A MODEL FOR RATING AND CERTIFYING COMPETENCES IN THE EUCIP FRAMEWORK

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A MODEL FOR RATING AND CERTIFYING COMPETENCES IN THE EUCIP FRAMEWORK"

Transcript

1 A MODEL FOR RATING AND CERTIFYING COMPETENCES IN THE EUCIP FRAMEWORK

2 BOARD Andrea Violetti Stefano Hajek Susanna Daddi Presidente di Associazione Informatici Professionisti Docente di Teoria delle decisioni Università degli Studi di Perugia Matematica di Jobnet Spa

3 CHI SIAMO Associazione Informatici Professionisti è una delle maggiori organizzazioni nazionali di categoria, associa professionisti informatici, che dimostrino attraverso l'esibizione di titoli e/o comprovata esperienza competenze informatiche di livello specialistico.

4 LA NOSTRA MISSION La tecnologia dell informazione ha radicalmente modificato i nostri rapporti, personali, professionali ed economici. Stiamo vivendo la prima rivoluzione digitale che coinvolge come successo per altre passate rivoluzioni industriali ogni angolo del pianeta. Associazione Informatici Professionisti svolge un ruolo importante in questa trasformazione e rappresenta esclusivamente capitale umano del settore ICT. La nostra mission è consentire agli associati di operare nel mercato dei servizi e del lavoro con autorevolezza, consapevolezza e competenza, in modo da contribuire positivamente allo sviluppo socio-economico del paese e della società della conoscenza e della comunicazione, con soddisfazione dell utente finale e del cliente.

5 considerando che: La velocità con la quale questa rivoluzione sta cambiando le nostre abitudini ci impone di rivedere alcune certezze che avevamo e crearne altre. La conoscenza e la competenza sono al centro di questa rivoluzione ed è doveroso oggi perseguire in maniera continua e adattiva un modello di gestione della conoscenza oggettiva e meritocratica, contrapponendola alla naturale tendenza dell uomo allo sviluppo di modelli soggettivi e clientelari. La meritocrazia è il nostro idealtipo che, nella pratica si concretizza come una tendenza continua alla meritocrazia, piuttosto che come concetto assoluto. Come linea guida, per le politiche di sviluppo sociale ed economico, un welfare remunerativo di tipo meritocratico sia liberale che corporativo, è ben applicabile al mercato della conoscenza ed ancora meglio comprensibile ai professionisti dei settori dell information communication and technology, dell innovazione e del management.

6 premesso che: Il "modello per il censimento, la misurazione e l attestazione delle competenze professionali, nasce per contribuire a realizzare un sistema stabile, adattivo, dinamico, oggettivo e meritocratico. Tale modello valorizza, nel caso attuale, le competenze professionali relative al settore ICT, prendendo in esame oltre alle competenze distintive tecnico-scientifiche anche le capacità relazionali e comunicative, ma si propone come modello standard per tutte le professioni intellettuali.

7 oggi vedremo il modello imcp: MODELLO PER IL CENSIMENTO, LA MISURAZIONE E L ATTESTAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI MODEL FOR CENSUS, RATING AND CERTIFYING PROFESSIONALS COMPETENCES i mcp nnovation calato nella realtà certificativa internazionale Eucip in the Eucip framework

8 Il modello imcp fornisce la linea guida per una visione ampia della professione irate icompare iprofile imatch icv iproject iset igrow itrain

9 Obbiettivi del modello imcp: Individuare una soluzione strategica e meritocratica che copra il bisogno di attestazione delle competenze per tutte le professioni intellettuali. Diffondere il modello per dare la possibilità a chiunque lo voglia adottare di farlo, e per questo è rilasciato con licenza Creative Commons. Ridurre la complessità dell argomento attraverso l applicazione di una rappresentazione dei risultati facilmente comprensibili e fruibili dai mercati del lavoro, della formazione, dei servizi, dell industria, del commercio, della pubblica amministrazione e dei consumatori e comunque fruibili da parte di qualunque organizzazione ne abbia interesse.

10 Obbiettivi del modello imcp: Integrare in unico contesto tutte le certificazioni di un dato professionista al fine di metterlo in condizione di gestire in maniera condivisa la propria conoscenza Fornire un valido strumento di analisi per chi deve decidere e pianificare azioni sulle risorse umane. Accogliere la certificazione EUCIP come punto di riferimento per l attestazione di competenza nell ambito Informatico in un contesto ampio e dinamico.

11 Attività AIP per Eucip 2001 Inserimento di AIP nel Gruppo di Progettazione e Sviluppo della certificazione EPICS 2002 Attività di revisione di una parte del syllabus del Core-level di EUCIP; 2003 Progettazione, attivazione e conduzione del primo corso universitario di alta formazione 2004 Start-up dei primi due centri di competenza EUCIP Università di Chieti e Tor Vergata 2004 Organizzazione del primo work shop EUCIP itinerante in tutto il territorio nazionale 2005 Sperimentazione della piattaforma di esami Realizzazione primo lotto di domande per strutturazione QTB di Eucip Core; 2005 Realizzazione secondo lotto di domande per integrazione QTB di Eucip Core; 2005 Inserimento di AIP nel Gruppo di Sviluppo di EUCIP IT-Administrator 2005 Avvio sperimentazione elective di EUCIP: Business Analyst e ISystem Analyst 2006 Realizzazione del primo corso in e-learning su EUCIP Core-Level realizzato 2006 Partecipazione alla Commissione di valutazione degli skill dei candidati Eucip-elective 2006 Attivazione prima commissione di esame Eucip Elective Level, 10 su 8 AIP 2006 Start-up del centro di competenza nazionale EUCIP AIP 2006 Operazione di comarketing nella Skill card Eucip con il logo AICA-AIP 2007 Comune di Assisi assume Informatico con Eucip come titolo preferenziale

12 Il censimento, dei profili professionali e dei professionisti Sono censiti e inseriti i profili, i titoli, e le certificazioni Sono inseriti i Curriculum Vitae I tre processi principali del modello imcp sono: Viene composto il portfolio per ogni candidato La misurazione, di una competenza generica e specialistica Sono misurate le competenze generiche Sono misurate le competenze specialistiche Vengono verificati gli allegati al Curriculum Vitae L attestazione, delle capacità professionali per un dato profilo Sono emessi attestati per i profili generici Sono emessi gli attestati specialistici previo superamento colloquio orale

13 Le due idee di fondo del modello imcp: Le due idee di fondo del modello, sono la prima, il calcolo di un Indice di Qualità Medio di un organizzazione, media tra i professionisti che si posizionano sopra o sotto la media. e qui iniziano le analisi sul mantenimento o accrescimento della valutazione globale di ogni singolo e percorsi di formazione alta e continua per a mantenere il proprio indice al di sopra della media.

14 i mcp nnovation Unità di misura del CPR Sezione Formazione punti Diploma di maturità Laureando Laurea di primo livello Laurea specialistica Sezione Altra Formazione ore Autodidatta Borsa di studio Corso privato Corso regionale Fad Master Post diploma Post laurea Seminario Workshop Autovalutazione Certificata Sezione Certificazioni punti Certificazioni Pubblicazioni Sezione Esperienze mesi Settore ICT Settore diverso da ICT Skills % Sezione Lingue punti Sezione Associazione anni Sezione Deontologica punti Peso % di ogni sezione Coefficiente di svalutazione o rivalutazione annua +/- Credito Professionale Relativo Coefficiente Bonus/Malus in unità di misura del CPR +/- la valutazione globale del candidato è la somma delle valutazioni di tutte le sezioni ed è la base di calcolo per l indice medio di qualità dell organizzazione VALUTAZIONE GLOBALE ASSOCIATO (VGA) Valutazione Globale

15 i mcp nnovation

16 EMPOWERMENT autorevolezza ESSERE VALUTATI CON GLI ALTRI E CONTRIBUIRE AL CALCOLO DI UN INDICE MEDIO DI QUALITA DI UN ORGANIZZAZIONE ATTIVA NELL ANIMO LA NECESSARIA AUTOREVOLEZZA. L autorevolezza è un processo che dal punto di vista di chi lo esperisce, significa "sentire di avere potere" o "sentire di essere in grado di fare. Costituisce una modalità dell'operatore di accostarsi a chi ha un problema o a coloro che gli sono vicini e fare in modo che questi possano aiutarsi più di quanto potrebbero fare se fossero lasciati da soli, sopraffatti dalle difficoltà e in preda all'impotenza. È alla base del lavoro di rete in quanto mira ad attribuire o a riattribuire potere d'azione al sociale ovvero ad una pluralità di persone in connessione. come definito da Piccardo, Rappaport, Zimmerman. È un processo che permette agli individui, alle comunità di raggiungere il controllo della propria vita.

17 Le due idee di fondo del modello imcp: la seconda idea di fondo è il censimento degli skills e delle certificazioni di tutti i profili professionali di specializzazione, per i quali i singoli professionisti vogliono essere valutati e il conseguente matching evoluto della competenze raggiunte o sperate per un data specialità.

18 I parametri della skill Peso: peso della skill nell ambito di uno stesso profilo Anni: indicano l esperienza minima richiesta in ruolo compatibile, in mancanza della quale il candidato potrebbe essere non accettato come Associato Eucip Point Essential Behaviour Skills Livello di competenza: all incisive competence level viene assegnato un valore tra 9 e 10 mentre al deep competence level un valore tra 7 e 8 Utilizzo e Costanza: i valori sono in relazione al livello di competenza richiesta

19 Il matching sulle skills Il punteggio che il sistema attribuisce ad ogni singola skill è dato dalla seguente formula: P* [(Acv - Aprof) + (Ucv - Uprof) + (Fcv - Fprof) + (Lcv - Lprof)] Il punteggio complessivo attribuito al profilo sarà dato dalla sommatoria degli n punteggi singoli, con n=numero skill associate al profilo stesso: Σ {P* [(Acv - Aprof) + (Ucv - Uprof) + (Fcv - Fprof) + (Lcv - Lprof)]} P = peso Aprof = Anni esper. richiesti Acv = Anni esper. posseduti Uprof = Utilizzo richiesto Ucv = Utilizzo posseduto Fprof = Frequenza richiesta Fcv = Frequenza posseduta Lcv = Livello di competenza posseduto Lprof = Livello di competenza richiesto

20 imatch

21 Skill mismatching ed analisi della domanda formativa Il mancato soddisfacimento di requisiti nei profili professionali rivela specifiche domande formative OBBIETTIVO: INDIRIZZARE EFFICACEMENTE PROGRAMMI FORMATIVI ANALISI DEI POTENZIALI PROFESSIONALI in tre FASI INDIVIDUAZIONE DELLE SKILLS PIÙ RICHIESTE / MENO PRESENTI SKILLS PATTERN RECOGNITION RICERCA DI CANDIDATI CON PATTERN INCOMPLETI

22 1 Skills più richieste, skills meno disponibili

23 Skills pattern recognition Analisi degli aggregati di skill ricorrenti 2 Inferenza circa la rilevanza di una skill date altre skills: indagine del supporto reciproco tra skills

24 Ricerca di candidati con pattern incompleti Il potenziale è detenuto da quei professionisti che denotano curricula incompleti rispetto ad un area omogenea di conoscenza; essi sono maggiormente predisposti a percepire una specifica formazione TARGET

25 Reti Neurali e Skills Pattern Recognition Reti Neurali sono modelli discriminanti non lineari in cui l informazione è rappresentata in termini di mappe di attivazione di una rete di connessioni. Tradizionalmente una rete neurale apprende i propri criteri di rappresentazione direttamente dall esperienza modificando le connessioni in modo tale da ridurre al minimo l errore di classificazione commesso durante l addestramento

26 Overfitting Il modello è attendibile solo se il campione osservato è rappresentativo dell intera popolazione; tale circostanza è la più probabile ma non certa. Per prendere in considerazione l incertezza del modello si calcola la probabilità a posteriori del modello esso stesso soggetto ad una legge di distribuzione.

27 Reti neurali bayesiane Le reti neurali bayesiane integrano la previsione rispetto alla probabilità a posteriori del modello

28 Metodi numerici di integrazione L impossibilità di trattare analiticamente i complessi integrali coinvolti nel calcolo della probabilità a posteriori impongono il ricorso ad una procedura numerica nota come algoritmo di Metropolis. La sua velocità di convergenza viene incrementata con l uso dell informazione relativa al gradiente della funzione approssimante

29 i mcp nnovation Punteggio ideale/minimo MATCHING DEI PROFILI POTENZIALI DEL CANDIDATO PUNTI MINIMI PUNTI OTTENUTI EUCIP BUSINESS ANALYST DPR29/12/84 N Analista di Procedure EUCIP Information Systems Manager DPR29/12/84 N Analista di Sistema Certified Information Systems Security Professional - CISSP 70 80

30 AWARENESS consapevolezza ESSERE VALUTATI CON SE STESSI E CONTRIBUIRE ALLA COMPRENSIONE DELLE PROPRIE CONOSCENZE E DEI PROPRI LIMITI ATTIVA NELL ANIMO LA NECESSARIA CONSAPEVOLEZZA. CON-SAPERE COSCIENTE, INFORMATO COSCIENZA: CONSAPEVOLEZZA DI SE STESSO, DELLE PROPRIE AZIONI, DEI PROPRI SCOPI. SENTIMENTO CHE CIASCUN INDIVIDUO HA DEI VALORI MORALI, CRITERIO DI GIUDIZIO DEL BENE E DEL MALE.

31 Il comitato tecnico scientifico AIP Tutte e due le misurazioni sono il risultato di un attività di calcolo e di un attività di valutazione sia in termini deontologici che in termini di capacità tecnico-scientifiche e comunicazionali. Le valutazioni ed i colloqui orali sono gestiti da un Comitato Tecnico Scientifico che li sovrintende ed è rappresentativo di una data comunità scientifica, economica, consumeristica e sindacale.

32 Lettura del modello imcp Il modello può essere letto in diversi modi, fornendo il data base informazioni di diverso tipo sia in merito alle elaborazioni anagrafiche che datoriali che curriculari, con l aiuto di un valido sistema di reportistica possiamo avere informazioni aggregate e navigabili per elaborare strategie di sviluppo delle persone e dell organizzazione. Ma ora vorrei concentrare la vostra attenzione su due letture specifiche: come descrizione di cosa succede (misurazione e attestazioni di competenza) dati i valori effettivi delle esogene (censimento dei titoli ed delle esperienze) quali risultati si ottengono per le endogene (quale competenza/attestazione) come strumento per decidere cosa fare dati i valori desiderati delle endogene quali valori devono assumere le esogene (formazione continua e profili di prossimità) (in cosa vorrei misurarmi/attestarmi) (dove sono preparato e che devo studiare)

33 Correlazioni con il framework EUCIP Ma ora andiamo a rispondere alle complesse ed esaustive istanze della certificazione EUCIP. Per fare questo abbiamo approcciato lo studio e poi l applicazione seguendo i seguenti documenti: The EUCIP Model. A standard approach to the definition and measurement of ICT Competences. Cepis March 2007 Certificazione delle competenze derivanti dall'esperienza professionale. Linee guida per la compatibilità con il modello EUCIP. AICA Marzo 2008

34 Correlazioni con il framework EUCIP Il modello Eucip Un approccio standard per la definizione e misura delle competenze ICT Esclusivamente orientato alle competenze ICT Ha due livelli di certificazione Ha profili e certificazione definiti Il modello imcp Una linea guida per il censimento, la misurazione e l attestazione di tutte le competenze professionali Orientato a tutte le competenze Ha due livelli di attestazione Acquisisce profili e certificazioni dal mercato I moduli elettivi sono definiti in una matrice Ha limiti e misurazione finite Tutto deve essere definito in un data base Non ha limiti e le misurazione sono infinite

35 i mcp nnovation Unità di misura del CPR Sezione Formazione punti Diploma di maturità Laureando Laurea di primo livello Laurea specialistica Sezione Altra Formazione ore Autodidatta Borsa di studio Corso privato Corso regionale Fad Master Post diploma Post laurea Seminario Workshop Autovalutazione Certificata Sezione Certificazioni punti Certificazioni Pubblicazioni Sezione Esperienze mesi Settore ICT Settore diverso da ICT Skills % Sezione Lingue punti Sezione Associazione anni Sezione Deontologica punti Peso % di ogni sezione Coefficiente di svalutazione o rivalutazione annua +/- Credito Professionale Relativo Rules for Eucip Coefficiente Bonus/Malus in unità di misura del CPR +/- Candidate Evaluation (60p..100p for oral exam) Study title + continuing education (0p..30p) EUCIP accredited modules + other certifications (28p..48p) Work experience (2p..32p) VALUTAZIONE GLOBALE ASSOCIATO (VGA) Valutazione Globale

36 i mcp nnovation Unità di misura del CPR Sezione Formazione punti Diploma di maturità Laureando Laurea di primo livello Laurea specialistica Sezione Altra Formazione ore Autodidatta Borsa di studio Corso privato Corso regionale Fad Master Post diploma Post laurea Seminario Workshop Autovalutazione Certificata Sezione Certificazioni punti Certificazioni Pubblicazioni Sezione Esperienze mesi Settore ICT Settore diverso da ICT Skills % Sezione Lingue punti Sezione Associazione anni Sezione Deontologica punti Peso % di ogni sezione Coefficiente di svalutazione o rivalutazione annua +/- Credito Professionale Relativo Coefficiente Bonus/Malus in unità di misura del CPR +/- Data Base for Eucip MIUR per I titoli di studio Harmonise per le certificazioni ICT VALUTAZIONE GLOBALE ASSOCIATO (VGA) Valutazione Globale

37 Profili Professionali presi in esame Analista dei Sistemi Informativi Help Desk Supervisor Analista di Business Sistemi d'integrazione e Testing Architetto dei Sistemi IT Manager dei Sistemi Informativi Architetto delle Telecomunicazioni Network Manager Auditor dei Sistemi Informativi Project Manager dei Sistemi Informativi Client Manager Sviluppatore Software Consulente della Logistica e dell'automazione X- Systems Engineer Consulente della sicurezza Certified IS Security Professional - CISSP Consulente delle Vendite e dell'applicazione DPR29/12/84 N Analista di Consulente di soluzioni aziendali Sistema Data Base Manager DPR29/12/84 N Analista di Data Centre & Configuration Manager Procedure Esperto Web & Multimedia Formatore IT 21 Elective profile Eucip 1 CISSP Clusit 2 Profili del pubblico impiego

38 Modules Eucip A A.1 A.2 A.3 A.4 A.5 A.6 A.7 B B.1 B.2 B.3 B.4 C C.1 C.2 C.3 C.4 C.5 C.6 C.7 PLAN KNOWLEDGE AREA ORGANISATIONS AND THEIR USE OF IT MANAGEMENT OF IT MEASURING THE VALUE OF IT THE GLOBAL NETWORKED ECONOMY PROJECT MANAGEMENT PRESENTATION AND COMMUNICATIONS TECHNIQUES LEGAL AND ETHICAL ISSUES BUILD KNOWLEDGE AREA SYSTEMS DEVELOPMENT PROCESS AND METHODS DATA MANAGEMENT AND DATABASES PROGRAMMING USER INTERFACE AND WEB DESIGN OPERATE KNOWLEDGE AREA COMPUTING COMPONENTS AND ARCHITECTURE OPERATING SYSTEMS COMMUNICATIONS AND NETWORKS NETWORK SERVICES WIRELESS AND MOBILE COMPUTING NETWORK MANAGEMENT SERVICE DELIVERY AND SUPPORT

39 Eucip Branch Profile - Area PROFESSIONAL BRANCH EUCIP PROFILE AREA IT Business Managers and Information Systems Manager PLAN Professionals Information Systems Auditor PLAN Client Manager PLAN Solution Consultants Sales and Application Consultant PLAN Enterprise Solutions Consultant PLAN Logistics & Automation Consultant PLAN e-business & Innovation Business Analyst PLAN Agents Information Systems Project Manager PLAN Information Systems Analyst BUILD Software Designers Software Developer BUILD Systems Integration & Testing Engineer BUILD Web & Multimedia Master BUILD Technical Advisers IT Systems Architect BUILD Telecommunications Architect OPERATE Security Adviser OPERATE Operational Managers Database Manager BUILD Network Manager OPERATE Data Centre & Configuration Manager OPERATE Service Support Specialists X-Systems Engineer OPERATE Help Desk Supervisor OPERATE IT Trainer OPERATE

40 Eucip Profiles & Continuous Improvement

41 Struttura di correlazione Correlation framework SKILLS BUSINESS ACTIVITY AND BUSINESS PROCESS MODELLING INFORMATION SYSTEMS IN THE BUSINESS ENVIRONMENT ECC ECC ECC RUOLI ROLE FAMIGLIE FAMILY SPECIALIZZA- ZIONE (PROFESSIONAL BRANCH) ANZIANITA SENIORITY

42 Struttura di correlazione Correlation framework

43 Struttura di correlazione - Correlation framework SKILLS BUSINESS ACTIVITY AND BUSINESS PROCESS MODELLING INFORMATION SYSTEMS IN THE BUSINESS ENVIRONMENT ECC ECC ECC RUOLI ROLE FAMIGLIE FAMILY SPECIALIZZA- ZIONE (PROFESSIONAL BRANCH) ANZIANITA SENIORITY ROLE Consulente, Coordinatore, Responsabile, Pubblico impiego qualifiche I-VIII FAMILY Amministrazione Personale Commerciale Consulenze Direzione Informatica Marketing Produzione Qualità Risorse Umane Segreteria SENIORITY Junior, Senior PROFESSIONAL BRANCH IT Business Managers and Professionals Solution Consultants e-business & Innovation Agents Software Designers Technical Advisers Operational Managers Service Support Specialists

44 Il processo per l attestazione attestato di competenza specialistico composizione del curriculum vitae NO SI Il colloquio orale ha dato risultati positivi ed ha confermato quanto dichiarato dal candidato? valutazione del curriculum Vitae colloquio orale con il comitato Tecnico Scientifico NO La valutazione è superiore alla media dell organizzazione, ed i requisiti minimi soddisfatti? SI NO SI Il risultato è superiore al punteggio minimo previsto per il profilo, ed i requisiti minimi soddisfatti? attestato di competenza generico dichiarazione skills matching evoluto

45 Il modello è già un applicativo (ijobnet4aip) ed è fruibile su

46 Coprendo esigenze quali: Staffing / Recruiting Chiusura attività / Rilascio persona Dossier persona e stampa automatica CV Scenari what if aziendali Organigramma per periodi di validità Valutazione potenziale Piani carriera Piani formazione Benchmark Blog, Community...

47 Fornendo supporto alla gestione della conoscenza attraverso: Un Decision Support System per tutti gli aspetti di Human Capital Management. Un data base per gestire e monitorare tutte le informazioni. Un matching evoluto e dinamico per far fronte alla complessità con approccio innovativo.

48 La reportistica Dal dato singolo alla visione d insieme e viceversa Tutto il sistema, nelle sue varie fasi, è supportato da uno strumento di business intelligence che consente una visione immediata e semplificata delle informazioni contenute nel database mediante l utilizzo di grafici, indicatori di performance, etc. La BI consente di integrare il contenuto informativo per ottenere una visione anche visione trasversale delle informazioni.

49 Valutazione CV di Leonardo Fibonacci

50 Business analyst ovvero Analista di business ovvero Analista di procedure

51 Information systems manager ovvero Manager dei sistemi informativi Ovvero Analista di sistema

52 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

53 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

54 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

55 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

56 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

57 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

58 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

59 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

60 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

61 Reportistica (i dati sono indicativi e dimostrativi)

62 Bravi d Italia, mostratevi! Andrea Violetti, Stefano Hajek e Susanna Daddi, vi ringraziano per averli ascoltati!

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze

Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze Roberto Bellini 1, Pierfranco Ravotto 2 AICA Piazzale Rodolfo Morandi 2, 20121 Milano 1 r.bellini@aicanet.it 2 p.ravotto@aicanet.it EUCIP è uno standard

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

European ICT Professional Profiles

European ICT Professional Profiles CEN Workshop ICT Skills CWA European ICT Professional Profiles Il presente CEN Workshop Agreement (CWA) definisce un set di profili europei nel settore dell ICT; Usando lo European e-competence Framework

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Il modello EUCIP. Un approccio standard alla definizione e alla misurazione delle competenze ICT

Il modello EUCIP. Un approccio standard alla definizione e alla misurazione delle competenze ICT Il modello EUCIP Un approccio standard alla definizione e alla misurazione delle competenze ICT Novembre 2008 Il presente documento (in particolare i capitoli 2, 3 e 4) contiene estratti, tradotti in lingua

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015

Regolamento AICA per la Certificazione delle competenze digitali Codice documento Pagine Revisione Del SC 02 1 di 15 05 20/01/2015 SC 02 1 di 15 Il presente regolamento ha lo scopo di descrivere le modalità operative per la concessione, il mantenimento, il rinnovo e la eventuale revoca delle Certificazioni di AICA. Esso è suddiviso

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA Pag. 1 di 16 REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli