Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline"

Transcript

1 Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline Campanile, Gasparrini, Vecchio, Senatore, Bella, Neglia, Presicce, Zicarelli. Cipab Capaccio 21/12/2010

2 INTRODUZIONE Sebbene la riproduzione assistita nel bufalo è meno comune e meno richiesta, se si compara con la specie bovina, recentemente si è assistito ad un interesse notevole nella possibile adozione delle tecnologie riproduttive nell ambito delle nuove strategie impiegate nelle aziende zootecniche. Le iniziali difficoltà e la bassa efficienza nell impiego della IS nella specie bufalina sono state in larga misura superate Miglioramento delle conoscenze meccanismi fisiologici alla base della regolazione del ciclo ovarico mortalità embrionale (EEM; LEM) variabilità stagionale miglioramento dei protocolli per la sincronizzazione dell estro e dell ovulazione

3 Il miglioramento complessivo dell efficienza efficienza riproduttiva nella specie bufalina è un aspetto determinante per una corretta implementazione della tecnologie dell IS ed in modo particolare dell utilizzo del seme sessato in tale specie.

4 1950 Primo uso del seme congelato in IS nel bovino 1980 Lawrence Livermore National Laboratory (utilizzo del citofluorimetro a flusso separatore per ottenere misurazioni precise del contenuto di DNA) 1983 Garner et al. Primo sessaggio del seme mediante utilizzo citoflurimetro a flusso in bovini, ovini, maiali e conigli (sperma sacrificato nel renderlo permeabile al colorante fluorescente di membrana ) 1987 Johnson et al. impiegarono il colorante di membrana fluorescente permeante Hoechst grazie al quale si otteneva una precisa colorazione del DNA evitando la rimozione delle membrane cellulari 1988 Morrel and Dressel nascita di progenie vitale (bovini, conigli) da sessato 1989 primo vitello nato in UK 2000 Commercializzazione seme sessato 2002 utilizzo seme sessato bovino in Italia 2010 Commercializzazione del seme sessato della Bufala mediterranea Italiana

5 SCOPO DEL LAVORO Verificare la fattibilità strategica e le percentuali di gravidanza in manze bufaline sottoposte ad IS con seme sessato e non sessato proveniente da tre tori bufalini

6 MATERIALI E METODI Animali selezionati per la sincronizzazione Periodo: (Marzo Maggio) Aziende : localizzate in Campania e Calabria Animali ciclici: 379 manze bufaline Età media (giorni): 415 ± 35 Peso medio (kg): 325 ± 28

7 Sincronizzazione dell ovulazione

8 Presynch-Ovsynch I.S. Pgf 2α2 GnRH GnRH Pgf 2α2 GnRH 17-23h Day 0 Day 3 Day 11 Day 18 Day 20

9 INSEMINAZIONE gli animali sono stati suddivisi in 6 gruppi caratterizzati da differenti intervalli di tempo (h) GnRH-I.S. 1) ; 2) ; 3) ; 4) ; 5) ; 6) ;

10 Sincronizzati Pgf 2α sintetica (0.524 mg) Cloprostenol, Estrumate Pgf 2α naturale (33.5 mg ) Dinoprost, Dinolytic

11 Inseminati GnRH GnRH+Pgf 2α

12 Seme ed IS Tre tori Seme raccolto, sessato e congelato da due società partecipanti allo studio Cogent Breeding Ltd, UK Centro Tori Chiacchierini, Peugia, Italy Seme sia sessato che non sessato proveniente dagli stessi tre tori è stato utilizzato per le sessioni di IS. Il sessaggio è stato effettuato secondo la Beltsville Sperm Sorting Technology (Seidel et al 2002).

13 SEME SESSATO Pailletes da 230 µl 2x10 6 spermatozoi vivi e separati (procedura brevettata da Cogent Breeding Ltd, UK) SEME NON SESSATO Pailletes da 500 µl 20x10 6 spermatozoi

14 Caratteristiche del seme sessato Parametri min MAX media ± es Purezza (%) ± 0,7 Motilità progressiva lineare ,7 ± 4,4 Test di integrità di membrana (propidium iodide test) ,7 ± 2,1 Test di resistenza osmotica ,1 ± 2,3

15 Solo animali con un follicolo 10 mm e un utero tonico in presenza o assenza di muco da calore, sono stati considerati in calore e con ovulazione imminente a sottoposti ad IS

16 INSEMINATI Sessato Non sessato Corpo utero Corno utero Corpo utero GnRH GnRH + Pgf 2α GnRH GnRH GnRH GnRH + + Pgf 2α Pgf 2α

17 Diagnosi di gravidanza I.S. Pregnant N.P. Ultrasonography LEM D0 D28 D45

18 RISULTATI

19 Sincronizzazione dell ovulazione (n) (%) Animali ciclici sincronizzati Animali inseminati ,3

20 EFFETTO TORO

21 Intervallo ultimo GnRH ed FA I differenti intervalli di tempo tra l ultima somministrazione di GnRH e l IS non hanno determinato differenze significative

22 Effetto degli analoghi delle Pgf2α nel protocollo di sincronizzazione sulle percentuali di gravidanza a 28 et 45 giorni post IS (Pgf2α naturale Vs Pgf2α Sintetica) b B a A (a b P=0,06); (A B P<0,01)

23 Effetto del trattamento alla IS per la combinazione di seme sessato/non sessato b a (a b P=0,06)

24 Effetto del trattamento alla IS nei soggetti inseminati con seme sessato b a (a b P=0,02)

25 Effetto della tipologia di seme su percentuali di soggetti gravidi a 28, 45 giorni post IS e LEM (sex Vs no sex)

26 Effetto della sede di deposizione del seme sessato sulla percentuale di soggetti gravidi a 28 et 45 giorni post IS (sex corpo Vs sex corno) A a B b (a b P=0,05); (A B P=0,01)

27 Risultati preliminari dell utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale di bufale pluripare

28 MATERIALI E METODI Animali selezionati per la sincronizzazione Periodo: (settembre ottobre) Aziende : 2 localizzate in Campania Animali inseminati: 85 dip (giorni): 154,7 ± 64,14

29 Ovsynch I.S. GnRH Pgf 2α2 GnRH 17-23h Day 0 Day 7 Day 9

30 Effetto della tipologia di seme su percentuali di soggetti gravidi a 28, 45 giorni post IS, EEM et LEM (sex Vs no sex)

31 Effetto della tipologia di seme su percentuali di soggetti gravidi a 28, 45 giorni post IS, EEM et LEM (sex Vs no sex). Azienda 1 az 1 60,00% 54,55% 50,00% 42,86% 40,00% 30,00% 20,00% 36,36% 28,57% 27,27% 14,29% 33,33%33,33% non sex sex 10,00% 0,00% gravide 28 gravide 45 eem lem

32 Effetto della tipologia di seme su percentuali di soggetti gravidi a 28, 45 giorni post IS, EEM et LEM (sex Vs no sex). Azienda 2 az2 70,00% 60,00% 50,00% 60,00% 56,67% 53,33% 53,33% 40,00% 30,00% 20,00% 10,00% 0,00% 10,00% 11,76% 11,11% 3,33% gravide 28 gravide 45 eem lem non sex sex

33 Confronto entro aziende su percentuali di soggetti gravidi a 28, 45 giorni post IS, EEM et LEM (sex+no sex). 60,00% 50,00% 48,00% 58,33% 53,33% 40,00% 30,00% 32,00% 33,33% 20,00% 20,00% 11,43% 10,00% 6,67% 0,00% gravide 28 gravide 45 eem lem az 1 (sex + no sex) az 2 (sex + no sex)

34 DISCUSSIONE tecnologia del seme sessato ottimizzazione dell efficienza riproduttiva nella specie bufalina

35 Qualità di partenza del seme seme dei tre tori (sessato e non sessato) Test rigorosi criteri di valutazione e selezione Responsabilità nella similarità di risultato per ciò che riguarda le percentuali di gravidanza ottenute e riportate

36 2 X10 6 di spermatozoi sessati = 20 X 10 6 di spermatozoi non sessati

37 Pgf2α sintetica Pgf2α naturale Pgf2α sintetica azione più potente sull aumento del progesterone ematico migliore sincronizzazione

38 GnRH GnRH+Pgf2α al momento della IS bovina Pgf2α al giorno dell estro aumenta i valori di P4 al giorno 11 del ciclo estrale, probabilmente attraverso l inibizione dei geni Endothelin-1 (ET-1) e Angiotensin-II (Ang-II) migliora processo di sincronizzazione L effetto benefico della somministrazione di Pgf2α sia per via intramuscolare che endovenosa è già stata dimostrata anche nel bufalo (Neglia et al., 2008)

39 Pgf2α EEM LEM

40 La differente sede di deposizione del seme sessato ha prodotto percentuali di gravidanza significativamente differenti, sia a 28 che a 45 giorni dopo FA corno uterino trauma all endometrio riduzione della fertilità La similarità di risultati nella specie bufalina ottenuti con l utilizzo di seme sia non sessato che sessato, contrasta con la riduzione di fertilità riportata nella specie bovina quando si fa utilizzo di seme sessato (Schenk et al., 2009)

41 CONCLUSIONI Possibilità di utilizzare seme sessato nel corso di FA Percentuali di gravidanza sovrapponibili a quelle ottenute con seme non sessato deposizione del seme nel corpo dell utero, così come avviene nel corso di inseminazione con seme non sessato senza la necessità di particolari accorgimenti strumentali. Effetto determinante della corretta gestione aziendale per ottenere risultati vantaggiosi utilizzazione di seme sessato nel management riproduttivo bufalino potrebbe quindi essere accelerato dalla facilità ed efficienza dei risultati riportati in questo studio.

42 THANKS FOR YOUR ATTENTION

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti.

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Due particolarità degli ovari: presenza di relativamente alto numero di follicoli

Dettagli

Embrio transfer per una fertilità migliore

Embrio transfer per una fertilità migliore TECNICA Embrio transfer per una fertilità migliore Le bovine moderne, a causa delle grandi quantità di latte prodotte, sono molto sensibili alle temperature elevate, che inducono un innalzamento di quella

Dettagli

Per la specie Bufalina, la Razza Mediterranea è quella che riscuote maggior interesse al mondo per i suoi elevati standard produttivi che

Per la specie Bufalina, la Razza Mediterranea è quella che riscuote maggior interesse al mondo per i suoi elevati standard produttivi che Per la specie Bufalina, la Razza Mediterranea è quella che riscuote maggior interesse al mondo per i suoi elevati standard produttivi che nessun'altra razza bufalina riesce ad avere. Per questo motivo

Dettagli

Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies)

Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies) Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies) Inseminazione Artificiale (AI) Trasferimento embrionale (MOET) Crioconservazione gameti e embrioni Sessaggio (gameti e

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori I metodi di rilevazione dei calori delle bovine? Sono fondamentalmente di tre tipi: quelli visivi, quelli assistiti e le sincronizzazioni. Ma sono molto diffuse anche le forme miste Fertilità Tutta la

Dettagli

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI Pag. 1 di 5 RIFERIMENTI GENERALI Corso di Laurea Magistrale: Scienze Zootecniche An di Corso: II Semestre: I Insegnamento: Gestione dei sistemi di allevamento estensivo Modulo: Fisiopatologia della riproduzione

Dettagli

Allevamento del Bufalo

Allevamento del Bufalo Allevamento del Bufalo Dott. Francesco Vacirca Cenni storici Incremento numerico in Italia (Zicarelli 2001) 1948 12.000 capi 2001 200.000 capi (1700 % ) Secondo al mondo dopo il Brasile (1900 %) Animale

Dettagli

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI)

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) In che consiste? La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di procreazione assistita che consiste nella fecondazione dell ovocita (o gamete femminile) con lo spermatozoo

Dettagli

La riproduzione nei ruminanti

La riproduzione nei ruminanti La riproduzione nei ruminanti Sotto l aspetto fisiologico è lo strumento naturale con cui le singole specie si perpetuano nel tempo; Sotto l aspetto zootecnico è la tecnica cui è legata la realizzazione

Dettagli

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A.

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. S W Strenghts (Punti di forza): ciò che l azienda è capace di fare bene Weaknesses (Punti di debolezza): ciò che l azienda non è capace di fare bene

Dettagli

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi RegioneLombardia Direzione Generale Agricoltura Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi QUADERNI DELLA RICERCA Marzo 2001 Progetto

Dettagli

La riproduzione nei suini

La riproduzione nei suini La riproduzione nei suini Le funzioni della scrofa nella riproduzione sono: i. Produrre le cellule sessuali femminili (uovo) ii. Consentire lo sviluppo dell embrione nell utero iii. Espellere i neonati

Dettagli

Ricevimento degli ovociti

Ricevimento degli ovociti Ricevimento degli ovociti In che cosa consiste? Consiste nel fecondare in laboratorio gli ovociti provenienti da una donatrice con lo sperma del partner della donna ricevente, per trasferire in seguito

Dettagli

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina in LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE INCONTRANO LA GENOMICA 5 Maggio 2009 Sala Guarneri del Gesù Cremona Fiere CESARE GALLI

Dettagli

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1)

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) Età alla Pubertà (mesi) Femmine Maschi Conigli 5 5 Cani piccola taglia 6-10 6-10 Cani grossa taglia 8-14 8-14 Gatti a pelo corto 6-8 6-8 Gatti a

Dettagli

CORRELAZIONI TRA NUTRIZIONE, FERTILITA E BENESSERE NELLA BOVINA DA LATTE MARENE (CN) 18 SETTEMBRE 2008

CORRELAZIONI TRA NUTRIZIONE, FERTILITA E BENESSERE NELLA BOVINA DA LATTE MARENE (CN) 18 SETTEMBRE 2008 GIORNATA BUIATRICA CORRELAZIONI TRA NUTRIZIONE, FERTILITA E BENESSERE NELLA BOVINA DA LATTE MARENE (CN) 18 SETTEMBRE 2008 INTEGRAZIONE CON OMEGA-3 NELLE RAZIONI DI BOVINE DA LATTE Trend fertilità US Holstein

Dettagli

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha SCHEDA FERGUSON L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha comportato un adeguamento degli strumenti utili a valutare l efficienza e la redditività delle

Dettagli

Inseminazione artificiale

Inseminazione artificiale Inseminazione artificiale In cosa consiste? L inseminazione artificiale è una tecnica di procreazione assistita che consiste nell introduzione di spermatozoi, trattati in precedenza in laboratorio, all

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza DAL PICK UP ALL EMBRYO TRANSFER Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza Fisiologia del gamete maschile Lo spermatozoo è costituito da tre parti principali: a) La testa: sede del patrimonio genetico;

Dettagli

NEOPLASIE ED INFERTILITA

NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE E FERTILITA UN TEMA DA AFFRONTARE INSIEME CONOSCERE IL PROPRIO PROBLEMA Ogni anno circa 11000 persone in età riproduttiva si ammalano di tumore. Per queste persone affrontare

Dettagli

Fattoria Reale di Torcino

Fattoria Reale di Torcino Fattoria Reale di Torcino ALLEVAMENTI BUFALINI GRUPPO GAROFALO Incontro formativo del 20 novembre 2014 dott. agr. Roberto Napolano FATTORIA REALE DI TORCINO CIORLANO (CE) Ex allevamento di bovine da latte

Dettagli

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO

GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO GLOSSARIO SINTETICO COLLETTIVO Giugno 2014 1 2 3 SINTETICO COLLETTIVO DI SPECIE E RAZZA Il sintetico collettivo è una elaborazione dei dati provenienti dalle singole produttrici di una medesima specie/razza.

Dettagli

X CICLO DI CONFERENZE

X CICLO DI CONFERENZE X CICLO DI CONFERENZE Professione Biologo Biologo della Fecondazione Assistita Giovedì 27 settembre 2012 Alessandro Miceli Promea S.p.A. - Torino alessandro.miceli@promea.net Dipartimento di Biologia Animale

Dettagli

Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale

Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale Dott. Antonio Spezzigu, DVM Ultrasonografia PECORE: - Studio delle ovaie: dinamica follicolare - diagnosi di

Dettagli

La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte

La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte www.pviformazione.it Percorso di Formazione a Distanza (FAD) La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte 15 CREDITI ECM AUTORE Alessandro Fantini Facoltà di Medicina Veterinaria - Università di

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

NOVARA 13 FEBBRAIO 2014 STERILITA DI COPPIA E TECNICHE DI PROCREAZIONE ASSISTITA DOTT. CESARE TACCANI 1 DEFINIZIONE STERILITÀ: INCAPACITÀ BIOLOGICA TRANSITORIA O PERMANENTE DI CONCEPIRE PRIMITIVA: COPPIA

Dettagli

Risultati dei trattamenti

Risultati dei trattamenti INDICE DEI RISULTATI OTTENUTI NEL NOSTRO CENTRO (dal 1 gennaio 211 al 3 giugno 213) Inseminazioni intra-uterine 2 Tecniche di fecondazione in vitro (con ovociti freschi) 5 Trattamenti con ovociti scongelati

Dettagli

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a 1. RIASSUNTO L analisi e l elaborazione dei dati aziendali sono ormai diventate elementi insostituibili per la gestione delle performance riproduttive, l informatizzazione potrebbe diventare un importante

Dettagli

FUNZIONALITA DEL CORPO LUTEO E MORTALITA EMBRIONALE NELLA BUFALA MEDITERRANEA ITALIANA (BUBALUS BUBALIS)

FUNZIONALITA DEL CORPO LUTEO E MORTALITA EMBRIONALE NELLA BUFALA MEDITERRANEA ITALIANA (BUBALUS BUBALIS) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DOTTORATO DI RICERCA IN PRODUZIONE E SANITÀ DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE INDIRIZZO: SCIENZE DELL ALLEVAMENTO ANIMALE XXIV CICLO FUNZIONALITA DEL CORPO

Dettagli

La Migliore Genetica Disponibile in Italia

La Migliore Genetica Disponibile in Italia BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO La Migliore Genetica Disponibile in Italia n 1 per Indice Pedigree n 1 per Morfologia n 1 per + Latte + G & P % + Morfologia n 1 per il Migliore EEC code IT01 bu CENTRO DI

Dettagli

TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO

TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO COLLABORAZIONI TECNOLOGIA E RICERCA A PORTATA DI MANO Il Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione (LTR) Ciz, a Cremona, in via Porcellasco, è uno dei laboratori di biotecnologia meglio attrezzati e

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Indice Definizione Epidemiologia Etiopatogenesi Diagnosi Terapia PMA Presentazione, attività e risultati del Centro per la Diagnosi e la Terapia

Dettagli

La fertilità umana 1

La fertilità umana 1 La fertilità umana 1 La fertilità umana È la capacità per cui un uomo e una donna possono concepire un figlio in seguito ad un rapporto sessuale. Gli organi principali della fertilità sono l apparato genitale

Dettagli

normativa ed organizzazione

normativa ed organizzazione L ambulatorio di I e II livello: normativa ed organizzazione C. Tabanelli, A.P. Ferraretti Reproductive Medicine Unit - Via Mazzini, 12-40138 Bologna sismer@sismer.it I Centri di PMA in Italia Ripartizione

Dettagli

LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE

LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE NEGLI ANIMALI DA ALLEVAMENTO: RISULTATI E PROSPETTIVE CESARE GALLI Laboratorio di Tecnologie della Riproduzione LTR-CIZ, Ist. Sper. Ital. Lazzaro Spallanzani Via Porcellasco

Dettagli

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag.

2. Sviluppo tecnico Pag. 2. 3. Struttura del programma Pag. 2. 4. Menù principale Pag. 3. 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. CINICINNATO: 1. Hardware e software Pag. 2 2. Sviluppo tecnico Pag. 2 3. Struttura del programma Pag. 2 4. Menù principale Pag. 3 5. funzioni tecniche e inserimento dati Pag. 3 6. Statistiche tecniche

Dettagli

Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte

Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte Valutazione individuale dell attitudine casearia del latte Alessio Cecchinato Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti Risorse Naturali e Ambiente - DAFNAE Università di Padova Bufala Mediterranea

Dettagli

La contraccezione è sempre più smart!

La contraccezione è sempre più smart! La contraccezione è sempre più smart! Società italiana di Ginecologia e Ostetricia 2 L importanza della contraccezione Vivere la propria sessualità in maniera libera e consapevole è un diritto della donna.

Dettagli

Programma di Ricezione Ovocitaria

Programma di Ricezione Ovocitaria Programma di Ricezione Ovocitaria Programma di Ricezione ovocitaria Indice La ricezione ovocitaria... 3 In che consiste il trattamento?... 4 Prima di iniziare il trattamento........ 4 La prima visita alla

Dettagli

SISTEMA RIPRODUTTIVO TOSSICITA RIPRODUTTIVA

SISTEMA RIPRODUTTIVO TOSSICITA RIPRODUTTIVA TOSSICITA RIPRODUTTIVA disfunzione indotta da sostanze xenobiotiche che colpiscono i processi di gametogenesi dal loro stadio più precoce all impianto del prodotto del concepimento nell endometrio. La

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

Gravidanza. Embrione-feto. segmentazione. Riconoscimento gravidanza

Gravidanza. Embrione-feto. segmentazione. Riconoscimento gravidanza Gravidanza Inizia con l unione (a livello di ampolla nelle tube) dello spermatozoo e la cellula uovo che danno origine allo zigote 2n segmentazione Specie durata gravidanza Bovini 285 gg 7m, 7w, 7 gg +21

Dettagli

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 01. IL PROCESSO RIPRODUTTIVO 3 La Riproduzione umana 4 Infertilità di coppia 5 Percorsi terapeutici e opportunità 6 L Inseminazione

Dettagli

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Dr. Nunzio Minniti Clinica del Mediterraneo (Ragusa) Centro Genesi (Palermo) Arca Service PMA (Livorno) Le tecniche di PMA Perché? Quali? Per forza? Una

Dettagli

Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte

Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte Dalle strategie della conduzione dell allevamento All ottimizzazione della gestione della produzione del latte Codeluppi dottor Mauro Incontri tecnico scientifici con i Produttori Gioia del Colle, 20 Giugno

Dettagli

Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca

Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca Scenari futuri per le produzioni animali e per la relativa ricerca Andrea Rosati European Ambiente Socio Economico La popolazione mondiale raggiungerà 9,2 miliardi nel 2050 La produzione di cibo dovrà

Dettagli

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea Nazione Italia Francia Grecia Israele Portogallo Spagna Tunisia n. pecore 6.104.900 1.235.000

Dettagli

Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan

Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan Riproduzione Bovina Breve raccolta d immagini di ecografia clinica con Easi-Scan Il tuo supporto nella diagnostica per immagini veterinaria Questa breve raccolta d immagini cliniche relative alla riproduzione

Dettagli

GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA)

GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) GUIDA ALLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) Premessa La procreazione medicalmente assistita è indicata quando il concepimento spontaneo è molto difficile, se non impossibile, e quando altri trattamenti

Dettagli

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 In collaborazione con: La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 Andrea Galli Centro di Ricerca per le Produzioni Foraggere e Lattiero Casearie (FLC, Lodi) Consiglio per la Ricerca

Dettagli

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione Andrea Quaglino ANABORAPI Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese Razza specializzata da carne Groppa doppia

Dettagli

18 Novembre 2011 Discorso del Prof. George Seidel

18 Novembre 2011 Discorso del Prof. George Seidel 18 Novembre 2011 Discorso del Prof. George Seidel Prof. George Seidel Professore illustre del Dipartimento di Scienze Biomediche della Colorado State University. Le biotecnologie della riproduzione per

Dettagli

Scritto da Franco Lisi Venerdì 11 Marzo 2011 07:53 - Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Febbraio 2014 11:10

Scritto da Franco Lisi Venerdì 11 Marzo 2011 07:53 - Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Febbraio 2014 11:10 ENDOMETRIOSI E FERTILITA articolo redatto dal dott. Piero Carfagna pierocarfagna@gmail.com L endometriosi è una malattia associata ad infertilità che ha il suo periodo di massima incidenza nella fase di

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM

OPUSCOLO INFORMATIVO FtM 2 INTRODUZIONE Scopo di queste pagine è di fornire alcune informazioni di carattere generale, ma scientificamente corrette, circa il trattamento ormonale che viene somministrato alle persone affette da

Dettagli

L Inseminazione Intrauterina

L Inseminazione Intrauterina L Inseminazione Intrauterina Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA FONDAZIONE IRCCS IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO PAD. REGINA ELENA VIA M. FANTI,

Dettagli

Il ruolo del LABORATORIO

Il ruolo del LABORATORIO Il ruolo del LABORATORIO di Biologia della Riproduzione Alessandra Fusconi Infertilità: passato, presente, futuro Ascona 23 ottobre 2015 L Andrologo Il Lab e la DIAGNOSI La fertilità maschile tradizionalmente

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

La vacca da l atte oggi tra produzione e riproduzione

La vacca da l atte oggi tra produzione e riproduzione DOSSIER / LE GRANDI TENDENZE La solidità economica delle aziende zootecniche è un obiettivo possibile. Ma per raggiungerlo non è sufficiente far crescere le performance produttive delle bovine: si devono

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Sig.ra... maggiorenne, Documento d'identità/passaporto num..., stato civile..., e Sr/ Sig.ra...

Dettagli

Università degli studi di Firenze Dipartimento di Scienze per la Salute della Donna e del Bambino

Università degli studi di Firenze Dipartimento di Scienze per la Salute della Donna e del Bambino Università degli studi di Firenze Dipartimento di Scienze per la Salute della Donna e del Bambino TERAPIA DELLA INFERTILITA MASCHILE E TECNICHE DI PMA: LO STUDIO DELLA FRAMMENTAZIONE DEL DNA SPERMATICO

Dettagli

DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA UNIONALE E NAZIONALE IN MATERIA DI RIPRODUZIONE ANIMALE

DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA UNIONALE E NAZIONALE IN MATERIA DI RIPRODUZIONE ANIMALE ALLEGATO A DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA UNIONALE E NAZIONALE IN MATERIA DI RIPRODUZIONE ANIMALE 1.STRUTTURE/ATTIVITA DELLA RIPRODUZIONE ANIMALE OPERANTI IN AMBITO NAZIONALE 1.1

Dettagli

SI RINGRAZIANO LE SEGUENTI DITTE PER IL MATERIALE GENTILMENTE FORNITO PER IL CORSO DI PERFEZIONAMENTO

SI RINGRAZIANO LE SEGUENTI DITTE PER IL MATERIALE GENTILMENTE FORNITO PER IL CORSO DI PERFEZIONAMENTO DODICESIMA EDIZIONE SI RINGRAZIANO LE SEGUENTI DITTE PER IL MATERIALE GENTILMENTE FORNITO PER IL CORSO DI PERFEZIONAMENTO Elenco Docenti ALVIGGI C. Dip. Scienze Ostetr.-Ginecol. Urolog. e Medicina della

Dettagli

La Fondazione Avantea

La Fondazione Avantea La Fondazione Avantea E stata fondata nel marzo 2010 dal Prof. Cesare Galli e dalla Dr.ssa Giovanna Lazzari con la dotazione in denaro associata al premio internazionale Simmet Prize for Assisted ReproducBon

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA La sottoscritta e il sottoscritto acconsentono liberamente di sottoporsi al trattamento di procreazione medico-assistita FIVET (Fertilizzazione

Dettagli

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC.

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. Per necessità l esposizione è schematica. Si rimanda alla consultazione del genetista il

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE)

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ORMONI FEMMINILI Altri effetti Gli estrogeni hanno inoltre importanti effetti metabolici: ad alte concentrazioni riducono

Dettagli

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi

La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti. Alfonso Zecconi La gestione sanitaria per la sostenibilità degli allevamenti Alfonso Zecconi Whittlestone 1958 A questo stadio dello sviluppo dell industria la2ero- casearia, due sono le cose più importan8: 1. Migliorare

Dettagli

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico FERTILITA UMANA CAPACITA FISIOLOGICA DI UNA COPPIA, FORMATA DA UN UOMO E DA UNA DONNA, DI CONCEPIRE IN QUESTA FUNZIONE NON SONO COINVOLTI SOLO GLI

Dettagli

S.A.T.A. Disposizioni per l'attuazione della legge 15 gennaio 1991, n. 30 Disciplina della riproduzione animale. Tecnici Veterinari SATA

S.A.T.A. Disposizioni per l'attuazione della legge 15 gennaio 1991, n. 30 Disciplina della riproduzione animale. Tecnici Veterinari SATA S.A.T.A. Disposizioni per l'attuazione della legge 15 gennaio 1991, n. 30 Disciplina della riproduzione animale Tecnici Veterinari SATA Direttive della Normativa Comunitaria creazione di una base normativa

Dettagli

XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA

XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA Palermo 20-22 Ottobre 2014 Mattino (9.00-13.00) Lunedì 20 ottobre 9.00 Introduzione - A. Allegra 9.20 Fisiologia del ciclo ovarico

Dettagli

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi Maria Gabriella Bafaro Carta dei Servizi Due parole sulla Fertilità Come descritto brevemente da Wikipedia, Fertilità è in generale la capacità di riproduzione degli organismi viventi. Se intesa come misura,

Dettagli

Nuovo approccio alla gestione TECNICO-ECONOMICO-COMMERCIALE dell allevamento del suino destinato agli autoproduttori di mangime. www.deatechsrl.

Nuovo approccio alla gestione TECNICO-ECONOMICO-COMMERCIALE dell allevamento del suino destinato agli autoproduttori di mangime. www.deatechsrl. Nuovo approccio alla gestione TECNICO-ECONOMICO-COMMERCIALE dell allevamento del suino destinato agli autoproduttori di mangime Contesto Il rispetto dei fabbisogni e degli equilibri nutrizionali in gestazione

Dettagli

Apparato genitale femminile

Apparato genitale femminile Apparato genitale femminile Apparato genitale femminile gonade vie genitali OVAIO TUBA UTERINA UTERO VAGINA VULVA (genitali esterni) Gonadi Vie genitali Organi genitali esterni Proliferazione dell epitelio

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI "FEDERICO II" FACOLTA' DI MEDICINA VETERINARIA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA' DI MEDICINA VETERINARIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI "FEDERICO II" FACOLTA' DI MEDICINA VETERINARIA DOTTORATO DI RICERCA IN PRODUZIONE E SANITÀ DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE INDIRIZZO: SCIENZE DELL ALLEVAMENTO ANIMALE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA Dottorato di ricerca in: Scienze Medico Veterinarie Ciclo: XXVII IL CONTROLLO

Dettagli

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET)

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) TECNICHE DI II - III LIVELLO Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) È una tecnica di PMA in cui i gameti (ovocita per la donna e spermatozoo per l uomo) si incontrano all esterno del

Dettagli

Corretta gestione della fattrice e dello stallone: come aumentare le probabilità di gravidanza

Corretta gestione della fattrice e dello stallone: come aumentare le probabilità di gravidanza Corretta gestione della fattrice e dello stallone: come aumentare le probabilità di gravidanza Michela Beccaglia DVM, PhD, Dipl. ECAR Libera Professionista, Lissone(MB) michela.beccaglia@libero.it 30 Ottobre

Dettagli

X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA

X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA Palermo 21-23 Ottobre 2013 Mattino (9.00-13.30) 9.00 Introduzione - A. Allegra Lunedì 21 ottobre 9.20 Fisiologia del ciclo ovarico

Dettagli

Hanno realizzato le attività sperimentali e lo studio: Referente scientifico:

Hanno realizzato le attività sperimentali e lo studio: Referente scientifico: - Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani - Milano Studio sull origine embrionale dell infertilità bovina Rapporto di ricerca Dicembre 2006 1 Sperimentazione condotta nell ambito del progetto

Dettagli

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB)

Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB) Scelta informata relativa alle analisi preimpianto sul primo globulo polare (PB) Screening Preimpianto delle alterazioni cromosomiche numeriche mediante array-cgh La sottoscritta (partner femmile).. Data

Dettagli

La bovina da latte oggi in Italia

La bovina da latte oggi in Italia PER UNA BUIATRIA ADEGUATA AI TEMPI Riflessioni e proposte Allevamento bovino e buiatria dalla fondazione della SIB ad oggi - La bovina da latte oggi in Italia Il rapido e preoccupante declino della fertilità

Dettagli

periodo più fertile per una donna uomo

periodo più fertile per una donna uomo Quanti anni hai? Le donne italiane fanno figli tardi rispetto alle altre donne europee. Si sposano in media a 28 anni, partoriscono il primo figlio a 30 e hanno meno figli delle altre europee. Le ragioni

Dettagli

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti Fasi essenziali di un programma di selezione intrarazza 1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione 3.Registrazione fenotipi e parentele 4.Valutazioni genetiche 5.Programmazione

Dettagli

GAIA Note metodologiche

GAIA Note metodologiche GAIA Note metodologiche Questo documento tecnico, disponibile solo in formato elettronico sul sito internet di GAIA, è stato redatto A. Giampaolo sulla base di un documento di analisi di G. Seroglia 2008

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

Azioni neuroendocrine Apparato riproduttivo Sistema nervoso centrale

Azioni neuroendocrine Apparato riproduttivo Sistema nervoso centrale 1 I progestinici sono composti con attività simile a quella del progesterone e includono il progesterone e agenti simili come il medrossiprogesterone acetato (pregnani), agenti simili al 19-nortestosterone

Dettagli

Tecniche avanzate di PMA

Tecniche avanzate di PMA Procreazione medicalmente assistita e legge 40/04 Tecniche avanzate di PMA FIVET fecondazione in vitro ed embrio-transfer ICSI intra-citoplasmatic sperm injection GIFT gamete intra-fallopian transfer ZIFT

Dettagli

L apparato riproduttivo femminile

L apparato riproduttivo femminile L apparato riproduttivo femminile L apparato riproduttivo femminile comprende i genitali esterni (vulva e introito vaginale), i genitali esterni (canale vaginale, collo dell utero, corpo dell utero) e

Dettagli

LA PRIMA SETTIMANA. La segmentazione

LA PRIMA SETTIMANA. La segmentazione LA PRIMA SETTIMANA La segmentazione A, uovo fecondato; B, C e D, stadi a 2, 4 e 8 blastomeri. globulo polare Embrioni di topo a diversi stadi di sviluppo. LA PRIMA SETTIMANA compattazione Le varie tappe

Dettagli

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i Fisiologia della funzione ovarica Nucleo arcuato dell ipotalamo: produzione di GnRH (gonadotropin - releasing-hormon)

Dettagli

IL NOSTRO PROGRAMMA DI FIVET/ICSI

IL NOSTRO PROGRAMMA DI FIVET/ICSI IL NOSTRO PROGRAMMA DI FIVET/ICSI Nel Centro Medico Manzanera abbiamo disegnato un programma di FIVET/ICSI per coppie residenti all estero che permette di ottenere alti tassi di successo e, allo stesso

Dettagli

(ciclo vaginale) (azione degli ormoni estrogeni)

(ciclo vaginale) (azione degli ormoni estrogeni) Sistema Riproduttore Femminile (struttura e fisiologia) Il s.r.f. si compone di strutture atti alla produzione di gameti, le ovaie, e di una serie di organi che ne completano la funzionalità. L ovaio è

Dettagli

Tutto quello che devi sapere sulla contraccezione fit and forget

Tutto quello che devi sapere sulla contraccezione fit and forget Tutto quello che devi sapere sulla contraccezione fit and forget Società italiana di Ginecologia e Ostetricia 2 L importanza della contraccezione Sei una giovanissima alle prese con la scelta del metodo

Dettagli

ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO

ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO Iniziativa Desiderio di Maternità ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO Iniziativa Desiderio di Maternità ACT IL PERCORSO ACT FASE 1 FASE

Dettagli