Lo abbiamo sancito con

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lo abbiamo sancito con"

Transcript

1 Anno II - Numero Domenica 25 agosto 2013 Direttore: Francesco Storace Roma, via Giovanni Paisiello n. 40 E SONO 200 Il Giornale d Italia Direttore: Francesco Storace. Anno II - numero 200 Domenica 25 agosto 2013 Èquello che leggiamo oggi sulla testata del nostro giornale. Già, sono proprio duecento i numeri del nostro quotidiano andati in rete finora da quel 10 ottobre 2012 quando, con il titolo d'apertura a firma Francesco Storace "SILENZIO SI RIAPRE", abbiamo ridato vita a questa gloriosa testata. Quasi un anno è trascorso, un anno di enormi sacrifici, senza un euro di fondi pubblici e con un impegno davvero fuori dal normale. Eppure siamo ancora qui, ogni giorno più determinati che mai a riempire le nostre dodici pagine di politica, cronaca, storia, sport e tanta cultura. Anche il portale comincia a girare bene e da settembre, come già anticipato, vi saranno novità importanti che ci consentiranno di raggiungere i centomila accessi unici al giorno, anche se l'obiettivo, per il 2014, è molto più ambizioso. Ad agosto, come ogni quotidiano che si rispetti, abbiamo continuato ad esservi vicini; l'informazione non va in vacanza... Certo, siamo giunti a questa decisione dopo averne discusso: non tutti erano d'accordo, ma alla fine ha prevalso l'interesse generale su quello personale. Agosto poi è stato un mese abbastanza vivace. Il giornale è stato al centro di scoop, altri quotidiani hanno ripreso le nostre notizie date in anteprima, e non sappiamo se sia solo una coincidenza, ma l'impegno diretto del direttore Storace nel periodo agostano, ha coinciso con l'impennata di accessi come mai prima. È qualcosa che a settembre dovremo analizzare con molta serietà. Intanto godiamoci questo bel momento, di grande euforia e di ritrovata armonia; tutto ciò consentirà alla redazione di ripartire con il piede giusto, ma soprattutto con lo stesso stile che ha contraddistinto anche il partito in questi anni: umiltà. R.B. EDITORIALE DELLA DOMENICA DOPO MANFREDONIA BASTA PAROLE Il tempo è scaduto: adesso è l'ora della Costituente per un grande sogno di Roberto Buonasorte Lo abbiamo sancito con molta chiarezza ad Orvieto quando, all'unanimità, il nostro Comitato Centrale ha approvato il documento conclusivo proposto dal segretario nazionale Francesco Storace. Le tante sigle, comitati, associazioni, partiti, tutti sparsi in mille rivoli e che hanno una comune radice d'appartenenza nella destra politica italiana, debbono sforzarsi per costruire una sola grande casa da offrire al nostro popolo. Lo vogliamo fare, insieme a molti altri, senza anteporre interessi personali rispetto a quelli generali; senza parlare di organigrammi ma più concretamente di programmi. In sintesi: riempiamo di contenuti il contenitore e solo dopo penseremo al destino di ciascuno di noi. In queste settimane abbiamo visto tanta buona volontà in giro, tanti convegni, tante parole, fino all'ultimo appuntamento di Manfredonia, partecipato ed organizzato davvero bene. Ma ora basta. Di fronte alla grande crisi politica, etica ed economica che sta attraversando la nostra Italia, tutti noi abbiamo il dovere di passare dalle parole ai fatti. Se davvero c'è la volontà di dar vita ad un soggetto unico a destra del Pdl (o come si chiamerà) a settembre, si deve dar vita ad una fase costituente al Potrebbe quasi emozionare una lettera come quella che ho ricevuto nella tarda serata di ieri dalla Segreteria generale della Camera sul caso del costosissimo sito internet su cui la Boldrini non si sporca le mani nel far sapere se il prezzo è giusto. Iva Zanicchi sarebbe più disponibile. Quando ho visto il mittente, mi sono detto "è fatta", ora sapremo finalmente come sono andate le cose. In effetti, giovedì scorso avevo scritto al capo dell'amministrazione della Camera, il segretario generale Ugo Zampetti, al termine di un faticoso lavoro di ricerca nel sito attuale di Montecitorio, che è meno costoso dei quattro milioni di euro previsti per il prossimo. Con i miei collaboratori, avevamo individuato nella riunione del collegio dei questori della Camera del 20 febbraio scorso - quattro giorni prima del voto - PdL Supervertice ad Arcore il partito è col Cav Bruno Rossi a pag. 2 fine di farci trovare pronti all'appuntamento con le elezioni europee della primavera prossima. Ecco, vorremmo dire a tutti che, giunti a questo punto, il tempo è davvero scaduto. Se, rispetto ad un grande progetto politico, qualcuno pensa di agire avendo come obiettivo quello di consumare qualche vendetta personale, sbaglia di grosso. Se qualcun'altro rinuncia a diventare leader di un qualcosa di grande per rimanere a capo di un piccolo soggetto rischiando la marginalità, commette una pazzia. Se altri ancora cercano di fare melina pensando di prenderci ai fianchi, significa che non ci conoscono a fondo e non hanno capito di che pasta siamo fatti. Siamo rimasti in piedi in periodi molto brutti, figurarsi se ci mette timore affrontare ancora una volta una battaglia soli contro tutti, con una differenza: oggi, rispetto a ieri, abbiamo a disposizione anche un quotidiano tutto nostro. Questo nostro popolo ha trascorso gli ultimi sette anni della Resta top secret la maxi spesa per il sito internet. Laura Boldrini ancora muta La Camera ci scrive, ma la delibera milionaria non arriva tracce della decisione di procedere alla nuova gara. E ho chiesto l'atto da cui tutto è partito. La Camera ha risposto subito e questo mi ha meravigliato. Ma la risposta mi ha fatto cadere le braccia. Anziché scrivermi "ecco la delibera, non abbiamo nulla da nascondere", mi dicono che la mia richiesta sarà valutata ai sensi di un regolamento, varato nel 2010, e che mi ha Turismo Le tasse sulle vacanze affossano gli italiani Servizi a pag. 3 sua vita politica a pane e acqua, siamo un soggetto che nonostante tutto è rimasto in piedi, non abbiamo avuto bisogno di essere deputati, ministri e sottosegretari per dar vita ad un quotidiano, senza fondi pubblici e senza immunità. Oggi è il numero 200 del secondo anno di vita di una testata che mese dopo mese, ma soprattutto in questo di agosto, ci sta dando un mondo di soddisfazioni. Vorremmo metterlo a disposizione di un'area intera e di un progetto comune; se sarà possibile ne saremo felici, in caso contrario diventerà lo strumento da scatenare sulla rete e denunciare giorno dopo giorno di chi sarà stata la responsabilità del fallimento di un grande sogno. Il popolo, non solo della rete, ma anche quello elettorale, saprà con chi prendersela, chi punire e chi premiare, distinguere i presuntuosi dai generosi. Il cinismo non paga, e tutti noi sappiamo, avendo avuto un cinico come capo, quale fine abbia fatto... Roma Preso il pedofilo che si vantava in Tv Gustavo Lidis a pag. 7 Il coraggio del premier Viktor Orban nei confronti dei poteri forti internazionali L ESEMPIO VIENE DA BUDAPEST COME MODELLO DI SOVRANITÀ di Francesco Storace impegnato in una nuova ricerca. Sono undici articoli scritti nel consueto stile burocratese che sembra fatto apposta per preparare la sorpresa del "no" alla richiesta di trasparenza. Forse non ci siamo capiti, e lunedì mi toccherà tornare alla carica. "Riscontreremo" anche noi ogni loro "riscontro" fino a che non saranno costretti dalla pubblica opinione a raccontare finalmente perché si devono spendere tanti soldi nostri per il loro sito internet. Nel frattempo abbiamo raccolto tanti di quegli elementi che potrebbero spiegare chi ha premuto per portare avanti questa gara. Per ora indizi, ovviamente. Che renderemo pubblici se ne saremo certi e se la Camera dei Deputati dovesse fare orecchie da mercante. Un atteggiamento trasparente sarebbe invece apprezzato da tutti. le trecce? F.S. Puglia Nuovo allarme: spunta anche l alga tossica a pag. 9 Quando si parla di sovranità molti annuiscono. E pensano che hai ragione, è giusto che si decida noi in casa nostra. Poi arriva quello che gli spara contro i dubbi sulla moneta, quell'altro che gli dice ma dove andiamo e il vicino di casa che gli chiede se ci conviene. In pochi - perché l'informazione italiana fa davvero pietà - conoscono il modello ungherese, vera bestia nera dei poteri forti comunitari e non solo. Un premier coraggioso, Viktor Orban, non si è fatto intimidire dalle pressioni internazionali e ha deciso di salvare il suo popolo dallo spettro della crisi, proprio a colpi di sovranità nazionale. Mentre noi stiamo a discettare di come ci si inchina di fronte ad Angela Merkel; oppure di che sesso dovrà essere il fidanzato di nostro figlio; e di tanta altra modernità; in Europa c'è un Paese che ha mandato al diavolo il Fondo monetario internazionale. È l'ungheria. In pratica, Budapest ha imposto ai rappresentanti dell'augusto potere finanziario mondiale di preparare le valigie e lasciare in pace il popolo magiaro, che agli affari suoi ci pensa da sola. Lo Stato ungherese entro fine molto prima di quanto si era stabilito in precedenza - non avrà più sulle spalle il peso di 20miliardi di euro dovuti dal governo precedente all attuale. L Ungheria va avanti col suo fiorino e decide autonomamente la propria politica economica. Se riescono ad estinguere con largo anticipo addirittura il debito col Fmi, evidentemente non vivono una condizione sciagurata. Non se ne parla perché i poteri che contano in Europa hanno interesse a creare una dipendenza delle nazioni e delle loro economie. Sovranità monetaria diventa sempre più spesso a Bruxelles e Francoforte una parolaccia, nel resto d'europa comincia a diventare una speranza di libertà. Seguiamolo, questo primo ministro ungherese, Orban, che sta diventando un esempio e modello per centinaia di milioni di europei schiacciati e annientati da poteri usurai e occulti che comandano antidemocraticamente nel continente. È Orban a parlare con coraggio del Nuovo Ordine Mondiale e di cosa gli Stati sono chiamati a fare se vogliono tutelare le loro nazioni dal diabolico cancro mondialista, proteso a distruggere non solo le nazioni e le costituzioni, ma le famiglie, "la Famiglia", e gli stessi uomini. Come? Sovvertendo la natura e la società in nome del "progresso"; distruggendo il creato (vedi la battaglia contro gli OGM) e modificando lo stesso DNA umano; creando debiti fittizi ed inestinguibili e iniziando più o meno in tutto il mondo guerre senza fine e logica. Guerre spacciate per missioni di Pace e missioni per "l'esportazione della democrazia". Cosiddette "primavere". I cui costi sono pagati dai popoli. SCIAME SISMICO L Italia trema Dopo il sisma che si è registrato in Friuli ieri pomeriggio, una scossa di magnitudo 4.0 è stata avvertita in serata dalla popolazione delle province di Ragusa e Siracusa, con epicentro localizzato tra i comuni di Ispica e quelli di Pachino e Portopalo di Capo Passero. Secondo i rilievi registrati dall Ingv l evento è stato registrato alle 19,18 ad una profondità di circa 10 km. Dalle verifiche effettuate non risultano danni a persone o cose. Barbara Fruch a pag. 8 SIRIA Il gas è dei ribelli: la Russia ha le prove La Russia ha fornito ieri all Onu le immagini satellitari dei presunti lanci di missili al gas nervino avvenuti in settimana. Sarebbero partiti da zone sotto controllo dei ribelli. Ma gli Usa restano sul punto di attaccare, anche senza il mandato dell Onu. Valter Brogino a pag. 6

2 2 Attualità IL SUPERVERTICE DI ARCORE TRA IL CAV E IL SUO STATO MAGGIORE Il Pdl fa quadrato attorno a Berlusconi Il vicepremier Alfano: Impensabile la decadenza da senatore, il partito è tutto compatto al suo fianco. Dieci milioni di elettori hanno diritto alla loro rappresentanza politica di Bruno Rossi Nell eterna partita tra i falchi e le colombe del Pdl, il super-vertice di Arcore di ieri ha fatto segnare un altro punto appannaggio dei primi. La linea stabilita dopo quattro lunghe ore di colloqui è quella della difesa ad oltranza del leader. Tanto che il segretario Angelino Alfano, al termine della giornata, è stato lapidario: la decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore è impensabile e Per risparmiare sul costo degli immigrati in carcere... PANE E ACQUA DA CASA LORO L ULTIMA DEL GOVERNO di Francesco Storace Giustamente, Alfano è stato sommerso di critiche per la bizzarra proposta di far pagare vitto e alloggio dei detenuti stranieri ai loro paesi di provenienza. I no sono stati molteplici; ovvi quelli provenienti da sinistra, che appena gli tocchi uno che sfugga alla nazionalità italiana poggiano la mano sulla fondina pronti ad estrarre il revolver. Anziché annunci del genere bizzarro che abbiamo ascoltato provenire da Rimini, preferiremmo che il ministro dell'interno rispolverasse invece una vecchia proposta - che pure stava nel programma elettorale del centrodestra alle elezioni politiche - e che prevedeva trattati con i paesi di origine degli immigrati sorpresi a commettere reati in Italia, per rimandarli indietro a scontare la pena. Anche perché è curioso capire come si farebbe nel caso in cui dovessimo chiedere a Burundi e soci di mantenere nelle nostre carceri i loro detenuti. A quale cassa ci si dovrebbe rivolgere? Almeno avesse annunciato, Alfano, di tornare alla politica che con Maroni aveva sostanzialmente bloccato gli sbarchi dalle coste libiche... Se è vero che nel solo 2011 l'emergenza NordAfrica è costata all'italia 1,2 miliardi di euro - una cifra spropositata - non si risparmia con le merendine in carcere. La delinquenza ci costerebbe molto meno se ci fossero più controlli e soprattutto se i decreti svuota carceri fossero finalizzati non a far circolare delinquenti liberi nelle nostre città, bensì a rimpatriare quelli che vengono da fuori. Sono già sufficienti quelli nostrani. Tiri fuori i dati, il capo del Viminale, e anche gli attributi per affrontare seriamente questo problema. I detenuti stranieri in Italia sono tante migliaia, in proporzione rispetto a quelli che stanno fuori in percentuale decisamente maggiore. Ora, a meno di non doverli considerare tutti vittime di errori giudiziari, è evidente che ci vuole una stretta. Ma da un governo che unisce diavolo e acqua santa ben difficilmente potremo attenderci una svolta nelle politiche di contrasto a quel l'immigrazione che delinque. Siamo specialisti nell'accoglienza; incapaci di cacciare chi non merita di stare in casa nostra. Almeno ci si risparmi la barzelletta di vitto e alloggio a carico loro. costituzionalmente inaccettabile. La linea resta insomma quella di sollevare il caso della costituzionalità della legge Severino. Una conferma della strategia nei confronti del Governo Letta, in vista della riunione della Giunta del Senato del prossimo 9 settembre. Ma anche l inizio di un percorso che rischia di diventare lungo per salvaguardare l'agibilità politica del Cavaliere dopo la condanna definitiva per evasione fiscale nel processo sui diritti tv Mediaset. Alfano ha anche voluto dipingere un Pdl lontano dal rischio di scissioni. Il Popolo della Libertà è come sempre unito, compatto e deciso, a fianco del suo presidente Silvio Berlusconi - ha aggiunto - a cui è molto legato da indissolubili vincoli di affetto e di condivisione politica. Il vicepremier ha poi chiesto che venga garantita la rappresentanza degli elettori di Berlusconi, annunciando che presto farà un appello a tutte le massime istituzioni, al premier Letta e ai vari partiti in questo senso. Tutti insieme si legge nella nota, a sua firma, diffusa al termine del vertice - rivolgeremo alle massime istituzioni della Repubblica, al primo ministro Letta e ai partiti che compongono la maggioranza, parole chiare sulla questione democratica che deve essere affrontata per garantire il diritto alla piena rappresentanza politica e istituzionale dei milioni di elettori che hanno scelto Silvio Berlusconi. Alfano ha poi lasciato villa San Martino senza fermarsi con i Rinviare è da sempre stata la parola d ordine del Governo Letta-Alfano. Figuriamoci ora, che le tensioni tra Pd e Pdl causate dal braccio di ferro in vista del prossimo voto al Senato sulla decadenza del leader del centrodestra Silvio Berlusconi stanno producendo prodromi di crisi. Tra le poche certezze che stanno maturando in questi giorni, è che difficilmente quella parte di Governo che lo ha fatto potrà mantenere l impegno di non far pagare la rata Imu a dicembre. Al momento, sarebbero state trovate coperture per 3,4 miliardi sufficienti a evitare il pagamento della prima rata dell'imu 2013, ma solo di parte della seconda. L'unica misura fiscale all'ordine del giorno del Consiglio dei ministri di domani sarà proprio cronisti. Poco dopo è uscita dalla residenza di Silvio Berlusconi la parlamentare del Pdl Daniela Santanché. Anche lei ha preferito non parlare. Al summit di ieri, durato oltre 4 ore erano presenti, tra gli altri, il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi e diversi esponenti del Pdl tra cui i capigruppo Renato Brunetta e Renato Schifani. Durante il vertice fuori dalla residenza di Silvio Berlusconi si è radunato qualche militante con le bandiere di Forza Italia. Alcuni di loro, tra cui un sostenitore del Cavaliere giunto dalla provincia di Ancona, hanno esposto cartelli con scritto: Per Silvio solo grazia di Dio. Come sempre. Elezioni subito. Bisogna solo capire se il Cav potrà o meno parteciparvi ANCHE CONSIDERANDO L EXTRAGETTITO DELL IVA, MANCA UN MILIARDO DI COPERTURA Regalo di Natale: a dicembre l Imu si paga il decreto sull'imu, mentre la questione della sterilizzazione dell'aumento dell'aliquota Iva dal 21 al 22% sarà affrontata a settembre. Insomma il lavoro al dicastero di via XX Settembre per trovare le coperture necessarie a evitare il pagamento delle due rate dell'imu per il 2013 continua: la provvista per compensare in bilancio i 2,4 miliardi della prima rata di giugno, assicurano all'economia, è stata trovata. Il problema sarà scovare i due miliardi che occorrono per evitare ai contribuenti anche il versamento di dicembre. Ma a quanto risulta le disponibilità di bilancio di Saccomanni si sarebbero fermate per ora a quota 3,4 miliardi, inserendo nelle coperture possibili circa un miliardo di extragettito Iva generato dal pagamento alle imprese creditrici verso la pubblica amministrazione di ulteriori 10 miliardi entro il Tutto ciò per dire che l intesa sulle misure di riordino della tassazione sulla prima casa e di razionalizzazione della pubblica amministrazione rischia di allontanarsi, e non poco. Ritornerebbe quindi in ballo l'ipotesi prospettata dal ministro degli Affari regionali Graziano Delrio di non finanziare lo sconto dell'imu per le prime abitazioni di maggior pregio, fortemente osteggiata però dal Pdl. Lo stesso dicasi per il decreto e il disegno di legge sulla Pubblica amministrazione che dovrebbero vedere la luce domani alla ripresa dei lavori del Consiglio dei ministri sospeso venerdì. B.R. FORLÌ: OPERAI COSTRETTI A PRESIDIARE LA FABBRICA PER IMPEDIRE AI VERTICI DI SCAPPARE CON I MACCHINARI Industria: gli imprenditori fuggono davvero La denuncia dei sindacati: Un episodio simile si era già verificato il 14 agosto, tre dirigenti avevano provato a caricare e spedire prodotti e componenti presenti nei magazzini di Giuseppe Sarra La domanda sorge spontanea: dove sta la ripresa sbandierata ai quattro venti dal presidente del Consiglio Enrico Letta? Come intende arginare il Governo del fare le aziende che scappano all estero durante le vacanze estive? Intanto, dopo il caso Firem, il fenomeno si ripete. I lavoratori anche se in ferie, infatti sono costretti a presidiare gli stabilimenti per impedire ai vertici delle multinazionali di darsela a gambe levate con i macchinari. La scorsa notte, ad esempio, a Forlì hanno tentato di portare via i generatori della fabbrica. Come ladri nella notte, sottolineano le organizzazioni dei lavoratori. Nessun furto però: a provare il colpo sono stati gli stessi dirigenti della multinazionale svedese Dometic (l azienda che produce condizionatori per camper, vorrebbe spostare la produzione in Cina), che nel capoluogo ha un insediamento produttivo. Assieme a una decina di persone assoldate per l occasione - spiegano i sindacati - nella notte tra venerdì e sabato 24 agosto l amministratore Dometic Italia, il responsabile europeo per la produzione e un terzo dirigente svedese sono entrati nei magazzini con l intento di svuotarli. All arrivo dei Carabinieri la situazione, paradossale nella sua gravità, era quella di dirigenti di una multinazionale svedese che, comportandosi come ladri nel cuore della notte, cercavano di svuotare i magazzini. Tra l altro sembrerebbe anche che diverse delle persone che accompagnavano i dirigenti fossero prive di documenti di identità. Non è la prima volta che accade, assicurano i sindacati. Un episodio simile aggiungono si era già verificato alle 6 del mattino del 14 Agosto, quando gli stessi tre dirigenti avevano provato a caricare e spedire prodotti e componenti presenti nei magazzini degli stabilimenti forlivesi dell azienda (chiusa per ferie) ed erano stati fermati solo grazie alla presenza e all intervento tempestivo dei lavoratori. Da quel momento - temendo un nuovo tentativo del genere, però - la vigilanza dei dipendenti Dometic è stata costante. Riteniamo di fronte alla gravità dei fatti accaduti scrivono i sindacati - che vada immediatamente fatta piena luce su quanto avvenuto: anzitutto perché tutti i lavoratori della Dometic Italy (in tutti i tre siti di Forlì) sono in ferie e quindi non ci risulta possibile che siano state emesse le regolari documentazioni necessarie per effettuare spedizioni e trasporto di materiale. E ancora: Risulta necessario chiarire l identità e l idoneità dei soggetti presenti in azienda ad effettuare operazioni di carico e scarico. Il comportamento della Dometic, inoltre, appare ancora più grave dal momento che il 2 Agosto 2013 è stato firmato dallo stesso amministratore Marco Grimandi, insieme all avvocato Marinelli e a Confindustria, un accordo con tutte le sigle sindacali dove, oltre a congelare i tempi della procedura di mobilità, impegnava le parti a non mettere in atto iniziative unilaterali fino all incontro già fissato il 5 settembre prossimo. Mentre il Governo Letta-Alfano dorme sonni tranquilli, i problemi degli italiani possono attendere Insomma, chi dorme non piglia pesci.

3 3 Turismo Gli italiani che rientrano dalle ferie di agosto si ritrovano i portafogli ulteriormente alleggeriti Regioni e comuni tartassano i turisti La denuncia di Federviaggio: La nuova imposta Iresa comporta un impatto negativo sull occupazione, sull economia e un aumento dei costi per i viaggiatori di Giuseppe Sarra Ferragosto è passato, alla fine dell estate manca meno di un mese ed è tempo di tracciare i primi bilanci. Vista la crisi, già da più parti è stato disegnato un quadro piuttosto avvilente dell andamento dell industria turistica italiana: e chi è andato in giro comunque, certamente ha cercato di spendere il meno possibile, facendo i conti spesso con aumenti che, magari, si sono fatti sentire ma sui quali si è riflettuto ben poco. Ai più infatti è sfuggito che quest anno sugli italiani si è abbattuta una scure fiscale anche in vacanza. Una vera stangata. A colpire i turisti, il boom delle imposte (tassa di soggiorno, per esempio) degli enti locali; in balia delle casse vuote. Un fenomeno sempre più in crescita che sta riducendo ai minimi storici i flussi turistici italiani. Nel Lazio e in Lombardia, invece, le giunte Zingaretti e Maroni hanno introdotto un altra tassa odiosa. L Iresa, l Imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili, che sta scatenando l ira degli addetti ai lavori. E un affondo per le compagnie aeree, un ulteriore danno per tutto il turismo, ha tuonato Luca Patanè, presidente di Federviaggio. La gabella dovrebbe essere di scopo, ossia utile a impiegare misure che abbassino i livelli di inquinamento acustico, ma il rischio che sia l ennesimo balzello che ricade sui viaggiatori è alto. Secondo i calcoli resi noti da Assaereo, la nuova tassa avrà un impatto da 37milioni di euro nel 2013 e di 55milioni nel Intanto, per l Ufficio Studi di Federviaggio, i vettori che operano negli scali romani avranno un impatto di circa 5euro per passeggero per i viaggi nel medio raggio e di oltre 2euro per i viaggi nel breve raggio. E un fiume in piena Patanè: Sono inaccettabili i livelli di Iresa imposti dalla Regione Lazio nell ultima Finanziaria (entrata in vigore dal primo maggio, ndr) e che avranno un conseguente impatto negativo sull occupazione e sull economia provocando, inoltre, un aumento di costi per tutti i viaggiatori. Non finisce qui. Biglietti più cari anche per chi deciderà di volare partendo da Fiumicino. Conseguenze? Le compagnie aree cercheranno di scaricare i costi sugli utenti per evitare di finire strozzate dalle tasse. Un iniziativa, tra l altro, già avviata dal governo di Mario Monti. Negli ultimi provvedimenti, infatti, il senatore a vita aveva fatto schizzare di 10 euro le tasse per passeggero nello scalo romano per favorire il gestore aeroportuale. La nuova Iresa approvata dalla giunta Zingaretti, invece, prevede un introito per la Regione di oltre 90milioni di euro in due anni, ma di questi soldi solo il 10% sarà impiegato per lenire gli effetti ambientali. Un imposta che al Presidente di Federviaggio non va proprio giù. La crisi della finanza pubblica è un fattore di grave preoccupazione, ha osservato. E ancora: La creazione di nuove tasse, tariffe e imposte che pesano sul settore viaggi contribuiscono solo a peggiorare la già difficile situazione economica del Paese. Allarmanti le stime prodotte dall Associazione nazionale vettori e operatori del trasporto. Per un aeromobile di medio raggio un Airbus 320, ad esempio 267euro saranno i costi aggiuntivi. Per un velivolo a lungo raggio - un Boing 777, invece - la perdita di competitività raggiunge la cifra di euro. Una tassa, quindi, dai molteplici effetti negativi che inciderà ulteriormente sul pessimo stato del turismo italiano. L APPELLO DI GIUSEPPE SARNELLA (CONFIMPRESE) Fate dedurre alla gente le spese per le vacanze Tempo di bilanci: e non sono positivi per l industria della ricettività in Italia. Il quadro che traccia Giuseppe Sarnella Presidente di Confimprese Turismo Italia alla luce dei numeri che certificano un'estate di crisi e paure anche per il comparto turistico, è poco rassicurante. Calo del fatturato dell'intera industria turistica, italiani che preferiscono le spiagge di Miami o di Formentera rispetto a quelle italiane, diminuzione dei lavoratori stagionali, niente "tutto esaurito" nelle località principali del belpaese e sullo sfondo un paese che, dopo la condanna di Berlusconi, vede riemergere le congenite incertezze politiche che il governo Letta era stato solo in parte in grado di lenire. Questo il quadro desolante che l'estate 2013 fornisce dell'italia, da sempre considerato paese industrializzato ad alta vocazione turistica. Il lieve aumento di presenze di turisti stranieri registrato in queste settimane di altissima stagione è la conferma di un paese fermo, che fatica anche a prendersi le vacanze. La grave recessione che stiamo vivendo è il motivo principale di questi dati tristi ma non va sottovalutato il clima pesante che i nostri connazionali respirano andando in giro per il paese, motivo questo che li spinge a portare soldi dove non c'è questo spiacevole clima di caccia alle streghe e di ricerca forsennata di presunti evasori. Qui serve un radicale cambio di passo, una cura shock perché l'intero paese è gravemente malato. La crisi del turismo in piena estate è solo l'ennesima e amara conferma di questa agonia che prosegue inesorabile", spiega Sarnella, che invita il Governo Letta apprendere spunto dal modello statunitense, dove i cittadini posso scaricare dal proprio reddito molte spese. Il redditometro è un metodo che ha delle indiscusse positività ma inevitabilmente genera un clima di sospetti e paure e in parte può aver contribuito alle fughe dei turisti dalle località italiane. Dobbiamo far emergere il nero? E allora - prosegue Sarnella - si dia la possibilità al cittadino di scaricare dalla propria dichiarazione dei redditi le spese correnti come avviene negli Stati Uniti, questo porterebbe ad una naturale e spontanea emersione del sommerso con tutti i giovamenti del caso. V.B. Sono stati 470 i comuni italiani che hanno deciso di applicare la tassa di soggiorno in alberghi e b&b Visitatori scontenti e tassati di Carola Parisi Mentre il governo Letta sta cercando un modo plausibile per trovare le coperture finanziarie per non far pagare l'imu 2013 ed evitare il rincaro dell'iva al 22%, c'è un'altra tassa che continua ad aumentare. Si tratta della tassa di soggiorno, introdotta dalla legge sul Federalismo Fiscale, che va a colpire tutti coloro che alloggiano in vacanza. Da inizio luglio 2013 i comuni che hanno adottato l'imposta di soggiorno sono stati 492; più precisamente 470 ai quali vanno aggiunti altri 22 comuni che, in alternativa, hanno introdotto la tassa di sbarco. E' quanto emerge dall'aggiornamento dell'osservatorio sull' imposta di soggiorno, realizzato da Mercury srl per conto di Federalberghi. Tassa di soggiorno, è boom. Nel 2011 veniva reintrodotta dal governo Monti, la "tassa di soggiorno che si paga per ogni giorno trascorso nelle strutture, come alberghi e bed & breakfast, di quei comuni che abbiano scelto di usufruire dei benefici dell'imposta. Ma se in un primo momento le città, dalle più grandi alle più piccole, che avevano deciso di applicare la tassa (chiamata anche "tassa sulle vacanze") erano all'incirca una decina (tra cui Roma e Firenze), nell'ultimo anno è stato registrato un vero e proprio boom che ha portato il numero di comuni a quasi 500. Considerato perciò il periodo di crisi economica che sta colpendo da parecchi anni le amministrazioni locali, molti sindaci e relativi consigli comunali hanno deliberato a favore dell'introduzione dell'imposta, nel tentativo di portare nelle casse nuova liquidità. Costi. Non si tratta di cifre folli ma, in un periodo di recessione, fanno la differenza. L'onere della tassa di soggiorno oscilla da un minimo di 0,50 euro a notte fino ad un massimo di 5 euro a notte. E non finisce qui visto che la tassa di soggiorno non è esente da rincari. L imposta è applicato in misura ed in modalità decisamente differenti tra città e città e deve essere riscossa immediatamente dai titolari di tutte le principali strutture ricettive. L'intenzione delle principali città d'arte e delle principali località turistiche italiane è, ovviamente, quella di aumentare la tassa di soggiorno. A Milano il rincaro è di un euro per ogni categoria, mentre a Napoli si potrà anche arrivare ai 5 euro di onere a notte. A Roma, invece, l'idea è quella di estendere il pagamento di questa tassa ad un nuovo insieme di strutture ricettive. Basta un esempio. Una famiglia composta da tre persone (moglie, marito e figlio quindicenne), che, nel periodo dell alta stagione, trascorre un week end in una città d arte, soggiornando in un albergo a tre stelle, spenderà 150 euro per ciascuna delle due notti. Il prezzo, che prima della tassa di soggiorno, era pari a 300 euro, diventa 312 euro a Roma, 315 nel centro storico di Venezia e 318 a Firenze. Il paradosso sta nel fatto che se la famiglia scegliesse un albergo a due stelle, l imposta, in proporzione, aumenterebbe da 4% al 5,45% del totale. I soldi dove vanno a finire? Molto semplice: la tassa colpisce i turisti delle strutture ricettive, ma finisce nelle casse dei Comuni in cui queste strutture sono site. In sostanza, quindi, è un modo con cui i Comuni possono prendere una boccata d aria e ingrassare il proprio bilancio senza tassare e senza penalizzare i propri cittadini. Per il 2013, l introito complessivo dell imposta di soggiorno, tenuto conto di tutte le esenzioni e le agevolazioni, può essere stimato in almeno 268 milioni di euro, che corrispondono a una media di 1,35 euro circa per ogni turista, e un incasso medio per comune di più di euro. Ovviamente il peso dell imposta è molto rilevante in valori assoluti nelle grandi città (59 milioni di euro a Roma, 21,8 a Firenze, più di 29 milioni a Venezia, 24,8 milioni a Milano) che vedono prevalere nettamente la ricettività alberghiera; il carico per cliente oscilla dai circa 2,90 euro a persona per Venezia ai 2,70 euro di Firenze e Milano ed ai 2,00 euro di Roma; in questo ultimo caso è presente anche una forte componente extralberghiera.

4 Venerdì 23 agosto Salute La sigarette, nel passato erano segno di prestigio, eleganza e benessere: oggi l inversione di tendenza Dimmi se fumi e ti dirò chi sei I tempi cambiano e in molti Paesi si decide di adottare divieti e prescrizioni di Francesca Ceccarelli Uno dei piaceri e dei vizi più diffusi dell umanità, per di più legale. E il fumo. Da sempre indicatore di alta estrazione sociale, eleganza, prestigio e benessere oggi subisce un imponente declino. E infatti in questi anni iniziata una vera e propria crociata antifumo che vuole combattere alla radice una delle cause primarie portatrici di malattie come il cancro. Tutto il mondo è mobilitato in prima linea, in primis gli Stati Uniti, antesignani di tale controtendenza. Proibito è fumare anche all aperto: non si transige nel Nuovo Continente. I cartelli No Smoking sono stati disseminati attualmente in2.600 luoghi, tra i quali i parchi pubblici, le spiagge demaniali e i campus delle università. Elenco destinato ad aumentare. Il tramonto di un mito: Churchill che fa il segno della vittoria reggendo un colossale sigaro, i belli e le belle del cinema che avevano sempre una sigaretta, un sigaro, una pipa. Puro, vero, tabacco vero, alla faccia del prototipo elettronico. Immagini che oggi subiscono anche una ferrea censura come è successo a quella dell allora giovane Alain Delon, ripreso nel 1966 e scelto oggi per pubblicizzare un profumo. Cancellata la sigaretta che pendeva tra indice e medio. A ognuno la propria sigaretta: quello elegante fumava sigarette esotiche, il duro succhiava roba robusta e nazionale. Humprey Bogart, un esempio insostituibile: impossibile immaginarlo senza le sue Chesterfield, marca preferita anche da Frank Sinatra e James Dean. Fumava anche la bellissima, oggi ecologista convinta, Brigitte Bardot, della quale agli esordi era impossibile trovare immagini senza la cicca tra le dita. Un elemento fondamentale la sigaretta che forniva carattere e vigore al personaggio. Un altra figura intramontabile è quella di James Bond che, come il suo papà Ian Fleming, fumava fortissime sigarette turche: l attuale, quello del cinema, continua a bere Martini, ma ha smesso di fumare da un pezzo. E ancora il mitico Gino Cervi, tra l altro inter- bambino 267 x 173.pdf 1 18/06/13 09:07 prete di Maigret da Georges Simenon perché fumava, veramente, la pipa come il suo ispettore. Il tabacco quindi filo conduttore di un intero secolo: giunto nei decenni scorsi, oggi sembra non sortire più lo stesso effetto fascinatorio. Complici di questa disfatta i salutisti e le istituzioni che, imponendo leggi sempre più restrittive, rende difficile e quasi impossibile gustarsi un Malboro in santa pace. FOCUS Combattere l astinenza da tabacco in dieci mosse 1) Prendersi del tempo per determinare esattamente quando si ha l'abitudine di fumare: se dopo i pasti, dopo una corsa intorno al quartiere, o anche dopo la doccia ogni mattina. 2) Creare un piano d'attacco. Potrebbe essere qualcosa di semplice come una palla antistress nelle mani, o anche solo un pezzo di caramella dura tenere la bocca occupata. 3) Evitare le tentazioni che si nascondono (evitare luoghi e passatempi che mettono alla portata di sigarette). Se si va a mangiare fuori, assicurarsi di essere seduti nel non-fumatori. 4) Pulire la casa di tutti gli strumenti fumo. Ciò significa che tutti i posacenere, accendini, fiammiferi e sbarazzarsi l'odore di sigarette. 5) Se si ha un posto dove di solito fumare quando si è a casa, prendere in considerazione la riorganizzazione di questo luogo. 6) Scrivere il proprio obiettivo per smettere di fumare: può sembrare un dettaglio minore, ma in realtà può fare molto per essere sicuri di mantenere la vostra priorità per uscire in cima alla sua agenda. 7) Fare un vero e proprio voto. 8) Fare più esercizio fisico e mantenere il corpo in forma. 9) Se avete bisogno di qualcosa in bocca, bere acqua o mangiare spuntini sani. 10) Ottenere il sostegno di amici e familiari. C M Y CM MY CY CMY K

5 5 Società Come è noto d estate le fasce più deboli sono quelle che subiscono di più i disagi stagionali Nonno ti lascio solo, vado in vacanza Quando la terza età diventa, ingiustamente, un handicap per la famiglia. Le istituzioni provano a dare un sostegno di Francesca Ceccarelli 2013 si appresta alle battute finali ma non l attività del Filo L estate d'argento, numero gratuito dell Auser ( associazione di volontariato e promozione sociale, tesa a valorizzare gli anziani e a far crescere il loro ruolo attivo nella società). Nonostante infatti la crisi abbia diminuito di gran lunga il numero di famiglie andate in vacanza, non diminuisce la cifra di nonni che restano a casa per necessità o perché si rifiutano di lasciare le quattro mura, in cui vivono soli in un caso su tre. Sono soprattutto gli ultra 65enni a comporre il numero gratuito dell'auser ( ): solo nel 2011 in hanno chiamato per cercare compagnia telefonica (contro uomini), hanno chiesto la consegna dei pasti (1.423 gli uomini) e aiuto per la spesa (797 gli uomini). Estate è sinonimo di svago e allegria. Non per tutti. Spesso per gli anziani l'estate significa dover fare i conti con la solitudine e il disagio. In particolare sono a rischio gli anziani che hanno già una malattia preesistente, se vivono da soli, magari ai piani più alti dove fa più caldo e senza condizionamento d'aria. I disturbi a cui possono andare incontro sono: malessere da calore, colpo di calore, cute secca con assenza di sudorazione, respiro superficiale, stato confusionale, convulsioni fino ad una vera e propria perdita di coscienza. Negli ultimi tempi anche le città si stanno adoperando per fornire servizi adeguati. Soprattutto in quelle più grandi come Roma, Firenze, Milano e Bologna, sono molteplici: passeggiate organizzate, giochi, musica, teatro, mostre, balli sono soltanto alcuni esempi. Ci sono, poi, servizi creati ad hoc per far sentire più sicuri gli anziani come servizi di teleassistenza, attivabili tramite apposito numero verde, per rispondere a situazioni di emergenza; i pony della solidarietà per rispondere a bisogni quali far compagnia o sbrigare piccole faccende; la collaborazione con i supermercati che si impegnano, gratuitamente, a portare la spesa a casa alle persone anziane. Ci sono inoltre associazioni alle quali gli anziani possono rivolgersi per far garantire i propri diritti, ad esempio l Ada oppure i 15 mila volontari del Filo d'argento, la linea telefonica che l'auser dedica ai cittadini meno giovani, pronti a rispondere tutti i giorni ai loro problemi. Ci sono poi centri anziani comunali, strutture residenziali, centri diurni per anziani fragili e non mancano servizi dedicati all'assistenza economica, relativa ai trasporti cittadini e al pronto intervento sociale del Comune. Insieme a scuola di internet L INIZIATIVA Chi l ha detto che in terza età sia troppo tardi imparare a usare il computer? E di questa idea la Fondazione Vodafone Italia che ha dato il via al progetto Insieme a scuola di internet, un percorso di formazione digitale destinato agli over 55 grazie a un programma erogato da 500 giovani studenti universitari. Il corso completamente gratuito guidato da giovani universitari o neolaureati opportunamente formati e retribuiti, è rivolto a persone di età superiore ai 55 anni. Una durata totale di 8 ore, suddivise in 4 sessioni da 2 ore ciascuna, prevedrà l utilizzo di tablet e formerà, con metodo rivolto alla consolidazione delle informazioni apprese, su aree quali comunicazione, utilità, informazione e benessere. Ora l appello è per la ricerca di insegnanti under 30 che vogliano dedicarsi a questi alunni oversize. Sono aperte infatti le candidature per i 500 giovani formatori digitali. Il modulo e il regolamento ne visionabile sul sito dove è possibile inviare la propria candidatura per partecipare al processo di selezione che porterà a settembre all avvio delle aule gratuite di formazione digitale per gli over 55 interessati ad apprendere i segreti del web. I corsi si terranno anche a Padova, Venezia e Verona, in collaborazione con gli atenei universitari presenti nelle città. Sempre sullo stesso portale è possibile iscriversi se si hanno più di 55 anni e si vuole ricevere l abc del computer a titolo gratuito. Il progetto è frutto di un intesa siglata lo scorso febbraio tra Fondazione Vodafone Italia, il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, il Ministero per la Cooperazione e lo Sviluppo Internazionale e l Associazione Nazionale Comuni Italiani. F.Ce. TOKYO Arriva il supereroe per donne e persone anziane in difficoltà Superman, batman e chi più ne ha ne metta. Ma chi aveva mai sentito parlare di un eroe per anziani e mamme in crisi? I giapponesi a quanto pare. Infatti proprio a Tokyo, culla della cultura manga e della venerazione degli anziani è nata una curiosa iniziativa volontariato.ventisette anni, un lavoro in un negozio di alimentari, nel tempo libero indossa il costume da Power Ranger e si presenta alla stazione della metropolitana in un quartiere occidentale della capitale: questo l identikit di Tadahiro Kanemasu, il giovane portabandiera dell iniziativa. Per questioni culturali, i giapponesi faticano a offrire e accettare aiuto da altri ha dichiarato- perché poi si sentono in debito. Indossare questa maschera mi ha aiutato molto a superare il problema. Dopo tre mesi di attività, ovviamente non remunerata, è diventato un attrazione per i bambini e un vero e proprio eroe per mamme e anziani. Tanto che ha cominciato a pensare in grande. Posso rimanere qui soltanto un paio di ore al giorno, quando non lavoro. Vorrei mettere insieme una squadra di volontari per offrire questo servizio in pianta stabile. L invito è aperto. Già sono pronti i primi due costumi, nei colori blu e rosso, per completare la squadra di supereroi della metropolitana. F.Ce. "Diffidae de chi veu controlà e vostre palanche": così un Comune mette in allerta i cittadini Una truffa al giorno... ed è allarme sociale Un media estiva decisamente in aumento rispetto al passato: c è da preoccuparsi Euggio a-e trufe, ovvero "attenti alle truffe". Questa la scritta che nel genovese hanno usato per mettere in allerta gli anziani dal posto da eventuali raggiri. Un anziano raggirato al giorno, +20% rispetto al Si tratta di allarme sociale: ecco che allora che i consigli sono scritti non solo in italiano ma anche in dialetto genovese. La traduzione in dialetto è stata fatta dallo studioso Franco Bampi, presidente de "A Compagna". Dei veri salvavita. L'idea è del Municipio Valpolcevera, grazie alla collaborazione con l'ufficio relazioni con il pubblico della Questura: il risultato è un pieghevole in distribuzione nei centri di aggregazione e nelle case. Un vera emergenza sul territorio del genovese: solo ad agosto con malviventi che hanno colpito più di 20 volte, a luglio è stata superata quota 30. Uno sforzo congiunto di Polizia e carabinieri che lavorano ogni giorno insieme per combattere il fenomeno con squadre specializzate e controlli serrati. Sono un ispettore Inps, dell'enel, delle Poste: queste le scuse banali degli impostori che cercano di accattivarsi le grazie delle anziane vittime. Facendo leva su legami familiari ("sono un amico di suo figlio, sa mi deve..."), riescono sempre purtroppo ad arrivare al loro losco scopo. E gli anziani capitolano in pieno non per stoltezza ma per eccessiva onestà, solidarietà e amicizia. No arvì a porta de caza a chi no conoscei", questa è la regola numero 1. "No afermave mai pe-a stradda pe da a mente a chi ve ofre facili goagni", è quella che viene sottolineata perché le cose vanno sempre così. Storie diverse che riempiono i verbali della polizia e dei carabinieri schierati ogni giorno nella lotta alla criminalità. F.Ce.

6 6 Esteri COLPO DI SCENA NELLA VICENDA DEL MASSACRO DI CIVILI PERPETRATO CON ARMI CHIMICHE ALCUNI GIORNI FA Assad: La strage? Colpa dei ribelli. Ecco le prove La Francia non ci crede. Gli Stati Uniti si preparano al modello Kosovo e pensano di intervenire senza il mandato dell Onu di Valter Brogino Le armi chimiche hanno parlato. Ora stanno parlando quelle della propaganda. Il risultato però rischia di essere lo stesso: migliaia di vittime tra i civili. E che la situazione stia precipitando lo confermano gli allarmi lanciati da più parti circa un ormai già avviato esodo di dimensioni bibliche della popolazione, terrorizzata da un intervento esterno in una Siria già martoriata da anni di guerra civile. Come in un film visto troppe volte, si stanno in questa fase ripetendole scene di accuse incrociate sull utilizzo di armi di distruzioni di massa, avvenuto la scorsa settimana in alcuni sobborghi di Damasco. Se l indiziato principale di questo orrendo crimine è, secondo la stampa occidentale allineata, il regime di Assad, ieri l esercito ha assestato un colpo mediatico a suo favore. È stato ritrovato un deposito di agenti chimici in un tunnel dei ribelli situato nel sobborgo di Jobar. Secondo quanto afferma la tv di stato siriana, alcuni militari sono rimasti intossicati e sono stati soccorsi dalle ambulanze. È una notizia che, qualora confermata, potrebbe inceppare la macchina da guerra che è già stata messa in moto dagli Usa. Con Obama che, nonostante il premio Nobel per la Pace in tasca, ha già allertato le sue forze armate. Il Dipartimento della Difesa - ha detto il segretario alla Difesa, Chuck Hagel, mentre era in volo per l'asia - ha la responsabilità di fornire al presidente opzioni per tutte le emergenze e questo Siria: resti di animali uccisi dai gas richiede il posizionamento delle nostre forze e dei nostri asset per essere in grado di attuare qualsiasi opzione il presidente possa scegliere. Hagel non è voluto entrare nei dettagli, ma secondo alcuni media, la marina americana sta rafforzando la sua presenza nel Mediterraneo. Sempre in merito all'utilizzo di armi chimiche da parte della Siria, i consiglieri alla sicurezza nazionale di Obama questo fine settimana si riuniscono alla Casa Bianca per discutere le opzioni americane, tra cui una possibile azione militare. Il presidente - ha detto Hagel - ha chiesto al dipartimento della Difesa delle opzioni. Come sempre, il dipartimento è preparato, è stato preparato, per offrire al presidente degli Stati Uniti opzioni su tutti i rischi e continueremo a farlo. Abbiamo a che fare con un problema molto serio - ha concluso Hagel - stiamo lavorando con i nostri partner internazionali, con la comunità internazionale e con le Nazioni Unite. Stiamo esaminando tutte le opzioni. Da un punto di vista politico, non è detto che gli Usa si mettano ad attendere un mandato Onu. Anzi, secondo il New York Times, gli assistenti del presidente Obama alla sicurezza nazionale stanno ripassando la guerra aerea della Nato in Kosovo come un possibile modello per agire senza un mandato delle Nazioni Unite. È pur vero che la Russia e la Cina potrebbero non stare a guardare, almeno questa volta: soprattutto la diplomazia di Putin, comunque, sta spingendo affinché si possa arrivare ad una verifica Onu su quanto accaduto la settimana scorsa. Segnali di iperattivismo anche dalla Francia, il cui Ministro degli Esteri Laurent Fabius, dalla confinante Giordania, dice che sul massacro di alcuni giorni fa tutte le prove portano ad Assad. L esatto contrario di quanto afferma l Iran, con il presidente Hassan Rohani che ha condannato con parole di esecrazione la strage e il portavoce del Ministero degli Interni che ha incolpato i ribelli, bollandoli come gruppi terroristici. FORTUNATAMENTE SOLO TANTA PAURA PER I DUE ITALIANI RAPITI IN THAILANDIA E POI RILASCIATI Un sequestro lampo da farsa Danilo De Vito e Antonio De Mauro vittime dell azione illegale di un gruppo di poliziotti di Francesca Ceccarelli Stanno bene, sono protetti e tra qualche giorno torneranno in Italia : con queste parole, riferite da fonti dell'ambasciata italiana in Thailandia, si chiude la vicenda del sequestro lampo di due connazionali, che ha tenuto il Paese con il fiato sospeso per diverse ore. Una storia da film quella dell architetto Danilo De Vito, 51 anni e dell ingegnere Antonio de Mauro, 62 anni. Possa passare presto : questa la storica battuta pronunciata dal giudice in Fuga di mezzanotte, discusso cult degli anni 70 dove uno studente universitario Billy Hayes, veniva arrestato all'aeroporto di Istanbul per possesso di hashish, condannato inizialmente a quattro anni di reclusione e in seguito all'ergastolo nel carcere di Sagmacilar. E andata sicuramente meglio ai due italiani che se la sono cavata solo con ventiquattro ore di detenzione. Due i poliziotti thailandesi che sono stati arrestati perchè avrebbero sequestrato, a scopo di estorsione, la coppia di amici: in realtà le autorità thailandesi sono ancora alla ricerca di altri due poliziotti, sospettati di complicità nel sequestro lampo. La ricostruzione dei fatti è stata resa nota nelle ore successive la soluzione della vicenda:secondo il quotidiano locale Bangkok Post, che cita direttamente la polizia locale, i due turisti sono stati bloccati dai poliziotti corrotti lunedì scorso, 19 agosto, mentre prelevavano denaro da un bancomat poco dopo il loro arrivo, nella zona di Nana. Gli agenti si sono scagliati contro gli ignari turisti, accusandoli di usare una carta falsa e chiedendo loro 2 milioni di baht (quasi euro) per non denunciarli. Quindi i due turisti sono stati portati in un albergo dove, dopo varie trattative, sono riusciti a ridurre della metà la somma (1 milione di baht, oltre euro). Martedì 20 poi hanno chiamato le famiglie in Italia per farsi accreditare il denaro sui conti correnti. Insospettiti e allarmati i famigliari hanno prontamente contattato l'ambasciata italiana a Bangkok che ha rintracciato sul cellulare i due e ha denunciato il sequestro alla polizia locale. Nel frattempo gli investigatori thailandesi erano riusciti a individuare il nascondiglio e hanno potuto così liberare i sequestrati, perdendo però le tracce dei rapitori che sono riusciti a fuggire. Solo due di loro in seguito si sono costituiti alla polizia. Al momento i due italiani sono ancora a Bangkok per essere ascoltati dagli investigatori in qualità di testimoni, il tutto con la garanzia di assistenza da parte dell'ambasciata. Ergastolo per Robert Bales, aguzzino dell Afghanistan NEGLI USA Una data che il 38 enne Robert Bales ricorderà per sempre, non c è dubbio. Venerdì 23 agosto il sergente dell esercito degli Stati Uniti è stato condannato da un tribunale militare al carcere a vita per la strage di civili in Afghanistan dell 11 marzo 2012, in cui uccise 16 persone e ne ferì altre sei. Niente rilascio per buona condotta. Alla lettura della sentenza presenti anche alcuni parenti delle vittime arrivati dall Afghanistan per testimoniare durante il processo: alcuni di loro hanno espresso delusione per la mancata pena di morte. L 11 marzo del 2012 Robert Bales uscì dalla sua base vicino a Kandahar e, una volta raggiunto a piedi un villaggio poco lontano, entrò in tre case uccidendo chiunque si trovasse davanti. In tutto Bales uccise 16 persone e ne ferì altre sei. Diciassette delle sue vittime erano donne o bambini. Inutili e fuori luogo perciò le scuse del giovane gli ultimi giorni del processo ai parenti delle vittime. Secondo la difesa, quando ha compiuto il massacro Bales si trovava in un particolare stato di stress perché doveva affrontare dei problemi economici e con sua moglie, negli Stati Uniti. La giuria avrebbe potuto condannare Bales all ergastolo, con la possibilità di ricevere la libertà condizionata dopo 20 anni, ma la corte ha deciso di non dare al militare questa possibilità, anche se uno dei generali potrebbe ancora decidere di ridurre la pena a ergastolo con possibilità di libertà condizionata. Roma, via Giovanni Paisiello n.40 Tel Fax Direttore responsabile Francesco Storace Società editrice Amici del Giornale d Italia Sito web Per la pubblicità su Il Giornale d Italia rivolgersi al Responsabile Marketing Daniele Belli, tel mail: California: il sindaco di San Diego si dimette: accusato di molestie Dopo settimane di polemica alla fine è arrivata la decisione: il sindaco di San Diego (California) Bob Filner si è dimesso. Il politico democratico era stato accusato da 18 donne di molestie sessuali. Inaccettabile. Già da giorni circolava la notizia sulle sue prossime dimissioni. Per cercare di riconquistare l opinione pubblica Filner si era anche sottoposto a due settimane di cure in una clinica specializzata in dipendenze sessuali per "guarire" da quella che lui stesso aveva definito una mania. Ma i suoi elettori non l hanno perdonato. Così adesso San Diego si prepara a elezioni straordinarie, un evento che politici sia repubblicani che democratici chiedevano da tempo. Filner è il quarto primo cittadino degli ultimi sette sindaci della città californiana che termina il mandato prima della scadenza naturale: tra i suoi predecessori, infatti, Pete Wilson che si era dimesso nel 1983 perché eletto al Senato; Roger Hedgecock che era stato cacciato nel 1995 in seguito alle accuse di associazione a delinquere e spergiuro; Dick Murphy aveva lasciato a causa di problemi economici ereditati da gestioni precedenti. Chissà cosa ne penseranno i cittadini chiamati per l ennesima volta alle urne: curioso sarà vedere le varie campagne elettorali. Quali escamotage verranno usati? Sicuramente una battaglia a colpi di scandali. Il sindaco di San Diego (California) Bob Filner

7 IL PEDOFILO CHE SI VANTAVA IN TV Finalmente individuato l orco de Le Iene Aveva approfittato volentieri della visibilità offertagli da Le Iene per mettere in piazza le sue turpi morbosità, il suo modo raccapricciante di abbordare minorenni e persino il tariffario pagato per le sue sordide consumazioni. Un criminale che ora i carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno arrestato C.D. classe 1964, in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Roma Elvira Tamburelli, su richiesta del sostituto procuratore di Roma, Vittoria Bonfanti, poiché responsabile di prostituzione minorile e violenza sessuale. Le indagini eseguite dal Nucleo investigativo di via in Selci hanno ha avuto inizio dopo un servizio televisivo dal titolo Storia di un pedofilo, trasmesso il 27 gennaio scorso nel corso del programma Le Iene, ed effettuato a seguito di una segnalazione di due persone. Nel servizio, relativo ad una vicenda di abusi sessuali subiti da un minore, venivano intervistati sia la madre che il presunto pedofilo, che ammetteva di aver avuto rapporti sessuali con il minore. Le indagini hanno consentito di individuare il minore vittima degli abusi sessuali, subiti a partire dall agosto del 2011, nonché l autore che in cambio di prestazioni sessuali, nel tempo, ha consegnato somme di denaro e regali vari, come un telefono Iphone 4 e una consolle giochi, acquistati mediante finanziamenti, che trovati dalla madre nella cameretta hanno indotto il minore a confidarsi e raccontare l origine di denaro e regali. Nel corso dell arresto è stato trovato e sequestrato materiale informatico, ora al vaglio degli carabinieri di via in Selci. Restano dubbi, perplessità e riflessioni da fare su questa storia. Innanzitutto, come mai Le Iene non hanno semplicemente consegnato filmati e identità di questo personaggio alle forze dell ordine immediatamente, invece di limitarsi a fare il proprio share e infischiarsene. E perché non si è provveduto, davanti alla pericolosità sociale di un simile individuo, a riservargli una cella, invece di lasciarlo a casa. Gustavo Lidis 7 L IMPIANTO SCADE IL 30 SETTEMBRE, MA L ALTERNATIVA NON C È Malagrotta, la proroga è ormai dietro l angolo Sempre più probabile la decisione di lasciarla aperta fino a dicembre Intanto la Procura continua ad indagare sulle modalità di conferimento Da che poteva sembrare una possibilità, anche se concreta, ora è praticamente una certezza. La chiusura di Malagrotta si avvia verso l'ennesima proroga. Troppo breve l'arco di tempo che ci separa dal 30 settembre (giorno in cui la discarica più grande d'europa dovrebbe cessare la sua attività) e troppe le problematiche che stanno accompagnando la decisione sull'impianto di Falcognana. A tal proposito si attendono gli esiti sulle verifiche sulla discarica che al momento accoglie i materiali di scarto provenienti dalle autodemolizioni. Da una parte bisogna capire se l'autorizzazione vigente sia valida anche per il conferimento dei rifiuti trattati, dall'altra ancora non è chiaro il reale assetto societario di Ecofer Ambiente (la società proprietaria della discarica). A questi dubbi, si aggiunge l'interrogativo riguardante il corretto smaltimento all'interno della stessa Malagrotta nella quale, secondo la normativa, non può essere conferito il "tal quale"dallo scorso aprile ma che, secondo alcune foto scattate dagli abitanti della Valle Galeria, la stessa verrebbe puntualmente disattesa. L'eventuale procedura illecita è al momento al vaglio della Procura ma qualora dovesse essere confermato, oltre a rappresentare un elemento di inaudita gravità, non farebbe che aumentare lo scetticismo anche nei confronti dell'impianto provvisorio sull'ardeatina e sulla sua effettiva capacità di smaltimento di rifiuti trattati. Tutta una serie di rallentamenti quindi che stanno mettendo in evidenza l'incapacità delle attuali amministrazioni locali di gestire la delicata situazione e che soprattutto stanno rendendo inevitabile un ennesimo rinvio della chiusura definitiva dell'eterno maxi impianto di Cerroni, il quale a questo punto potrebbe chiudere i battenti non prima del prossimo dicembre. Questo nonostante le pregresse promesse di Zingaretti prima e di Marino dopo, i quali al momento dei loro rispettivi insediamenti, avevano messo come punto imprescindibile del programma la chiusura della suddetta discarica accompagnata a una più virtuosa gestione dei rifiuti. Al momento, invece, tutto è ancora al punto di partenza, il nuovo impianto provvisorio è lungi dall'essere individuato e i cittadini della Valle Galeria sono ancora sotto la morsa dell'aria avvelenata di Malagrotta. A questo punto non è dato sapere per quanto tempo ancora. Ugo Cataluddi Roma FIUMICINO Geyser alto cinque metri: fenomeno inspiegabile Q uello che proprio non si aspettavano i cittadini di Fiumicino: geyser in piena strada che sono fuoriusciti così, all improvviso. Destando preoccupazione e scompiglio tra la gente. Lo strano fenomeno è avvenuto ieri mattina in viale Coccia di Morto, località poco distante dal centro cittadino, punto nevralgico del traffico romano. Immediata la radunata di una piccola folla di curiosi pochi minuti dopo la diffusione della notizia. Dopo lo stupore iniziale è scattato l allarme per le sostanze nocive derivanti di soffioni di gas che sono risultati alti fino a cinque metri. Nel corso delle ore nell'aria si sono diffuse anidride carbonica e altri gas che - secondo i vigili del fuoco - potrebbero essere dannosi se respirati a distanza ravvicinata per molto tempo. Immediata la mobilitazione dei pompieri e dell'arpa Lazio che si sono messi subito al lavoro per individuare l'esatta provenienza delle esalazioni e interromperne il flusso. Dagli operatori accorsi sul luogo è stato escluso che la fuoriuscita sia stata dovuta a una conduttura rotta, anche se di fatto non si è ancora riusciti a trovare il punto originario del dissesto. Sul posto a lavoro anche esperti vulcanologi che hanno fatto rientrare l allarme intossicazione poiché, fortunatamente, nei paraggi non ci sono abitazioni. Cercateci e ci troverete ovunque. All indirizzo con un portale all news ed un giornale sfogliabile e scaricabile on-line. Siamo anche su Facebook all indirizzo Siamo anche abili cinguettatori, su Tutti i nostri video sul canale Youtube, Il giornale d Italia. Se volete scriverci, potete farlo all indirizzo

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Effetti finanziari: da imposta di soggiorno a tassa di scopo a cura dell Osservatorio Nazionale sulla Tassa di Soggiorno di JFC

Effetti finanziari: da imposta di soggiorno a tassa di scopo a cura dell Osservatorio Nazionale sulla Tassa di Soggiorno di JFC Effetti finanziari: da imposta di soggiorno a tassa di scopo a cura dell Osservatorio Nazionale sulla Tassa di Soggiorno di JFC La legge n. 42/2009 sul federalismo fiscale ha aperto, in Italia, nuovi scenari

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole.

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole. Forza Democratica Foglio 1/5 Oggetto: Bozza per uscire dall attuale crisi Prevenzione. Prevenzione. Prevenzione Staremo bene se anche gli altri stanno bene. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

I GENERALI SOTTO ACCUSA

I GENERALI SOTTO ACCUSA Mondo in fiamme Algeria Il conflitto algerino Habib Souaïdia, l ex ufficiale autore del libro La Sale Guerre, torna ad attaccare i vertici militari algerini. Per questa intervista la procura di Algeri

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD SCHEDA Roma, 27 febbraio 2008 N 3 E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD Analisi critica, sintetica e graffiante dei dodici punti del programma del Partito Democratico Punto 3 CITTADINI E IMPRESE PIÙ

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI 667 DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 36 del 2014: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia

Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia N E W S D A L M O N D O 18 M A R Z O 2 0 1 5 Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati gli assegni esentasse per i figli e la tassa sull energia Svizzera Votazione popolare dell 8 marzo: bocciati

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia?

Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia? Come sta il comparto delle costruzioni oggi in Italia? Quello che sta accadendo nel nostro comparto è drammatico: siamo di fronte a una vera e propria deindustrializzazione del settore, con un calo vertiginoso

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli

SW1 - Lo Swap nella realtà Commerciale

SW1 - Lo Swap nella realtà Commerciale SW1 - Lo Swap nella realtà Commerciale Per quanto il mondo delle Opzioni ci possa aver appassionato in modo speciale, molti altri sono gli Strumenti Derivati messi a disposizione dai Sistemi Bancari e

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private con il Patrocinio di Regione Lazio Assessorato alle Politiche Sociali e Promozione della Salute Presenta Atti del Convegno Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Un bambino per crescere deve restare un bambino. Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità

Un bambino per crescere deve restare un bambino. Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità Un bambino per crescere deve restare un bambino Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità Scheda di Presentazione 2009/2010 La Caramella Buona : PER CRESCERE UN BAMBINO DEVE RESTARE UN BAMBINO. Fondata nel

Dettagli

Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze

Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze Sono un'epidemiologa e lavoro all'agenzia Regionale Sanitaria della Regione Toscana. Il complicato

Dettagli

Politica: la voce dei giovani

Politica: la voce dei giovani Politica: la voce dei giovani m a r e a p e r t o La cupola trasparente del Bundestag (Berlino) sede del parlamento federale tedesco. È completamente trasparente: con la ricostruzione tedesca e dopo due

Dettagli

Lettera del Magnifico Rettore agli studenti

Lettera del Magnifico Rettore agli studenti Lettera del Magnifico Rettore agli studenti Cari Allieve e Allievi del Politecnico di Milano, In questi giorni ho ricevuto molti messaggi da parte Vostra. In essi vi sono domande volte a cercare di comprendere

Dettagli

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo, 27 aprile 2015 Lettera Aperta ai Presidenti delle Banche di Credito Cooperativo, alle Autorità di Vigilanza ed alla politica italiana Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Il recente decreto-legge 112/2008, emanato dal Governo il 25 giugno scorso e riguardante la manovra correttiva

Dettagli

LA DIFFICILE BATTAGLIA CONTRO LA DISOCCUPAZIONE E LE STRATEGIE DI POLITICA MONETARIA

LA DIFFICILE BATTAGLIA CONTRO LA DISOCCUPAZIONE E LE STRATEGIE DI POLITICA MONETARIA 237 LA DIFFICILE BATTAGLIA CONTRO LA DISOCCUPAZIONE E LE STRATEGIE DI POLITICA MONETARIA 11 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli