PROFESOR O PROFESORKA? IL GENERE DEI NOMI DI PROFESSIONE IN UCRAINO E IN BULGARO PAOLA BOCALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROFESOR O PROFESORKA? IL GENERE DEI NOMI DI PROFESSIONE IN UCRAINO E IN BULGARO PAOLA BOCALE"

Transcript

1 PROFESOR O PROFESORKA? IL GENERE DEI NOMI DI PROFESSIONE IN UCRAINO E IN BULGARO PAOLA BOCALE Abstract Job titles for women are a central issue in debates about language and gender. This study concentrates on the class of professional nouns in Ukrainian and in Bulgarian. After having presented the use of generic nouns and the neutralization of referential gender in the two languages, the work analyzes two corpora of occupational nouns excerpted from Ukrainian and Bulgarian newspapers which specialize in job offers posting. The data reveal that the use of masculine generics prevails in Ukrainian. This is true both for new professions (брокер broker, бармен barman ) as well as more traditional ones (лiкар medical doctor, iнженер engineer ), and both for lowstatus occupations (перукар hairdresser, касир cashier ) and professions of higher prestige (директор director ). Bulgarian, on the other hand, seems to take full advantage of the morphological possibilities of the language, with newly coined female equivalents of recent loan nouns such as брокерка female broker, барманка barwoman, диспечерка female dispatcher.

2 Questo lavoro 1 analizza i nomi di professione in ucraino e in bulgaro, una sfera del lessico che è tra le problematiche centrali nei dibattiti su lingua e genere. Dopo aver illustrato l uso di lasciare inalterato al maschile il nome di professione e la neutralizzazione del genere referenziale nelle due lingue, viene presentata un indagine condotta su due corpora di nomi di professioni raccolti da pubblicazioni ucraine e bulgare specializzate nella ricerca del personale. I dati rivelano come in ucraino prevalga l uso di lasciare invariato al maschile il nome di professione, utilizzando quindi una forma generica o neutra. Ciò vale sia per le professioni tradizionali (лiкар dottore, iнженер ingegnere ), che per quelle più nuove (брокер broker, бармен barman ), e sia per le occupazioni di prestigio (директор direttore ), che per quelle più modeste (перукар parrucchiere, касир cassiere ). Il bulgaro, d altro canto, sembra fare largo uso delle possibilità morfologiche della lingua, il che è reso particolarmente evidente dal trattamento riservato ai prestiti recenti, analoghi a quelli entrati simultaneamente nell ucraino, per i quali è stata immediatamente coniata una forma femminile: брокерка donna broker, барманка barista, диспечерка dispatcher. 1 Ringrazio Lucyna Gebert, Darinka Karadjova, Olena Ponomareva e un anonimo referee per le costruttive osservazioni e suggerimenti. Naturalmente resta mia la responsabilità di qualsiasi errore o imprecisione. 86

3 1. Introduzione I nomi di persona, che in tutte le lingue costituiscono un campo lessicale semanticamente e culturalmente molto importante, sono emersi come una delle problematiche centrali nei dibattiti su lingua e genere 2. In particolare i nomi di professione, sottocategoria dei nomi di persona, sono una sfera del lessico particolarmente delicata in quanto servono a identificare l individuo nella comunità. Avere il titolo giusto non è una questione da poco conto, dal momento che ogni lingua riflette i rapporti di forza esistenti nella collettività dei parlanti. I nomi di professione si sono inoltre rivelati un terreno di studio privilegiato per l analisi dei processi in atto in una lingua, in quanto l importanza che rivestono nella vita della società e il loro ampio uso li rendono particolarmente sensibili ai mutamenti e adatti a registrare le tendenze di sviluppo linguistico. Questo lavoro analizza la classe lessicale dei nomi di professione in ucraino e in bulgaro. Dopo aver illustrato l uso di lasciare inalterato al maschile il nome di professione (i cosiddetti maschili generici o neutri ) e la neutralizzazione del genere referenziale nelle due lingue, viene presentata un indagine condotta su due corpora di nomi di professioni raccolti da pubblicazioni ucraine e bulgare specializzate nella ricerca del personale. 2 Con il termine genere si fa riferimento in questo caso, oltre che al genere grammaticale, anche alle caratteristiche extralinguistiche di mascolinità e femminilità e al modo in cui esse si riflettono nelle lingue naturali. Cf. M.Hellinger, H. Bußmann (2001: 2-11). 87

4 2. I maschili generici e la neutralizzazione del genere referenziale in ucraino Malgrado l ucraino abbia a disposizione ricche risorse morfologiche e procedure derivazionali per una rappresentazione dei nomi d agente che ne specifichi il genere 3, di fatto nell uso le forme femminili dei titoli e dei nomi di mestieri e di professioni tendono ad essere eclissate da quelle maschili. Oltre che per i nomi maschili che denotano titoli e professioni dirigenziali (iнспектор ispettore, декан decano, директор direttore, ректор rettore, президент presidente, капiтан capitano, лейтенант tenente, академiк accademico, кандидат candidato, prestiti come менеджер manager, брокер broker ), e che, socialmente, possono essere considerate prestigiose (доцент docente, професор professore, геолог geologo, бiолог biologo, астроном astronomo, агроном agronomo, пiлот pilota, доктор dottore, iнженер ingegnere, педагог pedagogo, фотограф fotografo, географ geografo ), mancano equivalenti femminili, che non vengono formati tramite processi di derivazione e composizione, anche per professioni meno specialistiche o comunque subalterne (машинiст macchinista, контролер controllore, касир cassiere, штукатур stuccatore, рахiвник contabile ). Il problema non riguarda soltanto le attività che ci si potrebbe immaginare tradizionalmente svolte unicamente dagli uomini, ammesso che tali 3 Sui processi di derivazione in ucraino si vedano, ad es., Klimenko (1973); Bilodid (1969: p. 53 e ssgg.); Žovtobrjuch (1984: 123); Bezpojasko, Horodens ka, Rusanivs kyj (1993, p. 70 e ssgg.); Vychovanec, Horodens ka (2004: ); Ponomariv (2005: ). Lavoro fondamentale per i processi di derivazione in russo, con osservazioni anche sulle altre lingue slave orientali, è Vinogradov (1947). 88

5 esistano in un paese come l Ucraina, dove da decenni ci sono migliaia di donne muratrici, imbianchine, trattoriste, conducenti, per non parlare di dottoresse e professoresse 4. I dati del corpus ucraino sembrano indicare che anche per mestieri usualmente praticati da donne come перукар parrucchiere e касир cassiere si preferisce non usare, o non creare, una forma femminile. In un certo senso si può quindi dire che tutti questi nomi di professioni e di titoli, sebbene di genere maschile, funzionino come generici, e siano caratterizzati da un significato più generale che non fa riferimento al solo sesso maschile 5. Il linguista ucraino Zagnitko, che ha condotto una vasta indagine sincronica sul genere nell ucraino contemporaneo (1987a), per poi rianalizzare la categoria nei suoi studi successivi sulle categorie nominali in questa lingua (Zagnitko 1987b, 1990, 1992, 1993), ha analizzato le frequenze delle forme di genere maschile e femminile di alcuni nomi di professioni (compresi alcuni composti) in casi in cui i referenti erano donne (vedi tab.1). 4 Laada Bilaniuk (2003: 28-29) nota tuttavia come nell Ucraina sovietica poche donne ricoprissero posizioni prestigiose, una situazione che perdura tuttora: Women have a subordinate position in Ukrainian society, excluded from most political and economic positions of power and disproportionately burdened with household and family responsibilities. The Soviet rhetoric of gender equality had only allowed a few token women advancement into prestigious public social positions, and now many of the post-soviet trends further objectify and disempower women and advocate their return to traditional domestic roles. 5 Secondo Zagnitko (1987a: 39), che nega l esistenza di una marca di genere comune, i nomi di professione dimostrano che abbiamo a che fare con due parole omonime che testimoniano la dipendenza del funzionamento delle forme del genere da criteri contestuali, referenziali e pragmatici. 89

6 Tab.1 Occorrenze di alcuni nomi di professione (rielaborata da Zagnitko 1987a: 62) Nome di professione Occorrenze della forma депутат (m.) deputato 860 (86%) депутатка (f.) deputata 140 (14%) жiнка-депутат (f.) donna deputato 0 (0%) Totale per deputato 1000 (100%) тракторист (m.) trattorista 805 (80,5%) трактористка (f.) trattorista 172 (17,2%) жiнка-тракторист (f.) donna trattorista 23 (2,3%) Totale per trattorista 1000 (100%) автор (m.) autore 727 (72,3%) авторка (f.) autrice 273 (27,3%) жiнка-автор (f.) donna autore 0 (0%) Totale per autore 1000 (100%) Come possiamo vedere dai dati contenuti nella tab.1, su un totale di mille occorrenze per ciascuna delle tre classi lessicali, la forma maschile del nome è stata preferita nell 86% dei casi per депутат deputato, nell 80,5% dei casi per тракторист trattorista e nel 72,3% dei casi per автор autore. Praticamente neglette le forme composte, che presentano occorrenze, peraltro esigue (2,3%), solo per жiнка-тракторист donna trattorista. Proprio il caso di тракторист, forma maschile di gran lunga preferita al corrispondente femminile трактористка, conferma che si ricorre alla forma maschile del nome anche nel caso di professioni non specialistiche. 90

7 Secondo Zagnitko (1990: 28-29) la spiegazione del fenomeno è da ricercarsi nelle caratteristiche dei nomi di persona maschili, che a differenza dei femminili che sono marcati 6, si caratterizzano per la generalità di ciò che viene denotato (узагальнене значення особи). I maschili neutralizzano la referenza al genere perchè sottolineano non tanto il sesso quanto l idea dell importanza sociale della professione di un individuo, e attribuiscono una particolare enfasi e solennità all enunciato perché ne evidenziano il carattere generale 7. La qualifica professionale enunciata con un maschile tende quindi a stemperare, a mettere in secondo piano il sesso del suo portatore. In uno studio recente anche Archanhel s ka ritiene che il genere maschile sia il membro non marcato dell opposizione: чоловiчий рiд виступає як загальний, тобто немаркований, стосовно до жiночого роду 8 (Archanhel s ka 2006: 87). La mancanza di corrispondenti femminili dei nomi di professione è anche probabilmente da ascriversi alle caratteristiche della morfologia 6 In una qualsiasi coppia nome base maschile derivato femminile di professione, come ad es. тракторист трактористка trattorista, легкоатлет легкоатлетка sportivo impegnato nell atletica leggera, фiзкультурник - фiзкультурниця persona impegnata nell educazione fisica il primo nome è doppiamente non marcato, né per il tratto [+ sesso] né per quello [+ sesso maschile], mentre il secondo è doppiamente marcato sia per il tratto [+ sesso] che per quello [+ sesso femminile]. Zagnitko (1990: 25). 7 Il genere non marcato è il maschile nella maggioranza delle lingue che hanno il genere grammaticale (compreso l italiano), anche se in alcune lingue degli aborigeni australiani è invece il femminile ad essere usato come genere non marcato in alcuni contesti. La scelta del genere maschile come genere di default per riferirsi ad umani si ritrova in tutte le lingue analizzate in uno studio recente. Cf. M.Hellinger, H. Bußmann (2001: 19). 8 il genere maschile è generico, ovvero non marcato, in relazione al genere femminile. 91

8 derivazionale dell ucraino, dove alcuni suffissi creano la forma femminile sia di nomi di cose che di persone. Ne sono prova i derivati di alcuni nomi di mestieri che indicano strumenti o attività considerate con riferimento all agente, formati con i suffissi altamente produttivi - ка e -иця: штукатур stuccatore штукатурка stuccatura, рахiвник contabile рахiвниця pallottoliere. Taranenko (2005: 12) cita una serie di nomi, tra cui suffissati, prestiti, composti, acronimi sillabici e epiceni, da cui non si possono formare derivati femminili tramite -ка: пiшохiд pedone, водонос chi porta l acqua, екскурсовод guida, мiнiстр ministro, ад юнкт assistente di un professore, археолог archeologo, фотограф fotografo, iракець iracheno, велетень gigante, забудько dimenticone. Altri suffissi potrebbero invece essere evitati perché percepiti come sub-standard e spregiativi (-уха) o perché nella lingua standard servono a designare la moglie di (-ша). Infine anche fattori di natura extralinguistica possono bloccare la formazione di nomi femminili di professione. Ihgnatova, Kuc (1997: 38) scrivono che використання слiв, якi означають жiнку певноï професiï, - письменниця, директорка, журналiстка - є проблематичним для багатьох, бо часто викликає посмiшку чоловiкiв. Як наслiдок, багато жiнок використовують чоловiче 92

9 визначення, коли мова йде про ïхню творчiсть чи професiйну дiяльнiсть 9. Anche studi condotti sul russo e sul polacco sembrano indicare che le donne stesse preferiscono l uso della forma maschile, che viene percepita come più prestigiosa: in Russian high prestige is connected with masculinity (in a social sense), therefore female counterparts of personal nouns denoting prestigious occupations are avoided (2001: 260) 10. Le professioniste che lavorano nell Ucraina di oggi quindi non solo non sembrerebbero considerare discriminante l essere identificate con nomi maschili, ma al contrario percepirebbero come squalificante proprio l uso del corrispondente termine femminile, laddove esistesse 11. Analizziamo ora le modalità di accordo nei casi in cui si utilizzano questi nomi di professione riferiti a donne. Per quanto riguarda l accordo grammaticale che ha luogo nel sintagma nominale, alcuni elementi determinativi (come gli aggettivi attributivi) possono non concordare con il genere grammaticale del nome cui si riferiscono per la categoria morfologica del genere (mentre rispettano l accordo per le categorie di numero e caso), favorendo l accordo con 9 L utilizzo di parole che indicano una donna con una certa professione, come scrittrice, direttrice o giornalista, è problematico per molte dal momento che spesso provoca la derisione degli uomini. Di conseguenza molte donne usano denominazioni maschili nei casi in cui il discorso verte sulla loro attività creativa o professionale. 10 Per il polacco si veda Koniuszaniec, Błaszkowska (2003). 11 Alcuni studi hanno messo in evidenza come le donne siano più consapevoli degli uomini del potere dell uso linguistico e in quanto membri svantaggiati della società tendano a favorire le varietà più prestigiose. Cf. Trudgill (1998: 21-28). Anche in italiano viene segnalata la preferenza delle donne per l uso della forma maschile. Cf. M. Dardano, P.Trifone (1997: 191). 93

10 il genere referenziale. Lo stesso avviene nell accordo predicativo per il verbo, che nelle forme del passato è marcato in ucraino anche per il genere, che mostra accordo secondo i tratti semantici della testa e non la sua morfologia. L esempio seguente illustra bene quanto esposto: Наша професор повернулась з вiдпустки. Вона вже приступила до роботи 12. Nostro (f.) professore (m) tornare (pass. f.) da vacanza (gen). Lei già mettere (pass.f.) a lavoro (gen) La nostra professoressa è tornata dalle vacanze. Lei si è già messa al lavoro. Come vediamo da questo esempio anche nell accordo anaforico la ripresa pronominale (вона lei ) è determinata dalla referenza del nome di riferimento e non dalla sua morfologia. Nel caso di un nome di persona usato come apposizione la mancata corrispondenza con il genere della testa non crea incomprensioni, dal momento che l informazione sul genere referenziale è già codificata in quest ultima: Оксана Забужко, письменник (Stoličnye novosti, ) 13 Oksana Zabužko, scrittore 12 L esempio è di Hriščenko (1997: 339). Hriščenko tuttavia ritiene che nei casi obliqui sia possibile soltanto l accordo grammaticale dell attributo, ovvero al maschile: нашого професора (gen.) del nostro professore, нашому професоровi (dat.) al nostro professore. 13 L esempio è di Taranenko (2005: 7). 94

11 Anche nel predicato nominale la mancata corrispondenza tra il genere del nome o dell aggettivo in funzione predicativa e il genere del soggetto non crea ambiguità dal momento che l informazione sul genere referenziale può essere sempre recuperata dal sintagma nominale (che svolge la funzione sintattica di soggetto): Юлiя була прем єром. Julija essere (pass.f.) premier. Julija è stata premier Марiя cтала лiкарем. Maria diventare (pass.f.) dottore Maria è diventata una dottoressa. 3. La maskulinizacija in bulgaro L uso di lasciare invariato al maschile il nome di professione (uso denominato маскулинизация mascolinizzazione nella tradizione di studi bulgara 14 ) è stato a più riprese condannato dai linguisti, che vi scorgevano soprattutto un influsso della prassi linguistica russa. Il comunicato stampa del , con cui l ufficio bulgaro della TASS comunicava la missione nello spazio della prima cosmonauta, космонавтът другарката Терешкова, spinse Babov (1964), che trovò assolutamente inaccettabile questa formulazione, a una decisa 14 Anche in ucraino si fa talvolta riferimento alle parole di genere maschile usate per donne con il nome di маскулiнiзми mascolinismi (Archanhel s ka 2006: 87). 95

12 presa di posizione contro l uso di nomi maschili per indicare donne. Lo studioso notava che le strutture linguistiche del bulgaro permettono sempre alla lingua di coniare morfologicamente derivati femminili da qualsiasi nome maschile, anche perché nel sistema derivativo del bulgaro non ci sono quegli ostacoli di natura stilistica che impediscono in russo la formazione di nomi femminili 15. Babov proponeva dunque l immediata adozione di космонавтка cosmonauta (preferibile nei confronti del composto жена космонавт donna cosmonauta ), perché il suffisso -ка, a differenza di quanto avviene in russo, si può utilizzare liberamente per la formazione di nuovi nomi: директорка direttrice, секретарка segretaria, кондукторка conduttrice e агрономка agronoma sono stilisticamente neutri, a differenza dei corrispondenti russi директорша, секретарша, кондукторша e агрономша marcati come substandard 16. Babov osservava inoltre come molto raramente ci 15 Babov (1964: 213) riteneva che dal russo fossero entrati in bulgaro i prestiti асистент assistente, аспирант dottorando, герой eroe, делегат delegato, депутат deputato, директор direttore, другар compagno, завеждаш capo, комунист comunista, лауреат vincitore, insignito di un premio, лекар dottore, новатор innovatore, общественик attivista, организатор organizzatore, председател presidente, преподавател insegnante, престъпник criminale, приятел amico, ръководител dirigente, секретар segretario, учител maestro, член membro che avrebbero portato con sé l adozione meccanica delle norme linguistiche del russo. 16 Sebbene si ritenga comunemente che le forme femminili suffissate abbiano in bulgaro le stesse caratteristiche semantiche e stilistiche dei maschili di base (Stojanov 1964/1980: 183), Avramova ritiene che molti dei derivati femminili siano marcati con il tratto [+ colloquiale] rispetto alle basi maschili, e cita gli esempi декан деканка decano donna, експерт експертка esperta, офицер офицерка donna ufficiale, президент президентка presidente donna ecc. La loro connotazione colloquiale è dovuta, secondo la linguista, al loro carattere di novità nella pratica linguistica contemporanea, e, dal punto di vista sociale, al fatto 96

13 siano in bulgaro divergenze lessicali e stilistiche tra i nomi maschili e femminili: anche quei derivati femminili che si incontrano nella lingua colloquiale come министърка ministra e професорка professoressa non sono connotati con alcuna sfumatura spregiativa 17. Tra i lavori di altri studiosi che hanno, come Babov, individuato nell influsso del russo la causa fondamentale dell uso di nomi maschili nel caso di referenti donne bisogna ricordare soprattutto gli articoli di Andrejčin e di Murdarov. Andrejčin, illustre linguista e autore di una delle prime grammatiche accademiche del bulgaro (1944), ha dedicato diversi studi alla maskulinizacija (1956, 1969, 1974), un argomento toccato anche nelle sue monografie sul bulgaro moderno (1961, 1973). Ciò che soprattutto preoccupava l autore era, fin dai primi lavori su questo tema, l osservazione che questa prassi linguistica si stesse diffondendo dai registri alti e formali a quelli bassi e colloquiali, violando la natura della lingua e persino la dignità stessa delle donne bulgare (una presa di posizione decisamente femminista, quasi ante litteram): В основата си това явление [маскулинизация] е нарушение на природата и духа на нашия език [ ] Жената трябва да бъде уважавана като жена във всички случаи - и в производството, и в културния живот, и в бита, и в езиковата che essi indichino i corrispondenti femminili di professioni un tempo precluse alle donne. In altri casi l elemento di colloquialità di alcuni nomi femminili di professione sarebbe legato alla sfumatura espressiva delle basi maschili, ad es. обирджия обирджийка svaligiatrice (Avramova 2003: 191). 17 Vlachova (2001) tuttavia ritiene che nell idioletto di alcuni parlanti forme come министърка ministro donna, президентка presidente donna o посланичка ambasciatrice siano stilisticamente marcate come spregiative. 97

14 практика създадена отдавна от нашия народ 18. Murdarov (1983), pur premettendo che l uso di forme maschili per indicare donne che svolgono alcune professioni o ricoprono alcuni ruoli sociali avviene per influsso del russo, precisa che c è comunque una serie di nomi maschili come академик accademico, доцент docente, министър ministro, професор professore, член-кореспондент membro-corrispondente (accademico senza diritto di voto) da cui è impossibile formare corrispondenti femminili. Questi nomi sono ritenuti dall autore epiceni, il che vuol dire sia che essi possono avere come referenti indifferentemente uomini e donne, sia che possono selezionare entrambi gli accordi, maschile o femminile, in dipendenza dal sesso del referente. Nel caso quindi di un referente donna l unica forma possibile di accordo è la femminile, ovvero: Уважаема професор Петрова Egregio (m.) professore (m.) Petrova Egregia professoressa Petrova. Tuttavia l accordo femminile è ammissibile per Murdarov solo nel caso in cui l epiceno sia usato come apposizione, e quindi l accordo sia controllato da una testa diversa dall epiceno. Una frase come: 18 Nel suo stesso fondamento questo fenomeno [la mascolinizzazione] è una violazione della natura e dello spirito della nostra lingua [...] La donna deve essere rispettata come donna in tutti i casi: sul lavoro, nella vita culturale, nella vita quotidiana e nella pratica linguistica coniata da lungo tempo dal nostro popolo. Andrejčin (1974: 441). 98

15 Министърът е била посрещната на летището Ministro (m.) incontrare (passato passivo f.) a aeroporto Il ministro è stata accolta all aeroporto! con il nome maschile articolato e soggetto di una frase con accordo al femminile è per il linguista inaccettabile 19. L intervento di Murdarov è interessante sia per il tentativo di individuare una nuova classe di epiceni in bulgaro (sebbene altri linguisti ritengano completamente accettabili e standard forme come професорка e министърка, cf., ad es., il già ricordato Babov), che perché focalizza l attenzione sull incompatibilità sintattica di un sintagma nominale con nome e determinante maschile seguito da un sintagma verbale accordato semanticamente al femminile. Dopo la fine del periodo socialista la questione della mascolinizzazione è stata più volte ripresa dai linguisti bulgari 20. Tra i 19 Questo tipo di valutazioni vanno tuttavia considerate anche nell ottica delle caratteristiche prettamente normative e prescrittive della linguistica bulgara di quegli anni. 20 Oltre a Sumrova (vedi oltre), cf., ad es., Veleva (1991); Ankova-Ničeva (1995); Manoleva (1996). Likomanova e Mileva (1989) hanno fatto il tentativo di distinguere per significato i nomi di genere femm. come учителка maestra, готвачка cuoca, художничка artista (F), кметица sindaco (F), певица cantante, кралица regina, плувкиня nuotatrice, ратайкиня bracciante (F), слугиня serva, da una parte, da авиаторка aviatrice, агрономка agronoma, архитекта architetto (F), асистентка assistente (F), директорка direttrice, лекарка medico (F) e филоложка filologa dall altra. Secondo le studiose, i nomi del primo gruppo formano opposizioni equipollenti con i sostantivi di genere maschile da cui derivano (ovvero non si può riconoscere né presenza / assenza di una marca, né variazione graduale di una stessa proprietà), mentre solo i nomi del secondo gruppo formano opposizioni di tipo privativo con i nomi maschili corrispondenti (ovvero sono distinti dalla presenza della marca [+ individuo di sesso femminile] assente nei corrispondenti maschili). Le due linguiste ritengono che il 99

16 contributi più recenti, l articolo di Sumrova (2002) offre una delle analisi più dettagliate. La studiosa analizza a fondo tutte le cause del fenomeno che vengono evocate dagli studiosi, ovvero i motivi di natura pragmatica (la rilevanza comunicativa dell informazione sul tratto donna ) 21, morfologica (da alcuni tipi di nomi maschili non si possono derivare i corrispondenti femminili) 22, sintattica (una serie di costrutti selezionerebbero in posizione predicativa un nome maschile) 23 e stilistica (l uso della forma maschile del nome di persona per riferirsi a donne sarebbe tipico dei registri alti e dello stile ufficiale dove sottolineerebbe il senso astratto e onorifico della funzione o della carica) 24. Supportando le sue osservazioni con una ricca casistica, la linguista nota come molte delle motivazioni chiamate in causa non reggono quando confrontate con materiale tratto dall uso vivo del bulgaro d oggi, dove predominano il conio di primo tipo di opposizioni è un opposizione per genere, mentre il secondo per sesso, dal momento che i nomi comuni di persona di genere maschile sono portatori sia del significato sesso maschile, che di quello sesso femminile (Likomanova, Mileva 1989: 7-9). Secondo Burov (2004: 178), tuttavia, sia in un caso che nell altro i nomi comuni di persona di genere femminile indicano il tratto [+ persona donna] e il carattere delle opposizioni che formano con i nomi comuni di persona di genere maschile è sempre lo stesso, ovvero si tratta di opposizioni privative. Il carattere dell opposizione non è determinato dal significato del nome comune di persona di genere femminile, ma dal significato del nome comune di persona di genere maschile: se il significato è [+ persona], l opposizione è privativa, se invece il significato è [+ persona di sesso maschile] l opposizione è equipollente. 21 Cf. Gulova (1989). 22 Alcuni nomi in -ец, composti con i suffissi e suffissoidi -граф, -лог, -вед, -ор/- ер/-ар e -ест e prestiti come хирург chirurgo e драматург drammaturgo. Cf. Penčeva (1977). 23 Сostrutti come, ad es., работи като lavora come, избрана за scelta come, назначена за nominata per, става è diventata, в качеството си на in qualità di. Cf. Rusinov (1974). 24 Cf. Rusinov (1974). 100

17 nuovi derivati femminili e l uso di nomi di persona femminili anche in quegli ambiti sintattici e domini dove si presupponeva non fosse possibile 25. Sembra quindi corretta la posizione di Burov (2004: ) che nota come la ricerca di una corrispondenza tra il genere grammaticale del nome di persona e il sesso naturale del referente sia alla base dei processi derivativi del bulgaro contemporaneo: В съвременната българска реч е налице следната закономерност: ако за специфицирането на лице от мъжки пол се използва CИЛ 26, съществителното трябва да бъде от мъжки род, срв. Лекарят лице мъж влезе в кабинета си; ако за специфицирането на лице от женски род се използва СИЛ, съществителното трябва да бъде от женски род, срв. Лекарката лице жена влезе в кабинета си. Именно изискването за съответствие между граматичния род на личното съществително и естествения пол на лицето обуславя посоченото формално разнообразие на СИЛ от мъжки род и 25 Tuttavia la linguista non offre una spiegazione del perché il bulgaro ricorra sistematicamente alla derivazione di nuovi nomi femminili, limitandosi ad osservare che nei casi in cui si utilizza un nome maschile la motivazione, a suo parere, principale risiederebbe nel tipo di referenza generica e astratta, mentre l individuazione concreta e specifica del designatum farebbe scattare l uso di un nome femminile. 26 Cъществително име за лица nome di persona. 101

18 продуктивността на суфиксите с модификационно значение -ка, -ица, -иня и др., с които се образуват СИЛ от женски род I nomi di professione negli annunci di lavoro: uno studio empirico. Per l ucraino sono stati estrapolati i nomi di professione contenuti negli annunci di lavoro pubblicati sulle riviste mensili specializzate Пропоную роботу Offro lavoro 28 e Робота Навчання Сьогоднi Lavoro Studio Oggi 29 (tabelle 2a, 2b, 2c, 2d, 2e). Per il bulgaro si sono analizzati i nomi di professione presenti negli annunci con offerte / richieste di lavoro contenuti nelle pubblicazioni bisettimanali Позвънете Telefonate 30 e София Днес Sofia Oggi 31 (tabelle 3a, 3b, 3c, 3d, 3e, 3f). Il materiale è stato scelto con l intento di identificare un uso linguistico che fosse contemporaneo e accettato comunemente dai parlanti come standard. 27 Nel bulgaro contemporaneo è evidente la seguente regolarità: se per specificare una persona di sesso maschile si usa un nome comune di persona, il nome deve essere di genere masch., cf. лекарят (un uomo) влезе в кабинета си il dottore è entrato nel suo studio ; se per specificare una persona di sesso femminile si usa un nome comune di persona il nome deve essere di genere femm., cf. лекарката (una donna) влезе в кабинета си la dottoressa è entrata nel suo studio. Proprio la ricerca di una corrispondenza tra il genere grammaticale del nome di persona e il sesso naturale del referente determina la varietà formale summenzionata di nomi comuni di persona di genere masch. e la produttività dei suffissi derivativi -ка, -ица, -иня e così via con i quali si formano i nomi comuni di persona di genere femminile. 28 N. 26 (501), luglio N. 16 (116), luglio Edizione di Sofia, n. 182 (2305) del N. 148 (1514) del

19 Le tabelle (vedi appendice) mostrano come i nomi di professione siano ripartiti secondo la categoria del genere. I numeri nelle colonne indicano tutte le frequenze, cumulativamente per le due pubblicazioni ucraine e per le due bulgare. I lessemi potevano ricorrere in testa agli annunci in diverse forme flesse 32 e ogni tipo di occorrenza è stata inclusa nel computo 33. Analizzando i dati nelle tabelle 2a, 2b, 2c, 2d e 2e notiamo come i nomi di professione maschili negli annunci ucraini costituiscano il 92,9% delle occorrenze (209 nomi su 225). I nomi di genere femminile nel restante 7,1% (16 nomi) riguardano per la maggior parte professioni che per tradizione sono unicamente femminili, come гувернантка governante, домробiтниця collaboratrice domestica, манiкюрниця manicurista, посудомийниця (anche nella forma мийниця) lavapiatti, нянька baby sitter, педикюрниця pedicurista, прибиральниця donna delle pulizie, покоïвка cameriera negli alberghi. In un annuncio troviamo anche домогосподарка casalinga, nome comune femminile usato nel senso di collaboratrice domestica. Fra i nomi di professioni che sono abitualmente svolte anche da uomini c è офiцiантка cameriera, che tuttavia ricorre in un solo annuncio contro i ventotto che presentano la forma maschile офiцiант, швачка (anche nel composto швачка- 32 Oltre ovviamente alle forme di nominativo singolare, di gran lunga le più frequenti, si incontrano casi di nominativo plurale e, in funzione oggetto, di accusativo singolare e, più raramente, plurale. 33 Non ho tuttavia conteggiato come occorrenze separate i casi in cui un lessema, oltre che nella testa dell annuncio, si ripeteva, talvolta in una diversa forma flessa, nel corpo dell annuncio stesso. 103

20 кравець) sarta, фасувальниця impacchettatrice e медична сестра infermiera. Nel complesso si tratta di nomi che indicano mestieri subalterni o comunque socialmente non prestigiosi. Il caso di секретар segretario, una professione, in Ucraina come altrove, praticata quasi esclusivamente da donne, che ricorre in ventisei annunci, evidenzia bene l uso della forma maschile del nome come termine neutro (con grande probabilità in questo caso si vuole selezionare unicamente personale femminile). Casi analoghi sono, inoltre, вiзажист visagista, вчитель insegnante, касир cassiere, масажист massaggiatore, перекладач interprete, перукар parrucchiere, вихователь educatore e in una certa misura anche бухгалтер ragioniere, кухар cuoco e лiкар medico. Sebbene gli studiosi segnalino, tra le tendenze di sviluppo della morfologia ucraina, la formazione di un numero maggiore di derivati femminili 34, e quindi una maggiore differenziazione dei nomi di persona secondo il tratto 34 Taranenko (2005: 18) ritiene che l ucraino contemporaneo sia caratterizzato dall attivazione dei processi di derivazione di forme femminili e dalla progressiva neutralizzazione stilistica di nomi di persona di genere femminile precedentemente marcati come colloquiali, substandard o spregiativi come директорка direttrice, iнженерка donna ingegnere, професорка professoressa. Il processo sarebbe stato coadiuvato dall utilizzo di derivati coniati nell ucraino della diaspora come лiдерка donna leader, режисерка regista, спiкерка donna speaker, солдатка soldatessa, прем єрка donna premier, держсекретарка donna segretario di stato, прес-секретарка addetta stampa. Il suffisso -ин-я contribuirebbe inoltre alla derivazione di diversi nuovi nomi femminili come членкиня membro donna, мисткиня maestra e фахiвчиня esperta. La linguista nota tuttavia che il funzionamento di queste forme femminili è attivo soprattutto nella lingua dei media e nelle traduzioni letterarie e cinematografiche, mentre nella lingua ufficiale e negli annunci di lavoro si continua a preferire l uso della forma maschile, con eventuale indicazione tra parentesi del sesso, un osservazione che come abbiamo visto è confermata dall indagine sulla lingua delle inserzioni di lavoro. Si veda anche Vychovanec, Horodens ka (2004: 91). 104

Le richieste di cittadinanza italiana presentate alla Prefettura di Torino nel corso dell anno 2003

Le richieste di cittadinanza italiana presentate alla Prefettura di Torino nel corso dell anno 2003 Prefettura di Torino Ufficio Immigrazione Le richieste di cittadinanza italiana presentate alla Prefettura di Torino nel corso dell anno 23 a cura di Giovanna Vilasi 1 Nel corso degli ultimi anni si è

Dettagli

IL LAVORO A CARAGLIO

IL LAVORO A CARAGLIO COMUNE DI CARAGLIO ASSESSORATO alle RISORSE GIOVANILI IL LAVORO A CARAGLIO RICERCA NEI SETTORI INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO AGRICOLTURA SERVIZI ALLA PERSONA A cura di: Sandroni Pier Giorgio (resp.

Dettagli

UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE

UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE Provincia di Bologna Unione Europea Fondo Sociale Europeo Servizio lavoro Centri per l impiego Dipartimento per le politiche del lavoro e dell occupazione e tutele

Dettagli

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39 Parte I Premesse teoriche per un uso consapevole della lingua 1 Dal latino all italiano Come leggere i messaggi pubblicitari 1 La comunicazione 2 1 Cos è la comunicazione: significante, significato, segno

Dettagli

MiComunico. Comunicazione di genere nella provincia di Milano

MiComunico. Comunicazione di genere nella provincia di Milano MiComunico Comunicazione di genere nella provincia di Milano Progetto co-finanziato dalla Regione Lombardia all interno del bando Piccoli progetti per grandi idee. Vademecum per l uso del linguaggio non

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa ANTONELLA PERESSINI A.S. 2015/2016 CLASSE 1 ALL MATERIA: LINGUA LATINA

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa ANTONELLA PERESSINI A.S. 2015/2016 CLASSE 1 ALL MATERIA: LINGUA LATINA PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa ANTONELLA PERESSINI A.S. 2015/2016 CLASSE 1 ALL MATERIA: LINGUA LATINA Modulo n. 1 INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LATINO Collocazione temporale: settembre e ottobre riconoscere

Dettagli

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI AREA PROFESSIONALE Segreteria e area impiegatizia Impiegato d'ordine in genere Segretario Segretario cassa ed amm.ne Impiegato

Dettagli

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI Segreteria e area impiegatizia Addetto ai lavori di amministrazione e contabilità Addetto all'ufficio tecnico Studi

Dettagli

Orientamento Scuole Medie. Scheda personale

Orientamento Scuole Medie. Scheda personale Orientamento Scuole Medie Scheda personale IL CONTENUTO DI QUESTA SCHEDA E VINCOLATO DA SEGRETO PROFESSIONALE a) Dati Personali Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Indirizzo Tel. Città _ Provincia

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

Presentazione della classe

Presentazione della classe Presentazione della classe La classe I A del Liceo Scientifico è composta da 19 alunni (7 maschi e 12 femmine). Un ragazzo ha iniziato a frequentare a fine ottobre. Si rileva la presenza di un allievo

Dettagli

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004 Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2-21 Sintesi - Giugno 24 1. Costruzione banca dati allievi, partendo dall archivio corsi FP 2 2. Realizzazione indagine censuaria

Dettagli

Guida per una redazione rispettosa della parità di genere

Guida per una redazione rispettosa della parità di genere Guida per una redazione rispettosa della parità di genere Introduzione Nel corso degli anni la problematica del riconoscimento dei generi e della femminilizzazione della lingua ha assunto notevole importanza.

Dettagli

ITALIANO RIFLESSIONE SULLA LINGUA

ITALIANO RIFLESSIONE SULLA LINGUA RIFLESSIONE SULLA LINGUA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado ü L alunno interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, sostiene

Dettagli

DGR 1678/10. Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR)

DGR 1678/10. Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR) DGR 1678/10 Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR) Gennaio 2012 Lista Completa del Repertorio delle Figure Professionali

Dettagli

DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani

DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani Repertorio Ligure delle Figure Professionali Elenco n. 188 Figure Professionali VISTO il Piano Triennale regionale dell istruzione

Dettagli

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Conferenza stampa Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Daniele Di Nunzio (IRES-CGIL) Presentazione n. 06/2011 Roma, 27 aprile 2011 I gruppi professionali Questionario on-line: per

Dettagli

Lezione 4. Coordinatrice didattica: Paola Baccin

Lezione 4. Coordinatrice didattica: Paola Baccin Lezione 4 Coordinatrice didattica: Paola Baccin FALSI AMICI 1. In questa puntata abbiamo visto tanti esempi di falsi amici. Che cosa significa, in ambito linguistico, un falso amico? 2. Eccovi degli esempi

Dettagli

LATINO (biennio linguistico)

LATINO (biennio linguistico) LATINO (biennio linguistico) OBIETTIVI (CLASSE I) Al termine della classe prima lo studente dovrà essere in possesso delle seguenti: morfologia e sintassi della lingua italiana (recupero e consolidamento

Dettagli

Olimpiadi della Lingua Italiana (Grammatica)

Olimpiadi della Lingua Italiana (Grammatica) GISCEL Molise Università degli Studi del Molise Centro Linguistico di Ateneo Olimpiadi della Lingua Italiana (Grammatica) 1 a Edizione 2007-2008 Presentazione Il gruppo GISCEL Molise, formato da docenti

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2008-2009. Istituto di Istruzione Superiore. Latino e Geografia 1E, 1G, 1H LICEO

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2008-2009. Istituto di Istruzione Superiore. Latino e Geografia 1E, 1G, 1H LICEO Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

2. PROFESSIONI INTELLETTUALI, SCIENTIFICHE E DI ELEVATA SPECIALIZZAZIONE Gruppi ("Sub-major groups ") Classi ("Minor groups ")

2. PROFESSIONI INTELLETTUALI, SCIENTIFICHE E DI ELEVATA SPECIALIZZAZIONE Gruppi (Sub-major groups ) Classi (Minor groups ) Classi ("Minor 21 Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali 211 Specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali 2111. Fisici e astronomi

Dettagli

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA INDICE 1 - Prerequisiti in entrata alla Scuola Primaria 2 Scuola Primaria Classe prima

Dettagli

Indice del volume. Dai suoni alle lettere. La fonetica

Indice del volume. Dai suoni alle lettere. La fonetica Indice del volume PARTE 1 Dai suoni alle lettere Fonetica, ortografia, punteggiatura 1 La fonetica Test d ingresso, p. 2 1 Pronuncia e scrittura... 3 2 L alfabeto... 3 Alle radici dell italiano Le lettere

Dettagli

PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011. Questionario famiglia. Questionario famiglia. Classe quarta primaria. Classe quarta primaria

PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011. Questionario famiglia. Questionario famiglia. Classe quarta primaria. Classe quarta primaria Etichetta identificativa timssandpirls.bc.edu PIRLS & TIMSS 2011 PIRLS & TIMSS 2011 Questionario famiglia Questionario famiglia Classe quarta primaria Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione

Dettagli

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA PSI_ITALIANO QUARTO BIENNIO_CLASSE SECONDA COMPETENZA ABILITA CONOSCENZE Competenza

Dettagli

Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Nota Integrativa)

Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Nota Integrativa) Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Nota Integrativa) 1. Introduzione Questa indagine nasce per fare luce su come il tema delle pari opportunità

Dettagli

La comunicazione. Quando viene a mancare anche uno solo di questi elementi, la comunicazione non si realizza in modo completo.

La comunicazione. Quando viene a mancare anche uno solo di questi elementi, la comunicazione non si realizza in modo completo. La comunicazione Comunicare significa mettere in comune, entrare in relazione con gli altri per informare, chiedere, ordinare, scambiare idee, desideri, sentimenti, dubbi, pensieri, progetti Tutta la vita

Dettagli

QUADRO DI RIFERIMENTO COMPETENZA LINGUISTICA LINGUA MADRE (ITALIANO) Esame di Qualifica Professionale

QUADRO DI RIFERIMENTO COMPETENZA LINGUISTICA LINGUA MADRE (ITALIANO) Esame di Qualifica Professionale QUADRO DI RIFERIMENTO COMPETENZA LINGUISTICA LINGUA MADRE (ITALIANO) Esame di Qualifica Professionale Esame di Diploma Professionale I riferimenti per la costruzione delle prove sono: lo Standard Formativo

Dettagli

Alcuni suggerimenti per il processo di prima e seconda alfabetizzazione

Alcuni suggerimenti per il processo di prima e seconda alfabetizzazione ITALIANO L2 Alcuni suggerimenti per il processo di prima e seconda alfabetizzazione 1. Definire il significato di interlingua, lingua per comunicare e lingua per lo studio 2. Definire il ruolo della grammatica

Dettagli

Pagina 1. certificato di abilitazione alle funzioni di segretario comunale

Pagina 1. certificato di abilitazione alle funzioni di segretario comunale QF PROFILO REQUISITI RICHIESTI PER L ACCESSO DALL ESTERNO profilo professionale nr. 81 9 SEGRETARIO GENERALE (requisiti previsti dalle norme in materia: art. 62 D.P.Reg. 01.02.2005 n. 2/ L) profilo professionale

Dettagli

Risposte alle domande del Capitolo 4

Risposte alle domande del Capitolo 4 Linguistica generale, 2e Giovanni Gobber, Moreno Morani Copyright 2014 McGraw Hill Education (Italy) 4.1 Qual è l oggetto di indagine della morfologia? Risposte alle domande del Capitolo 4 La morfologia

Dettagli

Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati. Lezione del 27 novembre 2014

Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati. Lezione del 27 novembre 2014 Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati Lezione del 27 novembre 2014 Finora si è parlato dell uso del dialetto da parte degli italiani Ma come si pongono di fronte ai dialetti gli stranieri che

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

Orientamento. Kit strumenti. di Stefania Vulcano. Testo di riferimento del Kit:

Orientamento. Kit strumenti. di Stefania Vulcano. Testo di riferimento del Kit: Orientamento Kit strumenti di Stefania Vulcano CACCIA AL TESORO: METTO SUL TAVOLO LE MIE ASPETTATIVE, TROVO IN ME LE RISORSE PER COSTRUIRE IL FUTURO Testo di riferimento del Kit: Scegliersi, scegliere,

Dettagli

ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne

ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne DONNE, LAVORO E FAMIGLIA IN PROVINCIA DI PISTOIA QUESTIONARIO SEZ. 0 - CONDIZIONE UNICA O PREVALENTE D1. Qual è attualmente la sua condizione prevalente

Dettagli

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 3^)

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 3^) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO CULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA MODULO 4. MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO Arianna Alessandro ariannaalessandro@um.es BLOCCO 2. La lingua italiana nei mezzi di comunicazione di massa Arianna Alessandro

Dettagli

categorie flessionali (genere, numero, caso, tempo, persona...)

categorie flessionali (genere, numero, caso, tempo, persona...) Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2010 / 2011 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia / Dr.ssa Francesca Strik Lievers (giorgio.arcodia@unimib.it / francesca.striklievers@gmail.com)

Dettagli

QUALIFICA PAT CODICE QUALIFICA ADELINE 2008 DESCRIZIONE QUALIFICA ADELINE 2008. Agente forestale 5.5.4.2.6 GUARDIA FORESTALE

QUALIFICA PAT CODICE QUALIFICA ADELINE 2008 DESCRIZIONE QUALIFICA ADELINE 2008. Agente forestale 5.5.4.2.6 GUARDIA FORESTALE QUALIFICA PAT CODICE QUALIFICA ADELINE 2008 DESCRIZIONE QUALIFICA ADELINE 2008 ADDETTO AI SERVIZI AUSILIARI 8.1.1.1.25 USCIERE Agente forestale 5.5.4.2.6 GUARDIA FORESTALE AIUTO CUOCO AD ES. 5.2.2.1.6

Dettagli

Centro per l Impiego di ALBENGA Azienda pos Durata Qualifica richiesta Requisiti richiesti Note

Centro per l Impiego di ALBENGA Azienda pos Durata Qualifica richiesta Requisiti richiesti Note Centro per l Impiego di ALBENGA Azienda pos Durata Qualifica richiesta Requisiti richiesti Note ti hotel di Alassio MANUTENTORE CIA 5998 ALBERGHIERO Durata 8 mesi Patente tipo: B; Esperienza richiesta:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE*

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE* Liceo Chiabrera Martini Classico-Linguistico-Artistico 17100 Savona Via Caboto, 2 - Tel. 019/821277-8 Fax 019/821277 Cod. fis. 92090320091 Cod. Mecc. SVIS00800D E-mail: classico@liceochiabrera.it www.chiabreramartini.it

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR MONITORAGGIO TRIMESTRALE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Sintesi dei principali risultati SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro:

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro: Il Sindaco Riccardo Lotto COMUNE DI MONTEGALDA PROVINCIA DI VICENZA C.F. e Partita I.V.A. 00545030249 TELEFONO 0444/736415-736413 FAX 0444/636567 Piazza Marconi 40-36047 Montegalda e-mail segreteria@comune.montegalda.vi.it

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Competenze chiave Comunicazione nella madre lingua competenza digitale imparare a imparare competenze

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME

Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE LATINO- CLASSI PRIME OBIETTIVI 1. Acquisizione di competenza linguistica in vari campi del sapere 2. Oggettivazione e formalizzazione delle strutture linguistiche,

Dettagli

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov.

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov. Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri in Trentino Alto Adige Roma, 23

Dettagli

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE INTRODUZIONE Informare i giovani studenti sulle opportunità che una scelta mirata e consapevole del percorso universitario

Dettagli

Lavoratori dipendenti Italiani Stranieri Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale 2011

Lavoratori dipendenti Italiani Stranieri Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale 2011 Tav. 1 - Provincia di Ferrara. Saldo tra i lavoratori dipendenti assunti e quelli licenziati per classe di età, tipologia aziendale, genere e cittadinanza nel biennio 2011/12 Lavoratori dipendenti Italiani

Dettagli

Allegato A: Settore Economico

Allegato A: Settore Economico Allegato A: Settore Economico Codice Settore Economico 0Pesca 1Agricoltura e caccia 2Foreste 4Attività connesse con l'agricoltura 11Ind. estrazione agglomerazione di combustibili sol 12Cokerie (anche annesse

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio. ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio Obiettivi specifici ITALIANO Attività ASCOLTO - Applicare le strategie dell ascolto

Dettagli

ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Interagire e comunicare verbalmente in contesti di diversa natura Quando ascolta,

Dettagli

L alunno esprime: vissuti; emozioni, fatti.

L alunno esprime: vissuti; emozioni, fatti. CURRICOLO D ISTITUTO a. s. 2012 / 2013 CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA EUROPEA DI LEGITTIMAZIONE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 L alunno: SVILUPPO DELLE ASCOLTO L alunno ascolta: il lessico di

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

Tendenze nel mercato del lavoro e nella formazione nel settore turismo toscano.

Tendenze nel mercato del lavoro e nella formazione nel settore turismo toscano. Osservatorio del Turismo 2014: il lavoro degli enti bilaterali Tendenze nel mercato del lavoro e nella formazione nel settore turismo toscano. EBTT ed EBIT Presentazione a cura di Giampiero Poggiali Firenze,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA SCUOLA PRIMARIA C. POERIO A.S. 2015-2016 PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA ASCOLTARE E PARLARE Competenze Ascoltare attivamente. Comprendere

Dettagli

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011 LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL Caratteristiche ed evoluzione rispetto al 2010 ed al pre-crisi P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

Istruzioni per la somministrazione del CRIq

Istruzioni per la somministrazione del CRIq Cognitive Reserve Index CRIq q u e s t i o n n a i r e M. Nucci, D. Mapelli & S. Mondini (2012) Istruzioni per la somministrazione del CRIq Il questionario CRIq stima la riserva cognitiva di un individuo

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Vairano Scalo

Liceo Scientifico Statale. Leonardo da Vinci. Vairano Scalo Liceo Scientifico Statale Leonardo da Vinci Vairano Scalo Programmazione didattica ed educativa A.S. 2015-16 Docente: De Sisto Annamaria Materia : Latino Classe II B 1) Profilo della classe e situazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Politiche e Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Mediazione Linguistica e Culturale LA STAMPA TRA GENERE E IMMIGRAZIONE: IMMAGINI DI DONNE MIGRANTI

Dettagli

Addetto alle vendite

Addetto alle vendite Modulo Orientamento al Lavoro Profili professionali Addetto al Punto Vendita Addetto alle vendite L Addetto alle vendite è una figura che assiste ed orienta i clienti nelle operazioni di acquisto. Negli

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Vezzosi Deborah Indirizzo VIA DEGLI ALPINI, 36 17025 LOANO ( SV) Telefono 019 672833-3487151232 E-mail andreas67@libero.it Stato Nazionalità

Dettagli

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi Paul Pierre Broca Area di Broca L ipotesi più probabile è che i limiti delle sintassi delle lingue umane siano dovuti a una matrice di stampo biologico

Dettagli

Un percorso per la scuola Primaria

Un percorso per la scuola Primaria Un percorso per la scuola Primaria 1 Il percorso descritto propone ed utilizza strategie didattiche finalizzate allo sviluppo delle diverse abilità linguistiche del bambino in modo che l'insieme delle

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui 27 dicembre 2005 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui Anno 2005 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina ITALIANO a.s. 2015/2016 Classe: 1 Sez. E INDIRIZZO: Tecnico Nautico Trasporti e Logistica Docente : Prof.ssa Pasqualina Marrosu ANNO SCOLASTICO 2015/16

Dettagli

Programmazione di italiano per competenze

Programmazione di italiano per competenze Programmazione di italiano per 0050_GU042400775T@0013_0018.indd 13 10/03/15 09.34 Primo anno Lingua Primo anno Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

EDUCAZIONE PLURILINGUE IN ETÀ PRECOCE. Intervista a Simona Montanari

EDUCAZIONE PLURILINGUE IN ETÀ PRECOCE. Intervista a Simona Montanari EDUCAZIONE PLURILINGUE IN ETÀ PRECOCE. Intervista a Simona Montanari di Paolo Torresan ABSTRACT Condividiamo con il lettore l intervista che realizzammo lo scorsa primavera alla Dott.ssa Simona Montanari,

Dettagli

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 01/03/2016 A Data Scadenza 12/03/2016 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

ITALIANO, STORIA E GEOGRAFIA, LATINO E GRECO ITALIANO

ITALIANO, STORIA E GEOGRAFIA, LATINO E GRECO ITALIANO ITALIANO, STORIA E GEOGRAFIA, LATINO E GRECO PRIMO BIENNIO ITALIANO OBIETTIVI -Conoscenza delle strutture fondamentali della lingua italiana e delle sue relazioni con le altre lingue oggetto di studio,

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria

CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria CURRICOLO DI ITALIANO al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI ITALIANO al termine della classe seconda della scuola primaria...5

Dettagli

Differenziare per non discriminare: la visibilità di genere nella comunicazione istituzionale dell'università di Bologna

Differenziare per non discriminare: la visibilità di genere nella comunicazione istituzionale dell'università di Bologna D Differenziare per non discriminare: la visibilità di genere nella comunicazione istituzionale dell'università di Bologna D Il gruppo di lavoro: Giuliana Benvenuti, Federico Condello, Cristina Demaria,

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE COMUNE DI MILANO I corsi per area professionale, competenze e progetti mirati

CORSI DI FORMAZIONE COMUNE DI MILANO I corsi per area professionale, competenze e progetti mirati CORSI DI FORMAZIONE COMUNE DI MILANO I corsi per area professionale, competenze e progetti mirati LE PROFESSIONI ALIMENTARE E RISTORAZIONE AIUTO SALA BAR OPERATORE DELLA RISTORAZIONE OPERATORE ALIMENTARE

Dettagli

La grammatica del CHE e delle frasi relative

La grammatica del CHE e delle frasi relative La grammatica del CHE e delle frasi relative Valente R.: a.s. 1999-2000, la frase interrogativa diretta ed indiretta in inglese, II Liceo Scientifico. Penello N.: a.s. 2000-2001, esperienza dedicata alle

Dettagli

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Denominazione impresa Comune di residenza E-mail ANAGRAFICA A2. Sesso dell imprenditore 1. Maschio 2. Femmina

Dettagli

Milano, giugno 2010 Casati M. Carrese C. Rubino V.

Milano, giugno 2010 Casati M. Carrese C. Rubino V. Durante l anno scolastico 2008/2009 si sono diplomate 81 persone. 39 40 30 20 10 0 25 10 Front Office Bar Manager Sommellerie Cuoco Tecnologo 7 Front Office Bar Manager Sommellerie Cuoco Tecnologo Sono

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel. 0183/704228 - fax 0183/666289 francesca.viglione@provincia.imperia.it

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel. 0183/704228 - fax 0183/666289 francesca.viglione@provincia.imperia.it CENTRO PER L IMPIEGO DI Piazza Roma, - tel. 083/7048 - fax 083/66689 francesca.viglione@provincia.imperia.it Gli interessati alle offerte di lavoro dovranno presentarsi personalmente presso il Centro muniti

Dettagli

Unità 2. Annunci di lavoro. Lavoriamo sulla comprensione. requisiti mansione predisposizione prorogabile full time disposto a trasferirsi

Unità 2. Annunci di lavoro. Lavoriamo sulla comprensione. requisiti mansione predisposizione prorogabile full time disposto a trasferirsi Unità 2 Annunci di lavoro CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere annunci di lavoro parole relative alle professioni a usare gli aggettivi a 4 uscite e a 2 uscite a usare la punteggiatura Lavoriamo

Dettagli

INVALSI English Language Test

INVALSI English Language Test INVALSI English Language Test Rapporto scuola Scuola secondaria di primo grado Settembrini - Roma Pretest 2012 APPENDICE 1. Risultati dei singoli studenti Introduzione Questo rapporto presenta i risultati

Dettagli

Il differenziale retributivo in Europa

Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo di genere gender pay gap, misura la differenza relativa alle retribuzioni delle donne e degli uomini, ovvero il risultato delle discriminazioni

Dettagli

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Allegato N 11 Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Finalità Le finalità generali dell insegnamento della lingua straniera comprendono: l acquisizione

Dettagli

Convinzioni e Convenzioni

Convinzioni e Convenzioni Convinzioni e Convenzioni Il mio background accademico è l Antropologia Culturale, la scienza sociale che si occupa dello studio dell uomo dal punto di vista delle sue manifestazioni culturali, ossia quegli

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO ISTITUTO COMPRENSIVO SCOLASTICO STATALE CARDARELLI - MASSAUA SCUOLA PRIMARIA VIA MASSAUA ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Comunicazione in italiano

Dettagli

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE Tel. 0392807511 0392807471 Oggi Renzi a Milano si confronta con i partner europei sul tema del lavoro ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE In Lombardia non piacciono i mestieri antichi: difficile

Dettagli

Questionario per intervista

Questionario per intervista MOD. ISTAT/IMF-10/B2.03 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Provincia INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE 1... Comune... Sezione di Censimento... (a cura del Comune)

Dettagli

2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER

2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER Progetto Vivere in Italia. L'italiano per il lavoro e la cittadinanza Convenzione di Sovvenzione n. 2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER e didattica delle in una prospettiva

Dettagli

Elenco Profili per Area Economico-Professionale

Elenco Profili per Area Economico-Professionale Elenco Profili per Area Economico-Professionale AEP - Agricoltura, zootecnia, silvicoltura Florovivaista Giardiniere Operatore agricolo Operatore della manutenzione dei boschi Operatore di allevamento

Dettagli

EUROPEAN SOCIAL SURVEY ROUND 6 CARTELLINI

EUROPEAN SOCIAL SURVEY ROUND 6 CARTELLINI ESS DOCUMENT DATE: 03.05.13 EUROPEAN SOCIAL SURVEY ROUND 6 CARTELLINI 2012 This document was written for the European Social Survey (ESS). The Core Scientific Team of the ESS requests that you use the

Dettagli

COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN. Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang.

COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN. Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang. Incontro di aggiornamento per Genitori COMUNICAZIONE E PRIMO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO IN BAMBINI DOWN 17 Maggio 2008 Relatore: JEAN-ADOLPHE RONDAL, Ph.D., Dr. Sc. Lang. Università di Liegi, Belgio Professore

Dettagli