Strumenti e tecniche di caratterizzazione degli odori negli impianti di depurazione! T. Zarra, V. Naddeo, V. Belgiorno!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Strumenti e tecniche di caratterizzazione degli odori negli impianti di depurazione! T. Zarra, V. Naddeo, V. Belgiorno!"

Transcript

1 Strumenti e tecniche di caratterizzazione degli odori negli impianti di depurazione! T. Zarra, V. Naddeo, V. Belgiorno!

2 Il Gruppo di Ricerca! Full Professor Vincenzo BELGIORNO Lecturers Vincenzo NADDEO Luigi RIZZO Lab Supervisor Tiziano ZARRA Research Fellows Alessandra CESARO Fabiola FILADORO Stefano GIULIANI Lab Technician Paolo NAPODANO Ph.D. Students Davide SCANNAPIECO Anna FARINA Mona F. SECONDES Moriel PRADO Roberta MAFFETTONE Antonino FIORENTINO Mary A. PANDAN

3 Il Laboratorio del SEED LABORATORIO ANALITICO Acque potabili Acque Reflue Rifiuti Soliti Tossicologia ambientale Analisi microbiologiche Monitoraggio Aria Stazione Sperimentale per il Trattamento delle acque reflue

4 Prodotti della ricerca UDINO (Ultrasound Disinfection and Nom removal) UDINO-cUV (Ultrasound Disinfection and Nom removal in combination with UV light) AUP (Advanced Ultrasound Disinfection and Nom removal in combination with nanoparticles) USAMe Ultrasound, Adsorption, Membrane SeedOA Sanitary Environmental Engineering Device to Odour Assessment Negli ultimi 5 anni oltre 70 pubblicazioni su riviste ISI. N. 5 Brevetti tecnologici

5 Filoni di ricerca e consulenza scientifica del SEED sugli odori! Sanitary Environmental Engineering Division! Strategie di controllo degli odori; Misura delle emissioni; Misura in campo delle esposizioni; Modelli di dispersione in atmosfera; Valutazioni di impatto ambientale.

6 Odori

7 Fattori che influenzano l odore F I D O L

8 Le soglie di odore Substances Odor threshold (OT) (mg/m 3 ) Threshold limit value (TLV) (mg/m 3 ) Hydrogen sulfide Dimetilsolfuro Dimetildisolfuro 16 - Metilmercaptano Etilmercaptano 5, Acetic acid Propionic acid Butirric acid 79 - Metilammine Dimetilammine Trimetilammine Ammonia Formaldhyde Acrolein

9 La caratterizzazione degli odori ppm, ppb, Concentrazione Odor Unit/m 3 (OU/m3) Intensità Tono edonico Qualità

10 Strumentazioni di Analisi

11 Il GC-MS portatile ΔT: " 45 C 225 C" " Range of mass: " #1-300" " Concentrator type: " #Tenax" " Internal standard:" #Pentafluorobenzene" #Trimetilflurobenzen" Vacuum pump NEG Concentrator Internal Standards probe Portable GC-MS

12 ILGC-MS con porta odorimetrica Odour " detection port" Manual" marker" A b u n d a n c e T IC : M R 7 5.D TIC T im e - - > A b u n d a n c e 3.2 e S ig n a l: M R 7 5. D \ A I B 2 B. C H ODP 3 e e e e e e e e e e e T im e - - >

13 Campionamento Analisi

14 BANANA " Syndrome" Anything" Build Absolutely Nothing Anywhere Near Anyone"

15 Metodi di Misura! Analitici! GC-MS!! Metodi Colorimentrici!! Multi Gas! Monitors! MIXED! Electronic! nose!! GC-MS! ODP! Sensoriali! Olfattometria! Dinamica!! Field Assessment! e.nose campi di applicazione:! Valutazione dell impatto da odori mediante la misura delle esposizioni! Classificazione delle sorgenti di odori! Misura della concentrazione, durata e frequenza degli odori! Misura delle emissioni odorigene!

16 Architettura di un Naso Elettronico! Naso! Cervello! Memory! Sampling! Chamber! Sensors! Acquisition! Data processing! system! Reports! Adattato da Gardner and Bartlett (1994)!

17 Obiettivi della ricerca! Progettazione di una nuova generazione di naso elettronico! Monitoraggio ambientale in continuo;! Alta sensibilità agli odori;! Elevata frequenza di rilevamento! Autocontrollo della Misurazione!

18

19 Architettura seedoa! Brain! Signal Processing! Pattern Recognition! Measurement Validation! seedoa! Nose! Narice 1! Narice 2! Filtro! Unspecific Sensors (US)! Specific Sensors (SS)! Control Sensors (CS)! Pompa!

20 Outline! Criteri di Progettazione della camera di flusso! Sensori! Elaborazione e validazione dei dati! e.nose training! Prove in campo!

21 La camera di flusso!

22 Camera di flusso!

23 Camera di Flusso seedoa!

24 Criteri di progettazione! Computational Fluid Dynamics (CFD)!

25 Camera di Flusso seedoa! Computational Fluid Dynamics (CFD)! Teflon! Chamber! D1! D2! Diffusor! FLOW 3D! D3! D4!

26 Sensori!

27 Tipologie di Sensori! Conducting Polymer Sensors (CPS).! Sensori Acustici! Quartz crystal Microbalance (QCM)! Surface Acoustic Wave (SAW)! Metal Oxide Semiconductors (MOS)! (Dutta et al. 2013)!

28 Funzionamento di un sensore! Chemically! Sensitive layer! Trasduttore! Sostanze odorigene! Output!

29 Odor Detect Sensors (ODS)! TGS 822! Organic Solvent Vapors! S 1! S 4! TGS 2611! Methane! TGS 880! Alcool and water vapors! S 2! S 5! TGS 2602! Air Contaminants! TGS 842 Methane! S 3! S 6! TGS 2620! Solvent Vapors! TGS 826! Ammonia! SS 1! SS 2! TGS 825! Hydrogen Sulfide! Unspecific Sensors (S)! Specific Sensors (SS)! Narice! Odor Detect Sensors (ODS)!

30 Schema seedoa! Unspecific Sensors (S)! Specific Sensors (SS)! Odor Detect Sensors (ODS)! Control Sensors (CS)! S 1! S 2! S 3! SS 1! CS 1! S 1! S 2! S 3! S 4! S 5! S 6! SS 2! CS 2! S 4! S 5! S 6! 8 ODS + 2 CS! 8 ODS + 2 CS! Narice 1! Narice 2!

31 seedoa e.nose!

32 Signal Processing (Brain)!

33 (Dutta et al. 2013)! Signal Processing!

34 Pre-Processing!

35 Multivariate data processing! (Dutta et al. 2013)!

36 Data Check Procedure! Check! Processing! Acquisition! Narice 1! Brain! Narice 2! (OC 1 ; Co 1 )! (OC 2 ; Co 2 )! Chamber Check: Temperature and Humidity in the range! Class Check: OC = OC 1 = OC 2 = Source! OC - Odour Class! Co - Odour Concentration! Concentration Check: Co = if ( Co 1 Co 2 /min(co 1, Co 2 ) < SV; (Co 1 Co 2 )/2)!

37 enose training!

38 Sampling Points at Salerno WWTP! Salerno WWTP! ID sampling point! P1 grit! P2 primary sedimentation! P3 sludge thickening! P4 background! P4! P3! P1! P2! Odourless (P4)! Odour from source (P1;P2;P3)! PE! m 3 /h!

39 Programma di Campionamento! Punti di campionamento: n. 3 odour sources n. 1 odorless air Frequenza: 2 volte a settimana Durata: 4 mesi Campionamento: Nalophan Bag Vacuum Pump Campioni prelevati: 96 odour (32 x sorgente); 32 odorless!

40 Concentrazione di Odore! Punti di campionamento: n. 3 odour sources Frequenza: 1 volta a settimana Durata: 4 mesi Misura: Dynamic Olfactometry T08 Ecoma (EN 13725:2003) Dataset: 48 odour samples (16 x source);!

41 Caratterizzazione degli odori (Olfattometria Dinamica)! 1800 OU/m 3! 650 OU/m 3! 150 OU/m 3!

42 Data processing e riconoscimento degli odori! Principal Component Analysis (PCA)! Linear Discriminant Analysis (LDA)!

43 Partial Least Square (PLS)!

44 Validazione in sito!

45 Monitoring by e.nose! P1! P2! P3!

46 Dispersione!

47 Conclusions!

48 Conclusioni! Duplicazione e controllo della misurazione Capacità di distinzione degli odori Elevata sensibilità alle basse concentrazioni Autovalidazione!

49 Work in progress! Studio degli effetti di deriva Ottimizzazione delll auto calibrazione Correlazione con i parametri di processo Sanitary Environmental Engineering Division!

50 ing. Vincenzo Naddeo Sanitary Environmental Engineering Division (SEED) Dipartimento di Ingegneria Civile Università degli Studi di Salerno e.mail: - Tel: !

CROMoS Continuous Remote Odour Monitoring System

CROMoS Continuous Remote Odour Monitoring System CROMoS Continuous Remote Odour Monitoring System NOWCASTING & FORECASTING MANAGEMENT SYSTEM Progetto I3P EVOLVEA E GRUPPO FILIPPETTI EVOLVEA fornisce servizi di controllo, verifica per la Qualità, Salute,

Dettagli

STUDIO DELL IMPATTO OLFATTIVO

STUDIO DELL IMPATTO OLFATTIVO Consorzio Gestione Servizi CGS Salerno s.r.l. via D. Cioffi Z.I. (SA) STUDIO DELL IMPATTO OLFATTIVO IMPIANTO DI DEPURAZIONE A SERVIZIO DELL AREA INDUSTRIALE DEL COMUNE DI PALOMONTE (SA) PREMESSA Il problema

Dettagli

Ing. giovanni Sala Direttore Tecnico Acque veronesi scarl

Ing. giovanni Sala Direttore Tecnico Acque veronesi scarl Lo studio dell impatto olfattivo: uno strumento per migliorare la gestione di un impianto Ing. giovanni Sala Direttore Tecnico Acque veronesi scarl UDINE, 18 maggio 2012 Impatto odorigeno di impianti di

Dettagli

Sviluppo di biosensori per la determinazione delle micotossine

Sviluppo di biosensori per la determinazione delle micotossine Sviluppo di biosensori per la determinazione delle micotossine Sviluppo di un biosensore a tecnologia QCM (Quartz Crystal Microbalance) Lucia Mosiello, Katia Spinella, Fabio Vitali Unita Tecnica Sviluppo

Dettagli

Normative vigenti e tecniche di analisi dell odore

Normative vigenti e tecniche di analisi dell odore Normative vigenti e tecniche di analisi dell odore Politecnico di Milano, Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica Giulio Natta Piazza Leonardo da Vinci 32, 20133 Milano laura.capelli@polimi.it

Dettagli

Nuovi studi sulla valutazione di tossicità delle emissioni odorigene. Lucca 19 aprile 2012 ODORI: Impatti Normative Soluzioni Palazzo Bernardini

Nuovi studi sulla valutazione di tossicità delle emissioni odorigene. Lucca 19 aprile 2012 ODORI: Impatti Normative Soluzioni Palazzo Bernardini Nuovi studi sulla valutazione di tossicità delle emissioni odorigene Lucca 19 aprile 2012 ODORI: Impatti Normative Soluzioni Palazzo Bernardini Seveso 1976 Inquinamento e tossicologia classica: valutazione

Dettagli

STRUMENTAZIONE MULTISENSORE SELETTIVA PER IL MONITORAGGIO IN CONTINUO DEGLI ODORI NEL SETTORE AMBIENTALE

STRUMENTAZIONE MULTISENSORE SELETTIVA PER IL MONITORAGGIO IN CONTINUO DEGLI ODORI NEL SETTORE AMBIENTALE UNIVERSITY OF SALERNO DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA CIVILE PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO X Ciclo - Nuova Serie (2009-2011) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO STRUMENTAZIONE

Dettagli

Gli odori negli impianti di trattamento di rifiuti: la prevenzione e la gestione del problema

Gli odori negli impianti di trattamento di rifiuti: la prevenzione e la gestione del problema Gli odori negli impianti di trattamento di rifiuti: la prevenzione e la gestione del problema Alberto Confalonieri Scuola Agraria del Parco di Monza Vicenza, 16 aprile 2014 Il ruolo della frazione organica

Dettagli

Impatto odorigeno degli impianti di digestione anaerobica

Impatto odorigeno degli impianti di digestione anaerobica Impatto odorigeno degli impianti di digestione anaerobica Laura Capelli (laura.capelli@polimi.it), Selena Sironi Politecnico di Milano, Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica Giulio Natta

Dettagli

CARATTERIZZAZIONE DELLE SORGENTI ODORIGENE ED APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DEGLI ODORI

CARATTERIZZAZIONE DELLE SORGENTI ODORIGENE ED APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DEGLI ODORI CARATTERIZZAZIONE DELLE SORGENTI ODORIGENE ED APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DEGLI ODORI Elisa Pollini Patrizia Lucialli La necessità di valutazione delle molestie olfattive prende

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO (Classe delle lauree in Ingegneria Civile e Ambientale, Classe

Dettagli

GIUSEPPE TOMASONI LAURA BORGESE 18/09/2O14

GIUSEPPE TOMASONI LAURA BORGESE 18/09/2O14 GIUSEPPE TOMASONI LAURA BORGESE 18/09/2O14 2 gruppi di ricerca MED & UNIBS Gruppo di Impianti Industriali Meccanici Laboratorio Chem4Tech Azioni A1 B2 e B9 C1 OPERATIONS MANAGEMENT AND INDUSTRIAL ENGINEERING

Dettagli

Spettrofotometria: Reg CEE 2568/1991 11/07/1991 GU CEE L248 05/09/1991 All IX Reg CEE 183/1993 29/01/1993 GU CEE L22 30/01/1993

Spettrofotometria: Reg CEE 2568/1991 11/07/1991 GU CEE L248 05/09/1991 All IX Reg CEE 183/1993 29/01/1993 GU CEE L22 30/01/1993 2 Concorso Regionale degli oli extravergini d oliva siciliani - Mοργαντινων - Morgantinon Laboratorio Agroalimentare e Ambientale (L.AG.AM.. ESA PA) NUOVE FRONTIERE NELLE DETERMINAZIONI ANALITICHE PER

Dettagli

Il Monitoraggio degli Odori

Il Monitoraggio degli Odori Il Monitoraggio degli Odori Stefano Forti ARPA E.R. - Sezione Provinciale di Modena Energia da Biomasse: Nuove regole di sostenibilità ambientale Bologna, 21 giugno 2012 L attività di ARPA alcuni numeri

Dettagli

Rilievi olfattometrici

Rilievi olfattometrici Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta" Laboratorio Olfattometrico Politecnico di Milano tel. 02.2399.3206 fax.02.2399.3291 Piazza Leonardo Da Vinci, 32 20133 - MILANO ARPA

Dettagli

Ecomondo Rimini Giovedì 6 novembre 2014. Relatore Valentina Zangrando StudioSMA Srl valentina@studiosma.it

Ecomondo Rimini Giovedì 6 novembre 2014. Relatore Valentina Zangrando StudioSMA Srl valentina@studiosma.it Mappatura delle emissioni odorigene: studio delle ricadute al suolo delle sostanze odorigene emesse presso lo stabilimento adibito alla produzione di Acetoncianidrina di Arkema Srl sito in Porto Marghera

Dettagli

I corsi di Dottorato del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari

I corsi di Dottorato del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari I corsi di Dottorato del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Corsi di Dottorato in Ingegneria 1. PhD "Enzo Ferrari" in Industrial and Environmental Engineering: http://www.phd-enzoferrari.unimore.it

Dettagli

problematiche olfattive in Veneto

problematiche olfattive in Veneto La definizione di una Linea Guida per la gestione delle problematiche olfattive in Veneto Dr Alessandro Benassi Regione del Veneto Direttore e Dipartimento Ambiente Dr. Alessandro Benassi Direzione Ambiente

Dettagli

VOL.5 Prestazioni estive degli edifici

VOL.5 Prestazioni estive degli edifici Collana: L ISOLAMENTO TERMICO E ACUSTICO VOL.5 Prestazioni estive degli edifici G.Galbusera, A.Panzeri, C.Salani, G.Tuoni, F.Leccese, A.Arenghi, I.Scaramella INDICE INTRODUZIONE... 1 PARTE 1: Efficienza

Dettagli

Prof. Ing. Andrea Giuseppe CAPODAGLIO. Prof. Ing. Arianna CALLEGARI

Prof. Ing. Andrea Giuseppe CAPODAGLIO. Prof. Ing. Arianna CALLEGARI RIDUZIONE IMPATTO AMBIENTALE CERTIFICATI DI VALIDAZIONE DIFFUSIONE DELLE EMISSIONI ODORIGENE DAL CANALE DI INGRESSO DELL IMPIANTO DI NOSEDO: STUDIO DIFFUSIONALE DI CONFRONTO TRA RISULTATI DEL SISTEMA ODOWATCH

Dettagli

Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido

Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido Sistema di misura automatico per la caratterizzazione di sensori di gas a stato solido Consente di caratterizzare sensori chimici a variazione di resistenza (ad ossido di metallo - MOX), a variazione di

Dettagli

Valutazione chimica e tossicologica di emissioni odorigene provenienti da attività industriali nella Conca Ternana

Valutazione chimica e tossicologica di emissioni odorigene provenienti da attività industriali nella Conca Ternana Valutazione chimica e tossicologica di emissioni odorigene provenienti da attività industriali nella Conca Ternana Indagine olfattometrica 2009 Indagine chimica e tossicologica 2010 Relazione tecnica Marzo

Dettagli

Un indagine a tutto campo sui fenomeni odorigeni a Terni Caterina Austeri

Un indagine a tutto campo sui fenomeni odorigeni a Terni Caterina Austeri ( micron. valutazione Un indagine a tutto campo sui fenomeni odorigeni a Terni Caterina Austeri L indagine olfattometrica sulla Conca Ternana ha studiato le attività produttive maggiormente significative

Dettagli

Incertezza delle misure e metodi di controllo

Incertezza delle misure e metodi di controllo Corso di Formazione APC MONITORAGGIO DI SPOSTAMENTI NEL SOTTOSUOLO E PRESSIONI INTERSTIZIALI SOTTO FALDA Incertezza delle misure e metodi di controllo Lucia Simeoni Università degli Studi dell Aquila Dipartimento

Dettagli

Polimers for applications in chemical sensors

Polimers for applications in chemical sensors ring Polimers for applications in chemical sensors AICING 04 - Perugia 12-14 September 2004 OUTLOOK OUTLINE 1) Introduction to chemical sensors 2) Resistive chemical sensors 3) QCM chemical sensors 4)

Dettagli

Sonda CO 2 /VOC QPA 2002. Sensore di qualità dell aria CO 2. /VOC Con elemento sensibile CO 2

Sonda CO 2 /VOC QPA 2002. Sensore di qualità dell aria CO 2. /VOC Con elemento sensibile CO 2 Sonda CO /VOC QPA 00 Sensore di qualità dell aria CO /VOC Con elemento sensibile CO esente da manutenzione sulla base della misura ottica di assorbimento dell infrarosso (NDIR*) ed elemento sensibile di

Dettagli

LA VALIDAZIONE AUTOMATICA DEI DATI METEOROLOGICI Maria Elena Nicolella CSI (Consorzio Sistemi Informativi) Piemonte

LA VALIDAZIONE AUTOMATICA DEI DATI METEOROLOGICI Maria Elena Nicolella CSI (Consorzio Sistemi Informativi) Piemonte 42 L VLIDZIONE UTOMTI DEI DTI METEOROLOGII Maria Elena Nicolella SI (onsorzio Sistemi Informativi) Piemonte Riassunto L obiettivo del lavoro è quello di descrivere una procedura per il controllo di qualità

Dettagli

Dott.Luigi Di Paolo - Dott.ssa Rossella Fabbrizio

Dott.Luigi Di Paolo - Dott.ssa Rossella Fabbrizio Testingpoint 10, associata a Retebiolab srl per Marche, Abruzzo e Molise, è un laboratorio di analisi chimico-microbiologiche degli alimenti e dell'ambiente, in grado di offrire alle aziende servizi per

Dettagli

IMPATTO ODORIGENO DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE: IL CASO DELL IMPIANTO DI UDINE

IMPATTO ODORIGENO DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE: IL CASO DELL IMPIANTO DI UDINE WORKSHOP Impatto odorigeno di impianti di depurazione: aspetti normativi, tecniche di misura e strategie per la valutazione e la mitigazione degli impatti Udine 18/05/2012 IMPATTO ODORIGENO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Premessa I composti organici non metanici (COV), pur rappresentando

Dettagli

PCF ELETTRONICA s.r.l. LINEA CONTROLLO EMISSIONI

PCF ELETTRONICA s.r.l. LINEA CONTROLLO EMISSIONI PCF ELETTRONICA s.r.l. LINEA CONTROLLO EMISSIONI ANALIZZATORE DI S.O.V. T.O.C. CON METODO GASCROMATOGRAFICO E SEPARAZIONE DEL METANO mod. 527 Effettua la misura di SOV, TOC, COT, con la separazione gascromatografica

Dettagli

CCS2 Contamination Control System

CCS2 Contamination Control System CCS2 Contamination Control System - Contatore di particelle online con sensore laser per oli idraulici e lubrificanti - Sistema di misurazione di massima precisione per l'impiego mobile direttamente sull

Dettagli

Engineering Booklet Edizione 2014

Engineering Booklet Edizione 2014 Engineering Booklet Edizione 2014 LeMa Consulting.r.l. Via G. Boccaccio n. 4-73100 Lecce (LE) Tel. 0832-498023 06-916501915 Fax 0832-575049 Amministrazione: lema@lemaconsulting.it Divisione Consulting:

Dettagli

Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima, CNR, Lecce 2

Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima, CNR, Lecce 2 Source Apportionment del particolato atmosferico campionato con un impattore multistadio in un sito di fondo urbano D. Cesari 1, A. Genga 2, M. Siciliano 2, P. Ielpo 1,3 M. R. Guascito 2, D. Contini 1

Dettagli

Modellazione di processo di un depuratore a fanghi attivi e sviluppo di strategie di controllo tramite Business Process

Modellazione di processo di un depuratore a fanghi attivi e sviluppo di strategie di controllo tramite Business Process Modellazione di processo di un depuratore a fanghi attivi e sviluppo di strategie di controllo tramite Business Process Relatore Roberto Ricci ENEA - Bologna Gruppo di ricerca Roberto Ricci Luca Luccarini

Dettagli

FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile, PhD Direttore del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco

FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile, PhD Direttore del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco DIPARIMENTO DEI VIGLI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVULE Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina FSE, l approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Ing. Pierpaolo Gentile,

Dettagli

Suggerimenti per l approccio all analisi dei dati multivariati

Suggerimenti per l approccio all analisi dei dati multivariati Suggerimenti per l approccio all analisi dei dati multivariati Definizione degli obbiettivi Il primo passo è la definizione degli obbiettivi. Qual è l obbiettivo della sperimentazione i cui dati dovete

Dettagli

IGIENE INDUSTRIALE E AMIANTO OGGI: PROBLEMI E CRITICITA NELLE ANALISI DEI MATERIALI E NELLE MISURE DI ESPOSIZIONE (2) F. CAVARIANI

IGIENE INDUSTRIALE E AMIANTO OGGI: PROBLEMI E CRITICITA NELLE ANALISI DEI MATERIALI E NELLE MISURE DI ESPOSIZIONE (2) F. CAVARIANI Asbesto, asbestosi e cancro: dal riconoscimento e controllo del rischio alla qualità della sorveglianza sanitaria degli esposti ed ex esposti. IGIENE INDUSTRIALE E AMIANTO OGGI: PROBLEMI E CRITICITA NELLE

Dettagli

Corso di Formazione ESPERTO IN LEGALITA AGRO-AMBIENTALE

Corso di Formazione ESPERTO IN LEGALITA AGRO-AMBIENTALE Corso di Formazione ESPERTO IN LEGALITA AGRO-AMBIENTALE Il 9 ottobre 2015, con la lezione di Gianni Fara Presidente dell'eurispes dedicata al tema delle agromafie, si apre, presso la Sala convegni dell

Dettagli

GRUPPO RICICLA GRUPPO RICICLA

GRUPPO RICICLA GRUPPO RICICLA GRUPPO RICICLA La gestione della frazione organica dei rifiuti con digestione anaerobica: energia e fertilizzanti rinnovabili GRUPPO RICICLA Università degli Studi di Milano via Celoria 2, 20133 Milano

Dettagli

Costruzioni Constructions. Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010

Costruzioni Constructions. Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010 Costruzioni Constructions Acustica Acoustics 0109/DC/ACU/10 26/07/2010 1 VAWA panel partition + plasterboard lining Veneziani Acell S.r.l. Via delle Groane 126 I-20024 Garbagnate Milanese (MI) UNI EN ISO

Dettagli

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti Servizi per la Tracciabilità Autenticità e Monitoraggio di Processo e prodotto Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti SPIN OFF UNIMORE La Società ChemSTAMP Srl nasce come Spin-Off

Dettagli

SISTEMI OLFATTIVI ARTIFICIALI

SISTEMI OLFATTIVI ARTIFICIALI SISTEMI OLFATTIVI ARTIFICIALI Ada Fort Santina Rocchi Nicola Ulivieri Valerio Vignoli 4.3 I nasi elettronici sono sistemi complessi caratterizzati da una struttura simile a quella del sistema olfattivo

Dettagli

una squadra di esperti, un solo interlocutore

una squadra di esperti, un solo interlocutore una squadra di esperti, un solo interlocutore Il vantaggio di avere una squadra di esperti e la comodità di parlare con un solo interlocutore CHI SIAMO Il Gruppo E.S.G. EURO SERVICE GROUP - SYNTESY - A.IN.COM.

Dettagli

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife 12 febbraio 2015 Presentazione agli studenti del Liceo A. Roiti, Ferrara Prof. Vincenzo Guidi Delegato del Rettore alle Politiche

Dettagli

www.protezione-ambientale.it

www.protezione-ambientale.it www.protezione-ambientale.it Chi Siamo Una struttura all avanguardia in grado di offrire un ampia gamma di prestazioni a soggetti pubblici e privati per il corretto adempimento di quanto previsto dalla

Dettagli

Milano, 15/01/2015 C U R R I C U L U M V I T A E G i a c o m o F e r r a r e s e

Milano, 15/01/2015 C U R R I C U L U M V I T A E G i a c o m o F e r r a r e s e Milano, 15/01/2015 CURRICULUM VITAE Giacomo Ferrarese VITA E PERCORSO FORMATIVO 1985. Nasco a Milano il giorno 6 Dicembre. 2004. Termino gli studi primari e secondari conseguendo il diploma scientifico

Dettagli

Principi e strumenti per la fotometria con camere DSLR

Principi e strumenti per la fotometria con camere DSLR Principi e strumenti per la fotometria con camere DSLR Martino Nicolini Associazione Astronomica Geminiano Montanari Osservatorio Astronomico di Cavezzo (MPC 107) Italy GAD 2014, Ravenna Ottobre, 10-11-12,

Dettagli

Campagne olfattometriche e valutazione della dispersione di odori sul territorio. Selena Sironi, Laura Capelli

Campagne olfattometriche e valutazione della dispersione di odori sul territorio. Selena Sironi, Laura Capelli Campagne olfattometriche e valutazione della dispersione di odori sul territorio L olfattometria dinamica (EN 13725) Si riferisce direttamente alla sensazione provocata da un odore in un panel selezionato

Dettagli

BIOGAS: UN OPPORTUNITÀ PER LA GESTIONE SOSTENIBILE IN AGRICOLTURA Merigo Giambattista Dipartimento agricoltura, sviluppo sostenibile ed energie rinnovabili CONAF Giorgio Provolo Dipartimento di Scienze

Dettagli

Caratterizzazione analitica degli attributi sensoriali degli oli vergini di oliva

Caratterizzazione analitica degli attributi sensoriali degli oli vergini di oliva Laboratorio Chimico Merceologico Laboratorio Chimico Merceologico AZIENDA SPECIALE Camera di Commercio Firenze AZIENDA SPECIALE Camera di Commercio Firenze Caratterizzazione analitica degli attributi sensoriali

Dettagli

LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre

LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre nei siti inquinati con presenza di amianto -Linee guida

Dettagli

Determinazione degli acidi grassi su latte fresco e congelato: confronto tra la spettroscopia nel medio e vicino infrarosso Andrea Revello Chion Daniele Giaccone Associazione Regionale Allevatori del Piemonte

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Tesi di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale A.A. 2011/2012 CFD

Dettagli

Forum di Prevenzione Incendi Milano, 27 Settembre 2012 Relatore: Roberto Borraccino

Forum di Prevenzione Incendi Milano, 27 Settembre 2012 Relatore: Roberto Borraccino Forum di Prevenzione Incendi Milano, 27 Settembre 2012 Relatore: Roberto Borraccino 1 Com è noto, la straordinaria concentrazione di capolavori d arte nei musei, unitamente all immenso patrimonio culturale

Dettagli

Sviluppo di tecniche innovative per l ispezione non distruttiva di componenti. Dipartimento di Ingegneria Chimica Gestionale Informatica Meccanica

Sviluppo di tecniche innovative per l ispezione non distruttiva di componenti. Dipartimento di Ingegneria Chimica Gestionale Informatica Meccanica 24 novembre 2015 Sviluppo di tecniche innovative per l ispezione non distruttiva di componenti Prof.ssa Donatella CERNIGLIA Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica OUTLINE

Dettagli

Oggetto: campagna di campionamento ed analisi presso impianto di depurazione

Oggetto: campagna di campionamento ed analisi presso impianto di depurazione Gallarate, 21/11/2006 Spett.le COMPOTRADE Srl c.a. Geom. Allievi e-mail l_allievi@hotmail.it Oggetto: campagna di campionamento ed analisi presso impianto di depurazione Spett.le Società, a seguito degli

Dettagli

RETE DI MONITORAGGIO ATMOSFERICO DELLE PROVINCE DI CAGLIARI CARBONIA-IGLESIAS MEDIO-CAMPIDANO

RETE DI MONITORAGGIO ATMOSFERICO DELLE PROVINCE DI CAGLIARI CARBONIA-IGLESIAS MEDIO-CAMPIDANO AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione Tecnico Scientifica Servizio Valutazione, Controlli e Monitoraggio Ambientale RETE DI MONITORAGGIO ATMOSFERICO DELLE PROVINCE

Dettagli

16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE

16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE 16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE Ing. Elena Barbato Dott. Giacomo Cireddu RUOLO DELLA MODELLISTICA NELLA

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20

RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT. KONTROLDRY mod. 20. KONTROLDRY mod. 20 RAPPORTO DI PROVA TEST REPORT Verifica dei campi magnetici ed elettrici non ionizzanti su KONTROLDRY mod. 20 EMF tests on KONTROLDRY mod. 20 Richiedente (Customer): - Ente/Società (Dept./Firm): S.K.M.

Dettagli

Tecniche di monitoraggio, controllo e previsione dell impatto olfattivo

Tecniche di monitoraggio, controllo e previsione dell impatto olfattivo Tecniche di monitoraggio, controllo e previsione dell impatto olfattivo Politecnico di Milano, Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica Giulio Natta Ecomondo 2012 Rimini, 7 novembre 2012

Dettagli

Sampling Systems. Yokogawa Advanced Analyzers Pagina 1

Sampling Systems. Yokogawa Advanced Analyzers Pagina 1 Sampling Systems Yokogawa Advanced Analyzers Pagina 1 Sample Systems Sistemi di condizionamento campione: Gli analizzatori di processo ed i gascromatografi richiedono l utilizzo di un sistema di trattamento

Dettagli

Analizzatori ad alta sensibilità per SO2, NOx, CO

Analizzatori ad alta sensibilità per SO2, NOx, CO Analizzatori ad alta sensibilità per SO2, NOx, CO Analizzatore di SO2 a Fluorescenza UV ad alta sensibilità - Modello T100U L analizzatore Modello T100U, di produzione Teledyne determinazione di basse

Dettagli

15/06/2011. I numeri di Santerno

15/06/2011. I numeri di Santerno 15/06/11 I numeri di Santerno Oltre anni nella progettazione e produzione di dispositivi per la conversione di potenza 26 anni negli inverter fotovoltaici e nelle tecnologie correlate Ad oggi, più di 1.5

Dettagli

Conoscere l odore per gestirlo

Conoscere l odore per gestirlo Conoscere l odore per gestirlo Analisi avanzata della qualità dell aria Odori sempre sotto controllo Nuove soluzioni per monitoraggi ambientali Esperti dell analisi sensoriale di aromi e fragranze Misurazione

Dettagli

Rischio fotobiologico delle lampade Criteri di valutazione del rischio

Rischio fotobiologico delle lampade Criteri di valutazione del rischio Rischio fotobiologico delle lampade Criteri di valutazione del rischio Riferimenti legislativi: DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (testo unico) Capo V Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione

Dettagli

Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG)

Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG) Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 1-24020 Scanzorosciate (BG) Unità locali: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG) Via B. D Este 16-20017 Rho (MI) Fatturato medio annuo ultimi tre anni: Euro 5.500.000

Dettagli

5020. Ammine alifatiche

5020. Ammine alifatiche 5020. Ammine alifatiche Il metodo descritto consente la determinazione di mono-, di-, trimetilammina, n-propilammina, acetilammina o ammide dell acido acetico e cicloesilammina. In generale, la determinazione

Dettagli

La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ

La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ Water & Soil Remediation Srl v. Donatori di Sangue, 13 Levata di Curtatone (MN) - Italy Direttore Scientifico Dott. Stefano Danini Team

Dettagli

Sintesi delle attività inerenti la Protezione attiva contro gli incendi

Sintesi delle attività inerenti la Protezione attiva contro gli incendi Sintesi delle attività inerenti la Protezione attiva contro gli incendi Giovanni Manzini (Applied Thermal Engineering prof. P. Andreini) Giornata Nazionale UIT dell Ingegneria Antincendio 1 Campi di interesse

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM Fuel Transmission Pipeline HEL.PE El Venizelos Airport YEAR: 2001-2006 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak

Dettagli

CONSORZIO RICERCA FILIERA LATTIERO CASEARIA RAGUSA. Programma Operativo PSR 124 Campania

CONSORZIO RICERCA FILIERA LATTIERO CASEARIA RAGUSA. Programma Operativo PSR 124 Campania RAGUSA Programma Operativo PSR 124 Campania UN NUOVO MODELLO PER RIVITALIZZARE LA FILIERA DEL LATTE BOVINO. Il LATTE NOBILE Acronimo NOBILAT ALLEGATO C1 CARATTERIZZAZIONE DEI PROFILI AROMATICI (in grassetto-corsivo

Dettagli

SANTA CHIARA. Analisi Bromatologiche. Analisi chimiche e microbiologiche delle acque

SANTA CHIARA. Analisi Bromatologiche. Analisi chimiche e microbiologiche delle acque Agropoli Via Pio X, (SA) 47 84043, Agropoli Italia (SA) Analisi Cliniche E-mail: Tel/Fax: info@analisisantachiara.it 0974 822282 Analisi Bromatologiche Analisi chimiche e microbiologiche delle acque Ambiente

Dettagli

L'esigenza della gestione degli edifici dalla progettazione all'installazione ed al monitoraggio nel tempo

L'esigenza della gestione degli edifici dalla progettazione all'installazione ed al monitoraggio nel tempo L'esigenza della gestione degli edifici dalla progettazione all'installazione ed al monitoraggio nel tempo Federico Noris Istituto per le energie rinnovabili, EURAC Research, Bolzano Fasi monitoraggio

Dettagli

Gli Indici di Sostenibilità e la Gestione della Risorsa Acqua

Gli Indici di Sostenibilità e la Gestione della Risorsa Acqua Gli Indici di Sostenibilità e la Gestione della Risorsa Acqua Dr. Giorgio Merlante ORDINE CHIMICI FERRARA E PROVINCIA ... La relazione tra la gestione dell acqua, il consumo e la globalizzazione dei mercati...

Dettagli

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta Programma pilota per lo sviluppo sperimentale di tecnologie ad idrogeno per i primi mercati e la decarbonizzazione Laboratorio di Ricerca

Dettagli

I costi di trattamento dell ozono nelle applicazioni su acque di scarico miste civili ed industriali

I costi di trattamento dell ozono nelle applicazioni su acque di scarico miste civili ed industriali ing. Giacomo Scaramuzzi I costi di trattamento dell ozono nelle applicazioni su acque di scarico miste civili ed industriali Water & Wastewater What is Ozone? Gas di colorazione tendente al bluetto, ma

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2001 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for the transportation system for

Dettagli

Proficiency Testing per i laboratori che effettuano analisi di silice cristallina mediante DRX

Proficiency Testing per i laboratori che effettuano analisi di silice cristallina mediante DRX Convegno Network Italiano Silice: dieci anni dopo Il sistema di Prevenzione del rischio in Italia Proficiency Testing per i laboratori che effettuano analisi di silice cristallina mediante DRX E. Incocciati,

Dettagli

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades

TUBO PIUMA 100 Presa d aria silenziata per fori di ventilazione nelle facciate degli edifici Air intake silencer for air intakes of building façades ISOLAMENTI ACUSTICI DEI SILENZIATORI ACUSTICI DI FACCIATA PER ENTRATA ED ESPULSIONE ARIA CERTIFICATI DAL CSI Modello: TUBO PIUMA 100 L = 300 mm L = 400 mm Dn,e,w = 41 db Dn,e,w = 47 db L Passaggio aria

Dettagli

Tester prova batterie

Tester prova batterie I modelli proposti Tester prova batterie BT3563 BT3562 3561 3554 Settori di utilizzo Applicazione tipica Linea di Produzione, Controllo Qualità, Ricerca & Sviluppo Batterie ad alta tensione, pacchi batteria

Dettagli

Destino e comportamento ambientale: scenari di esposizione

Destino e comportamento ambientale: scenari di esposizione Aspetti tecnici e applicativi nella valutazione di un prodotto biocida 19 Ottobre 2010 Destino e comportamento ambientale: scenari di esposizione Maria Antonietta Orrù Centro Nazionale Sostanza Chimiche

Dettagli

LA METODOLOGIA DYNAMIC COMPUTATIONAL G.I.S.

LA METODOLOGIA DYNAMIC COMPUTATIONAL G.I.S. LA METODOLOGIA DYNAMIC COMPUTATIONAL G.I.S. Ing. Giuseppe Magro Associato in convenzione di ricerca con il Dipartimento di Ingegneria Energetica Nucleare e del Controllo Ambientale, D.I.E.N.C.A. - Università

Dettagli

Studio e implementazione di un OCR per auto-tele-lettura dei contatori di gas e acqua

Studio e implementazione di un OCR per auto-tele-lettura dei contatori di gas e acqua POLITECNICO DI MILANO Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica e Informazione Studio e implementazione di un OCR per auto-tele-lettura dei contatori di gas e acqua AI & R Lab

Dettagli

AGENZIA REG.LE PROTEZIONE AMBIENTE BASILICATA Dirigente - ufficio laboratorio strumentale

AGENZIA REG.LE PROTEZIONE AMBIENTE BASILICATA Dirigente - ufficio laboratorio strumentale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pilat Katarzyna Data di nascita 01/08/1965 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Chimico AGENZIA REG.LE PROTEZIONE AMBIENTE BASILICATA

Dettagli

L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca. Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas

L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca. Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas L acqua di Genova: controlli di qualità e iniziative di ricerca Franca Palumbo - Fabio Bonfiglioli Laboratori Iride Acqua Gas Introduzione Aspetti di gestione distribuzione risorse idriche Controlli di

Dettagli

We measure the value of your life, energy and future

We measure the value of your life, energy and future We measure the value of your life, energy and future Oggi, le sfide più importanti per le imprese sono quelle di integrare nelle proprie attività la tutela dell ambiente, gestire in modo razionale le risorse,

Dettagli

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO Economie_corretto_14mar2011.indd 1 27-03-2011 17:07:00 2 Un azienda in regola è un azienda tranquilla. Un azienda tranquilla si dedica al proprio sviluppo.

Dettagli

Gestire i rifiuti in discarica e ridurre le emissioni di gas serra

Gestire i rifiuti in discarica e ridurre le emissioni di gas serra Gestire i rifiuti in discarica e ridurre le emissioni di gas serra Parco Vega 2009, 18 Dicembre 2009 Il sistema geco 2 per l abbattimento del metano presente nel biogas da discarica: le sperimentazioni

Dettagli

Software Sirius Lite 2

Software Sirius Lite 2 Software Sirius Lite 2 Il software Sirius Lite 2 gestisce la configurazione dei data logger, la visualizzazione in tempo reale degli allarmi sui logger, la visualizzazione della tabella dati e del multigrafico

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

CURRICULUM VITAE. dell Ambiente della Basilicata;

CURRICULUM VITAE. dell Ambiente della Basilicata; CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Bove Bruno Rosario Data di nascita 12/07/1956 Qualifica Dirigente Chimico Amministrazione Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Basilicata

Dettagli

TETRACLOROETILENE Urinario in GC/MS spazio di testa Codice GC15010

TETRACLOROETILENE Urinario in GC/MS spazio di testa Codice GC15010 TETRACLOROETILENE Urinario in GC/MS spazio di testa Codice GC15010 BIOCHIMICA Il Tetracloroetilene, o percloroetilene, è un alogenuro organico. La sua struttura è assimilabile a quella di una molecola

Dettagli

u metallurgiau A. Diani, L. Rossetto

u metallurgiau A. Diani, L. Rossetto ANALISI NUMERICA DELLA CONVEZIONE FORZATA DI ARIA IN SCHIUME METALLICHE A. Diani, L. Rossetto Le schiume metalliche sono una promettente classe di materiali cellulari che consistono in una interconnessione

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony

Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony attività - studi & ricerche ssc Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony Stazione Sperimentale per i Combustibili Viale A. De Gasperi 3, 20097 S. Donato Milanese (MI) tel +39 02 516041; fax

Dettagli

Impianto di compostaggio: applicazione del modello di dispersione dell odore. Cireddu-Barbato

Impianto di compostaggio: applicazione del modello di dispersione dell odore. Cireddu-Barbato Impianto di compostaggio: applicazione del modello di dispersione dell odore Cireddu-Barbato Ruolo della modellista nella valutazione Cos è un modello degli impatti odorigeni Modelli matematici: Deterministici:

Dettagli

SISTEMA BASATO SU PIATTAFORMA UAV PER MISURE A. Le radiazioni elettromagnetiche ad alta potenza per la sicurezza e la difesa

SISTEMA BASATO SU PIATTAFORMA UAV PER MISURE A. Le radiazioni elettromagnetiche ad alta potenza per la sicurezza e la difesa SISTEMA BASATO SU PIATTAFORMA UAV PER MISURE A LARGA BANDA DI CAMPI E.M. DI ELEVATA INTENSITÀ Ing. Raffaele Scuderi EM System Design & Framework Laboratory IDS Ingegneria dei Sistemi SpA Le radiazioni

Dettagli

Prove su campioni di olio d oliva con Sistema Olfattivo Artificiale

Prove su campioni di olio d oliva con Sistema Olfattivo Artificiale SOCIETA CONSORTILE TRA I Pag. 1 di 8 DELLA TOSCANA OCCIDENTALE SRL Azienda certificata ISO 9001:2000 ISO 17025:2000 n ER-1614/2005 del 07/11/05 Spett.le Oro di Trani s.a.s. Via Malcangi, 206 70059 Trani

Dettagli