2011/2012 concerti Orchestra del Teatro Comunale di Bologna Michele Mariotti Francesco D Orazio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2011/2012 concerti Orchestra del Teatro Comunale di Bologna Michele Mariotti Francesco D Orazio"

Transcript

1 2011/2012 concerti Orchestra del Teatro Comunale di Bologna Michele Mariotti Francesco D Orazio

2

3

4 Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, 2012 A cura dell Area Comunicazione Coincidenze e citazioni a cura di Giulia Bassi Fonti delle citazioni: Enzo Siciliano, Carta per musica, Mondadori, Milano, 2004; Philip Glass, La mia musica, Socrates, Roma, 2000; Il linguaggio di Cajkovskji in Amadeus, De Agostini Rizzoli, L editore si dichiara pienamente disponibile a regolare le eventuali spettanze relative a diritti di riproduzione per le immagini e i testi di cui non sia stato possibile reperire la fonte.

5 7 febbraio 2012 ore Teatro Municipale Valli Robert Schumann Ouverture da Manfred op.115 Philip Glass Concerto per violino e orchestra I II III Pëtr Il ic Čajkovskij Sinfonia n.1 in sol minore op. 13 Sogni d inverno Allegro tranquillo ( Sogni di un viaggio d inverno ) Adagio cantabile ma non troppo ( Terra desolata, terra di nebbia ) Scherzo. Allegro scherzando giocoso Finale: Andante lugubre. Allegro maestoso Orchestra del Teatro Comunale di Bologna Michele Mariotti direttore Francesco D Orazio violino

6

7 Un saggio di Roberto Favaro Sono diverse e complesse le questioni importanti che si disvelano all ascolto dell Ouverture composta da Robert Schumann tra il 1848 e il 1851 come introduzione alle musiche di Scena (per voce recitante, soli, coro e orchestra) del Manfred, poema drammatico in tre parti scritto da Lord G. Byron nel 1817 (la trama, ambientata nelle Alpi, in un castello gotico, narra dei tormenti del vecchio Manfred alle prese con un lontano e incancellabile senso di colpa, il rapporto incestuoso con la sorella Astarte, morta poi suicida dopo l abbandono). Aggiungiamo che la prima esecuzione dell Ouverture, indipendentemente dal dramma e dunque dalle seguenti musiche di scena, avviene a Lipsia il 14 marzo del 1852 con la direzione dello stesso Schumann. Mentre la prima rappresentazione completa del dramma in musica viene diretta il 13 giugno successivo all Hofttheater di Weimar da Franz Liszt. Questioni diverse e complesse, dicevamo, si disvelano all ascolto dell Ouverture. La prima, densa e coinvolgente l intero arco creativo schumanniano, riguarda il rapporto del compositore tedesco con i diversi generi musicali. Le dinamiche evolutive che segmentano l intero tracciato artistico in periodi e fasi preferenziali mostrano infatti, di volta in volta, la maggiore dedizione o perfino esclusiva adesione appunto a un genere, o a uno specifico organico strumentale: il pianoforte innanzitutto, fino al 1839, interrotto improvvisamente dopo una decennale concentrazione creativa, e poi, cronologicamente, la stagione liederistica, esplosa nel 1840, quella cameristica, nel 1842, infine proprio quella sinfonica, a partire dal 1841, anno di composizione della Sinfonia n. 1. Superate le fasi miniaturistiche dell universo

8 Schumann Ho, io credo, dell immaginazione... Non sono un pensatore profondo: non riesco mai a seguire conseguentemente il filo che ho ordito talvolta con abilità. Sono un poeta? Diventarlo è impossibile! Lo decideranno i posteri. Che cosa mi succederà ancora? Ho desideri intensissimi e, insieme, un profondo disgusto della vita, così da non capire come possa conciliare tendenze tanto opposte. Mi dica che cosa fa Liszt per Manfred. Uscirà una bella esecuzione? Non ne dubito, dal momento che il nostro amico ha voluto incaricarsi della mia creatura. Sogno di passeggiare accanto a delle acque profonde e l idea che mi attraversa è di gettare l anello e di precipitarmi in esse. Schumann Tra tutti i pezzi musicali, vi raccomando soprattutto l ouverture. La considero uno dei miei figli più robusti e spero che voi condividiate il mio modo di vedere. Schumann a Liszt 8

9 pianistico e le suggestive, raccolte atmosfere del Lied e del camerismo strumentale, Schumann si cimenta con le impegnative proporzioni formali e le problematiche dimensioni foniche della musica orchestrale generando nel corso dei decenni e ancora nel corso del XX secolo una serie di (ingiuste) riserve e perplessità stilistiche (presunti difetti di orchestrazione, stranezze armoniche, ossessività di certi temi, deviazione formale da certe ortodossie classiciste, utilizzo di incisi di derivazione popolare) ma anche, o proprio volgendo in positivo questi stessi, presunti limiti, dimostrando una particolarissima originalità di intenti e di esiti. Tralasciando l intero arco produttivo sinfonico, e concentrandoci sul solo Manfred (che, diciamo per inciso, è una delle opere schumanniane più alte) possiamo subito notare delle peculiarità che vanno oggi riconosciute come il segno di una cifra personalissima e di grande valore estetico: il tematismo organico all intera composizione, in primo luogo, inteso come travaso espressivo e contenutistico di atmosfere che danno carattere unitario all opera, nell Ouverture del Manfred realizzato attraverso anticipazioni motiviche che ritorneranno poi nel corso del lungo poema drammatico; in secondo luogo proprio quelle infiltrazioni gergali o di registro altro che creano efficacissime discrepanze atmosferiche; infine soprattutto, e in conseguenza di ciò, l ipotesi compositiva pienamente romantica di poter assumere come compito primario la comunicazione di un tracciato poetico denso e massimamente drammatico attraverso i soli mezzi della musica assoluta. È in questa prospettiva che si rendono allora non solo ammissibili ma perfino qualificanti i deragliamenti dalle norme formali linguistiche della tradizione. L Ouverture è costruita sull impianto dell allegro di sonata, ma appare evidente come la forma si modelli in funzione delle commoventi e drammatiche atmosfere del contenuto, assecondando tutte le più articolate sfumature dell eroe byroniano e della sua tragica e tormentosa vicenda. Una seconda, conseguente questione, riguarda il confronto da un lato con i principali modelli sinfonici classico-romantici ereditati da Schumann, su tutti gli immensi monumenti beethove- 9

10 niani e schubertiani, dall altro con le future vie del linguaggio sinfonico tardo ottocentesco e primo novecentesco. L approccio del compositore tedesco all impegnativo ambito sinfonico, pur partendo da quelle premesse altissime, mostra tuttavia, per le ragioni appena dette, le specificità linguistiche che certamente derivano dalla sua particolarissima posizione storica, qualificazione estetica, identità caratteriale. Il romanticismo di Schumann, la sua personale adesione alla principale corrente culturale e artistica dell 800, si mostra nel Manfred proprio attraverso la riverberazione e insieme la presa di distanza dall arte beethoveniana e schubertiana, indicando i futuri, prossimi esiti del poema sinfonico lisztiano e straussiano, e un po più in avanti nel tempo, perfino le complesse e moderne trasformazioni di Gustav Mahler. Infine, una terza prospettiva di riflessione che si apre a partire dall Ouverture riguarda l assimilazione della figura di Manfred (e in sostanza l identificazione) da parte di Schumann delle specifiche peculiarità romantiche del dramma. La musica dell Ouverture, con le sue inquietudini, i due indelebili temi principali, i ritmi talvolta incalzanti, talvolta mutevoli e imprevedibili, il dinamismo, le sonorità lugubri che si alternano alle atmosfere commoventi, i contrasti timbrici, le angoscianti combinazioni armoniche, restituiscono all ascoltatore il senso di una piena identificazione e partecipazione dell autore a questo concentrato di complessa romanticità. Philip Glass, rappresentante di punta, insieme a Terry Riley, Steve Reich, La Monte Young, John Adams, del cosiddetto movimento minimalista sorto negli Stati Uniti all inizio degli anni Sessanta, affronta nel corso della sua lunga carriera diversi generi musicali, con una particolare propensione per la musica applicata ad altri territori testuali o narrativi o scenici. Va aggiunto che, dopo aver preso le mosse, con ruolo preminente, dal versante più spiccatamente permutativo e formalistico del linguaggio minimale, via via Glass si allarga, in particolare dagli anni Ottanta, a considerare atteggiamenti meno rigorosi, di più facile 10

11 fruizione, cioè sempre meno riferibili ai paradigmi normativi ed estetici del minimalismo più autentico. Vi si ritrovano sì i dispositivi iterativi e ripetitivi, o le minime modificazioni di minimi pattern ritmico-melodici, come è alla base del minimalismo, ma al tempo stesso si riscontra una sensibile attenzione per le potenzialità espressive e comunicative della musica tonale, oltre che una evidente attrazione per le manifestazioni musicali delle culture extra-occidentali. Così, le sue progettazioni musicali assumono da un certo punto in poi atteggiamenti più flessibili, disponibili ad accogliere, aggiornandole, le vie della tradizione sinfonica e strumentale americana. Tra anni Settanta e Ottanta in particolare, Glass esplora in varie occasioni gli àmbiti della musica applicata alla scena e della musica associata alle immagini, dunque musica per il teatro, per il balletto, per varie performance, e musica cinematografica. Nascono così tra anni Settanta e Ottanta lavori teatrali importanti come la trilogia Einstein on the beach (1975), Satyagraha (1980), Akhnaten (1984), o ancora i diversi lavori su testi di Samuel Beckett, come The Lost Ones (1975), Endgame (1984), Company (1984). E poi soprattutto, per la notorietà anche presso il grande pubblico, le realizzazioni cinematografiche, su tutte la celebre trilogia Qatsi in collaborazione con il regista Godfrey Reggio, iniziata con Koiaanysqatsi (1983) e Powaqqatsi (1988), e completata nel 2002 con Naqoyqatsi. In questo quadro di sviluppo estetico e di produzione compositiva, a cavallo tra anni Ottanta e Novanta, Glass rivolge a un certo punto la propria attenzione verso forme più tradizionali di musica da concerto. È in questo scorcio di decennio, nel 1987, che prende forma il Concerto per violino e orchestra, un opera paradigmatica del nuovo corso intrapreso dal musicista statunitense. Emerge, nei tre movimenti di questo lavoro, una particolare propensione a riconcepire antiche forme del passato come la Ciaccona, o a ricollegarsi con le matrici linguistiche preclassiche, in particolare barocche della tradizione colta occidentale, senza tuttavia perdere la specifica, caratteristica identità linguistica maturata da Glass nel solco del minimalismo. Si percepisce 11

12 Glass Quando parlo di minimalismo, più dettagliatamente mi riferisco ad una strategia di lavoro, ad una tecnica di lavoro, non mi riferisco ad uno stile, o ad un linguaggio armonico, che non sono poi così importanti, perché io posso cambiare. Ecco perché penso assolutamente di aver scritto l ultimo pezzo minimale nel 74. La funzione del compositore deve essere molto diretta. Questa è la lezione che ho appreso da Cage: questo è il mio modello e questo è il modello che offro io alle giovani generazioni, che cerco sempre di incoraggiare. Tornando al quesito Per chi scriviamo la musica? o Chi è il pubblico? sono domande importanti, che dobbiamo sempre porci. Così come: In che modo il pubblico riscontra la qualità di quello che facciamo?. Oggi c è un forte movimento di giovani compositori, le cui inclinazioni sono molto diverse da quelle della mia generazione. Essi non hanno lo stesso conflitto ideologico che toccò a noi, non devono combattere per i valori del linguaggio. Quando noi eravamo giovani dovevamo fronteggiare la forte chiusura mentale dell ambiente accademico allora dominante. I giovani compositori non hanno questo genere di problema, ma ne hanno un altro, che è quello di trovare da soli un proprio linguaggio, un linguaggio autentico. Philip Glass 12

13 qui, come in altri lavori strumentali coevi, una nuova sensibilità poetica e un inedita vena lirica. Ma benché questo Concerto segni l avvio in qualche modo di una nuova stagione segnata dalla maggiore attenzione per le forme strumentali non finalizzate alla scena o alla rappresentazione, un filo lo collega saldamente alla precedente stagione performativa. Infatti, questo Concerto, che potremmo definire neo-barocco, affronta la relazione interpersonale tra solista e orchestra secondo le stesse modalità di interplay viste nel rapporto suono-immagine: non di commento si tratta lì, infatti, bensì di contrappunto vicendevolmente rispettoso tra ciò che si sente e ciò che si vede. Il Concerto, con la sua evidente impronta stilistica, rimarca questo principio di relazione tra una figura e uno sfondo che dialetticamente procedono nel disegnare il tempo secondo le particolari disposizioni ritmiche e metriche stabilite da Philip Glass. Con la Prima sinfonia in sol minore op. 13 intitolata Sogni d inverno, Pëtr Il ič Čajkovskij esordisce nel campo della grande composizione orchestrale e inaugura tutta una serie di personalissime tematiche estetiche, stilistiche, culturali, nonché caratteriali e psicologiche che accompagneranno l intero suo arco creativo. Scritta tra il 1866 e il 1868, dunque nel periodo di conclusione degli studi presso il Conservatorio di Pietroburgo e, a seguire, di assunzione della cattedra di armonia presso il neonato Conservatorio di Mosca per volere di Nikolaj Rubinstein, la Prima sinfonia assorbe completamente le energie del musicista, al punto di procurargli un esaurimento nervoso e un grave affaticamento psicofisico. Ma il lavoro non soddisfa pienamente Čajkovskij. E nemmeno, come sappiamo, i suoi due principali riferimenti didattici e formativi al Conservatorio di Pietroburgo, Nicolai Zaremba e Anton Rubinstein, fratello di Nikolaj. La prima esecuzione, limitatamente allo Scherzo e in via sperimentale, avviene il 10 dicembre del 1866 sotto la direzione dello stesso Nikolaj Rubinstein, mentre l esecuzione definitiva e completa dell opera avviene il 3 febbraio 1868, ancora diretta da Rubinstein. Le cronache parlano di un grande successo di pubblico, 13

14 Čajkovskij Quanto poi al carattere russo di tutta la mia musica, delle relazioni col folklore, sia nell ambito melodico sia in quello armonico, sappiate che dalla mia più tenera infanzia mi sono impregnato della miracolosa bellezza dei canti popolari in modo tale per cui amo appassionatamente ogni manifestazione dell anima russa e che io sono russo al cento per cento. Se non trovi motivo di gioia in te stesso, guarda agli altri. Vai tra la gente Non dire che tutto è triste nel mondo. Esiste una gioia semplice ma profonda... Quando vedo gli autoritratti dei pittori italiani, mi domando con quali mezzi noi musicisti potremmo creare un autoritratto. Da se stessi si potrebbe ricavare un unico tema come da Amleto o da Romeo, ma un unico tema non è un componimento musicale. L arte della strumentazione consiste nel capire una serie di cose: come usare i singoli gruppi strumentali in alternanza; come legarli adeguatamente; come economizzare gli effetti forti; in altre parole come applicare il timbro, il colore tonale alle idee musicali. Čajkovskij 14

15 ma il musicista non ne è ancora completamente soddisfatto: solo nel 1874, dopo una completa revisione del lavoro perverrà infatti alla forma definitiva dell opera. Per inquadrare adeguatamente questo primo incontro di Čajkovskij con la sinfonia, può essere utile osservare il background culturale e musicale che si disegna sullo sfondo di queste vicende compositive e nel periodo di maturazione dell op. 13, in particolare con la polarizzazione dell estetica musicale russa su due fronti antagonisti, da un lato il movimento riconducibile al Gruppo dei cinque, capitanato da Musorgskij, Rimskij- Korsakov, Borodin e orientato a sviluppare un linguaggio nuovo e insieme radicato nella tradizione russa, dall altro lato il movimento, pure orientato a sviluppare una nuova musica russa, innestata però in un contesto più cosmopolita e filo-occidentale sensibile alle poetiche romantiche tedesche, oltre che alle diverse inflessioni estetiche francesi. Sappiamo naturalmente, benché poi le differenze e i blocchi ideologici siano meno rigidi di quel che ci appare oggi, dell appartenenza di Čajkovskij a questo secondo fronte. La Prima sinfonia è innanzitutto una fedele testimonianza di questo nucleo di problematiche vivissime nello spirito culturale del Paese. L aspirazione nazionalista di Čajkovskij attraversa l intera partitura come progetto esplicito di edificazione idiomatica e rappresentativa proprio della tensione e insieme convergenza tra occidente e oriente, tra la posizione musicale classicoromantica del centro Europa e le nuove aspirazioni identitarie russe. Tutti i movimenti, tranne lo Scherzo, sono attraversati da materiali o inflessioni popolari derivate dalla pronuncia o dalla tradizione musicale russa. In stile popolare è la melodia che attraversa principalmente il movimento lento, così anche nel primo movimento viene evocata un atmosfera russa per mezzo di elementi tematici riconducibili alla morfologia melodica nazionale, e poi soprattutto nel Finale (Andante lugubre, Allegro moderato, Allegro maestoso, Allegro vivo), si ritrova una citazione esplicita del canto popolare Zvelij Zvetiki (Fiorellini sbocciati) che compare sia nell introduzione, sia nella successiva elabora- 15

16 zione in forma sonata, come secondo tema. Il tragitto biografico di Čajkovskij documenta eloquentemente la sua piena, diretta, direi perfino genetica immersione, fin dalla primissima età, nella tradizione musicale russa. Eppure, su questa riconoscibilissima profumazione sonora che esplicita tutta la propria diretta o indiretta russità, la Sinfonia mescola e innesta comportamenti musicali occidentali, riconoscibili, manifesti a loro volta, testimoni dell influsso dei grandi modelli preferiti dal musicista russo, su tutti, probabilmente, dell amatissimo Mendelssohn. Come si ricava in particolare dallo Scherzo, basato peraltro da Čajkovskij sull omonimo movimento della propria Sonata per pianoforte in do diesis minore, dove poi al posto del trio, il musicista russo inserisce uno dei suoi emblematici e fortunatissimi valzer che qui mostra somiglianze evidenti con il futuro Valse des Fleurs dello Schiaccianoci. Ma anche fin dal titolo, questa bellissima e pittorica, o narrativa, Sinfonia, ci parla di una speciale inclinazione raffigurativa protesa a coinvolgere attraverso i dispositivi sonori un ampia gamma di ambiti sensoriali. E anche qui, la matrice, il profumo, la luce della Russia čajkovskijana si manifesta in tutta la sua intensa potenzialità. Sogni d inverno è un titolo quasi pittorico. O forse narrativo, romanzesco. Così i primi due movimenti vengono nominati rispettivamente Sogni di un viaggio d inverno e Terra di sogno, terra di nebbie. Non si può dire che quest opera appartenga in senso diretto all universo del poema sinfonico. Sarebbe improprio e soprattutto riduttivo sostenerlo. Semmai colpisce la capacità qui della musica di suscitare, interagendo con le parole didascaliche, un ambientazione profondamente russa e insieme universale. Un atmosfera, anche, una disposizione emotiva, un profumo, una materializzazione spaziale e visiva immaginaria, immaginabile. Sembra allora di vedere, ascoltando, gli emozionanti boschi di betulle, o gli struggenti paesaggi d inverno del pittore russo Isaac Levitan. O le sospese, fredde pianure senza fine di certi romanzi di Ivan Turgenev. 16

17 Coincidenze 1849 Schumann Manfred, Ouverture Schumann, Tre Pezzi Fantastici per pianoforte,clarinetto con violino o violoncello; Adagio e Allegro per pianoforte e corno. Muoiono Johann Strauss senior, Chopin e Nicolai. Meyerbeer, Le Prophète, opera. Liszt, Héroïde funèbre per orchestra. Thomas, Le Caïd, opera. Verdi, Luisa Miller. Bruckner, Requiem in re minore. Il 9 febbraio viene proclamata la Repubblica Romana. Papa Pio IX fugge a Gaeta. Carlo Armellini, Giuseppe Mazzini e Aurelio Saffi sono nominati triumviri della Repubblica Romana. In seguito il generale francese Oudinot comincia l assedio di Roma, mentre il 2 luglio la Repubblica Romana cade. Il Regno di Sardegna denuncia l armistizio del 9 agosto 1848 e ricomincia la guerra contro l Austria. Le truppe austriache sconfiggono a Novara quelle Sarde. Carlo Alberto abdica a favore del figlio, Vittorio Emanuele, che firma l armistizio con Radezky. Il parlamento di Debrezcen dichiara decaduta la Casa d Asburgo in Ungheria dichiarando indipendente l Ungheria rivoluzionaria. Il generale austriaco d Aspre, che ha invaso la Toscana, assedia e saccheggia Livorno. Zachary Taylor entra in carica come 12º Presidente degli Stati Uniti d America. Viene firmata la Pace di Milano tra Austria e Regno di Sardegna. I patrioti italiani Ugo Bassi e Giovanni Livraghi sono fucilati dagli Austriaci a Bologna. Il 24 agosto Venezia si arrende agli Austriaci dopo un assedio di quattro mesi Čajkovskij: Sinfonia n.1 in sol minore op. 13 Sogni d inverno Nascono Satie, Cilea, Busoni. 17

18 Liszt, Deux Légendes, per pianoforte. Thomas, Mignon, opera. Offenbach, Barbebleu, operetta; La vie parisienne, operetta. Bruckner, Sinfonia n. 1; Messa n.2 in mi minore. Smetana, La sposa venduta, opera. Saint-Saëns, Suite in re minore per pianoforte e violoncello. Delibes, La Source, balletto. Bizet, Trois esquisses musicales, per pianoforte. Rimskij-Korsakov, Ouverture su temi russi; Sinfonia n.2 ( ). Il 20 giugno l Italia si allea alla Prussia e dichiara guerra all Austria, iniziando la Terza guerra d indipendenza che si concluderà il 12 agosto con l armistizio di Cormons e il 3 ottobre con la firma della pace. Il ottobre attraverso un plebiscito, è sancita l unione del Veneto (compreso il Friuli e Mantova) al Regno d Italia. Il 31 ottobre riapre il Teatro La Fenice a Venezia, chiusa dal 1859 a causa dell occupazione austriaca. Dopo due tentativi falliti, Cyrus Field stende con successo il primo cavo telegrafico sul fondo dell Oceano Atlantico Philip Glass: Concerto per violino e orchestra Glass, The Fall of the House of Usher (libretto tratto dal racconto di Edgar Allan Poe); The Light per orchestra; Pink Noise, installazione acustica, con Richard Serra; Colonna sonora di Hamburger Hill di John Irvin. Messiaen, La ville d en-haut per pianoforte, viola, fiati e percussioni. Berio, Formazioni. Sciarrino, Ricorrenze per quintetto a fiati; Tutti i miraggi delle acque per coro misto. Ferneyhough, Carceri d Invenzione IIc per flauto e live electronics. Nono, Caminantes... Ayacucho ( ), per contralto, flauto, ottavino e grande coro, organo, orchestra a tre cori e live electronics, su testi di Giordano Bruno; No hay caminos, hay que caminar... Andrei Tarkovski, per sette cori o gruppi strumentali. Xenakis, Kassandra (Oresteïa II) per voce di baritono amplificata, salterio a 20 corde e percussioni. Donatoni, Ave per ottavino, glockenspiel e celesta; Flag per 13 strumenti; O si ride per 12 voci soliste. Clementi, Prélude (Hommage à Ravel) per 12 strumenti. Reich, Electric Counterpoint per chitarra elettrica e nastro. Cage, Europeras 1 & 2; Organ²/ASLSP (As SLow as Possible). La Cassazione rende definitiva la sentenza che in appello ha assolto tutti gli 18

19 imputati per la Strage di Piazza Fontana per insufficienza di prove. In Italia entra in vigore il nuovo codice di procedura penale: definite le linee guida del nuovo processo penale. Viene condannato a morte l imperatore centroafricano Jean-Bédel Bokassa. Klaus Barbie, l ex ufficiale nazista soprannominato il boia di Lione, viene condannato all ergastolo per crimini contro l umanità. Alluvione in Valtellina: sono travolti da una frana due paesi della Valtellina, Morignone e S. Antonio Morignone: 53 morti, 1500 senzatetto. Rudolf Hess, 93 anni, ex militare nazista viene trovato morto nella sua cella a Spandau. Ungheria: creazione del Forum Democratico Ungherese: l Ungheria è il primo paese controllato dall URSS ad abbandonare il regime a partito unico. In Belgio il traghetto Herald of Free Enterprise si capovolge al largo di Zeebrugge: 193 morti. Viene inaugurato il sistema operativo Windows Esplode la Supernova 1987a nella Grande Nube di Magellano, la prima visibile ad occhio nudo dal Viene pubblicato in tutto il mondo The Joshua Tree degli U2, che diverrà il loro disco di maggior successo, vendendo oltre 27 milioni di copie. Sesta e settima enciclica di papa Giovanni Paolo II: Redemptoris Mater e Sollicitudo Rei Socialis. Negli Stati Uniti appaiono, per la prima volta, I Simpson, cartone animato creato da Matt Groening e James L. Brooks, destinato a diventare popolare negli anni successivi sia negli USA che in Europa. Fonti: Cronologia universale, Roma, Newton Compton, Dizionario della musica e dei musicisti, Utet, htm 19

20 Interpreti Michele Mariotti Pesarese, nato nel 1979, dopo aver concluso gli studi umanistici si è diplomato in composizione al conservatorio Rossini di Pesaro, e con il massimo dei voti e la lode in direzione d orchestra presso l Accademia Musicale Pescarese sotto la guida di Donato Renzetti. Nel settembre 2005 ha fatto il suo debutto operistico dirigendo Il Barbiere di Siviglia di Rossini. Tra il 2006 ed il 2008 ha diretto a Fano (Gianni Schicchi), al Festival di Wexford (Don Gregorio) al Comunale di Bologna e Comunale di Ferrara (L Italiana in Algeri), al Regio di Torino (Il Barbiere di Siviglia) ed in concerti con l Orchestra Filarmonica Marchigiana, l Orchestra del Maggio Musicale Formazione, l Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l Orchestra Toscanini e al Festival di Santander. In seguito anche al Carlo Felice di Genova, al Comunale di Bologna, al Liceo di Barcelona, al Valli di Reggio Emilia, allo Champs Elysées di Parigi dirigendo Juan Diego Florez e Rolando Villazòn e al Festival di Perelada. Ha debuttato nel Rigoletto a Lima, ripreso Il Barbiere di Siviglia a Las Palmas di Gran Canaria, debuttato I Puritani a Minorca e Nabucco a Reggio Emilia per il Festival Verdi e ripreso Il Barbiere all Opera Royal de Wallonie. Nel Novembre 2007 ha ottenuto un particolare successo aprendo la stagione 2007/2008 del Comunale di Bologna dirigendo Simon Boccanegra replicato anche al Valli di Reggio Emilia. Il successo di questa produzione si è tradotto nella nomina a Direttore Principale dell Orchestra del Comunale di Bologna, dove la sua presenza è prevista nei prossimi anni con diversi concerti e opere. Nel 2009 ha diretto, al Comunale di Bologna, sia I Puritani che La Gazza ladra e un Concerto Sinfonico. Ha anche diretto dei concerti con l Orchestra dei Pomeriggi Musicali a Milano, con la Filarmonica Toscanini a Piacenza e Parma, con la Filarmonica di Bologna e al Maggio Musicale Fiorentino. Al Regio di Torino è tornato con Don Pasquale, allo Sferisterio di Macerata ha debuttato in La Traviata, cui ha fatto seguito il debutto americano a Washington ne Il Barbiere di Siviglia. In seguito ha ripreso il Nabucco al Festival Verdi di Parma e diretto a Los Angeles Il Barbiere di Siviglia. Ha iniziato il 2010 dirigendo l Orchestra Toscanini di Parma durante il Concerto di Capodanno ed ha poi registrato per la Decca un cd con l Orchestra e Coro del Comunale di Bologna, con solista Juan Diego Florez. A Bologna ha diretto Idomeneo, Carmen e Concerti, al Teatro Real di Madrid 20

21 ha diretto un Concerto ed ha poi debuttato sia alla Scala di Milano con Il Barbiere di Siviglia, sia al Rossini Opera Festival aprendo la stagione con Sigismondo e chiudendola con lo Stabat Mater. In seguito ha diretto Il Barbiere di Siviglia al Teatro Massimo di Palermo, lo Stabat Mater al Comunale di Firenze, Idomeneo a Piacenza con il Comunale di Bologna ed ha registrato a Bologna un cd con Nino Machaidze per la Sony. Il 2011 l ha visto dirigere un concerto con l Orchestra Rai a Reggio Emilia, alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano, inizio delle celebrazioni per il 150 anniversario dell Unità d Italia. Ha poi diretto a Bilbao L Italiana in Algeri, Risorgimento e Il Prigioniero a Modena e Bologna, Il Requiem di Mozart a Bologna, La gazza ladra a Dresden, La Cenerentola a Bologna, I Puritani e Carmen a Tokio con il Comunale di Bologna, Il trovatore al Festival Verdi di Parma, La Cenerentola a Valencia. Tra i prossimi impegni possiamo citare: La Traviata, Le Nozze di Figaro e alcuni Concerti a Bologna, Concerti con l Oregon Symphony, Norma a Torino, Matilde di Shabran al Rossini Opera Festival. Inaugurerà la sta- 21

22 gione 2013/2014 al Liceo di Barcelona con Rigoletto, dirigerà I Puritani all Opera di Parigi sarà, al Metropolitan di New York con Carmen, I Puritani, Barbiere, Rigoletto e La Donna del lago, Il Barbiere di Siviglia a Chicago, La donna del lago al Covent Garden di Londra e tornerà alla Scala con I Puritani. Francesco D orazio Francesco D Orazio è stato recentemente insignito del XXIX Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana quale Miglior Solista del 2009, primo violinista italiano a ricevere questo prestigioso riconoscimento dopo Salvatore Accardo nel Nato a Bari, Francesco D Orazio si è diplomato in violino e viola sotto la guida del padre, perfezionandosi con Carlo Chiarappa, Cristiano Rossi e poi con Denes Zsigmondy presso il Mozarteum di Salisburgo e Yair Kless presso l Accademia Rubin di Tel Aviv. Si è laureato in lettere con una tesi in Storia della Musica sul compositore Virgilio Mortari. Ha tenuto concerti in tutta Europa, Nord e Sud America, Messico, Cina e Giappone ed effettuato registrazioni discografiche per Decca (opera per violino di Luciano Berio e Sonate per violino e pianoforte di Felix Mendelssohn, Ferruccio Busoni, Maurice Ravel), Opus 111, Hyperion (Concerti per 22

23 violino di Christian Lidarti), Stradivarius (integrale dell opera per violino e pianoforte di Alfred Schnittke, Sonate per violino e clavicembalo di Johann Sebastian Bach) e Amadeus (Concerto per violino e orchestra di Michael Nyman e Fire and Blood di Michael Daugherty, Corale per violino e orchestra di Luciano Berio, Trii di Haydn e l integrale delle Sonate per violino e basso continuo di Haendel). Ha inoltre inciso per Stradivarius i lavori per violino e orchestra di Ivan Fedele (Concerto per violino, Mosaique, En Archè, Orizzonte di Elettra per violino elettrico a 5 corde) registrati con l Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. È stato ospite di prestigiose istituzioni musicali quali l Accademia Nazionale di Santa Cecilia, New York University, Cadogan Hall a Londra, Cambridge Society for Early Music di Boston, Centre de Musique Baroque de Versailles, British Columbia University di Vancouver, Compagnia per la Musica in Roma (September Concert 2008), South Bank Centre di Londra, Frick Collection di New York e i Festivals Cervantino in Mexico, Breckenridge in Colorado, MiTo Settembre Musica, Lufthansa Festival of Baroque Music in London, Ravello, Istanbul, Montpellier, Ravenna, Urbino, Postdam, Salzburg, Strasbourg, Stresa e Tanglewood. Suona un violino di Giuseppe Guarneri Comte de Cabriac del Orchestra del Teatro Comunale di Bologna L Orchestra del Teatro Comunale di Bologna vanta un illustre tradizione che risale agli anni del melodramma romantico - sotto l egida di Gioachino Rossini, che a Bologna studiò e visse a lungo e attraversa lo straordinario periodo, tra la fine dell Ottocento e la prima metà del Novecento, in cui brillarono alcuni dei massimi direttori d orchestra: Luigi Mancinelli, Angelo Mariani, Giuseppe Martucci e Arturo Toscanini che, oltre alla Scala, predilesse sempre il Comunale di Bologna. Negli anni più recenti si sono avvicendati, nell incarico di Direttore Stabile o di Direttore Principale dell Orchestra, Sergiu Celibidache, Zoltán Peskó, Vladimir Delman, Riccardo Chailly e Daniele Gatti. Dal 2008 il Direttore Principale è Michele Mariotti.Tra i direttori che in tempi recenti hanno diretto la compagine orchestrale si segnalano Gary Bertini, Rafael Frühbeck de Burgos, Myung-Whun Chung, James Conlon, Gianluigi Gelmetti, Valerij Gergiev, Eliahu Inbal, Vladimir Jurowskij, Bruno Bartoletti, Pinchas Steinberg, Daniel Oren, Peter Maag, Sir Neville Marriner, Kurt Masur, Riccardo Muti, Mstislav Rostropovič, Esa Pekka Salonen, Sir Georg Solti, Christian Thielemann, Charles Dutoit, George Prêtre. Per l Orchestra del Teatro Comunale, numerose sono state le occasioni per tournée all estero (Giappone, Olanda, Romania, Spagna, Francia e Svizzera) e per la partecipazione a prestigiosi Festival come il Festival d Olanda di Amsterdam (1987), il Festival Verdi di Parma (1990), l Internationale Maifestspiele di Wiesbaden (1994), il Festival Internazionale di Santander 23

24 in Spagna (2004 e 2008), il Festival Internazionale di Aix en Provence in Francia (2005), il Savonlinna Opera Festival, in Finlandia (2006). Un rapporto privilegiato con il Giappone ha prodotto quattro fortunate tournée nel 1993, 1998, 2002 e nel Una ulteriore tournée è prevista nel settembre 2011 con la rappresentazione de I Puritani, Carmen ed Ernani a Tokyo ed Otsu. Dal 1988 partecipa regolarmente al Rossini Opera Festival di Pesaro. L Orchestra è attiva con regolarità anche nei principali centri dell Emilia Romagna. L Orchestra ha al suo attivo numerose significative produzioni discografiche, tra le quali si segnalano La Favorita di Donizetti diretta da Richard Bonynge, Oberto Conte di San Bonifacio di Verdi diretta da Zoltán Peskó, Il Barbiere di Siviglia di Rossini diretta da Giuseppe Patané, La figlia del reggimento di Donizetti diretta da Bruno Campanella, Le Maschere di Mascagni e La Bohème di Puccini dirette da Gianluigi Gelmetti, La scala di seta di Rossini in una produzione pesarese diretta da Gabriele Ferro, nonché alcune realizzazioni antologiche con Luciano Pavarotti e June Anderson. Sotto la direzione di Riccardo Chailly, l Orchestra ha inciso Macbeth di Verdi, Manon Lescaut di Puccini, Rigoletto di Verdi, La Cenerentola e Messa Solenne di Rossini e le produzioni videografiche dei Vespri siciliani e di Giovanna d Arco di Verdi e una produzione RAI di Werther di Massenet. Nel 1993, sempre in un edizione del Rossini Opera Festival, ha inciso l Armida di Rossini con la direzione di Daniele Gatti. Nel 2003 l Orchestra ha inciso per la Decca l opera Werther di Jules Massenet con Andrea Bocelli e la direzione di Yves Abel e per la Deutsche Grammophon l opera Le Comte Ory di Gioachino Rossini, registrata dal vivo a Pesaro in occasione del Rossini Opera Festival 2003, protagonista Juan Diego Florez, direttore Jésus López-Cobos. Ancora per la Decca e con protagonista Juan Diego Florez, ha inciso un CD di Arie Sacre. In uscita, sempre con il grande tenore peruviano, un CD di arie del repertorio francese. Per la Deutsche Grammophon ha inciso La Nuit de Mai, un CD di arie d opera e canzoni di R. Leoncavallo con la partecipazione di Placido Domingo e la direzione di A. Veronesi. Di recente uscita, per la Sony, l album di arie d opera di autori vari eseguite dal soprano Nino Machaidze e dirette da Michele Mariotti.

25 GRUPPO BPER Le attività di spettacolo e tutte le iniziative per i giovani e le scuole sono realizzate con il contributo e la collaborazione della Fondazione Manodori Vanna Belfiore, Deanna Ferretti Veroni, Primo Montanari, Corrado Spaggiari, Gianni Toschi, Vando Veroni

26 Annalisa Pellini Paola Benedetti Spaggiari, Enea Bergianti, Bluezone Piscine, Franco Boni, Gemma Siria Bottazzi, Gabriella Catellani Lusetti, Achille Corradini, Donata Davoli Barbieri, Anna Fontana Boni, Mirella Gualerzi, Insieme per il Teatro, Paola Scaltriti, Gigliola Zecchi Balsamo Francesca Azzali, Nicola Azzali, Gianni Borghi, Andrea Capelli, Classic Hotel, Francesca Codeluppi, Andrea Corradini, Ennio Ferrarini, Milva Fornaciari, Giovanni Fracasso, Alessandro Gherpelli, Alice Gherpelli, Marica Gherpelli, Silvia Grandi, Hotel Saint Lorenz, Claudio Iemmi, Luigi Lanzi, Franca Manenti Valli, Graziano Mazza, Ramona Perrone, Francesca Procaccia, Teresa Salvino, Viviana Sassi, Paola Torelli Azzali, Alberto Vaccari

27

28

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Storia dell'opera lirica in pillole

Storia dell'opera lirica in pillole Storia dell'opera lirica in pillole Le origini dell opera lirica: tutto ebbe inizio così... L opera lirica non esisteva nell antichità. Esisteva il teatro fin dai tempi dell antica Grecia e c era la musica

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO 1 Enrico Strobino L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO Incontro immaginario tra Steve Reich e Gianni Rodari PREMESSA L esperienza che qui presento è stata realizzata nella classe 1aG della Scuola Media S.

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni

Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Catalogo delle opere di Rosario Mirigliano Composizioni Silenzi (1972) per soprano, violino, contrabbasso, pianoforte, celesta e percussioni Quartetto (1973) per violino, viola, violoncello e clavicembalo

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati ITALIA / ITALIE e tra a cura di Gabriele Dadati direzione editoriale: Calogero Garlisi redazione: Eugenio Nastri comunicazione: Gabriele Dadati commerciale: Marco Bianchi realizzazione editoriale: Veronica

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi ISIPSÉ Istituto di Specializzazione Scuola di Psicoterapia in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale presenta il convegno internazionale Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i omaggio a leonildo marcheselli b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i I n t e r p r e t a t I d a g r a n d I f I s a r m o n I c I s t I massimo budriesi tiziano

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 GIULIO BEGGIO - Guida alpina Classe 1958, guida alpina erbese, imprenditore nel settore dell attrezzatura da montagna, Giulio Beggio è un profondo conoscitore

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE

GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE GLI ARISTOGIOCHI: UNA STORIA UN MUSICAL, UN GIOCO UN ARTE Autore: Liliana Minutoli PROGETTO DIDATTICO PER APPRENDERE DA SUONI, PAROLE, IMMAGINI, MOVIMENTI CORPOREI A BAMBINI E MAESTRI! Eccoci qui insieme

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Ci Muove la Passione. Stagione Lirica e di Concerti

Ci Muove la Passione. Stagione Lirica e di Concerti Ci Muove la Passione 2015 Stagione Lirica e di Concerti 2015 Stagione Lirica e di Concerti Don Giovanni Andrea Lucchesini Giampiero Sobrino Belcanto Gala Andrea Chénier Il Barbiere di Siviglia Marco Polo

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli