settimanale diretto da luigi amicone anno 18 numero marzo ,00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "settimanale diretto da luigi amicone anno 18 numero 11 21 marzo 2012 2,00"

Transcript

1 settimanale diretto da luigi amicone anno 18 numero marzo ,00 Poste italiane spa - spedizione in a. p. D.L. 353/03 (conv. L. 46/04) art. 1 comma 1 ne/vr L ex sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris e il suo superconsulente Gioacchino Genchi, a processo dal 17 aprile prossimo per intercettazioni illegali

2

3 EDITORIALE DE MAGISTRIS E GENCHI Eroi della manetta, funzionari infedeli. L antipolitica alla conquista del potere Quando Silvio Berlusconi non è ancora l indagato più famoso del mondo, Luigi De Magistris e Gioacchino Genchi sono, rispettivamente, il magistrato e il consulente informatico più famosi d Italia. Siamo nel triennio : chi può gareggiare con i due inquirenti della procura di Catanzaro per sprezzo dei poteri forti? Loro non guardano in faccia a nessuno. E perciò le tracce di migliaia di intercettazioni e i nomi di centinaia di indagati ai più alti livelli del Palazzo si riversano nelle pagine di giornali, siti e tv che impazziscono a tenere il passo di indagini che non risparmiano politici, magistrati, carabinieri, guardie di finanza, polizia, servizi. Tutti dentro i faldoni di un pm che presto diventerà famoso per il quadro terribile che le sue inchieste tinteggiano delle istituzioni repubblicane. Da un momento all altro si attende la caduta degli dei. All origine di Mani pulite c era stato il mariuolo Mario Chiesa. All origine di quella che la coppia di eroi catanzaresi ritiene essere la Tangentopoli della Seconda Repubblica, c è Tonino Saladino, imprenditore di Lamezia Terme qualificato dall inchiesta Why not amici di Annozero e del Fatto Oltre che portare in dote agli come il punto di snodo di un apparato criminale esteso a ogni livello dello Stato. Ma infine, oltre che portare in qual è il risultato di un indagine share e tirature da capogiro, dote agli amici di Annozero e del Fatto monstre, che ha fatto cadere quotidiano share e tirature da capogiro, il governo Prodi e dato visibilità qual è il risultato di un inchiesta monstre, che ha fatto cadere il governo Prodi all attuale sindaco di Napoli? e offerto un enorme visibilità al mitico Giggino, un seggio a Strasburgo, poi la poltrona di primo cittadino a Napoli, quindi l assalto alla leadership di Di Pietro e ora la candidatura alla guida del partito dei sindaci, in chiave ultra Idv e anti Pd? Genio politico a parte, sotto lo stretto profilo giudiziario Why not sembra uno dei tanti flop di cui è costellata la carriera di De Magistris pm: si riduce alle condanne di Tonino Saladino e dell ex governatore calabrese del centrosinistra Agazio Loiero. Tre anni al primo, per associazione a delinquere e dopo che da questa accusa l imprenditore era stato prosciolto in prima istanza. E un anno al secondo, per abuso d ufficio, dopo che in prima istanza Loiero era stato assolto. Un po poco se si considera che dalla montagna di indagati non è soltanto uscito il topolino di due verdetti colpevolisti che rischiano di essere cassati in sede di Suprema Corte. Ma, soprattutto, sono usciti una guerra tra magistrati (quelli di Catanzaro e Salerno) che ha gettato nel discredito generale due procure del Sud e una pesante censura da parte del Csm all operato di De Magistris. Dulcis in fundo, dopo aver appeso la toga al chiodo e dopo la fine ingloriosa di una carriera giudiziaria, adesso l ex pm e l ex superconsulente (tornato nel frattempo a fare l avvocato dopo essere stato espulso dalla Polizia per «persistente e riprovevole inosservanza dei doveri propri dello status di funzionario dello Stato») devono rispondere in tribunale del reato di abuso d ufficio. L accusa, gravissima per un magistrato, sostiene che De Magistris e Genchi avrebbero intercettato illegalmente parlamentari e vertici delle istituzioni statuali. Di questa accusa, contenuta in un corposo faldone del processo che si aprirà a Roma il prossimo 17 aprile, Tempi ha acquisito gli atti e li ha studiati. Un lavoro che, a cominciare da questo numero, offriamo ai nostri lettori e a quanti, a vario titolo, difendono la democrazia dai suoi manomissori. FOGLIETTO Senza esagerare. Perfino le toghe ormai si rendono conto degli eccessi della giustizia militante. Riformiamo? della politica non poteva che scuotere un L indebolimento sistema Giustizia già sbalestrato. L approvazione, poi, di una norma sulla responsabilità personale delle toghe colpevoli di gravi infrazioni nell applicazione del diritto, ha buttato benzina sul fuoco. Al di là di una campagna contro Roberto Formigoni, contro cui non avendo niente ad personam si colpiscono abbondantemente vari collaboratori, è significativo che un consigliere regionale di Rifondazione imputato di molestie sessuali sia per questa accusa indagato per associazione a delinquere. Per certi magistrati puntare sull antipolitica è il modo per autodifendere uno strapotere. Però, dopo venti anni di politicizzazione, succede che le contraddizioni interne non siano più occultabili. Così il voto per l Anm che esprime una forte anima solo sindacale. Così il pg del processo Dell Utri in Cassazione che chiede che il diritto valga anche per gli imputati. Così Caltanissetta che afferma come il teste chiave di Palermo, Massimo Ciancimino, sia un cialtrone. Così Francesco Greco che spiega ad Alfredo Robledo come i problemi fondamentali con Luigi Zunino non riguardino tanto Cassano d Adda quanto aree milanesi e sestesi e se non trattati con cautela provocheranno sfracelli in tutto il sistema bancario. Persino Gian Carlo Caselli è costretto a ragionare sul come alimentare l estremismo (vedi esiti dei No Tav) sia autodistruttivo. Da queste contraddizioni nella magistratura politicizzata si passerà a una vera riforma? Ah, saperlo. Lodovico Festa Gian Carlo Caselli 21 marzo

4 settimanale diretto da luigi amicone anno 18 numero marzo ,00 highlights inediti Ogni giorno su tempi.it i contenuti che trovate in queste pagine sono sintesi di articoli, analisi e commenti realizzati per il nostro sito. si Può criticare saviano? Parla il querelato salvati «Saviano mi ha querelato per degli articoli che non ho scritto io», così ci ha detto il giornalista casertano Biagio Salvati, reo di aver ripubblicato su un sito articoli di dagospia e una critica a Gomorra, capolavoro di Roberto Saviano. «dopo la notifica, i magistrati non ci hanno nemmeno interrogato; c è stato direttamente il giudizio davanti al tribunale di milano, che ha poi rinviato tutto a Santa maria Capua Vetere. Con una richiesta di rettifica, magari, si sarebbe potuto chiarire tutto. pare ormai che ci voglia la scorta dai fan di Saviano, c è da spaventarsi solo a pensare di criticarlo». non ci ridanno i cadaveri Angherie cinesi in tibet intervista a Karma dorjee, giornalista di Radio Free asia che tutti i giorni è a contatto con chi abita nel tibet occupato. dorjee ci ha raccontato le ultime terribili angherie del regime cinese: «Hanno circondato monasteri e città, chiuso strade e scuole, sequestrato persone. non le fanno neanche uscire di casa e non restituiscono i cadaveri delle vittime alle famiglie». la confessione dello snap Preti pedofili? Abbiamo mentito david Clohessy, leader dello Snap, il più grande gruppo di sostegno alle vittime di abusi da parte del clero, ha ammesso in una recente deposizione legale che il gruppo ha pubblicato informazioni false. alla domanda se il suo gruppo avesse diffuso informazioni false ha risposto: «Certamente», senza aggiungere alcuna motivazione in sua difesa. Solo dopo numerose domande ha confessato di «non avere ricevuto alcuna educazione né di avere seguito alcun corso di studi per aiutare le vittime di abusi», aggiungendo di non sapere se i suoi dipendenti abbiano o meno le competenze necessarie per lavorare in questo campo marzo 2012 INTERNI COPERTINA di leone grotti giornali hanno oltrepassato ogni limite nel parlare di Fukushima. Il New York Times ha addirittura scritto che Tokyo stava per essere evacuata a causa delle radiazioni. Non prendiamoci in giro: la centrale nucleare di Fukushima Daichii è stata teatro di un grave incidente industriale, ma quanta gente è morta? Nessuno. Per lo tsunami, invece, sono morte 20 mila persone». Michael Shellenberger ha poco più di 40 anni ma è un autorità all interno del mondo ambientalista. Nel 2004 ha scritto il saggio La morte dell ambientalismo, in cui lamentava l incapacità delle politiche ambientaliste classiche di influire e di risolvere i problemi dei cambiamenti climatici. Per Shellenberger, che oggi è presidente del Breakthrough Institute, un importante think tank ambientalista, i giornali hanno decisamente «esagerato» nel fomentare «l irrazionale odio nei confronti del nucleare e il pregiudizio verso l energia atomica». esagerazione? Però c è di mezzo un incidente nucleare. Invece hanno esagerato: i giornali hanno fatto l equazione tra tumore e radiazioni, ma le persone che sono state esposte alle radiazioni in Giappone hanno una probabilità dell 1,002 per cento di contrarre un tumore. Il problema è che noi colleghiamo le radiazioni alla bomba atomica. Soprattutto in Giappone, il ricordo di Nagasaki e Hiroshima è ancora molto vivo. La paura può essere comprensibile, ma non va fomentata. le bugie sul niguarda la controinchiesta di tempi.it Controinchiesta di tempi.it sulla copertina dell espresso che aveva dipinto come una discarica l ospedale niguarda di milano. tempi.it ha intervistato il direttore generale pasquale Cannatelli e riportato le conclusioni dell indagine di noe e nas che hanno sbugiardato il servizio del giornalista dell espresso Fabrizio Gatti. buon compleanno PAPà la lettera di Martino chieffo Ci ha scritto martino Chieffo, figlio del grande cantautore Claudio morto nel 2007 e nato il 9 marzo «Che coraggio un padre che scrive a suo figlio una canzone in cui dice tienti stretto alla mia mano anche se non ci sarà». dopo Fukushima il giappone ha fermato 53 dei suoi 54 reattori. Il Giappone ha reagito in modo emotivo. Nell ultimo anno le emissioni di gas serra del paese sono aumentate del 4 per cento, nonostante abbia consumato il 10 per cento di energia in meno rispetto all anno prima. Questo perché hanno usato più gas naturale e petrolio, non potendo più sfruttare l energia generata dai reattori nucleari. Così, non solo il Giappone sta spendendo molto di più ma crea anche più danni per la pubblica salute, incrementando l inquinamento. Aumentare la sicurezza delle centrali dopo un incidente come quello avvenuto a Fukushima sarebbe sbagliato? FukushiMA Assolutamente no. Il governo non sbaglia ad aumentare la sicurezza delle sue centrali ma a chiuderle sì. Perché secondo stu- un AnnO dopo tempi.it ha pubblicato numerose di empirici l energia nucleare è la fonte di energia, dopo l eolico, più sicura al mondo. anno dall inciden- interviste a un Ma l energia nucleare non potrebbe essere sostituita dalle energie cosiddette pulite? vincenzo Petrone, te di Fukushima. ambasciatore No, solare, eolico ed idroelettrico non possono sostituirla. Sono a favore di tutte le energie pulite, compreso il nucleare, per silvio bosetti, italiano a tokyo, frenare i cambiamenti climatici. Ma adesso il solare e l eolico non direttore della possono darci l energia di cui abbiamo bisogno, soprattutto non fondazione energylab, e Pio possono farlo tutti i giorni. Sono energie molto costose, mentre il d emilia, corrispondente da tokyo nucleare è più economico e sostenibile per il futuro. per skytg24. Luigi De Magistris e Gioacchino Genchi hanno lavorato insieme AGLI ATTI L ACCUSA Abuso d ufficio per i tabulati dei politici Si aprirà il 17 aprile il processo che vede imputati a Roma per concorso in abuso d ufficio l ex sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris e il suo superconsulente tecnico Gioacchino Genchi. Per l accusa, tra il 2006 e il 2007, nell ambito dell inchiesta Why not, i due avrebbero acquisito utilizzato illecitamente (senza chiedere l autorizzazione alle Camere di appartenenza) i tabulati telefonici di otto parlamentari: l allora premier Prodi, l allora guardasigilli Mastella, Rutelli, Minniti, Gozi, Pisanu, Gentile, Pittelli. IL MATERIALE Le carte top secret sugli 007 sorvegliati Nelle loro indagini De Magistris e Genchi avevano acquisito anche i tabulati di alcuni esponenti dei servizi segreti, apparentemente non coinvolti nei fatti al centro delle inchieste. La procura di Roma aveva investigato anche su questa stranezza, fermandosi però davanti al segreto di Stato apposto dalla presidenza del Consiglio nel luglio del 2009, dopo che il pm e la telefonata con MOggi la serie A secondo l ex dg Juve il campionato di serie a commentato con luciano moggi: «il milan è la squadra più forte, la Juve avrebbe bisogno di Van persie». i commenti di luigi AMicOne il corriere e la spazzatura il Corriere pubblica un instant-book pieno di intercettazioni spazzatura sul caso don Verzé. perché pretende pure un applauso? il blog di rodolfo casadei il mondo è grigio, il mondo è blu per l inviato di tempi Rodolfo Casadei «tipi come Fluke, annunziata e obama distruggono quel pudore che dalla difendeva». tremende bazzecole la cronaca secondo g. k. chesterton la traduttrice del grande scrittore ci aiuta a capire che cosa avrebbe detto davanti ai fatti che riempiono le pagine dei giornali. degni di nota il bello di ascoltare musica colta il maestro mario leone in una rubrica che parla di musica colta e delle persone che la fanno. Spunti, suggestioni e riflessioni senza rete. FOOtbAll is coming home uno sguardo sulla patria del calcio emmanuele michela racconta partite, storie e aneddoti della premier league. per scoprire cosa fanno Balotelli&soci in campo (e fuori). spadaccino socialista visti da sinistra (non manettara) Gianni Ferrari e una visione della politica che sia realmente di sinistra e riformista. perché non esistono solo travaglio, di pietro e micromega. e POi tutto il resto corradi, trento, giannino e la rosa Su tempi.it trovate tutte le nostre firme, oltre che le nostre rubriche. e con la preghiera del mattino sbertucciamo un po i nostri colleghi giornalisti. 21 marzo D Alema. I soggetti indicati con un numero In quel fine gennaio 2009 hanno l obbligo di riferire al Copasir con lealtà e complelontarie alternate a dichiarazioni di stima e a giudizio per erano stati sentiti detto e, tra prese di distanza indirette o invo- Primo di una serie di articoli il suo consulente di Peppe Rinaldi sono Luigi De Magistris e Gioacchino Genchi, l ex pm delle inchieste Poseidone e tezza la verità sulle circostanze per le quali vengono sentiti, come se fossero in tribu- un quadro molto curioso. Scriverà il Copa- illegalmente i una parte di questo fiducia reciproca, alla fine ne verrà fuori aver utilizzato dal Copasir. Tuttavia Why not e il suo consulente informatico: tabulati di otto entrambi, separatamente, sono sottoposti a nale. Contemporaneamente, c è la garanzia sir: «Nel corso della sua audizione il dottor materiale sensibile parlamentari è finita tra le carte un estenuante audizione dal comitato che della segretezza su ogni cosa che diranno in Genchi ha sostenuto tesi contraddittorie tra tra cui Rutelli, del processo romano vigila sulla sicurezza del paese e sull attività quella sede. Un segreto regolato dalla legge loro e in relazione a quanto riferito dal dottor De Magistris. Ha precisato di essere sta- e Mastella Pisanu, Prodi a carico dei due. ze intestate allo stesso cognome?». Risposta: «Era il consulente che mi sottopone- è totale, perciò i due sono lì: perché già da mente, passa in secondo piano con l inserito sicuramente consapevole dei nostri servizi segreti. Il caos all esterno (numero 124 del 2007) che però, evidenteva i numeri da acquisire ( ), io faccio il un pezzo sono i protagonisti dello share di mento dei resoconti stenografici delle audizioni nei faldoni del processo di Roma che del generale Pollari, anche no, ndr), conosciuto tanti anni fa a Palermo. di aver acquisito i tabulati sti. È Barbacetto (Gianni, del Fatto quotidia- pm, mi occupo di altri aspetti delle indagini ( ), ognuno risponde per sé». Domanda di giornali e siti web, dov è tutto un ribollire oggi li vede imputati per abuso d ufficio. se, permanendo in lui anco- Mi disse di essere amico di Ilda Boccassini e Annozero e veleggiano sulle prime pagine al soggetto numero 2: «Ma il pm era informato di ciò che lei faceva, era a conoscenza vizi segreti deviati, giudici corrotti, mafiosi acquisito i tabulati telefonici di alcuni parrirli aveva ottenuto, trami- ndr) andarono a casa sua». Un modo come di dichiarazioni su massonerie coperte, ser- Genchi e De Magistris sono accusati di aver ra dei dubbi, al fine di chia- che con Mancini (Lionello, del Sole 24 Ore, degli esiti delle sue ricerche?». Risposta: «Sì, infiltrati e democrazia in pericolo. Loro erano in prima linea proprio per salvare l Ita- delle Camere di appartenenza: è il cuore del degli atti del processo di Milano riguardanti di un audizione deragliata già fino al caso dell aneddoto, per dare nome e volto alla lamentari senza la previa autorizzazione te amici giornalisti, copia un altro, una volta verificata la fondatezza anche in tempo reale ( ) attraverso la consultazione online degli atti». lia da una «nuova Tangentopoli» che avrebbe riguardato «tutto intero lo schieramento tutta la vicenda. Come vedremo. l utenza telefonica del generale». Chi fosse- una a suo dire misteriosa triangolazione Ma per capire meglio cosa avevano com- processo ma anche il lato meno eclatante di l indagine Abu Omar nei quali era indicata Telecom-Tavaroli, riferirà ai commissari di potenziale fonte di due giornalisti. È il 30 gennaio 2009, siamo in Parlamento, precisamente dinanzi al Copasir ancora presieduto da Francesco Rutelli, dello Stato di diritto» (De Magistris al Corrieme risposte si capisce che la situazione non nella relazione finale del Copasir. Lo si può storia, affermando che «se volete ve lo dico, sir e per finire sotto processo, occorre fare politico», tanto da far temere la «crisi finale Con le premesse delineate da certe priro questi amici giornalisti non c è scritto telefonica riguardante un aspetto di quella binato i due per farsi convocare dal Copa- prima dell avvicendamento con Massimo re della Sera, 17 luglio 2007). è semplice: l uno non sa quel che l altro ha sospettare solo quando Genchi, nel vortice anche perché non ho molti amici giornali- un salto indietro di un paio d anni. Tut marzo marzo ESTERI Stabio (ticino, Svizzera) natoequieto,conlaclassicapiazzettaeil n grappolo di telecamere piantato in campaniledellachiesa,aipiedidiunapiccolacollina;maallaperiferiaeccolazona cima a un pilone nel bel mezzo di unarotonda,amenodicentometri industrialecontantodicartellistradalielo- dal confine italo-svizzero, registra l incessante flusso di auto e mezzi pesanti che metridastabio,medrisioarrivaaddirittura quenti:zona1,zona2,zona3.apochichilo- sièinnescatotraitaliaecantonticinoe allezone8,9e10.sonoviecheassomigliano molto a quelle dell hinterland milane- che cresce di giorno in giorno. In genere sièabituatiafareallusioniallapartedeteriore, o per lo meno opaca, dei rapporti deglistabilimentitransitanofurgoni,mezsediqualchedecenniofa,doveaiperimetri tra Italia e Confederazione elvetica, come ziarticolati,inuncontinuodinamismodi la fuga dei capitali, la prostituzione legale e la benzina a basso costo. Molti auto- Progetto Copernico. Ecco il nome che merciprodotte, bancalate espedite. revolinotistipoliticiegranpartedell opi- nionepubblicatardainvecearegistrareil tonticinoinparticolare,eatuttalasviz- spiegailfenomenochehapermessoalcan- dato saliente, o sconfortante, del fenomeno:esisteunpostodoveil madeinitaly cie d eliocentrismo economico, capace di zera in generale, di scoprire questa spe- riesceasviluppareapienolesuestraordinarie potenzialità, innescando un circui- territoriale molto concreto e pragmatico, attrarreimprese.unprogettodimarketing to virtuoso fatto di crescita, occupazione, decisivoperinvertirelarottarispettoalla utili e nuovi investimenti, e questo posto crisidelsettoretessiledeglianniottanta. nonèl Italia. L occasioneèstatacoltaalvolodaaziende L areaindustrialedistabio,nelcanton italiane,maanchedamultinazionaliame- Ticino,aridossodelconfineitaliano,èdivericane,chenegliultimiannisisonostabinutailcuorepulsantediquestanuovastagioneimprenditoriale.Maattenzione,dicerazione. Copernico esprime un idea chialitecongrandedinamismonellaconfede- atempil espertoeconomicodiunquotidianoticinese:«ormainonc èquasipiùspazio occupadisvolgeregratuitamenteperl imraesemplice:èunosportellounico,chesi pernuovistabilimenti,taleèstatol entusiaprenditoreintenzionatoavarcareilconfismodiaziendenoteemenonotechehannodecisod insediarsiqui».ineffettistabionistrative. Quindi un solo interlocutore e netutteleproceduteburocraticheeammi- sipresentacomeunminuscoloborgoordi- pergiuntarapido.inpochesettimane,ad marzo marzo 2012 REPORTAGE CULTURA ABILI VENDITORI a prima pagina di le monde del 29 febbraio scorso apriva con un grafico to le sue strampalate verità scientifiche, nuova primavera e ripropone imperterri- che mostrava come l orientamento noncurante di fallimenti e contraddizioni. Con due aggravanti. Che nel XIX seco- generale del voto dei francesi per le presidenziali sia deciso dalla distanza da cui lo, quando il determinismo è sorto, ce la si vivono dal centro urbano più vicino. Titolo: La destra ottiene il massimo a 50 Km Feuerbach, Marx, Engels, Darwin e via vedeva con pesi massimi del pensiero come da Parigi. Julian Assange definisce Wikileaks il prodotto politico inevitabile della li venditori di se stessi come Julian Assange dicendo; oggi bisogna accontentarsi di abi- logica intrinseca della tecnologia informatica. Angelo Aquaro di Repubblica intervi- sembrano non accorgersi del paradosso: o Richard Dawkins. E che i contemporanei stando Tina Brown, direttrice di Newsweek, replica alle di lei perplessità su Michelle si invoca l autodeterminazione, la liber- su qualunque materia di rilevanza sociale Obama con un Non gioca anche il fattore-razza?. Forse lo credevate finito col XX ferenze, nel mentre che si proclama che la tà di scelta, l insindacabilità di gusti e pre- secolo, con la sconfitta prima di nazismo libertà non esiste. Tutte le scelte sarebbero e fascismo e poi, quarantaquattro anni frutto di determinismi genetici, ambientali, geografici, culturali, sociobiologici, tec- dopo, del comunismo, invece no: il determinismo come chiave di lettura dei fatti nologici, in aggiunta al vecchio determinismo economico di marxiana politici è vivo e vegeto, anzi conosce una memoria. L orientamento del voto in base alla distanza dal centro città CENTRO CITTà In questa area domina Hollande (circa 30 per cento); segue Sarkozy al 20 per cento. La Le Pen è al minimo L ex sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris e il suo superconsulente Gioacchino Genchi, a processo dal 17 aprile prossimo per intercettazioni illegali Prendiamo le elezioni presidenziali che attendono la Francia in aprile e le primarie repubblicane in corso negli Stati Uniti. Le Monde pubblica in esclusiva uno studio di Ifop, l Istituto francese dell opinione pubblica, sull incidenza del gradiente d urbanità sul probabile voto dei francesi al primo turno delle presidenziali. Per gradiente d urbanità altro non si intende che la distanza della residenza degli interrogati da centri urbani superiori ai 200 mila abitanti. Gli investigatori hanno fatto alcune bizzarre scoperte: nelle zone situate a chilometri dalle aree urbane i tre candidati principali (il gollista Nicolas Sarkozy, il socialista François Hollande e l esponente dell estrema destra Marine Le Pen) si ritrovano praticamente alla pari, attorno al 25 per cento dei voti. Hollande surclassa gli avversari nelle città e nelle campagne: è fortissimo sotto la torre Eiffel e a 200 chilometri da essa, flette ai 40 e ai 100 chilometri. Il grafico di Sarkozy è il meno ondulato dei tre, ma il presidente uscente è in testa soltanto nelle fasce di territorio a una cinquantina di chilometri dalle città. Il risultato più sorprendente però è quello di Marine Le Pen: nelle aree che si trovano a 40 chilometri dalle città è addirittura in testa col 26 per cento delle intenzioni di voto, quasi 9 punti in più del voto nazionale che suo padre Jean-Marie Le Pen raccolse nel Le analisi dei sociologi I sociologi si arrovellano per trovare una spiegazione, e alla fine ne distillano una: i residenti di quelle parti «sono lì tanto per scelta che per necessità. La scelta è quella di chi vuole vivere nel verde, lontano dalla grande città e dai suoi fastidi. La necessità è quella dei prezzi del mercato immobiliare: per comprarsi un villino le famiglie modeste devono andare sempre più lontano», dice il vicedirettore di Ifop; il PRIMA PERIFERIA Forte ascesa di Marine Le Pen, arretramento di François Hollande e Sarkozy al minimo (meno del 20 per cento) voto per la Le Pen sarebbe il prodotto di «frustrazioni sociali», «mancata asce- 33 sa sociale», «misto di allontamento scelto e subìto», dice Michel Bussi dell università di Rouen. Già, ma il 74 per cento di periurbani distanti che non vota per 23 il Fronte Nazionale? Quelli 21 non sono frustrati? E quale analisi sociologica spie- 19 gherà il mistero in base a 17 cui il socialista Hollande 15 fa il pieno dei voti nel cuore delle città e nelle campa gne profonde? Negli Stati Uniti le cose vanno in un modo un po più naturale: il cattolico conservatore Rick Santorum conquista il Tennessee spopolando nelle contee di campagna, perdendo nella città di Nashville a favore del più cosmopolita Mitt Romney e vincendo di stretta misura a Knoxville; lo stesso in Oklahoma: spopola in quasi tutte le contee, ma perde netto a favore di Romney ad Oklahoma City. Le radici della geopolitica La tentazione di ridurre monisticamente la politica alla geografia viene da lontano. Benché non sia mai assurta, se non marginalmente, alla dignità di scienza accademica, la geopolitica l idea che la posizione geografica degli Stati detta le loro politiche, soprattutto verso l esterno ha influenzato e ancora influenza orientamenti e decisioni, nonostante il discredito in cui è caduta dopo la Seconda guerra mondiale per la sua collusione col nazismo. Che il concetto di lebensraum ( spazio vitale ) coniato da Friedrich Ratzel, padre della moderna geopolitica, e ripreso da Karl Haushofer sia stato fatto proprio da Hitler per giustificare la necessaria PERIFERIA Dominio di Marine Le Pen (oltre 25 per cento); Sarkozy recupera; Hollande al minimo (meno del 25 per cento) all inchiesta Why not che avrebbe dovuto scoperchiare una «nuova Tangentopoli» bipartisan. Sono stati rinviati Intenzioni di voto per i candidati Area periurbana Grande area periurbana ESTREMA PERIFERIA Sarkozy è in testa mentre Hollande è a meno del 25 per cento. Le Pen comincia l arretramento ma rimane forte Fonte: Le Monde Area rurale Distanza dalle aree urbane superiori ai abitanti (dati in Km) e inevitabile espansione tedesca in Europa non poteva non lasciare strascichi: dopo la guerra le scuole americane e britanniche di geopolitica sono morte, e la parola ha continuato a essere usata senza alcun significato dottrinale. Invece in Russia è successo il contrario. Le convulsioni seguite al collasso dell Unione Sovietica dopo il 1989 hanno finito per produrre un libro che ha profondamente influenzato i principali uomini politici russi rimasti in campo dopo l uscita di scena di Boris Eltsin, non ultimo il tre volte presidente Vladimir Putin: I fondamenti della geopolitica: il futuro geopolitico della Russia di Aleksandr Dugin. L autore auspica la creazione di un impero d Eurasia centrato sulla Russia che comprenderebbe tutta la massa terrestre dei due continenti a cui si ispira il nome, eternamente in conflitto con l Atlantismo, inteso come coalizione delle potenze bagnate dal relativo oceano (Inghilterra, Stati Uniti, ecce- 21 marzo tera), descritta come un anaconda sempre pronta a stritolare l Eurasia. Dugin propone anzitutto una politica governativa di radicalizzazione del nazionalismo russo, volta in primo luogo a recuperare territorialmente gli Sati che si sono distaccati con la dissoluzione dell Unione Sovietica; quindi auspica che la Russia gestisca con intelligenza politica le sue materie prime (petrolio, gas, eccetera), offrendole ai paesi europei in cambio del loro allontanamento strategico dagli Stati Uniti, e che la politica di Mosca si imperni su tre assi strategici preferenziali: Mosca-Berlino, Mosca- Teheran e Mosca-Tokyo. Beh, praticamente è quello che Putin ha fatto da quando è succeduto a Boris Eltsin alla fine del Il libro di Dugin è apparso nel La forza delle scienze esatte Mentre il determinismo geografico è un cavallo di ritorno, una novità assoluta della nostra epoca è il determinismo matematico, che nemmeno Pitagora ai suoi tempi aveva osato proporre. Già Assange ha scritto che nella connettività dei sistemi informatici si vede «un perfetto punto di CAMPAGNA François Hollande è fortissimo, Nicolas Sarkozy è in forte arretramento mentre Marine Le Pen rimane stabile Fonte: Le Monde 0 Km 10 Km 20 Km 30 Km 40 Km 50 Km 60 Km 70 Km Parigi Créteil Boissy Brie Mormant Nangis Saint Léger Comte Robert 21 marzo marzo 2012 SOMMARIO 18 Poste italiane spa - spedizione in a. p. d.l. 353/03 (conv. l. 46/04) art. 1 comma 1 ne/vr Così la coppia De Magistris- Genchi teneva d occhio illegalmente mezza Italia. Compresi i servizi segreti Quelli che spiavano lo Stato di tempi.it il quotidiano online di tempi La settimana PArOlA di AMbientAlistA Senza energia nucleare il Giappone inquina di più «i Dai faldoni del processo contro De Magistris e Genchi emergono i tratti inquietanti di una cricca mediatico-giudiziaria che sfruttava il potere sconfinato della magistratura per tenere d occhio illegalmente mezza Italia. Compresi i servizi segreti omanda al soggetto numero 1: «Perché lei ha acquisito il tabulato del traffico telefonico del generale Nicolò Pol- D lari, capo del Sismi, e di altre quattro uten- 32 Qualcosa da dichiarare Sono sempre di più le società che decidono di trasferire armi e bagagli oltre il confine elvetico. È la testimonianza che l isola felice del made in Italy ormai è la Svizzera. Dove l impresa non è una colpa da espiare ma un opera da premiare U 42 Dimmi dove abiti e ti dirò come voti Un bizzarro sondaggio elettorale di Le Monde riporta alla ribalta il determinismo con le sue strampalate verità. La geografia predice l esito delle urne, la matematica il futuro, la genetica le nostre scelte. Così si annienta la libertà umana L Foto: ap/lapresse Foto: AP/LaPresse Foto: AP/LaPresse Al Copasir Genchi ha detto di sapere che alcuni tabulati erano di Pollari. Per dirimere i dubbi «aveva ottenuto, tramite amici giornalisti, copia degli atti del processo Abu Omar» Percentuale di intenzioni di voto Julian Assange ha di recente scritto che nella connettività dei sistemi informatici si vede «un perfetto punto di congiunzione fra una verità matematica e una necessità morale» F. Hollande M. Le Pen N. Sarkozy 4 Pd. Il vento del disorientamento Ventidue mamme ideologiche e mille correnti. Ecco la storia della Dc della Seconda Repubblica. Un partito dalle idee così chiare da perdere anche le sue stesse primarie Mattia Feltri...6 la settimana Tempi.it. Fukushima un anno dopo Senza energia nucleare il Giappone inquina di più. Per l ambientalista Michael Shellenberger, presidente del Breakthrough Institute, i giornali hanno «esagerato» nel fomentare «l odio nei confronti dell atomo» Leone Grotti...16 INTERNI Copertina. Processo a De Magistris e Genchi I segreti della coppia che ha messo sotto controllo perfino i telefoni del Quirinale. Prima puntata Peppe Rinaldi...18 No Tav. L ultima crociata Val di Susa, sfilano anche «i cattolici non cattolici»...26 esteri Svizzera. L isola felice del made in Italy Si chiama Progetto Copernico il fenomeno che ha permesso al Canton Ticino di innescare un circuito virtuoso fatto di crescita, occupazione, utili e nuovi investimenti. Attirando le aziende nostrane a due passi dal confine. Reportage dal paradiso dell imprenditoria Alessandro Turci, Massimo Giardina...32 cultura Pd Il vento del disorientamento Ventidue mamme ideologiche, quattro aree, mille correnti. Storia della Dc della Seconda Repubblica. Un partito dalle idee così chiare da riuscire a perdere anche le sue stesse primarie 21 marzo Teorie. A volte ritornano Un recente sondaggio di Le Monde riporta alla ribalta il determinismo e le sue strampalate verità. La genetica predice le nostre scelte, la geografia l esito delle urne, la matematica il futuro. Così si annienta la libertà umana Rodolfo Casadei...42 LA SETTIMANA Foglietto Lodovico Festa...3 Non sono d accordo Oscar Giannino...15 Boris Godunov Renato Farina...31 Le nuove lettere di Berlicche...41 Presa d aria Paolo Togni...52 Mamma Oca Annalena Valenti...53 Post Apocalypto Aldo Trento...58 Sport über alles Fred Perri...62 Cartolina dal Paradiso Pippo Corigliano...63 Diario Marina Corradi...66 RUBRICHE L Italia che lavora...46 Per Piacere...50 Green Estate...52 Mobilità La rosa dei Tempi...56 Lettere al direttore...62 Taz&Bao...64 Reg. del Trib. di Milano n. 332 dell 11/6/1994 settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee Anno 18 N. 11 dal 15 al 21 marzo 2012 IN COPERTINA Infophoto/AGF DIRETTORE RESPONSABILE: LUIGI AMICONE REDAZIONE: Emanuele Boffi, Laura Borselli, Mariapia Bruno, Rodolfo Casadei (inviato speciale), Benedetta Frigerio, Caterina Giojelli, Daniele Guarneri, Elisabetta Longo, Pietro Piccinini, Chiara Rizzo, Chiara Sirianni SEGRETERIA DI REDAZIONE: Elisabetta Iuliano DIRETTORE EDITORIALE: Samuele Sanvito PROGETTO GRAFICO: Enrico Bagnoli, Francesco Camagna UFFICIO GRAFICO: Matteo Cattaneo (Art Director), Davide Viganò FOTOLITO E STAMPA: Mondadori Printing S.p.A., via Mondadori 15, Verona DISTRIBUZIONE a cura della Press Di Srl GESTIONE ABBONAMENTI: Tempi, Corso Sempione Milano, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 tel. 02/ , fax 02/ EDITORE: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione 4, Milano La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 SEDE REDAZIONE: Corso Sempione 4, Milano, tel. 02/ , fax 02/ , CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITà: Editoriale Tempi Duri Srl tel. 02/ , fax 02/ GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione, Milano. Le informazioni custodite nell archivio elettronico di Tempi Società Cooperativa verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (D.LEG. 196/2003 tutela dati personali).

5

6 6 21 marzo 2012 Pd Il vento del disorientamento

7 Ventidue mamme ideologiche, quattro aree, mille correnti. Storia della Dc della Seconda Repubblica. Un partito dalle idee così chiare da riuscire a perdere anche le sue stesse primarie 21 marzo

8 pante stagione craxiana mentre in Unione Sovietica comandava Konstantin Cernenko. Ecco, o siete incontenibili appassionati di storia, o contate già almeno quarant anni di vita, oppure non avete la più pallida idea di chi fosse costui. Per dire com era già messa la culla del socialismo reale. Il Pcus sarebbe stato liquidato malgré soi da Michail Gorbaciov, subito dopo, e infatti i nostri comunisti avevano perduto il franco appiglio. Da lì in poi sarebbe stato si vedrà uno smarrito girovagare. Non è una divagazione sciocca: capirete dove si vuole arrivare. Bene: il Pci procedetdi Mattia Feltri E pensare che il Partito democratico è discendente diretto del Partito comunista, che fu più tetragono di un cubo. La celeberrima centralità democratica (e cioè: il capo non sbaglia mai, il resto è devianza) trovò applicazione nelle eterne leadership. Palmiro Togliatti durò sino alla morte, sopraggiunta nell agosto del 1964, dopo essere stato segretario dal 1930 (sebbene con un interregno quadriennale di Ruggero Grieco, poiché Togliatti viveva a Mosca e aveva da occuparsi dell Internazionale comunista). Il successore, Luigi Longo, rimase in carica otto anni e, sofferente per i postumi di un ictus, nel 1972 lasciò a Enrico Berlinguer che dominò per dodici anni e, come Togliatti, morì sul trono. Era il giugno del 1984 e in Italia si viveva la galop- Da quando Berlinguer si accasciò a Padova, il partitone e i suoi derivati hanno cambiato nome tre volte e segretario otto. Se ci sarà anche il nono, farà una media di 1 ogni 3 anni te con l incoronazione di Alessandro Natta, 66 anni, un galantuomo povero di carisma. Il suo avversario era Giorgio Napolitano, il quale scontava un paio di difettucci piuttosto gravi, all epoca, agli occhi degli ortodossi: era riformista ed era migliorista, cioè vicino al Psi di Bettino Craxi. Al fianco di Natta c era anche la cantera del comunismo italiano, la nuova e brillante generazione uscita dal 68, anziché dalla Resistenza. Massimo D Alema e Piero Fassino avevano 35 anni, Walter Veltroni nemmeno 30. Un terzetto con le idee chiare su come scalare il partito, un po meno parrebbe su che farne. Peccato: se avessero apprezzato Napolitano come dicono di apprezzarlo ora, forse negli anni di Mani pulite avremmo avuto un Pci-Pds diverso, e for marzo 2012

9 DA TOGLIATTI A NEMO PRIMALINEA Da destra, in senso antiorario: Palmiro Togliatti, leader del Pci dal 1930 al 1964; Luigi Longo che oltre a ricoprire la carica di segretario è stato presidente del partito; Enrico Berlinguer, segretario dal 1972 al 1984 I LEADER DAL PCI AL PD Con l avvento della Seconda Repubblica sette segretari in diciotto anni Il Pci fu fondato nel 1921 a Livorno da Amadeo Bordiga e Antonio Gramsci. Dopo lo stesso Gramsci e Camilla Ravera, il segretario del partito fu Palmiro Togliatti ( 30-34), Ruggero Grieco ( 34-38), ancora Togliatti fino al 1964, Luigi Longo ( 64-72), Enrico Berlinguer ( 72-84), Alessandro Natta ( 84-88) e Achille Occhetto ( 88-91). Con la Svolta della Bolognina Occhetto aprì un nuovo corso politico per la sinistra italiana. Dal 1991 a oggi si passò dal Pds ai Ds fino all attuale Pd. Segretari furono Massimo D Alema ( 94-98), Walter Veltroni ( 98-01), Piero Fassino ( 01-07), ancora Veltroni ( 07-09), Dario Franceschini (da febbraio a ottobre 2009) e Pier Luigi Bersani dal 2009 fino a oggi. Foto: AP/LaPresse ta animata da partiti a leadership carismatica. C è stato qualche caso di leader che ha cambiato il nome al partito e mai (a parte, appunse una Seconda Repubblica più al tavolo dell armistizio e meno in trincea. Attenzione: nel 1987, D Alema denunciava i «processi di modernizzazione, riorganizzazione produttiva e finanziaria, trasformazione sociale avvenuti sotto il segno di una restaurazione capitalistica». Cioè parlava ancora come uno del Politburo per capire che cosa si respirava lì dentro. Dunque, nel 1988 Natta si ammala, nel Pci lo danno per morto (camperà altri tredici anni, veramente) e il nostro esuberante terzetto porta sul trono Achille Occhetto che seppellirà la salma comunista per dare vita al Partito democratico della sinistra (1991). Il resto si ricorda rapidamente: la Gioiosa macchina da guerra perde contro Silvio Berlusconi, nel 1994, e Occhetto abdica, diciamo così. È la Seconda Repubblica, è un mondo nuovo, estinti i dinosauri si fanno largo i cucciolotti. Chi entra al posto di Occhetto? D Alema (e nonostante la maggioranza del partito preferisse Veltroni). E dopo D Alema chi arriva? Veltroni. E dopo Veltroni? Fassino. La nouvelle vague riesce a conquistare Palazzo Chigi una volta soltanto e non per decisione degli elettori ma per congiura, con D Alema. Per il resto un fallimento dietro l altro. Così Fassino scioglie il Pds (nel frattempo diventato Ds) nel Pd e lì comincia un altro balletto. Segretario Veltroni, poi Dario Franceschini, quindi Pierluigi Bersani e presto poiché Bersani perde anche le primarie, cioè le elezioni inter- Fassino scioglie il Pds (nel frattempo divenuto Ds) nel Pd e lì comincia un altro balletto. Segretario Veltroni, poi Franceschini, quindi Bersani e presto toccherà a un quarto, pare ne toccherà a un quarto, sembra. In quattro anni e mezzo (il Pd fu partorito nell ottobre del 2007). E quindi dal giorno in cui Berlinguer si accasciò sul palco di Padova, e sono trascorsi meno di ventotto anni, il partitone e i suoi derivati hanno cambiato nome tre volte e segretario otto. Se ci sarà anche il nono, farà una media di uno ogni tre anni, e si consideri che Natta e Occhetto, da soli, ne hanno coperti dieci. Per limitarsi alla Seconda Repubblica (e poi la chiudiamo con la contabilità), sette segretari in diciotto anni. È davvero curioso, visto che la Seconda Repubblica è sta- 21 marzo

10

11 DA TOGLIATTI A NEMO PRIMALINEA Foto: Infophoto, AP/LaPresse ULTIME BATOSTE PUGLIA Il valzer del paradosso democratico comincia nel 2005 con Nichi Vendola. Il (ri)comunista dà una sonora batosta al candidato Pd Francesco Boccia. CAGLIARI Il copione si ripete nel 2011, quando il senatore Pd Antonello Cabras è sconfitto da Massimo Zedda, sostenuto da Sel. MILANO Caso emblematico: il candidato Pd Stefano Boeri è battuto da Giuliano Pisapia, l uomo nuovo sostenuto dai vendoliani. NAPOLI Annullate le primarie, il candidato democratico perde alle elezioni. Al ballottaggio il sostegno del Pd passa a Luigi De Magistris dell Idv. GENOVA Il Pd si divide tra il sindaco uscente Marta Vincenzi e Roberta Pinotti. Vince l outsider Marco Doria sostenuto da Sel. PALERMO L ultima débâcle del Pd alle primarie della sinistra arriva grazie a Francesco Ferradelli che ha battuto Rita Borsellino. to, al Pci-Pds-Ds-Pd) un partito che ha cambiato il nome del leader. Silvio Berlusconi comanda Forza Italia-Pdl da sempre. Gianfranco Fini comanda il Msi-An-Fli da sempre. Pierferdinando Casini comanda il Ccd- Udc da sempre. Francesco Rutelli comanda la Margherita-Api da sempre. Umberto Bossi comanda la Lega da sempre. Antonio Di Pietro comanda l Idv da sempre. E poi ci sono stati dei partiti, è il caso dell Udeur di Clemente Mastella o di Rinnovamento italiano di Lamberto Dini, che sono svaniti con il loro stesso comandante. I motivi sono numerosi e non è il caso di approfondirli qui. Basta dire che alla strage giustizialista resistono due soli partiti della Prima repubblica: il Pci-Pds e il Msi-An. Entrambi conservano la strutturona, un elettorato già di per sé battagliero e dall orgoglio di una discutibile diversità non fiaccato dagli scandali. Ma mentre il Msi un partito comunque dall indole marziale ha già risolto per iniziativa del vecchio Giorgio Almirante il problema della successione con Gianfranco Fini, nel Pci si consuma una specie di lotta intestina, facilitata dal fatto che ai rampantelli era stata risparmiata la prova del parricidio: Berlinguer era morto giovane, di lì in poi si trattò di ammazzare giusto un paio di padrini. Il derby perenne Finita con l Urss la stagione della centralità democratica, è infine subentrato il derby perenne. Il Pds mantenne una compattezza, ma già i Ds si frantumarono in una quantità sbalorditiva di correnti. Per esempio: la corrente maggioritaria, quella dei riformisti, conteneva il trio pieno di brio (D Alema-Fassino-Veltroni), per dire l unità d intenti, e qualche sottocorrente tipo Sinistra e Mezzogiorno (Antonio Bassoli- Il Pd ha cinque soci fondatori. Sono i postcomunisti dei Ds, i postdemocristiani della Margherita, il Movimento repubblicani europei, Alleanza riformista e Italia di Mezzo Sopra, Alessandro Natta che diventò segretario dopo la morte di Berlinguer. Alle spalle il suo successore, Achille Occhetto. A sinistra, Walter Veltroni, candidato premier nel A destra, Massimo D Alema, unico tra gli ex del Pci a diventare capo del governo ( 98-00) no) o Sinistra Repubblicana (Giorgio Bogi). Ma poi c erano i liberal (Enrico Morando), i Riformisti per l Europa (ex socialisti), i Cristiano sociali (ex Dc che non avevano aderito al Partito popolare di Mino Martinazzoli né ai casiniani né ai mastelliani). L elenco, che già si fa comico, potrebbe andare avanti una mezz ora (Sinistra liberale, Laici e socialisti, Laburisti ). Ora, se state sorridendo, non avete capito che cosa vi aspetta. Il Partito democratico ha cinque soci fondatori. Si sfida chiunque a elencarli. Probabilmente non li sa neanche Veltroni, primo segretario e grande sostenitore del contenitorone. Bene: sono i postcomunisti dei Ds, i postdemocristiani della Margherita, il Movimento repubblicani europei (scissionisti del Pri e adesso, se le stratificazioni archeologiche non ci ingannano, tornati nel Pri), Alleanza riformista (scissionisti dei socialisti dello Sdi di Enrico Boselli, guidati da Ottaviano Del Turco) e Italia di Mezzo (il nome è già un programma, sono quelli di Marco Follini, scissionisti dell Udc). Tenetevi forte perché siamo soltanto all inizio. Questi cinque partiti derivano, per discendenza diretta o scissione, da diciassette precedenti partiti: 21 marzo

12 PRIMALINEA DA TOGLIATTI A NEMO Dc, Pci, Psi, Pli, Pri, Rifondazione comunista, Udc, federazione dei Liberali, Democratici, Rinnovamento italiano, Ppi, Cristiano sociali, Pds, Sinistra repubblicana, Federazione laburista, Comunisti unitari, Socialisti democratici italiani. Il Pd dunque ha ventidue mamme. Ma non siamo ancora al punto. Bene: oggi il Pd si compone di quattro grandi aree. La prima area (area socialdemocratica) si divide in veltroniani, dalemiani, A Sinistra di Livia Turco, Semplicemente democratici fondata da Dario Franceschini, Democrazia e socialismo di Gavino Angius, più un altro paio di correntucole che si chiamano Viva il Pd, Insieme per il Pd o qualcosa del genere. Un altra area è quella dei liberali che grosso marzo 2012 modo si divide fra Liberali-Liberal di Pietro Ichino, Liberali-Democratici-Rinnovatori e Coraggiosi (giuro) cioè gli ex rutelliani e i Liberali di Enrico Letta. La terza area è quella dei cristiano sociali che vanta i Democratici davvero (come se ci fossero i Democratici per Finta) di Rosy Bindi, gli Ulivisti prodiani, i Teodem di Luigi Bobba, i Popolari con Franceschini (che ha lasciato i franceschiniani ), Franco Marini, Beppe Fioroni eccetera. Infine ci sono gli ambientalisti Nemo e i suoi amici riescono a evadere e si tuffano in mare (la somiglianza del dentista con Rutelli è imbarazzante). Una volta lì si guardano perplessi, e uno chiede: «E adesso?» Sopra, il leader di Api Francesco Rutelli; a sinistra il suo sosia, il dentista di Nemo. In alto, Dario Franceschini (a sinistra) e Piero Fassino di Ermete Realacci. Poiché questa corrente non fa riferimento a nessuna delle grandi aree, dovrebbe essere considerata più un area che una corrente, ma il dibattito è aperto. Ultimo avvertimento: non ci prendiamo responsabilità se, da qui all uscita in edicola dell articolo, sono nel frattempo nate due o tre correnti e altrettante si sono estinte, o se fossero sopraggiunte ulteriori scissioni o annessioni. Bene: un siffatto partito (avendo ben presto abbandonato la vocazione maggioritaria di Walter Veltroni, l unica idea forte venuta fuori da lì in vent anni, e subito parzialmente tradita dall ideatore medesimo, cioè Veltroni) sta oggi discutendo con chi ci si debba alleare per vincere le prossime elezioni, se col centro di Casini o con la sinistra di Nichi Vendola. Questo spiegherebbe anche perché, oltre al senso di responsabilità, c era anche un senso dell opportunità nell appoggiare il governo dei tecnici e non andare a elezioni. Sembra il finale di Nemo, cartone animato che i bambini adorano. Alla fine, i pesci dell acquario di un dentista di Sydney (la somiglianza del dentista con Rutelli è imbarazzante, ma con tutta evidenza l acquario è Berlusconi) riescono a evadere e si tuffano nell oceano, nell agognato spazio libero, e una volta lì si guardano perplessi, e uno chiede: «E adesso?». È una domanda a cui i democratici non hanno ancora risposto (però sono quasi tutti su Twitter ). n Foto: AP/LaPresse

13

14

15 L OBIETTORE DA DELL UTRI A CIAMPI FINO A SCALFARO Troppe polemiche partigiane sul papello. Io non ci sto Foto: AP/LaPresse di Oscar Giannino La Cassazione ha sentenziato che il processo a Marcello Dell Utri è da rifare. Credo che l unica cosa da dire sia esattamente questa. Che il processo si rifaccia. Leggeremo il dispositivo della sentenza, che non conosciamo e dunque non si capisce su quali basi siano immediatamente fioccate le asperrime critiche al procuratore generale Francesco Iacoviello, da parte di magistrati come Antonio Ingroia e Gian Carlo Caselli. Alla condanna per sette anni di NON SONO D ACCORDO Dell Utri, imputato di concorso esterno in associazione mafiosa, si giunse per sentenza della Corte d Appello, nel giugno Fu ritenuto colpevole di aver fatto da mediatore tra Silvio Berlusconi e la mafia. L accusa sostenne allora che Dell Utri lo avesse sempre fatto. Ma la Corte, nelle 641 pagine di motivazione della sentenza, decise diversamente, pur accogliendo l accusa: sentenziò che Dell Utri era stato mediatore solo fino a un certo punto. Per la precisione fino agli anni Ottanta, quando mediare tra Berlusconi e mafia comportava parlare di piccioli e di affari. Successivamente, quando la faccenda divenne politica, secondo la Corte negli elementi addotti dall accusa non c era più evidenza che Dell Utri mediasse tra mafia e Berlusconi per influenzarne la politica. A risultare non credibili erano le dichiarazioni in tal senso rilasciate da un pentito che molto ha fatto parlare di sé nella storia, quel Gaspare Spatuzza che prima fu creduto e dimostrato credibile per quanto disse sull assassinio di Paolo Borsellino, portando a smantellare tesi in proposito già asseverate da sentenze definitive. Ma lo stesso Spatuzza venne poi totalmente a cadere nella sua credibilità per quanto continuò a dichiarare. Il punto centrale della presunta funzione mediatoria di Dell Utri tra mafia e Berlusconi si riferisce a una ricorrente ombra irrisolta nel passato della Repubblica, e cioè all arcifamosa presunta trattativa sul papello con il quale il vertice di Cosa Nostra chiedeva alla politica l allascamento delle misure per i boss mafiosi di custodia rafforzata in carcere ex 41 bis. Proprio nell estate del 2010 È da quando sono saltati fuori i nomi di alcuni numi tutelari della Repubblica, che una parola chiara non è più venuta sulla storiaccia della trattativa, e delle palle siderali raccontate da Ciancimino junior emersero però particolari prima ignoti, essenziali per ricostruire quella delicata vicenda. Effettivamente governi dell epoca adottarono misure di revoca del carcere duro per i mafiosi. Ma furono il governo Ciampi nel 1993 e prima ancora quello Amato. Il ministro della Giustizia che assunse la seconda revoca era Giovanni Conso. E Conso nel 2010 dichiarò di averlo fatto per evitare altre stragi, segno che sapesse o meno del papello quanto meno per propria forza immaginativa si era convinto che un legame possibile ci fosse fra il carcere duro per i mafiosi e l attacco armato che le cosche portavano in quei mesi. Conso parlò anche della sostituzione del capo del dipartimento dei servizi penitenziari, e disse che era stato Oscar Luigi Scalfaro a disporla e a proporgli il subentrante. Naturalmente i nomi di Ciampi e di Amato, di Conso e di Scalfaro suonarono allora totalmente dissonanti dalla tesi che da anni si cerca di sostenere, e cioè che la mafia cercasse in Berlusconi il suo tutore, tanto da averlo finanziato prima e aiutato alla presa del potere poi. Ed è forse anche perché quei nomi sono da sempre iscritti nell albo d oro dei numi tutelari della Repubblica, del diritto e della magistratura, che da allora una parola chiara non è più venuta su questa storiaccia del papello, e delle palle siderali raccontate da Ciancimino junior quando ancora le procure lo prendevano per oro colato, prima di capire che trattavasi di interessato e millantatore princisbecco. Una certezza, molti ragionevoli dubbi Di quella trattativa, dunque, non sappiamo ancora bene, se mai lo sapremo. Come dispero delle nuove indagini sui presunti traditori di Stato nei confronti di Borsellino, a tanti anni di distanza dai fatti e dopo i tanti procedimenti che hanno colpito questo o quell appartenente a corpi dello Stato nei confronti del quale le procure abbiano nel tempo maturato sfiducia, diffidenza e sospetto. Di sicuro Berlusconi e Dell Utri non potevano svolgervi alcun ruolo. Al governo stavano altri, siamo ben prima del E subito dopo, in ogni caso, le revoche al 41 bis furono revocate e il carcere duro ai mafiosi rimesso in vigore. Finché non leggeremo il dispositivo di Cassazione, non sapremo perché la Suprema Corte ritenga che a Dell Utri non sia stato riservato un giusto processo. Perché questo è il rilievo essenziale della sentenza. E qui bisogna fermarsi. Tutto il resto appartiene allo smisurato eccesso con cui da 18 anni la partigianeria politica tenta di usare sentenze e magistrati per fare politica e riscrivere la storia politica. Da anni ho smesso di fare polemica contro chi tenacemente persegue questo filone, sia esso appartenente alla comunità mediatica o a quella della magistratura. Ho sperimentato più volte che nei confronti di chi concepisce il diritto come strumento per condannare l avversario, anzi il nemico, la pura logica deduttiva e il puro amore per condanne che devono intervenire si studia così solo oltre ogni ragionevole dubbio vengono confusi e spacciati invece per compiacenza e connivenza. È del tutto inutile. Significa solo perdere tempo. 21 marzo

16 highlights inediti Ogni giorno su tempi.it I contenuti che trovate in queste pagine sono sintesi di articoli, analisi e commenti realizzati per il nostro sito. La set si Può criticare saviano? Parla il querelato salvati «Saviano mi ha querelato per degli articoli che non ho scritto io», così ci ha detto il giornalista casertano Biagio Salvati, reo di aver ripubblicato su un sito articoli di Dagospia e una critica a Gomorra, capolavoro di Roberto Saviano. «Dopo la notifica, i magistrati non ci hanno nemmeno interrogato; c è stato direttamente il giudizio davanti al tribunale di Milano, che ha poi rinviato tutto a Santa Maria Capua Vetere. Con una richiesta di rettifica, magari, si sarebbe potuto chiarire tutto. Pare ormai che ci voglia la scorta dai fan di Saviano, c è da spaventarsi solo a pensare di criticarlo». non ci ridanno i cadaveri Angherie cinesi in tibet Intervista a Karma Dorjee, giornalista di Radio Free Asia che tutti i giorni è a contatto con chi abita nel Tibet occupato. Dorjee ci ha raccontato le ultime terribili angherie del regime cinese: «Hanno circondato monasteri e città, chiuso strade e scuole, sequestrato persone. Non le fanno neanche uscire di casa e non restituiscono i cadaveri delle vittime alle famiglie». la confessione dello snap Preti pedofili? abbiamo mentito David Clohessy, leader dello Snap, il più grande gruppo di sostegno alle vittime di abusi da parte del clero, ha ammesso in una recente deposizione legale che il gruppo ha pubblicato informazioni false. Alla domanda se il suo gruppo avesse diffuso informazioni false ha risposto: «Certamente», senza aggiungere alcuna motivazione in sua difesa. Solo dopo numerose domande ha confessato di «non avere ricevuto alcuna educazione né di avere seguito alcun corso di studi per aiutare le vittime di abusi», aggiungendo di non sapere se i suoi dipendenti abbiano o meno le competenze necessarie per lavorare in questo campo. parola di ambientalista Senza energia nucleare il Giappone inquina di più di Leone Grotti hanno oltrepassato ogni limite nel parlare di Fukushima. Il New York Times ha addirittura scritto «Igiornali che Tokyo stava per essere evacuata a causa delle radiazioni. Non prendiamoci in giro: la centrale nucleare di Fukushima Daichii è stata teatro di un grave incidente industriale, ma quanta gente è morta? Nessuno. Per lo tsunami, invece, sono morte 20 mila persone». Michael Shellenberger ha poco più di 40 anni ma è un autorità all interno del mondo ambientalista. Nel 2004 ha scritto il saggio La morte dell ambientalismo, in cui lamentava l incapacità delle politiche ambientaliste classiche di influire e di risolvere i problemi dei cambiamenti climatici. Per Shellenberger, che oggi è presidente del Breakthrough Institute, un importante think tank ambientalista, i giornali hanno decisamente «esagerato» nel fomentare «l irrazionale odio nei confronti del nucleare e il pregiudizio verso l energia atomica». Esagerazione? Però c è di mezzo un incidente nucleare. Invece hanno esagerato: i giornali hanno fatto l equazione tra tumore e radiazioni, ma le persone che sono state esposte alle radiazioni in Giappone hanno una probabilità dell 1,002 per cento di contrarre un tumore. Il problema è che noi colleghiamo le radiazioni alla bomba atomica. Soprattutto in Giappone, il ricordo di Nagasaki e Hiroshima è ancora molto vivo. La paura può essere comprensibile, ma non va fomentata marzo 2012

17 timana di tempi.it il quotidiano online di tempi le bugie sul niguarda La controinchiesta di tempi.it Controinchiesta di tempi.it sulla copertina dell Espresso che aveva dipinto come una discarica l ospedale Niguarda di Milano. Tempi.it ha intervistato il direttore generale Pasquale Cannatelli e riportato le conclusioni dell indagine di Noe e Nas che hanno sbugiardato il servizio del giornalista dell Espresso Fabrizio Gatti. la TELEFonATA con moggi La serie A secondo l ex dg Juve Il campionato di serie A commentato con Luciano Moggi: «Il Milan è la squadra più forte, la Juve avrebbe bisogno di Van Persie». I commenti di luigi AMicone Il Corriere e la spazzatura Il Corriere pubblica un instant-book pieno di intercettazioni spazzatura sul caso don Verzé. Perché pretende pure un applauso? il BLog di rodolfo casadei Il mondo è grigio, il mondo è blu Per l inviato di Tempi Rodolfo Casadei «tipi come Fluke, Annunziata e Obama distruggono quel pudore che Dalla difendeva». Foto: AP/LaPresse Dopo Fukushima il Giappone ha fermato 53 dei suoi 54 reattori. Il Giappone ha reagito in modo emotivo. Nell ultimo anno le emissioni di gas serra del paese sono aumentate del 4 per cento, nonostante abbia consumato il 10 per cento di energia in meno rispetto all anno prima. Questo perché hanno usato più gas naturale e petrolio, non potendo più sfruttare l energia generata dai reattori nucleari. Così, non solo il Giappone sta spendendo molto di più ma crea anche più danni per la pubblica salute, incrementando l inquinamento. Aumentare la sicurezza delle centrali dopo un incidente come quello avvenuto a Fukushima sarebbe sbagliato? Assolutamente no. Il governo non sbaglia ad aumentare la sicurezza delle sue centrali ma a chiuderle sì. Perché secondo studi empirici l energia nucleare è la fonte di energia, dopo l eolico, più sicura al mondo. Ma l energia nucleare non potrebbe essere sostituita dalle energie cosiddette pulite? No, solare, eolico ed idroelettrico non possono sostituirla. Sono a favore di tutte le energie pulite, compreso il nucleare, per frenare i cambiamenti climatici. Ma adesso il solare e l eolico non possono darci l energia di cui abbiamo bisogno, soprattutto non possono farlo tutti i giorni. Sono energie molto costose, mentre il nucleare è più economico e sostenibile per il futuro. buon compleanno papà La lettera di Martino Chieffo Ci ha scritto Martino Chieffo, figlio del grande cantautore Claudio morto nel 2007 e nato il 9 marzo «Che coraggio un padre che scrive a suo figlio una canzone in cui dice tienti stretto alla mia mano anche se non ci sarà». FukushiMA un anno dopo Tempi.it ha pubblicato numerose interviste a un anno dall incidente di Fukushima. Vincenzo Petrone, ambasciatore italiano a Tokyo, Silvio Bosetti, direttore della fondazione EnergyLab, e Pio d Emilia, corrispondente da Tokyo per SkyTg24. TrEMEnDE BAzzecoLE La cronaca secondo G. K. Chesterton La traduttrice del grande scrittore ci aiuta a capire che cosa avrebbe detto davanti ai fatti che riempiono le pagine dei giornali. degni di nota Il bello di ascoltare musica colta Il maestro Mario Leone in una rubrica che parla di musica colta e delle persone che la fanno. Spunti, suggestioni e riflessioni senza rete. FooTBALL is coming home Uno sguardo sulla patria del calcio Emmanuele Michela racconta partite, storie e aneddoti della Premier League. Per scoprire cosa fanno Balotelli&soci in campo (e fuori). SpADAccino socialista Visti da sinistra (non manettara) Gianni Ferrari e una visione della politica che sia realmente di sinistra e riformista. Perché non esistono solo Travaglio, Di Pietro e Micromega. E poi tutto il resto Corradi, Trento, Giannino e la Rosa Su tempi.it trovate tutte le nostre firme, oltre che le nostre rubriche. E con la Preghiera del mattino sbertucciamo un po i nostri colleghi giornalisti. 21 marzo

18 INTERNI COPERTINA Quelli che spiavano lo Stato Dai faldoni del processo contro De Magistris e Genchi emergono i tratti inquietanti di una cricca mediatico-giudiziaria che sfruttava il potere sconfinato della magistratura per tenere d occhio illegalmente mezza Italia. Compresi i servizi segreti Primo di una serie di articoli di Peppe Rinaldi Domanda al soggetto numero 1: «Perché lei ha acquisito il tabulato del traffico telefonico del generale Nicolò Pollari, capo del Sismi, e di altre quattro utenze intestate allo stesso cognome?». Risposta: «Era il consulente che mi sottoponeva i numeri da acquisire ( ), io faccio il pm, mi occupo di altri aspetti delle indagini ( ), ognuno risponde per sé». Domanda al soggetto numero 2: «Ma il pm era informato di ciò che lei faceva, era a conoscenza degli esiti delle sue ricerche?». Risposta: «Sì, anche in tempo reale ( ) attraverso la consultazione online degli atti». È il 30 gennaio 2009, siamo in Parlamento, precisamente dinanzi al Copasir ancora presieduto da Francesco Rutelli, prima dell avvicendamento con Massimo marzo 2012 D Alema. I soggetti indicati con un numero sono Luigi De Magistris e Gioacchino Genchi, l ex pm delle inchieste Poseidone e Why not e il suo consulente informatico: entrambi, separatamente, sono sottoposti a un estenuante audizione dal comitato che vigila sulla sicurezza del paese e sull attività dei nostri servizi segreti. Il caos all esterno è totale, perciò i due sono lì: perché già da un pezzo sono i protagonisti dello share di Annozero e veleggiano sulle prime pagine di giornali e siti web, dov è tutto un ribollire di dichiarazioni su massonerie coperte, servizi segreti deviati, giudici corrotti, mafiosi infiltrati e democrazia in pericolo. Loro erano in prima linea proprio per salvare l Italia da una «nuova Tangentopoli» che avrebbe riguardato «tutto intero lo schieramento politico», tanto da far temere la «crisi finale dello Stato di diritto» (De Magistris al Corriere della Sera, 17 luglio 2007). In quel fine gennaio 2009 hanno l obbligo di riferire al Copasir con lealtà e completezza la verità sulle circostanze per le quali vengono sentiti, come se fossero in tribunale. Contemporaneamente, c è la garanzia della segretezza su ogni cosa che diranno in quella sede. Un segreto regolato dalla legge (numero 124 del 2007) che però, evidentemente, passa in secondo piano con l inserimento dei resoconti stenografici delle audizioni nei faldoni del processo di Roma che oggi li vede imputati per abuso d ufficio. Genchi e De Magistris sono accusati di aver acquisito i tabulati telefonici di alcuni parlamentari senza la previa autorizzazione delle Camere di appartenenza: è il cuore del processo ma anche il lato meno eclatante di tutta la vicenda. Come vedremo. Con le premesse delineate da certe prime risposte si capisce che la situazione non è semplice: l uno non sa quel che l altro ha

19 Foto: AP/LaPresse sti. È Barbacetto (Gianni, del Fatto quotidiano, ndr), conosciuto tanti anni fa a Palermo. Mi disse di essere amico di Ilda Boccassini e che con Mancini (Lionello, del Sole 24 Ore, ndr) andarono a casa sua». Un modo come un altro, una volta verificata la fondatezza dell aneddoto, per dare nome e volto alla potenziale fonte di due giornalisti. Ma per capire meglio cosa avevano combinato i due per farsi convocare dal Copasir e per finire sotto processo, occorre fare un salto indietro di un paio d anni. Tutdetto e, tra prese di distanza indirette o involontarie alternate a dichiarazioni di stima e fiducia reciproca, alla fine ne verrà fuori un quadro molto curioso. Scriverà il Copasir: «Nel corso della sua audizione il dottor Genchi ha sostenuto tesi contraddittorie tra loro e in relazione a quanto riferito dal dottor De Magistris. Ha precisato di essere stato sicuramente consapevole di aver acquisito i tabulati del generale Pollari, anche se, permanendo in lui ancora dei dubbi, al fine di chiarirli aveva ottenuto, tramite amici giornalisti, copia degli atti del processo di Milano riguardanti l indagine Abu Omar nei quali era indicata l utenza telefonica del generale». Chi fossero questi amici giornalisti non c è scritto nella relazione finale del Copasir. Lo si può sospettare solo quando Genchi, nel vortice Luigi De Magistris e Gioacchino Genchi hanno lavorato insieme all inchiesta Why not che avrebbe dovuto scoperchiare una «nuova Tangentopoli» bipartisan. Sono stati rinviati a giudizio per aver utilizzato illegalmente i tabulati di otto parlamentari tra cui Rutelli, Pisanu, Prodi e Mastella AGLI ATTI L ACCUSA Abuso d ufficio per i tabulati dei politici Si aprirà il 17 aprile il processo che vede imputati a Roma per concorso in abuso d ufficio l ex sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris e il suo superconsulente tecnico Gioacchino Genchi. Per l accusa, tra il 2006 e il 2007, nell ambito dell inchiesta Why not, i due avrebbero acquisito utilizzato illecitamente (senza chiedere l autorizzazione alle Camere di appartenenza) i tabulati telefonici di otto parlamentari: l allora premier Prodi, l allora guardasigilli Mastella, Rutelli, Minniti, Gozi, Pisanu, Gentile, Pittelli. IL MATERIALE Le carte top secret sugli 007 sorvegliati Nelle loro indagini De Magistris e Genchi avevano acquisito anche i tabulati di alcuni esponenti dei servizi segreti, apparentemente non coinvolti nei fatti al centro delle inchieste. La procura di Roma aveva investigato anche su questa stranezza, fermandosi però davanti al segreto di Stato apposto dalla presidenza del Consiglio nel luglio del 2009, dopo che il pm e il suo consulente erano stati sentiti dal Copasir. Tuttavia una parte di questo materiale sensibile è finita tra le carte del processo romano a carico dei due. Al Copasir Genchi ha detto di sapere che alcuni tabulati erano di Pollari. Per dirimere i dubbi «aveva ottenuto, tramite amici giornalisti, copia degli atti del processo Abu Omar» di un audizione deragliata già fino al caso Telecom-Tavaroli, riferirà ai commissari di una a suo dire misteriosa triangolazione telefonica riguardante un aspetto di quella storia, affermando che «se volete ve lo dico, anche perché non ho molti amici giornali- 21 marzo

20

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Elezioni Comune di Napoli 2011

Elezioni Comune di Napoli 2011 Elezioni Comune di Napoli 2011 Alcune riflessioni sulle tendenze emerse dai sondaggi elettorali a cura di Michele Caiazzo, componente Assemblea Nazionale PD / responsabile Centro Studi e Ricerche PD Campania

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD SCHEDA Roma, 27 febbraio 2008 N 3 E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD Analisi critica, sintetica e graffiante dei dodici punti del programma del Partito Democratico Punto 3 CITTADINI E IMPRESE PIÙ

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

MILENA GABANELLI FUORI CAMPO

MILENA GABANELLI FUORI CAMPO Ammazza che mafia di Paolo Mondani MILENA GABANELLI FUORI CAMPO La storia che adesso vedremo avrebbe potuto, almeno in parte, essere raccontata 10 anni fa. Siamo a Roma dove una vera e propria federazione

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio

La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio Università degli studi di Sassari Dipartimento di Economia, Istituzioni e Società Centro di Studi Urbani La criminalità in Sardegna Reati, autori e incidenza sul territorio PRIMO RAPPORTO DI RICERCA ANTONIETTA

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI 9 1. PREMESSA. Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, a norma dell articolo 30, comma 2, della legge 3 agosto 2007, n. 124, è competente a verificare, "in modo sistematico e continuativo,

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani LA METRONOTTE Di Paolo Mondani Montali è indagato, anzi, sotto processo per? Collusione con la Banda della Magliana, riciclaggio, corruzione e intestazione fittizia di beni. MILENA GABANELLI IN STUDIO

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale

Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale LA CAMPAGNA ON-LINE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011 Fra i candidati sindaco, otto su dieci hanno un profilo su Facebook, e tre su cinque hanno un sito personale Su Facebook De Magistris e De Luca i

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini

Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini Seduta Plenaria del 17 dicembre 2014 Nomina del Procuratore della Repubblica di Palermo Intervento del Cons. Piergiorgio Morosini Oggi siamo chiamati a un supplemento di attenzione verso le regole della

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

COM E ANDATA A FINIRE: IL BOCCONE DEL PRETE Di Paolo Mondani

COM E ANDATA A FINIRE: IL BOCCONE DEL PRETE Di Paolo Mondani COM E ANDATA A FINIRE: IL BOCCONE DEL PRETE Di Paolo Mondani FUORI CAMPO Se scegli la via del denaro, alla fine sarai un corrotto. Non puoi servire Dio e il denaro. O l uno o l altro e questo non è comunismo.

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

1948: la grafica preelettorale di Giovannino

1948: la grafica preelettorale di Giovannino 1948: la grafica preelettorale di Giovannino OBBEDIENZA CIECA, PRONTA E ASSOLUTA «Contrordine, compagni! La frase pubblicata nell «Unità» Bisogna fare il nuoto attorno agli industriali contiene un errore

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA "DALLAS BUYERS CLUB"

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA DALLAS BUYERS CLUB CA' NOSTRA NEWS Numero 11, maggio 2016 Giornalisti: Giorgio, Bruno, Bruno, Elia, Mimmo, Roberto, Luigi, Evaristo, Julie, Leonardo e Andrea Redattrice: Federica NOTIZIE DA CA' NOSTRA " " Una penna e un

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

Un bambino per crescere deve restare un bambino. Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità

Un bambino per crescere deve restare un bambino. Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità Un bambino per crescere deve restare un bambino Per l Infanzia Patrimonio dell Umanità Scheda di Presentazione 2009/2010 La Caramella Buona : PER CRESCERE UN BAMBINO DEVE RESTARE UN BAMBINO. Fondata nel

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 1. PERLE ROSSE (Cat. 3) ARMT.2008-16 - finale Martina e Carlotta hanno trovato delle perle gialle, blu e rosse. Decidono di farsi una collana ciascuna e infilano

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Qualche magistrato e "sindacalista" vuole metterci a tacere. Ma non ci riusciranno.

Qualche magistrato e sindacalista vuole metterci a tacere. Ma non ci riusciranno. Qualche magistrato e "sindacalista" vuole metterci a tacere. Ma non ci riusciranno. L Editore ed i giornalisti del Corriere del Giorno Cari lettori, come avrete letto e saputo la macchina del fango diffamatoria

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

Silvio Berlusconi, Tangentopoli e Mani Pulite.

Silvio Berlusconi, Tangentopoli e Mani Pulite. Storia e civiltà d'italia Silvio Berlusconi, Tangentopoli e Mani Pulite. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava (Milano, 1936) 1936: nasce a Milano, il padre è bancario,

Dettagli

OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare

OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 1/10 OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare 20 giugno 2013 INDICE 2 Perché l osservatorio

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

1331 L ANOMALO BIBLIOFILO di marco travaglio

1331 L ANOMALO BIBLIOFILO di marco travaglio 1331 L ANOMALO BIBLIOFILO di marco travaglio Marcello Dell Utri, noto pregiudicato nonchè senatore della Repubblica Italiana, parlamentare europeo e soprattutto bibliofilo, non ha gradito L anomalo bicefalo

Dettagli

Fondo Quartiani Erminio

Fondo Quartiani Erminio Fondo Quartiani Erminio Buste 5 Fascicoli 43 Erminio Quartiani (Melegnano, 1951-) ha militato nel Pci dal 1982, in seguito è stato membro della segreteria regionale lombarda del Partito democratico della

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

L ITALIA REPUBBLICANA

L ITALIA REPUBBLICANA L ITALIA REPUBBLICANA LE REALIZZAZIONI DEL CENTRISMO LA RIFORMA AGRARIA, finanziata in parte dai fondi del Piano Marshall,fu,secondo alcuni studiosi,la più importante riforma dell'intero secondo dopoguerra.

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com

Diritti internazionali Atlantyca S.p.A., via Leopardi 8 20123 Milano foreignrights@atlantyca.it www.atlantyca.com 2015 Atlantyca Dreamfarm s.r.l., Italia Per l edizione italiana 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Fabbri Editori: maggio 2015 www.fabbrieditori.eu ISBN 978-88-915-1548-3 Progetto e realizzazione

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Imparare e Usare il Metodo di Studio

Imparare e Usare il Metodo di Studio Imparare e Usare il Metodo di Studio Per gli studenti: con questa semplice guida puoi imparare a usare un buon metodo di studio. Per imparare, leggi e cerca di capire bene i passi seguenti e allenati ogni

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

IL FASCISMO 1919-1943

IL FASCISMO 1919-1943 IL FASCISMO 1919-1943 Origini del fascismo 1919-1921 Il fascismo prende il potere 1922-1924 Diventa una regime totalitario di massa (dittatura) 1925-1943 Le origini del Fascismo 1919-1921 Dalla crisi economica

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo L Italia fascista Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo La nascita e l affermazione del Fascismo La prima riunione del movimento dei fasci di combattimento si tenne a Milano nel 1919.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Il pensiero del Sindacato dei Geologi. Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP

Il pensiero del Sindacato dei Geologi. Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP Il pensiero del Sindacato dei Geologi Le querule lamentazioni del presidente dell EPAP Querule lamentazioni, solo querule lamentazioni, quelle che il Presidente della nostra Cassa Previdenza, Arcangelo

Dettagli

1. La grande rimozione

1. La grande rimozione 1. La grande rimozione Ciliberto. Nel 2006 è iniziata una stagione che negli auspici di molti doveva durare almeno per tutta la legislatura e rimettere in sesto il paese. Non è andata così. Del presidente

Dettagli

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti www.fattorediprotezione-d.ch La Convenzione europea dei diritti dell uomo ci protegge tutti In materia di diritti umani, la Svizzera

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli