LA TREDICESIMA VA IN TASSE, MA RENZI ATTACCA IL PESSIMISMO DEI TALK SHOW

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA TREDICESIMA VA IN TASSE, MA RENZI ATTACCA IL PESSIMISMO DEI TALK SHOW"

Transcript

1 d Italia ANNO LXII N.294 Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 venerdì 19/12/2014 LA TREDICESIMA VA IN TASSE, MA RENZI ATTACCA IL PESSIMISMO DEI TALK SHOW Gioacchino Rossello «I nostri editorialisti, i talk show guardano al presente con disperazione. se continuiamo di questo passo non andremo da nessuna parte». Cosicché Matteo Renzi a pochi giorni dalla chiusura del fallimentare semestre italiano di presidenza della Ue non trova di meglio da fare che prendersela con le trasmissioni di intrattenimento. Dito puntato e spianato contro i sacerdoti della notizia. Quegli stessi che prima sono stati così bravi a spianargli la strada cavalcando l antipolitica, moltiplicando il disgusto e i malesseri adesso per favore stiano buonini e in silenzio. Vadano in ferie. Prendano un periodo sabbatico, ma lascino stare analisi politiche e catastrofi varie. Anche perché altrimenti la colpa sarà loro. Un ritorno al passato Sai che novità? Altro che rottamazione. Qui siamo ad un vero ritorno al passato. Il Pittibimbo di Dagospia, dalla vetrina dell Italian Innovation Day a Bruxelles, è tornato a sostenere, né più né meno, quello che i vari Andreotti, Forlani, Gava, De Mita e compagnia cantando asserivano con forza oltre vent anni addietro. Una specie di endorsement per la tv casalinga zeppa di film, fiction e documentari, partite di pallone comprese, e per contro di dannazione maxima per chi si incaponisca a voler spiegare quel che accade in politica o, come si sarebbe detto un tempo, a sfruculiare il manovratore. Per cui l anatema: attenti! Semestre pieno di parole e vuoto di fatti Reduce insomma da un seme- stre pieno di tante, tantissime parole e promesse, ma completamente e drammaticamente vuoto di fatti, senza che uno che sia uno dei problemi che ci affliggono sia stato incanalato a soluzione, l affabulatore pieno di boria di Palazzo Chigi ha individuato il nuovo nemico. E ha spiegato con quel suo ciglio irto e quella prosopopea che mai l abbandona che in Italia si può e si deve pronunciare la parola futuro. Ma certo che si può. Vaglielo a raccontare ai cassaintegrati, agli esodati, alle casalinghe sempre più disperate, ai giovani che il lavoro non lo vedono neppure col binocolo. Ma pure a quelli che il lavoro ce l hanno e se lo tengono stretto. Quelli che hanno visto la tredicesima svanire nel turbinio di tasse da pagare in questa fine d anno. Ecco: se la parola futuro evoca speranza siamo noi a voler sperare. Che questo fantastico chiacchierone si taccia. Almeno a Natale. Tano Canino Sulla legge elettorale Ncd è «per evitare rallentamenti e toglierci questo pensiero abbastanza rapidamente». E bravo Angelino Alfano. Ma si: togliamoci questo dente cariato. E che non se ne parli più. Il leader di se stesso e di quel che resta del grande sogno centrista non ha dubbi. La butta lì. Ma in realtà più che una richiesta è una preghiera. Quasi un implorazione: non vede l ora che la questione abbia fine. Magari, sarà forse stato il suo retropensiero, lasciando in auge il Consultellum che è proporzionale puro. O anche approvando l Italicum, ma con uno sbarramento basso. Molto basso, per carità. Non più del tre, ma meglio del due. Che col quattro per cento il rientro alla Camera per lui e i suoi adepti è difficile assai. Legge elettorale, adesso Alfano ha fretta. Perché ha paura Praticamente impossibile. L implorazione è rivolta al suo nuovo capo L ex berlusconiano pentito ne ha voluto parlare a margine del pre-vertice del Ppe a Bruxelles. «Non si può dire a tutto il paese di parlare per anni della legge elettorale. Questa legge ha aggiunto è già stata valutata dai partiti di maggioranza, la deve valutare il Parlamento, fa parte di un accordo che riguarda importanti segmenti dell opposizione, e mi riferisco a Forza Italia, quindi chiudiamo la partita al più presto possibile». Ecco. Il facciamo presto è rivolto al caro Matteo, al suo nuovo capo di stanza a Palazzo Chigi. Facciamo presto, ma tutelaci sembra implorarlo, Angelino. Che non faccia scherzi con quel vendicativo del Cavaliere, Renzi. Non foss altro per avergli garantito, con un pattuglia di transfughi, di potersi sedere sullo scanno di colui che ne determinò la improvvisa e repentina carriera politica. Amen

2 2 Secolod Italia VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Prodi, quanto ti amo : la sinistra estasiata dal Prof, il web lo impallina Girolamo Fragalà Improvvisamente Romano Prodi diventa il Migliore, una specie di Togliatti del nuovo secolo. Il passato è dietro le spalle, a sinistra nessuno ricorda più la nefasta stagione del suo governo. Ma sì, riprendiamoci il Colle, questo il ragionamento. Con il Professore è più facile, si uniscono correnti grandi e piccole del Pd, si fa un dispetto a Berlusconi e questo galvanizza anche chi ha posizioni più estreme rispetto ai renziani. E chissenefrega se a farne le spese sono gli italiani, loro hanno altri problemi, si lamenteranno per qualche giorno e poi, tac, il gioco è fatto. L entusiasmo di Nichi Vendola per Prodi «Su Romano Prodi, se il Pd volesse, si potrebbe rapidamente giungere a un punto di svolta», ha detto Nichi Vendola. «L incontro tra Prodi e Renzi a Palazzo Chigi può essere un modo serio per iniziare a discutere del Quirinale: ci vuole un presidente che sappia essere rappresentante di una riscossa del Paese». E già su quest ultima frase si è scatenata l ironia del web («la riscossa del Paese sarebbe l uomo che ci ha rovinati portandoci nell euro nel peggiore dei modi»). Ma sono solo. Su Facebook è un moltiplicarsi di foto e vignette sull ex premier, vengono ricordate le sue gaffe, le sue frasi più famose. E un fiume di commenti accompagna qualsiasi cosa venga postata. Ma Vendola non si è fermato all annuncio entusiastico: «Prodi ha aggiunto è l unico che ha avuto coraggio di dire parole importanti sullo scenario internazionale a proposito degli effetti che hanno avuto incaute azioni militari». C eravamo tanto amati e ci amiamo ancora «Renzi incontra Prodi. Berlusconi si risente e grida alla provocazione. Non so se Prodi potrà essere candidato a capo dello Stato. Io, come presidente di Regione, sarei felice di votarlo» ha scritto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in un post su Facebook. «Ma questa volta il Pd non può sbagliare». Anche Stefano Fassina è contento: «Ha tutte le caratteristiche per essere un buon presidente della Repubblica, una figura autonoma in grado di unire». Non poteva mancare il parere disinteressato di Vittorio Prodi, il fratello del Professore: «Romano presidente della Repubblica? Ha studiato per quelle cose lì, si è arricchito da quel punto di vista e lo potrebbe fare molto bene». L apparato della sinistra e i parenti stretti sono felici. Basterebbe dare un occhiata al web per capire che non è così facile far dimenticare i disastri di Prodi a chi li ha vissuti. Una cosa è certa: sarebbe l ennesimo presidente della Repubblica con un altissimo tasso di impopolarità. Una scelta che verrebbe sentita come uno schiaffo in pieno viso agli italiani. I rifiuti piombano sulla testa degli italiani: arrivano bollette-record Domenico Bruni Non solo Tasi e Imu. I comuni stanno inviando in questi giorni i bollettini per il pagamento di una rata della Tari, la tassa sui rifiuti, per un incasso totale di 8 miliardi di euro. Lo calcola il centro studi di Federconsumatori, secondo il quale l aumento medio per quest anno sarà del 2,84%. Tra il 2010 e il 2014 stima invece il centro studi l aumento medio, per un appartamento di 100 metri quadrati con un nucleo familiare di 3 persone, è stato del 20,65%, pari a 50 euro e di molto superiore all inflazione (7%). Lo studio ha preso in esame gli importi della Tari 2014 nelle 110 città capoluogo e mette in evidenza la giungla tributaria prevista per questo prelievo: insomma, città che vai sintetizza la Federconsumatori Tari che trovi. Impatto rilevante sulle famiglie L impatto della nuova tassa sui bilanci delle famiglie risulta rilevante, non solo perché le cifre previste sono considerevoli ma soprattutto perché nelle ultime settimane dell anno si concentrano anche i termini di pagamento di altri tributi. «Proprio in questi giorni, infatti, oltre alle scadenze di Tasi, Imu e addizionale Irpef spiega la nota i cittadini stanno ricevendo anche bollette di acconto o di saldo della nuova Tari Secondo le nostre previsioni l incasso complessivo dei comuni ammonterà, per la Tari, a 8 miliardi, con un aumento medio per le famiglie italiane del +2,84% rispetto al 2013, senza considerare la componente servizi indivisibili». L incremento in valore assoluto è di 8 euro, per una spesa complessiva media per la famiglia tipo che passa dai 282 euro della Tares 2013 ai 290 euro per la Tari L aumento, però, lievita se si considerano gli ultimi quattro anni: sale al 20,65%, a fronte di un inflazione nazionale nello stesso lasso di tempo del 7%. Aumenti pari al triplo dell inflazione «Significa che l aumento è stato il triplo del inflazione», denuncia il vice presidente di Federconsumatori Mauro Zanini. In particolare, l incremento rilevato è stato del 165% a Reggio Calabria, del 105% a Sanluri, del 73% a Cagliari, del 63% a L Aquila, del 61% a Palermo, Messina, Matera e Avellino, del +58% a Pisa, del +56% a Pescara e a Trapani e del +54% a Carbonia. Risultano invece in calo gli importi a Cremona (-14%), a Verbania (- 13%), a Caserta (-11%), a Cuneo (- 9%) e a Napoli e Udine (-8%). La classifica delle 10 città più care vede in testa Cagliari con una spesa di 532 euro. Seguono Siracusa con 502, Reggio Calabria con 496, Salerno con 473, Napoli con 463, Catania con 434, Grosseto con 414, Carbonia con 412, Benevento con 409 e Carrara con 406 euro. Si paga di meno, invece, a Cremona (con una spesa di 136 euro), Isernia (155), Udine (161), Brescia e Belluno (175), Vibo Valentia e Ascoli (185), Mantova (186), Verona (190) e Trento (192).

3 VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Secolod Italia 3 Brunetta le canta a Renzi: «Quanta fretta ma dove corri, dove vai?» Roberto Trotta «Matteo Renzi, quanta fretta ma dove corri, dove vai?. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, sulla legge elettorale postando il video della canzone di Edoardo Bennato Il gatto e la volpe, e taggando anche il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, e il capogruppo Pd alla Camera, Roberto Speranza. Brunetta, in una nota, poi respinge le accuse a Forza Italia da parte del partito del premier di «fare melina». Ricorda che il sì della Camera risale allo scorso 12 marzo. ma che «da quel momento è stata insabbiata al Senato per volere di Renzi e della sua maggioranza di governo. Melina a chi? Per non parlare delle modifiche al Patto del Nazareno imposte, in modo leonino, sempre dal presidente del Consiglio». Brunetta elenca 17 modifiche «unilaterali di Renzi» a contenuti e tempi dell Italicum e alla riforma costituzionale rispetto a quanto concordato il 18 gennaio 2014: «Vi sembra poco. Di una cosa siamo certi: non è finita qui. Continua..». Il calendario della Boschi Sui tempi relativi all iter delle riforme e della legge elettorale «c è sempre intesa con Forza Italia», per esaminarle ed approvarle prima dell elezione del nuovo Capo dello Stato, anche perché «non possiamo bloccare tutto in attesa di una data che non si sa quale sarà», ha detto ila Boschi, a Montecitorio. «Il calendario ha spiegato il ministro prevede che l 8 gennaio saremo in Aula alla Camera con la riforma costituzionale e contemporaneamente al Senato procediamo con la legge elettorale. Il Capo dello Stato ancora non si è dimesso e non possiamo bloccare tutto in attesa di una data che non si sa quale sarà. Su questo anche Forza Italia è d accordo». Fratelli d Italia apre la sua casa a piazza Paganica, a Roma Giovanni Trotta Alla fine dell estate aveva scritto ai Fratelli d Italia-Alleanza Nazionale ha aperto la sua sede nazionale in piazza Paganica, nel cuore di Roma. Si trova infatti a poca distanza dalla sede storica del Pci in via delle Botteghe Oscure e dalla zona del ghetto. È da questo quartiere carico di storia e di storie che riparte la vicenda della destra italiana. «Sarà una casa aperta a tutti ha detto la leader di FdI Giorgia Meloni nel corso dell inaugurazione veniteci a trovare». La sede è stata arredata con immagini e quadri di miti della destra, come D Annunzio, Evita Peròn, Falcone e Borsellino e altri. Musica e un presepio vivente hanno accompagnato l inaugurazione della sede. Si è parlato di religione, di immigrazione, di dialogo, di politica, ma soprattutto si è annunciato che a febbraio si svolgerà il congresso di rifondazione della Destra italiana.

4 4 Secolod Italia VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Tor Sapienza, sale la rabbia: «Marino, svegliati, non hai fatto nulla» Francesco Signoretta «Qui non è cambiato nulla, Tor Sapienza sprofonda, Ignazio Marino ha fatto promesse ma poi niente, silenzio assoluto». È una donna, M. P., quarant anni, da sempre nel quartiere di Roma diventato famoso in tutt Italia per la rivolta contro il centro immigrati, a gridare la sua rabbia. «Guardate là», ci dice mostrando con il dito indice una fetta di via Collatina, dove ci sono prostitute ogni dieci metri. «Non ne possiamo più e spesso ci hanno dipinto come razzisti. provino a venire qua ad abitare, quei cialtroni che pontificano in tv». E Marino promette un incontro per il 16 gennaio e prima, magari, un caffè con gli abitanti. «Poteva risparmiarsela, quella sul caffè». I residenti di Tor Sapienza stanchi di chi li accusa Ma non solo. I cittadini di Tor Sapienza rispondono alle accuse di essere, con le loro proteste delle scorse settimane, strumenti nelle mani di personaggi legati ad organizzazioni mafiose: «Veniamo dipinti anche dai media come coloro che lasciano carta bianca agli infiltrati politici. Non è così»., ha affermato la portavoce del Comitato di via Morandi, al centro delle proteste anti-immigrati, Sandra Zammataro. «Non siamo mafiosi né camorristi, la si smetta di trovare capri espiatori, le istituzioni vengano qui a fare ciò che ci è stato promesso». Il campo rom e i roghi tossici «Il dramma di Tor Sapienza è il campo rom di via Salviati: roghi tossici ogni mattina e sera, traffico di rifiuti, smaltimento di eternit in modo illegale e anche di grandi elettrodomestici, black out ripetuti dell illuminazione nel piazzale della stazione dovuto ai furti di cavi di rame. Quel campo è un inferno», urlano i residenti. Un in- ferno per il quartiere di Tor Sapienza ma anche per quello di Colli Aniene e Case Rosse, che convivono ormai da anni con l aria irrespirabile, satura di diossina. La criminalità e le manette La sicurezza è un sogno. Le cronache continuano ad essere zeppe di vicende. A Tor Sapienza, in via Giorgio De Chirico, un 26enne romano, già noto alle forze dell ordine, è stato arrestato perché trovato in possesso di una pistola calibro 7,65. L uomo era alla guida di un auto, e a bordo con lui c era un amica di 29 anni e la figlia di questa di soli tre anni. La pistola è risultata rubata in un abitazione in zona Tor Vergata. La perquisizione è stata estesa presso le abitazioni dei due e a casa della donna, in particolare, i Carabinieri hanno rinvenuto una cartuccia caricata a pallettoni. L uomo è stato arrestato per il possesso della pistola e denunciato per la ricettazione mentre la donna denunciata a piede libero per la detenzione della munizione. Buzzi, il business dei rom è iniziato con la giunta Veltroni Guglielmo Federici Il Pd va all attacco del prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, reo di offrire una lettura di Mafia Capitale non gradita al partito. «Tra le tante curiosità della situazione romana c è anche quella di avere un prefetto che fa più interviste e dichiarazioni di Salvini», ha detto il presidente dei democratici e commissario della federazione di Roma, Matteo Orfini, dopo un intervista di Pecoraro a Radio Rai. Una indagine sgradita Il prefetto era tornato sul tema dell indagine avviata sugli atti del Comune di Roma, che potrebbe dare i primi risultati entro due mesi. «Può venir fuori che ci sia la necessità di uno scioglimento», ha detto Pecoraro, aggiungendo che «questo ovviamente non è una cosa che desideriamo». In un intervista al Messaggero di qualche giorno fa, poi, il prefetto aveva spiegato che «il fatto che ci sia una commissione d accesso agli atti significa che vogliamo capire se c è una continuità di infiltrazioni mafiose tra la passata giunta e l attuale giunta, visto che sono finiti sotto inchiesta Ozzimo e Coratti». Un tentativo di criminalizzarlo Oltre a quella di Orfini, si è registrata anche la reazione ben più scomposta, per quanto politicamente meno significativa del deputato Khalid Chaouki. L esponente dem ha bollato come «stucchevole» il fatto che Pecoraro rilasci interviste, parlando del possibile scioglimento del Comune di Roma. Secondo Chaouki, invece, «dovrebbe chiarire a tutti i cittadini qual è stato il suo ruolo durante gli anni dell amministrazione Alemanno in materia di gestione della cosiddetta emergenza rom, oltre alla gestione e dovere di controllo su gare d appalto e gestione dei centri dedicati all accoglienza dei rifugiati». Dal Pd «segnali minacciosi» Gli interventi del Pd sono stati letti da più parti come una preoccupante forma di minaccia nei confronti del prefetto di Roma. «Orfini attacca il prefetto perché promuove controlli sulla gestione del Campidoglio palesemente infiltrata da un indagato? Male. Molto male. Un chiaro avvertimento», ha scritto su twitter Maurizio Gasparri, mentre per Francesco Storace «dal mondo di sottosopra è giunto il segnale minaccioso al prefetto. Orfini ha dettato i compiti a Pecoraro». «Alfano abbia un sussulto di dignità e dica a Renzi di zittire i suoi uomini. Se a sinistra c è il terrore di Buzzi e Odevaine non è un motivo per sabotare la prefettura», ha concluso il segretario nazionale de La Destra.

5 VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Secolod Italia 5 Putin passa all attacco: «Vogliono toglierci gli artigli, non ce la faranno» Franco Bianchini «Vogliono che l orso stia seduto tranquillamente e mangi il miele ma tentano di metterlo in catene, di togliergli i denti e gli artigli e impagliarlo». Vladimir Putin non delude le aspettative e inizia la sua maxi conferenza stampa con bordate e avvertimenti. Soprattutto nei confronti degli Stati Uniti: «Il muro di Berlino è crollato, ma si costruiscono nuovi muri nonostante i nostri tentativi di collaborare. L espansione della Nato non è forse un muro, un muro virtuale?», ha chiesto il leader del Cremlino. «I nostri partner si credono un impero, ci vogliono vassalli». La crisi? La supereremo E la situazione economica? «Abbiamo le risorse sufficienti per affrontare la crisi, il ritorno alla crescita è inevitabile, nel peggiore dei casi ci vorranno due anni. Nel frattempo, ha ammonito, il Paese deve diversificare la sua economia». Putin ha difeso l operato della Banca centrale e del governo di fronte alla crisi valutaria che sta mettendo in ginocchio il Paese: «Ci sono interrogativi sul governo e sulla banca centrale relativi alla tempestività, alla qualità delle misure, ma parlando in generale le azioni sono assolutamente adeguate e nella direzione giusta», ha detto. Banca centrale ed esecutivo sono finiti nel mirino dell opposizione per la crisi economica e finanziaria che sta attraversando il Paese. In Ucraina solo volontari «In Ucraina non ci sono soldati russi, solo volontari non pagati che si sono mossi per il richiamo del cuore», ha specificato Putin rispondendo ad un giornalista ucraino con una t-shirt provocatoria che aveva chiesto «quanti militari russi avete mandato nel nostro Paese?». Putin intende rispettare gli accordi di Minsk per la pace nell est dell Ucraina ed è convinto che anche il presidente ucraino Petro Poroshenko lo voglia ma, ha sottolineato nella sua maxi conferenza stampa, «non è solo lui» a prendere le decisioni. Un film scatena l ira dei coreani: vietato ridere del leader comunista Bianca Conte Vietato ridere del leader comunista. Parola di hacker. Pena: la morte. L America perde la cyber guerra con gli hacker la Corea del Nord: la dittatura comunista affila gli artigli e mostra i muscoli, tanto da trovare un modo per imporre la censura anche al di fuori dei propri confini. La minaccia arriva dal cinema e deflagra sul web, fino ad arrivare ad assumere i connotati della crisi diplomatica: ma è una miccia molto più che semplicemente mediatica quella espolosa tra Stati Uniti e Corea del Nord, innescata dal film della Sony Pictures, The Interview, una commedia in cui gli attori Seth Rogen e James Franco interpretano il ruolo di due giornalisti coinvolti in un complotto della Cia mirato ad uccidere il leader nordcoreano e a ironizzare sul dittatore comunista Kim Jong Un, trasformato da integerrimo dittatore in vittima spettacolare. Uno spunto che i vertici dello stato asiatico non hanno gradito, tanto da scatenare un attacco hacker che i sistemi di sicurezza e gli apparati cinematografici americani non hanno sottovalutato né tanto meno screditato, arrivando al punto di indurre la Sony a cedere al ricatto e ritirare la pellicola dalle sale, annullando anche ogni progetto d uscita in tv on-demand o con l home video, della pellicola all indice con l accusa di dissacrare la fede intestata a uno dei più indiscussi perché indiscutibili leader del regime comunista nordcoreano. Il cyberattacco della Corea del Nord al film Un tono, quello usato dai pirati informatici sul web, che adegua pericolosamente il diktat censorio comunista al lessico terroristico moderno, declinato ad avvertimenti intimidatori che rievocano l orrore degli attacchi «in stile 11 settembre». Un gruppo di hacker presentatosi in Rete con il nome di battaglia Guardiani della pace, ha promesso infatti di attaccare le sale che proietteranno il film facendo riferimento agli attentati dell 11 settembre del 2001, invitando gli spettatori a non andare nelle sale.«vi consigliamo di tenervi a distanza da quei posti (se la vostra casa è nelle vicinanze, è meglio che ve ne andiate)», si legge addirittura in uno dei messaggi postati online. E ancora, «il mondo sarà pieno di paura», è uno dei vari avvertimenti postati con la scontata postilla contro il nemico imperiaqlista americano per cui si legge nei messaggi spediti a Hollywood Reporter e Variety «qualsiasi cosa capiti nei prossimi giorni è solo colpa della cupidigia della Sony Pictures Entertainment». La difesa (con ritirata) degli Usa Immediata è arrivata la risposta difensiva degli Usa con le 5 catene distributive a stelle e strisce (Regal Entertainment, AMC Entertainment, Cinemark, Carmike Cinemas e Cineplex Entertainment) pronte a non proiettare il film, coerenti con la linea dettata dalla Sony Picturesdi annullare la proiezione di The Interview, a partire dal 25 dicembre, dopo aver già cautelativamente cancellato, peraltro da diversi giorni, tutte le presenze pubbliche dei due attori protagonisti. Secondo quanto riferito in queste ore dalla Cnn e dalla stampa d oltreoceano, gli sviluppi dell indagine degli investigatori americani, partita dalla Rete, hanno portato ad appurare che dietro il cyberattacco alla Sony ci sarebbero hacker al servizio dei vertici della Corea del Nord. Ne sarebbe convinto, in particolare, il Federal Bureau of Investigation secondo cui l affronto informatico non arriverebbe necessariamente dall interno dei confini della Corea del Nord. Cambia poco comunque: la guerra al film è l ennesima riprova del braccio di ferro tra democrazia e dittatura comunista, vinto dal regime repressivo nordcoreano con le armi del ricatto e della censura.

6 6 Secolod Italia VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Buon compleanno Littoria! Un miracolo sorto dal nulla delle paludi Gloria Sabatini Capolavoro unico dell architettura razionalista, fiore all occhiello della straordinaria opera di bonifica fascista, Littoria-Latina compie 82 anni. Fondata il 18 dicembre 1932, è la maggiore Città di Fondazione italiana. Sorta nel cuore dell Agro pontino, strappata ai miasmi delle paludi e della malaria, la sua nascita, un miracolo sorto dal nulla, rappresentò per l Italia una doppia scommessa vinta: il successo plastico della bonifica e l edificazione di una città ideale a tempo di record: sei mesi. La posa della prima pietra risale infatti al 30 giugno 1932 e la sua nascita, inaugurata alla presenza del Duce, fece il giro del mondo meritandosi gli apprezzamenti stupiti della stampa internazionale. Un capolavoro unico Come per altri nuclei di fondazione sparsi su tutto il territorio nazionale (grazie al contributo di giovani e brillanti architetti come Mazzoni, Petrucci, Calza Bini e Piccinato), Littoria rappresenta una delle più felici sintesi architettoniche tra funzionalità ed estetica delle forme, un connubio sconosciuto all urbanistica moderna e all utopia collettivista che ha generato mostri di cemento. Le origini Il progetto è dell architetto Oriolo Frezzotti, che concepì una pianta ottagonale con un nucleo centrale culminante nella piazza del Littorio (oggi piazza del Popolo): Littoria sorse a partire dalla località del Cancello del Quadrato, da cui presero avvio i lavori di prosciugamento delle aree acquitrinose. La zona venne suddivisa in poderi (ciascuno dei quali contrassegnato da una casa colonica), quattrocento dei quali furono assegnati ad altrettante famiglie di ex combattenti, per lo più provenienti dalla Romagna e dal Veneto. Littoria divenne così il pilastro di una capillare azione sociale del Fascismo, connessa alla politica agraria di Mussolini suggellata dalle memorabili campagne della battaglia del grano e della conquista della terra. Il Duce si recava spesso nelle ex paludi come testimoniano le decine di immagini che lo ritraggono intento a lavorare il Rosy Bindi fa sbiancare Marino: la tua giunta è coinvolta nello scandalo grano a torso nudo, insieme ai coloni. Gli edifici civili Il cuore di Littoria si sviluppa tra Piazza del Popolo (piazza del Littorio all epoca della fondazione) sede del Municipio, che ospita la La Torre Civica, e Piazza della Libertà (piazza XXIII Marzo all epoca della fondazione), sede della Prefettura. Uno degli edifici civili di maggiore pregio è il Palazzo delle Poste di Angiolo Mazzoni, nel piazzale Bonificatori, raro esempio di connubio tra architettura razionalista e avanguardia futurista. Damnatio Memoriae Dopo la caduta del Fascismo si tentò in tutti i modi di recidere le radici di Littoria con il passato e, su pressione degli Alleati, il 9 aprile del 1945, la Città di Fondazione cambiò il nome in Latina. Con una furia iconoclasta furono cancellati e riconvertiti anche i nomi delle piazze e delle strade che ricordavano il governo mussoliniano. Una damnatio memoriae che dura ancora oggi e che per la città suona come un offesa alla sua storia. Il dopoguerra Nel dopoguerra Latina diventò un feudo elettorale della Dc, in particolare della corrente andreottiana finché nel 1993 divenne sindaco il candidato del Movimento sociale italiano, l indimenticabile Ajmone Finestra, ex ragazzo di Salò. Fu il primo sindaco di Latina ad essere eletto direttamente dai cittadini, riconfermato con un plebiscito nel 1997 e nel Oggi la giovane Latina è ben lontana dall affresco che ne ha fatto, a pennellate di sanguigna schiettezza, il fasciocomunista Antonio Pennacchi, vincitore del premio strega con Canale Mussolini. Oltraggiata e devastata, oggi è il paradigma dell estemporaneità, dell incompiuto, del brutto, dell accozzaglia di stili, dei colori orripilanti, delle rotondette, del traffico.tra le pieghe degli anni gli antichi segni resistono alla polvere di amministrazioni incapaci e miopi. Ma questa è un altra storia. Romana Fabiani Chi è senza peccato scagli la prima pietra. A smentire l immacolata moralità della giunta Marino nell affaire Mafia Capitale non è un avversario fazioso ma il presidente della Commissione Antifamia, Rosy Bindi, che chiede lumi sul ruolo di Salvatore Buzzi (il ras delle cooperative rosse finito in carcere) e sui mancati controlli della gestione dei campi rom. La doccia fredda «È innegabile che la mafia ha avuto rapporti politici anche con la sua giunta», attacca la presidente dell Antimafia, di fronte alla balbettante autodifesa del sindaco. Durante l audizione in commissione Marino, sempre più azzoppato, è tornato a giocare la carta della trasparenza e dell innocenza del centrosinistra, smentita cla- morosamente dalle indagini. «Abbiamo portato molti documenti che indicano con chiarezza che il malaffare, la presenza di infiltrazioni mafiose in Campidoglio si sono fermate al giugno 2013». I rapporti con i clan Niente di più falso, ribatte la Bindi, anche la giunta Marino ha avuto rapporti con i clan. «Nessuno della mia amministrazione è indagato per associazione mafiosa», replica il sindaco imbarazzato sorvolando sulla posizione del suo assessore Daniele Ozzimo e del presidente dell Assemblea capitolina, Andrea Catarci. Nuova doccia fredda della Bindi: «Ma chi è indagato per corruzione in un indagine per mafia è comunque un interlocutore e forse il terminale o l arma impropria che viene utilizzata». Il ruolo di Buzzi Il pressing si fa incalzante. «Lei esclude che Buzzi abbia finanziato la sua campagna elettorale?». «Assolutamente no è costretto ad ammettere il primo cittadino io non lo ho escluso e anzi lo affermo: Buzzi, come altre persone ha finanziato la campagna elettorale con le cooperative e quei soldi sono regolarmente denunciati alla Corte dei conti» Il giallo dei campi rom E ancora sul fronte minato dei campi rom, sterminate praterie sulle quali hanno pascolato per anni le cooperative rosse lucrando sull emergenza con un impressionante giro di affari illeciti. «Sul controllo che spettava all amministrazione sul funzionamento dei campi di immigrazione ci sa dire qualcosa?» incalza Bindi. «La questione di rom sinti e caminanti non riguarda solo la nostra Capitale replica Marino a corto di argomenti e non è di facile soluzione». L omesso controllo «Il guadagno che veniva fuori dalle cooperative non molla la Bindi e che poi finiva in tangenti, questo denaro pubblico in gran parte è sotto il controllo dell amministrazione comunale. La domanda è semplice: chi doveva controllare? Perché questo settore è sfuggito in maniera così macroscopica?». E Marino: «Posso solo spiegare con le mie parole quello che ho fatto e quale è la mia visione». Epilogo:«Alla domanda perché non avevate controllato le cooperative di Buzzi non mi ha risposto».

7 VENERDì 19 DICEMBRE 2014 Secolod Italia Addio a Virna Lisi, la star che mai si è piegata ai compromessi Ginevra Sorrentino Il mondo dello spettacolo e non solo in lutto per la scomparsa di Virna Lisi, morta nella sua casa romana all età di 78 anni. Un addio improvviso il suo. Silenzioso. Il figlio Corrado, che ha dato la notizia, ha detto che la madre si è spenta tranquillamente nel sonno. Eppure lo star system, italiano e internazionale, ha sempre accreditato di lei l immagine della donna e della diva combattiva e leale. Determinata e agguerrtia, anche se sempre con classe. Eppure, nonostante l addio alla scena della vita sia stato improvviso quanto elegante, resta comunque il rammarico di non averla potuta accompagnare idealmente nella sua ultima, decisiva battaglia: quella scatena da un male incurabile che le era stato diagnosticato solo un mese fa. Virna Lisi, donna e diva di classe Attrice di rara e raffinata bellezza. Donna schiva e riservata a dispetto di una popolarità dilagante che ha attraversato i confini di casa nostra, conquistando persino Hollywood che all epoca del suo esordio giovanile avrebbe voluto inquadrarla nel ruolo dell anti Marylin, rigorosamente bionda svampita: una scelta a cui l attrice ha voltato con fermezza e disinvoltura le spalle. Interprete credibile sia in ruoli brillanti che drammatici, Virna Lisi ha saputo infondere carattere e stile ai personaggi da lei intepretati sul grande come sul piccolo schermo, a dispetto di mode femminili ed epopee spettacolari dominate ora da maggiorate quando lei era elegantemente filiforme ora da dive di ultima generazione devote alla chirurgia plastica, una convenzione estetica da lei snobbata nobilitando sul suo volto anche i segni del tempo, vissuti come evoluzione naturale di fascino e carisma invidiabili. Riuscendo sempre ad apparire bella e intensa, sia come giovane musa di Luigi Capuano della Luna nuova,(1955), sia che prestasse versatilità istrionica ad Antonio Pietrangeli per Lo scapolo accanto a Sordi (1955), sia sul set de Le bambole (1965) di Dino Risi, de 7 La cicala (1980) di Alberto Lattuada, di Sapore di mare (1982) di Carlo Vanzina. Il successo nonostante non fosse di sinistra Premiata a Cannes, da quattro David di Donatello (di cui due alla carriera), sei Nastri d argento, è stata interprete coinvolgente anche se impegnata sul fronte della fiction televisiva a cui ha dedicato gli ultimi anni della sua carriera. Una carriera costellata di successi nonostante la lisi, ancora una volta in controtendenza con la legge non scritta che disciplina regole e procedure dello spettacolo, non fosse ascrivibile al mondo radical chic di stampo rigorosamente progressista. Una verità confermata dalla sue stesse parole non più tardi di un paio di mesi fa quando, intervistata dal Fatto quotidiano l attrice dichiarava senza remore o giri di parole di non aver mai condiviso logiche e privilegi appannaggio degli esponenti di quel mondo radical chic di cui tanto diffidava. Lei, che è stata tra i pochi ad uscire dal coro dei consensi e dichiarare a dispetto dei trionfalismi e dei facili nazionalismi cinefili quanto e perchè il film di Sorrentino non le fosse piaciuto («mi è sembrato una brutta copia de La dolce vita», disse a riguardo). Lei, chiara e diretta come sempre nei dichiarare quello che ancora oggi molti attori e registi hanno il timore di confessare: se non sei di sinistra non lavori, o lavori poco. Un esempio su tutti, quello da lei proposto: Pietro Germi, a proposito del quale solo il 29 settembre scorso Virna Lisi diceva: «È stato forse il più grande regista d Italia. Gli avessero dedicato una strada, una piazza, un Festival. Niente. Non era comunista, è vero, ma com è questo fatto che se uno è comunista lavora e se non lo è non lavora più?». Un altra grande diva che se ne va. Un altro esempio di coerenza e talento che si spegne. Addio Virna Scuola, la svolta di Renzi: alunni in classe con i bidelli e non con i prof Priscilla Del Ninno Caos scuola. Solo qualche mese fa squilli di tromba e rulli di tumburi avevano annunciato il vento di rivoluzione renziano aleggiare sul mondo dell istruzione: via la figura del supplente, assunzione a stretto giro dei precari e regolarizzazione di una situazione in fase di stallo ormai da troppo. E poi? E poi un sondaggio di Skuola.net realizzato su un campione di studenti rileva come, tra mancanze e disservizi, da settembre ad oggi, un alunno su tre abbia cambiato docente in almeno 3 materie e quasi uno su due non ha avuto il prof in aula per settimane o mesi. Tutto cambi perché nulla cambi: e infatti, tutto è rimasto impantanato come al solito. Le scuole sono in affanno con i fondi, i supplenti stentano ad arrivare; le classi sono spesso in autogestione coatta e, quando va bene, assistite dai bidelli che, al di là di neologismi professionali e tagli, continuano a svolgere un ruolo di tuttofare e tappabuchi. E di buchi, ahinoi, nella scuola italiana ce ne sono fin troppi da colmare. Il sondaggio di Skuola.net A confermarlo tristemente, una volta di più, l indagine di Skuola.net che denuncia una realtà ancora più caotica di quanto non si pensi. Un ragazzo su due racconta di non aver avuto il supplente in classe per molto tempo: per settimane il 30%, addirittura per mesi il 18%. Non il titolare di cattedra, ma il supplente: con buona pace di concorsi, concorsoni, graduatorie e incarichi annuali. E allora, cosa succede in aula quando c è la cosiddetta ora di buco? Per 1 studente su 6 la classe viene affidata al docente di sostegno o al bidello, mentre per ben 4 ragazzi su 10 «spesso si resta soli», senza alcun sostituto a vigilare. Ore di lezione perse ma che poi, di fatto, rientrano nel computo dei giorni di scuola. Giorni sottratti a programmi e attività curriculari che per il 46% degli intervistati si traducono in nullafacenza. E non che vada molto meglio al 6% evidenziato dal sondaggio che dichiara di fare lezione con un prof di un altra classe, o per un altro 6% che si sposta a seconda delle disponibilità semplicemente in altre aule. Del totale degli inteprellati, insomma, appena il 10% dichiara di far lezione con il supplente. Il rimanente 30% alza le mani e ammette: non si fa «nulla, di solito non c è neanche il supplente». Il perché del caos supplenze Il caos supplenze ha comunque diverse sfaccettature: se da un lato i ragazzi raccontano di ore di buco e lezioni che restano scoperte, dall altro osserva il portale esiste anche il fenomeno del balletto dei docenti sulle supplenze più lunghe: quell intramontabile rituale che soprattutto nei mesi iniziali dell anno scolastico vede avvicendarsi diversi prof in cattedra, in attesa del supplente «titolare» che resterà più a lungo. Mentre quello chiamato a breve termine corre anche il rischio di restare senza stipendio per mesi, perché la scuola spesso e volentieri,non ha i soldi per pagarlo Il governo venerdì scorso ha comunque varato il rifinanziamento del fondo per le supplenze brevi: speriamo che almeno questo proclama non resti senza esiti risolutivi e conferme concrete. d Italia Quotidiano della Fondazione di Alleanza Nazionale Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 Direttore Editoriale Italo Bocchino Vicedirettore Responsabile Girolamo Fragalà Vicecaporedattore Francesco Signoretta Editore SECOLO D ITALIA SRL Fondatore Franz Turchi Consiglio di Amministrazione Tommaso Foti (Presidente) Ugo Lisi (Vicepresidente) Antonio Giordano (Amministratore delegato) Italo Bocchino Antonio Tisci Redazione Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Amministrazione Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Abbonamenti Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 n. 250

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

RassegnaStampa 22/02/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 22/02/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 22/02/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 EVIDENZE 7 22/02/2014 IL MESSAGGERO FROSINONE ASI, PROIA ELETTO NUOVO PRESIDENTE CRONACA 8 22/02/2014 CORRIERE DELLA SERA

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus Papam.

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus Papam. Università degli Studi Di Bergamo Didattizzazione del film Habemus Papam di Nanni Moretti (A cura di Luisa Fumagalli, docente CIS) Queste attività sono state pensate per studenti universitari di livello

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

IL FASCISMO 1919-1943

IL FASCISMO 1919-1943 IL FASCISMO 1919-1943 Origini del fascismo 1919-1921 Il fascismo prende il potere 1922-1924 Diventa una regime totalitario di massa (dittatura) 1925-1943 Le origini del Fascismo 1919-1921 Dalla crisi economica

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film

Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film di Elisa Guccione - 20, set, 2015 http://www.siciliajournal.it/franco-oppini-i-gatti-di-vicolo-miracoli-di-nuovo-insieme-in-un-film/

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 TRUFFE LEGALI Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Da: Giovanni A: Giuseppe Ciao, mi chiamo Giovanni. Leggi attentamente questo messaggio perché quello che sto per raccontarti è veramente inaudito: esiste

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

cantare in un concorso fare il gemellaggio con un altra scuola

cantare in un concorso fare il gemellaggio con un altra scuola Unità Per cominciare... Osservate le seguenti attività e iniziative. Di solito, quali di queste è possibile svolgere a scuola? fare lezioni di guida cantare in un concorso organizzare una mostra proteggere

Dettagli