ANABORAPI Strada Provinciale per Trinità 32/A Carrù (Cn) - ITALY ANNO XXXIX / N

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANABORAPI Strada Provinciale per Trinità 32/A 12061 Carrù (Cn) - ITALY ANNO XXXIX / N. 8-2008"

Transcript

1 ANNO XXXIX / N ANABORAPI Strada Provinciale per Trinità 32/A Carrù (Cn) - ITALY POSTE ITAlIANE s.p.a.- SPED. IN ABB. POST. - D.l. 353/2003 (conv. in l. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 2, DCB/CN

2 NUMERO RAZZA PIEMONTESE 2 Razza Piemontese Periodico di informazioni tecniche economiche e d attualità a cura dell Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese. Direttore Responsabile: Andrea Quaglino Redazione: Fabia Pacher Realizzazione grafica e stampa: Tipolitografia Ghibaudo - Cuneo Ente Morale giuridicamente riconosciuto D.P.R. n. 1877/ Sede operativa e legale: Strada Trinità. 32/A CARRù (cn) Telefono Telefax web: Autorizzazione del Tribunale di Mondovì numero 1/04 Anno XXXIX - Numero 8/2008 In copertina: foto Perissinotto è consentita la riproduzione di testi o fotografie citando la fonte Sapori della Carne Tori giovani Sommario Rapporti tra incidenza della miostatina mutata e parametri produttivi-riproduttivi nella Piemontese Piergiovanni Piatti Marco Bona XIII Mostra Interprovinciale di Borgomanero 8 Mostra Nazionale 10 Tori in uscita dalle prove di progenie Andrea Albera 11 V Mostra Interprovinciale di Tradate Oro Rosso Informazioni dal Consorzio di Tutela della Razza Piemontese (Coalvi)

3 ANNO2008 Studi e Ricerche Rapporti tra incidenza della miostatina mutata e parametri produttivi-riproduttivi nella Piemontese Studio della popolazione iscritta al Libro Genealogico Una delle caratteristiche peculiari della razza Piemontese è la presenza del carattere dell'ipertrofia muscolare o groppa doppia. La prima manifestazione eclatante di tale carattere è fatta risalire dalle fonti storiche al 1886 a Guarene d Alba. Successivamente gli Atti dei Comizi Agrari della Provincia di Cuneo testimoniano che negli anni Trenta già un 30% dei tori da riproduzione commercializzati sui mercati del Piemonte era classificabile come della coscia, per giungere verso gli anni 50 ad oltre il 70%: il carattere si è quindi progressivamente diffuso nell ambito della razza stessa a seguito di una mirata Piergiovanni Piatti Laboratorio Chimico Camera Commercio Torino Marco Bona Ufficio Tecnico Anaborapi attività di selezione, praticata prima dagli allevatori ed in seguito dall'anaborapi, sino alla quasi completa fissazione del carattere stesso. A tale carattere sono collegate Foto 1 Vacca con genotipo mutato omozigote numerose qualità positive della razza, quali l elevato potenziale di crescita muscolare, il rapporto molto favorevole tra muscolo e scheletro, con ottime rese di macellazione e di spolpo, il basso tenore di grasso intramuscolare delle carni e la tenerezza delle stesse, dovuta principalmente al ridotto sviluppo di tessuto connettivo. L ipertrofia muscolare ha come base genetica una mutazione naturale del gene miostatina, localizzato sul cromosoma 2; tale gene regola lo sviluppo muscolare e l equilibrio tra massa muscolare e scheletro. Gli individui che possiedono in omozigosi il gene mutato presentano uno sviluppo delle masse muscolari nettamente superiore rispetto agli individui in cui la mutazione è assente; i soggetti eterozigoti, che possiedono cioè una sola copia del gene mutato, sembrerebbero invece presentare caratteristiche intermedie. L ipertrofia muscolare è un carattere presente in numerose razze da carne. Alla base di tale anomalia sono state rilevate differenti mutazioni del gene miostatina (delezioni e transizioni). La razza bovina Piemontese presenta una mutazione specifica del gene: una transizione di un singolo nucleotide (transizione Guanina Adenina nella posizione 938 dell esone 3 del cromosoma 2). L Anaborapi ha già condotto due indagini conoscitive sulla diffusione del carattere nella popolazione di Piemontese iscritta al Libro Genealogico, 3

4 Studi e Ricerche NUMERO 8 4 Foto 2 Vacche con genotipo mutato eterozigote. che rappresenta oggi oltre il 70% della consistenza totale della Razza. La prima indagine, eseguita sui tori abilitati alla fecondazione artificiale, ha evidenziato la presenza del gene mutato in omozigosi in tutti i soggetti, compresi quelli in uso già agli albori del Libro Genealogico. Nella seconda indagine, svolta su un campione di 1000 vacche scelte in modo casuale nell ambito della popolazione di fattrici iscritte al Libro Genealogico, il gene mutato è stato rinvenuto in omozigosi nel 96% dei casi ed in eterozigosi nel rimanente 4%. La valutazione morfologica effettuata sulle 40 vacche eterozigoti sembra evidenziare una differenza fenotipica rispetto alle omozigoti per quanto riguarda soprattutto lo sviluppo muscolare; tuttavia l esiguità del numero di bovine eterozigoti individuate non consente di formulare conclusioni assolute in merito. Analogamente non è possibile differenziare in modo netto i due gruppi di bovine per i parametri riproduttivi. È stato pertanto condotto un terzo studio finalizzato a confrontare le performance produttive e riproduttive ed i tratti morfologici di bovine eterozigoti rispetto a quelle omozigoti. Allo scopo 283 vacche, opportunamente individuate nel Libro Genealogico come potenzialmente omozigoti o eterozigoti per la mutazione, sono state sottoposte al test genetico per verificarne il genotipo. Le analisi sono state eseguite dal Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino; il DNA estratto dai campioni di pelo prelevati dalle vacche (estrazione dal bulbo pilifero) è stato sottoposto ad amplificazione PCR di tipo Realtime e alla successiva analisi della curva di melting. È stata confermata la presenza di due copie del gene mutato per le 116 vacche scelte come potenzialmente omozigoti mutate; nell ambito del gruppo di vacche potenzialmente eterozigoti, circa il 65% dei soggetti (90 bovine) è risultato effettivamente eterozigote per la mutazione (1 copia del gene mutato). Sono stati così individuati due gruppi di soggetti (eterozigoti e omozigoti per la mutazione), sufficientemente ampi. È stata inoltre individuata una vacca con genotipo non mutato. In merito a tale caso wild type, riconosciuto dagli esperti di razza come Piemontese, sono da tenere in considerazione differenti elementi, tra cui il pedigree sconosciuto del soggetto, la collocazione dell allevamento in una zona marginale collinare, il fatto che tale allevamento è iscritto al Libro Genealogico da soli 3 anni. A livello fenotipico la bovina in questione non appare significativamente dissimile dalle sue compagne eterozigoti, come si può osservare dalle foto. Sebbene sia opportuno segnalare la presenza di tale soggetto, è evidente che i dati relativi a un solo caso (valutazioni degli esperti di razza per i differenti caratteri che saranno presi in considerazione) non possono essere considerati significativi nella fase di elaborazione dei dati. Risulta in primo luogo da sottolineare come il gruppo delle vacche eterozigoti presenti un elevata percentuale di pedigree sconosciuti; molte di esse, infatti, provengono da aziende di recente iscrizione (primi anni 2000). Il Libro Genealogico della razza bovina Piemontese ammette l iscrizione di bovine di ascendenza sconosciuta o incompleta, previa verifica di un Esperto di razza, che attesta la presenza dei caratteri morfologici tipici della razza (mucose nere, mantello bianco, unghioni neri, ecc.) ed il rag-

5 ANNO2008 Studi e Ricerche giungimento di un punteggio minimo. I due gruppi di bovine sono stati quindi confrontati per una serie di tratti fenotipici e genetici. Un primo set di caratteri di confronto è stato quello dei caratteri dimensionali rilevati con la valutazione morfologica: altezza al garrese, lunghezza del tronco e taglia. I due gruppi sono apparsi significativamente diversi per i tre parametri dimensionali esaminati. Il secondo e principale aspetto su cui la mutazione del locus della miostatina è ritenuto responsabile dei maggiori effetti è la muscolosità (forme da carne, muscolosità della coscia e profilo della natica), e la finezza scheletrica degli animali. È stato possibile osservare il forte effetto della presenza di due copie o di una sola copia del gene mutato sulla muscolosità degli animali, il che giustifica il termine da sempre utilizzato di gene della groppa doppia. Sebbene l effetto del genotipo sia probabilmente amplificato dal miglioramento genetico di cui hanno goduto in misura maggiore gli animali del gruppo omozigoti rispetto a quello degli eterozigoti, resta indubbio il forte effetto del gene sulla capacità di deposito muscolare degli animali, effetto che ne ha consentito la rapida fissazione nella popolazione allevata. Un terzo ambito di indagine ha riguardato le performance riproduttive dei due gruppi di bovine. Il gene della miostatina è ritenuto responsabile di un aumento delle difficoltà di parto. Per analizzare questo aspetto sono stati considerati i seguenti indici genetici: facilità di nascita (legato alle caratteristiche del vitello), facilità di parto (legato alle caratteristiche della madre), e indice combinato Nascita+Parto. Le differenze tra i due gruppi di bovine sono apparse molto minori rispetto a quelle evidenziate per i tratti morfologici. In ogni caso le differenze riscontrate, pur se non statisticamente significative, vanno in ogni caso nella direzione attesa e sono maggiori per quanto riguarda l attitudine al parto della vacca. Sicuramente lo sviluppo di una maggior muscolosità degli animali omozigoti può contribuire a ridurre la luce del canale del parto e può quindi contribuire a spiegare le differenze riscontrate. Resta vero anche in questo caso che il gruppo delle vacche omozigoti, geneticamente più giovani delle vacche eterozigoti, ha goduto di un processo selettivo maggiore, processo che ha posto un attenzione particolare agli aspetti del parto a partire dal 1998, anno in cui l Anaborapi ha messo a punto gli indici genetici per i caratteri del parto. E il caso, inoltre, di considerare che il gene mutato della miostatina, pur se responsabile di una grossa differenza morfologica sugli animali, non è l unica causa di differenze produttive e riproduttive degli animali di razza Piemontese; la variabilità della razza rimane ampia e consente significativi miglioramenti, tanto sui caratteri legati alla produzione di carne quanto su quelli legati alla facilità di parto. In conclusione, i risultati ottenuti completano il quadro di conoscenze sulla penetrazione del gene mutato della miostatina nella popolazione di bovini Piemontesi allevati oggi nella nostra regione. Si conferma la diffusione pressoché completa della mutazione nella popolazione attiva e si può affermare che le residue sacche di allevamento nelle quali ancora si trovano animali eterozigoti per il carattere miostatina sono destinate a contrarsi ulteriormente nei prossimi anni. Le misurazioni ed i test effettuati sui due gruppi di bovine, N capi Età media Altezza garrese Muscolosità della coscia Facilità Nascita Facilità Parto Eterozigoti 90 6 anni ± ± ± ± 3.9 Omozigoti a. 5 m ± ± ± ± 10.3 Legenda: cm codice scala 1-9 Indici genetici scala

6 Studi e Ricerche NUMERO 8 Foto 3 Vacca con genotipo non mutato (wild type) rispettivamente eterozigoti ed omozigoti al locus della miostatina, confermano la netta superiorità produttiva del secondo gruppo, sia sotto il profilo degli accrescimenti sia soprattutto sotto quello della muscolosità. Dal punto di vista del parto le differenze risultano molto modeste e la variabilità genetica nel gruppo omozigoti è decisamente ampia. La Piemontese deve sicuramente molto del suo successo zootecnico e commerciale alla presenza del gene della miostatina. La sua fissazione nella popolazione attiva si può considerare oggi praticamente completa. A differenza di altre razze ipertrofiche la razza gode di una situazione dei parti decisamente più favorevole (meno del 4% di parti cesarei) e lascia inoltre intravedere ampi margini di miglioramento sul piano delle performance di parto, grazie anche ad un programma selettivo moderno ed efficiente sviluppato e realizzato con metodicità dall Anaborapi che dispone di indici genetici anche per questo carattere. I numeri produttivi che la caratterizzano consentono quindi di affermare che la Piemontese è una razza moderna, al passo coi tempi, in grado di competere alla pari con altre razze da carne più note e talvolta più blasonate, capace di coniugare le esigenze dell allevatore, in termini di efficienza produttiva e di benessere del bestiame, quelle del macellaio, grazie alle elevate rese ed alla bassa percentuale di scarto, ed infine quelle del consumatore, grazie ad una carne tenera e magra allo stesso tempo. 6 PROSSIMI APPUNTAMENTI CON NOVEMBRE 7-8-9: Mostra Nazionale, MIAC, fraz. Ronchi (CN) 22-23: Fiera di Santa Caterina, Novi Ligure (AL) DICEMBRE 7: Rassegna bovina, Nizza Monferrato (AT) 8: Fiera di Natale e del Bue Grasso, Montechiaro D Acqui (AL) LA PIEMONTESE 10: Fiera Mercato del Bue Grasso, Moncalvo (AT) 11: Fiera del Bue Grasso, Carru (CN) 12: 16ª Fiera del Bovino da carne di razza Piemontese e della Giora, Carmagnola (TO) 17: Rassegna zootecnica di Santa Lucia, Ceva (CN)

7 ANNO2008 Mostre XIIIª MOSTRA INTERPROVINCIALE BORGOMANERO Primo allevatore espositore: Tinivella Luciana Borgomanero Giudice: Piergiorgio DEPETRIS Risultati assoluti Sezione tori Campione assoluto: it nasco (vasco x quieto) Sezione vacche Camp.ssa assoluta: it fara (vialli x omero) Riserva camp.ssa: it iris (delano x sire) Pinton giuseppe - gattico Sezione manze Campionessa junior: it noemi (furore x vialli) Riserva camp.ssa: it olinda (golfo x eila ) Risultati per categoria Categoria 2 - torelli da 11 a 14 mesi Campione: it olmert (ermes x clinton) Simonotti gianni - paruzzaro Riserva: it oste (golfo x ezio) Az. Agr. Agri de-ste s.s. - Paruzzaro Categoria 3 - torelli da 14 a 18 mesi Campione: it oronzo (golfo x bianco) Az. Agr. Agri de-ste s.s. - Paruzzaro Categoria 5 - tori da 24 a 36 mesi Campione: it nasco (vasco x quieto) Categoria 7 - manze da 8 a 11 mesi Campione: it orata (limbo x omero) Pinton giuseppe - gattico Riserva: it prima (magnum x sultano) Creola angelo - Categoria 8 - manze da 11 a 14 mesi Campione: it ovanna (gianduia x calin) Riserva...: It ottavia (cedro x zar) Categoria 9 - manze da 14 a 18 mesi Campione: it olinda (golfo x eila ) Tinivella luciana Riserva: it osanna (lupin x tyson) Categoria 10 - manze da 18 a 24 mesi Campione: it natalia (input x visconti) Riserva: it novara (golfo x vento) Garro imelda - invorio Categoria 11 - manze da 24 a 30 mesi Campione: it noemi (furore x vialli) Riserva: it nani (ispanico x delano) Longhi francesco - Categoria 12 - vacche fino a 4 anni Campione: it mosca (brio x sesamo) Pinton giuseppe - gattico Riserva: it michela (elisir x vialli) Moia carlo claudio - gattico Categoria 13 - vacche da 4 a 6 anni Campione: it iris (delano x sire) Pinton giuseppe - gattico Riserva: it lara (billy x vito) Categoria 14 - Vacche da 6 a 10 anni Campione: it fara (vialli x omero) Riserva: it fiamma (vialli x ulivo) Moia carlo claudio - gattico Categoria 15 - vacche di oltre 10 anni Campione: no bape (ulivo x silvo) Moia carlo claudio - gattico Riserva: it114no008c011 contessa (umayor x stratus) Simonotti gianni - paruzzaro Categoria vacche nutrice Campione: it az.1 It palmiro (input x az1) Longhi francesco - 7

8 Mostre NUMERO 8 8 Venerdì 7 Novembre Mattino: Arrivo e sistemazione del bestiame Pomeriggio: Inizio dei concorsi Valutazione prime tre categorie dei torelli Inizio gara di toelettatura Sabato 8 Novembre Mattino: Valutazione delle categorie delle manze Concorso per le scuole agrarie Pomeriggio: Valutazione categorie vacche Domenica 9 Novembre Mattino: Valutazione categorie tori adulti, concorso vacca-vitello, proclamazione Campioni Assoluti Premiazione Pomeriggio: Concorso paratori junior, Agility cow (gara di agilità) e gara di mungitura.

9 ANNO2008 Mostre SALONE GASTRONOMICO DEDICATO ALLA CARNE Venerdì 7 Aspettando Sapori della carne. Edizione speciale di Il Barbaresco 2005 a Tavola, insieme a: Enoteca Regionale del Barbaresco, Team Cuochi Piemonte Cuneo e Compral presso Relais Cuba Chocolat Restaurant Cafè, P.zza Europa 14, Cuneo. Info e prenotazioni Sabato Inaugurazione di Sapori della carne e 29ª Mostra Nazionale Bovini di razza Piemontese Apertura padiglione gastronomico no stop Percorso del sapore per le scuole a cura di Paola Gula (Club Papillon) Appuntamenti con i prodotti tipici: degustazioni guidate a tema Meeting internazionale La Piemontese nel mondo con rappresentanti delle associazioni di razza estere Intrattenimento musicale. Domenica Apertura padiglione gastronomico no stop Appuntamenti con i prodotti tipici: degustazioni guidate a tema Corso di cucina: I tagli di carne bovina nei pacchi famiglia ed il loro utilizzo ottimale in cucina organizzato da Club Papillon e Fondazione Campagna Amica, con la partecipazione della Maestra di cucina Giovanna Ruo Berchera Premiazione del concorso Ascolta passa la mandria Chiusura della manifestazione. Con il contributo di: Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Camera di commercio di Cuneo - Fondazione C.R.C. A.T.L. di Cuneo - Consorzio tutela razza Piemontese A.P.A. Cuneo - Fondazione Campagna Amica - Coldiretti Specialità Coalvi e Oro Rosso Consorzio di tutela Razza Piemontese Piemontesina Compral Agnellone Sambucano della Valle Stura Coop. agricola Lou Barmaset Consorzio L Escaroun Trippa alla Franchinese Pro-loco di Franchini (AL) Bollito alla piemontese - Bue arrosto Pro loco di Carrù (CN) e Pro loco di Moncalvo (AT) Specialità di Struzzo: salumi, carni e pasta all uovo CIPAS Salami novaresi - Tapulone con polenta APA (NO-VCO) Maialino al forno con cotechini Agriturismo La Ribota Salamini di bovino della Fraschetta Brasato all Albarossa APA (AL) Pollo e Anatra del Piemonte CO.AVI.P Prodotti di Giora Città di Carmagnola Salsiccia di Bra Consorzio di tutela e valorizzazione Salsiccia di Bra Specialità di Coniglio del Piemonte Con.Al.Pi. Spiedino di Agnello Biellese APA (BI-VC) Specialità di Angus Comunità montana Valle Grana Ristorante Il Portichetto Formaggi Piemontesi Caseificio Valle Josina Vini Cantina Sociale di Clavesana 9

10 Informazioni Tecniche NUMERO 8 Tori in uscita dalle prove di progenie Nel mese di Ottobre le uscite dalle prove di progenie riguardano 3 tori: Mazinga e Museo sono selezionati, mentre Milano non supera le prove ed è scartato. Mazinga e Museo sono i primi figli di Ibrido, toro che 2 anni fa era al vertice delle Andrea Albera Ufficio Tecnico classifiche, ad uscire dalle prove di progenie. Sono tori abbastanza simili, tendenzialmente con caratteristiche un po' più spostate sulla carne, ma specialmente per Mazinga con discrete qualità anche per l'allevamento. MAZINGA IT nato il Valore Genetico allevamento 121 carne 125 muscolosità 114 accrescimento 118 facilità nascita 117 facilità parto nascita su manze 119 figli in 67 allevamenti correttezza parti delle figlie Allevatore: Mellano Domenico - Vottignasco (CN) Centro: C.I.Z. Performance Test (dati fenotipici) peso inizio peso fine amg alt.garrese lungh.tronco circ.torace , Pedigree Indici dei genitori allev carne nascita parto padre IBRIDO (IA) madre IRACHENA nonno paterno ZAINO (IA) nonno materno DECIBEL (IA) Mazinga ha taglia media e trasmette buone caratteristiche di accrescimento e muscolosità. I suoi figli nascono facilmente, tuttavia non così tanto da consigliarne l'impiego sulle manze, mentre dalle secondipare in poi non vi sono limitazioni. Sul fronte della facilità di parto, come già ricordato in precedenza, dalle sue figlie ci si attende una capacità di partorire leggermente migliore della media, quindi è possibile allevarle per la rimonta. Mazinga non deve essere ovviamente utilizzato sulle bovine della linea Zaino, ma neanche su quelle della linea di Vialli da cui discende per linea materna attraverso il nonno Decibel. La presenza di Delano come bisnonno ne sconsiglia anche gli accoppiamenti con le figlie di quest'ultimo. MUSEO IT nato il Valore Genetico allevamento 119 carne 123 muscolosità 109 accrescimento 127 facilità nascita 114 facilità parto nascita su manze 100 figli in 59 allevamenti correttezza parti delle figlie Allevatore: Az. Agr. Cascina Monache dei F.lli Camusso & C. - Cavour (TO) Centro: C.I.Z. Performance Test (dati fenotipici) peso inizio peso fine amg alt.garrese lungh.tronco circ.torace , Pedigree Indici dei genitori allev carne nascita parto padre IBRIDO (IA) madre GRETA nonno paterno ZAINO (IA) nonno materno CAVOLO (IA) 10 Museo è nipote di Cavolo, toro della linea Omero-Sesamo con buone caratteristiche produttive. E' un toro di taglia piuttosto grande con un notevole sviluppo dei diametri, accrescimento estremamente elevato e conformazione da carne abbastanza buona. Come per Mazinga, anche in questo caso la facilità di nascita è buona, specialmente considerando le dimensioni ed il notevole accrescimento che Museo trasmette. Per l'allevamento delle sue figlie occorre qualche cautela: la facilità di parto prevista è media anche se la buona struttura di Museo autorizza qualche aspettativa; per contro la linea Omero, da cui Museo proviene per parte di madre, è ben nota per la scarsa attitudine al parto. Da evitare gli accoppiamento con le figlie di Oscar, Visconti e naturalmente con le bovine di linea Zaino e le figlie di Sesamo.

11 ANNO2008 Mostre Vª Mostra Interprovinciale DI TRADATE Primo Allevatore/Espositore : RIGAMONTI MARIA LUISA - OLTRONA DI SAN MAMETTE Giudice : MOMO FEDERICO Risultati assoluti SEZIONE TORELLI CAMPIONE JUNIOR: IT O (ITALO X ---) MASSINI FABIO FRANCESCO OLGIATE COMASCO RIS.CAMP.JUNIOR: IT O (ITALO X ---) PAGANI LUIGIA - APPIANO GENTILE SEZIONE VACCHE CAMPIONESSA ASSOLUTA: IT IRIDE (TYSON X ---) PELLEGRINI GIUSEPPE - APPIANO GENTILE RISERVA CAMP.SSA: IT A PAGANI LUIGIA - APPIANO GENTILE SEZIONE MANZE CAMPIONESSA JUNIOR: IT NURSE (GOLFO X TYSON) OLTRONA DI SAN MAMETTE RIS.CAMP.SSA JUNIOR: IT NORMA (EBRON X RAGUN) OLTRONA DI SAN MAMETTE Risultati per categoria CATEGORIA 1 - TORELLI DA 8 A 11 MESI CAMPIONE: IT O (ITALO X ---) PAGANI LUIGIA - APPIANO GENTILE RISERVA: IT O (CECU X FELIX) BRACCHETTI MARTINO - CASTELNUOVO BOZZENTE CATEGORIA 2 - TORELLI DA 11 A 14 MESI CAMPIONE: IT OSCAR (ITALO X ---) MASSINI FABIO FRANCESCO OLGIATE COMASCO RISERVA: IT O-ARTURO (INNO X ---) BRACCHETTI MARTINO - CASTELNUOVO BOZZENTE CATEGORIA 3 - TORELLI DA 14 A 18 MESI CAMPIONE: IT O (ITALO X ---) MASSINI FABIO FRANCESCO OLGIATE COMASCO RISERVA: IT ORCO (FORNO X UNGARO) LOVO ALESSANDRO - LONATE CEPPINO CATEGORIA 8 - MANZE DA 11 A 14 MESI CAMPIONE: IT ORTICA (INNO X COBRA) OSTINELLI FABRIZIO - APPIANO GENTILE CATEGORIA 9 - MANZE DA 14 A 18 MESI CAMPIONE: IT ORTICA (GOLFO X COBRA) LOVO ALESSANDRO - LONATE CEPPINO RISERVA: IT OLIVIA (GHIBLI X VENTO) LOVO ALESSANDRO - LONATE CEPPINO CATEGORIA 10 - MANZE DA 18 A 24 MESI CAMPIONE: IT NURSE (GOLFO X TYSON) OLTRONA DI S. MAMETTE RISERVA: IT NOVATE (GOLFO X TYSON) OLTRONA DI S. MAMETTE CATEGORIA 11 - MANZE DA 24 A 30 MESI CAMPIONE: IT NORMA (EBRON X RAGUN) OLTRONA DI S. MAMETTE CATEGORIA 12 - VACCHE FINO A 4 ANNI CAMPIONE: IT MELINA (DELANO X TYSON) OLTRONA DI S. MAMETTE RISERVA: IT NAVIDE (DELANO X RAGUN) OLTRONA DI S. MAMETTE CATEGORIA 13 - VACCHE DA 4 A 6 ANNI CAMPIONE: IT IRIDE (TYSON X ---) PELLEGRINI GIUSEPPE - APPIANO GENTILE RISERVA: IT A PAGANI LUIGIA - APPIANO GENTILE CATEGORIA 14 - VACCHE DA 6 A 10 ANNI CAMPIONE: IT FAVOLA (DELFO X ---) OLTRONA DI SAN MAMETTE RISERVA: IT G MASSINI FABIO FRANCESCO OLGIATE COMASCO CATEGORIA 15 - VACCHE DI OLTRE 10 ANNI CAMPIONE: IT CAMA OLTRONA DI SAN MAMETTE RISERVA: CO AZ.1 BRACCHETTI MARTINO - CASTELNUOVO BOZZENTE CATEGORIA VACCHE NUTRICE CAMPIONE: IT MANU (DELANO X DELFO) IT POLDO (LOTUS X MANU) OLTRONA DI SAN MAMETTE RISERVA: IT NOEMI (DELANOX ---) IT P (INNO X NOEMI) BRACCHETTI MARTINO - CASTELNUOVO BOZZENTE 11

12 Madama la Piemonteisa Complice anche il bel tempo, l appuntamento della biennale di Savigliano Madama la Piemonteisa ha registrato il tutto esaurito nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 settembre. Da semplice iniziativa in cui si celebrava un taglio particolare di carne, la costata di femmina Piemontese, Madama la Piemonteisa appunto, la manifestazione di Savigliano ha ormai assunto negli anni una dimensione che travalica i confini piemontesi e nazionali. La kermesse è stata impostata, negli anni, in modo tale da promuovere il consumo consapevole di tutta la carne bovina. Ecco, dunque, l invito a partecipare alla fiera rivolto ad altre regioni e nazioni, di peso zootecnico rilevante, per arricchire ulteriormente i momenti delle due giornate di festa. Oltre ai nostri amici umbri del CCBI e del Vitellone bianco d e l l A p p e n n i n o Centrale, con la Chianina, quest anno sono stati invitati la Francia con la Razza Charollais e la Scozia con la Razza Aberdeen Angus. A rappresentare la carne di Piemontese il Coalvi ha proposto, nello stand dedicato alla vendita, la macelleria la Pedaggera di Cavallerleone mentre, per le disfide gastronomiche simpatiche e accattivanti gare tra cuochi e macellai delle diverse razze - il Coalvi ha messo in campo due nomi di peso: il vecchio, ma sempre giovane, Bruno Novero di San Maurizio Canavese, pronto a raccogliere nuove sfide dall alto della sua quarantennale esperienza, e il giovane, ma sempre pieno di motivazioni, Paolo Bonetto di Borgone di Susa. Entrambi, con la loro professionalità, nel corso delle sfide con i loro colleghi rappresentanti delle altre razze da carne, hanno mostrato al pubblico presente eccellenti preparazioni culinarie partendo dai tagli meno pregiati del bovino. Un ringraziamento doveroso al Comune di Savigliano e all Ente Fiera che con cadenza biennale organizzano questa importantissima vetrina per la Razza Piemontese. Meating a Roma A dire il vero ci si aspettava di più da questo primo salone internazionale dedicato alla carne organizzato dalla fiera di Roma. Invece, il risultato registrato è stato al disotto delle aspettative dei vari operatori di mercato, compresi noi del Coalvi. Tuttavia, il Consorzio ha fatto la sua parte, anzi, ha partecipato con entusiasmo alla manifestazione allestendo lo stand messo a disposizione dalla Regione Piemonte e organizzando un convegno sulla qualità della carne di Razza Piemontese. Convegno che ha voluto presentare i risultati della ricerca che il Coalvi ha commissionato Stand Coalvi a Meating IGP: Carrozzino, Franco e Lingua

13 alla Facoltà di Veterinaria dell Università di Milano, sulle caratteristiche qualitative della carne dei venti tagli tipici della Razza Piemontese. I risultati di questa ricerca saranno pubblicati a breve sulla brochure che il Consorzio sta preparando sulla Razza Piemontese. Coalvionline Da alcuni giorni, dopo una lunga gestazione ed un necessario periodo di prova, i nostri tecnici stanno installando presso i macelli il nuovo programma dedicato all etichettatura delle carni. Si tratta di un software in grado di dialogare on line con la banca dati del Consorzio e che permette l etichettatura elettronica delle carni. Un passo avanti che il Consorzio ha voluto fare per rendere ancora più efficiente l intero sistema di etichettatura. Saranno soprattutto i macelli e laboratori di sezionamento a essere i destinatari di queste migliorie che dovrebbero portare alla eliminazione dei vari files di interscambio, necessari ai fini dell aggiornamento delle banca dati presenti nei macello con quella del Consorzio. Un ulteriore passo verso una tracciabilità sempre più sicura e efficace. Entrate e Uscite I relatori Panseri e Marega Ci sono buone notizie, in mezzo a tante riunioni per esaminare la crisi e trovare le soluzioni più idonee. Da questa primavera ben 12 nuovi punti vendita si sono convenzionati con il nostro Consorzio. La grande distribuzione ha confermato l interesse dei consumatori nei confronti della carne etichettata Coalvi con l inserimento di questa in quattro nuovi punti vendita: l Iper Montebello di Brembate, 15 ingresso per il gruppo Iper che continua a dimostrare grande serietà e impegno nella collaborazione ai fini dell etichettatura e della rintracciabilità, l Unes Maxi spa di Cassina de Pecchi e l Unes Maxi spa di Cossato, punti piloti per il gruppo Unes, l Auchan di Monza a conferma che anche in questo gruppo l interesse per la carne di Piemontese si estende oltre i confini regionali, e infine il Carrefour di Borgosesia per l ormai storico (per quel che riguarda la collaborazione con il Consorzio) gruppo Carrefour. Le macellerie tradizionali hanno visto nel cuneese il ritorno del sig. Badellino che ha acquistato il punto vendita della Coop. Agricola Le Fattorie Monregalesi situato nella parte storica e pittoresca Savigliano, ora di nuovo denominato, come già alcuni anni, fa La Salumeria Artigiana. Sempre nel cuneese la Cooperativa Agricola Buschese si afferma in crescita con l apertura del nuovo punto vendita nella via centrale di Caraglio, ai piedi della Val Grana, mentre tra pochi giorni vedrà il via una bella nuova macelleria a Boves. Altri due nuovi punti vendita nell alessandrino dove in effetti la presenza delle macellerie Coalvi è ormai consolidata: la macelleria Galasco Luca a Pontestura, subentrata alla macelleria Vento, già convenzionata con il Coalvi, e la macelleria Rolando Vinicio di Balzola. Nell astigiano, a Costigliole d Asti, un nuovo spaccio aziendale collegato all allevamento del nostro socio Ronzano Giovanni è partito con la vendita di carne etichettata Coalvi in modo strepitoso, considerando i dati provenienti dall etichettatura elettronica. Il punto vendita di Boccardo Matteo a Piobesi succede a quello chiuso alcuni mesi fa dal fratello a Carignano, e, infine, da pochissimi giorni, nella centralissima zona di corso Vinzaglio, a Torino, è partita convenzionata con il Consorzio la macelleria di Aimar Massimo. Un po di delusione è stata provocata dalle dimissioni dal sistema di etichettatura del punto vendita situato presso il Gros Cidac di Aosta, che, grazie anche alla collaborazione del macello Zoppo, suo fornitore, aveva aderito con entusiasmo alcuni anni fa e aveva lavorato con molta precisione: restiamo quindi in attesa di un nuovo rientro, in futuro, sul mercato valdostano, consolandoci per il momento con la presenza su Aosta di Carrefour.

14 Attualità NUMERO 8 Nuove proposte per rilanciare la zootecnia da carne Oltre 200 persone hanno partecipato, il 15 ottobre al Miac (Mercato all'ingrosso agroalimentare) di Cuneo, alla giornata regionale di confronto "Allevare in Piemonte", promossa dalla Regione per analizzare le prospettive della zootecnia da carne, uno dei settori portanti dell'economia regionale che sta affrontando una situazione economica difficile. E stato presentato il quadro nazionale e internazionale di questo settore: la produzione mondiale di carne è cresciuta del 27% in 10 anni, ma con valori molto diversi (bovina +12%, suina + 31%, avicola +39%), è cresciuto il ruolo dei Paesi emergenti (Asia e Pacifico e Sud America), mentre l'unione europea aumenta le importazioni e riduce l'export, anche a causa del rafforzamento dell'euro, degli elevati costi di produzione, dei vincoli ambientali. Nel mercato interno italiano, incidono la diversa composizione dei nuclei familiari e l orientamento crescente verso prodotti innovativi e salutistici. Sono stati anche sottolineati gli aspetti legati alla tracciabilità nonché alle componenti ambientali in riferimento in particolare alla direttiva nitrati. L Assessore Regionale Agricoltura Mino Taricco si è detto particolarmente soddisfatto dei risultati di questo incontro. La giornata di oggi, ha affermato Taricco, è una tappa intermedia di un percorso iniziato da qualche mese con un lavoro di riflessione e di proposta svolto dai singoli tavoli di filiera e che proseguirà con successivi momenti di incontro dedicati alle specificità dei settori bovino, suinicolo, avicolo, cunicolo e ovicaprino, volti a tradursi in provvedimenti concreti entro l'anno prossimo." 14 Nel caro ricordo di Michele Ghio Ci ha recentemente lasciati il dott. Michele Ghio, Presidente Onorario dell Anaborapi. Nel corso di una lunga ed impegnata carriera, ha ricoperto cariche di grande importanza tra le quali la Presidenza dell Istituto Zooprofilattico, dell APA di Torino e di primo cittadino di None. Ghio è stato Presidente dell Anaborapi in un momento importante, nel quale si sono poste le basi per l attività selettiva della quale oggi stiamo raccogliendo i frutti. Proprio da Ghio è stato fortemente voluto il Centro Tori di Carrù che rappresenta oggi uno dei pilastri del miglioramento genetico della razza Piemontese. Vogliamo ricordarlo con affetto, insieme ai nostri lettori, come nella foto, sorridente con il suo cappello da alpino, corpo di cui aveva fatto parte ed a cui tanto teneva.

15 ANNO2008 Informazioni Tecniche Tori giovani Novembre Gennaio 2009 Uscita Dati di Nascita dei figli: febbraio 2010 OPPIO IT Nato il Allevatore: Tallone Valter di Tarantasca Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 518 1, Genealogia OPPIO LOTUS (IA) GOZZILLA UMAYOR (IA) VASCO (IA) Qualificato Linea Allevamento colore paillette: pistacchio Carne 118 Allevamento 122 Muscolosità 113 Accrescimento 111 INDICI GENETICI di OPPIO INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto LOTUS GOZZILLA OPPIO è un toro di taglia grande con buona muscolosità. OPPIO è il 4 figlio di Lotus in IA. Lotus (Umayor x Turbo) è un toro doppia linea molto completo con ottima muscolosità (124), accrescimento (117) e buone facilità di nascita e di parto (113 e 115). La madre Gozzilla è una vacca da allevamento (Vasco x Pasarot) con buona facilità di parto (115). Si consiglia di usare OPPIO sulle pluripare per produrre la rimonta, evitando sulle figlie di Bingo, Luis e Faraone. OTTONE Qualificato Linea Allevamento colore paillette: giallo IT Nato il Allevatore: Bertinetto Pier Giuseppe Mauro di Villafranca P.te (TO) Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 531 1, Genealogia OTTONE MAESTRO (IA) LIBIA INPUT (IA) VASCO (IA) Carne 115 Allevamento 121 Muscolosità 110 Accrescimento 115 INDICI GENETICI di OTTONE INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto MAESTRO LIBIA OTTONE è un toro di taglia molto grande con buone masse muscolari. OTTONE è il primo figlio di Maestro in IA. Maestro (Input x Ragun) è un toro doppia linea completo con ottima muscolosità (119) e buoni caratteri riproduttivi (facilità di nascita 109 e di parto 115). La madre Libia è una vacca da allevamento (Vasco x Pasarot) con ottima facilità di parto (117). Si consiglia di usare OTTONE sulle pluripare per produrre la rimonta, evitando le figlie di Faraone e Milord. ORACOLO Qualificato Linea Allevamento colore paillette: bianco IT Nato il Allevatore: Bonelli Irma e Mondino Agostino di Rocca dè Baldi (CN) Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 483 1, Genealogia ORACOLO ISRAELE (IA) FESTA DELANO (IA) BRASIL (IA) Carne 110 Allevamento 122 Muscolosità 114 Accrescimento 119 INDICI GENETICI di ORACOLO INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto ISRAELE FESTA ORACOLO è un toro di taglia grande con buona muscolosità ed è il primo figlio di Israele in IA. Sia il padre Israele (Delano x Umayor) che la madre Festa (Brasil x Tyson) sono decisamente di linea allevamento e ci si attende da ORACOLO le stesse caratteristiche con qualche difficoltà alla nascita. Quindi si consiglia di usare ORACOLO solo sulle vacche con ottima facilità di parto per produrre la rimonta. Evitare sulle figlie di Luis e della linea Delano. 15

16 Informazioni Tecniche NUMERO 8 Tori giovani Dicembre Febbraio 2009 Uscita Dati di Nascita dei figli: marzo 2010 OXFORD IT Nato il Allevatore: Rosso Tiziano di Busca (CN) Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 449 1, Genealogia OXFORD INDICE (IA) MENTA TURBO (IA) ENZO (IA) Qualificato Linea Carne colore paillette: rosso Carne 121 Allevamento 117 Muscolosità 112 Accrescimento 104 INDICI GENETICI di OXFORD INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto INDICE MENTA OXFORD è un toro di taglia medio-piccola con buona muscolosità, caratteri simili al padre Indice. Sono 7 i figli di Indice in IA (Max è già approvato). Indice (Turbo x Ragun) è un toro da carne con ottima facilità di nascita (121), anche su manze (115). Il nonno materno di OXFORD è Enzo, ottimo toro da manze. Quindi si consiglia di usare OXFORD tranquillamente su le vacche della linea carne nonché sulle manze di buon sviluppo. Evitare sulle figlie di Billy e Cito. OVEST Qualificato Linea Carne + Linea Allevamento colore paillette: verde IT Nato il Allevatore: Bersezio Giovanni di Cuneo Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 474 1, Genealogia OVEST IDILLIO (IA) MORA ZAINO (IA) ELISIR (IA) Carne 124 Allevamento 122 Muscolosità 116 Accrescimento 121 INDICI GENETICI di OVEST INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto IDILLIO MORA OVEST è un toro di taglia medio-grande con ottime masse muscolari. OVEST è il 2 figlio di Idillio in IA dopo Nello, i cui figli stanno nascendo. Sia il padre Idillio (Zaino x Vialli) che il nonno materno Elisir sono buoni tori da carne con comunque una discreta facilità di parto (rispettivamente 107 e 104). Quindi OVEST è un toro doppia linea che si può usare su tutte le pluripare, evitando sulle femmine delle linee Tyson e Vialli. ODINO Qualificato Linea Allevamento colore paillette: beige 16 IT Nato il Allevatore: Az. Agr. Il Girasole S.S. di Valfenera (AT) Misure a 12 mesi altezza Lungh. circonf. Peso amg garrese tronco torace 497 1, Genealogia ODINO LEONE (IA) GITANA ROSTOK (IA) BRASIL (IA) Carne 113 Allevamento 121 Muscolosità 114 Accrescimento 115 INDICI GENETICI di ODINO INDICI GENETICI dei GENITORI Carne Allev. Nascita Parto LEONE GITANA ODINO è un toro di taglia medio-grande con ottima muscolosità ed è il 2 figlio di Leone in IA. Il padre Leone (Rostok x Turbo) è un toro doppia linea con discreti caratteri riproduttivi (facilità di nascita e di parto 106). Invece la madre di ODINO è al top della linea allevamento (Brasil x Principe) con ottima facilità di parto (126) e buoni caratteri produttivi. Si consiglia di usare ODINO sulle pluripare per produrre la rimonta, evitando le figlie di Gallo, Iride, Icaro, Falcao e Idolo.

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

Un second crop oltre ogni aspettativa

Un second crop oltre ogni aspettativa Prince Un second crop oltre ogni aspettativa Per i tecnici, i dati di second crop di Prince sono andati oltre ogni più rosea aspettativa, ma per molti allevatori in Italia non sono stati altro che una

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le tre leggi di Mendel, che descrivono la trasmissione dei caratteri ereditari da una generazione all altra, segnano l inizio della

Dettagli

La nuova PAC: le scelte nazionali

La nuova PAC: le scelte nazionali Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale Direzione generale delle politiche internazionali e dell'unione Europea La nuova PAC: le scelte nazionali Regolamento (UE)

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

I mercatini dell antiquariato in Piemonte

I mercatini dell antiquariato in Piemonte I mercatini dell antiquariato in Piemonte BIELLESE Mercatino dell antiquariato minore Biella (ultima domenica di marzo, giugno e settembre) Mercatino dell antiquariato Cossato (primo sabato del mese) CANAVESE

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

CARNE BOVINA Analisi della filiera

CARNE BOVINA Analisi della filiera CARNE BOVINA Analisi della filiera Gennaio 2006 STRUTTURA DELLA FILIERA CARNE Flussi, attività e nodi critici La zootecnia è un settore chiave per l agricoltura italiana VALORE DELLA PRODUZIONE AGRICOLA

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO Si prega di prestare particolare attenzione ai "PUNTI ESSENZIALI" Nota bene: la presente guida ha lo scopo di aiutare i richiedenti

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE

Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2010-2012 Progetto di ricerca CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI RAZZE AVICOLE LOMBARDE Acronimo: CoVAL Ente Proponente: Università degli Studi di Milano,

Dettagli

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Regolamento per la determinazione dei criteri per il calcolo del valore di mercato degli animali abbattuti

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese PRIMA GIORNATA CIA IN EXPO Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese 5 maggio 2015 AUDITORIUM DI PALAZZO ITALIA PADIGLIONE ITALIA EXPO MILANO 2015 Cia è main partner del parco della biodiversità

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO prot. 6513 del 18 novembre 2014 Disposizioni nazionali di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 VISTO il regolamento (CE) n.

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Partecipanza Agraria di Cento

Partecipanza Agraria di Cento Prot. Num. Fasc. Delibera della Magistratura N. 46 del 14/04/2014 Oggetto: LIQUIDAZIONE SPESE VARIE. L, addì 14 del mese di aprile alle ore 19:15 a seguito di invito Prot. Num. 896 Fasc. 11 del 12/04/2014

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie Il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani: sfide locali e globali - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - La Regione Piemonte e la politica europea:

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA Venerdì 18 ottobre 2013 Welcome Coffee 12.30-14.30 Area 14.30-16.30 Master Class Il bar del futuro Lavoro nella Ristorazione: risorsa vincente oltre i confini generazionali Il breakfast e la tradizione

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI

INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI Con l'accesso, la visualizzazione, la navigazione o l'utilizzo del materiale o dei servizi disponibili in questo sito o attraverso di esso, l'utente indica di aver letto

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 Qualifica I Fascia Amministrazione ASL CASERTA (EX ASL 1 e 2) Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Unità Operativa Veterinaria

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Art. 1 La Denominazione di Origine Protetta Castelmagno è riservata esclusivamente al formaggio che risponde

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Patrimonio della PA Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Dicembre 2013 INDICE 1 Premessa e sintesi 3 2 La rilevazione delle partecipazioni detenute

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

SUNDAY POETS. Destinatari del premio

SUNDAY POETS. Destinatari del premio SUNDAY POETS Destinatari del premio I destinatari del Premio sono i lettori de La Stampa (quotidiano, sito e app) senza limiti di residenza o nazionalità. Il Premio è un talent contest dedicato a poeti

Dettagli

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle. allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.it

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli