CERI Ancora discussioni sulla legge regionale Il regolamento slitta al 2010 Il presidente dei Santubaldari. sull iter della discussa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CERI Ancora discussioni sulla legge regionale Il regolamento slitta al 2010 Il presidente dei Santubaldari. sull iter della discussa"

Transcript

1 WWW quigubbio.it SUPPLEMENTO SETTIMANALE GRATUITO AL NUMERO ODIERNO DE IL CITTADINO OGGI - CORRIERE NAZIONALE 021 giovedì 15 ottobre 2009 VIABILITA Dopo la conferenza dei servizi Pian d Assino, lavori in primavera In attesa degli ultimi pareri per la Pian d Assino, l'anas, dopo la conferenza dei servizi, ha confermato che è presumibile un avvio dei lavori nella prossima primavera. A pagina 3 CERI Ancora discussioni sulla legge regionale Il regolamento slitta al 2010 Il presidente dei Santubaldari Ubaldo Minelli interviene sull iter della discussa legge regionale sulle manifestazioni storiche. Il regolamento verrà redatto con la prossima legislatura. A pagina 5 PRODOTTI TIPICI In ripresa il miele, cercasi piogge Funghi e tartufo, il piatto piange Le associaizoni di categoria sperano nelle piogge autunnali per la raccolta di funghi e tartufi. Va meglio per la produzione di miele, anche se i numeri degli anni 90 sono ancora lontani. A pagina 7 CRISI Diminuisce la domanda, aumentano le bollette di gas, acqua e luce. Soffrono alimentari, bar, abbigliamento e calzature Vendite in calo, tariffe alle stelle Allepagine 4e5 L INIZIATIVA Esperta mondiale in città Si parla di sacra sindone Una delle maggiori esperte mondiali della Sindone, sarà in città il 23 ottobre. A invitare Emanuela Mavarelli l'associazione culturale "Benedetto XVI". Un tema, quello della Sindone, tornato di stretta attualità. A pagina 12 L EVENTO Inserto speciale di 8 pagine Altrocioccolato al via Dal 16 al 18 ottobre ritorna Altrocioccolato, la festa del commercio equo e solidale. Storia, protagonisti, convegni, stand e immagini tra rispetto dell ambiente e integrazione culturale. Così presentiamo l evento. CALCIO Parla Pastore, mister rossonero Rossoblù all esame Nocerina Mister Pastore, tecnico della Nocerina, sarà di scena domenica al Pietro Barbetti. Analizza la sfida indicando i punti forti del alla ricerca del primo successo stagione tra le mura amiche. Allepagine22e 23

2

3 Primo piano giovedì15 ottobre QUI L EDITORIALE di Luca Mercadini Modifiche in vista ma resta fuori L Eurostar dimentica Fossato e apre a Jesi e Spoleto a scorsa settimana abbiamo affrontato la L questione del raddoppio della Orte-Falconara e della variante di Branca dopo il parere favorevole del consiglio comunale di Valfabbrica. Una questione che non deve far dimenticare il problema degli eurostar a Fossato di Vico. ome ben si ricorderà C in tutta la tratta che va da Ancona a Orte ne sono rimasti in piedi pochissimi, solo Foligno e Terni per internderci. Ma nelle ultime settimane è arrivata la sorpresa, il compromesso che ha spalancato le porte dell eurostar in fermata a due città prima escluse come noi: Jesi e Spoleto. Ci chiediamo allora cosa sia successo e per quale motivo, improvvisamente, il cerchio delle fermate eurostar si sia ampliato. Ci chiediamo inoltre in base a quali criteri sia stata presa una decisione del genere e perché, ancora una volta, quando si parla di viabilità subisce l ennesimo schiaffo. Ma ci chiediamo anche chi sarà a pagare il conto di questo cambiamento visto che, se ieri Spoleto e Jesi erano ritenute al pari di fermate anti-economiche, non crediamo che oggi d incanto siano divenute realtà iper produttive. Insomma, siamo alle solite. Tira di qua, tira di là, alla fine c è qualcuno che riesce a ottenere qualcosa. E quel qualcuno difficilmente siamo noi. oi che, al contrario, N qualche titolo per ottenere il ripristino delle fermate eurostar ce lo abbiamo come ha ricordato proprio in questi giorni il professor Amedeo Baldinucci in un intervento preciso e ben argomentato. Come si fa ad escludere un bacino d utenza come il nostro che racchiude molti comuni umbri e marchigiani? A Fossato nell'arco delle 24 ore, oggi partono solo cinque treni regionali per Roma, con intervalli che raggiungono le sei ore. Se a questo servizio si aggiungono il disagio dei frequenti ritardi, la qualità delle carrozze, si può capire quanto tutto ciò non incentivi l'utilizzo del treno da parte degli utenti del comprensorio, depotenziando così gravemente il nostro scalo ferroviario. CONFERENZA SERVIZI L Anas conferma il probabile avvio dei lavori in primavera Pian d Assino, approvazione variante in dirittura d arrivo "Ci siamo incontrati per proseguire l'iter burocratico del progetto legato alla va- La decennale questione della Pian d Assino Sviluppi positivi in attesa degli ultimi pareri riante -Mocaiana, dopo lo stop forzato a seguito della ormai nota sentenza del Tar riguardo ad alcuni ricorsi di privati innescata dai meccanismi espropriativi. La conferenza ha avuto uno svolgimento sostanzialmente positivo anche se non sono mancati distinguo e richieste di approfondimento". Così l'assessore Marino Cernicchi è tornato sulla conferenza dei servizi per la Pian d'assino. Distinguo e richieste di approfondimento che hanno solo rimandato l'approvazione della variazione che riguardava il progetto del primo tracciato presentato a suo tempo dalla Regione per rispondere a necessità tecniche di larghezza di manto stradale poste dall Anas. Una modifica che ha avuto anche un passaggio nel consiglio comunale di, comportando suddetta variante, approvata all'unanimità dalla massima assise cittadina. Il verbale Cernicchi ha quindi reso nota la conclusione del verbale sottoscritto all'unanimità alla conferenza stessa: "Il presidente della conferenza, dal momento che non tutti i pareri espressi sono risultati pienamente accettabili per l'approvazione, ha ritenuto che la riunione si doveva aggiornare a data da definire, salvo l'acquisizione dei pareri non ancora espressi in conferenza, che dovranno essere trasmessi entro e non oltre 10 giorni. Ma si è convenuto all'unanimità che qualora perverranno tali pareri favorevoli e pienamente positivi, si provvederà all'adozione dell'atto di acclaramento dell'intesa raggiunta". Anas In sostanza si attende la documentazione scritta di quello che è stato verbalmente detto. Sulla questione l'anas ha confermato che è presumibile un effettivo avvio dei lavori nella prossima primavera. Alla conferenza hanno presenziato, oltre a Cernicchi, per la Regione Claudio Cosciotti e Sabrina Scarabattoli, per la Provincia Angela Fortuni, per Terna Umberto Martellino, Filippo Emiliani per Arpa, Mario Liberatori per Anas e Maurizio De Rugeriis per il Provveditorato interregionale per le opere pubbliche Toscana-Umbria. Via agli espropri Confermata, sempre in conferenza, la predisposizione di tutte le carte per partire con gli espropri già dalle prossime settimane. Dopo l'affidamento formale dei lavori all'impresa vincitrice della gara, reso noto negli scorsi giorni e a seguire l'annuncio della partenza dei rilievi archeologici, l inzio dei lavori non sembra più essere un miraggio. Nel frattempo il gruppo provinciale del Prc ha manifestato la sua soddisfazione per l'esito della conferenza dei servizi: L azione sinergica di amministrazione comunale, Provincia e Regione, con incontri, sollecitazioni e quant'altro ha prodotto un importante risultato, dopo lo stallo conseguente alla decisione del Tar. Ora ogni atto dovrà essere diretto a far partire la costruzione della nuova arteria, dopo che già (altro dato positivo) sono partiti le procedure e i lavori propedeutici alla realizzazione della medesima. Da parte del gruppo provinciale del Prc e della Provincia tutta c'è anche il fermo impegno a inserire in programmazione il secondo tratto, da Mocaiana a Montecorona. La lettera di Goracci Intanto il sindaco Orfeo Goracci, dopo aver ricevuto in data 5 ottobre una nota dell avvocato Pacelli scritta per conto dei ricorrenti proprietari di terreni, ha inviato una lettera all'anas per chiedere quale è il punto di vista e le risposte dell'anas stessa in merito alla missiva". E la popolazione? Serba solo l auspicio di vedere le ruspe in azione. Quello sarà il momento che porrà finalmente la parola fine ad una attesa che dura da decenni. Per tutti coloro che percorrono la vecchia strada tutti i giorni e soprattutto per le popolazioni delle frazioni a ovest di. Guido Giovagnoli e Anna Maria Minelli

