Armenia: fu vero genocidio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Armenia: fu vero genocidio"

Transcript

1 SABATO 18 APRILE 2015 ANNO 90 - N. 16 SETTIMANALE CATTOLICO CREMASCO D INFORMAZIONE FONDATO NEL 1926 UNA COPIA 1,20 ABBONAMENTO ANNUO 42 DIREZIONE: VIA GOLDANIGA 2/A CREMA POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC A pag. 10 A pagina 3 Alla vigilia dell ostensione della SINDONE LE SETTE PAROLE DI GESÙ IN CROCE nelle melodie del CANTO GREGORIANO e nell interpretazione della NOVA SCHOLA GREGORIANA Sabato 18 aprile ore 21 Cattedrale di Crema Sabato 18 aprile ore 21 CREMA Piazza Duomo Facebook: Sentinelle in Piedi Crema Commissione per la pastorale sociale Diocesi di Crema Cassa Rurale Adda e Cremasco Movimento Cristiano Lavoratori ECONOMIA DELLO SCARTO Papa Francesco scuote le nostre coscienze Relatore: dott. G. Bonomi docente università Cattolica di Milano Mercoledì 22 aprile ore 21 Sala Aiolfi presso la Cassa Rurale dell Adda e del Cremasco via De Magistris, 8 Bagnolo Cr. Incontro aperto a giovani e adulti Armenia: fu vero genocidio RICORDA, O SIGNORE, COME I FIGLI E LE FIGLIE DI QUESTA TERRA HANNO SOFFERTO E BENEDICI LA TUA GRANDE ARMENIA (Papa Giovanni Paolo II, 26 settembre 2001) MUSEO DELL OLOCAUSTO DI YEREVAN, CAPITALE DELL ARMENIA Centro Culturale Diocesano Gabriele Lucchi Spettacolo musicale Forza venite gente Compagnia: La Cometa dell Oratorio P.G. Frassati di Annicco Sabato 18 aprile ore 21 Auditorium Manenti S. Bernardino - Crema A pag. 49 pagina 14 Campi estivi per i giovani Proposta di Caritas e Pastorale Giovanile OGGI Confartigianato CREMA A cura dell Associazione Autonoma Artigiani Riprogettare settimanali diocesani sono in convegno. Come I ogni anno ci si ritrova in amicizia a riflettere su argomenti d attualità. Oggi siamo a L Aquila, una città che mostra ancora tutte le ferite del terremoto di sei anni fa. Gru dappertutto nel centro storico e palazzi ancora sbrecciati: sembrano mitragliati. Un drammatico effetto. Il tema del riflettere è Riprogettare. Riprogettare la città, il Paese e anche la nostra informazione. Parla il direttore de Il Centro, il quotidiano locale. Nel terremoto ha perso il padre e due figli: un ragazzo e una ragazza di sedici anni. È l icona del dramma. Non solo: cento anni fa (1915) avvenne anche il terremoto della Marsica (anch essa in Abruzzo), ad Avezzano restò in piedi una sola casa. Ricordiamo anche quello. Ovviamente non tocca a noi suggerire come rifare L Aquila: vogliamo cogliere da questo evento storico uno stimolo per tutti noi e per i nostri giornali, come raccontare i drammi e come contribuire a costruire il futuro. In apertura di convegno si contesta subito come è stato affrontato l evento del capoluogo abruzzese. Prima fase: la fase dell immagine, quando nella città colpita vennero tutti a promettere, compreso il presidente degli Stati Uniti. Momento di massima visibilità. Poi la seconda fase: la fase del silenzio e delle promesse non mantenute. La conclusione? Che oggi L Aquila è ancora abbandonata a se stessa. La ricostruzione non è avvenuta. La cattedrale, ad esempio, è ancora chiusa. E si è contestato che l attuale presidente del Consiglio Matteo Renzi non si sia ancora fatto vedere in città. Tante le ricostruzioni da riprogettare in questi primi anni del terzo millennio che si è aperto in modo drammatico. C è da riprogettare la pace, paurosamente in crisi: siamo come dice il Papa in una terza guerra mondiale! C è da riprogettare il Paese e Renzi è ancora nella fase dell immagine, o già in quella della ricostruzione? E il mondo politico è in grado di rilanciare l Italia? C è da riprogettare una cultura che si sta sfaldando, poco a poco, assediata dagli interessi di lobby soprattutto economiche. C è da riprogettare anche la nostra Chiesa che sembra sempre più in difficoltà, soprattutto nei confronti del mondo giovanile: e il Papa scrive la Evangelii Gaudium. Insomma, L Aquila come icona del nostro presente. SABATO 18 APRILE Caritas GRANDE RACCOLTA DI INDUMENTI USATI In tutte le Parrocchie della Diocesi di C R E M A Il materiale raccolto dalle parrocchie dovrà essere recapitato dalle ore 8 alle ore alla CASA DELLA CARITÀ DIOCESANA in VIALE EUROPA, 2 (zona Pilastrello) Si ricevono anche i sacchi consegnati dai singoli cittadini. ATTENZIONE AGLI ESTRANEI NON AUTORIZZATI!!! Mediterraneo: sbarchi e tragedie Dal 10 aprile a oggi migranti. Dubbi su Triton di PATRIZIA CAIFFA gnato nell accoglienza non è abbastanza: troppe , sono assolutamente insufficienti ribadisce il direttore della Migrantes. Come sono vite in più si potevano e si potrebbero ancora salvare. insufficienti i posti di prima accoglienza, presso- Con la primavera riprendono in maniera massiccia gli sbarchi dei migranti e conseguenti Gli sbarchi di questi giorni dicono quanto sia ché improvvisati nonostante siano diventati circa tragedie del mare. Ed è solo l inizio di un esodo che non si può arrestare, vista la drammatica situazione di guerre, terrorismo e violazioni dei diritti umani in atto dall altra parte del Mediterraneo. Dal 10 aprile in poi, nel canale di Sicilia sono stati soccorsi più di migranti diretti verso l Italia. Si tratta soprattutto di persone in fuga dalla Siria e dall Eritrea. La Guardia Costiera ha anche necessaria un azione generale per l accompagnamento delle persone che attraversano il Mediterraneo. Sempre più profughi fuggono a causa della guerra, del terrorismo e della sofferenza. A fronte di questa situazione bisogna fare in modo che il Mediterraneo sia presidiato non solo da forze italiane ma anche europee, nella logica della salvaguardia della vita. Lo afferma al SIR monsignor , accanto ai dei CARA (Centri di accoglienza richiedenti asilo). Per mons. Perego sarebbe fondamentale, anche per le emergenze ambientali e altre occasioni, avere un sistema di prima e seconda accoglienza molto più strutturato, e che dai 450 Comuni attuali si estenda a tutti gli Comuni italiani. Non si può tollerare sottolinea che un Comune possa decidere di soccorso un barcone capovolto a circa 80 miglia Giancarlo Perego, direttore della Fondazione accogliere o meno un richiedente asilo: sarebbe dalle coste della Libia, con 9 morti e 144 migranti. E chissà quanti altri saranno dispersi. La Guardia Costiera ha già decine di chiamate di soccorso in atto. Solo nella giornata di domenica ha soccorso 22 gommoni e barconi. Dall inizio dell anno, secondo i dati forniti dall Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), sono gli immigrati messi in salvo. Lo scorso anno, con le due operazioni Mare Nostrum e poi Triton, ne sono stati salvati , con 308 persone risultate coinvolte nel traffico illecito. Ma per Migrantes. Questi ultimi fatti commenta dimostrano la necessità di ripristinare l operazione Mare Nostrum, non semplicemente presidiando le frontiere. Triton sta facendo i salvataggi, ma non dimentichiamo che altri salvataggi sono avvenuti anche tramite altre navi, pescherecci e altre realtà. Questo indica come sia assolutamente necessario rafforzare con nuove unità navali. Il Mediterraneo sottolinea non può essere un muro. Deve permettere alle persone di ritrovare una sicurezza e questo può avvenire solo attraverso un coinvolgimento come decidere di sostenere o meno un anziano non autosufficiente o un minore non accompagnato. Il dovere della tutela del diritto d asilo deve far parte del nostro welfare. Siamo preoccupati perché il 2015 confermerà le previsioni dell aumento degli arrivi sulle nostre coste e l operazione Triton si sta rivelando assolutamente insufficiente per questo tipo di attività. È necessario rafforzare le operazioni di salvataggio in mare, per dare un apporto valido a scongiurare tante nuove tragedie : lo dice Oliviero Forti, il mondo ecclesiale impese europeo e internazionale. E anche responsabile dell ufficio immigrazione di Caritas i posti dello SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) da sono diventati quest anno oltre italiana. Quanto sta accadendo smentisce chi sosteneva che l operazione Mare Nostrum fosse un motivo di attrazione verso le nostre coste fa notare. Tutt altro, gli sbarchi sono addirittura aumentati. Inoltre, le operazioni di sal- (segue a pag. 4)

2 2 SABATO 18 APRILE 2015

3 TANTI NOSTRI FRATELLI E SORELLE A CAUSA DELLA LORO FEDE IN CRISTO VENGONO UCCISI SABATO 18 APRILE 2015 IL GENOCIDIO ARMENO IL CORAGGIO DI FRANCESCO NEL DIRE LA VERITÀ SUGLI STERMINI DI MASSA DEL XX SECOLO: QUELLI IN ARMENIA, IN CAMBOGIA, IN RUANDA, IN BURUNDI, IN BOSNIA In primo piano 3 IL 95% DEGLI STORICI CONDIVIDE LA DEFINIZIONE DEL PAPA di DANIELE ROCCHI l primo genocidio del XX Isecolo : ha ripreso le parole della Dichiarazione Comune firmata da Giovanni Paolo II e Karekin II, a Etchmiadzin il 27 settembre 2001, papa Francesco per ricordare la prima delle tre grandi tragedie inaudite che l umanità ha vissuto nel secolo scorso, quella del popolo armeno, durante la quale furono uccisi vescovi, sacerdoti, religiosi, donne, uomini, anziani e persino bambini e malati indifesi. Le altre due furono quelle perpetrate dal nazismo e dallo stalinismo. Sono le parole del Papa dalla basilica di San Pietro, dove domenica ha celebrato la Messa per il centenario del martirio (Metz Yeghern) armeno. Presenti Sua Santità Karekin II, Supremo Patriarca e Catholicos di Tutti gli Armeni, Sua Santità Aram I, Catholicos della Grande Casa di Cilicia, e Sua Beatitudine Nerses Bedros XIX, Patriarca di Cilicia degli Armeni Cattolici. Il ricordo del Papa è andato anche ad altri stermini di massa, come quelli in Cambogia, in Ruanda, in Burundi, in Bosnia. Non prima di aver parlato del grido soffocato e trascurato di tanti nostri fratelli e sorelle inermi, che a causa della loro fede in Cristo o della loro appartenenza etnica vengono pubblicamente e atrocemente uccisi decapitati, crocifissi, bruciati vivi oppure costretti ad abbandonare la loro terra. Anche oggi stiamo vivendo una sorta di genocidio causato dall indifferenza generale e collettiva, dal silenzio complice di Caino che esclama: A me che importa?. Per il Pontefice ricordare genocidi e stermini di massa è necessario, anzi, doveroso, perché laddove non sussiste la memoria significa che il male tiene ancora aperta la ferita; nascondere o negare il male è come lasciare che una ferita continui a sanguinare senza medicarla!. Il genocidio armeno ( ) avvenne nel quadro del primo conflitto mondiale ( ) ad opera del governo dei Giovani Turchi, al potere nel 1908, che in questo modo intendeva attuare l eliminazione dell etnia armena, presente nell area anatolica fin dal VII secolo a.c. Secondo stime di storici e studiosi furono deportati e massacrati circa 1,5 milioni di persone. Uno sterminio dalle caratteristiche di un genocidio che la Turchia ha sempre negato. Per il Paese della Mezzaluna, le vittime armene di quel periodo sarebbero circa 300mila. II MESSAGGIO DI FRANCESCO AGLI ARMENI In occasione del centenario del genocidio e della Messa celebrata domenica in San Pietro, papa Francesco ha inviato agli Armeni un Messaggio di cui pubblichiamo stralci. Cari fratelli e sorelle armeni, un secolo è trascorso da quell orribile massacro che fu un vero martirio del vostro popolo, nel quale molti innocenti morirono da confessori e martiri per il nome di Cristo. Non vi è famiglia armena ancora oggi, che non abbia perduto in quell evento qualcuno dei suoi cari: davvero fu quello il Grande Male, come avete chiamato quella tragedia. In questa ricorrenza provo un sentimento di forte vicinanza al vostro popolo e desidero unirmi spiritualmente alle preghiere che si levano dai vostri cuori, dalle vostre famiglie, dalle vostre comunità. Ci è data un occasione propizia di pregare insieme nell odierna celebrazione, in cui proclamiamo Dottore della Chiesa san Gregorio di Narek. La vostra vocazione cristiana è assai antica e risale al 301, anno in cui san Gregorio l Illuminatore guidò alla conversione e al battesimo l Armenia, la prima tra le nazioni che hanno abbracciato il Vangelo di Cristo. Il vostro popolo, illuminato dalla luce di Cristo e con la sua grazia, ha superato tante prove e sofferenze, animato dalla speranza che deriva dalla Croce. Come ebbe a dirvi san Giovanni Paolo II: La vostra storia di sofferenza e di martirio è una perla preziosa, di cui va fiera la Chiesa universale. La fede in Cristo vi ha infuso un coraggio ammirevole nel cammino. (21 novembre 1987). Questa fede ha accompagnato e sorretto il vostro popolo anche nel tragico evento di cento anni fa che generalmente viene definito come il primo genocidio del XX secolo. (Giovanni Paolo II e Karekin II, Dichiarazione Comune, Etchmiadzin, 27 settembre 2001). Fare memoria di quanto accaduto è doveroso non solo per il popolo armeno e per la Chiesa universale, ma per l intera famiglia umana, perché il monito che viene da questa tragedia ci liberi dal ricadere in simili orrori, che offendono Dio e la dignità umana. Anche oggi, infatti, questi conflitti talvolta degenerano in violenze ingiustificabili, fomentate strumentalizzando le diversità etniche e religiose. Tutti coloro che sono posti a capo delle Nazioni e delle Organizzazioni internazionali sono chiamati a opporsi a tali crimini con ferma responsabilità, senza cedere ad ambiguità e compromessi. Questa dolorosa ricorrenza diventi per tutti motivo di riflessione umile e sincera e di apertura del cuore al perdono, che è fonte di pace e di rinnovata speranza. Dio conceda che si riprenda il cammino di riconciliazione tra il popolo armeno e quello turco. La forza redentrice del sacrificio di Cristo rinsaldi i legami di fraterna amicizia che già uniscono la Chiesa Cattolica e la Chiesa Armena Apostolica. La testimonianza di tanti fratelli e sorelle che hanno sacrificato la vita per la loro fede, accomuna le diverse confessioni: è l ecumenismo del sangue. Vaticano, 12 aprile: Santa Messa per i fedeli di Rito Armeno. Nelle foto sotto, il Museo dell olocausto a Yerevan, capitale dell Armenia di oggi; Sua Santità il Patriarca di tutti gli Armeni in una processione a Echmiadzin, il Vaticano armeno di Yerevan; il monastero di Noravank in Armenia di MARIA C. BIAGIONI a nostra umanità ha vissuto nel secolo scor- tre grandi tragedie inaudite: la prima, che Lso generalmente viene considerata come il primo genocidio del XX secolo, ha colpito il vostro popolo armeno, prima nazione cristiana. Le parole pronunciate domenica da papa Francesco non sono affatto piaciute al governo turco che ha reagito in maniera seria e contrariata, mettendo addirittura a rischio i rapporti di buona fiducia tra la Turchia e la Santa Sede. Eppure sulla questione armena e sul genocidio sofferto dal suo popolo, non è la prima volta che la Chiesa cattolica si esprime in termini così chiari e inequivocabili. Già nel 2001 san Giovanni Paolo II in una nota congiunta con il Catholicos armeno Karekin II citata domenica da Francesco usò lo stesso termine: genocidio. Lo fece però in Armenia osserva Aldo Ferrari, docente di lingua e letteratura armena all Università Ca Foscari di Venezia e questa dichiarazione non ebbe l impatto mediatico mondiale che hanno invece ricevuto le parole di papa Francesco, pronunciate a Roma in una Messa solenne dedicata al popolo armeno e al centenario del suo genocidio. Non è dunque una parola nuova, ma incontestabilmente fortissima. Perché si fatica a usare il termine genocidio? Il 95% degli storici condivide che l unica definizione possibile a quello che si è consumato è genocidio. Un intero popolo è stato sterminato e scacciato dal territorio natio. Allora dove si pone il problema? A differenza della Germania che, dopo la guerra, è stata costretta a riconoscere il genocidio degli ebrei, la Turchia non è mai stata posta in questa situazione e ha continuato a negare, dalle origini sino ad oggi, di averlo compiuto. La richiesta ora di ammettere la verità, viene rivolta a uno Stato che sta acquisendo un ruolo geopolitico sempre più importante: la Turchia è membro della Nato ed è un Paese islamico moderato e, sebbene qualcuno dubita sulla moderazione dell Islam turco, non si vuole mettere in difficoltà questo Paese. Se la Turchia ha reagito male alle parole del Papa, questo rappresenta un grosso problema a livello internazionale. Non a caso anche il nostro governo sta tenendo un profilo basso sulla questione. Se la questione non è storica, allora è politica? Il genocidio c è stato. Non può essere onestamente negato. Chi lo nega o lo sminuisce, fa un operazione parallela a quella di taluni storici che negano l olocausto degli ebrei. È una oscenità, punto e basta. Detto questo, il problema politico rimane perché la Turchia è un Paese importante che prosegue la sua politica di negazionismo. Quali conseguenze potrebbero esserci se la Turchia ammettesse il genocidio? Le conseguenze sarebbero rivendicazioni economiche per la restituzione ai discendenti dei beni confiscati alle persone uccise. Si tratterebbe di un impegno economico consistente ma non credo sia questo il problema principale per una Turchia in impetuoso sviluppo economico. L elemento principale è di carattere culturale e morale. Riconoscere il genocidio significherebbe ammettere che buona parte di coloro che sono stati descritti in Turchia come eroi e fondatori della Patria moderna, sono in realtà assassini. Inoltre la Turchia dovrebbe ammettere di aver mentito per decenni. Sarebbe un mea culpa radicale. Un passo difficile e politicamente addirittura impensabile oggi. Impensabile ma possibile? Sono ottimista perché la Turchia di oggi è irriconoscibile rispetto alla Turchia di 20 anni fa. Offerta valida fino al 31/1/15, 30/4/15 IPT escl., con rottamazione auto. Foto a titolo di esempio. Consumi ciclo combinato (l/100 km): da 3,2 a 5,4. Emissioni CO2 (g/km): da 85 a 126. da da da Nuova Corsa. Nuova Corsa. IL Nuova IL NUOVO Corsa. NUOVO OH! OH! Sabato 18 e Domenica 19. opel.it Sabato 17 e Domenica 18. opel.it Sabato 17 Domenica 18. opel.it Sabato 17 e Domenica 18. Concessionaria per Crema e Lodi Opel MAZZOLA via Piacenza, 61 - CREMA Tel. (0373) Fax (0373) Opel. Idee brillanti, auto migliori

4 Dall Italia e dal mondo 4 SABATO 18 APRILE 2015 IL FISCO CAMBIA FACCIA Il 730 precompilato di FRANCESCO ROSSI scattata l ora X per il Fisco 2.0. Da È mercoledì 15 aprile, per 20 milioni di italiani è disponibile il nuovo 730 precompilato. Dove? Online, e si può visualizzare sul sito dell Agenzia delle Entrate se ci si è registrati e si è in possesso del Pin (di Fisconline o dell Inps). Il modello può essere scaricato e stampato, ed entro il 7 luglio deve essere presentato. Finalmente si assiste a un inversione di marcia con la pubblica amministrazione, che non fa più il controllo a posteriori ma scrive ai cittadini per comunicare loro i rispettivi redditi, ha dichiarato ad Affari e Finanza Cristiano Cannarsa, presidente e amministratore delegato della Sogei, la società che gestisce l anagrafe tributaria. Già, però l operazione non è così semplice e immediata. Anche chi non la modifica, infatti, deve verificare e accettare la dichiarazione, pena incorrere in sanzioni per mancata presentazione oppure perdita delle detrazioni fiscali. Nel primo caso rientra chi ha avuto più redditi nel 2014 (ad esempio perché possiede immobili oltre alla prima casa, oppure perché ha avuto più di un lavoro senza aver conguagliato le imposte dovute); nel secondo chi ha da portare in detrazione delle spese di cui il fisco è già a conoscenza (interessi passivi sui mutui, premi di assicurazioni vita e infortuni, contributi previdenziali e assistenziali, come pure crediti d imposta e rate degli oneri sostenuti per la ristrutturazione della casa o per spese condominiali straordinarie). La presentazione può avvenire online, oppure attraverso un Caf o un commercialista. E se 500mila contribuenti nelle ultime settimane hanno chiesto un Pin, secondo un sondaggio Confesercenti- Swg solo 1 contribuente su 4 farà da sé, mentre il 47% si rivolgerà al Caf e il 28% al commercialista di fiducia, con un costo medio di 45 euro (fonte Il Sole 24 Ore). C è poi da tener conto che il precompilato 2015 nasce zoppo per la mancanza di una serie di dati. Uno su tutti le spese mediche: considerato, però, che il 70% degli italiani usufruisce del 730 proprio per portare in detrazione questo genere di spese, va da sé che altrettante saranno le dichiarazioni da integrare e presentare modificate. Questo sarà un anno di prova, ha detto Cannarsa, ma è realistico pensare che tale prova perdurerà quantomeno anche nella dichiarazione del 2016, dal momento che non è ancora partita la tracciatura delle spese sanitarie. Anche qui, per modificare e presentare la dichiarazione, chi è fiscalmente e tecnologicamente esperto può far da sé, oppure rivolgersi a un intermediario (Caf o commercialista). Con alcune differenze. In primo luogo, il visto di conformità dell intermediario esonera il contribuente da futuri controlli, ma questo porta da subito a un aumento delle tariffe proporzionali alla maggiore responsabilità di questi soggetti, che in caso di loro errore si troveranno a sborsare di tasca propria le tasse non pagate dal contribuente e le relative sanzioni. Se c è, però, dolo del contribuente (ad esempio perché non ha dichiarato di aver affittato un appartamento, oppure ha dimenticato di esibire un reddito di lavoro), Caf e professionisti se ne lavano giustamente le mani e il fisco andrà a bussare direttamente alla porta del cittadino infedele. In secondo luogo, la maggiore responsabilità dell intermediario con tutta probabilità si ritorcerà a svantaggio dell utente in presenza di spese con interpretazioni dubbie. Un caso fra tanti? La ricevuta del medico specialista portata in detrazione senza il bollo (la cui mancanza non dovrebbe inficiare la validità della ricevuta ai fini della detrazione). Gli intermediari che si trovano davanti a una spesa dubbia preferiranno escluderla dagli oneri detraibili piuttosto che rischiare una futura contestazione dell Agenzia delle Entrate. Ancora, non si potrà fare online il 730 congiunto. Nel caso che una coppia abbia necessità della dichiarazione congiunta, dovrà necessariamente rivolgersi a pagamento all intermediario. Infine, tramonta di fatto il 730 autocompilato : rimane, infatti, la possibilità di compilare a mano il modello cartaceo, ma la presentazione al Caf per l inoltro all Agenzia delle Entrate non sarà più gratuita. Da valutare, quindi, costi e benefici dell operazione. di MARIA CHIARA BIAGIONI orremmo che tutti i terroristi del mondo sapessero Vche non ci siamo piegati alla paura perché la paura non ti lascia vivere. È questa la voce del Kenya a quasi quindici giorni (era il 2 aprile) dalla terribile strage all Università di Garissa. Centoquarantotto vittime, una carneficina firmata con il sangue dal gruppo terroristico Al- Shabaab. Un bilancio pesantissimo che ha lasciato il Paese nella tristezza e nello sgomento. Nessuno si aspettava una simile crudeltà. Ci siamo ritrovati senza una risposta. A raccontare lo stato d animo del Paese è Liliane Mugombozi, responsabile del giornale New City Africa (la rivista di Cittànuova) e docente di scienze della comunicazione all Università Cattolica di Nairobi. È appena atterrata a Roma per partecipare a un incontro internazionale. Nei suoi occhi c è tutto il dolore del suo Paese. Il Kenya ha pianto i suoi morti ma vuole continuare a vivere dice Liliane a guardare al futuro. L Africa in genere e anche il Kenya hanno una popolazione giovane. Abbiamo rifiutato di vivere nella paura. Siamo popoli vibranti, con la voglia di guardare in avanti e, per questo, non ci si lascia piegare dalla paura del futuro. Liliane Mugombozi era lì a Nairobi quando sono sfilate le bare delle 148 vittime di Garissa. Il governo ha voluto portare le salme nel mortuario dell Università Statale di Nairobi presso l Istituto di medicina legale per ridare loro onore ma anche per consentire in modo dignitoso e ordinato l identificazione e il ricongiungimento con i familiari. Sono andata lì racconta la giornalista con la macchina fotografica, ma una volta arrivata non sono riuscita a scattare una foto. Mi sono trovata davanti a un dolore grandissimo, genitori che svenivano. Troppo grande era per loro la sospensione di sapere se tra quelle bare c erano anche i corpi dei loro figli. Mi sono sentita scomoda e mi sono chiesta quale diritto avevo di fare domande. E di fronte ad un dolore così forte, ho scelto il silenzio e di stare a fianco delle famiglie per far mio il loro sgomento. Al-Shabaab ha annunciato di essere determinato a continuare a uccidere. I terroristi hanno capito che i giovani sono il futuro di una Nazione e hanno deciso di colpire proprio loro. Fonti concordanti dicono che alcune Università del Paese ricevono sistematicamente minacce. Tra queste c è anche l Università Cattolica dell Africa dell Est che ha sede a Nairobi ed è sostenuta dalle Conferenze episcopali di Zambia, Malawi, Kenya, Etiopia, Eritrea. Le minacce arrivano attraverso messaggini o direttamente dalle persone. Per i suoi progetti di morte Al-Shabaab usa i giovani che frequentano le Università. È successo così anche a Garissa, ricorda Mugombozi: c era uno studente nel gruppo che ha assalito il College. Lo scorso anno un alunno dell Università Cattolica di Nairobi ha confessato la presenza di una bomba nelle aule pronta a scoppiare. L hanno trovata e, per fortuna, l hanno disattivata. UNA VOCE DAL KENIA Non ci siamo piegati alla paura MEDITERRANEO: SBARCHI E TRAGEDIE (segue dalla prima) vataggio in mare da parte dei privati dimostrano che laddove non arrivano le istituzioni come sempre il privato cerca di supplire. Anche questo è un segnale di come ci sia bisogno di rafforzare questo tipo di operazioni se non vogliamo ancora caricare morti sulle motovedette della Guardia Costiera. I privati cittadini dimostrano di essere più avanti rispetto alle scelte politiche. L indotto dell accoglienza gestito dalla Chiesa nelle diocesi ha visto passare nell ultimo anno almeno persone, un terzo della capienza dell intero sistema ( persone). Noi ci stiamo impegnando per garantire a chi arriva una accoglienza dignitosa precisa Forti ma c è bisogno di incrementare ulteriormente la disponibilità di posti, perché già oggi il sistema fatica ad accogliere migliaia di persone presenti sui nostri territori. I dello scorso anno non scompaiono improvvisamente. Ci sarà bisogno sicuramente di altri posti. Forti rivela che molti istituti religiosi hanno reso disponibili centinaia di posti in più soprattutto strutture attrezzate per l accoglienza di mamme e bambini ma a parte un caso, non sempre le prefetture hanno accolto questa disponibilità e non sappiamo perché. Speriamo a breve di essere contattati, vista la situazione. La giornalista tiene a precisare che la religione e, quindi, l Islam non c entrano nulla con il terrorismo degli Al-Shabaab. Ne è una prova il fatto che gli stessi Imam del Paese hanno reagito condannando con forza l attentato di Garissa e i leader del Consiglio supremo dei musulmani del Kenya (Supkem), hanno compiuto una visita al vescovado per esprimere solidarietà alla Chiesa. Gli Al-Shabaab insiste Liliane sono una frazione degli estremisti. C è una forza del male che cerca di manipolare le nostre differenze, usando le realtà concrete del nostro Paese. Ci sono giovani di origine musulmana, che sono vulnerabili per via della povertà e della emarginazione. BIANCHESSI AUTO Concessionaria esclusiva per Cremona, Crema e provincia CREMONA - Via Castelleone, Tel Fax MADIGNANO - Via E. Mattei, 2 (Zona Mercatone Uno) - Tel Fax bianchessiauto.toyota.it

5 SABATO POMERIGGIO L INAUGURAZIONE CON IL SINDACO, RISARI, ALPINI, VENCHIARUTTI E LA MOGLIE EMERENZIANA SABATO 18 APRILE 2015 RICORDO DI BORIANI L UOMO E L OPERA DI FEDERICO: UNA MOSTRA TUTTA DA GUSTARE E UN LIBRO COLMO DI AFFETTO Nella foto grande, una tela di Boriani, Bimbo con cagnolini; altre tele con paesaggi cremaschi fluviali. A sinistra, una sala della mostra; l intervento di Alpini all inaugurazione, affiancato dal sindaco Bonaldi e da Emerenziana; la sala gremita di estimatori In primo piano UN VOLUME CON TESTIMONIANZE, STUDI E MEMORIE 5 In occasione dell inaugurazione della mostra antologica di Federico Boriani, sabato scorso alle 17, è stato presentanto anche un volume sul grande pittore cremasco, dal titolo Testimonianze, studi, memorie. Il saggio (n. 5 della serie Quaderni di Antropologia sociale), curato da Walter Venchiarutti, è scritto a più mani ed è diviso in tre parti. Nella prima una serie di 20 testimonianze di amici ed estimatori di Federico, nella seconda, cinque studi, nella terza, due memorie, tra cui i ricordi della moglie Emerenziana. Con alcuni autorevoli amici che firmano questa pubblicazione scrive Sergio Lini nell introduzione abbiamo ritenuto di fissare le nostre osservazioni sull uomo e non più sul pittore, atteso che la prevalente attività professionale di Federico Boriani nel campo della pittura ha già trovato ampi spazi, pur non essendo ancora cessata la discussione da tempo aperta a livello nazionale circa la valenza artistica del chiarismo lombardo di cui fu l ultimo protagonista. Federico si è dedicato tutto alla pittura, scrive Emerenziana nei suoi ricordi. Posso dire che viveva solamente per quello. Dipingere gli procurava un estremo piacere, lo rendeva felice! di GIORGIO ZUCCHELLI Il grande sorriso di Emerenziana, la moglie che ha amato e affiancato nel percorso artistico Federico Boriani, ha dato un tono gioioso all inaugurazione della mostra del grande pittore cremasco, ultimo dei chiaristi lombardi, sabato scorso alle 17, presso la sala Agello del Centro Culturale Sant Agostino. La mostra resterà aperta fino al 26 aprile prossimo (tutti i giorni dalle 16 alle 19, chiuso il lunedì) e un consiglio d amico è di visitarla, perché Federico, con le sue tele, riempie ogni volta il cuore di dolcezza. Sabato, alla semplice cerimonia, c erano tutti i vecchi amici, abbiamo visto Marì Schiavini, affettuosissima e sempre brillante; Sergio Lini, grande amico di Boriani; il dott. Ferrigno, il consigliere Alloni, Antonio Agazzi e tanti altri. Ma è toccato a Gianni Risari far da conduttore, al sindaco Stefania Bonaldi, al critico Cesare Alpini e a Walter Venchiariutti presentare la figura di Federico. Artista di accentuata sensibilità ha detto la Bonaldi che ha saputo farsi interprete, nelle sue opere, delle nostre campagne e della nostra natura, con capacità espressive raffinate e colori che sanno fare luce sul suo modo di vedere la realtà. Sono molto contenta ha concluso che la cittadinanza possa ammirare ancora le sue tele e leggere un testo che compendia il suo lavoro. E Risari ha tracciato, in poche parole, la figura dell uomo Boriani. L ho conosciuto fin da piccolo grazie a mio padre che amava la pittura. Erano i tempi in cui i grandi pittori cremaschi, Martini, Biondini, Fayer, Dado, Folcini, Boriani appunto e altri ancora, solidarizzavano ed erano un gruppo che arricchiva la vita culturale della città. Ma non solo. Risari ha voluto sottolineare la generosità di Boriani che abbiamo spesse volte apprezzato e ha ricordato l annuale asta di beneficenza di Radio Antenna5: Andavamo da lui ed eravamo sicuri di tornare con un bel quadro che agli ascoltatori piaceva molto. Molte le discussioni sull arte e sulla politica con Federico. Ogni volta che andavo da lui, parlavamo di arte: era un uomo colto, culturalmente aperto. In molti ricordano il suo impegno culturale al centro sant Agostino e dovunque. È stato un tradizionalista?, si è chiesto l on. Risari. No, questa mostra dimostra l evoluzione della sua pittura, anche se amava la tradizione che per lui non era malinconia. Era, infine, un uomo di fede: nella sua pittura i tanti campanili indicano la verticalità spirituale. Anche Alpini ha ricordato le celebri cene di casa Boriani sempre affollate di persone colte: Federico era un grande conversatore. Si chiacchierava d arte e d altro davanti al camino. Si parlava anche di politica: durante il Fascismo si era guadagnato persino qualche giorno di carcere. Poi l impegno nella Democrazia Cristiana. E la sua arte? Nell arte ha affermato Alpini ci sono varie correnti, ma nessuna è avanti o indietro: c è chi vuole correre, c è chi apprezza invece la bellezza di sempre. La dimostrazione della ricchezza artistica di Federico è che quasi tutti noi abbiamo voluto arricchire il nostro appartamento con una tela di Boriani! Ed è vero! La sua infatti è una pittura che è poesia e incanto. A Venchiarutti il compito di presentare il nuovo volume sul pittore cremasco. Non è il catalogo della mostra, nemmeno s è voluto dare risalto all artista: Le sue opere sono conosciute, ci interessava illustrare la sua attività, il suo essere uomo. Varie le sue attività: insegnante di pittura; uomo politico che negli anni 50 e 60 ha partecipato attivamente alla vita amministrativa cittadina. È stato anche uno scenografo a Milano, presso Bressi, nipote di Rovescalli. In quegli anni partecipava a incontri con i più grandi personaggi della cultura italiana. Attivo infine anche nella Commissione del Museo, in una ricca stagione culturale per il Cremasco. Emerenziana s è limitata a ringraziare tutti con calore, commossa della manifestazione d affetto per il suo Federico. Poi tutti a godere della bellezza della mostra. In promozione la NEW.GREEN Prato a 16,00 /mq

6 Opinioni e commenti 6 SABATO 18 APRILE 2015 Concerto dimenticato? Caro Direttore, grandi emozioni sabato 28 marzo al Teatro San Domenico di Crema! In cartellone il concerto dei musicisti di MAGICAMUSICA: trenta ragazzi con disabilità diverse che il suo giornale ha letteralmente ignorato: nessun cenno sul Torrazzo del 28 marzo né tanto meno sul numero del 4 aprile dove mi aspettavo almeno un trafiletto nella pagina degli spettacoli. Nulla! Forse ha giocato la concomitanza, per quel sabato, del concerto del rapper di Dio in piazza del Duomo? Mi è difficile da capire visto lo spettacolo offerto: ouverture con l Ave Maria di Gounod (eseguita magistralmente al violoncello da un ragazzo down aiutato da un assistente che lo guida sullo spartito), passando per De André e Vasco Rossi. Spazio anche per brani (cantati in inglese) di Simon&Garfunkel e di Chuck Berry. Non si riesce a capire come quei ragazzi riescano a stare fermi e concentrati per più di un ora e mezzo. L atmosfera è allegra e gli specialissimi artisti cantano e suonano senza difficoltà. C è da stupirsi, emozionarsi e commuoversi; specialmente quando un ragazzo che dondola ininterrottamente a tempo di musica si blocca improvvisamente per cantare un pezzo su richiamo del direttore. La serata si chiude con un brano di Riccardo Cocciante rivisitato da Simone Carelli, il cantautore del gruppo, titolato Disabilmente amare i cui nuovi versi difficilmente dimenticherò. GIBI Grazie, signor Gibi. Comunque il 28 marzo, a pagina 9, il nostro giornale dava la notizia: MAGICAMUSICA: concerto Disabilmente amare. Purtroppo gli spazi ristretti, per via delle tantissime notizie che ci pervengono, ci costringono a sintetizzare. Dialettica fiacca La penna ai lettori Inventiva: motore italiano Si susseguono gli annunci di nuove assunzioni in massa, dopo anni in cui gli annunci raccontavano invece di licenziamenti collettivi, di chiusure e fallimenti. Il Jobs Act funziona, gli sgravi contributivi sono veramente interessanti, le aziende assumono o regolarizzano i lavoratori precari. In più e questa ciliegina sulla torta è particolarmente dolce per il sistema-italia aumenta pure il numero delle multinazionali straniere che decidono di investire qui. Ultima la corazzata coreana Samsung, che si allargherà nel Milanese assumendo alcune decine tra ingegneri e designer. Questa notizia è letteralmente paradigmatica: dice tutto della situazione. Cioè che si investe e si assume al Nord, mentre il Mezzogiorno rimane fermo, immobile, salvo sparuti investimenti soprattutto in Campania e un po in Puglia. Le ragioni sono le solite, inutile ripeterle. E le nuove assunzioni, le prospettive migliori le hanno i giovani con particolari qualifiche professionali. Insomma, si ricercano profili assai qualificati. Una lezione questa che va imparata a memoria da chi si appresta a specializzare i propri studi, e dalle famiglie. Le aziende italiane che negli anni scorsi hanno delocalizzato all estero, pian piano stanno tornando indietro o comunque mantengono e potenziano la capofila italiana. Ma si tratta soprattutto delle realtà imprenditoriali migliori, quelle con i prodotti a più alto valore aggiunto; e si ricercano i tecnici più qualificati, gli artigiani più specializzati, le professionalità più inerenti alla realtà aziendale, e più avanzate. Non c è bisogno di un generico laureato in Giurisprudenza, ma di un esperto di contrattualistica internazionale con lingue ben Spett. direttore, gradirei una possibilità di replica, considerato che il suo giornalista Giamba ha commentato la mia dialettica in questi due anni nei banchi della minoranza a Capergnanica come fiacca. a) In questi due anni il suo giornalista in Consiglio comunale a Capergnanica non l ho mai visto e quindi come può commentare la dialettica politica che vi si è svolta? b) Alle assisi comunali io ho sempre partecipato (tranne quando ero diversamente impegnato per motivi professionali), mentre altri considerati dinamici... c) Che significa fiacca? Il termine fiacca si utilizza per commentare una negativa performance sportiva o sessuale..., quindi che cavolo c entra? Io reputo che l opposizione debba essere costruttiva e propositiva e indirizzata quindi al bene comune. Le urla, gli insulti e gli strepiti non fanno parte del mio stile. Certo, i giornali per vendere hanno bisogno di sceneggiate, ma il fiacco il signor Giamba lo eviti, anche perché non è indispensabile apparire cotidie su giornali e tv, alla Renzi. Si agisce per il bene della collettività anche instaurando dialettiche educate e intelligenti con la maggioranza. Se a Giamba non piacciono sono affari suoi. dr. Gian Mario Moro Consigliere di minoranza Capergnanica P.S. Per quanto riguarda l ubicazione della mensa a Capergnanica devo sottolineare che pure io l ho trovata... insolita, certamente in regola con le leggi e quant altro, ma dire che è stata una scelta ottimale... ce ne corre. conosciute e utilizzate Ci si è accorti che le mani dei sarti italiani sono ineguagliabili: ma stiamo parlando di prodotti di alta sartoria, con aziende che preparano il personale direttamente nelle loro scuole di formazione. Le qualità ingegneristiche italiane non sono seconde a nessuno, nel mondo; il nostro senso del bello fatto bene nel mobile, nei tessuti, nei complementi di arredo, finanche nel cibo non ha eguali. L inventiva non ci difetta (ci mancherebbe! È da secoli che siamo professionisti nell arrangiarci) e così non mancano i nuovi prodotti, i brevetti, le innovazioni. Tutto questo è il vero motore economico italiano; e il motore è finalmente ripartito. Ma richiederà i migliori, perché la sfida è con il mondo, con i migliori di tutto il mondo. Insomma curricula striminziti, lauree stiracchiate, prese dopo anni di fuoricorso in facoltà scadenti e in corsi di studio più da completamento dei propri interessi personali, che da formazione lavorativa, produrranno domani più di oggi lavoratori sottoccupati, manovalanza a basso costo, laureaticamerieri, precariato che non trova sbocchi. Un discorso che non vale per tutti, ma per moltissimi sì. E, a giudicare dalle iscrizioni universitarie femminili, un discorso da valutare attentamente da parte delle ragazze italiane. Perché il precariato e l esclusione lavorativa sono soprattutto donna, meridionale, poco qualificata o con studi vaghi o spendibili in attività lavorative ormai sature o in declino. Questa è la realtà: che piaccia o meno con essa bisogna fare i conti. Nicola Salvagnin Risponde Giamba: confermo e ribadisco l appropriatezza del termine fiacca, peraltro assolutamente non rivolto esclusivamente a lei, ma all intera amministrazione. In merito alla mia presenza in Consiglio comunale, ci sono sempre stato, anche nelle prime sedute di questa tornata amministrativa. Poi, però, più nessuna comunicazione è giunta al nostro giornale che, le assicuro, non ha bisogno di sceneggiate per vendere. Comunque, se avvisato, come avviene con altri Comuni, sarò ben lieto di partecipare alle sedute consiliari. Concordo sul bisogno di dialettiche educate e intelligenti, ma ritengo che i ruoli di maggioranza e minoranza siano ben definiti, nel rispetto anche di quanto espresso dall elettorato. Dalla pista con livore Tirato nuovamente per i capelli vengo risucchiato in una lite da ballatoio di cui farei volentieri a meno. Brutta bestia la nostalgia quando diventa l unica password per accedere a una realtà sempre meno scintillante. D accordo che è meno inquietante rivangare il passato che occuparsi di loghi societari di incerto lignaggio, proposti in superofferta da disinvolti massimi dirigenti. 40 anni sono un inezia, servono generazioni per non sentirsi intrusi in certi contesti. Ricordate certi maldestri sommelier dell ultima ora, passati a rigirarsi nelle loro tozze mani un ballon. Più nocivi di un branco di elefanti in cristalleria. Fate bene a ricordare i vostri anonimi esordi in pista e allora vedete di rimanere nella vostra corsia. Senza deragliare. Quick Chiuse in Cattedrale le tombe dei Vescovi Caro don Giorgio, Le chiedo un favore che mi sta molto a cuore. Da quando la nostra Cattedrale è stata riaperta in tutto il suo splendore, s è verificato che l accesso alle tombe dei nostri venerati Vescovi non è più liberamente possibile, se non con permessi momentanei. Quel cordone sembra una catena. Quante persone mi hanno espresso questo dolore. Se Lei riesce a far qualcosa, Le sarò ancora più riconoscente. Lettera firmata Gentile lettore, per ora mi associo alla sua richiesta, visto che personalmente non ho nessun potere nell amministrazione della Cattedrale. Cercherò comunque di chiedere il perché di tale chiusura che a dire il vero ha meravigliato anche me. ARREDAMENTI MAIANDI Sapore d antico SCONTI dal 40% al 70%...e in più detrazione fiscale del 50% UGGERI PUBBLICITA CORTE DE CORTESI (CR) Strada Provinciale n. 21 Tel

7 Quarta edizione di Tutto Bimbi, domenica scorsa, in città. L evento dedicato ai bambini a cura di Pro Loco Crema e Ascom Crema, in collaborazione con l amministrazione comunale, s è svolto per tutta la giornata all interno degli splendidi chiostri del Sant Agostino e in sala P. Da Cemmo. Numerose le attività ludiche e culturali proposte negli spazi del Museo civico di Crema e del Cremasco tra musica, sport, giochi, trucca bimbi (a cura del corso Sociale dello Sraffa ), palloncini e tanta allegria, con il coinvolgimento di tanti bambini e di intere famiglie. L iniziativa ancora una volta ha fatto centro. Non sono mancate visite guidate alla sezione archeologica museale, alla Pinacoteca, compresa la nuova sala di arte moderna (Sam). Tra le associazioni protagoniste della giornata anche la Vela Crema, che ha proposto ai piccoli il suo affascinante simulatore sailing maker che tanto successo ha nelle manifestazioni fieristiche. Spazio anche a lezioni teoriche circa le imbarcazioni e le tecniche di costruzione e navigazione. Le note che hanno accompagnato la giornata sono state affidate in prima battuta al Trillo: ha avviato le attività del pomeriggio con un bel medley classico e contemporaneo. La Scuola Em dei maestri Elena Pariscenti e Mirko Gandelli, pluricampioni italiani nella propria categoria, ha strappato scroscianti applausi proponendo un esibizione dei vari stili di danza, dal valzer inglese al tango argentino e così via. SABATO 18 APRILE 2015 UNA BELLA FESTA ORGANIZZATA DALLA PRO LOCO Intorno alle ore 16, in sala P. da Cemmo l attesa cerimonia di premiazione del concorso grafico-pittorico Passeggiando per Crema, cui hanno preso parte una decina di classi delle scuole primarie e dell infanzia della città: la scuola primaria di Borgo San Pietro, le classi seconda e terza della Fondazione Manziana, le classi quarta e quinta della scuola primaria di San Bernardino, le classi seconda e quinta della primaria di Crema Nuova e, ancora, le due scuole dell infanzia Fondazione Manziana e Casa dei bambini Iside Franceschini. Gli elaborati si sono concentrati sui luoghi più caratteristici e affascinanti della nostra bella Crema, compresi monumenti e parchi, visti dai baby-artisti con i loro occhi che guardano dal basso, ma anche al futuro. Vincitori 2015 i bambini della scuola dell infanzia diocesana Manziana : probabilmente il loro cartellone sarà il logo della prossima edizione dell evento. Soddisfatti gli organizzatori della giornata dedicata ai piccini, a partire dalla presidente dell associaizone Pro Loco Elena Moretti, compiaciuta per la grande affluenza e per la collaborazione che ha dato ottimi frutti. I bambini sono stati i veri protagonisti dell evento e si sono davvero divertiti. Prima di chiudere una buona merenda, la sfilata di moda e l esibizione della Junior Band e la mini orchestra del corpo bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano, che ha proposto un mix di successi di ogni epoca. Luca Guerini Nella foto, il manifesto vincente della Scuola dell Infanzia Paola di Rosa e Canossa con le maestre Stefania Cozzolino, Daniela Grosso e due alunni della seconda Ancelle In primo piano 7 Tosaerba Trattorini Motoseghe Motozappe Motopompe Decespugliatori Tosasiepi ROBOT DA GIARDINO...perché al tuo giardino, non basta accontentarsi... NUOVA CONCESSIONARIA via Adua, 12 - Crema (CR) Tel -Fax domenica 19 Aprile domenica 19 Aprile dalle dalle 9,00 9,00 alle alle 17,00 17,00 dalle 9,00 alle 17,00 FeSTA FeSTA di PRImAVeRA di PRImAVeRA PROVA GRATUITA PROVA GRATUITA PeR PeR AdUlTI AdUlTI e bambini bambini PeR AdUlTI e bambini ti ti offriamo offriamo la la possibilità possibilità di di entrare entrare nel nel mondo mondo ti offriamo del del la cavallo cavallo possibilità di entrare nel mondo del cavallo OMBRIANO - CREMA Via Via OMBRIANO Roggia Roggia Comuna, Comuna, - CREMA 1 bis bis Via Roggia Comuna, 1 bis SCUOlA di equitazione SCUOlA di equitazione COn ISTRUTTORI FedeRAlI COn SCUOlA ISTRUTTORI di equitazione FedeRAlI COn ISTRUTTORI FedeRAlI Tel. Tel Aperto Tel Aperto dal Martedì alla Domenica dal Martedì Aperto alla Domenica dal Martedì alla Domenica

8 8 sabato 18 aprile 2015 PROMUOVIAMOCI Imprenditori e politici in dialogo di ANGELO MARAZZI Responsabili di sette associazioni imprenditoriali della provincia Industriali, Libera Artigiani Cremaschi, ANCE, Confartigianato Cremona, Apindustria, Confartigianato Imprese di Crema e CNA si sono confrontati, venerdì, nell Auditorium Giovanni Arvedi a Cremona, con politici e amministratori locali su come ridisegnare insieme il destino del territorio, per ridare sviluppo e occupazione. L incontro denominato in modo significativo quanto inequivocabile, ProMuoviamoci è stato introdotto dal presidente dell Aic Umberto Cabini, il quale ha spiegato l obiettivo di questo momento di conversazione: far percepire quanto non sia più rinviabile una nuova politica territoriale che nasca con una visione di medio-lungo periodo, per rilanciare la vocazione territoriale e promuoverne la qualità e l attrattività. Il prof. Paolo Rizzi dell Università Cattolica ha quindi illustrato alcuni dati economici su cui è necessario focalizzare la riflessione: calo dell occupazione e della produzione, riduzione del numero di imprese e crescita della disoccupazione giovanile, a cui si contrappongono segnali di ripresa, seppur ancora deboli, incremento dell export in percentuale superiore rispetto sia all ambito regionale che nazionale. Un quadro su cui si son poi agganciati gli interventi coordinati dal prof. Fabio Antoldi, docente della Cattolica e direttore del Cersi dei presidenti delle associazioni di categoria. Con Alberto Griffini, di Apindustria, a evidenziare la necessità di adeguate infrastrutture e un efficiente rete di trasporti per rendere il territorio attrattivo, creare sviluppo e accrescere la competitività delle imprese. E ha elencato concrete priorità da perseguire, tra cui: completamento del raddoppio della Paullese con il nuovo ponte sull Adda, strategico non solo per velocizzare il collegamento con Milano ma anche per facilitare l innesto con la Tangenziale esterna Milano; collegamenti dei caselli Brebemi con il territorio cremasco; realizzazione dell Autostrada Cremona-Mantova, della Tibre, del terzo ponte sul Po per un rapido collegamento con A21, Autostrada Cremona Mantova. Carlo Beltrami, dell Associazione costruttori, s è invece soffermato sulle numerose aree dismesse presenti sul nostro territorio provinciale, per recuperare le quali ha proposto di attivare Pacchetti Localizzativi di agevolazioni e incentivi rivolti alle attività produttive e del terziario avanzato. Marco Bressanelli, della Libera Artigiani, ha posto l attenzione su la grande sfida di una nuova politica di sviluppo economico generata dai Comuni, in collaborazione con enti locali e associazioni, che hanno come unico comune denominatore una vincente operazione di marketing a favore delle imprese, vantaggi e sconti fiscali, misure agevolative, semplificazioni amministrative. Anche Pierpaolo Soffientini, di Confartigianato Imprese Crema, ha ribadito l importanza di fare sinergia, unendo le forze per ridare slancio all imprenditorialità che nel territorio non manca. Al presidente di Cna Giovanni Bozzini è stato dai colleghi affidato il compito di illustrare la proposta operativa su cui impostare una concreta interlocuzione con i rappresentanti delle istituzioni e gli amministratori locali, istituendo un tavolo di coordinamento territoriale, allo Ster. Rassicurazioni dell impegno da parte della Regione nella promozione di aree omogenee, anche come superamento della confusione venutasi a creare nei territori con la riforma Delrio, son venute dal sottosegretario alle Riforme istituzionali, enti locali, sedi territoriali e programmazione di Regione Lombardia, Daniele Nava. E se i sindaci di Crema, Cremona, Casalmaggiore, Soncino e Stagno han espresso la disponibilità degli enti locali al confronto con gli imprenditori, i parlamentari Franco Bordo di Sel e Danilo Toninelli del M5S e l europarlamentare Massimiliano Salini hanno assicurato sostegno nei rispettivi ambiti, al pari dei consiglieri regionali Agostino Alloni e Carlo Malvezzi. Martedì Regione Lombardia e Upl- Unione Province Lombarde hanno trovato l accordo per la gestione dei fondi e delle competenze: una questione molto rilevante, che ha portato al rischio che si bloccassero i servizi nelle materie di competenza delle nuove Aree Vaste. Una buona notizia per i cittadini lombardi ha commentato soddisfatto il governatore Roberto Maroni perché le Province potranno continuare a esercitare le loro funzioni e a erogare i servizi per i cittadini. Noi, come Regione Lombardia ha chiosato ci abbiamo messo del nostro: penso ai 10 milioni per garantire il trasporto dei disabili, pur non essendo obbligati a farlo. Altre Regioni non lo hanno fatto, noi sì. L intesa raggiunta ha spiegato il sottosegretario regionale a Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione, Daniele Nava, illustrando in Consiglio, mercoledì, i contenuti dell accordo consente di consolidare il percorso politico intrapreso da Regione Lombardia, finalizzato a rendere effettivo l esercizio delle funzioni non fondamentali delegate alla Province. Abbiamo lavorato per garantire ai cittadini i servizi che il Governo ha tolto con le ultime manovre finanziarie e la Legge Delrio, ha ribadito a sua volta. Ci differenziamo, come Lombardia ha precisato Nava perché parliamo di funzioni che hanno impatto sui cittadini e che difficilmente possono essere gestite centralmente, seppur in Regione. Tra queste la fetta più consistente delle risorse è destinata al Trasporto pubblico locale. In dettaglio, l intesa prevede il trasferimento alle Province di risorse pari al 22,95% del gettito della tassa automobilistica per l anno 2015, che ammonta a circa 195 milioni di euro, mantenendo pressoché invariata percentualmente l entità del trasferimento delle risorse fiscalizzate, nonostante il minor introito registrato a partire dal 2012, e assicurando così il finanziamento del servizio del Trasporto pubblico locale, pari a 150 milioni di euro; l impegno a garantire, fino al 30 settembre 2015, la Formazione professionale secondo l attuale sistema e con il sistema della Dote dall anno formativo ; la messa a disposizione di 10 milioni di euro per far fronte alle criticità legate all inclusione scolastica, all assistenza educativa e al trasporto delle persone disabili. L intesa ha evidenziato sempre il sottosegretario regionale riguarda, tra l altro, le modalità di finanziamento delle funzioni non fondamentali conferite dalla Regione Lombardia alle Province, assicurandone l integrale funzionamento, e costituisce un L INIZIATIVA PROMOSSA DA SETTE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER RIDISEGNARE INSIEME IL TERRITORIO E RIDARE SVILUPPO E OCCUPAZIONE. RILANCIANDO QUALITÀ E ATTRATTIVITÀ L introduzione del presidente Aic Umberto Cabini e in alto la platea nell auditorium Arvedi REGIONE LOMBARDIA: NO AL CENTRALISMO Nell intesa con l Upl previsti 205 milioni alle ex Province L assessore regionale Daniele Nava e Palazzo Lombardia tassello fondamentale in vista della concretizzazione delle scelte politiche operate con il Pdl 223/2014 nell ambito del percorso attuativo della legge Delrio. Le Province potranno inoltre continuare a fruire dei proventi non compresi nelle risorse ex fiscalizzate quali, ad esempio: canoni del demanio idrico, introiti dal rilascio delle autorizzazioni ambientali, trasferimento per accisa relativa al Trasporto pubblico locale. In sede di Osservatorio regionale ha sottolineato infine Nava Regione Lombardia e Upl, in collaborazione con Anci e previo coinvolgimento delle organizzazioni sindacali, affronteranno le questioni concernenti il personale e i rapporti di lavoro interessati da eventuali processi di mobilità conseguenti al riordino delle funzioni, secondo i criteri condivisi nell ambito della conferenza delle Regioni e Province autonome lo scorso 2 aprile. A.M. PRESENTAZIONE UFFICIALE SABATO 18 E DOMENICA 19 CONCESSIONARIA ESCLUSIVA MADIGNANO Via Oriolo, 41 Tel CREMONA Via Dante, 78 Tel da 110 anni la concessionaria di fiducia RICHIEDI TEST DRIVE TUTTA LA GAMMA PRESSO LE NOSTRE SEDI

9 VIABILITÀ SABATO 18 APRILE 2015 L ac i tt à 9 EX DISTRIBUTORE DI PORTA SERIO Nuova 591 presto aperta INCONTRO ORGANIZZATIVO TRA PROVINCIA E COMUNI di LUCA GUERINI Nuovo incontro tra i tecnici della Provincia di Cremona e le amministrazioni comunali interessate dai lavori riguardanti la nuova 591, che di fatto collega la zona nord del Cremasco al casello autostradale della Bre.Be-Mi. di Fara Olivana con Sola e alla Provincia di Bergamo. La riunione s è svolta nel palazzo della Provincia di via Matteotti nella mattinata di martedì, presenti l ingegner Cristiano Rebecchi, dirigente del settore Manutenzione e Sviluppo Rete stradale della Provicnia stessa, il sindaco di Camisano Adelio Valerani (accompagnato dal vicesindaco Giovanni Franzelli e dal tecnico comunale geom. Sara Albergoni) e il collega di Ricengo Ernestino Sassi (con lui il delegato a Edilizia, Urbanistica e Territorio Emilio Peemoli e il tecnico comunale geom. Luca Beretta). Interessati all argomento anche i Comuni di Casale, Sergnano e Castel Gabbiano. Durante l incontro s è parlato dell accordo del 2002 e della prossima apertura della 591 (a fine aprile oppure ai primi di maggio, per dare tempo alla burocrazia di compiere i suoi passi e terminare i collaudi, ndr), con i conseguenti passaggi di consegna delle nuova arteria costruita dal consorzio BBM per contro di Bre.Be.Mi., ma anche degli attuali tratti provinciali dalla Provincia ai Comuni, approfondendo la bozza di verbale da inviare poi in Regione, ma anche la riqualificazione della vecchia Sp 16, che da provinciale sarà, dunque, declassata a comunale. Di fatto, analizzando il grado di validità dell accordo di programma del 2002, la Provincia ha chiarito che non procederà a un asfaltatura completa della Strada provinciale 16 per mancanza di fondi: saranno piuttosto operati ripristini parziali dell asfalto e messe in sicurezza le banchine cedevoli per poi passare l arteria viaria ai Comuni, che riceveranno una tantum per completare la sistemazione delle parti restanti. Una mediaizone che ha messo tutti d accordo. Non è mancato un confronto sui sottopassi che saranno gestiti dai Comuni di Ricengo e Camisano, ma che per il momento resteranno chiusi perché non collegati ai paesi dalle ciclabili, che sono in capo alle amministrazioni. Proprio sulle nostre colonne i sindaci avevano già espresso le proprie preoccupazioni per il reperimento dei fondi da destinare alla creazione delle ciclopedonali. Staremo a vedere. Una fase dei lavori sulla nuova 591 in territorio di Ricengo; la strada sarà aperta a fine mese o nei primi giorni di maggio Quando, a fine mese o all inizio del prossimo, la vecchia strada provinciale Sp 16 sarà declassata, Camisano si prenderà in carico provvisoriamente la strada dal confine con il Comune di Ricengo fino all innesto con la Sp 12, così come dall innesto con la Sp 12 fino all intersezione con la nuova infrastruttura ( chilometri). Lo stesso varrà per il Comune di Ricengo nei tratti di sua competenza. Non sarà declassata per ora la Strada provinciale 15 perché non ci sono fondi per la sua riqualificazione: quando avverrà saranno chiamate in causa le amministrazioni di Casale Cremasco Vidolasco e Castel Gabbiano. I passi futuri riguarderanno un sopralluogo sulla Sp 16 entro la fine di aprile quando la 591 sarà definitivamente aperta per stabilire le priorità d intervento e la stesura definitiva del verbale di presa in carico delle strade da parte dei Comuni. Sono contento che finalmente questa importante opera viabilistica sia stata completata ha commentato il sindaco Valerani. Tra pochi giorni sarà aperta al traffico e si concluderà un percorso avviato nel 1996, quando si cominciò a parlare di questa strada con la Provincia. La speranza è che il territorio cremasco possa ricevere benefici dal nuovo tratto viario. Sì della Giunta al bando definitivo per il recupero La Giunta ha deliberato la scorsa settimana di procedere alla ripubblicazione del Bando definitivo per la concessione della gestione e riqualificazione dell area di proprietà comunale a Porta Serio. Confermando al contempo i criteri di massima per l aggiudicazione riportati nell Avviso per la ricezione delle manifestazioni di interesse: ovvero che l intervento di recupero dell ex distributore di carburanti, oltre a mantenerne invariata per dimensioni e forma la struttura, deve provvedere anche alla sistemazione dello spazio pubblico esterno con la ricucitura dei percorsi pedonali e la contestuale valorizzazione-recupero del torrione, attraverso un adeguato impianto di illuminazione del tratto di mura della zona. Tra le quattro adesioni pervenute all Ufficio Tecnico comunale è stata scelta, in quanto meglio strutturata, la proposta del privato che intende inserire nell ex distributore un bar-tavola calda, impegnandosi a ottemperare a pressoché tutti i criteri previsti nel Bando, inclusa la manutenzione dell area verde. Dopo la valorizzazione estetica dei giardini di Porta Serio, conseguente alla realizzazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica tiene a sottolineare l assessore ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi l impegno dell amministrazione prosegue dall altro lato, per sanare una ferita aperta presso uno degli accessi principali del centro storico. Lo si fa ricorrendo allo strumento del partenariato pubblico-privato spiega che rappresenta una via obbligata per investire nel patrimonio comunale in questi anni di vacche magre. A.M. Brebemi: chiuso il 2014 con perdita di 3,5 milioni I soci della Società di Progetto Brebemi, nell assemblea dello scorso fine settimana, hanno ap- provato all unanimità il Bilancio consuntivo I ricavi dei soli 5 mesi della gestione autostradale ammontano a 11,7 milioni, mentre i costi operativi dell intero anno a 14,2 milioni di euro con una per- dita d esercizio di 3,5 milioni. A distanza di pochi mesi dall anticipata apertu- ra dell infrastruttura avvenuta il 23 luglio 2014 dalla seconda set- timana di gennaio scorso i volumi di traffico sono in continuo e sensi- bile aumento e hanno registrato un incremento del 17%, con ricavi in crescita del 35%. Ulteriori aumenti dei volumi di traffico e del numero degli utenti sono attesi tra poche settimane, quando verrà completata l apertura della Tangenziale Esterna di Milano da Melegnano ad Agrate prevista il 16 maggio che inter- connetterà la A35 Brebemi alla rete autostradale della A1 e della A4. Entro pochi giorni sono inoltre previsti altri importanti completamenti dell opera quali: l apertura al traffico della varian- te di Bariano che favorirà il traffico proveniente da Crema, indirizzandolo ai caselli della A35; e la riqualificazione della Mandolossa in prossimità di Brescia. Rimane in attesa della risoluzione il nodo Corda Molle di Brescia, che ritardando l interconnessione con la A4 a Brescia Est, continuerà a penalizzare per qualche tempo la nuova autostrada. Da sabato scorso sono invece state aperte le due nuove aree di posteggio Adda Nord e Adda Sud nei pressi di Caravaggio che favoriranno la sosta e il ristoro degli utenti in transito da Milano e da Brescia. Vogliamo continuare a crescere e siamo confortati dalla soddisfazione dei nostri clienti che considerano la A35 Brebemi un autostrada sicura, veloce ed efficiente, afferma il presidente Francesco Bettoni (nella foto). Un opera di questo tipo va misurata negli anni, non settimana dopo settimana, e una volta che sarà completata e verrà assicurata l interconnessione con la rete infrastrutturale, potrà sviluppare a pieno il suo forte potenziale. Per quanto riguarda il dovuto riequilibrio del nostro piano economico prosegue Bettoni questo ci è stato approvato dalla nostra concedente Cal e siamo ora in attesa delle risposte definitive da Roma. Sia chiaro, nessuno ci sta regalando nulla, abbiamo realizzato, con soldi privati, opere per 911 milioni per migliorare la viabilità dei Comuni attraversati e altre opere di compensazione chieste dal territorio, che sono costate più del puro tratto autostradale. XXV Aprile, nel 70 della Liberazione La ricorrenza del 25 Aprile quest anno assume un significato particolare: coincide infatti con il 70 anniversario della Liberazione. E la città s appresta a viverla, sabato prossimo, con un fitto programma d iniziative, predisposto dal Comitato per la promozione della Costituzione, costituito nel mese di febbraio dello scorso anno dall amministrazione comunale di Crema. L altra mattina, alle 10, in sala Alessandrini, c è stato un incontro preparatorio, per gli studenti degli istituti scolastici superiori, con Filippo Pizzolato, docente di Diritto pubblico all università Milano Bicocca, sul tema Dalla Resistenza alla Costituzione. Come consuetudine, sabato mattina è prevista la santa messa, alle ore 10 in Cattedrale celebrata dal parroco don Emilio Lingiardi, essendo il vescovo in pellegrinaggio ad Avila seguita dalla deposizione delle corone al famedio, da parte del sindaco Stefania Bonaldi, che terrà anche l intervento commemorativo, affiancata da rappresentanti delle istituzioni locali, delle forze dell ordine e delle associazioni associazioni combattentistiche, d arma e di servizio, partigiane e da cittadini. Alle 11.15, nella soprastante sala Ricevimenti, sarà poi proiettato il documentario Storie di speranza di Ottavio Bolzoni e Gabriele Pavesi. Nel pomeriggio, alle 14, appuntamento in largo Partigiani d Italia per la Pedalata per la resistenza, organizzata dall Anpi, che porterà come già nella prima edizione dell anno scorso i partecipanti a deporre corone in vari luoghi partigiani della città e poi a Izano. Alle ore 16 novità inserita nel programma per rendere più solenne la memoria nella ricorrenza del 70 della Liberazione è prevista, in piazzetta Winifred Terni de Gregorj davanti al Sant Agostino, la Festa popolare : canti, danze, parole e musiche di libertà, con Gio Bressanelli, Milonga di Santa Crus, Us Acli ballo country con Letizia Zannoni, il coro Pietro Marinelli diretto dal maestro Marco Marasco, Nuvola Rossa con Paolo Losco, Francesco Guerini, Mattia Manzoni e Alberto Soccini. Gli studenti del corso di Enogastronomia e servizi di sala dell Istituto Sraffa allestiranno una merenda con i prodotti offerti da Ipercoop di Crema, Caseificio Carioni di Trescore Cremasco, Corte dei Monaci e Panificio Serafino di Crema. A.M. PANE FRESCO ARTIGIANALE TUTTI I GIORNI TUTTO L ANNO 1,95 al kg TUTTI I TIPI TORTE VAL D ENZA gr 350/450 0,99 aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20 2 PACCHI FAGOTTINI MARIASTELLA gr 300 1,00 0,24 THE SAN BENEDETTO 1/2 litro mango-menta -anguria PATASNELLA PIZZOLI 750 gr 1,95 LATTE BAYERNLAND P.S. - 1 litro 0,49 SUGÒRO ALTHEA 500 gr 0,88 Si accettano tutti i BUONI PASTO

10 10 L ac i tt à IN PIAZZA DUOMO (ORE 21) Stasera tornano le Sentinelle in Piedi SABATO 18 APRILE 2015 CIMITERO MAGGIORE Proposte dell IdV anti furti di rame e degrado UNA RESISTENZA SPONTANEA PER DIRE NO A LEGGI ANTIUMANE Questa sera tornano, in piazza Duomo a Crema (ore 21.00), le Sentinelle in Piedi. Una resistenza formata da persone che vegliano su quanto accade nella società denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l uomo e la civiltà. Le Sentinelle vegliano nelle piazze per risvegliare le coscienze intorpidite e passive di fronte al pensiero unico. Una rete apartitica e aconfessionale perché la libertà d espressione non ha religione o appartenenza politica. Non è un movimento, non è un associazione, bensì un metodo, uno stile, una forma di testimonianza che non può escludere nessuno perché riguarda la coscienza di ogni uomo e il desiderio di infinito che tutti hanno in fondo al cuore. In Italia le Sentinelle in Piedi sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al Senato. Presentato per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, il testo è invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione. Nel messaggio lanciato alla città le Sentinelle affermano: Le chiamano unioni civili perché UNISCITI A NOI! SI VEGLIA PER ESSERE LIBERI DI AFFERMARE: CHE IL MATRIMONIO È SOLO TRA UN UOMO E UNA DONNA CHE UN BAMBINO HA IL DIRITTO DI AVERE UNA MAMMA E UN PAPÀ CHE LA FAMIGLIA HA IL DIRITTO DI EDUCARE LIBERAMENTE I PROPRI FIGLI ancora una volta cercano di ingannarci modificando il linguaggio. Il ddl Cirinnà infatti, adottato dalla Commissione Giustizia del Senato, altro non è che un testo che mira a equiparare le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio, consentendo quindi a due uomini o due donne di accedere a meccanismi di filiazione vari: per esempio attraverso l istituto della cosiddetta stepchild adoption, che di fatto legittimerà il ricorso anche all utero in affitto, pratica abominevole che porta alla produzione di bambini ad uso e consumo di adulti benestanti in grado di alimentare lo sfruttamento di donne spesso povere, per produrre bambini, privati del diritto di conoscere le loro madri. Tutto questo però viene taciuto o edulcorato dal falso mito del progresso, della civiltà e dalla menzogna dei desideri trasformati in diritti per cui si introducono nel nostro Paese leggi e pratiche contro la natura dell uomo e contro la famiglia, cellula della nostra società. Non solo, opporsi a questo oggi significa essere accusati di omofobia, altro termine creato ad arte per ingannare le persone. Di fronte a questo le Sentinelle in Piedi instancabilmente resistono. Da oltre un anno e mezzo, da quando il ddl Scalfarotto ha iniziato il suo iter in Parlamento, e mentre l ideologia gender penetra nelle scuole mascherata da pseudo-corsi contro la discriminazione o il bullisimo, ogni fine settimana, uomini e donne di diversa cultura, estrazione sociale, religione, nazionalità e storia occupano un piccolo spazio pubblico. Stiamo in piedi, perché rifiutiamo di piegarci alla menzogna del pensiero dominante; stiamo in silenzio perché solo nel silenzio si può riflettere e scoprire che non possiamo tradire la nostra natura. Dopo i recenti furti al Cimitero Maggiore di Crema, che hanno portato a un danno complessivo di circa 120 mila euro, il referente per Crema di Italia dei Valori Alberto Caffi segnala lo stato di grande e deplorevole degrado in cui versa il camposanto cittadino. Anni di incuria, uniti alla maleducazione dei visitatori osserva, con tanto di foto a corredo delle proprie asserzioni hanno fatto sì che troppa sporcizia si accumuli ovunque: bottiglie di plastica e vasi di fiori abbandonati sotto la pavimentazione dei loculi. Non si tratta di fatti recenti, dato che i rifiuti sono ormai ricoperti di uno strato di polvere non indifferente. Il tema della sicurezza è tornato in voga dopo il secondo episodio di furto di rame dalle cappelle di famiglia, due delle quali hanno evidenziato anche danni al rivestimento in marmo e alle vetrate. Auspichiamo suggerisce il referente per Crema di Italia dei Valori che il Comune valuti la possibilità di installare un sistema di video-sorveglianza e provveda a una più accurata pulizia della struttura, aumentando altresì il numero dei cestini per i rifiuti e chiudendo tutte quelle zone che non devono essere utilizzate dai visitatori. Run for Parkinson s anche a Crema: corsa di solidarietà L associazione Tartaruga Crema, in collaborazione con il Comune di Cre- ma, l Associazione nazionale carabinieri, il gruppo comunale volontari di protezione civile, il Carnevale Cremasco e alcuni im- portanti sponsor organizza per domenica 26 aprile Run for Parkinson s, corsa podistica di 5 e 10 km, che partirà da piazza Duomo alle ore L iniziativa è stata presentata presso la sede de La Tartaruga, all ospe- dale di Crema. Si tratta di una corsa solidale ha spiegato la presidente dell associazione Marian- gela Savoia alla quale aderiscono 26 città italiane e 100 nel mondo, per un totale di partecipanti in Italia e nel mondo. È un modo originale e utile per sensibilizzare e aiutare a proposito della ma- lattia del Parkinson che avviene da anni nel mondo e alla quale noi abbiamo aderito tre anni fa con il percorso dei 10 km e da due anni abbiamo aggiunto anche quello dei 5 km. Si può partecipare con un contributo di 5 euro, le prevendite stanno andando bene... Abbiamo già staccato circa 200 tagliandi, ma vogliamo superare i 550 dell anno scorso. Le persone interessate potranno acqui- stare i biglietti in prevendita da Longoni Sport anche oggi dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. La testimonial sarà la karateka Sara COMUNITÀ PAPA GIOVANNI XXIII AAA cercasi 258 giovani per il Servizio civile Don Oreste Benzi, fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII Gli organizzatori alla presentazione in Ospedale Franzoni e probabilmente un altro ospite a sorpresa. La corsa si snoderà dal centro città fino a Santa Maria, poi verso il sottopasso, il cinema e da lì, chi percorrerà i 5 km andrà verso il mercato coperto e poi nuovamente in centro, mentre chi parteciperà alla 10 km cronometrata, dalla zona del cinema proseguirà verso Crema Nuova, lo stadio e poi ritornerà in centro. In palio ci sono tanti ricchi premi. La corsa si farà anche in caso di pioggia. Grazie a questa marcia ha poi aggiunto il dottor Michele Gennuso per l ambulatorio Disturbi del Movimento riusciamo a raccogliere fondi che ci servono tutto l anno, soprattutto per far fare fisioterapia a un centinaio di pazienti e per offrire un supporto psicologico ai familiari. È dunque per noi un momento mol- to bello e utile quello del 26 aprile. Il nostro ambulatorio presso l associazione qui in ospedale è aperto il lunedì pomeriggio e ci sono io, neurologo, con altri medici a offrire l aiuto necessario. Le visite sono circa 400, mentre i pazienti effettivi sul mostro territorio circa 200: in alcuni casi infatti si tratta di disturbi del movimento e non proprio di Parkinson. Tra l altro si pensa che sia una malattia da vecchi, purtroppo invece si tratta di una patologia che colpisce persone tra i 45 e gli 80 anni e l incidenza maggiore è tra i 50 e i 60 anni. Ricordiamo che i cremaschi, solitamente generosi quando si tratta di solidarietà, potranno acquistare il pettorale per fare un bel gesto, senza per forza partecipare alla corsa. L aiuto concreto che si darà per La Tartaruga è veramente tanto! Federica Daverio AAA cercasi 258 giovani con testa e cuore da parte dell Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi: 196 per ciascuno dei 196 posti del Servizio civile nazionale accordati alle numerose strutture di accoglienza, centri diurni e progetti che la Comunità ha sull intera penisola. Un occasione sottolineano i responsabili per essere cittadini attivi difendendo gli ultimi e formarsi sotto l aspetto professionale, civico e sociale. Tutto attraverso la condivisione diretta della vita dei piccoli e poveri, l impegno con altri giovani sul territorio, la non violenza. E altri 62 giovani per il Servizio civile estero (Caschi Bianchi): progetto che ha come finalità la costruzione della pace e la difesa dei diritti umani tramite la condivisione diretta con gli ultimi, la cooperazione internazionale, l azione nonviolenta, in contesti di conflitto o di impoverimento in diversi paesi del mondo. Per leggere gli scritti dei Caschi Bianchi e per conoscere il calendario delle giornate di orientamento visitare il sito org e Il servizio civile è aperto ai ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 e 29 anni (non ancora compiuti), dura un anno e prevede un compenso di 433,80 euro netti al mese. Non è un lavoro, è un anno dedicato alla formazione e alla crescita individuale. C è tempo fino al 23 aprile (ore 14) per effettuare la domanda all ente Comunità Papa Giovanni XXIII e passare alla fase di selezioni. È importante sapere che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, da scegliere tra quelli inseriti nel bando nazionale o nei bandi regionali e delle province autonome, a pena di esclusione dalla selezione. La Comunità Papa Giovanni XXIII mette a disposizione nella regione Lombardia 9 posti: 4 sul Progetto Amabilmente, a Osio Sotto (Bergamo), Camisano, Crema e Cremona; 1 sul Progetto In città In-visibili, a Spino d Adda; e altri 4 sul Progetto Cresciamo, a Palazzolo sull Oglio (Brescia), Cavacurta, Crema, Pianengo e Sergnano. Per contatti: Matteo Vegis cell Mentre per saperne di più consultare il sito: e LIONS DAY: domani in piazza Duomo Domani, dalle ore 9 alle 18, in piazza Duomo a Crema verrà celebrato il Lions Day: un occasione per restare tutti insieme e far vedere alla popolazione della città e del territorio tutte le iniziative a livello locale, nazionale e internazionale dei club della III Circoscrizione-zona A: Crema Host, Gerundo, Serenissima, Pandino Gera d Adda Viscontea e Il Castello e Leo Crema. Programma: ore 8.30 ritrovo in piazza Duomo per gli addetti alla logistica e alla preparazione della zona con i gazebi; dalle ore 9 alle 12, a cura dei volontari del Centro Diabetici, verrà misurata gratuitamente la pressione e la glicemia; dalle 15 alle 16.30, musica in piazza con gli studenti della Scuola Media Galmozzi; dalle ore 16,30 alle 18, dimostrazione dei Cani Guida Lions con tre istruttori e il consigliere Lions Marco D Auria che illustrerà l esibizione. CONFCOMMERCIO: Mercato dei Ragazzi La Confcommercio Cremona, in collaborazione con la Fiva-Federazione italiana venditori ambulanti e il Comitato Carnevale Cremasco, ripropone domani l iniziativa già sperimentata lo scorso anno di portare i ragazzi delle scuole dell Istituto comprensivo Crema 3 tra banchi e bancarelle del mercato. Coinvolgendoli nell esperienza di quest attività del commercio itinerante. Nella circostanza, sotto i portici di piazza Duomo saranno allestiti dei banchetti per la raccolta di materiale didattico da parte di chi ne avesse in disuso in casa e se ne vuole liberare e la vendita di libri realizzati dagli alunni della Primaria Braguti e di via Curtatone Montanara e secondaria di 1 grado Galmozzi, i cui proventi sono finalizzati all acquisto di supporti all attività scolastica. Analoga iniziativa si svolgerà contemporaneamente anche in via Verdi, dove gli ambulanti terranno il mercato tradizionale, affiancati da hobbysti e da esposizioni di antiquariato. Ad allietare quanti nella giornata affluiranno in piazza Duomo e in via Verdi sono previste esibizioni musicali degli allievi della media Galmozzi. I più piccoli si potranno divertire al laboratorio di cartapesta o ammirando un carro allegorico del Carnevale esposto al mercato; e, dalle 15, tour sul trenino, gratis per i bambini. SPORTELLO AMBIENTE: il Comune di Crema apre da oggi un nuovo servizio al cittadino partire da oggi è attivato presso il Comune di Crema uno Sportello che offre gratuitamente, a tutti i cittadini interessati, consu- A lenza su materie ambientali e di riqualificazione energetica. Le consulenze riguardano in specifico: Smaltimento eternit normativa vigente e regole applicative ; Valutazione dei consumi energetici dell abitazioni e proposte per miglioramenti e riduzioni; Valutazione degli interventi necessari per un miglioramento della classe energetica dell abitazione e relativi materiali; Pratiche per l ottenimento delle detrazioni fiscali; Attestati di Certificazione e Prestazione energetica obbligatori in caso di compravendita, affitto o ristrutturazione degli immobili. Essenziale per il successo delle politiche comunali di tutela dell ambiente e per un uso appropriato dell energia spiega l assessore all Ambiente Matteo Piloni è lo sviluppo di processi partecipativi e di sensibilizzazione dei cittadini per la diffusione della consapevolezza riguardante i temi in questione e la condivisione delle buone pratiche. In conformità alla normativa sull informazione ambientale (Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 195), questa amministrazione comunale ha predisposto uno Sportello informativo completamente gratuito per i cittadini collocato presso il piano terra del Comune, dove viene già erogata anche la consulenza notarile. Stiamo anche predisponendo un apposita voce all interno del sito web del Comune di Crema. Lo sportello sarà a disposizione, dalle ore 10 alle 12, il sabato mattina del 18 aprile, 9 e 30 maggio, 20 giugno.

11 SALVIROLA L antifurto salva Francesconi Aggiornamenti quotidiani sul nostro sito sabato 18 aprile CREMA: collana tarocca, ma la truffa sfuma Tenta di raggirare una nonnina e di sfilarle una collanina d oro ma l azione fallisce e il maldestro ladruncolo finisce con una denuncia a carico. L episodio risale al pomeriggio di mercoledì. Nei guai un romeno ospite di un campo nomadi nel Milanese. Il giovane ha avvicinato l anziana signora con la scusa di regalarle una collana nel frattempo cercava di sfilarle quella che la cremasca portava al collo. La donna, accortasi del tentativo maldestro di furto, si è messa a urlare attirando l attenzione di altre persone alcune delle quali sono riuscite ad annotare il numero di targa della vettura sulla quale lo straniero è salito in fretta e furia per darsi alla fuga. L auto è stata fermata poco dopo lungo la Paullese. A bordo l autore della tentata truffa denunciato e munito di foglio di via. SECONDO COLPO IN UN MESE CC PRONTAMENTE INTERVENUTI Seconda visita in meno di un mese presso il negozio di biciclette Cicli Francesconi di Salvirola. È accaduto nel fine settimana quando i ladri hanno cercato di forzare la porta d ingresso posteriore del punto vendita che ha spazio all altezza della rotatoria di ingresso al paese. L allarme è entrato in funzione e i ladri si sono dati alla fuga pochi istanti prima dell arrivo dei Carabinieri. Il raid è avvenuto alle 2.20 di sabato mattina. I malavitosi, probabilmente una banda specializzata, hanno cercato di avere ragione della serratura della porta che da sul retro del negozio. L allarme ha iniziato a suonare e in tre minuti il titolare, che vive a poche decine di metri dal punto vendita, sopra al quale invece risiedono i genitori, e i Carabinieri erano già sul posto. I militari dell Arma sono riusciti a scorgere le sagome di quattro individui che fuggivano nei campi. L immediata battuta di caccia all uomo ha purtroppo dato esiti negativi. I ladri non sono riusciti a rubare nulla, solo a provocare qualche danno alla porta d ingresso. Merito del sistema di sicurezza attivato da Francesconi e dal collegamento con la centrale operativa del 112 che al Non solo bici nel mirino dei ladri uba salumi e contanti ma finisce in manette. Protagonista un 25enne ucraino (F.J.) sor- Rpreso R dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Crema in possesso di 70 euro provento dell azione predatoria portata a compimento a danno del Salumificio San Giuseppe di Agnadello. I Cc si sono mossi in risposta a una segnalazione. Una persona con fare sospetto era stata vista aggirarsi nella zona industriale del paese dell Alto Cremasco. I militari la rintracciavano nel polo produttivo agnadellese, ricevendo al contempo la denuncia di un furto da parte dei titolari del salumificio San Giuseppe, derubati nottetempo di contanti e alcuni insaccati. Dal momento che il cittadino ucraino veniva rintracciato poco distante veniva sottoposto a perquisizione e nelle tasche gli uomini del capitano Carraro rinvenivano i 70 euro che lo stesso ammetteva di aver rubato assieme ad altri complici durante la notte precedente. I Carabinieri della Aliquota Radiomobile hanno deferito una romena per aver rubato generi alimentari da un supermercato. La donna, giunta alla cassa, appariva particolarmente nervosa e alle cassiere sembrava occultasse dei prodotti. Veniva richiesto l intervento dei militari che constatavano come la straniera, 30enne, domiciliata a Trigolo, avesse nascosto sotto alla giacca alcune confezioni di carne e formaggi, per un importo di circa 50 euro. suono della sirena ha ricevuto un segnale inviando pattuglie sul posto. I filmati delle telecamere del sistema di videosorveglianza del quale è dotato il punto vendita di due ruote potrebbero fornire utili spunti alle indagini. Il capitano Carraro invita titolari di aziende e negozi a utilizzare il servizio di connessione immediata con la centrale operativa del 112. Questo, in caso di tentato furto rilevato dai sistemi anti intrusione, manda in tempo reale un segnale al Comando Compagnia dei Cc che possono così prontamente intervenire. SPINO D ADDA: auto in fiamme, ombra di dolo I Carabinieri indagano. Potrebbe essere infatti di natura dolosa l incendio che la scorsa notte a Spino d Adda, in via Cascina Rosa, ha distrutto una vettura. Sul posto i Vigili del Fuoco per domare il rogo e mettere in sicurezza l area. CREMASCO: Cc, controlli tra denunce e arresti Contrasto alla prostituzione su strada, ai furti e alle stragi del sabato sera; questi gli obiettivi primari del servizio di controllo coordinato del territorio messi in atto sabato sera dai Carabinieri del Comando Compagnia di Crema con l ausilio di numerose pattuglie delle diverse stazioni. Un operazione che ha ottenuto positivi risultati soprattutto in merito all arresto di una prostituta romena 28 enne, rintracciata nel Comune di Bagnolo Cremasco mentre era intenta a esercitare il meretricio su strada. La stessa risultava colpita da un ordine di carcerazione per un cumulo di pene emesse dal Tribunale di Cremona per la violazione di diversi fogli di via. La donna è stata arrestata e tradotta al Carcere femminile di Brescia, ove deve scontare un anno e 20 giorni di reclusione. Nell ambito della medesima operazione i Cc di Pandino hanno deferito a piede libero B.M., 38enne di origine tunisina, responsabile del furto di una borsetta di proprietà di una ragazza cremasca all interno di un noto locale del territorio. Gli uomini dell Arma della stazione di Bagnolo Cremasco hanno invece denunciato per guida in stato di ebbrezza D.S., 26enne di Vaiano Cremasco, sorpreso alla guida di un utilitaria con un tasso superiore a 1,20 g/l (patente ritirata) e C.G., 29 enne di Lodi, nubile, assistente socio assistenziale, rifiutatasi di sottoporsi al test (patente ritirata e sequestro del veicolo). Analoghi controlli sono stati effettuati nella giornata di mercoledì a Crema. I Cc di Bagnolo in via Macello, hanno controllato un 55enne di Lodi sorpreso al volante sotto l effetto di alcol e pertanto denunciato. Stessa sorte è toccata a un 25enne di Offanengo fermato in via Libero Comune dai militari di Pandino mentre si trovava al volante della propria vettura sotto l effetto di sostanze psicotrope. ULTIMI GIORNI MURESH VECCHIO antico inizio 900 MURESH VECCHIO antico inizio 900 Dim. 275x Dim. 275x200 E 390 BUKARA RUSSO Yomut vecchio BUKARA RUSSO Yomut vecchio Dim. 200x Dim. 200x130 E 690

12 12 L ac i tt à OSPEDALE SABATO 18 APRILE 2015 Autorizzazione n 40/2000 Prot. n. 40/II /AL/an Due importanti donazioni SATURIMETRI PER LA PEDIATRIA E UN PULLMINO PER L ONCOLOGIA di GIAMBA LONGARI Due importanti donazioni per l Ospedale Maggiore di Crema. Sono state effettuate nei giorni scorsi da realtà differenti, ulteriore testimonianza dell attenzione e dell affetto che molti hanno nei confronti della nostra realtà ospedaliera. Donazioni che, è stato sottolineato pure in queste occasioni, grazie ai privati spesso consentono di centrare gli obiettivi e migliorare i servizi, superando ostacoli e pastoie burocratiche. La prima donazione, in ordine di tempo, è stata effettuata sabato scorso dal gruppo teatrale Lo Schizzaidee di Bolzone che, utilizzando i proventi delle proprie commedie portate in scena con successo in tutto il territorio e raccogliendo la sollecitazione della pediatra Elena Calzi, ha consegnato all Unità operativa di Pediatria tre saturimetri portatili, del valore complessivo di euro. I ragazzi dello Spazio salute Dott.ssa ANTONIA CARLINO Medico Chirurgo - Specialista in Ostetricia e Ginecologia Riceve in via Zara 5 a Crema - per appuntamenti Tel cell Dott.ssa Alessandra Linci PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA terapia sistemico relazionale Studio in Crema - Per appuntamento cell ORARI Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì 9:00-12:00 /14:00-19:30 Crema - Via Bolzini, 3 Tel Via Bolzini, Crema Per urgenze: Tel DOTT. ALDA PILONI Medico Chirurgo Dermatologo Specialista in clinica dermosifilopatica via Diaz, 32 - CREMA Tel / Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h MAGGIO 2013 RIABILITAZIONE - FISIOTERAPIA - MASSAGGIO direttore sanitario Dott. Adriano Tango Centro convenzionato con S.S.N. RIDUZIONE MASSIMA TEMPI D ATTESA - Visite ortopediche 11 MAGGIO Visite fisiatriche - Visite neurologiche - Visite cardiologiche - Onde d urto focali - Visite dermatologiche - Visite pneumologiche Il 30 aprile consulenze psicologiche gratuite su appuntamento per genitori, nonni, a tutti coloro che stanno attraversando un momento di difficoltà Viale Repubblica n. 20/22 Crema e.mail: Schizzaidee al gran completo sono stati ricevuti nella sala riunioni del reparto pediatrico dal direttore dottor Emilio Canidio e dal coordinatore infermieristico Gian Pietro Moioli, che li hanno ringraziati per la generosità. Canidio e Moioli hanno posto l accento sull importanza e l utilità dei saturimetri, strumenti hanno detto che per caratteristiche tecniche permettono di migliorare il livello d assistenza garantito ai piccoli pazienti per quanto riguarda la rilevazione e il monitoraggio dei parametri vitali (frequenza cardiaca e saturazione periferica di ossigeno). Palmari, quindi assai maneggevoli e adatti pure per un uso all interno delle termoculle, i tre nuovi saturimetri consentono un utilizzo direttamente al letto degli assistiti e, presto dotati di un apposito software, potranno anche essere usati per l assistenza a domicilio. La seconda cerimonia di donazione s è svolta la mattina di martedì 14 aprile. Grazie alla - Visite ortopediche pediatriche - Terapie fisioterapiche e fisiche strumentali - Trattamenti podologici STUDIO PODOLOGICO Dott.ssa Chiara Caravaggi Crema - Via Desti n Dott. Arancio Francesco SpecialiSta in ostetricia-ginecologia Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8 Tel Cell dott. GRAZIELLA GIROLETTI - OCULISTA Prot. n. 08/II /AL/an del 18/01/2006 medico chirurgo - specialista in oftalmologia Crema - Via IV Novembre 6 - Tel Riceve per appuntamento Dr. Walter Fontanella Specialista in Otorinolaringoiatria crema - via civerchi 22 Per appuntamenti Dott.ssa M.G. Mazzari medico chirurgo Specialista in ostetricia e ginecologia Visite ostetrico - ginecologiche Ecografie - 3D e 4D Riceve per appuntamento al n via Mazzini, 65 - Crema Musica per il tuo sorriso PRONTO SOCCORSO ODONTOIATRICO Aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 20, Il TEAM di PROFESSIONISTI del tuo territorio SEMPRE AL TUO FIANCO Dott. Barbati Sante Crema Tel Dott. Carlino Enrico Cremona Tel Dott. Carlino Massimo Cremona Tel Dott. Chiragarula Faustin Crema Tel Dott. De Micheli Federica Cremona Tel Dott. Della Nave Cesare Casalmorano Tel Dott. Duchi Lorenzo Cremona Tel sinergia tra l Associazione Il Rubino (che svolge un ruolo significativo all interno dell Oncologia), Comunità Sociale Cremasca, l Associazione Ex dipendenti dell Ospedale Maggiore e l Associazione Popolare Crema per il Territorio è stato consegnato un nuovo Fiat Ducato da adibire al trasporto dei pazienti oncologici del distretto cremasco che devono raggiungere l ospedale di Cremona per sottoporsi a sedute di radioterapia. Il nuovo mezzo benedetto dal parroco dell ospedale don Alberto Guerini sostituisce il vecchio, ormai usurato. Quello del trasporto, effettuato dai volontari dell Associazione Ex dipendenti, è un servizio importantissimo, al quale fanno riferimento due volte la settimana molti pazienti. Alla consegna del pullmino sono intervenuti i dirigenti delle associazioni coinvolte, i volontari, sindaco e vice del Comune di Crema, il direttore di Comunità Sociale, il direttore di Oncologia e il direttore amministrativo dell ospedale. Naturopata CLAUDIA RIVIERA Riflessologia Plantare, Fiori di Bach, Iridologia, Alimentazione Energetica, Reiki Prepararsi alla nascita con il canto carnatico e le meditazioni guidate CREMA - SORESINA Dott. Fiorentini Anna Crema Tel Dott. Flora Francesco Cremona Tel Dott. Furlani Paolo Cremona Tel Dott. Ghilardi Lanfranco Cremona Tel Dott. Grassi Gianluca Cremona Tel Dott. Guerrini Ermanno Cremona Tel Dott. Pelagatti Saverio Cremona Tel Dott. Pini Mauro Cremona Tel Dott. Sanella Massimo Crema Tel Dott. Sangalli Michele Dovera Tel Dott. Santarsiero Angelo Soresina Tel Dott. Serventi Ferruccio Cremona Tel Dott. Tartari Elisabetta Cremona Tel Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia esperta in medicina naturale e nutrizione biologica Riceve su appuntamento cell Autorizzazione n 41/2000 Prot. n. 41/II /AL/an Aut. n. 946/2002 Ripalta Cremasca - San Giuliano Mil.se - Milano D.ssa Giovanna Stellato medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA Riceve per appuntamento Dott. BONARA DANIELE MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA PSICOTERAPEUTA Riceve per appuntamento in via Urbino 32, CREMA Tel / (si eseguono visite a domicilio) Riceve per appuntamento Via Verdelli 2/a - CREMA Cell CENTROMEDICO Dr.ssa Elena Piovanelli - Schemi Dietetici Personalizzati - Percorsi di Educazione Alimentare - Consulenza per Regimi Vegetariani - Conteggio Carboidrati per diabetici s.r.l. A fianco, volontari, dirigenti delle associazioni e autorità intervenute alla consegna del nuovo Fiat Ducato per il trasporto a Cremona dei pazienti oncologici che devono sottoporsi a sedute di radioterapia. Sotto, i ragazzi dello Schizzaidee di Bolzone donano tre saturimetri all Unità operativa di Pediatria visite ed ecografie ostetrico-ginecologiche DOTT. ADALBERTO VILLANI dottore in scienze e tecniche psicologiche Fisioterapista - Osteopata Riceve presso Centro Medico Fisioterapico s.n.c. di Villani e Torri via Cavalli 22 - CREMA Tel Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini Specialista in Oftalmologia Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per: MIOPIA - IPERMETROPIA ASTIGMATISMO Visite Oculistiche - Visite Ortottiche SI RICEVE SU APPUNTAMENTO da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle e dalle alle il sabato dalle 9.00 alle Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale) Tel / Fax AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N DEL 08/10/2004 RIC VU A S IN

13 SABATO 18 APRILE 2015 FONDAZIONE KENNEDY FI: fuori dal Cda Bianca Baruelli LO CHIEDE A GRAN VOCE IL CAPOGRUPPO SIMONE BERETTA l sindaco pur di accontentare i suoi grandi Ielettori o rappresentanti delle sue liste civiche ha escluso le minoranze dalla Fondazione Kennedy. Ora abbia almeno il buonsenso di dismettere la Baruelli, attacca Simone Beretta in un comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi. Auguro al sindaco del Comune di Gombito in carica fino a maggio 2014, la dott.ssa Bianca Baruellli, non riconfermata alle ultime elezioni per mancanza di consenso elettorale, ora membro del Cda della Fondazione Kennedy di Crema, di poter rispondere ai pesantissimi rilievi, peraltro rilevati nel tempo e in campagna elettorale dal sindaco attuale e dalla sua maggioranza, ricevuti dal Comune stesso dalla Corte dei Conti che chiede delucidazioni rispetto al Bilancio consuntivo del 2013, aggiunge. Nel merito relativamente al risultato di amministrazione e all esigibilità dei residui attivi la Corte dei Conti chiede di conoscere quali misure siano state adottate dall Ente al fine di riequilibrare la composizione dell avanzo di amministrazione atteso che risulterebbe un disavanzo di amministrazione di parte corrente di oltre euro, un disavanzo che potrebbe essere ben più negativo qualora si procedesse allo stralcio di una serie cospicua di residui attivi che l organo di revisione ha ritenuto di dubbia esigibilità. Relativamente invece agli equilibri di Bilancio viene evidenziato che non sarebbero stati adottati i provvedimenti per la salvaguardia degli equilibri e che tale irregolarità potrebbe mettere a serio rischio gli equilibri di Bilancio stessi se si considera l esiguo risultato di amministrazione conseguito nell ultimo triennio, la dubbia esigibilità di una cospicua parte dei residui attivi e l elevato importo dei debiti di finanziamento. Rispetto all indebitamento complessivo si segnala il superamento del limite e lo sforamento dell indicatore di deficitarietà relativo al rapporto tra i debiti di finanziamento ( ,83 euro) e il totale delle entrate ( ,73 euro) che è pari a una percentuale del 189,33%. Inoltre che il conto patrimoniale non rappresenta compiutamente la situazione finanziaria dell Ente. Non mancano altri rilievi. Allo stato dell arte risulterebbe certamente conveniente che chi l ha nominata, il sindaco di Crema, le proponesse di fare un passo indietro e di dimettersi dal Cda della Fondazione Kennedy sostiene Beretta. Le ragioni di opportunità sono ovvie come ovvia risulta essere la scelta profondamente sbagliata fatta dalla Bonaldi e a Simone Beretta, capogruppo di Forza Italia suo tempo già denunciata. Non c erano già allora le condizioni politiche per sceglierla. Bocciata dagli elettori veniva promossa dal sindaco di Crema. Dalla lettura del curriculum argomenta il portavoce di FI il suo know how per la Fondazione Kennedy non era particolarmente esaltante e dalle sue parti, come sindaco, non sembra avesse amministrativamente brillato. I rilievi della Corte dei Conti sono un macigno politicamente indigeribile e oggi mi spiego altrettanto politicamente la scelta della Baruelli che, definendosi di destra, votava regolarmente tutte le risoluzioni proposte dalla sinistra in Scrp e, peggio ancora, si prestò come membro del Cda della Comunità Sociale Cremasca a determinare le condizioni nel tentativo di dismettere l allora presidente, assessore del Comune Maurizio Borghetti. Che disastro di insipienza politica!. Si dimetta o il sindaco la sollevi dall incarico: ciò chiede con forza Beretta. La Corte dei Conti ha dato al Comune di Gombito 10 giorni per rispondere. Io ne concedo 15 al sindaco di Crema perché la convinca a fare un passo indietro. In caso contrario proporrò una mozione in Consiglio per chiedere le sue dimissioni. Alla Bonaldi non ne va dritta proprio una. CARABINIERE DI QUARTIERE L ac i tt à 13 La compagnia d arma intensifica il servizio La primavera ha portato all intensificazione del servizio Carabinieri di quartiere. Lo ha comunicato il capitano della Compagnia dell Arma di Crema Giancarlo Carraro che ricorda come si tratti di polizia di prossimità, cioè la più possibile vicinanza alla popolazione. Il servizio si articola nella classica pattuglia a piedi nelle vie del centro cittadino per prendere contatti con i gestori di attività commerciali al fine di acquisire utili informazioni e altresì fornire informazioni ai cittadini che le richiedono. Legame stretto quindi con le associazioni di categoria. Lo scopo è creare una reale percezione di sicurezza nella popolazione e al tempo stesso essere un punto di riferimento per le problematiche legate alla sicurezza e all O.P.. Facilmente riconoscibili grazie alla nuova diviso con omerale rosso, i Carabinieri di quartiere negli anni hanno svolto importanti interventi. Il capitano ne ricorda alcuni: Nel mese di luglio 2014 è stata sventata una rapina in banca con la cattura del malfattore e il recupero dell intera refurtiva, nonché il salvataggio di una persona che aveva tentato il suicidio minacciando di gettarsi nel torrente Vacchelli avvenuto nel mese di novembre 2014 e non ultimo il deferimento di una giovane straniera che aveva compiuto diversi furti in alcuni negozi di abbigliamento. GIUNTA COMUNALE: Mercoledì nei quartieri La Giunta municipale, concluso insieme al direttore di Autoguidovie il tour pomeridiano in alcune zone della città mirato in specifico a verificare con i diretti interessati l andamento della Mobilità in Crema intraprende dal prossimo 22 aprile quello denominato Mercoledì nei Quartieri. Novità dell iniziativa, ha spiegato ieri il sindaco presentandola alla stampa, è che l amministrazione s incontrerà con i cittadini nei luoghi del loro vivere quotidiano, per ascoltarne i problemi e le aspettative concrete. Per questo sindaco e assessori saranno accompagnati dal comandante della Polizia Locale e dall architetto Massimo Pedrinazzi, dell Ufficio Tecnico comunale, andranno nei quartieri il mattino, per incontrare la gente nelle vie e piazze, mentre va nei negozi e nei bar. Obiettivo è stilare un programma di interventi specifici per ciascun quartiere, per focalizzare le risicate risorse disponibili su necessità reali. Facendo conto che già risolvere piccole criticità può contribuire a migliorare la qualità della vita e della sicurezza. Mercoledì 22 aprile, dunque, sindaco e Giunta insieme anche al consigliere incaricato ai Quartieri, Matteo Gramignoli dalle 8,30 alle 12,30 saranno a Santa Maria della Croce; il 29 a Castelnuovo e Vergonzana; il 6 maggio a S. Carlo, Crema Nuova e Mosi; mercoledì 13, a S. Stefano e via Bramante; il 20 a S. Bernardino e il 27 a Ombriano. Il 3 giugno incontreranno i residenti nella zona compresa tra via Matilde di Canossa, viale Repubblica, via Carlo Urbino e il Campo di Marte; giovedì 11 (il 10 è la festa patronale) quelli della zona piazzale Rimembranze, giardini pubblici e via Diaz; mercoledì 17 il centro storico e il 24 S. Bartolomeo, via Piacenza e Pergoletto. Gli incontri si concluderanno martedì 30 giugno con la visita ai residenti nel quartiere dei Sabbioni. Aemme DIOCESI Lancio dell Alta scuola di formazione socio-politica Gian Mario Crespiatico e Michele Fusari alla presentazione dell evento Con una conferenza pubblica in sala Alessandrini, sabato 9 maggio prossimo, alle 9.30 il comitato promotore lancia la Scuola di alta formazione socio-politica Lodovico Benvenuti, voluta personalmente dal vescovo Oscar Cantoni. L importante evento è stato presentato mercoledì da Michele Fusari, presidente del Mcl, e da Gian Mario Crespiatico, del Politico per l Unità diramazione del Movimento dei Focolari due delle cinque realtà diocesane impegnate sull iniziativa: le commissioni diocesane della Pastorale Giovanile, diretta da don Emanuele Barbieri, e Sociopolitica di cui è responsabile Mario Cadisco, il Centro culturale Gabriele Lucchi, referente Ermanna Bellandi e la Fondazione Manziana, presieduta da don Giorgio Zucchelli. L incontro del 9 sarà aperto dallo stesso mons. Cantoni e tre giovani che nel hanno partecipato al precedente corso di formazione organizzato in città che interloquiranno con alcuni dei qualificati docenti della scuola: il sociologo Bernhard Callebaut, il costituzionalista Bruno di Giacomo Russo, l avvocato Antonella Crippa e il politologo Alberto Lo Presti. Destinatari della proposta, hanno spiegato Fusari e Crespiatico, sono i giovani, dai 17 ai 35 anni, delle associazioni coinvolte, ma anche di tutte le altre presenti in diocesi, e gli studenti del triennio superiore degli istituti scolastici cittadini. La scuola con l anno pastorale avrà durata biennale. Disponibili una quarantina di posti. Le lezioni una dozzina in tutto si terranno al Polo universitario di via Bramante, il venerdì, dalle 19 alle 21, per consentire la partecipazione anche a universitari e lavoratori. È richiesta una quota d iscrizione di 20 euro, del tutto simbolica, a fronte dell elevata qualità dei docenti. La formazione farà riferimento alla Dottrina Sociale della Chiesa ed è rivolta a giovani desiderosi di formarsi come cittadini e ha come obiettivo di generare una vocazione alla politica attiva e al bene comune, che si fonda sul dialogo nel rispetto reciproco e sul concetto di fraternità e che è altro ha precisato Crespiatico dall interesse generale, che non ne contiene i valori. A.M. RINFRESCA LA TUA ESTATE CON Tante altre offerte ti aspettano presso la nostra agenzia di Crema e Cremona INSTALLAZIONE E IVA ESCLUSI Possibilità di usufruire della detrazione fiscale al 50% AGENZIA E SERVIZIO TECNICO AUTORIZZATO I nuovi condizionatori RIELLO AARIA MONO-AMW Classe energetica A++ uniscono elevati rendimenti energetici e design Teporservice S.r.l. per Crema e Cremona CREMA (zona PIP - S. Maria) via Raffaello Sanzio CREMONA via S. Ambrogio Visita il nostro nuovo sito Seguici su 9000 BTU BTU BTU 1400 AZIENDA CERTIFICATA ISO CERT. N Iniziativa esclusiva della agenzia Riello Crema e Cremona DETRAZIONE FISCALE DEL 65% SU TUTTE LE TENDE DA SOLE E PERGOLE SCONTO DEL 20% o in alternativa IN OMAGGIO MOTORE - SENSORE SOLE E VENTO IMPIANTO ELETTRICO POSA IN OPERA GRATUITA IVA 22% COMPRESA CREMA (CR) - PIAZZA FULCHERIA, 2 TEL

14 14 sabato 18 aprile 2015 CARITAS - PASTORALE GIOVANILE Giovani: un estate on the road di GIAMBA LONGARI Per i giovani della diocesi di Crema che lo desiderano, anche l estate 2015 sarà on the road, perché è bello essere protagonisti attivi in un mondo che è la tua casa!. La Caritas e il Servizio per la Pastorale giovanile e degli Oratori, infatti, lanciano nuovamente la proposta dei campi estivi che, ormai da una decina di anni, consentono di vivere significative esperienze di volontariato con e per altri ragazzi e giovani i quali, spesso, hanno a che fare con contesti e situazioni molto diverse dai nostri standard abituali. Ai volontari dei campi, secondo lo stile di Caritas, è richiesta soprattutto la voglia di mettersi in gioco, unitamente a un desiderio forte d incontro e scambio: le attività, del resto, favoriscono pure la conoscenza di un nuovo territorio, usi, costumi, tradizioni e storia in grado di arricchire il bagaglio culturale di ogni partecipante. I campi estivi sono stati presentati ufficialmente nel tardo pomeriggio di sabato 11 aprile, presso la Casa della Carità in viale Europa a Crema. In tanti sono intervenuti all incontro, a testimonianza del gradimento che l iniziativa riscuote. Alcuni giovani hanno riportato impressioni e racconti circa l attività da loro svolta nei precedenti campi. Una cosa è stata confermata: non serve essere eroi, ma persone normali che, con gioia e le proprie capacità, si danno da fare per donare un sorriso ai più piccoli e, attraverso l animazione e la condivisione, per compiere con i propri coetanei un tratto di strada in questo mondo. Durante la presentazione, Luca Uberti Foppa e Fabrizio Motta rispettivamente coordinatore della Pastorale giovanile e referente per la mondialità della Caritas diocesana hanno illustrato la struttura dei campi estivi L esperienza all estero, per la quale è necessaria la maggiore età (nati dal 1997), ha come meta l Albania, da raggiungere in aereo. Due, anche stavolta, i campi previsti: a Bajze e a Troshan, dal 31 luglio al 14 agosto, per un totale di 21 posti disponibili. Per l Italia, invece, nuova tappa in Calabria, per un campo a Siderno Superiore e uno a Gerace: i posti a disposizione sono 10, è sufficiente aver compiuto i 16 anni e il periodo scelto va dal 19 luglio al 2 agosto. Si viaggerà con un pullmino. I campi estivi, è stato spiegato, sono attività del tutto simili ai nostri Grest, ma svolti in contesti dove il mettersi a servizio della comunità è uscire dal contesto e vivere questa dimensione quasi in un modo unico nel corso dell anno, assumendo un valore di gratuità enorme per i bambini e i ragazzi del luogo. L esperienza prevede inoltre il coinvolgimento dei giovani locali nelle attività di programmazione, gioco e animazione per crescere reciprocamente, oltre alla conoscenza diretta della cultura locale. In modo particolare, l esperienza in Italia potrà far sperimentare ai ragazzi che per fare del bene sentendosi utili non è sempre necessario uscire dai confini nazionali. Le adesioni ai campi estivi sono già aperte: per candidarsi come volontari è necessario compilare, entro domenica 26 aprile, la scheda on-line che si trova sui siti o www. pgcrema.it, ma anche sulla pagina Facebook Giovani on the road. I volontari verranno convocati per il colloquio. Il contributo richiesto per la partecipazione all esperienza è pari a 370 euro, comprensivo di trasporto, vitto, alloggio e assicurazione. Prima della partenza i volontari seguiranno un breve corso di formazione, con sei incontri compresi tra martedì 12 maggio e domenica 12 luglio: gli appuntamenti verteranno sulle motivazioni che spingono un giovane a partire, sulla conoscenza delle realtà diocesane che organizzano i campi, sullo stile di oratorio e di carità... Previsto anche un incontro regionale a Milano con tutti i volontari delle Caritas Lombarde e, la sera di venerdì 26 giugno a Crema, il mandato del vescovo Oscar a tutti i giovani della diocesi impegnati in diverse esperienze di volontariato estivo. Per altre informazioni: Fabrizio Motta , caritascrema.it, caritascrema.it, e Facebook Giovani on the road. Erika Tacchini, Luca Uberti Foppa e Fabrizio Motta durante la presentazione dei campi estivi. In alto, un momento dell attività 2014 SABATO 25 APRILE LA CONSACRAZIONE NELL ORDO VIRGINUM Cristina Rabbaglio: Lo spirito del Vangelo dentro la quotidianità Si svolgerà sabato 25 aprile, alle ore 21, in Cattedrale a Crema, la solenne celebrazione nella quale il vescovo Oscar presiederà il rito di consacrazione di Cristina Rabbaglio nell Ordo Virginum. Un momento importante al quale tutti sono invitati per vivere e condividere la gioia di tutta la Chiesa che, nell anno dedicato da papa Francesco alla Vita Consacrata, accoglie la risposta di una donna alla chiamata vocazionale. In vista dell appuntamento, abbiamo rivolto alcune domande a Cristina. Come hai conosciuto l Ordo Virginum? Mi sono avvicinata alla forma di consacrazione dell Ordo Virginum attraverso Francesca, che vive nella diocesi di Crema da dieci anni ed è la segretaria del vescovo Oscar. Tramite Francesca, che appartiene all Ordo della diocesi di Como, ho conosciuto altre consacrate; in particolare, durante il periodo propedeutico iniziale, ho condiviso con le consacrate della diocesi di Como momenti formativi, di preghiera e di confronto. A esse sono particolarmente legata perché mi hanno accolta e accompagnata nei primi passi e ancora adesso mi sostengono nel cammino. Essendo la prima consacrazione in diocesi secondo il rito della consacrazione delle vergini, puoi indicare gli aspetti che caratterizzano la vocazione all Ordo Virginum? L Ordo Virginum ha radici molto antiche ed è rifiorito nella Chiesa dopo il Concilio Vaticano II. Le caratteristiche peculiari delle donne consacrate sono la sponsalità (sono unite a Cristo sposo), la laicità (condividono la vita di ogni persona rimanendo nel mondo) e la diocesanità (sono legate alla Chiesa locale). La vocazione all Ordo Virginum e la forma di vita che la compie si caratterizzano nel seguire più da vicino Cristo Signore, in particolare nell impegno della verginità, quale segno della Chiesa Sposa, pronta per il suo Sposo. Hai parlato di diocesanità... Che legame ha la vergine consacrata con la Chiesa diocesana? Il legame della vergine consacrata con la Chiesa diocesana può assumere forme e modalità diverse a seconda di vari elementi: la storia di ogni diocesi e del suo Ordo, il Vescovo che la guida, la storia personale, il progredire del cammino. Questa consacrazione mi legherà in modo speciale al Vescovo e alla diocesi al cui servizio mi sento chiamata a dedicarmi. Ed è proprio la caratteristica della diocesanità, tipica dell Ordo Virginum, che mi ha spinto ad approfondire questa forma di consacrazione, dopo che l impegno in Azione Cattolica aveva fatto maturare in me questo desiderio. PRESENTATE LE PROPOSTE 2015 PER VIVERE QUEST ESTATE L ESPERIENZA DEI CAMPI DI VOLONTARIATO: ANIMAZIONE E CONDIVISIONE IN ALBANIA E IN CALABRIA TRA AMICIZIA E SCAMBIO RECIPROCO. GIÀ APERTE LE ADESIONI, DA FAR PERVENIRE ENTRO DOMENICA PROSSIMA 26 APRILE Come sono la vita e la testimonianza di una vergine consacrata? La vergine consacrata non ha un istituto, un abito che la distingua, l obbligo della vita comunitaria, un carisma uguale per tutte a cui riferirsi. La forma pubblica della consacrazione impegna la consacrata a testimoniare con una coerente condotta di vita la propria appartenenza a Cristo Sposo nella vita di tutti i giorni, con le persone che incontra nei vari ambiti nei quali vive. Fondamentale è la regola di vita concordata con il direttore spirituale e approvata dal Vescovo dalla quale risultano forme, modi e tempi con cui la vergine consacrata intende rispondere, nel personale contesto esistenziale, ai continui inviti dello Spirito a seguire Cristo. Durante la consacrazione le vergini ricevono l anello segno delle mistiche nozze con Cristo e il libro della Liturgia delle Ore perché il primo e irrinunciabile impegno è quello della preghiera. Perciò non cambierò abito, né lavoro, né nome, ma sarò chiamata proprio dentro la quotidianità a testimoniare la consacrazione e lo spirito del Vangelo. Ogni giorno sono chiamata a praticare la preghiera in comunione con la Chiesa secondo la regola di vita personale, ponendo al centro della giornata la celebrazione eucaristica e l ascolto della Parola di Dio. Puoi descrivere il cammino formativo? Così come evidenziato dalla Nota pastorale della CEI L Ordo Virginum nella Chiesa in Italia, l itinerario di formazione per la consacrazione nell Ordo Virginum deve consentire un effettivo cammino di conversione, e cioè di purificazione della propria condotta di vita, di illuminazione della propria mentalità, di unione con il Cristo Sposo, povero e servo. Il Vescovo è il responsabile della formazione e del discernimento vocazionale e svolge questo compito o direttamente o coadiuvato da un sacerdote suo delegato. Per la nostra diocesi il delegato è attualmente padre Ricardo Castillo. Si tratta di un processo dinamico e progressivo, scandito in tappe organicamente connesse che coinvolge varie dimensioni: affettiva, intellettiva, volitiva, spirituale e mira alla piena unità di vita. Il Vescovo può svolgere il suo compito anche con l aiuto di alcune vergini consacrate e altre figure. Dopo la consacrazione, la formazione continua e diventa permanente. Quante sono in Italia le vergini consacrate? In Italia le vergini consacrate sono più di 500 e circa 450 in formazione, secondo i dati aggiornati al 30 novembre La qualità è il miglior risparmio! APRILE MESE DELLA CAMERETTA SCONTO DEL 40% sulle camerette in esposizione Mobilieri con reparto di falegnameria Sorgente del Mobile APERTI LA DOMENICA POMERIGGIO Se stai ristrutturando PUOI USUFRUIRE delle agevolazioni fiscali Visitate il nostro Shoow room VAIANO CREMASCO Via Gianfranco Miglio 22 Tel Fax seguici anche su facebook

15 SABATO 18 APRILE 2015 ANNO DELLA VITA CONSACRATA - LE PRESENZE RELIGIOSE IN DIOCESI A CREMA/5 Le suore Canossiane La Chiesa 15 CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI Incontri vocazionali: un bellissimo cammino GRANDE REALTÀ NEL MONDO E A CREMA Maddalena nasce da una nobile famiglia, quella dei Marchesi di Canossa, a Verona, il 1 marzo Fin da subito nacque in lei una spiccata sensibilità nei confronti dei bisogni dei più poveri della città. Per questo sceglie di vivere, con radicalità evangelica per Dio, solo non secondo la forma monastica, ma nella dedizione e servizio ai poveri. Lascia quindi definitivamente il Palazzo Canossa e inizia la sua opera educando le bambine del quartiere degradato di San Zeno. Era l 8 maggio In seguito, l Istituto delle Figlie della Carità si estende anche in altre città come Venezia, Milano, Bergamo, Trento. Intanto, la fondatrice moltiplica i contatti con le autorità religiose e civili per sostenere le iniziative caritative. Il 23 maggio 1831, con l aiuto di un sacerdote veneziano e di due laici bergamaschi, dà avvio alla congregazione dei Figli della Carità, coinvolgendo anche numerosi laici. Maddalena, nel suo operato, è mossa da un intenso amore verso Dio che, ella stessa, contempla sulla croce. Maddalena si sente spinta a condividere la stessa passione di Gesù per i piccoli e i poveri, affinchè possano accedere ai beni della cultura, della fede e quindi non si sentano abbandonati nella malattia e nella fragilità. Per questo promuove iniziative di educazione, evangelizzazione e assistenza spirituale ai malati e agli abbandonati. Con lei collaborano laici di ogni classe sociale. Il suo più grande desiderio è far conoscere a tutti Gesù, la sua carità e misericordia. Maddalena muore a Verona il 10 aprile Viene proclamata beata da papa Pio XI l 8 dicembre 1941 e canonizzata da papa Giovanni Paolo II il 2 ottobre Le Figlie e i Figli della Carità Le Figlie della Carità si pongono totalmente a servizio dei poveri. Sono infatti chiamate NUOVO CAT ASSISTENZA TECNICA NUOVO CAT ASSISTENZA TECNICA CALDAIE E PROVE FUMI CALDAIE E PROVE FUMI Promozione per NUOVI CLIENTI PRIMA PROVA FUMI 75,00 IVA INCLUSA ABILITATI ALLA REGISTRAZIONE CURIT REGIONE LOMBARDIA PROMOZIONE PER NUOVI CLIENTI NUOVA SEDE: via Del Carroccio CASTELLEONE PRIMA PROVA FUMI Tel. e Fax a contemplare, sperimentare e condividere l amore incondizionato del Padre per ogni persona. Partecipano alla missione di salvezza di Gesù cercando di assumere i suoi stessi atteggiamenti di carità, dolcezza, umiltà, mitezza, zelo e fortezza, sull esempio di Maria, Madre della Carità ai piedi della croce. Vivono in comunità dove imparano a riconoscere la presenza di Dio. Da vere Sorelle condividono tutto ciò che hanno, mentre imparano a donare e ricevere amore, in piena libertà. Sono presenti in tutti i continenti dove operano negli ambiti dell educazione, evangelizzazione, pastorale del malato, formazione dei laici nell apostolato con esercizi spirituali. I Figli della Carità sono nati nell umiltà della croce. Nel corso degli anni l istituto è cresciuto parecchio senza mai perdere di vista il progetto della fondatrice. Il loro servizio, in fedeltà al carisma, alla storia, ma soprattutto alle esigenze delle persone, è volto all evangelizzazione e promozione umana. Da religiosi consacrati, Fratelli, Sacerdoti e Diaconi esercitano i ministeri della carità in parrocchia, soprattutto nelle zone più povere e in oratorio. La Famiglia Laicale Canossiana Il coinvolgimento dei laici nella missione della Chiesa e delle Congregazioni Canossiane è un intuizione profetica di santa Maddalena di 75,00 IVA INCLUSA Santa Maddalena di Canossa Canossa. Appartengono a diverse espressioni laicali: l Associazione Laici Canossiani, Confratelli dell Addolorata, Fratelli e Sorelle Laici Canossiani, Fraternità Canossiana, Missionarie Secolari di santa Maddalena di Canossa, istituzione di vita secolare consacrata, Laici Canossiani Missionari e Giovani Canossiani. Seguono Cristo Crocifisso nella realtà quotidiana, facendosi apostoli della carità con stile semplice, umile e gioioso. Esercitano le virtù della pazienza, della docilità, della mansuetudine e della dolcezza a imitazione di Maria Addolorata. Il loro servizio è volto all aiuto e al sostegno dei fratelli, specialmente dei più poveri. Missionarie Secolari di santa Maddalena di Canossa Il più grande desiderio di santa Maddalena di Canossa era quello di far conoscere a tutti Gesù, la sua carità e misericordia. Per questo era disposta a spingersi verso i confini più remoti della terra. Il desiderio diverrà realtà attraverso le Missionarie Secolari di santa Maddalena di Canossa, la cui presenza, oggi, è viva in diversi Paesi del mondo. Oltre a prestare servizio ogni giorno nel segno della carità, condividono momenti di vita fraterna, di preghiera e di formazione con scadenze mensili e annuali. La presenza delle Canossiane nel mondo È ampia la famiglia canossiana nel mondo. Le Figlie della Carità si trovano infatti non solo in Italia, ma anche in Africa, Argentina, Brasile, America, nelle Filippine, in Giappone, a Hong Kong, in India, in Malaysia, a Singapore, in Australia. Le Canossiane a Crema Nella diocesi di Crema le Madri Canossiane sono state presenti in varie comunità e in particolare nell Istituto Canossiano di Crema. A oggi sono presenti a Offanengo dove svolgono un ruolo attivo nella scuola materna, in parrocchia, in oratorio e in diocesi. Sono in quattro: madre Claudina Cristiani, madre Paola Pietta, madre Teresa Accini e madre Elisa Doldi. Purtroppo, nel dicembre scorso, è venuta a mancare la cara madre Flaminia Cotti. UFFICIO DIOCESANO PER LA PASTORALE DELLA FAMIGLIA Un incontro a Lodi sul tema del Sinodo e un weekend insieme a Marina di Massa Si segnalano due importanti eventi rivolti, in particolare a tutte le famiglie. Il primo è curato dall Ufficio Famiglia di Lodi che, in collaborazione con l Ufficio Famiglia di Crema, ha organizzato un incontro con monsignor Solmi sul tema del Sinodo della Famiglia. L appuntamento è per martedì 21 aprile, alle ore 21, presso il Seminario Vescovile di via XX Settembre 42 a Lodi. Il secondo appuntamento, invece, riguarda la proposta del weekend per famiglie, che si terrà dall 1 al 3 maggio a Marina di Massa, presso la Casa Nuova delle Figlie Sacro Cuore. La tre giorni è centrata sul tema Fragilità o risorsa? Nell invito, i responsabili dell Ufficio diocesano cremasco scrivono: Senti il bisogno di sostare e metterti in ascolto delle tue relazioni familiari, della tua relazione di coppia? Senti il bisogno di confrontarti sulle tue fragilità, di condividere con altri? Vuoi assaporare il piacere di stare assieme con altre famiglie, di sentire la brezza del mare con la tua famiglia? Allora ti aspettiamo a Marina di Massa! Ci guideranno in questo percorso Fiorenza Corna, psicoterapeuta, e Gabriele Pedina, educatore ed esperto di Sacre Scritture, che ci hanno accompagnato già lo scorso anno in un esperienza davvero bella e significativa di ascolto di se stessi e della Parola. Il programma prevede momenti di preghiera, attività di gruppo, celebrazioni e attività libere. Nei momenti di incontro per i genitori, i bambini saranno seguiti da un educatrice. Le iscrizioni, già aperte, si ricevono entro lunedì 20 aprile, inviando una all indirizzo indicando il numero di adulti e di bambini, oltre all orario di arrivo e di partenza. L Ufficio Famiglia fornirà anche informazioni più dettagliate. RISTORANTE GOMEDO Via provinciale Adda n 60 Gombito (Cr) Il locale ideale per matrimoni, (dispone di due sale climatizzate, una da 160 posti e una da 250 posti) cresime, comunioni ed ogni ricorrenza in genere. Ampio giardino estivo. Venite a scoprire il nuovo giardino di mq. Consultateci senza impegno o visitate il nostro sito internet, dove troverete interessanti proposte per tutte le vostre occasioni. Menù per ricorrenze a partire da euro 22 tutto compreso Menù per matrimoni a partire da euro 40 tutto compreso animazione non è animazione se non è vocazionale. Con L queste parole del nostro vescovo Oscar, noi del Centro Diocesano Vocazioni abbiamo ripreso a camminare in questo anno pastorale per riproporre, all intera diocesi di Crema, tra le altre iniziative, gli incontri vocazionali aperti a tutte le ragazze delle medie. Suor Rosy, Daniela, Annarita, Sharon, Annamaria e Fabiana, ciascuna con la propria vocazione e carisma, hanno dato vita a quattro incontri domenicali proposti da dicembre ad aprile per approfondire alcune figure di donne che hanno conosciuto Gesù e che si sono lasciate plasmare e cambiare da questo incontro: la Samaritana, la Madonna, le sorelle Marta e Maria. Insieme a quindici ragazze del Cremasco, hanno scoperto il fascino della chiamata di Dio, affrontato le paure e le perplessità tipiche di ogni vocazione e la gioia del sì pieno e coraggioso. Perché di vocazioni ce ne sono tante, non solo quella alla vita consacrata, anche quella matrimoniale, quella che ci chiede di essere ragazze migliori, figlie ubbidienti, amiche passionevoli... a ciascuno la propria vocazione chiede di essere speciali, nel proprio quotidiano, per rendere ogni cosa, una cosa speciale. L età delle ragazze è un ponte tra l infanzia e l adolescenza, iniziano a sorgere le prime domande, le prime passioni, le prime curiosità e l obiettivo è quello di offrire a queste ragazze un alternativa alle mode: Gesù unica roccia su cui costruire una casa solida e bussola per non perdersi fra tutti i rumori del mondo. Le quindici ragazze provenienti dalle comunità parrocchiali di Offanengo, Madignano, Trescore, Ombriano, Vaiano e Montodine sono state presenti con costanza e curiosità; nessuna di loro si conosceva prima, ma le amicizie non hanno tardato a nascere ed è anche questo un punto di forza di questi incontri: la loro dimensione diocesana permette di aprire il proprio orizzonte tessendo un legame tra paesi. Gli incontri si sono tenuti presso l Istituto delle Suore del Buon Pastore a Crema, che hanno aperto le porte offrendo un ambiente caloroso dove poter sperimentare il Vangelo attraverso, non solo la sua meditazione, ma anche mediante una serie di laboratori e di attività-gioco. Hanno così trasformato la Parola in vita ed esperienza concreta. Ogni incontro prevede anche la santa Messa animata dalle ragazze stesse e celebrata da don Alessandro Vagni, guida storica del Centro Diocesano Vocazioni e capace di parlare ai cuori delle ragazze. Infine il momento del pranzo, sempre fondamentale per conoscersi ancora di più e far nascere amicizie. Il terzo incontro, invece, si è svolto presso la Casa famiglia San Martino di Sergnano dove, dopo aver partecipato alla santa Messa in parrocchia, al pranzo in famiglia e ascoltato le testimonianze, le ragazze hanno toccato con mano come l amore diventa famiglia, la famiglia diventa accoglienza, l accoglienza moltiplica l amore. Per quest anno il team di educatrici va in vacanza soddisfatto e già pronto a replicare a partire dal prossimo autunno, quando spera di poter incontrare un gruppo più numeroso e soprattutto di vedere la partecipazione di più parrocchie del Cremasco. Infatti, la presenza di 6 parrocchie sulle 62 totali è un numero esiguo, ma tu che stai leggendo questo articolo puoi correre subito dai catechisti del tuo paese e farci un po di pubblicità! Lo spazio dove poter fare scuola di Vangelo al femminile pensiamo possa essere un occasione unica e preziosa da cogliere al volo! I sorrisi e la serenità coi quali ci hanno salutato le ragazze all ultimo incontro del 12 aprile, ci danno conferma del buono risultato di questa esperienza. Le educatrici del Centro Diocesano Vocazioni sezione Girls delle Medie Via crema 58 VEGLIA DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI In vista della 52 a Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni di domenica 26 aprile, la diocesi di Crema con il Centro Bagnolo Cremasco (CR) Diocesano Vocazioni ha organizzato tel una Veglia di preghiera dal titolo È bello con te! L appuntamento è per giovedì 23 aprile, con il seguente programma: alle ore il ritrovo presso il Seminario, a Vergonzana, da dove partirà il pellegrinaggio verso il santuario della Madonna della Pallavicina a Izano, dove il vescovo monsignor Oscar Cantoni presiederà la Veglia alla quale tutti sono fin da ora invitati. APPROFITTA DEGLI INCENTIVI FISCALI DEL DEL 50% % e 65 65% - Serramenti certificati in alluminio ed alluminio/legno Via crema 58 APPROFITTA DEGLI Bagnolo Cremasco (CR) - Persiane in alluminio con lamelle orientabili o fisse, antoni ciechi INCENTIVI tel FISCALI - Lavorazione ferro e acciaio inox per DEL edilizia, 50% architettura E 65% e arredo Via crema 58 - Tapparelle, Via Crema 58 cancelletti, - Bagnolo inferriate, Cremasco Bagnolo chiusure (CR) Cremasco Tel. di sicurezza (CR) INCENTIVI tel FISCALI DEL 50% % e 65% - APPROFITTA DEGLI INCENTIVI FISCALI - Serramenti certificati in alluminio ed alluminio/legno - Persiane Prodotti in alluminio personalizzati con lamelle orientabili e di o qualità fisse, antoni ciechi APPROFITTA - Lavorazione 100% DEGLI made INCENTIVI ferro e in acciaio BAGNOLO FISCALI inox per edilizia, DEL CREMASCO!!! 50% architettura % e 65% e arredo - Serramenti - Tapparelle, cancelletti, inferriate, chiusure di sicurezza - certificati in in alluminio ed e alluminio/legno - Persiane in alluminio - Persiane in Prodotti con alluminio con personalizzati lamelle orientabili lamelle e o di fisse, o fisse, qualità antoni ciechi - Lavorazione 100% ferro made e acciaio in inox BAGNOLO per edilizia, CREMASCO!!! architettura e arredo - Lavorazione ferro e acciaio inox per edilizia, architettura e arredo - Tapparelle, cancelletti, inferriate, chiusure di sicurezza - Tapparelle, cancelletti, inferriate, chiusure di sicurezza Prodotti personalizzati e di qualità 100% made in BAGNOLO CREMASCO!!!

16 La Chiesa 16 SABATO 18 APRILE 2015 LA BOLLA DEL GIUBILEO - 1 Il volto e gli occhi della misericordia PAPA FRANCESCO HA UFFICIALMENTE INDETTO L ANNO SANTO STRAORDINARIO CHE INIZIERÀ L 8 DICEMBRE di M. MICHELA NICOLAIS Un Anno Santo Straordinario, perché questo è il tempo della misericordia. Non è il tempo per la distrazione, ma per rimanere vigili e risvegliare in noi la capacità di guardare all essenziale. Nell omelia dei primi Vespri, recitati subito dopo la consegna e la lettura della Bolla Misericordiae Vultus di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia, davanti alla Porta Santa della basilica di San Pietro il primo Papa latinoamericano della storia ha riassunto così il senso del primo Giubileo, in oltre sette secoli, legato a questo tema. E lo ha fatto proprio alla vigilia della domenica dopo Pasqua, giorno in cui il suo predecessore, San Giovanni Paolo II, ha istituito la festa della Divina Misericordia. Misericordiosi come il Padre, il motto del Giubileo, in sintonia con il motto scelto da papa Francesco per il suo pontificato: Miserando atque eligendo. Nelle nostre parrocchie, nelle comunità, nelle associazioni e nei movimenti, dovunque vi sono dei cristiani, chiunque deve poter trovare un oasi di misericordia, si legge nella Bolla, perché senza perdono la vita è un deserto desolato. Come desidero che gli anni a venire siano intrisi di misericordia per andare incontro a ogni persona portando la bontà e la tenerezza di Dio!, l auspicio di Francesco che si proietta già oltre il Giubileo, che inizierà l 8 dicembre 2015, solennità dell Immacolata e cinquantesimo anniversario della chiusura del Concilio, per concludersi il 20 novembre 2016, festa di Cristo Re. Durante l Anno Santo, ogni chiesa locale avrà la sua Porta della Misericordia, come Francesco ha ribattezzato la Porta Santa della basilica vaticana. In Quaresima, una task force di missionari della misericordia, perché a tutti, credenti e lontani, possa giungere il balsamo della misericordia. Forse per tanto tempo abbiamo dimenticato di indicare e di vivere la via della misericordia, sottolinea il Papa, che chiede alla Chiesa di non giudicare e non condannare e di riscoprire le opere di misericordia corporale e spirituale. Al centro della Bolla papale, la consegna di spezzare la barriera di indifferenza, curando le ferite e aprendo il cuore alle periferie esistenziali, e un forte appello ai criminali e ai corrotti: Vi chiedo di cambiare vita. Lasciamoci sorprendere da Dio, l invito finale, perché il grande fiume della misericordia sgorga e scorre senza sosta, non potrà mai esaurirsi. Neanche con i milioni di pellegrini che tra otto mesi varcheranno, a Roma e nel mondo, le Porte della Misericordia. Tempo favorevole per la Chiesa. Ci sono momenti nei quali in modo ancora più forte siamo chiamati a tenere fisso lo sguardo sulla misericordia per diventare noi stessi segno efficace dell agire del Padre. È per questo che ho indetto un Giubileo Straordinario della Misericordia come tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti. Dopo l apertura della Porta Santa della basilica vaticana, la domenica successiva, la Terza di Avvento, si aprirà la Porta Santa nella Cattedrale di Roma, la Basilica di San Giovanni in Laterano. Successivamente, si aprirà la Porta Santa nelle altre Basiliche Papali. Nella stessa domenica si legge nella Bolla stabilisco che in ogni Chiesa particolare, nella Cattedrale che è la Chiesa Madre per tutti i fedeli, oppure nella Concattedrale o in una chiesa di speciale significato, si apra per tutto l Anno Santo una uguale Porta della Misericordia. A scelta dell Ordinario, essa potrà essere aperta anche nei Santuari, mete di tanti pellegrini, che in questi luoghi sacri spesso sono toccati nel cuore dalla grazia e trovano la via della conversione. La scelta dell 8 dicembre, spiega il Papa citando San Giovanni XXIII e il beato Paolo VI, è dovuta al fatto che la Chiesa sente il bisogno di mantenere vivo il Concilio. No e indifferenza, abitudinarietà e cinismo. In questo Anno Santo, potremo fare l esperienza di aprire il cuore a quanti vivono nelle più disparate periferie esistenziali, che spesso il mondo moderno crea in maniera drammatica. Ne è convinto il Papa: In questo Giubileo ancora di più la Chiesa sarà chiamata a curare queste ferite, a lenirle con l olio della consolazione, fasciarle con la misericordia e curarle con la solidarietà e l attenzione dovuta. Non cadiamo nell indifferenza che umilia, nell abitudinarietà che anestetizza l animo e impedisce di scoprire la novità, nel cinismo che distrugge, ammonisce il Papa: Apriamo i nostri occhi per guardare le miserie del mondo, le ferite di tanti fratelli e sorelle privati della dignità, e sentiamoci provocati ad ascoltare il loro grido di aiuto. Che il loro grido diventi il nostro e insieme possiamo spezzare la barriera di indifferenza che spesso regna sovrana per nascondere l ipocrisia e l egoismo. Per il vostro bene, vi chiedo di cambiare vita. Ve lo chiedo nel nome del Figlio di Dio che, pur combattendo il peccato, non ha mai rifiutato nessun peccatore. È il forte appello del Papa, rivolto ai criminali e alle persone fautrici o complici di corruzione. La violenza usata per ammassare soldi che grondano sangue non rende potenti né immortali. Stesso invito per combattere la corruzione: Questa piaga putrefatta della società è un grave peccato che grida verso il cielo. È un male che si annida nei gesti quotidiani per estendersi poi negli scandali pubblici. Se non la si combatte apertamente, presto o tardi rende complici e distrugge l esistenza. Questo è il momento favorevole per cambiare vita! Questo è il tempo di lasciarsi toccare il cuore. Nelle foto: la consegna della Bolla a un cardinale, papa Francesco durante l omelia e davanti alla Porta Santa LA BOLLA DEL GIUBILEO - 2 La misericordia: il Papa parla di un dono concreto e visibile isericordiae Vultus. Le prime parole dei principali do- papali indicano significativamente l obiettivo Mcumenti principale del testo, il suo cuore. Così è per la Bolla d indizione del Giubileo straordinario della misericordia Misericordiae Vultus (Il volto della misericordia). Tema, questo, caro a papa Francesco, che nei suoi due anni di Pontificato vi si è soffermato in diverse occasioni. Basta ricordare le parole pronunciate nel primo Ange- lus dopo la sua elezione il 17 marzo 2013: Sentire misericordia, questa parola cambia tutto. È il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po di misericordia rende il mondo meno freddo e più giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo Padre misericordioso che ha tanta pazienza. La misericordia è certamente un elemento centrale dell esperienza personale e spirituale di Francesco. Come egli stesso ha raccontato il 18 maggio 2013, durante la Veglia di Pentecoste con i movimenti: percependo la vocazione al sacerdozio per la prima volta il 21 settembre 1953, festa di San Matteo apostolo, ha sperimentato il balsamo della misericordia su di sé e può testimoniare che lo sguardo di Gesù cambia la vita. Si comprende così anche la scelta del motto episcopale di Bergoglio: Miserando atque eligendo. Si tratta di una citazione presa dalle omelie di San Beda il venerabile, che potrebbe essere tradotta Con occhi di misericordia. Il volto e gli occhi della misericordia, dunque. Papa Francesco non parla di qualcosa di astratto, ma di concreto e visibile. Gli occhi e il volto, infatti, comunicano tutto di una persona, la sua intimità, i suoi segreti E così è per la misericordia. Il Pontefice introduce tutti, credenti e non credenti, nel grande e, forse, incomprensibile mistero della fede cristiana. La misericordia, scrive Francesco nella Bolla, è la via che unisce Dio e l uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato. Parlando della centralità della misericordia, Francesco si pone nella grande tradizione della Chiesa. Scritture e testi liturgici sottolineano come l onnipotenza di Dio sia tutta concentrata nel suo essere misericordioso. Non solo Nella Bolla il Papa ricorda quanto affermato, in anni e contesti diversi, da Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II che al tema della misericordia ha dedicato la sua seconda Enciclica Dives in misericordia. Volendo sintetizzare, si può dire che c è un filo che accomuna gli insegnamenti dei tre Pontefici: la misericordia è il più bello di tutti gli attributi di Dio e la Chiesa non può prescindere dall annuncio dell amore misericordioso e compassionevole. Si comprende, quindi, quanto sia importante per Francesco l indizione di questo Anno Santo straordinario, da non considerare affatto un in cammino per curare e lenire le ferite di ogni persona? È giun- to di nuovo per la Chiesa afferma Francesco il tempo di farsi carico dell annuncio gioioso del perdono. C è poi la dimensione sociale. Anticamente, il Giubileo era un anno dichiarato santo, nel quale si doveva restituire l uguaglianza a tutti, offrendo nuove possibilità alle famiglie che avevano perso le loro proprietà e, perfino, la libertà personale. Non viviamo più queste situazioni. Anche se il nostro tempo è segnato da altre forme di povertà e di schiavitù, che portano a solitudini e fragilità. Siamo tecnologici e potenti, ma abbiamo smarrito le certezze di fondo. Papa Francesco ha compreso questo cambiamento di clima, perché come ama ripetere certe realtà si leggono meglio dalla periferia. E si è reso conto che la misericordia è in grado di dare risposta al desiderio di salvezza che c è nel cuore di ogni persona. Infine, c è la dimensione del dialogo interreligioso. La misericordia spiega il Santo Padre possiede una valenza che va oltre i confini della Chiesa. Essa ci relaziona all Ebraismo e all Islam, che la considerano uno degli attributi più qualificanti di Dio. ( ) Questo Anno Giubilare vissuto nella misericordia possa favorire l incontro con queste religioni e con le altre nobili tradizioni religiose; ci renda più aperti al dialogo per meglio conoscerci e comprenderci; elimini ogni forma di chiusura e di disprezzo ed espella ogni forma di violenza e di discriminazione. Tre dimensioni, dunque, su cui in vario modo lasciarsi coinvolgere. Il cammino è tracciato. Ci sono solo otto mesi per prepararsi e chiedersi con quali occhi e quale volto presentarsi alla Porta Santa. Anche perché occhi e volto non mentono. Soprattutto quando si ha a che fare con la misericordia. Vincenzo Corrado evento eccezionale e isolato nell arco temporale. La straordinarietà del Giubileo va tradotta, nella sua essenza, nell ordinarietà della vita di ogni giorno. Solo così si potrà vivere la tenerezza del perdono e dell abbraccio amoroso. In che modo? A indicare la strada è sempre la Bolla, che oltre a fissare i tempi, con le date di apertura e di chiusura, e le modalità principali di svolgimento del Giubileo, esplicita lo spirito per cui è stato indetto, le intenzioni e i frutti sperati dal Santo Padre. Lo spirito emerge dal motto scelto che suona come un invito: Misericordiosi come il Padre. Le intenzioni e i frutti si possono cogliere almeno in tre diverse dimensioni, che ogni Giubileo e questo in modo particolare coinvolge. La dimensione ecclesiale, anzitutto. Qui sono tanti i gesti e i simboli chiamati in causa: dall apertura della Porta Santa, da vivere anche in ogni Chiesa locale con l apertura di una Porta della misericordia, all invio dei missionari della misericordia cui verrà data l autorità di perdonare anche i peccati che sono riservati alla Sede Apostolica ; dal tema dell indulgenza a quello del pellegrinaggio Senza trascurare le date di apertura e chiusura del Giubileo: l 8 dicembre 2015, solennità dell Immacolata Concezione, nel 50 della conclusione del Concilio Vaticano II e il 20 novembre 2016, nella solennità liturgica di Gesù Cristo Signore dell universo. Non si tratta di pura casualità: cinquant anni fa la chiusura del Concilio segnava una nuova stagione per la Chiesa, che tornava ad aprirsi verso il mondo, mentre la solennità di Cristo Signore dell universo indica, ogni anno, la chiusura dell anno liturgico prima dell inizio del tempo d Avvento. Quale immagine migliore per descrivere tutto ciò se non quella della Chiesa in uscita che, dopo aver vissuto la dolcezza della misericordia, si rimette

17 SABATO 18 APRILE 2015 IN SETTIMANA IL SOPRALLUOGO Cattedrale: altri lavoretti È INTERESSATO IL CAMPANILE DOPO LA CADUTA DI FRAMMENTI di GIAMBA LONGARI Nuovi, ma piccoli lavori in vista per la Cattedrale di Crema, nello specifico per la torre campanaria. A seguito della caduta, la mattina di venerdì 3 aprile, di frammenti sul sagrato sottostante in lato sud, la zona è stata transennata e messa in sicurezza, in attesa del soprolluogo che è avvenuto mercoledì di questa settimana, alla presenza dell ingegner Cristiano Ghisetti per l impresa edile Ghisetti Costruzioni e di Daniele Calvi per la ditta di restauro Open Art. Dal soprallugo, fanno sapere gli architetti Mario Scaramuzza e Vania Zucchetti, è stato possibile stabilire che i frammenti provengono con certezza dalla seconda mensola, a partire dalla lesena di destra, appartenente alla serie di dentelli della modanatura soprastante la trifora della cella companaria. La mensola si legge nella relazione tecnica è costituita da mattone laterizio di colore giallo paglierino, detto albaso ; essa è visibilmente sgretolata di recente ed è palesemente evidente la ferita viva del mattone. L ammanco materico corrisponde all incirca al 50% del volume originario e questo, con molta probabilità, a causa dell influenza di più concause. Tra queste, quella meccanica legata sia alla funzione statica assolta sia alle vibrazioni provenienti dalla cella campanaria. Un altra causa è dovuta al clima, tra escursioni termiche e l esposizione agli agenti atmosferici. Infine, vanno considerate altre due cause: quella ambientale (inquinamento atmosferico particolarmente aggressivo ormai da decenni) e quella biologico dovuta alla presenza di alghe e muffe. Dopo il distacco dei frammenti del 3 aprile scorso, i tecnici ritengono che l emergenza sia rientrata, ma si considera prudenzialmente opportuno mantenere il transennamento dell area di influenza del componente stesso e della relativa facciata. Il sopralluogo continua la relazione tecnica ha permesso infatti di estendere l osservazione e di eseguire una prima verifica della stabilità corticale di tutta la facciata, per il momento sino al limite della parte di torre a base quadrata (a quota di 40 metri circa), individuando altre zone, apparentemente circostanziate, in fase di incipiente azione di In alto, la parte della torre campanaria della Cattedrale da dove provengono i frammenti. Qui sopra, la zona transennata per sicurezza distacco, anche di parti dimensionalmente consistenti. A fronte di tutto ciò sarà necessario intervenire al più presto sulle parti interessate, con un azione sistematica di consolidamento tramite iniezioni e integrazione materica, per recuperare la funzione statica e anche per ripristinare la stilatura delle frequenti parti di malta mancanti o instabili presenti su molte aree. L azione preventiva di verifica effettuata, che si consiglia di estendere pure alle altre tre facciate del campanile, consentirà innanzitutto di evitare spiacevoli incidenti ai passanti e alle cose e di conservare il prezioso monumento, senza perdere materia nobile, di cui sono costituite intere parti di modanature in cotto e malta di calce o di antico cocciopesto, originarie dell impianto architettonico. La Chiesa 17 DENTIERA ROTTA!!! RIPARAZIONE IMMEDIATA Pulitura, lucidatura rimessa a nuovo protesi mobili Per tutti un utile OMAGGIO telefonando allo RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO CREMA: Via Podgora, 3 (zona Villette Ferriera) NOLEGGIO PIATTAFORME AEREE REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE GIARDINI DISINFESTAZIONI DERATTIZZAZIONI INTERVENTI SPECIALI PER L ALLONTANAMENTO DEI PICCIONI DAI TETTI PREVENTIVI GRATUITI VENDITA E NOLEGGIO ATTREZZATURE DA GIARDINAGGIO CREMA - VIA MILANO 59 B LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE SABBIONI: la parrocchia organizza un pellegrinaggio ad Ardesio (Bg) GIOIA PER LA PRESENZA DI GESÙ IN MEZZO A NOI Prima Lettura: AT 3, Salmo: 4 Seconda Lettura: 1GV 2,1-5 Vangelo: LC 24,35-48 In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano [agli Undici e a quelli che erano con loro] ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto [Gesù] nello spezzare il pane. Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni». La parrocchia dei Sabbioni organizza, per lunedì 22 giugno, in occasione dell Apparizione di Maria venerata con il titolo di Regina della Famiglia, un pellegrinaggio ad Ardesio, in provincia di Bergamo (paese natale del parroco fra Giuseppe Fornoni). Il programma prevede la partenza del pullman alle ore 14 dal piazzale della chiesa dei Sabbioni. Giunti ad Ardesio, la visita del paese, alle ore 17 la santa Messa in santuario, poi la cena al sacco o in ristorante, la processione e lo spettacolo pirotecnico. Alle ore 23 circa il ritorno a Crema. Il costo: solo pullman 15 euro; con cena all albergo da Giorgio 20 euro. Il termine ultimo per prenotarsi e saldare l intero conto è fissato a domenica 14 giugno. Referente: Francesca Brazzoli (telefono ). Al pellegrinaggio sono invitate in modo particolare le famiglie. III Domenica di Pasqua (Anno B) - domenica 19 aprile 2015 Nella vicenda dei due discepoli di Emmaus la presenza di Gesù in mezzo a loro era data dai grandi segni del Pane spezzato e della Parola spiegata ; nel Vangelo di oggi si dice che egli stesso, in persona, stette in mezzo a loro. Dire che Gesù in persona porta il saluto di pace, è rispondere alla grande obiezione di pensarlo come un fantasma, come uno che non esiste, è morto. Da qui la reazione dei discepoli, sconvolti e impauriti. Al contrario, l evangelista Luca è chiaro e realistico nel custodire il ricordo delle presenze di Gesù risorto, fino al punto che Pietro, nella casa del pagano Cornelio, dirà di aver mangiato e bevuto con Lui dopo la sua risurrezione dai morti! Al posto del terrore irreale, è la gioia il segno tangibile dell esperienza della presenza di Gesù, che chiede qualcosa da mangiare e avendo ricevuta una porzione di pesce arrostito, lo mangia dinanzi a loro. Un altro miracolo della mensa, così eloquente che nessuno dei discepoli osava porre domande, perché sapevano bene che era il Signore. Il riconoscimento di Gesù nasce dalla concretezza della sua presenza corporea, dalla mostra delle sue mani e dei suoi piedi, le parti del corpo che portano visibilmente la traccia della sua terribile passione e ora della sua Pasqua nella quale ha vinto il suo amore per loro. È attorno a questa memoria visibile che si raccoglie la comunità dei discepoli, a sua volta credibile a condizione di mostrarsi agli altri con gli stessi segni del risorto. Comprendere la Parola e gioire per la presenza di Gesù in mezzo a noi, riuscire a mettere insieme la vicenda di Gesù con i fatti della nostra vita, è il miracolo dello Spirito portato dal Risorto, lo stesso prodigio di Pentecoste raccontato negli Atti. Una parola, in questa domenica dopo Pasqua, di assoluta bellezza e densità. In pochi versi si concentra l insegnamento di Gesù sulla Parola contenuta in tutte le Scritture, realizzata nella sua Pasqua, affidata ai testimoni per la predicazione a tutte le genti, consegnata ai discepoli con il dono dello Spirito Santo, portata da Gerusalemme sino ai confini della terra. E tutta raccolta nella Passione e Risurrezione di Gesù Cristo. L intero messaggio della resurrezione in tre quadri: il significato che ha in sé la Risurrezione, quello che dice alla Chiesa e il valore decisivo che ha per la storia dei discepoli e dell intera umanità. Angelo Sceppacerca Info e prenotazioni: NEXTOUR Centro Turistico Via Medaglie d Oro, 1 Crema (CR) - Tel SOGGIORNO MARE A MONTESILVANO HTL 4* 23 MAGGIO - 2 GIUGNO bus, pensione completa con bevande, servizio spiaggia SOGGIORNO TERMALE A TORRE CANNE HTL BLU SERENA 4* 3 17 MAGGIO bus - pensione completa con bevande PRAGA 30 MAGGIO - 2 GIUGNO Hotel 4* bus, pensione completa, escursione in battello, cena tipica in birreria, visite guidate SOGGIORNI ESTIVI IN MONTAGNA LEVICO PREDAZZO ZIANO DI FIEMME PIZZOFERRATO L UOMO NON INSEGUE PIÙ SEMPLICEMENTE LA MODA MA CERCA UN SUO STILE PERSONALE SCELTA DI STILE FORMEN A B B I G L I A M E N T O M A S C H I L E DOMENICA 19 APRILE APERTO IL POMERIGGIO CREMA GALLERIA V. EMANUELE, 5 (PIAZZA ALDO MORO)

18 18 Necrologi SABATO 18 APRILE 2015 È mancata all'affetto dei suoi cari Circondata dall'affetto dei suoi cari, è mancata Ambrogio, Vanna, Mario, Giuliana e famiglie nell'indimenticabile ricordo della cara Dopo una vita dedicata agli affetti familiari è mancata Circondato dall'affetto dei suoi cari è mancato È mancato all'affetto dei suoi cari Carla Bandirali in Fasoli partecipano commossi al dolore del marito Gianni, di Silverio, Luisa, Franca, Lina e familiari per la scomparsa della loro sorella. Madignano, 16 aprile 2015 Maria Cremonesi di anni 83 Ne danno il triste annuncio la nipote Laura, i fratelli Pietro e Angelo, i nipoti, le cognate e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Offanengo, 13 aprile 2015 Circondato dall'affetto dei suoi cari è mancato Natale Angelo Arpini di anni 82 Ne danno il triste annuncio la moglie Teresa, le figlie Antonella, Roberta e Nicoletta con il marito Edoardo, la cara nipote Cinzia, i fratelli Rinaldo e Vittorio, le cognate, i cognati, i nipoti e tutti i parenti. La cerimonia funebre si svolgerà oggi, sabato 18 aprile alle ore 9 partendo dalla camera ardente dell'ospedale Kennedy di Crema per la chiesa parrocchiale dei Sabbioni; la tumulazione avverrà nel cimitero Maggiore di Crema. I familiari ringraziano di cuore quanti partecipano al loro dolore. Crema, 16 aprile 2015 È mancato all'affetto dei suoi cari Nadia Ivana Vairani in Piacentini di anni 48 Ne danno il triste annuncio il marito Massimiliano, i fi gli Manuel e Anita, la mamma Maria, il papà Franco, il fratello Giacomo, la nipote Alice, la suocera Pasqua e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare all'équipe delle Cure Palliative, alla dott.ssa Tiziana Galli, al dott. Gianfranco Vaccari, alle infermiere Maria Grazia e Paola per le premurose cure prestate. Bagnolo Cremasco, 17 aprile 2015 Il consiglio di amministrazione, il collegio sindacale della "Banca Cremasca" esprimono partecipazione al dolore della famiglia per la morte della collaboratrice Nadia Ivana Vairani e porgono sentite condoglianze. Crema, 17 aprile 2015 Il direttore e i dipendenti della "Banca Cremasca" condividono con profondo cordoglio il dolore della famiglia per la prematura scomparsa della collega Nadia Ivana Vairani e porgono sentite condoglianze. Crema, 17 aprile 2015 Mirella, Nicoletta e Federica Sangiovanni partecipano al lutto delle famiglie Vairani e Piacentini per la prematura perdita della cara Ivana Crema, 17 aprile 2015 Amelia, Luciano, Liamara, Edoardo, i piccoli Riccardo e Giorgia e nonna Lina sono vicini a Gianni, Silverio, Luisa, Franca, Lina e familiari tutti per la perdita della cara Carla Crema, 16 aprile 2015 Circondata dall'affetto dei suoi cari, è mancata Rosa Laura Pretini in Somenzi Ne danno il triste annuncio il marito Bruno, la fi glia Daniela con Luigi, i carissimi nipoti Bryan e Daisy e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro dolore. Un particolare ringraziamento al dott. Angelo Parati per le cure prestate. Capergnanica, 14 aprile 2015 Dopo una vita dedicata alla famiglia ha raggiunto i suoi cari Teresa Bingioni in Manclossi di anni 59 Ne danno il triste annuncio il marito Agostino, i fi gli Matteo, Alessandro con Alessia e il caro nipotino Alberto, Marta, il fratello Enzio, le cognate, i cognati, i nipoti e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore tutti coloro che con la presenza, con fi ori, scritti e preghiere, hanno partecipato e condiviso il loro dolore. Casaletto Ceredano, 13 aprile 2015 "La morte non ci porta via completamente la persona amata, rimane sempre il suo ricordo che ci incita a continuare". Il sindaco, gli amministratori, il segretario e i dipendenti del Comune di Casaletto Ceredano partecipano al dolore di Matteo, Agostino, Alessandro e Marta per l'immatura scomparsa della cara mamma Teresa e porgono sentite condoglianze. Casaletto Ceredano, 10 aprile 2015 L'Associazione Pro Loco di Casaletto Ceredano si stringe con affetto ad Agostino, Matteo, Alessandro e Marta e partecipa al loro grande dolore per la scomparsa della cara Teresa Casaletto Ceredano, 10 aprile 2015 Il Presidente, i Dirigenti Scolastici e tutto il personale docente e non docente della Fondazione Carlo Manziana partecipano al dolore di Matteo e della sua famiglia per l improvvisa e prematura scomparsa della mamma, sig. Franco Gasparini (Gigino) di anni 77 Ne danno il triste annuncio ii fratello Luigi con Lucia, la sorella Stefania con Marino, l'amatissimo nipote Angelo con Valentina, la zia Lucia, i cugini e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai medici e al personale infermieristico della Casa Albergo di via Zurla e del reparto di Neurologia dell'ospedale Maggiore di Crema, in particolar modo al dott. Saponara. Un grazie di cuore a don Franco Crotti per il conforto religioso. Crema, 15 aprile 2015 È mancata all'affetto dei suoi cari Angela Brambini ved. Fusar Bassini di anni 81 Ne danno il triste annuncio i figli Domenico con Edi, Marta, Marco e Giulia, Enrica con Marco, Linda e Luca, il fratello, le sorelle, il cognato, la cognata, i nipoti e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Passarera, 14 aprile 2015 Mario Manenti di anni 95 Ne danno il triste annuncio la moglie Maddalena, i figli Micaela e Gian Pietro con Anna, i nipoti Laura, Andrea e Francesca, il piccolo pronipote Federico, la sorella, il fratello e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai medici, al personale infermieristico e ausiliario della Casa Albergo di Crema. Crema, 16 aprile 2015 Partecipano al lutto: - Carla e famiglia Cesarina, Marilena, Gaetano e Gianfranco Tosetti con le loro famiglie ricordano con affetto il caro Mario Manenti e sono vicini con commossa partecipazione a Maddalena, Micaela e Gian Pietro e a tutti i parenti. Crema, 16 aprile 2015 I condomini di via Cavour 46/b sono vicini con affetto alla sig.ra Maddalena e ai figli Micaela e Gian Pietro per la scomparsa del caro Mario Manenti Crema, 16 aprile 2015 A funerali avvenuti, la moglie Adina, il figlio Davide e i parenti tutti, nell impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che con amicizia e solidarietà sono stati loro vicini e hanno condiviso il loro grande dolore per la perdita di Teresa Bingioni in Manclossi e assicurano il ricordo nella preghiera. Crema, 10 aprile 2015 Isacco Vailati di anni 83 Ne danno il triste annuncio la moglie Carolina, i figli Natalina con Paolo, Guido con Edvige, Giancarlo con Daniela, Ottavio, i cari nipoti, i pronipoti, le sorelle, i cognati, le cognate e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fi ori, scritti e preghiere hanno partecipato al loro dolore. Cremosano, 16 aprile 2015 Leonardo, Adriana e Angelica Braendle sono vicini alla sig.ra Natalina e a tutta la famiglia per la scomparsa del caro e amato papà Isacco Vailati Ricengo, 16 aprile 2015 Altre necrologie alle pagine 20 e 22 È mancata all'affetto dei suoi cari Giuseppina Capelli in Zecchini di anni 83 Ne danno il triste annuncio il marito Benvenuto, i fi gli Davide con Caterina, Carolina, Vincenzo e Barbara, Simone, i nipoti Jessica, Elisa, Martina e Alessandro, il piccolo pronipote Leonardo e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fi ori, scritti, preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Izano, 14 aprile 2015" L Ispettrice e la Vice Ispettrice delle Infermiere Volontarie, tutte le Sorelle, unitamente al Presidente, ai delegati di area, ai volontari e ai soci tutti del Comitato Locale di Crema della Croce Rossa Italiana, partecipano al lutto di Sorella Carolina per scomparsa della mamma Giuseppina Capelli in Zecchini e porgono sentite condoglianze. Crema, 14 aprile 2015 Luigi Barbati di anni 87 Lo annunciano le fi glie Margherita con Oreste, Giorgia con Mario, i nipoti Gianpaolo, Elisabetta con Paolo, Luana, Selene, i fratelli, le sorelle, i cognati e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano chi con preghiere, fi ori e scritti ha partecipato al loro dolore. Magras di Malè (Tn), 12 aprile 2015 Circondata dall'affetto dei suoi cari è mancata Angela Corso ved. Vailati di anni 84 Ne danno il triste annuncio le fi glie Franca e Lori, i generi, i cari nipoti, il fratello Giuseppe e tutti i parenti. La cerimonia funebre si svolgerà oggi, sabato 18 aprile alle ore 10 partendo dall'abitazione in via Passaggio Tedot n. 13 per la chiesa parrocchiale di Trescore Cremasco; la tumulazione avverrà nel cimitero locale. I familiari ringraziano di cuore quanti partecipano al loro dolore. Trescore Cremasco, 16 aprile 2015 È mancato all'affetto dei suoi cari Emilio Branchi di anni 79 Ne danno il triste annuncio la moglie Antonietta, i fi gli Francesco con Luisa, Maddalena con Davide, i nipoti Andrea, Miriam, Tes, Melki, le sorelle, i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con preghiere, scritti e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Eventuali offerte all'associazione "Etiopia e Oltre" IBAN: IT 33 H Banca Intesa San Paolo. Montodine, 15 aprile 2015 Gli amici di "Etiopia e Oltre" si stringono con affetto a Maddalena in questo triste momento per la perdita del caro papà Emilio e porgono sentite condoglianze a lei e ai familiari. Crema, 15 aprile 2015 Circondata dall'affetto dei suoi cari, è mancata Margherita Bertini ved. Ruini di anni 90 Ne danno il triste annuncio i figli Antonella con il marito Giacomo e Agostino con la moglie Patrizia, i cari nipoti Angelo con Alice, Alessia con Paolo e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti e preghiere hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate al medico curante dott. Giancarlo Sgrò. Bagnolo Cremasco, 16 aprile 2015 Il Dirigente Scolastico prof.ssa Paola Orini, i colleghi e tutto il personale A.T.A. dell'istituto Comprensivo "Rita Levi Montalcini" di Bagnolo Cremasco, porgono le loro più sentite condoglianze alla maestra Antonella Ruini per la perdita della cara mamma Maestra Margherita Bertini Bagnolo Cremasco, 16 aprile 2015 Gian Franco Bozzi di anni 63 Porgono un particolare ringraziamento ai medici, agli infermieri e a tutto il personale del reparto Hospice della Fondazione Benefattori Cremaschi per tutte le attenzioni e le cure prestate. Crema, 18 aprile 2015 ORARIO UFFICI: dal lunedì al venerdì ore e sabato chiuso IN OCCASIONE DELLA FESTIVITÀ del 25 APRILE IL NUOVO TORRAZZO uscirà venerdì 24 aprile

19 sabato 18 aprile BAGNOLO CREMASCO Scuola e cultura in primo piano Istruzione e cultura, settori determinanti per l amministrazione guidata da Doriano Aiolfi che in tale direzione investe molto, sia intermini economici sia in termini di energie. Incontriamo oggi l assessore alla partita Giuliana Samele, che ricopre anche il ruolo di vicesindaco. È alla prima esperienza diretta in politica. Come è essere assessore e vicesindaco a Bagnolo? Il bilancio di questi primi mesi da assessore e vicesindaco è sicuramente positivo anche se impegnativo. Il mio assessorato comprende due aspetti che la nostra amministrazione ha sempre curato; per me una bella sfida da affrontare giorno per giorno: sento infatti la responsabilità di continuare il percorso iniziato, mantenendo alti i livelli ottenuti e, perché no, cercando sempre di migliorare. Progetto Bagnolo è una squadra solida e compatta. Vero? Sì, non ci sono dubbi su questa affermazione. Insieme lavoriamo molto bene e sempre con il massimo entusiasmo, ci confrontiamo e ci consultiamo su qualsiasi aspetto e sulle nostre decisioni e scelte, sempre coordinati con estrema efficienza dal sindaco Doriano Aiolfi. Un esempio fra i tanti la Festa di primavera prevista per domenica prossima 26 aprile: l amministrazione ha lavorato sodo insieme alle Commissioni Commercio e Cultura e alla Consulta Giovani per offrire ai cittadini una bella giornata di festa con diversi appuntamenti adatti a tutti. In paese il settore culturale è davvero molto vivo. Quali i progetti in corso? L amministrazione è sempre stata molto attenta e sensibile a organizzare e proporre eventi culturali a Bagnolo, nonostante il continuo taglio alle risorse comunali. Il nostro impegno è finalizzato a riproporre certamente i progetti di successo già avviati negli scorsi anni (Cinema sotto le stelle e, per l autunno, il teatro per bambini con Il Canto della cicala), ma è nostra intenzione introdurre anche novità. Sto collaborando mensilmente con i membri della commissione Cultura con i quali abbiamo lavorato e implementato alcuni nuovi progetti come il concorso fotografico legato di LUCA GUERINI al tema dell Expo Nutrire il pianeta, Energia per la Vita lanciato la scorsa settimana, l organizzazione dei giochi per i bambini in occasione della Festa di primavera, le tre serate di bioetica (l ultima il 2 maggio, a conclusione di un percorso di grande interesse su un tema molto attuale, le prime due organizzate a febbraio e marzo, ndr). Ci sono novità per il prossimo futuro? Insieme al Comune di Chieve e all associazione culturale Tarantasio stiamo organizzando l uscita all Expo milanese, prevista per il 5 luglio; approfitto per comunicare che le iscrizioni sono aperte fino al 24 aprile, per informazioni rivolgersi in Segreteria. Stiamo già da tempo pensando alla programmazione estiva, riproponendo le serate gratuite dedicate al cinema, sempre molto apprezzate dai nostri cittadini, serate in musica e alcuni eventi in occasione della festa patronale, domeniche dell arte e domeniche a teatro. A proposito, chi volesse saperne di più può seguirci sulla pagina facebook di Progetto Bagnolo o iscriversi alla newsletter del Comune. Il Comune investe molto sulla scuola. Anche qui la collaborazione è ottima... Confermo un eccellente rapporto di collaborazione con la scuola, la preside Paola Orini e tutti i docenti. Dedichiamo sempre massimo impegno per garantire i servizi esistenti e lavorare o collaborare ai tanti progetti: Consiglio dei ragazzi, commissioni Mensa e Istruzione (con insegnanti e genitori), Piedibus e nonni vigili, visite guidate in Regione: la prossima è prevista per venerdì 8 maggio con le due classi V. L amministrazione è sempre attenta alle esigenze delle famiglie e continueremo a coinvolgere i rappresentanti di classe nelle scelte. Nel 2014 ha preso avvio l Istituto Comprensivo. Come funziona questa realtà? Qualche numero? Sono più di gli alunni che frequentano le nostre scuole a Bagnolo, 181 frequentano la primaria, 186 la secondaria. Dal mio punto di vista l Istituto Comprensivo rappresenta un valore aggiunto per la nostra scuola e la crescita dei ragazzi. Luca Guerini PIERANICA: NUOVA SCUOLA Per l elementare si cercano fondi attraverso un bando Il sindaco Valter Raimondi riferisce importanti novità circa la scuola pieranichese, tema caldo e per il quale da tempo si discute con Quintano, paese confinante. Il 10 aprile scorso abbiamo partecipato a un bando europeo per finanziare la costruzione della scuola elementare e, naturalmente speriamo in un esito positivo, spiega il primo cittadino soddisfatto. Il tecnico comunale architetto Alessandro Guffi, sempre molto attento ai bandi e alle possibilità di accedere a finanziamenti pubblici, ha segnalato la possibilità, subito colta dall amministrazione comunale. Non potevamo perdere una simile occasione. Il bando europeo in questione concede un finanziamento del 100% per la copertura delle spese. Alcune regioni hanno mantenuto tale percentuale, mentre la Lombardia, a fine marzo, ha deciso per un co-finanziamento, comunque favorevole: l 80% dal bando, il 20% a carico del richiedente, prosegue Raimondi. Per quanto riguarda il progetto presentato, che in caso di accoglimento è già definitivo, il sindaco spiega che si sono fatte le cose in grande, ipotizzando una scuola sovraccomunale. Certo il bando è una lotteria, per così dire, ma il progetto presentato è valido. Conti alla mano se dovessimo costruire un nuovo plesso scolastico in paese per tre milioni di euro, lo pagheremmo euro. Niente male davvero, specie in questo periodo di crisi che non accenna a passare. La risposta circa la partecipazione al bando arriverà il 30 aprile, o meglio in quel giorno la graduatoria passerà al Governo nazionale che, entro il 31 maggio, comunicherà la classifica definitiva. A Pieranica incrociano le dita, certi comunque d aver presentato un signor progetto. Non cambia niente, comunque, per quanto Il sindaco di Pieranica Valter Raimondi riguarda la collaborazione con il vicino Comune di Quintano. In questo momento, però, non era possibile progettare su un area a metà strada tra i due centri abitati. Il dialogo resta aperto, ad esempio faremo il grest estivo nei periodi liberi dai centri estivi parrocchiali: a noi il compito di gestire la fascia d età 7-13 anni, a Quintano, che ha già esperienza in tal senso, i più piccoli. Torniamo alla nuova scuola. Sorgerebbe a fianco della materna di Pieranica, di fatto creando un polo scolastico riunito e funzionale. Anche a noi sarebbe piaciuto costruire un complesso baricentrico tra i due paesi e mi sono impegnato parecchio in tal senso, così come ha fatto il sindaco Emi Zecchini di Quintano, ma non è possibile per questioni di tempistica e per i costi delle aree ipotizzate per la costruzione. Sono convinto che come Comune abbiamo percorso l unica strada a oggi possibile per dare un futuro e migliorare la scuola del paese. LG L AMMINISTRAZIONE AIOLFI PUNTA IN MODO DECISIVO SU TALI SETTORI, TRA CONFERME E QUALCHE NOVITÀ Bella veduta del paese e la vicesindaco Giuliana Samele alla cerimonia d intitolazione dell Istituto Comprensivo TORLINO V. Problema in via don L. Barboni Un lettore ci segnala una problematica in via Don L. Barboni nel piccolo paese di Torlino Vimercati. Il marciapiede che porta alla chiesa parrocchiale, da mesi vede la presenza ripetuta di cumuli di guano di piccione (nella foto) che costringono i cittadini a superarli invadendo la strada, con tutti i problemi del caso per il passaggio delle auto. Senza contare i rischi igienico-sanitari. Non è il caso di porre fine a questo disagio?, ci chiede il cittadino che ci ha inviato la segnalazione. Al sindaco Giuseppe Figoni la risposta. D altronde il primo cittadino torlinese è sempre pronto a risolvere i problemi della sua gente intervenendo in prima persona. Anche stavolta saprà sicuramente porre fine alle lamentele cell Sede: Via G. Pascoli,3 Crema CR Negozio: ViaKennedy, 1 Crema CR

20 Necrologi 20 SABATO 18 APRILE 2015 ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI "Venite amici, che non è tardi per scoprire un nuovo mondo. Io vi propongo di andare più in là dell'orizzonte, e se anche non abbiamo l'energia, che in giorni lontani mosse la terra e il cielo, siamo ancora gli stessi, unica e uguale tempra d'eroici cuori, indeboliti forse dal fato, ma con ancora la voglia di combattere, di cercare, di trovare e di non cedere". (L'attimo fuggente) A diciannove anni dalla scomparsa del caro papà aprile 2015 A due anni dalla scomparsa del caro aprile 2015 "Non ti chiediamo Signore perché ce l'hai tolta, ma ti ringraziamo per il tempo che ce l'hai donata". Nel ventunesimo anniversario della scomparsa della cara aprile 2015 "Per chi ti ha amato è impossibile dimenticarti". A cinque anni dalla scomparsa della cara aprile 2015 Nel trentesimo anniversario della scomparsa del caro Primo, Leonardo, Riccardo con i parenti e tutti gli amici, vogliono ricordare Ester Guercilena Crema, 8 aprile 2015 Francesco De Simoni Annibale, Rosa con le rispettive famiglie e i parenti tutti lo ricordano con immutato affetto. Un uffi cio funebre sarà celebrato lunedì 20 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Ripalta Arpina aprile 2015 Nel diciassettesimo anniversario della scomparsa della cara Ferruccio Rovida la moglie Josè, i fi gli Omar, Francesco e Chiara, le nuore, il genero e i nipoti tutti lo ricordano con tanto amore. Una s. messa sarà celebrata mercoledì 22 aprile alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di San Bernardino. "Nel pensiero di ogni giorno vive un dolcissimo ricordo di te". Nel quattordicesimo anniversario del caro Nice Danioni Fascina il marito Renato, il figlio Matteo, la sorella, i cognati, i nipoti e i parenti tutti la ricordano con affetto e grande nostalgia. Una s. messa in suffragio sarà celebrata domenica 19 aprile alle ore 18 presso la chiesa della SS. Trinità. Franca Poli il figlio Daniele con Selene, i cognati, le cognate e i nipoti la ricordano con immutato affetto insieme al marito Guerino Fortini la moglie e i figli lo ricordano sempre con immutato affetto. Una s. messa in suffragio sarà celebrata mercoledì 22 aprile alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Rovereto. Il giorno 25 aprile ricorre l'anniversario della scomparsa del carissimo papà "Sei sempre nei nostri cuori". Nel venticinquesimo anniversario della scomparsa della cara Angelica Groppelli in Riboli i fi gli, i generi, i nipoti e i parenti tutti la ricordano con sempre vivo affetto. Cremosano, 20 aprile 2015 Nell'anniversario della scomparsa del caro papà Silvana Gandolfi il marito e le fi glie la ricordano con immenso affetto. Una s. messa verrà celebrata in suo suffragio venerdì 24 aprile alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Montodine "Il tuo amore vive con noi". Nel terzo anniversario della cara Lorenzo Vailati la moglie, i fi gli, i nipoti, le nuore e i generi lo ricordano con l'amore di sempre. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 19 aprile nella chiesa parrocchiale di Azzano alle ore aprile 2015 "L'alba di ogni mattino mi regala il tuo ricordo e non c'è nessun tramonto che lo possa cancellare". Nel quarto anniversario del caro Nel primo anniversario della scomparsa del caro Angelo Rocchetta la moglie Lina, i figli Daniela, Marco con Stefania, i cari nipoti, gli amici e i parenti tutti lo ricordano con l'affetto e l'amore di sempre. Una s. messa sarà celebrata venerdì 24 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Offanengo. Nel sedicesimo anniversario della scomparsa del caro Francesco Marazzi scomparso 15 anni fa. Un ufficio funebre sarà celebrato martedì 21 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Ripalta Cremasca aprile 2015 "Il tempo scorre velocemente, ma il ricordo è come il sole che nasce e non tramonta mai". La famiglia Fusar Poli unitamente alla zia Mirella Cabrini e famiglia ricordano con amore Lino Valerani I figli, la figlia con le rispettive famiglie lo ricordano con rinnovato affetto e nostalgia. Uniscono nel ricordo anche la figlia Adriana prematuramente chiamata dal Signore. Una s. messa di suffragio sarà celebrata domenica 26 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Capralba. Cecilio Groppelli i fi gli con le rispettive famiglie, i nipoti e i parenti tutti lo ricordano sempre con tanto affetto. Una s. messa in suffragio sarà celebrata mercoledì 22 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo aprile 2015 "Sol chi non lascia eredità d'affetti poca gioia ha nell'urna". Nel terzo anniversario della scomparsa della cara Angela Fasoli (Lina) È chiuso nel nostro cuore ciò che di te non potrà mai morire. I tuoi cari A 38 anni dalla scomparsa della cara mamma Angela Molaschi i fi gli, il genero, la nuora, i nipoti e i parenti tutti la ricordano con l'affetto di sempre unitamente al caro papà Antonio Ghisetti la moglie, le fi glie, i generi, i nipoti e i parenti tutti lo ricordano con un uffi cio funebre che sarà celebrato martedì 21 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Offanengo aprile 2015 "Ogni giorno c'è per te un pensiero e una preghiera". Nel quarto anniversario della scomparsa della cara mons. don Agostino Severgnini i fratelli e la sorella lo ricordano con affetto a quanti gli vollero bene. Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 18 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Ripalta Cremasca. Ripalta Cremasca, 18 aprile aprile 2015 Nel decimo anniversario della scomparsa della cara Alberto Fusar Poli e Marco Gatti Ringraziano di cuore gli amici e quanti tengono vivo il ricordo dei loro cari. Un ufficio funebre sarà celebrato giovedì 23 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco. Nel primo anniversario della morte del caro Antonio Frassi (Tonino) i figli, i nipoti e i parenti tutti lo ricordano con immutato amore. Un ufficio funebre in memoria sarà celebrato mercoledì 22 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Capergnanica. Prof.ssa Vincenza Rigano ved. Legatti i tuoi cari ti ricordano sempre con grandissimo affetto. Un ufficio funebre sarà celebrato domani, domenica 19 aprile alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Montodine. Giacomo Savoia a 27 anni dalla sua dipartita. Un uffi cio funebre sarà celebrato venerdì 24 aprile alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Cremosano. Giovanna Aiolfi in Mombelli il marito, i fi gli, la nuora, il genero e le affezionate nipoti Marta, Erika, Alice la ricordano con tanto affetto. Una s. messa sarà celebrata martedì 21 aprile alle ore nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco. Ughetta Codebue in Castioni (Olga) il marito Giacomo, il figlio Francesco, la nuora Rita, la suocera, il nipote Luca e i parenti tutti la ricordano a tutti coloro che la conobbero e le vollero bene. Sabbioni, 24 aprile 2015 Marmi e graniti per edilizia ed arte funeraria CREMA - V. De Chirico, 8 (Zona P.I.P.) (0373)

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi,

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, come avete appena sentito negli interventi che mi hanno preceduto, nella veste di Ministro dell Istruzione ho voluto che

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura MIGRANTI La classe I B incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti Progetto di intercultura Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO LA CURA DEI GIOVANI Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO CARCERE FEMMINILE GIUDECCA COLLEGI UNIVERSITARI STORIA La comunità

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana

Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Al Venerato Fratello Mons. ANGELO BAGNASCO Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Cade quest anno il centenario della prima Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, svoltasi a Pistoia dal 23

Dettagli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Parrocchia S.Maria della Clemenza e S. Bernardo COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Si consiglia una lettura graduale, riflettendo su una o due domande

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

L adulto destinatario e soggetto di formazione

L adulto destinatario e soggetto di formazione Diocesi di Treviso Anno pastorale 2012-2013 Formare cristiani adulti in una Chiesa adulta Anno secondo L adulto destinatario e soggetto di formazione Orientamenti pastorali per l anno 2012-2013 A cura

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano La Comunità Missionarie Laiche ( CML), risiede attualmente a Legnano, nella Diocesi di Milano, ed è presente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna Scuola primaria statale Casaralta e Succursale Casaralta. Programmazione annuale IRC a.s.

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna Scuola primaria statale Casaralta e Succursale Casaralta. Programmazione annuale IRC a.s. Classi 1^B-1^C- 2^A-2^B- 3^A-3^B- 4^A-4^B-4^C-5^A-5^B Insegnante Londino Irene Natura e finalità dell insegnamento della religione cattolica L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro

Dettagli

ssociazione Cattolica internazionale al servizio della giovane casa di accoglienza

ssociazione Cattolica internazionale al servizio della giovane casa di accoglienza ssociazione Cattolica internazionale al servizio della giovane (PROTEZIONE DELLA GIOVANE) COMITATO DI PARMA casa di accoglienza L accoglienza è un modo di amare: solo chi ama sa accogliere 2 L Associazione

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

CAPISCI QUELLO CHE STAI LEGGENDO? ATTI 8,30

CAPISCI QUELLO CHE STAI LEGGENDO? ATTI 8,30 CAPISCI QUELLO CHE STAI LEGGENDO? ATTI 8,30 LEGGERE IL VANGELO A BAMBINI E RAGAZZI CON DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO dott.sa Stefania Cucconi 1. CHI ABBIAMO DI FRONTE? CHI SONO I RAGAZZI CON DSA (DISTURBI

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VERBICARO

PROGETTAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VERBICARO PROGETTAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VERBICARO PLESSO: PANTANO CLASSI: 1ª 2ª 4ª 5ª PLESSO: ORSOMARSO CLASSI: 1ª 2ª 5ª DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli