IBConnector Tutorial

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IBConnector Tutorial"

Transcript

1 Pagina 1/26

2 IBConnector Tutorial IBConnector Engine e IBConnector Manager Versione Pagina 2/26

3 Indice generale Scopo del documento...4 Installazione IBConnector...5 Esecuzione...5 Messaggio di benvenuto...6 Path...7 Cartella...8 Log...9 Completamento...10 Installazione connettori...11 Architettura...12 Distribuzione integrazioni...12 Deploy...14 IBConnector Manager...16 Scelta connettore...17 Configurazione connessioni...18 Configurazione ETL...20 Gestione parametri...23 Importa...24 Ricarica...24 Parametrizzazione database...25 Pagina 3/26

4 Scopo del documento Il seguente documento si prefigge l'obbiettivo di documentare il prodotto della Zucchetti, IBConnector, in tutte le sue componenti e funzionalità. L'installazione, l'architettura, il deploy, la parametrizzazione e la configurazione saranno gli argomenti relativi all'ibconnector rivisitati e ristrutturati in questo tutorial. Pagina 4/26

5 Installazione IBConnector A partire dalla versione di IBConnector, è stata introdotta una miglior gestione degli aggiornamenti e dei rilasci dell'ibconnector, tramite una nuova gestione di versioning. La versione di IBConnector, infatti, è formata da quattro numeri. I primi tre rappresentano la versione di PDI Kettle utilizzato per la creazione dell'etl. Quando questa versione cambia, il setup installerà una nuova istanza dell'ibconnector, non sovrascrivendo eventuali versioni già presenti con versioni di PDI Kettle differenti. L'ultimo numero nella versione di IBConnector invece, viene aumentato ogni volta che si effettuano degli aggiornamenti, senza modificare la versione di PDI Kettle. In questo caso, il setup aggiornerà IBConnector presente sulla macchina alla nuova versione, oppure, se non presente, installerà direttamente all'ultima release. Come già detto, questa nuova procedura partirà dalla versione Ciò significa che la versione predente, ossia la , non gestisce tale configurazione e, se presente sulla macchina, è consigliabile disinstallarla prima di procedere con l'installazione della nuova release. Di seguito vengono esposti i passi per installare IBConnector dalla versione e successive. Esecuzione Eseguire il file IBConnector-t.x.y.z-Setup.exe, dove t.x.y.z è la versione dell'applicativo. Al momento della stesura di questo documento la versione è Se sulla macchina fosse installata la versione , e se l'utente volesse installare una z, viene informato consigliando di disinstallare la vecchia versione (insieme ai connettori associati) prima di procedere: Se due IBConnector, hanno t, x e y (versione di Kettle) differenti, sono due istanze differenti e quindi le installazioni saranno distinte. In tutti i restanti casi, se la versione di Kettle è la stessa, l'istanza viene sovrascritta a quella esistente. Pagina 5/26

6 Messaggio di benvenuto Inizialmente, verrà aperta la finestra di benvenuto che guiderà l'utente nell'installazione. Premere Avanti : Pagina 6/26

7 Path Il prossimo passo permette all'utente di selezionare il percorso dove installare IBConnector: Pagina 7/26

8 Cartella A questo punto, è possibile specificare il collegamento a IBConnector dal menu start. Dopodiché, premendo il pulsante Installa, l'applicazione verrà installata secondo i parametri impostati. Se sulla macchina fosse presente la versione , il setup non permetterà di installare questa versione nello stesso percorso della Anche i collegamenti dal menu di avvio (Windows) dovranno essere inseriti su una cartella diversa da quella impostata per la versione : Pagina 8/26

9 Log Completata l'installazione, verrà visualizzato il log delle operazioni svolte durante questa fase: Pagina 9/26

10 Completamento L'ultima finestra conferma l'avvenuta installazione di IBConnector: Per disinstallare IBConnector, invece, è sufficiente eseguire il file Uninstall IBConnector-t.x.y.z presente nel menù di avvio oppure dal pannello di controllo (Installazione / Applicazione). L'applicazione non verrà disinstallata se ad essa sono associati dei connettori. Quindi per procedere con la disinstallazione dell'ibconnector è necessario prima disinstallare tutti i connettori ad essa associati. L'installazione della versione Linux non hai il wizard della versione Windows appena descritto, è necessario solo effettuare l'unzip del pacchetto distribuito. Pagina 10/26

11 Installazione connettori I singoli progetti rilasciati vengono chiamati connettori. L'installazione di questi connettori è indipendente dall'installazione di IBConnector, ma richiedono la sua presenza. Ogni connettore è legato alla versione di IBConnector e, se la versione attualmente installata non è compatibile, non è possibile installare il connettore (a meno di un aggiornamento di IBConnector). Con il connettore viene inoltre distribuita la relativa documentazione di progetto e l'infomart per l'analisi dei dati tramite la suite InfoBusiness. Pagina 11/26

12 Architettura IBConnector è un pacchetto java preposto all'esecuzione di un job di un repository Kettle cifrato. Il connettore è un progetto di integrazione contenente un file xml che prende il nome di Repository. Al fine di proteggere il lavoro svolto il repository viene cifrato prima della distribuzione mediante un componente, denominato Crypter. L'output che si ottiene è un file con estensione.ibc, il Crypted Repository, che sarà utilizzabile da IBConnector. L'architettura vuole dare la possibilità a Zucchetti di proteggere il lavoro fatto dal gruppo InfoBusiness Progetti, dando la possibilità di distribuire un motore standard sincronizzato con il License Server di InfoBusiness. L'obiettivo è anche quello di non limitare il potenziale di quei clienti/rivenditori che hanno la necessità di implementare delle verticalizzazioni 'custom' dell'integrazione. I clienti/rivenditori potranno richiedere a Zucchetti i sorgenti del connettore, utilizzare il Crypter e utilizzare il nuovo repository cifrato mediante IBConnector. Per poter utilizzare IBConnector è necessario possedere la licenza InfoBusiness specifica per il connettore in questione. Distribuzione integrazioni L'architettura è presentata graficamente dallo schema seguente. L'architettura per la versione Linux non cambia, bisogna solo considerare i file bash di Linux (.sh) al posto dei file batch (.bat) di Windows. xetl Connector yetl Connector zetl Connector InfoBusiness Connector File Crypted properties Repository Data Warehouse Database Loader Repository Engine PDI Kettle Repository Decrypter Crypter Crypted Repository Repository Database Repository License Client License Server Pagina 12/26

13 Il progetto d'integrazione (connettore), dopo essere stato sviluppato, viene esportato in formato XML e prende il nome di Repository. Per proteggere il lavoro svolto, prima della distribuzione, si è pensato di utilizzare un applicativo centralizzato (Crypter) per la cifratura del codice. L'output sarà un repository protetto (Crypted Repository -.ibc) da dare in input al motore kettle 'esteso', che il cliente/rivenditore vedrà come una black-box (IBConnector). I componenti che fanno parte di IBConnector sono: License Client: Si occupa di comunicare con il LicenseServer di InfoBusiness per la verifica della licenza di utilizzo del connettore. Decrypter: Si occupa di prendere in input il repository distribuito e renderlo utilizzabile per il caricamento sul database (Database Repository). Loader Repository: Si occupa di caricare sul database (Database Repository), residente in memoria, il repository decifrato dal Decrypter. Engine PDI Kettle: Si occupa di eseguire l'etl. Può anche essere utilizzato (Spoon) per verticalizzare l'etl, dopo aver richiesto a Zucchetti i sorgenti decifrati. Al termine del processo, la memoria occupata da IBConnector verrà rilasciata. Il motore kettle (Engine PDI Kettle) è inglobato in IBConnector, che utilizzerà anche dei file properties per parametrizzare l'etl (ad esempio i valori di default) a seconda dell'integrazione (Connettore) che si sta lanciando, lasciando IBConnector standard per la distribuzione di tutti i progetti. I clienti/rivenditori che avranno la possibilità di fare editing sul repository, mediante Spoon (GUI PDI Kettle Spoon), devono poi cifrare il nuovo repository, per poter utilizzare l'ibconnector in maniera corretta. L'architettura, così come è stata studiata, vuole dare la possibilità a Zucchetti di proteggere il lavoro fatto dal gruppo InfoBusiness Progetti, dando la possibilità di distribuire un motore standard sincronizzato con il License Server di InfoBusiness. L'obiettivo è anche quello di non limitare il potenziale di quei clienti/rivenditori che hanno la necessità di implementare delle verticalizzazioni 'custom' dell'integrazione. Pagina 13/26

14 Deploy L'installazione di IBConnector crea la seguente struttura standard nel file system della macchina: File IBConnector.jar: motore del connettore. Decripta l'etl, lo carica in un DB residente in memoria e lo lancia. Finito il processo libera la memoria dal DB. File IBConsole.jar: GUI. File IBConnector.bat: batch file per il lancio del motore IBConnector.jar. File IBConsole.bat: batch file per il lancio della GUI IBConsole.jar. Cartella zibconfig di configurazione della console. ibconsole.ini: file di configurazione della GUI (versione e livello di log) wizard.properties: file di configurazione grafica della GUI. Cartella progettoetl (dove progetto è il nome del progetto realizzato). File progettoetl.ibc: repository ETL criptato. File progettoetl.con: è un file xml contenente i parametri di configurazione delle connessioni. Potrà essere configurato tramite l'utility IBConnector Manager. Viene creato durante la fase di installazione del progetto o eventualmente, se non presente, la prima volta che si lancia il processo ETL. File progettoetl_ modalita.bat: batch files con le varie modalita (init, run e setup) di lancio della IBConnector Manager e dell'ibconnector. File License.cfg: contiene i dati della licenza da utilizzare. File progettoetl.properties contiene i valori di default. File progettoetl_db.properties contiene i valori delle connessioni ai db. File progettoetl_job.properties contiene i valori di dei job da lanciare con la GUI ed i relativi parametri di input. Pagina 14/26

15 I parametri da passare al file IBConnector.bat sono i seguenti: 1) Nome del progetto (Connettore) 2) Percorso del file di licenza: 1.Se in locale bisogna inserire il path assoluto del file.lic 2.Se su server bisogna passare una stringa del tipo indirizzoserver:porta:ragione Sociale Cliente. L'Indirizzo del server, la porta, e la Ragione Sociale del Cliente sono informazioni che possono essere ricavate dal LicenceServer di Infobusiness. 3.Percorso assoluto del file license.cfg del progetto specificato al punto1) 3) Nome job da eseguire 4) Livello del log 5) Elenco di parametri opzionali da passare all'etl (possono essere massimo 5) Nella configurazione standard non è necessario modificare il file progettoetl.bat, ma solamente il file License.cfg utilizzato da tale batch. Pagina 15/26

16 IBConnector Manager IBConnector Manager è un'utility che agevola l'utente nell'utilizzo di IBConnector. Questo applicativo permette selezionare il connettore, di impostare le connessioni ai database, di lanciare l'etl e di gestire i parametri. Nell'installazione di IBConnector sono presenti nelle cartelle dei singoli connettori i files con estensione.con. Essi contengono le proprietà per le connessioni ai database utilizzati. Per permettere la modifica e la verifica delle connessioni presenti in questi file, viene utilizzata l'ibconnector Manager, rilasciata con l'ibconnector. La GUI è presente nella home directory di IBConnector. Per il lancio standalone bisogna utilizzare il batch IBConsole.bat. L'IBConnector Manager viene eseguito dai batch di lancio. Si rimanda ai manuali dei singoli connettori per il corretto utilizzo. La Console è nata con l'obbiettivo di rendere agevole la configurazione dell'ibconnector. E' possibile effettuare il lancio di JOB Kettle facendo in modo che possano prendere da GUI al massimo 5 parametri in input. Permette di interagire con tabelle dei parametri opportunamente create, gestendone per ogni tabella un'altra speculare di inizializzazione. Pagina 16/26

17 Scelta connettore Dopo l'installazione dell'ibconnector e dei connettori sarà possibile avviare la Console dal menu di avvio. Questa modalità è presente solo nella distribuzione Windows per la quale sono stati creati delle procedure di setup. Avviando la Console è possibile visualizzare la seguente schermata che chiameremo Step1. E' possibile avviare l'interfaccia manualmente anche con il file batch IBConsole (la distribuzione Linux utilizza solo questa modalità). Nel drill down dei connettori è possibile scegliere uno dei connettori installati (prendiamo il connettore AHRETL come esempio per questo documento). Lo Step1 prevede la verifica e la configurazione del file delle licenze (file License.cfg nella directory AHRETL). Con il tasto Test si effettua un'interrogazione al license server con le credenziali indicate. Il tasto.. effettua un binding della rete per individuare altri license server raggiungibili. Il tasto Next del Wizard salva automaticamente le impostazioni sulla licenza e passa nel pannello della Console dedicato alla configurazione delle connessioni (Step2). Pagina 17/26

18 Configurazione connessioni Le connessioni da configurare sono le connessioni dichiarate nell'etl mediante il Kettle e portate sul file xml generato dall'ibconnector AHRETL.con (prendiamo sempre il connettore AHRETL come riferimento per questo documento). Il campo Tipo DB permette di scegliere su quale motore DB ci si vuole connettere, l'elenco dei database disponibili è dato dalla compatibilità dell'etl, che viene dichiarata da InfoBusiness Progetti compilando il file AHRETL_db.properties. Quindi, nel file AHRETL_db.properties ci sono le connessioni che sono state rese disponibili per il connettore, ovvero le compatibilità degli ETL con i motori DB. In caso di una verticalizzazione, per rendere compatibile l'etl con un'altro motore DB, si dovrà modificare il file in questo modo: <Tipologia di motore DB> custom_type=custom_db <Compatibilità motore DB> custom_enable=1 <Classe JDBC> Pagina 18/26

19 custom_class=custom_jdbc <Porta motore DB> custom_port=custom_port <Script attributi SQL> custom_sql=custom_attribute_sql <Script attributi TST> custom_tst=creazione table space tabelle <Script attributi TSI> custom_tsi=creazione table space indici <Script attributi TTA> custom_tta=abilitazione table space tabelle <Script attributi TIA> custom_tia=abilitazione table space indici Tutti gli altri campi, non specificati nel file, indicano le credenziali di accesso per la comunicazione con il database. Il tasto Test verifica se la connessione ha successo. Il tasto Next del Wizard salva automaticamente le impostazioni delle connessioni e passa nel pannello della Console dedicato alla configurazione dell'etl (Step3). Pagina 19/26

20 Configurazione ETL L'ultimo passo del wizard, Step3, permette il lancio di job Kettle contenuti nell'etl. I job da inserire nell'elenco ed i relativi parametri da selezionare sono configurati nel file AHRETL_job.properties (considerando sempre AHRETL come connettore si esempio). Il file di configurazione è strutturato nel seguente modo: AHRETL_JB0=Z_ARCH_ETL/START_DWH_AdHoc AHRETL_JB1=Z_ARCH_ETL/START_Parametri AHRETL_JB2=Z_ARCH_ETL/START_Ricarica_Parametri AHRETL_JB0.parameters=param1:Azienda:false AHRETL_JB1.parameters=param1:Azienda:true Tramite il suffisso AHRETL_JBx si possono dichiarare i job che saranno contenuti nell'oggetto drill down del pannello. I parametri a seguire, massimo 5, sono indicati nella voce Pagina 20/26

21 AHRETL_JBx.parameters. Ogni parametro è composto da una terna di parametri in cui il primo identifica il nome del parametro, il secondo la label da visualizzare sul pannello (Azienda) e l'ultimo indica se il parametro è reso obbligatorio (true) o facoltativo (false). jobspanel.parametrsbtn.enabled=true Se abilitato (true) permette di abilitare il tasto Parametri, il quale attiverà la GUI per la gestione dei parametri. In questo caso, se il tasto Parametri dovesse riportare un popup di errore significa che le tabelle dei parametri non sono state correttamente configurate. Se un ETL non prevede i parametri si può evitare di riportare l'errore, che sarebbe incompleto, disabilitanndo (false) il parametro suddetto. jobspanel.parameters.connectionname=output Identifica il nome della connessione sulla quale vengono create e popolate le tabelle dei parametri tramite il job Z_ARCH_ETL/Start_Parametri. Di default la connessione sulla quali tali tabelle sono create è la connessione di OUTPUT. Il tasto Avvia Job permette di lanciare il job Kettle opportunamente selezionato e compilato, se l'esito del job sarà positivo verrà visualizzato un popup di coferma dell'avvenuta corretta esecuzione. Se la procedura di caricamento dati dovesse andare in errore, verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui viene riportato il log dell'elaborazione per analizzare i motivi del malfunzionamento. Pagina 21/26

22 Nella cartella zibconfig, situata nella directory home dell'ibconnector, si trova il file di configurazione della Console: ibconsole.ini. Nel file è possibile specificare la granularità del livello di log che si vuole analizzare. NOTHING ERROR MINIMAL BASIC DETAILED DEBUG ROWLEVEL Il tasto Parametri permette di aprire la finestra per la gestione dei parametri utilizzati nelle procedure di ETL, da non confondere con i parametri di lancio dell'etl discussi in precedenza. Pagina 22/26

23 Gestione parametri La gestione dei parametri è necessaria per poter agevolare l'utente finale alla configurazione dei parametri necessari per la corretta configurazione dell'etl. Prendiamo sempre come esempio il connettore AHRETL. Per ogni parametro si possono definire uno o più tab (scelta pannelli in alto). Ogni tab rappresenta una coppia di tabelle, una contenente i parametri effettivi (pannello superiore), ed una contenente i possibili valori (pannello inferiore) da rendere effettivi. Pertanto è possibile effettuare una serie di operazioni di spostamento dal pannello inferiore a quello superiore (drag & drop). Ci sono anche i seguenti tasti che effettuano operazioni sulle tabelle rappresentate nei pannelli e che rispecchiano le tabelle presenti sul data warehouse: Cerca : effettua una ricerca su tutti i campi della tabella del pannello inferiore. + / - : crea / cancella nuovi record nella tabella del pannello superiore. Save : salva i dati della tabella del pannello superiore nella speculare tabella del database. L'elenco delle tabelle da mettere nella GUI per la gestione dei parametri è definito in una tabella del data warehouse: IBC_PAR_HELP. Attualmente una limitazione sulla locazione delle tabelle sta nel fatto che è obbligatorio definirle in una connessione Kettle chiamata OUTPUT. Tabella Alias Posizione ToolTip Pagina 23/26

24 IBC_PAR_AZIENDA Aziende 0 *** IBC_PAR_LISTINO Listini 1 *** IBC_PAR_MARGINALITA Marginalita 2 *** IBC_PAR_DOCUMENTI Documenti 3 *** Le tabelle specificate nel campo Tabella sono le tabelle rappresentate nei pannelli superiori di ogni tab, il campo Alias contiene il nome da assegnare al tab ed il campo Posizione indica la posizione del tab. Il campo ToolTip è stato pensato per poter generare un tool tip di spiegazione su ogni singolo tab ma attualmente non viene ancora gestito dalla Console. In seguito verranno descritti le funzionalità dei tasti Importa e Ricarica. Importa Lancia un job dell'etl che permette il flush dei parametri di inizializzazione, ovvero i dati presenti sulla tabella del pannello inferiore del tab selezionato. Quindi, utilizzando sempre il connettore AHRETL come esempio, supponiamo di aver selezionato il tab Azienda. Il tasto Importa effettuerà il lancio del seguente job: /PARAM/IM/IBC_PAR_INI_AZIENDA Ovviamente questo job si occuperà di popolare la tabella IBC_PAR_INI_AZIENDA in base ai criteri di popolamento del connettore. Ricarica Lancia un job dell'etl che permette il flush dei parametri, ovvere i dati presenti sulla tabella del pannello superiore del tab selezionato. Quindi, utilizzando sempre il connettore AHRETL come esempio, supponiamo di aver selezionato il tab Azienda. Il tasto Ricarica effettuerà il lancio del seguente job: /PARAM/RE/IBC_PAR_AZIENDA Ovviamente questo job si occuperà di popolare la tabella IBC_PAR_AZIENDA in base ai criteri di popolamento del connettore. La funzionalità di ripristino dati, può essere utilizzata anche come rollback dei parametri rispetto all'ultima esecuzione dell'etl, ovviamente sarà necessario prevedere nell'etl l'utilizzo di ulteriori tabelle di appoggio. Se si volesse seguire questa politica, attualmente non viene visualizzato un messaggio di Alert, quindi bisogna fare attenzione all'utilizzo in quanto si possono perdere le operazioni sui dati fin ora effettuate. Pagina 24/26

25 Parametrizzazione database Alcuni parametri di default dell'applicativo IBConnector Manager possono essere aggiornati modificando il file progettoetl_db.properties, che si trova dentro la cartella progettoetl di ogni singolo connettore. Questo file si presenta nel seguente modo: MSS_TYPE=MSSQL ORA_TYPE=ORACLE MYS_TYPE=MYSQL FIB_TYPE=FIREBIRD POS_TYPE=POSTGRESQL MSS_ENABLE=1 ORA_ENABLE=1 MYS_ENABLE=1 FIB_ENABLE=1 POS_ENABLE=0 MSS_CLASS=net.sourceforge.jtds.jdbc.Driver ORA_CLASS=oracle.jdbc.driver.OracleDriver MYS_CLASS=com.mysql.jdbc.Driver FIB_CLASS=org.firebirdsql.jdbc.FBDriver POS_CLASS=org.postgresql.Driver MSS_PORT=1433 ORA_PORT=1521 MYS_PORT=3306 FIB_PORT=3050 POS_PORT=5432 MSS_SQL=SET DATEFORMAT YMD; SET TRANSACTION ISOLATION LEVEL READ UNCOMMITTED; ORA_SQL=alter session set nls_date_format='yyyy/mm/dd' MYS_SQL=SET TRANSACTION ISOLATION LEVEL READ UNCOMMITTED; FIB_SQL= POS_SQL= MSS_TST= ORA_TST= MYS_TST= FIB_TST= POS_TST= MSS_TSI= ORA_TSI= MYS_TSI= FIB_TSI= POS_TSI= Pagina 25/26

26 MSS_TTA= ORA_TTA= MYS_TTA= FIB_TTA= POS_TTA= MSS_TIA= ORA_TIA= MYS_TIA= FIB_TIA= POS_TIA= Le voci con suffisso _TYPE indicano le tipologie di database attualmente supportate. Gli _ENABLE sono posti ad uno quando si desidera far visualizzare nell'utilty la tipologia di database indicata. I suffissi _CLASS e _PORT indicano, rispettivamente, le classi java utilizzate dai driver JDBC e le porte di connessioni ai database. Le voci _SQL permettono di impostare i parametri di connessione ai DBMS mediante script Sql. I parametri con suffissi _TST e _TSI, permettono di definire rispettivamente la frase sql per la creazione del table space delle tabelle e degli indici. Infine i parametri con suffissi _TTA e _TIA, permettono di abilitare rispettivamente i table space delle tabelle e degli indici. Pagina 26/26

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Migrazione Dati Personali Webmail guida per l'utente

Migrazione Dati Personali Webmail guida per l'utente - CNR - Ufficio Reti e Sistemi Informativi - Migrazione Dati Personali Webmail guida per l'utente Nell'ottica di aggiornare la piattaforma WEB per la gestione della posta elettronica agli ultimi standard

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200 IMPORTAZIONI - INDICE... 3 Anagrafiche... 4 Anagrafiche esterne... 5 Client abilitati... 6 2 Le funzioni trattate in questa sezione permettono di gestire la fase di importazione dei dati provenienti da

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente

IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente Nota Prima di utilizzare queste informazioni e il relativo prodotto, leggere le informazioni in Note a pagina 179. Informazioni sul prodotto La presente edizione

Dettagli

1 Programmazione chiave per veicoli prodotti dopo il 1997 e dotati di vecchia presa diagnostica circolare a 38 pin : W202, W208, W209, W210

1 Programmazione chiave per veicoli prodotti dopo il 1997 e dotati di vecchia presa diagnostica circolare a 38 pin : W202, W208, W209, W210 1 Programmazione chiave per veicoli prodotti dopo il 1997 e dotati di vecchia presa diagnostica circolare a 38 pin : W202, W208, W209, W210 Il software Mercedes Commander è in grado di generare i file

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows

Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows Questo documento illustra come installare una stampante in ambiente Windows con un nuovo metodo. Il vecchio metodo, principalmente consigliato

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli