Lo abbiamo sancito con

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lo abbiamo sancito con"

Transcript

1 Anno II - Numero Domenica 25 agosto 2013 Direttore: Francesco Storace Roma, via Giovanni Paisiello n. 40 E SONO 200 Il Giornale d Italia Direttore: Francesco Storace. Anno II - numero 200 Domenica 25 agosto 2013 Èquello che leggiamo oggi sulla testata del nostro giornale. Già, sono proprio duecento i numeri del nostro quotidiano andati in rete finora da quel 10 ottobre 2012 quando, con il titolo d'apertura a firma Francesco Storace "SILENZIO SI RIAPRE", abbiamo ridato vita a questa gloriosa testata. Quasi un anno è trascorso, un anno di enormi sacrifici, senza un euro di fondi pubblici e con un impegno davvero fuori dal normale. Eppure siamo ancora qui, ogni giorno più determinati che mai a riempire le nostre dodici pagine di politica, cronaca, storia, sport e tanta cultura. Anche il portale comincia a girare bene e da settembre, come già anticipato, vi saranno novità importanti che ci consentiranno di raggiungere i centomila accessi unici al giorno, anche se l'obiettivo, per il 2014, è molto più ambizioso. Ad agosto, come ogni quotidiano che si rispetti, abbiamo continuato ad esservi vicini; l'informazione non va in vacanza... Certo, siamo giunti a questa decisione dopo averne discusso: non tutti erano d'accordo, ma alla fine ha prevalso l'interesse generale su quello personale. Agosto poi è stato un mese abbastanza vivace. Il giornale è stato al centro di scoop, altri quotidiani hanno ripreso le nostre notizie date in anteprima, e non sappiamo se sia solo una coincidenza, ma l'impegno diretto del direttore Storace nel periodo agostano, ha coinciso con l'impennata di accessi come mai prima. È qualcosa che a settembre dovremo analizzare con molta serietà. Intanto godiamoci questo bel momento, di grande euforia e di ritrovata armonia; tutto ciò consentirà alla redazione di ripartire con il piede giusto, ma soprattutto con lo stesso stile che ha contraddistinto anche il partito in questi anni: umiltà. R.B. EDITORIALE DELLA DOMENICA DOPO MANFREDONIA BASTA PAROLE Il tempo è scaduto: adesso è l'ora della Costituente per un grande sogno di Roberto Buonasorte Lo abbiamo sancito con molta chiarezza ad Orvieto quando, all'unanimità, il nostro Comitato Centrale ha approvato il documento conclusivo proposto dal segretario nazionale Francesco Storace. Le tante sigle, comitati, associazioni, partiti, tutti sparsi in mille rivoli e che hanno una comune radice d'appartenenza nella destra politica italiana, debbono sforzarsi per costruire una sola grande casa da offrire al nostro popolo. Lo vogliamo fare, insieme a molti altri, senza anteporre interessi personali rispetto a quelli generali; senza parlare di organigrammi ma più concretamente di programmi. In sintesi: riempiamo di contenuti il contenitore e solo dopo penseremo al destino di ciascuno di noi. In queste settimane abbiamo visto tanta buona volontà in giro, tanti convegni, tante parole, fino all'ultimo appuntamento di Manfredonia, partecipato ed organizzato davvero bene. Ma ora basta. Di fronte alla grande crisi politica, etica ed economica che sta attraversando la nostra Italia, tutti noi abbiamo il dovere di passare dalle parole ai fatti. Se davvero c'è la volontà di dar vita ad un soggetto unico a destra del Pdl (o come si chiamerà) a settembre, si deve dar vita ad una fase costituente al Potrebbe quasi emozionare una lettera come quella che ho ricevuto nella tarda serata di ieri dalla Segreteria generale della Camera sul caso del costosissimo sito internet su cui la Boldrini non si sporca le mani nel far sapere se il prezzo è giusto. Iva Zanicchi sarebbe più disponibile. Quando ho visto il mittente, mi sono detto "è fatta", ora sapremo finalmente come sono andate le cose. In effetti, giovedì scorso avevo scritto al capo dell'amministrazione della Camera, il segretario generale Ugo Zampetti, al termine di un faticoso lavoro di ricerca nel sito attuale di Montecitorio, che è meno costoso dei quattro milioni di euro previsti per il prossimo. Con i miei collaboratori, avevamo individuato nella riunione del collegio dei questori della Camera del 20 febbraio scorso - quattro giorni prima del voto - PdL Supervertice ad Arcore il partito è col Cav Bruno Rossi a pag. 2 fine di farci trovare pronti all'appuntamento con le elezioni europee della primavera prossima. Ecco, vorremmo dire a tutti che, giunti a questo punto, il tempo è davvero scaduto. Se, rispetto ad un grande progetto politico, qualcuno pensa di agire avendo come obiettivo quello di consumare qualche vendetta personale, sbaglia di grosso. Se qualcun'altro rinuncia a diventare leader di un qualcosa di grande per rimanere a capo di un piccolo soggetto rischiando la marginalità, commette una pazzia. Se altri ancora cercano di fare melina pensando di prenderci ai fianchi, significa che non ci conoscono a fondo e non hanno capito di che pasta siamo fatti. Siamo rimasti in piedi in periodi molto brutti, figurarsi se ci mette timore affrontare ancora una volta una battaglia soli contro tutti, con una differenza: oggi, rispetto a ieri, abbiamo a disposizione anche un quotidiano tutto nostro. Questo nostro popolo ha trascorso gli ultimi sette anni della Resta top secret la maxi spesa per il sito internet. Laura Boldrini ancora muta La Camera ci scrive, ma la delibera milionaria non arriva tracce della decisione di procedere alla nuova gara. E ho chiesto l'atto da cui tutto è partito. La Camera ha risposto subito e questo mi ha meravigliato. Ma la risposta mi ha fatto cadere le braccia. Anziché scrivermi "ecco la delibera, non abbiamo nulla da nascondere", mi dicono che la mia richiesta sarà valutata ai sensi di un regolamento, varato nel 2010, e che mi ha Turismo Le tasse sulle vacanze affossano gli italiani Servizi a pag. 3 sua vita politica a pane e acqua, siamo un soggetto che nonostante tutto è rimasto in piedi, non abbiamo avuto bisogno di essere deputati, ministri e sottosegretari per dar vita ad un quotidiano, senza fondi pubblici e senza immunità. Oggi è il numero 200 del secondo anno di vita di una testata che mese dopo mese, ma soprattutto in questo di agosto, ci sta dando un mondo di soddisfazioni. Vorremmo metterlo a disposizione di un'area intera e di un progetto comune; se sarà possibile ne saremo felici, in caso contrario diventerà lo strumento da scatenare sulla rete e denunciare giorno dopo giorno di chi sarà stata la responsabilità del fallimento di un grande sogno. Il popolo, non solo della rete, ma anche quello elettorale, saprà con chi prendersela, chi punire e chi premiare, distinguere i presuntuosi dai generosi. Il cinismo non paga, e tutti noi sappiamo, avendo avuto un cinico come capo, quale fine abbia fatto... Roma Preso il pedofilo che si vantava in Tv Gustavo Lidis a pag. 7 Il coraggio del premier Viktor Orban nei confronti dei poteri forti internazionali L ESEMPIO VIENE DA BUDAPEST COME MODELLO DI SOVRANITÀ di Francesco Storace impegnato in una nuova ricerca. Sono undici articoli scritti nel consueto stile burocratese che sembra fatto apposta per preparare la sorpresa del "no" alla richiesta di trasparenza. Forse non ci siamo capiti, e lunedì mi toccherà tornare alla carica. "Riscontreremo" anche noi ogni loro "riscontro" fino a che non saranno costretti dalla pubblica opinione a raccontare finalmente perché si devono spendere tanti soldi nostri per il loro sito internet. Nel frattempo abbiamo raccolto tanti di quegli elementi che potrebbero spiegare chi ha premuto per portare avanti questa gara. Per ora indizi, ovviamente. Che renderemo pubblici se ne saremo certi e se la Camera dei Deputati dovesse fare orecchie da mercante. Un atteggiamento trasparente sarebbe invece apprezzato da tutti. le trecce? F.S. Puglia Nuovo allarme: spunta anche l alga tossica a pag. 9 Quando si parla di sovranità molti annuiscono. E pensano che hai ragione, è giusto che si decida noi in casa nostra. Poi arriva quello che gli spara contro i dubbi sulla moneta, quell'altro che gli dice ma dove andiamo e il vicino di casa che gli chiede se ci conviene. In pochi - perché l'informazione italiana fa davvero pietà - conoscono il modello ungherese, vera bestia nera dei poteri forti comunitari e non solo. Un premier coraggioso, Viktor Orban, non si è fatto intimidire dalle pressioni internazionali e ha deciso di salvare il suo popolo dallo spettro della crisi, proprio a colpi di sovranità nazionale. Mentre noi stiamo a discettare di come ci si inchina di fronte ad Angela Merkel; oppure di che sesso dovrà essere il fidanzato di nostro figlio; e di tanta altra modernità; in Europa c'è un Paese che ha mandato al diavolo il Fondo monetario internazionale. È l'ungheria. In pratica, Budapest ha imposto ai rappresentanti dell'augusto potere finanziario mondiale di preparare le valigie e lasciare in pace il popolo magiaro, che agli affari suoi ci pensa da sola. Lo Stato ungherese entro fine molto prima di quanto si era stabilito in precedenza - non avrà più sulle spalle il peso di 20miliardi di euro dovuti dal governo precedente all attuale. L Ungheria va avanti col suo fiorino e decide autonomamente la propria politica economica. Se riescono ad estinguere con largo anticipo addirittura il debito col Fmi, evidentemente non vivono una condizione sciagurata. Non se ne parla perché i poteri che contano in Europa hanno interesse a creare una dipendenza delle nazioni e delle loro economie. Sovranità monetaria diventa sempre più spesso a Bruxelles e Francoforte una parolaccia, nel resto d'europa comincia a diventare una speranza di libertà. Seguiamolo, questo primo ministro ungherese, Orban, che sta diventando un esempio e modello per centinaia di milioni di europei schiacciati e annientati da poteri usurai e occulti che comandano antidemocraticamente nel continente. È Orban a parlare con coraggio del Nuovo Ordine Mondiale e di cosa gli Stati sono chiamati a fare se vogliono tutelare le loro nazioni dal diabolico cancro mondialista, proteso a distruggere non solo le nazioni e le costituzioni, ma le famiglie, "la Famiglia", e gli stessi uomini. Come? Sovvertendo la natura e la società in nome del "progresso"; distruggendo il creato (vedi la battaglia contro gli OGM) e modificando lo stesso DNA umano; creando debiti fittizi ed inestinguibili e iniziando più o meno in tutto il mondo guerre senza fine e logica. Guerre spacciate per missioni di Pace e missioni per "l'esportazione della democrazia". Cosiddette "primavere". I cui costi sono pagati dai popoli. SCIAME SISMICO L Italia trema Dopo il sisma che si è registrato in Friuli ieri pomeriggio, una scossa di magnitudo 4.0 è stata avvertita in serata dalla popolazione delle province di Ragusa e Siracusa, con epicentro localizzato tra i comuni di Ispica e quelli di Pachino e Portopalo di Capo Passero. Secondo i rilievi registrati dall Ingv l evento è stato registrato alle 19,18 ad una profondità di circa 10 km. Dalle verifiche effettuate non risultano danni a persone o cose. Barbara Fruch a pag. 8 SIRIA Il gas è dei ribelli: la Russia ha le prove La Russia ha fornito ieri all Onu le immagini satellitari dei presunti lanci di missili al gas nervino avvenuti in settimana. Sarebbero partiti da zone sotto controllo dei ribelli. Ma gli Usa restano sul punto di attaccare, anche senza il mandato dell Onu. Valter Brogino a pag. 6

2 2 Attualità IL SUPERVERTICE DI ARCORE TRA IL CAV E IL SUO STATO MAGGIORE Il Pdl fa quadrato attorno a Berlusconi Il vicepremier Alfano: Impensabile la decadenza da senatore, il partito è tutto compatto al suo fianco. Dieci milioni di elettori hanno diritto alla loro rappresentanza politica di Bruno Rossi Nell eterna partita tra i falchi e le colombe del Pdl, il super-vertice di Arcore di ieri ha fatto segnare un altro punto appannaggio dei primi. La linea stabilita dopo quattro lunghe ore di colloqui è quella della difesa ad oltranza del leader. Tanto che il segretario Angelino Alfano, al termine della giornata, è stato lapidario: la decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore è impensabile e Per risparmiare sul costo degli immigrati in carcere... PANE E ACQUA DA CASA LORO L ULTIMA DEL GOVERNO di Francesco Storace Giustamente, Alfano è stato sommerso di critiche per la bizzarra proposta di far pagare vitto e alloggio dei detenuti stranieri ai loro paesi di provenienza. I no sono stati molteplici; ovvi quelli provenienti da sinistra, che appena gli tocchi uno che sfugga alla nazionalità italiana poggiano la mano sulla fondina pronti ad estrarre il revolver. Anziché annunci del genere bizzarro che abbiamo ascoltato provenire da Rimini, preferiremmo che il ministro dell'interno rispolverasse invece una vecchia proposta - che pure stava nel programma elettorale del centrodestra alle elezioni politiche - e che prevedeva trattati con i paesi di origine degli immigrati sorpresi a commettere reati in Italia, per rimandarli indietro a scontare la pena. Anche perché è curioso capire come si farebbe nel caso in cui dovessimo chiedere a Burundi e soci di mantenere nelle nostre carceri i loro detenuti. A quale cassa ci si dovrebbe rivolgere? Almeno avesse annunciato, Alfano, di tornare alla politica che con Maroni aveva sostanzialmente bloccato gli sbarchi dalle coste libiche... Se è vero che nel solo 2011 l'emergenza NordAfrica è costata all'italia 1,2 miliardi di euro - una cifra spropositata - non si risparmia con le merendine in carcere. La delinquenza ci costerebbe molto meno se ci fossero più controlli e soprattutto se i decreti svuota carceri fossero finalizzati non a far circolare delinquenti liberi nelle nostre città, bensì a rimpatriare quelli che vengono da fuori. Sono già sufficienti quelli nostrani. Tiri fuori i dati, il capo del Viminale, e anche gli attributi per affrontare seriamente questo problema. I detenuti stranieri in Italia sono tante migliaia, in proporzione rispetto a quelli che stanno fuori in percentuale decisamente maggiore. Ora, a meno di non doverli considerare tutti vittime di errori giudiziari, è evidente che ci vuole una stretta. Ma da un governo che unisce diavolo e acqua santa ben difficilmente potremo attenderci una svolta nelle politiche di contrasto a quel l'immigrazione che delinque. Siamo specialisti nell'accoglienza; incapaci di cacciare chi non merita di stare in casa nostra. Almeno ci si risparmi la barzelletta di vitto e alloggio a carico loro. costituzionalmente inaccettabile. La linea resta insomma quella di sollevare il caso della costituzionalità della legge Severino. Una conferma della strategia nei confronti del Governo Letta, in vista della riunione della Giunta del Senato del prossimo 9 settembre. Ma anche l inizio di un percorso che rischia di diventare lungo per salvaguardare l'agibilità politica del Cavaliere dopo la condanna definitiva per evasione fiscale nel processo sui diritti tv Mediaset. Alfano ha anche voluto dipingere un Pdl lontano dal rischio di scissioni. Il Popolo della Libertà è come sempre unito, compatto e deciso, a fianco del suo presidente Silvio Berlusconi - ha aggiunto - a cui è molto legato da indissolubili vincoli di affetto e di condivisione politica. Il vicepremier ha poi chiesto che venga garantita la rappresentanza degli elettori di Berlusconi, annunciando che presto farà un appello a tutte le massime istituzioni, al premier Letta e ai vari partiti in questo senso. Tutti insieme si legge nella nota, a sua firma, diffusa al termine del vertice - rivolgeremo alle massime istituzioni della Repubblica, al primo ministro Letta e ai partiti che compongono la maggioranza, parole chiare sulla questione democratica che deve essere affrontata per garantire il diritto alla piena rappresentanza politica e istituzionale dei milioni di elettori che hanno scelto Silvio Berlusconi. Alfano ha poi lasciato villa San Martino senza fermarsi con i Rinviare è da sempre stata la parola d ordine del Governo Letta-Alfano. Figuriamoci ora, che le tensioni tra Pd e Pdl causate dal braccio di ferro in vista del prossimo voto al Senato sulla decadenza del leader del centrodestra Silvio Berlusconi stanno producendo prodromi di crisi. Tra le poche certezze che stanno maturando in questi giorni, è che difficilmente quella parte di Governo che lo ha fatto potrà mantenere l impegno di non far pagare la rata Imu a dicembre. Al momento, sarebbero state trovate coperture per 3,4 miliardi sufficienti a evitare il pagamento della prima rata dell'imu 2013, ma solo di parte della seconda. L'unica misura fiscale all'ordine del giorno del Consiglio dei ministri di domani sarà proprio cronisti. Poco dopo è uscita dalla residenza di Silvio Berlusconi la parlamentare del Pdl Daniela Santanché. Anche lei ha preferito non parlare. Al summit di ieri, durato oltre 4 ore erano presenti, tra gli altri, il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi e diversi esponenti del Pdl tra cui i capigruppo Renato Brunetta e Renato Schifani. Durante il vertice fuori dalla residenza di Silvio Berlusconi si è radunato qualche militante con le bandiere di Forza Italia. Alcuni di loro, tra cui un sostenitore del Cavaliere giunto dalla provincia di Ancona, hanno esposto cartelli con scritto: Per Silvio solo grazia di Dio. Come sempre. Elezioni subito. Bisogna solo capire se il Cav potrà o meno parteciparvi ANCHE CONSIDERANDO L EXTRAGETTITO DELL IVA, MANCA UN MILIARDO DI COPERTURA Regalo di Natale: a dicembre l Imu si paga il decreto sull'imu, mentre la questione della sterilizzazione dell'aumento dell'aliquota Iva dal 21 al 22% sarà affrontata a settembre. Insomma il lavoro al dicastero di via XX Settembre per trovare le coperture necessarie a evitare il pagamento delle due rate dell'imu per il 2013 continua: la provvista per compensare in bilancio i 2,4 miliardi della prima rata di giugno, assicurano all'economia, è stata trovata. Il problema sarà scovare i due miliardi che occorrono per evitare ai contribuenti anche il versamento di dicembre. Ma a quanto risulta le disponibilità di bilancio di Saccomanni si sarebbero fermate per ora a quota 3,4 miliardi, inserendo nelle coperture possibili circa un miliardo di extragettito Iva generato dal pagamento alle imprese creditrici verso la pubblica amministrazione di ulteriori 10 miliardi entro il Tutto ciò per dire che l intesa sulle misure di riordino della tassazione sulla prima casa e di razionalizzazione della pubblica amministrazione rischia di allontanarsi, e non poco. Ritornerebbe quindi in ballo l'ipotesi prospettata dal ministro degli Affari regionali Graziano Delrio di non finanziare lo sconto dell'imu per le prime abitazioni di maggior pregio, fortemente osteggiata però dal Pdl. Lo stesso dicasi per il decreto e il disegno di legge sulla Pubblica amministrazione che dovrebbero vedere la luce domani alla ripresa dei lavori del Consiglio dei ministri sospeso venerdì. B.R. FORLÌ: OPERAI COSTRETTI A PRESIDIARE LA FABBRICA PER IMPEDIRE AI VERTICI DI SCAPPARE CON I MACCHINARI Industria: gli imprenditori fuggono davvero La denuncia dei sindacati: Un episodio simile si era già verificato il 14 agosto, tre dirigenti avevano provato a caricare e spedire prodotti e componenti presenti nei magazzini di Giuseppe Sarra La domanda sorge spontanea: dove sta la ripresa sbandierata ai quattro venti dal presidente del Consiglio Enrico Letta? Come intende arginare il Governo del fare le aziende che scappano all estero durante le vacanze estive? Intanto, dopo il caso Firem, il fenomeno si ripete. I lavoratori anche se in ferie, infatti sono costretti a presidiare gli stabilimenti per impedire ai vertici delle multinazionali di darsela a gambe levate con i macchinari. La scorsa notte, ad esempio, a Forlì hanno tentato di portare via i generatori della fabbrica. Come ladri nella notte, sottolineano le organizzazioni dei lavoratori. Nessun furto però: a provare il colpo sono stati gli stessi dirigenti della multinazionale svedese Dometic (l azienda che produce condizionatori per camper, vorrebbe spostare la produzione in Cina), che nel capoluogo ha un insediamento produttivo. Assieme a una decina di persone assoldate per l occasione - spiegano i sindacati - nella notte tra venerdì e sabato 24 agosto l amministratore Dometic Italia, il responsabile europeo per la produzione e un terzo dirigente svedese sono entrati nei magazzini con l intento di svuotarli. All arrivo dei Carabinieri la situazione, paradossale nella sua gravità, era quella di dirigenti di una multinazionale svedese che, comportandosi come ladri nel cuore della notte, cercavano di svuotare i magazzini. Tra l altro sembrerebbe anche che diverse delle persone che accompagnavano i dirigenti fossero prive di documenti di identità. Non è la prima volta che accade, assicurano i sindacati. Un episodio simile aggiungono si era già verificato alle 6 del mattino del 14 Agosto, quando gli stessi tre dirigenti avevano provato a caricare e spedire prodotti e componenti presenti nei magazzini degli stabilimenti forlivesi dell azienda (chiusa per ferie) ed erano stati fermati solo grazie alla presenza e all intervento tempestivo dei lavoratori. Da quel momento - temendo un nuovo tentativo del genere, però - la vigilanza dei dipendenti Dometic è stata costante. Riteniamo di fronte alla gravità dei fatti accaduti scrivono i sindacati - che vada immediatamente fatta piena luce su quanto avvenuto: anzitutto perché tutti i lavoratori della Dometic Italy (in tutti i tre siti di Forlì) sono in ferie e quindi non ci risulta possibile che siano state emesse le regolari documentazioni necessarie per effettuare spedizioni e trasporto di materiale. E ancora: Risulta necessario chiarire l identità e l idoneità dei soggetti presenti in azienda ad effettuare operazioni di carico e scarico. Il comportamento della Dometic, inoltre, appare ancora più grave dal momento che il 2 Agosto 2013 è stato firmato dallo stesso amministratore Marco Grimandi, insieme all avvocato Marinelli e a Confindustria, un accordo con tutte le sigle sindacali dove, oltre a congelare i tempi della procedura di mobilità, impegnava le parti a non mettere in atto iniziative unilaterali fino all incontro già fissato il 5 settembre prossimo. Mentre il Governo Letta-Alfano dorme sonni tranquilli, i problemi degli italiani possono attendere Insomma, chi dorme non piglia pesci.

3 3 Turismo Gli italiani che rientrano dalle ferie di agosto si ritrovano i portafogli ulteriormente alleggeriti Regioni e comuni tartassano i turisti La denuncia di Federviaggio: La nuova imposta Iresa comporta un impatto negativo sull occupazione, sull economia e un aumento dei costi per i viaggiatori di Giuseppe Sarra Ferragosto è passato, alla fine dell estate manca meno di un mese ed è tempo di tracciare i primi bilanci. Vista la crisi, già da più parti è stato disegnato un quadro piuttosto avvilente dell andamento dell industria turistica italiana: e chi è andato in giro comunque, certamente ha cercato di spendere il meno possibile, facendo i conti spesso con aumenti che, magari, si sono fatti sentire ma sui quali si è riflettuto ben poco. Ai più infatti è sfuggito che quest anno sugli italiani si è abbattuta una scure fiscale anche in vacanza. Una vera stangata. A colpire i turisti, il boom delle imposte (tassa di soggiorno, per esempio) degli enti locali; in balia delle casse vuote. Un fenomeno sempre più in crescita che sta riducendo ai minimi storici i flussi turistici italiani. Nel Lazio e in Lombardia, invece, le giunte Zingaretti e Maroni hanno introdotto un altra tassa odiosa. L Iresa, l Imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili, che sta scatenando l ira degli addetti ai lavori. E un affondo per le compagnie aeree, un ulteriore danno per tutto il turismo, ha tuonato Luca Patanè, presidente di Federviaggio. La gabella dovrebbe essere di scopo, ossia utile a impiegare misure che abbassino i livelli di inquinamento acustico, ma il rischio che sia l ennesimo balzello che ricade sui viaggiatori è alto. Secondo i calcoli resi noti da Assaereo, la nuova tassa avrà un impatto da 37milioni di euro nel 2013 e di 55milioni nel Intanto, per l Ufficio Studi di Federviaggio, i vettori che operano negli scali romani avranno un impatto di circa 5euro per passeggero per i viaggi nel medio raggio e di oltre 2euro per i viaggi nel breve raggio. E un fiume in piena Patanè: Sono inaccettabili i livelli di Iresa imposti dalla Regione Lazio nell ultima Finanziaria (entrata in vigore dal primo maggio, ndr) e che avranno un conseguente impatto negativo sull occupazione e sull economia provocando, inoltre, un aumento di costi per tutti i viaggiatori. Non finisce qui. Biglietti più cari anche per chi deciderà di volare partendo da Fiumicino. Conseguenze? Le compagnie aree cercheranno di scaricare i costi sugli utenti per evitare di finire strozzate dalle tasse. Un iniziativa, tra l altro, già avviata dal governo di Mario Monti. Negli ultimi provvedimenti, infatti, il senatore a vita aveva fatto schizzare di 10 euro le tasse per passeggero nello scalo romano per favorire il gestore aeroportuale. La nuova Iresa approvata dalla giunta Zingaretti, invece, prevede un introito per la Regione di oltre 90milioni di euro in due anni, ma di questi soldi solo il 10% sarà impiegato per lenire gli effetti ambientali. Un imposta che al Presidente di Federviaggio non va proprio giù. La crisi della finanza pubblica è un fattore di grave preoccupazione, ha osservato. E ancora: La creazione di nuove tasse, tariffe e imposte che pesano sul settore viaggi contribuiscono solo a peggiorare la già difficile situazione economica del Paese. Allarmanti le stime prodotte dall Associazione nazionale vettori e operatori del trasporto. Per un aeromobile di medio raggio un Airbus 320, ad esempio 267euro saranno i costi aggiuntivi. Per un velivolo a lungo raggio - un Boing 777, invece - la perdita di competitività raggiunge la cifra di euro. Una tassa, quindi, dai molteplici effetti negativi che inciderà ulteriormente sul pessimo stato del turismo italiano. L APPELLO DI GIUSEPPE SARNELLA (CONFIMPRESE) Fate dedurre alla gente le spese per le vacanze Tempo di bilanci: e non sono positivi per l industria della ricettività in Italia. Il quadro che traccia Giuseppe Sarnella Presidente di Confimprese Turismo Italia alla luce dei numeri che certificano un'estate di crisi e paure anche per il comparto turistico, è poco rassicurante. Calo del fatturato dell'intera industria turistica, italiani che preferiscono le spiagge di Miami o di Formentera rispetto a quelle italiane, diminuzione dei lavoratori stagionali, niente "tutto esaurito" nelle località principali del belpaese e sullo sfondo un paese che, dopo la condanna di Berlusconi, vede riemergere le congenite incertezze politiche che il governo Letta era stato solo in parte in grado di lenire. Questo il quadro desolante che l'estate 2013 fornisce dell'italia, da sempre considerato paese industrializzato ad alta vocazione turistica. Il lieve aumento di presenze di turisti stranieri registrato in queste settimane di altissima stagione è la conferma di un paese fermo, che fatica anche a prendersi le vacanze. La grave recessione che stiamo vivendo è il motivo principale di questi dati tristi ma non va sottovalutato il clima pesante che i nostri connazionali respirano andando in giro per il paese, motivo questo che li spinge a portare soldi dove non c'è questo spiacevole clima di caccia alle streghe e di ricerca forsennata di presunti evasori. Qui serve un radicale cambio di passo, una cura shock perché l'intero paese è gravemente malato. La crisi del turismo in piena estate è solo l'ennesima e amara conferma di questa agonia che prosegue inesorabile", spiega Sarnella, che invita il Governo Letta apprendere spunto dal modello statunitense, dove i cittadini posso scaricare dal proprio reddito molte spese. Il redditometro è un metodo che ha delle indiscusse positività ma inevitabilmente genera un clima di sospetti e paure e in parte può aver contribuito alle fughe dei turisti dalle località italiane. Dobbiamo far emergere il nero? E allora - prosegue Sarnella - si dia la possibilità al cittadino di scaricare dalla propria dichiarazione dei redditi le spese correnti come avviene negli Stati Uniti, questo porterebbe ad una naturale e spontanea emersione del sommerso con tutti i giovamenti del caso. V.B. Sono stati 470 i comuni italiani che hanno deciso di applicare la tassa di soggiorno in alberghi e b&b Visitatori scontenti e tassati di Carola Parisi Mentre il governo Letta sta cercando un modo plausibile per trovare le coperture finanziarie per non far pagare l'imu 2013 ed evitare il rincaro dell'iva al 22%, c'è un'altra tassa che continua ad aumentare. Si tratta della tassa di soggiorno, introdotta dalla legge sul Federalismo Fiscale, che va a colpire tutti coloro che alloggiano in vacanza. Da inizio luglio 2013 i comuni che hanno adottato l'imposta di soggiorno sono stati 492; più precisamente 470 ai quali vanno aggiunti altri 22 comuni che, in alternativa, hanno introdotto la tassa di sbarco. E' quanto emerge dall'aggiornamento dell'osservatorio sull' imposta di soggiorno, realizzato da Mercury srl per conto di Federalberghi. Tassa di soggiorno, è boom. Nel 2011 veniva reintrodotta dal governo Monti, la "tassa di soggiorno che si paga per ogni giorno trascorso nelle strutture, come alberghi e bed & breakfast, di quei comuni che abbiano scelto di usufruire dei benefici dell'imposta. Ma se in un primo momento le città, dalle più grandi alle più piccole, che avevano deciso di applicare la tassa (chiamata anche "tassa sulle vacanze") erano all'incirca una decina (tra cui Roma e Firenze), nell'ultimo anno è stato registrato un vero e proprio boom che ha portato il numero di comuni a quasi 500. Considerato perciò il periodo di crisi economica che sta colpendo da parecchi anni le amministrazioni locali, molti sindaci e relativi consigli comunali hanno deliberato a favore dell'introduzione dell'imposta, nel tentativo di portare nelle casse nuova liquidità. Costi. Non si tratta di cifre folli ma, in un periodo di recessione, fanno la differenza. L'onere della tassa di soggiorno oscilla da un minimo di 0,50 euro a notte fino ad un massimo di 5 euro a notte. E non finisce qui visto che la tassa di soggiorno non è esente da rincari. L imposta è applicato in misura ed in modalità decisamente differenti tra città e città e deve essere riscossa immediatamente dai titolari di tutte le principali strutture ricettive. L'intenzione delle principali città d'arte e delle principali località turistiche italiane è, ovviamente, quella di aumentare la tassa di soggiorno. A Milano il rincaro è di un euro per ogni categoria, mentre a Napoli si potrà anche arrivare ai 5 euro di onere a notte. A Roma, invece, l'idea è quella di estendere il pagamento di questa tassa ad un nuovo insieme di strutture ricettive. Basta un esempio. Una famiglia composta da tre persone (moglie, marito e figlio quindicenne), che, nel periodo dell alta stagione, trascorre un week end in una città d arte, soggiornando in un albergo a tre stelle, spenderà 150 euro per ciascuna delle due notti. Il prezzo, che prima della tassa di soggiorno, era pari a 300 euro, diventa 312 euro a Roma, 315 nel centro storico di Venezia e 318 a Firenze. Il paradosso sta nel fatto che se la famiglia scegliesse un albergo a due stelle, l imposta, in proporzione, aumenterebbe da 4% al 5,45% del totale. I soldi dove vanno a finire? Molto semplice: la tassa colpisce i turisti delle strutture ricettive, ma finisce nelle casse dei Comuni in cui queste strutture sono site. In sostanza, quindi, è un modo con cui i Comuni possono prendere una boccata d aria e ingrassare il proprio bilancio senza tassare e senza penalizzare i propri cittadini. Per il 2013, l introito complessivo dell imposta di soggiorno, tenuto conto di tutte le esenzioni e le agevolazioni, può essere stimato in almeno 268 milioni di euro, che corrispondono a una media di 1,35 euro circa per ogni turista, e un incasso medio per comune di più di euro. Ovviamente il peso dell imposta è molto rilevante in valori assoluti nelle grandi città (59 milioni di euro a Roma, 21,8 a Firenze, più di 29 milioni a Venezia, 24,8 milioni a Milano) che vedono prevalere nettamente la ricettività alberghiera; il carico per cliente oscilla dai circa 2,90 euro a persona per Venezia ai 2,70 euro di Firenze e Milano ed ai 2,00 euro di Roma; in questo ultimo caso è presente anche una forte componente extralberghiera.

4 Venerdì 23 agosto Salute La sigarette, nel passato erano segno di prestigio, eleganza e benessere: oggi l inversione di tendenza Dimmi se fumi e ti dirò chi sei I tempi cambiano e in molti Paesi si decide di adottare divieti e prescrizioni di Francesca Ceccarelli Uno dei piaceri e dei vizi più diffusi dell umanità, per di più legale. E il fumo. Da sempre indicatore di alta estrazione sociale, eleganza, prestigio e benessere oggi subisce un imponente declino. E infatti in questi anni iniziata una vera e propria crociata antifumo che vuole combattere alla radice una delle cause primarie portatrici di malattie come il cancro. Tutto il mondo è mobilitato in prima linea, in primis gli Stati Uniti, antesignani di tale controtendenza. Proibito è fumare anche all aperto: non si transige nel Nuovo Continente. I cartelli No Smoking sono stati disseminati attualmente in2.600 luoghi, tra i quali i parchi pubblici, le spiagge demaniali e i campus delle università. Elenco destinato ad aumentare. Il tramonto di un mito: Churchill che fa il segno della vittoria reggendo un colossale sigaro, i belli e le belle del cinema che avevano sempre una sigaretta, un sigaro, una pipa. Puro, vero, tabacco vero, alla faccia del prototipo elettronico. Immagini che oggi subiscono anche una ferrea censura come è successo a quella dell allora giovane Alain Delon, ripreso nel 1966 e scelto oggi per pubblicizzare un profumo. Cancellata la sigaretta che pendeva tra indice e medio. A ognuno la propria sigaretta: quello elegante fumava sigarette esotiche, il duro succhiava roba robusta e nazionale. Humprey Bogart, un esempio insostituibile: impossibile immaginarlo senza le sue Chesterfield, marca preferita anche da Frank Sinatra e James Dean. Fumava anche la bellissima, oggi ecologista convinta, Brigitte Bardot, della quale agli esordi era impossibile trovare immagini senza la cicca tra le dita. Un elemento fondamentale la sigaretta che forniva carattere e vigore al personaggio. Un altra figura intramontabile è quella di James Bond che, come il suo papà Ian Fleming, fumava fortissime sigarette turche: l attuale, quello del cinema, continua a bere Martini, ma ha smesso di fumare da un pezzo. E ancora il mitico Gino Cervi, tra l altro inter- bambino 267 x 173.pdf 1 18/06/13 09:07 prete di Maigret da Georges Simenon perché fumava, veramente, la pipa come il suo ispettore. Il tabacco quindi filo conduttore di un intero secolo: giunto nei decenni scorsi, oggi sembra non sortire più lo stesso effetto fascinatorio. Complici di questa disfatta i salutisti e le istituzioni che, imponendo leggi sempre più restrittive, rende difficile e quasi impossibile gustarsi un Malboro in santa pace. FOCUS Combattere l astinenza da tabacco in dieci mosse 1) Prendersi del tempo per determinare esattamente quando si ha l'abitudine di fumare: se dopo i pasti, dopo una corsa intorno al quartiere, o anche dopo la doccia ogni mattina. 2) Creare un piano d'attacco. Potrebbe essere qualcosa di semplice come una palla antistress nelle mani, o anche solo un pezzo di caramella dura tenere la bocca occupata. 3) Evitare le tentazioni che si nascondono (evitare luoghi e passatempi che mettono alla portata di sigarette). Se si va a mangiare fuori, assicurarsi di essere seduti nel non-fumatori. 4) Pulire la casa di tutti gli strumenti fumo. Ciò significa che tutti i posacenere, accendini, fiammiferi e sbarazzarsi l'odore di sigarette. 5) Se si ha un posto dove di solito fumare quando si è a casa, prendere in considerazione la riorganizzazione di questo luogo. 6) Scrivere il proprio obiettivo per smettere di fumare: può sembrare un dettaglio minore, ma in realtà può fare molto per essere sicuri di mantenere la vostra priorità per uscire in cima alla sua agenda. 7) Fare un vero e proprio voto. 8) Fare più esercizio fisico e mantenere il corpo in forma. 9) Se avete bisogno di qualcosa in bocca, bere acqua o mangiare spuntini sani. 10) Ottenere il sostegno di amici e familiari. C M Y CM MY CY CMY K

5 5 Società Come è noto d estate le fasce più deboli sono quelle che subiscono di più i disagi stagionali Nonno ti lascio solo, vado in vacanza Quando la terza età diventa, ingiustamente, un handicap per la famiglia. Le istituzioni provano a dare un sostegno di Francesca Ceccarelli 2013 si appresta alle battute finali ma non l attività del Filo L estate d'argento, numero gratuito dell Auser ( associazione di volontariato e promozione sociale, tesa a valorizzare gli anziani e a far crescere il loro ruolo attivo nella società). Nonostante infatti la crisi abbia diminuito di gran lunga il numero di famiglie andate in vacanza, non diminuisce la cifra di nonni che restano a casa per necessità o perché si rifiutano di lasciare le quattro mura, in cui vivono soli in un caso su tre. Sono soprattutto gli ultra 65enni a comporre il numero gratuito dell'auser ( ): solo nel 2011 in hanno chiamato per cercare compagnia telefonica (contro uomini), hanno chiesto la consegna dei pasti (1.423 gli uomini) e aiuto per la spesa (797 gli uomini). Estate è sinonimo di svago e allegria. Non per tutti. Spesso per gli anziani l'estate significa dover fare i conti con la solitudine e il disagio. In particolare sono a rischio gli anziani che hanno già una malattia preesistente, se vivono da soli, magari ai piani più alti dove fa più caldo e senza condizionamento d'aria. I disturbi a cui possono andare incontro sono: malessere da calore, colpo di calore, cute secca con assenza di sudorazione, respiro superficiale, stato confusionale, convulsioni fino ad una vera e propria perdita di coscienza. Negli ultimi tempi anche le città si stanno adoperando per fornire servizi adeguati. Soprattutto in quelle più grandi come Roma, Firenze, Milano e Bologna, sono molteplici: passeggiate organizzate, giochi, musica, teatro, mostre, balli sono soltanto alcuni esempi. Ci sono, poi, servizi creati ad hoc per far sentire più sicuri gli anziani come servizi di teleassistenza, attivabili tramite apposito numero verde, per rispondere a situazioni di emergenza; i pony della solidarietà per rispondere a bisogni quali far compagnia o sbrigare piccole faccende; la collaborazione con i supermercati che si impegnano, gratuitamente, a portare la spesa a casa alle persone anziane. Ci sono inoltre associazioni alle quali gli anziani possono rivolgersi per far garantire i propri diritti, ad esempio l Ada oppure i 15 mila volontari del Filo d'argento, la linea telefonica che l'auser dedica ai cittadini meno giovani, pronti a rispondere tutti i giorni ai loro problemi. Ci sono poi centri anziani comunali, strutture residenziali, centri diurni per anziani fragili e non mancano servizi dedicati all'assistenza economica, relativa ai trasporti cittadini e al pronto intervento sociale del Comune. Insieme a scuola di internet L INIZIATIVA Chi l ha detto che in terza età sia troppo tardi imparare a usare il computer? E di questa idea la Fondazione Vodafone Italia che ha dato il via al progetto Insieme a scuola di internet, un percorso di formazione digitale destinato agli over 55 grazie a un programma erogato da 500 giovani studenti universitari. Il corso completamente gratuito guidato da giovani universitari o neolaureati opportunamente formati e retribuiti, è rivolto a persone di età superiore ai 55 anni. Una durata totale di 8 ore, suddivise in 4 sessioni da 2 ore ciascuna, prevedrà l utilizzo di tablet e formerà, con metodo rivolto alla consolidazione delle informazioni apprese, su aree quali comunicazione, utilità, informazione e benessere. Ora l appello è per la ricerca di insegnanti under 30 che vogliano dedicarsi a questi alunni oversize. Sono aperte infatti le candidature per i 500 giovani formatori digitali. Il modulo e il regolamento ne visionabile sul sito dove è possibile inviare la propria candidatura per partecipare al processo di selezione che porterà a settembre all avvio delle aule gratuite di formazione digitale per gli over 55 interessati ad apprendere i segreti del web. I corsi si terranno anche a Padova, Venezia e Verona, in collaborazione con gli atenei universitari presenti nelle città. Sempre sullo stesso portale è possibile iscriversi se si hanno più di 55 anni e si vuole ricevere l abc del computer a titolo gratuito. Il progetto è frutto di un intesa siglata lo scorso febbraio tra Fondazione Vodafone Italia, il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, il Ministero per la Cooperazione e lo Sviluppo Internazionale e l Associazione Nazionale Comuni Italiani. F.Ce. TOKYO Arriva il supereroe per donne e persone anziane in difficoltà Superman, batman e chi più ne ha ne metta. Ma chi aveva mai sentito parlare di un eroe per anziani e mamme in crisi? I giapponesi a quanto pare. Infatti proprio a Tokyo, culla della cultura manga e della venerazione degli anziani è nata una curiosa iniziativa volontariato.ventisette anni, un lavoro in un negozio di alimentari, nel tempo libero indossa il costume da Power Ranger e si presenta alla stazione della metropolitana in un quartiere occidentale della capitale: questo l identikit di Tadahiro Kanemasu, il giovane portabandiera dell iniziativa. Per questioni culturali, i giapponesi faticano a offrire e accettare aiuto da altri ha dichiarato- perché poi si sentono in debito. Indossare questa maschera mi ha aiutato molto a superare il problema. Dopo tre mesi di attività, ovviamente non remunerata, è diventato un attrazione per i bambini e un vero e proprio eroe per mamme e anziani. Tanto che ha cominciato a pensare in grande. Posso rimanere qui soltanto un paio di ore al giorno, quando non lavoro. Vorrei mettere insieme una squadra di volontari per offrire questo servizio in pianta stabile. L invito è aperto. Già sono pronti i primi due costumi, nei colori blu e rosso, per completare la squadra di supereroi della metropolitana. F.Ce. "Diffidae de chi veu controlà e vostre palanche": così un Comune mette in allerta i cittadini Una truffa al giorno... ed è allarme sociale Un media estiva decisamente in aumento rispetto al passato: c è da preoccuparsi Euggio a-e trufe, ovvero "attenti alle truffe". Questa la scritta che nel genovese hanno usato per mettere in allerta gli anziani dal posto da eventuali raggiri. Un anziano raggirato al giorno, +20% rispetto al Si tratta di allarme sociale: ecco che allora che i consigli sono scritti non solo in italiano ma anche in dialetto genovese. La traduzione in dialetto è stata fatta dallo studioso Franco Bampi, presidente de "A Compagna". Dei veri salvavita. L'idea è del Municipio Valpolcevera, grazie alla collaborazione con l'ufficio relazioni con il pubblico della Questura: il risultato è un pieghevole in distribuzione nei centri di aggregazione e nelle case. Un vera emergenza sul territorio del genovese: solo ad agosto con malviventi che hanno colpito più di 20 volte, a luglio è stata superata quota 30. Uno sforzo congiunto di Polizia e carabinieri che lavorano ogni giorno insieme per combattere il fenomeno con squadre specializzate e controlli serrati. Sono un ispettore Inps, dell'enel, delle Poste: queste le scuse banali degli impostori che cercano di accattivarsi le grazie delle anziane vittime. Facendo leva su legami familiari ("sono un amico di suo figlio, sa mi deve..."), riescono sempre purtroppo ad arrivare al loro losco scopo. E gli anziani capitolano in pieno non per stoltezza ma per eccessiva onestà, solidarietà e amicizia. No arvì a porta de caza a chi no conoscei", questa è la regola numero 1. "No afermave mai pe-a stradda pe da a mente a chi ve ofre facili goagni", è quella che viene sottolineata perché le cose vanno sempre così. Storie diverse che riempiono i verbali della polizia e dei carabinieri schierati ogni giorno nella lotta alla criminalità. F.Ce.

6 6 Esteri COLPO DI SCENA NELLA VICENDA DEL MASSACRO DI CIVILI PERPETRATO CON ARMI CHIMICHE ALCUNI GIORNI FA Assad: La strage? Colpa dei ribelli. Ecco le prove La Francia non ci crede. Gli Stati Uniti si preparano al modello Kosovo e pensano di intervenire senza il mandato dell Onu di Valter Brogino Le armi chimiche hanno parlato. Ora stanno parlando quelle della propaganda. Il risultato però rischia di essere lo stesso: migliaia di vittime tra i civili. E che la situazione stia precipitando lo confermano gli allarmi lanciati da più parti circa un ormai già avviato esodo di dimensioni bibliche della popolazione, terrorizzata da un intervento esterno in una Siria già martoriata da anni di guerra civile. Come in un film visto troppe volte, si stanno in questa fase ripetendole scene di accuse incrociate sull utilizzo di armi di distruzioni di massa, avvenuto la scorsa settimana in alcuni sobborghi di Damasco. Se l indiziato principale di questo orrendo crimine è, secondo la stampa occidentale allineata, il regime di Assad, ieri l esercito ha assestato un colpo mediatico a suo favore. È stato ritrovato un deposito di agenti chimici in un tunnel dei ribelli situato nel sobborgo di Jobar. Secondo quanto afferma la tv di stato siriana, alcuni militari sono rimasti intossicati e sono stati soccorsi dalle ambulanze. È una notizia che, qualora confermata, potrebbe inceppare la macchina da guerra che è già stata messa in moto dagli Usa. Con Obama che, nonostante il premio Nobel per la Pace in tasca, ha già allertato le sue forze armate. Il Dipartimento della Difesa - ha detto il segretario alla Difesa, Chuck Hagel, mentre era in volo per l'asia - ha la responsabilità di fornire al presidente opzioni per tutte le emergenze e questo Siria: resti di animali uccisi dai gas richiede il posizionamento delle nostre forze e dei nostri asset per essere in grado di attuare qualsiasi opzione il presidente possa scegliere. Hagel non è voluto entrare nei dettagli, ma secondo alcuni media, la marina americana sta rafforzando la sua presenza nel Mediterraneo. Sempre in merito all'utilizzo di armi chimiche da parte della Siria, i consiglieri alla sicurezza nazionale di Obama questo fine settimana si riuniscono alla Casa Bianca per discutere le opzioni americane, tra cui una possibile azione militare. Il presidente - ha detto Hagel - ha chiesto al dipartimento della Difesa delle opzioni. Come sempre, il dipartimento è preparato, è stato preparato, per offrire al presidente degli Stati Uniti opzioni su tutti i rischi e continueremo a farlo. Abbiamo a che fare con un problema molto serio - ha concluso Hagel - stiamo lavorando con i nostri partner internazionali, con la comunità internazionale e con le Nazioni Unite. Stiamo esaminando tutte le opzioni. Da un punto di vista politico, non è detto che gli Usa si mettano ad attendere un mandato Onu. Anzi, secondo il New York Times, gli assistenti del presidente Obama alla sicurezza nazionale stanno ripassando la guerra aerea della Nato in Kosovo come un possibile modello per agire senza un mandato delle Nazioni Unite. È pur vero che la Russia e la Cina potrebbero non stare a guardare, almeno questa volta: soprattutto la diplomazia di Putin, comunque, sta spingendo affinché si possa arrivare ad una verifica Onu su quanto accaduto la settimana scorsa. Segnali di iperattivismo anche dalla Francia, il cui Ministro degli Esteri Laurent Fabius, dalla confinante Giordania, dice che sul massacro di alcuni giorni fa tutte le prove portano ad Assad. L esatto contrario di quanto afferma l Iran, con il presidente Hassan Rohani che ha condannato con parole di esecrazione la strage e il portavoce del Ministero degli Interni che ha incolpato i ribelli, bollandoli come gruppi terroristici. FORTUNATAMENTE SOLO TANTA PAURA PER I DUE ITALIANI RAPITI IN THAILANDIA E POI RILASCIATI Un sequestro lampo da farsa Danilo De Vito e Antonio De Mauro vittime dell azione illegale di un gruppo di poliziotti di Francesca Ceccarelli Stanno bene, sono protetti e tra qualche giorno torneranno in Italia : con queste parole, riferite da fonti dell'ambasciata italiana in Thailandia, si chiude la vicenda del sequestro lampo di due connazionali, che ha tenuto il Paese con il fiato sospeso per diverse ore. Una storia da film quella dell architetto Danilo De Vito, 51 anni e dell ingegnere Antonio de Mauro, 62 anni. Possa passare presto : questa la storica battuta pronunciata dal giudice in Fuga di mezzanotte, discusso cult degli anni 70 dove uno studente universitario Billy Hayes, veniva arrestato all'aeroporto di Istanbul per possesso di hashish, condannato inizialmente a quattro anni di reclusione e in seguito all'ergastolo nel carcere di Sagmacilar. E andata sicuramente meglio ai due italiani che se la sono cavata solo con ventiquattro ore di detenzione. Due i poliziotti thailandesi che sono stati arrestati perchè avrebbero sequestrato, a scopo di estorsione, la coppia di amici: in realtà le autorità thailandesi sono ancora alla ricerca di altri due poliziotti, sospettati di complicità nel sequestro lampo. La ricostruzione dei fatti è stata resa nota nelle ore successive la soluzione della vicenda:secondo il quotidiano locale Bangkok Post, che cita direttamente la polizia locale, i due turisti sono stati bloccati dai poliziotti corrotti lunedì scorso, 19 agosto, mentre prelevavano denaro da un bancomat poco dopo il loro arrivo, nella zona di Nana. Gli agenti si sono scagliati contro gli ignari turisti, accusandoli di usare una carta falsa e chiedendo loro 2 milioni di baht (quasi euro) per non denunciarli. Quindi i due turisti sono stati portati in un albergo dove, dopo varie trattative, sono riusciti a ridurre della metà la somma (1 milione di baht, oltre euro). Martedì 20 poi hanno chiamato le famiglie in Italia per farsi accreditare il denaro sui conti correnti. Insospettiti e allarmati i famigliari hanno prontamente contattato l'ambasciata italiana a Bangkok che ha rintracciato sul cellulare i due e ha denunciato il sequestro alla polizia locale. Nel frattempo gli investigatori thailandesi erano riusciti a individuare il nascondiglio e hanno potuto così liberare i sequestrati, perdendo però le tracce dei rapitori che sono riusciti a fuggire. Solo due di loro in seguito si sono costituiti alla polizia. Al momento i due italiani sono ancora a Bangkok per essere ascoltati dagli investigatori in qualità di testimoni, il tutto con la garanzia di assistenza da parte dell'ambasciata. Ergastolo per Robert Bales, aguzzino dell Afghanistan NEGLI USA Una data che il 38 enne Robert Bales ricorderà per sempre, non c è dubbio. Venerdì 23 agosto il sergente dell esercito degli Stati Uniti è stato condannato da un tribunale militare al carcere a vita per la strage di civili in Afghanistan dell 11 marzo 2012, in cui uccise 16 persone e ne ferì altre sei. Niente rilascio per buona condotta. Alla lettura della sentenza presenti anche alcuni parenti delle vittime arrivati dall Afghanistan per testimoniare durante il processo: alcuni di loro hanno espresso delusione per la mancata pena di morte. L 11 marzo del 2012 Robert Bales uscì dalla sua base vicino a Kandahar e, una volta raggiunto a piedi un villaggio poco lontano, entrò in tre case uccidendo chiunque si trovasse davanti. In tutto Bales uccise 16 persone e ne ferì altre sei. Diciassette delle sue vittime erano donne o bambini. Inutili e fuori luogo perciò le scuse del giovane gli ultimi giorni del processo ai parenti delle vittime. Secondo la difesa, quando ha compiuto il massacro Bales si trovava in un particolare stato di stress perché doveva affrontare dei problemi economici e con sua moglie, negli Stati Uniti. La giuria avrebbe potuto condannare Bales all ergastolo, con la possibilità di ricevere la libertà condizionata dopo 20 anni, ma la corte ha deciso di non dare al militare questa possibilità, anche se uno dei generali potrebbe ancora decidere di ridurre la pena a ergastolo con possibilità di libertà condizionata. Roma, via Giovanni Paisiello n.40 Tel Fax Direttore responsabile Francesco Storace Società editrice Amici del Giornale d Italia Sito web Per la pubblicità su Il Giornale d Italia rivolgersi al Responsabile Marketing Daniele Belli, tel mail: California: il sindaco di San Diego si dimette: accusato di molestie Dopo settimane di polemica alla fine è arrivata la decisione: il sindaco di San Diego (California) Bob Filner si è dimesso. Il politico democratico era stato accusato da 18 donne di molestie sessuali. Inaccettabile. Già da giorni circolava la notizia sulle sue prossime dimissioni. Per cercare di riconquistare l opinione pubblica Filner si era anche sottoposto a due settimane di cure in una clinica specializzata in dipendenze sessuali per "guarire" da quella che lui stesso aveva definito una mania. Ma i suoi elettori non l hanno perdonato. Così adesso San Diego si prepara a elezioni straordinarie, un evento che politici sia repubblicani che democratici chiedevano da tempo. Filner è il quarto primo cittadino degli ultimi sette sindaci della città californiana che termina il mandato prima della scadenza naturale: tra i suoi predecessori, infatti, Pete Wilson che si era dimesso nel 1983 perché eletto al Senato; Roger Hedgecock che era stato cacciato nel 1995 in seguito alle accuse di associazione a delinquere e spergiuro; Dick Murphy aveva lasciato a causa di problemi economici ereditati da gestioni precedenti. Chissà cosa ne penseranno i cittadini chiamati per l ennesima volta alle urne: curioso sarà vedere le varie campagne elettorali. Quali escamotage verranno usati? Sicuramente una battaglia a colpi di scandali. Il sindaco di San Diego (California) Bob Filner

7 IL PEDOFILO CHE SI VANTAVA IN TV Finalmente individuato l orco de Le Iene Aveva approfittato volentieri della visibilità offertagli da Le Iene per mettere in piazza le sue turpi morbosità, il suo modo raccapricciante di abbordare minorenni e persino il tariffario pagato per le sue sordide consumazioni. Un criminale che ora i carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno arrestato C.D. classe 1964, in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Roma Elvira Tamburelli, su richiesta del sostituto procuratore di Roma, Vittoria Bonfanti, poiché responsabile di prostituzione minorile e violenza sessuale. Le indagini eseguite dal Nucleo investigativo di via in Selci hanno ha avuto inizio dopo un servizio televisivo dal titolo Storia di un pedofilo, trasmesso il 27 gennaio scorso nel corso del programma Le Iene, ed effettuato a seguito di una segnalazione di due persone. Nel servizio, relativo ad una vicenda di abusi sessuali subiti da un minore, venivano intervistati sia la madre che il presunto pedofilo, che ammetteva di aver avuto rapporti sessuali con il minore. Le indagini hanno consentito di individuare il minore vittima degli abusi sessuali, subiti a partire dall agosto del 2011, nonché l autore che in cambio di prestazioni sessuali, nel tempo, ha consegnato somme di denaro e regali vari, come un telefono Iphone 4 e una consolle giochi, acquistati mediante finanziamenti, che trovati dalla madre nella cameretta hanno indotto il minore a confidarsi e raccontare l origine di denaro e regali. Nel corso dell arresto è stato trovato e sequestrato materiale informatico, ora al vaglio degli carabinieri di via in Selci. Restano dubbi, perplessità e riflessioni da fare su questa storia. Innanzitutto, come mai Le Iene non hanno semplicemente consegnato filmati e identità di questo personaggio alle forze dell ordine immediatamente, invece di limitarsi a fare il proprio share e infischiarsene. E perché non si è provveduto, davanti alla pericolosità sociale di un simile individuo, a riservargli una cella, invece di lasciarlo a casa. Gustavo Lidis 7 L IMPIANTO SCADE IL 30 SETTEMBRE, MA L ALTERNATIVA NON C È Malagrotta, la proroga è ormai dietro l angolo Sempre più probabile la decisione di lasciarla aperta fino a dicembre Intanto la Procura continua ad indagare sulle modalità di conferimento Da che poteva sembrare una possibilità, anche se concreta, ora è praticamente una certezza. La chiusura di Malagrotta si avvia verso l'ennesima proroga. Troppo breve l'arco di tempo che ci separa dal 30 settembre (giorno in cui la discarica più grande d'europa dovrebbe cessare la sua attività) e troppe le problematiche che stanno accompagnando la decisione sull'impianto di Falcognana. A tal proposito si attendono gli esiti sulle verifiche sulla discarica che al momento accoglie i materiali di scarto provenienti dalle autodemolizioni. Da una parte bisogna capire se l'autorizzazione vigente sia valida anche per il conferimento dei rifiuti trattati, dall'altra ancora non è chiaro il reale assetto societario di Ecofer Ambiente (la società proprietaria della discarica). A questi dubbi, si aggiunge l'interrogativo riguardante il corretto smaltimento all'interno della stessa Malagrotta nella quale, secondo la normativa, non può essere conferito il "tal quale"dallo scorso aprile ma che, secondo alcune foto scattate dagli abitanti della Valle Galeria, la stessa verrebbe puntualmente disattesa. L'eventuale procedura illecita è al momento al vaglio della Procura ma qualora dovesse essere confermato, oltre a rappresentare un elemento di inaudita gravità, non farebbe che aumentare lo scetticismo anche nei confronti dell'impianto provvisorio sull'ardeatina e sulla sua effettiva capacità di smaltimento di rifiuti trattati. Tutta una serie di rallentamenti quindi che stanno mettendo in evidenza l'incapacità delle attuali amministrazioni locali di gestire la delicata situazione e che soprattutto stanno rendendo inevitabile un ennesimo rinvio della chiusura definitiva dell'eterno maxi impianto di Cerroni, il quale a questo punto potrebbe chiudere i battenti non prima del prossimo dicembre. Questo nonostante le pregresse promesse di Zingaretti prima e di Marino dopo, i quali al momento dei loro rispettivi insediamenti, avevano messo come punto imprescindibile del programma la chiusura della suddetta discarica accompagnata a una più virtuosa gestione dei rifiuti. Al momento, invece, tutto è ancora al punto di partenza, il nuovo impianto provvisorio è lungi dall'essere individuato e i cittadini della Valle Galeria sono ancora sotto la morsa dell'aria avvelenata di Malagrotta. A questo punto non è dato sapere per quanto tempo ancora. Ugo Cataluddi Roma FIUMICINO Geyser alto cinque metri: fenomeno inspiegabile Q uello che proprio non si aspettavano i cittadini di Fiumicino: geyser in piena strada che sono fuoriusciti così, all improvviso. Destando preoccupazione e scompiglio tra la gente. Lo strano fenomeno è avvenuto ieri mattina in viale Coccia di Morto, località poco distante dal centro cittadino, punto nevralgico del traffico romano. Immediata la radunata di una piccola folla di curiosi pochi minuti dopo la diffusione della notizia. Dopo lo stupore iniziale è scattato l allarme per le sostanze nocive derivanti di soffioni di gas che sono risultati alti fino a cinque metri. Nel corso delle ore nell'aria si sono diffuse anidride carbonica e altri gas che - secondo i vigili del fuoco - potrebbero essere dannosi se respirati a distanza ravvicinata per molto tempo. Immediata la mobilitazione dei pompieri e dell'arpa Lazio che si sono messi subito al lavoro per individuare l'esatta provenienza delle esalazioni e interromperne il flusso. Dagli operatori accorsi sul luogo è stato escluso che la fuoriuscita sia stata dovuta a una conduttura rotta, anche se di fatto non si è ancora riusciti a trovare il punto originario del dissesto. Sul posto a lavoro anche esperti vulcanologi che hanno fatto rientrare l allarme intossicazione poiché, fortunatamente, nei paraggi non ci sono abitazioni. Cercateci e ci troverete ovunque. All indirizzo con un portale all news ed un giornale sfogliabile e scaricabile on-line. Siamo anche su Facebook all indirizzo Siamo anche abili cinguettatori, su Tutti i nostri video sul canale Youtube, Il giornale d Italia. Se volete scriverci, potete farlo all indirizzo

8 8 Italia DAL NORD E DAL CENTRO A Forlì sotto accusa una società partecipata: buttati 110 milioni di euro Si sgretola il buongoverno anche nelle province rosse Con quanti zeri si scrive 110 milioni di euro? È una cifra enorme che rappresenta il debito maturato da una delle cosiddette società partecipate all'italiana, quelle a carattere pubblico per servire la partitocrazia, in questo caso in Romagna. Epicentro del sisma politico e' Forlì: la Procura della Repubblica ha messo in mora quasi una trentina di persone a chiusura indagini e adesso sarà il giudice delle indagini preliminari a stabilire se andranno a processo i responsabili del disastro. Ottanta milioni di euro rappresentano il credito vantato solo dalle banche nei confronti della Sapro, la partecipata di cui si parla e molto a palazzo di giustizia. A rispondere dovranno essere ex assessori, dirigenti aziendali, associazioni di categoria, tutti allegramente coinvolti nella dissennata gestione che adesso è stata portata alla luce. Una società nata per trasformare e vendere terreni per attività produttive alla lunga e' servita - l'imputazione parte dalla bancarotta fraudolenta - a dissipare un mare di denaro, a premiare senza motivo i dirigenti e a realizzare plusvalenze definite illecite dagli inquirenti. Nelle carte degli investigatori, e' scritto che gli organi di amministrazione spesso operavano senza alcuna vera e propria logica aziendale e sovente per i propri personali interessi. I responsabili della società, infatti, avrebbero acquistato terreni a prezzi superiori rispetto a quelli reali di mercato, con un danno al fisco quantificato in 900mila euro. Acquisti che, per citare un solo esempio, hanno consentito al direttore generale di ottenere un incentivo di produzione che, solo dal 2000 al 2002, gli ha fatto percepire un bonus di oltre 580mila euro. Lo stesso direttore puntualizza la finanza ha fatto sì che Sapro acquistasse per 750 mila euro tre immobili e due terreni riconducibili a sue società. Dell inchiesta e del fatto che la Procura di Forlì ha rilevato reati fallimentari e societari a carico dei membri del collegio sindacale e del direttore generale, con il concorso di alcuni importanti imprenditori locali nel settore dell edilizia, è al corrente anche la Corte dei Conti dell Emilia Romagna a Bologna. È un'inchiesta che rappresenta l'emblema del fallimento di un sistema di potere, quello della sinistra anche nelle zone rosse. Francesco Storace Il denaro prima della giustizia - La trovata dei gestori di Mirkoro Gli Yankee di Saronno: una taglia per il killer In palio 50mila euro per catturare l assassino di Granomelli. È polemica All efferatezza si risponde con la stupidità. Forse pensano di essere nel far west i gestori della catena di negozi di compravendita di oro usato, Mirkoro, che hanno pensato bene di offrire una taglia di 50mila euro per la cattura dell assassino di Maria Angela Granomelli, uccisa a calci e pugni lo scorso 3 agosto nella sua gioielleria a Saronno (Varese). Un iniziativa che certamente scatenerà polemiche in uno stato con una storia alle spalle, dove non si può pensare di risolvere tutto con il denaro. Fatto sta che da domani circoleranno in provincia di Varese e di Milano quattro camion con cartelloni con l avviso della taglia e le immagini dell assassino ripreso dall impianto di videosorveglianza diffuse dalla Procura di Busto Arsizio. Nei prossimi giorni potrebbero essere distribuiti anche volantini nella zona. I titolari della catena, si legge in una nota, conoscevano personalmente la signora Maria Angela Granomelli e per questo motivo è stato deciso un gesto forte e significativo, al fine di aiutare e sostenere il lavoro degli inquirenti e delle forze dell'ordine. E la posta in palio è di ben 50mila euro. La somma verrà erogata a colui o coloro che consegneranno alle forze dell'ordine l'individuo ritratto in fotografia - prosegue - e nel caso in cui la cattura avverrà da parte delle forze dell'ordine tale somme verrà devoluta seguendo specifiche indicazioni da parte dell arma. Una scelta che stando al parere degli esperti è consentita dalla legge non essendoci nel codice divieti in tal senso, ma che allo stesso tempo è considerato un mezzo obsoleto, fuori dal tempo (visti i mezzi che hanno a disposizione gli inquirenti per reperire informazioni e procedere nelle indagini) e fuori anche da quella che è la cultura del nostro paese. Forse questi personaggi pensano di essere tra gli Yankee. Forse pensano che un premio possa incentivare una cattura che deve avvenire per questioni di giustizia e non di soldi. Intanto comunque le ricerche dell uomo continuano senza sosta. La sua foto, estrapolata dai video delle telecamere interne del negozio, è stata distribuita dalle forze dell ordine sia in Italia che all estero. Di segnalazioni all apposito numero verde istituito dalla Procura di Busto Arsizio ( ) ne sono arrivate a centinaia (ora c è il rischio che si moltiplichino data la taglia), nessuna però che abbia avuto un effettivo riscontro. Gli investigatori stanno anche analizzando una mole di tabulati telefonici per individuare un eventuale telefonino che possa essere rimasto nel negozio un tempo compatibile con quello dell'omicidio. L assassino era entrato come un cliente qualsiasi e dopo una buona mezzora passata a farsi mostrare monili si era accanito contro la commerciante per poi andarsene con un bottino dal valore insignificante. In queste settimane sono stati visionati tutti i filmati di tutte le telecamere pubbliche e private che si affacciano nei dintorni del negozio ma l omicida non compare in nessuno. Barbara Fruch SCOSSE IN TUTTO IL CENTRO NORD La terra trema La terra trema ancora. Una forte scossa di terremoto è stata avvertita a Pordenone poco prima delle 16 di ieri. La scossa, secondo quanto riferito dalla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, l epicentro è stato localizzato 4 chilometri a Nord di Barcis (Pordenone). Secondo quanto riportato dall Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il sisma ha avuto un intensità pari a 3,6 della scala Ml (magnitudo locale) e si è verificato ad una profondità di 9,2 chilometri. Al momento non risultano danni a persone o a cose, ma la scossa è stata avvertita nettamente in diverse località fino a circa 50 chilometri dall epicentro. Paura tra la popolazione anche a Pordenone, dove molti hanno avvertito il tremore distintamente. Una lieve scossa sismica di magnitudo 2.7 è stata registrata dai sismografi intorno alle 4:10 di ieri mattina anche nella zona tra Ancona, Numana e Sirolo, dove tre giorni fa è stata avvertito un movimento tellurico di magnitudo 4.4, che ha fatto pochi danni. Venerdì i sismografi dell Ingv hanno registrato altre due lievi scosse: una di magnitudo 2.2 nella stessa zona alle 18:13 e una di 2.1 con epicentro nell Appennino Maceratese alle 19:30. Terremoto anche in Toscana, dove una scossa di magnitudo 2.6 è stata registrata dall Ingv, nella nottata tra venerdì e sabato, tra le province di Massa Carrara e Lucca. I comuni più vicini all epicentro della scossa, delle ore 5.39, sono stati quelli di Casola in lunigiana, Giuncugnano, Minucciano, Piazza al serchio e Sillano. B.F. PARMA LA DENUNCIA DI PAOLA ONOFRI La tomba di Tommy sommersa dai rifiuti Non c è più rispetto. Lì dove sette anni il piccolo Tommy fu ucciso, sorge ora una discarica: sacchi di immondizia, bottiglie, eternit e rifiuti. A denunciare lo stato di degrado è la mamma del bambino, Paola Onofri. La lapide al Traglione (nella frazione di Casalbaroncolo nel comune di Parma), il luogo in cui il 2 marzo 2006 venne massacrato il suo piccolo, ancora una volta è invasa dalla spazzatura. E non è la prima volta. Nonostante i cartelli di divieto la gente va lì e abbandona di tutto, anche televisioni e frigoriferi. Non è la prima volta che vado lì a fare pulizia - racconta la donna a News Mediaset - il 6 settembre è il compleanno di Tommy e abbiamo deciso di celebrare una messa per ricordarlo. Così, Paola ieri mattina di buon ora si è messa a pulire, nella speranza, questa volta, che qualcuno impari ad aver rispetto di quel luogo in cui un bambino è stato ucciso senza pietà. Mi sono fatta aiutare da una vicina di casa per raccogliere tutto, mentre un amico ha tagliato le erbacce attorno alla lapide. Io vado da sola in quel luogo due o tre volte a settimana. E ogni volta porto via un sacco pieno di immondizia. Un gesto doppiamente incivile, non solo si pensa di creare una discarica a cielo aperto ma per di più si lo fa in un luogo dove è stata consumata una tragedia. Infangando così anche la memoria di quel piccolo angelo biondo. B.F.

9 9 Italia DAL SUD Bari Dopo la Seu, sul litorale levantino, è ancora emergenza Alga tossica nel mare: è allarme in Puglia L Arpa segnala concentrazione oltre i limiti ma la situazione è monitorata Intanto le autorità sanitarie lanciano l allerta per anziani e bambini Dopo l allarme Sindrome Emolitico Uremica a seminare il panico in Puglia ora ci pensa un alga tossica. Le analisi dei tecnici della ripartizione Ambiente del Comune e dell' Arpa Puglia hanno rilevato sul litorale a nord di Bari una presenza di ostreopsis ovata (meglio conosciuta come alga tossica) superiore ai limiti indicati dal ministero della Salute. La zona individuata è quella di Santo Spirito, a 200 metri a sud dal Lido Lucciola in base ai campioni prelevati lo scorso 20 agosto dopo le numerose segnalazioni da parte dei bagnanti. I sintomi che si possono manifestare sono vari e riguardano in particolare l apparato respiratorio e la pelle. Venendo a contatto con queste tossine si potrebbe andare incontro a rinite, faringite, laringite, bronchite, febbre, dermatite e congiuntivite. Il caso è seguito anche dalla Ripartizione Igiene del Comune di Bari che tutto sulla costa rocciosa. L alga si in una nota invita ad evitare lo stazionamento scontra proprio con la roccia e le lungo le coste rocciose du- tossine si sprigionano nell aria. Per rante le mareggiate e a limitare il questo diventa pericoloso sostare anche consumo alimentare di organismi quali sulla riva spiega il direttore i ricci di mare, che potrebbero accumulare dell Arpa, Giorgio Assennato Non la tossina. In presenza di sin- siamo in una situazione di emergenza, tomi ricollegabili all alga tossica è necessario ma nelle zone segnalate invitiamo, allontanarsi dalla spiaggia. almeno quando c è vento, a restare Vanno protetti in particolare i bambini, lontani dalla costa e dal mare. gli anziani e le persone affette E non è la prima volta che in regione da patologie dell apparato respiratorio capita. Anche l anno scorso riscon- (ad esempio gli asmatici e gli trammo diverse percentuali di alga allergici). I sintomi sono solitamente tossica in più punti della Puglia basta transitori e regrediscono spontaneamente solo un po di cautela per evitare nel giro di poche ore; se per- problemi ha aggiunto Il direttore sistono o si aggravano è opportuno dell agenzia regionale per la protezione consultare il proprio medico curante. ambientale Una volta che la Già nelle scorse settimane numerosi tossina raggiunge l uomo, si tratta casi di intossicazione da alga tossica comunque di sintomi passeggeri e erano stati segnalati a Nord della Puglia, non preoccupanti. Ma è sicuramente soprattutto nel tratto di mare meglio evitare lo stazionamento sulla compreso tra Bari e Trani. costa in presenza di mareggiate e PRS_01_13_PGS_176x213_Layout 1 15/02/ Pagina 2 La situazione diventa più preoccupante vento forte. quando c è maestrale, soprat- Carlotta Bravo Catanzaro - La tragedia Romeno senza patente investe e uccide 12enne Tragedia a Sella Marina, in provincia di Catanzaro. Un dodicenne Matteo Battaglia, si trovava davanti al negozio di frutta del nonno, quando, improvvisamente è stato travolto e ucciso sul colpo da un Suv, condotto da un romeno di 26 anni che guidava senza patente. L incidente stradale, sulle cui cause sono in corso accertamenti, è avvenuto ieri intorno alle 7.30 sulla statale 106. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Sellia Marina, il bambino si trovava in compagnia del nonno davanti al fruttivendolo di proprietà della famiglia, quando un suv lo ha travolto e ucciso sul colpo. L autovettura ha poi finito la corsa contro un'altra auto che è stata schiacciata e il cui conducente è rimasto gravemente ferito. Per il bambino invece non c'è stato nulla da fare e il suo corpo martoriato è stato coperto da un lenzuolo sul tratto della strada statale 106. Le ambulanze del 118 hanno trasportato romeno e l autista della seconda auto all ospedale di Catanzaro. Il conducente del suv è rimasto ferito a una spalla ma le sue condizioni non sono giudicate gravi. Non è in pericolo di vita, anche se le sue ferite sono più serie, nemmeno l automobilista alla guida dell altra vettura coinvolta nell incidente stradale che è stata praticamente schiacciata dal fuoristrada che dopo il primo terribile impatto è praticamente salito sopra l auto. Per quanto riguarda il cittadino romeno sono in corso ulteriori accertamenti per verificare le sue condizioni psico-fisiche. È stato intanto accertato che il 26enne era senza la patente: gli era stata ritirata nei mesi scorsi per guida in stato d'ebbrezza. A seguito dell'incidente la strada statale 106 è stata provvisoriamente chiusa al traffico nei pressi del bivio per Sellia Marina. Per poter rimuovere le auto coinvolte dalla carreggiata si è reso necessario l intervento di un autogru dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro. Sul posto anche i carabinieri, anche il padre di Matteo è un carabiniere. La madre invece è una casalinga e talvolta dà una mano all attività di famiglia. Anche ieri si trovava al negozio di frutta quando si è consumata la tragedia. B.F. SICILIA APPRODATI 350 STRANIERI Continuano gli sbarchi Continuano gli sbarchi. In meno di 48 ore sono più di 350 gli immigrati soccorsi: oltre ai 140 siriani soccorsi venerdì a sud di Siracusa, la guardia costiera ha intercettato 116 immigrati alla deriva a sud di Lampedusa per trasportarli nell'isola, mentre altri 99 immigrati di origine siriana sono stati raggiunti a largo di Porto Palo di Capo Passero. Nel pomeriggio di venerdì, la nave Fenice della marina militare, ha intercettato a sud di Lampedusa un gommone alla deriva con 116 persone a bordo. Il natante, in precarie condizioni di sicurezza, è stato successivamente raggiunto dalla nave Corsi della guardia costiera, in pattugliamento nel Canale di Sicilia, che è riuscita a trarre a bordo tutte le persone presenti sul gommone. Tra queste, prevalentemente di nazionalità somala, ci sono 17 donne e 3 bambini. Gli immigrati sono arrivati Lampedusa alle tre di notte. Nel frattempo la centrale operativa del Comando generale della guardia costiera ha coordinato le attività di soccorso ad altri 99 migranti, segnalati nel Canale di Sicilia da un aereo della Marina militare italiana. Tra loro sei donne e 25 bambini, che sono stati tutti inizialmente recuperati da un pattugliatore romeno del Frontex l'agenzia europea per la gestione della cooperazione alle frontiere. La nave, di nazionalità siriana, si è poi diretta verso la Sicilia orientale e, a 40 miglia da Porto Palo di Capo Passero, è stata raggiunta da una motovedetta della Guardia costiera di Siracusa e da un mezzo della Guardia di Finanza: Gli stranieri sono stati sbarcati a Porto Palo di capo Passero intorno alle di ieri. C.B. Eurosky Tower. L investimento più solido è puntare in alto. PORTO ROTONDO ARRESTATO UN PADOVANO Contro mano in rotatoria, offre 500 euro agli agenti Ha tentato di corrompere gli agenti con 500 euro pur che non gli ritirassero la patente. Ma la sua mossa gli è costata cara: è arrestato un imprenditore padovano di 45 anni, in vacanza in Costa Smeralda. L'uomo, sorpreso in sella alla sua moto mentre percorreva in senso contrario una rotatoria del centro turistico di Porto Rotondo, è stato fermato dai carabinieri della stazione locale che gli hanno subito contestato la violazione del codice della strada che in questi casi prevede il ritiro della patente e il sequestro del mezzo. È a questo punto che, secondo quanto ricostruito dai militari, il turista ha preso 500 euro in contanti dal portafogli e li ha offerti agli uomini in divisa per chiudere un occhio e risolvere la questione. Immediato l'arresto in flagranza per tentativo di corruzione. Una scena da film ma che, purtroppo a volte si manifesta anche nella realtà con agenti fermano un automobilista che ha appena commesso una grave violazione al codice della strada e alla richiesta dei documenti consegna il libretto di circolazione con all'interno diversi biglietti da 100 dollari. Nei film questo tipo di approccio a volte funziona, altre no. E anche nella realtà, purtroppo, è così. C.B. Eurosky Tower è il grattacielo residenziale di 28 piani che sta sorgendo a Roma, nel prestigioso quartiere dell EUR. Un progetto modernissimo e rivoluzionario che coniuga esclusività e tecnologia, ecosostenibilità ed eleganza. Eurosky Tower è destinato a diventare un simbolo di Roma e soprattutto un grande investimento che si rivaluterà nel tempo. Le residenze sono state progettate per offrire spazi comodi, ma al tempo stesso funzionali, perfettamente rifiniti in ogni dettaglio e con tagli che vanno dai 50 mq fino agli oltre 300 mq. La vicinanza di grandi aziende (italiane e multinazionali) e la posizione assolutamente strategica rispetto agli aeroporti e al centro città garantiscono una elevata richiesta di unità abitative di piccolo/medio taglio in affitto per manager e dirigenti. Al 19 piano, ad oltre 70 metri di altezza, sono state realizzate le prime tre residenze campione, altamente rifinite in ogni singolo dettaglio. Per prenotare la tua visita contatta i nostri consulenti al numero RE AWARDS Premio Speciale Smart Green Building UFFICIO VENDITE Roma EUR Viale Oceano Pacifico (ang. viale Avignone) Numero Verde

10 10 Costume L ITALIA È RICCA DI TRADIZIONI E CULTURA: A PARTIRE DALLE PAROLE Le mille e una lingua del Belpaese Una varietà di dialetti che rende lo Stivale un fenomeno sociolinguistico unico nel suo genere Oggi proseguiamo la pubblicazione con una piccola raccolta di detti popolari del centro-italia Marche Chi dice d'aé sempre 'ragljone e mai sbagljà, sicuramente è un mattu da legà. Chi dice di avere sempre ragione e mai sbagliare, sicuramente è un matto da legare. Se li gljorni de la merla voli passà, pane, pulenta, porcu e focu a volontà. Se i giorni della merla, cioè i più freddi dell'anno) vuoi ben passare, pane, polenta, maiale e fuoco a volontà. Pô tené lo gra che spica? Cuscì la jende che non dica Puoi impedire al grano di spigare? Così alla gente di parlare Invidia d'amigu è 'l pegiu nemìgu L'invidia di un amico è il nemico peggiore Quanno l'uliu fiurisce de giugnu, lu contadinu co' l'olio ce se lava lu grugnu. Quando l'olivo fiorisce di giugno, il contadino con l'olio ci si lava il grugno Lazio A chi pecora se fa', va er lupo e se la magna Chi ha un atteggiamento remissivo, cioè si fa pecora, subisce sempre, cioè si fa mangiare dal lupo A San Catall' esc' lu fridd' i entra lu call' A San Cataldo, all inizio maggio, esce il freddo e etra il caldo. Chi pensa co' la capoccia degl'avt co la sia ci gioca a bocce. Chi pensa con la testa degli altri con la propria ci gioca a bocce. Fa più 'na lengua cattia che centu bone Il male che fa una "malalingua" è infinitamente più grande del bene che possono fare le parole buone. Umbria Anghe la prèscia vòle lu tembu sua. Anche la fretta ha bisogno di tempo. Si lu Suvasiu c'ha lu cappéllu, fulignate pija lu mantéllu! Se il monte Subasio è coperto di nubi presto verrà il freddo o la pioggia anche a Foligno. Toscana Chi t'accarezza più di quel che sòle, o t'ha ingannato o 'ngannà te vole. Chi ti adula più del necessario, o ti ha ingannato o ti vuole ingannare Meglio un morto in casa che un pisano all'uscio. È meglio avere un morto in casa che un pisano alla porta In confronto a te 'r marmo di 'Arrara è pappa Sei talmente testardo che, in confronto alla tua testa, il marmo di Carrara è morbido La ragione l'è de' bischeri La ragione bisogna guadagnarsela, bisogna diffidare di chi dà ragione troppo facilmente a qualcuno Abruzzo A chije aspette, n hêre ije ne pare sétte A chi aspetta, un'ora glie ne sembrano sette. Dope che ha successe lu guàije la case s arembièsce de cunsèije Dopo che è successo il guaio la casa si riempie di consigli. È cchiù la spêse che la mbrêse È più la spesa che il ricavato. La ijérva cattève nen more maije L erba cattiva non muore mai. Sardegna Abrile 'nd at mortu sa mama a frittu Aprile ha ucciso la madre col freddo A chie est amigu s'amori di durada. Al vero amico dura l'amore. A chini olli troppu a sa fini 'nci perdiri latti e cardagiu Chi vuole troppo alla fine perde il latte e il pentolone. A is ricchetzas accudint is amigus. Alle ricchezze accorrono gli amici. Amai e non essi amau esti tempus perdiu. Amare e non essere corrisposti è tempo perso. Il Si può fare nei vari modi di dire nostrani

11 11 Sport PER IL MERCATO C È ANCORA TEMPO FINO ALLE 19 DI SABATO Al via la serie A delle cinque stracittadine Napoli più forte, ma anche quest anno la squadra da battere sarà la Juventus. Occhio pure al Milan di Giuseppe Sarra Serie A - Pronti e via. A scaldare il cuore di milioni di tifosi il grande calcio italiano. Tante le novità ma una certezza: anche quest anno la Juventus campione nelle ultime due stagioni - parte come favorita per lo scudetto. A contendersi la vittoria finale con la vecchia signora secondo i bookmakers e gli addetti ai lavori il Napoli di Aurelio De Laurentis. La squadra partenopea, forte di un ampio restyling della rosa e con Rafael Benitez (ex Chelsea, Inter, Liverpool e Valencia) in panchina - dal palmares di tutto rispetto: una Champions, una Coppa del Mondo per Club, una Supercoppa Europea, un Europa League, una Coppa Uefa, due Liga spagnole, una Supercoppa Italiana proverà a soffiare il campionato alla squadra di Torino. Un tricolore che manca dai tempi del Pibe de Oro. Un obiettivo possibile, grazie anche al caloroso trasporto dei tifosi napoletani. Era, infatti, dall epoca di Diego Armando Maradona che sotto il Vesuvio non si respirava un entusiasmo simile. Gomez, nuova punta viola Higuaìn, acquisto del Napoli Dietro Juventus e Napoli, la Fiorentina di Diego della Valle che grazie al gioco offensivo di Vincenzo Montella, fresco di rinnovo fino al 2017 cercherà almeno di lottare per le prime posizioni. Stesso discorso per il Milan. Anche se per il momento dalla sessione estiva del mercato (aperto fino alle 19 del 31 agosto) non sembrano essere arrivati giocatori capaci di migliorare le qualità dei rossoneri, il team di Allegri - trascinato da uno straripante Mario Balotelli darà del filo da torcere alle altre pretendenti. Anche quest anno la Lazio dopo la vittoria nel derby di Coppa Italia e la pesante sconfitta nella finale di Supercoppa contro la Juventus proverà a contendersi il terzo posto. Per Inter e Roma, tuttavia, la stagione alle porte sarà quella del rilancio. La squadra di Massimo Moratti, ormai prossimo alla cessione del biscione al magnate indonesiano Tohir, tenterà di mettersi alle spalle il nono posto dello scorso campionato, sognando con l arrivo di Walter Mazzari almeno i preliminari di Champions. Stessa sorte per il team capitolino di Rudi Garcia. A lottare per l Europa che conta, ci sarà anche l Udinese di Francesco Guidolin. Lunga la lista, invece, delle squadre per la salvezza (Sassuolo, Bologna, Chievo Verona, Catania, Torino, Cagliari, Hellas Verona, Livorno, Atalanta, Genoa). Intanto, cinque le stracittadine. Oltre ai classici Inter-Milan, Lazio-Roma, Juventus-Torino e Sampdoria-Genoa, occhi puntati sul derby di Verona tra Chievo-Hellas (neo promossa in Seria A). La diseguaglianza del dio pallone di Alessio Aschelter Malgrado tu abbia calpestato la memoria di chi, per seguire una squadra di calcio, ci ha lasciato la pelle, non ti ha sfiorato alcuna sanzione. Lo stadio che frequenti, ti ha spalancato le porte e hai continuato a profanare, in senso figurato ma non troppo, le tombe di Paparelli, De Falchi, Spagnolo e di tutti quelli che, usciti di casa per vivere una domenica spensierata, non vi hanno fatto ritorno. Se poi sostieni il Livorno, il margine di tolleranza, nei tuoi riguardi, è stato elevatissimo. Il 16 novembre del 2003, quattro giorni dopo la strage di Nassirya, dove caddero anche diciannove italiani tra militari dell esercito e carabinieri, hai spezzato la solennità del minuto di raccoglimento per lanciare slogan contro gli appartenenti all Arma e il settore del Piccheri ha seguitato a schiudere i suoi cancelli per farti assistere alle gesta degli amaranto. Sei stato graziato anche l anno precedente. Quando la frangia più radicale della tua tifoseria, ispirandosi all esempio del maresciallo Tito, ha ricordato agli ospiti triestini che le foibe non sono un reato. Probabilmente è lo stesso gruppuscolo che, ad oltre dieci anni di distanza, plaudirebbe alle incaute esternazioni di Nieri, attuale vicesindaco di Roma. Quando i rivali hanno affrontato i tuoi beniamini, al di là dei colori per cui tieni, li hai presi di mira bollandoli La curva nord laziale con epiteti che richiamano mammiferi o residui fisiologici; hai insultato le loro mamme, anche defunte, e le loro mogli; con goliardia hai marcato difetti fisici o vizi conclamati e hai rispolverato perfidi pettegolezzi; hai a più riprese implorato la morte di quegli antagonisti chi si rotolavano in terra per un infortunio. Sugli anatemi che hai lanciato dalle gradinate contro la terna arbitrale, meglio sorvolare. La tua ferocia verbale non ha fatto sconti a nessuno, senza rischiare alcunché. Ma ora incombe il bavaglio. E vietato dileggiare gli atleti di colore. Ne hanno fatto le spese i supporter della capitale, a cui sono state inibite le rispettive curve. Chissà cosa ne penserebbe Clarence Seedorf, che sulla questione, in passato, si è lucidamente espresso, facendo storcere la bocca a quei progressisti delusi che un nero potesse ragionare sottraendosi ai soliti clichè. Si persegue l integrazione, forma di primatismo liberal che intende assorbire l'altro da se, ma poi si pretende che ai giocatori neri si riservi un trattamento diverso rispetto a quello a cui sono sottoposti gli altri. Tutti gli altri, compresi coloro che non ci sono più. Con la scusa degli ululati - che puoi anche non aver emesso sebbene le norme del codice sportivo prevedono che tu sia colpevole quanto il tuo vicino che li gorgheggia anche se, magari, è un antievoluzionista - si è sancita una sostanziale disparità. La chiusura degli spalti dai quali esalano quei sincopati lamenti ne è la plastica testimonianza. Insomma, puoi oltraggiare chi riposa in pace, senza che accada alcunché, ma non irridere gli avversari colored. E prendi le distanze da chi li schernisce. Non v'è uguaglianza nell'arena. L analisi sul calciomercato Tevez, il colpo della Juve Juventus Ottimo lavoro dell ad Beppe Marotta. Colpi mirati e di valore per aumentare il tasso qualitativo della rosa a disposizione di Antonio Conte: Tevez dal City, Llorente dall Atletic Bilbao e Ogbonna dal Torino. Napoli Gli acquisti sono direttamente proporzionali alla fame di vittorie di De Laurentis. Anche se i partenopei hanno perso un pezzo da novanta come Cavani, il produttore cinematografico ha consegnato a Benitez una squadra dalle grandi potenzialità: Higuain, Albiol e Callejon (Real Madrid), Zapata (Estudiantes), Mertens (Psv), Reina (Liverpool). Fiorentina Persa la stella Jovetic, trasferitosi alla corte dei Citizens, sono arrivati Gomez (Bayer), Joaquin (Malaga), Ililic (Palermo), Ambrosini (Milan), Iakovenko (Anderlecht), Munua (Levante), Marcos Alonso (Bolton). Milan Mercato insufficiente per la società di via Turati. Mentre si gioca al tira-molla col Cska Mosca per il fantasista Honda, Allegri potrà contare anche su Poli (Sampdoria) e Silvestre (Inter). Lazio Buoni ritocchi messi a segno dal ds Tare: Felipe Anderson (Santos), Biglia (Anderlecht), Elez (Haijduk), Vinicius (Cruzeiro). Manca ancora un vice-klose e, almeno, un difensore centrale. Inter La squadra di Mazzari è ancora un cantiere aperto. Dopo aver ceduto Cassano al Parma, Branca-Ausilio hanno acquistato giocatori di prospettiva (Icardi, Belfodil e Taider) ma anche di sicurezza come Campagnaro (ex Napoli). Mentre i tifosi sognano il ritorno di Eto o, i centrocampisti Isla e Fernando, la società di Moratti potrà contare sul giovane Wallace, in prestito dal Chelsea. Roma A preoccupare i tifosi della Sud il futuro di Lamela. Intanto, il ds Sabatini ha consegnato rinforzi di valore al tecnico Garcia: Maicon (City), Strootman (Psv), Benatia (Udinese), Gervinho (Arsenal), De Sanctis (Napoli), Jedvaj (Dinamo Zagabria). G.S.

12 12 Destra Inutile svuotare così i penitenziari: tra pochi mesi l'80% dei beneficiati sarebbe di nuovo in cella Amnistia? No, rifare il sistema carcerario di Maurizio Brugiatelli Dopo i digiuni pannelliani e la canicola estiva, quest'anno e con più insistenza del solito si riparla di amnistia. Il problema penitenziario in Italia è inutile negarlo esiste ed ha forti ripercussioni di carattere sociale, ma nessuno mai se ne è mai occupato con serietà, partendo dalle radici. Innanzitutto bisogna capire qual è il senso della pena, che deve essere necessariamente certa, efficace ma soprattutto rieducativa. Oggi il carcere è luogo riservato solo a chi non ha i mezzi per aggirare gli ostacoli giudiziari, praticamente l'ultimo anello del mondo criminale, dove i più astuti si professionalizzano, mentre i più deboli, se non si suicidano, scendono sempre più in basso diventando emarginati anche dagli emarginati dalla società. E questo tutto a danno di chi invece vive in modo onesto e rispettoso delle leggi. Le nostre carceri sono fatiscenti, sono luoghi dove non c'è alcun rispetto della dignità umana, delle norme igieniche e della vivibilità, roba da terzo mondo, e nonostante ciò, un detenuto costa alla collettività 250 euro al giorno. Nessun governo ha realmente investito nella costruzione di nuovi penitenziari moderni e funzionali come in nord Europa, dotati ad esempio di sistemi di energia autosufficiente, dove ogni detenuto sconti la sua pena in celle igienicamente a norma, dove tutti lavorano almeno 6 ore e 40, dove chi non ha studiato segua corsi scolastici, chi non ha mai lavorato corsi professionali, ma anche corsi artistici e sportivi. Le 24 ore devono essere totalmente impegnate, una via di mezzo tra una caserma ed una comunità terapeutica, affinché il detenuto dopo aver scontato la pena torni libero e riabilitato. La riabilitazione di un detenuto è una vittoria della Stato. C'è la necessità di riordinare il nostro codice penale ed il codice di procedura penale. Le nostre leggi fanno acqua da tutte le parti e spesso scaltri avvocati o scaltri giudici che sanno come muoversi nei meandri delle infinite scappatoie, le usano a proprio vantaggio. Bisogna rivedere le norme del carcere preventivo, spesso usato come metodo di persuasione. Il libero convincimento dei giudici, la separazione delle carriere e tanto altro ancora... L'amnistia non serve a nulla, sappiamo tutti benissimo che nel giro di un paio di mesi l'80% di chi esce per indulto e/o amnistia torna in carcere, quindi è un provvedimento inutile e come diceva Totò: "Quello che è inutile all'istesso tempo è dannoso" L'unico vantaggio che si potrebbe avere da un'amnistia, se riservata solo dove è prevista una condanna a non più di 3 anni, quindi piccoli reati, potrebbe essere quello di smaltire un po' di carte nei tribunali, per consentire alla lenta, ma non per tutti, macchina giudiziaria, di accelerare processi più importanti, ma personalmente avrei delle perplessità anche su quella. Quindi si evitino ulteriori disagi ai cittadini, lasciate stare amnistie e indulti e si faccia un serio programma su come ristabilire al sistema carcerario più dignità per il recupero e la riabilitazione di chi avendo commesso reati ai danni della collettività, paghi con la certezza della pena ma gli si consenta di capire dove e perché ha sbagliato e poi restituirlo alla società come cittadino libero ma onesto. Estate calda in Versilia sul fronte sicurezza Rivieri: L allarme criminalità affossa l immagine della Toscana Allarme sicurezza in Versilia. A commentare i recenti fatti di cronaca che hanno coinvolto la zona è il commissario regionale della Destra verso Alleanza Nazionale, Daniele Rivieri: Forse la Versilia era abituata male - osserva - ma non ricordo un'estate nella quale la nostra bella terra salisse agli onori della cronaca in termini solamente negativi come è accaduto quest'anno. Prima l'inconcepibile barriera sotto il pontile antivenditori extracomunitari del sindaco Buratti a Forte dei Marmi, poi la rapina al noto Pippo Marchioro, hanno associato alla Versilia messaggi anti promozionali. È evidente che, se nel caso di Forte dei Marmi si tratta di una discutibile scelta, per la rapina alla villa il nome famoso ha amplificato l'eco della vicenda, visto che di episodi come questi in Toscana e in Italia ce ne sono, purtroppo, a decine ogni giorno. A tutti loro, alle vittime di questi episodi intendo, va la nostra solidarietà e vicinanza. Quindi, mentre ripeto e rafforzo l'invito a lavorare per la sicurezza in tutte le forme possibili, mi auguro che si operi anche alla promozione del territorio, alla valorizzazione dei suoi aspetti positivi, che sono molti. Certo è conclude il commissario toscano de La Destra - che se il presidente della Regione Toscana Rossi viene in Versilia solo per tagliare i posti letto all'ospedale, per le primarie del partito e per fare una grottesca manifestazione anti-berlusconi e mai per qualcosa di positivo, il futuro per la Versilia, se non cambia qualcosa, è veramente difficile. G.S. Ecco l Appello per l unità della destra, con alcuni principi irrinunciabili Ètempo di tornare alla Politica. Quella grande, viva e vera, che accompagna il destino dei popoli. La politica ha due compiti essenziali: uno è governare e decidere, amministrare gli interessi generali, cambiare le cose e incidere sulla realtà. L'altro è far sentire un individuo dentro una comunità, mutare la massa in popolo, dare simboli, inserire la vita del presente dentro una storia: è la politica come anima civile e passione ideale. E' necessario che sorga un movimento che non offra solo promesse contabili o esprima rancori e invettive. Ma che incarni principi ideali e chiami a raccolta tutti coloro che vogliono scrivere insieme una storia. I nostri punti fermi non sono negoziabili: saranno il volto e l'anima della destra che nasce. - Il nostro punto di partenza e la nostra 1priorità è l'italia e resta l'italia. Nell'Europa e fuori d'europa, nel locale come nel globale. L'Italia come civiltà prima che come nazione. Amor patrio. Di conseguenza la nostra prima battaglia sarà la tutela della sovranità italiana. Sovranità nazionale e popolare, politica e monetaria. Sovranità degli interessi generali degli italiani su ogni altro interesse privato o internazionale per arginare lo strapotere della finanza e dei tecnocrati. Piena integrazione all'immigrazione in regola. Intransigenza con l'immigrazione clandestina. Il Manifesto degli intellettuali - La sovranità politica esige l'avvento di 2uno Stato autorevole, che promuova la Repubblica presidenziale, la rivoluzione meritocratica, l'ordine e la riforma delle istituzioni. Elezione diretta del Capo del governo, così come alla guida di ogni ente locale, in modo che chi governa sia nelle condizioni piene di decidere e di rispondere al popolo in un rapporto fiduciario d'investitura diretta. Grande riforma meritocratica ad ogni livello e uno Stato più autorevole dimezzato nei suoi organismi, nelle sue strutture e nel personale politico. - L'Europa per noi è civiltà prima che 3mercato comune, è integrazione delle Patrie e non disintegrazione degli Stati nazionali. E' l'europa dei popoli. Vorremmo un'europa più unita e coesa verso l'esterno, in politica estera, nelle difesa o per fronteggiare l'immigrazione e la concorrenza globale, e più duttile al suo interno, che riconosca le differenze tra aree, popoli e Nazioni, a cominciare dall'europa mediterranea rispetto all'europa del nord. E che faccia valere un criterio: quando c'è da scegliere tra l'assetto contabile della finanza e la vita reale dei popoli, la priorità è la seconda, non la prima. Nessun debito può sopprimere una Nazione o far fallire uno Stato sovrano. Rinegoziare l'euro. Rinegoziare il fisco con l obiettivo di dar vita ad una politica fiscale dialogante con le famiglie e con le imprese. - Dopo le esperienze tramontate dello 4statalismo parassitario e invadente e poi del liberismo basato sul primato assoluto del mercato e del privato, è tempo di aprire una terza fase incentrata sull'economia sociale di mercato, fondata sull'economia reale e sul primato del lavoro, sul valore sociale dell'iniziativa privata e della proprietà privata, sulla protezione del marchio italiano, con la mediazione di uno Stato autorevole che non gestisce ma guida i processi. E' necessario che si realizzi in Italia, come già avviene in Germania, la società partecipativa, attraverso nuove forme cooperative, comunitarie e di cogestione sociali in nome dell azienda-comunità. L orizzonte sociale di questa destra nuova deve assumere la lotta alle nuove povertà, alla decrescita demografica, allo sviluppismo come alibi delle oligarchie economico-finanziarie per I PROMOTORI DI QUESTO APPELLO SONO: Marcello Veneziani, Gennaro Malgieri, Massimo Magliaro, Renato Besana, Primo Siena, Luca Gallesi, Marco Cimmino, Gianfranco de Turris, Luciano Garibaldi, Pierfranco Bruni, Nino Benvenuti. Hanno già aderito: La Destra di Francesco Storace, la "Fondazione Nuova Italia" dell'on. Gianni Alemanno, "Io sud" della sen. Adriana Poli Bortone, "Azione popolare" dell'on. Silvano Moffa, "Mezzogiorno Nazionale" del sen. Pasquale Viespoli, il sen. Giovanni Collino, il centro di politica e cultura "Controcorrente" del sen. Domenico Benedetti Valentini, "Pronti per l'italia!" dell'on. Mario Landolfi, "Iniziativa Meridionale" di Bruno Esposito, "Italia 2 punto zero" di Pierangiola Cattaneo, "Nuova Alleanza' del sen. Domenico Nania, Guido Paglia, Direttore editoriale de Il Giornale d Italia, sen. Nando Signorelli, prof. Vincenzo Pacifici, Ordinario di Storia contemporanea, Mauro Minniti, consigliere regionale del Trentino Alto Adige. l impossessamento delle risorse elementari delle Nazioni. - Davanti al diffuso desiderio di farsi e di- la vita a proprio piacere, noi siamo 5sfarsi dalla parte della vita, della nascita e della famiglia, nel loro inscindibile intreccio di diritti e di doveri. Non tuteliamo la vita ad ogni costo ma la sua dignità. E non confondiamo il matrimonio che è un bene comune, con altre unioni che attengono alla sfera privata. La nostra proposta Bioetica è scommettere su ciò che nasce, che costruisce, che liberamente si lega e si assume responsabilità, e non sul suo rovescio. Saremo dunque al fianco di tutte le battaglie per la tutela e l'affermazione della vita, della famiglia come struttura naturale e culturale su cui si basa ogni civiltà e sul sacro rispetto della morte, che non è smaltimento delle vite di scarto. - L'Italia ha bisogno di riscoprire l'abc 6della civiltà, la grammatica elementare dei rapporti umani. Da qui dunque la necessità di riportare al centro della vita pubblica il tema dell'educazione. Vogliamo una società educata, che recuperi stile, decoro e rispetto, e riteniamo che il compito principale di una famiglia, ottemperate le necessità primarie, sia quello di educare e formare i figli. Occorre un grande progetto che passi dai nuovi media, dalla scuola e dalla tv, per la crescita civile e culturale del nostro Paese, che salvaguardi la ricchezza della nostra cultura anche con la tutela delle differenze contro il pensiero unico che mira ad omologare i principii, i comportamenti, i linguaggi, le scelte. La difesa della cultura nazionale ed europea anche per aprirsi e dialogare con le altre identità, sopratutto nel Mediterraneo. - Come vogliamo un Italia sovrana e di- nei rapporti internazionali (politici, 7gnitosa economici, culturali), così siamo per la tutela dei diritti dei popoli a forgiarsi il loro destino, in piena libertà, secondi i principii riconosciuti di indipendenza e autodeterminazione. - Noi siamo eredi della Tradizione. Ci 8sentiamo figli di una civiltà che viene da lontano e vogliamo tutelare, affermare e rinnovare la tradizione di cui siamo continuatori. L'Italia ha radici antiche, romane e cattoliche, rinascimentali e risorgimentali. Il nostro amor patrio si lega al paesaggio e al linguaggio, alla vita e alla Storia, alle città e all'anima italiana. E' difesa della natura, dell'agricoltura e dei beni artistici, memoria storica e tutela dell'eccellenza italiana. La Tradizione è il senso della continuità e delle cose che durano, amore del passato e voglia del futuro, rispetto delle origini e fedeltà innovativa, patto tra le generazioni, l'onore dei padri e l'impegno dei figli, comune sentire, patrimonio di esperienze e valori trasmessi in politica come in famiglia, nello Stato come nella società. La Tradizione è connessione, durata e primato della comunità sugli egoismi. Tradizione nella Modernità, Modernità con la Tradizione: questa è la sfida del futuro. na forza politica e civile così oggi manca Uin Italia; è tempo di colmare il vuoto. La politica miserabile dei nostri giorni che promette solo vantaggi pratici e rimuove principi ideali, non parla al cuore degli italiani, non mantiene nemmeno le promesse concrete e accompagna il degrado che stiamo vivendo. Quanto più cresce il peso della tecnica e dell'economia, tanto più urge il contrappeso di una visione spirituale della politica e della comunità. Quanto più viviamo nell'era globale, tanto più sentiamo il bisogno di un luogo eletto che sentiamo come la nostra casa. ADERITE ALL APPELLO Per aderire scrivete a: Il Giornale d Italia via Giovanni Paisiello, Roma, oppure mandate una mail a: indicando il vostro nome, cognome, indirizzo, un numero di telefono fisso o un numero di cellulare.

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli