CLAUDIA LOMBARDO PRESIDENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLAUDIA LOMBARDO PRESIDENTE"

Transcript

1 CONCESSIONARIA PER IL SULCIS-IGLESIENTE Carbonia Anno XX numero 431 del 26 Marzo 2009 Euro 1,00 SETTIMANALE D INFORMAZIONE DELLA PROVINCIA SULCIS-IGLESIENTE Via Nazionale, zona PIP - Carbonia Tel Claudia Lombardo è stata eletta Presidente dell Assemblea regionale sarda che partecipa alla quattordicesima legislatura. Il neo Presidente, con la sua elezione, è la prima donna a presiedere l Assemblea regionale, nonché la più giovane Presidente regionale di tutt Italia nei sessant anni di Repubblica. Quattro voti sono arrivati anche dall opposizione per il successo dell on. Claudia Lombardo che ha ottenuto 57 voti. La maggioranza ne contava 53. E stata necessaria la terza votazione per raggiungere un quorum praticabile. Nella prima, infatti, erano previsti i due terzi (54 voti) mentre nella seconda si scalavano le schede nulle. Il Presidente dell Assemblea, on. Contu, si è astenuto. Infine, nella terza, il quorum è sceso a 41 voti (la metà più uno dei consiglieri assegnati). L on. Lombardo a questo punto ha ottenuto 57 voti, le schede bianche sono state 20, mentre un voto è andato rispettivamente all on. Artizzu e all on. Barracciu. Nata a Carbonia il 1 dicembre 1972, Claudia Lombardo, politicamente, è espressione del Sulcis. Con quattro legislature alle spalle, è stata finora la donna dei record: Consigliere più giovane (21 anni) della storia autonomistica sarda; prima Presidente donna; la più giovane Presidente dei Consigli regionali d Italia in sessant anni di Repubblica; il più giovane Presidente dell Assemblea sarda. Una grande responsabilità, ha dichiarato Claudia Lombardo FORMUFFICIO.IT Rag. Francesco Manca Concessionario Buffetti Forniture articoli per ufficio Libri giuridici e per corsi Vendita assistenza personal computer Via Gramsci, 31 - Carbonia Tel Fax subito dopo l elezione, che è già di per se prestigiosa essendo la prima Presidente donna nella storia dell Autonomia sarda. L aver ottenuto l apertura di credito da parte delle minoranze con il voto di alcuni, ma con la scheda bianca degli altri, rappresenta per me un importante atto politico che porterò avanti con la garanzia di ricercare sempre l unità dell Assemblea e rispettare i diritti e le prerogative di tutti i Consiglieri regionali della quattordicesima Legislatura. Nella recente campagna elettorale Claudia Lombardo è sempre stata assai vicina al Presidente Ugo Cappellacci, rendendolo partecipe delle ansie che il territorio del Sulcis andava vivendo con le note vicissitudini industriali ed occupative. Più volte ha partecipato alle dimostrazioni dei lavoratori che lottavano per salvaguardare il proprio posto di lavoro, così come è capitato a Cagliari, quando i sindacati e i politici del Sulcis Iglesiente si sono incontrati col Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi. L Eurallumina potrebbe trascinare nel fallimento l intero impero Ru.Sal. E questa la realtà che finora è stata nascosta, ma che potrebbe rivelarsi realistica nel caso in cui i creditori Eurallumina non dovessero essere pagati e aprissero le procedure di richiesta di fallimento. Per evitare tale eventualità occorre snidare Oleg Deripaska e chi lo rappresenta localmente, perché abbandonino la loro poltrona e assumano ruoli attivi che non possono essere quelli di ostracismo verso chi non nasconde la realtà di come stanno le cose. Anzi, costoro, e il nostro giornale è in prima fila, vengono additati CONSIGLIO REGIONALE CLAUDIA LOMBARDO PRESIDENTE Claudia Lombardo - Presidente Sergio Rombi AFFANNI E DEBOLEZZE IN EURALLUMINA POTREBBERO PROVOCARE LA FINE DI RU.SAL. Massimo Carta SUCCESSO TURISTICO NEL SULCIS IGLESIENTE Cala Domestica come disfattisti e nemici di Eurallumina da chi vorrebbe ancora mestare in quest azienda, ibernata con cassa integrazione e tanto malumore verso chi non ha avuto lungimiranza nel prevedere l umiliante caduta di un mito, qual è stato Eurallumina nei lustri passati. C è persino chi si affanna a millantare la possibilità che lo stabilimento di Portovesme possa rimettersi in moto entro il Questa tesi è smontata dalla realtà. Infatti, nel caso che l Eurallumina dovesse riprendere a produrre allumina, per chi la produrrebbe, se Alcoa ha quasi ultimato il braccio al porto per accogliere l ossido d oltremare? Il problema è molto serio e non può essere visto e trattato con pannicelli caldi di presunti Contratti di Programma che non esistono neppure sulla carta e che comunque qualcuno, credibile, dovrebbe poter onorare con la sua firma. Arrivati a questo punto, occorrerebbe assumere responsabilmente, e non con personaggi ormai stracotti, l iniziativa per capire se il polo metallurgico di Portovesme (alluminio: Eurallumina, Alcoa, ex Ila; zincopiombo: Portovesme srl) ha un futuro, oppure se occorre di tutta fretta pensare ad una proposta alternativa. pagina 8 In questo discorso vi un punto fermo: Glencore, per Portovesme srl, ha manifestato per iscritto che intende restare ad operare nel Sulcis, sia pure a determinate condizioni: energia più leggera, ampliamento discariche, parco eolico, ampliamento spazi per fumi d acciaieria, ma soprattutto la possibilità di investire oltre 100 milioni di euro per potenziare gli impianti. Il che presuppone che il polo metallurgico avrà ancora un futuro. Restano però da definire le nuove strategie per il comparto alluminio. Intanto occorre rigenerare l interesse di Alcoa ad acquistare l ossido da Eurallumina. E qui la politica potrebbe essere chiamata a svolgere la sua parte. Così pure l ex Ila dovrebbe essere ammessa ad acquistare alluminio primario da Alcoa. Altro fronte, teso a contenere le spese delle aziende, potrebbe esser quello di trovare una forma comune di gestione di determinati servizi come trasporti, mensa, corsi sicurezza, guardiania, fornitura elettricità. Quest ultima voce, finora, non è stata valutata attentamente. Infatti l Enel, con la chiusura di Eurallumina, ex Ila, riduzione produttiva di Portovesme srl, annunciati tagli Alcoa, riduzione dell operatività delle diverse aziende di manutenzione si sta già trovando con un eccesso di corrente prodotta dalle centrali dell area industriale del Sulcis. Il che vorrebbe anche sortire calo produttivo e alleggerimento di organici Enel su Portovesme. Appare evidente, quindi, che esiste un interesse comune a rivalutare l assetto organizzativo e gestionale delle varie unità produttive industriali di Portovesme. Però ad una condizione: fuori da Portovesme personaggi che non fanno gli interessi dei propri collaboratori e della rispettive famiglie. pagina 3

2 2 numero 431 del 26 Marzo 2009 Regione LE PRIORITA REGIONALI CONTRO L ATTUALE CRISI PROGETTO REALISTICO PROPOSTO DA CONFINDUSTRIA Stiamo fronteggiando una crisi di portata straordinaria della quale non siamo al momento in grado di stimare la durata e la profondità. Una cosa è certa: i prossimi mesi saranno decisivi. Ecco perchè Giunta e Consiglio Regionale devono agire rapidamente e con determinazione intervenendo nei primi tre mesi di questa legislatura su sei aree fondamentali: 1. Finanziaria e bilancio regionale; 2. Confidi e Regimi di aiuto 3. Energia 4. Piano Paesaggistico Regionale 5. Fondo Aree Sottoutilizzate 6. Ammortizzatori sociali Finanziaria e Bilancio Regionale. E necessario ripristinare condizioni ordinarie di gestione delle risorse regionali, approvando entro aprile una finanziaria regionale che, senza perdere di vista l equilibrio dei conti pubblici, concentri la spesa regionale su pochi e ben selezionati interventi anticrisi, a partire da quelli per favorire l accesso al credito e la liquidità delle imprese, evitando dispersioni e interventi inefficaci. A livello nazionale, a gennaio 2009, il tasso di crescita dei prestiti al settore privato (famiglie e imprese) si è dimezzato rispetto a gennaio 2008 (+4,2% contro 9,9%). Confidi. Appare fondamentale prevedere un intervento straordinario di patrimonializzazione dei Il mercato turistico russo in Sardegna è in costante crescita. Si tratta di una domanda strategica per l Isola che di fatto non conosce crisi anche nei periodi più critici. Il trend positivo del mercato è confermato dai dati relativi al 2008 diffusi dall Assessorato regionale del Turismo sulla base delle rilevazioni effettuate dall Osservatorio Economico regionale. Nell anno 2008 gli arrivi e le presenze dei russi Consiglio Regionale Confidi, attraverso il finanziamento dei loro fondi rischi e il recepimento del quadro temporaneo comunitario sugli aiuti di stato per fronteggiare la crisi. Tali misure permetterebbero un miglioramento delle condizioni di accesso al credito da parte delle imprese, in particolare sul fronte degli interessi agevolati e delle garanzie. Sarebbe inoltre possibile assicurare migliori condizioni e procedure semplificate per l adozione di misure riguardanti il de minimis che verrebbe elevato a euro. Al contempo si tratta di prevedere lo smobilizzo dei crediti verso la Pubblica Amministrazione, attraverso un intervento regionale per garanzia e/o sconto crediti, anche attraverso appositi accordi con il sistema bancario regionale. Il progressivo dilatarsi dei tempi di pagamento della Pubblica CRESCE IN SARDEGNA IL NUMERO DEI TURISTI D ORIGINE RUSSIA Aereoporto Elmas - CA sono cresciuti del 3,8 % passando rispettivamente da: del 2007 a del 2008 e da presenze del 2007 a del I dati erano in salita già dal Rispetto all anno precedente ci fu allora un incremento boom di arrivi del 28,9 % e di presenze pari al 22,2 %. Nel 2007 l aumento di arrivi è stato ancora superiore, ovvero pari al 32 % mentre quello delle presenze ha sfiorato il + 23 %. Al di là dei numeri si può affermare che le relazioni di partnership nell ambito turistico tra Mosca e la Sardegna si stiano consolidando sempre di più e che la politica della Regione metterà in campo ogni azione per rafforzarle e per incrementare i già importanti flussi. A conferma di ciò, dal 18 al 21 marzo, trenta operatori turistici sardi erano accreditati alla Fiera internazionale moscovita del settore, MITT (http://www.mitt.ru/en/). La Sardegna era rappresentata all interno dello stand Enit - Agenzia nazionale del turismo nel Padiglione 2. Si sottolinea la presenza nello spazio regionale delle Province di Ogliastra, Olbia Tempio, Carbonia Iglesias e del Gal Montiferru Barigadu Sinis e di alcuni Comuni. Gli agriturismi sono una ricchezza per la Sardegna, per la sua economia e per l intero comparto agricolo. E proprio per questo in futuro dovremo vigilare affinché si possano lavorare e consumare solo produzioni locali, effettivamente prodotti nelle stesse aziende. Laddove non c è produzione primaria, non c è, nè ci può essere, un attività agrituristica. È il messaggio che il neo Assessore dell Agricoltura, Andrea Prato, ha voluto dare a Cagliari a conclusione del convegno La macellazione negli agriturismi: un Amministrazione rischia infatti di gravare sulla liquidità delle imprese, aggravando la loro condizione finanziaria. Analogamente va accelerata la spendita delle risorse comunitarie , favorendo la loro immissione nel sistema e il sostegno prioritario alla competitività e occupazione, con particolare attenzione agli interventi in campo energetico e ai progetti di ricerca e sviluppo su tematiche strategiche. Energia. La crisi della domanda che sta colpendo le grandi industrie localizzate in Sardegna, in particolare nei settori chimico e metallurgico, viene aggravata da un costo dell energia totalmente disallineato rispetto a quello sostenuto dai principali competitor europei. Favorire l individuazione di una soluzione definitiva a questo grave problema per il nostro sistema produttivo costituisce un obiettivo immediato e non ulteriormente rinviabile dell attuale Governo regionale e nazionale pena la desertificazione del sistema industriale sardo. Piano Paesaggistico Regionale. I dati sul valore aggiunto e sull occupazione del settore delle costruzioni evidenziano chiaramente l impatto negativo avuto dal Piano Paesaggistico Regionale. La giusta tutela dell ambiente e del territorio va coniugata opportunamente con il mantenimento di condizioni sostenibili di sviluppo del sistema produttivo e dell edilizia. Una immediata revisione del Piano Paesaggistico Regionale, al fine di intervenire sui suoi punti più controversi, unitamente all approvazione di una Legge Urbanistica regionale più coerente con obiettivi di una crescita sostenibile anche sul fronte economico, costituiscono un passo fondamentale per ridare fiato al sistema produttivo regionale. Fondo Aree Sottoutilizzate. Lo Stato attraverso il finanziamento delle infrastrutture ha la possibilità di sostenere la domanda. Per la Sardegna gioca un ruolo fondamentale il Fondo per le Aree Sottoutilizzate (FAS) che, per il periodo , avrebbe dovuto assicurare per la nostra isola milioni di euro, dei quali ben milioni di euro per Infrastrutture e reti di servizio. Una somma rilevante che consentirebbe di recuperare, in parte, il grave gap della nostra regione, attraverso la realizzazione e il completamento di importanti opere portuali, aeroportuali e stradali. Eccezion fatta per il potenziamento del trasporto collettivo nelle grandi aree urbane e nonostante le ripetute promesse fatte in campagna elettorale, il Governo nazionale non ha previsto alcun finanziamento per alcuni interventi strategici (a partire dalla Sassari-Olbia). Riteniamo che vi debba essere un impegno straordinario per rivendicare l immediata assegnazione alla Sardegna di risorse FAS almeno pari a 533 milioni di euro. Ammortizzatori sociali. L effetto più immediato della crisi è rappresentato dall aggravarsi delle condizioni di disoccupazione alle quali si deve fare fronte attraverso interventi straordinari di sostegno al reddito anche a livello regionale, prevedendo risorse aggiuntive per la Cassa Integrazione e per gli Ammortizzatori in Deroga. Ma anche prevedendo contratti di solidarietà e indennità di disoccupazione al fine di ridurre l impatto sociale della crisi. NUOVI CRITERI PER GLI AGRITURISMI AMMESSE SOLO PRODUZIONI LOCALI Andrea Prato - Assessore problema da risolvere, organizzato da Coldiretti Sardegna e Terranostra-Consorzio Vacanze e Natura. Occorre attenersi alle leggi sul settore, ha spiegato l Assessore, perché esiste una normativa stringente che non ammette deroghe. Quello degli agriturismi è anche un problema e insieme una opportunità politica che vanno affrontati. Parliamo di un attività multifunzionale che completa l azienda agricola, ma se non esiste una produzione primaria non possiamo più parlare di agriturismo. Ecco perché è intenzione della Regione avviare uno scrupoloso e intenso lavoro di controllo sul rispetto della normativa. Dirò di più: pensiamo a un piano di tracciabilità per i prodotti consumati, a un etichetta per ogni specialità che dia garanzie al consumatore finale. Un ultimo messaggio l Assessore Prato ha voluto mandarlo ai Gruppi di azione locale (Gal) in via di costituzione: Sono i Gal che detengono le maggiori risorse sulla multifunzionalità per il comparto primario previste dal Programma di sviluppo rurale 2007 / A brevissimo incontrerò i rappresentanti per mettere a punto una strategia comune, affinché le risorse siano indirizzate prevalentemente al settore primario. Direttore Responsabile: MASSIMO CARTA Edizioni Sulcis di Salis Rosanna & C. sas Sede legale: Via Dalmazia Carbonia registrazione Tribunale Cagliari: decreto 15/1990 Iscriz. Registro Nazionale della Stampa n del 10 Giugno 1996 ROC 3802 Settimanale del Sulcis - Iglesiente CCIAA Reg. Imprese REA P. IVA Abbonamento Annuo (48 numeri) ITALIA: Euro 40 - PAESI CEE: Euro 80 - PAESI EXTRACOMUNITARI: Euro 160 CC. n Edizioni sulcis sas - Via Bandiera, CORTOGHIANA Hanno collaborato a questo numero: Gianni Podda, Gigi Aste, Alessandro Carta, Sergio Rombi, Armando Cusa, Marco Massa, Giovanni Poddigue, Alfio Gessa, Elena Cossu, Sabrina Carta, Pino Piras, Giovanni Fiabane, Marcello Murru. Direzione - Redazione - Pubblicità: Via Gramsci, 225 (199) - Carbonia (CA) Tel Fax Responsabile Pubblicità: ROBERTO CARTA tel Testi e materiale fotografico pervenuti al giornale si intendono a titolo gratuito Grafica, impaginazione, stampa e allestimento: CTE Iglesias Z.Ind. Sa Stoia Tel. e fax Distribuzione: Fantini - Agenzia di distribuzione stampa s.r.l. - Km str. Prov. 120 Sestu Elmas - Tel

3 Lavoro numero 431 del 26 Marzo INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA EURALLUMINA NOTIFICATI DAL SINDACO DI PORTOSCUSO PUDDU Con una lettera inviata a varie istituzioni, il Sindaco di Portoscuso Adriano Puddu ha notificato all Amministratore delegato di Eurallumina Vincenzo Rosino, in qualità di rappresentante della proprietà Ru.Sal., un elenco di prescrizioni volte a garantire le condizioni ambientali a tutela della salute dei cittadini e delle popolazioni del territorio. La lettera, oltre che all Amministratore delegato di Eurallumina, è stata altresì notificata al Direttore dello stesso stabilimento e al responsabile ambiente e sicurezza. Inoltre la lettera è stata inviata al Ministero dell Ambiente, al Presidente della Regione sarda, agli Assessori regionali Ambiente, Industria, Sanità, al Presidente della Provincia Carbonia Iglesias, all Arpas e alla Prefettura di Cagliari. Questo è il testo integrale della lettera. Premesso che Eurallumina spa ha formalmente annunciato una fermata tecnica dello stabilimento di Portovesme della durata minima di un anno; che tale decisione dell azienda comporta conseguentemente l interruzione/modificazione di diversi processi/attività in atto di rilevanza ambientale, che possono generare ricadute ambientali e sanitarie negativa sul territorio; che le pregresse omissioni, ritardi e comportamenti illeciti accertati imputabili alla società hanno già contribuito al deterioramento ambientale ed igienico-sanitario del territorio; che la vigilanza ambientale e sanitaria del territorio compete in primis a questa Amministrazione locale che non intende permettere ulteriori compromissioni e rischi igienico-sanitari ed ambientali conseguenti alla predetta sospensione dell attività produttiva. Eurallumina Il Comune di Portoscuso richiede che, prima della programmata fermata degli impianti e comunque non oltre il 22 marzo 2009, la società Eurallumina, fornisca all Amministrazione comunale, che si riserva di accettare con eventuali integrazioni e correzioni, ed agli altri enti interessati, un dettagliato programma della attività di messa in sicurezza che intende mettere in atto per interrompere e/o prevenire danni/disturbi e rischi ambientali e sanitari conseguenti all interruzione dell attività. Tale programma dovrà illustrare dettagliatamente, per ogni attività: tipo di intervento previsto, frequenza, modalità operative, personale impiegato, costi stimati. Tenuto conto della limitata autonomia operativa del rappresentanti locali dell azienda, tale piano dovrà essere sottoscritto, dal legale rappresentante della società e dal direttore di stabilimento, che ne saranno diretti responsabili dell esecuzione ed avallato dall azionista di maggioranza (Rusal). Per quanto a conoscenza diretta di questa Amministrazione e/o risultante dagli atti depositati presso il Comune, il piano di messa in sicurezza dovrà riguardare quantomeno i seguenti aspetti: Programma di messa in sicurezza dello stabilimento e degli impianti: dovrà riguardare le modalità di fermata e di messa in sicurezza degli impianti, le quantità di materiali pericolosi (combustibili, soda ecc.) presenti, le modalità di sorveglianza, ecc.; 2) attività di messa in sicurezza e pulizia dell area portuale di competenza e degli impianti esterni allo stabilimento (nastri trasportatoricondotte ecc.); 3) Completamento della caratterizzazione e messa in sicurezza d emergenza delle aree interne dello stabilimento; 4) Completamento della bonifica (rimozione rifiuti) nella aree esterne di pertinenza, come da piano di caratterizzazione approvato; 5) Trattamento acque di falda stabilimento. Con la fermata degli impianti produttivi, le acque emunte non potranno più essere immesse nel processo e quindi dovranno essere collettate ed inviate ad Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta Al Presidente Regione Sardegna On. Ugo Capellacci p.c. Ai Segretari Generali CGIL CISL UIL - G. Epifani R. Bonanni L. Angeletti i Segretari Generali CGIL CISL UIL Sardegna - Costa - M. Medde - F. Ticca Al Sig. Prefetto di Cagliari Dott. Salvatore Gullotta Scriviamo per sollecitare la convocazione di un incontro, in relazione alla gravissima e drammatica crisi che sta attraversando l in- Oggetto: Sollecito richiesta d incontro situazione Sulcis Iglesiente. tera collettività del Sulcis Iglesiente. Ci sembra superfluo ribadire i temi da voi conosciuti e peraltro riportati nella nostra del 7 Bar Ristorante Pizzeria Argentaria di Cosimo e Giovanni Cui NUOVI LOCALI CON SALA RICEVIMENTI SINO A 300 POSTI (Matrimoni - Sala da Thé - Convegni - Riunioni di vario genere) Tabacchi - Lotto - Totocalcio ARGENTARIA - Via Tasso Goldoni - Tel IGLESIAS (angolo retro Ospedale CTO) gennaio u.s.. Evidenziamo solamente che gli stessi sono al centro della mobilitazione in atto nel territorio che è partita con lo sciopero generale di tutte le categorie economiche di venerdì 13 marzo 09. Sciopero svoltosi con la piena adesione delle istituzioni locali e di tutte le categorie economiche, istituzionali, politiche e sociali che hanno risposto con la serrata totale di ogni attività, in tutti i 23 Comuni del territorio, e con una imponente manifestazione nella città di Carbonia. Dunque con i abitanti che non solo idealmente sottoscrivono la presente. Fiduciosi del vostro interessamento ed in attesa dell incontro per addivenire a soluzioni urgentissime sui temi di vitale importanza per l intero territorio del Sulcis Iglesiente, inviamo i nostri più Cordiali Saluti CGIL CISL UIL I segretari generali M. Grecu - A. Corda - M. Crò COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS Bando di Gara 1) COMUNE DI IGLESIAS - Centro Direzionale Amministrativo Via Isonzo IGLESIAS (CI) ITALIA; Ufficio Lavori Pubblici all attenzione di: Giorgio Bonesu Tel Fax Posta elettronica: Profilo committente: 3.a). Procedura Aperta ai sensi degli articoli 54 e 55 del D. Lgs. N. 163/2006, con aggiudicazione mediante offerta più bassa; 4) Esecuzione del servizio con stipula del contratto a corpo ai sensi dell articolo 82 comma 2 lett. b), del D. Lgs. 163/2006; 5) Iglesias: REA- LIZZAZIONE DELL INDAGINE AMBIENTALE DI CARATTERIZZAZIONE DEL SITO DENOMINATO IS CANDIAZZUS IN LOCALITA CUNGIAUS CPV: ; 6.a) Trattasi di tutte le attività necessarie per la realizzazione dell indagine ambientale del sito; IMPORTO SERVIZIO A BASE DI GARA (al netto degli oneri di sicurezza): Euro ,80 (sessantottomilaquattrocentoottantotto/00); Oneri per l attuazione dei piani di sicurezza, non soggetti a ribasso: Euro 1.700,00 (millesettecento/00); IMPORTO COMPLESSIVO DELL APPALTO Euro ,00 (settantamilacentoottantotto/00) I.V.A. esclusa, per prestazioni interamente a corpo. 8) Durata dell appalto: 45 (quarantacinque) giorni dalla data di inizio; 9) Divieto di varianti; 11) Indirizzi e punti di contatto presso i quali sono disponibili il Capitolato d oneri e la Documentazione: tutti i documenti sono pubblicati sul sito alla voce Appalti. 12.a) ore 11,00 del giorno ; 12.c) Ufficio Appalti - Centro Direzionale Amministrativo - Via Isonzo 5, IGLESIAS (CI). 12.d) Lingua Italiana; 13.) ore 09,30 presso la Sala Riunioni del Centro Direzionale Amministrativo in Via Isonzo n 5 Iglesias. 14) Cauzione provvisoria di cui all articolo 75, del Decreto Legislativo n. 163, dell importo di Euro 1.403,76 pari al 2% dell importo complessivo d appalto. 15) I lavori sono finanziati con fondi imputati al capitolo del Bilancio anno 2009 in c/r ) Associazioni Temporanee D impresa; 17) Criteri di selezione ed esclusione: vedi bando integrale di gara. 24) Tribunale Amministrativo Regionale della Sardegna, Via Sassari 17 CAGLIARI. Il Dirigente: Dott. Felice Carta Adriano Puddu - Sindaco apposito impianto di trattamento autorizzato. A tal fine dovrà essere fornito idoneo progetto di colletta mento e trattamento per volumi almeno pari a quelli attualmente emunti o prescritti; 6) Modalità di controllo, sorveglianza e guardiania permanete del bacino fanghi rossi. Per il bacino, oltre alla normale attività di monitoraggio e controllo prevista dal piano di sorveglianza e controllo in fase di esercizio, dovranno essere previste le seguenti attività: controllo sistematico e manutenzione del sistema di drenaggio delle acque meteoriche; controllo periodico della stabilità degli argini. A tale fine, unitamente al piano generale di messa in sicurezza dovrà essere prodotta idonea documentazione comprovante la stabilità globale del bacino, così come richiesta dalla Provincia di Carbonia Iglesias contestualmente ad una pregressa autorizzazione all esercizio e, a quanto ci consta, mai prodotta. La mancata trasmissione di tale documento, idoneamente supportato da analisi e verifiche tecniche sottoscritte da tecnici qualificati, oltre a rappresentare una omissione a specifica prescrizione autorizzativa, verrà considerata quale tacita ammissione di criticità statica dell impianto e comporterà da parte di questa Amministrazione l adozione dei necessari provvedimenti cautelativi. 7) Controllo e prevenzione delle polveri e delle infiltrazioni. L interruzione del conferimento della torbida al bacino comporta l essicazione dello strato superficiale dei fanghi con conseguente formazione e dispersione di polveri inquinanti e di fessurizzazione dei fanghi. Dovrà essere fornito specifico progetto di inumidimento sistematico della superficie esposta dei fanghi (oltre 100 ha) atto a prevenire lo spolverio e relativo piano di monitoraggio. Le acque utilizzate non potranno essere acque di falda contaminate. Dovrà inoltre essere dimostrato (tramite specifico monitoraggio) come la maggior permeabilità dello strato superficiale dei fanghi essiccati non modifichi la percolazione in falda del bacino; 8) Messa in sicurezza della falda: Dovrà essere completato l allestimento e posta in esercizio la barriera idraulica ripetutamente prescritta dal Ministero quale MI- SE. Le acque emunte, nelle quantità previste dal progetto presentato nel 2004, dovranno essere trattate in apposito impianto autorizzato. Tale intervento non può essere ulteriormente procrastinato, stante la percolazione in falda di contaminanti anche cancerogeni; 9) Attivazione di trincee drenanti. Dovranno essere attivate/mantenute in esercizio le trincee drenanti poste al piede dell argine a salvaguardia della laguna e del mare. Dovrà essere concordato con questa Amministrazione un idoneo piano di monitoraggio volto a verificare l efficienza; 10) Bonifica area Su Stangioni. In assenza dell intervento di bonifica ripetutamente prescritto dal Ministero, l area di competenza dovrà essere tempestivamente posta in sicurezza (almeno rimozione/copertura sabbie contaminate anche con sostanze cancerogene), previo apposito progetto. Resta inteso che, in assenza di quanto sopra, questa Amministrazione attiverà tutte le necessarie azioni di tutela e prevenzione necessarie, oltre al richiedere alle autorità competenti i necessari interventi a danno di soggetti ritenuti responsabili. Lo stesso Sindaco di Portoscuso Adriano Puddu, stante la gravità della situazione e l esigenza di assumere tempestive decisioni in merito, si è reso disponibile a convocare una conferenza di servizi al fine di valutare con gli enti e l azienda il piano di messa in sicurezza proposto o, in assenza, di definire con gli enti, le idonee strategie di tutela. PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS SEDE DI CARBONIA Via Fertilia, 40 - Tel telefax SEDE DI IGLESIAS Via Argentaria, 14 - Tel telefax Presidente: Pierfranco Gaviano ASSESSORI: Carla Cicilloni Vice pres. Politiche della tutela Ambientale Marinella Rita Grosso Politiche sociali, Sanitarie e per la Famiglia Tiziana Frongia Politiche della Scuola, dell Università e della Formazione Professionale Emanuele Cani Politiche della pianif. del Territorio, Urbanistica e Trasporti Antonello Balloi Politiche dei Lavori Pubblici e della Viabilità Cinzia Micheletti Politiche Culturali, Sportive, Spettacolo e per il Tempo libero Mauro Esu Attività Produttive FORNITURE ELETTRICHE

4 4 numero 431 del 26 Marzo 2009 Lavoro VERBALE TRA GLENCORE E PORTOVESME SRL SUL FUTURO DEL SETTORE PIOMBO-ZINCO Il giorno 13/03/2009, si sono incontrati a Roma: la Glencore A.G. e la Portovesme srl nelle persone dii Aristotelis Mistakidis e Carlo Lolliri; i Segretari Regionali e Territoriali della Filcem- CGIL, Femca- CISL e Uilcem- UIL. Nel corso dell incontro la Portovesme srl, ha comunicato alle OO.SS che già nel pomeriggio era previsto l incontro con il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola. Detto incontro, primo di una serie, risultava fondamentale al fine di definire gli elementi già annunciati precedentemente in altre occasioni, allo scopo di dare continuità alle rispettive azioni e impegni. La Portovesme srl, premette che: Nell anno 2008, l economia internazionale è stata interessata da una crisi che, a parere dei maggiori esperti mondiali del settore, può essere paragonata alle maggiori e devastanti crisi che hanno interessato le economie mondiali nella storia, non solo per il suo drammatico impatto su tutti i settori della società civile, ma anche per gli effetti che la stessa ha avuto sulla totalità delle economie internazionali. Tale crisi, inizialmente limitata al solo settore finanziario ha, successivamente, avuto riflessi pesantissimi sull economia reale comportando una progressiva contrazione della domanda soprattutto nel settore dell auto. La crisi del settore auto ha avuto di conseguenza, riflessi anche sul settore dell acciaio e su quello della metallurgia con particolare riferimento al mercato dello zinco. La società, già penalizzata dalle storiche problematiche ancora irrisolte degli alti costi energetici, dalle carenze infrastrutturali e dai lunghissimi tempi nel rilascio delle autorizzazioni, avrebbe dovuto procedere alla sospensione di tutte le attività produttive a far data dal Gennaio Dietro le forti sollecitazioni del Sindacato, la Società si è limitata a sospendere la sola linea produttiva WAELZ con il ricorso allo strumento della CIGS per Portovesme srl circa 119 lavoratori. La persistenza della crisi economica e i conseguenti riflessi sui bilanci della società rendono necessari ulteriori provvedimenti drastici, non ultimo, la necessità di sospendere le altre linee produttive ancora in marcia. Pertanto, per la Portovesme srl i contenuti dell incontro pomeridiano saranno indirizzati ad ottenere risposte concrete su tre temi fondamentali per la sopravvivenza della società: 1) Progetto energetico teso a far ottenere alla Portovesme srl tariffe competitive nel lungo periodo secondo gli strumenti individuati (ad esempio il V.P.P.); 2) Rilascio dell autorizzazione per la realizzazione di un parco eolico destinato all autoproduzione e autoconsumo; 3) Approvazione della domanda di Contratto di Programma già presentata per l importo massimo finanziabile ai sensi della vigente normativa e Ampliamento dell autorizzazione allo stoccaggio di fumi di acciaieria. Date le premesse sopra esposte Glencore e Portovesme srl, in questa sede, ribadiscono le proprie posizioni in ordine agli impatti che l attuale crisi economica ha avuto sugli impianti e alla conseguente necessità assoluta di sospendere tutte le attività produttive in attesa del miglioramento delle condizioni economiche. Ciononostante, in questa sede, le società esprimono al Sindacato il proprio impegno affinché, subordinatamente a risposte concrete in ordine ai 3 temi sopra citati, possano essere date le seguenti garanzie: In considerazione del fatto che il mercato dello zinco, pur in presenza di prezzi estremamente bassi, garantisce comunque la vendita finale del prodotto laddove il piombo denuncia, invece, anche problemi di vendita con premi accettabili, la Glencore e la Portovesme srl si dichiarano disponibili a garantire la continuità di marcia del solo impianto Elettrolitico per tutto il periodo di crisi; La Glencore e la Portovesme srl, già nel 2009 inizieranno a preparare i cantieri per gli investimenti relativi all ampliamento dell impianto elettrolitico e alla realizzazione del parco eolico; Nel frattempo la Glencore e la Portovesme srl, si impegnano a predisporre un progetto di formazione da sottoporre alla Regione Sardegna affinché questa possa realizzare con l ausilio della stessa Portovesme srl quelle iniziative tese a minimizzare l impatto economico della CIGS su tutti i lavoratori coinvolti nella stessa; In attesa del riavvio degli impianti, la Portovesme srl costituirà un team di lavoro finalizzato allo studio di soluzioni tecniche per l abbattimento dei costi di produzione al fine di migliorare ulteriormente la competitività aziendale, in quanto fermamente convinta di garantire un futuro al territorio e al lavoro attraverso gli investimenti previsti dal piano industriale; La Glencore e la Portovesme srl si impegnano, in presenza di condizioni favorevoli di mercato, a riavviare le altre attività produttive, secondo programmi che verranno comunicati preventivamente alle OO.SS; La Glencore e la Portovesme srl ribadiscano, di converso, che qualora non arrivassero, dagli enti preposti, risposte concrete ai 3 temi sopra riportati nel bimestre in corso, si troveranno costrette a fermare temporaneamente tutte le attività produttive a far data dal 1 Maggio 2009, fino alla ripresa del mercato. Con riferimento al mercato dei fumi la Portovesme srl porrà in essere tutte le azioni più opportune al fine di garantirsi l approvvigionamento degli stessi, coinvolgendo le istituzioni per ottenere una maggiore capacità di stoccaggio. La società informa le OO.SS che la Glencore, proprietaria della Portovesme srl, ribadirà al Ministro il proprio interesse a mantenere in Sardegna l attuale assetto e confermerà l impegno a procedere con gli investimenti. Le OO.SS preso atto delle dichiarazioni della Società, chiedono alla stessa di soprassedere ad azioni unilaterali in attesa dei risultati degli incontri previsti per il prossimo periodo, incontri cui le parti assegnano fondamentale importanza. Le stesse, per quanto di loro competenza si impegnano a perseguire gli obiettivi della Società, che considerano comuni e pertanto, a fronte dei risultati attesi dagli incontri si impegnano da subito a favorire il raggiungimento di quanto definito. Le parti si impegnano a rincontrarsi per la seconda metà del mese di Aprile al fine di fare il punto della situazione. PER TAR LAZIO E VALIDO L ACCORDO ENEL-GLENCORE Francesco Sanna Con quattro diverse sentenze, il Tribunale Amministrativo del Lazio ha dichiarato inammissibili i ricorsi contro gli accordi della Regione Autonoma della Sardegna ed ENEL Spa che hanno reso possibile, dal 2008, l applicazione di tariffe speciali a favore di enti pubblici e società industriali energivore. Finalmente una notizia buona in mezzo a tante cattive per Via Su Pranu, Santadi (CA) tel fax il nostro sistema industriale, commenta Francesco Sanna, senatore PD che aveva sostenuto con forza, da consigliere regionale, le norme della legge finanziaria proposta dalla Giunta Soru che hanno dato origine agli accordi. Il primo effetto di queste sentenze è il mantenimento delle intese commerciali, estranee alla logica degli aiuti di stato, che sino al 31 dicembre 2010 consentono agli stabilimenti Glencore in Sardegna di acquistare da ENEL energia elettrica a prezzi molto più bassi di quelli praticati nella Borsa Elettrica. Significa che la produzione di piombo e zinco, nonostante l attuale difficoltà per le quotazioni molto basse dei metalli nei mercati internazionali, può godere di buone condizioni nell approvvigionamento di elettricità sino a tutto l anno prossimo.

5 Lavoro numero 431 del 26 Marzo COSA SI NASCONDE DIETRO LE LUNGAGGINI DELLA VENDITA EX ILA DI PORTOVESME? Un passo avanti e due indietro. Sembra essere questo l andamento della vertenza Otefal Sail (ex Ila) che da cinque mesi tiene fuori i cancelli i propri dipendenti. Ciò malgrado il settore dei laminati sottili non conosca crisi sul mercato. Anche di recente la vertenza pareva avviata sulla buona strada, ma qualcosa si è inceppata a livello di trattativa tra curatori Massimo Carta fallimentari della vecchia società e i nuovi potenziali acquirenti. Addirittura il rappresentante della svizzera Cam Group Claudio Massa, che aveva l incarico esplorativo per trovare gli spazi di acquisizione dello stabilimento di Portovesme, ha rinunciato all incarico per oggettive difficoltà a trattare la partita. Eppure da una parte c era (e fortunatamente c è ancora) un forte gruppo internazionale disposto ad acquistare lo stabilimento, c era il progetto di ristrutturazione degli impianti, l interesse ad entrare nel gruppo Otefal di Luigi Pozzoli che per circa due anni ha tenuto in affitto la fabbrica, c erano le banche pronte a firmare le necessarie fideiussioni per riavviare il lavoro. C erano persino le credenziali della Regione per riportare Assemblea lavoratori - OTEFAL OTEFAL ex ILA COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS BANDO DI GARA LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E COMPLETAMENTO DELLA RETE FOGNARIA DELLA CITTÀ E FRAZIONI, ANNUALITÀ 2008 Euro ,00 - classifica I (SOA) e classifica II (ARA) incidenza (100%). Termine di ricezione delle offerte: entro e non oltre le ore 12 del giorno precedente a quello fissato per la gara, vale a dire ENTRO LE ORE 12 del 20/04/2009. Indirizzo: Comune Ufficio Appalti P.zza Roma, Carbonia. Il Dirigente del Servizio Appalti (Avv. Livio Sanna) i lavoratori dentro la fabbrica. Cosa dunque è mancato? I mormorii e le voci di corridoio danno alcune versioni che, se non trovassero smentite, appaiono lesive dei diritti dei lavoratori e poco onorevoli per i soggetti attori. Ad ogni buon conto, sarà bene precisare che Gazzetta del Sulcis Iglesiente è entrato in possesso di una parte considerevole della documentazione che testimonierebbe l incompatibilità di alcuni soggetti nel portare avanti la vertenza. Ci si augura che tale atteggiamento venga rimosso nell interesse dei lavoratori e dell economia del territorio. Anche perché, stando ad alcune indiscrezioni, alcune istituzioni starebbero lavorando, con molta discrezione, per ripristinare le condizioni atte a portare l intero comparto alluminio di Portovesme su basi produttive. Nel pacchetto, come si accenna in prima pagina di questo numero del giornale, sarebbero interessati: Eurallumina, Alcoa, ex Ila, Enel e servizi vari. In questo discorso c è anche l Enel che al momento si trova con corrente prodotta che nessuno consuma. Sarà bene, quindi, che Regione, Provincia, Sindaci, Prefettura, Confindustria ed imprenditori interessati alla partita diano un segno positivo perché almeno la speranza non venga sotterrata.

6 6 numero 431 del 26 Marzo 2009 Politica SLITTANO I TEMPI PER LA DOMANDA DI CONTRIBUTI PER SMALTIMENTO AMIANTO La Provincia Carbonia Iglesias ha reso noto che il termina di scadenza del Bando pubblico per la concessione di contributi per la bonifica e Io smaltimento dei manufatti contenenti amianto negli immobili di proprietà pubblica è stato prorogato al giorno venerdi 15 maggio Le domande dovranno essere presentate alla Provincia di Carbonia lglesias - Settore Ambiente, via Fertilia Carbonia (CI), utilizzando il modello previsto e secondo le modalità indicate nel Bando che, insieme alla relativa modulistica, può essere scaricato dal sito internet della Provincia alla sezione Bandi, Concorsi e Avvisi. I contributi per la bonifica sono assegnati agli enti locali e loro consorzi proprietari dell immobile oggetto dell intervento di bonifica e sono pari al 100% della spesa ammessa a finanziamento. Per lo stesso immobile non può essere presentata più di una richiesta di contributo e non sono considerati ammissibili al finanziamento gli interventi già realizzati o in corso d opera. Al Sig. Sindaco Comune Carbonia Al Presidente del Consiglio INTERPELLANZA URGENTE OGGETTO: autovelox, carro-attrezzi, modalità di pagamento per il noleggio di un autovelox fisso: poche luci e molte ombre. Il Comune vuole far cassa? I sottoscritti consiglieri comunali: Alberto Zonchello, Giuseppe Meletti, Francesco Fele PREMESSO -che l Amministrazione, nei mesi scorsi, si era rallegrata di essere tra gli ultimi posti della graduatoria delle città con gli automobilisti più indisciplinati. Si disse con grande soddisfazione, addirittura, che non c era un problema sicurezza stradale a Carbonia e che i casi di infrazione erano più unici che rari; CONDIVIDENDO -l affermazione che non ci sarebbero grossi problemi in città, cosa è cambiato in questi mesi? Perché il Comune ha deciso di ricorrere agli autovelox e al carro-attrezzi per rimozione auto? PRESO ATTO -che il Comune dopo aver comprato un autovelox mobile sta per noleggiare anche quello fisso e che quest ultimo verrà installato sulla statale 126 nei pressi della località Sirai; -che ai proprietari dell apparecchiatura andrà una percentuale per ogni infrazione contestate e incassata dal Comune; VISTE -le note ANCI, del Ministero dei Trasporti, del Ministero dell Interno che chiariscono che i Comuni possono noleggiare gli autovelox, ma devono prestare particolare attenzione alle modalità di pagamento che scelgono per questa locazione. Infatti, il noleggio di apparecchiature per rilevare infrazioni al Codice della strada è consentito, ma si deve evitare di trasferire al noleggiatore una percentuale della sanzione dovuta dal trasgressore. Questo per evitare dubbi sulle finalità del servizio; -le decisioni di diversi Comuni di non riconoscere una percentuale ai proprietari degli apparecchi o una quota fissa a contravvenzione, ma bensì un corrispettivo annuo al fine di evitare una corsa alla multa ; CONSIDERATA la premessa, appare sempre più verosimile la percezione che il Comune di Carbonia voglia fare cassa a danno degli automobilisti. Questa ipotesi viene confermata anche dalla lettura dei Bilanci di Previsione 2009 e 2008: guarda caso, il Comune per il 2009 ipotizza entrate da contravvenzioni per euro mentre nel 2008 erano euro; Inoltre, se proprio si tiene alla incolumità degli anziani e dei bambini (giustificazione avanzata dal Comune per le ultime scelte adottate) perché non si risolvono gli annosi problemi dei pericoli presenti nelle strade, nei marciapiedi o l abbattimento delle barriere architettoniche? Per tutto questo, INTERROGANO IL SIG. SINDACO - affinche dia risposte chiarificatrici al Consiglio Comunale tutto sulla necessità di dotarsi di autovelox e carro-attrezzi (considerata la premessa) e sulle modalità di pagamento per il noleggio dell autovelox fisso ; - se non ritenga opportuno chiarire una volta per tutte con i fatti che il Comune non intende fare cassa a danno degli automobilisti; Alberto Zonchello; Giuseppe Meletti; Francesco Fele; COMUNE DI CARBONIA Al Sig. Sindaco - Al Presidente del Consiglio INTERPELLANZA URGENTE OGGETTO: EROGAZIONE CONTRIBUTO PER LO SPETTACOLO DI SABINA GUZZANTI I sottoscritti consiglieri comunali: Alberto Zonchello, Giuseppe Meletti, Francesco Fele PREMESSO che ci troviamo in una grave crisi economica che investe tutto il territorio. Un momento particolare in cui crescono rapidamente le richieste d intervento e sostegno nel settore sociale mentre le disponibilità ristagnano e un domani potrebbero diminuire. In una situazione simile il futuro appare sempre più nero; CONSIDERATA -la mancanza di fondi adeguati per il delicato lavoro svolto dai Servizi Sociali comunali; -la disperazione di intere famiglie che non hanno neppure i soldi per mangiare; -l insufficienza dei soldi del Comune per la crescente richiesta d intervento per gli anziani con difficoltà di salute ed economiche; -la scarsità di fondi e l urgenza di nuovi stanziamenti per affrontare l aumento purtroppo, ed è un fatto, della conflittualità all interno delle famiglie, con riflessi negativi soprattutto a carico dei minori; -la necessità di aumentare l impegno verso i disabili bisognosi di sostegno; VISTA La delibera di Giunta n 14/09, del 27/01/09: Erogazione contributo all Associazione culturale Shannara di Quartu per lo spettacolo di Sabina Guzzanti Vilipendio Tour nella quale: -si concede un contributo di e ,00 per l organizzazione dello spettacolo, si autorizza -si autorizza l Associazione alla gestione della biglietteria con la devoluzione alla stessa dell intero incasso; -si concede, a titolo gratuito, l uso del Palazzetto dello Sport; -che sono a carico del comune: le spese relative ai consumi per l utilizzo della suddetta struttura, il personale tecnico per gli impianti tecnologici, il servizio di prevenzione e sicurezza; RITENENDO Tutto ciò scandaloso, inopportuno, ingiusto per le motivazioni espresse in premessa. Pur sottolineando che è fuori discussione la professionalità dell artista e la serietà dell Associazione suddetta, si contesta nella maniera più categorica l uso indecente di questi soldi per uno spettacolo quando ci sono altre necessità in città; INTERROGANO IL SIG. SINDACO - affinche dia risposte chiarificatrici al Consiglio Comunale tutto sulla necessità di spendere tutti quei soldi in un momento così drammatico; Si invita il Sindaco a gestire meglio i soldi pubblici, soprattutto in questi momenti di grande difficoltà e a pensare a tutti i cittadini che stanno in condizioni di disagio Alberto Zonchello, Giuseppe Meletti, Francesco Fele COMUNE DI TEULADA PROVINCIA DI CAGLIARI BANDO DI GARA COMPLETAMENTO DELLE AREE PARCHEGGIO E SISTEMAZIONI AMBIENTALI VARIE IN LOCALITA TUERREDDA Importo complessivo dell appalto (compresi oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso): e ,99 (euro Centoseimilasettecentoventiquattro/99); Oneri per l attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: e ,00 (euro Duemilatrecento/00); Termine di ricezione delle offerte: 08/04/ ore 13,30; Indirizzo: COMUNE DI TEULADA via Cagliari 59, Teulada (CA); IL RESPONSABILE DEL SETTORE F.to Arch. jr Piero Paolo Medda COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS BANDO DI GARA LAVORI DI REALIZZAZIONE DI INTERSEZIONI A ROTATORIA SULLA SS 126 Importo a base d asta: Euro ,25 + IVA oltre ad Euro ,65 + IVA per oneri per l attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso d asta. Termine di ricezione delle offerte: entro e non oltre le ore 12 del giorno precedente a quello fissato per la gara, vale a dire ENTRO LE ORE 12 del 15/04/2009. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI (AVV. LIVIO SANNA) COMUNE DI MUSEI Provincia di Carbonia Iglesias AVVISO ESPLORATIIVO per la ricerca di manifestazioni di interesse all affidamento di incarico per l esecuzione di servizi tecnici Inerenti l attività di supporto al RUP (per corrispettivo stimato di importo inferiore a euro) Lavori di Completamento del Restauro della Casa Asquer Stima sommaria dei lavori oggetto dell intervento (in euro, IVA esclusa): Importo totale: ,00. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Gli interessati, in possesso dei necessari requisiti professionali, possono presentare domanda di partecipazione all indirizzo, entro le ore 12,00 del giorno 31/03/2009 al Comune di Musei MUSEI - CA - Piazza IV Novembre - Ufficio Tecnico - Settore Lavori Pubblici. Il Responsabile del Settore Tecnico Dott. Ing. Alessandro Girei

7 Politica numero 431 del 26 Marzo RIPARTITI I FONDI DELLE ZONE FRANCHE URBANE TRA I BENEFICIARI IGLESIAS CAGLIARI E QUARTU Iglesias Con ,39 euro, Catania è il comune che riceverà il più alto stanziamento dalla ripartizione dei fondi, 50 milioni di euro, per le zone franche urbane (zfu). Mentre è Sora, con ,02 euro, la zfu a vedersi assegnato la quota più COMUNE DI IGLESIAS CENTRO DIREZIONALE AMMINISTRATIVO - Via Isonzo 5, IGLESIAS Tel. 0781/ Telefax 0781/ AVVISO DI RETTIFICA LAVORI DI ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA DELLA SCUOLA ELEMENTARE DENOMINATA TENENTE CACCIARRU IL DIRIGENTE Visto l avviso di procedura aperta pubblicato all Albo Pretorio del Comune al n. 183 del per l esecuzione dei lavori relativi a ADEGUAMENTO AL- LE NORME DI SICUREZZA DELLA SCUOLA ELEMENTARE DENOMI- NATA TENENTE CACCIARRU, il quale riporta quale numero gara per il versamento della contribuzione all Autorità di Vigilanza Lavori Pubblici il seguente: Considerato che tale numero è stato riportato erroneamente in luogo del Codice Identificativo Gara: E52. Ritenuto dover procedere alla rettifica del bando di gara, specificando che Codice Identificativo Gara per il versamento della contribuzione all Autorità di Vigilanza Lavori Pubblici è il seguente: E52. Ritenuto non dover prorogare il termine per la presentazione delle offerte indicato nel bando di gara; Considerato che vengono confermate tutte le altre prescrizioni inserite nel bando di gara; AVVISA Il bando di gara pubblicato all Albo Pretorio del Comune al n. 183 del per l esecuzione dei lavori relativi a ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SI- CUREZZA DELLA SCUOLA ELEMENTARE DENOMINATA TENENTE CACCIARRU, è rettificato specificando che: - il Codice Identificativo Gara per il versamento della contribuzione all Autorità di Vigilanza Lavori Pubblici è il seguente: E52. Le imprese partecipanti dovranno indicare, nel versamento di Euro 20,00 effettuato a favore dell Autorità di Vigilanza Lavori Pubblici, a titolo di causale: il codice fiscale del partecipante ed il seguente Codice Identicativo Gara: E52. Restano confermate e valide tutte le altre prescrizioni inserite nel bando di gara e nella documentazione pubblicata sul sito web del comune di Iglesias. Iglesias IL DIRIGENTE Dott. Felice Carta bassa della ripartizione. Una dote la cui entità rimarrà invariata nei due anni previsti per la sperimentazione delle zone franche urbane (gli ambiti comunali che usufruiscono di un regime fiscale e previdenziale super agevolato). Il dossier zone franche urbane con la ripartizione dei 100 milioni per il biennio e la conferma di 22 zone franche urbane è arrivato sul tavolo del pre Cipe. La ripartizione dei fondi. Nel dossier del Cipe, la dotazione finanziaria, prevista dalla legge finanziaria 2008 in 50 milioni di euro per due anni, è stata suddivisa seguendo tre criteri. Il primo è l assegnazione di una quota minima per l efficacia del dispositivo, pari per tutte le 22 zfu, a 750 mila euro, in modo da garantire un minimo comune di efficacia del dispositivo. Il secondo criterio seguito è stato quello della dimensione demografica. Per le zfu è stato studiato un criterio (60% delle risorse rimanenti al netto della quota minima stabilita) che fa leva sulla dimensione demografica con una proporzionalità diretta rispetto al peso demografico di ciascuna zona franca sul totale della popolazione interessata dal dispositivo. Il terzo criterio valutato è quello del disagio economico che ammonta al 40% delle risorse rimanenti al netto della quota minima stabilita. Anche in questo caso rilevano le differenze riscontrate nei diversi territori presi in esame. Dopo il via libera definitivo del Cipe al piano zone franche urbane, dovrà partire, da parte del nucleo di valutazione del Ministero dello Sviluppo Economico, il monitoraggio e la valutazione di efficacia degli interventi, che, successivamente, dovranno essere comunicati a Bruxelles. I criteri di selezione delle 22 zone franche urbane. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha utilizzato tre criteri per tracciare la mappa e assegnare il riconoscimento di zona franca urbana. Su 180 Amministrazioni comunali candidate a vedersi riconosciuto lo status di zfu, sono arrivate, nell agosto 2008, alle Amministrazioni regionali, progetti da parte di 64 comuni. Su questi numeri c è stata un ulteriore scrematura sulla base di tre requisiti: la dimensione demografica minima di 7500 abitanti e massima di 30 mila nella zona individuata; una popolazione residente inferiore al 30% della popolazione residente del Comune e un tasso di disoccupazione superiore alla media comunale. E stato analizzato, inoltre, anche l indice di disagio economico e per alcune regioni, come la Campania, la Calabria, la Puglia e la Sicilia, la ponderazione, accanto al disagio economico, anche di altri fattori come ad esempio, la motivazione strategica dell Amministrazione comunale per individuare l area candidata a zfu e il livello di co-finanziamento comunale. Queste le 22 zfu: Catania, Torre Annunziata, Napoli, Taranto, Cagliari, Gela, Mondragone, Andria, Crotone, Erice, Iglesias, Quartu Sant Elena, Rossano, Lecce, Lamezia terme, Campobasso, Velletri, Sora, Pescara, Ventimiglia, Massa-Carrara, Matera. Matrimoni, Cresime, Battesimi, Convegni, Spot pubblicitari, Montaggi, Filmati amatoriali, Travasi da pellicole in DvD, Regia mobile per eventi Comune di Domusnovas Provincia di Carbonia Iglesias P.zza Caduti di Nassirya, 1 - Tel Fax Sindaco Angelo Deidda Vicesindaco Marco Cuccu Assessori Luigi Bacchis, Giampaolo Garau, Alessio Mura, Gianfranco Tolu, Attilio Stera Presidente del Consiglio comunale Erizio Pranteddu Consiglieri Luigi Bacchis, Stefania Cabboi, Sergio Cadoni, Mario Cera, Marco Cuccu, Isacco Demarchi, Pietro Angelo Fonnesu, Gianluigi Fonnesu, Gianpaolo Garau, Alessio Mura, Maria Carmela Pilloni, Erizio Pranteddu, Attilio Stera, Silvana Usai, Massimiliano Ventura

8 8 numero 431 del 26 Marzo 2009 Speciale Provincia Carbonia Iglesias La Provincia di Carbonia Iglesias registra per il periodo gennaio-dicembre 2008 un + 17,27% degli arrivi, con presenze contro le del Aumenta significativamente anche il numero dei pernottamenti, che passano dai del 2007 ai del 2008, a conferma che la linea di sviluppo e di promozione del territorio intrapresa è decisamente quella vincente. Nel dettaglio, i mesi che hanno registrato un aumento più significativo delle presenze sono marzo, che mostra un aumento di arrivi record pari al 79,29%, maggio con un +43,51% e novembre con un +46,61%, cifre che danno voce all impegno del Sistema Turistico Locale Sulcis Iglesiente in direzione di una destagionalizzazione dei flussi turistici verso il territorio della Provincia, che punta sulla diversificazione del prodotto e dell offerta turistica durante i mesi di spalla. Il periodo estivo, da giugno a settembre 2008, conferma il trend positivo di presenze, con un picco ad agosto di pernottamenti. <<Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti durante il 2008 afferma Pierfranco Gaviano, Presidente della Provincia di Carbonia Iglesias e del STL Sulcis Iglesiente che vanno ad avvallare la bontà di quanto realizzato fino ad oggi nel settore turistico, non solo per quanto riguarda la promozione del nostro territorio, ma anche nell ambito dell offerta ricettiva sempre più ampia, diversificata e più attenta a fornire servizi di buon livello durante tutto il corso dell anno>>. La Provincia di Carbonia Iglesias infatti, non ha risentito di particolari ripercussioni sul comparto vacanze, registrando, al contrario, risultati davvero interessanti malgrado il periodo di flessione economica che ha portato alla generale contrazione dei consumi da parte degli italiani. Per il primo semestre 2009, la Provincia di Carbonia Iglesias è già op erativa con numerose Villaperuccio IL 2008 SEGNA IL SUCCESSO DEL SULCIS IGLESIENTE CONSUNTIVO ECCEZIONALE RAGGIUNTO NEL TERRITORIO IN DODICI MESI Carloforte azioni di promozione legate alla partecipazione ad alcune delle maggiori fiere nazionali e internazionali di settore: dopo la FITUR di Madrid, si passerà alla BIT di Milano, dove verrà presentata ufficialmente la Strada del Carignano del Sulcis, con la partecipazione di alcune cantine custodi di questo pregiato e antico vitigno. Il progetto intende valorizzare i territori di provenienza di questa qualità di vino, attraverso percorsi turistici che accompagneranno il visitatore alla scoperta di sorprendenti cantine, vigneti coltivati a ridosso del mare, accoglienti agriturismi, antichi borghi e suggestivi scorci, inseriti in un armoniosa cornice naturalistica e culturale. È confermata la partecipazione del STL Sulcis Iglesiente a Vacanze Weekend, il nuovo circuito fieristico dedicato alle famiglie, ai giovani e a quanti sono interessati a conoscere destinazioni turistiche dove trascorrere le proprie vacanze e i weekend. Quattro le tappe previste dall evento: Brescia, Padova, Torino e Verona, momenti durante i quali verrà presentata la destinazione Sulcis Iglesiente, dando risalto alla varietà di paesaggi naturali e alle attività che il territorio offre al turista, puntando sulla vacanza attiva. Accompagnerà ciascuna tappa lo spot radio realizzato in collaborazione con Vacanze Weekend, che verrà trasmesso sulle radio locali nei 5 giorni antecedenti ogni evento. <<Sappiamo prosegue il presidente della Provincia - che c è ancora molto da fare per promuovere il nostro territorio e farlo conoscere a livello nazionale e internazionale, attraverso la collaborazione degli operatori locali e delle istituzioni al fine di creare sinergie, offrire un servizio di ottima qualità e ottenere dei risultati sempre più convincenti e positivi. Con la nostra partecipazione a fiere ed eventi di settore vogliamo essere il più possibile vicino ai nostri futuri visitatori, impegnati nel conoscerne le esigenze. Sulla scia dei risultati ottenuti nel 2008, infatti - conclude Gaviano -, il nostro obiettivo prioritario per il 2009 è di sviluppare un prodotto turistico creato su misura, in base alle aspettative di quanti raggiungono il nostro territorio, capace di rispondere alle richieste del mercato e dare contenuti tangibili alla promozione stessa>>. DULCIS È LA PRIMAVERA NEL SULCIS IL PACCHETTO CONIATO DAL SISTEMA TURISTICO LOCALE Dopo il grande successo ottenuto nell autunno scorso, prosegue il progetto DULCIS promosso dal Sistema Turistico Locale del Sulcis Iglesiente. L operazione, nata dalla cooperazione tra la Provincia di Carbonia Iglesias, le Compagnie aeree Meridiana (con il suo tour operator Wokita) e Tuifly, intende promuovere la bassa stagione nel Sulcis Iglesiente attraverso la creazione di weekend tematici. Il Sulcis Iglesiente è una terra autentica, ancora poco conosciuta ma unica, in grado di offrire, con la sua ospitalità e le sue genti, un soggiorno ricco di sensazioni e ricordi indimenticabili. Percorsi naturalistici e culturali, ricchi esempi di architettura risalenti al Medioevo e al Rinascimento, le miniere visitabili, che qui rappresentano il 65% delle risorse del primo Parco Geominerario Storico e Ambientale del Mondo, il Parco Geominerario della Sardegna, ma ancora fondali marini che stupiscono per la loro ricchezza, tradizione, gastronomia, magia: nel cuore del Mediterraneo, questa è l offerta della Provincia di Carbonia Iglesias. Il progetto di co-marketing offre la possibilità di conoscere questa terra attraverso soggiorni dedicati alla scoperta delle risorse enogastronomiche, naturalistiche e culturali della zona. Primo step della partnership è stato il pacchetto weekend Dulcis è l autunno, che ha previsto un soggiorno di 4 giorni, comprensivo di 3 notti con trattamento di pernottamento e prima colazione, volo di andata e ritorno dalle città italiane e il noleggio di un auto per l intera durata della permanenza. Con il medesimo obiettivo della destagionalizzazione del turismo, il progetto Dulcis sarà il pacchetto vincente per la promozione del Sulcis Iglesiente anche nella primavera che è appena iniziata. Buggerru UNA VETRINA SENZA CONFINI CHE PROIETTA IL SULCIS IGLESIENTE NEL MERCATO DELLE VACANZE IL TERRITORIO E ON LINE NEL SITO DEL TURISMO Iglesias - Gonnesa E attivo e gettonatissimo il nuovo sito Internet turistico della Provincia di Carbonia Iglesias Si tratta di una piattaforma innovativa, dedicata ad un area di rara bellezza ricca di cultura e natura. Gli utenti possono accedere ad una vetrina tecnologica ricca di contenuti ed informazioni per scoprire l incantevole sud ovest sardo. Il portale si caratterizza per una grafica accattivante, contenuti multimediali ad alta definizione ed una navigazione per aree tematiche semplice e scorrevole. La home page si apre con le cose da fare e da vedere : ampia vetrina dedicata all offerta turistica del territorio. Una proposta completa, con pagine che spaziano dalla vacanza attiva allo sport, dalla natura al turismo culturale fino all enogastronomia e all artigianato. Per programmare al meglio il soggiorno è invece presente la sezione pianifica la tua vacanza, con tutte le informazioni indispensabili: trasporti, operatori turistici locali, servizi e numeri utili. Sul fronte della ricettività, un comodo menù a discesa nella pagina dedicata permette di accedere ad una banca dati contenente tutte le strutture alberghiere della Provincia, ricca di immagini, contatti ed indirizzi. Completa la navigazione la sezione dedicata ai pacchetti e alle offerte speciali, con soluzioni ad hoc per scoprire gli angoli più nascosti e originali del Sulcis Iglesiente. La grande e vera novità del portale disponibile anche in inglese, tedesco e francese, è però la piattaforma di dynamic packaging. La tua valigia, questo il nome della nuova funzione, permette di accedere, previa iscrizione, ad una pagina privata dove consultare e salvare itinerari personalizzati, integrare i percorsi con immagini, documenti e appunti, e visualizzare infine le risorse di interesse in un unica mappa. Una soluzione innovativa e di semplice utilizzo, per organizzare al meglio le informazioni raccolte durante la navigazione. Ampio spazio è riservato anche agli addetti ai lavori. Nella parte inferiore della home page sono presenti link alle pagine dedicate a operatori del settore, media e tour operator, con uno sguardo a 360 gradi sulla comunicazione corporate del Sistema Turistico Locale del Sulcis Iglesiente. Una dimensione internazionale per un territorio proiettato verso il futuro.

9 Politica numero 431 del 26 Marzo LA NUOVA GIUNTA REGIONALE SARDA E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE VALUTAZIONE DI ORIANA PUTZOLU CISL Marco Massa La Formazione Professionale potrebbe essere rivalutata dopo il suo oscuramento provocato dall Amministrazione di Renato Soru. Che ci fosse necessità di una ripulitina in seno agli enti gestori dei corsi, era evidente ed improcrastinabile. Però, con l acqua sporca, l Amministrazione Soru ha buttato via anche il bambino. Ora sembra che il settore possa guardare ad una nuova stagione, che non ripeta gli errori del passato, ma che trovi nuovi interessi per la formazione dei giovani che intendono avvicinarsi al mondo del lavoro. Dell argomento, Gazzetta ha parlato con Oriana Putzolu, Segretaria regionale Cisl preposta proprio alla Pubblica Istruzione e Formazione Professionale. D) Oriana Putzolu il mondo della Formazione Professionale è stato azzoppato: oggi in quale situazione si trova e quali sono le prospettive? R) Oggi siamo in una situazione in cui il sistema purtroppo è praticamente azzerato. In prospettiva ci auguriamo di rilanciare il comparto, attuando immediatamente un progetto di riforma, auspicando quindi che la nuova Giunta e l Assessore competente ci chiamino immediatamente, perché ne abbiamo stringente bisogno. Le crisi industriali, come quella che sta colpendo Noi, commercianti e abitanti del Centro storico, nonché tutti coloro che amano Sant Antioco, ci sentiamo delusi dallo stato di negligenza ed incuria che caratterizza il quartiere. Ci dispiace dover ricordare che ancora una volta l Amministrazione comunale ha ritenuto di non dovere ascoltare le persone che con umiltà hanno posto a disposizione della comunità il loro tempo e le loro idee. A tal proposito si ricorda che durante lo scorso autunno eravamo stati rassicurati circa la disponibilità della Giunta ad accogliere alcune proposte ritenute, allora, costruttive. La realizzazione di eventi che creassero delle condizioni favorevoli alla riscoperta del ruolo centrale del quartiere che gravita intorno alla piazza De Gasperi, era stata in quel momento una proposta che aveva suscitato un Oriana Putzolu il Sulcis Iglesiente in particolare, e in tutta la Sardegna, ha bisogno di attività formative per rilanciare le professioni e quindi anche le forme di crescita dei lavoratori e dei disoccupati in particolare. Quindi, per la Formazione noi punteremo perchè Governo regionale rilanci il settore nell immediato, dando risposte ai giovani che aspettano di capire quale sia il proprio futuro occupativo. D) La Formazione Professionale dei giovani pare che sia l unico anticamera del futuro di questi ragazzi che oggi sono veramente disorientati e senza fiducia, proprio perché i loro genitori, anche nonni talvolta, si trovano in grosse difficoltà a portare a casa lo stipendio. R) Questo è il quadro realistico. Noi dobbiamo pensare alle nuove generazioni: ai diplomati oltre che ai laureati. Su di loro bisogna investire davvero in termini di conoscenza e di Formazione Professionale. Ci stiamo perdendo. In questo territorio, già segnato da emigrazione forte, noi cerchiamo non solo gli intelletti e le intelligenze, ma dobbiamo evitare di perdere l opportunità di investire con loro sul rilancio in termini produttivi. E molto importante che ci siano proposte e conoscenze a 360 gradi. Solo così daremo speranze a questi giovani, perché poi saranno loro che governeranno la crescita della Sardegna. LETTERA IN REDAZIONE DA SANT ANTIOCO PARLANO I COMMERCIANTI DEL CENTRO STORICO Sant Antioco vivo interesse da parte degli attuali Amministratori. Evidentemente, come purtroppo è accaduto in altre occasioni, abbiamo riposto la nostra buona fede su persone che hanno fatto promesse vane in vista di ben altri obbiettivi. L ultimo atto, da noi ritenuto scorretto, al quale l attuale Giunta ci ha sottoposto, è costituito dalla decisione di voler escludere la piazza della Basilica del Santo Patrono dagli eventi più importanti previsti per la festa patronale. Probabilmente qualcuno o alcune persone, presenti nelle varie Amministrazioni, che si sono avvicendate nel corso degli ultimi venti anni, non gradisce che il Centro storico venga rilanciato come avviene in altre realtà più sensibili alla valorizzazione dei beni culturali ed artistici. A tal proposito, chiunque può consultare il sito web del comune di Sant Antioco e leggere con calma ed attenzione il contenuto della delibera n 40 della Giunta comunale, approvata in data 06/03/2009. In conclusione, visto quanto suddetto, per affermare i nostri diritti, ci sentiremo autorizzati ad intraprendere tutte le iniziative di lotta che riterremo più opportune per garantire la sopravvivenza del quartiere al quale si deve l esistenza della città. A tal fine invitiamo tutti i cittadini ad unirsi a noi, per difendere un bene che prima di ogni altra cosa, è un patrimonio dell intera cittadinanza e non solo di nostra esclusiva pertinenza ed in quanto tale va preservato anche per le generazioni future. Associazione Centro Storico Sant Antioco. TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PER IMMIGRATI NEL SULCIS IGLESIENTE La Provincia di Carbonia lglesias, d intesa con la Cooperativa Sociale La Carovana, nell ambito della gestione del Centro Servizi Immigrazione provinciale e del Piano territoriale per l immigrazione, intende attivare, in qualità di soggetto promotore, 4 tirocini formativi e di orientamento della durata di 4 mesi ciascuno. Possono presentare domanda di adesione gli immigrati extracomunitari soggiornanti regolarmente nel territorio provinciale e le aziende interessate. Tale opportunità ha lo scopo di agevolare le scelte professionali degli immigrati mediante la conoscenza diretta del mondo del L Assessorato regionale dei Trasporti ricorda che, a partire dal 1 gennaio e fino al 31 marzo, invalidi e reduci di guerra possono presentare la domanda per la richiesta o il rinnovo della tessera regionale per ottenere le agevolazioni tariffarie sul trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano. L utente può richiedere o rinnovare la tessera per le agevolazioni in diversi modi: - personalmente presso l Assessorato dei Trasporti o i Servizi territoriali degli enti locali competenti; - per corrispondenza; - tramite le associazioni di categoria o attraverso i servizi sociali del Comune di appartenenza. In questo caso la tessera viene inviata direttamente per corrispondenza al responsabile dei lavoro e, al tempo stesso, consente loro di fare una valida esperienza professionale. Gli avvisi pubblici ed i moduli di adesione sono disponibili sul sito internet della Provincia (www. provincia.carboniaiglesias.it), presso i Centri servizi per il Lavoro provinciali e presso i CE- SIL del territorio. AGEVOLAZIONI TARIFFARIE INVALIDI E REDUCI DI GUERRA servizi sociali richiedente. Per il 2009 il reddito massimo per poter usufruire delle agevolazioni è pari a ,54 euro. Per ulteriori informazioni rivolgersi all Ufficio relazioni con il pubblico dell Assessorato dei trasporti in Via XXIX novembre, 29 a Cagliari, telefono 070/ , fax 070/ LA SARDEGNA NELLA RETE MEDITERRANEA CON PATRIMONIO DI FORESTE MODELLO Emilio Simeone - Assessore Fra le iniziative progettuali della nuova programmazione europea Fesr Cooperazione e, in particolare, nell ambito del programma operativo MED, è stata ieri approvata dalla Giunta su proposta dell assessore all Ambiente, la candidatura di un parternariato transnazionale composto da Spagna (regioni di Castilla y Leon e Murcia), Grecia (Macedonia occidentale e Prefettura di Magnesia), Francia (Provence-Alpes -Cote Azur e Corsica), Croatia (Istria) e Italia (Sardegna) per la realizzazione di un progetto denominato Foresta Modello. L obiettivo è l identificazione, in ciascuna regione partecipante, di propri ambiti territoriali aderenti ad un codificato modello di gestione della risorsa agroforestale. Le regioni mediterranee partecipanti potranno contribuire alla costituzione della rete mediterranea delle Foreste Modello sulla scia dell omologo network internazionale coordinato dal Canada e già operativo da alcuni anni. L Assessore Simeone: Lo schema di Foresta Modello cerca di tradurre in termini concreti i principi espressi dalla codifica della Gestione Forestale Sostenibile nelle sue svariate connotazioni ambientali, economiche e sociali, in tale forma avvicinandosi agli attuali schemi di certificazione della gestione dell ambiente e delle filiere produttive. L Assessore ha richiamato l attenzione sull attinenza e similitudine fra il predetto schema delle Foreste modello e quello già adottato dal governo regionale con la pianificazione forestale di distretto, avviata dalla Deliberazione 53/14 del in attuazione degli indirizzi del Piano Forestale Ambientale Regionale, e sottolinea l importanza della partecipazione della regione Sardegna ad una rete estesa alle regioni del bacino del mediterraneo nei termini di sperimentazione, confronto, condivisione e collaborazione interregionale. Nel corso del meeting tenutosi il 14 marzo 2008 presso Penaranda de Duero (Castilla y Leon Spagna) la Regione Sardegna, rappresentata dall Assessorato della Difesa dell Ambiente, ha aderito in linea tecnica al protocollo di intesa per la costruzione della Rete Mediterranea delle Foreste Modello, assieme a Castilla y Leon e Murcia per la Spagna, Provence Alpe e Cote Azur e Corsica per la Francia, Algeria, Istria (Croatia), Marocco, Tunisia e Turchia. Tale documento è stato presentato al Forum Globale che si è tenuto a Hinton in Canada il 18 giugno 2008 dalla portavoce per la rete mediterranea, la regione Castilla y Leon. La Giunta ha votato l adesione formale al Mediterranean Model Forest Network (MMFN) e il protocollo di intesa per la costruzione della rete (MoU).

10 10 numero 431 del 26 Marzo 2009 Realtà Locale IGLESIAS L ASSOCIAZIONE QUARTIERE SANTA CHIARA HA RINNOVATO LE PROPRIE CARICHE SOCIALI IGLESIAS PROMOSSO COLONNELLO VINCENZO BONO COMANDANTE DELLA SCUOLA ALLIEVI CC Il Comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias, Ten. Col. Vincenzo Bono, è stato promosso al grado di Colonnello, rimanendo al momento nell attuale incarico. Il Colonnello Bono, nativo di Tusa in provincia di Messina, 46enne, dall agosto 2005 e ad Iglesias, quando assunse il comando dell allora Terzo Battaglione Allievi Carabinieri, diventato Scuola Allievi Carabinieri dal 15 luglio 2008, dopo che l Istituto di istruzione dell Arma e stato elevato da Battaglione dipendente della Scuola Allievi di Roma a Scuola Allievi, alle dipendenze, come le altre sei Scuole presenti nel territorio nazionale, dalla Legione Allievi Carabinieri. Col. Vincenzo Bono L Associazione Quartiere Santa Chiara di Iglesias, associazione di promozione sociale e culturale senza scopi lucrativi, impegnata dal 1998 nella riscoperta delle tradizioni medioevali dell antica Iglesias, ha provveduto a rinnovare i Suoi organismi interni. Il Consiglio Direttivo è composto da: Paolo Cossu (riconfermato alla carica di Presidente), Bruno Vacca (riconfermato alla carica di Vice Presidente), Gina Colombo (Tesoriere), Michel Fenu (Segretario), Giorgia Vacca e Paolo Essenziale (Consiglieri). Revisori dei Conti sono stati eletti i soci: Cavalli Roberto, Giroli Sergio e Caria Luigi; mentre al Collegio dei Probiviri: Carlo Boi, Franco Faedda e Rinaldo Contu. Il nuovo Direttivo ha pertanto provveduto alle nomine dei Responsabili di settore nelle persone di: Paolo Essenziale Gina Colombo (Responsabili Abiti, Costumista, Storico), Michel Fenu (Responsabile Gruppo Musici e Sbandieratori), Carlo Boi (Responsabile Compagnia Balestrieri), Luciano Serra (Responsabile Logistica, Sicurezza e Manutenzioni), Franco Faedda (Maestro d Armi), Sergio Giroli Roberto Cavalli (Obrieri del Candeliere del Quartiere Santa Chiara); ed ha momentaneamente mantenuto per se le deleghe al Gruppo Figuranti ed ai Rapporti Istituzionali e con la Stampa. Sempre nell ambito dell Assemblea dei Soci, è stato inoltre festeggiato il primo decennale dalla fondazione dell Associazione. Attualmente l Associazione conta circa 70 iscritti. COMUNE DI GUSPINI Provincia Medio Campidano BANDO DI GARA Incarico professionale con competenze specifiche per progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, coordinamento sicurezza in fase di progettazione, esecuzione dei lavori, direzione lavori, misura e contabilità, relativi ad opere edili, restauro specialistico, artistico, allestimenti e opere strutturali presso la direzione di Montevecchio. Interventi Importo presunto delle opere: e ,00 di cui: Importo presunto dei lavori per classe e categoria: opere edili I d e ,00; restauro specialistico, artistico e allestimenti I e e ,25; Impianti elettrici I f e ,75. Il plico contenente la documentazione e le offerte, indirizzato al Direttore dei SS DD Attività Produttive, Sviluppo locale Beni e Attività Culturali - via Don Minzoni, GUSPINI, a pena di esclusione dalla gara, deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata, entro le ore 13,00 del giorno Il Responsabile del Servizio Dott.ssa Mariangela Porru Dal 20 marzo al 15 maggio, col patrocinio dell Assessorato comunale della Cultura, a cura della Libreria Lilith, dell Associazione Libriamoci presidio del libro, della Società Umanitaria, e con il finanziamento del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, si svolgerà, presso la Biblioteca Comunale di Carbonia La città che legge Incontri con gli autori e con le autrici. La città che legge è un progetto che, dal 2006, propone una serie di eventi volti alla promozione della lettura. - Nel 2006: con il progetto La città che legge sono state distribuite 3000 copie del libro di Maria Giacobbe Le radici per una lettura comune e contemporanea nella città e nelle scuole. La memoria e l immaginazione nell autobiografia per un percorso di identità grazie al finanziamento della Fondazione del Banco di Sardegna. - Nel 2007: Festa della lettura sulla memoria in Piazza Marmilla, lettura dell incipit dei libri distribuiti alle scuole libri su cui lavorare nel corso dell anno scolastico. - Nell inverno del 2008: La città che legge: libri liberati, 120 libri liberati nelle piazze e presso le scuole, classici e contemporanei, per bambini/e, adolescenti e adulti/e, libri scelti per il piacere della lettura e per la qualità della scrittura e dei contenuti, libri acquistati dall Amministrazione. - Nella primavera del 2008: La città che legge. Festa della lettura. Sempre in Piazza Marmilla studenti delle scuole di ogni ordine e grado hanno parlato delle loro letture e delle loro riflessioni con parole, scritture, colori, immagini, gesti, una vera festa che ha coinvolto circa 400 studenti dai 6 ai CARBONIA LA CITTA CHE LEGGE 2009 INCONTRI CON GLI AUTORI 18 anni. - Nell autunno 2008: il progetto La città che legge. Mediterraneo: navigare fra le letterature. Nuovo incontro in Piazza Marmilla: più di 1400 studenti di tutte le età hanno partecipato con le loro insegnanti alla scelta dei libri di autori e autrici italiani/e, arabi/e e sardi/e da leggere nel corso dell anno scolastico e hanno inventato e scritto slogan e filastrocche, disegnato e colorato testi sulla lettura e sul piacere di leggere. Per l anno in corso 2009, sono in programma: - In marzo: Rogetto Autobiografie fra esperienza e immaginazione autobiografie nelle biblioteche e nelle scuole, il racconto delle esperienze tra verità e immaginazione, con l intervento delle alunne del liceo che hanno partecipato ad un laboratorio di lettura e scrittura Hinterland sei di Enrico Pili. Un romanzo fra il passato ed il presente (e il futuro?) di un paese di un hinterland, non minerario ma facilmente riconoscibile, ricostruito dallo sguardo ironico del protagonista, che nel racconto ricostruisce anche se stesso e le sue esperienze. - In aprile Percorsi provinciali di Stefano Galletta: racconti di momenti di rottura e di cambiamento nella vita dei protagonisti, dentro ambienti e spazi che riconosciamo, non perché ci sono vicini, quanto perché sono i luoghi delle relazioni che fanno parte dei percorsi di tutte le esperienze Muri lacrime e za tar di Gianluca Solera. L autore ha vissuto due anni in Palestina e racconta tante storie di vita attraverso le voci di arabi israeliani e di ebrei israeliani, voci che poco si sentono perché sommerse dal rumore delle guerre e dei fanatismi Nei luoghi dell anima con Wim Wenders di Carlo Truppi, docente presso la facoltà di architettura di Napoli e titolare del laboratorio di costruzione dell architettura di Siracusa, dove insegna anche progettazione ambientale. I luoghi dei film di Wim Wenders, i luoghi come anima della storia di ognuno i luoghi che si vedono, i luoghi che si percorrono. - In maggio Viaggio in Sardegna di Michele Murgia: alterità, pietra, arte, confine, fede, suoni, femminilità, undici parole per raccontare e descrivere la Sardegna che non si vede in un viaggio che non segue i percorsi delle cartoline o dei villaggi turistici Andrea Serra ed Elena Cannas, insegnanti elementari, con Fila diritto rendono i diritti dei bambini, attraverso parole in rima e colori, filastrocche e immagini in movimento, immediatamente visibili e comprensibili. In Autunno è prevista la possibilità di integrare il programma con ulteriori eventi. SINDACO (Prov. Carbonia Iglesias) Vice SINDACO UFFICIO TURISMO SERVIZI SOCIALI SPORT SPETTACOLO UFFICIO ASSESSORI CALASETTA - Piazza Belly - Centralino G.C.S. srl Località Sa Stoia IGLESIAS (CI) - Tel Fax

11 Realtà Locale numero 431 del 26 Marzo S.ANNA ARRESI IL RECUPERO DI SPAZIO CULTURALE CON L ASSOCIAZIONE LE LUNGHE CANNE Cristina Vincis In data 11 Marzo 2009, in una gremita chiesetta dedicata alla Santa Patrona di Sant Anna Arresi, e alla presenza delle massime autorità locali (il Sindaco Paolo Dessì, il Comandante del Reggimento Giorgio Rainò, il rappresentante della Parrocchia Don Silvano e la sig.ra Wilma Fulgheri delegata dal Parroco Don Pietro Piras assente per motivi di salute) si è svolta la presentazione al pubblico e ai mezzi d informazione della ricostituita Associazione Associazione Culturale LE LUNGHE CANNE I Concorso Nazionale SANT ANNA ARRESI LIVE VOICE Programma 20 Aprile 2009 Scadenza iscrizioni dei singoli e dei gruppi. Dal 20 al 29 Aprile 2009 Riunioni giuria per la selezione dei gruppi che parteciperanno alle semifinali del concorso. 30 Aprile 2009 Comunicazione della giuria dei singoli o gruppi che parteciperanno alle semifinali Dal 1 al 7 Agosto 2009 Chiesetta Sant Anna Arresi Prove dei gruppi semi finalisti Agosto 2009 Piazza Del Nuraghe - Ore 21:00 Esibizioni live dei singoli o dei gruppi cha hanno avuto accesso alle semifinali con accompagnamento coro Silver Voices (Sant Anna Arresi) Ore 22:00 Concerto Francesco De Gregori (in attesa di conferma) In coproduzione con Associazione Culturale Punta Giara Ore 23:30 Comunicazione dei gruppi finalisti Agosto 2009 Chiesetta Sant Anna Arresi Prove dei singoli o gruppi selezionati per la finale 22 Agosto 2009 Piazza Del Nuraghe Ore 21:00 Esibizione live dei gruppi finalisti con accompagnamento coro Silver Voices (Sant Anna Arresi) Ore 22:00 Concerto Dana Fuchs In coproduzione con Associazione culturale Punta Giara Ore 24:00 Proclamazione del gruppo vincitore e premiazione dei tre finalisti Culturale Le Lunghe Canne. La neopresidente Nevina Cuccu ha illustrato necessità, motivi e opportunità che hanno determinato la ricostituzione, anche sul piano giuridico, dell Associazione in argomento. Inoltre, è stato presentato un quadro esauriente sugli obbiettivi che l Associazione realizzerà già a partire dall anno in corso. Successivamente ha preso la parola il Direttore artistico Rossano Urru che ha illustrato gli aspetti didattici e le linee artistico culturali su cui intende muoversi il nuovo organismo. In occasione della presentazione, attraverso le dichiarazioni rilasciate dal Sindaco Onorevole Paolo Dessì, l Associazione Culturale Le Lunghe Canne ha ricevuto il plauso per l iniziativa e un impegno ad essere sostenuta dall Amministrazione comunale di Sant Anna Arresi. L Associazione Culturale Punta Giara, rappresentata dal Presidente Basiliano Sulis, si è assunta l impegno di mettere a disposizione tutto il patrimonio, in materiale, e di sostenere e di accompagnare l Associazione Le Lunghe Canne durante i primi difficili passi che la neonata Associazione dovrà affrontare. Auguri di buon auspicio sono pervenuti, inoltre, attraverso la delegata Wilma Fulgheri da parte del nostro Parroco Don Pietro Piras, ringraziato dal direttore dell Associazione Culturale Le Lunghe Canne per la sua squisita disponibilità nel mettere a disposizione della cittadinanza e dell Associazione, per scopi educativi, l utilizzo della Chiesetta. La cerimonia si è conclusa con il coro Silver Voices che ha deliziato il pubblico presente con un canto popolare sardo Pitzinnos in sa gherra che ha avuto un notevole riscontro tra i presenti. CAMPIONATO MONDIALE ENDURO A IGLESIAS SARA NON SOLO UNA COMPETIZIONE SPORTIVA MA ANCHE MOMENTO ECOLOGICO-AMBIENTALISTA Alessandro Carta Ultimi preparativi a Iglesias, dove nei giorni 17,18 e 19 Aprile si disputerà l unica tappa italiana del Campionato Mondiale di Enduro. Caratteristica dell organizzazione mondiale, che si sposa perfettamente con la tradizione ecologista del Motoclub Iglesias, organizzatore dell evento in Città, è quella di compensare il CO2 prodotto dai motori, con la messa a dimora di piante nei luoghi in cui vengono ospitate le tappe. Il primo momento riguardante appunto l aspetto ecologico della gara, si svolgerà ad Iglesias il 16 aprile alle ore 11, quando i piloti partecipanti al mondiale, metteranno a dimora 176 piante ed arbusti autoctoni, oltre alla posa di una pietra incisa a ricordo dell evento WEC, portando a compimento un progetto dell agronomo Carlo Scema, che prevede la costruzione di un aiuola nella rotonda spartitraffico in Via Cappuccini e ottenendo il duplice scopo di compensare il CO2 prodotto e di abbellire la città stessa. Il secondo momento ecologico, per la compensazione del CO2 sarà la messa a dimora di alberi nel versante del Colle del Buoncammino interessato qualche anno fa da un vasto incendio. Questa seconda cerimonia sarà curata sempre dal Motoclub Iglesias nel mese di ottobre. Due momenti importanti e resi possibili anche grazie alla collaborazione dell Assessorato all Ambiente del Comune di Iglesias e in particolare all Assessore Franca Fara. Ma a parte questi due momenti, l intera manifestazione è stata curata ecologicamente anche all interno del paddock (base logistica della manifestazione). Qui saranno presenti svariati raccoglitori per l olio usato, per i rifiuti particolari (filtri ecc.) e venti bidoni per la raccolta differenziata dei rifiuti, che verranno svuotati ogni giorno. Ogni pilota avrà un tappetino ecologico da posizionare sotto la moto nel momento della manutenzione perché venga preservata l area che ospiterà la gara e nella giuria saranno presenti Commissari ecologia nazionali ed internazionali. La tappa del Campionato Mondiale richiamerà ad Iglesias un notevole numero di visitatori italiani e stranieri, nonché giornalisti, fotografi e operatori di giornali e emittenti nazionali ed internazionali, aprendo in tutto il mondo una finestra sul territorio iglesiente e le sue bellezze naturali. Per far conoscere agli ospiti, presenti, o che seguiranno la gara tramite le foto e le televisioni, le caratteristiche piante e arbusti autoctoni, il Motoclub Iglesias ha fatto richiesta all Ente Foreste, per poter disporre della Mostra Itinerante della Flora dell Ente stesso e di svariati arbusti caratteristici, che stazioneranno nell area per tutta la durata della manifestazione. Il Motoclub Iglesias, hanno spiegato Carlo Piccardi e Corrado Granella, ha maturato negli anni una spiccata coscienza ecologica. Tra le nostre attività la pulizia del bosco con il comune di Domusnovas; l apertura di sentieri ormai abbandonati da anni di incuria, tagliando rovi, pulendo e rendendo fruibili gli stessi a chiunque voglia fare una passeggiata nel nostro meraviglioso territorio. Da anni partecipiamo alla Passeggiata della Solidarietà e curiamo la messa a dimora degli alberi insieme ai partecipanti alla passeggiata stessa. Ormai chi ci conosce sa che lasciamo sempre al nostro passaggio delle tracce. Quella delle nostre moto è una traccia che viene via dopo uno scroscio di pioggia, e non si vede più. Ma quella di un nuovo albero piantato o di un sentiero pulito fruibile a tutti è una traccia che resta e di questo noi siamo orgogliosi.

12 12 numero 431 del 26 Marzo 2009 Speciale Monteponi Fanghi Bonifica Bonifiche IL GROSSO PERICOLO SOCIALE COSTITUITO DALL AUMENTO DEL GIOCO D AZZARDO Carla Pinna Attualmente quello del gioco d azzardo è un problema molto consistente e fortemente presente nel nostro Paese: infatti circa l 80% della popolazione vi è coinvolta e nel 3% dei casi rappresenta una vera e propria patologia. Questa cifra in un primo momento potrebbe sembrare di modesta entità, eppure, volendo quantificarla, si parla di circa 800/900 mila persone che in Italia sono schiave del gioco. Va ricordato inoltre, che il problema dell azzardo non è ristretto al singolo giocatore, ma si estende a tutto il suo nucleo familiare, incrementando il numero di persone direttamente o indirettamente coinvolte. Rappresenta oramai, una vera e propria emergenza sociale in forte espansione, data la maggiore accessibilità al gioco. Da questa malattia, da soli, non se ne esce, per cui è compito della società civile, delle istituzioni, delle strutture sanitarie, permettere a coloro che lo vogliono di essere aiutati. La politica finanziaria adottata nel nostro Paese ha poi, un ruolo determinante nella diffusione del gioco e di conseguenza della patologia. Basti pensare al via libera dato dallo Stato all installazione di una quantità smisurata di slot machine, all aumento del numero di estrazioni del lotto, all incremento di gratta e vinci, all introduzione del gioco on-line sotto controllo dell AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato), ecc. Se lo Stato intende continuare a proporsi come gestore principale di questa attività, è altresì necessario, che inizi a mettere in atto tutte quelle misure preventive, che impediscano lo sviluppo del cosiddetto gioco d azzardo patologico. Al momento attuale il settore degli interventi per debellare questa patologia è ancora molto trascurato, essendo presente una massiccia offerta di opportunità di gioco e di contro, nessuna misura preventiva. La prevenzione potrebbe partire, in primo luogo, dalla riduzione dell offerta di azzardo, ma anche, dall eliminazione della pubblicità. Si potrebbero mettere in atto forme attive di prevenzione volte ad incrementare l informazione al pubblico sui pericoli della dipendenza e attivare servizi finalizzati ad eliminare l abitudine di giocare d azzardo. Alcuni paesi, come la Svezia, l Inghilterra e la Francia si sono già mossi in questa direzione, riducendo il numero delle slot machines in circolazione e di conseguenza le possibilità di gioco. Un altro esempio, cui anche il nostro Paese dovrebbe ispirarsi, è la Svizzera, all interno della quale il monopolio di Stato investe il 5% degli incassi provenienti dal gioco per la cura e la riabilitazione dei giocatori patologici. Nella nostra Nazione, invece, le cose sono molto diverse: tali introiti vengono spesi al massimo per la promozione del gioco, per la diffusione di campagne pubblicitarie che incitano a giocare promettendo facili guadagni e che nulla dicono circa le conseguenze che esso può provocare. E indispensabile, dunque, che il legislatore si renda conto del potenziale distruttivo del gioco d azzardo, e che per questo inizi a perseguire obiettivi concreti, attuando un intervento forte ed organizzato, in grado di equilibrare le entrate ricavate dalle tasse sul gioco, con le spese dovute al contenimento del danno prodotto. Il GAP (Gioco d Azzardo Patologico) e le problematiche ad esso correlate, rappresentano un argomento di grande attualità, che continua a suscitare forte interesse. La decisione di approfondire tale argomento, si fonda sull intenzione personale di riuscire a fornire un contributo volto, se non altro, a stimolare una continua discussione sul tema, vista la sua crescente e preoccupante intensificazione. Si ritiene doveroso diffondere una conoscenza del fenomeno, soprattutto all interno dei servizi territoriali, all interno dei quali vengono rivolte le prime richieste d aiuto. Non avere conoscenze adeguate sul problema significa sottostimarlo, e di conseguenza, proporre interventi inutili, basati magari su semplici elargizioni di contributi economici che a nulla servono nel lungo termine, ma che hanno l unico effetto di attenuare solo un aspetto del problema: il lato economico. Un ruolo molto importante, all interno di questi servizi, viene svolto dall assistente sociale che tante volte, senza neanche saperlo, rappresenta il primo sensore del problema. E, infatti, tutt altro che infrequente, che si presentino negli uffici comunali, mogli, mariti ed altri familiari con una richiesta mascherata. E possibile, in altre parole, che non venga portato il problema del gioco in quanto tale, quanto piuttosto un problema economico per il quale viene chiesto aiuto. In questi casi, dipenderà dall esperienza e dalla preparazione dall operatore comprendere quale sia la vera natura del problema e quale sia la tipologia di intervento più adeguata. Una valutazione superficiale della situazione può portare ad intervenire con soluzioni momentanee che possono dimostrarsi utili nell immediato, ma che in realtà per certi versi, si rivelano come un arma a doppio taglio, sia perché l utente si sentirà autorizzato a chiedere aiuto ogniqualvolta avrà bisogno di denaro, sia perché quel denaro non servirà ad altro se non per continuare a giocare. La competenza professionale dell assistente sociale, si fonda proprio sulla capacità di individuare con esattezza il problema dell utente. Attraverso un analisi approfondita insieme all utente dei problemi presentati, l assistente sociale deve giungere ad uno studio del caso e ad una valutazione che gli permetta di formulare un piano di intervento personalizzato. Ancora, altro compito molto importante, di competenza dell assistente sociale, è quello di reperire le risorse e di creare una connessione tra l utente e le strutture esistenti nel territorio, guidandolo nella scelta dei servizi. Da ciò emerge quanto sia imprescindibile un adeguata conoscenza del fenomeno e di tutte le strutture, le associazioni, i gruppi di auto aiuto operanti nel settore, al fine di offrire degli interventi efficaci, volti alla risoluzione del problema e non ad una semplice attenuazione. LA LEZIONE DI IONESCO IN SCENA CAGLIARI MACOMER CARBONIA Una storia semplice, lineare per descrivere, esprimere, denunciare, divertire, ed inquietare lo spettatore, il quale è trascinato in un gioco fatto di parole, incongruenze, paradossi irresistibili, certezze annullate, attraverso un linguaggio che non comunica, ma si articola solo per creare un ritmo aggressivo, fatto di ripetizioni, di suoni che soggiogano mente e corpo e incalzano personaggi e pubblico sino al gran finale. Una lezione insomma in tutto e per tutto: la lezione di che ci insegna Ionesco, sempre valida, sempre attuale, sempre universale, che ci riguarda tutti che tutti comprende. E il non senso della società, delle strutture che la regolano, degli insegnamenti fallaci, dei contenuti vuoti, ridicoli e risibili e pertanto drammatici, è la parola che uccide. Un dramma comico lo definisce l autore. Nessuna definizione può adattarvisi meglio. Una sintesi perfetta per una sagace critica al sistema, ai ruoli, che esistono solo nella forma, snaturati dall interno, in un crescendo di comicità che lascia spazio sul celebre finale all angoscia: sembra infatti che il confine tra bene e male possa facilmente essere travalicato; ecco la paura che l osceno, l indicibile, la violenza, normalmente relegati nel sogno o nell incubo, possano manifestarsi concretamente e improvvisamente, da qui il timore che da un momento all altro possa sopraffarci il mostro che è dentro ognuno di noi... Una messa in scena essenziale quella di MAB, fedele al testo, fedele al messaggio, fedele all autore nel suo intento: professore e allieva appartengono ad un mondo più contemporaneo e tuttavia senza tempo; un ora di spettacolo esilarante che saprà divertire, inquietare, sconcertare e far riflettere sull assenza che invade l essenza delle parole e gli inesorabili effetti che sortisce. Personaggi e interpreti: il Professore Daniele Monachella, l Allieva Cristina Fonnesu, la Governante Maria Paola Cordella; Scenografie e Costumi: Marcello Salis & Simonetta Pietri; Regia: Cristina Fonnesu & Daniele Monachella RICORDA DI RINNOVARE L ABBONAMENTO A: Su Nuraghe V.le Gramsci, CARBONIA - CI - Tel a 200 metri dal centro (fronte Farmacia) ARTIGIANATO SARDO Continuano gli Sconti dal 10% al 50% SU TUTTI GLI ARTICOLI alcuni esempi (per pochi pezzi ancora): macchinetta a pedali euro 22,00 moto elettrica euro 65,00 Per le prenotazioni telefonare al servizio visite: tel fax o via Redazione - Via Gramsci, Carbonia - Sede Legale - Via Dalmazia, Carbonia Tel Fax Tel Cell

13 numero 431 del 26 Marzo

14 14 numero 431 del 26 Marzo 2009 Cultura La proposta musicale alla base del gruppo oggi ospite della nostra rubrica, è una miscela di suoni abbastanza lontana dalle canoniche proposte commerciali che solitamente si sentono in giro. Di recente costituzione, questo ensemble originario di Portoscuso, ha come principale caratteristica un intensa unione di suoni che, pur basandosi su una struttura definita dei brani, lascia ampio spazio all improvvisazione dei singoli componenti, nell esecuzione dei brani da loro composti.. The Scuttlebutt sono: Matteo Dessì - chitarra, Michele Bruera - basso elettrico, Alessandro Unali - sax e Williams Rosas - batteria; già la presenza del sax a corredo della sezione ritmica e della chitarra, rende molto chiara l idea della musica che suonano: una miscela di sonorità che spaziano dal free-jazz, al rock, al blues. Si sono svolte, qualche settimana addietro, le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo dell AC- SIT, l Associazione Culturale dei Sardi in Toscana. L assemblea, molto partecipata, ha provveduto al rinnovo delle cariche che, ufficialmente, sono entrate in vigore il 1 gennaio Presidente è stato nominato Elio TURIS. Con Turis, per la prima volta, la carica è stata affidata a un sardo di seconda generazione, visto che il neo eletto è figlio di Sardi, ma non nato in Sardegna. Anche questo è un segnale importante, ha sottolineato Elio Turis, che dimostra come i legami con la terra d origine siano forti LE REALTA MUSICALI THE SCUTTLEBUTT DI PORTOSCUSO COMPLESSO RITMICO-STRUMENTALE Marcello Murru La musica che propongono è totalmente strumentale, molto ritmica e con vari rimandi a parecchi musicisti che hanno fatto grande la musica moderna. Ascoltando i loro brani fa, ad L ASSOCIAZIONE DEI SARDI IN TOSCANA ELEGGE PRESIDENTE ELIO TURIS Angelo Mereu anche per le nuove generazioni. E nel nuovo Consiglio eletto le nuove generazioni sono abbondantemente rappresentate, visto che molti degli eletti hanno tra i venti e i trent anni. Un grande rinnovamento, ha continuato Turis, che permette all ACSIT di essere presente e attiva in tutti i settori della società civile, visto che il nuovo Consiglio è fatto di studenti, professionisti, lavoratori e pensionati. Un Consiglio che si prefigge di consolidare i rapporti tra Sardegna e Toscana con una presenza costante sui temi cittadini e con una attività mirata a sviluppare tali rapporti. L Assemblea ha provveduto anche all elezione di Gianni CONTI a Presidente onorario dell associazione. Conti ha ringraziato e nel suo discorso ha ricordato la strada fatta dai Sardi a Firenze che, negli anni, hanno saputo integrarsi al massimo, occupando spesso posizioni di rilievo nelle istituzioni e nel mondo produttivo. L ACSIT, fondata nel 1975, conta oggi oltre 900 soci. L associazione è collegata alla FASI, Federazione che raggruppa tutti i circoli di Sardi in Italia e nel mondo. L attività principale dell ACSIT è incentrata su programmi e servizi che puntano a valorizzare quanto di meglio la Sardegna propone in campo produttivo e culturale. esempio, capolino il Frank Zappa del periodo di Hot Rats, come nel brano 10e, o il Miles Davis del periodo elettrico. Ma nelle loro proposte c è spazio davvero per tanti generi contemporanei, non ultima Marakesh con le sue influenze arabe e la sofisticata Morning che, nei suoi nove minuti, annovera la presenza di diversi movimenti, con parentesi umoristiche e cambi di tempo che rendono molto interessante tutto il suo sviluppo. Ciò che ci ha colpito ed entusiasmato è stata proprio la fusione di generi e stili anche di provenienza molto distante. Ciò che leggerete di seguito è il risultato dell intervista che The Scuttlebutt hanno rilasciato a Gazzetta. D. Come nasce il vostro gruppo e quale processo evolutivo ha avuto nel corso del tempo? R. The Scuttlebutt sono nati nel settembre 2007 con l incontro casuale fra Matteo, Michele, Ale e Willy. Da qui vengono gettate le basi per un progetto musicale inedito ed assolutamente strumentale; già da subito è stato questo il percorso che contraddistingue la band, ovvero i punti cardine che non sono cambiati nel Marcello Murru corso del tempo. Ancora oggi, infatti, i nostri pezzi vengono assemblati principalmente con una fase di improvvisazione alla quale segue un a razionalizzazione del pezzo stesso; i punti cardini suddetti sono infatti l abolizione della forma canzone, ossia il classico strofa e ritornello, e l improvvisazione come fonte principale del pezzo. D. Il vostro è un quartetto strumentale: avete mai preso in considerazione l idea di eseguire dei brani con la presenza della voce? R. Il nostro è un progetto, in divenire quindi prende in considerazione le collaborazioni più disparate.infatti nel corso del tempo si sono avvicendati anche due cantanti purtroppo con idee diverse dalle nostre. D. Quali sono i vostri progetti futuri? R. Ampliare il nostro repertorio e in futuro poter registrare un disco professionalmente; il tutto ovviamente passando dalla classica gavetta delle serate dal vivo. D. Ascoltando la vostra musica, le influenze musicali sono diverse: quali artisti ritenete fondamentali nella vostra formazione musicale? R. Ognuno di noi, fondamentalmente, ascolta generi diversi appartenenti a mondo musicali completamente differenti che vanno dal blues delle radici, ai compositori iconoclasti moderni, passando per il rock più raffinato, il jazz e tutto ciò che è buona musica. D. Un disco, uno a testa per ognuno di voi, che vi ha cambiato la vita. R. Sandro: Miles Davis - Kind of Blue; Matteo: Capitain Beefheart Trout Mask Replica; Michy: Paolo Fresu - Ossi di Seppia; Willy: Led Zeppelin II. Via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa cap Iglesias (CI) Tel fax

15 Cultura numero 431 del 26 Marzo Dopo la piacevole serata del sei Marzo scorso, trascorsa piacevolmente assieme alla scrittrice Susanna Trossero, rieccoci dunque a parlare di lei, e dei suoi scritti, attraverso una breve ma interessantissima intervista. Un passaggio necessario dal momento che, probabilmente, coloro i quali non hanno avuto la possibilità di assistere ai due incontri avvenuti a Carbonia, saranno certamente lieti di approfondire la sua conoscenza attraverso la spazio di questa rubrica. D) Dopo il libro Nella tana dell Orco, che esortava con toni surreali ma efficaci a rispettare l ambiente che ci circonda, hai pubblicato questa nuova raccolta di racconti, intitolata Lame & Affini, edita dalla Graphe.it Edizioni di Perugia, che ci conduce su un terreno minato, vale a dire quello delle passioni. Quale il messaggio, o la morale, di questa seconda raccolta di racconti brevi? R) Anche, forse soprattutto, Lame & Affini racconta di tante cose, di sentimenti forti in uomini deboli, di ossessioni d amore o di totale assenza d amore, di verità o menzogne, di attrazioni scomode, di desideri inopportuni, di scelte distruttive. Gli argomenti possono sembrare tanti, ma tutti riconducibili ad uno soltanto: la vulnerabilità umana. Con queste storie ho tentato di far emergere la nostra costante ricerca affannosa della felicità e i tormenti che a volte ne conseguono, mettendo in primo piano ciò che spesso ci spinge in direzioni assolutamente sconsigliate dalla nostra parte razionale. È un libro che mi sta particolarmente a cuore perché lascia emergere la parte più scomoda dell animo umano, quella che tutti i giorni ci fa fare i conti con la forza insita in ogni debolezza. E non è un paradosso. SARDEGNA IN LIBRERIA SUSANNA TROSSERO ALLO SPECCHIO DI GAZZETTA DEL SULCIS IGLESIENTE Giovanni Fiabane D) La gente ha apprezzato molto sia l autore che gli argomenti, con testimonianze positive sia sulla rete che personali, segno inequivocabile di apprezzamento sia dei racconti che del tuo stile. Credi che si riconoscano in uno schema di scrittura, e se si, pensi che ci siano molti prigionieri di tali schemi? R) È vero, questo è un libro che mi sta facendo conoscere tante persone, ed è bellissimo, gratificante, importante. Si dice, a proposito dell arte, che un artista intercetta una condizione che in quel momento è in lui ma in cui altri si riconoscono. Per me è quasi l opposto perché attingo in qualche modo anche da ciò che altri mi hanno raccontato suscitandomi dentro un qualcosa che non mi ha lasciato, e non parlo di storie, no, quelle sono un parto della mia fantasia, ma parlo di sensazioni, di emozioni, brividi, gioie, dolori sensazioni mie e di tutti, nelle quali per forza di cose poi tutti si riconoscono. Prima che a imparare a scrivere, bisognerebbe imparare ad ascoltare, ad osservare. Gli schemi, secondo me, siamo noi stessi, sono un prodotto delle nostre stesse scelte che intendiamo rispettare, vuoi per convinzione vuoi per condizionamenti come cultura, educazione, circostanze... Spesso è solo di noi stessi che siamo prigionieri, no? D) C è in Lame & Affini una storia che ti è particolarmente cara? R) Sì, si intitola Senilità. Ha commosso molti lettori e forse è l unica vera storia d Amore. Si tratta di un racconto che ha vinto con la Graphe un premio letterario che aveva come tema l erotismo. Io ho voluto cogliere l occasione per lanciare un messaggio attraverso una vicenda delicata che parla di anziani, perché difficilmente li si associa ad un tema del genere. Li si taglia fuori da tutto ciò che in realtà è vita, pensando che un vecchio sia solo uno che aspetta. Ma se l eros siamo noi, se è il nostro personale modo di vedere e di sentire, se non è l esplicito ma la sfumatura, se è l immaginazione, o quel qualcosa di vago a cui è la mente a dar voce, allora l eros non ha età. Credo che la vera essenza dell uomo, sia un insieme indefinito di emozioni che non muoiono mai. Ecco perché mi è tanto caro Senilità. D) Dopo l ambiente e la natura che si ribella, e le passioni umane forti e spesso estreme, stai preparando qualcos altro? Cosa riservi ai tuoi lettori per il prossimo futuro? R) Beh, nell immediato (26 aprile), sta per essere pubblicato il libro L angelo della porta accanto, sempre dalla Graphe, ma stavolta scritto a quattro mani con l attore sardo Sandro Ghiani che ha voluto sviluppare insieme a me alcune sue storie, in un lavoro faticoso e stimolante che speriamo sarà apprezzato dai lettori. Scrivere a quattro mani è molto interessante, soprattutto se si forma un buon sodalizio mentale così come è accaduto tra me e Sandro. Nei lunghi mesi in cui il libro ha preso vita, nel nostro quotidiano erano vivi e presenti anche tutti i personaggi delle storie ed era come muoversi costantemente in un mondo fantastico. Questo è un libro per grandi e Torino prosegue il suo percorso di trasformazione da capitale dell industria a quella della cultura. La brillante Fiera Internazionale del Libro - giunta alla ventiduesima edizione - è la punta di diamante delle tante attività che negli anni hanno alimentato, con la partecipazione delle più lucide intelligenze del mondo contemporaneo, gli eventi torinesi. Il programma inaugurale vedrà la presenza di Umberto Eco in conversazione con Jean-Claude Carrière sul titolo Non sperate di liberarvi dei libri. Presenza attesa quella del cantautore genovese Gino Paoli, che festeggia i cinquant anni di carriera, e rappresenterà l incontro tra la musica e la parola; stimoli per approfondire il ruolo e il futuro dei libri in tempi dominati dal linguaggio visivo digitale. Il tema dell edizione 2009, che si terrà al Lingotto dal 14 al 18 maggio, sarà IO, GLI ALTRI, osservato ed interpretato dalle diverse angolature letterarie, filosofiche, scientifiche, politiche, mitologiche e soprattutto nell aspetto dell attuale rapporto umano, secondo il pensiero contemporaneo. Dunque, si prospetta, una Fiera di riferimento per l editoria ma anche osservatorio privilegiato sullo studio dell evoluzione del io nel suo rapporto con gli altri in situazioni nuove di profondi mutamenti affettivi, sociali ed economici. Il tradizionale spazio al Paese ospite, con stand, mostre, convegni, autori ed editori, è dedicato all Egitto che sarà rappresentato in Fiera dall esimio archeologo Zahi Hawass e dal segretario generale della Soprintendenza per le Antichità Egiziane. Negli anni precedenti si erano succeduti nel ruolo di Paese ospite la Catalogna, Olanda, Svizzera, Canada, Grecia, Brasile, Portogallo, Lituania e Israele. Sezioni speciali e di grande interesse della Fiera sono riservate alla scuola e ai ragazzi; mentre il Bookstok Village per i giovani, giunto al terzo anno consecutivo, avrà come motivo conduttore La Strada e La Scienza. Dal 2010 l evento torinese riprenderà il nome originario di Salone del Libro, com era stato dal debutto fino al 1999; la modifica era stata imposta da ragioni legate piccini, che conduce in un mondo dove nessun sogno è irrealizzabile e che quando le cose non vanno per il verso giusto - invita a sperare in un momento migliore. Perché, come dice Sandro, ad ogni angolo di strada puoi trovare il tuo angelo custode. Giovanni Fiabane D) In attesa di saperne di più, un ultima domanda su un argomento che ai lettori di Gazzetta sta molto a cuore: cosa pensi in proposito della piccola e media editoria nel nostro paese? R) Non esistono piccole case editrici, ma case editrici giovani e meno giovani. La Graphe.it edizioni di Perugia per esempio,e non è la sola, è la dimostrazione di quanto non sia necessario avere il monopolio dell editoria per mostrare passione, grande apertura mentale, interesse autentico per scrittori e lettori. Io sono un autrice della Graphe, ma collaboro anche al suo blog magazine con articoli legati alla letteratura, con reportage di viaggi, interviste o recensioni, e posso dire con cognizione di causa che il loro lavoro è ammirevole nonostante le difficoltà che si incontrino in un campo in cui il monopolio è in mano alle grosse case editrici, ben conosciute dal momento che dettano le regole del mercato. Questa condizione quasi inevitabile finisce per penalizzare il lavoro di chi, pur senza un nome altisonante, con grande passione, cerca di far emergere autori di valore. Siamo noi, e parlo come lettrice, che possiamo far sì che ciò non accada, leggendo di tutto e lasciando uno spazio nella nostra libreria a favore di quell editoria. FIERA DEL LIBRO APPUNTAMENTO A TORINO-LINGOTTO INTERESSE PER L EDITORIA SARDA Cristoforo Puddu alla proprietà del marchio. Cosa ci riserverà la presenza editoriale sarda all appuntamento di Torino? Lo stand Regione Sarda ha finora rappresentato un importante occasione d incontro per tanti emigrati sardi, residenti nel centro-nord della Penisola, e una passerella di grande visibilità d offerta culturale e turistica per l Isola. COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA SERVIZIO DI NOLEGGIO DI SISTEMI DIGITALI PER IL RILEVAMENTO AUTOMATICO DELLE INFRAZIONI ALL ART. 142 (SUPERAMENTO LIMITI DI VELOCITÀ) DEL CODICE DELLA STRADA Importo a base di gara L importo posto a base di gara, soggetto a ribasso, è di e. 43,00, Iva inclusa per ogni contravvenzione effettivamente incassata, esclusi i verbali messi a ruolo dal sistema con esclusione delle sanzioni iscritte al ruolo. Termine ultimo per la ricezione delle offerte Il plico contenente l offerta ed i documenti richiesti dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12,00 del 04/05/2009 al seguente indirizzo: Comune di Carbonia Ufficio protocollo - piazza Roma, 1 C.A.P Il plico potrà essere consegnato tramite servizio postale, posta celere, corriere, a mano, secondo le modalità prescritte dal Disciplinare di gara. Il Dirigente del Servizio Appalti (Avv. Livio Sanna) SULCIS - IGLESIENTE: TURNI DEL 28 & 29 MARZO 2009 A cura di Franco Airi FARMACIE: IGLESIAS: CADDEO, via Gennargentu, tel CARBONIA: SORU, via Lubiana, tel SILIQUA: PISANO,, via Repubblica, tel CARLOFORTE: LODDO, via Garibaldi, tel SANT ANTIOCO: BASCIU, piazza Italia, tel SANTADI: SUNDAS, via Mazzini, tel BENZINAI: IGLESIAS: ESSO-TONI, via Cattaneo CARBONIA: AGIP-GESSA, via Cagliari Q8-CROBEDDU, viale Arsia AGIP-SECCI, Flumentepido VILLAMASSARGIA: Q8-PAU, provinciale per Carbonia GONNESA: ESSO-DEMURO, via Iglesias SANT ANTIOCO: ESSO-GARAU, località Ponti CARLOFORTE: Q8-LUXORO, corso Cavour PORTOSCUSO: TAMOIL-MARONGIU, via Giulio Cesare SAN GIOVANNI SUERGIU: Q8-BASCIU&DESOGUS, via Portobotte SANTADI: TAMOIL-PIRAS, strada provinciale n 1

16

COMUNE DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA PROT. N. _12184_ Li, 13/04/2015 BANDO DI GARA PER AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE MEDIANTE PROCEDURA APERTA SERVIZIO DI RIPRISTINO POST-INCIDENTE MEDIANTE PULIZIA DELLA PIATTAFORMA STRADALE E DI REINTEGRO DELLE

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio appalti e contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto Denominazione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio Appalti e Contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

Consiglio Provinciale

Consiglio Provinciale PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS Consiglio Provinciale Delibera n 46 Data:08.11.2011 Prot. n del Oggetto : Approvazione Ordine del giorno su nuove norme recupero crediti Equitalia L anno duemilaundici, addì

Dettagli

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INTERNO PER PROGETTAZIONE O ATTI DI PIANIFICAZIONE (Art.18, commi 1 e 2, Legge 11 febbraio 1994

Dettagli

Provincia di Olbia Tempio AREA AMBIENTE ED ENERGIA BANDO DI GARA

Provincia di Olbia Tempio AREA AMBIENTE ED ENERGIA BANDO DI GARA COMUNE DI MONTI Provincia di Olbia Tempio AREA AMBIENTE ED ENERGIA BANDO DI GARA Si informa che in esecuzione della propria Determinazione n.32 del 25/03/2015 è indetta gara d'appalto, mediante procedura

Dettagli

/2014. Delibera con parere contabile - Settore Gestione e Sviluppo del... file:///c:/documents and Settings/pranmoni/Desktop/_2014. Delibera c...

/2014. Delibera con parere contabile - Settore Gestione e Sviluppo del... file:///c:/documents and Settings/pranmoni/Desktop/_2014. Delibera c... P.G. N.: /2014 Prog. n.: 49/2014 Data Seduta Giunta: 16/05/2014 Data Pubblicazione: 23/05/2014 Data Esecutività: 16/05/2014 Comune di Soliera Immediatamente Esecutivo Atto di Giunta Settore Gestione e

Dettagli

GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari

GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari VERBALE N 9 DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL GAL-SGT DEL 4 GIUGNO 2014 Il giorno 4 giugno 2014 alle ore 17.00,

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE via Vincenzo Verrastro, 5-85100 POTENZA dirigente: ing. Maria Carmela BRUNO tel. 0971668875,

Dettagli

SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO. Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42 Città: Roma Codice Postale: 00187 Paese: ITALIA

SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO. Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42 Città: Roma Codice Postale: 00187 Paese: ITALIA SACE S.p.A. BANDO DI GARA D APPALTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione SACE S.p.A. ufficiale: Indirizzo Postale: Piazza Poli, 37/42

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 145 di Reg. Data 22/10/ OGGETTO: Servizio pulizia stabili comunali di Bari Sardo. Inadempienze retributive Ditta appaltatrice.

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Lo svolgimento dell assemblea ordinaria e straordinaria dei soci della Banca

Dettagli

www.aslcarbonia.it sezione Bandi e Gare ; le offerte devono essere inviate all indirizzo

www.aslcarbonia.it sezione Bandi e Gare ; le offerte devono essere inviate all indirizzo Servizio Sanitario Regione Sardegna Azienda Sanitaria Locale n. 7 Carbonia BANDO DI GARA D APPALTO DI LAVORI DI MANUTENZIONE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.A) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 07 In data 13.01.2015 Prot. N. 866 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE Art. 1- DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio di Avellino con il presente

Dettagli

Art.4 Criteri di scelta del concessionario

Art.4 Criteri di scelta del concessionario REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE SU AREE COMUNALI PER LA REALIZZAZIONE DI PARCHEGGI PERTINENZIALI AI SENSI DELL ART.9, COMMA 4, DELLA LEGGE 24 MARZO 1989 N.122 (Deliberazione del

Dettagli

Accordo integrativo, 9 luglio 2009

Accordo integrativo, 9 luglio 2009 35 L Accordo Integrativo del luglio 2009, sottoscritto dalle Segreterie Provinciali di CGIL, CISL, UIL e dal Consorzio Venezia Nuova, alla presenza del Prefetto, si riferisce in particolare al tema della

Dettagli

COMUNE DI FIUMEDINISI

COMUNE DI FIUMEDINISI COMUNE DI FIUMEDINISI PROVINCIA DI MESSINA AREA SERVIZI TERRITORIALI ED AMBIENTALI e-mail: areatecnica@comune.fiumedinisi.me.it e-mail: g.giardina@comune.fiumedinisi.me.it PEC : comune.fiumedinisi@legalmail.it

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari SETTORE VI LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE N. 44 del 07/04/2015 Raccolta Ufficiale N. 381 Del 25/05/2015 OGGETTO: Realizzazione di un ascensore all immobile

Dettagli

soggetti in condizioni di povertà e limitato reddito, secondo il principio di universalità e di inclusione sociale.

soggetti in condizioni di povertà e limitato reddito, secondo il principio di universalità e di inclusione sociale. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del 21-06-2013 20905 votazione ed unico voto espresso per ciascun consigliere ; Segretario: funzionario del Comune. Art. 73 Pubblicità delle spese elettorali

Dettagli

BANDO DI GARA- PROCEDURA APERTA (D. Lgs.vo 12 aprile 2006, n. 163, del D.PR. n. 207/2010) CIG: 3898814B15

BANDO DI GARA- PROCEDURA APERTA (D. Lgs.vo 12 aprile 2006, n. 163, del D.PR. n. 207/2010) CIG: 3898814B15 COMUNE DI CASAVATORE (Provincia di Napoli) 80020 - Piazza Gaspare Di Nocera 1 C.F. 00605360635 e_mail: ragcasavatore@libero.it PEC: ufficioragioneria.casavatore@asmepec.it internet: www.comune.casavatore.na.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO Art. 1 Finalità Il presente regolamento ha lo scopo di promuovere il risanamento e la salvaguardia dell ambiente

Dettagli

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE Provincia di Rieti Via R. Margherita 2 Cap.02040 - Tel.0765/333312-3 fax 0765/333013 E-MAIL comunemsg@tiscalinet.it COD.FISC./PARTITA

Dettagli

COMITATO DIRETTIVO. Verbale Riunione dell 11 novembre 2009. Consorzio Italiano di Coriassicurazione contro le Calamità Naturali in Agricoltura

COMITATO DIRETTIVO. Verbale Riunione dell 11 novembre 2009. Consorzio Italiano di Coriassicurazione contro le Calamità Naturali in Agricoltura COMITATO DIRETTIVO Verbale Riunione dell 11 novembre 2009 Il giorno 11 novembre 2009 alle ore 10,30 si è riunito in Roma Via Nomentana, 183, a seguito di convocazione inviata a mezzo mail il 4 novembre

Dettagli

Comune di Villamassargia

Comune di Villamassargia Comune di Villamassargia Provincia di Carbonia Iglesias COPIA DETERMINAZIONE GESTIONE TERRITORIO N. 527 DEL 31-12-2012 Ufficio: GESTIONE TERRITORIO Oggetto: PROGRAMMA STRAORDINARIO DI EDILIZIA PER LA LOCAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari SETTORE VI LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE N. 29 del 10/03/2015 Raccolta Ufficiale N. 285 Del 21/04/2015 OGGETTO: Realizzazione di un ascensore all immobile

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 Oggetto: Procedimento di sportello unico attività produttive - trasferimento due punti vendita

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

PROT. N. 8953 del 17/04/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA RELATIVA A

PROT. N. 8953 del 17/04/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA RELATIVA A PROT. N. 8953 del 17/04/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA RELATIVA A SERVIZIO DI VIGILANZA NOTTURNA DI IMMOBILI E BENI COMUNALI E DI PRONTO INTERVENTO DURATA ANNI UNO 1. ENTE APPALTANTE:

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO GIURIDICO E SERVIZI AL CITTADINO C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 283 del 18/04/2014 del registro generale OGGETTO: APPALTO

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Ufficio Unico Pit 2 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante ribasso sull

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, n. 14. Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio.

LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, n. 14. Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 93 del 13-6-2008 11237 LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, n. 14 Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio.

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI PRATIARCATI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER QUATTRO ANNI DAL 01/04/2016 AL 31/03/2020 - CIG 6568371737

UNIONE DEI COMUNI PRATIARCATI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER QUATTRO ANNI DAL 01/04/2016 AL 31/03/2020 - CIG 6568371737 PROT. N. _1815_ Li, 29/01/2016 BANDO DI GARA PER APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER QUATTRO ANNI DAL 01/04/2016 AL 31/03/2020 - CIG 6568371737 1. AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS

COMUNE DI MARACALAGONIS COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. DEL 67 OGGETTO: RICORSO E ART. 114 C.P.A. TAR SARDEGNA P.E. C/ COMUNE DI MARACALAGONIS ESECUZIONE DELLA SENTENZA

Dettagli

copia n 334 del 07.11.2013

copia n 334 del 07.11.2013 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 334 del 07.11.2013 OGGETTO : LAVORI DI SISTEMAZIONE DEI MARCIAPIEDI E DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE DI VIA A. DE GASPERI.

Dettagli

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi I 6 punti del manifesto-piattaforma oggi all'assemblea quadri e delegati Roma, 5 novembre - Un vero e proprio manifesto-piattaforma

Dettagli

In Sardegna cessano 27 imprese al giorno.

In Sardegna cessano 27 imprese al giorno. MANOVRA FINANZIARIA REGIONALE 2013 VALUTAZIONI, ESIGENZE E PROPOSTE DI RETE IMPRESE ITALIA SARDEGNA Le Organizzazioni Imprenditoriali della Sardegna che si riconoscono in RETE IMPRESE ITALIA (Casartigiani,

Dettagli

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE, EXTRATRIBUTARIE, PATRIMONIALI E ASSIMILATE NON RISCOSSE DIRETTAMENTE

Dettagli

Città di Nardò. Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA

Città di Nardò. Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA Rep.n. Città di Nardò Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA TORRE NOVA, COSTITUENTI IL CENTRO VISITE DEL PARCO NATURALE REGIONALE PORTOSELVAGGIO E PALUDE DEL

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26-20133 Milano -

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto. UFFICIO APPALTI Indirizzo: V.le Romagna, 26-20133 Milano - BANDO DI GARA D APPALTO DI LAVORI SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di contatto: UFFICIO APPALTI

Dettagli

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS BANDO DI GARA Servizi/Forniture PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI ANTINTRUSIONE. GESTIONE DEL SERVIZIO DI VIGILANZA

Dettagli

Premesso che Atteso che Considerato quanto sopra espresso Consapevoli inoltre

Premesso che Atteso che Considerato quanto sopra espresso Consapevoli inoltre PROTOCOLLO DI INTESA TRA TRIBUNALE DI RIMINI, PREFETTURA DI RIMINI, PROVINCIA DI RIMINI, COMUNI DELLA PROVINCIA DI RIMINI, ISTITUTI DI CREDITO, SINDACATI CGIL CISL UIL E ASSOCIAZIONI DELLA PROPRIETA RECANTE

Dettagli

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE DEL REGISTRO COMUNALE DEL VOLONTARIATO, DELLE CONSULTE TEMATICHE E DEL FORUM DEL VOLONTARIATO. Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE di LAURIA SETTORE I AFFARI GENERALI - ISTITUZIONALI E LEGALI. DETERMINAZIONE N. 122 del 24/06/2013

COMUNE di LAURIA SETTORE I AFFARI GENERALI - ISTITUZIONALI E LEGALI. DETERMINAZIONE N. 122 del 24/06/2013 SETTORE I AFFARI GENERALI - ISTITUZIONALI E LEGALI DETERMINAZIONE N. 122 del 24/06/2013 N. Reg. Gen. 310 del 24/06/2013 Id. Documento 246715 Servizio/Ufficio proponente: SETTORE I AFFARI GENERALI - ISTITUZIONALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini FORUM PA - 18 maggio 2010 Carlo Crea - Segretariato generale Autorità per l'energia elettrica e il

Dettagli

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3 DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio ORIGINALE P.E.G. N. 3 SERVIZI SOCIALI Determinazione n 315 In data 21.09.2015 N progressivo generale 1308 OGGETTO: GARA D'APPALTO A PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

17 VEICOLI FUORI USO. 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale

17 VEICOLI FUORI USO. 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale L analisi delle quantità dei materiali ottenuti dalla bonifica e dalla demolizione dei veicoli giunti a fine vita (ton/anno) avviate a reimpiego,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni e integrazioni, recante Disposizioni

Dettagli

CONVENZIONE TRA COMUNE DI SINNAI e ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MA.SI.SE.

CONVENZIONE TRA COMUNE DI SINNAI e ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MA.SI.SE. CONVENZIONE TRA COMUNE DI SINNAI e ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MA.SI.SE. L'anno duemilaundici, il giorno del mese di nella sede Municipale, sono personalmente comparsi: l Ing. Silvia Serra, Responsabile

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

INDICE ARTICOLO 1. Istituzione del sistema di qualificazione - classifiche. ARTICOLO 2 Requisiti per le iscrizioni

INDICE ARTICOLO 1. Istituzione del sistema di qualificazione - classifiche. ARTICOLO 2 Requisiti per le iscrizioni Decreto del Presidente della Repubblica Regolamento recante istituzione del sistema di qualificazione per i contraenti generali delle opere strategiche e di preminente interesse nazionale, ai sensi dell

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICA DIREZIONE GENERALE PER L INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI IL DIRETTORE GENERALE Vista la legge 27 dicembre

Dettagli

Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica

Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica Titolo I Denominazione, Sede, Scopo, Durata Art. 1) E costituita con sede in Chioggia, l Associazione Motoclub

Dettagli

COMUNE DI MEANA SARDO

COMUNE DI MEANA SARDO N. 08 Registro Generale delle Deliberazioni in seduta del 11.03.2013 Prot. Gen. N. 1128 del 18.03.2013 COMUNE DI MEANA SARDO PROVlNClA DI NUORO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Gestione siti

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI TECNICO-LOGISTICI E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE MOTORIZZAZIONE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 39/33 DEL 23.9.2011

DELIBERAZIONE N. 39/33 DEL 23.9.2011 IBERAZIONE N. 39/33 23.9.2011 Oggetto: Atto di indirizzo per lo sviluppo delle raccolte differenziate dei rifiuti urbani nel territorio regionale per il 2011. L Assessore della Difesa dell Ambiente ricorda

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE Art. 1 Finanziamento degli interventi di ERS nell ambito di programmi di riqualificazione urbana

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI PRATIARCATI BANDO DI GARA PER APPALTO A MISURA DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE A EURO 150.000,00.

UNIONE DEI COMUNI PRATIARCATI BANDO DI GARA PER APPALTO A MISURA DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE A EURO 150.000,00. PROT. N. _25972_ Li, 31/12/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO A MISURA DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE A EURO 150.000,00. LAVORI DI ALLARGAMENTO TRATTO VIA G. GALILEI ZONA SANT'AGOSTINO CUP D67B15000250004

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 151 del 27/12/2012 OGGETTO: APPALTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI,

Dettagli

Accordo Quadro Regionale Ammortizzatori sociali in deroga 2011

Accordo Quadro Regionale Ammortizzatori sociali in deroga 2011 DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT UFFICIO LAVORO E TERRITORIO Via Vincenzo Verrastro, 8 85100 Potenza Tel. +39 0971 666105/ Fax +39 0971 666146 Accordo Quadro Regionale Ammortizzatori sociali

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 121 di Reg. Data 17/9/2012 OGGETTO: Opere immediatamente cantierabili. Valorizzazione percorsi culturali e riqualificazione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese VINCENZO MAGGIONI Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese Parlare del Mezzogiorno è al tempo stesso cosa molto facile e molto difficile: facile, perché tutti sono pieni

Dettagli

GRUMO APPULA COMUNE CAPOFILA COMUNE DI GRUMO APPULA - CAPOFILA GESTORE DELL AREA SALUTE MENTALE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISABILI MENTALI

GRUMO APPULA COMUNE CAPOFILA COMUNE DI GRUMO APPULA - CAPOFILA GESTORE DELL AREA SALUTE MENTALE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISABILI MENTALI GRUMO APPULA COMUNE CAPOFILA COMUNE DI GRUMO APPULA - CAPOFILA GESTORE DELL AREA SALUTE MENTALE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISABILI MENTALI 1) STAZIONE APPALTANTE: AMMINISTRAZIONE COMUNALE-PIAZZA

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) COPIA DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO (Nominato con decreto del Presidente della Repubblica del 21.10.2013) N. 16 del 30.10.2013 (adottata

Dettagli

A tal fine concordano di sottoscrivere il presente protocollo così articolato: ART. 1 IMPEGNI DELLE PARTI SOTTOSCRITTRICI

A tal fine concordano di sottoscrivere il presente protocollo così articolato: ART. 1 IMPEGNI DELLE PARTI SOTTOSCRITTRICI PROTOCOLLO DI INTESA TRA TRIBUNALE DI RIMINI, PREFETTURA DI RIMINI, PROVINCIA DI RIMINI, COMUNI DELLA PROVINCIA DI RIMINI, ISTITUTI DI CREDITO, SINDACATI CGIL CISL UIL E ASSOCIAZIONI DELLA PROPRIETA RECANTE

Dettagli

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA Prot. 20869 Lì, 22/06/2015 BANDO DI GARA PER APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA RELATIVO A SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA VERDE PUBBLICO SFALCIO AREE PIANE CON MULCHING - ANNI 2015-2017 1. ENTE APPALTANTE:

Dettagli

REGIONE LIGURIA. Assessorato Politiche Abitative ed Edilizia, Lavori Pubblici

REGIONE LIGURIA. Assessorato Politiche Abitative ed Edilizia, Lavori Pubblici REGIONE LIGURIA Assessorato Politiche Abitative ed Edilizia, Lavori Pubblici Dipartimento Programmi Regionali, Porti, Trasporti, Lavori Pubblici ed Edilizia BANDO CONTRIBUTI PER PROMUOVERE LA SICUREZZA

Dettagli

COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina

COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Delibera n. 24 del 09.03.2012 OGGETTO: ORDINANZA N 507 DEL 20/09/2011 DELL UFFICIO DEL COMMISSARIO DELEGATO

Dettagli

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515. di un programma di recupero e razionalizzazione

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515. di un programma di recupero e razionalizzazione 32941 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515 Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia

Dettagli

COMUNE DI VILLASIMIUS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI VILLASIMIUS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI VILLASIMIUS PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE. =.=.=.=.=.=.=.=.=.=. N. 054 OGGETTO: Approvazione del Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati.

Dettagli

Compartimento della Viabilità per la Basilicata

Compartimento della Viabilità per la Basilicata Anas SpA Società con Socio Unico Cap. Soc. 2.269.892.000,00 Iscr. R.E.A. 1024951 P.IVA 02133681003 C.F. 80208450587 Sede legale: Via Monzambano, 10 00185 Roma Tel. 06 44461 - Fax 06 4456224 Sede Compartimentale:

Dettagli

MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI

MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI AZIONE 6.5.D PROGETTI PILOTA LOCALI LEGALITÀ BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE DEI PROGETTI PILOTA LOCALI

Dettagli

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria N.33 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Approvazione della proposta di noleggio di lampade a basso consumo - tecnologia a LED - comprensiva

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORTOLI' Provincia dell'ogliastra COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 61 del 29/03/2011 OGGETTO: Programma integrato di valorizzazione e sviluppo del sistema delle PMI Ogliastra -

Dettagli

Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D

Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D Bando di gara d appalto a procedura ristretta accelerata C.I.G. n. 0293732B4D SEZIONE I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Ministero delle Infrastrutture e

Dettagli

Denominazione ufficiale: EUR S.p.A.

Denominazione ufficiale: EUR S.p.A. BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DEMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: EUR S.p.A. Indirizzo postale: Largo Virgilio Testa 23 Punti di contatto:

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI REGOLARITA E SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI PROTOCOLLO DI INTESA Firenze, Il giorno, alla presenza del Prefetto di Firenze Dr. Andrea De Martino, sono intervenuti: - La Provincia di

Dettagli

COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO)

COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO) COMUNE DI VALLARSA (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO) Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 383 del registro delibere Data 14.10.2015 OGGETTO: Attività socialmente utili disciplinate dal Decreto

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO PROVINCIA DI TREVISO. Repubblica Italiana SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE DEL SERVIZIO

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO PROVINCIA DI TREVISO. Repubblica Italiana SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO PROVINCIA DI TREVISO Repubblica Italiana Repertorio n. SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DEGLI ALUNNI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA,

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014 11 D.g.r. 7 febbraio 2014 - n. X/1339 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso l adeguamento al regolamento regionale n. 2/2011 recante Definizione

Dettagli

ASSESSORATO ALLE CULTURE, TURISMO, PARTECIPAZIONE E ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

ASSESSORATO ALLE CULTURE, TURISMO, PARTECIPAZIONE E ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Avviso pubblico per la concessione dei contributi alle imprese creative e alle associazioni culturali per l anno 2015. Articolo 1 Finalità Il presente Avviso è finalizzato a predisporre una graduatoria

Dettagli

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA N 70 del Registro CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 - Asse I- Misura 125

Dettagli

TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - DURATA

TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - DURATA STATUTO Allegato all Atto costitutivo dell Associazione denominata Cantalupo Volontari Protezione Civile Mandela redatto in data undici di febbraio anno duemilasei. Art. 1 TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 53 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI PARMA CRITERI PER L ACCESSO ALLE FORME DI CONTRIBUZIONE ECONOMICA ED ALLE MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE

COMUNE DI PARMA CRITERI PER L ACCESSO ALLE FORME DI CONTRIBUZIONE ECONOMICA ED ALLE MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE COMUNE DI PARMA CRITERI PER L ACCESSO ALLE FORME DI CONTRIBUZIONE ECONOMICA ED ALLE MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE Approvati con deliberazione di C.C. n. 88 del 08/07/2008, modificati con successiva deliberazione

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:10388-2011:text:it:html I-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2011/S 7-010388 BANDO DI GARA Servizi SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari)

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA D'APPALTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA D'APPALTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA D'APPALTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA PAG.1 DI 13 Indice sistematico 1. RIFERIMENTI ENTE APPALTANTE 4 2. OGGETTO DELL APPALTO 4 3. COPERTURA ASSICURATIVA DELLA

Dettagli

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria N. 24 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Convenzione tra il Ministero Delle Infrastrutture e dei Trasporti E L ANCI, Associazione Nazionale

Dettagli

Acquisto Leasing Noleggio Acquisto a riscatto Misto Luogo principale di consegna: Codice NUTS

Acquisto Leasing Noleggio Acquisto a riscatto Misto Luogo principale di consegna: Codice NUTS UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (+352) 29 29 42 670 E-mail: mp-ojs@opoce.cec.eu.int In fo e formulari

Dettagli