Il protocollo in pillole

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il protocollo in pillole"

Transcript

1 Divisione flussi documentali e informativi Il protocollo in pillole Tutta la corrispondenza in arrivo al Dipartimento affluisce alla Segreteria amministrativa del Dipartimento che la apre e la registra al protocollo. Sono documenti in arrivo tutti quelli che arrivano al Dipartimento dall'esterno di esso, sia dagli uffici dell'amministrazione centrale, che da altri Dipartimenti dell'ateneo, da singoli cittadini o da enti o ditte esterne. Sono documenti in arrivo anche i documenti che i dipendenti del Dipartimento indirizzano al Dipartimento stesso, quando riguardano pratiche personali (richieste di congedi, autorizzazioni a incarichi esterni, anni sabbatici, etc.) Ogni Dipartimento, in quanto Area Organizzativa Omogenea ha un proprio Registro di protocollo ed è titolare di una casella istituzionale di posta elettronica certificata (PEC) integrata nel protocollo che viene utilizzata per ricevere e spedire documenti di pertinenza del Dipartimento. Eccezioni all apertura delle buste: a) corrispondenza riportante l'indicazione offerta, gara d'appalto, o simili; b) corrispondenza indirizzata nominativamente oppure riportante l'indicazione "riservata", "personale", "confidenziale" o simili, o comunque dalla cui confezione si evinca il carattere di corrispondenza privata. La corrispondenza di cui al punto a) va protocollata la busta e il timbro apposto sulla busta; in seguito all espletamento della gara, il numero di protocollo va riportato sui documenti interni; La corrispondenza di cui al punto b) va inoltrata al destinatario che, nel caso sia un documento attinente l attività del Dipartimento, lo consegna alla Segreteria per la protocollazione. I documenti in arrivo e in partenza, compresi i documenti trasmessi telematicamente devono essere protocollati, salvo: Documenti esclusi per legge (art. 53, c. 5 del DPR 445/2000): bollettini ufficiali P.A., notiziari P.A., note di ricezione 1

2 circolari, note di ricezione altre disposizioni, materiali statistici, atti preparatori interni, giornali, riviste, libri, materiali pubblicitari, inviti a manifestazioni che non attivino procedimenti amministrativi; certificati medici, comunicati stampa di enti esterni, comunicazione da parte di enti di bandi di concorso, estratti conto bancari, giustificativi di assenza del personale se rilevati con sistemi informatici (rilevatori presenze), lettere accompagnatorie di fatture, missioni del personale, richiesta rilascio certificati, richieste di ferie, richieste di permesso orario del personale tecnico amministrativo se rilevati con sistemi informatici (rilevatori presenze), rimborsi piccole spese, solleciti di pagamento; Eccezioni (cioè documenti espressamente da protocollare): Fatture in ritardo pena interessi di mora, solleciti di pagamento inviati con PEC o raccomandata, tutti i documenti di norma non soggetti a protocollazione che la UOR ritiene di inviare al servizio protocollo per la registrazione. Si protocollano per prime PEC, raccomandate, invii tramite corriere, notifiche giudiziarie Attenzione ai campi : mittente, oggetto, descrizione allegati perché dopo la registrazione non sono modificabili; Si deve individuare il vero mittente e verificare l uso improprio della carta intestata; il protocollo si annulla solo se esiste una motivazione relativa ad un errore di protocollazione commesso nei campi immodificabili: mittente, oggetto, descrizione allegati, oppure se uno stesso documento è stato protocollato due volte per errore. Il Responsabile del servizio protocollo deve autorizzare; L indicazione dell annullamento va anche apposta sul documento cartaceo a cura del Servizio protocollo (se documento in arrivo) o del RPA (se documento in partenza, tra uffici o documenti repertoriati). Il documento annullato, fatto salvo il caso di restituzione ad altra persona fisica o giuridica per non afferenza a procedimenti amministrativi della AOO Amministrazione generale,deve essere conservato nel fascicolo corrispondente. Nel caso di documenti informatici, le informazioni relative all annullamento contenute nella registrazione di protocollo costituiscono insieme dei metadati di corredo da conservare unitamente al documento medesimo. Se il mittente non esiste in anagrafica, va inviata una mail a per l'inserimento; Il protocollo differito è solo in arrivo e si usa solo ed esclusivamente se il documento é arrivato nei termini e ciò è 2

3 attestato da una ricevuta; La registrazione è completa anche senza acquisizione di immagine del documento o di file, ma è consigliabile e opportuno acquisire le immagini o i files; Si deve sempre richiedere lettera di trasmissione per documenti tipicamente allegati (verbali, estratti di verbale, rapporti, relazioni, bilanci etc. perché è la lettera che va protocollata e gli allegati descritti come tali; I documenti inviati per via telematica, in particolare per PEC non si stampano, ma si invia una mail di notifica al RPA competente. I PASSI DELLA REGISTRAZIONE IN ARRIVO Accedere al software Titulus all indirizzo: https://titulus-unisi.cineca.it/ autenticarsi con la userid e password unica di Ateneo entrare nella maschera di inserimento documenti in arrivo (maschera blu) Mezzo di trasmissione Scegliere dal menu a tendina; Mittente Inserire nel campo una parola significativa che compone il mittente se Ente o cognome e nome se persona; il sistema cercherà nel database dell anagrafica il corrispettivo mittente. Se non esiste ACL, chiedere con mail a il suo inserimento; Data e numero di protocollo del documento in arrivo assegnate dal mittente Vanno desunti dal documento e, nel caso di privati, si troverà soltanto la data; Voce d indice Si tratta della descrizione delle attività e dei procedimenti in via di mappatura; Oggetto L oggetto si descrive ricercando un equilibrio tra analisi e sintesi: deve essere lungo almeno 30 caratteri e deve essere 3

4 significativo. Per documenti simili è buona norma standardizzare gli oggetti; Allegati Gli allegati vanno descritti uno per uno, ciascuno in un proprio rigo (aggiungi istanza in coda). Si descrive la tipologia e non i singoli fogli (esempio: verbale, convenzione, delibera); Classificazione Si desume dal Titolario; la classificazione fa riferimento al contenuto del documento e alla pratica di cui esso e parte. Documenti della stessa pratica devono avere la stessa classificazione; Visibilità I documenti riportanti dati sensibili quali condizioni di salute, economiche, opinioni o appartenenze politiche, religiose, sindacali, procedimenti giudiziari devono classificarsi come altamente confidenziali e saranno nell unica disponibilita del responsabile del procedimento; Ufficio responsabile (UOR) E l ufficio interno al Dipartimento che ha la responsabilita del procedimento cui il documento si riferisce (Ufficio didattica e studenti o Segreteria amministrativa del Dipartimento); Persona responsabile (RPA) Persona responsabile del procedimento, di norma, il responsabile dell Ufficio responsabile; può essere inviata una di notifica spuntando il flag Invio di notifica. Tale va sempre inviata in caso di attribuzione di documento arrivato via PEC (che non deve essere stampato); Copie conoscenza Individuazione dell ufficio e della persona che è opportuno conoscano il documento senza esserne responsabili; Registrazione Con il tasto registra genera la data e il numero di protocollo. Da quel momento non e piu possibile intervenire per modificare i campi obbligatori non modificabili (il mittente, l oggetto la descrizione degli allegati); Apposizione della segnatura del protocollo attraverso l uso del timbro. (numero di protocollo, classificazione, UOR e RPA); 4

5 Scansione o acquisizione documenti informatici Dal tasto modifica si rientra nella registrazione del documento per acquisirne l immagine con la scansione o il file PDF. Registrazione di un documento in arrivo via PEC: Il documento viene acquisito automaticamente dal software Titulus e attribuito provvisoriamente al PEC Manager (di norma il Responsabile della Segreteria), ma la mail di notifica arriva all indirizzo alias del Dipartimento; Alla bozza vanno apportate le opportune modifiche e successivamente utilizzando la voce Protocolla del menu di sinistra il documento verrà definitivamente acquisito al protocollo. E fondamentale spuntare sempre il flag Invia di notifica per avvisare il RPA e i destinatari per conoscenza dell avvenuta assegnazione. CASISTICA Mittenti plurimi Se i mittenti sono più di 5 si inserisce nel campo mittente il primo nome e nel campo firmatario si ripete lo stesso nome con la dicitura e altri in scansione. Se i mittenti sono 5 o meno di 5 nel campo mittente si inserisce la voce Mittenti plurimi e nel campo firmatario si inseriscono i nomi di tutti i mittenti. PROTOCOLLO IN PARTENZA Sono documenti in partenza da protocollare tutti i documenti indirizzati ad uffici, enti o cittadini fuori dal Dipartimento e tutti i documenti indirizzati al singolo dipendente, anche interno al Dipartimento, quando riguardano pratiche personali (richieste di congedi, autorizzazioni a incarichi esterni, anni sabbatici, etc.) Non si protocollano: certificati di servizio personale docente di ruolo e non di ruolo, certificati di servizio personale 5

6 tecnico amministrativo (a tempo determinato o indeterminato, CEL), certificati situazioni retributive e contributive personale strutturato e non strutturato, certificazioni non meccanizzate, certificazioni studenti, modello CUD, report delle presenze, richieste del servizio di pulizie, richieste di facchinaggio, richieste di fornitura di cancelleria, richieste di piccole manutenzioni, richieste di sopralluoghi ai servizi tecnici, richieste di sopralluoghi archivistici; Si procede alla registrazione di protocollo quando il documento da spedire è perfetto, cioè firmato; Si indicano tutti i destinatari per competenza o conoscenza; (vedi casistica) Se uno o più destinatari non sono presenti in anagrafica inviare una mail a richiedendone l inserimento; Si descrivono tutti gli allegati, uno per ogni riga (aggiungi istanza in coda) Se il mezzo di invio è la PEC, il documento da spedire o è firmato con firma digitale a norma del CAD, oppure deve essere stampato, firmato, riconvertito in file pdf e il file allegato alla registrazione; Controllare sempre la correttezza dell indirizzo PEC a cui si intende spedire su: per quanto attiene enti pubblici, pagina per quanto attiene le scuole,. Se l indirizzo in anagrafica manca o non e corretto, chiedere le modifiche a ; La registrazione è perfetta anche senza la scansione, ma è opportuno sempre farla. Inoltre non esiste invio via PEC se manca il file del documento allegato. I PASSI DELLA REGISTRAZIONE IN PARTENZA Accedere al software Titulus all indirizzo https://titulus-unisi.cineca.it/ 6

7 Autenticarsi con la userid e password unica di Ateneo; Se si sta per protocollare un documento in risposta ad un altro pervenuto in precedenza, ricercare la registrazione del primo e scegliere la voce rispondi dal menu di sinistra. Il software proporrà una maschera di registrazione in partenza già parzialmente compilata; altrimenti entrare nella maschera di inserimento documenti in partenza (maschera verde). Il mezzo di trasmissione Scegliere dal menu a tendina; Il Destinatario Inserire nel campo una parola significativa che compone il destinatario se Ente o ufficio dell Amministrazione centrale, oppure cognome e nome se persona: il sistema cercherà nel database dell anagrafica il corrispettivo destinatario. Se non esiste in ACL, chiedere con mail a il suo inserimento; Voce d indice Si tratta della descrizione delle attività e dei procedimenti in via di mappatura; Oggetto L oggetto si descrive ricercando un equilibrio tra analisi e sintesi: deve essere lungo almeno 30 caratteri e deve essere significativo. Per documenti simili è buona norma standardizzare gli oggetti; Allegati Gli allegati vanno descritti uno per uno, ciascuno in un proprio rigo (aggiungi istanza in coda). Si descrive la tipologia e non i singoli fogli (esempio: verbale, convenzione, delibera); Classificazione Si desume dal Titolario; la classificazione fa riferimento al contenuto del documento e alla pratica di cui esso e parte. Documenti della stessa pratica devono avere la stessa classificazione; Visibilità I documenti riportanti dati sensibili quali condizioni di salute, economiche, opinioni o appartenenze politiche, religiose, sindacali, procedimenti giudiziari devono classificarsi come altamente confidenziali e saranno nell unica disponibilità del responsabile del procedimento; 7

8 Ufficio responsabile (UOR) E l ufficio interno al Dipartimento che ha la responsabilità del procedimento della redazione del documento (Ufficio didattica e studenti o Segreteria amministrativa del Dipartimento); Persona responsabile (RPA) Persona responsabile del procedimento, di norma, il responsabile dell Ufficio responsabile; Copie conoscenza Individuazione dell ufficio e della persona che è opportuno conoscano il documento senza esserne responsabili; Registrazione Con il tasto registra genera la data e il numero di protocollo. Da quel momento non e più possibile intervenire per modificare i campi obbligatori non modificabili (Mittente, l oggetto la descrizione degli allegati); Scansione o acquisizione documenti informatici Dal tasto modifica si rientra nella registrazione del documento per acquisirne l immagine con la scansione o il file PDF. CASISTICA Documenti spediti a più destinatari Sei destinatari sono 5 o in numero inferiore a 5 si descrivono tutti, ognuno in un proprio rigo (aggiungi istanza in coda). Se i destinatari sono in numero superiore a 5 si descrive il primo nel campo destinatario poi in un rigo successivo si inserisce una frase convenzionale vedi elenco destinatari completo e quindi si allega un file che contiene l elenco di tutti i destinatari. Registrazione di un documento da spedire via PEC Accertarsi della presenza e correttezza dell indirizzo PEC nell anagrafica di Titulus; Effettuare la registrazione del documento in partenza; Acquisire il file in formato PDF contente il documento; Registrare; Valorizzare il flag con la bustina accanto al destinatario; ATTENZIONE si può spedire a tutti i destinatari se TUTTI hanno l indirizzo PEC in anagrafica; 8

9 Rientrare in seguito nella registrazione per controllare che siano arrivate le ricevute di accettazione e consegna o eventuali ricevute di anomalia (per indirizzo errato o non facente riferimento a casella PEC del destinatario). Registrazione di documenti interni Sono documenti interni quelli in partenza da un ufficio del Dipartimento verso un altro ufficio del Dipartimento (es. trasmissione di una delibera del Consiglio di Dipartimento all Ufficio studenti e didattica dello stesso Dipartimento). Vengono registrati nel protocollo con la maschera dei documenti interni (maschera rosa) a cura dell Ufficio che spedisce. Per problemi con le procedure di protocollazione contattare: tel.: Anna Capano 2118; Lucia Maffei 2425; Lucia Muzzi 2449; Chiara Frati 2245 Per problemi tecnici con il SW o lo scanner contattare: Presidio di Economia Gabriele Bartali (tel. 3186) Presidio Laterino Paolo Menicori (tel.3808) Francesco Chiassai (tel.3905) Presidio San Miniato Leonardo Gamberucci (tel.4300) Filippo Papini (tel.4352) Presidio Mattioli Alberto Collet (tel.5426) Luigi Mori (tel.5394) Presidio San Niccolò Mario Leoncini (tel EXT.VOIP 1050) Presidio polo umanistico Stefania Floriani (tel.2592) Rosalba Anzani (tel.2598) Presidio Le Scotte Andrea Rossi (tel.3490) Ilaria Guercia (tel.3491) 9

10 Timbro da utilizzare esclusivamente per la protocollazione dei documenti in entrata 10

11 Appendice 2 Modalità di stampa del registro 11

12 Stampa del registro di un singolo giorno 12

13 Stampa del registro relativo ad un determinato arco di tempo 13

14 Stampa del registro annuale 14

NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823)

NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823) NOTE TECNICO-OPERATIVE (di cui alla Circolare n. 153 del 20 dicembre 2010 - Prot. n. 0025823) L Ateneo ha istituito dal 1 gennaio 2011, ai fini di una gestione unica e coordinata della documentazione amministrativa,

Dettagli

La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA

La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA La gestione della Posta elettronica certificata PEC nel protocollo informatico dei Dipartimenti dell Università degli Studi di Padova PEC CHIUSA Università degli Studi di Padova - Archivio generale di

Dettagli

PEC: istruzioni per l uso

PEC: istruzioni per l uso PEC: istruzioni per l uso Dott.ssa Lucia Maffei Responsabile della Divisione Flussi Documentali e Informativi Posta elettronica certificata - PEC Nasce per offrire una valida e più efficace alternativa

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I

C O M U N E DI A S S E M I N I C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO ICT MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEL FLUSSO DOCUMENTALE (artt. 3 e 5 DPCM 3/12/2013) SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI Ambito

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di POTENZA GENNAIO 2013 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI APPROVATO CON DELIBERA DELLA G.C. N. 209 DEL 12/12/2011 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI INDICE

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI COMUNE DI SAN PELLEGRINO TERME Provincia di Bergamo MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI SEZIONE I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONE...1 Articolo 1 - Ambito di

Dettagli

Gestire i documenti in arrivo sulle caselle PEC e E-mail del Dipartimento

Gestire i documenti in arrivo sulle caselle PEC e E-mail del Dipartimento Guida tecnica Gestire i documenti in arrivo sulle caselle PEC e E-mail del Dipartimento Gestione dei documenti in arrivo sulle caselle PEC e E-Mail del Dipartimento v.1.3 del 28 ottobre 2014 pag. 1/11

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA. Bozza 4

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA. Bozza 4 MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA Bozza 4 MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI MARINEO (PROV. DI PALERMO) MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI (approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 106 del 24/11/04) 1 PARTE PRIMA

Dettagli

Corso sul protocollo e gestione flussi documentali

Corso sul protocollo e gestione flussi documentali Corso sul protocollo e gestione flussi documentali Lucia Maffei Responsabile Divisione flussi documentali e informativi Obiettivi del corso Fornire gli strumenti conoscenza di base per gestire le attività

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna

Manuale di Gestione Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di Bologna Giugno 2012 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL SERVIZIO PROTOCOLLO

Dettagli

CAPO I Riferimenti normativi, ambito di applicazione, definizioni

CAPO I Riferimenti normativi, ambito di applicazione, definizioni DISPOSIZIONI PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO ------------------------------------------------------------------------------------------------------------ CAPO I Riferimenti normativi, ambito

Dettagli

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO MANUALE di GESTIONE del PROTOCOLLO INFORMATICO Approvato con Delibera di G.C. n. 164 del 30.12.2004 1 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA ART. 2 FINALITA ART. 3 IL SERVIZIO

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 3.1 SCRIVANIA PERSONALE... 5 3.2 SCRIVANIA DI UFFICIO... 6 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 4.1

Dettagli

La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam. Divisione documentale

La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam. Divisione documentale La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam Divisione documentale Argomenti 1. riepilogo introduttivo 2. le ricevute di accettazione e di consegna 3. la segnatura 4. le nuove ricevute e le nuove

Dettagli

La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam. Divisione documentale

La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam. Divisione documentale La PEC in Titulus: ricevute, notifiche, bozze, spam Divisione documentale Argomenti 1. riepilogo introduttivo 2. le ricevute di accettazione e di consegna 3. la segnatura 4. le nuove ricevute e le nuove

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale SISTEMA INFORMATIVO DOCUMENTALE DI ATENEO SID 2 MANUALE TEORICO PRATICO PER LA GESTIONE

Dettagli

L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus

L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus 1 L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus Guida alla registrazione di un documento in Partenza, da spedire a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC ) Autori Diego Puleo Angelo

Dettagli

Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013)

Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013) Manuale di gestione del Protocollo informatico e dei flussi documentali (DPCM 31/10/2000 e DPCM 03/12/2013) Approvato con deliberazione G.C. n. 204 del 08/10/2015 Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di CATANZARO SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...2 2. DEFINIZIONI...2 3. COMPITI DEL

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000)

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 41 del 19.02.2008 In vigore

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico, dei documenti e dell archivio

Manuale di gestione del protocollo informatico, dei documenti e dell archivio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Generale Ambito Territoriale per la Provincia di Perugia Ufficio III. Manuale di gestione

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico

Manuale di gestione del protocollo informatico Manuale di gestione del protocollo informatico (art. 5 D.P.C.M. 3 dicembre 2013 Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 57-bis e 71, del Codice dell amministrazione

Dettagli

Corrispondenza tra AOO di Ateneo

Corrispondenza tra AOO di Ateneo Corrispondenza tra AOO di Ateneo Sommario Introduzione...2 Situazione attuale...2 Soluzione prospettata...2 Istruzioni per l'uso...4 Inserimento di un destinatario interno all'ateneo...4 Inserimento di

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico COMUNE DI CAPOLONA (Provincia di Arezzo) Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei Documenti e dell Archivio (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Ambito

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Approvato dalla Giunta Comunale con Deliberazione n. 170 del _08/10/2015 SOMMARIO SEZIONE I - Disposizioni di carattere generale... 4 Articolo 1: ambito di

Dettagli

Sommario. Manuale di Gestione del Protocollo Informatico

Sommario. Manuale di Gestione del Protocollo Informatico Comune di Sesto Calende Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei Documenti e dell Archivio (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000; DPCM 3/12/2013) Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 4 1.1 Ambito

Dettagli

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI 3 1.1 Ambito di applicazione 3 1.2 Definizioni dei termini 3 1.3 Area organizzativa omogenea 3 1.4 Servizio per la gestione informatica del protocollo, dei documenti,

Dettagli

DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO

DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Ufficio Provinciale Pisa Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale PRA di Pisa Marzo 2012 Versione 3.0 Ufficio Provinciale Pisa SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3

Dettagli

Tribunale Militare della Spezia Manuale di Gestione del Protocollo Informatico MANUALE DI GESTIONE

Tribunale Militare della Spezia Manuale di Gestione del Protocollo Informatico MANUALE DI GESTIONE MANUALE DI GESTIONE Il Manuale di Gestione è l insieme di regole necessarie per la gestione ed il corretto funzionamento del sistema di protocollo, dei procedimenti amministrativi informatici e del sistema

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO

COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI BORGOMANERO MANUALE DI GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO SOMMARIO TITOLO I PRINCIPI GENERALI...4 ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA... 4 ART. 2 FINALITÀ... 4 ART. 3 IL SERVIZIO DEL PROTOCOLLO... 4

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI"

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea Automobile Club di BARI Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI" SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. AREA ORGANIZZATIVA

Dettagli

Il protocollo informatico

Il protocollo informatico La dematerializzazione dei documenti amministrativi Il protocollo informatico Notaio Gea Arcella garcella@notariato.it Udine 22 novembre 2012 1 1.1 L'obbligo di registrazione dei documenti amministrativi

Dettagli

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI... Comune di Lentate sul Seveso Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei Documenti e dell Archivio (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000; DPCM 3/12/2013) Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 4 1.1

Dettagli

Comune di Codogno. Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi

Comune di Codogno. Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi Comune di Codogno Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (Articoli 3 e 5 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 dicembre 2013) VERSIONE

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale PRA di Padova Aprile 2012 Versione 3.0 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONE E COMPITI...3 3.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel. ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel. 0585/833924 e-mail: msic81200d@istruzione.it - P.E.C.:

Dettagli

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 La soluzione proposta, conforme alle normative vigenti in materia, permette l amministrazione completa di tutte le informazioni relative al protocollo di un Ente

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico

Manuale di gestione del protocollo informatico AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO (A.Di.S.U.) Manuale di gestione del protocollo informatico Pag. 1 di 44 INDICE 1. Ambito di applicazione del manuale e definizioni pag. 5 1.1 Descrizione

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti del Comune di Foligno

CITTÀ DI FOLIGNO. Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti del Comune di Foligno CITTÀ DI FOLIGNO Manuale di gestione ed archiviazione dei documenti Approvato con D.G.C. n. 465 del 29/12/2003 Integrato con D.G.C. n. 374 del 31/10/2007 SEZIONE I - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI 1 INDICE SEZIONE I Articolo 1 Articolo 2 SEZIONE II Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 SEZIONE III Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 SEZIONE IV Articolo

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS

ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA FASCICOLATURA IN TITULUS 1. Premessa Tutti i documenti, anche quelli non protocollati, devono essere classificati e fascicolati (DPR 445/2000 art. 64, comma 4). Essi non sono

Dettagli

Registrare un documento tra uffici allegando i file

Registrare un documento tra uffici allegando i file 1 Registrare un documento tra uffici allegando i file Guida alla registrazione di un documento tra uffici della stessa AOO, allegando uno o più files e inviandolo in maniera telematica. Autori Diego Puleo

Dettagli

COMUNE DI IMBERSAGO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI IMBERSAGO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI IMBERSAGO PROVINCIA DI LECCO MANUALE di GESTIONE PROTOCOLLO INFORMATICO e SERVIZIO ARCHIVISTICO Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 45 del 28.07.2011 INDICE Sezione 1 Disposizioni

Dettagli

COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI COMUNE DI MASSA MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI 1 CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE Art.1 Ambito di applicazione 1. Il presente manuale, nell ambito dell ordinamento

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000)

MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000) MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI (art. 5 del D.P.C.M. 31 ottobre 2000) Approvato dalla Giunta camerale con deliberazione n. 125 del 18/10/2012

Dettagli

Manuale di Gestione. Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea. Direzione Sistemi Informativi

Manuale di Gestione. Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea. Direzione Sistemi Informativi Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Direzione Sistemi Informativi Versione 1.0 Sommario 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3. COMPITI DEL SERVIZIO PROTOCOLLO

Dettagli

Manuale Utente Titulus

Manuale Utente Titulus 1/80 Aggiornato al 07/01/2009 versione 1.3 1. MENU' ARCHIVIO DOCUMENTI Titulus è un sistema di gestione informatica dei documenti le cui funzioni permettono: l'acquisizione, la registrazione, la ricerca

Dettagli

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi

Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Introduzione alla gestione informatica Riccardo Righi Area gestione documentale dei documenti 15 giugno 2010 Pag. 1 Titulus Programma della sessione Il progetto Titulus L archivio Il registro di protocollo

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Manuale per la gestione del sistema documentale

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Manuale per la gestione del sistema documentale Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Manuale per la gestione del sistema documentale 1 Sommario Premessa. pag.6 Sezione I Definizioni ed ambito di applicazione 1. Individuazione dell Area Organizzativa

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Bussero

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Bussero Allegato A alla deliberazione n. 3 del 7/1/2016 Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Bussero (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale PRA di GENOVA SOMMARIO Automobile Club Italia 1.AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2.DEFINIZIONI...3 3. COMPITI DEL SERVIZIO

Dettagli

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE"

REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE REGIONE SICILIA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO - PIEMONTE" Ctr. Papardo tel.090-3991 Messina Contrada Papardo - 98158 Messina - C.F. e Partita IVA 03051880833 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI

Dettagli

ALLEGATO A MANUALE OPERATIVO DI ATENEO IN MATERIA DI PEC

ALLEGATO A MANUALE OPERATIVO DI ATENEO IN MATERIA DI PEC ALLEGATO A MANUALE OPERATIVO DI ATENEO IN MATERIA DI PEC (Allegato al Regolamento di Ateneo in materia di PEC approvato con D.R. Rep n. 1943 Prot. n.29177 del 13/10/2010) 1. Oggetto e finalità del manuale...2

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato Generale Ufficio del Segretario Generale Manuale di gestione per l archivio e il protocollo informatico Presidenza del Consiglio dei Ministri Manuale

Dettagli

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...

SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI... Comune di Abbiategrasso Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei Documenti e dell Archivio (artt. 3 e 5 dpcm 31/10/2000) Sommario SEZIONE 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 4 1.1 Ambito di applicazione...

Dettagli

Comune di VOBARNO Provincia di Brescia

Comune di VOBARNO Provincia di Brescia Comune di VOBARNO Provincia di Brescia Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) INDICE 1. Disposizioni generali 5 1.1 Ambito

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI. (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011)

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI. (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011) DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO DEI DOCUMENTI E DEGLI ARCHIVI (Deliberazione della Giunta Comunale n. 569 del 29 dicembre 2011) PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI...3

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva Modello PALEO

Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva Modello PALEO REGIONE MARCHE Allegato alla del. n. 17 del 29/04/2015 Disciplinare Tecnico per il servizio di conservazione sostitutiva Modello PALEO Ente produttore: ERSU di Urbino Soggetto conservatore: Marche DigiP

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO COMUNE DI BONATE SOPRA Provincia di Bergamo MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO - Sezione 1 - Disposizioni generali 1.1 Ambito di applicazione 1.2 Definizioni dei termini 1.3 Area organizzativa

Dettagli

L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus

L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus Università degli Studi di Bari ALDO MORO L utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC) con Titulus Guida alla registrazione di un documento in Partenza, da spedire a mezzo Posta Elettronica Certificata

Dettagli

PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI...

PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI... I N D I C E PARTE PRIMA - AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI... 3 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE......3 ART. 2 DEFINIZIONI... 3 ART. 3 INDIVIDUAZIONE DELL AREA ORGANIZZATIVA OMOGENEA (AOO)....4 ART. 4

Dettagli

Manuale utente OTTOBRE 2015

Manuale utente OTTOBRE 2015 Manuale utente OTTOBRE 2015 1 1. PROTOCOLLO INFORMATICO DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE... 4 2. COME ACCEDERE AL PROTOCOLLO INFORMATICO... 4 3. COME DARE I COMANDI... 4 3.1 ATTRAVERSO IL NAVIGATORE...

Dettagli

Programma del corso Funzionalità del sistema di protocollo informatico "Titulus 97 XML"

Programma del corso Funzionalità del sistema di protocollo informatico Titulus 97 XML Programma del corso L'Informatica nella PA: una panoramica Nozioni di base sull'organizzazione e conservazione di documenti e fascicoli Manuale di gestione del Protocollo Informatico Funzionalità del sistema

Dettagli

Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015

Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015 Allegato alla determinazione n. 1066/000/DIG/15/0008 del 9 ottobre 2015 Regione Piemonte AZIENDA SANITARIA LOCALE CN2 VIA VIDA N. 10 12051 ALBA (CN) C.F./Partita I.V.A. n.: 02419170044 MANUALE DI GESTIONE

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO .. MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO Pag. 0 INDICE Capitolo I Principi generali ed organizzativi...4 1.1 Premesse...4 1.2 Riferimenti normativi...4 1.3 Definizioni...4 1.4 Modello Organizzativo.5 1.5

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO COMUNE DI FOLIGNANO Prov. di Ascoli Piceno MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI DOCUMENTI E DELL ARCHIVIO (Regolamento adottato ai sensi dell'art. 5 del D.P.C.M. 3/12/2013) INDICE GENERALE

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/00)

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/00) Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/00) Pagina 1 di 23 Storia delle Versioni Vers. Data Note 1.0 25/03/2013 Prima Versione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Comune di Cimitile Provincia di Napoli MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE SOMMARIO Parte prima Organizzazione del Comune e del protocollo 1.1 Il protocollo 1.2 Individuazione dell Area Organizzativa Omogenea

Dettagli

UNIVERSITA DI NAPOLI PARTHENOPE MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E LA TENUTA E TUTELA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

UNIVERSITA DI NAPOLI PARTHENOPE MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E LA TENUTA E TUTELA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI UNIVERSITA DI NAPOLI PARTHENOPE MANUALE PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E LA TENUTA E TUTELA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Sommario Ambito di applicazione Forme di pubblicità e divulgazione Capitolo

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI Pag. 1 di 36 Sommario Capitolo 1. Il Manuale di gestione 1.1. Adeguamento alle nuove disposizioni dettate dal D.P.C.M.

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE Il Manuale di Gestione Descrive il sistema di gestione e di conservazione dei documenti e fornisce le istruzioni per il corretto

Dettagli

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01 Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Ufficio d Ambito della Città Metropolitana di Milano Azienda Speciale (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013)

Dettagli

C.A. 29.09.2015/allegato punto 24. Manuale di gestione per il protocollo informatico

C.A. 29.09.2015/allegato punto 24. Manuale di gestione per il protocollo informatico Manuale di gestione per il protocollo informatico INDICE INTRODUZIONE... 5 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 6 1.1 AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE DI GESTIONE... 6 1.2 DEFINIZIONI E PRINCIPALI NORME DI

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia ---------------------- Piazza Guglielmo Marconi, 18 27042 Bressana Bottarone

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia ---------------------- Piazza Guglielmo Marconi, 18 27042 Bressana Bottarone COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia ---------------------- Piazza Guglielmo Marconi, 18 27042 Bressana Bottarone Servizio 1: Amministrazione Generale e Servizi alla Persona MANUALE DI GESTIONE

Dettagli

Manuale per la tenuta del protocollo informatico e dell archivio

Manuale per la tenuta del protocollo informatico e dell archivio Comune di Lavena Ponte Tresa Provincia di Varese Via Libertà n. 28 LAVENA PONTE TRESA Tel. 0332/524111 Fax 0332/551754 - C.F. 00405070129 Manuale per la tenuta del protocollo informatico e dell archivio

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA UFFICIO PROVINCIALE DI VARESE. Manuale di Gestione del Protocollo Informatico

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA UFFICIO PROVINCIALE DI VARESE. Manuale di Gestione del Protocollo Informatico AUTOMOBILE CLUB D ITALIA UFFICIO PROVINCIALE DI VARESE Manuale di Gestione del Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea: Ufficio Provinciale ACI di VARESE SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE 1

Dettagli

Comune di Netro Regione Piemonte Provincia di Biella. Manuale di Gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi

Comune di Netro Regione Piemonte Provincia di Biella. Manuale di Gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi Comune di Netro Regione Piemonte Provincia di Biella Manuale di Gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 3/12/2013) Comune di Netro- Manuale di gestione

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Torbole Casaglia

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Torbole Casaglia Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi del Comune di Torbole Casaglia (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Approvato con deliberazione Giunta comunale

Dettagli

UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI C I T T A' D I F I S C I A N O (Provincia di Salerno) UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI Approvato con deliberazione della C.C. N. 44 del

Dettagli

Corrispondenza tra AOO di Ateneo Modalità operative. Corrispondenza fra uffici appartenenti ad AOO diverse della stessa amministrazione

Corrispondenza tra AOO di Ateneo Modalità operative. Corrispondenza fra uffici appartenenti ad AOO diverse della stessa amministrazione Corrispondenza tra AOO di Ateneo Modalità operative Obiettivo: Facilitare lo scambio di documenti tra AOO di uno stesso Ateneo Questa funzionalità consente di scambiare documenti tra AOO di uno stesso

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE

MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Comune di COMUNE DI MASLIANICO Provincia di CO MANUALE DI GESTIONE DOCUMENTALE Cod. 850365.d Grafiche E. Gaspari Pag. 1 di 63 SOMMARIO Parte prima Organizzazione del Comune e del protocollo 1.1 Il protocollo

Dettagli

Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo

Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo Comune di Sansepolcro Provincia di Arezzo Manuale di Gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 3/12/2013) Approvato con Delibera di Giunta Municipale

Dettagli

Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n.

Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n. Manuale di gestione del sistema informatico di gestione documentaria Approvato con deliberazione Giunta Provinciale del 29.11.2010 n.319 Il presente Manuale è stato redatto dal Gruppo di lavoro dell Università

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE

MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INDICE MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DI CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI ALL. A) INDICE PARTE PRIMA AMBITO DI APPLICAZIONE DEL MANUALE E DEFINIZIONI 1.1 Introduzione 1.2 Finalità del manuale 1.3

Dettagli

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Università degli Studi di Milano-Bicocca

Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Università degli Studi di Milano-Bicocca Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Università degli Studi di Milano-Bicocca (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2014 - Rev. 01 Sommario

Dettagli

Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239

Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239 Università degli Studi del Sannio Manuale di gestione del protocollo informatico emanato con D.D. del 2.01.04 n.1 ed aggiornato con D.D. del 16.10.07 n.1239 1 I N D I C E Capo I Capo II Capo III Capo IV

Dettagli

- 1 - Manuale di gestione. del protocollo informatico. (art. 5 DPCM 31 ottobre 2000) Approvato con deliberazione giuntale n. 44 del 24.02.

- 1 - Manuale di gestione. del protocollo informatico. (art. 5 DPCM 31 ottobre 2000) Approvato con deliberazione giuntale n. 44 del 24.02. - 1 - Manuale di gestione del protocollo informatico (art. 5 DPCM 31 ottobre 2000) Approvato con deliberazione giuntale n. 44 del 24.02.2005 Esecutivo dal 1.04.2005 - 2 - INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Comune di Campogalliano Provincia di Modena

Comune di Campogalliano Provincia di Modena Comune di Campogalliano Provincia di Modena Manuale di gestione del protocollo informatico e di conservazione dei documenti Approvato con delibera di Giunta comunale n. 86 del 28 dicembre 2005 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE:

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: Disposizioni attuative ed integrative dell articolo 1, commi da 111 a 122, della legge regionale 13 agosto 2011 n. 12 in materia di Bollettino Ufficiale telematico della

Dettagli

Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate

Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate Manuale di gestione documentale dell Agenzia delle Entrate aggiornato al 22 aprile 2015 INDICE DEI CONTENUTI 1. PREMESSA, DEFINIZIONI, RIFERIMENTI NORMATIVI... 1 1.1. Il Manuale di Gestione documentale

Dettagli

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO"

PROT. 5340 A/39/d. Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - CARLO GEMMELLARO PROT. 5340 A/39/d Manuale di gestione documentale e del protocollo informatico ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - "CARLO GEMMELLARO" Indice generale 1. Scopo e campo di applicazione del documento

Dettagli

Comune di PASSIRANO Provincia di Brescia

Comune di PASSIRANO Provincia di Brescia Comune di PASSIRANO Provincia di Brescia Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi (artt. 3 e 5 DPCM 31/10/2000) Versione definitiva INDICE 1. Disposizioni

Dettagli