4 QUI PAGINE 04 giovedì15 ottobre 2009 L inchiesta della settimana Congiuntura negativa Un anno a confronto CRISI ECONOMICA Commercianti e operatori di turismo e servizi alzano la voce. Le possibili solu Alimentari, bar e tabacchi Cala la domanda d acquisto e aumentano le bollette I n seguito ad una decisa presa di posizione da parte dei commercianti eugubini e degli operatori dei settori del turismo e dei servizi, il presidente della Confcommercio Lucio Lupini, coadiuvato dal segretario Claudio Bettelli, ha approntato uno specifico documento con il duplice obiettivo di fornire sia un quadro d'insieme della situazione economica locale, che di avanzare concrete proposte utili al superamento dell'attuale fase di crisi. A questo proposito i dati forniti dalla Confcommercio relativi alla comparazione della domanda tra agosto 2009 e lo stesso mese del 2008 sono inequivocabili: gli acquisti di articoli di abbigliamento e calzature registrano una flessione dell'1,2%, quelli di beni e servizi per la casa dell'1,6%, in contrazione pure gli acquisti di alimentari, bevande e tabacchi con un meno 2,1%. Tendenza negativa anche per i prezzi dei beni e servizi che compongono l'icc, ossia l'indicatore dei consumi della Confcommercio, che ad agosto dell'anno corrente ha segnalato una riduzione dei prezzi dei beni del 2,1% e di quelli dei servizi dello 0,5%. La Confcommercio mette quindi in evidenza come i dati eugubini sul commercio locale riflettano specularmente quelli nazionali. Con la domanda in forte calo accompagnata da un sensibile abbassamento dei prezzi di beni e servizi e con i commercianti in difficoltà e in attesa della tanto agognata ripresa economica. Chi soffre di più A soffrire di più, secondo Lucio Lupini, sono comunque i piccoli operatori del settore terziario, come ad esempio i negozi al dettaglio che, a differenza di ciò che accade nella grande industria dove è possibile provvedere alla disciplina degli stabilimenti e delle linee produttive, non possono certo modificare il proprio processo produttivo sull'andamento dei consumi. Cosa che ovviamente determina una maggiore incidenza dei costi fissi e un maggior rischio di non sopravvivenza. Inoltre va aggiunto, sempre stando a quanto contenuto nel documento redatto dalla Confcommercio di, come molto spesso la dimensione prevalente delle imprese del commercio del turismo e dei servizi sia micro e familiare. Gli ammortizzatori sociali dunque non possono essere d'aiuto per un bar o per un albergo. Soluzioni Le risposte alla crisi devono pertanto seguire due direttrici: da un lato il sostegno alla domanda e dall'altro il supporto delle imprese. Relativamente al primo punto alcuni interventi secondo Lupini sono stati messi in atto, basti pensare alla social card, ai bonus famiglia e agli ammortizzatori sociali. Per il resto le imprese necessitano di opportunità di sviluppo sul piano della ottimizzazione e dell innovazione da perseguire attraverso i Piani urbani complessi della Regione, l'operatività dei Confidi (la cooperativa di garanzia che fa capo alla Confcommercio eugubina ha erogato nel 2008 in città credito per circa 6 milioni di euro), un'efficace formazione delle risorse umane. La semplificazione amministrativa è considerata poi fondamentale, dal momento che la burocrazia viene percepita spesso come un doppio costo per le imprese: allo stesso tempo freno ed onere economico.

5 giovedì15 ottobre QUI zioni della Confcommercio: Puntare sulle risorse umane Tariffe alle stelle In un quadro economico di questo tipo, spiega in conclusione il presidente Lupini, diventa fondamentale affrontare il problema delle tariffe: "Non esiste crisi per i fornitori di energia, mentre tasse e tariffe sono fuori da qualsiasi controllo nonostante i patti di stabilità. Nettezza urbana, Ici, addizionali ed Irpef hanno finito per subire aumenti esponenziali negli ultimi anni". La Confcommercio fa riferimento per di più ad una nota recentemente pervenuta da un impresa associata e relativa alla fatturazione di Umbra Acque dove i consumi vengono suddivisi in fasce per le attività extradomestiche, che vedono già in partenza una tariffa sproporzionata rispetto a quella domestica. La Confcommercio non esclude pertanto che si possa aprire un contenzioso sull'obbligo da parte dei pubblici esercizi di mettere a disposizione le proprie toilette ai clienti e pure da parte degli alberghi sulla modulazione delle fasce. La protesta di un albergatore A questo proposito riportiamo di seguito la segnalazione di un operatore turistico eugubino (che ha preferito conservare il proprio anonimato) giunta all'ufficio della Confcommercio in data 6 ottobre 2009 e inerente proprio il consumo di acqua e la relativa fatturazione da parte di Umbra Acque. Agosto2008-agosto 2009 La Confcommercio in città ha rilvato un calo delladomanda neisettori di abbigliamento, calzature, alimentari, bevande e tabacchi Logica conseguenza il ribasso dei prezzi "Mi sono rivolto a Umbra Acque per avere spiegazioni sulle tariffe applicate e mi è stato spiegato che i consumi vengono suddivisi in fasce a cui corrisponde una differente tariffazione che varia da comune a comune. Le fasce di consumo sono: da 0 a 150 metri cubi (mc) 1,7139 euro, da 150,01 a 240,00 mc 2,5027 euro, da 240,01 a 600 mc 2,9357 euro, oltre i 600 mc 3,1162 euro. Le tariffe indicate si riferiscono al mio comprensorio, ma il sistema e le proporzioni sono uguali per tutti. I mc considerati sono annui e ciò significa che per non avere una tariffa maggiorata rispetto a quella ufficiale si prevede un consumo di circa 0,50 mc al giorno. Tuttavia secondo le mie valutazioni un albergo medio di 40 camere con ristorante consuma circa 10 mc giornalieri, quindi ogni giorno paga almeno 8 mc in maniera notevolmente superiore a ciò che è stabilito nelle tariffe dell Ato. Non si può intervenire sulle tariffe in quanto stabilite dall'ato, mi chiedo in ogni caso se la nostra associazione non possa intervenire nella distribuzione delle fasce. Suggerisco di aprire un dialogo con Umbra Acque, non possiamo essere considerati come una semplice attività al commercio. È ovvio infatti che alberghi, ristoranti e bar sviluppano un consumo differente rispetto a un'edicola o al negozio di abbigliamento". Francesco Caparrucci CERI Il presidente dei Santubaldari ancora critico sulla legge regionale ll regolamento slitta a dopo le elezioni Le istanze eugubine non saranno ascoltate Continua a far discutere la legge 19 del 29 luglio che disciplina le manifestazioni storiche, o meglio il suo regolamento attuativo, che secondo il presidente dei santubaldari Ubaldo Minelli "non è stato ancora ufficializzato e non verrà emanato dalla giunta regionale attualmente in carica. La notizia è pienamente attendibile in quanto proviene direttamente da stretti collaboratori dell'assessore ai Beni e alle attività culturali, Silvano Rometti. La motivazione 'ufficiosa' del rinvio sine die consisterebbe nell'assenza, prima delle prossime elezioni regionali del marzo 2010, dei tempi tecnici necessari. La palla, per tale fondamentale passaggio normativo, passa così alla nuova giunta e alle componenti politiche che primeggeranno nella prossima competizione elettorale. Per il momento, è in corso di elaborazione semplicemente una delibera, una norma transitoria, che dovrebbe avere la finalità di rendere parzialmente operativa, a fine anno, la legge regionale. Una delibera con cui la giunta in carica dovrebbe individuare i criteri per i contributi relativi all'anno in corso. A chi chiede informazioni sulle finalità e sui tempi di detta delibera, viene consigliato di presentare fin d'ora domanda generica di contributo. Siamo già in corsa, dunque, nonostante la mancata adozione di un regolamento attuativo che la stessa legge regionale aveva previsto entro 60 giorni dalla data della sua pubblicazione ( ). Delle due, l'una: o è stato poco previdente e accorto il legislatore nell'inserire nel corpus della legge un termine troppo ristretto per la promulgazione del regolamento, oppure le ferme critiche provenienti da hanno consigliato agli addetti ai lavori, alla vigilia di una importante competizione elettorale, una certa 'cautela politica'. Sta di fatto che, dalla data di pubblicazione della legge a quella delle elezioni regionali, intercorrono circa otto mesi, e quindi c'è tutto il tempo necessario all'elaborazione di un adeguato regolamento esecutivo. In tale contesto normativo e politico ben delineato, non è assolutamente pensabile, nè sperabile, che l'emanando regolamento possa minimamente recepire alcuna delle delle istanze eugubine. Sotto altro e diverso profilo, poi, non è minimamente pensabile Uno scatto del mercato che una fonte di rango inferiore, quale è il regolamento, possa stravolgere e demolire l'impianto normativo disciplinato da una fonte di rango superiore, quale è la legge, prevedendo, nel caso in questione, l'istituzione di due distinti elenchi delle manifestazioni storiche. E' invece prevedibile e tutto lascia pensare che, in sede regolamentare, la Festa dei Ceri non possa ottenere molto di più di quel riconoscimento fine a se stesso contenuto nell'articolo 3 della legge e di una gratifica finanziaria di poco superiore rispetto a quelle delle altre manifestazioni. Riconoscimento tanto formale quanto inutile, per una festa autentica, unica ed eccezionale, che non necessita di attestazioni e di certificazioni di sorta. La sensazione che si avverte è che i giochi siano ormai fatti. Resta la preoccupazione che, in assenza di una inversione di rotta sostanziale, questa legge possa concretizzare una tacita abrogazione della legge 17/1992, per la gioia di tutti coloro che in ambienti politici, culturali e universitari regionali non hanno mai potuto digerire il progetto della creazione di un Istituto regionale per gli studi folclorici a. E per l'amarezza degli eugubini, danneggiati dall'ennesimo scippo". Lorenzo Billi

6 QUI 06 giovedì15 ottobre 2009 Cronache DALLE FRAZIONI Incontro giunta-cittadini Scorcello, preoccupazione perscuolee fabbricatiirregolari L 'amministrazione comunale, incontrando nella serata di giovedì 8 ottobre presso la scuola materna di Scorcello la popolazione locale, ha fornito ai residenti risposte chiarificatrici in merito a tre tematiche di grande attualità: il problema della possibile demolizione di tutti quegli annessi agricoli non accatastati segnalati dall'agenzia umbra per il territorio attraverso fotorilevamenti dall'alto alla pubblica amministrazione, quello conseguente dello smaltimento dell'eternit materiale con il quale in passato venivano ricoperte sia le capanne per la rimessa del fieno che piccole stalle per l'allevamento di animali domestici, l'eventuale soppressione di almeno due sezioni della materna presso la scuola di Scorcello. A tale proposito le insegnanti hanno avanzato al vice sindaco Albo la proposta di permettere alle famiglie residenti a Ferratelle di iscrivere i propri bambini a Scorcello, mettendo a loro disposizione anche un servizio di trasporto bus. Così facendo, a parere delle insegnanti, potrebbe essere mantenuta inalterata Altro tema sentito lo smaltimento dell eternit: la popolazione chiede contributi pubblici nel tempo la popolazione scolastica che al momento si aggira sui 90 alunni tra materna ed elementare. "Tutte le scuole di periferia e di montagna sparpagliate nel comprensorio comunale eugubino verranno salvaguardate dalla pubblica amministrazione - ha assicurato Albo - come obiettivo principale abbiamo quello di tutelare il benessere psico-fisico dei bambini". Relativamente all ipotesi di demolizione degli annessi agricoli non accatastati secondo le leggi dello stato, i cittadini hanno lamentato soprattutto i gravosi costi da sostenere per l'abbattimento di piccole capanne e delle cucce per i cani da caccia. Chiedendo al tempo stesso contributi pubblici per lo smaltimento dell'eternit, visto che l'intera procedura costa all'incirca euro. "In consiglio comunale discuteremo l'integrazione al regolamento di igiene per gli animali domestici - ha spiegato l'assessore Panfili - contributi per lo smaltimento dell'eternit sono previsti nel nuovo piano regionale dei rifiuti che entro breve sarà reso pienamente operativo, la Regione inoltre si appresta a censire tutto l'eternit presente nelle strutture private". Cernicchi in merito al problema delle mancanza di una rete fognaria nella piana ha poi aggiunto: "Spenderemo 130 mila euro per la sistemazione delle reti fognarie di Cipolleto e Ponte D'Assi rafforzando gli argini del torrente Saonda". Francesco Caparrucci CAI DOMINICI Abusi: malcontento generale tra la popolazione Si teme per piccole capanne e cucce per cani e piccole capanne per le galline già state abbattute in L alcune frazioni E' stato l'argomento chiave dell incontro tenutosi alla sala Cai dominici della Cima dagli amministratori comunali. Presenti il vice sindaco Renato Albo, gli assessori Marino Cernicchi e Aldo Cacciamani. Tanta la preoccupazione dei presenti. Sulla questione si è espresso Cernicchi: "Se parliamo degli edifici non accatastati, questi sono circa C'è abuso e abuso, però. La serietà degli amministratori passa anche attraverso il controllo del territorio Non abbiamo sciolto i cani e non siamo andati a caccia di contravvenzioni ve lo assicuro. Dobbiamo controllare il territorio, non vogliamo finire come a Messina". Cernicchi si addentra nella nuova legge: "La regione ci chiede strutture in legno da metri quadrati intonate con l'ambiente. Le vogliamo spostare fino a 50 metri da casa". Ma i partecipanti hanno replicato: "Perché un piccolo rifugio per i cani o per le galline è da considerarsi abusivo?". E ancora: "Io ho ereditato una piccola stalla. Mi pare sia stata fatta a fine anni '60. Purtroppo però un vicino ha denunciato che la costruzione è posteriore a quella data. Che devo fare? La butto giù? Ma se la butto giù io, la devono demolire pure tutti gli altri perché non sono un cittadino di serie B". Albo ha suggerito di ricorrere al Tar. Quindi Cernicchi ha spiegato: "Sebbene la misura sia impopolare è l'ufficio urbanistico a essere padrone assoluto". Il malcontento comunque è stato palese: "Non sono stati fatti troppo tardi questi controlli? Perché non avete controllato prima? La vita di campagna è questa. Dovete distinguere tra abuso e abuso". Tra le altre cose si è parlato del cimitero. Pare ci sia una donazione da parte del signor Morpurgo, proprietario di gran parte dei terreni di San Benedetto vecchio, d'un appezzamento di terra, qualora si voglia costruire un ampliamento cimiteriale esterno. Cernicchi ha dato la disponibilità dell'amministrazione. Anna Maria Polidori

7 Focus giovedì15 ottobre QUI FUNGHI Roberto Palermi dell associazione micologica spera nelle piogge autunnali Senz acqua i porcini non nascono. Per ora solo prataioli Le piogge autunnali non arrivano e al momento, come era accaduto anche in questo stesso periodo dello scorso anno, la situazione è tutt altro che rosea per i tanti fungaroli del nostro comprensorio. Stiamo facendo tutti la danza della pioggia - ha affermato il presidente dell Associazione Micologica Eugubina Roberto Palermi - proprio come avevamo fatto dodici mesi fa, perchè senza precipitazioni chi ama la raccolta del porcino e dei funghi di bosco in generale rimarrà deluso. Purtroppo negli ultimi mesi le piogge non sono state di rilievo, le poche che ci sono state si sono diffuse a macchia di leopardo ed è tutta la regione ad aver sofferto questa situazione. Forse solamente nella parte più meridionale dell Umbria il quadro è un po più positivo, ma rimane il fatto che da noi manca l acqua che dovrebbe penetrare in profondità per permettere la nascita del fungo di bosco. Al momento - prosegue Palermi - si possono trovare solamente funghi di prato che riescono a crescere con meno acqua e umidità rispetto ad esempio al porcino: si tratta di esemplari per i quali è sufficiente la quantità d acqua che il terreno ha assimilato nei primi mesi dell anno quando le precipitazioni sono state corpose. L unica cosa che possiamo fare quindi - conclude Palermi - è sperare che nelle prossime settimane possano arrivare le tanto attese piogge autunnali. lor. bil. TARTUFO Il presidente Perugini auspica un aumento delle precipitazioni nelle prossime settimane Il caldo di settembre e ottobre ha messo a rischio la raccolta Nelle foto grande Matilde Brandi, madrina dell ultima edizione dellemostradel tartufo "Le previsioni sembravano buone ma al momento non sono state confermate. Dopo le prime due settimane di attività pare che il tartufo non ci sia". Con queste parole il presidente dell'associazione Tartufai del comprensorio eugubino-gualdese Mario Perugini fotografa la situazione attuale della raccolta del prezioso tubero. "Ciò che ci fa essere ancora fiduciosi - prosegue Perugini - è il fatto che, oltre a quelle dei primi mesi dell'anno, le precipitazioni ci sono state anche a giugno, luglio e nei primi di giorni di agosto. Purtroppo però un settembre piuttosto caldo al quale si aggiungono questi primi giorni di ottobre con temperature molto alte hanno stravolto la situazione. In questo momento è difficile anche far penetrare il 'vanghino' nella terra, diventata troppo secca". E trovare il tartufo diventa difficile. "Il caldo e l'inaridimento del terreno fanno diminuire di molto la profumazione, e in alcuni casi potrebbe succedere anche che il tartufo si autodistrugga, per cui solo chi ha un cane più che buono può riuscire a trovare qualcosa, ma rimane il fatto che la situazione è critica". Secondo l'opinione del presidente Perugini però il tartufo c'è, è solo difficile trovarlo a causa delle condizioni climatiche poco favorevoli. "Credo che il tartufo ci sia, anche se è difficile dire quanto. Dico questo perché le piogge ci sono state e il nostro amato tubero avrà trovato sicuramente le condizioni per svilupparsi, è chiaro però che se le condizioni climatiche non cambieranno in maniera sostanziale le difficoltà La terra è troppo secca e arida Per i cavatori è difficile anche bucare il terreno con il vanghino potrebbero essere notevoli. Speriamo che le piogge di questi giorni possano portare ad un primo cambiamento di rilievo, se non altro per dare modo ai cavatori di riuscire a utilizzare il 'vanghino' su un terreno più agevole. Per il prossimo periodo è necessario che queste precipitazioni acquisiscano una corposità maggiore e costante, in modo tale da non compromettere la raccolta di novembre e dei mesi successivi". Lorenzo Billi MIELE Il vertice della Cooperativa Apicoltori Valter Ambrogi individua nell inquinamento la causa della precoce mortalità delle api egnali di ripresa per la produzione di S miele del territorio, anche se siamo ancora lontani dalle medie degli anni '90. Di certo le cose sono andate meglio rispetto a dodici mesi fa, quando erano stati registrati numeri da minimi storici. "Lo scorso anno è stato molto negativo - afferma il presidente della Cooperativa Apicoltori del comprensorio eugubino-gualdese Valter Ambrogi - quest'anno invece c'è stata una ripresa anche se le aspettative erano diverse. Nel 2009 infatti il clima è stato più favorevole per le api, e pensavamo di poter tornare ai chilogrammi di miele prodotto per ogni cassetta, invece la quota si è attestata sui chilogrammi. E' chiaro quindi che ci sono dei fattori che incidono notevolmente sulla produzione, e tra i più Numeri in ripresa ma ci aspettavamo una produzione molto più corposa rilevanti c'è l'inquinamento che riduce in modo sostanziale l'aspettativa di vita delle api. Se prima vivevano tra i 40 e i 45 giorni, adesso muoiono già dopo 15 o 20 giorni e nell'alveare la presenza di api più anziane si riduce notevolmente. Le famiglie - prosegue Ambrogi - sono corpose e raccolgono molto, ma venendo a mancare quei 20 giorni in più di vita delle api più vecchie è chiaro che la produzione subisce dei cali notevoli". Difficile intervenire per risolvere il problema. "Non sappiamo quale potrebbe essere una soluzione adeguata perché le cause sono di difficile analisi. Non ci troviamo di fronte ad una moria improvvisa di api dovuta magari ad un diserbante, abbiamo a che fare con questo calo dell'aspettativa di vita dovuto a fattori importanti, uno dei quali è anche il riscaldamento globale che accentua le conseguenze dell'inquinamento. Va anche considerato che dalle 80mila api per alveare che si avevano negli anni passati oggi se ne contano più o meno la metà, per cui è chiaro che la produzione sia calata. E' un trend iniziato nel 2000 e culminato lo scorso anno con i minimi storici. Quest'anno è andata meglio ma come ho già affermato ci aspettavamo di più viste le condizioni climatiche che hanno caratterizzato il 2009".

8 QUI 08 giovedì15 ottobre 2009 Cronache ECONOMIA I dipendenti della Sirio Ecologica chiedono attenzione sul percorso della trattativa Le istituzioni facciano la loro parte in attesa della proposta migliore "Ridateci il lavoro". Gli operai della Sirio Ecologica tornano a farsi sentire. È di pochi giorni fa la notizia del trattamento di cassa integrazione straordinaria in deroga, dal 19 giugno 2009 sino al 31 dicembre Un obiettivo è stato raggiunto - sottolineano gli operai - grazie anche all'interesse dell assessore regionale Giovanetti. In questo periodo inoltre sono tate depositate, da parte di più imprenditori, diverse lettere di interesse sul tavolo del curatore fallimentare. Tutto questo lascia intravedere uno spiraglio nei confronti di una ipotetica ripartenza, perché sembra che ci siano dei soggetti che hanno una qualche idea sul da farsi per salvare sia il lavoro degli operai che le attività della ex Sirio". Dunque la sollecitazione al curatore fallimentare: "È opportuno che il curatore Angelo Pieretti,con Sviluppumbria, Istituzioni e quantaltri, concordino e coordino il percorso, per far concretizzare gli interessi manifestati sino ad ora. Fissando però un temine entro il quale avere delle risposte". Infine gli operai sottolineano che un ruolo determinante nella vicenda è riposto nella mani delle istituzioni. Chi si propone per riprendere l'attività, sia messo in condizioni di farlo, sia messo in condizione per quanto possibile di riassumere tutti i dipendenti, senza lasciare nessuno in mezzo la strada. Ancora ogni organo coinvolto deve avere il coraggio di assumersi le proprie responsabilità sapendo di decidere per il futuro degli operai e delle loro famiglie". Urbanizzazione a Semonte: presentati alcuni lavori SEMONTE Urbanizzazione: presentati gli interventi realizzati Parcheggi, marciapiedi e punti luce lungo centottanta metri di strada uove opere di urbanizzazione a Semonte. N Sono stati inaugurati sabato scorso lavori di urbanizzazione eseguiti nella frazione in prossimità del Cva. Si tratta di circa 180 metri di strada. Oltre l'asfaltatura del tratto sono stati realizzati marciapiedi, parcheggi, circa 60, la raccolta delle acque bianche, posizionati 7 lampioni con doppia plafoniera e 8 singoli. "Una operazione - ha spiegato il sindaco Goracci - che rende più vivibile una zona di Semonte, ormai diventato il secondo nucleo frazionario più popolato del territorio eugubino". Lavori attesi dai residenti da alcuni anni, che si aggiungono ad altri interventi che si stanno realizzando su tutto il territorio come ha ricordato l'assessore Cernicchi. Spazio anche per i giardini con impianto di irrigazione, aree verdi la cui manutenzione ordinaria sarà gestita dalle famiglie del posto (32 quelle che vivono in quel tratto) come hanno spiegato gli stessi abitanti. Il sindaco infine ha preso l'impegno di portare a termine anche il tratto di strada sottostante, che prosegue verso la zona delle attività commerciali e produttive. Presenti per l'occasione il vice sindaco Albo, l'assessore Cappannelli, il viceparroco Stefano Bocciolesi che ha dato la sua benedizione, il geometra del Comune Pierotti e il difensore civico Franco Fiorucci. L'impresa esecutrice dei lavori è stata la Vivanti di Fossato di Vico per un importo di euro. Anna Maria Minelli SANITA Trasferiti alcuni servizi: riorganizzazione completa a novembre Da via Cairoli al vecchio ospedale Ecco la nuova sede del centro salute U na nuova sede per il Centro di Salute. Da lunedì scorso alcuni servizi del Centro di Salute di, che si trovano attualmente in via Cairoli (di fronte all'ufficio postale) sono stati trasferiti nella nuova sede ubicata nei locali del vecchio ospedale, in largo San Francesco (portone principale, primo piano). Ad essere trasferiti per primi sono stati la segreteria (punto informativo), il punto di ascolto, l'ambulatorio infermieristico, l'ambulatorio per le certificazioni e prescrizioni (patente, caccia, presidi, ausili, eccetera), il servizio di riabilitazione adulti e gli ambulatori specialistici di chirurgia, ortopedia e disturbi per la memoria. Restano al momento nella vecchia sede tutte le altre attività. Per contatti telefonici è a disposizione il numero del centralino "Dopo lo spostamento del punto prelievi e della guardia medica - afferma il direttore generale della Asl 1 Emilio Duca - Ilvecchionosocomiotorna a pulsare questo trasferimento rappresenta il secondo step del processo di riorganizzazione dei servizi distrettuali all interno del vecchio nosocomio, in un'area che comprende l'ingresso principale ed i primi due piani dell'edificio. La nuova sede del Centro di Salute è infatti una struttura molto più accogliente e confortevole, con un ampio parcheggio e senza barriere architettoniche e, quindi, più facilmente accessibile per tutti". Alcune settimane fa ad essere trasferiti erano stati infatti il centro prelievi, la guardia medica e il Cup, che hanno trovato una nuova sede presso l'ex pronto soccorso. Adesso si prosegue con il posizionamento di altri servizi all'interno della vecchia struttura. Dalla Asl si scusano anticipatamente per eventuali disagi che dovessero derivare dagli spostamenti: "Confidiamo nella collaborazione dei cittadini, che certamente conoscono i vantaggi di cui potranno usufruire una volta completato il trasferimento". "Da parte mia - conclude il direttore generale - a nome dell azienda, garantisco il massimo impegno affinché tutto questo processo di riorganizzazione si completi entro la prima settimana di novembre". a.m.m.

9 La soddisfazione di Marina Tofi e Francesco Mariottini Associazioni DANZA Affidata alla scuola la prestigiosa rappresentazione dello spettacolo C è l accordo: Umbria Ballet mette in scena La Lauda di Francesco di Branduardi Il popolare Angelo Branduardi Nella foto grande Tognoloni Mariottini e Tofi di Umbria Ballet U mbria Ballett "sposa" Angelo Branduardi. La società proprietaria dei diritti legati alla rappresentazione teatrale "La Lauda di Francesco" di e con Angelo Branduardi, ha concesso infatti alla scuola di danza professionale Umbria Ballet l'uso delle basi musicali per mettere in scena lo spettacolo. Una notizia accolta con grande soddisfazione dallo staff di Umbria Ballet, a partire dagli insegnanti Marina Tofi e Francesco Mariottini. "Non capita tutti i giorni stringere questo tipo di rapporti", hanno spiegato. Ma di che cosa si tratta? "La Lauda di Francesco" è la continuazione logica e artistica del progetto dell' "Infinitamente Piccolo", l'album di Angelo Branduardi, il cui concerto ebbe enorme successo e venne rappresentato al pubblico dei giovani a Roma, davanti al Papa Giovanni Paolo II e le centinaia di migliaia di giovani accorsi a Roma nell agosto del In scena immagini, forma e colori ispirati ai dipinti di Giotto; dialoghi, costumi e tematiche sorprendentemente ricche di analogie a dispetto di epoche e culture così distanti tra loro. È un'opera a più livelli, una serie di cerchi concentrici volti a unire la profondità del teatro recitato, l'intramontabile armonia di forme della danza e la profondità della musica di Angelo Branduardi. La lauda è una composizione poetica e musicale e la sua origine risale al Cantico, in cui il sentimento religioso scopre per la prima volta il mondo della natura. La lauda drammatica, non è altro che figlia della nuova civiltà, fiorita in quella estrema età del Medioevo che vede i germi della vita moderna. La religione diviene più umana, più vicina, accanto all'uomo e dentro all'uomo. In contrasto con il potere temporale di Roma, gli eretici, i nuovi ordini e le compagnie religiose lottano per restituire la religione ai laici, per mettere gli insegnamenti della parola divina alla portata di tutti. Ed è, così, naturale che nasca nell'umbria di Francesco e sul suo diretto esempio. Nella "Lauda di Francesco" i ballerini cantano, recitano, gli attori ballano, suonano e cantano. Uno spettacolo profondo capace di insegnare molto a chi vi assiste, ma allo stesso tempo gioioso e ricco di suggestioni. Umbria Ballett sta già lavorando per proporre nella regione due o tre spettacoli, prima di esportarli su tutto il territorio nazionale. Rimanendo in tema di buone notizie la danzatrice Margherita Verbeni, allieva di Marina Tofi, è stata ammessa all'accademia nazionale di danza dove potrà conseguire il diploma di insegnante nel triennio e la qualifica di professionista nel successivo biennio. Per tutti, un anno da incorniciare. Guido Giovagnoli giovedì15 ottobre 2009 ille aquiloni colorati M nel cielo di. Domenica 18 ottobre saranno centinaia le forme e i colori a volteggiare sul teatro romano. "Bentornata Tramontana" è la manifestazione organizzata dalla associazione Aquilonisti "Eolo". "Dopo sei anni di sosta - spiegano dalla associazione - torna la kermesse organizzata, che vede la presenza in città di aquilonisti da tutta Italia. Il Festival durerà per l'intera giornata di domenica. Parteciperanno club nazionali, con pezzi di tutte le dimensioni, colori e fantasie. Tutti i bambini intervenuti sul campo di volo, avranno la possibilità di diventare "Aquilonisti" per un giorno, l'associazione distribuirà circa aquiloni, per volare all'ombra dei giganti dell' aria". L'origine degli aquiloni si perde nei tempi. L'Oriente la sua culla, Cina o Giappone, ma notizie certe si hanno da circa anni. I monaci buddisti facevano librare in cielo macchine più pesanti dell aria, come forma di difesa, per spaventare ospiti indesiderati. In Europa fu utilizzato a partire dal 1700 per lo studio dei fenomeni metereologici. Ma storia a parte l'aquilone, l'idea 09 QUI AQUILONISTI Domenica con il gruppo Eolo Bentornata tramontana per la gioia di piccoli e grandi di libertà che trasmette hanno da sempre affascinato sia grandi che piccoli. "Eolo" da anni conduce sul nostro territorio la propria attività collaborando con altre associazioni. Un successo questa estate è stata la collaborazione con la Ludoteca comunale, dove tanti bambini hanno imparato a realizzare un aquilone. "Colorati, leggeri, simpatici, eleganti o semplicemente sbarazzini, gli aquiloni specchiano l'ancestrale sogno dell'uomo di volare e riescono ancora oggi a lasciare grandi e piccini stupiti per la loro bellezza, tenendo tutti con il naso all'insù". Il programma della giornata prevede alle 10 l'arrivo delle delegazioni e apertura del meeting, alle 10,30 inizio voli liberi, distribuzione e laboratorio aquiloni, alle 12,30 foto di gruppo, alle 13 il pranzo. Alle 15 il combattimento "Rokkaku" con gli aquiloni storici giapponesi. Alle 19 la chiusura della manifestazione. Ma non finisce qui, perché gli aquilonisti danno già appuntamento alla prima domenica di primavera per "Ventomania 2010"... ancora una volta tutti con gli occhi al cielo. Info. gmail.com Anna Maria Minelli

10

11 Il personaggio giovedì15 ottobre QUI Primo nella classe G2-H1-TC 700, primo nel challenge, secondo assoluto dietro a Casimiro Piazza: è l'anno in numeri di Fabrizio Fecchi, 44enne, nel campionato italiano velocità montagna riservato alle auto storiche. E che numeri: "Potevo centrare anche il titolo assoluto ma un guaio fisico mi ha costretto a saltare quattro gare", ha spiegato Fecchi che ha collezionato nella stagione cinque vittorie, due secondi posti e un ritiro. Senza dimenticare la vittoria in casa, al Trofeo "Luigi Fagioli", gara a invito ma suggestiva e affascinante lungo i tornanti del Bottaccione. Fecchi si racconta: "La mia vera passione sono state sempre le moto, piano piano mi sono avvicinato alle macchine spinto anche dal mio primo tifoso, il figlio Alessio. Così seguendo alcune gare, sono rimasto colpito da questa 500 che si trovava in un paddock durante una prova a Radicondoli, in provincia di Siena. Ho chiesto informazioni e l'ho acquistata nel giro di poche ore. L'anno scorso è stato il mio primo anno e ho sfiorato subito il successo finale nella categoria. Episodi non proprio limpidissimi alla fine mi hanno relegato secondo. Poi quest'anno è arrivata la rivincita. Il dato che mi preme sottolineare è che nei vari tracciati ho abbattuto tutti i record precedenti, anche di diversi secondi. E averlo fatto senza un supporto specifico alle spalle non è stato semplice. Gli stessi addetti ai lavori più volte si sono detti sorpresi di queste vittorie e con quei tempi. Considerando poi, tra le auto storiche, nella classe più agguerrita con tanti toscani in prima fila". Il futuro? "Mi chiedono di provare i prototipi ma la mia è una passione e continuerò con la 500 anche se una stagione come quella passata, senza particolari aiuti, diventa difficile. Colgo comunque l'occasione per ringraziare i vari sponsor, in particolare l'officina Moderna per il sostegno e tutti quelli che mi hanno seguito". E cosa dice il figlio Alessio? Il primo tifoso è il figlio Alessio Papà ha fatto un lavorone Fabrizio Fecchi durante una spettacolare fasecon la500 L INTERVISTA Una griffe locale nel campionato italiano di auto storiche, gare in salita Fabrizio Fecchi trionfa nella classe 700 Nel 2010 obiettivo classifica assoluta "Che il papà ha fatto un 'lavorone' in questo campionato. Peccato per la gare saltate per infortunio, il successo poteva essere ancora più completo. Ma va bene così". Già perché Fecchi ci riproverà: siatene certi. Guido Giovagnoli GLI ALTRI EUGUBINI Stagione positiva Che bravo Eric Nicchi Ma tutti meritano un applauso Bravi anche tutti gli altri eugubini impegnati nelle varie categorie delle auto storiche. Eric Nicchi ha concluso la stagione al secondo posto nella classe G2-H1-T1300. Meritano menzione anche Omar Fiorucci, Marco Frenguellotti, Alvaro Bertinelli, Giuseppe Bellucci e Paolo Cerbella. Un gruppo che in varie zone d'italia ha tenuto alto il nome della città di dove la passione per i motori ha radici lontane. Chiaro il riferimento al celebre Luigi Fagioli e al trofeo a lui dedicato che da 44 anni è appuntamento di prestigio nell ambito del campionato italiano velocità montagna. Per tutti i protagonisti è già ora di guardare avanti e pianificare la prossima stagione: c'è una concorrenza toscana in primis da mettere nel mirino. E per tutti il nostro in bocca al lupo.

12 QUI 12 giovedì15 ottobre 2009 Cultura e spettacoli TERZA EDIZIONE Sinergia Itis Cassata e scuola comunale Musica classica per tutte le età con ascolto guidato e sottotitoli Si comincia il 23 ottobre a musica classica e le L grandi opere liriche. Torna dopo il successo degli anni passati "Fiorisce la musica classica"giunta alla terza edizione. Nata da una collaborazione tra Itis "Cassata" (ministero della Pubblica Istruzione) e la scuola comunale di musica (Comune, Cultura e Multiservizi) l'iniziativa è rivolta a tutta la popolazione, anche a coloro che per la prima volta si avvicinano alla musica classica. Gli incontri si svolgeranno sotto forma di ascolto guidato grazie al professor Lucio Vinciotti, che con un linguaggio semplice e di facile comprensione introdurrà i presenti nell'affascinante mondo della lirica. Una formula che già nelle passate edizioni ha riscosso molto successo attirando ad ogni appuntamento una cinquantina di ascoltatori, con punte di 70. "La visione delle varie opere - afferma il professore - avviene con l'utilizzo di sottotitoli di grande aiuto per seguire la trama. La sala ha inoltre un'ottima acustica". Gli appuntamenti si terranno in fatti nella aula magna dell' Itis. Il progetto si avvale dello sponsor Cementerie Barbetti e questo ha permesso di inserire nel programma un incontro dal vivo nel mese di gennaio e un concerto finale tenuto dai professori della scuola comunale di musica a maggio. Questo il calendario degli incontri: 23 ottobre Don Pasquale (Gaetano Donizetti), 20 novembre La Traviata (Giuseppe Verdi), 22 gennaio incontro dal vivo (pianoforte-soprano), 19 febbraio Le nozze di Figaro (Mozart), 26 marzo Tosca (Giacomo Puccini), 16 aprile Lucia Di LAmmermoor (Gaetano Donizetti) a maggio 2010 è previsto il concerto finale dal vivo. L'ingresso è gratuito, gli appuntamenti sono alle 17. Info dalle 9 alle 13. a.m.m. L ARTISTA L ultima trovata: un opera originale Nardelli: Così faccio rivivere il passato Una serie di opere che ci portano indietro nel tempo. Un tempo lontano schiacciato dal presente, dal consumismo. Ecco che nei quadri di Pietro Nardelli traspare, come in una sorta di parete muraria, una serie di messaggi pubblicitari. Idealmente strappati, sotto riportano alla luce vecchie pagine, anche di 150 anni, di giornali che richiamano all unità d Italia, alle guerre mondiali e altro ancora. In basso i monaci (ispirazione principale delle sue opere) che assistono alla scena e leggono. I primi numeri del Il Sole 24 Ore, del Messaggero, della Tribuna che Nardelli ha trovato e conservato con cura: da qui l idea: Un modo originale per far rivivere il passato, ha spiegato l artista eugubino, 62 anni, autodidatta e appassionato da sempre dell arte. Interprete poliedrico di linguaggio artistico e moderno, Nardelli si è formato a Roma. Oggi tante sue opere si trovano in esposizioni pubbliche e private. gui. gio.

13 INSERTO SPECIALE PER I LETTORI DI QUI GUBBIO

14 QUI II giovedì 15 ottobre 2009 Altrocioccolato Presentazione Negli anni passati la kermesse ha contato migliaia di presenze Tra sapori e saperi E promossa dall'associazione Umbria EquoSolidaleedal Comune in collaborazione conla RegioneUmbria E ' stata presentata a Perugia la nona edizione della kermesse "Altrocioccolato", organizzata a, dedicata al gusto e al consumo consapevole che usa lo slogan "Impatto Zero" poiché le emissioni di CO2 saranno compensate con la creazione di nuove foreste. Il sindaco Goracci Orfeo Goracci sindaco del Comune di, che per il settimo anno consecutivo ospita Altrocioccolato ha dichiarato: "E' per noi motivo di soddisfazione ospitare anche per il 2009 un evento che va oltre il mero aspetto commerciale di vendita del cioccolato, ma che è un appuntamento culturale e politico importante, inserito in DAL 16 AL 18 OTTOBRE L intervento del sindaco Goracci Importante momento culturale e politico maniera del tutto naturale nel contesto eugubino, senza sconvolgere l'organizzazione della nostra città, anzi contribuendo ad offrire occasioni diverse di scambio e di incontro". Giunta al nono anno la manifestazione, promossa dall'associazione Umbria EquoSolidale e dal Comune di, in collaborazione con la Regione Umbria, torna per portare all'attenzione del pubblico dei consumatori gli aspetti legati al commercio e ai modelli di produzione e sviluppo. Guido Colla Come ha spiegato spiega Guido Colla, presidente di Umbria EquoSolidale: "Saranno tre giorni di dibattiti, convegni e musica per le strade di una delle più belle città dell'umbria. Una di festa per tutti, anche per quei produttori che vedono riconosciuta la dignità del loro lavoro". Attenzione particolare per i più piccoli: Tieffeu, Teatro Figura Umbro, punto di riferimento nazionale ed internazionale per il teatro di figura, animerà le vie di con i suoi coinvolgenti e originali spettacoli. Bambini e genitori saranno i protagonisti, assieme agli artisti, delle divertenti animazioni. Gli stand del cioccolato, e gli eventi culturali, infatti, interesseranno diversi punti di, coinvolgendo tutta la città. Nel corso della presentazione Giovanni Carmignani, energy manager della "E 3", società perugina che si occupa di consulenza e progettazione energetica, ha illustrato il metodo di compensazione delle emissioni prodotte per realizzare Altrocioccolato. Attraverso una

15 giovedì 15 ottobre 2009 III QUI stima sui diversi consumi, che saranno monitorati nel corso dei tre giorni di, è stato calcolato l'impatto ambientale della manifestazione che sarà compensato attraverso la riforestazione di un area di metri quadrati, le dimensioni un campo da calcio, in Costa Rica. Si calcola che Altrocioccolato consumerà 100 metri cubi di gas per la mensa, litri d'acqua tra stand e mensa, 120 chili di carta per la promozione; producendo 12 tonnellate di anidrite carbonica, nel calcolo sono state inclusi anche i rifiuti prodotti dai visitatori e la mobilità dello staff. L APPROFONDIMENTO Analisi di un nuovo modello di sviluppo Gli obiettivi del commercio equo e solidale l commercio equo e solidale (cees) si I pone l'obiettivo di migliorare le condizioni di vita dei paesi del sud del mondo non tanto grazie ad attività assistenziali, umanitarie o di sostegno al reddito, quanto piuttosto sviluppando le capacità produttive e imprenditoriali degli abitanti e favorendo la loro crescita economica attraverso la commercializzazione dei prodotti nei mercati dei paesi ricchi. Produttori I produttori del commercio equo sono rappresentati da piccole organizzazioni (generalmente a dimensione familiare o con struttura cooperativa) localizzate in aree svantaggiate dei paesi del sud del mondo. L'adesione di questi produttori alla filiera del cees è finalizzata all'individuazione di nuovi sbocchi commerciali per i propri beni nei paesi più ricchi, al reperimento di assistenza tecnica nella produzione dei beni stessi (da nozioni sulle tecniche di coltivazione biologica all'assistenza nel design dei prodotti artigianali) e al conseguimento di prezzi più alti di quelli ottenibile sul mercato locale. In cambio di questi vantaggi, i produttori che partecipano alla filiera del commercio equo si impegnano a garantire il rispetto di alcuni requisiti minimi riguardanti le condizioni di lavoro degli associati o dei dipendenti (in termini di libertà di associazione e contrattazione, condizioni di impiego e salute, salari), la sostenibilità ambientale dei processi produttivi adottati e la destinazione a fini sociali e comunitari del premio (inteso come sovrappiù rispetto al prezzo) pagato dagli acquirenti dei loro prodotti. Distributori Nei primi anni di sviluppo del cees questi prodotti venivano distribuiti in maniera pressoché esclusiva attraverso le "botteghe del mondo", negozi gestiti prevalentemente da organizzazioni senza scopo di lucro (spesso grazie all'apporto determinante di volontari) e specializzati nel trattamento esclusivo di prodotti della filiera cees I produttori sono rappresentati da piccole organizzazioni localizzate in aree svantaggiate del sud del mondo (e, in Italia in epoca più recente, anche di alcuni prodotti biologici provenienti dal mondo delle cooperative sociali che effettuano l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati). Oltre a svolgere una attività di distribuzione commerciale, le botteghe del mondo svolgono un ruolo cruciale di informazione e divulgazione delle attività e delle proposte del cees. In un periodo più recente, i prodotti del cees hanno interessato anche alcune catene della grande distribuzione organizzata (gdo), così come alcuni negozi tradizionali, sicché ora essi sono disponibili presso un ampio spettro di esercizi commerciali al dettaglio.

16 Altrocioccolato Tre giorni di dibattiti, convegni e spettacoli: mostra mercato e altri appuntamenti. Un occasione per avvicinare e conoscere i temi del consumo critico e responsabile T re giorni di dibattiti, convegni e spettacoli: mostramercato ealtri appuntamenti con il tema dell'accoglienza al centro della manifestazione. Protagonista indiscusso sarà il cioccolato, scelto come simbolo dolce e amaro dei nostri tempi. Assaggi, degustazioni guidate e prodotti d'eccellenza provenienti dall'italia e dai paesi produttori di cacao. Stand ricchi di bontà artigianali e di golosità attendono i visitatori. Tanti i momenti musicali. Il programma Venerdì16 alle 12pressole sale espositive di palazzo Pretorio, via Lucarelli, inaugurazionedellamostrad arte collettiva equalizziamoci. La mostra rimarrà aperta fino alle 20. Nei giorni 17 e 18 apertura dalle 10 fino alle 20. Dalle 15 alle 21 nei giardini di piazza Quaranta Martiri via alla mostra-mercato dei prodotti equosolidali, biologici e dell artigianato. Alle 16.30, sempre in piazza, inaugurazione della manifestazione alla presenza del sindaco Orfeo Goracci, seguirà alle 17 al centro culturale (sempre in loco) la conferenza sul tema Europa, diversità come ricchezza. Interverranno Antonio Loiacono, presidente di Gsi Italia, Giampiero Rasimelli dell ufficio relazioni internazionali della Regione, Orfeo Goracci, Giuseppe Manganaro, rappresentante in Italia della Commissione europea, Roberto Segatori, docente di sociologia dei fenomeni politici presso l Università di Perugia, a seguire un video-teatro: La corte dei miracoli. L amore come fonte di energia rinnovabile. Alle presso la Casa di Sant Ubaldo inaugurazione della mostra fotografica Il dialogo interculturale che rimarrà aperta fino alle 20. Nei giorni 17 e 18 apertura dalle 10 alle 20. Alle ristoro Altrocioccolato, presso gli Arconi di via Baldassini e il concerto: Serata De André. Le canzoni del cantautore genovese nell interpretazione di Igor Martinelli e Maurizio Maggi (Piccolo Circo Elettroacustico Eianda). Sabato 17 alle dalle 9 alle 22 riparte la mostra mercato. Dalle 11 alle 21 nel centro storico festival di musica itinerante e arte di strada. Alle 11.30, centro culturale di piazza Quaranta Martiri Diritto al cibo : presentazione dei risultati di uno studio d impatto del commercio equo e solidale elaborato dal prof. Leonardo Becchetti, economista, sulla base dei dati raccolti dal ricercatore Marco Costantino presso la cooperativa Minka (Perù). Interverranno Norma Velasquez, rappresentante di Minka, Marco Costantino, ricercatore. Coordinerà Michele Stella del direttivo associazione Umbria EquoSolidale. Dalle alle in piazza Quaranta Martiri Sfarfallando idee di tutti i colori, spazio per bambini anche di una certa età in un percorso di fiabe e laboratori per raccontareil mondo. Alle al centro culturale La biblioteca di Tolbà con Graziella Cormio, coordinatrice progetti Tolbà, Renzo Zuccherini, Punto Arlecchino Perugia a cura di Tolbà, associazione medici volontari per lavoratori stranieri. Una mostra fotografica sull Africa tra gli stand. Alle 17 sempre in piazza Standup - Take action, Altrocioccolato aderisce alla mobilitazione globale "Stand Up! Take Action" contro la povertà, i cambiamenti climatici e per il raggiungimento degli obiettivi del millennio. Alle Immigrazione. Presentazione critica del pacchetto sicurezza. Tavola rotonda con Angela Longo, Rosa Maria Franconi, Paolo Sportoletti e Andrea Kaczmarek. Alle alla sale espositive di palazzo Pretorio, via Lucarelli Aperitivo in musica con il gruppo Nova Onda, musica franco-afro-caraibica presso la mostra d arte collettiva equalizziamoci. Alle ristoro Altrocioccolato, arconi di via Baldassini. Cucina e musica con il gruppo Nova Onda, musica franco-afro-caraibica, special guest Baba Sissoko. Alle 22 al centro culturale di piazza Quaranta Martiri concerto di musica africana con i gruppi Baba Sissoko e Tam Morolà. Domenica 18 dalle 9 alle 20 la mostra mercato. E poi in vari momenti della giornata ritorna Sfarfallando idee dituttii colori, quindi ilfestival di musica itinerante e artedistrada. Alle 17al centro culturale di piazza Quaranta Martiri un concerto: incontro tra la musica italiana e la cultura musicale gitana rom con i gruppi Itinerari Sonori e Bruskoi Prala. Venerdì, sabato e domenica dalle 9 alle 20 presso le logge di pizza Quaranta Martiri e piazza San Giovanni la mostra mercato Movimenti Liberi Artigiani e logico. V QUI Nona edizione Tra i concerti di musica africana in calendario quello di Baba Sissoko In calendario anche visite guidate alla città a cura degli studenti di Beni e attività culturali dell Università di Perugia Impatto zero e riforestazione giovedì 15 ottobre 2009 Musica, cene e momenti a tema Un festival per promuovere conoscenzae ricchezza delle diversità culturali Uno degli stand in mostra L eit-motiv di questa edizione sarà la Festa equosolidale dell'accoglienza, a supporto della creazione di modalità d'integrazione dell'immigrato, di relazioni interetniche e di percorsi identitari dei migranti. In questa direzione, in concomitanza alle iniziative in programma per la IX edizione di Altrocioccolato, si inserisce il progetto L arte del dialogo interculturale, un festival culturale organizzato da Umbria EquoSolidale e da Gsi Italia, Ong con sede a Spoleto che si occupa di cooperazione internazionale, all' interno del progetto europeo The art of intercultural dialogue. Scopo dell'iniziativa sarà promuovere il dialogo interculturale attraverso l'arte, mezzo di comunicazione informale e capace di parlare molteplici lingue. I giovani, e i partecipanti in generale, saranno protagonisti attivi dell evento, attraverso la sperimentazione di forme d'arte differentie di culturealtre e saranno coinvolti conmusica tipica, danze provenienti da paesi lontani, film e lettura di poesie di donne immigrate.il festival promuoverà la conoscenza e la ricchezza delle diversità culturale come valore da condividere, nonché il rispetto di un patrimonio culturale che può essere comune e, nello specifico, accoglierà una mostra d arte e una mostra fotografica con le migliori fotografie del concorso Il dialogo interculturale contornate dall'allestimento di stand con artigianato proveniente da diverse parti del mondo. Protagonista del Festival darà ovviamente anche la musica, con una serata di musica africana (sabato 17 ottobre) e una di incontro tra la musica italiana e la cultura musicale gitana rom (domenica 18).

17 QUI VI A ltrocioccolato è la festa del cioccolato equo e solidale, bene simbolo di un modo diverso di produrre e consumare, che rispetta la dignità delle persone e il loro lavoro ed è sostenibile per le risorse del pianeta. Ad Altrocioccolato sono in mostra i prodotti del commercio equo e solidale, dei produttori biologici locali e dell artigianato artistico. Ma come è nata questa kermesse? Siamo andati a ritroso nel tempo. Primo assaggio nel Iniziative di sensibilizzazione e controinformazione furono realizzate dalla cooperativa Monimbò a Perugia nel corso di Eurochocolate, dopo aver rifiutato l'invito a partecipare alla manifestazione in virtù del suo carattere marcatamente consumista Viene organizzata una manifestazione alternativa a Eurochocolate, cui viene dato il nome di Equochocolate: quattro giorni di mostra mercato, festa e dibattiti presso la casa dell'associazionismo di Perugia, promossa insieme ad altri soggetti del mondo dell' economia, dell'associazionismo e di movimento, tra cui Altragricoltura-Foro Contadino, Umbria Social Forum, Greenpeace e altri. Tra i partecipanti Alberto Castagnola (ete Lilliput), Paolo Pastore (Transfair), Gianni Fabris e Renato Bologna (Altragricoltura), i parlamentari giovedì15 ottobre 2009 LA STORIA Come è nata la rassegna: anno per anno al microscopio Tutto cominciò con Equochocolate 2004 Per la prima volta si svolge interamente in città Anche don Ciotti e Paola Turci tra i protagonisti Nel 2004 è la prima edizione a svolgersi interamente a e che vede una grande e inaspettata partecipazione di pubblico (circa persone). L'organizzazione è per la prima volta interamente a carico delle Botteghe del Commercio Equo dell'umbria, riunitesi nell'associazione Umbria EquoSolidale, che sarà formalmente costituita l'anno seguente. Per la prima volta, sono presenti tutte le principali centrali italiane di importazione di commercio equo, oltre ai produttori biologici locali e al Movimento Liberi Artigiani, che d'ora in poi saranno compagni i strada fissi di Altrocioccolato. Personaggi Quattro giorni di incontri e dibattiti sotto il tema "Non c'è pace senza giustizia", con fiaccolata finale che vede la presenza di persone, insieme a Alex Zanotelli, don Luigi Ciotti, fratel Arturo Paoli, Oliviero Beha, Francuccio Gesualdi; laboratori nelle scuole cui partecipano più di 500 ragazzi e ragazze, concerti e spettacoli con Bandabardò, Paola Turci, Fiamma Fumana, Massa Kritica e Banda Bassotti caratterizzano il primo anno della kermesse nella città dei Ceri. Altrocioccolato Paolo Cento (Verdi) e Elettra Deiana (Prc), Vincenzo Vizioli (Aiab), Marco Bersani (Attac) La manifestazione prende il nome di Altrocioccolato, causa registrazione del marchio di Equocholate da parte del patron di Eurochocolate. Viene svolta in diverse città dell'umbria: Perugia, Terni, Todi, Spoleto e, e sono maggiormente coinvolte tutte le realtà regionali che si occupano di commercio equo e solidale. Padre Zanotelli, su richiesta dei promotori di Altrocioccolato, scrive una lettera aperta al sindaco di Perugia nella quale evidenza l aperta contraddizione fra la politica dell amministrazione perugina in occasione di Eurochocolate ed i valori a cui dovrebbe ispirarsi chi dichiara la propria città Città di Pace. Si promuove una petizione popolare (raccolte 1200 firme) per chiedere al comune di non ospitare più manifestazioni a cui partecipino aziende che violano il codice Oms-Unicef sui sostituti del latte materno, e di non accettare da queste sponsorizzazioni e contributi. Viene elaborato in merito un ordine del giorno, chiedendo alle forze politiche sensibili di presentarlo in consiglio comunale. I consigli comunali di e Orvieto approvano l'ordiend el giorno, il Comune di decide di ospitare la manifestazione a partire dall'anno successivo. DAL 2005 AL 2007 La festa si sposta in piazza Quaranta Martiri Stand, incontri, dibattiti e animazioni con una media di 20 mila presenze roseguiamo nel viaggio P di Altrocciolato con il triennio Agices tiene a la propria assemblea annuale. E poi un cocktail di incontri e dibattiti con, tra gli altri, fratel Arturo Paoli, Giuliano Giuliani, la Rete Italiana di Boicottaggio Nestlè, Miriam Giovanzana (Altreconomia). E ancora spettacoli con Africa Unite, Casa del Vento, Dagda, Daniele Sepe, presentazione del film vincitore del David di Donatello "Un silenzio particolare", di Stefano Rulli e incontro con l'autore, e primo Festival dell'arte di strada con i Giullari senza Frontiere. Laboratori con le scuole, mostra di pittura e delle associazioni aderenti alla piattaforma volontariato del Cesvol La festa si sposta nel centro della città, in piazza 40 Martiri. Incontri e dibatti con Marinella Correggia, Giuliano Giuliani, Giorgio Dal Fiume, Alberto Zoratti e altri. Spettacoli e presentazione letterarie con Guido Antonelli Costaggini, Alma Rosè, Andrea Rivera e Festival dell'arte di strada con Banda Roncati, Scorribanda, Malamurga, Oplas Teatro, This Harmony e tanti altri. Le presenze calano, ma restano di tutto rispetto, raggiungendo le unità Si conferma il buon successo di pubblico con circa presenze, nonostante un tempo inclemente. Ma il successo di Altrocioccolato si misura su altri numeri: circa 800 ragazzi e ragazze di tutte le età partecipano ai laboratori per le scuole, 150 i volontari che per quattro giorni mandano avanti l'intera manifestazione. Agices tiene nuovamente la propria assemblea annuale. Si susseguono dibattiti sulla sovranità alimentare e sull economia solidale con Andrea Ferrante (Aiab), Sonia Chellini (Slow Food Umbria), Maurizio tti (Legambiente), Antonio Onorati (Crocevia), Alberto Zoratti (Fair), monsignor Luis Alfonso Santos (vescovo della diocesi honduregna di Santa Rosa di Copan), Francisco Machado Leiva (direttore di Asociacion de Organismos No Gubernamentales), incontro con Davide Biolghini sull'avvio dei distretti di economia solidale in Umbria, eventi e spettacoli con Wu Ming, Giorgio Cordini, Elena Valdini (Fondazione De Andrè), don Alessandro Santoro (Comunità Le Piagge), Clara Sereni, Shiloq!, Le Core e Festival dell'arte di strada con Banda Roncati, Scorribanda, Oplas Teatro e This Harmony. Lo spettacolo di Ascanio Celestini 2008 La soddisfazione di Michele Stella, presidente di Umbria EquoSolidale In più di 400 per le "incursioni letterarie e musicali" di Celestini n per "Altrocioccolato" I edizione Sono queste le presenze stimate dagli organizzatori della quattro giorni dedicata al commercio equo-solidale. L'ottava edizione è organizzata dall'associazione Umbria EquoSolidale e dal Comune di, in collaborazione con Provincia e Regione. Il commento "Quest'anno, grazie anche al bel tempo assente nelle ultime due edizioni - ha commentato Michele Stella presidente di Umbria EquoSolidale - si è realizzato l'autentico spirito di questa manifestazione. Festa e allegria, ma anche informazione e impegno, concretizzando quel semplice gesto di acquistare un prodotto che si porta appresso una storia di dignità e non di sfruttamento". Andati a ruba molti dei prodotti esposti, in primis il cioccolato, protagonista della kermesse. Giorni clou della manifestazione sono stati sabato e domenica, con una serie di eventi collaterali, appuntamenti culturali ed intrattenimento. Tra i convegni quello sulla sostenibilità dei grandi eventi sul tessuto urbano e sociale delle città e quello sul diritto al cibo, tema che ha fatto da filo conduttore della manifestazione. Altrocioccolato ha inoltre aderito alla campagna Onu "No excuse 2015". Molto apprezzati i laboratori e spettacoli per i più piccoli e buona anche la partecipazione di pubblico ai concerti serali. Durante la manifestazione è stata organizzata la mostra d'arte "Equalizziamoci" i colori di Altrocioccolato. Successo infine per lo spettacolo di Ascanio Celestini, in più di 400 hanno assistito alle sue "Incursioni letterarie e musicali". Positivo anche il commento del sindaco Goracci che ha sottolineato come la manifestazione abbia portato un notevole afflusso di pubblico, creando una ulteriore occasione di turismo per la città.

18 Scatti Altrocioccolato giovedì15 ottobre 2009 VII QUI Alcuni flash delle edizioni precedenti Dal 2004 la kermesse dedicata al gusto e al consumo consapevole si svolge interamente a : ecco alcuni scatti delle precedenti edizioni tra personaggi, stand, curiosità, dibattiti, convegni e spettacoli. Una fiera del gusto singolare nel suo genere dove i sapori si affiancano ai saperi.

19

20 Cultura e spettacoli giovedì 15 ottobre QUI L INCONTRO Il 23 ottobre l'esperta mondiale Marinelli in città con la Benedetto XVI La scienziata e la Sindone E manuela Marinelli, una delle maggiori esperte mondiali della Sindone, sarà a il prossimo 23 ottobre. Ad invitarla è l'associazione culturale "Benedetto XVI" giunta all'ottavo incontro pubblico in quasi due anni di attività. Proprio in questi giorni il "mistero della Sindone" è tornato alla ribalta, visto che un'equipe guidata dal professor Luigi Garlaschelli dell'università di Pavia, sostiene di aver ottenuto una riproduzione esatta dell'immagine sindonica, realizzandola con Perl'occasioneverrà esposta unariproduzione deltessuto a grandezza naturale strumenti reperibili in epoca medievale. Tale "copia" accrediterebbe, almeno a detta dell'uaar (Unione degli Atei e Agnostici Razionalisti), la tesi secondo cui la Sindone altro non sarebbe che un "falso medievale", come avrebbe anche sancito l'analisi al radiocarbonio C14 effettuata su alcuni frammenti della Sindone nel Eppure, gli esami al radiocarbonio sono ormai unanimemente considerati inattendibili dagli esperti del settore e qualcuno ha avanzato seri dubbi anche a proposito del valore scientifico della "copia" realizzata dal professor Garlaschelli. La riflessione "Quella che voleva essere una messa in discussione della Sindone - ci ha detto la prestigiosa sindonologa - si potrebbe caratterizzare come un vero e proprio autogol per l'uaar". Emanuela Marinelli, spesso ospite nei programmi televisivi nazionali, ha scritto numerosi volumi sull'argomento e ultimamente è uscito per le edizioni Sugarco il suo lavoro "La Sindone. Analisi di un mistero". All'incontro di, che si terrà presso l'hotel Beniamino Ubaldi alle ore 21, la studiosa analizzerà per il pubblico presente il telo sindonico servendosi di una rara e prestigiosa riproduzione fotografica su tela della Sindone a grandezza naturale. L omaggio de Il Timone Appuntamento da non perdere quindi con l'associazione culturale "Benedetto XVI" che proprio in questi giorni ha ricevuto un importante riconoscimento dalla rivista di apologetica cattolica "Il Timone". Nel numero di ottobre, il direttore ha presentato ai lettori il lavoro svolto dagli amici di, che hanno così avuto modo di "esportare" in tutto il territorio nazionale i dvd degli incontri pubblici svoltisi nella nostra città. gui.gio. L INIZIATIVA Al convento di San Francesco L enigma Montefeltro Intrighi e misteri del 400 "L'enigma Montefeltro" e una lettera cifrata, Intrighi e misteri nell'italia del '400. È l'iniziativa culturale che si terrà presso l'ex refettorio del convento di San Francesco, sabato 17 alle 17. Saranno presenti il professor Marcello Simonetta, autore de "L'enigma Montefeltro", e Fabrizio Cece, autore della riscoperta della lettera cifrata che il conte Federico da Montefeltro indirizzò il 22 ottobre 1472 a Giovanni Battista Bentivogli, consigliere presso il re di Napoli. La pubblicazione, ricostruisce nei dettagli il ruolo avuto dal Duca di Urbino nella congiura dei Pazzi. Simonetta, a cui si deve la decifrazione dell'importante documento, nel suo intervento illustrerà anche il contenuto della missiva del 1472 e il contesto storico. Cece ripercorrerà la storia della lettera e fornirà spunti di indagine e ricerca su alcuni luoghi ed episodi storici legati ai Montefeltro. Si parlerà dell'inventario del 1427 della Corte Vecchia, della presunta nascita eugubina di Federico, di alcune sue firme autografe corredate da sigilli ufficiali. Coordinerà i lavori Ubaldo Emanuele Scavizzi, a cui si deve l'apertura in Facebook del gruppo dedicato al Duca di Urbino, la cui frequentazione ha portato all'individuazione e decifrazione del documento feltresco.

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli