REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA"

Transcript

1 REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA marzo 08 Rev

2 marzo 08 Rev

3 SOMMARIO 1.OBIETTIVO REGOLE GENERALI REGOLE GENERALI REGOLE GENERALI DI SICUREZZA PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA INDICAZIONIRELATIVE ALL USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7 COMPOSIZIONE DEI MESSAGGI. 7 SPEDIZIONE DEI MESSAGGI.. 7 RICEZIONE DEI MESSAGGI ATTIVAZIONE E MODIFICA DEI SERVIZI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO MODIFICA DEL SERVIZIO CHIUSURA DEL SERVIZIO 8 marzo 08 Rev

4 1. OBIETTIVO Lo scopo di questo regolamento è la definizione delle norme alle quali gli utenti devono attenersi per il corretto utilizzo della posta elettronica. L obiettivo è di garantire che l organizzazione, la produttività aziendale ed individuale, l ambiente di lavoro e l immagine della società siano preservati da azioni in contrasto con le regole aziendali, per quanto riguarda la posta elettronica. E inoltre obiettivo di questo regolamento garantire che questo strumento di utilizzo corrente in ambito lavorativo sia utilizzato nel rispetto dei principi volti a garantire la sicurezza dei sistemi informatici, in ottemperanza a quanto indicato nelle LINEE GUIDA DEL MANAGEMENT ed in conformità alle disposizioni legislative vigenti. Le regole di seguito indicate si applicano sia al personale interno sia al personale esterno (es. : consulenti e terzi in genere che lavorano presso la società) che per specifiche esigenze di lavoro ha la necessità di utilizzare questi servizi. 2. REGOLE GENERALI 2.1.REGOLE GENERALI A tutti gli utenti è richiesto di attenersi scrupolosamente alle leggi vigenti compreso la Legge 547/93 sulla criminalità informatica per quanto concerne abusi, danneggiamenti e alterazioni di software, falsi e frodi informatiche, spionaggio informatico, intercettazione ed uso abusivo di codici d accesso, uso improprio di informazioni ottenute con mezzi illeciti. E vietato l uso di qualsiasi software che non rientri fra quelli previsti e codificati nel regolamento interno e che fanno parte delle dotazioni standard aziendali. L osservanza delle disposizioni regolate dalla presente normativa deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti della società ai sensi e per gli effetti di cui all art codice civile. La violazione delle predette norme potrà costituire inadempimento alle obbligazioni del rapporto di lavoro con ogni conseguenza in merito marzo 08 Rev

5 all applicazione di provvedimenti disciplinari previsti dal Contratto Nazionale di Lavoro. Relativamente al trattamento dei dati soggetti al nuovo Codice in materia di Protezione dei dati Personali - di cui al D.Lgs. 196/2003 del 30 giugno 2003, si fa riferimento alle specifiche disposizioni emesse in materia ed alle istruzioni impartite agli incaricati. 2.2.REGOLE GENERALI DI SICUREZZA PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA L uso della posta elettronica per la trasmissione, l elaborazione, l archiviazione di informazioni sia verso utenti interni alla Società sia verso utenti esterni, rappresenta un esigenza professionale che richiede il rispetto dei seguenti principi: - tutela dell immagine della società; - rispetto dell etica dell ambiente di lavoro; - osservanza della riservatezza da parte dei dipendenti; - correttezza dei rapporti tra colleghi e con terzi; - rispetto delle normative vigenti. Per quanto attiene alla tutela della corrispondenza, tutte le comunicazioni spedite in posta elettronica sono paragonabili alla corrispondenza cartacea. In generale l utilizzo della posta elettronica per fornire all esterno notizie rilevanti relative alla società è consentito solo se l invio di tali informazioni è autorizzato da persone munite di adeguati poteri; è pertanto necessario che le informazioni che possono impegnare la società o avere potenziali impatti sulla sua immagine (es. programmi, piani, preventivi, offerte, infrastrutture, ecc.) ottengano il preventivo benestare delle posizioni previste dalle strutture organizzative e dalle matrici delle autorizzazioni della società. Le seguenti attività rappresentano comunque una violazione delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti.: - l accesso non autorizzato al servizio di posta elettronica; - l accesso non autorizzato alle caselle di altri utenti; - l uso del sistema di posta elettronica per inviare notizie riservate e/o diffamatorie relative alla società, ai suoi dipendenti ed i suoi clienti e fornitori; marzo 08 Rev

