CASTELFRANCO. Veneto. Zuanon. Pasticceria Panificio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CASTELFRANCO. Veneto. Zuanon. Pasticceria Panificio"

Transcript

1 CASTELFRANCO edizioni Veneto Anno V - n. 2 Dicembre 2014 SEMESTRALE D INFORMAZIONE DEL COMUNE DI CASTELFRANCO V.TO Pasticceria Panificio Zuanon CASTELFRANCO VENETO - Piazza Giorgione, 64 TREVILLE di Castelfranco V.to - Via Monte Pelmo, 1 Pane di tutti i tipi Dolci e torte Pasticceria fresca Servizio eventi e rinfreschi Bar - Pizzette e panini Tel

2 2

3 Pericoloso stallo e le responsabilità sono molteplici On. LUCIANO DUSSIN Sindaco Cari concittadini, è passato un altro anno e la crisi del lavoro insiste, si aggrava, e non vuole abbandonarci. Le responsabilità? Molteplici: sono da ricercare nelle politiche monetarie internazionali senza guida politica, nelle mancate riforme dello Stato, e anche dai comportamenti degli stessi italiani. Nel mondo ci sono ancora 650 mila miliardi di dollari di prodotti finanziari inventati, i cosiddetti derivati sono 300 volte il debito pubblico italiano. La politica ha permesso ai sistemi finanziari di arricchirsi senza limiti. Il mese scorso le borse mondiali hanno cancellato dalle tasche dei risparmiatori miliardi di dollari veri, per pulirne altrettanti di inventati da esse stesse... e assistiamo a manovre finanziarie che gli Stati servili, compreso il nostro, si impongono per pagare interessi veri a chi compra i loro buoni del tesoro utilizzando fondi inventati. La legge di Stabilità per il 2015 taglia incredibilmente ai Comuni altri 3,7 miliardi di euro (dati ANCI). Stessa denuncia di insostenibilità economica arriva dai neoeletti Presidenti delle nuove Province (per le future Città metropolitane sarà anche peggio) che continuando a gestire scuole superiori con 2,5 milioni di studenti, 130 mila Km di strade oltre alla tutela ambientale per un costo complessivo sostenuto nel 2014 di 3,2 miliardi di euro, dovranno scendere ad una spesa di 2 miliardi nel 2015, di un miliardo nel La Provincia di Treviso nel 2015 non avrà i soldi per pagare il riscaldamento delle scuole. In Italia per far star male le famiglie riusciamo ad aggiungere anche dell altro; pochi esempi per tutti: è stata reintrodotta la tassazione sulla prima casa per coprire i mancati risparmi di una Spesa Standard che mai decolla, e per arginare le garanzie fornite dallo Stato a copertura dei buchi miliardari della banca di Siena. Oltre a questo, a fronte di un giovane su due che non trova lavoro restando senza famiglia, la politica si interroga sui matrimoni gay e sulle adozioni dei bambini agli omosessuali. Per la nostra sicurezza il Governo ha svuotato le carceri e garantito l ingresso a chiunque si affacci dal mediterraneo. Le Regioni e i Comuni per compensare i continui tagli imposti ai loro bilanci aumentano i costi dei servizi... a Roma tagliano i fondi alle Regioni per il sostegno ai pagamenti degli affitti alle famiglie disagiate, le Regioni per far bastare i soldi alzano i parametri del disagio e a Castelfranco Veneto da 180 famiglie aiutate si scende a meno di trenta, e così in tutte le altre Città. In questi giorni ci hanno comunicato con decreto ministeriale che in Città avremo sedicimila euro in tutto da distribuire alle decine di famiglie sotto sfratto per morosità, e pretendono un bando pubblico che costerà tre volte più della cifra da distribuire creando aspettative a centinaia di persone per aiutarne forse tre o quattro - RE- LE CAUSE DI QUESTA SITUAZIONE DI IMPOTENZA PROVENGONO TANTO DAL CONTESTO INTERNAZIONALE, CHE LOCALE, CHE DI CIASCUN SINGOLO Il Sindaco del Comune di Castelfranco Veneto, al fine di consentire a tutte le attività di poter essere visibili a rotazione su questo notiziario, invita i titolari delle stesse a rivolgersi al Sig. Andrea Maroso tel ( o all incaricato di Grafì Comunicazione, Anita - tel di Marcon Alessandro & Luca Via Busa, 47/B Castelfranco Veneto (TV) Tel. e Fax:

4 SPONSABILITÀ DEL GOVERNO PD, CHE HA UNA SUA CANDIDATA A GOVERNA- RE LA CITTÀ CHE INCOLPA IL SOTTOSCRITTO DI NON AIUTARE LE NOSTRE FAMIGLIE... Viene voglia di scappare, ma le colpe di un sistema ormai fallito partono anche dai comportamenti degli stessi cittadini: i comitati del NO sempre abbondano; non vogliamo le centrali elettriche, nemmeno quelle a biogas o geotermiche, per poi comprare l energia al doppio del valore da altri paesi più ricchi del nostro. Se non bastasse pretendiamo di portare i nostri rifiuti nella ricca Germania e allo stesso tempo ci arrabbiamo se non ci prestano i loro denari per pagare le nostre spese statali. Così non va. Un paio di anni fa durante i lavori su via Forche trovammo delle lastre di Eternit sepolte, per smaltirle abbiamo speso 200 mila euro per portale in Germania, in Italia gli impianti di smaltimento non sono desiderati... I TAR, tribunali amministrativi creati a tutela dei cittadini contro le decisioni delle pubbliche amministrazioni, sono stati trasformati negli sfogatoi gratuiti di chiunque, ormai qualsiasi opera è impugnata al TAR che non dà risposte se non dopo anni. La strada Pedemontana Veneta, finanziata per la prima volta ancora nel 1999 con un emendamento a mia firma e dell on. Dozzo per oltre seicento miliardi di lire, entra con i cantieri nella nostra provincia solo in questi giorni; il prolungamento della Statale del Santo da Resana fino alla nostra circonvallazione, finanziata quattordici anni fa con un emendamento del sottoscritto del valore di quindici miliardi di lire, non viene prolungata verso la Valsugana a Bassano per i soliti ricorsi dei professionisti del No. Anche Castelfranco Veneto fatica a resistere in questi contesti. La scelta di tenere in loco le produzioni necessita sì di trovare un buon rapporto con gli amministratori locali, ma deve misurarsi con parametri che vengono decisi in altri ambiti: il costo del lavoro, la tassazione sugli utili, l accessibilità al credito... La nostra Regione ha ancora i numeri per continuare ad essere protagonista nel mondo, per farlo ha oggi più che mai la necessità di liberarsi dall organizzazione e dai continui prelievi che subisce da questo Stato (20 miliardi di euro l anno), ma liberarsene non è cosa che si ottiene con una domanda in carta da bollo o presentando leggi in un parlamento abitato per la maggioranza da rappresentanti di Regioni che vivono con i soldi che ci sottraggono... Nelle pagine seguenti, in attesa di novità che tardano pericolosamente ad arrivare, vengono elencate le azioni di governo locale decise negli ultimi mesi. Spero che dopo i forti tagli di bilancio già subiti, gli ulteriori, già previsti per i Comuni nel 2015, non vanifichino anche queste speranze. Il Sindaco On. Luciano Dussin UNA SVOLTA ANCORA È POSSIBILE CON LA DETERMINAZIONE E L IMPEGNO COSTANTE È CASTELFRANCO VENETO Periodico dell Amministrazione comunale di Castelfranco Veneto È EDIZIONI Edizione di Castelfranco Veneto - Dicembre 2014 Registr. Trib. di Treviso nº 137 del 09/03/2010 DIRETTORE RESPONSABILE Martina Berno EDITORE Grafì Comunicazione s.n.c. - Grafì Edizioni Via Castellana, Resana (TV) Tel Fax REDAZIONE Ufficio assessori del Comune di Castelfranco V.to Responsabile di redazione: Andrea Maroso REALIZZAZIONE Grafica, raccolta pubblicitaria, stampa a cura di Grafì Comunicazione - Grafì Edizioni Tel PERIODICITÀ Semestrale a distribuzione gratuita TIRATURA copie FINITO DI STAMPARE Dicembre 2014 Foto di copertina: immagine simbolo dell iniziativa Sei di Castelfranco Se con foto di Maurizio Sartoretto Nessuna parte di questa pubblicazione è riproducibile senza il consenso scritto dell editore. Tutti i QRCode presenti su questo periodico sono leggibili da smartphone e tablet. Consultali per avere maggiori informazioni sugli sponsor. Un grazie di cuore da parte dell Amministrazione comunale e dell editore, agli operatori economici che hanno permesso la realizzazione di questo periodico a costo zero per il comune di Castelfranco Veneto. 4

5 CASTELFRANCO V.to (TV) - Via Circonvallazione Est, 38 - tel gruppoceccato.com Via San Giorgio, 73 Castelfranco Veneto (TV) Tel Fax Chiuso il martedì mattina 5

6 Sport Sport vivo a Castelfranco Pur nei stretti lacci del Patto, l Amministrazione ha posto una serie di interventi per migliorare la dotazione di impianti RINNOVATO IL CAMPO DA BASKET DI VIA BELLINI Quanto è bello giocare a basket all aria aperta, occasione di incontro, giusto e leale confronto sottocanestro, lontano dalla strada, pericoli e brutte compagnie. Ma è necessario poter giocare in spazi sicuri ed idonei. L Amministrazione comunale è intervenuta nelle scorse settimane per la ristrutturazione e messa in sicurezza del campo all aperto in via Bellini, ora fruibile da tutti i ragazzi e appassionati della palla a spicchi. L intervento nasce da una richiesta all Assessorato allo sport di un gruppo di giovani del posto i quali, per pura passione e non volendo sottoscrivere alcun tesseramento con una società sportiva, necessitavano di un posto all aperto per fare sport e socializzare, mantenendosi in forma ed occupando il tempo in modo sano. Richiesta prontamente accolta dall Amministrazione alla luce della possibilità di utilizzo da parte delle vicine scuole. 5 NUOVI DEFIBRILLATORI Lo scorso mese di maggio, nel rispetto del Decreto Balduzzi che prescrive alle società sportive di dotarsi di defibrillatori e di personale formato, sono stati consegnati a quattro società sportive castellane altrettanti apparecchi, strumenti vitali in caso di arresto cardiaco (in Italia perdono la vita circa 1000 sportivi l anno a causa di un arresto cardiaco improvviso verificatosi durante l attività sportiva). Nella seconda parte dell anno l Amministrazione comunale è intervenuta fornendo 5 nuovi defibrillatori installati in impianti sportivi cittadini. FERMATI I PICCIONI ALLO STADIO Nuova stagione, nuovi lavori allo stadio comunale. Durante i mesi estivi sono state installate nelle tribune del primo impianto all aperto cittadino le reti anti piccioni, protezioni necessarie per allontanare i piumati colpevoli di imbrattare gli spazi riservati al pubblico. In parallelo il personale è intervenuto tinteggiando i bagni e con altri lavori di piccola manutenzione non più procrastinabili. NUOVI SPOGLIATOI A TREVILLE A risposta delle esigenze della società di Treville, spesso in difficoltà nel gestire le molte squadre che si allenano nel campo da calcio, sono stati posizionati nella struttura sportiva all aperto due spogliatoi prefabbricati. NUOVA SEDE PER GLI ARBITRI Gli Arbitri hanno una nuova sede, o meglio avranno nel nuovo anno una nuova sede. La locale sezione dell Associazione Italiana Arbitri FGCI con attuale base operativa al civico 4 di via Giuseppe Verdi, forte di 200 associati, sabato 18 ottobre ha soffiato sulla sua 40ª candelina in una serata indimenticabile. E per ripartire nel nuovo decennio di attività, i vertici dell Associazione hanno firmato il 7 novembre scorso in Sala Consiliare, la convenzione con il Comune che assegna loro la nuova sede di via Lovara di Campigo sino al marzo del Prima SE UNA BUONA MELA VUOI MANGIARE... DA ONGARATO DEVI ANDARE!!! 6 Via S. Pio X, Castelfranco Veneto (TV) - Tel. e Fax

7 STEFANO MARCON Assessore e Vicesindaco allo sport e manifestazioni, al personale, al rapporto con le frazioni e le associazioni del trasferimento previsto entro il 30 marzo del prossimo anno, l edificio di via Lovara va rimesso a nuovo, trattandosi di un immobile in parziale stato di degrado. E quando c è da lavorare, nello spirito di altruismo e comunità, ecco che rispondono presente gli Alpini. La sezione di Castelfranco Veneto dell ANA, resa partecipe del progetto, si farà carico in questi mesi del ripristino dell edificio (impianti, pavimentazione e serramenti), ricavando gli spazi per una sala incontri da un centinaio di posti. La Sala riunioni verrà poi messa a disposizione della collettività e soprattutto delle Associazioni cittadine quali ad esempio gli stessi Alpini, Protezione Civile, Scherma, Palio e quante ne faranno richiesta nel regolamento che verrà predisposto. Inoltre, la strategica posizione del sito posto nella cintura periferica della Città, darà modo di organizzare le riunioni periodiche plenarie in modo agevole e senza recare disturbo a terzi. Il trasferimento dell AIA, inoltre, libererà l attuale sede di via Verdi, creando nuovi spazi per altre Associazioni. BUON COMPLEANNO JUDO CLUB Era il 18 novembre del 1974 quando Renzo Ondei entrò per la prima volta nella palestra di via Carpani a Borgo Asolo, dando vita al Judo Club Castelfranco Veneto. Poco più di un mese dopo (il 1 gennaio del 1975) la società si affiliò alla federazione F.I.L.P.J. (questa era allora la denominazione) portando ufficialmente nella Città del Giorgione il judo ed il karate. Quarant anni dopo le arti marziali orientali si praticano ancora a Castelfranco. Tanti gli importanti risultati che il Judo Castelfranco ha ottenuto in questo lungo percorso con atleti vestiti d Azzurro o con le divise delle Forze Armate (Finanza ed Esercito). Il risultato più prestigioso arrivò già nel 1978, anno in cui il Judo Club Castelfranco risultò prima società d Italia nel judo femminile, vincendo il Gran Premio d Italia. Ma accanto agli atleti più rappresentativi, nutrita è la schiera di piccoli e grandi appassionati che a piedi scalzi, frequentano settimanalmente corsi ed allenamenti alla palestra comunale di via Marconi. PISCINA COMUNALE - NUOVA APERTURA AL PUBBLICO MATTUTINA A partire dal 10 dicembre 2014, nei giorni di mercoledì e venerdì dalle ore 6.30 alle ore la piscina sarà aperta al pubblico. Per informazioni rivolgersi alla segreteria delle piscine comunali. LA SICUREZZA SU MISURA, LA SICUREZZA PER TE da più di 20 anni il gruppo che fa la differenza SEDE: CASTELLO DI GODEGO (TV) SHOWROOM: CASTELFRANCO VENETO (TV) TEL: PELLIZZARI VINCE IL PREMIO H D ORO 2014 COME MIGLIOR IMPIANTO SICUREZZA SU MISURA PREMIAZIONE AVVENUTA IL 28 NOVEMBRE SCORSO A ROMA NELLA SALA DELLA CROCIERA DEL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO Sosteniamo la: 7

8 Servizi sociali Con costanza ed attenzione verso gli altri Le sempre maggiori difficoltà economiche, comportano un aumento degli interventi nel campo sociale VOUCHER: UN IMPULSO DI DIGNITÀ Nella metà del mese di settembre il governo cittadino, su proposta dell assessore al sociale Marialuisa Migliorino, ha confermato lo stanziamento di fondi per i voucher sociali da corrispondere per progetti di pubblica utilità (dgr Regione Veneto 804 del ). In linea con le esperienze positive dei progetti realizzati negli anni 2013 e 2014, tramite i servizi sociali, verranno individuate delle persone assistite direttamente con contributi comunali e componenti di nuclei familiari in disagio economico o già titolari di trattamento di cassa integrazione e/o mobilità, per i quali siano cessati gli ammortizzatori sociali che siano stati utilmente impiegati alle attività del Comune. Le attività alle quali sono stati destinati 15 mila euro per il primo semestre del 2015 riguardano la manutenzione e dipintura del cavalcavia di Borgo Padova, le manutenzioni edili di manufatti stradali e di strutture per l arredo urbano, i servizi di controllo negli usi delle palestre comunali e provinciali affidati alle società sportive e servizi amministrativi di assistenza a genitori degli alunni frequentanti le scuole dell obbligo per le richieste di attribuzioni di benefici economici regionali. CASA EX ZAMPERIN A NUOVO PER RISPONDERE AD ESIGENZE ABITATIVE Casa ex Zamperin di via Lovara a Campigo è stata concessa ad una fondazione padovana per poter dare una risposta al bisogno abitativo di alcune famiglie del territorio. L Amministrazione, con delibera approvata dal Consiglio comunale (n. 16 del 11/04/2014) ha firmato con la Fondazione La Casa onlus di Padova, una convenzione trentennale che permette alla stessa di gestire gli alloggi presenti nell edificio di via Lovara ed utilizzare l attiguo spazio all aperto di circa 700 mq. Nel documento sottoscritto, La Casa onlus, dopo aver provveduto a ristrutturare gli ambienti (messa a norma di impianti, infissi, pavimenti, cucine, tinteggiatura ed arredamento), si impegna a gestire gli alloggi comunali concedendoli ad uso abitativo. Il Comune, impossibilitato a valorizzare l immobile visti i lacci posti dal patto di stabilità, ha così trovato la migliore soluzione, riservandosi oltremodo la possibilità di indicare, su segnalazione dei servizi sociali, eventuali nominativi di soggetti che versano in emergenza abitativa. In particolare saranno quattro le famiglie castellane che troveranno spazio nei locali adibiti negli anni Novanta ad alloggio per lavoratori extracomunitari. STUDI INTEGR ATI DOTTORI COMMERCIALISTI CONSULENZA D IMPRESA E FISCALITÀ INTERNAZIONALE 8 Tel web: Piazza della Serenissima, Castelfranco Veneto (TV) Sedi all estero: LONDRA - SHANGHAI - TUNISI Tel web:

9 Un nuovo impulso per la Mobilità Sociale MARIALUISA MIGLIORINO Assessore alla sanità, ai servizi alla persona, alle politiche familiari, alle pari opportunità CONSEGNATO AL COMUNE, GRAZIE ALLA SENSIBILITÀ DI ALCUNE DITTE DEL TERRITORIO, UN MEZZO DA UTILIZZARE NEL TRASPORTO SOCIALE L Amministrazione, per rispondere al sempre maggior numero di richieste e dovendo far fronte a limitate risorse, ha aderito al progetto di Mobilità Garantita di PMG Italia, che prevede la consegna in comodato d uso gratuito di un Fiat Ducato attrezzato per il trasporto di persone svantaggiate. I trasporti vengono realizzati dal personale dell ass. Carmen Mutuo -Aiuto onlus che, in collaborazione con Comune e Centro Anziani cercano di soddisfare le esigenze di persone svantaggiate come raggiungere gli ospedali, gli uffici pubblici, i servizi riabilitativi, i ritrovi aggregativi e quant altro. Per coprire i costi, PMG Italia ha messo in campo una capil- lare ricerca di sponsorizzazione. La cerimonia di consegna del mezzo si è tenuta giovedì 11 dicembre. Queste le aziende che hanno aderito alla proposta: Ada Srl; Adriatica Strade Costruzioni Generali Srl; Albergo Roma; Assifin Soluz. Assic. Finanz. Stocco; B & C Servizi Snc; Beton Gi.Pi Srl; Biplast Srl; Bluergo Srl; Calcio Mare Snc; Castel Mac Spa; Commerciale Veneta Beltrame Spa; Consorzio C.R.C. Centro Revisioni; Consorzio in Concerto; Di Pi Plast Srl; Farmacia Alla Torre Dott. Isolato C.; Ferro Distribuzione Srl; Fraccaro Spumadoro Spa; Global Area Broker Srl; Gruppo Barichello Srl; I.M.G. Spa; Idrogroup Impianti Srl; Il Gelato; Label. M Italia Srl; Laborat. Odont. Marelli F. & Tortato R; L immobiliare Srl; Logue Oliver Plunkett; Meccanica M.G.M. Snc; Milani Massimo; New Service Srl; P.L.M. Srl; Pasta Zara Spa; Steelco Spa; Vercar Rc Srl. CENTRO ANTIVIOLENZA Con l obiettivo di attivare il servizio nel marzo 2015, l Amministrazione comunale ha presentato domanda di contributo alla Regione per aprire in Città un Centro Antiviolenza. Le donne residenti nel territorio, qualora necessitino di un Servizio specifico, devono attualmente far riferimento al Telefono Rosa di Treviso o al Centro Antiviolenza di Mestre o di Padova. Sedi che possono essere un ostacolo per chi vive un maltrattamento. Il Centro diverrà nel tempo un riferimento anche per le donne che vivono nei comuni limitrofi (si stima circa 50 mila donne). Il servizio verrà affidato alla Cooperativa sociale Iside onlus, che vanta esperienza nel settore. Il servizio garantirà: l attività di accoglienza, ascolto telefonico e supporto psicologico; l attività di gruppo di auto aiuto; sostegno ai minori; consulenza legale; orientamento alla ricerca lavoro; attività di sensibilizzazione con progetti educativi; organizzazione eventi di informazione. 9

10 Istruzione La buona scuola Nuovo anno scolastico, nuovi problemi ma nulla è trascurato L ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE ATTIVO NEL DARE RISPOSTE ALLE ESIGENZE DEI VARI ISTITUTI CITTADINI Al termine del passato anno scolastico, l Amministrazione comunale si era posta l obiettivo di portare a soluzione alcuni problemi strutturali e di funzionamento della scuola castellana. Molte cose sono state fatte e si è sulla buona strada per assicurare ai diversi Istituti strutture e spazi adeguati. Nello specifico: Rifacimento del tetto della Scuola Elementare di Treville; Rifacimento della mensa della Scuola Media Giorgione e delle Elementari di Villarazzo; Consegna dell ex tribunale all Istituto Alberghiero Maffioli, con 17 nuove aule e laboratori; Organizzazione dei corsi della sezione musicale del Liceo Giorgione alla Media Sarto; Sistemazione del centro permanente per adulti (CPA) al piano terra dell ex Riccati; Vari lavori di manutenzione. Altrettanto importante è stato il rapporto continuo che l Assessorato ha tenuto con le diverse istituzioni scolastiche. Lo scorso 13 settembre è stata stipulata una convenzione tra Comune e l Associazione dei genitori della Primaria di Villarazzo (foto in alto) atta ad assicurare da una parte un servizio di trasporto adeguato alle particolari necessita degli alunni e dall altra di permettere ai genitori di proporre progetti e migliorie, tra cui la rimessa a nuovo della scuola. Nel mese di ottobre l assessore Franco Pivotti ha visitato i plessi delle scuole cittadine incontrando i vari responsabili. Tutte le problematiche raccolte sono state poi discusse in una riunione con i lavori pubblici e preparato un piano di interventi che purtroppo si scontra con il problema delle risorse. I decantati provvedimenti del Governo sulle scuole belle e scuole sicure non hanno, nonostante le richieste del Comune, trovato reale riscontro finanziario. Gli Istituti comprensivi castellani nel biennio 2014/2015 riceveranno circa Euro. Il Comune ha istituito un tavolo tecnico con i due istituti comprensivi per affiancarli nella richiesta ed esecuzione dei lavori. Riguardo alle scuole nuove, il Comune aveva inoltrato la richiesta di edificare il nuovo liceo e la palestra in via Verdi. Purtroppo per il 2014 non sono stati assegnati dal Governo fondi per questa nuova struttura. Per gli alunni e i genitori degli alunni delle scuole medie si avvicina un momento importante: la scelta della scuola superiore. Le scuole sono organizzate nella Rete di orientamento Orione che programma incontri di informazione per i genitori ed openday. Il 13 dicembre infine si sono tenute le celebrazioni per il 60 anniversario della fondazione dell Istituto agrario di Castelfranco con la presentazione di un libro e l apertura di una mostra. Nel 1954 per volontà dell onorevole Domenico Sartor furono avviati i primi corsi a Castelfranco di orticoltura e meccanica agraria: un progetto di riscatto per le popolazioni rurali di tutta la Provincia. DOLCE E SALATO per i vostri bar, ristoranti e tabacchi SPECIALE CONFEZIONI NATALIZIE ALL INGROSSO. 10 Via del Lavoro, Castelfranco Veneto (TV) Tel Fax

11 Bilancio Patto di stabilità: strumento oscuro, inefficace ed iniquo Prof. FRANCO PIVOTTI Assessore al bilancio e tributi, edilizia privata, istruzione e servizi scolastici TROPPI CONDIZIONAMENTI IMPOSTI DAL PATTO DI STABILITÀ, LIMITANO L INTERA ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA Fin dall insediamento, l Amministrazione ho dovuto combattere con i continui tagli dei trasferimenti statali e con quel mostro chiamato Patto di Stabilità. Non è stato semplice in questi anni evitare un aumento indiscriminato delle imposte comunali o un taglio dei servizi essenziali e far fronte comunque ai pagamenti per l esecuzione di opere avviate dalla precedente amministrazione ma non portate a termine. Il calcolo degli obiettivi di Patto, sono diversi da ente a ente. Per raggiungere l obiettivo di riduzione della spesa stabilito dal Patto vi sono due strade: 1. Ridurre gli impegni di spesa al di sotto delle entrate accertate che in parole povere significa o aumento delle entrate attraverso le tasse comunali o riduzione della spesa con tagli ai servizi. 2. Finanziare le spese in conto capitale, ogni anno, con entrate fresche di denaro in cassa vendendo patrimonio pubblico o attraverso gli oneri di urbanizzazione. Anche la principale fonte di finanziamento utilizzata da sempre per le opere pubbliche che è il ricorso al credito (accensione di mutui) non viene conteggiata come entrata di cassa. Poi come vengano fissati i criteri per l individuazione dell obiettivo di patto è oscuro ed aleatorio, in quanto ogni anno la Legge di Stabilità fissa una percentuale da applicare sulla spesa corrente media di un determinato triennio. Questo meccanismo perverso comporta che nei bilanci dei Comuni si generino numerosi residui passivi (ossia opere finanziate da bilanci di anni precedenti) ma che richiedono per la loro conclusione per rispettare il Patto entrate di cassa negli anni successivi. Ogni anno il comune di Castelfranco Veneto mediamente solo per portare avanti opere iniziate nella precedente Amministrazione o manutenzioni straordinarie di edifici, strade, ecc ha dovuto reperire entrate annuali di cassa di circa 4 milioni di Euro essenzialmente da vendite patrimoniali e oneri di concessione edilizia sempre più in calo per la crisi del settore. Ecco spiegate le difficoltà di avviare nuove opere di assoluta necessità per la Città. Poi lo Stato si è fatto sempre più intransigente sul rispetto del Patto, mettendo sanzioni tra cui il taglio dei trasferimenti Statali di entità pari alla somma di sforamento del Patto. E poiché ora vige la tesoreria unica (i quasi 20 milioni di euro della cassa del Comune sono nelle casse dello Stato centrale), lo Stato preleva la cifra a conguaglio dalle casse comunali. Nonostante ciò dal 2010 l Amministrazione è riuscita a rispettare il Patto ed a portare a termine numerose opere già appaltate con relativo pagamento alle ditte in tempi ragionevoli. Ma fino a quando si potrà tenere duro se non vengono allentate le norme di Patto? Il governo Renzi si era ripromesso nel semestre europeo di presidenza italiana di far alleggerire le catene del Patto, ma pare per ora non ci stia riuscendo. 11

12 UNI EN ISO 9001: / 104 Via San Giorgio, Castelfranco Veneto (TV) Tel Fax VIBRO INFISSIONE PALI LEGNO SU CANALI E FOSSATI CON POSA ROCCIA. MANUTENZIONI EDILI, RIPASSO TETTI, ECC. 12

13 Edilizia Privata I problemi dell edilizia privata a Castelfranco Veneto L OPINIONE DELL ARCH. POZZOBON, DIRIGENTE DEL SETTORE URBANISTICA DEL COMUNE L edilizia, settore nevralgico per lo sviluppo economico e occupazionale, è una fase di stagnazione. Nonostante gli ultimi provvedimenti del governo e della Regione, il settore sconta il calo del potere di acquisto delle famiglie che procrastinano sia gli interventi di manutenzione che di acquisto di prime abitazioni, dove si sconta anche la difficoltà di accesso al credito. Per far il punto della situazione abbiamo voluto sentire il parere dell architetto Luca Pozzobon, dirigente del settore urbanistica ed edilizia privata. Quale a suo parere è la situazione dell edilizia a Castelfranco Veneto? Il settore delle costruzioni sta attraversando un periodo di sofferenza sia in termini di calo di addetti che di diminuzione di unità locali. Gli investimenti privati, soprattutto nel comparto delle nuove costruzioni, si sono ridotti negli ultimi anni a livelli veramente esigui. Rimangono invece in crescita gli investimenti nel comparto delle riqualificazioni e ristrutturazioni che hanno garantito, assieme ai modesti ampliamenti, la sopravvivenza di molte imprese. Gli investimenti pubblici sono invece pressoché nulli. Le nuove norme del Governo sulla semplificazione e in particolare i piani casa hanno segnato una inversione di tendenza nel rilancio dell edilizia? Le norme degli ultimi 4 anni hanno inciso sulle procedure di autorizzazione riducendo i tempi necessari per avviare lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria. Sicuramente ciò è servito per aumentare il numero di cantieri in un arco temporale breve, ma i provvedimenti legislativi statali non hanno inciso in profondità e non hanno fatto ritornare la fiducia negli investimenti nel settore. Si può dire che il settore delle ristrutturazioni/riqualificazioni energetiche ha sostenuto in maniera determinante il comparto dell edilizia. Ci fa una fotografia del problema abitativo a Castelfranco Veneto? Le abitazioni vuote sono circa Dall inizio della crisi la costruzione di nuove abitazioni si è attestata in Città mediamente in 50 nuovi alloggi all anno. Prima della crisi era il doppio. Si deve tenere presente che oggi a Castelfranco ci sono circa nuclei familiari e mediamente ogni anno il numero di famiglie aumenta di circa 100 unità. Significa che il 50% delle nuove famiglie acquista o affitta un alloggio mentre la rimanente riesce a soddisfare l esigenza mediante una nuova costruzione, molto spesso mediante l utilizzo del piano casa regionale costruendo una nuova abitazione in adiacenza a quella esistente. Quale potrebbe essere il riutilizzo dei fabbricati produttivi vuoti e le intere aree edificabili non completate? Le politiche da mettere in atto dovrebbero indirizzare verso il trasferimento di attività che sono sparse in zone non adeguatamente infrastrutturale e a volte in zone con sensibilità ambientali. Vi aspettiamo nel nostro ambiente confortevole ed elegante con i menù speciali 13

14 Lavori pubblici Interventi per una Castelfranco migliore Nuovo manto per Piazza Giorgione SISTEMAZIONE DEL PORFIDO NELLA CENTRALISSIMA PIAZZA CITTADINA. VIALE ITALIA ATTENDE LA NUOVA CICLABILE MANUTENZIONE IN PIAZZA GIORGIONE Piazza Giorgione, la piazza grande, il punto nodale dell intera Città ha bisogno di una costante cura ed attenzione. L Amministrazione comunale, dopo opportune indagini, ha deciso di intervenire con la manutenzione straordinaria del tratto di pavimentazione lastricata in porfido nei parcheggi tra via Garibaldi e corso XXIX Aprile i quali si presentano con avvallamenti, distacchi e cedimenti più o meno accentuati. I motivi di tale dissesto sono da imputare a varie cause, non ultima quella legata al notevole e continuo traffico veicolare, alla pulizia della pavimentazione tramite spazzatrici meccaniche che accompagnata al dilavamento degli agenti atmosferici, causa il progressivo sgretolamento della sigillatura. Ne segue l infiltrazione dell acqua meteorica nel sottosuolo, che durante la stagione invernale, nei periodi più freddi, provoca una continua dilatazione del terreno causando la sconnessione della pavimentazione superficiale. I lavori per un importo complessivo stimato in 100 mila euro, prevedono la creazione di una rete di fori nella soletta di calcestruzzo necessaria per il drenaggio delle acque in caso di infiltrazioni. Successivamente verranno puliti e riposizionati con un sabbia premisce- lata i cubetti di porfido esistenti, per una percentuale che si stima attorno al 90%. Il tratto interessato verrà chiuso al traffico veicolare e si provvederà a spostare temporaneamente alcuni banchi del mercato in via Vittorio Veneto. UNA PISTA CICLABILE IN VIALE ITALIA Via Sardegna e Borgo Treviso saranno collegate lungo viale Italia da un tratto di pista ciclabile, un intervento atteso che rientra nel capitolo della manutenzione straordinaria strade per un importo di 72 mila euro. La pista, per una lunghezza complessiva di 450 metri, sarà di tipo bidirezionale con una larghezza di 2/2.5 metri che comporterà la riduzione della carreggiata. Quanti decideranno di spostarsi sulla due ruote, saranno divisi dal traffico veicolare dall aiuola spartitraffico di circa 50 cm di larghezza realizzata con una doppia cordonata con interposta una pavimentazione in betonella. Con la ciclabile di viale Italia, si aggiunge un ulteriore tassello nella già ricca rete di piste cittadine. Un opportunità in più per muoversi in sicurezza compiendo attività fisica, con un guadagno sia in termini di salute, di ambiente e, perché no, di portafoglio. 14 aperta tutti i giorni: LAVANDERIA SELF SERVICE Lava e asciuga la tua trapunta: matrimoniale 12 singola 9 Da oggi siamo anche su Facebook! Clicca per restare sempre informato su vantaggi e offerte per i nostri clienti Ti aspettiamo! E ricorda... Passaparola! Via Vittorio Veneto, 52/A Resana (TV) - tel

15 ROMEO ROSIN Assessore ai lavori pubblici, alla protezione civile PROGETTO BASSA TENSIONE - ADESIONE CONVENZIONE RETE ISIDE L Amministrazione comunale con apposita delibera (n. 153 del ) ha stabilito di aderire alla rete Iside proposta dalla Provincia di Treviso. È doveroso però fare un passo indietro ricordando che il 31 maggio 2013 il Consiglio comunale ha aderito alla proposta, formulata dalla Commissione Europea, del Patto dei Sindaci - Covenant of Mayors, finalizzata al coinvolgimento delle comunità locali alla realizzazione di iniziative per ridurre nella città le emissioni di CO 2 attraverso l attuazione di un Piano comunale d Azione per l Energia Sostenibile. Successivamente, il 9 maggio del 2014 è stato approvato il Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES). L Amministrazione comunale, sin dall inizio del suo mandato, ha inteso promuovere una politica di sviluppo del territorio eco sostenibile ponendo attenzione alle problematiche ambientali cercando così di fare la sua parte nel garantire alle future generazioni un modello di sviluppo che sia durevole e sostenibile nel tempo. In questo ambito s inserisce l adesione al progetto Bassa Tensione, la proposta di sensibilizzazione per gli alunni delle scuole dell obbligo, formulata dalla Provincia di Treviso e volta ai Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci. Il progetto è promosso dalla Rete di scuole per il risparmio energetico e l Ambiente della Provincia di Treviso denominata ISIDE. Campo d azione del progetto sono i temi del risparmio energetico e della lotta ai cambiamenti climatici attraverso azioni sinergiche tra Amministrazioni comunali e mondo scolastico (docenti, studenti e personale ATA). Con la convenzione il Comune di Castelfranco si è impegnato a: partecipare attivamente al progetto destinando un contributo di 900 euro; individuare le scuole del proprio territorio ed un referente da coinvolgere nel progetto; offrire supporto tecnico e amministrativo (fornire dati di consumo); favorire la comunicazione e la collaborazione fra il gestore degli impianti e/o fornitore di elettrica; fornire un riconoscimento alle scuole aderenti più virtuose che riescono a certificare il risparmio energetico conseguito; acquisire la disponibilità e volontà ad aderire al progetto da parte dei due dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi, ritenendo il Progetto Bassa Tensione per le scuole dell obbligo essere in linea con le politiche dell Amministrazione comunale e rientrante tra le azioni previste del PAES, strumento utile alla sua attuazione. 15

16 Ambiente Risparmio energetico prima di tutto ATTIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE CON IL COINVOLGIMENTO DEL TERRITORIO L Amministrazione comunale, in linea con le migliori iniziative a livello Europeo, con delibera del Consiglio comunale del 31 maggio 2013 ha ade- rito al Patto dei Sindaci un programma europeo che mira a sostenere dal basso gli obiettivi definiti nel pacchetto sul clima ed ambiente, il cosiddetto (riduzione entro il 2020 del 20% delle emissioni di CO 2, del 20% di consumo di energia ed il raggiungimento della quota del 20% di produzione di energia da fonte rinnovabile). A tale scopo il Comune il 9 maggio 2014 ha approvato in Consiglio comunale il proprio Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) che spiega il modo in cui si intende raggiungere tale obiettivo. Il Comune di Castelfranco Veneto ha deciso di aderire a questa iniziativa con la volontà di guidare il territorio verso una progressiva azione di razionalizzazione dei consumi energetici riducendo l impatto sull ambiente e sulle bollette dei cittadini, diventando così sia un punto di riferimento per i Castellani attraverso vari servizi gratuiti ed eventi formativi, che promotore di buone pratiche sui propri edifici e impianti, fornendo il buon esempio e motivando il territorio ad un utilizzo intelligente dell energia. Messo nero su bianco l accordo ed il piano, il Comune si è attivato per diffondere alla cittadinanza e alle Associazioni il progetto. A tale scopo sono stati programmati ed organizzati un ciclo di incontri sul risparmio energetico e sulla presentazione delle azioni intraprese dalla municipalità. L Amministrazione, per meglio diffondere il nuovo verbo ha coinvolto le Associazioni del territorio attive nelle frazioni e quartieri. I primi a dare la loro adesione sono state le associazioni di Quelli del Borgo Padova, quartiere Avenale, di S. Floriano e di S. Andrea Campigo e Q.re Risorgimento. 16

17 Cultura A tutta cultura Le tante proposte nella seconda parte dell anno GIANCARLO SARAN Assessore alla cultura, al turismo, all identità veneta La seconda parte dell anno ha dovuto registrare un rallentamento della programmazione, stante una significativa riduzione delle risorse a disposizione per il settore Cultura. Settembre ha visto ospite, nella galleria del Teatro Accademico, Giorgio Salomon, un reporter trentino di Giorgio Salomon - Mostra fotografica Tutti fotografi di Lorenzo Marchi Glauco Mauri - Stagione teatrale Teatro - Un immagine inedita di Lorenzo Marchi lungo corso. Tutti Fotografi è stata quindi una originale selezione di immagini raccolte nel tempo di volti e ritratti fotografici colti per strada tra la gente normale, prima ancora che si diffondesse l attuale virus dei selfie (gli autoritratti con il telefonino). Grazie all interessamento del Cai cittadino, ottobre ha visto una bella rassegna dedicata a La Montagna illustrata con una serie di immagini che raccontano il meglio del nostro arco alpino. A seguire un tributo al mondo di Veronese con una originale rassegna L incanto delle vesti che permette di vedere dal vivo alcuni degli abiti che hanno caratterizzato gli affreschi di questo grande maestro del cinquecento. Anche quest anno è stata assicurata la stagione teatrale che vede Castelfranco Veneto tra le sedi più importanti del circuito teatrale regionale. Nomi di spicco, da Giuseppe Battiston a Silvio Orlando, Marina Massironi o Glauco Mauri, uno dei grandi vecchi del teatro italiano, presenza abituale nella Città di Giorgione. Conclude il 2014 la tradizionale rassegna dedicata ai presepi, tra gli appuntamenti più attesi e amati di tutto il calendario annuale. Per quanto riguarda la Torre Civica, invece, la sua gestione è passata all Associazione Palio che, con meritorio impegno, si è fatta carico di valorizzare questa preziosa testimonianza del capitolo medioevale della storia cittadina. Grande successo ha avuto la Mostra In punta di lancia e fil di spada, una attenta e completa rilettura di tutto quel vasto arsenale di armi che era in dotazione agli armigeri dell epoca con tanto di rievocazione specifica che ha saputo dare estrema attualità a questa tematica. Le consuete giornate del Palio hanno confermato ancora una volta il profondo legame tra la Città e la sua storia grazie anche ad una partecipazione diffusa di volontari e figuranti che è culminata con la consueta sfida del Castel d Amore vinto quest anno dal Quartiere Verdi. CASTELFRANCO DAL VIRTUALE AL REALE Da febbraio, in pochi mesi, si è sviluppato un gruppo spontaneo su Facebook denominato Sei di Castelfranco se che, rapidamente, è arrivato a 4000 iscritti. Grazie ad un nutrito gruppo di appassionati di fotografia, ha preso piede in questo spazio la descrizione fotografica della città. Castelfranco Veneto dal virtuale al reale è divenuto quindi un progetto concreto. Una Mostra diffusa, con grandi pannelli (oltre 50) ora visibili in circa trenta esercizi commerciali del centro e un accurato volume, Edizioni Panda, che raccoglie oltre 160 immagini - tutte assolutamente inedite - di circa una quarantina di fotografi-cittadini amanti della nostra Castelfranco Veneto. NISSAN VOLKSWAGEN L AUTOSPECIALISTA Via Castellana, Resana (TV) - Tel

18 Cultura Castelfranco: Città del Giorgione e del Veronese L assessore regionale alla Cultura, Marino Zorzato e il Sindaco Luciano Dussin, inaugurano la Mostra dedicata a Paolo Veronese presso il Museo È sicuramente l evento clou dell intera annata culturale della Città. Il progetto è partito nel 2012 grazie ai buoni contatti tra la Direttrice dei musei veronesi Paola Marini e l allora direttore del Museo Casa Giorgione, Luca Baldin. Si trattava di creare un evento satellite da affiancare alla grande mostra dedicata al maestro del 500, svoltasi tra luglio e ottobre di quest anno a Verona. Infatti, pur essendo Castelfranco Veneto la Città del Giorgione per antonomasia, non è altrettanto sufficientemente noto che pure la presenza di Paolo Veronese ha sempre rivestito un ruolo importante nel panorama storico e artistico della città e dei suoi dintorni, a partire dai sette affreschi presenti nella Quadreria del Duomo, frutto del recupero messo in atto ai primi dell 800 quando fu demolita Villa Soranzo, opera del Sanmicheli e prima grande commissione di cui venne incaricato un allora giovane Paolo Caliari. Prese piede così il progetto Veronese nelle Terre di Giorgione, declinato in due movimenti. Villa Soranzo, una storia dimenticata e Il trionfo della decorazione in Villa che comprende un percorso che coinvolge tre ville d epoca. Le palladiane Villa Barbaro di Maser (affreschi del Veronese), Villa Emo a Fanzolo (opere di Giovanni Battista Zelotti) e Villa Corner Chiminelli a Sant Andrea oltre il Muson, che contiene opere di Benedetto Caliari, fratello di Paolo. Era un occasione straordinaria che non si poteva assolutamente perdere e, ancora una volta, il tessuto socio economico cittadino ha risposto in maniera generosa, memore della storico evento legato alla Mostra di Giorgione. Infatti, oltre i due terzi del bilancio economico complessivo sono stati coperti da operatori locali, oltre a un significativo intervento del Rotary Club di Castelfranco - Asolo. Fondamentale l apporto del mondo del volontariato per le necessarie esigenze legate alla guardiania per un afflusso ben superiore ai normali standard del Museo stesso. Infatti i dati riguardanti il flusso di visitatori rendono ragione dell impegno profuso da tutti, anche perchè, a Mostra terminata, il messaggio che accompagnerà il turista che viene nelle Terre di Giorgione è che qui, oltre al sommo maestro che ci ha lasciato la Pala, sarà forte anche la presenza di Veronese, non solo con gli affreschi che torneranno restaurati nella Quadreria del Duomo, ma anche grazie alle tre ville d epoca poste nei dintorni della nostra Città. Questo sinora inedito collegamento tra Giorgione e Veronese viene massimamente esaltato nella Sala del Fregio dove, per la prima volta vicini in 500 anni, il tratto di questi due maestri trova uno straordinario equilibrio di forme e colori, grazie ad un allestimento estremamente indovinato dovuto al curatore della Mostra, il professor Enrico Maria Dal Pozzolo già protagonista, a suo tempo, della Mostra legata a Giorgione. Non era mai successo in 500 anni, l abbinamento tra i colori e le forme di Giorgione e Paolo Veronese all interno della Sala del Fregio, una delle emozioni più belle regalate dalla mostra entro il Museo La risposta del mondo del volontariato è stata determinante per permettere lo svolgersi della Mostra stessa. Qui un artigliere ed una guida Fondamentale, tra le varie Associazioni, l apporto de Gli Amici dei Musei, che hanno assicurato la guardiania alla Quadreria del Duomo MAVECS.N.C. IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI e FOTOVOLTAICO 18 Mavec snc di Volpato M. e Banni P. Via Scolari, Castelfranco V.to - TV info: Fax

19 Bolasco a tutto restauro PROSEGUE A RITMO SERRATO IL PROGRAMMA DI RECUPERO DELL INTERO COMPENDIO DI PARCO E VILLA REVEDIN BOLASCO Da tempo di proprietà dell Università di Padova, grazie a finanziamenti europei e ministeriali per un importo complessivo di 5,3 milioni di Euro, è stato destinato a diventare sede del Centro per il restauro dei parchi storici e delle piante monumentali, una realtà unica per l Italia. Per quanto riguarda il Parco vi sono quattro aree di intervento: lacustre, botanica, statuaria e edilizia. Per la Villa verrà restaurato il piano terra dell ala nobile, per intenderci dal salone delle feste sino ai locali presenti in Borgo Treviso. La parte lacustre è stata affrontata per prima, con un ampio sbancamento del fondo dei quasi due ettari del laghetto. Ora l acqua scorre con un adeguato ricambio idrico, per cui, tra le varie cose, si presume che verrà eliminata la fastidiosa presenza di sciami di zanzare, flagello ben conosciuto negli ultimi anni a tutti gli abi- Tra i primi interventi sulla Villa il recupero della scalinata fronte Parco tanti dell area di Viale Italia. La statuaria, con le preziose opere di Orazio Marinali, è stata restaurata tra la primavera e l estate, con le 48 statue finalmente riportate alla dignità che meritano. Si stanno completando anche i due complessi equestri e vi è l augurio che, nell anfiteatro della cavallerizza, si possano di nuovo sviluppare degli eventi estivi come avveniva un tempo, in una cornice decisamente unica. Per quanto riguarda la botanica è stato compiuto un intenso lavoro di ripulitura del Parco, con l eliminazione di piante malate o che nulla c entravano con il progetto originale. In particolare vi è stato un momento molto significativo che ha coinvolto alcune scolaresche, grazie all interessamento di Bolasco Domani Onlus in collaborazione con l Università di Padova. Si è creato un piccolo evento per la posa della prima pianta, in un progetto che prevede la piantumazione di oltre 400 nuovi esemplari. A breve partirà anche l ultima tranche, ovvero quelle edilizia, che si occuperà di Cavana, Serra Moresca, muretta perimetrale e colombaia posta a est. Analogamente è partito anche il ciclo di restauri della Villa stessa con un cantiere diffuso come descritto in precedenza. I lavori devono terminare ed essere rendicontati entro il 2015 mentre è già iniziata l attività didattica con gruppi di studenti che vengono qui per delle lezioni guidate dal Direttore del centro, professor Paolo Semenzato e dai suo collaboratori. La cerimonia della posa della prima pianta davanti a un centinaio di bambini delle scuole elementari In attesa che venga restaurata anche la Cavana, lago e piante regalano già le magiche atmosfere tipiche di questo Parco romantico dell 800 L evento è stato organizzato da Bolasco Domani Onlus in accordo con l Università di Padova e la Ditta che sta curando tutta la parte botanica del restauro del Parco I primi studenti dell Università di Padova a lezione tra le piante secolari di Parco Bolasco SCAVI - TRASPORTI FORNITURE INERTI - LAVORI STRADALI Via per Salvatronda, 37 - Castelfranco Veneto (TV) Tel Fax COSTRUZIONI GENERALI POSTUMIA 19

20 Ambiente Rifiuti: novità di Contarina Sito web, App per smartphone e kit di nuovi sacchetti Il gestore del servizio di asporto rifiuti e di nettezza urbana, Contarina spa, ha messo a punto degli strumenti per meglio comunicare con gli utenti dei servizi. CONTARINAPP L App ufficiale di Contarina: inserendo il tuo Comune di residenza e la zona, puoi visualizzare direttamente nel tuo cellulare o tablet tutte le informazioni utili per una corretta raccolta differenziata: il calendario delle raccolte, orari e posizione di EcoCentri ed Eco- Sportelli, il Vocabolario dei rifiuti e news. Inoltre tramite l App puoi inviare segnalazioni sugli abbandoni di rifiuto, svuotamento cestini e spazzamento strade, inviando anche le foto! NUOVO PORTALE CONTARINA Anche il sito di Contarina (www.contarina.it) è stato profondamente rinnovato, e tra le novità si segnala la possibilità di effettuare segnalazioni di abbandoni rifiuti nel territorio comunale allegando anche foto. CONSEGNA SACCHETTI A DOMICILIO Le utenze domestiche del territorio servito possono richiedere, dietro pagamento delle spese di corriere, la consegna a domicilio dei sacchetti per la raccolta differenziata. La consegna prevede la fornitura annuale dei sacchetti per la raccolta dell umido (300 pezzi), del secco non riciclabile (150 pezzi) e - per gli utenti del Consorzio Tv Tre - dei sacchetti per la raccolta degli imballaggi in plastica e lattine (60 pezzi). L importo viene addebitato nella prima fattura utile a conguaglio. Se un utente richiede ulteriori sacchetti, in aggiunta a quelli compresi nella fornitura annuale, oltre al costo per il servizio di consegna a domicilio gli viene addebitato anche il costo per la fornitura extra di sacchetti. Per ricevere il materiale ordinato entro la settimana successiva alla richiesta, è necessario effettuarla entro le ore del venerdì. Diversamente i sacchetti vengono consegnati successivamente. L utente viene avvisato di data e orario di recapito dei sacchetti, tramite sms o . La consegna si effettua direttamente al piano, dal lunedì al venerdì, con orario continuato dalle 8.00 alle È necessario che all indirizzo indicato sia presente una persona al momento del ritiro del pacco. È comunque possibile concordare una data diversa per la consegna dei sacchetti richiesti. Per prenotare la consegna contattare il numero verde da telefono fisso, chiamata gratuita oppure il numero da cellulare, chiamata a pagamento. La Terrazza Pranzare al Bar Since 1992 Puoi pagare tutte le bollette - multe - bollettini - rate prestiti - canone Rai Televisione Sisal con estrazioni corse Sei Celiaco? Ecco la soluzione per Te a Castelfranco Veneto Convezionato ASL 20 Pagamento con Bancomat e Carta di Credito Via Staizza, 25 Castelfranco V.to (TV) Via Borgo Treviso, 164/M Castelfranco V.to (TV) Bastia Castellana tel cell

MISURE A FAVORE DEL DIRITTO ALLO STUDIO

MISURE A FAVORE DEL DIRITTO ALLO STUDIO MISURE A FAVORE DEL DIRITTO ALLO STUDIO PIANO SCUOLA A.S. 2012/2013 Premessa In continuità con gli anni precedenti, anche per l anno scolastico 2012/2013, la nostra Amministrazione Comunale, pur con le

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Facciamo la mossa giusta A) Giornate provinciali dell Ambiente previste dal 15 al 23 Settembre 2007: presentazione e condivisione delle iniziative promosse dall Assessorato alle

Dettagli

CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014

CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014 CONVENZIONE FERRAGAMO SERVIZI 2014 Lo Sporting Club Ugolino è lieto di fornirvi una serie di servizi convenzionati al fine di agevolare le aziende e i suoi dipendenti o collaboratori. In questi ultimi

Dettagli

PeR LAVORI. ESTATe 2008. COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici

PeR LAVORI. ESTATe 2008. COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici Poste Italiane Spa Tassa pagata Invii senza indirizzo AUT. DC/DCI/PD/7919/00/CS del 27-10-00 A tutte le Famiglie del Comune di Curtarolo ESTATe 2008 APeRTI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

INFORMARE PER COINVOLGERE:

INFORMARE PER COINVOLGERE: INFORMARE PER COINVOLGERE: I Servizi e i Progetti per i Giovani del Comune di Cinisello Balsamo Essere informati sui Servizi e sui Progetti che il Comune mette in campo per i giovani èessenziale: èla prima

Dettagli

Per Pombia, Grazioli Sindaco PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2016-2021. attraverso accorgimenti tecnico-legali connessi all incasso delle somme previste, e

Per Pombia, Grazioli Sindaco PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2016-2021. attraverso accorgimenti tecnico-legali connessi all incasso delle somme previste, e PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2016-2021 Imposte e tributi: - riduzione addizionale IRPEF per il bilancio 2017: opereremo una prima riduzione dell addizionale IRPEF, portandola dallo 0,7 allo 0,65%. Questo sarà

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

Università degli Studi di Sassari COMUNICATO STAMPA. Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi

Università degli Studi di Sassari COMUNICATO STAMPA. Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi Università degli Studi di Sassari Ufficio Comunicazione COMUNICATO STAMPA Programma edilizio dell Ateneo: prossimi interventi Nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione del 19 maggio è stato

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

I VALORI DELL ABITARE, OGGI? LA TUA CASA, IL TUO STILE, IL TUO BENESSERE

I VALORI DELL ABITARE, OGGI? LA TUA CASA, IL TUO STILE, IL TUO BENESSERE I VALORI DELL ABITARE, OGGI? LA TUA CASA, IL TUO STILE, IL TUO BENESSERE RISTRUTTURAZIONI E NUOVE COSTRUZIONI, disegnate, progettate e realizzate su misura. Un concept sartoriale, sviluppato sulle tue

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PIANO STRATEGICO PER LA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI E PER L INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 1. Introduzione Nel corso degli ultimi decenni, l aumento generalizzato della

Dettagli

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Maria Berrini, Presidente AMBIENTE ITALIA Consigliere dell Ordine degli Architetti di Milano e Provincia Membro del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Nave San Rocco Provincia autonoma di Trento Via 4 vembre, 44 38010 NAVE SAN ROCCO 0461/870641 0461/870588 www.comune.navesanrocco.tn.it sindaco@comune.navesanrocco.tn.it F853-4139 - 24/08/2015-6.9

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

D.O.P.oscuola. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio)

D.O.P.oscuola. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio) D.O.P.oscuola.. dire, fare, studiare e giocare. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio) I l Servizio Doposcuola nasce come progetto pilota nel settembre del 1995 da un idea dell Amministrazione

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione!

Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione! Ottobre 2012 Anno 1 Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Aiuto allo Studio: ai ragazzi serve passione! L esperienza di Luca: Quest anno voglio farcela.

Dettagli

LNM 10. Bando di partecipazione www.lenostremura.it/laboratorio-residenza

LNM 10. Bando di partecipazione www.lenostremura.it/laboratorio-residenza LNM 10 Bando di partecipazione www.lenostremura.it/laboratorio-residenza LNM 10 Bando di partecipazione Art.1 Finalità Iniziativa promossa e finanziata dalla Città di Castelfranco Veneto, Assessorato alla

Dettagli

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. Anno scolastico 2011-2012

PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. Anno scolastico 2011-2012 COMUNE DI MARCIGNAGO PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO SERVIZI E INTERVENTI Anno scolastico 2011-2012 Marcignago Settembre 2011 Nota introduttiva al Piano Diritto allo Studio 2011-2012 L Amministrazione

Dettagli

TEST SULLA RIFORMA DELLA SCUOLA 2008

TEST SULLA RIFORMA DELLA SCUOLA 2008 TEST SULLA RIFORMA DELLA SCUOLA 2008 Da genitori impegnati nella scuola abbiamo potuto verificare che c è molta approssimazione nella conoscenza del Decreto 137/08, adesso convertito in Legge, e delle

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

Scopo e Destinatari. Modalità di Locazione. Gli ambienti. 1. Destinatari e ammissione. 2. Ubicazione e Struttura

Scopo e Destinatari. Modalità di Locazione. Gli ambienti. 1. Destinatari e ammissione. 2. Ubicazione e Struttura 33 1. Destinatari e ammissione Scopo e Destinatari La residenza protetta 3 è destinata a persone anziane autosufficienti o parzialmente autosufficienti ed a persone esposte al rischio di emarginazione

Dettagli

www.spazioambiente.org

www.spazioambiente.org La piazza della sostenibilità ECOLOGICAMENTE 3.4.5 Giugno 2011 Città di Macerata promossa da Associazione culturale SpazioAmbiente e Comune di MACERATA L associazione culturale SpazioAmbiente di San Ginesio

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Programma amministrativo

Programma amministrativo Programma amministrativo AMBIENTE E SOSTENIBILITA Riduzione dei rifiuti: Redazione del Piano Comunale per la Riduzione della Produzione dei Rifiuti. Il Piano è uno strumento necessario per individuare

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi.

Più differenzi, più riduci, più risparmi. Più differenzi, più riduci, più risparmi. Da luglio 2014 la tassa sui rifiuti diventa su misura Comune di Medesano Più differenzi, più riduci, più risparmi La raccolta differenziata a Medesano è diventata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PONSACCO PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE Docenti a.s. 2014/2015 Classe 1 Classe 2 Classe 3 Classe 4 Classe 5 Macchi Elena Brandolini

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E

C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E C O M U N E D I V E D U G G I O C O N C O L Z A N O Provincia di Monza e Brianza A S S E S S O R A T O A L L I S T R U Z I O N E P I A N O D I R I T T O A L L O S T U D I O Anno scolastico 2014/2015 ASSESSORE:

Dettagli

L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA.

L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA. L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA. La società è composta dagli stessi dirigenti di riferimento delle storiche

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Convegno Emergenza Casa e Nuove Politiche abitative, il ruolo dei Comuni Monfalcone, 27 marzo 2007 Sala Conferenze Galleria Espositiva

Convegno Emergenza Casa e Nuove Politiche abitative, il ruolo dei Comuni Monfalcone, 27 marzo 2007 Sala Conferenze Galleria Espositiva Convegno Emergenza Casa e Nuove Politiche abitative, il ruolo dei Comuni Monfalcone, 27 marzo 2007 Sala Conferenze Galleria Espositiva Relazione di Luciano Cecchi, Presidente di Federcasa Abbiamo vissuto,

Dettagli

Il centro polifunzionale di Fiera Roma.

Il centro polifunzionale di Fiera Roma. Il centro polifunzionale di Fiera Roma. Un centro polifunzionale Esposizione, eventi, formazione, dimostrazioni, test e sperimentazione tecnologica: MES Polo Innovativo della Mobilità e Sicurezza Stradale

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2015 2016 Laboratori Fondazione Pirelli Per l anno scolastico 2015-2016 la Fondazione organizza un programma gratuito di percorsi didattici e creativi rivolto alle scuole

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Comune di Quattro Castella

Comune di Quattro Castella Comune di Quattro Castella Quattro Castella batte la crisi Il Comune di Quattro Castella intende reagire con forza alla situazione di grave difficoltà in cui si trovano oggi le famiglie le imprese. E nostra

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Nessun posto è bello come casa mia. Dorothy Gale

Nessun posto è bello come casa mia. Dorothy Gale Nessun posto è bello come casa mia Dorothy Gale Sommario 3 casanuovacasa: presentazione e contatti 5 Perché scegliere casanuovacasa Per una ristrutturazione di qualità Per un prodotto di qualità chiavi

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO INFRASTRUTTURE E TERRITORIO Pag. 51 c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO Quadro di riferimento Le infrastrutture sono lo scheletro del territorio,

Dettagli

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA

Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto SCUOLA GIOCO E FANTASIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VALDAGNO 1^ Via Pasubio, 171 36078 VALDAGNO Tel. 0445/410428 Fax

Dettagli

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014.

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. In qualità di gestori del servizio di refezione scolastica

Dettagli

Le ragioni ambientali

Le ragioni ambientali Intervento Alex Pratissoli (Comune di Reggio Emilia) Il Progetto ECOABITA Il successo di una iniziativa come la certificazione energetica degli edifici, passa attraverso la creazione di parternariati fra

Dettagli

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES Quarta edizione - 2015 Segreteria organizzativa: Tel. 075.8554321 / Fa 075.8520429 Alleanza per il Clima Italia onlus coordinamento@climatealliance.it / mail@pec.climatealliance.it Via G. Marconi, 8 06012

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITÀ

EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITÀ Scuola dell infanzia con il patrocinio di Provincia di Padova N ÈU TO GET ANNO SCOLASTICO 2015-2016 GEA PRO Provincia di Vicenza Consiglio di Bacino Brenta EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLA SOSTENIBILITÀ FORMAZIONE

Dettagli

Una biblioteca da vivere

Una biblioteca da vivere servizi sociali Assegnati i due posti per i volontari in Servizio Civile Una biblioteca da vivere C on il secondo Bando Ordinario per la selezione di 4-43 volontari da impiegare in progetti di Servizio

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

ATTENZIONE: PER RICEVERE IL COMUNICATO

ATTENZIONE: PER RICEVERE IL COMUNICATO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI BIELLA pagina n 15 PVO - 2013/2014 13900 BIELLA Via G. Marconi, 15 - tel. 015 22594 Segreteria telefonica e fax 015 22594 COMUNICATO UFFICIALE N 13/4 PVO

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale.

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Roma, 16 luglio 2015 Gentili famiglie, Cari genitori, grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Avete ricevuto la bellissima lettera

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà

PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà tra: la Regione Lazio la Provincia di Roma il Comune di Roma l Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014

Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 COMUNE DI ALBAIRATE PROVINCIA DI MILANO Piano diritto allo studio Anno scolastico 2013/2014 La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

Dettagli

Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento

Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento La Relazione Geologica è allegata al presente progetto ed il suo contenuto ha approfondito le notizie generali di carattere geologico,

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO

CENTRO SOCIO ASSISTENZIALE IN SANT ANDREA IN BESANIGO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO RELAZIONE DI SINTESI DELL INTERVENTO 1 PREMESSA Con delibera di CC n 46 del 25/07/2007 il Comune di Coriano acquistava, per 30 anni, il diritto di superficie, sulla casa Santa Marta, per la realizzazione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI Dove ci troviamo La scuola G. Mazzini si trova a Legnano in piazza Trento e Trieste. Si colloca in una zona strategica poiché comodamente raggiungibile dal centro di Legnano,

Dettagli

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Rovereto, 20 aprile 2012 RELAZIONE PRESIDENTE Cari amici, grazie per la vostra presenza alla nostra assemblea che quest anno abbiamo programmato in un giorno settimanale,

Dettagli

Come effettuare l iscrizione?

Come effettuare l iscrizione? A partire ll anno scolastico 2015/2016, l iscrizione al servizio Mensa dovrà essere effettuata esclusivamente online. La secon novità importante riguar le molità di pagamento: i servizi scolastici per

Dettagli

prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO

prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO #IOLEGGOPERCHÉ 2016 IL PROGETTO, LA DINAMICA, GLI ATTORI UNA NUOVA MISSIONE PER I MESSAGGERI DELLA LETTURA: SVILUPPARE E RILANCIARE LE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete Risultati dell indagine Pro Loco del Veneto anno 2013 1 OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete 1.Premessa L

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

Finanziamenti News. Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali. In collaborazione con

Finanziamenti News. Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali. In collaborazione con Finanziamenti News Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali In collaborazione con Rassegna periodica sui bandi e le agevolazioni per la Pubblica Amministrazione Locale ------ Newsletter informativa

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2013/2014 Gavirate, 31.05.2013 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ASSESSORATI

Dettagli

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi Club News Bollettino del mese di giugno 2014 Ai soci e aspiranti del Rotaract Club Reggio Emilia Al Presidente del Rotary Club Reggio Emilia Al Presidente della Commissione Progetti per i Giovani del Rotary

Dettagli

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO Centro Studi OSSERVATORIO FILLEA GRANDI IMPRESE E LAVORO le prime 300 aziende del legno in Italia 7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO a cura di Alessandra Graziani ROMA, luglio

Dettagli

Treviso Half Marathon 12 ottobre 2014 PACCHETTI. 4 idee per il tuo soggiorno a Treviso!

Treviso Half Marathon 12 ottobre 2014 PACCHETTI. 4 idee per il tuo soggiorno a Treviso! Treviso Half Marathon 12 ottobre 2014 PACCHETTI 4 idee per il tuo soggiorno a Treviso! Le prime due proposte presentano hotel partner del Club di prodotto Treviso, la provincia dello sport : OFFERTA 1)

Dettagli

Relazione previsionale e programmatica

Relazione previsionale e programmatica Comune di Inveruno Provincia di Milano RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-20112011 Relazione previsionale e programmatica La relazione previsionale e programmatica rende conto delle scelte, delle

Dettagli

PROGRAMMA POLITICO PER LA LEGISLATURA 2016 2021

PROGRAMMA POLITICO PER LA LEGISLATURA 2016 2021 Il Movimento Politico NoiCambiamo si affaccia per la prima volta sulla scena politica Nojana e si presenta come l unica vera novità volendo offrire all Elettorato attivo un autentica alternativa alle cosiddette

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Comune di Crevalcore Assessorato all Istruzione VIVI L ESTATE 2015

Comune di Crevalcore Assessorato all Istruzione VIVI L ESTATE 2015 Comune di Crevalcore Assessorato all Istruzione VIVI L ESTATE 2015 INDICE COSA CI SARÀ A CREVALCORE: CENTRI ESTIVI COMUNALI: SCUOLA PRIMARIA Pag. 3-4 SCUOLA DELL INFANZIA Pag. 5 ATTIVITA DI ASSOCIAZIONI

Dettagli

Norme comportamentali e regolamento interno della SG Roma in vigore dal 01 settembre 2010

Norme comportamentali e regolamento interno della SG Roma in vigore dal 01 settembre 2010 Norme comportamentali e regolamento interno della SG Roma in vigore dal 01 settembre 2010 (approvato dal Consiglio d Istituto in data 11/12/2009 approvato dal Consiglio d Amministrazione in data 18/03/2010

Dettagli

PREMESSE GENERALI. Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA

PREMESSE GENERALI. Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA Delibera n.33/2011 Carta dei Servizi della Ristorazione Scolastica Anno Scolastico 2011-2012 PREMESSE GENERALI Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA Segreteria tel. 010 5577254-5577350

Dettagli

LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE

LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE Abiti usati : un rifiuto prezioso. Anche i vestiti smessi possono essere riciclati, al pari di altri rifiuti preziosi come carta, plastica, vetro e alluminio. Il

Dettagli

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE - VIAGGI DI ISTRUZIONE - USCITE DIDATTICHE Approvato dal C.I. con delibera n. 36 del 27 maggio 2015

REGOLAMENTO VISITE GUIDATE - VIAGGI DI ISTRUZIONE - USCITE DIDATTICHE Approvato dal C.I. con delibera n. 36 del 27 maggio 2015 XIII ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. TARTINI 35136 Padova - Via Vicentini, 21 049/8713688 - fax 049/8718952 pdic83000d@istruzione.it - - pdic83000d@pecistruzione.it C. F. 80015140280 REGOLAMENTO VISITE

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE ESTRATTO DELLA RASSEGNA STAMPA DELL UNIONE VENETA BONIFICHE 12 FEBBRAIO 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174

Dettagli

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Un incentivo per muovere interventi di riqualificazione edilizia e energetica nei complessi edilizi attraverso lo strumento delle Esco. PREMESSA Circa 24

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

IL MODELLO DI BANCA EMAS - Come sviluppare il territorio in modo sostenibile

IL MODELLO DI BANCA EMAS - Come sviluppare il territorio in modo sostenibile IL MODELLO DI BANCA EMAS - Come sviluppare il territorio in modo sostenibile Il tema della sostenibilità ambientale è diventato strategico dal 2003. Inserito nello Statuto a partire dal 2005 (art. 2).

Dettagli

Organizzato da: Con la collaborazione di:

Organizzato da: Con la collaborazione di: Organizzato da: Città di Vittorio Veneto Assessorato alle Politiche Scolastiche Con la collaborazione di: MAI Associazione Culturale Via Battisti, 8 / Vittorio Veneto (TV) M 366 4439232 / T 0438 554217

Dettagli

Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO

Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO Formazione tecnici di settore EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO Particolare attenzione alla mobilità ciclabile QUESTIONI Difficoltà di realizzazione di piste ciclabili Ci sono i percorsi che servono? L

Dettagli

Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente Castelletti, Dottor Amadori, Amici imprenditori,

Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente Castelletti, Dottor Amadori, Amici imprenditori, ABITARE IL TEMPO GIORNATE INTERNAZIONALI DI ARREDO INAUGURAZIONE (VERONA, 18 SETTEMBRE 2008) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente

Dettagli