe. trasmissione idrostatica di avanzamento a variazione continua con 2 gamme di velocità.

560 HY WS POWERSAFE. frizione idraulica brevettata PowerSafe. trasmissione idrostatica di avanzamento a variazione continua con 2 gamme di velocità. 560 HY WS lingua 560 HY WS POWERSAFE Dalla tecnologia Ferrari e dall esperienza maturata in tanti anni di studio e di lavoro nasce la 560 HY WS PowerSafe, monoasse polivalente con trazione idrostatica

Dettagli

8/6/2014 - RIVARA di San Felice S/P CAMPIONATO ITALIANO STRADA 2^ SERIE UISP

8/6/2014 - RIVARA di San Felice S/P CAMPIONATO ITALIANO STRADA 2^ SERIE UISP 8/6/2014 - RIVARA di San Felice S/P Categoria P1 (1^ Serie UISP + Consulta) 1 97 VERRASCINA MICHELE PALETTI UISP 2 81 VACCARI MATTIA ALESSI FCI 3 90 BENEDETTO DAVIDE CREVALCORESE UISP 4 91 PANTETTI MAURO

Dettagli

Servizi di Analisi Termica Quali aspettative?

Servizi di Analisi Termica Quali aspettative? Servizi di Analisi Termica Quali aspettative? Con la miniaturizzazione dell elettronica, la sempre maggiore varietà di funzioni e le crescenti esigenze di velocità, ad ogni progettista elettronico accade,

Dettagli

PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI

PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI PROGETTAZIONE MECCANICA e COSTRUZIONE di PROTOTIPI, CALCOLI STRUTTURALI, ANALISI FLUIDODINAMICA E TERMICA, PROGETTAZIONE e COSTRUZIONE di BANCHI PROVA, SVILUPPO di SOFTWARE INGEGNERISTICO ITERA è una società

Dettagli

Il peso, un argomento per i vostri risparmi energetici

Il peso, un argomento per i vostri risparmi energetici Il peso, un argomento per i vostri risparmi energetici SEMIRIMORCHIO IL MIGLIOR PARTNER PER RISPAMIARE ENERGIA Affidabilità e robustezza, SR2 Green Liner è ideato appositamente per il trasporto frigorifero

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Tesi di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale A.A. 2011/2012 CFD

Dettagli

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Corso di formazione ed aggiornamento professionale per Energy Managers-Trenitalia BOLOGNA 15-16 Giugno 2011 METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Ing. Nino Di Franco ENEA-UTEE-IND IL CONTROLLO DELLA

Dettagli

Energy Saving Solutions COGENERAZIONE CHP

Energy Saving Solutions COGENERAZIONE CHP Energy Saving Solutions COGENERAZIONE CHP Energy Saving Solutions IBT È PARTNER ESCLUSIVO PER L ITALIA DELLA SOCIETÀ CALIFORNIANA CAPSTONE TURBINE CORPORATION, LEADER MONDIALE NELLA TECNOLOGIA DEI SISTEMI

Dettagli

Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico

Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico I corsi DesignBuilder costituiscono un fondamentale strumento di apprendimento

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Progetto SOLARBUILD. Chivasso, 16/9/2014. Programma Operativo Regionale. Asse 1. Competitività regionale e occupazione. Attività F.E.S.R.

Progetto SOLARBUILD. Chivasso, 16/9/2014. Programma Operativo Regionale. Asse 1. Competitività regionale e occupazione. Attività F.E.S.R. Progetto SOLARBUILD Chivasso, 16/9/2014 Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e PMI

Dettagli

OTTOBRE-DICEMBRE 2014

OTTOBRE-DICEMBRE 2014 ANNO 19 nr. 3-2014 OTTOBRE-DICEMBRE 2014 NOTIZIARIO TECNICO PERIODICO DEL COLLEGIO PERITI INDUSTRIALI E E DEI DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLE DELLE PROVINCE DI DI ALESSANDRIA, ASTI, ASTI, TORINO

Dettagli

BORSE DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/10

BORSE DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/10 BORSE DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/10 Consegna Borse di Studio Aula Magna ITIS NOBILI sede della premiazione Foto di gruppo BORSE DI STUDIO OFFERTE DALLA DITTA AMT Barbato Stefania 4^T Asta Giada 5^T

Dettagli

Stabilizzatrici MPH 125 FLEXMIX: LA NUOVA FRONTIERA DELLA PRODUTTIVITÀ

Stabilizzatrici MPH 125 FLEXMIX: LA NUOVA FRONTIERA DELLA PRODUTTIVITÀ Bomag MPH 125 assicura il successo nella stabilizzazione e nel riciclaggio a freddo grazie alla sua flessibilità d impiego, all elevata produttività giornaliera e ai ridotti costi di manutenzione Macchine

Dettagli

FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile, PhD Direttore del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco

FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile, PhD Direttore del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco DIPARIMENTO DEI VIGLI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVULE Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile,

Dettagli

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Parte 1 a - Concetti di base 1.0.0 - Natura del calore 1.1.0 - misura del calore: - strumentazione - scale

Dettagli

Engineering Computation. 2002 Analisi mediante gli Elementi Finiti

Engineering Computation. 2002 Analisi mediante gli Elementi Finiti Engineering Computation Vol. 1 N. 1 2002 Analisi mediante gli Elementi Finiti Marzo ITERA S.r.l. è una società di ingegneria che da molti anni opera nel mercato della simulazione numerica. Una delle attività

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY 0 1 PREMESSA Questo coreassy è stata prodotto e collaudato secondo gli schemi della norma UNI EN ISO 9001:2008 e risulta essere perfettamente intercambiabile all originale.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria COSTRUZIONE DI MACCHINE Prof. Sergio Baragetti Allievi del corso di Laurea in Ingegneria Gestionale (VO) Testi delle esercitazioni per l Anno Accademico

Dettagli

SCIENZE POLITICHE. Crediti Crediti Punteggio. Studente Matricola Facoltà Corso di Laurea Media

SCIENZE POLITICHE. Crediti Crediti Punteggio. Studente Matricola Facoltà Corso di Laurea Media POLITICHE GRADUATORIE DEFINITIVE Gli studenti evidenziati in rosso dovranno presentarsi il giorno 06 maggio, dalle ore 12:30 alle ore 14:30, presso la Sala del Consiglio di, Edificio Polifunzionale, per

Dettagli

Acquisire le conoscenze propedeutiche alle tematiche che saranno trattate in corsi successivi:

Acquisire le conoscenze propedeutiche alle tematiche che saranno trattate in corsi successivi: 1 Acquisire i principi e le metodologie che si impiegano nella moderna ingegneria per la progettazione strutturale e funzionale delle macchine e dei sistemi meccanici. Acquisire le conoscenze propedeutiche

Dettagli

MIDI-ESCAVATORE SV100-1A. 9625/9825 kg. Call for Yanmar solutions

MIDI-ESCAVATORE SV100-1A. 9625/9825 kg. Call for Yanmar solutions MIDI-ESCAVATORE 9625/9825 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA L : il compromesso ideale tra prestazioni straordinarie, grande versatilità e consumi ridotti. L unico midi-escavatore a ingombro ridotto

Dettagli

POMPE DI CALORE KITA Approfondimento tecnico

POMPE DI CALORE KITA Approfondimento tecnico POMPE DI CALORE KITA Approfondimento tecnico Approfondimento tecnico sulle scelte progettuali Compressore singolo ermetico trascinato tramite motore BLDC inverter. Il compressore è il cuore della pompa

Dettagli

I pannelli solari Lsk-P e Lsk-T sono certificati CE e UNI EN 12975. 000415900041590 LSKC 300 T 2 Installazione per tetto a falda inclinato

I pannelli solari Lsk-P e Lsk-T sono certificati CE e UNI EN 12975. 000415900041590 LSKC 300 T 2 Installazione per tetto a falda inclinato Lskc T Lskc P Semplice soluzione d'impianto per la produzione di acqua calda sanitaria a circolazione naturale. Pannelli solari verticali Piastra captante in alluminio selettivo e tubi in rame: assorbimento

Dettagli

3 ANNO. COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Progettare strutture ed organi meccanici

3 ANNO. COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Progettare strutture ed organi meccanici PECUP SECONDO BIENNIO (3 E 4 ANNO) Meccanica, Meccatronica ed Energia Articolazione: Meccanica e Meccatronica Disciplina: Meccanica, Macchine ed Energia 3 ANNO Macro-competenze A Progettare strutture,

Dettagli

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica Relatore dott.ing.massimo Carratù Le ragioni dell interesse crescente sull auto elettrica Benefici Ambientali Raggiungimento obiettivi di riduzione

Dettagli

E proprio in questa fase che si generano le usure sopra indicate.

E proprio in questa fase che si generano le usure sopra indicate. DESCRIZIONE Il SYNECO START-STOP SYSTEM è un additivo per olio motore, sviluppato per essere impiegato su veicoli, sia Benzina che Diesel, dotati di Sistema Start e Stop. L introduzione sul mercato di

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

ALTA FORMAZIONE FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN ITALIA

ALTA FORMAZIONE FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN ITALIA MITOS Management Innovativo delle Tecnologie per l Organizzazione Sanitaria CORSO DI QUARTA EDIZIONE ALTA FORMAZIONE FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN ITALIA a.a. 2013-2014 Urbino 5-9 maggio 2014 Napoli

Dettagli

CASE HISTORY: Progetto WF01

CASE HISTORY: Progetto WF01 CASE HISTORY: Progetto WF01 Il progetto Il progetto descritto nasce, ad inizio 2009, dalla volontà del Team Cliente di realizzare una vettura sport interamente in fibra di carbonio (compatibilmente con

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA ENERGIA, ACQUA, LEGNO: TECNOLOGIE E TUTELA AMBIENTALE NELL'AMBITO DEL PROGETTO STRATEGICO RENERFOR TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA Ing. Roberta ROBERTO UTTS ENEA C.R. Saluggia roberta.roberto@enea.it

Dettagli

Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo

Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo 1 Prefazione Lo scopo principale di queste cabine è quello di ottenere

Dettagli

Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare

Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare Agenda A. La simulazione a supporto dell innovazione industriale Case studies di successo 1. Processo di stagionatura

Dettagli

Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea

Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea 1 Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea CONVEGNI E WORKSHOP della manifestazione programma preliminare 12 e 13 Novembre 2012 Palazzo di Ateneo e Centro

Dettagli

ARTICOLAZIONE DELLE FASI

ARTICOLAZIONE DELLE FASI ARTICOLAZIONE DELLE FASI 1.1 DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE DI PRODOTTO IL punto di partenza delle attività previste è la definizione delle missioni di riferimento per il veicolo ibrido bimodale da adibire

Dettagli

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE.

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE. ECO -FRIENDLY FRIGERANT G AQUA 2 pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL f i n a n z i a i a r >>> POMPE DI CALORE POMPE DI CALORE > I VANTAGGI DEL

Dettagli

Soffianti ad albero libero, senza motore Serie SN a tre lobi

Soffianti ad albero libero, senza motore Serie SN a tre lobi Soffianti ad albero libero, senza motore Serie SN a tre lobi Soffianti senza motore Serie SN Ingersoll Rand offre una vasta gamma di soffianti volumetriche a tre lobi per comprimere aria e altri gas neutri

Dettagli

più rispetto per l ambiente, più valore al tuo iveco. VEICOLI EURO 3

più rispetto per l ambiente, più valore al tuo iveco. VEICOLI EURO 3 più rispetto per l ambiente, più valore al tuo iveco. kit RETROFIT DPF IVECO VEICOLI EURO 3 La salvaguardia dell ambiente è ormai divenuta una realtà e le leggi europee stanno diventando sempre più stringenti

Dettagli

Il termovalorizzatore del territorio di Forlì

Il termovalorizzatore del territorio di Forlì Il termovalorizzatore del territorio di Forlì Il termovalorizzatore del territorio di Forlì Cos è la termovalorizzazione Come funziona la termovalorizzazione Realizzato nel 2008 secondo le più moderne

Dettagli

Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi

Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi Gli strumenti per la misura di temperatura negli impianti industriali sono soggetti

Dettagli

GAMMA INDUSTRIALE PER APPLICAZIONI MOVIMENTO TERRA. LA FORZA DELL INNOVAZIONE.

GAMMA INDUSTRIALE PER APPLICAZIONI MOVIMENTO TERRA. LA FORZA DELL INNOVAZIONE. GAMMA INDUSTRIALE PER APPLICAZIONI MOVIMENTO TERRA. LA FORZA DELL INNOVAZIONE. Tier 4 interim/stage IIIB. Energia pulita per motori da 130kW (174 cv) e oltre. Powering the future Energia pulita. Durante

Dettagli

Macchine e Sistemi Energetici

Macchine e Sistemi Energetici Macchine e Sistemi Energetici Coordinatore: Prof. Roberto Bettocchi Determinazione delle prestazioni per macchine motrici / operatrici Progettazione fluidodinamica di ventilatori, compressori e pompe SIMULAZIONE

Dettagli

Le pale compatte Wacker Neuson. 501s 701s 901s 1101c: potenti in ogni categoria di peso.

Le pale compatte Wacker Neuson. 501s 701s 901s 1101c: potenti in ogni categoria di peso. DOTAZIONE DI SERIE 501s MOTORE Motore diesel YANMAR a 3 cilindri raffreddato ad acqua SISTEMA IDRAULICO Posizione flottante del braccio di sollevamento Freno di parcheggio idraulico Idraulica frontale

Dettagli

Tecnopolimeri nel sottocofano

Tecnopolimeri nel sottocofano Tecnopolimeri nel sottocofano Il sottocofano dell auto costituisce una componente particolarmente difficile da trattare, sia per la sollecitazione ad alte temperature (spesso sopra i 100 C) sia per la

Dettagli

D. Nicolini, A. Fontanella, E. Giovannini. Report RdS/PAR2013/173 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

D. Nicolini, A. Fontanella, E. Giovannini. Report RdS/PAR2013/173 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi fluidodinamica CFD su dispositivi a colonna d acqua oscillante OWC -

Dettagli

Quale modello di sviluppo per la fabbrica intelligente L esperienza Fiat Chrysler Automobiles

Quale modello di sviluppo per la fabbrica intelligente L esperienza Fiat Chrysler Automobiles Martedì 11 novembre 2014 AULA MAGNA Quale modello di sviluppo per il SETTORE MANIFATTURIERO in Europa? Quale modello di sviluppo per la fabbrica intelligente L esperienza Fiat Chrysler Automobiles Ing.

Dettagli

MIDI ESCAVATORE. Peso operativo macchina kg * * incluso pieno di carburante, liquidi idraulici e operatore; 8626 8861 escluso attacco e benna

MIDI ESCAVATORE. Peso operativo macchina kg * * incluso pieno di carburante, liquidi idraulici e operatore; 8626 8861 escluso attacco e benna TB 290 TB 290 Takeuchi presenta al mondo nel 1971 il primo mezzo compatto con brandeggio e torretta girevole a 360 e da inizio ad una nuova era nelle macchine movimento terra. La vasta gamma di minipale

Dettagli

MODULO di FIRE INVESTIGATION

MODULO di FIRE INVESTIGATION MODULO di FIRE INVESTIGATION Italian Fire Investigation C.do Provinciale dei Vigili del Fuoco Milano Esempi con software applicativi Structural Fire Investigation Sapienza University of Rome School of

Dettagli

AZIONI SULLE COSTRUZIONI, CARICHI VENTO, NEVE. Maurizio Orlando

AZIONI SULLE COSTRUZIONI, CARICHI VENTO, NEVE. Maurizio Orlando AZIONI SULLE COSTRUZIONI, CARICHI PERMANENTI, CARICHI VARIABILI DI ESERCIZIO, VENTO, NEVE Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale - Università degli Studi di Firenze www.dicea.unifi.it/maurizio.orlando

Dettagli

Multi-Tool Le pale compatte Wacker Neuson 501s 701s 701sp

Multi-Tool Le pale compatte Wacker Neuson 501s 701s 701sp Multi-Tool Le pale compatte Wacker Neuson 501s 701s 701sp Le agili e versatili macchine per attrezzi 501s e 701s(p) per parco macchine a noleggio, cantiere, industria e agricoltura. POTENTI PALE COMPATTE

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain

Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Creatori di Eccellenza nella Supply Chain Chi siamo Essere innovativi ma concreti, scommettere assieme sui risultati. Fare le cose che servono per creare valore nel miglior modo possibile. Questa è Makeitalia.

Dettagli

Cogenerazione: tecnologie a confronto

Cogenerazione: tecnologie a confronto CESI RICERCA Cogenerazione: tecnologie a confronto MILANO 8 ottobre 2008 Fabio Armanasco fabio.armanasco@cesiricerca.it 1. Definizione di CHP 2. Motori primi convenzionali Turbine a vapore Turbine a gas

Dettagli