6 - l uso della posta elettronica per inviare o ricevere materiale osceno ed illegale in genere. Per l utilizzo della posta elettronica si applicano inoltre le seguenti regole di sicurezza di carattere generale: 1. per non appesantire il network della società, sono vietate le attività di spedizione a tutti o a gruppi, salvo che non siano preventivamente autorizzate dalla funzione IT per l invio di messaggi a tutti i dipendenti; analogamente, sono proibite le attività di invio posta non desiderata; 2. l utilizzo della posta elettronica per fornire informazioni rilevanti relative alla società, o che possono avere potenziali impatti sull immagine della stessa (ad esempio : diffusione di notizie, programmi, piani, iniziative, investimenti, pareri e commenti in merito a situazioni, avvenimenti, iniziative strategiche, etc.) è consentito solo se autorizzato dal Proprietario competente dei dati; 3. non si possono spedire senza autorizzazione che contengano informazioni confidenziali, critiche, riservate o che possano comunque avere per la società implicazioni contrattuali o legali; 4. non si possono comunque spedire che: - possano danneggiare la reputazione e l immagine della società o compromettere le relazioni con clienti, fornitori o terzi in genere; - siano diffamatorie, oscene, pornografiche, offensive, tali da recare danno o che possano essere considerate da latri fonti di molestie o discriminazione religiosa, sessuale, razziale, politica o sindacale; - possano infrangere la legislazione vigente, in particolare quella sui diritti d autore; - diffondano virus nel network della società; - costituiscano spazzatura o siano Catene di Sant Antonio informatiche. 5. è fatto obbligo agli utenti di inserire al termine del messaggio il proprio nome e cognome, il nome dell azienda ed il recapito telefonico; 6. è fatto obbligo agli utenti di eseguire personalmente back-up della propria posta elettronica e rubrica. marzo 08 Rev

7 2.2.1.INDICAZIONI RELATIVE ALL USO DELLA POSTA ELETTRONICA Per garantire il miglior utilizzo del servizio si raccomandano le seguenti indicazioni: - COMPOSIZIONE DEI MESSAGGI evitare l invio e la ridistribuzione non strettamente necessaria di allegati superiori a 1 MB e comunque utilizzare la modalità ZIP, al fine di non sovraccaricare la rete; venire subito al punto - più un messaggio è succinto, più è probabile che sia letto, capito e trattato in modo congruente; usare richiami nella riga oggetto indicare i riferimenti e/o azioni principali legate al messaggio; usare gli indirizzi CC (per conoscenza) sono indispensabili per informare chi non deve agire ma deve assolutamente essere al corrente dei fatti o dell argomento; utilizzare gli indirizzi CCN (per conoscenza nascosti) per i motivi che devono essere tutelati in applicazione del d.lgs. 196/03; risparmiate il tempo ai destinatari scrivere il messaggio direttamente nel campo testo, evitando allegati non necessari; essere professionali evitare l uso di vignette o motti umoristici nella propria intestazione; attivare il correttore ortografico (dove è possibile) un messaggio zoppicante non indica una buona capacità di comunicare di chi lo scrive; non selezionare formati messaggio complessi formati superiori al Rich Text e/o l uso di grafica possono dilatare considerevolmente la lunghezza del messaggio spedito o bloccare il server del destinatario; usare font standard Arial o Times New Roman 10 o 12 punti in pochi colori non pesanti, e possibilmente in carattere minuscolo; essere prudenti non sempre è possibile essere sicuri che il messaggio sia visto esclusivamente dai destinatari originali; se un messaggio non deve essere inoltrato ad altri, va marcato come confidenziale. -SPEDIZIONE DEI MESSAGGI verificare il contenuto la posta elettronica è immediata, una volta inviato il messaggio non è più possibile fermarlo; verificare sempre, prima di spedire, marzo 08 Rev

8 che gli indirizzi siano quelli voluti, che gli allegati siano inseriti e che siano quelli corretti; limitare la diffusione dei messaggi non usare liste chilometriche per messaggi che interessano in realtà solo poche persone; usare criterio nell impostare la priorità valutarla in relazione all interesse del ricevente, non del mittente; non dare per scontata la sollecitudine dei destinatari nel leggere la posta se non si riceve risposta o ricevuta nei termini attesi, contattare direttamente gli interessati; limitare l uso delle ricevute queste funzioni generano una serie di minimessaggi che possono intasare la rete senza un effettiva necessità. - RICEZIONE DEI MESSAGGI limitare l uso della risposta a tutti (dove è sufficiente quella del mittente) soprattutto quando la lista di distribuzione è lunga, questa funzione genera traffico inutile; limitare l estensione della cronologia mantenere, quando si inoltrano messaggi, l informazione originale cancellando i rinvii intermedi non rilevanti; rinviare i messaggi al destinatario corretto (o al mittente) nel caso si ricevano messaggi indirizzati male; 3.ATTIVAZIONE E MODIFICA DEI SERVIZI 3.1.ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO L apertura del servizio di Posta Elettronica deve avvenire tramite comunicazione al servizio interno di helpdesk (www.asisrl.it/assistenza.php). L attivazione deve essere richiesta dal Responsabile di Funzione al quale l utente deve fare riferimento. marzo 08 Rev

9 3.2. MODIFICA DEL SERVIZIO Per la modifica del servizio di Posta Elettronica valgono le stesse regole relative all attivazione del servizio stesso CHIUSURA DEL SERVIZIO Analogamente all attivazione, la chiusura del servizio deve avvenire previa comunicazione al servizio interno di helpdesk (www.asisrl.it/assistenza.php). Il diretto superiore dell utente deve dare al Responsabile di Funzione, immediata comunicazione delle esigenze di trasferimento dell utente mentre, nel caso in cui l utente cessi la propria attività, dovrà essere cura del Responsabile delle Risorse Umane procedere alle comunicazioni di cui al flusso di gestione del processo. marzo 08 Rev

Val Cavallina Servizi S.r.l.

Val Cavallina Servizi S.r.l. 1 _ Criteri per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica VCS-Mail fornito da Val Cavallina Servizi s.r.l. Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato da Val Cavallina

Dettagli

Regolamento relativo all uso della posta elettronica

Regolamento relativo all uso della posta elettronica Regolamento relativo all uso della posta elettronica Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo del servizio di posta elettronica fornito dall

Dettagli

Università degli Studi di Messina

Università degli Studi di Messina Università degli Studi di Messina Regolamento relativo all uso della posta elettronica (Ultima modificazione: D.R. n. 2901 del 20 Dicembre 2013) Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA Pagina: 1 di 7 ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA Copia a distribuzione controllata n.ro. Distribuita a:.. Pagina: 2 di 7 Storia delle revisioni: EDIZIONI E REVISIONI Edizione e

Dettagli

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI)

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) 1 Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato nell ambito del programma

Dettagli

Val Cavallina Servizi S.r.l.

Val Cavallina Servizi S.r.l. 1 Val Cavallina ervizi.r.l. Criteri per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica VC-Mail fornito da Val Cavallina ervizi s.r.l. Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato

Dettagli

Procedure Standard Applicazione Misure Minime Sicurezza

Procedure Standard Applicazione Misure Minime Sicurezza PROCEDURE STANDARD MISURE MINIME DI SICUREZZA DEFINIZIONE E GESTIONE DELLE USER ID Autorizzazione informatica al trattamento Gli Incaricati del trattamento sono autorizzati a livello informatico singolarmente

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO INTERNET COMUNALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO INTERNET COMUNALE REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO INTERNET COMUNALE Approvato con C.C. n. 31 del 26/10/2011 Art. 1 Oggetto del regolamento e riferimenti normativi Art. 2 Scopo della rete civica Art. 3 Gestione del sito

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA RETE INTERNET

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA RETE INTERNET L2010-1 Comunità Montana VALLI ORCO E SOANA AGENZIA di SVILUPPO del TERRITORIO (Art. 9-ter L.R. n. 16/99) DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA RETE INTERNET DECRETO LEGISLATIVO 30

Dettagli

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Il presente documento è stato redatto per consentire un uso sicuro della rete all interno della scuola. Nella compilazione del documento si

Dettagli

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP)

FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO. Acceptable Use Policy (AUP) FINAL 1.3 DOCUMENTO PUBBLICO Acceptable Use Policy (AUP) Milano, 13/06/2007 Introduzione All interno del presente documento sono descritte alcune norme comportamentali che gli utenti connessi ad Internet

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARIS Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I Grado Tel. 0742 651248-301635. Fax. 0742 651375

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARIS Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I Grado Tel. 0742 651248-301635. Fax. 0742 651375 DISCIPLINARE INTERNO PER L UTILIZZO DI INTERNET E POSTA ELETTRONICA DA PARTE DEI DIPENDENTI. 1. OGGETTO Il presente disciplinare, adottato sulla base delle indicazioni contenute nel provvedimento generale

Dettagli

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE COMITATO DI CONTROLLO DEL CODICE ETICO DENUNCIA DELLE VIOLAZIONI 2 3 3

Dettagli

OPAS CONSULTING - MANIFESTO ETICO

OPAS CONSULTING - MANIFESTO ETICO OPAS CONSULTING - MANIFESTO ETICO Questo Manifesto Etico è stato redatto per garantire che i valori etici fondamentali di OPAS CONSULTING siano definiti in modo chiaro e costituiscano i punti basilari

Dettagli

Posta elettronica. Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net

Posta elettronica. Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net Posta elettronica Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net Che cos è e a cosa serve È uno dei principali servizi di Internet e consente di scambiare corrispondenza

Dettagli

CIS NOVATE SSDARL CENTRO INTEGRATO SERVIZI

CIS NOVATE SSDARL CENTRO INTEGRATO SERVIZI INDICE 1. PREMESSA 2. DESTINATARI ED AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3. PRINCIPI DI RIFERIMENTO 4. NORME DI COMPORTAMENTO 5. MODALITA DI ATTUAZIONE DEL CODICE 1. PREMESSA La società conforma la conduzione

Dettagli

Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011

Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011 Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011 INDICE 1 Premessa...3 1.1 Destinatari... 3 1.2 Missione aziendale e principi etici generali... 3 1.3 Contenuti

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Codice Etico

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Codice Etico Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Codice Etico ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE APPROVAZIONE 1 07/09/2015 rev-20150907-102720 2 INDICE INTRODUZIONE...

