RISK. DISPUTES. STRATEGY.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISK. DISPUTES. STRATEGY."

Transcript

1 RISK. DISPUTES. STRATEGY.

2 MARSH RISK CONSULTING

3 Per avere successo non bisogna ignorare i rischi ma conoscerli e saperli affrontare. In un contesto economico sempre più complesso ed integrato la gestione del rischio è il primo passo verso la crescita. Gestire il rischio significa identificarlo, misurarlo e mitigarlo attraverso appropriate soluzioni organizzative, contrattuali e di trasferimento al mercato assicurativo. Marsh Risk Consulting offre alle aziende del settore consulenza e servizi che permettono di valutare e controllare il rischio, e gli eventi correlati, strutturare un processo di risk management e aiutare così le organizzazioni a crescere. Risk. Disputes. Strategy. 1

4

5 MARSH RISK CONSULTING IN SINTESI Marsh Risk Consulting è una società di consulenza che opera a livello nazionale ed internazionale, e offre alle aziende una pluralità di servizi connessi alla gestione delle diverse tipologie di rischio presenti all interno delle organizzazioni. Da sempre alla ricerca delle migliori competenze e metodologie di lavoro e delle best practice internazionali, Marsh Risk Consulting aiuta le organizzazioni ad analizzare in modo efficace e accurato i processi aziendali, i rischi ad essi associati, e i sistemi di gestione e controllo, al fine di ottimizzarli. Per offrire la consulenza più adatta alle molteplici esigenze delle aziende, Marsh Risk Consulting si avvale di risorse con caratteristiche, profili professionali, conoscenze e competenze tra loro differenti, con l obiettivo dichiarato di fornire servizi a 360 gradi dedicati alla gestione del rischio in un mercato sempre più globale e costantemente esposto a eventi imprevedibili e rischi emergenti. Il network internazionale e l esperienza acquisita lavorando con numerose aziende del settore della sanità, rappresentano per Marsh Risk Consulting un fattore di successo primario, e per i clienti un indiscutibile valore aggiunto. Risk. Disputes. Strategy. 3

6 IL NETWORK INTERNAZIONALE ARABIA SAUDITA ARGENTINA AUSTRALIA BELGIO BRASILE BULGARIA CANADA CILE CINA COLOMBIA COREA DANIMARCA EMIRATI ARABI UNITI FILIPPINE FRANCIA GERMANIA GIAPPONE INDIA INDONESIA IRLANDA ITALIA MALESIA MESSICO NUOVA ZELANDA OLANDA PERÙ POLONIA PORTOGALLO PORTO RICO REPUBBLICA CECA ROMANIA RUSSIA SINGAPORE SPAGNA SVEZIA SUD AFRICA TAIWAN TURCHIA UNGHERIA UK USA

7 COS É IL RISCHIO Sono molte le definizioni di rischio e spesso dipendono dal contesto e dall applicazione che viene fatta del concetto: il rischio può indicare la probabilità di perdere qualcosa o il potenziale effetto di decisioni prese, può dipendere da analisi tecnicoscientifiche o dalla percezione umana. Ma in realtà ci sono solo due modi di guardare a un rischio: con la consapevolezza che possa accadere il peggio o con la volontà di volerlo mitigare! Le riforme avvenute in questi ultimi anni nel sistema sanitario hanno cambiato la modalità di cura dei pazienti e, più in generale, il modo stesso di erogare i servizi all interno delle strutture ospedaliere. Le direzioni degli ospedali sono sempre più attente ad esigenze di bilancio, qualità del servizio e problemi di responsabilità delle cure al paziente. Nelle strutture ospedaliere nasce, quindi, l esigenza di individuare, analizzare e prevenire i rischi legati all attività, per proporre e calibrare le azioni più opportune a monte dei possibili errori, e per contenere i danni potenziali. Il paziente, che si rivolge ad una struttura ospedaliera per avere una risposta ai propri bisogni assistenziali affinché migliori il suo grado di salute, spesso si ritrova vittima di un potenziale danno sanitario che va a mettere in discussione non solo la singola prestazione ma anche la garanzia che offre il sistema. L analisi dei rischi passa da più livelli non solo quelli legati alla pratica clinica ma anche per quelli che sono collegati ad aspetti gestionali o ad una programmazione strategica poco chiara e non meglio definita. La gestione dei rischi non si basa solo sulla sicurezza della cura ma anche su una corretta pianificazione delle scelte strategiche che influenzano l organizzazione e l erogazione dei servizi. Diventa pertanto fondamentale eseguire un analisi di progetto e una definizione di ruoli e di responsabilità all interno delle strutture sanitarie. Riconoscere l esistenza di un potenziale rischio e analizzarlo è il primo passo verso l avvio di un processo di gestione del rischio consapevole, in grado di garantire il perseguimento degli obiettivi posti dal management e favorire la crescita dell azienda nell interesse dei propri stakeholder e azionisti. Risk. Disputes. Strategy. 5

8 GESTIRE IL RISCHIO SIGNIFICA ANZITUTTO CONOSCERLO Negli anni le strutture sanitarie si sono trovate ad affrontare e monitorare tipologie di rischio e di eventi correlati sempre più complessi e imprevedibili, con il compito da parte delle direzioni di dover comunque costantemente salvaguardare le risorse aziendali attraverso l attuazione di politiche di risk management adeguate, efficaci ed efficienti. In un mondo ideale - con condizioni di certezza degli scenari e prevedibilità del contesto di riferimento - ai manager basterebbe poter contare su processi consolidati, procedure standard, metodologie ed esperienze maturate per prendere le corrette decisioni di business e di allocazione delle risorse. Ma la realtà in cui le organizzazioni operano è tutt altro che ottimale: è caratterizzata da una elevata instabilità e dalla necessità di tempi di reazione sempre più ridotti. Le strutture sanitarie devono adeguarsi velocemente al nuovo ambiente economico per rimanere competitive e introdurre elementi di innovazione che rispondano alle mutevoli sfide che nascono dai mercati globali. Le difficoltà legate ad un tale grado di complessità, se non adeguatamente affrontate da un processo di risk management integrato nell operatività dei servizi, possono comportare un notevole innalzamento del profilo di rischio complessivo al quale la struttura si trova esposta. RISKS Supply chain, aumento dei prezzi Inquinamento ambientale Prodotto difettoso Imprevisti picchi o crolli di domanda Ritardi nelle consegne Furti e rapine Mancamenti da parte dei fornitori Danni da trasporto FORNITORI IMPIANTI E MACCHINARI PRODUZIONE LOGISTICA CLIENTI FINALI Interruzione attivita infrastrutture Direttive, leggi e regolamenti Rischio credito Incendi, scoppi ed esplosioni Disastri naturali Infortuni sul lavoro Scioperi Agitazioni politiche RISKS

9 L APPROCCIO CONSULENZIALE DI MARSH RISK CONSULTING Marsh Risk Consulting suggerisce ai propri clienti l adozione di un approccio in più fasi che parte dall identificazione dei rischi. Passando poi attraverso la loro quantificazione e valutazione, si implementano soluzioni organizzative, tecniche e contrattuali nonché l adozione di mirate politiche di strutturazione di programmi di trasferimento dei rischi assicurabili ai mercati, che ne consentono la mitigazione. Il processo si chiude con il monitoraggio e quindi la condivisione delle informazioni sulla gestione. Tale approccio strutturato alla gestione del rischio favorisce l individuazione di soluzioni non solo di tipo tecnico, ma anche di carattere contrattuale, operativo, organizzativo e strategico, che aiutano a creare valore. Marsh Risk Consulting intende supportare le strutture sanitarie attraverso l erogazione di servizi consulenziali per lo sviluppo di specifiche strategie e il miglioramento degli standard di qualità e sicurezza delle cure prestate ai cittadini. Il valore distintivo della proposta di Marsh Risk Consulting è riconducibile ai seguenti aspetti: conoscenza degli elementi che caratterizzano i modelli di governo e controllo; analisi e miglioramento dei processi di cura; identificazione dei migliori livelli di ritenzione del rischio e di trasferimento verso il mercato assicurativo; implementazione di valore nelle strutture sanitarie per promuovere salute e stili di vita. INFORMAZIONE Comunicazione verso l interno e verso l esterno delle modalità di gestione del rischio e dell esposizione quali/ quantitativa alle singole tipologie. MONITORAGGI0 Controllo continuo dell esposizione dell impresa ai rischi identificati ed individuazione delle eventuali ulteriori aree di rischio sulla base delle nuove strategie e dei nuovi obiettivi aziendali. IDENTIFICAZIONE Analisi della struttura organizzativa dei processi aziendali, dei rischi ad essi associati, e del contesto competitivo. VALUTAZIONE Determinazione qualitativa e quantitativa dell esposizione ai rischi individuati e classificazione degli stessi in funzione della loro probabilità di accadimento e potenziale impatto economico. MITIGAZIONE Definizione e condivisione delle strategie e delle soluzioni di mitigazione del rischio, laddove ritenuto non accettabile e non in linea con le policy aziendali in tema risk management.

10

11 PARTNERING FOR IMPACT Con oltre 800 specialisti nel mondo, presenti in più di 30 paesi, Marsh Risk Consulting è controllata da Marsh, che fa parte del gruppo Marsh & McLennan Companies, un team di aziende di servizi professionali che offrono ai clienti consulenza e soluzioni nelle aree del rischio, strategia e human capital. Marsh, leader mondiale nell intermediazione assicurativa e nella consulenza sui rischi, opera in team con i propri clienti per definire, sviluppare e offrire soluzioni innovative, specifiche per ogni settore, che aiutino i clienti stessi a proteggere il loro futuro e a crescere. Oltre a Marsh, fanno parte di Marsh & McLennan Companies anche Guy Carpenter, un leader globale nei servizi di intermediazione riassicurativi e dei rischi; Mercer, leader globale nella consulenza sulle risorse umane e servizi correlati; e Oliver Wyman, un leader globale nella consulenza manageriale. Il Gruppo ha dipendenti nel mondo e un fatturato annuo che supera i 10 miliardi di dollari. La forte integrazione di Marsh Risk Consulting con Marsh e con le società di Marsh & McLennan Companies permette di fornire ai clienti consulenza e soluzioni innovative per la gestione di un ampia gamma di rischi assicurabili e non assicurabili. Risk. Disputes. Strategy. 9

12 LE AREE DI COMPETENZA HEALTHCARE CONSULTING Strategic Consulting Healthcare Risk Analysis Statistical Analisys & Benchmarking Claim Management Project Management Training & Education LOSS ADJUSTING & APPRAISAL Loss Adjusting Asset Valuation ENVIRONMENTAL HEALTH & SAFETY RISK CONSULTING Health & Safety Compliance & Training ISO & OHSAS Audit & Support BUSINESS RISK CONSULTING Corporate Governance Compliance Enterprise Risk Management Internal Audit Financial Risk Advisory Business Continuity Management Risk Modeling & Financing Credit Risk Consulting Environmental Risk Consulting Behavioral Risk Consulting Fleet Safety PROPERTY RISK CONSULTING Property Loss Control Business Interruption NatCat Analysis

13 HEALTHCARE CONSULTING STRATEGIC CONSULTING Erogazione di consulenza strategica in sanità per la programmazione sanitaria, il miglioramento dei servizi e la sicurezza aziendale in chiave professionale amministrativa ed ambientale. Esempi di applicazione sono la riorganizzazione aziendale, lo sviluppo organizzativo, l analisi di Swot, la compliance al D.LGS 231/2001, l applicazione dei decreti sul corretto smaltimento dei rifiuti, l applicazione della normativa in materia di sicurezza dei lavoratori e la personalizzazione di specifici progetti che sono ritenuti strategici per le direzioni aziendali. HEALTHCARE RISK ANALYSIS Analisi, pianificazione e progettazione di sistemi per la sicurezza dei pazienti attraverso l analisi dei processi, miglioramento continuo e applicazione della metodologia di clinical risk management. L espletamento di queste attività trova applicazione attraverso la valutazione del grado di sicurezza aziendale secondo gli standard Marsh internazionali, gli audit effettuati sui programmi di risk management già avviati, le analisi di processo tramite metodica FMECA e lo sviluppo di sistemi di sicurezza in ambiti specifici: il parto sicuro, le sale operatorie e i giusti farmaci ai giusti pazienti e la prevenzione delle cadute dei pazienti. STATISTICAL ANALISYS & BENCHMARKING Sistemi di analisi statistico ed attuariale del contenzioso sanitario a vari livelli. Progettazione economica di sistemi di ripartizione del rischio e studi specifici tra il contenzioso e la pratica clinica assistenziale. Questo specifico servizio trova applicazione nella mappatura dei sinistri, il confronto attraverso benchmark nazionali, la quantificazione dei livelli di rischio e la modellizzazione dei fondi di autoritenzione parziale e totale del rischio e lo studio attraverso i DRG delle perdite attese e lo sviluppo delle politiche di miglioramento della sicurezza nelle procedure chirurgiche ed invasive. CLAIM MANAGEMENT Audit specifici sulla gestione del contenzioso e sulle procedure aziendali adottate. Miglioramento del processo del sinistro e specifiche analisi qualitative su particolari casi a forte impatto di immagine. Pacchetti specifici sono il sostegno alla definizione del danno in casi particolari e catastrofali, la survey sulla procedura di gestione del contenzioso e l implementazione di percorsi virtuosi nella trattazione dei sinistri. PROJECT MANAGEMENT Processo decisionale attraverso il quale si definiscono le finalità e gli obiettivi dell organizzazione, il loro impatto sui mezzi da utilizzare e sulle politiche che debbono governare l acquisizione, l allocazione e l uso ottimale di tutte le risorse umane, materiali, tecnologiche e finanziarie. Introduzione delle tecniche di project management in sanità, supporto alle aziende per la realizzazione di nuovi progetti e definzione dei principi di lavoro integrato per progetti. TRAINING & EDUCATION Erogazione e progettazione di formazione su tematiche quali risk management, quality management, e tecniche di miglioramento dei processi. Sviluppo delle competenze manageriali in sanità. Esempi di corsi di formazione che posso essere progettati sulla base di specifiche esigenze o erogati a catalogo sono: clinical risk management, Enterprise Risk Management in sanità, miglioramento dei processi e della qualità, la gestione del contenzioso e della mediazione dei conflitti, la gestione dei conflitti nel team e i principi di Lean Management in sanità. Risk. Disputes. Strategy. 11

14

15 BUSINESS RISK CONSULTING CORPORATE GOVERNANCE Costituzione di modelli di organizzazione e gestione ai sensi del DLGS 231/2001, audit o aggiornamento di modelli esistenti, attività di supporto all Organismo di Vigilanza e di formazione dei dipendenti. In tale ambito consulenziale Marsh Risk Consulting è in grado di valorizzare in modo sinergico le proprie competenze distintive in ambito giuridico, organizzazione e processi, salute e sicurezza sul luogo di lavoro ed ambiente. Per quanto riguarda la privacy (DLGS196/2003), i servizi erogati riguardano l approntamento o l aggiornamento del Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS). COMPLIANCE Supporto per la progettazione o revisione del modello di compliance della società e la gestione del processo di compliance, in specie attraverso lo sviluppo e l adozione di metodologie e strumenti in grado di identificare, misurare e valutare il rischio di non conformità, nonché di verificare l efficacia delle azioni di mitigazione predisposte a prevenzione dello stesso. ENTERPRISE RISK MANAGEMENT Definizione del contesto organizzativo per la gestione dei rischi a 360, attraverso la definizione di policy e di un regolamento di risk management. Attuazione di modelli di identificazione, analisi, valutazione e gestione dei rischi strutturati in coerenza alla propensione al rischio dell azienda e agli obiettivi strategici aziendali. E possibile includere una fase iniziale di gap assessment del modello organizzativo esistente rispetto alle best practice di riferimento, con identificazione di un piano di intervento per allineare la struttura esistente al modello ottimale di gestione del rischio. INTERNAL AUDIT Erogazione di servizi consulenziali afferenti la funzione di Internal Audit e connessi alla sua istituzione, funzionamento e sviluppo. In particolare, è previsto il supporto per la progettazione/revisione del modello di auditing della società, l esecuzione di audit specifici e la valutazione del Sistema dei Controlli Interni finalizzata alla definizione degli interventi di miglioramento/adeguamento dello stesso. Risk. Disputes. Strategy. 13

16

17 FINANCIAL RISK ADVISORY Supporto al management e al board nella gestione dei rischi finanziari di mercato (tasso di interesse, tasso di cambio, commodities, inflazione). Lo scopo è favorire una maggiore consapevolezza, trasparenza ed efficacia nell intero processo aziendale di corporate financial risk management, nelle fasi di analisi, progettazione ed esecuzione di singole operazioni che prevedono il ricorso alle coperture finanziarie, e nella pianificazione e gestione di programmi di hedging continuativi. BUSINESS CONTINUITY MANAGEMENT Costituzione completa del sistema di business continuity management, o la sua implementazione in moduli (business impact analysis e recovery strategies, incident management plans, protocolli di sistema), allo scopo di migliorare la resilienza di impresa. Inoltre aiuta a progettare e ottimizzare piani di crisis management & crisis communication tramite un servizio consulenziale di gap assessment dei modelli adottati in azienda rispetto alle best practice. Sono previsti anche servizi di affiancamento all azienda con attività di training, testing, auditing e aggiornamento periodici tesi ad assicurare la completa e corretta adozione dei sistemi di gestione. RISK MODELING & FINANCING Quantificazione di corporate risk tolerance e risk appetite, modeling quantitativo delle perdite operative per rischi assicurabili e non assicurabili, progetti di ottimizzazione dei programmi assicurativi, studi di fattibilità per società captive di assicurazione e riassicurazione, modellazione di scenari di perdita per rischi non tradizionali. I servizi possono essere erogati singolarmente o come integrazione ad attività di Enterprise Risk Management e Strategic Insurance Review. CREDIT RISK CONSULTING Ottimizzazione dei processi di gestione dei crediti commerciali. A partire dalla (ri)definizione di politiche, quadro organizzativo, attività, tecniche di valutazione e strumenti a supporto, consente di ottimizzarne la gestione e di adottare soluzioni innovative di ritenzione e trasferimento che necessitano, stanti i requisiti obbligatori richiesti dai mercati più evoluti, di un contesto operativo altamente strutturato. Risk. Disputes. Strategy. 15

18

19 LOSS ADJUSTING & APPRAISAL LOSS ADJUSTING Nell ambito della gestione di sinistri property, assistenza ingegneristica competente in contraddittorio paritetico con il perito indicato dalla Compagnia. L attività comprende l indicazione di interventi immediati per minimizzare il danno, indagini sugli aspetti tecnici del danno (cause e modalità del sinistro), la verifica dei requisiti contrattuali con particolare attenzione agli aspetti tecnici, la raccolta e il controllo della documentazione di danno, la quantificazione dell entità dei danni secondo i criteri di valutazione espressi in polizza, e la liquidazione del danno stesso congiuntamente al perito della Compagnia d Assicurazione. Grazie a un rapido intervento di un perito di parte l azienda è in grado di mitigare l impatto del sinistro sull attività e impostare al meglio la quantificazione dei danni. ASSET EVALUATION Determinazione dei valori a nuovo ed allo stato d uso dei beni aziendali, allo scopo di indicare correttamente i dati inseriti in polizza. L elaborato finale comprende una nota illustrativa dei criteri di stima utilizzati, il prospetto riepilogativo delle valutazioni, schede descrittive dei singoli fabbricati con i relativi valori e un elenco sintetico dei principali macchinari, impianti, attrezzature, ecc. Nell ambito dell attività di valorizzazione cespiti è possibile integrare la stima preventiva dei danni indiretti, che può risultare determinante per la formulazione della garanzia assicurativa, della somma assicurata e dal periodo d indennizzo. Il servizio può prevedere anche la valutazione del fair value, ossia il valore al quale il bene (fabbricato, terreno o macchinario) potrebbe essere ceduto, presumendo di conservarlo nella sua ubicazione attuale, per la prosecuzione dell attività produttiva per la quale fu progettato e costruito. Infine è possibile integrare un servizio di inventario, etichettatura e riconciliazione dei beni, tra quanto rilevato e quanto riportato a libro cespiti. Risk. Disputes. Strategy. 17

20

21 ENVIRONMENTAL HEALTH & SAFETY RISK CONSULTING HEALTH & SAFETY COMPLIANCE & TRAINING Servizi di compliance per la valutazione, gestione e risoluzione delle problematiche di salute e sicurezza sul lavoro sulla base di quanto previsto dal D.Lgs 81/01 e dalle best practice internazionali di riferimento. Particolare attenzione viene rivolta all ambito informativo e formativo di dirigenti, preposti e lavoratori. ISO & OHSAS AUDIT & SUPPORT Assistenza per le certificazioni ISO e OHSAS 18001, con conduzione di audit di gap assessment di stage 1 e 2, redazione di rapporti di non conformità, proposta di azioni preventive e correttive a riguardo, preparazione della necessaria manualistica, assistenza nel colmare il divario individuato e preparazione all audit dell ente certificatore. ENVIRONMENTAL RISK CONSULTING Audit di compliance per la valutazione e gestione degli aspetti ambientali significativi sulla base di quanto previsto dal D.Lgs. 152/06, Due Diligence ambientali (Fase I e II) con individuazione di non conformità rispetto a norme di riferimento, standard e best practice, e identificazione degli interventi di adeguamento necessari con stima di costi e tempi. BEHAVIORAL RISK CONSULTING Programmi di miglioramento dei comportamenti a rischio in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Il servizio è rivolto a ridurre i comportamenti a rischio per la sicurezza di persone e beni aziendali, causa di circa l 80% degli incidenti sui luoghi di lavoro, attraverso apposite sessioni di formazione e di osservazione. FLEET SAFETY Analisi degli scostamenti fra gli standard di gestione del rischio del parco veicolare e le best practice internazionali, redazioni di procedure di Property Conservation, predisposizione di manuali HSE, individuazione di obiettivi quantificabili e sviluppo di programmi per il loro raggiungimento, organizzazione di sessioni formative e proposte di KPI. Risk. Disputes. Strategy. 19

22

23 PROPERTY RISK CONSULTING PROPERTY LOSS CONTROL Analisi di rischio integrate o mirate, con individuazione di scenari e stime di danno; predisposizione di raccomandazioni per il miglioramento e specifiche tecniche di protezione, manuali e procedure di property conservation, studi strategie e pianificazione per la riduzione dei danni. BUSINESS INTERRUPTION Analisi del processo produttivo, con particolare riguardo ai colli di bottiglia, e dei tempi previsti per la ricostruzione e la fornitura di macchinari e servizi alternativi. Analisi delle interdipendenze operative tra gli stabilimenti e tra i reparti dei medesimi stabilimenti, con individuazione e valutazione dei mezzi alternativi per la continuazione dell attività. NATCAT ANALYSIS Analisi e modellazione per quantificare i danni potenziali ragionevolmente prevedibili e statisticamente più probabili di esposizione ai rischi: sismici, di alluvione per esondazione fluviale e di eventi atmosferici estremi quali gli uragani tropicali. Interpretazione dei risultati statistici del modello in un rapporto che comprende la quantificazione di danni diretti per gli scenari più gravosi ragionevolmente prevedibili, perdita economica per l interruzione di attività o perdita di funzionalità durante il tempo di recupero associato agli scenari di danno individuati, risultati riassuntivi con il potenziale di danno aggregato sulla pluralità degli insediamenti dell azienda. Risk. Disputes. Strategy. 21

24

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane

Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane Titolo: La Sicurezza dei Cittadini nelle Aree Metropolitane L esperienza di ATM Il Sistema di Sicurezza nell ambito del Trasporto Pubblico Locale Claudio Pantaleo Direttore Sistemi e Tecnologie Protezione

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Safety Rainbow: i comportamenti dei lavoratori alla base della Sicurezza

Il Safety Rainbow: i comportamenti dei lavoratori alla base della Sicurezza Il Safety Rainbow: i comportamenti dei lavoratori alla base della Sicurezza Ovvero: i sette comportamenti a rischio responsabili dei principali infortuni sul lavoro MANUTENZIONE & SICUREZZA Franceso Gittarelli,

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI, GESTIONE DEI RISCHI, COMPLIANCE ED ESTERNALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE,

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12 Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it C.F./P.IVA 10540660155 Titolo Sigla RT-12 Revisione 01 Data approvazioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Rapporto ai Ministri finanziari e ai Governatori delle banche centrali del G20 sull attuazione di Basilea 3 Ottobre 2012 Il presente documento è stato redatto

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli