COMUNE DI SOMMACAMPAGNA (Provincia di Verona)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SOMMACAMPAGNA (Provincia di Verona)"

Transcript

1 a cura dell Ente Codice Ecografico: PROTOCOLLO: DEL: COMUNE DI SOMMACAMPAGNA (Provincia di Verona) a cura dell Ente Responsabile Procedimento: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA -S.C.I.A. (Legge n. 122/2010 art. 49 comma 4-bis D.P.R n. 380 aggiornato al D.L.vo n. 301/2002 e L n. 443) e/o PROCEDIMENTO SANZIONATORIO PER L ESECUZIONE DI OPERE IN DIFFORMITA OD ASSENZA DI SCIA Art. 37 del DPR 380/01 PARTE RISERVATA AL DENUNCIANTE Il sottoscritto... nato a. Prov. di il. C.F... residente in CAP via.. n... tel. cell. indirizzo mail... indirizzo P.E.C... oppure in qualità di: privo di alcun indirizzo PEC proprietario/i o comproprietario/i (si allega elenco dei comproprietari). (altro eventuale diritto reale) oppure La sottoscritta Ditta/Società con sede in CAP via n tel. fax cell. P.I. in qualità di: Proprietari/o o comproprietari/o (come da dichiarazione allegata) (altro eventuale diritto reale) per la presente istanza rappresentata da in qualità di: Legale Rappresentante Amministratore Delegato Socio Delegato (altro) indirizzo P.E.C. Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 1 di 19

2 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA Il sottoscritto denunciante: - consapevole del fatto che, in caso di dichiarazione mendace o di falsità della sottoscrizione, verranno applicate, ai sensi dell'art. 76 del D.P.R. 445/2000, le sanzioni previste dal Codice Penale (art. 483) e dalle leggi penali in materia di falsità negli atti, oltre alle conseguenze amministrative legate all'istanza; - consapevole altresì che qualora emerga la non veridicità del contenuto della presente dichiarazione, il sottoscritto decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera ai sensi di quanto disposto dall'art. 75 del D.P.R. 445/2000; ai sensi e per gli effetti degli art. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e in applicazione dell art. 23 comma 1 del D.P.R. 380/01 D I C H I A R A di essere: Proprietario esclusivo; Comproprietario insieme ai soggetti firmatari della presente, i cui dati anagrafici sono riportati nella tabella All. A; Titolare di altro diritto sull immobile, consistente in: Usufrutto, Uso; Abitazione; Servitù Titolare di Contratto preliminare di acquisto, registrato con immissione di possesso; Procuratore Legale, designato con procura notarile che si allega in copia; Tutore, come da provvedimento del giudice che si allega in copia; Condominio- proprietario, per opere strettamente pertinenti alla sua unità immobiliare che incidono su parti comuni; Affittuario di fondo rustico; Locatario, limitatamente ad opere di natura conservativa, che rivestano carattere di urgenza; Responsabile dell abuso; Destinatario di ordini dell Autorità Giudiziaria; la titolarità sopra individuata si fonda sul seguente titolo (indicare gli estremi completi del titolo):.. Copia atto; Dichiarazione sostitutiva di Atto Notorio; dell immobile, oggetto dell intervento di cui alla presente S.C.I.A., ubicato a Sommacampagna in: Via/Piazza... civico n o Località......; che l immobile sopracitato è identificato al: Catasto Terreni Catasto Fabbricati; Foglio Mappale Foglio Mappale Sub che l intervento in progetto riguarda: immobile sul quale è stata presentata domanda di Condono Edilizio di cui alla Legge. in data.. n intestata a residente a.. in via n.., in qualità di..; istanza già definita giusto P.d.C. in Sanatoria n. del ; istanza ancora da concludere n. del ; Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 2 di 19

3 immobile sul quale non pende alcun Condono Edilizio; immobile regolarmente costruito / modificato / trasformato a seguito del rilascio dei seguenti provvedimenti autorizzativi, cui risulta conforme: Tipo Pratica * N. del Tipo Pratica * N. del * (tipo pratica: C.E. / L.E. / P.d.C. / D.I.A. / S.C.I.A.) altro ** ** (precisare quale è l ultimo stato autorizzativo); immobile costruito in data anteriore al 14/03/ data di entrata in vigore del primo programma di fabbricazione del Comune di Sommacampagna; fabbricato ubicato in zona soggetta a vincolo paesaggistico, realizzato in data antecedente all imposizione del vincolo (28/10/1964); DICHIARA ALTRESI ai sensi di legge di essere a conoscenza che l esecuzione delle opere segnalate è subordinata alla disciplina definita dalle norme nazionali e regionali vigenti e che il termine massimo di validità e fissato in tre anni, con l obbligo di comunicare al Comune la data di ultimazione dei lavori con allegato certificato di collaudo finale circa la conformità dell opera al progetto allegato alla di non violare diritti di terzi e/o condominiali; che la relazione tecnica asseverata dal progettista incaricato allegata alla presente S.C.I.A. costituisce oarte integrante della stessa ed è stata redatta ai sensi e per gli effetti di cui all art. 23 comma 1 del D.P.R. 380/01 e dell art. 19 della L. 241/90 come modificato dalla L. n. 122 del 30/07/2010; di essere a conoscenza che la mancata, incompleta o irregolare presentazione della documentazione prevista ai sensi dell art. 90 del D.Lgs. 81/08 (Testi Unico Sicurezza Cantieri) comporta la sospensione ipso iure della presente S.C.I.A. Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 3 di 19

4 P R E S E N T A : SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA a) MANUTENZIONE STRAORDINARIA ai sensi art. 3, comma 1, lett. b) e art. 22, comma 1, non rientrante nei casi di cui all art. 6 del D.P.R. n. 380/01 come modificato dalla L. 22/05/2010 n. 73; b) RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO ai sensi art. 3, comma 1, lett. c) e art. 22, comma 1, del D.P.R. n. 380/01; c) INTERVENTO DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ai sensi art. 3, comma 1, lett. c) e art. 22, comma 1, del D.P.R. n. 380/01; d) VARIANTE IN CORSO D OPERA, AI SENSI DELL ART. 22 COMMA 2 DEL T.U.E.; indicare i precedenti: protocollo... in data.; e) INTERVENTI DI : (punto n. del Prontuario comunale); come descritte negli allegati progettuali allegati a firme di professionista abilitato. COMUNICAZIONE ART. 37 D.P.R. 380/01 per interventi in assenza o difformità S.C.I.A. a) intervento in assenza di S.C.I.A. in corso di esecuzione ai sensi art. 37 comma 5 del T.U.E. inerente a.. (deve trattarsi di intervento che non prevede la corresponsione di oneri di urbanizzazione); b) intervento in assenza di S.C.I.A. eseguito in data.. costituito da.. c) intervento in difformità dalla S.C.I.A. prot. n... del.... consistente in... come descritte negli allegati progettuali allegati a firma di professionista abilitato. Con riferimento alle sopra citate opere ed in applicazione dell art. 37 del D.P.R. 380/01 allega alla presente: pagamento sanzione Art. 37 comma 1 del T.U.E. ; pagamento sanzione Art. 37 comma 4 del T.U.E. ; come da versamento dell importo di effettuato in data (si allega in copia cartacea e/o su file della ricevuta // reversale di pagamento); Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 4 di 19

5 INFORMA di aver già ottenuto, al fine di procedere all esecuzione dei lavori, che preliminarmente all esecuzione dei lavori è necessario acquisire i seguenti: P A R E R I / A U T O R I Z Z A Z I O N I Parere E.N.A.C., per interventi ubicati all interno delle aree del Piano di Rischio AEROPORTUALI qualora l interenti non risulti espressamente ammissibile ai sensi delle relative Norme Tecniche e/o in casi di interenti ubicati in aree di tutela / protezione dell Aeronautica Civile; Parere NUCLEO IMPIANTI AEREONAUTICA MILITARE nel caso di interventi ubicati all interno delle zone di vincolo aeronautico militare; Nulla-osta Soc. AUTOSTRADA A4 Brescia /Padova e/o A22 Brennero/Modena ed eventualmente dell E.N.A.S., per interventi ubicati all interno delle fasce di rispetto Autostradale e/o visibili/rilevanti ai fini della sicurezza del traffico (ivi comprese insegne cartelli) attinenti ad aree di proprietà del demanio autostrade; Nulla-osta di R.F.I. (Rete Ferroviaria Italiana) in caso di interventi ubicati all interno delle fasce di rispetto ferroviarie e/o nelle fasce di tutela di realizzabilità dei progetti sovra-comunali inerenti all Alta Capacità Ferroviaria e/o attinenti ad aree di proprietà del demanio ferroviario; Parere preliminare A.S.L. n. 22 relativo a progetti e/o interventi per i quali, ai sensi del comma 1 dell art. 20 del D.P.R. 380/01, non sia possibile autocertificare la conformità alle norme igienico sanitarie, in quanto comportante valutazioni tecnico discrezionali; Parere preliminare dei VIGILI DEL FUOCO di conformità del progetto alla normativa, laddove non risulti possibile produrre / allegare idonea autocertificazione sostitutiva; Parere / nulla-osta della PROVINCIA di VERONA per interventi che: a) interessano il demanio stradale dell Ente (nuovi innesti viari, cartelli, accessi, ecc.); b) per l autorizzazione connesse alle emissioni in atmosfera (D.Lgs 152/06); c) per l autorizzazione di impianti inerenti alle acque di prima pioggia; Parere del GENIO CIVILE e/o CONSORZIO di BONIFICA AGRO VERONESE per concessioni demaniali/consortili e/o interventi soggetti a verifica di compatibilità idraulica ai sensi della normativa vigente; Parere del GESTORE di ELETTRODOTTO per interventi in prossimità di tali infrastrutture e/o rientranti nella zona di prima approssimazione dell impianto stesso; Parere S.N.A.M. o dell ENTE GESTORE per interventi posti all interno delle fasce di rispetto dei metanodotti esistenti e/o in progetto o che prevedano interferenze con l impianto; AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA ai sensi dell art. 146 del D.Lgs 42/04 per interventi in aree sottoposta a vincolo / tutela paesaggistica; Nulla-osta della SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA per interventi in aree sottoposta a vincolo / tutela archeologica; Nulla-osta della SOPRINTENDENZA BENI STORICI ED ARCHITETTONICI per interventi in edifici e/o aree sottoposte a vincolo / tutela monumentale; Parere / Nulla-osta della Soc. ACQUE VERONESI per gli interventi che comportano un nuovo allacciamento alla fognatura pubblica; Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 5 di 19

6 Parere del SERVIZIO ECOLOGIA per interventi che comportano: a) verifica dei requisiti passivi degli edifici sulla base di opportuna documentazione atta a dimostrare le caratteristiche tecniche e tecnologiche delle parti costitutive dell edificio; b) valutazione previsionale di impatto acustico inerente l insediamento di attività soggette al rispetto dei limiti di emissione acustica stabiliti nelle norme nazionali e comunali; c) istanza concernenti scarichi in suolo di abitazioni civile e di attività con reflui assimilati ai civili; d) verifica di congruità di precedenti autorizzazioni allo scarico; e) verifiche su istanze inerenti la messa in opera di impianti di raccolta e smaltimento delle acque di prima pioggia non di competenza della Provincia; f) verifiche connesse ad insediamenti con impianti comportanti emissioni in atmosfera; g) verifica ed approvazione dei Piani di Utilizzo di terre e rocce di scavo (D.M. 161/2012); Parere del SERVIZIO LAVORI PUBBLICI per interventi che comportano: a) modifica e/o momentanea manomissione con successivo ripristino di aree verdi strade marciapiedi pubblici e/o di interesse pubblico; b) passi carrai su strade pubbliche e/o di interesse pubblico; c) segnaletica e cartellonistica privata in prossimità o incidenti su aree strade marciapiedi pubblici e/o di interesse pubblico; d) realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e/o secondaria quali aree verdi, parcheggi, strade, marciapiedi e similari con eventuale accertamento di congruità dei computi metrici estimativi connessi; e) urbanizzazione di aree a qualunque destinazione urbanistica soggette a convenzionamento all interno di piani Urbanistici Attuativi (P.U.A.); Parere del SERVIZIO di POLIZIA MUNICIPALE per interventi che comportano: a) Apertura di nuovi passi carrai sulla viabilità esistente e/o sostanziale modifica di passi esistenti in presenza di particolari / problematiche di sicurezza viaria; b) realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e/o secondaria quali strade, marciapiedi e similari in relazione alle disposizioni del Codice della Strada; c) segnaletica e cartellonistica privata in prossimità o incidenti su aree strade marciapiedi pubblici e/o di interesse pubblico; Altro parere (precisare). Si allega come da prospetto A la documentazione necessaria per l acquisizione dei suddetti pareri/nulla-osta attestando che la stessa è quella prevista dalle specifiche normative di settore. CHIEDE allo Sportello Unico per l Edilizia del Comune l attivazione delle procedure previste dall art. 23-bis del D.P.R. 380/01 allegando, come da successivo elenco, tutta la documentazione tecnica prevista e necessaria. DICHIARA di essere consapevole che incompletezza della documentazione suddetta e/o la non corretta tecnica della stessa potrà comportare l allungamento dei termini procedurali connessi ad eventuali richieste di integrazione da parte degli Enti e/o dei soggetti pubblici e privati competenti all emissione dei pareri // nulla-osta // autorizzazioni richieste. In tal senso si solleva da ogni responsabilità lo Sportello Unico per l Edilizia attestando al conformità alla normativa di settore // regolarità tecnica degli allegati elaborati tecnici. Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 6 di 19

7 Comunica che la progettazione delle opere, la direzione e l esecuzione dei lavori sono affidate a: DATI DEL PROGETTISTA Arch. / Ing. / Geom. nato a il Residente in CAP Prov. in Via n. tel con studio in CAP Via n. tel fax INDIRIZZO Albo professionale n Prov. di Codice fiscale DATI DEL DIRETTORE DEI LAVORI (indicazione obbligatoria)* Arch. / Ing. / Geom. nato a il Residente in CAP Prov. in Via n tel con studio in CAP Via n. tel fax INDIRIZZO Albo professionale n Prov. di Codice fiscale ESECUTORE DEI LAVORI - COSTRUTORE (indicazione obbligatoria)* PARTITA IVA. Denominazione. Con Sede Legale in Cap. Prov. In via n Tel. fax cell. Indirizzo P.E.C. Iscritta alla Camera di Commercio di n Rea (*) con esclusione dei procedimenti sanzionatori Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 7 di 19

8 CON RIFERIMENTO ALL ESECUTORE DEI LAVORI COSTRUTTORE SI DICHIARA INOLTRE CHE : trattasi di datore di lavoro che applica al personale dipendente il seguente CCNL: Edilizia Edili con solo Impiegati e tecnici trattasi di lavoratore autonomo la ditta è iscritta/assicurata ai seguenti enti previdenziali: INPS NON ISCRITTA ISCRITTA con numero SEDE DI INAIL NON ISCRITTA ISCRITTA con numero SEDE DI CASSA EDILE NON ISCRITTA ISCRITTA Alla seguente CASSA EDILE DI VERONA: CASSA EDILE DI VERONA C.E. DI VERONA codice VR00; CASSA EDILE ARTIGIANA VENETA C.E.A.V. codice VE11; CASSA EDILE VENETA ARTIGIANA C.E.V.A. codice VE21; se la sede è di altra Provincia indicare sede-provincia-descrizione-sigla-codice: lì, FIRMA DEL DICHIARANTE DICHIARAZIONE DI ACCETTAZIONE INCARICO Il sottoscritto Arch. Geom. Ing. iscritto al proprio Ordine / Albo professionale a n. dichiara di aver accettato l incarico di progettazione sopra conferito (firma e timbro) Il sottoscritto Arch. Geom. Ing. iscritto al proprio Ordine / Albo professionale a n. dichiara di aver accettato l incarico di direzione lavori sopra conferito: (firma e timbro) Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 8 di 19

9 Informativa sulla Privacy Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/2003), la informiamo che: a) i dati personali ed anche sensibili, da Lei forniti, verranno trattati per le finalità istituzionali volte allo svolgimento e conclusione del procedimento relativo alla domanda di permesso di costruire ai sensi del D.P.R. 380/01, presentata nel rispetto di leggi e regolamenti; Il trattamento dei dati avverrà presso il Comune di Sommacampagna, con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità, nonché per l eventuale pubblicazione in Internet per i servizi offerti on-line; titolare del trattamento è il Comune di Sommacampagna; Responsabile del per il Servizio Edilizia Privata Urbanistica SIT è l Arch. Paolo Sartori; b) Il conferimento dei dati è obbligatorio, in caso di mancato conferimento la domanda di cui sopra diverrà improcedibile e conseguentemente non verranno assentiti gli interventi edilizi relativi. c) I dati potranno essere comunicati ad altri enti pubblici o a soggetti privati o diffusi esclusivamente nei limiti previsti da norme di legge o regolamento; Lei potrà esercitare, in ogni momento e rivolgendosi al responsabile indicato, i diritti di cui all'art. 7 del Codice nei confronti del titolare del trattamento e in particolare il diritto di conoscere i propri dati personali, di chiedere la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione di dati erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi DATA IL RICHIEDENTE DATA IL PROGETTISTA DATA IL DIRETTORE LAVORI DATA L IMPRESA - ESCUTORE LAVORI Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 9 di 19

10 RELAZIONE DETTAGLIATA ASSEVERANTE LA CONFORMITA DELLE OPERE DA REALIZZARE AGLI STRUMENTI URBANISTICI ADOTTATI O APPROVATI ED AI REGOLAMENTI EDILIZI VIGENTI Allegata alla S.C.I.A: per opere di: Intestata a :.. IN DATA. IL SOTTOSCRITTO. Nato a.... Prov.... Il.... Residente a... CAP. Prov.. In via n tel.. CODICE FISCALE.. CON STUDIO PROFESSIONALE IN... Prov.. CAP.. via..n... Tel. fax... cell... Indirizzo P.E.C. Iscritto all Albo dei / degli... Prov.. al N. A seguito dell incarico del Sig./Ditta Residenza/Domicilio... via....n Esperiti i necessari accertamenti sull immobile di cui alla presente Segnalazione Certificata di Inizio Attività e consapevole della responsabilità che con la presente dichiarazione assume in qualità di persona esercente un servizio di pubblica necessità ai sensi degli artt. 359 e 481 del Codice Penale cosi come previsto dall art comma D.P.R. n. 380/01. ASSEVERA QUANTO SEGUE Sull immobile sito in. via n censito al Catasto nel Comune di Sommacampagna al Foglio n.. Mappali... Zona Territoriale Omogenea di P.R.G.. Verranno/sono state eseguite le opere di (precisare in riferimento all elenco di pag. 4) di seguito dettagliatamente descritte: Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 10 di 19

11 Dichiaro ed assevero altresì, consapevole della responsabilità che con la presente segnalazione assumo ai sensi degli artt. 359 e 481 del Codice Penale, che: 1. le opere da realizzare sopra descritte, e come individuate negli elaborati progettuali allegati, sono conformi agli strumenti urbanistici adottati o approvati ed ai regolamenti edilizi vigenti, così come integrati dalla L.R.n 14/09 e dalle "Modalità applicative della L.R. 8 Luglio 2009, n 14 nel Comune di Sommacampagna" (di seguito "Modalità applicative"); rispettano le vigenti norme di sicurezza e quelle igienico sanitarie; non recano pregiudizio alla statica degli immobili: ricadono in una unità immobiliare facente parte di un condominio e rispettano le leggi che disciplinano il condominio negli edifici; ricadono in una unità immobiliare facente parte di una schiera e vengono realizzate in maniera uniforme con le stesse modalità su tutte le case appartenenti alla schiera; ricadono in un fabbricato autonomo unifamiliare o bifamiliare; costituisce un corpo edilizio separato di carattere accessorio e pertinenziale; 2. la rappresentazione dello stato attuale descritta nell allegato elaborato grafico è conforme allo stato dei luoghi, anche con riferimento alla destinazione d uso dell immobile, ed: è conforme all ultimo stato autorizzato con titoli abilitativi edilizi relativi al fabbricato e/o all immobile (precedenti ); riguarda immobile costruito anteriormente al 14/03/1954 e non modificato dopo tale data; 3. l intervento in progetto, relativamente alla Autorizzazione Paesaggistica: ha ottenuto autorizzazione paesaggistica, con procedura Ordinaria Semplificata n del ai sensi dell art. 146 del D. :lgs 42/04 4. per l'intervento in progetto viene allegato il provvedimento di tutela monumentale / archeologica ai sensi del D.Lgs.n 42/04 Parte Seconda, prot. n. del. (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); non è richiesto il provvedimento di tutela monumentale/archeologica trattandosi di immobile non assoggettato a vincolo ai sensi del D.Lgs. n 42/04 Parte Seconda; 5. l'intervento in progetto interessa ambiti soggetti a tutela Archeologica per la cui realizzazione: è necessario il nulla-osta della competente Soprintendenza Archeologica di cui alla parte II del D.Lgs. 42/04, come previsto dalle norme del vigente strumento urbanistico (che si allega alla presente); non è richiesto il nulla-osta della competente Soprintendenza Archeologica trattandosi di ambito non assoggettato ai vincoli della parte II del D.Lgs. 42/04 (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); 6. per l intervento in progetto relativamente alla tutela Idrogeologica- Forestale: è necessaria l autorizzazione idrogeologico forestale ai sensi dell art. 20 della L.R. n 58/94 e s.m.i. (si allega in copia l autorizzzazione) non è richiesta l autorizzazione trattandosi di immobile non assoggettato a vincolo idrogeologico di cui al R.D: 3267/1923 (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); per l intervento in progetto relativamente alle disposizioni del Codice della Strada: è necessaria l autorizzazione in deroga ai sensi dell art. 46 comma 6del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada (D.P.R. 459/92) per l accesso esistente ed autorizzato che non sia tecnicamente possibile adeguare alle disposizione di cui all art. 22 del C.d.S. e art. 42 del Regolamento Edilizio Comunale ; è conforme al D.Lgs. 285/92 e D.P.R. 495/92 (Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di Esecuzione e Attuazione) e s.m.i.. In particolare SI ATTESTA che gli accessi sono conformi alle disposizioni dell art. 46 del predetto Regolamento di esecuzione ed alle disposizioni dell art. 42 del Regolamento Edilizio Comunale; è ubicato all interno della fascia di rispetto stradale / autostradale, ma è realizzabile ai sensi della Circolare Ministeriale 320 dicembre 1970 n 5980 e per lo stesso è già stato ottenuto il nulla-osta dell Ente proprietario della strada ai sensi del D.Lgs. 285/92 (allegato alla presente domanda); è ubicato all interno della fascia di rispetto stradale / autostradale, ma è realizzabile ai sensi della Circolare Ministeriale 320 dicembre 1970 n 5980, ma per lo stesso deve essere ottenuto il nulla-osta dal proprietario della strada ai sensi del D.Lgs. 285/92, per l ottenimento del quale si allega la documentazione tecnica necessaria; Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 11 di 19

12 sono rispettate le norme vigenti in relazione alle fasce di rispetto stradali previste dagli strumenti urbanistici e dal Codice della Strada; 9. per l intervento in progetto relativamente alla Prevenzione Incendi: è necessario il parere del Comando provinciale VV.FF. (che si allega alla presente o che viene richiesta in allegata alla comunicazione ); trattasi di interventi autocertificabili come ASSEVERAZIONE allegata; le opere in progetto non sono soggette al nulla-osta dei VV.FF. in quanto non rientranti tra le attività indicate nel D.P.R.151/2011(si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); 10. per l intervento in progetto relativamente alle norme Igienico Sanitarie: è necessario il parere dell Azienda ASL n 22 (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); ai sensi dell art. 20, comma 1, del D.P.R. n 380/01, con la presente dichiarazione si ASSEVERA la conformità delle norme igienico sanitarie non comportando lo stesso valutazioni tecnico-discrezionali; le opere in progetto non sono soggette a parere igienico sanitario; 11. per l intervento in progetto relativamente alle urbanizzazioni primarie: l ambito di intervento risulta già totalmente urbanizzato e dotato di tutte le infrastrutture di rete (acquedotto, fognature, ecc.) necessarie; le esistenti opere di urbanizzazione primaria sono adeguate al complessivo carico urbanistico conseguente dalla realizzazione dell intervento in progetto; l attuale dotazione delle opere di urbanizzazione primaria non è adeguato al maggior carico urbanistico indotto dalla realizzazione dell intervento in progetto e pertanto si provvederà al loro adeguamento nei modi consentiti dalla Legge (vedi allegati progettuali); 12. l intervento in progetto, relativamente alla normativa inerente l eliminazione delle barriere architettoniche: è stato redatto in conformità alle norme di cui alla legge 9/01/1989, n. 13, recante Disposizioni per favorire il superamento e l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, e s.m.i., nonché alla L. n. 118/71, al D.P.R. 503/96 ed alla L. 104/92 (edifici pubblici e/o privati aperti al pubblico). Il progetto rispetta le disposizioni e le direttive della D.G.R.V. 1428/2011. Si allega relazione illustrativa, dichiarazione di conformità redatta sul modello allegato alla D.G.R.V. n. 1428/11, nonché idonei elaborati grafici atti ad evidenziare le soluzioni progettuali e gli accorgimenti tecnici adottati per garantire il soddisfacimento dei requisiti prescritti ai sensi D.M. 14/06/89 n. 236 e alla D.G.R.V. n del 06/09/2011, facendo presente che l immobile oggetto di intervento potrà non potrà essere utilizzato da imprese soggette a collocamento obbligatorio. Il sottoscritto SI DICHIARA a conoscenza che l approvazione del progetto con permesso di costruire non costituisce approvazione definitiva ai sensi delle citate disposizioni, in quanto non possono essere controllabili tutti i particolari costruttivi ed i dettagli tecnici previsti dalla citata normativa, verifica che potrà avvenire dopo la fine lavori, in sede di agibilità. Si impegna inoltre a produrre una nuova dettagliata proposta di idonea soluzione alternativa, qualora nel corso dei lavori si verificassero difficoltà di realizzazione di quanto previsto; 13. per l intervento in progetto, relativamente agli impianti tecnici: le opere in progetto sono assoggettate ad obbligo di progettazione ai sensi degli artt. 5 e 7 del D.M. 22 gennaio 2008, n. 37 (progetto redatto da tecnico abilitato) o schema, che pertanto si allega alla presente istanza; le opere in progetto non sono soggette agli obblighi del D.M. 22 gennaio 2008, n. 37, di riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all interno degli edifici; 14. l intervento in progetto, relativamente alla tutela da inquinamento acustico di cui alla L. 447/95: sono soggette alle prescrizioni di cui alla legge 447/1995 e relativi regolamenti attuativi, pertanto si allega documentazione firmata da un tecnico competente in acustica, iscritto all albo, consistente in una valutazione previsionale su requisiti passivi degli edifici; non sono soggette alle prescrizioni di cui alla legge 447/1995 e relativi regolamenti attuativi. Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 12 di 19

13 sono soggette alla verifica dei requisiti passivi degli edifici di cui al DM 05/12/97 ed al Regolamento allegato al piano comunale di classificazione acustica (obbligatorio per tutti gli interventi), pertanto si allega la relativa documentazione o autocertificazione. 15. per l intervento in progetto, relativamente alla tutela dall inquinamento elettromagnetico indotto da elettrodotti esistenti: rispettano le prescrizioni / indicazione della normativa di cui alla L. 36/01; al fine di verificare il rispetto della normativa di cui alla L. 36/01 il parere del gestore dell elettrodotto 16. l intervento in progetto rispetta le prescrizioni previste dall art. 338 del R.D. 1265/1934 e dall art. 57 del DPR285/1990, come modificati dall art. 28 della L. 166/2002 (fasce di rispetto cimiteriali); 17. le opere in progetto rispettano le prescrizioni previste dal D.Lgs. 152/2006 (scarico delle acque e fasce di rispetto da pozzi e sorgenti). Per lo scarico delle acque reflue è previsto il recapito: nella rete fognaria pubblica; nel corpo recettore diverso dalla fognatura; in impianto di depurazione; come risulta in base a all Autorizzazione n.... del.. rilasciata da.; Si segnala che è stata inoltrata istanza per il rilascio di nuova Autorizzazione giusto prot. n... del.. presso., in corso di definizione (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); 18. l intervento in progetto relativamente alle norme ambientali di cui al D.Lgs 152/06: è soggetto; non è soggetto a Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.); è soggetto; non è soggetto a Valutazione di Incidenza Ambientale (V.I.N.C.A.); è soggetto; non è soggetto ad Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.); è soggetto; non è soggetto ad Autorizzazione per emissioni in atmosfera; (si allega in copia l autorizzazione se non richiesta in allegato alla comunicazione); 19. per l intervento in progetto sono rispettate le disposizioni della L. n. 257/92 e relativi decreti attuativi in materia di smaltimento amianto o altro materiale inquinante, come da documentazione allegata; 20. l intervento in progetto relativamente al contributo di costruzione: è subordinato alla corresponsione del contributi di cui all art. 16 del D.P.R. n 380/01; non è subordinato alla corresponsione dei contributi di cui all art. 16 del D.P.R. n 380/01; risulta gratuito ai sensi dell art. del D.P.R. n 380/01; 21. l intervento in progetto, relativamente alla nomina del Coordinatore del Piano della sicurezza ai sensi del D.Lgs n. 494/96: richiede la nomina del Coordinatore del Piano della Sicurezza; non richiede la nomina del Coordinatore del Piano della Sicurezza; 22. in riferimento alle disposizioni relative alla regolamentazione delle distanze da allevamenti intensivi, l intervento in progetto: rispetta le prescrizioni della D.G.R.V. n. 856 del 15 maggio 2012; non è soggetto alle le prescrizioni D.G.R.V. n. 856 del 15 maggio 2012; 23. il progetto è stato redatto in conformità a quanto previsto dalle Norme Tecniche per le Costruzioni emanate con Decreto Ministeriale del (G.U. n. 29 del ) e Circolare del Ministero delle Infrastrutture n. 617 del ; Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 13 di 19

14 24. in riferimento alle norme relative all inquinamento luminoso, le opere in progetto sono soggette alle prescrizioni previste dalla Legge Regionale 17/2009; si allega pertanto da documentazione richiesta; non sono soggette alle prescrizioni previste dalla Legge Regionale 17/2009; 25. in riferimento alle disposizioni previste dall art.11, c. 5 allegato 3 del D.Lgs n. 28 del 3/03/2011 Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE, l intervento in progetto: rispetta tali disposizioni come riscontrabile da documentazione allegata; non è soggetto all applicazione di tali disposizioni in quanto in riferimento alla movimentazione delle terre proveniente dagli scavi, l intervento in progetto: è soggetto all applicazione delle disposizioni del Decreto n. 161 del 10/08/2012 Regolamento recante la disciplina dell utilizzazione delle terre e rocce da scavo ; è soggetto alle disposizioni della DGRV n. 794/2009, art. 185 D.L. 152/06; non è soggetto in quanto non sono previste opere di scavo; 27. in riferimento alla DGRV 2774/2009 e DGRV 97/12 e del regolamento edilizio comunale art. 88-bis (lavori in quota), l intervento in progetto: è soggetto alla presentazione della documentazione dimostrativa; non è soggetto a tali disposizioni in quanto ; altra specificazione.; Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 14 di 19 Timbro e firma del

15 DATI TECNICI DI PROGETTO A. IMMOBILE L immobile è censito all Agenzia del Territorio di Verona come segue: N.C.T.R. al Foglio. Mapp.... ; N.C.E.U. Sez... Foglio Mapp. Sub...; L immobile ricade nel PAT adottato: Elaborato n 1 CARTA DEI VINCOLI E DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE.. ; Elaborato n 2 CARTA DELLE VARIANTI.. ; Elaborato n 3 CARTA DELLE FRAGILITA.. ; Elaborato n 4 CARTA DELLA TRASFORMABILITA.. ; Zona di P.R.G.:....; Piano attuativo denominato ; approvato con Delibera del C.C. n del. ; Ricadente all interno esterno del perimetro di Centro Abitato ai sensi del Codice della Strada Precedenti (indicare eventuali permessi di costruire, condoni, varianti o altro)...; B. INDICI URBANISTICO EDILIZI STATO ATTUALE PREVISIONI P.R.G. DATI PROGETTO 1 Superficie del lotto mq 2 Volume mc 3 Indice di edificabilità mc/mq 4 Area coperta mq 5 Rapporto di copertura % 6 Altezza ml 7 Altezza massima isolato ml 8 Piani abitabili n 9 Distanze dai confini ml 10 Distanza dal ciglio strada ml 11 Distanza tra fabbricati ml 12 Superficie coperta a verde mq 13 Superficie scoperta pavimentata mq Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 15 di 19

16 C. AUTORIMESSE E PARCHEGGI STATO ATTUALE PREVISIONI P.R.G. DATI PROGETTO 1 Autorimesse per (art.35 R.E.) n 2 Autorimesse per (art.35 R.E.) n 3. in deroga per parcheggi (art. 9 L. 122/89) 4 Superficie interna 5 Superficie esterna mq mq mq D. DESTINAZIONE D USO STATO ATTUALE PREVISIONI P.R.G. DATI PROGETTO 1 Residenziale n unità att. prog. mc 2 Industriale n unità att. prog. mq 3 Artigianale n unità att. prog. mq 4 Turistica n unità att. prog. mc 5 Commerciale n unità att. prog. mc 6 Direzionale n unità att. prog. mq 7 Rurale n unità att. prog. mq 8 n unità att. prog. mq/mc In caso di dichiarazioni non veritiere nella relazione che precede, il sottoscritto è a conoscenza del fatto che l Amministrazione Comunale ne darà comunicazione al competente Ordine Professionale per l irrogazione delle sanzioni disciplinari, nonché all Autorità Giudiziaria ai sensi dell art. 23, comma 6, del D.P.R. n 380/01. Alla fine dei lavori si impegna, altresì, ad emettere un Certificato di Collaudo finale che attesti la conformità delle opere eseguite al progetto allegato e produrne copia al Comune, in allegato alla dichiarazione di fine lavori, nonché ad adempiere agli obblighi di cui alle seguenti normative: L. 1086/71 (opere in cemento armato e assimilabili), L. 10/91, Decreti Legislativi 192/05, 311/06, 115/08 (rendimento energetico), D.M. 37/08 (impianti), artt. 24 e 25 D.P.R. 380/01 (agibilità), L. 13/89 e D.M. 236/89, ll. 104/92 (barriere architettoniche), D-P-R- 37/98 e D.M (prevenzione incendi), L. 447/95 e relativi decreti attuativi (inquinamento acustico), D.Lgs. 152/2006 (Codice dell ambiente), limitatamente allo scarico delle acque reflue e alle terre e rocce di scavo. Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 16 di 19 Timbro e firma del

17 ALLEGA LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE Fotocopia del documento d identità dei dichiaranti; (1 copia cad.) Fotocopia del documento d identità dei contitolari comproprietari; (1 copia cad.) Atto di Assenso di confinante e/o contro interessati, ecc.; (1 copia) Fotocopia documento d identità dei/l firmatari/o Atto d Assenso; (1 copia cad.) Ricevuta del Versamento effettuato per il pagamento delle seguenti onerosità previste: Dirittti di Segreteria, pari ad 150,00; Sanzione, pari ad.; (1 copia) IN MATERIA DI SICUREZZA Documentazione obbligatoria ai sensi del D.Lgs. n 81/2008 art. 90, comma 9, riferita alle imprese esecutrici, anche lavoratori autonomi, incaricate dell esecuzione dei lavori, ed in particolare: Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà, del committente o del responsabile dei lavori, attestante l avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui alle lettere a e b dell art. 90, comma 9, del D. Lgs. 81/08 (1 copia) Copia notifica preliminare all ASL e alla Direzione Provinciale del Lavoro di cui all art. 99 del D.Lgs. 81/08, quando dovuta; (1 copia) Documentazione sulle misure preventive e protettive per i lavori in quota previste dalla DGRV n 2774/09 e succ. DGRV 97 del consistente in relazione di progetto, elaborato grafico redatti dal progettista e completa della dichiarazione da parte dello stesso che il progetto è pienamente aderente alle istruzioni tecniche regionali in riferimento alla normativa sopra richiamata (DGRV 97/12); (1 copia) Parere AULSS di verifica della conformità delle misure di prevenzione e protezione alternative per i casi particolari definiti nel cap. 1.5 dell Allegato B della DGRV n 97/2012; (1 copia) IN MATERIA DI CONFORMITA EDILIZIA Piante, sezioni e prospetti quotati: (1 copia) dello stato attuale per le sanatorie, per gli edifici costruiti ante 54; dell ultimo stato approvato con titoli edilizi in tutti gli altri casi; dello stato di progetto, con l indicazione di dimensioni, superfici, rapporti di aerazione ed illuminazione e della destinazione d uso dei singoli vani; colorate in giallo le opere da demolire, in azzurro le opere in sanatoria ed in rosso le opere da realizzare; Rilievo fotografico dei prospetti e/o interni;; (1 copia) Relazione tecnica illustrativa del progetto; (1 copia) Relazione tecnica corredata da calcoli e grafici dimostrativi completi consistenti in sezioni complessive dell edificio e particolari costruttivi L.R. 21/1996 contenimento consumi energetici; (1 copia) Documentazione relativa alla L. 10/91; (2 copie) Documentazione relativa alla L. 1086/71, L.R. 11/01 e D.M. 14/01/2008 (cementi armati); (2 copie) Relazione idrogeologica che valuti il rispetto delle previsioni del Piano Regionaledi Tutela delle Acque, adottato con D.G.R. 29 dicembre 2004 n 4453, con indicazione delle misure di tutela, salvaguardia e mitigazione, ai sensi dell art delle N.T.A. del PAT adottato con D.C.C:. n 2 del 19/01/2009; (1 copia) Perizia o relazione geologica geotecnica ai sensi del D.M. 11/03/88 (a firma di un ingegnere o di un geologo) che valuti la fattibilità dell opera in progetto, garantisca la sicurezza e la stabilità dei manufatti limitrofi e l idoneità delle scelte progettuali ed esecutive; (1 copia) Dichiarazione di conformità dell intervento finalizzato al superamento delle barriere architettoniche, come da modulo, relativo elaborato grafico e relazione tecnica; (1 copia) IN MATERIA DI VINCOLI: Monumentale Archeologico- Forestale Provvedimento soprintendenza, emesso ai sensi della parte II del D.Lgs. 42/04, per la tutela monumentale; Domanda / Provvedimento Soprintendenza, presentata / emesso ai sensi della II parte del D.Lgs. 42/04 per la tutela archeologica; Domanda / Provvedimento, presentata / emesso ai sensi dell art. 20 della L.R. n. 58/94 e s.m.i.; IN MATERIA DI RISPETTO DEL CODICE DELLA STADA Autorizzazione in deroga al codice della strada IN MATERIA DI VALUTAZIONI IGIENICO SANITARIE (ASL) Parere ASL; Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 17 di 19

18 IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI (VV.FF.) Nulla Osta preventivo antincendio VV.FF. per le categorie B e S.C.I.A. per tutte le categorie; IN MATERIA DI SANATORIA Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà circa l epoca ed i responsabili dell abuso IN MATERIA DI TERRE E ROCCE DA SCAVO Indagine ambientale del sito Dichiarazione del tecnico incaricato (MOD. 1) Dichiarazione dell appaltatore / committente e del tecnico incaricato (MOD. 2) IN MATERIA DI SCARICHI ACQUE / FOGNATURE Schema della rete di fognatura; particolari costruttivi e dimensionamento dell impianto di smaltimento; schema e dimensionamento dell eventuale impianto di depurazione; IN MATERIA DI ACUSTICA Documentazione relativa alla previsione di impatto acustico ai sensi dell art. 8 della L. n 447/95 del ovvero dichiarazione di conformità delle strutture alle previsioni del Piano Acustico Comunale, vistata dal Servizio Ecologia. Il Piano per l Acustica è depositato presso il Servizio Ecologia del comune che provvederà alla verifica della correttezza della dichiarazione rilasciata..; Autocertificazione dei requisiti acustici passivi degli edifici ai sensi della L. 447/95 vistata dal Servizio Ecologia (modulo scaricabile dal sito internet comunale) redatta da un tecnico competente in acustica; IN MATERIA DI INQUINAMENTO LUMINOSO Progetto illuminotecnico ai sensi della L.R. 17/2009 per i pali di illuminazione esterna ovvero dichiarazione sostitutiva del Tecnico..; IN MATERIA DI IMPIANTISTICA Progetto / Relazione / Schema degli impianti ai sensi del D.M. 37/08 ALTRO:...; DOCUMENTAZIONE AI FINI DELL EVENTUALE AUTOLIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE ART. 16 D.P.R. n 380/01 Calcolo volume e/o della superficie onerosa compresi accessori per determinazione oneri di urbanizzazione (superficie netta x altezza di piano lorda).. Scheda parametrica (D.M ) per il calcolo del contributo sul costo di costruzione ovvero computo metrico estimativo delle opere da eseguire sulla base del prezziario aggiornato della Camera di Commercio di Verona ovvero dichiarazione del progettista sulla base di quanto disposto dall ultimo comma dell art. 83 della L.R. 61/85 Autocalcolazione degli oneri + ricevuta di versamento Autocertificazione sull esclusione del contributo di costruzione con specifico riferimento alla norma di legge In data:... IL TITOLARE. IL PROGETTISTA.. Timbro e firma del Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 18 di 19

19 ENAC A DOCUMENTI PER OTTENERE I PARERI-NULLA OSTA NECESSARI DA PRESENTARE IN FORMATO DIGITALE CON FIRMA DIGITALE E/OCARTACEO modulistica sul sito coli_per_la_navigazione_aerea/protocollo tecnico A4 A22 RFI AERONAUTICA MILITARE ULSS 22 VIGILI FUOCO PROVINCIA DI VERONA CONCESSIONI STRADE CONSORZIO BONIFICA AGROVERONESE SOPRITENDENZA ARCHEOLOGICA SOPRINTENDENZA MONUMENTALE ELETTODOTTI METANODOTTI SERVIZIO ECOLOGIA PROVINCIA DI VERONA ACQUE VERONESI la modulistica da produrre verrà richiesta in seguito all inoltro del parere presso il servizio patrimonio della Soc. Autostrada A4 modulo di richiesta + 4 copie planimetrie con distanza dalla rete + 4 copie relazione tecnica modulistica da presentare si trova nei mod.1rfi e mod.2rfi pubblicati nel sito internet del comune di Sommacampagna_ sezione modulistica edilizia privata N. 2 copie relazione tecnica; n. 2 copie corografia scala 1: con individuazione delle opere da eseguire; n. 2 copie planimetria catastale con individuazione delle opere da eseguire; n. 2 copie profilo longitudinale modulo di richiesta +2 copie planimetrie + 2 copie relazione tecnica e diritti di segreteria sulla tabella regionale pubblicata sul sito modulo di richiesta in duplice copia con marca da bollo da 14,62 +2 copie planimetrie + 2 copie relazione tecnica e diritti di segreteria sulla tabella pubblicata sul sito modulistica sul sito modulistica sul sito modulistica sul sito (1 file in elenco) modulistica sul sito (1 file in elenco) N. 1 tavola di progetto con l indicazione del rilievo della linea, volume del fabbricato e distanza dell opera finita richiesta + n. 1 copia tavola grafica scala 1:2000 catastale e progetto modulistica sul sito nella sezione AGIBILITA n. 1 marca da bollo 14,62; Modulistica sul sito: + modulistica sul sito per le utenze produttive oppure per le utenze domestiche Si dichiara, ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 445/2000, che tutte le copie degli allegati presentati (tavole progettuali, documentazione fotografica, ecc.) sono identiche. Data IL PROGETTISTA IL RICHIEDENTE Comune di SOMMACAMPAGNA (Vr) _MODULISTICA_S.C.I.A._Art.37DPR380 Pagina 19 di 19

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160)

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160) Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno

Dettagli

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo SCIA SCIA con richiesta contestuale di atti presupposti Indirizzo PEC / Posta elettronica SEGNALAZIONE

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

meglio descritte nella relazione tecnica allegata

meglio descritte nella relazione tecnica allegata Modello 05: Spazio riservato all Ufficio Protocollo Marca da bollo 14,62 Al Dirigente del Settore II Comune di Roccapalumba Oggetto: l sottoscritt nat a ( ) il / / residente a ( ) in via n. C.F. in qualità

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

Allo Sportello Unico Comune / Comunità / Unione COMUNICAZIONE DI ULTIMAZIONE LAVORI SU PERMESSO DI COSTRUIRE

Allo Sportello Unico Comune / Comunità / Unione COMUNICAZIONE DI ULTIMAZIONE LAVORI SU PERMESSO DI COSTRUIRE CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico Comune / Comunità / Unione COMUNICAZIONE DI ULTIMAZIONE LAVORI SU PERMESSO DI COSTRUIRE Dati del titolare Cognome Nome Codice fiscale Data

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive Bollo 14,62 AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE STRUTTURE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (COM 4A - D.A. 8/5/2001) Ai sensi della L.r.

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Comunicazione di inizio attività edilizia libera ai sensi del comma 2 dell art. 6 del DPR 380/2001

Comunicazione di inizio attività edilizia libera ai sensi del comma 2 dell art. 6 del DPR 380/2001 ORIGINALE/COPIA AL COMUNE DI MILANO SETTORE SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SERVIZIO INTERVENTI EDILIZI MINORI Via Pirelli, 39 20124 Milano 2 piano corpo basso ART.6 DPR. 380/2001 - competenza SUE N ATTI

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE

MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE Dichiarazione del proponente/produttore in merito al rispetto

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9 Indice Parte Prima Premessa... pag. 2 Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3 Parte Seconda A) Definizioni. pag. 9 B) Disposizioni riguardanti aspetti generali. 10 C) Disposizioni in materia di

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA (aggiornata a gennaio 2014) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... pag. 3 IL PIANO CASA IN TOSCANA... pag. 4 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO....pag. 5 INTERVENTI DI DEMOLIZIONE

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE Esente da bollo N.B.: presentare almeno 10 giorni prima dell inizio SPAZIO PER ETICHETTA PROTOCOLLO COMUNALE Si consiglia di presentare in triplice copia di cui n.1 timbrata dall Ufficio PROTOCOLLO da

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Regol@mento edilizio ed urbanistico

Regol@mento edilizio ed urbanistico . Comune di Spoleto Direzione Pianificazione Urbanistica Regol@mento edilizio ed urbanistico.......... Il Regolamento edilizio ed urbanistico è stato adottato dal Consiglio comunale con la deliberazione

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria

Domanda di autorizzazione all'allacciamento e allo scarico di acque reflue domestiche nella rete fognaria DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ALLACCIAMENTO ED AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NELLA RETE FOGNARIA PROVENIENTI DA UN INSEDIAMENTO RESIDENZIALE (La

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 87 DEL 14 MAGGIO 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ'

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' AL COMUNE DI Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 19 commi

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

CITTA DI PALAZZOLO SULL OGLIO (Provincia di Brescia)

CITTA DI PALAZZOLO SULL OGLIO (Provincia di Brescia) CITTA DI PALAZZOLO SULL OGLIO (Provincia di Brescia) NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO (art. 4 D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 articoli 28 e 29 legge regionale 11 marzo 2005, n. 12) Adottato con D.C.C. n. 33 del

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI. Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI Prof. Ing. Francesco Zanghì LAVORI PRIVATI AGGIORNAMENTO 07/04/2013 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DPR N 380 DEL 06/06/2001 (TUE) Il Testo Unico per l Edilizia

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO EDILIZIA RESIDENZIALE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO EDILIZIA RESIDENZIALE ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO Manifestazione di interesse alla presentazione di progetti, iniziative e misure da inserire nella proposta di Accordo di Programma della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

Accesso agli atti Ambiente e Gestione del Territorio / Tecnico e Sviluppo Locale

Accesso agli atti Ambiente e Gestione del Territorio / Tecnico e Sviluppo Locale Accesso agli atti Ambiente e Gestione del Territorio / Tecnico e Sviluppo Locale Il cittadino deve formulare istanza di accesso agli atti quando deve richiedere copie di atti raccolti negli archivi comunali,

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE SISMICA E DELL ATTESTAZIONE DI DEPOSITO SISMICO

PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE SISMICA E DELL ATTESTAZIONE DI DEPOSITO SISMICO TAVOLO TECNICO DI COORDINAMENTO delle Provincie della Regione Abruzzo (L.R. n. 28/2011, art. 2, comma 4) c/o Direzione Protezione Civile e Ambiente via Salaria Antica Est 27 67100 L Aquila fax 0862.364615

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Norme del Documento di Piano

Norme del Documento di Piano Norme del Documento di Piano SOMMARIO: ART. 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ART. 2. CONTENUTO DEL DOCUMENTO DI PIANO... 4 ART. 3. RINVIO AD ALTRE DISPOSIZIONI DIFFORMITÀ E CONTRASTI TRA DISPOSIZIONI, DEROGHE...

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI...

ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI... ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI... 2 PARTE I... 3 PIANI URBANISTICI ATTUATIVI... 3 PARTE II... 7 PROGRAMMI DI RICONVERSIONE E/O

Dettagli

COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE. (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 63 del 17/12/2009)

COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE. (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 63 del 17/12/2009) COMUNE DI COGOLETO Provincia di Genova REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 63 del 17/12/2009) INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI...4 Art. 1 - CAMPO

Dettagli

REGOLAMENTO SANZIONI OPERE ABUSIVE IN AREE DI VINCOLO PAESAGGISTICO AMBIENTALE

REGOLAMENTO SANZIONI OPERE ABUSIVE IN AREE DI VINCOLO PAESAGGISTICO AMBIENTALE ALLEGATO alla Delibera Consiglio Comunale n 47 del 21.12.2006 Comune di Vezzano Ligure Provincia della Spezia Area Pianificazione Territoriale Urbanistica Edilizia Privata REGOLAMENTO SANZIONI OPERE ABUSIVE

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n..

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n.. DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE CHE NON RECAPITANO NELLA RETE FOGNARIA (La domanda dovrà essere compilata su carta legale o resa legale). Al Signor Sindaco del Comune

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno).

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). Mod. 2 - imprese COMUNE DI... D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER IMPRESE Attività produttive, industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche,

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA Al Dirigente Responsabile della U.O.B.S.

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli