Executive Master. Cross - Border Family Business Advisory La consulenza integrata alla famiglia italiana. Edizione IV

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Executive Master. Cross - Border Family Business Advisory La consulenza integrata alla famiglia italiana. Edizione IV"

Transcript

1 Executive Master Cross - Border Family Business Advisory La consulenza integrata alla famiglia italiana Edizione IV Presentazione Attualmente il private banker e, più in generale, il consulente finanziario opera in un contesto professionale caratterizzato, da un punto di vista economico - finanziario, da un elevato grado di incertezza con tutte le conseguenze che ne derivano nell ambito dell amministrazione e della gestione patrimoniale. Tale presupposto costituisce lo stimolo e la sfida che il Centro di Studi Bancari, particolarmente attento a cambiamenti ed evoluzioni in grado di influenzare lo sviluppo dei modelli di consulenza patrimoniale, ha raccolto nel proporre la quarta edizione di un percorso altamente professionalizzante, con lo scopo di rispondere a una serie di esigenze avvertite in rapporto ai servizi di consulenza cross - border, laddove il soggetto detentore del patrimonio è il cliente private italiano. Scopo dell'intero percorso è proporre soluzioni e strumenti a sostegno delle decisioni di governance e di advisory che costituiscono l oggetto principale dell attività del private banker, affinché possa offrire un servizio di eccellenza e sufficientemente competitivo in un mercato altamente concorrenziale. Obiettivi Al termine del percorso, il partecipante Per quanto attiene la conoscenza: - ha approfondito gli aspetti giuridici e fiscali dell operatività transfrontaliera. Il modello didattico del percorso è caratterizzato da una specifica scelta degli argomenti e dalla loro interdipendenza; l'approccio metodologico è interdisciplinare, in considerazione del ruolo sempre più incisivo degli aspetti normativi sia in ambito finanziario che economico; l'ordine delle tematiche segue una logica impostata sulla constatazione del grado di integrazione dei rispettivi mercati. Tale strutturazione consente di inquadrare gli argomenti e le problematiche concrete che ne conseguono, in una prospettiva di sviluppo; - è informato delle numerose novità che stanno interessando gli ambiti di attività dei quali il percorso si occupa. Il criterio con il quale viene proposto l'aggiornamento muove dalla consapevolezza 1

2 dell'importanza strategica del mercato italiano per la piazza finanziaria svizzera e della delicatezza di determinate problematiche che, mai come oggi, condizionano lo sviluppo del business transfrontaliero, anche in termini qualitativi. Per quanto concerne la comprensione: - è in grado di individuare i rischi connessi all operatività cross - border, attraverso un processo di riconoscimento sia dei vincoli posti dalla regolamentazione vigente, sia delle opportunità di sviluppo offerte dal mercato, considerando, tuttavia, le oggettive difficoltà ormai giunte a maturazione anche a causa dell'assenza di risposte normative soddisfacenti e certe. La metodologia adottatta nella trattazione delle tematiche, basata su casi pratici ed esemplificazioni, permette un immediato riscontro di quanto spiegato, presupponendo una partecipazione attiva al confronto in aula; - è consapevole della complessità della posizione finanziaria in cui si può trovare il cliente italiano: la ristrutturazione di alcuni passaggi del programma è stata realizzata in funzione dell'ormai imprescindibile necessità di assistere il cliente private secondo modalità e presupposti profondamente diversi rispetto solo a qualche anno fa. Per quanto concerne l'applicazione: - può valutare, in termini di opportunità e convenienza, le soluzioni da consigliare al proprio cliente in fase decisionale per la protezione del patrimonio o nella delicata fase del passaggio generazionale. L esperienza dei docenti coinvolti sia in termini professionali che formativi, consente al partecipante di avere una visione integrale e sistemica, indispensabile per mantenere e sviluppare in modo competente relazioni d affari con clienti italiani; - ha a disposizione gli strumenti necessari per individuare in modo autonomo le evoluzioni in atto, ampliando le prospettive di riferimento, al fine di poter prestare un servizio di consulenza che integri variabili quali la famiglia del cliente ed, eventualmente, la realtà aziendale, con la consapevolezza della portata dei condizionamenti che tali dimensioni esercitano sulle scelte di investimento e gestione patrimoniale. 2

3 Destinatari Consulenza clientela private banking senior, Consulenza clientela aziendale senior, Compliance, Fiscal e Financial planning, Legal, Fiduciario finanziario, Fiduciario commercialista, Professionista di diritto privato, Professionista di diritto pubblico, Family Officers; Profili italiani: Avvocati d affari Contenuti Il percorso formativo si articola in 11 iniziative indipendenti, per una durata complessiva di 84 ore. In uno spirito di massima flessibilità viene data la possibilità di partecipare ad ogni singolo corso o a più corsi, in base alle proprie specifiche esigenze formative e professionali. Viene garantito, inoltre, un puntuale e costante aggiornamento dei contenuti e dei singoli interventi in funzione delle evoluzioni in atto e delle novità che durante il corso potrebbero subentrare. C1 - Consulenza integrata al cliente, famiglia e azienda italiane Le dinamiche di mercato per lo sviluppo del business 1. Dinamiche internazionali, nuovo spazio insubrico e attività cross - border 2. Ruolo del client advisor e forma di consulenza: possibili sinergie tra private e corporate banking? 3. Aziende di famiglia italiane e domanda di servizi 4. La banca svizzera nel rapporto con il cliente - famiglia - azienda italiane 5. La fiduciaria svizzera nel rapporto con il cliente - famiglia - azienda italiane 6. Famiglia, impresa e patrimonio: fattori rilevanti per il professionista svizzero in un'ottica di fidelizzazione del cliente italiano C2 - Operatività con il cliente italiano: framework normativo - finanziario 1. Gestione del rischio transfrontaliero nella prassi della FINMA 2. Perimetro normativo di riferimento in rapporto alla gestione e allo sviluppo di relazioni d'affari con il cliente private italiano e problematiche di coordinamento 3. L'accesso al mercato italiano nella prospettiva dell'intermediario finanziario svizzero 3.1. Libera prestazione di servizi e specificità relative alla LPS "parziale" 3.2. Problematiche attinenti la gestione della relazione d'affari con il cliente italiano - aspetti contrattuali 3

4 - reportistica per il cliente: confronto e coordinamento tra la normativa svizzera e la MiFID - regime delle responsabilità interne 3.3. Possibili alternative 4. La consulenza aziendale in rapporto alla "consulenza strategica" 4.1. Il perimetro legale di riferimento: "la consulenza alle imprese in materia di struttura finanziaria, di strategia industriale e di questioni connesse, nonché la consulenza e i servizi concernenti le concentrazioni e l acquisto di imprese", art. 1, c. 6, lett. d) del TUF: - chiarimenti in termini normativi - cosa significa in termini finanziari? (rinvio al punto 8.1) 5. Sussistenza dei presupposti per ritenere che esista una stabile organizzazione: equiparazioni e confronto con il draft BEPS Action 7 6. Le cd. regole di marketing: tecniche di promozione e commercializzazione dei servizi finanziari e regole di condotta nella prestazione di servizi di investimento 6.1. Classificazione della clientela 6.2. Doveri informativi. Obblighi di acquisizione di informazioni relative al cliente: cosa è cambiato dopo la Voluntary Disclosure? - informazioni precontrattuali e nel corso della durata del rapporto - informazioni ai sensi della normativa antiriciclaggio italiana - confronto con la normativa svizzera AML 6.3. Valutazione della situazione finanziaria del cliente e delle sue conoscenze in materia di investimenti (suitability e appropriateness test) - confronto con la normativa e la prassi svizzera - comparazione con quanto previsto dall'avamprogetto LSF 6.4. Conformità dell'investimento - confronto con la normativa e la prassi svizzera 7. Reati possibili nelle operazioni cross - border: responsabilità a carico degli intermediari e dei consulenti 8. La consulenza aziendale in rapporto alla "consulenza strategica" 8.1. "La consulenza alle imprese in materia di struttura finanziaria, di strategia industriale e di questioni connesse, nonché la consulenza e i servizi concernenti le concentrazioni e l acquisto di imprese", art. 1, c. 6, lett. d) del TUF: cosa significa in termini finanziari? (richiamo al punto 4.1) 9. Erogazione di crediti assistiti da diverse tipologie di garanzie personali e/o reali - credit lombard cross - border - leasing e factoring 4

5 - assicurazioni di crediti - trade finace, anche a supporto delle attività internazionali dell azienda di famiglia 10. Aspetti fiscali: tassazione in Italia degli interessi corrisposti a banche estere C3 - Operatività con il cliente private italiano: framework fiscale Residenza e monitoraggio alla luce delle più recenti novità 1. Residenza delle persone fisiche nel diritto convenzionale vigente tra Svizzera e Italia e nella normativa fiscale italiana 2. Trasferimento di residenza in Svizzera del cliente private e della famiglia italiana 3. Monitoraggio fiscale 3.1. Soggetti e operazioni monitorate. L anagrafe tributaria e l archivio dei rapporti con gli operatori finanziari 3.2. Problematiche collegate all esatta individuazione dei trasferimenti oggetto di dichiarazione 3.3. Quadro RW - portata pratica dell aggiunta del riferimento "titolari effettivi" secondo la definizione prevista dalla normativa antiriciclaggio - ipotesi di esonero dall obbligo di dichiarazione - istruzioni ed esemplificazioni pratiche 3.4. Sanzioni in caso di violazione del quadro RW 3.5. Adempimenti a carico dell intermediario finanziario 4. La "Voluntary Disclosure" 4.1. Effetti concreti sulla gestione della relazione d'affari con il cliente italiano 4.2. Ipotesi in cui l'operazione non si sia conclusa positivamente: conseguenze? 4.3. Rischi di gestione rispetto ai quali l'intermediario finanziario deve prestare attenzione 4.4. Confronto con altre procedure previste per la regolarizzazione del contribuente/cliente 5. Gestione del rischio transfrontaliero in ambito fiscale 5.1. Reportistica bancaria per il cliente residente in Italia 5.2. Elaborazione di un estratto fiscale conforme agli obblighi dichiarativi a carico del cliente 5

6 C4 - La fiscalità (italiana) degli strumenti finanziari 1. Analisi del profilo del cliente, della sua propensione al rischio e la coerenza degli investimenti con gli obiettivi in rapporto alla normativa finanziaria italiana (MiFID). Gli obblighi informativi in relazione alle specifiche esigenze del singolo contratto 2. Il personal financial planning: criteri di allocazione ottimale delle risorse e definizione di un piano di investimento - in un ottica di "gestione integrata del patrimonio": l'importanza di conoscere la consistenza del reddito del cliente, del suo patrimonio complessivo e dei suoi impegni finanziari per un servizio adeguato - in considerazione di un eventuale operazione di Voluntary Disclosure 3. Incidenza della variabile fiscale nella scelta degli strumenti di investimento 4. Redditi di capitale - le diverse tipologie di redditi di capitale - la determinazione della base imponibile e le modalità di tassazione 5. Redditi diversi di natura finanziaria - le diverse tipologie di redditi diversi - la determinazione della base imponibile e le modalità di tassazione - i regimi di tassazione 6. I prodotti del risparmio gestito: gestioni individuali di portafoglio e fondi comuni di investimento 7. Tassazione degli strumenti finanziari in base alla normativa italiana: titoli azionari, obbligazioni e titoli similari, depositi e conti correnti, gli organismi di investimento collettivo del risparmio 8. I redditi finanziari all estero 9. Dividendi, interessi e royalties, capital gains nella Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia C5 - Investimenti immobiliari: aspetti fiscali 1. Investimento immobiliare: presupposti ai fini della verifica dell'impatto della variabile fiscale 1.1. Analisi e valutazione dei portafogli immobiliari 1.2. Il rendimento di un fondo immobiliare 1.3. Il risultato conseguito dall'investimento immobiliare 2. Incidenza della variabile fiscale nella gestione di un patrimonio immobiliare 6

7 3. Imposte sui trasferimenti immobiliari 4. Redditi da locazione 5. Redditi fondiari 6. Focus su: - immobili detenuti da persone fisiche - immobili di interesse storico o artistico - immobili delle società di capitali 7. Imposta sugli immobili all estero 8. Redditi immobiliari secondo la Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia C6 - Pianificazione previdenziale e assicurativa del cliente italiano Aggiornamento alla luce delle novità più recenti 1. La fiscalità del risparmio previdenziale in Italia 1.1. Inquadramento generale 1.2. Disciplina fiscale dei contributi 1.3. Regime fiscale dei fondi pensione 1.4. Tassazione delle prestazioni 1.5. Regime fiscale del trattamento di fine rapporto (T.F.R.): cenni 2. Regime fiscale dei contratti assicurativi 3. Imposta di bollo e contratti di assicurazione 4. Aspetti fiscali dei prodotti assicurativi nella riforma della tassazione delle rendite finanziarie C7 - Impresa familiare italiana Caratteristiche giuridiche e aspetti fiscali 1. Perimetro dell'impresa familiare rispetto alla sfera privata del cliente 2. Forme giuridiche per l'esercizio dell'impresa previste dall'ordinamento italiano 2.1. Focus sulla giurisprudenza della Cassazione: incompatibilità dell'impresa familiare con la disciplina di qualsiasi forma societaria vigente 3. Redditi di impresa 3.1. Le fonti del reddito di impresa 3.2. Il regime dei beni di impresa 7

8 3.3. La determinazione del reddito di impresa 4. Stabile organizzazione: requisiti minimi per la sua sussistenza e criteri di individuazione dei redditi di impresa ad essa attribuibili. Cosa prevede la Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera Italia? 5. Residenza delle persone giuridiche sulla base della normativa italiana e in rapporto alla Convenzione contro la doppia imposizione Svizzera - Italia 6. Il trasferimento della sede dell'azienda dall'italia alla Svizzera (cd. delocalizzazione) 7. La disciplina delle Controlled Foreign Companies (CFC) 7.1. La relazione di "controllo" o di "collegamento" 7.2. Determinazione del reddito delle controllate/collegate 7.3. Esimenti previste dalla normativa fiscale italiana 8. Esterovestizione societaria: gestione del rischio fiscale 9. Regolarizzazione delle attività detenute all'estero da parte delle società C8 - La successione mortis causa e la donazione in Italia Aspetti procedurali, possibilità di regolarizzazione ed effetti sulla pianificazione patrimoniale 1. Il Regolamento UE (n. 650/2012) inerente la legge applicabile alle successioni transfrontaliere 2. Successione mortis causa nell'ordinamento italiano: fasi dell'iter relativo alla successione ereditaria 3. Ricostruzione dell'asse ereditario e divisione dei beni 4. La dichiarazione di successione 5. La donazione 6. L'imposta di successione e donazione 7. Regolarizzazione delle disponibilità detenute all'estero e rapporti con l'amministrazione finanziaria italiana 8. Responsabilità legali e fiscali dell'intermediario finanziario svizzero in caso di successione mortis causa 8

9 C9 - Pianificazione del patrimonio del cliente private italiano Strumenti di pianificazione successoria del patrimonio personale 1. Pianificazione successoria del patrimonio personale del cliente private italiano e della famiglia: contesto normativo di riferimento 2. Intestazione fiduciaria e ruolo della società fiduciaria italiana 3. Focus sul private insurance 3.1. Alcune caratteristiche delle polizze vita 3.2. Aspetti fiscali 3.3. Schema contrattuale con società fiduciaria italiana 3.4. La polizza come strumento di pianificazione successoria 3.5. Conseguenze in caso di decesso del cliente private nei rapporti assicurazione - fiduciaria - beneficiari 4. Il trust in Svizzera per la pianificazione successoria del patrimonio personale del cliente private e della famiglia 5. Il trust in Svizzera per la pianificazione successoria del patrimonio personale del cliente private italiano 6. Il fondo patrimoniale e analisi in ottica comparativa del trust C10 - Azienda di famiglia italiana: il passaggio generazionale Strutture di governo per le imprese familiari e strumenti per la gestione della successione 1. Come si caratterizzano le imprese familiari rispetto alle altre forme societarie previste dall'ordinamento italiano 2. Assetti proprietari, strutture e meccanismi organizzativi tipici delle imprese familiari italiane 3. La gestione del passaggio generazionale: modalità e strutture di governo ipotizzabili nelle diverse fasi generazionali 4. Strumenti per il passaggio generazionale: profili civilistici e fiscali - il patto di famiglia - il trust in Italia - la holding di famiglia - l'usufrutto di partecipazioni 9

10 C11 - Impresa di famiglia italiana: operazioni di finanza straordinaria Strumenti di riorganizzazione aziendale: aspetti finanziari, civilistici e fiscali 1. Le riorganizzazioni societarie come strumenti di creazione e gestione della ricchezza nell'azienda di famiglia 2. Principali metodi di valutazione delle operazioni straordinarie 3. Le principali operazioni di finanza: valutazione economico - finanziaria; aspetti civilistici e contrattuali, risvolti fiscali 3.1. La rilevanza della variabile fiscale nelle operazioni di M&A 3.2. Asset deal vs share deal 3.3. Family e leverage buy - out 3.4. Alcune forme tecniche: cessione d azienda, di azioni e quote, conferimento e scissione 4. Ruolo e operatività del client advisor a supporto delle operazioni di finanza straordinaria Documentazione Ai partecipanti verranno distribuiti: - il libro: Vademecum del contribuente 2015, UNIONE FIDUCIARIA S.p.A. - la documentazione allestita ad hoc dai docenti e distribuita in occasione dei corsi; Inoltre, sul sito del CSB, verrà allestita un area riservata a disposizione dei partecipanti dell intero Master. Nell area riservata, verranno predisposte: - le fonti normative di riferimento; - giurisprudenza e prassi, utili alla comprensione delle lezioni; - documentazione aggiuntiva, che arricchirà quanto distribuito in aula; - indicazione di testi e manuali utili per la preparazione all esame finale. Aggiornamento continuo Ai partecipanti iscritti all intero Master verrà data la possibilità, durante lo svolgimento del percorso, di partecipare gratuitamente a convegni organizzati dal Centro di Studi Bancari. L indicazione delle iniziative per le quali viene prevista questa opportunità, verrà effettuata direttamente dal Centro di Studi Bancari ai partecipanti stessi. Il criterio con cui verranno scelti i convegni sarà l affinità tematica rispetto ai contenuti del percorso. Didattica Lezione frontale in aula con esercitazioni e case studies 10

11 Docenti - Valentino Amendola Provenzano, Amministratore Delegato Fiduciaria Sant Andrea, Gruppo Deutsche Bank, Milano - Toni Atrigna, Dott. Comm. e Revisore dei Conti, Professore di Diritto del mercato finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università di Brescia, Partner, Atrigna & Partners Studio Legale Associato, Milano - Nicola Canessa, Avvocato, Partner CBA Studio Legale e Tributario, Milano - Vincenzo Josè Cavallaro, Avvocato e Revisore Legale dei Conti, Studio Legale e fiscale Stufano Gigantino e associati, Milano - René Chopard, Dr., Direttore, Centro di Studi Bancari, Vezia - Giuseppe Corasaniti, Professore di Diritto Tributario, Università degli Studi di Brescia, Avvocato e Dottore Commercialista, Partner Studio Uckmar Associazione Professionale, Milano - Roberto D'Imperio, Dottore commercialista, Studio D'Imperio Novara, Professore a Contratto di Aggregazioni Aziendali ed Analisi di Bilancio presso l'università del Piemonte Orientale "A. Avogadro" di Novara - Denny De Angelis, Managing Director della Cattedra AIdAF-Alberto Falck Università L. Bocconi, Docente SDA Bocconi, Milano - Ciro De Vivo, Notaio, Studio Notarile Associato Lainati - De Vivo, Milano - Giorgio Elefante, Advisory, Associate Partner, PricewaterhouseCoopers Srl, Milano - Lorenzo Frignati, Socio dello Studio Lexacta Global Legal Advice, Milano; Esperto di previdenza complementare - Concetta Lo Porto, Funzionario del Consorzio Studi e Ricerche Fiscali Gruppo Intesa San Paolo, già ricercatore Ceradi presso LUISS, Roma - Stefano Massarotto, Dottore commercialista, Partner Studio Tributario Associato Facchini Rossi & Soci, Milano - David Moser, Head of Private Business, Member of the Executive Committee, Baloise Life (Liechtenstein) AG, Balzers - Gianluca Pallini, Dott. Commercialista e Revisore Legale, MBA, Docente presso Università Cattolica e ESCP Europe, Professionista con focus su tematiche di Corporate Strategy, Corporate Finance e Family Business, Milano - Renzo Parisotto, Componente Commissione Tributaria ABI, Consulente esterno di UBI Banca (Unione di Banche Italiane Scpa), Bergamo, Pubblicista - Marco Piazza, Dottore Commercialista - Pubblicista, Studio Associato Piazza, Milano - Christian Ponti, Executive Director e Desk Head Wealth Management Italy, UBS Zurigo 11

12 - Luca Prencipe, Senior Managing Director, Head of Private Banking, Union Bancaire Privée, Lugano - Severino Pugliesi, Head International Premium Clients Italy, Credit Suisse, Lugano - Andrea Quattrocchi, Avv., Studio Uckmar Associazione Professionale, Milano, Dottore di ricerca in diritto pubblico e diritto tributario nella dimensione europea, Università degli studi di Bergamo, Bergamo - Raffaele Rossetti, Avv., Studio Annunziata e Conso, Milano e Lugano - Stefano Sala, Wealth Management Services MA Italy, Credit Suisse, Lugano - Fabio Selli, Partner, Executive Office & Marketing, Patrimony 1873 SA, Lugano - Luca Soldati, Lic. Oec. HEC, Esperto fiscale diplomato, Partner, S&A Tax & Audit SA, Lugano - Raffael Stöckli, Executive Director, Trust & Corporate Services, Managing Growth Corporate Services S.A., Lugano - Fabrizio Vedana, Avv., Vice Direttore Generale, Unione Fiduciaria SpA, Milano Durata 84 ore Date e orari Dal 10 settembre 2015 al 1. dicembre 2015 Esame Al termine dell'executive Master "Cross - Border Family Business Advisory", i partecipanti potranno sostenere una prova finale, con lo scopo di valutare le competenze acquisite. La prova finale consiste in un test scritto con domande sia a risposta multipla sia con risposte aperte. L'organizzazione e la preparazione dell'esame è affidata ad un'apposita Commissione d'esame del Centro di Studi Bancari. Il superamento della prova finale comporta la consegna di un diploma con certificazione del Centro di Studi Bancari. Per maggiori informazioni, si rinvia al relativo regolamento d Esame 12

13 Quote Membri ABT, FTAF Altri Corso completo (84 ore) CHF CHF Esame finale CHF CHF C1 Consulenza integrata al cliente, famiglia e azienda italiane Le dinamiche di mercato per lo sviluppo del business (4 ore) CHF CHF C2 Operatività con il cliente italiano: framework normativo - finanziario (12 ore) C3 Operatività con il cliente private italiano: framework fiscale Residenza e monitoraggio alla luce delle più recenti novità (8 ore) CHF CHF CHF CHF C4 La fiscalità italiana degli strumenti finanziari (12 ore) CHF CHF C5 C6 C7 C8 C9 C10 C11 Investimenti immobiliari: aspetti fiscali italiani (4 ore) CHF CHF Pianificazione previdenziale e assicurativa del cliente italiano CHF CHF Aggiornamento alla luce delle novità più recenti (4 ore) Impresa familiare italiana CHF CHF Caratteristiche giuridiche e aspetti fiscali (8 ore) Successione mortis causa e donazione in Italia (4 ore) CHF CHF Pianificazione del patrimonio del cliente private italiano CHF CHF Strumenti di pianificazione successoria del patrimonio personale (8 ore) Azienda di famiglia italiana: il passaggio generazionale CHF CHF Strutture di governo per le imprese familiari e strumenti per la gestione della successione (12 ore) Impresa di famiglia italiana: operazioni di finanza straordinaria CHF CHF Strumenti di riorganizzazione aziendale: aspetti finanziari, civilistici e fiscali (8 ore) 13

14 Iscrizione Entro il Informazioni Maddalena Biondi Telefono:

15

16 Executive Master "Cross-Border Family Business Advisory. La consulenza integrata alla famiglia italiana " SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso 1 mar 1 gio m - p C3 1 dom Ognissanti 1 mar m - p C11 1 ven Capodanno 1 lun 2 mer 2 ven 2 lun 2 mer 2 sab 2 mar 3 gio 3 sab 3 mar p C8 3 gio 3 dom Vacanze di Natale 3 mer 4 ven 4 dom 4 mer 4 ven 4 lun 4 gio 5 sab 5 lun 5 gio 5 sab 5 mar 5 ven 6 dom 6 mar 6 ven 6 dom 6 mer Epifania 6 sab 7 lun 7 mer 7 sab 7 lun 7 gio 7 dom 8 mar 8 gio m - p C4 8 dom 8 mar Immacolata 8 ven 8 lun 9 mer 9 ven m C4 9 lun 9 mer 9 sab 9 mar 10 gio p* C1 10 sab 10 mar 10 gio 10 dom 10 mer Carnevale 11 ven 11 dom 11 mer m - p C9 11 ven 11 lun 11 gio 12 sab 12 lun 12 gio 12 sab 12 mar 12 ven 13 dom 13 mar 13 ven 13 dom 13 mer 13 sab 14 lun m - p C2 14 mer 14 sab 14 lun 14 gio 14 dom 15 mar p C2 15 gio p C5 15 dom 15 mar 15 ven 15 lun 16 mer 16 ven 16 lun p C10 16 mer 16 sab 16 mar 17 gio 17 sab 17 mar m - p C10 17 gio 17 dom 17 mer 18 ven 18 dom 18 mer 18 ven 18 lun 18 gio 19 sab 19 lun 19 gio 19 sab 19 mar 19 ven 20 dom 20 mar p C6 20 ven 20 dom 20 mer 20 sab 21 lun 21 mer 21 sab 21 lun 21 gio 21 dom 22 mar 22 gio 22 dom 22 mar 22 ven 22 lun 23 mer 23 ven 23 lun 23 mer 23 sab 23 mar 24 gio 24 sab 24 mar 24 gio 24 dom 24 mer 25 ven 25 dom 25 mer 25 ven 25 lun 25 gio E Natale Santo Stefano 26 sab 26 lun 26 gio 26 sab 26 mar 26 ven 27 dom 27 mar m - p C7 27 ven 27 dom 27 mer 27 sab 28 lun 28 mer 28 sab 28 lun 28 gio 28 dom 29 mar 29 gio 29 dom 29 mar 29 ven 30 mer 30 ven 30 lun 30 mer 30 sab 31 sab 31 gio 31 dom Corsi Orari delle lezioni C1 Consulenza integrata al cliente, famiglia e azianda italiane. Le dinamiche di mercato per lo sviluppo del business m = C2 Operatività con il cliente italiano: framework normativo - finanziario p = C3 Operatività con il cliente private italiano: framework fiscale. Residenza e monitoraggio alla luce delle più recenti novità m/p = C4 La fiscalità (italiana) degli strumenti finanziari E = (l'esame si terrà il 25 febbraio 2016) C5 Investimenti immobiliari: aspetti fiscali italiani C6 Pianificazione previdenziale e assicurativa del cliente italiano. Aggiornamento alla luce delle novità più recenti p* il C1 avrà inizio alle ore e terminerà alle ore C7 Impresa familiare italiana. Caratteristiche giuridiche e aspetti fiscali C8 Successione mortis causa e donazione in Italia. Aspetti procedurali, possibilità di regolarizzazione ed effetti sulla pianificazione patrimoniale C9 Pianificazione del patrimonio del cliente pivate italiano. Strumenti di pianificazione successoria del patrimonio personale C10 Azienda di famiglia italiana: il passaggio generazionale. Strutture di governo per le imprese familiari e strumenti per la gestione della successione C11 Impresa di famiglia italiana: operazioni di finanza straordinaria. Strumenti di riorganizzazione aziendale: aspetti finanziari, civilistici e fiscali E Esame finale N.B. Il calendario potrà subire delle modifiche che saranno comunicate ai partecipanti in tempo utile

Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera

Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera Edizione II Presentazione Alla luce del successo della prima edizione, il diploma "La fiscalità svizzera" viene riproposto in un formato aggiornato e conforme

Dettagli

Pianificazione patrimoniale e tutela della riservatezza

Pianificazione patrimoniale e tutela della riservatezza Pianificazione patrimoniale e tutela della riservatezza Cross - Border Italy Tipologia Periodo Calendario Informazioni Executive Master 2016, I Edizione Dal 06/04/2016 all' 08/06/2016 72 ore Edizione 2016

Dettagli

Diploma di approfondimento. Fiscalità svizzera. Strumenti di pianificazione. Edizione V

Diploma di approfondimento. Fiscalità svizzera. Strumenti di pianificazione. Edizione V Diploma di approfondimento Fiscalità svizzera. Strumenti di pianificazione Edizione V Presentazione Il radicale mutamento che il contesto economico - finanziario sta vivendo comporta conseguenze rilevanti

Dettagli

Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi

Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi Hedge funds, fondi di private equity e fondi commodities: aspetti tecnici, regolamentari e fiscali I Edizione Presentazione Pur differenziandosi

Dettagli

Executive Master. Tax compliance internazionale. Edizione II

Executive Master. Tax compliance internazionale. Edizione II Executive Master Tax compliance internazionale Edizione II Presentazione L'impegno del G20, dell'ocse e dell'ue, dietro l'impulso degli USA, sia nel ridisegnare la strategia della lotta all'evasione fiscale,

Dettagli

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY WEALTH MANAGEMENT ADVISORY Lo Studio Legale Scala, fondato nel 1999 dall Avv. Antonio Scala, fornisce servizi di assistenza legale in ambito giudiziale e stragiudiziale in materia bancaria, finanziaria,

Dettagli

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228)

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Catalogo Corsi 2015 Progetti formativi Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) AREA REGOLAMENTAZIONE (Rischi, Bilancio, Controlli e Legale) a) Normativa antiriciclaggio e terrorismo

Dettagli

Corso di Perfezionamento Il trust. Problematiche di validità ed efficacia

Corso di Perfezionamento Il trust. Problematiche di validità ed efficacia Corso di Perfezionamento Il trust. Problematiche di validità ed efficacia Edizione IV - 2013 Presentazione Per il quarto anno consecutivo il Centro di Studi Bancari organizza una serie di corsi di specializzazione

Dettagli

Dal 2010 è entrato a far parte dell'ordine dei Giornalisti, Albo Pubblicisti; mentre dal 2011 è membro della giuria del premio "Di padre in figlio".

Dal 2010 è entrato a far parte dell'ordine dei Giornalisti, Albo Pubblicisti; mentre dal 2011 è membro della giuria del premio Di padre in figlio. Leo De Rosa (studio legale e tributario Russo De Rosa Associati) Laureato con pieni voti assoluti e lode presso l'università Bocconi di Milano, si è specializzato in operazioni di Private Equity, Corporate

Dettagli

W. ZOCCHI. Attività accademica

W. ZOCCHI. Attività accademica Dati anagrafici e personali Walter Zocchi (1962) Titolare del Family Business Office, Studio professionale di consulenza legale, fiscale, finanziaria, successoria, societaria e familiare per le imprese

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Presentazione Il 22 ottobre 2010 la FINMA scriveva nella sua "Posizione sui Rischi giuridici e di reputazione nelle operazioni

Dettagli

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015 Diploma di approfondimento Successione e trasmissione aziendale in Svizzera I Edizione, 2015 Presentazione Obiettivi Per il mondo fiduciario e bancario l attività di consulenza in ambito di pianificazione

Dettagli

15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE

15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE 15 MASTER TRIBUTARIO PROGRAMMA AULA FISCALITA INTERNAZIONALE DATA ARGOMENTO RIFERIMENTI NORMATIVI DOCENTI 20/04 Le fonti del diritto tributario internazionale e le convenzioni contro le doppie imposizioni

Dettagli

TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA

TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA TRASMISSIONE DEL PATRIMONIO FAMILIARE E SUCCESSIONE D AZIENDA IL NUOVO REGOLAMENTO COMUNITARIO SULLE SUCCESSIONI TRANSFRONTALIERE ASPETTI CIVILISTICI, SOCIETARI E FISCALI IL PATTO DI FAMIGLIA E LE IPOTESI

Dettagli

TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI

TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI Master di specializzazione TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI La tutela dei patrimoni familiari e la corretta gestione del passaggio generazionale rappresentano oggi una assoluta priorità per garantire

Dettagli

Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione

Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione Indice Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione di Paola Musile Tanzi XI XIII 1 L approccio al mercato private: scelte di posizionamento nel wealth management e modalità di gestione di Paola

Dettagli

Workshop Voluntary Disclosure

Workshop Voluntary Disclosure Workshop Voluntary Disclosure L intesa Italia-Svizzera sulla lotta all evasione La circolare N. 10/E dell La determinazione dei costi e i calcoli di convenienza Il reato di autoriciclaggio Milano, 20 aprile

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario

Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario Offerta formativa Seminari e corsi di diritto tributario 23 La tassazione delle eredità nascoste. Quali conseguenze per gli eredi? Gli ordinamenti svizzero e italiano a confronto nelle procedure di recupero

Dettagli

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 Indice Introduzione XV Parte prima PRINCIPI GENERALI 1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 2 Redditi diversi di natura

Dettagli

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia con il patrocinio di Gruppo Generali S.p.A. Corso di perfezionamento in Governance del patrimonio e passaggio generazionale Programma 12 incontri da 8 ore ciascuno (4

Dettagli

Executive Master. Tax Compliance Internazionale. Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015

Executive Master. Tax Compliance Internazionale. Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015 Executive Master Tax Compliance Internazionale Edizione III, aggiornata alla luce delle novità 2015 Presentazione L'impegno del G20, dell'ocse e dell'ue, dietro l'impulso degli USA, sia nel ridisegnare

Dettagli

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Azimut è la più grande realtà finanziaria indipendente attiva nel mercato del risparmio gestito italiano Dal 7 Luglio 2004 è quotata alla Borsa di Milano e

Dettagli

ESPERIENZE PROFESSIONALI

ESPERIENZE PROFESSIONALI LEO DE ROSA Nato a Larino (CB) il 07 giugno 1973 Via Verri, 8 20121 Milano Telefono: 0291431200 e-mail: leo.derosa@rdra.it ESPERIENZE PROFESSIONALI Dal gennaio 2007 socio fondatore dello studio legale

Dettagli

EOS Servizi Fiduciari

EOS Servizi Fiduciari Cura del dettaglio www.eosfiduciaria.it Una fiduciaria d eccellenza EOS Servizi Fiduciari è la fiduciaria di amministrazione statica del Gruppo BSI SA. La società è attiva da oltre 30 anni nel settore

Dettagli

Percorsi operativi di Fiscalità internazionale

Percorsi operativi di Fiscalità internazionale Percorsi operativi di Fiscalità internazionale Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese SEMINARI SPECIALISTICI VERONA 1 a Edizione 2014 6 moduli specialistici dal 20/05/2014 La localizzazione

Dettagli

Fit for credit products - clientela privata

Fit for credit products - clientela privata Fit for credit products - clientela privata III Edizione 2015 Presentazione I crediti nel sistema bancario elvetico rappresentano un importante fonte di finanziamento di capitale di terzi. A fine ottobre

Dettagli

EOS Servizi Fiduciari

EOS Servizi Fiduciari Cura del dettaglio www.eosfiduciaria.it Una fiduciaria d eccellenza EOS Servizi Fiduciari è la fiduciaria di amministrazione statica del Gruppo BSI SA. La società è attiva da oltre 30 anni nel settore

Dettagli

Voluntary Disclosure. Rimpatrio giuridico di attività finanziarie e patrimoniali.

Voluntary Disclosure. Rimpatrio giuridico di attività finanziarie e patrimoniali. Voluntary Disclosure. Rimpatrio giuridico di attività finanziarie e patrimoniali. 1 Attività estere: dove tenerle Le attività finanziarie o patrimoniali oggetto di voluntary disclosure, potranno: A) essere

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA Multi Family Office Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 5 Benchmark 6 Asset Allocation 7 Reporting 8 Performance Attribution 9 Risk Management 10 Conclusioni 11 Contatti

Dettagli

I PRODOTTI FINANZIARI ASSICURATIVI

I PRODOTTI FINANZIARI ASSICURATIVI I PRODOTTI FINANZIARI ASSICURATIVI LA DISCIPLINA APPLICABILE ALLA LUCE DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA COMUNITARIA E DOMESTICA LA NUOVA DISCIPLINA DELLA PRESCRIZIONE E L IMPATTO SULLA CONTRATTUALISTICA E

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. Sede sociale in Siena, Piazza Salimbeni, 3 www.mps.it Capitale Sociale: euro 12.484.206.649,08 alla data del 09/07/2014 Cod. Fisc., Part. IVA e n. iscrizione al Registro

Dettagli

Diventare Consulente Indipendente

Diventare Consulente Indipendente Master in Fee Only Financial Planning (13 giornate) Diventare Consulente Indipendente Tutto il know how per prestare il servizio di Consulenza in Materia di Investimenti www.consultique.com info@consultique.com

Dettagli

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti IL TRUST IN ITALIA STRUTTURA ED EVOLUZIONE DELLA FATTISPECIE IL RAPPORTO CON IL MANDATO FIDUCIARIO E CON IL NUOVO CONTRATTO DI FIDUCIA LE FORME DI UTILIZZAZIONE Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio

Dettagli

GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI:

GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI: GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI: financial planning fiscalità e tutela patrimoniale autostima e consapevolezza di sè abilità relazionali CUOA FINANCE

Dettagli

invito Firenze, mercoledì 13 giugno 2012 La conservazione del patrimonio e gli strumenti per la sua detenzione

invito Firenze, mercoledì 13 giugno 2012 La conservazione del patrimonio e gli strumenti per la sua detenzione invito La conservazione del patrimonio e gli strumenti per la sua detenzione Dettagli dell evento La conservazione del patrimonio e gli strumenti per la sua detenzione Rischi e opportunità nell attuale

Dettagli

Università degli Studi di Brescia Dipartimento di Giurisprudenza GOVERNANCE E PASSAGGIO GENERAZIONALE. Brescia 27 febbraio - 13 Giugno 2015

Università degli Studi di Brescia Dipartimento di Giurisprudenza GOVERNANCE E PASSAGGIO GENERAZIONALE. Brescia 27 febbraio - 13 Giugno 2015 Università degli Studi di Brescia Dipartimento di Giurisprudenza GOVERNANCE DEL PATRIMONIO E PASSAGGIO GENERAZIONALE Brescia 27 febbraio - 13 Giugno 2015 DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA VIA S. FAUSTINO,

Dettagli

PRIVATE BANKING EXECUTIVE PROGRAM

PRIVATE BANKING EXECUTIVE PROGRAM MILANO ITALY BANCHE, ASSICURAZIONI E INTERMEDIARI FINANZIARI EMPOWER YOUR VISION PRIVATE BANKING EXECUTIVE PROGRAM GIUGNO - LUGLIO 2016 SDABOCCONI.IT/PBEP Le competenze nel wealth management sono l elemento

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

PErcOrsI OPErAtIvI. Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese. 1 a 2Edizione a 2015 2014. seminari. 7 moduli 7 specialistici

PErcOrsI OPErAtIvI. Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese. 1 a 2Edizione a 2015 2014. seminari. 7 moduli 7 specialistici PErcOrsI OPErAtIvI di FIscALItà INtErNAzIONALE Guida fiscale alla internazionalizzazione delle imprese seminari specialistici 1 a 2Edizione a 2015 2014 VENEZIA MILANO 7 moduli 7 specialistici dal dal 1315

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

Voluntary disclosure Contenuti e opportunità

Voluntary disclosure Contenuti e opportunità Voluntary disclosure Contenuti e opportunità BERGAMO, 23 marzo 2015 PREMESSA Scudo fiscale: sanatoria per omessa indicazione nel quadro RW delle attività detenute all estero (da ultimo D.L. 1 luglio 2009

Dettagli

2012 Italfiduciaria Srl

2012 Italfiduciaria Srl 1 Intestazione di quote societarie Le partecipazioni vengono date in amministrazione fiduciaria con le seguenti modalità: Sottoscrizione del capitale in sede di costituzione della società, aumento di capitale

Dettagli

Investire in UK. Belluzzo & Partners

Investire in UK. Belluzzo & Partners Investire in UK Belluzzo & Partners Milano, 19 settembre 2013 1 Sommario 1. Ambiente economico generale 2. Corporate Income Tax (IRES) 3. Modalità di ingresso nel mercato estero 4. Caratteristiche sistema

Dettagli

COS È UN MULTI FAMILY OFFICE

COS È UN MULTI FAMILY OFFICE Cos è un multi family office Il multi family office è la frontiera più avanzata del wealth management. Il suo compito è quello di coordinare ed integrare in unico centro organizzativo tutte le attività

Dettagli

2009 Esistono grandi uomini che fanno sentire piccoli tutti gli altri.

2009 Esistono grandi uomini che fanno sentire piccoli tutti gli altri. 2009 Esistono grandi uomini che fanno sentire piccoli tutti gli altri. Ma il vero grande uomo è chi fa sentire tutti grandi. Charles Dickens Il Private Insurance: strumento di Wealth Management Percorso

Dettagli

CONVEGNO VOLUNTARY DISCLOSURE, AUTORICICLAGGIO, BANCHE E INTERMEDIARI: COSA DEVONO FARE, COSA NON DEVONO FARE

CONVEGNO VOLUNTARY DISCLOSURE, AUTORICICLAGGIO, BANCHE E INTERMEDIARI: COSA DEVONO FARE, COSA NON DEVONO FARE CONVEGNO VOLUNTARY DISCLOSURE, AUTORICICLAGGIO, BANCHE E INTERMEDIARI: COSA DEVONO FARE, COSA NON DEVONO FARE Voluntary disclosure e le prospettive delle banche italiane 17 aprile 2015 LIBERA UNIVERSITÁ

Dettagli

Analisi e Consulenza Indipendente

Analisi e Consulenza Indipendente La Consulenza Finanziaria Indipendente Analisi e Consulenza Indipendente 2016 ARGOMENTI Indice Avviare uno studio/società di consulenza indipendente: l'inizio dell'attività La consulenza mifid compliant:

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA Multi Family Office Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 5 Benchmark 7 Asset Allocation 8 Reporting 9 Performance Attribution 10 Risk Management 11 Conclusioni 12 Contatti

Dettagli

VOLUNTARY DISCLOSURE Il ruolo della fiduciaria italiana

VOLUNTARY DISCLOSURE Il ruolo della fiduciaria italiana VOLUNTARY DISCLOSURE Il ruolo della fiduciaria italiana Avv. Fabrizio Vedana MEDIA PARTNER 1 Attività estere: dove tenerle Le attività oggetto di voluntary disclosure, in aderenza con quanto prevede il

Dettagli

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1

Indice. Prefazione, di Victor Uckmar. Introduzione 1 Indice Prefazione, di Victor Uckmar xv Introduzione 1 1. I redditi di natura nanziaria nel sistema tributario italiano 9 1. Cenni sull evoluzione del concetto di reddito durante la vigenza dell imposta

Dettagli

& PARTNERS LA NOSTRA ESPERIENZA, IL TUO FUTURO

& PARTNERS LA NOSTRA ESPERIENZA, IL TUO FUTURO & PARTNERS LA NOSTRA ESPERIENZA, IL TUO FUTURO Lo Studio Lo Studio Morello Consulting & Partners è la sintesi dell esperienza professionale maturata da Lorenza Morello, mediatrice e giurista d impresa,

Dettagli

11 dicembre 2013 Starhotels Rosa Grand. Piazza Fontana, 3 - Milano. f o r m a z i o n e

11 dicembre 2013 Starhotels Rosa Grand. Piazza Fontana, 3 - Milano. f o r m a z i o n e LE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI MONITORAGGIO FISCALE: GLI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI E LE RELAZIONI CON LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO 11 dicembre 2013 Starhotels Rosa Grand

Dettagli

La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato

La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato La Banca e lo Scudo Fiscale: Tutela del patrimonio e qualità di un servizio integrato Bergamo, 12 Ottobre 2009 Giovanni Marafante Direttore Generale Aletti Fiduciaria Indice 1. Adempimenti e modalità operative

Dettagli

Management Education. Il passaggio generazionale e la tutela patrimoniale

Management Education. Il passaggio generazionale e la tutela patrimoniale Management Education Il passaggio generazionale e la tutela patrimoniale Il patrimonio personale accumulato nel corso della propria vita può essere trasferito ai propri figli, familiari e persone care

Dettagli

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali II Edizione Presentazione Da strumento limitato alla gestione dell innovazione in azienda, il project management

Dettagli

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti

IL TRUST IN ITALIA. Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti IL TRUST IN ITALIA STRUTTURA ED EVOLUZIONE DELLA FATTISPECIE IL RAPPORTO CON IL MANDATO FIDUCIARIO E CON IL NUOVO CONTRATTO DI FIDUCIA LE FORME DI UTILIZZAZIONE Milano, 22 e 23 giugno 2011 Camera di Commercio

Dettagli

Senior Consultant (citare rif. SC/MI/06)

Senior Consultant (citare rif. SC/MI/06) 31/01/06 Senior Consultant (citare rif. SC/MI/06) KPMG Corporate Governance Financial Services cerca Senior Consultant (citare rif. SC/MI/06) Per l inserimento nella propria struttura di consulenza dedicata

Dettagli

Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali

Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali Voluntary Disclosure: il ruolo del Private Banking e dei servizi fiduciari per la pianificazione patrimoniale dei capitali Dott.ssa Concetta Granata, Area Private Banking - Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

SFIDA IMPRESE DI FAMIGLIA GENERAZIONALE GUIDO FELLER LUCA PETOLETTI MARCO DOLZANI. delle

SFIDA IMPRESE DI FAMIGLIA GENERAZIONALE GUIDO FELLER LUCA PETOLETTI MARCO DOLZANI. delle GUIDO FELLER Docente di Management delle imprese di famiglia presso il Dipartimento di economia e management dell Università di Trento e Direttore Wealth Planning Azimut LUCA PETOLETTI Partner The European

Dettagli

Andrea QUATTROCCHI. Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it

Andrea QUATTROCCHI. Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it Andrea QUATTROCCHI Via G. Pellizza da Volpedo 8, 20149, Milano Tel: 340.3851804 E-mail: quattrocchiand@libero.it Dati personali Data e luogo di nascita: 12 luglio 1979, Catania. Titoli Luglio 2011: Conseguimento

Dettagli

Diritto Affari Impresa

Diritto Affari Impresa Diritto Affari Impresa professionalità, affidabilità, trasparenza i valori Un team di professionisti altamente qualificato in diverse discipline e ispirato dalla stessa visione, nel condividere gli stessi

Dettagli

CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015

CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015 CORSO DI FISCALITA INTERNAZIONALE 2^ semestre 2015 Relatore: Dott. Luciano Sorgato Il corso prevede un ciclo di otto incontri della durata di tre ore e mezza ciascuno dalle ore 09,30 alle ore 13,00 presso

Dettagli

Agenda. Chi siamo. I nostri servizi. Contatti. Pag. 2. 1.1 Società, valori di fondo e approccio. 1.2 Partner. Pag. 3. 2.1 Aree di attività. Pag.

Agenda. Chi siamo. I nostri servizi. Contatti. Pag. 2. 1.1 Società, valori di fondo e approccio. 1.2 Partner. Pag. 3. 2.1 Aree di attività. Pag. Agenda Chi siamo 1.1 Società, valori di fondo e approccio 1.2 Partner Pag. 2 Pag. 3 I nostri servizi 2.1 Aree di attività 2.2 Servizi Pag. 4 Pag. 5 Contatti 3.1 Contatti Pag. 8 1 Chi siamo 1.1 Società,

Dettagli

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Presentazione Obiettivi Ogni istituto bancario, grande o piccolo che sia, dispone, per la propria gestione, di complessi sistemi informatici

Dettagli

Global Wealth Advisory SIM SpA

Global Wealth Advisory SIM SpA Global Wealth Advisory SIM SpA 2 Indice Introduzione 3 Team 4 Offerta 6 Benchmark 7 Asset Allocation 8 Reporting 9 Performance Attribution 10 Risk Management 11 Conclusioni 12 Contatti 13 Pagina 2 3 Introduzione

Dettagli

Luigi Mennini, MBA Socio AIAF Responsabile Financial Planning Banca Finnat Euramerica SpA. Mercoledì 14 ottobre 2009

Luigi Mennini, MBA Socio AIAF Responsabile Financial Planning Banca Finnat Euramerica SpA. Mercoledì 14 ottobre 2009 Le soluzioni di Financial Planning all'interno dello Scudo Fiscale "Lo Scudo Fiscale 2009 Approfondimenti normativi e di analisi finanziaria Scuola di Amministrazione Aziendale Università degli Studi di

Dettagli

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca ABI HR 2008: Banche e Risorse Umane Competenze e merito per crescere nella banca che cambia Andrea Ghidoni Roma, 8 Maggio 2008 Gruppo

Dettagli

La successione e la donazione

La successione e la donazione La successione e la donazione Voglio pianificare la trasmissione del mio patrimonio, possibili alternative: Il patto di famiglia (aziendale) Un Fondo patrimoniale Un Trust Una polizza vita con beneficiario/i

Dettagli

Innovazione e asset allocation comportamentale: la segmentazione del cliente private

Innovazione e asset allocation comportamentale: la segmentazione del cliente private Innovazione e asset allocation comportamentale: la segmentazione del cliente private L incrocio tra clusterizzazione e approccio di finanza comportamentale Il delegatore impegnato Informato di finanza

Dettagli

AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA

AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA Come sarà il business della mia azienda fra 5 anni? Quali sono

Dettagli

MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO

MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO MODIFICHE NELLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE SUL MONITORAGGIO SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW A NORMA DEGLI ARTT. 2 E 4 DEL D.L. 167/1990 PERSONE FISICHE ENTI

Dettagli

Member of International A world-wide network of independent accounting firms and business advisers.

Member of International A world-wide network of independent accounting firms and business advisers. LO STUDIO Profilo Lo Studio, fondato a Pesaro nel 1974 dall Avv. Dott. Achille Marchionni, evolve negli anni Ottanta sino a diventare dopo un decennio l associazione professionale Marchionni & Partners,

Dettagli

In collaborazione con

In collaborazione con Certified International Wealth Manager (CIWM ) Diploma federale di esperto in finanza ed investimenti 2014/15 XV Edizione - Formazione con cadenza biennale Presentazione Nel contesto attuale emerge l importanza

Dettagli

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE 2011 PER NOTAI

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE 2011 PER NOTAI CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE 2011 PER NOTAI Con l approssimarsi del nuovo anno formativo che prevede il raggiungimento di n 40 crediti annui, For m & Lex propone a tutti I Notai interessati una forma

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Corso di Porta Romana, 6 20122 Milano - Italy tel: (+39) 02.80.58.30.88 fax: (+39) 02.80.61.90.40 email: info@studiolivieri.

Corso di Porta Romana, 6 20122 Milano - Italy tel: (+39) 02.80.58.30.88 fax: (+39) 02.80.61.90.40 email: info@studiolivieri. IL "KNOW-HOW" Lo Studio possiede un particolare know-how professionale nel campo fiscale e societario, che il suo fondatore, Luciano Olivieri, ha acquisito nel corso di molti anni di attività in qualità

Dettagli

di Tancredi Bianchi di Vincenzo Felline 52 1.2.1 Premessa 1.2.2 L istituzione del trust e l apporto dei beni:

di Tancredi Bianchi di Vincenzo Felline 52 1.2.1 Premessa 1.2.2 L istituzione del trust e l apporto dei beni: PREFAZIONE di Tancredi Bianchi XI INTRODUZIONE 1 IL TRUST 1 1.1 Aspetti civilistici di Fabrizio Vedana 2 1.1.1 Schema generale di funzionamento 2 1.1.2 Caratteristiche del trust 3 1.1.3 Il trust nei tribunali

Dettagli

LO STUDIO ASSOCIATO LA STRUTTURA. Lo Studio, fondato nel 1965, ha assunto l attuale forma di associazione tra professionisti a partire dal 1987.

LO STUDIO ASSOCIATO LA STRUTTURA. Lo Studio, fondato nel 1965, ha assunto l attuale forma di associazione tra professionisti a partire dal 1987. TARTUFERI & ASSOCIATI Studio di Consulenze Aziendali Piazza Oberdan, n. 8-62100 Macerata Tel. 0733/232452 (r.a.) Telefax 0733/231658 Codice Fiscale e Partita Iva 00962750436 E-Mail: segr@tartuferi.it Web:

Dettagli

Pianificazione fiscale internazionale

Pianificazione fiscale internazionale Pianificazione fiscale internazionale Uno strumento strategico per ottimizzare il carico fiscale Definizione Vantaggi Tecniche Criteri di selezione Organizzazione Pagina 1 Premessa Lo scopo della presente

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6549 - MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO DELL'IMPRESA Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico: Stato corso: ID

Dettagli

SCUOLA SAMMARINESE di ALTA FORMAZIONE per le professioni di AVVOCATO, NOTAIO, DOTTORE COMMERCIALISTA ed ESPERTO CONTABILE

SCUOLA SAMMARINESE di ALTA FORMAZIONE per le professioni di AVVOCATO, NOTAIO, DOTTORE COMMERCIALISTA ed ESPERTO CONTABILE UNIVERSITA degli STUDI Repubblica di San Marino DIPARTIMENTO di STUDI GIURIDICI Istituto Giuridico Sammarinese SCUOLA SAMMARINESE di ALTA FORMAZIONE per le professioni di AVVOCATO, NOTAIO, DOTTORE COMMERCIALISTA

Dettagli

TRUST, PATTO DI FAMIGLIA E NUOVI VINCOLI DI DESTINAZIONE: NOVITÀ NORMATIVE

TRUST, PATTO DI FAMIGLIA E NUOVI VINCOLI DI DESTINAZIONE: NOVITÀ NORMATIVE RELATORI Avv. Luca Dambrosio Docente di Diritto dell Arbitrato Università Carlo Cattaneo L.I.U.C. - Castellanza SYNERGIA FORMAZIONE s.r.l. via Pomba, 14-10123 TORINO Tel. +39 0118129112 r.a. - Fax +39

Dettagli

PUBBLICAZIONI. Registro (Imposta di), voce per l'appendice al Novissimo Digesto Italiano (a doppia firma).

PUBBLICAZIONI. Registro (Imposta di), voce per l'appendice al Novissimo Digesto Italiano (a doppia firma). Prof. Remo Dominici PUBBLICAZIONI Registro (Imposta di), voce per l'appendice al Novissimo Digesto Italiano (a doppia firma). Società (diritto tributario), voce per l'appendice al Novissimo Digesto Italiano

Dettagli

COMPANY PROFILE. Maggio 2015

COMPANY PROFILE. Maggio 2015 COMPANY PROFILE Maggio 2015 La Banca in breve Appartenenza ad un gruppo di respiro internazionale Olte 4 miliardi di asset gestiti e amministrati al 31/03/ 15 Banca privata con vocazione di banca personale,

Dettagli

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION PROFILO E MISSION UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA M.C.& Partners consulenze integrate aziendali - srl è una società di consulenza e servizi

Dettagli

Valori che durano nel tempo. Saggezza e solidità dal 1472.

Valori che durano nel tempo. Saggezza e solidità dal 1472. Valori che durano nel tempo. Saggezza e solidità dal 1472. Banca Monte dei Paschi di Siena, l istituto bancario che tutti conoscono come il più antico del mondo, nasce nel 1472 e rappresenta oggi una delle

Dettagli

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione PERCORSO FORMATIVO Modulo 1 12-14 maggio 2014 Modulo 2 3-5 giugno 2014 PERCORSO DI APPROFONDIMENTO 12-13 giugno 2014 23-24 giugno 2014 GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa

Dettagli

La Voluntary Disclosure Internazionale

La Voluntary Disclosure Internazionale La Voluntary Disclosure Internazionale Analisi di convenienza tra calcolo analitico e calcolo forfettario Massimo Caldara Ordine dei Dottori Commercialisti Bergamo 28 maggio 2015 Dottori Commercialisti

Dettagli

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42 Master di 1 Livello Inserito nell Offerta Formativa Interregionale: ID 6889 Discipline economico-statistiche, giuridiche, politico-sociali Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) ECONOMIA E LEGISLAZIONE

Dettagli

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PASSAGGIO GENERAZIONALE. ASPETTI PSICOLOGICI, CIVILISTICI, FINANZIARI E FISCALI Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PROF. DOTT. ALBERTO

Dettagli

Scuola Sammarinese di Alta Formazione per le Professioni di Avvocato, Notaio, Dottore Commercialista ed Esperto Contabile

Scuola Sammarinese di Alta Formazione per le Professioni di Avvocato, Notaio, Dottore Commercialista ed Esperto Contabile Scuola Sammarinese di Alta Formazione per le Professioni di Avvocato, Notaio, Dottore Commercialista ed Esperto Contabile CALENDARIO DELLE LEZIONI Anno Accademico 2015/2016 Orario: venerdì 15.00-19.00

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI circoscrizioni di Ivrea-Pinerolo-Torino Ente pubblico non economico

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI circoscrizioni di Ivrea-Pinerolo-Torino Ente pubblico non economico Torino, 9 ottobre 2007 NOTIZIARIO 28/2007 S O M M A R I O EVENTO MAP: L ESPANSIONE DELLE IMPRESE ITALIANE ALL ESTERO: VINCOLI E OPPORTUNITA Giovedì 18 ottobre 2007, alle ore 15.00, presso le sedi collegate

Dettagli

Giampietro Nattino PRESIDENTE DEL CDA

Giampietro Nattino PRESIDENTE DEL CDA Il nostro migliore investimento è il tempo dedicato a comprendere e soddisfare le esigenze della clientela, mettendo a disposizione della medesima servizi di consulenza e prodotti finanziari di alta qualità.

Dettagli

Voluntary disclosure. Il ruolo della fiduciaria italiana

Voluntary disclosure. Il ruolo della fiduciaria italiana Voluntary disclosure. Il ruolo della fiduciaria italiana Avv. Fabrizio Vedana Attività estere: dove tenerle Le attività oggetto di voluntary disclosure di cui alla legge 186/2014, in aderenza con quanto

Dettagli

Il Consiglio di amministrazione. Banca Popolare dell Alto Adige

Il Consiglio di amministrazione. Banca Popolare dell Alto Adige Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni sede legale e direzione generale in Bolzano ABI 05856.0 codice fiscale, partita IVA e iscrizione al registro delle imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro. Finanza & Futuro A tu per tu con le soluzioni ideali per il tuo patrimonio.

Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro. Finanza & Futuro A tu per tu con le soluzioni ideali per il tuo patrimonio. Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro Finanza & Futuro A tu per tu con le soluzioni ideali per il tuo patrimonio. Una realtà solida e affidabile con oltre 25 anni di esperienza. A tu per tu, personalmente.

Dettagli