Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni".

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni"."

Transcript

1 Siamo lieti di inviare in allegato la newsletter "Dire Sanità, Salute, Professioni". DIRE SANITÀ, Salute, Professioni Newsletter Questo notiziario è il nuovo prodotto informativo dell Agenzia Dire. Esce il pomeriggio, con notizie e aggiornamenti su politiche sanitarie, istituti di cura, centri di ricerca, associazioni, e con un focus sulle news normative dal Parlamento e dalla Gazzetta Ufficiale. Ricordiamo che agli indirizzi e saremo ben lieti di accogliere comunicati, contributi ed esperienze dei professionisti e di chiunque si occupi del settore. Buona lettura. Agenzia Dire Servizio Commerciale n.b. Questo invio è a scopo promozionale e non comporta alcun impegno né per Dire né per chi la riceve. GLI EVENTI Merete Amann Gainotti, Susanna Pallini (a cura di) La violenza domestica Testimonianze, interventi, riflessioni DIRE SANITÀ, SALUTE PROFESSIONI IN QUESTI SPAZI È POSSIBILE INSERIRE I VOSTRI EVENTI per maggiori informazioni powered by Hai ricevuto questa in quanto i Tuoi dati sono presenti nei nostri archivi o sono disponibili su archivi pubblici o in rete. Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs n 196/2003, hai il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare o cancellare i Tuoi dati ovvero opporti all'utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge. Se non vuoi più ricevere le nostre comunicazioni è sufficiente rispondere a questa scrivendo nell'oggetto "Cancella".

2 Indice DIRES :04 **SALUTE. RISCHIO CANCRO PER CHI RESPIRA IL DIESEL 1 DIRES :04 **SALUTE. FRATTURA DEL GOMITO, SUMMIT DI ESPERTI A BOLOGNA 2 DIRES :05 **SALUTE. INMM-CNR: EVITARE ALCOL IN GRAVIDANZA, MA VINO ROSSO... 3 DIRES :05 **SALUTE. INFEZIONI OSSEE? EVITABILE BOMBARDAMENTO ANTIBIOTICI 4 DIRES :05 **SALUTE. NEI, DOPO L'ESTATE RISCHIO TUMORE DELLA PELLE 5 DIRES :06 **SALUTE. ANZIANI, IL BALLO FA BENE ALLA MEMORIA E AI MUSCOLI 6 DIRES :06 **SALUTE. BOLOGNA, "SACCHI DI AMIANTO ABBANDONATI SULL'APPENNINO" 7 DIRES :06 **SANITÀ. CURA E NATURA, ECCO L'ECO-OSPEDALE DI FORLÌ 8 DIRES :06 **SANITÀ. CURA E NATURA, ECCO L'ECO-OSPEDALE DI FORLÌ -2-9 DIRES :07 **SANITÀ. CALABRIA, COMMISSIONE PARLAMENTARE CHIEDE RELAZIONE 10 DIRES :07 **FARMACI. LA LIBERALIZZAZIONE FA IMPAZZIRE I PREZZI 11 DIRES :07 **MALARIA. NEL 2012 PRONTO IL VACCINO 12 DIRES :07 **ALZHEIMER. 'BIOGRAFIA, NON SOLO BIOLOGIA': VERSO NUOVE CURE 13 DIRES :07 **ALZHEIMER. PALERMO, A RISCHIO ASSISTENZA ANZIANI 14 DIRES :08 **SANITÀ. FIBROSI CISTICA NEI BAMBINI, RISPONDE IL BAMBIN GESÙ 15 DIRES :08 **SANITÀ. INTASCAVA TICKET, ARRESTATO DIPENDENTE S.ORSOLA BOLOGNA 16 DIRES :08 **INFLUENZA A. GELMINI: NON ESCLUDO PAUSA NATALE PIÙ LUNGA 17 DIRES :08 **INPS. GIUSEPPE GRECO NUOVO DIRETTORE REGIONALE EMILIA-ROMAGNA 18 DIRES :08 **INFLUENZA A. I MINISTRI DELLA SALUTE EUROPEI FANNO IL PUNTO 19 DIRES :08 **DISABILI. FONDI SOLO AGLI EVENTI ACCESSIBILI 20 DIRES :09 **INFLUENZA A. I PRESIDI: IGIENE A SCUOLA? PAGATA DALLE FAMIGLIE 21

3 DIRES :09 **INFLUENZA A. DOPO L'AMERICA EFFUSIONI VIETATE ANCHE IN ITALIA 22 DIRES :09 **INFLUENZA A. MACCHINA RESPIRATORIA CONTRO VIRUS A/H1N1 23 DIRES :09 **INFLUENZA A. ROMA, DECALOGO DISTRIBUITO NEI CENTRI ANZIANI 25 DIRES :10 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI MALATI 26 DIRES :10 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI DIRES :10 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI DIRES :10 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI DIRES :10 **MINORI. "DISGRAFIA, DIAGNOSI E RIABILITAZIONE" 30 DIRES :10 **MINORI. 170 VOLONTARI IN CORSIA PER I BAMBINI RICOVERATI 31 DIRES :10 **MINORI. 170 VOLONTARI IN CORSIA PER I BAMBINI RICOVERATI DIRES :10 **BIOTESTAMENTO. PREMIER: DDL CONSOLIDERÀ RAPPORTI CON VATICANO 33 DIRES :10 **BIOTESTAMENTO. MARINO: DA BERLUSCONI UN INSULTO ALLA CHIESA 34 DIRES :10 **BIOTESTAMENTO. PALUMBO: TESTO MIGLIORABILE, SENTIREMO I MEDICI 35 DIRES :11 **UNIVERSITÀ. PDL: RIVEDERE ESAMI DI AMMISSIONE A MEDICINA 36 DIRES :11 **SICUREZZA STRADE. ESODO, PIÙ TRAFFICO MA -11% INCIDENTI 37 DIRES :11 **SANITÀ. AREA VASTA ROMAGNA, PDL ALL'ATTACCO 38 DIRES :11 **SANITÀ. LAZIO, IL 15/9 IN COMMISSIONE ZACCHEO E D'UBALDO 39

4 **SALUTE. RISCHIO CANCRO PER CHI RESPIRA IL DIESEL RICERCA UNIVERSITÀ OHIO: "BASTANO SOLO DUE MESI DI ESPOSIZIONE". (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Respirare i gas che escono dai tubi di scappamento delle auto diesel aumenta di molto la possibilita' di sviluppare un cancro. Lo affermano i ricercatori dell'universita' dell'ohio, che hanno da poco pubblicato le conclusioni di un loro studio sull'ultimo numero della rivista americana Toxicology Letters. Le piccole dimensioni delle polveri prodotte dai motori diesel che hanno un diametro inferiore a 0,1 micron, affermano gli esperti americani, penetrano con piu' facilita' nel corpo umano attraverso la respirazione, contaminando organi e tessuti. I ricercatori universitari hanno condotto dei test sui topi riproducendo in laboratorio le condizioni atmosferiche di un'area urbana particolarmente trafficata, ipotizzando un'esposizione quotidiana di sei ore per cinque giorni a settimana. Dopo appena due settimane nell'organismo dei topi si era gia' verificato un cambiamento chimico: il mutamento di un enzima capace di ritardare lo sviluppo di un tumore. "Stimiamo che per l'uomo- ha spiegato il dottor Qinghua Sun, autore principale dello studiol'esposizione prolungata per appena due mesi ai fumi di un diesel sia sufficiente per dare a un tessuto sano le potenzialita' per sviluppare un cancro". Pag. 1

5 **SALUTE. FRATTURA DEL GOMITO, SUMMIT DI ESPERTI A BOLOGNA AL RIZZOLI CONFRONTO INTERNAZIONALE SU TECNICHE CHIRURGICHE. (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - La frattura del gomito e' la "bestia nera" degli ortopedici: nel gomito, infatti, sono coinvolte tre superfici articolari con configurazioni complesse, le strutture dei legamenti sono difficili da riparare, i vasi e i nervi sono molto vicini alle superfici ossee. Inoltre il gomito non tollera periodi di immobilizzazione prolungati e ha facile tendenza a formare ossificazioni e a irrigidirsi, talora anche a causa di traumi non complessi. Se ne e' parlato all'istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna ieri e oggi in un incontro internazionale con esperti europei e statunitensi. Al centro del confronto, le tecniche chirurgiche all'avanguardia per il trattamento delle fratture del gomito, tra cui l'impianto di protesi, eseguito con continuita' al Rizzoli e in pochissimi altri ospedali in Italia. "Attraverso interventi di chirurgia in diretta verranno illustrate le nuove tecniche di sintesi e di sostituzione protesica articolare", spiega il dottor Roberto Rotini, direttore della Struttura di Chirurgia della Spalla e del Gomito del Rizzoli che promuove l'incontro. "È il secondo appuntamento in un percorso di formazione avanzata che vede in questa edizione la partecipazione, insieme alle scuole ortopediche modenese e bolognese, del prof. Itamura dell'universita' di Los Angeles, chirurgo di fama internazionale in questo campo". L'incidenza delle fratture di gomito e' pari al 5% di tutte le fratture. Traumi stradali e sportivi sono cause frequenti delle fratture-lussazioni di gomito (il gomito dopo la spalla e' l'articolazione con la maggiore incidenza di lussazione); gli uomini sono piu' soggetti delle donne a questo tipo di trauma. Pag. 2

6 **SALUTE. INMM-CNR: EVITARE ALCOL IN GRAVIDANZA, MA VINO ROSSO... RICERCA IN COLLABORAZIONE CON ISS E CENTRO ALCOLOGICO LAZIO. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Che l'alcol in gravidanza non facesse bene si sapeva, ma ora c'e' una novita': il vino rosso e' in grado di limitare gli effetti tossici dell'etanolo. Lo rivela una ricerca dell'inmm-cnr di Roma che, in collaborazione con l'istituto superiore di Sanita' e il Centro alcologico della Regione Lazio, ha studiato gli effetti tossici sul feto indotti dal consumo di alcol. In gravidanza il consumo di alcolici e' una delle cause maggiori di ritardo mentale dei bambini nei Paesi occidentali: attraversando la placenta, infatti, l'etanolo puo' compromettere la crescita e il peso del feto, provocando danni permanenti al sistema nervoso centrale, con sottosviluppo e malformazione delle cellule e della struttura del cervello e conseguenze a livello funzionale e cognitivo: scarsa memoria, deficit di attenzione e comportamenti impulsivi. Fin qui effetti noti, ma c'e' un importante distinguo: il vino rosso, infatti, grazie alle proprieta' dei polifenoli e gli antociani, e' in grado di limitare gli effetti tossici dell'alcol, come emerge appunto dello studio portato a termine dall'istituto di neurobiologia e medicina molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma, coordinato da Marco Fiore. Pag. 3

7 **SALUTE. INFEZIONI OSSEE? EVITABILE BOMBARDAMENTO ANTIBIOTICI RIZZOLI E S.ORSOLA SCOPRITORI DI CURA ALTERNATIVA E MENO INVASIVA (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - Ci sono malati che sviluppano un'infezione dell'osso dopo l'impianto di una protesi. Per curarli, finora, si ricorreva all'intervento chirurgico e ad un successivo "bombardamento" di antibiotici. Ma il Rizzoli e il Sant'Orsola di Bologna, assieme all'universita' di Verona e ad un'azienda privata, hanno scoperto un sistema di cura che evita al paziente di subire la terapia antibiotica che comporta la diffusione del farmaco in tutto l'organismo con possibili complicazioni in particolare per alcuni organi, fegato, reni, intestino. Ha infatti avuto successo la sperimentazione di uno speciale "spacer", cioe' un elemento di cemento osseo che viene messo al posto della protesi e che rilascia l'antibiotico solo nella zona del corpo interessata dall'intervento. Si tratta di uno "spacer" che utilizza due antibiotici, mentre finora se ne usava uno solo e gli effetti sull'infezione erano insoddisfacenti: la terapia doveva comunque essere completata da un lungo trattamento con il successivo "bombardamento" di antibiotici, con tutte le controindicazioni. Il nuovo "spacer" e' stato elaborato da un team di ricerca pubblico-privato e di cui hanno fatto parte del Laboratorio di studi pre-clinici chirurgici del Rizzoli insieme alla microbiologia dell'azienda ospedaliero-universitaria S.Orsola-Malpighi, alla Farmacologia dell'universita' di Verona e a Tecres, l'azienda veronese che dieci anni fa brevetto' lo spacer esportandolo poi in tutto il mondo. E ora la nuova scoperta, lo "spacer antibiotato", verra' ufficialmente presentata al Rizzoli dopodomani alle 15, nell'aula magna del Centro di ricerca, in via di Barbiano. La novita', precisano i ricercatori, "cambia radicalmente questo scenario, portando un vantaggio evidente" a chi, dopo un'infezione, deve subire una revisione di protesi. Pag. 4

8 **SALUTE. NEI, DOPO L'ESTATE RISCHIO TUMORE DELLA PELLE ECCO L'ALFABETO PER IMPARARE A RICONOSCERE LE MACCHIE SOSPETTE. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Tra i fattori di rischio causati da una lunga esposizione al sole, il melanoma (tumore della pelle) e' uno dei pericoli in agguato per la salute al rientro dalla vacanze. Le societa' internazionali dei dermatologi ritengono sia fondamentale l'autosservazione, cioe' osservarsi o farsi osservare per scoprire in tempo un cambiamento in un neo. "Se si dispone di tempo- spiega Marcello Monti, dermatologo di Humanitas- e' piu' utile eseguire una volta all'anno una mappatura dei nei con il videodermatoscopio. Se un neo e' a rischio non bisogna aver paura di farselo asportare chirurgicamente e non con il laser. Infine, e' fondamentale ricordare che la miglior forma di protezione contro i raggi solari non e' utilizzare le creme proteggenti, ma esporsi di meno". Secondo gli esperti grazie alle prime lettere dell'alfabeto si puo' distinguere un neo non pericoloso da una macchia sospetta. Ecco una breve guida per imparare a riconoscere e leggere l'alfabeto dei nei, sfruttando le prime 5 lettere proprio per cercarne i caratteri pericolosi: "A come Asimmetria: le lesioni tumorali hanno una forma irregolare e cosi' anche i nei che degenerano. In pratica, immaginiamo di dividere il neo a meta' con una linea verticale e verifichiamo se le due parti sono uguali (simmetriche) oppure diverse tra loro (asimmetriche); B come Bordi: i bordi di un neo non pericoloso sono regolari, come disegnati dal compasso, mentre se sono irregolari, frastagliati, il neo e' sospetto; C come Colore: il colore di un neo deve rimanere costante. Se si modifica o ci sono piu' colori contemporaneamente e' un campanello di allarme; D come Dimensioni: se un neo ha un diametro di piu' di 6 millimetri (i nei comuni hanno il diametro di 2/3 millimetri) potrebbe non trattarsi di un semplice neo. Meglio approfondire; E come Evoluzione: un neo che cambia aspetto velocemente, cioe' cambia forma, colore o dimensioni oppure diviene pruriginoso o sanguina deve essere valutato dal medico specialista. (Fonte Pag. 5

9 **SALUTE. ANZIANI, IL BALLO FA BENE ALLA MEMORIA E AI MUSCOLI (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Con l'autunno alle porte e' tempo di rimettersi in moto, di riattivare la circolazione con un po' di sano esercizio fisico. Tanti i centri che offrono agli anziani dei corsi di ginnastica posturale, yoga o ballo liscio. Quest'ultimo e' da considerare una vera e propria terapia contro il malumore e l'indebolimento muscolare, con ottimi risultati anche sulla memoria. Tenere a mente i passi da eseguire con il partner, lasciarsi cullare dal ritmo della musica, fare amicizia in sala con altre coppie che ballano, sono tutte operazioni che aiutano infatti a tenere in allenamento il cervello e contribuiscono a sciogliersi senza compiere sforzi eccessivi. Per gli anziani che vogliono approfondire la conoscenza di un ballo molto coinvolgente come il flamenco, si ricorda l'appuntamento romano con l'omonimo festival dedicato alle espressioni artistiche piu' antiche e popolari del Mediterraneo, dal 10 al 20 settembre (Fonte Pag. 6

10 **SALUTE. BOLOGNA, "SACCHI DI AMIANTO ABBANDONATI SULL'APPENNINO" IN UN BOSCO A CASTIGLIONE DEI PEPOLI. (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - Un 'carico' di amianto imbustato in sacchi di plastica e abbandonato in mezzo a un bosco, in localita' Cottede presso Castiglion dei Pepoli, in provincia di Bologna. A segnalarne la presenza e' l'emittente locale Radio citta' del Capo, che sul sito documenta il rinvenimento anche con numerose foto. E non e' tutto, perche' proseguendo lungo la stradina in mezzo agli abeti che raggiunge il monte Tavianella, si incontrano anche tre condotte di eternit lasciate sul ciglio della strada. Il sindaco di Castiglion dei Pepoli, Daniela Aureli, interpellato dalla redazione dell'emittente radiofonica, afferma: "Domattina (oggi, ndr)faremo il prelievo, per ora abbiamo una segnalazione che dice che potrebbe trattarsi di amianto. Aureli, inoltre, ricorda che non si tratta della prima volta anzi, in un anno "parecchi sono i casi di questo genere". Se le verifiche daranno conferma che si tratta di amianto, chi lo ha abbandonato avrebbe commesso un reato ambientale: l'amianto, nocivo per la salute perche' potenzialmente cancerogeno ma anche per l'ambiente, deve infatti essere smaltito secondo precise, e costose, procedure. Eppure, il direttore della sezione bolognese di Arpa, Maria Adele Corvaglia, anche lei intervistata da Radio citta' del Capo, fa sapere che nel territorio bolognese "riceviamo fra le 20 e le 30 segnalazioni all'anno di rifiuti con amianto abbandonati". Il direttore di Arpa Bologna spiega inoltre che arrivano spesso richieste di informazioni da parte di privati che hanno bisogno di smaltire poche lastre di eternit. Poi pero', probabilmente per evitare la procedura richiesta per legge, finiscono per scegliere "la 'tecnica' dell'abbandono", sottolinea Corvaglia. Pag. 7

11 **SANITÀ. CURA E NATURA, ECCO L'ECO-OSPEDALE DI FORLÌ TAGLIATE TONNELLATE CO2 L'ANNO, RISPARMIO METANO DEL 10,8%. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Si prendono cura di te e della natura che ti circonda, insomma dell'uomo nel suo complesso. Sono i medici e gli operatori dell'ospedale 'Morgagni-Pierantoni' di Forli', che da due anni seguono la salute del paziente e dell'ambiente. L'Ausl del capoluogo romagnolo e' infatti riuscita ad abbattere i consumi energetici del presidio ospedaliero: dal 2006 al 2008, grazie ad interventi di ammodernamento, il fabbisogno di energia elettrica e' diminuito di chilowattora (-6,9%), quello di gas metano di metri cubi (-10,8%) e quello d'acqua potabile di metri cubi (-4,6%). In altri termini, significa una riduzione delle emissioni di anidride carbonica dell'ospedale di circa tonnellate all'anno. Un risultato importante, raggiunto per di piu' senza incidere in alcun modo sulla normale attivita' ospedaliera. La strada intrapresa e' stata, infatti, quella di un uso piu' razionale delle risorse, installando, ove necessario, nuove tecnologie rispettose dell'ambiente. Come spiega Vittorio Laghi, l'architetto che ha eseguito i lavori nella struttura ospedaliera, "da alcuni anni la regione Emilia-Romagna ha varato un programma di attenzione al risparmio energetico, coinvolgendo i responsabili delle singole aziende in tavoli di confronto nell'ottica di pianificare misure di sensibilizzazione all'uso razionale dell'energia". Sulla base delle indicazioni regionali, l'ausl di Forli' ha studiato azioni di contenimento. Gli interventi, aggiunge Laghi, "sono stati concretamente attuati a partire da luglio 2007". (SEGUE) Pag. 8

12 **SANITÀ. CURA E NATURA, ECCO L'ECO-OSPEDALE DI FORLÌ -2- (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Per raggiungere l'obiettivo di un maggiore rispetto per l'ambiente, precisa l'architetto Vittorio Laghi, si e' deciso di "razionalizzare il fabbisogno", ossia "adeguare i consumi alle effettive esigenze attraverso un'opera di ottimizzazione". Come? Si e' cercato di razionalizzare i settori di maggior impatto sui consumi: dalla produzione e distribuzione di acqua refrigerata alla performance di motori elettrici e sistemi di illuminazione. Per quanto riguarda l'acqua refrigerata, gli interventi attuati per contenere i consumi sono stati diretti a creare una sinergia fra produzione e distribuzione del freddo, cosi' da agire con reciproca proporzionalita'. Sempre sul versante energetico, continua Laghi, "ha prodotto esito favorevole il sistema di razionalizzazione dei consumi che ha interessato nove sale operatorie, con l'installazione di rilevatori di presenza che modificano automaticamente lo stato di esercizio delle Uta (unita' di trattamento dell'aria) da ordinario a stand-by". Quindi, e' stato messo a punto un sistema di monitoraggio on-line dei dati rilevati in campo per "intervenire tempestivamente" nelle azioni di controllo per la verifica di eventuali anomalie o guasti. Infine, evidenzia Laghi, per quanto riguarda il risparmio idrico, infine, si e' lavorato su due versanti: il primo, mirato all'utenza 'civile', ha visto l'acquisto e l'installazione di inserti universali, aeratori riduttori di portata per i miscelatori e regolatori di flusso per doccia. Il secondo, mirato alla parte impiantistica, "ha visto un'operazione calibrata con i 'settaggi' degli impianti di trattamento". Pag. 9

13 **SANITÀ. CALABRIA, COMMISSIONE PARLAMENTARE CHIEDE RELAZIONE LOIERO DOVRÀ DARE DETTAGLI SU CASO PAOLA, SARÀ SENTITO A BREVE. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Leoluca Orlando, presidente della commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari, ha chiesto al presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, "una relazione" sul caso di morte sospetta avvenuto ieri a Paola e "indicazioni" circa l'esistenza di eventuali provvedimenti di sospensione disciplinare avviati in questo come in altri casi di denunciata malasanita'. "Proprio ieri, assieme a quei colleghi parlamentari eletti in Calabria e componenti la Commissione, abbiamo- ha dichiarato Orlando- vissuto quattro ore di drammatica, tragica testimonianza di familiari di vittime di malasanita' calabrese. Domani l'ufficio di presidenza della Commissione fissera' la data della audizione del presidente Loiero e questo ennesimo caso di malasanita' sara', con i numerosi altri casi, oggetto di inchiesta e di richiesta di chiarimenti da parte della commissione parlamentare". Pag. 10

14 **FARMACI. LA LIBERALIZZAZIONE FA IMPAZZIRE I PREZZI VARIAZIONI FINO AL 59% SULLO STESSO PRODOTTO. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Differenze di prezzo fino al 59% sullo stesso prodotto da farmacia e farmacia, e del 41% da parafarmacia a parafarmacia. Prezzi dei farmaci aumentati dell'8,7%. Sono i dati diffusi da 'Altroconsumo' a seguito di un'indagine fatta su 128 punti vendita (96 farmacie, 17 parafarmacie e 15 ipermercati) distribuiti in dieci citta'. La liberalizzazione dei farmaci da banco, dunque, venduti anche nei supermercati ha davvero prodotto una flessione nei prezzi ed un risparmio per il consumatore? A giudicare dai dati diffusi ieri da 'Altroconsumo' sembra proprio di no. L'associazione ha creato il paniere di una coppia con tre prodotti: Tachipirina, Tantum Verde e Aspirina. Lei spende 13 euro e lui ben 17,90. Le tariffe hanno subito aumenti nettamente superiori all'inflazione: colpa della cattiva informazione e della geografia offerta del cosiddetto extra canale. Pag. 11

15 **MALARIA. NEL 2012 PRONTO IL VACCINO (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Nel 2012 dovrebbe essere definitivamente pronto il vaccino contro la malaria. La notizia arriva dagli Stati Uniti e precisamente da Joe Cohen, a capo della ricerca sui vaccini di malattie infettive imprendibili come malaria, tubercolosi e Aids, della Glaxo Smith Kline. Dagli studi condotti da Cohen e dalla sua equipe', infatti, i test sugli uomini rivelerebbero una diminuzione dell'infezione del 64%. Lo studio, al quale si lavora da 30 anni, ha l'obiettivo di riuscire a far produrre al sistema immunitario anticorpi che colpiscano il microrganismo in un punto vitale ed in tale quantita' da distruggerlo in pochi minuti, impedendo cosi' al Plasmodio della malaria di iniziare il suo viaggio nel sangue al riparo dagli anticorpi. La scoperta di notevole impatto economico e sociale, significherebbe avere una diminuzione ogni anno di circa 300 milioni di malati e 1 milione di morti, di cui ben decessi sono bambini. Pag. 12

16 **ALZHEIMER. 'BIOGRAFIA, NON SOLO BIOLOGIA': VERSO NUOVE CURE INCONTRO A MILANO IL 21 SETTEMBRE. (DIRE - Notiziario Sanita') Milano, 8 set. - L'importanza della ricerca scientifica affiancata dalle politiche di inclusione che mantengano un legame tra il malato, la sua famiglia e la comunita' di appartenenza. È l'evoluzione dell'approccio all'alzheimer il tema su cui lunedi' 21 settembre, a Milano, si riflettera' in un convegno dal titolo "Biografia, non solo biologia", un momento di confronto sulle nuove risposte della scienza al dramma di una malattia che colpisce piu' di 26 milioni di persone in tutto il mondo, oltre 500 mila soltanto in Italia (il 20% della popolazione sopra i 65 anni), con numeri destinati a raddoppiare nei prossimi vent'anni. L'incontro, previsto in occasione della XVI Giornata Mondiale Alzheimer (istituita nel 1994 dall'organizzazione Mondiale della Sanita' e dall'alzheimer's Disease International), e' stato organizzato dalla Federazione Alzheimer Italia che riunisce 44 associazioni in tutta la penisola e dalla Fondazione Golgi Cenci che da anni si occupa di studi sull'invecchiamento cerebrale, con il patrocinio del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Tra gli argomenti, che verranno approfonditi da studiosi provenienti da tutto il mondo, si parlera' della necessita' di studi longitudinali con cui evidenziare i fattori di rischio e di protezione della perdita delle funzioni cognitive, dell'inadeguatezza dei modelli medici basati puramente sulla biologia genetica riduzionistica, dell'importanza della ricerca di marcatori biologici con cui monitorare la malattia in fase preclinica e della necessita' di integrarli con le biografie personali dei malati. Uno degli argomenti centrali, infatti, sara' proprio la comunicazione con il malato e l'importanza delle politiche di inclusione che mantengano un legame tra il malato, la sua famiglia e la comunita' di appartenenza, ma si parlera' anche delle nuove sfide etiche e deontologiche legate alla comunicazione della diagnosi e della necessita' di una stretta collaborazione tra famiglia e professionisti per mettere a punto cure basate sulla relazione con il malato. All'incontro partecipera' anche Ferruccio Fazio, viceministro della Salute. Pag. 13

17 **ALZHEIMER. PALERMO, A RISCHIO ASSISTENZA ANZIANI IL 16 OTTOBRE SCADE CONVENZIONE CEA-PROVINCIA. (DIRE - Notiziario Sanita') Palermo, 8 set. - Scade il 16 ottobre la convenzione del Cea con la Provincia, che garantisce il servizio di assistenza ai malati di Alzheimer a Palermo, e nessuno sa cosa succedera' dopo. "Per quanto tempo ancora- si chiede il responsabile del Centro assistenza, Gaetano Lisciandrail centro dovra' ancora vivere di elemosina mensile senza pensare ad una sua effettiva stabilizzazione per la tutela della salute dei pazienti?". In attesa di essere ricevuti dall'assessore regionale alle Politiche sociali, Caterina Chinnici, e dello sblocco delle risorse previste dalla Legge 328/00, il Cea si appella ai privati: "Chiediamo l'aiuto di banche, case farmaceutiche e a tutti i privati di buona volonta'". Il comune di Palermo, l'ente istituzionalmente competente ad occuparsi del Cea, non e' in grado di attivarsi per mancanza di liquidita'. Intanto, un primo punto della situazione si fara' il prossimo 19 settembre, giorno in cui si svolgera' il XV congresso sulla "Malattia di Alzheimer e la rete dei servizi in Sicilia tra cura ed assistenza". Pag. 14

18 **SANITÀ. FIBROSI CISTICA NEI BAMBINI, RISPONDE IL BAMBIN GESÙ I CONSIGLI DEGLI ESPERTI SUL SITO DELL'OSPEDALE ROMANO. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - La fibrosi cistica, la piu' diffusa tra le malattie genetiche, in Italia colpisce un bambino su ed e' causata da un gene alterato che comporta anomalie nel trasporto di sali e acqua alle cellule. Interessando vari organi e alterandone le funzioni (problemi respiratori, infiammazioni croniche dei polmoni, danni all'intestino e al fegato, malnutrizione e infertilita'), la fibrosi cistica puo' essere invalidante per la crescita e la vita futura dei piccoli. Per mettere a disposizione le conoscenze in questa specifica area, chiarendo dubbi e fornendo indicazioni utili sulle migliori pratiche per la prevenzione, la diagnosi e la cura della malattia, l'ospedale Bambino Gesu' di Roma pubblica sul portale sanitario pediatrico il "dossier Fibrosi Cistica", in grado di rispondere alle domande non solo dei genitori ma anche dei professionisti in campo sanitario. L'ospedale pediatrico Bambino Gesu' rappresenta un punto di riferimento a livello internazionale anche per il trattamento dei casi di fibrosi cistica complessi e per le patologie correlate ed e' Centro di riferimento italiano per il trapianto polmonare in pazienti pediatrici con fibrosi cistica. Pag. 15

19 **SANITÀ. INTASCAVA TICKET, ARRESTATO DIPENDENTE S.ORSOLA BOLOGNA NAS COLGONO IN FLAGRANZA ASSISTENTE AMMINISTRATIVO CARDIOLOGIA. (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - Sabato scorso, i Carabinieri del Nas di Bologna hanno arrestato in flagranza, per truffa e falso, un dipendente del policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna. L'uomo, traendo in inganno i pazienti, intascava i ticket per le prestazioni sanitarie erogate. I controlli amministrativi venivano elusi falsificando le ricette mediche e manipolando le registrazioni sul sistema telematico aziendale. Le indagini- precisa l'arma- sono state condotte "in collaborazione" con la Direzione Generale del Policlinico. Il dipendente, un cinquantenne, era assistente amministrativo in servizio presso l'unita' Operativa di Cardiologia. Le indagini proseguono per quantificare l'esatto danno erariale procurato nel corso del tempo all'azienda ospedaliera universitaria. Pag. 16

20 **INFLUENZA A. GELMINI: NON ESCLUDO PAUSA NATALE PIÙ LUNGA "MA NESSUN RINVIO DELL'INIZIO DELL'ANNO SCOLASTICO". (DIRE - Notiziario) Roma, 8 set. - Il ministro dell'istruzione, Mariastella Gelmini, in una intervista rilasciata ieri a Mattino Cinque, in onda su Canale 5, conferma: "Non ci sara' alcun rinvio dell'inizio dell'anno scolastico" per l'influenza A. Perche', spiega, "oggi i casi di influenza nel nostro paese sono circoscritti, non ci sono le motivazioni- continua- per l'assunzione di un provvedimento cosi' drastico". Tuttavia il ministro e' possibilista sul prolungamento delle vacanze natalizie, periodo di massimo picco dell'influenza. "Non escludiamo nulla", dice Gelmini. La quale conferma, comunque, che c'e' un piano di azione del governo per l'eventuale chiusura delle scuole: "Se in una scuola si verificheranno dei casi di influenza ci sara' il controllo dell'autorita' sanitaria, coinvolgendo presidi e Comuni, e solo in quel caso si procedera' alla chiusura". Intanto Gelmini invita ad "assumere le precauzioni necessarie per evitare la diffusione dell'influenza". Pag. 17

21 **INPS. GIUSEPPE GRECO NUOVO DIRETTORE REGIONALE EMILIA-ROMAGNA PRESTO INCONTRERÀ LE PARTI SOCIALI E LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - Giuseppe Greco, 49 anni, e' il nuovo direttore regionale dell'inps dell'emilia Romagna: ingegnere economico-organizzativo, proviene dalla Direzione generale dove era direttore centrale. All'Inps da oltre vent'anni, ha iniziato la sua carriera in Calabria, dove e' nato, ricoprendo, nel tempo, diversi incarichi, tra i quali quello di direttore del servizio informatico regionale, di direttore di sede e di direttore regionale vicario. L'esperienza di Greco nel campo previdenziale si e' ulteriormente arricchita con un periodo all'enpals, dove e' stato direttore centrale e direttore compartimentale per il Centro-Sud Italia. Ora, nel nuovo ruolo in Emilia Romagna, Greco si propone "di rendere sempre piu' collaborativo il clima con tutti coloro che interagiscono, a vario titolo, con l'istituto, promuovendo tutte le iniziative utili al costante miglioramento dei servizi erogati dall'inps", spiega una nota dell'istituto di previdenza. Gia' dalle prossime settimane incontrera' le componenti del socio-economiche del territorio e le pubbliche amministrazioni, anche per "ricercare, insieme, soluzioni sinergiche, capaci di rispondere all'esigenza di economicita' ed immediatezza dell'azione amministrativa, per di piu' nel particolare momento di difficolta' e criticita' del paese". Greco e' anche certo, si legge ancora nella nota, che "le azioni proposte potranno, senz'altro, trovare compimento grazie soprattutto alla professionalita' ed alla dedizione del personale Inps della regione che, notoriamente, risulta essere tra i piu' laboriosi del paese". Pag. 18

22 **INFLUENZA A. I MINISTRI DELLA SALUTE EUROPEI FANNO IL PUNTO AD OTTOBRE SUMMIT DELLA SANITA' EUROPEA. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - I ministri della salute dell'unione Europea insieme contro l'influenza A. Il 12 ottobre, infatti, si riuniranno per fare il punto sulla diffusione del virus H1/N1. Ad annunciarlo e' il ministro alla Sanita' svedese, Maria Larsson, attuale presidente di turno dell'unione. Nel corso dell'incontro verranno affrontati diversi aspetti: dall'accesso ai vaccini al loro reperimento per i Paesi che hanno necessita' di un sostegno, fino alla solidarieta' internazionale. Pag. 19

23 **DISABILI. FONDI SOLO AGLI EVENTI ACCESSIBILI IL PROGETTO DI UNA ONLUS DI CHIETI. (DIRE - Notiziario Sanita') Chieti, 8 set. - Contributi e patrocini a eventi o iniziative di vario genere, si', ma solo a quelle senza barriere architettoniche. E' l'idea dell'associazione Diritti Diretti onlus di Chieti che ha promosso li progetto "Sponsor dei diritti - Sosteniamo solo eventi accessibili", con lo scopo di creare un gruppo formato da grandi, medie e piccole imprese (pubbliche, private, profit, non profit) pronte a sottoscrivere un protocollo d'intesa attraverso il quale si impegnino a concedere contributi o patrocini solo a iniziative ed eventi senza ostacoli che permettano o la fruizione a chi ha problemi motori (disabili, anziani o semplici infortunati) e a mamme con bimbi nei passeggini. La partecipazione al progetto, ricorda l'associazione, e' totalmente gratuita e avviene attraverso la sottoscrizione del modulo in cui l'ente si impegna semplicemente a inserire una clausola nella concessione dei suoi contributi o patrocini, per specificare che l'iniziativa deve rispondere alle norme vigenti in materia di diritto alla mobilita', ovvero essere realizzata in assenza di barriere architettoniche. In cambio di questo suo impegno, l'aderente ottiene dall'associazione Diritti Diretti Onlus il riconoscimento di azienda a forte responsabilita' sociale tramiteß unß "bollino di qualita'" registrato presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. Al fine di evitare facili speculazioni, il mancato rispetto del protocollo d'intesa comportera' la risoluzione di diritto dello stesso, con decorrenza immediata e obbligo di versare all'associazione Diritti Diretti Onlus, a titolo di penale, la somma di euro che sara' investita in attivita' associative. "La novita' di questo progetto - sottolinea Simona Petaccia presidente dell'associazione diritti diretti onlus - sta nel fatto cheß alle societa' o alle aziende non si chiedono fondi, ma semplicemente un impegno pratico per l'abbattimento delle barriere nei luoghi ove si organizzano eventi. La speranza e' che quest'idea venga recepita dal maggior numero di aziende - aggiunge - e che possa anche diventare un mezzo per aumentare il turismo accessibile nella nostra regione". Per maggiori informazioni, contattare Diritti Diretti Onlus attraverso il numero verde gratuito (lunedi'-venerdi', e 15-18) oppure scrivere un messaggio all'indirizzo elettronico Pag. 20

24 **INFLUENZA A. I PRESIDI: IGIENE A SCUOLA? PAGATA DALLE FAMIGLIE "SENZA I CONTRIBUTI DEI GENITORI NON SI COMPRA IL SAPONE". (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Le scuole hanno sempre meno fondi, anche per questo, in alcune, viene a mancare perfino il sapone. Lo ricorda, ai microfoni di CNRmedia, Giorgio Rembado, presidente dell'associazione Nazionale Presidi. Il tema della pulizia e dell'igiene torna alla ribalta ora che queste misure sono alla base delle azioni necessarie per fronteggiare l'epidemia della nuova influenza. "C'e' un contenzioso con il ministero- ricorda Rembado- specie dell'economia, per il fatto di avere anche progressivamente quelle risorse che sono fondamentali per la vita della scuola, in questo caso del sapone necessario alle norme igieniche fondamentali". Cosi' oggi "al momento dell'iscrizione i genitori corrispondono alle scuole dei contributi cosidetti volontari, definiti dai consigli d'istituto delle singole scuole. A questi fondi fanno capo le scuole per le esigenze di normale funzionamento, e quindi anche per le cose di cui stiamo parlando". Pag. 21

25 **INFLUENZA A. DOPO L'AMERICA EFFUSIONI VIETATE ANCHE IN ITALIA A ROMA E NAPOLI PROVVEDIMENTO ANTI-BACIO. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Dopo l'invito ad evitare baci e abbracci che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha lanciato ai giovani che rientrano a scuola dopo le vacanze estive, per limitare il rischio contagio da virus H1N1, anche in Italia arrivano le misure di prevenzione per scongiurare la diffusione dell'influenza. A Roma Mario Rusconi, preside del liceo scientifico Isacco Newton, lancia la proposta: "Evitare baci ed effusioni in classe- spiega- per fare una profilassi intelligente". Mentre a Napoli, invece, non sara' piu' possibile appoggiare le labbra sulla teca di San Gennaro. Pag. 22

26 **INFLUENZA A. MACCHINA RESPIRATORIA CONTRO VIRUS A/H1N1 (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - Salvarsi la vita grazie a un macchinario per respirare utile contro le polmoniti indotte dall'influenza suina causata dal virus A/H1N1. In Australia e Nuova Zelanda moltissime vite sono state salvate grazie a questa apparecchiatura, che consente una respirazione extracorporea lasciando a riposo i polmoni colpiti da polmonite. In realta' si tratta piu' di una metodica che di un vero e proprio macchinario: puo' essere costruito assemblando pompa, membrana, cannule e altre componenti. Il funzionamento del sistema garantisce l'ossigenazione polmonare e l'asportazione dell'anidride carbonica senza forzare il polmone a lavorare, come avviene con la ventilazione meccanica (polmone artificiale), che spesso ha causato piu' danni che vantaggi. L'idea di quest'apparecchiatura per la respirazione extracorporea risale agli anni '70 ed e' stata elaborata dall'equipe del dott. Luciano Gattinoni, ora direttore del dipartimento di anestesia e rianimazione dell'ospedale Maggiore-Policlinico di Milano. Lo stesso Gattinoni aveva pubblicato nel 1980 su "Lancet" io primi tre casi di pazienti curati con successo con quest'approccio terapeutico. Nel corso degli anni '90, l'intuizione di Gattinoni e colleghi e' stata applicata con successo nelle polmoniti gravissime e nei traumi toracici, ma ora la Ecmo (sigla inglese per indicare l'ossigenazione extra-corporea con polmone a membrana) si rivela utile anche nel trattamento delle polmoniti provocate dal virus dell'influenza suina. Queste ultime affezioni degli organi respiratori sono gravissime nei soggetti sotto i trent'anni, come spiega il dottor Gattinoni, perche' vanno a colpire l'interstizio polmonare, cioe' il tessuto che separa gli alveoli polmonari, quelle zone dove avvengono gli scambi gassosi tra l'aria inspirata e il circolo sanguigno. Queste polmoniti da virus A/H1N1 si sono dimostrate resistenti a molti farmaci e anche all'ossido nitrico: gli effetti per la salute del paziente allora diventano serissimi e si usa dunque la Ecmo, che spesso riesce laddove altre opzioni di cura si sono rivelate del tutto inefficaci. Gattinoni spiega che cosa l'ha portato a concepire l'idea del "riposo polmonare": osservando in laboratorio la respirazione di alcuni animali si e' visto che i polmoni sostanzialmente si fermano se si riesce a eliminare in un minuto l'anidride carbonica e se si garantisce l'ossigenazione tramite un catetere inserito nella trachea. I polmoni, messi cosi' in grado di ridurre quasi a zero la loro attivita', si trovano in una condizione piu' favorevole per riprendersi lentamente dalle affezioni patologiche che li colpiscono. I primi due prototipi di quest'apparecchiatura si trovano uno al Policlinico San Matteo di Pavia e l'altro al nosocomio di Monza. Visto l'allarme per l'influenza suina e le complicanze polmonari gravi che essa puo' causare, il governatore della Regione Lombardia Formigoni ha annunciato che presto saranno attivate altre 14 macchine Ecmo nei principali ospedali lombardi per fronteggiare eventuali emergenze provocate dall'influenza A. Anche l'industria medica non e' stata a guardare: un'azienda ha realizzato un polmone portatile che svolge le funzioni di entrambi i prototipi di Ecmo: il costo, pero' e' di 50mila euro, Pag. 23

27 contro i circa diecimila di un prototipo. Gattinoni stesso avverte, pero', che la macchina salva-polmoni Ecmo va usata in alcuni specifici casi e solo dopo che gli operatori del settore abbiano seguito una specifica formazione che li renda capaci di mettere in pratica i principi del riposo polmonare. Il dottore pensa anche che basterebbero due o tre apparecchiature Ecmo in ogni regione per fronteggiare le eventuali emergenze polmonari, ma e' fondamentale formare medici, infermieri e tecnici perche' possano usare efficacemente l'ecmo per la rianimazione polmonare. Al fine di tranquillizzare l'opinione pubblica sulla disponibilita' nei nosocomi italiani di macchine salva-polmoni utilizzate eccezionalmente per il trattamento delle infezioni respiratorie dovute all'influenza suina, la Societa' Italiana di Chirurgia Cardiaca ricorda che tali apparecchiature ebbero il loro esordio clinico negli anni cinquanta (il primo utilizzo fu il 6 maggio 1953 con un apparecchiatura ideata da John Gibbon un cardiochirurgo e da 6 ingegneri della IBM). Da allora piu' del 90% percento degli interventi cardiochirurgici viene svolto con e grazie a queste macchine. L'esperienza maturata in cardiochirurgia nell'uso di apparecchiature per la circolazione extracorporea ha condotto ad enormi ed essenziali progressi. L'uso di queste macchine per trattare disfunzioni respiratorie e' stato sviluppato negli anni ottanta a Milano grazie alla ricerca iniziata dal Prof. Gattinoni. Da allora l'italia e' in prima linea a livello internazionale nello sviluppo tecnologico e clinico di tale settore e nella cardiochirurgia. Sebbene l'uso di tali apparecchiature sia rarissimo ed assolutamente eccezionale per il trattamento di infezioni respiratorie, non lo e' invece per il supporto delle attivita' cardiache nei gravi casi di scompenso cardiaco. Per questo motivo praticamente ogni centro di cardiochirurgia ed i centri di rianimazione con grossa esperienza nel trattamento delle disfunzioni polmonari gravi sono gia' dotati di apparecchiature ECMO ed attualmente in grado di effettuare tale supporto cardio-polmonare o solo polmonare. Per la provata utilita' di questa tecnica la Societa' Italiana di Chirurgia Cardiaca (SICCH) - nell'ambito dei suoi programmi di aggiornamento- ha organizzato anche recentemente (l'anno scorso) un Corso intensivo di aggiornamento per l'ecmo in 3 sessioni (Nord, Centro e Sud Italia) con i maggiori esperti mondiali ed italiani, con il fine proprio di migliorare e favorire un approccio adeguatamente informato e preparato a tale programma di trattamento. L'esperienza didattica di questa iniziativa ha consentito la realizzazione di un documento multimediale che la Societa' stessa sta per rendere disponibile ai propri soci e personale coinvolto nell'utilizzo di tali dispositivi. Si deve quindi tranquillizzare l'opinione pubblica: le apparecchiature per l'ecmo sono a disposizione dei cittadini qualora ve ne fosse bisogno, ma il loro utilizzo in caso di influenza o infezioni polmonari e' assolutamente eccezionale. (Fonte Pag. 24

28 **INFLUENZA A. ROMA, DECALOGO DISTRIBUITO NEI CENTRI ANZIANI DECISIONE AL TERMINE COMMISSIONE COMUNALE POLITICHE SOCIALI. (DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 8 set. - "Distribuire presso tutti i 141 centri anziani di Roma un decalogo per aiutare gli over 65 nella prevenzione dell'influenza A/H1N1. La decisione e' stata presa questa settimana al termina della commissione sulle Politiche sociali a proposito delle misure da adottare in previsione del picco della pandemia". Lo dice, in una nota, Giordano Tredicine, presidente della commissione alle Politiche sociali del Comune di Roma. "Tra la serie di iniziative finalizzate al contenimento delle complicanze dell'influenza nelle persone a rischio -che il Comune sta programmando con il prof. Fernando Aiuti, presidente della commissione politiche sanitarie- verra' inserito anche un piano specifico rivolto agli anziani e che consenta loro di essere informati sul virus. Si trattera'- spiega Tredicine- di un vademecum in cui si invitano gli over 65 a rispettare i 'consigli pratici' in attesa delle prescrizioni della campagna vaccinale per evitare cosi' inutili allarmismi e in cui si spieghi in maniera chiara e comprensibile la gravita' della patologia, come si trasmette e come ci si protegge". "Questa influenza non deve essere vista come un pericolo insormontabile, dobbiamo soltanto tenerci pronti e preparare un piano efficace ed efficiente senza allarmare i cittadiniconclude Tredicine- È per questo fondamentale l'organizzazione di una campagna di prevenzione che inizi con le categorie piu' a rischio come gli anziani". Pag. 25

29 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI MALATI REGIONE PREDISPONE PIANO STRAORDINARIO, "MA NESSUN ALLARMISMO" (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - Lo "scenario peggiore" per l'epidemia di influenza A H1N1 in Emilia-Romagna e' di oltre un milione di ammalati, ovvero il 25% della popolazione, con l'1% di ricoveri in ospedale per i casi piu' gravi pari a mila persone. Ed e' sulla base di queste stime che la Regione sta predisponendo un piano con misure straordinarie per potenziare il servizio sanitario, che vanno dall'ampliamento della guardia medica all'acquisto di nuovi macchinari per la circolazione extra-corporea, necessaria nei casi piu' gravi come quello del ragazzo di Parma, ricoverato a Monza, e dell'anziana di Cesena, in cura al Bufalini. Oltre a questi due pazienti, in tutta l'emilia-romagna si sono verificati solo altri due casi critici, entrambi trattati a Bologna e gia' risolti. Ammontano invece a i casi segnalati dai medici dal 25 maggio (quando fu scoperto il primo caso), di cui 410 accertati da esami di laboratorio. Il punto sulla situazione e' stato tracciato oggi dall'assessore regionale alla Sanita', Giovanni Bissoni, in una conferenza stampa nella sede della Regione a Bologna assieme agli esperti di malattie infettive che collaborano alla stesura del piano straordinario assistenziale da mettere in campo. Oltre a fornire tutte le informazioni disponibili al momento (proprio domani a Roma si terra' un vertice con tutte le Regioni per sciogliere gli ultimi dubbi sulla campagna di vaccinazione), l'emilia-romagna ci tiene a far passare un messaggio tranquillizzante: il virus A H1N1, ha ribadito Bissoni, provoca "una forma influenzale dal decorso benigno e rapido che non ha particolari conseguenze dal punto di vista sanitario. Il problema e' la sua vastita', che fa prevedere una parte significativa della popolazione a casa con la febbre durante il picco". Insomma, l'appello e' "non intasate i pronto soccorso". (SEGUE) Pag. 26

30 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI (DIRE- Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - In attesa delle decisioni sulla campagna di vaccinazione che verranno prese domani a Roma, Bissoni annuncia che l'emilia-romagna "si atterra' rigorosamente a quanto sara' definito a livello nazionale, anche se daremo il nostro contributo. Ma non condividiamo l'idea che una singola Regione possa stringere o allargare il piano". La stima di un milione di emiliano-romagnoli colpiti dall'influenza A nei prossimi mesi, sottolinea l'assessore, e' appunto "l'ipotesi peggiore sulla base della quale ci prepariamo a predisporre i servizi: il nostro piano prevede diversi 'step' e ci auguriamo di non arrivare all'ultimo", quello che prevede appunto il 25% della popolazione interessata dal virus. E' un'ipotesi, prosegue Bissoni, "che e' giusto e sacrosanto fare, ma la preoccupazione e' piu' di carattere sociale ed economico che sanitario". Con costi che al momento e' difficile quantificare. L'Emilia-Romagna conta di vaccinare in totale oltre un milione e mezzo di persone, in due fasi: la prima probabilmente a meta' novembre per il personale sanitario e dei servizi essenziali piu' i pazienti a rischio, la seconda a gennaio-febbraio che dovrebbe interessare tutti i cittadini tra i 2 e i 27 anni. Ma a questa spesa ne vanno aggiunte altre, come le somme che saranno riconosciute ai medici di base e ai pediatri per ogni vaccinazione eseguita (e' in discussione un accordo nazionale con le associazioni dei medici). Senza contare le "ore perse" di lavoro e istruzione. Intanto, la Regione ha deciso di potenziare le dotazioni tecnologiche nei due centri (uno al policlinico Sant'Orsola di Bologna, l'altro all'ospedale Maggiore di Parma) per trattare i casi piu' gravi, predisponendo l'aggiornamento dei macchinari per la circolazione extra-corporea e l'acquisto di due nuovi impianti: alla fine in totale in Emilia-Romagna saranno cinque.(segue) Pag. 27

31 **INFLUENZA A. IN EMILIA-R. STIMA PEGGIORE E' 1 MILIONE DI (DIRE - Notiziario Sanita') Bologna, 8 set. - "Lo scenario ipotizzato dalla Regione- spiega Pierluigi Macini, responsabile del servizio di sanita' pubblica dell'ente- e' legato a modelli matematici basati sul criterio del massimo impatto ragionevolmente ipotizzabile. Cosi', se si e' pronti ad affrontare la situazione peggiore, si affrontera' meglio anche quella 'normale'". Se per un'influenza stagionale l'epidemia colpisce in media il 10-12% della popolazione, per il virus A H1N1 si e' dunque calcolato il 25% di ammalati. E, di questi, "si stima che la meta' avra' bisogno di andare dal medico". Il consiglio per chi accusa i tipici sintomi dell'influenza (come febbre, tosse, mal di gola, raffreddore e dolori articolari) e' di rivolgersi subito al proprio medico di base, preferibilmente per telefono ed evitando di andare al Pronto soccorso proprio per contenere il diffondersi dell'epidemia. Sara' poi il medico a decidere se ci sara' bisogno di una visita, in studio o a domicilio. Tra l'altro, l'accordo nazionale in via di definizione con medici e pediatri tende a favorire la loro "partecipazione al processo assistenziale", che comprende anche una maggiore collaborazione nel recarsi a casa dei pazienti. Tornando alle stime per l'emilia-romagna, si calcola che l'1% dei colpiti dal virus avra' bisogno di un ricovero, dunquesempre secondo l'ipotesi peggiore- circa mila persone nell'arco di tutta l'epidemia. Questo significa che durante il picco, atteso tra la fine di novembre e la meta' di dicembre, gli ospedali della regione potrebbero accogliere fino a pazienti a settimana. Percio' "le aziende ospedaliere si stanno predisponendo ad affrontare questo carico di lavoro- spiega Macini- soprattutto per garantire l'assistenza ventilatoria nei casi gravi e per attrezzare i reparti di pediatria".(segue) Pag. 28

Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime

Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime Il Messaggero.it Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime Forse il primo decesso per il virus. I familiari erano rientrati da Londra. Nella Penisola cinque casi seri

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

L influenza. stagionale

L influenza. stagionale Questo opuscolo vuole fornire alcune informazioni pratiche per avere una visione corretta ed equilibrata di un fenomeno, quello dell influenza aviaria, che al momento attuale sta determinando un inutile

Dettagli

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano Clementina, 82 anni VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: Martino COSA È NECESSARIO Giancarla CONOSCERE Milena Ivano Vaccinazione antinfluenzale cosa è necessario conoscere. 2 La vaccinazione antinfluenzale è il

Dettagli

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi MAN.VENTILAZ. 11-07-2000 10:23 Pagina 1 Il punto più importante è di capire e credere che anche se le condizioni di vita sono Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini modificate questo non può e non

Dettagli

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni http://salute24.ilsole24ore.com/articles/17936-un-paziente-su-cinque-con-cancro-al-polmone-sopravvive-dopo-3-anni Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni Un paziente su cinque,

Dettagli

14-09-2014 50/51 1 / 5

14-09-2014 50/51 1 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 1 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 2 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 3 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 4 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 5 / 5 QUOTIDIANO AIOM: estendiamo i divieti

Dettagli

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Roma, 09.01.2014 Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Gentilissimi, con la presente desideriamo inoltrarvi l invito per la XII Conferenza Internazionale

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

Che cos è la fibrosi cistica

Che cos è la fibrosi cistica La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

AGENZIE BIOTESTAMENTO: SACCONI, QUELLO CHE CONTA E' ANDARE AVANTI PD UNITO NELL'AFFOSSARE LA LEGGE

AGENZIE BIOTESTAMENTO: SACCONI, QUELLO CHE CONTA E' ANDARE AVANTI PD UNITO NELL'AFFOSSARE LA LEGGE AGENZIE BIOTESTAMENTO: SACCONI, QUELLO CHE CONTA E' ANDARE AVANTI PD UNITO NELL'AFFOSSARE LA LEGGE (ANSA) - ROMA, 9 MAR - Sul disegno di legge sul testamento biologico, di cui oggi la Camera continua la

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

La Campagna Straordinaria di Recupero

La Campagna Straordinaria di Recupero La Campagna Straordinaria di Recupero Strategie di vaccinazione da attuare per eliminare il morbillo Raggiungere e mantenere nel tempo coperture vaccinali entro i 2 anni per una dose di MPR > 95%. Vaccinare

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZOLI, SCARPA BONAZZA BUORA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZOLI, SCARPA BONAZZA BUORA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 7384 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEZZOLI, SCARPA BONAZZA BUORA Istituzione di centri a carattere scientifico per la prevenzione

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE Nº 47 RADIO 3 SCIENZA ORE 11:30 DATA 14/11/2007 PIETRO GRECO (CONDUTTORE): E' dunque in discussione al Parlamento Europeo una proposta che è quella che gli esperti chiamano di pubblicità diretta

Dettagli

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale.

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale. Il Segretario Generale Regionale del Lazio Roma,31.8.09 Pagina 1 di 6 Prot. PLB 839/09 Alla cortese attenzione del Commissario Ad acta per la Sanità Della Regione Lazio Presidente Piero Marrazzo Via Cristoforo

Dettagli

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25 Domande e risposte su Donazioni e Trapianti Si è svolta lo scorso giovedì 15 marzo presso la Casa del Volontariato la prima di una serie di serate dedicate all informazione sul tema delle Donazioni e Trapianti

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ CONGRESSO INTERNAZIONALE MALATTIE RARE E MEDICINALI ORFANI. 27-31 Ottobre 2008

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ CONGRESSO INTERNAZIONALE MALATTIE RARE E MEDICINALI ORFANI. 27-31 Ottobre 2008 ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ CONGRESSO INTERNAZIONALE MALATTIE RARE E MEDICINALI ORFANI 27-31 Ottobre 2008 27 OTTOBRE 2008: MALATTIE RARE E FARMACI ORFANI: DALL UNIONE EUROPEA AD UN APPROCCIO INTEGRATO

Dettagli

"RUOLO DELL INFERMIERE NELL ACCERTAMENTO DELLA MORTE CEREBRALE"

RUOLO DELL INFERMIERE NELL ACCERTAMENTO DELLA MORTE CEREBRALE "RUOLO DELL INFERMIERE NELL ACCERTAMENTO DELLA MORTE CEREBRALE" 4 marzo 2000-convegno AIDO Francesco Falli, presidente Collegio professionale infermieri/assistenti/vigilatrici Caposala Pronto Soccorso/Medicina

Dettagli

REQUISITI. Tutte le regioni italiane hanno sviluppato una legislazione specifica sull'amianto.

REQUISITI. Tutte le regioni italiane hanno sviluppato una legislazione specifica sull'amianto. STATO ATTUALE DELLA GESTIONE DELL AMIANTO NAZIONE: ITALIA ANNO: 2014 REQUISITI QUALI SONO I PRINCIPALI REQUISITI RICHIESTI PER LEGGE IN ITALIA? Impieghi che prevedono l esposizione all amianto [Riferiti

Dettagli

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi a cura di Pompeo Pindozzi La malattia di Alzheimer: COS E IL PROGETTO CRONOS LA RETE ASSISTENZIALE DEL PROGETTO CRONOS: OPERATORI E STRUTTURE COINVOLTE Il progetto cronos è il più ampio studio clinico-epidemiologico

Dettagli

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL Ansa SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL 2012 'EFFETTO BLOCCO DEL TURN-OVER, TAGLIO DEI COSTI PER 25 MILIONI' BOLOGNA, 28 GIU - A fine 2012, come effetto del blocco del turn-over, il sistema

Dettagli

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici La polmonite è la malattia dei polmoni e del sistema respiratorio in cui gli alveoli polmonari si infiammano e si riempiono di liquido, ostacolando la funzione respiratoria. Frequentemente anche i bronchi

Dettagli

Errori sanitari, scrivere in stampatello ne ridurrebbe otto su dieci

Errori sanitari, scrivere in stampatello ne ridurrebbe otto su dieci Dottori, scrivete in stampatello: così si evitano gli errori Sanihelp.it - 4 ore fa Ma il proverbio vale anche quando la persona che non riesce a codificare la propria calligrafia è un membro di spicco

Dettagli

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K V O L U M E 8, N U M E R O 8 Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G

Dettagli

d iniziativa dei senatori LUMIA, AMATI, Mariapia GARAVAGLIA, ADRAGNA, VITA, PEGORER, BIONDELLI e RANDAZZO

d iniziativa dei senatori LUMIA, AMATI, Mariapia GARAVAGLIA, ADRAGNA, VITA, PEGORER, BIONDELLI e RANDAZZO Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 271 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LUMIA, AMATI, Mariapia GARAVAGLIA, ADRAGNA, VITA, PEGORER, BIONDELLI e RANDAZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29

Dettagli

Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive

Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive Dott. Vitaliano De Salazar, Direttore Generale Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani

Dettagli

Tessera di donatore di organi

Tessera di donatore di organi Tessera di donatore di organi Dichiarazione di volontà a favore o contro il prelievo di organi, tessuti e cellule destinati al trapianto Tessera da compilare sul retro. La donazione di organi salva vite.

Dettagli

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica

Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Influenza suina A/H1N1v Raccomandazioni alle persone con fibrosi cistica Informazioni generali La nuova influenza A(H1N1) è un infezione virale acuta dell'apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente

Dettagli

Adriana Olivares Allegato 2: Elenco di Partecipazioni a Corsi e Congressi

Adriana Olivares Allegato 2: Elenco di Partecipazioni a Corsi e Congressi Pagina 1 di 5 Anni 1989-2000 1. AITELAB - Convegno di Studio per Tecnici di Laboratorio Biomedico: "Il ruolo del Laboratorio nella Prevenzione e nel Monitoraggio". Brescia, 17-19 Maggio 1989. 2. Corso

Dettagli

IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ ALL A.O. PENELOPE

IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ ALL A.O. PENELOPE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ ALL A.O. PENELOPE Manuela Brusoni Versione italiana a cura di Lisa Cosmi Copyright 2006 SDA Bocconi, Milano Caso Manuela Brusoni Lisa Cosmi IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ

Dettagli

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SCHEDA SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA Questo sistema è detto Sistema di EMERGENZA URGENZA e fa capo al numero UNICO 118. Il 118 è un numero telefonico attivo 24 ore su

Dettagli

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE.

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. CODICE DELLO STUDIO: DATA DEL DOCUMENTO: CENTRO N.: N. DI ARRUOLAMENTO: INIZIALI DEL PAZIENTE: PAGINA N. 1 DI 10 PAGINE Gentili Mamme e Papà,

Dettagli

Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia

Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia Bergamo, 10 ottobre 2013 Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia Dr. Pierangelo Spada Direzione delle Professioni

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli

Tessera di donatore di organi. La donazione di organi salva vite. Fate la vostra scelta. trapiantinfo.ch. E informate i vostri congiunti.

Tessera di donatore di organi. La donazione di organi salva vite. Fate la vostra scelta. trapiantinfo.ch. E informate i vostri congiunti. Il video sul tema trapiantinfo.ch 316.728.i Tessera di donatore di organi Dichiarazione di volontà a favore o contro il prelievo di organi, tessuti e cellule destinati al trapianto Tessera da compilare

Dettagli

SALI SULLA NUVOLA ROSSA DIVENTA DONATORE DI SANGUE. www.donaresangue.it

SALI SULLA NUVOLA ROSSA DIVENTA DONATORE DI SANGUE. www.donaresangue.it SALI SULLA NUVOLA ROSSA DIVENTA DONATORE DI SANGUE www.donaresangue.it DONARE SANGUE È CONDIVIDERE DIVENTA PROTAGONISTA! Chi l ha già fatto te lo può confermare: è un momento intenso e sincero, una piccola

Dettagli

Carcinoma prostatico

Carcinoma prostatico SIUrO Società Italiana di Urologia Oncologica Alessandro Bertaccini, Sergio Bracarda, Roberta Ceccarelli, Adriana Gelmini Carcinoma prostatico Guida per il paziente e i suoi familiari Introduzione di Giuseppe

Dettagli

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others www.euro.who.int/influenza INFLUENZA A(H1N1) COSA E QUESTA NUOVA INFLUENZA 1. Cosa è l Influenza A(H1N1)? L influenza A(H1N1) è un nuovo virus influenzale

Dettagli

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi Ringrazio per l invito a partecipare a questo convegno. Nel mio intervento, svilupperò la case-history di un progetto su cui stiamo

Dettagli

PAROLE CHIAVE - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV

PAROLE CHIAVE  - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV INTRODUZIONE L interesse verso l argomento che intendo affrontare con questo elaborato, è maturato nel corso di questo triennio di studi, attraverso le conoscenze a me apportate dalle lezioni teoriche

Dettagli

DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI

DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI Si può essere solidali con il prossimo in molti modi: con l aiuto ai deboli, il soccorso ai bisognosi, il conforto per chi soffre; ma la donazione degli organi rappresenta

Dettagli

Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà.

Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà. Informazioni per la donazione di organi, tessuti e cellule in caso di decesso. Tutti hanno ragione: esprimete la vostra volontà. «Fondamentalmente sono favorevole alla donazione di organi e tessuti. Ma

Dettagli

La necessità di sangue non va in vacanza

La necessità di sangue non va in vacanza La necessità di sangue non va in vacanza Estate, tempo di vacanze per tantissime persone, ma anche in questo periodo ci sarà chi, purtroppo, dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico dopo un

Dettagli

THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE. Dottor Mario Costa

THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE. Dottor Mario Costa THIRD TELEMEDICINE WORKSHOP LA TELEMEDICINA COME NUOVA RISORSA NELLE CURE PRIMARIE LA TELEMEDICINA NEL SISTEMA DELL EMERGENZA TERRITORIALE Dottor Mario Costa Presidente Società Italiana Sistema 118 Vice

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra)

TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra) TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra) (ANSA) - ROMA, 19 MAR - Come dei Tir o dei droni, 'trasportano'

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini Un patrimonio da difendere e sviluppare L AOU San Luigi per la sua collocazione geografica svolge

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO LA GESTIONE DEL PAZIENTE EMATOLOGICO CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Responsabile Scientifico/Culturale Prof.

PROGETTO FORMATIVO LA GESTIONE DEL PAZIENTE EMATOLOGICO CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Responsabile Scientifico/Culturale Prof. PROGETTO FORMATIVO LA GESTIONE DEL PAZIENTE EMATOLOGICO CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Responsabile Scientifico/Culturale Prof. Sergio Amadori Professioni cui il progetto è rivolto Infermieri e medici

Dettagli

Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino?

Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino? Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino? 1 L opuscolo raccoglie le più frequenti domande rivolte agli operatori del

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

In Europa cure senza confini Ma con tanti dubbi da sciogliere

In Europa cure senza confini Ma con tanti dubbi da sciogliere Corriere della Sera http://www.corriere.it/salute/13_novembre_04/europa-cure-senza-confini-ma-tanti-du... Page 1 of 1 11/11/2013 stampa chiudi DIRETTIVA In Europa cure senza confini Ma con tanti dubbi

Dettagli

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato ARRESTO CARDIACO - MORTE IMPROVVISA CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA DEFIBRILLATORE. Ogni anno in Italia circa 50.000 persone muoiono improvvisamente. La Morte improvvisa (intesa come morte non preceduta da

Dettagli

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite Federazione Cure Palliative Onlus Cure Palliative - Definizione Le Cure Palliative sono la cura

Dettagli

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO 1 COSA PROVI? LE PRIME DOMANDE LE PRIME INFORMAZIONI COSA SAPERE ORA? LE TUE EMOZIONI 2 Hai scoperto da poco di essere una persona con HIV tramite la positività

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale;

Oltre 500 associazioni aderenti, di cui: 104 federate; 47 delegazioni di livello regionale e provinciale; Le reti oncologiche: presente e futuro Auditorium i Ministero i della Salute, Roma Il ruolo del volontariato nelle reti oncologiche Davide Petruzzelli Membro Esecutivo Nazionale F.A.V.O. Federazione Italiana

Dettagli

Il ruolo del cittadino: comparsa o protagonista?

Il ruolo del cittadino: comparsa o protagonista? XVI CONGRESSO F.A.R.E. Bergamo 1-4- ottobre 2008 1^ sessione: Ruolo del sistema di acquisto per la Sanità e per la competitività del sistema Paese. Il ruolo del cittadino: comparsa o protagonista? A cura

Dettagli

STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA

STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA Prefazione Alla fine degli anni 90, i programmi di controllo della tubercolosi (TBC) in Italia sono stati adeguati alla mutata realtà epidemiologica, caratteristica di un

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

Gulisano Maria. Co I laboratore Professionale S an itario Esperto Amministrazione. Azienda Ospedal iera Gari bal d i

Gulisano Maria. Co I laboratore Professionale S an itario Esperto Amministrazione. Azienda Ospedal iera Gari bal d i Nome e Cognome Gulisano Maria Data e luogo di nascita 1910911954 - Cafania Qualifica Co I laboratore Professionale S an itario Esperto Amministrazione Azienda Ospedal iera Gari bal d i lncarico attuale

Dettagli

Progetto BLSD-CRI Comitato Locale di Fossombrone

Progetto BLSD-CRI Comitato Locale di Fossombrone Progetto BLSD-CRI Comitato Locale di Fossombrone IL BLSD BLSD E' LA SIGLA (BASIC LIFE SUPPORT - DEFIBRILLATION) DELLE MANOVRE DA COMPIERE PER INTERVENIRE IN CASO DI ARRESTO CARDIACO. L'arresto cardiaco

Dettagli

Titolo del Progetto Donazione di organi e trapianto: ricondizionamento extracorporeo dei polmoni prima del trapianto in pazienti con fibrosi cistica

Titolo del Progetto Donazione di organi e trapianto: ricondizionamento extracorporeo dei polmoni prima del trapianto in pazienti con fibrosi cistica INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO Ente proponente Lega Italiana Fibrosi Cistica Onlus LIFC Titolo del Progetto Donazione di organi e trapianto: ricondizionamento extracorporeo dei polmoni prima del trapianto

Dettagli

Tumori ossei. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro

Tumori ossei. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Tumori ossei Cause Sintomi Diagnosi Terapia Prognosi Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Tumori ossei I tumori ossei si formano quasi sempre all'interno di un osso e solo molto raramente

Dettagli

Come persone. Come professionisti

Come persone. Come professionisti Come persone Come professionisti PER PROMUOVERE LA QUALITA DELLA VITA PER FRONTEGGIARE SITUAZIONI DI DIFFICOLTA E DISAGIO -AUTODETERMINAZIONE DELLA PERSONA IL SERVIZIO SOCIALE, LA BIOETICA E LA RELAZIONE

Dettagli

Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione

Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione Per la giornata mondiale contro l aids : collaborazione, creatività, cultura contro una infezione L Assessorato Politiche per la salute della nostra Regione ha pubblicato sul sito www.helpaids.it in nuovo

Dettagli

F.C.S.A. VADEMECUM F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI

F.C.S.A. VADEMECUM F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI F.C.S.A. FEDERAZIONE CENTRI SORVEGLIANZA ANTICOAGULATI VADEMECUM PER IL PAZIENTE IN TRATTAMENTO CON ANTICOAGULANTI

Dettagli

L essenziale che dovrebbe conoscere e comunicare un volontario della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica

L essenziale che dovrebbe conoscere e comunicare un volontario della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica L essenziale che dovrebbe conoscere e comunicare un volontario della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Che cos è la fibrosi cistica? La fibrosi cistica (FC) è la malattia genetica grave più diffusa. È

Dettagli

CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SANITANEWS:

CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SANITANEWS: CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SANITANEWS: MALATTIE RARE E FARMACI ORFANI LA DIFFICOLTA DI CONIUGARE BISOGNO ASSISTENZIALE E SCARSITA DI RISORSE 1. Il quadro di riferimento 1.1 Le Patologie Una malattia è considerata

Dettagli

InfluNet - Casi Gravi - InfluWeb - Accessi ai Pronto Soccorso

InfluNet - Casi Gravi - InfluWeb - Accessi ai Pronto Soccorso FluNews Rapporto Epidemiologico Settimanale Numero 13, del 7 Maggio 21 FluNews : aggiornamento alla 17 settimana del 21 (21-2 Aprile 21) Il presente rapporto integra i risultati di differenti sistemi di

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Descrizione dell epidemia. La stagione influenzale appena trascorsa si è dimostrata di particolare intensità sia per

Dettagli

DOCTOR ONLINE. La strada migliore per sentirsi meglio

DOCTOR ONLINE. La strada migliore per sentirsi meglio DOCTOR ONLINE La strada migliore per sentirsi meglio IL PROGETTO PERCHE DOCTORONLINE? Dott. Mario Rossi Un nuovo strumento per la gestione della salute del cittadino VOCE E VIDEO SOLO VOCE Doctor on line

Dettagli

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova?

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? L A.I.L. - Sezione di Padova ONLUS e la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova dal 1975 INSIEME per la VITA Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? Passato, presente,

Dettagli

Ehi tu! Hai midollo? : tornano le iniziative dell'admo

Ehi tu! Hai midollo? : tornano le iniziative dell'admo Società Ehi tu! Hai midollo? : tornano le iniziative dell'admo Il 21 e il 28 settembre numerose piazze in Italia ospiteranno le iniziative per la sensibilizzazione sulla donazione di midollo. Admo, clown

Dettagli

Notizie generali sulla Psichiatria

Notizie generali sulla Psichiatria Notizie generali sulla Psichiatria Psichiatria: è la branca della medicina specializzata nello studio, nella diagnosi e nella terapia dei disturbi mentali. Oggi si privilegia considerare la Psichiatria

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI A CURA DI Centro screening - Dipartimento di Sanità Pubblica Programma Screening per la prevenzione dei tumori-direzione Sanitaria AUSL Bologna I tumori rappresentano

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

RISCHIO PSICOPATOLOGICO

RISCHIO PSICOPATOLOGICO LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (SECONDA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Dettagli

Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013. Fonte: Ministero della salute

Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013. Fonte: Ministero della salute Prevenzione e controllo dell influenza, raccomandazioni per la stagione 2012-2013 Fonte: Ministero della salute Vaccinazione influenzale al via da metà ottobre, con l obiettivo di vaccinare il 95 per cento

Dettagli

CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15

CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15 CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15 Le finalità statutarie possono considerarsi comprese nelle macroattività di seguito specificate: - prevenzione primaria - prevenzione

Dettagli

Tubercolosi in età pediatrica. Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia

Tubercolosi in età pediatrica. Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia Tubercolosi in età pediatrica Considerazioni Dott. Giorgio Bracaglia Circolare Ministero della salute 23 Agosto 2011 Stiamo seguendo con la massima attenzione la vicenda del Gemelli ha dichiarato il Ministro

Dettagli

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA

C È SEMPRE PIÙ BISOGNO IL SANGUE DI SANGUE E INDISPENSABILE ALLA VITA Il sangue è un tessuto fluido, composto da elementi cellulari (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e da un elemento liquido (plasma), nel quale sono disciolte proteine, sali minerali, grassi e

Dettagli

Quotidiano. www.ecostampa.it

Quotidiano. www.ecostampa.it Malattie reumatiche. Colpiti 700mila italiani ma solo 50mila hanno accesso ai nuovi f... http://www.quotidianosanita.it/stampa_articolo.php?articolo_id=15772 Page 1 of 2 01/07/2013 quotidianosanità.it

Dettagli

Quello che c è da sapere sull alcol

Quello che c è da sapere sull alcol Schede di approfondimento Quello che c è da sapere sull alcol Vi siete mai chiesti cosa accade quando si consumano alcolici, se è proprio vero che le donne sopportano l alcol meno degli uomini, o se un

Dettagli

La donazione ed i prelievi d organo: questioni di Deontologia Medica

La donazione ed i prelievi d organo: questioni di Deontologia Medica La donazione ed i prelievi d organo: questioni di Deontologia Medica Varese, 21 aprile 2008 Dott. C. Garberi Codice di Deontologia Medica (16 dicembre 2006) CAPO VI Trapianti di organi, tessuti e cellule

Dettagli

Ai Medici, ai Dentisti, ai Farmacisti autorizzati al libero esercizio nel Cantone Ticino. 31 luglio 2009. Info-med 06/2009

Ai Medici, ai Dentisti, ai Farmacisti autorizzati al libero esercizio nel Cantone Ticino. 31 luglio 2009. Info-med 06/2009 Ai Medici, ai Dentisti, ai Farmacisti autorizzati al libero esercizio nel Cantone Ticino 31 luglio 2009 Info-med 06/2009 Influenza A H1N1: adattamento della strategia Gentile collega, egregio collega Desideriamo

Dettagli

DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE

DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE III CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE

Dettagli

Rassegna Stampa. Lunedì 03 dicembre 2012

Rassegna Stampa. Lunedì 03 dicembre 2012 Rassegna Stampa Lunedì 03 dicembre 2012 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 03 dicembre

Dettagli

FRATTURE, LUSSAZIONI, DISTORSIONI E FERITE. Aspetti concettuali e gestione del primo soccorso

FRATTURE, LUSSAZIONI, DISTORSIONI E FERITE. Aspetti concettuali e gestione del primo soccorso FRATTURE, LUSSAZIONI, DISTORSIONI E FERITE Aspetti concettuali e gestione del primo soccorso Elena Pedrotti - infermiera professionale Ortopedia e Traumatologia Ospedale S. Chiara Obiettivi formativi Valutare

Dettagli

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS SALUTE A 360 Educare le persone sin dalla prima infanzia

Dettagli