MINISTERO DELLA DIFESA 5 Reparto Infrastrutture PADOVA Vicolo San Benedetto n PADOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINISTERO DELLA DIFESA 5 Reparto Infrastrutture PADOVA Vicolo San Benedetto n.8 35139 PADOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA"

Transcript

1 MINISTERO DELLA DIFESA 5 Reparto Infrastrutture PADOVA Vicolo San Benedetto n PADOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Lavori r Forniture Servizi SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione : Ministero della Difesa 5 Reparto Infrastrutture Servizio responsabile: Servizio Amministrativo Indirizzo : vicolo San Benedetto, 8 C.A.P : Località/Città : Padova Stato : IT Telefono : Telefax : Posta elettronica ( ): Indirizzo Internet (URL) I.2) INDIRIZZO PRESSO IL QUALE È POSSIBILE OTTENERE ULTERIORI INFORMAZIONI: Per informazioni di carattere amministrativo Eventuali quesiti diretti ad ottenere chiarimenti su semplici aspetti del bando e del disciplinare di gara saranno soddisfatti a condizione che pervengano, almeno dieci giorni lavorativi prima della scadenza del termine di presentazione offerta ed, esclusivamente alle mail sottostanti : Si precisa che questa Stazione Appaltante non fornisce risposte su casistiche specifiche riguardanti il possesso dei requisiti di qualificazione da parte dei singoli concorrenti, la cui valutazione è rimessa alla Commissione di gara. Per le informazioni di carattere tecnico contattare : Il Ten. Col. Giovanni BASILE (tel ) e/o l arch. Michele PASCARELLA (cell ) presso la Sezione Staccata di VERONA del 5 Reparto Infrastrutture. I.3) INDIRIZZO PRESSO IL QUALE È POSSIBILE OTTENERE LA DOCUMENTAZIONE: come punto IV.3.3 I.4) INDIRIZZO AL QUALE INVIARE LE OFFERTE/LE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE: Come al punto I.1 I.5) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Livello centrale Istituzioni Europee Livello regionale/locale X Organismo di diritto pubblico Altro

2 SEZIONE II: OGGETTO DELL APPALTO II.1) DESCRIZIONE II.1.1) Tipo di appalto di lavori Esecuzione r Progettazione ed esecuzione II.1.2) Si tratta di un accordo quadro? NO r SÌ II.1.3) Denominazione conferita all appalto: Cod. gara - 31 C.U.P. D31E C.E CIG A4D II.1.4) Descrizione/oggetto dell appalto Sostituzione coperture con smaltimento materiale contenente amianto II.1.5) Luogo di esecuzione dei lavori: Capannoni nr nella Cas. SCHIAVO di VERONA - ID 6622 II.1.6) NOMENCLATURA II.1.7) CPV : Oggetto principale lavori di COPERTURA DI TETTI II.1.8) Divisione in lotti : NO r SÌ (Se SI) Le offerte possono essere presentate per: un lotto più lotti tutti i lotti II.I.9) Deliberazione a contrarre SÌ r SÌ II.2) QUANTITATIVO O ENTITA DELL APPALTO II.2.1) Quantitativo o entità totale a) importo a base di gara: Euro ,00 + IVA 22 % di cui: Euro ,00 (non soggetti a ribasso)-oneri per l attuazione del piano di sicurezza categorie di cui si compone l appalto: b).1 CATEGORIA PREVALENTE e categorie scorporabili Categorie Importo (*) Classifica Prevalente/ Altra categoria Qualificazione obbligatoria (SI/NO) subappalto OG III-bis Prevalente si Nei limiti di legge OG II Altra categoria si Nei limiti di legge (*) comprensivo oneri sicurezza - assumibile con incremento di 1/5

3 II.3) TERMINE DI ESECUZIONE delle opere : gg. 570 solari consecutivi, a decorrere dalla data di consegna dei lavori, con le modalità indicate nello schema di contratto. SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO III.1) CONDIZIONI RELATIVE ALL APPALTO III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste a. la cauzione provvisoria è pari al 2% dell importo complessivo posto a base di gara ridotta del 50% ai sensi dell art. 75 comma 7 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i..e, costituita alternativamente secondo le forme e modalità di cui all art. 75 co.1 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., inoltre dovrà ; essere corredata da autentica notarile che accerti l identità e i poteri di firma del soggetto firmatario della polizza stessa avere validità per almeno 240 gg dal termine ultimo per la presentazione dell offerta; b. la cauzione definitiva, che sarà costituita dal soggetto aggiudicatario, è pari al 10% dell importo complessivo dell appalto eventualmente incrementata nelle misure previste dall art. 113 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. ridotta del 50% ai sensi dell art. 75 comma 7 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i.. c. Tali cauzioni dovranno essere presentate, pena esclusione, con le modalità e i tempi specificati nel presente invito e conformi agli schemi di cui al Decreto n. 123 pubblicato sul supplemento ordinario alla G.U n Pertanto questo Reparto non procederà alla restituzione della polizza fidejussoria, in quanto la durata della garanzia cessa automaticamente qualora il contraente non risulti aggiudicatario o secondo in graduatoria estinguendosi comunque ad ogni effetto trascorsi 30 giorni dall aggiudicazione della gara ad altra impresa. Qualora ai concorrenti necessiti comunque la restituzione dell originale della polizza, dovranno necessariamente allegare alla documentazione di gara, anche una busta pre-affrancata; d. la polizza per danni e responsabilità civile: sarà costituita dal soggetto aggiudicatario, ai sensi dell art. 129 del D. Lgs. 163/2006, secondo quanto previsto dallo specifico articolo delle Condizioni Amministrative del Capitolato speciale, con i seguenti massimali: Polizza assicurativa di responsabilità derivante dai rischi di danni alle opere derivanti dall esecuzione: ,00 ( eurocinquemilioni) Polizza assicurativa responsabilità civile verso terzi : ,00 (eurounmilione) Contribuzione obbligatoria a favore dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici: la contribuzione a favore dell Autorità ai sensi dell art. 1 commi 65/67 della legge n. 266 del (legge finanziaria) e della deliberazione dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici del 05/03/2014 è pari a 140,00 (eurocentoquaranta) da versare con le modalità indicate dalla citata deliberazione e riportate sul disciplinare di gara. La mancata dimostrazione dell avvenuto versamento di tale somma è causa di esclusione dalla procedura di gara ai sensi dell art. 3 comma 2 della deliberazione dell Autorità sopramenzionata III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia Il finanziamento è previsto sul cap del bilancio del Ministero Difesa ed il pagamento delle opere eseguite avverrà secondo le modalità indicate nello schema di contratto. III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di imprenditori, di fornitori o di prestatori di servizi aggiudicatario dell appalto : Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all art. 34 e seguenti del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., costituita da imprese singole o imprese riunite e consorziate, ovvero da imprese che intendono riunirsi o

4 consorziarsi ai sensi dell art. 37 comma 8 del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., nonché concorrenti con sede in altri Stati membri dell Unione europea alle condizioni di cui all art. 47 del D.Lgs. 163/06 e s.m.i. E data facoltà alle imprese presentare offerta ai sensi dell'articolo 37 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., con le caratteristiche indicate nel disciplinare di gara. III.1.4) Avvalimento I concorrenti possono soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti speciali ovvero di attestazione SOA avvalendosi, ai sensi dell art.49 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e secondo le modalità indicate nel disciplinare di gara, dell attestazione SOA di un altro soggetto. III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE III.2.1) Indicazioni riguardanti la situazione propria dell imprenditore / del fornitore / del prestatore di servizi, nonché informazioni e formalità necessarie per la valutazione dei requisiti minimi di carattere economico e tecnico che questi deve possedere III Situazione giuridica prove richieste I concorrenti e gli eventuali associati/associandi, pena esclusione, devono essere in possesso di attestazione rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R.n. 207/2010 regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate ai lavori da assumere. Ai sensi dell art. 92 del D.P.R. 207/2010, Il concorrente singolo può partecipare alla gara qualora sia in possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico organizzativi relativi alla categoria prevalente per l importo totale dei lavori ovvero sia in possesso dei requisiti relativi alla categoria prevalente e alle categorie scorporabili per i singoli importi. I requisiti relativi alle categorie scorporabili non posseduti dall impresa devono da questa essere posseduti con riferimento alla categoria prevalente. Non possono essere eseguite direttamente dall affidatario in possesso della qualificazione per la sola categoria prevalente, se privo delle relative adeguate qualificazioni, le lavorazioni indicate nel bando di gara come OG12. Le predette lavorazioni sono comunque subappaltabili ad imprese in possesso delle relative qualificazioni e, considerate ai fini della eventuale costituzione di associazione temporanea di tipo verticale. ( art. 12 L.80/2014) N.B.: a mente dell art. 61 del DPR 207/2010, la qualificazione in una categoria abilita l'impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di 1/5. Il possesso dei requisiti è provato, a pena esclusione, con le modalità, le forme e i contenuti previsti nel disciplinare di gara. Sono esclusi dalla procedura di affidamento né possono essere affidatari di subappalti i soggetti che si trovino in una delle condizioni di cui all art.38 co. 1 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., inoltre, i soggetti per i quali sussiste/sussistono: a) la contemporanea partecipazione dei concorrenti alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero la contemporanea partecipazione anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti. b) l avvalimento della stessa impresa ausiliaria da parte di più concorrenti e la partecipazione contemporanea sia dell impresa ausiliaria sia di quella che si avvale dei requisiti.

5 Inoltre i consorzi di cui all articolo 34, co. 1, lett. b) e c) del D. Lgs 163/2006 e s.m.i, sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l art. 353 del codice penale; Le imprese appartenenti ad altri stati della U.E., prive di attestazione SOA, per partecipare alla gara devono possedere i requisiti prescritti per le imprese italiane specificati nel disciplinare di gara I concorrenti dovranno presentare, pena esclusione, con le modalità indicate nel disciplinare di gara, dichiarazioni in forma di autocertificazione ai sensi e per gli effetti del D.P.R. n. 445/2000, attestanti il possesso dei requisiti generali e speciali previsti dalla normativa vigente ed elencati nel disciplinare di gara. SEZIONE IV: PROCEDURE IV.1) TIPO DI PROCEDURA Aperta r Ristretta accelerata Ristretta Negoziata accelerata Negoziata IV.1.1) Sono già stati scelti candidati? NO r SÌ IV.2) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE: Criterio del prezzo più basso, mediante ribasso sull importo dei lavori posto a base di gara, per i contratti da stipulare a corpo, ai sensi dell art. 82 e art. 253 co. 20-bis, del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., al netto degli oneri per l attuazione dei piani di sicurezza con l applicazione dell esclusione automatica ai sensi dell art. 122, comma 9, del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente. In caso di offerte uguali si procederà per sorteggio. Qualora il numero delle offerte valide sia almeno pari a 10, si procederà all esclusione automatica delle offerte di ribasso pari o superiori alla soglia di anomalia di cui all art.86, comma1, del Codice, restando comunque ferma la facoltà, di cui all art.86, comma 3, del Codice, di valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. Ai sensi degli artt. 82, comma 3 bis e art. 87, comma 4, del D.Lgs. 163/2006, si rammenta che, in sede di presentazione dell offerta, il concorrente dovrà indicare altresì il costo del lavoro stimato per l esecuzione dell appalto e le spese per la sicurezza interna (c.d. oneri da rischio specifico o aziendale). IV.2.1) VERIFICA REQUISITI 1. La verifica dei requisiti di ordine generale,tecnico organizzativo ed economico finanziario verrà eseguita come da art. 6 del codice e deliberazione dell AVCP del 24/12/2012 tramite l AVCpass. 2. L impresa che prevede di partecipare ad appalti pubblici è tenuta a registrarsi presso l Avcpass come Operatore economico (procedimento denominato creazione profilo di tipo operatore economico ), per poi registrare i dati che la riguardano in merito al singolo appalto cui partecipa (procedimento denominato generare il PASSoe ) : al termine di questa registrazione potrà stampare il PASSoe che obbligatoriamente è da inserire nella busta dell offerta unitamente alla documentazione amministrativa. Si precisa che la registrazione al sistema AVCpass non è una condizione di partecipazione alla gara di appalto (non è prevista a pena di esclusione dalla gara), tuttavia, rappresenta l unica modalità con la quale la Stazione appaltante può procedere alla verifica dei requisiti del concorrente, pertanto, se l operatore economico sottoposto a verifica non è iscritto al sistema, la Stazione appaltante non sarà in condizione di appurare la veridicità delle dichiarazioni presentate. Il concorrente, quindi, dovrà essere invitato dalla Stazione appaltante alla registrazione al sistema AVCpass in un termine congruo rispetto all avvio della fase di verifica dei requisiti. Pertanto laddove l operatore non adempia a quanto richiesto, l O.E. verrà escluso dalla gara.

6 3. Nel caso di partecipazione alla gara di appalto in ATI tutte le imprese che compongono l'associazione devono essere iscritte al sistema e generare il Codice PASSOE. Parimenti, devono fare anche le consorziate di un Consorzio concorrente. Le mandanti dell ATI (o le consorziate, in caso di Consorzio) dovranno elaborare il PASSOE per prime, per consentire alla Capogruppo (o al Consorzio) di generare il PASSOE di collegamento, che deve essere presentato in sede di gara di appalto. La registrazione non è invece (ad oggi) prevista per i Subappaltatori IV.3) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO IV.3.2) Documenti contrattuali e documenti complementari condizioni per ottenerli Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando in ordine alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell appalto nonché gli elaborati grafici, il computo metrico, il piano di sicurezza e il capitolato speciale d appalto incluso lo schema di contratto - necessari per formulare l offerta, sono consultabili presso la Sezione Contratti dell Ente appaltante tutti i giorni esclusi il sabato e i festivi dalle ore alle IV.3.3) INDIRIZZO PRESSO IL QUALE È POSSIBILE OTTENERE LA DOCUMENTAZIONE: Denominazione : Centro copie berchet di Servizio responsabile Saccuman C.& C. sas - P.IVA Indirizzo : Via Degli Scrovegni, 27 C.A.P : Località/Città : PADOVA centro Stato IT Telefono : ; fax : Posta elettronica ( ) Indirizzo Internet (URL) Condizioni, modalità di pagamento e termine per il ricevimento delle richieste di documenti: da concordare con il soggetto di cui sopra IV.3.3) Scadenza fissata per la ricezione delle offerte o delle domande di partecipazione Data 15 dicembre 2014 Entro le ore 12,00 IV.3.5) Lingue utilizzabili nelle offerte o nelle domande di partecipazione: IT IV.3.6) Periodo minimo durante il quale l offerente è vincolato dalla propria offerta La stipula del contratto, in deroga a quanto previsto dall art. 11 co. 9 del D.Lgs 163/2006 e smi, avrà luogo entro 180 giorni dalla data di efficacia della aggiudicazione definitiva di cui al co. 8 dello stesso articolo. Pertanto il concorrente, pena esclusione, dovrà impegnarsi a mantenere valida l offerta per un minimo di 240 giorni naturali e consecutivi dalla data della prima seduta di gara e comunque, ai sensi dell art. 11 co. 7 del D.Lgs 163/2006 e smi, fino a 180 giorni naturali e consecutivi dalla data di efficacia della aggiudicazione definitiva. IV.3.7) Modalità di apertura delle offerte: Come indicato nel disciplinare di gara IV 3.7.1) Persone ammesse ad assistere all apertura delle offerte : i legali rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti incaricati dai medesimi

7 IV.3.7.2) Data, ora e luogo dello svolgimento della gara La gara si svolgerà presso l indirizzo di cui al punto 1 locale Sala gare Sezione Contratti a piano terra, con le modalità indicate nel disciplinare di gara, nei seguenti giorni: UNICA Seduta Apertura plichi e verifica documentazione Apertura offerte e aggiudicazione provvisoria il giorno 16 DICEMBRE 2014 ore Eventuali sospensioni della seduta di gara e/o precisazioni ritenute necessarie dall Ente Appaltante saranno pubblicate esclusivamente sul sito Tali precisazioni andranno ad integrare a tutti gli effetti la lex di gara. SEZIONE V: ALTRE INFORMAZIONI V.1) TRATTASI DI BANDO NON OBBLIGATORIO? NO r SÌ V.2) L APPALTO È CONNESSO AD UN PROGETTO / PROGRAMMA FINANZIATO DAI FONDI DELL UE? NO r SÌ V.3) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI 1. sopralluogo obbligatorio, con le modalità descritte nel disciplinare. 2. Le informazioni di dettaglio e tutte le ulteriori precisazioni in merito alla procedura sono specificate nel disciplinare di gara. 3. Il contratto che sarà stipulato con l aggiudicatario non prevede il ricorso all Arbitrato di cui all art. 241 del D Lgs 163/2006 e s.m.i. 4. E obbligo del concorrente, ai fini della partecipazione alla gara, indicare il domicilio eletto per le comunicazioni, gli indirizzi di posta elettronica e di posta elettronica certificata (PEC) e il numero di fax al fine dell invio delle comunicazioni inerenti la procedura di gara, incluse quelle di cui all art. 79 del D.Lgs. 163/2006 e smi. 5. PUBBLICITA Il bando di gara sarà pubblicato in conformità di quanto previsto dall art. 122 del D.Lgs. 163/2006 e smi. L estratto sarà pubblicato: sulla G.U.R.I. serie V del 10/11/2014 nr. 129 sui quotidiani: Gazzetta Aste e Appalti Pubblici, Il Gazzettino sull Albo Pretorio del Comune di VERONA dal 10/11/2014 al 15/12/2014 Affisso all Albo del 5 Reparto Infrastrutture dal 10/11/2014 al 15/12/2014 Il bando di gara e il relativo disciplinare ( integrali) sono altresì disponibili sui siti: L esito della procedura di affidamento sarà reso noto ai sensi degli artt.79 e 122 co. 3 del D.Lgs. 163/2006. V.4) Procedure di ricorso V4.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso Tribunale Amministrativo Regionale Veneto V4.2) Presentazione di ricorso:

8 Informazioni precise sui termini di presentazione di ricorso: ricorso al TAR nei termini dell art. 120, co. 5 D.Lgs n. 104 (trenta giorni dalla pubblicazione del bando o dalla comunicazione dell atto, ovvero in ogni altro caso dalla conoscenza del medesimo). La stazione appaltante si riserva di comunicare al momento della stipula se il contratto, oltre che in forma cartacea, verrà firmato anche con la procedura prevista per la firma digitale. Ai sensi dell art. 26 ter del D.L. n. 69/2013, conv. in Legge n. 98/2013, l Amministrazione corrisponderà all aggiudicatario un anticipazione pari al 10% dell importo contrattuale, secondo le disposizioni di cui agli art. 124, commi 1 e 2, e art. 140, comma 2 e 3 del D.P.R. n. 207/2010, con le modalità indicate nello schema di contratto. E prevista, a pena di esclusione, l accettazione del patto di integrità/protocollo di legalità, allegato al disciplinare di gara. Costituisce, altresì, causa di esclusione il mancato rispetto delle prescrizioni Contenute nel suddetto patto di integrità/protocollo di legalità (articolo 1, comma 17, della legge 6 novembre 2012, n.190) L esito della procedura di affidamento sarà reso noto ai sensi degli art. 65 e 79 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. Si rammenta che l art. 34, comma 35, del D.L. 179/2012, convertito in Legge n. 221/2012, pone a carico dell aggiudicatario dei contratti pubblici le spese per la pubblicazione dei bandi e degli avvisi sui quotidiani, prevedendo che, per i bandi e gli avvisi delle stazioni appaltanti pubblicati successivamente al 01/01/2013, le spese per la pubblicazione di cui al secondo periodo del comma 7 dell'art. 66 e al secondo periodo del comma 5 dell'art. 122 del D. Lgs.163/2006, siano rimborsate dall'aggiudicatario alla stazione appaltante entro 60 giorni dall'aggiudicazione. L importo complessivo, definitivamente accertato, che in via presuntiva, sulla base del costo medio annuo risultante da procedure similari è circa 1.232,20 verrà comunicato al soggetto risultato aggiudicatario definitivo con le modalità indicate nel disciplinare di gara. Pertanto, l aggiudicatario sarà tenuto al versamento delle suddette spese presso la competente Tesoreria provinciale dello Stato, sul Capo XVI, Capitolo 3580 Entrate eventuali e diverse concernenti il Ministero della Difesa, Art. 3 Recuperi Restituzioni e Rimborsi vari. Nota Bene 1) Ai sensi del DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90-Art. 39. (Semplificazione degli oneri formali nella partecipazione a procedure di affidamento di contratti pubblici) che modifica l'articolo 38 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, con il comma «2-bis. Si stabilisce che : a. La mancanza, l'incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale delle dichiarazioni sostitutive di cui al comma 2 obbliga il concorrente che vi ha dato causa al pagamento, in favore della stazione appaltante, della sanzione pecuniaria stabilita dal bando di gara, in misura non inferiore all'uno per mille e non superiore all'uno per cento del valore della gara e comunque non superiore a euro, il cui versamento è garantito dalla cauzione provvisoria. (nel presente invito la sanzione è di ,00 ) In tal caso, la stazione appaltante assegna al concorrente un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie, indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere. Nei casi di irregolarità non essenziali, ovvero di mancanza o incompletezza di dichiarazioni non indispensabili, la stazione appaltante non ne richiede la regolarizzazione, ne' applica alcuna sanzione. In caso di inutile decorso del termine di cui al secondo periodo il concorrente è escluso dalla gara. Ogni variazione che intervenga, anche in conseguenza di una pronuncia giurisdizionale, successivamente alla fase di ammissione, regolarizzazione o esclusione delle offerte non rileva ai fini del calcolo di medie nella procedura, ne' per l'individuazione della soglia di anomalia delle offerte.». 2. A mente dell articolo 46 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, comma «1-ter,le disposizioni di cui all'articolo 38, comma 2-bis, si applicano a ogni ipotesi di mancanza, incompletezza o irregolarità delle dichiarazioni, anche di soggetti terzi, che devono essere prodotte dai concorrenti in base alla legge, al bando o al disciplinare di gara.». IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Per la fase di affidamento IL COMANDANTE Col. g (gua) Walter CORVAGLIA FIRMA OMESSA ai sensi del D.lgs n. 39 del 12/02/1993 art. 3

Ministero della Difesa

Ministero della Difesa Ministero della Difesa Direzione Generale dei Lavori e del Demanio BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione e indirizzo dell amministrazione aggiudicatrice

Dettagli

Ministero della Difesa

Ministero della Difesa Ministero della Difesa Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti Direzione dei Lavori e del Demanio BANDO DI PRESELEZIONE PER PROCEDURA RISTRETTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Ministero della Difesa

Ministero della Difesa Ministero della Difesa UFFICIO AUTONOMO LAVORI GENIO MILITARE PER MINISTERO DIFESA BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione e indirizzo dell amministrazione

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E MIGLIORAMENTO DELLA SOSTENIBILITA AMBIENTALE PRESSO LA SCUOLA MEDIA

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA. C.A.P. 16122 Stato ITALIA Telefax +39 010.5499.443

PROVINCIA DI GENOVA. C.A.P. 16122 Stato ITALIA Telefax +39 010.5499.443 PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE ACQUISTI, PATRIMONIO E RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA D APPALTO LAVORI ID 3115 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

BANDO DI GARA Lavori di consolidamento urgenti dei costoni rocciosi sovrastanti gli arenili dell isola di Linosa (AG).

BANDO DI GARA Lavori di consolidamento urgenti dei costoni rocciosi sovrastanti gli arenili dell isola di Linosa (AG). BANDO DI GARA Lavori di consolidamento urgenti dei costoni rocciosi sovrastanti gli arenili dell isola di Linosa (AG). Si rende noto che questa struttura Commissariale (art. 8, O.P.C.M 3382/2004) deve

Dettagli

COMUNE DI PORTO CESAREO

COMUNE DI PORTO CESAREO COMUNE DI PORTO CESAREO PROVINCIA DI LECCE VIA PETRAROLI, 9-73010 porto cesareo (LE) Tel.: 0833,858309 / Fax: 0833,858350 BANDO DI GARA OGGETTO: PROGRAMMA OPERATIVO FESR 2007-2013 - ASSE II LINEA D INTERVENTO

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)?

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? BANDO DI GARA D APPALTO Lavori Forniture Servizi ٱ ٱ X L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Comune di Oristano SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Prot. n del Cat. cl. fasc. Risposta a nota n del All Impresa APPALTO PUBBLICO DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE ALLA

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA LAVORI DI ADEGUAMENTO ANTINCENDIO PADIGLIONI 1 E 2 DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI SONDALO - CODICE C.I.G. 515248906F - CUP F63B12000810003. SEZIONE I: STAZIONE APPALTANTE

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA. 1) Ente aggiudicatore: Grandi Stazioni S.p.A., con sede in Roma, Via G.

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA. 1) Ente aggiudicatore: Grandi Stazioni S.p.A., con sede in Roma, Via G. BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA 1) Ente aggiudicatore: Grandi Stazioni S.p.A., con sede in Roma, Via G. Giolitti, 34 (Telefono 06-478411/Telefax 06-47841376, indirizzo PEC: appalti_acquisti_gsspa@legalmail.it,

Dettagli

COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA)

COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA) COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli Piazza Umberto I 80030 Camposano (NA) BANDO DI GARA LAVORI DI ADEGUAMENTO E SISTEMAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA STATALE VIRGILIO CODICE CIG 6046901C8D CODICE CUP C61E14000010006

Dettagli

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DI PONTE SASSO COMUNE DI FANO 1 STRALCIO

Dettagli

COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA

COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA COMUNE DI RIMINI (RN) - BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGG IUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina

Dettagli

AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA. Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA

AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA. Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA Procedura aperta per l appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento locali

Dettagli

Codice postale: 25121 Paese: Italia numero di telefono: 030-29771. Punti di contatto: Settore Strade Settore Gare e Appalti via Marconi n.

Codice postale: 25121 Paese: Italia numero di telefono: 030-29771. Punti di contatto: Settore Strade Settore Gare e Appalti via Marconi n. BANDO DI GARA D APPALTO LAVORI SEZIONE I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Brescia Indirizzo postale: Piazza della Loggia

Dettagli

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP:

AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP: AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VARESE Via Como n.13 21100 Varese - (Tel. 0332/806911 Fax 0332/283879) BANDO DI GARA N. 469 / CIG LOTTO I: 4443795FA0 CUP: D25H11000080005

Dettagli

I. 1 Indirizzo al quale inviare le offerte: Comune di Monte Sant Angelo Protocollo Generale Piazza Roma n. 2, 71037 Monte Sant Angelo;

I. 1 Indirizzo al quale inviare le offerte: Comune di Monte Sant Angelo Protocollo Generale Piazza Roma n. 2, 71037 Monte Sant Angelo; 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566244 0884/566242 0884/566220 - Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI Procedura: aperta

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: Azienda Sanitaria Locale n. 2 con sede in Olbia v.le Aldo Moro - tel.0789/552326, telefax 0789/50396

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A.

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dei Trasporti Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. - BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO - 1) Stazione Appaltante: Assessorato Regionale dei Trasporti con sede

Dettagli

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs.

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. 163/2006) Per l appalto dei lavori di Riqualificazione urbanistica delle aree periferiche

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO BANDO DI GARA D APPALTO Sezione I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione Ufficiale: AFC Torino S.p.A. (in seguito anche AFC ) Indirizzo postale della sede legale corso Peschiera 193 - Città

Dettagli

C.L.I.R. S.p.A. BANDO DI GARA

C.L.I.R. S.p.A. BANDO DI GARA BANDO DI GARA Procedura aperta ai sensi degli artt. 55 e 82 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. per l affidamento della fornitura di gasolio per autotrazione. Importo presunto, puramente indicativo, della fornitura

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzo amministrazione aggiudicatrice, punti di contatto: Regione Piemonte Via Viotti n. 8 10121

Dettagli

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIA- RIO E TECNICO

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIA- RIO E TECNICO 1 BANDO DI GARA D APPALTO Lavori X Riservato all Ufficio delle pubblicazioni Forniture ٱ Data di ricevimento dell avviso... Servizi ٱ N. di identificazione. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA SETTORE 3 - UFFICIO TECNICO LL. PP. - MANUTENTIVO - SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA Corso M.Carafa, 47 - Tel 0824-861413 - Fax 0824-861888 E mail ufftecnicocerreto@libero.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Regionale Toscana Coordinamento Attività tecnico edilizia 50122 Firenze - via del Proconsolo, 10 - telefono 055/23781 fax 055/2378761 Lavori di ripristino

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n.42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Prot. N. Verona, UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità

Dettagli

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA Comune di Ordona Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) Tel. 0885/796221 - Fax 0885/796067 P.IVA: 00516330719 - C.F.: 81002190718 utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it ooooooooo

Dettagli

COMUNE DI CRESPINO Provincia di Rovigo. Prot. N 7146/2014

COMUNE DI CRESPINO Provincia di Rovigo. Prot. N 7146/2014 CENTRALE DI COMMITTENZA ASMEL CONSORTILE Soc. Cons. a r.l. Sede Legale: Piazza del Colosseo, 4 Roma Sede Operativa: Centro Direzionale - Isola G1 - Napoli P.Iva: 12236141003 Piazza Fetonte, 35 45030 Crespino

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA SETTORE 3 - UFFICIO TECNICO LL. PP. - MANUTENTIVO - SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA Corso M.Carafa, 47 - Tel 0824-861413 - Fax 0824-861888 E mail ufftecnicocerreto@libero.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A.

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A. BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE FARMACIE COMUNALI GESTITE DA AZIENDA MULTISERVIZI FARMACIE S.P.A. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E

Dettagli

Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di

Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di Rimini Direzione lavori pubblici e qualità urbana U.O.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO - I.1) Denominazione: Università degli Studi di Milano, Divisione

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22, 20124, Milano,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE REGIONE PIEMONTE BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzo amministrazione aggiudicatrice, punti di contatto: Regione Piemonte Via Viotti n. 8 10121

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE IN MONCALVO (AT) VIA VALLETTA

Dettagli

RIFACIMENTO CONDOTTE FOGNARIE PER ACQUE

RIFACIMENTO CONDOTTE FOGNARIE PER ACQUE COMUNE DI SAVONA Bando di gara per procedura aperta n. 13/2015 RIFACIMENTO CONDOTTE FOGNARIE PER ACQUE BIANCHE E NERE IN VIA POGGI - VIA DEI DE MARI. CIG: 6344823991 CUP : C57H14000650004 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia)

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia) BANDO DI GARA PER APPALTO INTEGRATO DI AMPLIAMENTO CIMITERO DEL CAPOLUOGO CUP I83F10000030004 - CIG 0593163596 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto:

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI. - Telefono: 081-5476513 6158; Telefax: 081-5476571; Indirizzo

1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI. - Telefono: 081-5476513 6158; Telefax: 081-5476571; Indirizzo BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE, VIA AMM. ACTON, 38, 80133 NAPOLI - Servizio responsabile: AREA TECNICA Ufficio Tecnico I - Telefono:

Dettagli

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI 1. STAZIONE APPALTANTE: DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA San Marco n. 320/A, VENEZIA, - Tel. 0412702490 Fax 0412702420 Sito

Dettagli

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia.

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia. BANDO DI GARA procedura aperta : art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio:offerta economicamente più vantaggiosa art. 83 del decreto legislativo n. 163 del 2006

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO PER LAVORI. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X

BANDO DI GARA D APPALTO PER LAVORI. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X Azienda Sanitaria Locale n. 4 - Chiavarese Via G.B. Ghio 9-16043 CHIAVARI C.F. e P.IVA 01038700991 STRUTTURA COMPLESSA GESTIONE TECNICA email tecnico@asl4.liguria.it BANDO DI GARA D APPALTO PER LAVORI

Dettagli

assimilabile Edifici civili e industriali OG1 88.707,50 Impianti interni elettrici OS30 33.442,60

assimilabile Edifici civili e industriali OG1 88.707,50 Impianti interni elettrici OS30 33.442,60 Azienda USL 3 Pistoia U.O. Nuove Opere BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA CUP J560900120002 CIG 29238537D1 - Gara 2966020 1. STAZIONE APPALTANTE: Azienda USL 3 Pistoia Via Sandro Pertini, 708 51100 PISTOIA

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001 COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA UFFICIO TECNICO - SETTORE LAVORI PUBBLICI Prot. n 1763 del 20/06/2014 Pubblicato all Albo Pretorio al n 427/2014 dal 20/06/2014 al 15/07/2014 BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714. Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714. Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714 Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente dell Area Servizi Tecnici n. 5 del 14.01.2008 e n. 18

Dettagli

Bando di gara Servizi Prot. 22948/28.05.2015 GURI N. 66 del 8.6.2015 V Serie Spec.

Bando di gara Servizi Prot. 22948/28.05.2015 GURI N. 66 del 8.6.2015 V Serie Spec. Bando di gara Servizi Prot. 22948/28.05.2015 GURI N. 66 del 8.6.2015 V Serie Spec. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: AMMINISTRAZIONE PROV.LE IMPERIA

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO INTEGRALE DI GARA N 29/2010. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari,

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO INTEGRALE DI GARA N 29/2010. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO INTEGRALE DI GARA N 29/2010 CIG: N. 052906563E Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, in esecuzione della Deliberazione G.C.

Dettagli

COMUNE DI TERNI. (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana n.105 del 07/09/2009)

COMUNE DI TERNI. (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana n.105 del 07/09/2009) LT/ma COMUNE DI TERNI (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana n.105 del 07/09/2009) 1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell amministrazione aggiudicatrice: Comune di Terni Direzione Affari Generali

Dettagli

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA per l'affidamento dell'appalto dei lavori relativi a INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo AZIENDA MOBILITA E TRASPORTI S.p.A. - GENOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA RISTRETTA SETTORI SPECIALI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FERROVIA A CREMAGLIERA PRINCIPE - GRANAROLO Ente Aggiudicatore: Azienda Mobilità

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE Ufficio Tecnico Comunale Settore Lavori Pubblici PIAZZA MAUCERI, N. 12 2104 VENENGONO SUPERIORE Tel: 0331/828447 Fax 0331/827314 e-mail ufficiotecnico@comune.venegonosuperiore.va.it

Dettagli

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta ai quesiti pervenuti, in merito alla richiesta di chiarimento di carattere amministrativo, alla Stazione Appaltante in ordine alla Gara n. 02/2014 Lavori di realizzazione di nuove piazzole di emergenza

Dettagli

Lavori Riservato all Ufficio delle pubblicazioni

Lavori Riservato all Ufficio delle pubblicazioni UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail: mp-ojs@opoce.cec.eu.int

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie, Servizio Centrale Acquisti,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527 Bando di gara 1. Stazione appaltante: Azienda Ospedaliera Universitaria Senese (AOUS), telefono 0577/585010

Dettagli

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell amministrazione aggiudicatrice: Regione Molise Direzione Generale I Via Genova, 11

Dettagli

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO S.A.T.A.P. S.p.A. BANDO DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: S.A.T.A.P. S.p.A. Indirizzo postale: Via Bonzanigo

Dettagli

COMUNE DI BELVÌ PROVINCIA DI NUORO

COMUNE DI BELVÌ PROVINCIA DI NUORO Prot. Nr del (determinazione Dirigenziale n. 21 del 11.03.2015) Spett.le IMPRESA LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA Lavori di programma di sviluppo rurale 2007-2013- Misura 322: sviluppo e rinnovamento

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari,

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006 Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, in esecuzione della Deliberazione G.C. n. 660 del 01.12.2005 e della

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

1 P.T.I. C.S.A. * CUP C44H14000060006 * CIG 606965990D 5881313 CPV: 45210000-2 2 * CUP C46J14000380001 * CIG 6069731479 5881420 CPV:

1 P.T.I. C.S.A. * CUP C44H14000060006 * CIG 606965990D 5881313 CPV: 45210000-2 2 * CUP C46J14000380001 * CIG 6069731479 5881420 CPV: COMUNE DI CARMAGNOLA Provincia di Torino Piazza Manzoni n. 10 - Tel 011/9724111 fax 011/9724214 P. IVA 01562840015 www.comune.carmagnola.to.it e-mail: protocollo.carmagnola@cert.legalmail.it BANDO DI GARA

Dettagli

TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:

TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE: I. N. P. D. A. P. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'amministrazione Pubblica Via C. Beccaria n 29-00196 Roma Tel. 06/77351-06/77352734/3114/3115 BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE:

Dettagli

COMUNE DI RIVELLO PROVINCIA DI POTENZA

COMUNE DI RIVELLO PROVINCIA DI POTENZA BANDO DI GARA Interventi di messa a norma, ammodernamento tecnologico e funzionale, luminoso, esercizio, manutenzione e gestione degli impianti di pubblica illuminazione nel Comune di RIVELLO (PZ). SEZIONE

Dettagli

R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE. VALLE D AOSTA S.p.A.

R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE. VALLE D AOSTA S.p.A. R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE VALLE D AOSTA S.p.A. BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE VALLE D AOSTA

Dettagli

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO Oggetto: indagine di mercato per la ricerca, individuazione e selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione

Dettagli

L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO ٱ SÌ X C.A.P. 88100. Stato Italia

L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO ٱ SÌ X C.A.P. 88100. Stato Italia UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Piazza Confalonieri, 3, 20092 Cinisello Balsamo Provincia di Milano tel. 02/660231 fax 02/66023445 C.F. 01971350150- P.I. 00727780965 Settore V Lavori Pubblici, Arredo Urbano

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.

Dettagli

ENTE AUTONOMO DEL FLUMENDOSA

ENTE AUTONOMO DEL FLUMENDOSA ENTE AUTONOMO DEL FLUMENDOSA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA 1) Ente appaltante: Ente Autonomo del Flumendosa - Servizio Costruzioni - Via Mameli 88, Cagliari, c.a.p. 09123, ITALIA; Telefono: 070/6021201;

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Indirizzo PIAZZA

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO BANDO DI GARA D APPALTO Servizi Riservato all Ufficio delle pubblicazioni Data di ricevimento dell avviso N. di identificazione L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici

Dettagli

BANDO DI GARA. I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITA Organismo di diritto pubblico Salute

BANDO DI GARA. I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITA Organismo di diritto pubblico Salute BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Azienda USL di Ferrara Dipartimento Interaziendale Attività Tecniche e Patrimoniali Via Cassoli,

Dettagli

L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X SÌ. Servizio responsabile U.O.

L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X SÌ. Servizio responsabile U.O. UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44 623, (+352) 29 29 42 670 E-mail:

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO BANDO DI GARA D APPALTO Servizi X L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? ٱ SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano)

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA CIG 3022985622 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Telefono 39 0293967206 Posta elettronica: ragioneria@comune.pregnana.mi.it

Dettagli

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera INSULA S.p.A. Società per la manutenzione urbana di Venezia indirizzo: Venezia - Dorsoduro 2050 telefono: 041/2724.354 - telefax: 041/2724.244 Internet: http://www.insula.it e-mail: appalti@insula.it BANDO

Dettagli

http://www.comune.fi.it/opencms/export/sites/retecivica/comune_firenze/bandi/elenco_bandi.html

http://www.comune.fi.it/opencms/export/sites/retecivica/comune_firenze/bandi/elenco_bandi.html Comune di Firenze - Direzione Avvocatura BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Avvocatura - Piazza Signoria n. 1 - CAP 50122 Firenze (FI) - Tel. 055-2768479 e

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA -

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità - Servizio Programmazione progettazioni

Dettagli

COMUNE DI RIMINI (RN) BANDO DI GARA LAVORI PUBBLICI COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA

COMUNE DI RIMINI (RN) BANDO DI GARA LAVORI PUBBLICI COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA COMUNE DI RIMINI (RN) BANDO DI GARA LAVORI PUBBLICI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA

Dettagli

BANDO DI GARA PER GLI APPALTI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI. Allegato I art. 3 comma 1 D. Lgs. n. 67 del 9.4.2003

BANDO DI GARA PER GLI APPALTI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI. Allegato I art. 3 comma 1 D. Lgs. n. 67 del 9.4.2003 BANDO DI GARA PER GLI APPALTI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI Allegato I art. 3 comma 1 D. Lgs. n. 67 del 9.4.2003 FORNITURE L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici?

Dettagli

ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A.

ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A. ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A. Via Vigone 42-10064 Pinerolo (TO) Tel. +390121236233/312 Fax: +390121236312 http://www.aceapinerolese.it e-mail: appalti@aceapinerolese.it BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:

AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AGGIUDICAZIONE DEL CONTRATTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEI LAVORI PER LA SOSTITUZIONE DEI SERRAMENTI DELLA PALESTRA, DEI CORRIDOI NORD, DELL AULA MAGNA E DI ADEGUAMENTO

Dettagli

BANDO DI GARA. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X SÌ

BANDO DI GARA. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO X SÌ COMUNE DI AOSTA Area T1 Edilizia, Urbanistica, Espropri E Mobilità Piazza Chanoux n. 1-11100 Aosta Tel. 0165 300 563 - Fax 0165 31913 PROCEDURA APERTA PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

C OMUNE D I R OCCA P RIORA P ROVINCIA D I R OMA Ufficio LL.PP. Piazza Umberto 1 - cap 00040 (tel. 06/94.28.41 fax 06/94.28.42.36)

C OMUNE D I R OCCA P RIORA P ROVINCIA D I R OMA Ufficio LL.PP. Piazza Umberto 1 - cap 00040 (tel. 06/94.28.41 fax 06/94.28.42.36) BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO LAVORI DI REALIZZAZIONE PARCHEGGIO MULTIPIANO INTERRATO E CENTRO SERVIZI TURISTICI SISTEMAZIONE PIAZZALE ZANARDELLI SPOSTAMENTO DEL SERBATOIO A SERVIZIO DEL CENTRO STORICO

Dettagli

COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia

COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Allegato sub A) COMUNE DI MIRA PIAZZA IX MARTIRI, 3 - C.A.P. 30034 TEL. 041-5628211 (centralino) FAX 041-423922 C.F. 00368570271 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - E-mail: info@comune.mira.ve.it

Dettagli

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE GUARDIA DI FINANZA REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO LIGURIA BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

Dettagli

Settore: - LAVORI PUBBLICI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE - URBANISTICA AVVISO PUBBLICO

Settore: - LAVORI PUBBLICI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE - URBANISTICA AVVISO PUBBLICO PUBBLICATO ALL ALBO PRETORIO DAL 16/12/2015 AL 30/12/2015 COMUNE DI ORROLI Via Cesare Battisti, 25 08030 Orroli (CA) Codice Fiscale: 00161690912 - Partita IVA 00161690912 Centralino: 0782 847006 - Fax:

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA COMUNE DI VILLARICCA (Provincia di Napoli) Corso Vittorio Emanuele, 60 CAP: 80010 Tel. +390818191228/229 Fax: +390818191269 http://www.comune.villaricca.na.it pec: protocollo.villaricca@asmepec.it BANDO

Dettagli

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari)

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante

Dettagli

ENAV S.p.A. 1) DENOMINAZIONE ED INDIRIZZO DELL ENTE AGGIUDICATORE:

ENAV S.p.A. 1) DENOMINAZIONE ED INDIRIZZO DELL ENTE AGGIUDICATORE: ENAV S.p.A. Bando di gara d appalto per l affidamento della progettazione ed esecuzione dei lavori relativi alla realizzazione delle opere infrastrutturali per l ammodernamento dell aeroporto di Genova

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE DELLE RISORSE PATRIMONIALI SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE, ECONOMALE E PATRIMONIALE SETTORE I BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO 1. Ente Appaltante: Università

Dettagli