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione POLITICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA PER GLI UTENTI STANDARD DEL DOMINIO istruzione.it 1 INTRODUZIONE La presente politica disciplina l utilizzo del

Dettagli

Castel MAC SpA CODICE ETICO

Castel MAC SpA CODICE ETICO CODICE ETICO Castel Mac S.p.A. adotta il presente Codice Etico, che si ispira ai principi del D.Lgs 231 Disciplina della Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni

Dettagli

CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001

CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 Approvato dal CdA 15 dicembre 2010 INDICE 1. I PRINCIPI DI TORRICELLI S.R.L.... 5 1.1 Principi generali... 5 1.2 Selezione, gestione e formazione delle risorse

Dettagli

INFORMATICA Alto Adige SPA

INFORMATICA Alto Adige SPA Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 20/03/2012 INFORMATICA Alto Adige SPA Codice Etico e di comportamento interno Pagina 1 di 12 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE

Dettagli

Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. PROCEDURA WHISTLEBLOWING (ADOTTATA IN DATA 21 DICEMBRE 2015)

Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. PROCEDURA WHISTLEBLOWING (ADOTTATA IN DATA 21 DICEMBRE 2015) Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. PROCEDURA WHISTLEBLOWING (ADOTTATA IN DATA 21 DICEMBRE 2015) 1 PREMESSA Per whistleblowing (di seguito Segnalazione ) si intende qualsiasi notizia riguardante sospette

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli

CODICE&ETICO& Versione(2.0(( Approvato(dal(CdA(del(21(luglio(2014(

CODICE&ETICO& Versione(2.0(( Approvato(dal(CdA(del(21(luglio(2014( CODICEETICO Versione2.0 ApprovatodalCdAdel21luglio2014 LETTERA AI COLLABORATORI WSWebScienceSrl)credecheipropriVALORIAZIENDALIdebbanoesserdaguidaedispirazionenellavita professionalequotidianadiognicollaboratore.

Dettagli

OGGETTO: PROCEDURA USO MAILBOX

OGGETTO: PROCEDURA USO MAILBOX OGGETTO: PROCEDURA USO MAILBOX VERSIONE: 1.00 DATA: 14-04-2008 Edizione 1- Anno 2005 Rev. 0 del 01-07-2005 Pag.1 di 5 Premessa La manutenzione di un infrastruttura IT è un processo continuativo e costante

Dettagli

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 29/03/2010 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE Data Versione Modifiche apportate 06/07/2009

Dettagli

Modello di organizzazione ex D.Lgs. n. 231/01. Codice etico e di comportamento

Modello di organizzazione ex D.Lgs. n. 231/01. Codice etico e di comportamento Modello di organizzazione ex D.Lgs. n. 231/01 Codice etico e di comportamento Sommario 1. Principi generali 3 1.1 1.2 1.3 Preambolo Destinatario Gli obblighi e doveri dei destinatari 3 3 3 2. Politiche

Dettagli

Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY. Linee Guida di integrità e trasparenza

Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY. Linee Guida di integrità e trasparenza Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY Linee Guida di integrità e trasparenza Approvato C.d.A. 24 giugno 2014 2. Diffusione e conoscenza del codice etico 1. Introduzione 2 Principi ispiratori Humanitas University

Dettagli

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO INDICE INTRODUZIONE... 1 I. PRINCIPI GENERALI... 2 II. COMPORTAMENTO nella GESTIONE degli AFFARI... 3 A) Rapporti con i clienti.... 3 B) Rapporti con i fornitori....

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/2001 CODICE ETICO. Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/2001 CODICE ETICO. Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico CODICE ETICO Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico Revisionato e approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 11.12.2014 INDICE PREMESSA pag. 04 1. Ambito di applicazione pag. 05 2. Valore contrattuale

Dettagli

Disciplinare Interno per l uso Telefoni e fax di Internet e della posta elettronica, all intero del Liceo Scientifico Statale di Isili

Disciplinare Interno per l uso Telefoni e fax di Internet e della posta elettronica, all intero del Liceo Scientifico Statale di Isili LICEO SCIENTIFICO STATALE PITAGORA Con annessa sezione Liceo Classico Via Emilio Lussu 08033 ISILI 08033 Tel.0782-802093 - Fax 0782-804034 -mail: liceo.isili@tiscalinet.it Allegato alla delibera Consiglio

Dettagli

VICINI S.p.A. CODICE ETICO

VICINI S.p.A. CODICE ETICO VICINI S.p.A. CODICE ETICO INDICE 1. PREMESSA 2. AMBITO DI APPLICAZIONE 3. PRINCIPI DI RIFERIMENTO E NORME DI COMPORTAMENTO 4. EFFICACIA DEL CODICE ETICO E SUE VIOLAZIONI 1. PREMESSA Il presente Codice

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio. Allegato G Posta Elettronica

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio. Allegato G Posta Elettronica Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio Allegato G Posta Elettronica Premessa I sistemi informatici, l accesso alle reti Internet e Intranet, la posta elettronica,

Dettagli

Regolamento informatico

Regolamento informatico Regolamento informatico Premessa La progressiva diffusione delle nuove tecnologie informatiche ed, in particolare, il libero accesso alla rete Internet dai Personal Computer, espone Ismea ai rischi di

Dettagli

Comandi di Outlook Express Messaggi in partenza Comando Comandopulsante scelta rapida

Comandi di Outlook Express Messaggi in partenza Comando Comandopulsante scelta rapida 3.2 Invio di messaggi 3.2.1 Comandi per l invio di messaggi Vengono di seguito elencati nella tabella i comandi principali per la creazione e l invio dei messaggi di posta elettronica: Comandi di Outlook

Dettagli

G. TONIOLO Impianti e Lavori Edili Soc. Coop. Via Siria n 57 58100 Grosseto

G. TONIOLO Impianti e Lavori Edili Soc. Coop. Via Siria n 57 58100 Grosseto G T O N I O L O I m p i a n t i e L a v o r i E d i l i S o c. C o o p C o d i c e E t i c o P a g i n a 1 G. TONIOLO Impianti e Lavori Edili Soc. Coop. Via Siria n 57 58100 Grosseto 00 02/04/2010 Prima

Dettagli

III.A.1. CODICE ETICO

III.A.1. CODICE ETICO III.A.1. CODICE ETICO 1. FINALITA' La Casa di Cura Villa Aurora S.p.a., al fine di definire con chiarezza e trasparenza l insieme dei valori ai quali l'ente si ispira per raggiungere i propri obiettivi,

Dettagli

LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI

LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI Approvato con Deliberazione della Giunta Provinciale n. 107 del 21 maggio 2009 Indice Premessa... 2 1. Entrata in vigore del regolamento e pubblicità...

Dettagli

PEC, ovvero Posta Elettronica Certificata: quando l e-mail ha il valore di raccomandata

PEC, ovvero Posta Elettronica Certificata: quando l e-mail ha il valore di raccomandata INFORMATICA. PEC, ovvero Posta Elettronica Certificata: quando l e-mail ha il valore di raccomandata UN OBBLIGO PER I PROFESSIONISTI MA ANCHE UNO STRUMENTO MOLTO UTILE Con il decreto legge n. 185 del 29

Dettagli

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ;

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ; AREA SERVIZI INTEGRATI D.R. n. 1499 Coordinamento dei Servizi Informatici, Telematici e Multimediali Settore Programmazione, Progettazione e Gestione dei Servizi Informatici IL RETTORE la L. 168/1989 Istituzione

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA FIRMA DIGITALE CAPO I - Firma Digitale... 3 ARTICOLO 1... 3 Soggetti abilitati... 3 ARTICOLO

Dettagli

[ maggio 2013. Codice Etico. Pagina 1 di 17

[ maggio 2013. Codice Etico. Pagina 1 di 17 Codice Etico Pagina 1 di 17 INDICE 1 Premessa... 3 2 Finalità e ambito di applicazione... 3 2.1 Finalità... 4 2.2 Ambito di applicazione... 4 2.3 Le responsabilità... 4 3 I valori di base... 4 3.1 Imparzialità...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA SOMMARIO Art.1 Oggetto del regolamento...... Pag. 2 Art.2 Disposizioni e principi generali 2 Art.3 Definizioni 2 Art.4 Posta elettronica certificata..

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 Premessa Gentile Signora/Egregio Signor., L utilizzo delle

Dettagli

DISCIPLINARE AZIENDALE IN MATERIA DI UTILIZZO E CONTROLLO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI

DISCIPLINARE AZIENDALE IN MATERIA DI UTILIZZO E CONTROLLO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI DISCIPLINARE AZIENDALE IN MATERIA DI UTILIZZO E CONTROLLO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI Entrata in vigore:02/03/10 PREMESSO CHE La Società (di seguito indicata anche come titolare ) mette a disposizione

Dettagli

CODICE ETICO AZIENDALE

CODICE ETICO AZIENDALE CODICE ETICO AZIENDALE 1. Introduzione La Bruzzi Autotrasporti è un azienda di trasporti c/terzi inserita nel settore del mercato siderurgico, opera con le principali aziende di produzione e commercializzazione

Dettagli

Istruzioni Incaricati

Istruzioni Incaricati L articolo 30, comma 1 del d. lgs. 196/2003 (codice della privacy) prevede che le operazioni di trattamento dei dati personali possono essere svolte solo da incaricati, che operano sotto la diretta autorità

Dettagli

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A.

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. CODICE ETICO DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. Versione valida dal 1 gennaio 2015 INDICE Parte I PREMESSA ED OBIETTIVI Art. 1 Destinatari Art. 2 Principi Generali Art. 3 Riservatezza Art. 4 Imparzialità

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/01 CODICE ETICO MASSERDONI PIETRO SRL

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/01 CODICE ETICO MASSERDONI PIETRO SRL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/01 CODICE ETICO MASSERDONI PIETRO SRL Rev. Data emissione Motivo/Modifica Redazione Verifica Approvazione 00 30 aprile 2014 Prima emissione

Dettagli

2. MODALITA APPLICATIVE :ADOZIONE E AGGIORNAMENTO...2 3. PRINCIPI GENERALI...3

2. MODALITA APPLICATIVE :ADOZIONE E AGGIORNAMENTO...2 3. PRINCIPI GENERALI...3 0. PREMESSA...2 1. CONTENUTI...2 2. MODALITA APPLICATIVE :ADOZIONE E AGGIORNAMENTO...2 3. PRINCIPI GENERALI...3 4. GESTIONE DEI RAPPORTI IN RELAZIONE AI REATI COLPOSI IN TEMA DI SICUREZZA SUL LUOGO DI

Dettagli

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE TERTENIA Allegato G.C. 32/2013 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Finalità Il presente disciplinare persegue

Dettagli

Posta Elettronica & P.E.C.

Posta Elettronica & P.E.C. 1 Posta Elettronica & P.E.C. Sommaruga Andrea Guido Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Monza e Brianza 3 Nov 2009 http://sommaruga.stnet.net 2 2 Nov 2009 http://sommaruga.stnet.net

Dettagli

ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231

ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231 ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231 Approvato dal Consiglio di Amministrazione di ATP il 27 gennaio 2015 INDICE Capo I PRINCIPI GENERALI 1 Premessa 2 Destinatari e relativi obblighi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI 1 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI PREMESSA La progressiva diffusione delle nuove tecnologie ICT ed in particolare l utilizzo della posta elettronica ed il libero

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI DA PARTE DEL PERSONALE DELL ACI. Art. 1 Oggetto, finalità ed ambito di applicazione

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI DA PARTE DEL PERSONALE DELL ACI. Art. 1 Oggetto, finalità ed ambito di applicazione DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI DA PARTE DEL PERSONALE DELL ACI Art. 1 Oggetto, finalità ed ambito di applicazione 1. Il presente Disciplinare regolamenta l utilizzo degli strumenti

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella Servizio Informatica REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA Comune di Valle Mosso Provincia di Biella Servizio Informatica Regolamento

Dettagli

Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI

Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI Guida al servizio di posta elettronica di Ateneo STUDENTI Pagina 1 di 8 Servizio di posta elettronica di Ateneo per gli studenti Lumsa PREMESSA Dall Anno Accademico 2007 2008 è attivo il servizio di posta

Dettagli

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno COOPERATIVA UNIVERSIIS Regolamento interno Il contenuto del presente regolamento è parte integrante del manuale Privacy (che dovrà essere consegnato materialmente al dipendente al momento dell assunzione)

Dettagli

LINEE DI CONDOTTA DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO

LINEE DI CONDOTTA DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO MONDADORI EDUCATION S.p.A. LINEE DI CONDOTTA DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO Rev. n. 5 del 5 ottobre 2015 INDICE 1.0 PREMESSA... 3 2.0 OBIETTIVI... 3 3.0 LINEE DI CONDOTTA... 3

Dettagli

Codice Etico di comportamento

Codice Etico di comportamento INGEOS SRL Codice Etico di comportamento (ai sensi del D. Lgs 231 dell 8 giugno 2001e sue successive modifiche e/o integrazioni) 15/12/2014 Sommario Premessa... 3 1. Principi e norme... 3 1.1. Principi

Dettagli

Biblioteca Giuseppe Dossetti

Biblioteca Giuseppe Dossetti Biblioteca Giuseppe Dossetti NORME PER L'ACCESSO IN INTERNET PER GLI STUDIOSI ESTERNI Il servizio di accesso ad Internet è parte integrante delle risorse messe a disposizione della Biblioteca. L uso di

Dettagli

Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all Albo Pretorio on-line

Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all Albo Pretorio on-line Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all Albo Pretorio on-line Assessorato alla Comunicazione ed ai Rapporti con il Personale ADOTTATO CON DELIBERA DI C.C. N.29 DEL 10.08.2011 Sommario

Dettagli

CODICE ETICO E DI CONDOTTA

CODICE ETICO E DI CONDOTTA SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 - PROTEZIONE DEI BENI E RISORSE DELLA COOPERATIVA O AD ESSA AFFIDATI 3 3 - UTILIZZO DI SISTEMI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE...4 4 - CONFLITTI D INTERESSE E SFRUTTAMENTO A PROPRIO

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI AZIENDALI E I COLLEGAMENTI ALLA RETE E SERVIZI CONNESSI Sommario CAPO I... 3 PRINCIPI GENERALI... 3 ART.

Dettagli

Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata)

Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata) Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata) Come già specificato, il software è stato realizzato per la gestione di account PEC (Posta Elettronica Certificata), ma consente di configurare anche

Dettagli

Regolamento sulla modalità di utilizzo della Posta Elettronica e Internet

Regolamento sulla modalità di utilizzo della Posta Elettronica e Internet Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico- liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate Via F. Balestrieri, 6-25124 Brescia Regolamento sulla modalità di utilizzo della Posta Elettronica

Dettagli

Informativa privacy. Data: 01/01/2010 Versione: 2.0

Informativa privacy. Data: 01/01/2010 Versione: 2.0 Versione: 2.0 NKE S.p.A. / NKE Automation S.r.l. S.S. 24 km 16,2 10091 ALPIGNANO (Torino) Italy Tel. +39.011.9784411 Fax +39.011.9785250 www.nke.it Informativa privacy NKE Automation Srl e NKE Spa ai sensi

Dettagli

Codice Etico. FIAMM. Italian Passion. Global Energy

Codice Etico. FIAMM. Italian Passion. Global Energy Codice Etico FIAMM. Italian Passion. Global Energy I riferimenti del Codice Etico a FIAMM o Società o Azienda o Gruppo si intendono alla società Capogruppo FIAMM S.p.A. e/o alle società controllate dalla

Dettagli

Disciplinare Interno per l uso di Internet e della posta elettronica

Disciplinare Interno per l uso di Internet e della posta elettronica ISTITUTO MAGISTRALE STATALE Francesco De Sanctis Via Cornalias, 169-09121 CAGLIARI (CA) - Tel. 070284995 Fax 070287305 e-mail: capm030003@istruzione.it Pec: capm030003@pec.istruzione.it C.M.: CAPM030003

Dettagli

MEDIOBANCA BANCA DI CREDITO FINANZIARIO S.p.A. CODICE ETICO DEL GRUPPO MEDIOBANCA

MEDIOBANCA BANCA DI CREDITO FINANZIARIO S.p.A. CODICE ETICO DEL GRUPPO MEDIOBANCA MEDIOBANCA BANCA DI CREDITO FINANZIARIO S.p.A. CODICE ETICO DEL GRUPPO MEDIOBANCA Versione: 2 Stato: Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 20/06/2013 Data emissione: 20/06/2013 Sommario 1. INTRODUZIONE

Dettagli

QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO

QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO 1 PREMESSE 2 OBIETTIVO 3 STRUTTURA DEL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE 4 I PRINCIPI

Dettagli

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO 1 1. PREMESSA 3 2. MISSIONE E VISIONE ETICA 3 3. AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3 4. PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO 5 4.1 Rispetto della Legge 5 4.2 Onestà e correttezza

Dettagli

Revisione Data Oggetto Responsabilità di emissione Disciplina comunale in materia di utilizzo dei sistemi informativi

Revisione Data Oggetto Responsabilità di emissione Disciplina comunale in materia di utilizzo dei sistemi informativi REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA RETE INTERNET Revisione Data Oggetto Responsabilità di emissione 0 Disciplina comunale in materia di utilizzo dei sistemi informativi Comune di

Dettagli

www.renatopatrignani.it 1

www.renatopatrignani.it 1 APRIRE UN PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA MODIFICARE IL TIPO DI VISUALIZZAZIONE LEGGERE UN CHIUDERE IL PROGRAMMA ESERCITAZIONI Outlook Express, il programma più diffuso per la gestione della posta elettronica,

Dettagli

Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa

Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa Servizio di posta elettronica per gli studenti Lumsa PREMESSA Dall Anno Accademico 2007-2008 è attivo il servizio di posta elettronica di Ateneo dedicato agli studenti attivi. Tale servizio e inteso come

Dettagli

Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico. di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Pagina 1

Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico. di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Pagina 1 Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. 2012 Pagina 1 INDICE Sommario MISSION... 3 1. FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2. PRINCIPI DEL CODICE

Dettagli

Codice di Comportamento Aziendale

Codice di Comportamento Aziendale ALLEGATO 2 Codice di Comportamento Aziendale 1. DESTINATARI - COMUNICAZIONE ED INFORMAZIONE I principi e le disposizioni del presente Codice di Comportamento aziendale sono vincolanti per tutti gli amministratori,

Dettagli

CODICE ETICO Cooperativa Sociale DIEFFE

CODICE ETICO Cooperativa Sociale DIEFFE CODICE ETICO Cooperativa Sociale DIEFFE Il presente Codice Etico è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione del 08 marzo 2011. Esso contiene i principi di "deontologia aziendale" che l Ente riconosce

Dettagli

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali SIA Area Sistemi Informativi Aziendali PROGETTAZIONE E SVILUPPO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E DI UTILIZZO DEI DATI Ottobre 2014 (Ver.2.0) 1 Sommario 1.

Dettagli

APAM. esercizio spa CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO. APAM esercizio spa - Codice etico e di comportamento

APAM. esercizio spa CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO. APAM esercizio spa - Codice etico e di comportamento APAM esercizio spa 1 CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO Indice 1. PREMESSA BREVE PROFILO DELLA SOCIETÀ pag. 3 2. PRINCIPI GENERALI 2.1 Contenuto e finalità del codice etico pag. 4 2.2 Destinatari del codice

Dettagli

Protocollo Generale (Uscita) cnappcrm aoo generale Circolare n. 81 Prot.: 0001413 Data: 27/05/2014

Protocollo Generale (Uscita) cnappcrm aoo generale Circolare n. 81 Prot.: 0001413 Data: 27/05/2014 Cod. E20B/P2 Protocollo Generale (Uscita) Cod.CS/bg cnappcrm aoo generale Circolare n. 81 Prot.: 0001413 Data: 27/05/2014 Ai Consigli degli Ordini degli Architetti PPC LORO SEDI Oggetto: Trasmissione manuale

Dettagli

Condizioni e regole generali

Condizioni e regole generali Condizioni e regole generali Introduzione www.musarrangiamenti.it è un agenzia d affari che fornisce ad artisti, studenti, insegnanti, scuole, bande, cori e molti altri ensembles musicali uno spazio in

Dettagli

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA CODICE ETICO DI ACI Informatica SPA Versione 2 approvata dal Consiglio di Amministrazione di ACI Informatica S.p.A. il 16/11/2009. I riferimenti del Codice Etico a ACI Informatica o Società o Azienda si

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52 Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica

Dettagli

Lombardia Integrata s.p.a.

Lombardia Integrata s.p.a. Modulo per la Fornitura del Servizio di Posta Elettronica Certificata (da inviare all ASL di competenza e da conservare a cura dell utente) Io sottoscritto/a Nome e Cognome Nato/a a Codice Fiscale Documento

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO LINEE GUIDA E NORMATIVE DI INTEGRITA E TRASPARENZA Codice di Comportamento Approvato C.d.A. del 15.09.2015 Pag. 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. APPLICAZIONE DEL CODICE DI COMPORTAMENTO...

Dettagli

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi:

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 5(*2/$0(1723(5 / 87,/,==2'(,6(59,=,,1)250$7,&,$=,(1'$/, $SSURYDWRFRQGHOLEHUDQGHO $UW±2JJHWWR Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 3RVWDHOHWWURQLFD

Dettagli

Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI

Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione 1. Le disposizioni contenute nel presente Codice Etico esprimono i principi fondamentali cui si ispira

Dettagli

CODICE ETICO. Onlus SOMMARIO. 1 Premessa 2 Principi generali. 3 Organo di vigilanza 4 Sanzioni disciplinari 5 Disposizioni finali

CODICE ETICO. Onlus SOMMARIO. 1 Premessa 2 Principi generali. 3 Organo di vigilanza 4 Sanzioni disciplinari 5 Disposizioni finali CODICE ETICO SOMMARIO 1 Premessa 2 Principi generali 2.1 Principio di legittimità morale 2.2 Principio di equità e uguaglianza 2.3 Principio di diligenza 2.4 Principio di trasparenza 2.5 Principio di onestà

Dettagli

Manuale per l utilizzo della posta elettronica per gli utenti della rete informatica del Cottolengo

Manuale per l utilizzo della posta elettronica per gli utenti della rete informatica del Cottolengo Manuale per l utilizzo della posta elettronica per gli utenti della rete informatica del Cottolengo di Luca Minetti [Ufficio informatico Piccola Casa della Divina Provvidenza Tel. 011/5225610 oppure 4610

Dettagli

SOMMARIO PREMESSA DESTINATARI PRINCIPI GENERALI - DI LEGALITÀ; - DI CORRETTEZZA; - DI LEALTÀ; - DI TRASPARENZA;

SOMMARIO PREMESSA DESTINATARI PRINCIPI GENERALI - DI LEGALITÀ; - DI CORRETTEZZA; - DI LEALTÀ; - DI TRASPARENZA; SOMMARIO PREMESSA DESTINATARI PRINCIPI GENERALI - DI LEGALITÀ; - DI CORRETTEZZA; - DI LEALTÀ; - DI TRASPARENZA; - RISPETTO DELLA DIGNITÀ DELLE PERSONE; RESPONSABILITÀ DIFFUSIONE DEL CODICE RAPPORTI CON

Dettagli

PROCEDURA DI SEGNALAZIONE ALL ORGANISMO DI VIGILANZA

PROCEDURA DI SEGNALAZIONE ALL ORGANISMO DI VIGILANZA PAG. 1 PROCEDURA DI SEGNALAZIONE ALL ORGANISMO DI MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Edizione n 0 1 rev. 0 approvata dall Amministratore Unico con delibera del Questo manuale è di proprietà

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DEI NOMI A DOMINI SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA E OSPITALITA SITI WEB

TERMINI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DEI NOMI A DOMINI SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA E OSPITALITA SITI WEB Pag. 1 di 10 TERMINI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DEI NOMI A DOMINI SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA E OSPITALITA SITI WEB Pag. 2 di 10 INDICE DEI CONTENUTI 1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2 DEFINIZIONE

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (approvate con deliberazione di Giunta comunale n. 17 del 28 febbraio 2015)

CITTÀ DI AVIGLIANO. (approvate con deliberazione di Giunta comunale n. 17 del 28 febbraio 2015) CITTÀ DI AVIGLIANO LINEE GUIDA E POLICY PER L UTILIZZO DEI CANALI SOCIAL MEDIA DA PARTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO E PER LA GESTIONE DEI CONTENUTI ISTITUZIONALI SUL WEB (approvate con deliberazione di Giunta

Dettagli

Lezione 7. Posta elettronica e Newsgroups

Lezione 7. Posta elettronica e Newsgroups Lezione 7 Posta elettronica e Newsgroups Posta elettronica La posta elettronica è un servizio fruibile attraverso rete internet che consente ad un utente della rete di inviare un messaggio riservato ad

Dettagli

CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010

CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010 CODICE ETICO DI FREE WORK SERVIZI S.R.L. APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON DELIBERA DEL 29 novembre 2010 1. PREMESSA Free Work Servizi S.r.l. ha ritenuto necessario definire il proprio Codice

Dettagli