di Edoardo Traverso e Siham Mekrane Testata del Giornale Nota di Classe in fase di elaborazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di Edoardo Traverso e Siham Mekrane Testata del Giornale Nota di Classe in fase di elaborazione"

Transcript

1 Testata del Giornale Nota di Classe in fase di elaborazione Un progetto redazionale non è per nulla semplice, soprattutto se avviato all interno di un Istituto. Si ha bisogno di ragazzi con buona volontà, creativi e desiderosi di scrivere. A questo si aggiunge l impaginazione, la grafica, la stampa e la distribuzione. Ma Nota di classe è tornato per il secondo anno, con l obiettivo di intrattenere, informare sulle novità dell Istituto e magari strappare qualche sorriso leggendo le rubriche più soft. Non cerchiamo di pubblicare un giornale di successo, ma di provare e condividere un esperienza nuova, anche a costo di qualche sacrificio. Esso ci viene ripagato pienamente dalla soddisfazione nel vedere la nostra creazione, sfogliata dai nostri compagni, e non solo. Ringraziamo anticipatamente i Professori che collaborano con noi per la riuscita del giornale, il nostro Dirigente scolastico, che appoggia da sempre l iniziativa redazionale, e soprattutto vorremmo lanciare un appello a chi ci leggerà. Se a qualcuno sfiorasse il desiderio di provare l esperienza giornalistica noi saremo sempre disponibili e felici di vedere facce nuove. L unione fa la forza! di Edoardo Traverso e Siham Mekrane

2 Sommario Pagina 1: Editoriale: Torna Nota di classe Pagina 2: Contro la violenza: Il silenzio di un bacio con un pugno di parole Pagina 3: Concorso di lettere e cinematografia Pino l eroe della nostra scuola! Pagina 4: Non solo numeri ma impariamo a convivere Dalla Grammatica alla Politica Pagina 5: I videogiochi dell ultimo minuto Pagina 6: Pomeriggio di fuoco Pagina 7: Ecco cosa dicono gli alunni Pagina 8-9: Inglese Pagina 10-11: Salone della Scuola 2011 Pagina 11:Il Corso Enogastronomico in visita a Genova alla Mostra Pane al pane: un mare di bontà Pagina 12: Il Ciampini Boccardo per Genova Il Big Brother di Orwell è il presagio del futuro Pagina 13: Coldplay Pagina 14: L equitazione questa sconosciuta Sport Ciampini Boccardo Pagina 15: Diobò se ci manchi Pagina 16: L alimentazione dei ragazzi Pagina 17: Piercing, tatuaggi e cos altro?! Pagina 18: Il mito dell eterna giovinezza Pagina 19: La solitudine L afasia Pagina 20: Lucca Comics & Games Il respiro di Jennifer Pagina 21: Il linguaggio segreto dei fiori Pagina 22: Steve Jobs, l inizio di un era Pagina 23: Più veloce della luce La cucina albanese e le sue caratteristiche Contro la violenza Il silenzio di un bacio con un pugno di parole Ciampini - Boccardo:- Si è svolto in data 25 Novembre nell Aula Magna dell Itis Volta di Alessandria un convegno per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Il silenzio di un bacio con un pugno di parole è stato il tema conduttore, logica prosecuzione del progetto Provincia Si*cura, promosso dall Assesorato Pari Opportunità della Provincia di Alessandria, con il sostegno della Regione Piemonte. Grazie all interesse dell Assessore Maria Grazia Morando, il progetto è stato proposto in molte scuole della Provincia e seguito con grande interesse. L Istituto Ciampini Boccardo ha partecipato alle lezioni, facendosi protagonista anche di un cortometraggio dal titolo Io Ti.., disponibile su Facebook; la creazione del murales all interno del cortile del plesso di Via Verdi. Il Convegno del 25 novembre ha avuto inizio alle ore 9.00 con l accoglienza delle scuole e l intervista alla dott.ssa Jole Baldaro Verde, medico, specialista in Pediatria e Psicologia di Deborah Romano classe IV O dell età evolutiva, psicoterapeuta e autrice di vari testi sul tema dell educazione sessuale. Grazie a questa importante figura e ad altre eminenti personalità presenti al convegno, gli studenti attraverso domande e spunti di riflessione hanno approfondito tematiche legate alla violenza femminile, di alto valore culturale e formativo. Fotografia del congresso del 25 Novembre (prov. Alessandria) 2

3 di Giulio De Nardi classe IV M Concorso di lettere e cinematografia Ho voluto provare a scrivere una sceneggiatura. Questa viene scritta proprio per essere il più possibile somigliante a un cortometraggio. Quindi le pause non sono quelle letterarie, bensì quelle cinematografiche. Come se un narratore stesse raccontando, mentre si ha la visione delle immagini che scorrono. Ve la presento. Profumo Il suo sapere, la sua passione, il suo scopo, la sua ragione di vita. Un profumo. Xavier non vendeva soltanto profumi. Lui vendeva creazioni. Le sue creazioni. Perché Xavier riusciva a dare vita a un semplice profumo e chi lo indossava, riusciva a sentire la vita in una cosa semplice e banale come un profumo. Ma il suo obiettivo più grande era quello di trovare un essenza. Non un essenza qualsiasi, ma l essenza della vita. Per quanto lui studiò e provò, non riuscì mai in trent anni, a trovarla. Mille furono le sue esperienze. Mille i mari che aveva attraversato. Mille le terre che aveva solcato. Mille le vette che aveva scalato, ma per quanto lui provasse a cercare nuove esperienze non riuscì nel suo intento. Ormai rassegnato e vicino alla sua di partenza rinunciò. Un giorno, vicini al crepuscolo, Xavier, passeggiando per la piazza centrale di St.Louis à la Mer fu colto da un malore. Si accasciò a terra e, negli ultimi istanti, ripensò a quello per cui aveva vissuto. L essenza della vita. Fu un attimo e capì. Il suo sguardo vagò per tutta la piazza. Ecco l essenza della vita. Il pianto di una donna, l ingenuità di un bambino, la resistenza alla morte di un vecchietto, la passione di due amanti, la felicità della gente. In un ultimo sforzo riuscì a scrivere questa sua scoperta distillando un profumo. E dopo caddero le sue ultime volontà e, il foglio con dentro l essenza della vita, cadde dalle sue mani e si appoggiò a terra. Xavier morì felice, per aver scoperto quello che cercava da una vita. Destino beffardo. Una folata di vento trascinò il foglio lontano nel mare. E così si perse, di nuovo, quello che tutti cercano e hanno sempre cercato. L essenza della vita. Se qualcuno volesse provare a scrivere una sceneggiatura vi aspettiamo.. Obiettivo: scegliere un soggetto e su questo scrivere una sceneggiatura di un cortometraggio, che duri all incirca venti minuti. La lunghezza del testo deve essere di una pagina di computer (circa). Buon lavoro. La Redazione Pino: l eroe della nostra scuola! di Silvia Caserza classe I D Molti di voi ricorderanno in quei giorni si erano prodigati in cento e più mansioni sicuramente il terremoto differenti, aiutando la popolazione nella ricerca dei dispersi, dell aprile 2009 avvenuto in nello sgombero dei detriti, collaborando all allestimento di Abruzzo, che aveva causato una tendopoli dove erano curati i feriti e dove avveniva la centinaia di morti, migliaia di somministrazione immediata di viveri. feriti e distrutto interi paesi. Il loro aiuto si era concentrato soprattutto nel territorio di Tra i tanti volontari c erano Castel di Ieri ed è per questo motivo che è stato deciso di anche tre novesi appartenenti donare a questo Comune 22 mila euro raccolti dal Comitato al Gruppo Comunale di della Croce Rossa Italiana. I fondi sono stati destinati alla Protezione Civile e tra questi costruzione di un Parco inaugurato il 27 Agosto scorso. Giuseppe Totaro, chiamato In Abruzzo come a scuola Pino si è distinto per la sua volontà Pino da noi alunni e dai professori. di rendersi utile senza riserve ovunque sia necessario. Con Decreto del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Grazie Pino! Consiglio, sono stati consegnati dal Dipartimento di Tu ci dimostri che l altruismo non è solo un mito ma una Protezione Civile gli attestati di Benemerenza ai novesi che realtà. 3

4 Popolazione mondiale: 7 miliardi. Riusciamo a immaginare la grandezza di questo numero? Proviamo a contare da 1 fino a No, forse meglio di no. 7 miliardi sono un numero grandissimo, ma qui si sta parlando di persone, infatti, la Terra ha tagliato il traguardo di 7 miliardi di abitanti. Pare che il neonato che ha fatto scattare un simile numero sia la piccola Danica delle Filippine. Secondo il rapporto stato della popolazione nel mondo, curato dall U.N.F.P.A si fanno decisamente meno figli rispetto a 50 anni fa, ma la popolazione mondiale continua a crescere. Questo rapporto rivela anche uno spostamento degli abitanti sempre più intenso all interno e tra diversi paesi. Inoltre c è la presenza di crescenti migrazioni di massa dovute sempre più spesso a catastrofi ambientali e cambiamenti climatici. A questo numero sono legati anche: la speranza di vita media che oggi è di 69 anni contro i 48 degli anni cinquanta e la mortalità infantile che è scesa dai 133 decessi ogni mille nati sempre negli anni cinquanta; a 46 negli ultimi cinque anni. Si dice che la bomba demografica sia la prima causa di distruzione totale, sicché aumentano consumi e inquinamento. Nel 1810 eravamo 980 milioni, nel 1910 eravamo 1,8 miliardi e nel 2011 siamo in 7 miliardi e nel frattempo abbiamo consumato gran parte delle risorse non rinnovabili e siamo anche troppi per vivere con quelle rinnovabili. E la popolazione continuerà ad aumentare ancora e ancora (il World Population Prospect prevede il raggiungimento di 9,3 miliardi di persone entro il 2050) con inevitabili ripercussioni sull ambiente e sulla disponibilità e prezzo di alimentari, acqua e materie prime. Gli attuali modelli di sviluppo economici e ambientali sembrano non essere capaci di reggere alle richieste di 7 miliardi di persone. Che cosa bisogna fare? Secondo i responsabili dell UNFPA bisognerebbe mettere in atto politiche in grado di affrontare problemi come la povertà sempre più diffusa, le disuguaglianze sociali e infine la distribuzione delle risorse. Secondo me, sarebbe ora anche che si promuovessero politiche che favoriscano la scolarizzazione delle nuove generazioni e l emancipazione delle donne in tutto il mondo. Chissà! Forse ci sarà una terza guerra mondiale e questa volta si combatterà per il controllo delle materie prime. Ma... per ora siamo qui, siamo in 7 miliardi e la prima arma da impugnare è la convivenza. Il Graffio a cura della classe I D In una mattina di metà novembre alla seconda ora di lezione, in 1 D, una delle classi più numerose di tutta la scuola, formata da ben trentadue ragazzi, era arrivata la più temuta tra gli insegnanti: la professoressa Ravazzano. Al cambio d ora c era un grandissimo caos, ma al suo arrivo è ritornata subito la quiete: tutti zitti ed eretti come soldati! Dopo il caloroso buongiorno abbiamo controllato i compiti: formare delle frasi di senso compiuto e in lingua italiana con le parole di cui in precedenza abbiamo cercato i significati. Siamo riusciti tutti insieme a formulare delle belle frasi, finché, arrivati alla parola ipocrisia, l atmosfera si è scaldata : abbiamo cominciato a parlare di politica e la lezione si è improvvisamente animata! Per spiegare questo termine abbiamo elaborato le seguenti riflessioni: molti dei nostri politici sono così ipocriti da mentire pur di raggiungere il loro scopo; promettono grandi cambiamenti, come la diminuzione delle tasse, sapendo che non manterranno le loro promesse. Secondo loro queste accuse sono infondate perché sostengono di agire per il bene dello stato, però non riescono a dimostrarsi coerenti e nè attribuiscono la causa ai problemi economici mondiali. I cittadini, delusi, si sentono presi in giro e preoccupati per il futuro del paese, denunciano l ipocrisia di alcuni politici perché non vedono nessun miglioramento sociale. Con la caduta del governo ci auguriamo di veder risorgere il nostro paese. 4

5 di Raffaele Tirozzi e Giovanni Fiumara I L I videogiochi da qualche anno sono ormai diventati parte integrante della vita di noi ragazzi e non solo...il periodo in cui si accentua la vendita di questi prodotti è quello precedente le vacanze Natalizie, durante il quale vengono messi in vendita la maggior parte dei giochi nuovi e più attesi. Quest anno gli appassionati saranno molto più contenti del solito perché sono usciti ed usciranno ancora molti titoli validi tra i quali: Forza Motorsport 4: uscito già ad ottobre, dei titoli più attesi per Xbox 360 e per gli appassionati di gare automobilistiche. Le imperfezioni sono state diminuite ed è stato aggiunto una nuova compatibilità con il Kinect ed è stato creato apposta un nuovo volante con un nuovo design. La difficoltà è stata anche questa migliorata, infatti è aumentata l intelligenza artificiale che ci porterà ad affrontare gare difficili e a lottare con il computer. Sono stati aggiunti anche miglioramenti durante il gioco online. Gears Of War 3, uscito il 20 settembre, terzo e ultimo capitolo della saga che soddisferà gli appassionati, possessori Xbox360, su tutti gli aspetti. Battlefield 3, sparatutto molto atteso prodotto da EA, che l anno scorso promise a tutti fans che avrebbe pubblicato un gioco innovativo, con un motore grafico avanzato, ma soprattutto una realisticità ad alta tecnologia, che però ha deluso in parte gli utenti di console, sulle quali la grafica è risultata inferiore confronto ai PC per i videogiochi. Call Of Duty: Modern Warfare 3, sparatutto validissimo e degno rivale di Battlefield, soprattutto grazie al suo predecessore Modern Warfare 2 che ha venduto più di di copie nel mondo. La storia continua e i fans della saga saranno molto contenti, anche se il motore grafico è rimasto lo stesso del precedente Call Of Duty. Uncharted 3: Drake s Decenption, seguito dei primi due titoli esclusiva Playstation 3, molto simile ai primi due e naturalmente con la storia che continua, lasciamo a voi scoprire come andrà a finire. Pes 2012 e Fifa 12, simulatori di calcio abbastanza diversi tra loro, tocca a voi la scelta e a individuare i pregi e i difetti dell uno e dell altro. Questione di gusti. The Elder Scrolls V: Skyrim è il quinto capitolo della saga The Elder Scrolls, sviluppata da Bethesda Softworks, uscito l 11 novembre 2011 sarà di sicuro uno dei GDR più giocati dell anno. Halo Anniversary (Halo: Combat Evolved), famoso titoli di Bungie esclusiva Xbox rimasterizzato in HD che ha cominciato la serie di Halo, sparatutto con ambientazione fantascientifica che la maggior parte di voi conosce già. Assassin s Creed: Revelation, il quarto capitolo della famosa serie Ubisoft, probabilmente anche l ultimo, vestiremo di nuovo i panni di Ezio Auditore anche se più vecchio e scopriremo alla fine il mistero degli antenati di Desmond. Need For Speed: The Run, nuovo titolo della serie che ci vedrà questa volta impegnati in una gara clandestina da San Francisco a New York per salvarci la vita, attraversando ambientazioni statunitensi di montagna, cittadine e stretti canyon, naturalmente inseguiti dalla polizia che ci darà la caccia. Batman: Arkham City, un buon titolo naturalmente per gli appassionati dei supereroi DC Universe e quelli che hanno giocato il predecessore Arkham Asylum. Deus Ex: Human Revolution, gioco nel quale vestiremo i panni di Adam Jensen, un agente cyberpotenziato, che ha il dovere di proteggere i segreti di una società biotecnologica, in quanto se rubati il loro lavoro cambia. Saints Row: The Third, sul quale non c è molto da dire. Questa volta i videogiocatori che acquisteranno il game si troveranno nuovamente ad indossare i panni di uno dei membri della Third Street Saints. Mass Effect 3, capitolo conclusivo della saga disponibile da marzo 2012 sarà, come sapranno tutti i fans il solito gioco che mischia azione, storia e interattività con l avventura che sarà quasi sicuramente molto divertente ed appassionante. Zelda: Skyward Sword, esclusiva Wii, che ha introdotto nuove innovazioni e che ha raggiunto livelli mai visti prima grazie al Wii Motion Plus. Gli appassionati avranno pane per i loro denti.in questo folto elenco abbiamo articolato i titoli dei giochi più attesi anche se poi dipende dai gusti. Oltre a questi non si può dimenticare anche un tipo di videogiochi che si sta diffondendo molto, che sono i Casual Games, ovvero i giochi innovativi, compatibili per esempio con Kinect per Xbox 360 e Playstation Move, i quali stanno riscuotendo molto successo. Tra questi si possiamo citare il nuovo NBA 2K 12, Rayman Raving Rabbits: Fuori di Schermo, Kinect Sports 2, Fruit Ninja Kinect, The Gunstringer, Kung Fu Panda 2, EyePet ed i suoi amici, Move Fitness, After Hours Atletes e molti altri 5

6 Pomeriggio di fuoco di Edoardo Traverso classe V M Vento di novità quest anno all I.I.S. Ciampini-Boccardo di Novi Ligure.. Neanche il tempo di riuscire a riambientarsi dopo le vacanze, e già si sente la parola cambiamento, strettamente legata a quella di orario. Sì, perchè, ci dicono i Professori, è stata proposta la settimana breve, ovvero Sabato tutti in branda a sonnecchiare, mentre un pomeriggio a settimana bisogna restare sui banchi. Da quel momento in poi, le voci di corridoio si sono diffuse a una velocità che farebbe invidia alla fibra ottica. Persone disposte a giurare che, se fosse entrato in atto l orario nuovo, sarebbe stato necessario tornare a scuola per 4 o 5 pomeriggi, mentre i docenti frustavano gli alunni e i bidelli, spargendo bucce di banana per la scuola. Favole. Ma le favole hanno sempre un fondo di verità. Dopo quasi due settimane di trepidante attesa, con tanto di sondaggio tra gli alunni e collegio docenti, è arrivato il verdetto: sì alla settimana breve. Scongiurata anche la minaccia dei recuperi, dato che le normali 32 ore da 55 minuti, più il rientro pomeridiano, consentono di raggiungere il quorum dei 200 giorni di lezione previsti dal Ministero, anzi, si superano di 5! Il pomeriggio cade di Venerdì, evitando così verifiche o interrogazioni il giorno dopo. I ragazzi, chi più chi meno, sembrano contenti, un po meno i collaboratori scolastici (che il Sabato lavorano comunque). Anche la maggior parte dei Prof ha votato si. Ma c è un altra faccia della medaglia. Il rientro che riguarda tutti gli oltre 1000 alunni (tra la sede di V. Verdi e quella di V.le Saffi) è lo stesso giorno. Ciò implica, facendo una statistica, che il 60% degli alunni (circa 600 ragazzi) non può tornare a casa a pranzare, dato il tempo insufficiente della pausa. 6 Fortunatamente molte ristorazioni hanno proposto menù e prezzi di convenienza per quel giorno, ma, naturalmente, i posti a sedere sono limitati, quindi la maggior parte di noi si sposta con le proprie cibarie su una panchina. Il che non è una tragedia, mangiare una pizza in panchina ha molti vantaggi Ma essa si potrà consumare a scuola quando il freddo raggelerà l aria? Per ora, non si sa. Ogni alunno ha avuto la possibilità di scegliere se uscire o restare nell edificio. Pare che la scelta sia irreversibile: chi esce resta fuori per tutto l anno! Questo perchè c è bisogno di un Professore che controlli i ragazzi che rimangono a scuola... Ma allora poniamo il caso che sia il 20 Gennaio e stia nevicando copiosamente. Uno studente ha scelto di uscire da scuola nella pausa pranzo e si reca nella pizzeria più vicina, scoprendo con grande disappunto che i posti a sedere sono tutti occupati. Esce dal locale con la sua pizza margherita fumante e... lascio il seguito all immaginazione, sperando di avere nuove e buone notizie prima della fine dell inverno. Pensare? Perché pensare! Abbiamo i computer che lo fanno per noi. (Jean Rostand)

7 Ecco che cosa dicono gli alunni Di VIA VERDI Il Totem: la novità dell ultimo minuto.. Il progetto Totem è stato presentato nel 2009 ed è attuaslmente funzionante nel nostro Istituto. Si tratta di un sistema assolutamente innovativo, una sorta di registro elettronico delle presenze degli alunni, che dovrebbe essere un utile strumento di controllo sia per i docenti sia per i genitori. Esso, infatti, può monitorare la presenza scolastica dei propri figli a scuola che i genitori potranno conoscere in qualsiasi momento utilizzando una personale password, che gli verrà fornita a breve, e che dovranno inserire nell apposito spazio posto all interno del sito dell Isituto. Una novità importante, che merita l attenzione di tutti. Cosa ne pensano gli studenti? Se ne sente di tutti i colori ma credo di poter dire che la maggior parte di essi si mostra indifferente perché il sistema di rilevazione non cambia sostanzialmente nulla delle modalità d ingresso e uscita. Si tratta solo di fare uno sforzo minimo e ricordarsi di far scorrere il badge davanti ad un apposito lettore. Ci auguriamo che entro pochi anni, un Istituto moderno e tecnologico come il nostro, si doti anche di qualche nuovo dispositivo, che metta in condizione gli alunni assenti di ottenere facilmente gli argomenti scolastici persi, con un semplice clic del mouse e in pochi secondi. Nell era della telematica, la tecnologia non può più lasciare il posto alla manualità e diventa, soprattutto nella scuola, funzionale mezzo di apprendimento e di controllo. Cristina D Angelo II P TOTEM Il nostro istituto si è dotato di un Totem collocato al primo piano che rileva in modo automatico le presenze degli alunni. A ogni studente è stata consegnata una tessera plastificata con il suo nome e la sua foto. Il badge, che contiene un microchip, deve essere fatto passare davanti ad uno schermo che registra le presenze, i ritardi e le uscite anticipate. Di VIALE SAFFI 7 Si tratta di un operazione digitale che dovrebbe facilitare l informazione e la comunicazione tra scuola, studenti e famiglie. Questo nuovo sistema di controllo computerizzato rallenta il normale flusso di entrata degli alunni; ci sono mattine che la fila arriva fino al portone d ingresso, e ci fa sentire come dei prigionieri segregati all interno della scuola. Noi pensiamo che sarebbe stato meglio impiegare in altro modo la somma spesa per comprare il totem al fine di sopperire a necessità più urgenti come ad esempio la ristrutturazione dei bagni, la riparazione del tetto e dei pavimenti... I sistemi informatici, d altro canto, fanno parte della nostra vita quotidiana e il fatto che la nostra scuola sia al passo con i tempi deve renderci orgogliosi, anche se molti di noi alla notizia dell installazione di questa postazione di rilevamento hanno certamente storto il naso poiché vedono in questa innovazione un controllo dei propri movimenti. Se teniamo conto invece che anche qualche genitore, andando al lavoro, deve timbrare il cartellino all entrata e all uscita, potremmo paragonarci a loro e quindi sentirci adulti. di Stefania Lovotti e Silvia Caserza classe I D

8 It s English time In our school there s the possibility to attend special courses of English subject. These are the P.E.T. (Preliminary English Test) exam and the Cambridge FIRST Certificate in English. You can subscribe to these projects if you are in the 4th or 5th class. The FIRST exam represents the third level of the University of Cambridge tests (medium-high level B2) while the P.E.T. graduation is B1 level. This certifications gives you the chance to show it in a job request to improve it, specially if your ideal job needs a secondary language. In the P.E.T. exam we find three papers, which are three different tests to check your preparation. The first paper is about Reading and Writing. In this test you have 1 hour and 30 minutes to write all the answers. The second paper is the Listening tests, which lasts half an our. The di Edoardo Traverso classe 5M candidate has to listen to the speech and choose the correct answer on the answer sheet. The last paper is the speaking. It takes place between the candidate and the examiner, who will ask the student to describe a picture and talk about himself. The P.E.T. exam may gives you four marks: Pass with merit (that means you made a very good exam); Pass (that means you made a good test); Narrow fail (you were close to pass) and Fail (you didn t pass the exam). The FIRST exam is similar to the P.E.T but it has 5 papers: Reading (1 hour), Writing (1 hour and 20 minutes), Use of English (45 minutes), Listening (about 40 minutes) and Speaking (14 minutes). In conclusion, this courses are very important if you re going to attend University or if you re interested in languages. Class II C Tecnico Turistico On 16 th November our class -2^C- and class -2^D- went to Alessandria to see the English musical Guys and Dolls, at Teatro Alessandrino. We met our teachers (Mrs. Barella, Mrs. Bottazzi, Mrs. Mangini) at Novi Ligure railway station at 7:20 a.m., we took the 7:26 a.m. train and we arrived in Alessandria at 7:50 a.m. Before getting to the theatre we had breakfast in a café. We had to wait for half an hour to enter the theatre; the weather was really cold that morning but we were happy to spend a day which was different from any other school day! The theatre was full of students coming from different schools and from different towns (Vercelli, Alessandria, Asti). The show started at about 9:30 a.m. and it lasted about an hour and a half. The stage was rich in bright lights and the rhythm of the music was irresistible and infectious. The show was cheerful, joyful and always on the go! The actors and actresses acted, sang and danced. The plot was interesting and the atmosphere was really nice. At the end of the show we had the possibility to ask questions to the actors. We found out they are British, they come from England, Scotland and Wales; they are very young and they are going to perform this musical in different Italian towns till next April. They said they like Italy very much. We liked the show, the plot was quite easy to follow and we enjoy ourselves. Before coming back to Novi, we had free time for shopping, some students bought something, others went for a walk. At about 12:30 p.m. We took the train to come back to Novi. The day was great and funny and this experience was useful to train our minds and to improve our English! 8

9 di Jessica Coscia e Giulia Caratto classe II D In 1950 s New York city there is a gambler, Nathan Detroit. He needs a place to hold his illegal dice game and he finds it in the hotel Biltmore s garage, but the owner of this place wants one thousand dollars to rent it for the night. Nathan, to obtain the money, wants to involve another famous gambler that is in town, Sky Masterson. Sky offers Nathan to invite Miss Sarah Brown, member of the Salvation Army for a love dinner to Havana, if Nathan wins the bet Sky will give him the money to rent the garage. Sarah is very religious and moralistic so she doesn t accept Sky s gallantries. Meanwhile Nathan has been engaged to Adelaide for a long time, but they are not married yet. Sky hears that Sarah has a mission for a midnight prayer meeting, so he makes a deal whit her. If she goes to Havana whit him, he will persuade the men he knows, all sinners, to go to the prayer meeting. Sarah is desperate and accepts his offer. Firstly it is a simple deal but while they are in Havana they fall in love. In the mean time, Nathan and the other gamblers run out of the mission, were they have been holding the dice game. For this reason Sarah is very angry with Sky but he is seriously in love with her. So he decides to make a bet with all the gamblers. If he loses he will give each of the gamblers a thousand dollars. If he wins, they will have to go to the prayer meeting. Sky wins the bet, and Sarah s mission in saved. In the end of the story Nathan decides to marry Adelaide and Sky marries Sarah. The setting of the story in between Havana and New York city. The characters are: Nathan, a little and fat man, who loves playing illegal dice game; he marries Adelaide at the end of the comedy. Adelaide is a show girl, thin and blonde. Sky is a gambler, tall and with a strong constitution. Sarah is a simple young lady and she is very religious, after the love dinner with Sky she falls in love with him and they get married. The songs are happy and rhythmic. The lights are coloured and intense. The scenes are well-built. The actors are very charismatic and nice English young people. 9

10 Eventi Quale sarà la scuola giusta per me? Questa è la domanda che, spesso, si pongono i ragazzi al termine della scuola dell obbligo una domanda che è soprattutto un dubbio e che, sovente, coinvolge anche i loro genitori. Per sostenere ed orientare i ragazzi nella complessità della scelta formativa è stata riproposta il 17, 18 e 19 Novembre 2011, presso il Centro Fieristico di Novi Ligure, la VII^ ed. del Salone della Scuola che si pone lo scopo di offrire ai giovani un opportunità in più, una risposta concreta ai loro bisogni d informazione sulle possibilità offerte dal territorio. Forte del largo consenso ottenuto nelle precedenti edizioni, il Salone 2011 ha presentato, anche, quest anno, un ampia vetrina di proposte, e si è affermato sempre più come appuntamento importante per tutti i ragazzi che desiderano diventare i protagonisti del proprio futuro.. L iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Puntogiovani, gestito dalla Cooperativa Sociale Azimut, il Comune di Novi Ligure e la Provincia di Alessandria, che ritengono essenziale investire risorse in questo evento. Esso si pone come uno dei pochi appuntamenti che, a livello provinciale, sono dedicati al mondo della scuola e che è cresciuto nel tempo grazie all impegno delle scuole, dei docenti e degli alunni, i quali grazie alle loro molteplici attività, aggiungono un enorme sforzo per allestire e gestire questa vetrina. L iniziativa, rivolta agli studenti delle classi terze medie, ai loro genitori, ai docenti delle scuole secondarie di primo grado si propone di fornire un informazione il più possibile completa per consentire di operare una scelta consapevole per il percorso di studio successivo alla terza media. Quest anno il Salone è stato articolato in due sezioni parallele: da una parte gli stand, delle Scuole Superiori e le Agenzie Formative della Provincia di Alessandria, gestiti direttamente da docenti e studenti, i quali hanno presentato i piani di studio dei singoli Istituti e offerto il maggior numero possibile di informazioni ma ci sono stati anche momenti seminariali e laboratoriali che hanno consentito l approfondimento delle tematiche inerenti il mondo della scuola e del lavoro. Tra le novità di questa edizione si segnalano: la possibilità rivolta ai ragazzi più grandi di incontrare le principali rappresentanze aziendali del territorio novese per capire quali settori offrono maggiori opportunità e quali sono le figure più richieste, 10 conoscere le imprese e il mondo del lavoro più da vicino; la presenza di personale esperto del Centro per l Impiego, che è stato a disposizione dei ragazzi per illustrare i servizi offerti dal Centro per l Impiego e le possibili azioni per la ricerca di un lavoro. Inoltre è stato previsto l allestimento di uno stand della Biblioteca Civica di Novi Ligure che per l occasione ha approntato una specifica bibliografia dedicata agli adolescenti. Presso lo stand sono stati esposti volumi, da sfogliare in loco, o prendere in prestito gratuito per 30 giorni. Infine, nel pomeriggio di sabato, si è lasciato spazio alle scuole che hanno desiderato presentare performance/ spettacoli artistici rappresentativi del proprio Istituto. La redazione

11 di Milena Oliveri e Siham Mekrane classe 3 C Gli alunni del Boccardo hanno partecipato alla settima edizione del Salone della Scuola nei giorni dal 17 al 19 Novembre 2011 presso il Centro Fieristico le Dolci Terre di Novi Ligure nel viale dei Campionissimi. Lo scopo di questa manifestazione è stato quello di presentare le scuole del Novese ai futuri iscritti, in particolare agli alunni che stanno frequentando la terza media e che presto prenderanno la loro prima e importante decisione. Molti di noi si chiedono: qual è la scuola che più fa per me? A chiarire questo loro dubbio ci ha pensato il Salone della Scuola che ha loro fornito tutte le informazione e indicazioni riguardanti l indirizzo che sceglieranno e segnerà in qualche modo la loro carriera scolastica. Noi alunni del Boccardo ci siamo impegnati a distribuire volantini illustrativi sui vari corsi e orari. Abbiamo risposto a domande di ragazzini confusi e disorientati che dicono di essersi chiariti le idee visitando stand per stand, mentre altri sapevano già che cosa volevano ma affermando che cogliere info sia sempre utile. Come ogni anno il salone della scuola ha avuto successo grazie a professori e studenti che si sono resi disponibili a spiegare e illustrare la nostra struttura scolastica a chiunque ne avesse avuto bisogno. Il Corso Enogastronomico in visita a Genova alla Mostra Pane al pane: un mare di bontà La classe 1F del nuovo corso di Enogastronomia e ospitalità alberghiera presente ha visitato nel mese di dicembre a Genova i vari stand della mostra Pane al pane: un mare di bontà, allestita presso il Palazzo Ducale. L evento, suddiviso in esposizione, degustazione, cene a tema e scuola di cucina, aveva come traccia centrale il percorso geografico culinario attraverso la via del sale, da cui nasce una cucina territoriale di transizione e d interscambio dal territorio ligure e rivierasco sino all Europa. Alla mostra erano presenti vari produttori locali tra cui il Salumificio Cacciavillani di Novi Ligure, il Birrificio artigianale Kamun di Predosa, il Caseificio di val d Aveto di Rezzoaglio, Grondona Pasticceria genovese di Pontedecimo. I rappresentanti dei vari stand hanno spiegato ai ragazzi la lavorazione e la produzione dei prodotti delle proprie aziende, tutti prodotti doc e docg, riconosciuti a livello locale e nazionale. Sono state offerte gradite degustazioni dei prodotti presentati con possibilità di acquisto in loco. La visita ha dato la possibilità di capire il prezioso legame che unisce la cultura e la storia di un territorio con le sue tradizioni culinarie. a cura della Classe I F 11

12 Il Ciampini-Boccardo per Genova Il 6 Dicembre, in occasione delle udienze generali dei Professori, è partita un iniziativa proposta dai rappresentanti d istituto e dalla Professoressa Sara Priora a favore degli alluvionati di Genova. Si tratta di una raccolta fondi destinata alla Protezione Civile con lo scopo di aiutare le persone colpite dalla terribile alluvione lo scorso Novembre. Gli alunni dell Istituto avevano già partecipato a iniziative simili, quali Uniti per l Abruzzo e Itis per Haiti. Anche per Genova i ragazzi hanno realizzato i più svariati manufatti e accessori che saranno disponibili in un banchetto all entrata nel Plesso di Via Verdi, in cambio di un offerta devoluta alla Protezione Civile. Ancora una volta gli studenti si mostrano interessati e sensibili a questi problemi, cercando di contribuire al meglio delle loro possibilità. di Edoardo Traverso classe V M La parola ignoranza sta a indicare lo stato della persona che manca di una conoscenza adeguata su uno o più argomenti. Cos è che nella società attuale rappresenta di più questa condizione? Rullo di tamburi Il Grande Fratello! Ormai comunemente chiamato Gf. Come ogni anno, la pubblicità della nuova edizione ha cominciato a bombardarci un mese prima della messa in onda. La realtà è che non lo fanno per suscitare nei telespettatori la voglia di vederlo, bensì consentire ai genitori di studiarsi gli orari del programma per tenere i propri figli lontani dallo schermo. Ma ecco che allora sorge un secondo problema, che appare ironico, dato l argomento trattato dal programma: il Gf è ovunque! Il Lunedì in prima serata; al mattino giusto per darci il buongiorno; in tardo pomeriggio, il Sabato. Siamo tutti d accordo sul fatto che un bel riassunto della settimana all ora di pranzo ci stia proprio bene e anche di domenica non faccia male. Per non parlare dei tanti programmi tv, che vi dedicano uno spazio di piccola, media o lunga durata, e per finire, per i grandi appassionati, su uno dei tanti canali nuovi del digitale terrestre, una diretta 24 ore su 24 sugli avvenimenti della Casa! Ammettetelo che non state più nella pelle, che ora lancerete questo giornalino per aria e correrete alla ricerca del telecomando più vicino a voi che permetta di accendere la televisione! Il canale non è importante, uno a caso andrà bene, c è una possibilità dello 0,5% di non beccare il programma in questione. Sono certa, assolutamente sicura, ci metterei la mano sul fuoco che George Orwell NON intendeva questo nel romanzo Per Orwell il Grande Fratello era l immagine che il Partito dava di sé, anche se non viene mai specificato se fosse esso una persona reale, facente parte o addirittura fondatrice del Partito, oppure se soltanto un sunto di tutte le persone e idee che stavano dietro a questo totalitarismo. Fatto sta che tra il Big Brother di Orwell e il nostro attuale Gf non ci sono proprio punti di contatto è un romanzo che, come altri di quell epoca, rappresenta un utopia negativa, una società da ripudiare, della quale però se ne parla spesso guardando al futuro. Ed ecco che la distopia di Orwell si realizza, anche se in ambito differente, sedici anni dopo la sua previsione, con la prima edizione del Grande Fratello. Orwell descriveva gli spazi del romanzo come colmi di manifesti che ritraevano il Grande Fratello, con annesse didascalie come L ignoranza è la forza Ebbene, a quanto pare i concorrenti del nostro caro show l hanno preso in parola. di Agnese Corte classe 4 P 12

13 di Dalila Pagone, Giovanna Maugeri e Vittoria Giordano classe II C I Coldplay sono un gruppo alternative rock britannico formatosi a Londra nel La band è composta da Chris Martin (voce, tastiere, chitarra), Johnny Buckland (chitarra elettrica), Guy Berryman (basso elettrico) e Will Champion (batteria, cori). I Coldplay raggiunsero la fama mondiale con il singolo Yellow contenuto nel loro album di debutto Parachutes. Il loro secondo album A Rush of Blood to the Head segna la loro consacrazione e consente alla band di acquisire notorietà in tutto il mondo. L album si piazzò direttamente al primo posto dell UK Albums Chart e al 5º posto della Billboard La loro successiva pubblicazione, X&Y ricevette una fredda accoglienza da parte della critica, ma riuscì comunque a tenere i ritmi di vendita dei precedenti album. Con il loro quarto album in studio Viva la Vida or Death and All His Friends, trainato dalla hit Viva la Vida e prodotto da Brian Eno, la band ottenne numerose recensioni favorevoli, oltre alla vittoria di tre Grammy. I Coldplay con il loro quarto album in studio hanno raggiunto il traguardo dei cinquanta milioni di dischi venduti. La band ha anche molto a cuore le questioni politiche e sociali del mondo, i suoi membri, infatti, sono impegnati attivamente nella causa portata avanti da Oxfam ed hanno sostenuto altre importanti cause suonando in concerti come il Live 8 e partecipando al Band Aid. Il 24 ottobre 2011 è uscito il loro nuovo album Mylo Xyloto che ha visto duettare il famoso gruppo con la cantante di successo Rihanna nella canzone The princess of China. Nuovi rumors sul concerto che i Coldplay dovrebbero tenere nel giugno del 2012 a San Siro (Milano): secondo la sezione eventi di Last.fm, infatti, Chris Martin e compagni suoneranno nello stadio milanese il 26 giugno Non si tratta ancora, lo ricordiamo, di una conferma ufficiale, tanto che neppure la data precisa è stata ancora stabilita; lo show potrebbe anche tenersi il 27 giugno. Pare comunque che lo stadio sia stato prenotato a questo scopo dal 19 al 30 giugno, lasso di tempo necessario per montare e smontare il palco del Mylo Xyloto tour. I feel my heart start beating to my favourite song (Sento il mio cuore che inizia a battere al ritmo della mia canzone preferita) 13

14 Michela Bergadano e Sofia Michelizzi ll D L equitazione è uno sport poco conosciuto e praticato dai giovani di oggi ma del quale, provato una volta, ci s innamora subito. Essa si divide in due grandi settori : la monta americana, o western, e la monta inglese, a seconda del tipo di sella, dell imboccatura e dalla razza del cavallo. La monta inglese a sua volta prevede varie discipline: quella maggiormente conosciuta è il salto ostacoli, che consiste nel compiere un percorso con degli ostacoli commettendo il minor numero di errori possibili, ma sono diffuse anche l horse- ball, il cross country, l endurance, l ippica e molte altre ancora. Il salto ad ostacoli non è una disciplina semplice e adatta a tutti: il cavaliere e il cavallo, infatti, devono essere una cosa unica, avere fiducia l uno nell altro; inoltre bisogna essere concentrati e allenarsi sette giorni su sette rinunciando, talvolta, alla vita sociale; solo cosi si possono affrontare vari tipi di gara come il barrage, tempo, fasi, di precisione ecc... ll salto ostacoli può essere un esperienza formidabile, perché è uno sport che insegna ad amare, ad avere fiducia, a essere costanti e responsabili, a lottare per ottenere buoni risultati. L horse ball è una specie di basket a cavallo in cui vince la squadra che realizza più canestri nel tempo stabilito dalla partita; richiede meno impegno, ma allo stesso tempo una buona preparazione fisica e psicologica. La cosa curiosa di questo sport è proprio la palla,che a differenza di quella da basket, ha dimensioni molto ridotte ed è molto particolare, infatti, ha delle maniglie di cuoio che consentono una presa più comoda. Questo sport, come il salto ostacoli, richiede molti sacrifici, molto impegno, ma in cambio ti regala gioia ed emozioni straordinarie. L aspetto più importante rimane comunque il contatto con un meraviglioso animale, che ti insegna ad avere fiducia e ti rimarrà sempre accanto, accompagnandoti nel tuo percorso. Sport Ciampini Boccardo Oltre alle partite durante le ore di lezione, vengono attivate per gli alunni dell Istituto attività sportive alternative a quelle curricolari che hanno lo scopo di coinvolgere anche coloro che non praticano alcuna attività sportiva extrascolastica. Anche quest anno i Professori di Scienze motorie organizzano alcuni tornei di calcetto annuali fra le classi, divisi solitamente in biennio e triennio, partite amichevoli di pallavolo ed un torneo di rugby, con squadre composte sia da giocatori maschili che femminili. Da non dimenticare la preparazione degli alunni ai campionati studenteschi di: Corsa campestre, Atletica su pista, Pallavolo femminile, Calcio a undici maschile, Badminton maschile e femminile, preparazione atletica allo sci maschile e femminile. Nei prossimi mesi sarà anche presentato un progetto sportivo rivolto agli alunni con disabilità, inerente all attività subacquea, che si svolgerà presso la sede del Parco Marino Dell Isola Gallinara, insieme ad istruttori specializzati. Un occasione da non perdere!! Ragazzi iscrivetevi ai tornei sportivi, non conta vincere, ma partecipare!! 14 di Tirozzi Raffaele classe I L

15 DIOBO SE CI MANCHI! Marco Simoncelli è stato un giovane motociclista italiano, mancato a soli 24 anni durante il Gran Premio della Malesia. Conosciuto dagli appassionati con il soprannome di SuperSic, è stato campione del mondo della classe 250 nel 2008 ed è sempre stato accompagnato dal numero 58. La sua passione è iniziata a soli 7 anni con le minimoto nella sua città natale, Coriano. Ciò che rimane di quel tragico 23 ottobre sono solo le struggenti immagini di quel corpo aggrappato alla moto, quelle braccia che non vogliono lasciarla andare perchè forse la riprendo, perchè forse riesco a tirarmi su e continuare. La moto di Sic ha perso aderenza in curva e ha seguito una traiettoria interna, tagliando inevitabilmente la strada a Colin Edwards, per cui è stato impossibile per l amico Valentino Rossi, che sopraggiungeva a forte velocità, evitare il corpo ormai privo di vita. E tragedia, lo capiscono tutti immediatamente. Rossi, ancora in sella, mette le mani sul casco. La gara è subito annullata, mentre sono trasmesse le immagini dal box dove la fidanzata Kate e l intero Team piangono, capendo che Marco non ce la farà. Siamo solo noi, la sua canzone preferita di Vasco, ha accompagnato l ultimo giro di Marco Simoncelli al termine della cerimonia religiosa. Un lungo applauso ha accolto sul sagrato la bara durante il funerale, mentre mamma Rossella ha cinto a sé con un abbraccio e un sorriso Valentino Rossi. Ti ricorderò sempre e perdonami per aver discusso con te, firmato Jorge Lorenzo. Con queste poche parole, l ex campione del mondo dell Yamaha ha salutato Marco Simoncelli sul libro delle firme posto in chiesa per il funerale del numero 58. Kate conclude dicendo che il suo Sic non aveva difetti, solo pregi, e che è stato chiamato dal Signore solo perchè era una persona troppo perfetta per stare qui sulla Terra con noi comuni mortali. Il Consiglio di amministrazione della Santamonica Spa, la società che gestisce il circuito di Misano, ha deciso che la pista sarà intitolata e dedicata a Marco Simoncelli. Sei stato e resterai un grande, insegna agli angeli a impennare. Ciao SuperSic! di Dalila Pagone, Giovanna Maugeri e Vittoria Giordano classe II C Si vive di più andando cinque minuti al massimo su una moto come questa, di quanto non faccia certa gente in una vita intera. Per favore, non mi chiedere dei capelli eh? Non so perchè li porto così. Ma non li taglio: sono più famosi di me! 15

16 di Annamaria Kaliajxhiu classe 1 A Se è importante che l adulto si alimenti in maniera corretta ed equilibrata, ciò è ancora più importante per il ragazzo che, oltre alla necessità riguardante il funzionamento dell organismo, presenta anche le primarie necessità relative al proprio accrescimento. Il miglioramento dell alimentazione ha concorso a far sì che le ultime generazioni abbiano raggiunto livelli di statura superiore a quelli dei genitori. Ma ciò ha dato vita anche a eccessi, esponendo i ragazzi a reali pericoli per la salute: infatti, è ormai accertato che certe malattie degenerative mettono radici già dall infanzia. La colazione è il pasto più importante. Una prima colazione equilibrata fornisce, infatti, energia necessaria affinché il corpo, sin dall inizio, abbia l apporto delle sostanze più importanti. Soprattutto per la scuola una buona colazione costituisce la base per un efficace concentrazione. A pranzo, bisognerebbe prendersi il tempo necessario per nutrirsi con calma e in modo equilibrato, magari facendo anche due chiacchiere in famiglia (se è possibile). Da un prodotto fresco o finito si può ricavare una pietanza che arricchisce d importanti sali minerali e vitamine e dà nuova energia per la seconda metà della giornata per la scuola o per il tempo libero. Se i ragazzi a pranzo sono a casa da soli, bisogna pensare insieme alla preparazione del pasto: ripiegare sul fast food non è una soluzione. Attenzione poi al calo di energia durante gli intervalli tra i pasti: chi mangia troppo o in modo non equilibrato (a es. bevande dolci e gassate o dolciumi) corre il rischio di veder diminuire la capacità di rendimento e di concentrazione. Pertanto è meglio rifocillarsi di frequente con piccole quantità di alimenti non dolci come una carota, una mela o frutta secca. La cena è un momento importante per rilassarsi e rifornirsi di nuova energia. Fa bene alla salute, perché ci si sente a casa. Per evitare a bambini e ragazzi il rischio d incubi notturni non si dovrebbe cenare oltre le ore 20.00: la digestione, infatti, appesantisce il corpo e non consente un sonno tranquillo. Se una volta capita di trasgredire questa regola si può fare una passeggiata digestiva all aria fresca. 16 Pensate che i dolci possano essere una forte necessaria di zucchero? Danno molte calorie e in pratica nessuna sostanza. Ottima è la frutta, che può considerarsi un delicato e più salutare dessert - tra l altro non richiede neppure impegno per la preparazione. Fa molto meglio alla nostra psiche e appaga la voglia di dolce. Che ruolo giocano e quanto incidono i fuori pasto, cioè i cibi e le bevande assunti da bambini e ragazzi (soprattutto in occasione della merenda di metà mattina o di metà pomeriggio e in ogni altra occasione di consumo al di fuori dei tre pasti principali), nella diffusione dell obesità infantile in Italia? E soprattutto: fino a che punto è corretto individuare nelle merendine il vero responsabile di questo problema? A far luce sul ruolo dei fuori pasto e delle merendine nella dieta dei più piccoli è la ricerca Bambini, fuori pasto e obesità, coordinata dal prof Claudio Maffei della Clinica Pediatrica dell Università di Verona, in collaborazione con le Cliniche Pediatriche degli Atenei di Pisa e Napoli, e presentata a Milano nel corso di un incontro di approfondimento con la stampa, nella quale s individuano alcuni fattori ambientali determinanti nell obesità dell adulto, così come in quella del bambino. Essi sono, soprattutto, la riduzione del livello di attività fisica, l aumento delle porzioni, la sempre più diffusa abitudine a consumare pasti fuori di casa, oltre a cambiamenti nella tipologia dei cibi consumati. È un fatto evidente che la pubblicità ci assedia e ci colpisce da ogni parte, senza soste e con ogni mezzo, esercitando una forte influenza sui giovani e determinando un dilagante consumismo. L alimentazione finisce per essere condizionata da questi stimoli spesso devianti, che inducono ad acquistare e consumare prodotti poco salutari, ma dall aspetto irresistibile. E fondamentale, pertanto, mantenere un approccio critico e razionale, senza farsi persuadere dalle emozioni che la pubblicità ci trasmette.

17 Per concludere, ecco alcuni suggerimenti per bambini e ragazzi Il corpo ha bisogno di energia dopo il sonno, quindi la colazione è il pasto fondamentale. Gli alimenti ricchi di carboidrati come pane, cereali e frutta sono un ottima scelta. Bisogna cercare di mangiare ogni giorno cibi differenti per variare la dieta e per educare e appagare il piacere del palato. di Giorgia Eufemia I E Ragioneria Molte persone non si accontentano di apportare solo alcuni miglioramenti alla propria persona, come tingersi i capelli o personalizzare il modo di vestire; oggi la gente paga per essere bucata come nel caso del piercing, oppure per decorarsi la pelle con simboli, disegni o scritte che possono avere certe volte un significato ben preciso. Prima di decidere per uno di questi due interventi sul proprio corpo, uno degli aspetti che preoccupa maggiormente sono le conseguenze negative: ecco le risposte a ogni vostra domanda! Il tatuaggio Il tatuaggio è una tecnica di decorazione corporale dell uomo che consiste nell incidere la pelle ritardandone la cicatrizzazione con sostanze particolari o nell eseguire punture con l introduzione di sostanze coloranti nelle ferite. Le motivazioni per cui oggi ci si tatua sono molto distanti da quelle di una volta, quando l individuo si contrassegnava per indicare l appartenenza a una tribù. Tali forme artistiche avevano legami più intimi relativi a convinzioni religiose, spirituali e magiche; in questi casi, però molto spesso l individuo non aveva il libero arbitrio sulla scelta di essere 17 marchiato, né poteva scegliere i motivi decorativi. Il piercing! Alla pratica del piercing sono soggette soprattutto zone del corpo come il lobo dell orecchio, il sopracciglio, la narice, il setto nasale, il labbro, la lingua, il capezzolo, l ombelico e gli organi genitali. I motivi che spingono a tale pratica possono essere i più vari e possono includere: religione, spiritualità, tradizione, moda, erotismo, conformismo o identificazione con una sottocultura. Il piercing ha origini antiche e preistoriche. Lo scopo principale era quello di distinguere i ruoli assunti da ogni membro all interno della tribù al fine di regolare i rapporti tra i vari individui. La rinascita del piercing moderno deve molto ad alcuni personaggi tra cui Doug Malloy. Nel mondo occidentale la pratica ha iniziato a diffondersi con la comunità del tatuaggio. In seguito il piercing ha iniziato a essere praticato dalle sottoculture giovanili: tra i primi a utilizzare la perforazione di lobi e narici, ci sono stati gli hippy, tra gli anni sessanta e settanta. A fine anni settanta, e negli anni ottanta, la pratica è poi divenuta di uso comune tra punk e goth. Tra la fine degli anni ottanta e gli inizi dei novanta, infine, si sono diffusi piercing più estremi e intimi. Negli ultimi decenni esso è diventato una pratica comune anche tra i giovani. Il piercing è praticato dal 60% degli adolescenti (tra i 15 e i 19 anni con il consenso dei genitori in Italia fino alla maggiore età), per 35% femmine, 25% maschi. La parte del corpo più utilizzata è l orecchio (89%), seguita dal naso (56%) e dall ombelico. Una delle pratiche usate é comunemente chiamata il dilatatore.

18 fisica del singolo individuo. Prima di decidere se eseguire una delle due pratiche bisogna, però, esserne convinti al 100%, perché in futuro si potrebbe rimpiangere di averlo fatto. Una persona abbastanza robusta, magari con un po di pancetta, se non è del tutto soddisfatta del proprio fisico, non dovrebbe farsi né un piercing all ombelico né un tatuaggio in quella zona del corpo, perché metterebbe ancora più in evidenza i suoi piccoli difetti. Nella maggior parte dei casi, anzi spesso, ogni persona prima di farsi un tatuaggio o un piercing si pone molteplici domande cui cerca di rispondere: Eccone alcune. È più elevato il costo di un piercing o di un tatuaggio? Il costo di un tatuaggio è legato alle dimensioni e al tempo di esecuzione e alla quantità di dettagli e caratteristiche contenuti. I costi del piercing variano a seconda della zona del corpo interessata. Sono interventi dolorosi? Il dolore è una sensazione molto soggettiva, in genere le parti più dolorose sono quelle nelle vicinanze delle ossa e delle parti sensibili come gomiti, dorso del piede, ginocchia. Una volta fatti si possono rimuovere? Il tatuaggio consiste nell inserimento sottocutaneo di pigmenti neri o colorati, pertanto volendolo eliminare, bisogna ricorrere a trattamenti laser che distrugge i pigmenti insieme all epidermide, lasciando nella maggior parte dei casi una cicatrice da bruciatura, che spesso è deturpante più del tatuaggio stesso. Sicuramente è meglio il piercing perché, se ti stanchi, puoi toglierlo. Mi uscirà molto sangue durante il tatuaggio? In genere se il tatuaggio e il piercing sono eseguiti, correttamente non vi è un abbondante fuoriuscita di sangue. In quanto tempo si guarisce? I tempi di guarigione dipendono da persona a persona, ma in media un tatuaggio, se curato bene, può guarire in 4-8 giorni, mentre per il piercing si va da 4 a 12 settimane, per quelli corporali anche 1 anno. Si possono incontrare delle malattie? In genere non provocano effetti collaterali, raramente però si possono verificare delle allergie alle sostanze coloranti usate o al materiale contenente zinco. Nel caso che non si sia fatto ricorso a esperti che operino in ambienti adatti, c è il rischio di contrarre infezioni assai gravi come l epatite B e C, il tetano, l AIDS, la lebbra e le infezioni cutanee da stafilococco. Il tatuaggio deve essere ribattuto? Se un tatuaggio è eseguito correttamente e lo si cura con attenzione, rimarrà intatto nel tempo; magari con gli effetti della luce solare potrà schiarirsi leggermente. Il tatuaggio è una parte del nostro corpo e come tutte le altre cose invecchia insieme con noi. Infine, mi raccomando, è consigliabile il ricorso a esperti che operino in ambienti adatti e igienici e MAI esagerare con entrambe le pratiche. Il mito dell eterna giovinezza di Giada Gullà classe IV B Lifting, botulino, protesi, liposuzione: questi sono alcuni tra i ritrovati che le persone adottano per trasformare la loro immagine. Perché ricorrono a questi mezzi per mostrarsi più giovani? Sono così terrorizzati all idea di invecchiare? Molti probabilmente associano il termine giovinezza a bellezza, successo, popolarità e questo li porta a voler mascherare la loro età. È una specie di ossessione, di fissazione difficile da estirpare dalla loro mente. Non si rendono conto che ricorrere alla chirurgia plastica è un modo per scappare dalla realtà, dal ciclo naturale della vita. Non capiscono che è meglio vedere una signora di settanta anni che dimostri l età che ha piuttosto che una vecchietta tutta rigida perché rifatta in seguito a continui interventi. Molti giustificano tali comportamenti dicendo: Lo fanno solo per mantenersi in forma. Una persona può mantenersi 18 in forma seguendo una dieta equilibrata, svolgendo attività fisica o può cercare di abbellirsi utilizzando semplicemente prodotti cosmetici come trucchi, creme per il corpo o per il viso, senza comunque esagerare. La chirurgia è stata creata per aiutare le persone a vivere bene con se stesse e per risolvere problemi fisici seri o molto evidenti, che non possono essere curati con medicine o con altri sistemi. In tutto ci vuole un equilibrio, un po di autocontrollo. Le persone anziane dovrebbero pensare a imitare i giovani non sotto l aspetto esteriore, ma sotto quello mentale, cercando di coltivare quegli atteggiamenti, quelle qualità che i ragazzi possiedono: la voglia di imparare, la curiosità, la vitalità Una persona, anche a sessanta anni può sembrare più giovane mantenendo vive le caratteristiche tipiche della gioventù.

19 L afasia di Desara Vrioni classe III A Una malattia poco conosciuta ma alquanto grave. di Sara Stranieri classe II C Perchè cambiare per far piacere agli altri? Ci sono molte persone che continuano a criticare gli altri per il modo in cui si vestono o per i loro atteggiamenti, ed è per paura di queste critiche che alcuni spesso tendono ad isolarsi dagli altri, anche se a volte a loro piacerebbe stare in compagnia. Ci sono persone che invece hanno paura di restare da sole e quindi sono disposte a cambiare il loro comportamento o la loro mentalità per stare con gli altri. La conseguenza più grave di questa scelta è che potrebbe far nascere più di una personalità in un individuo: quando è in compagnia si adegua agli altri, quando è da solo invece è se stesso..a lungo andare, costui si ritroverà a fare i conti con una grande tristezza, perché non riuscirà più a capire quale sia il suo vero io; a quel punto desidererà tornare indietro, e magari rimpiangerà la solitudine. Se capita di rimanere soli non bisogna disperare perché non durerà per sempre: basta portare pazienza e, prima o poi, arriverà qualcuno con gli stessi interessi e ideali con il quale si potrà stringere una sincera e sicuramente duratura amicizia. Con questa speranza tutti dovrebbero riuscire a superare i momenti più duri, anche se a volte passa parecchio tempo prima di trovare una persona che ti capisca veramente. È giusto scegliere la strada di cambiare il proprio io per poi soffrire più di quel che si soffre scegliendo quella della solitudine? La maggior parte di voi, nostri amici lettori, si starà chiedendo dove potrebbe aver sentito questo nome... AFASIA? Negli ultimi tempi se n è parlato spesso nei programmi televisivi; inoltre è stata messa in onda una campagna pubblicitaria per informare su questa patologia, alla quale sono stati dedicati cinque giorni (dal 23 al 27 settembre). L afasia è una disfunzione acquisita che danneggia la capacità di una persona di esprimere in modo appropriato il proprio pensiero, di parlare e di capire gli altri; in più molti afasici hanno anche difficoltà a leggere e a scrivere. Queste persone hanno la sensazione di avere le parole imprigionate e di non riuscire ad esprimerle; hanno l impressione di conoscere i termini, ma di non essere in grado di afferrarne con certezza il significato; infine hanno difficoltà a cogliere il senso delle frasi quando sono lunghe e complesse. A causa dell afasia capita di scambiare spesso una parola con un altra, di deformarne il suono, oppure di utilizzare frasi brevi, costituite da parole slegate, o ancora di usare parole prive di significato. In base alle statistiche si calcola che in Italia ogni anno si verifichino circa 100 mila casi di individui affetti da disturbi del linguaggio. La causa di questi disturbi è il danneggiamento della parte sinistra del cervello che controlla i movimenti del corpo. Se i sintomi citati precedentemente non passano entro due o tre mesi, la possibilità di una guarigione completa è molto improbabile. Se vi rendete conto, pertanto, che qualcuno intorno a voi soffre di queste disfunzioni, non aspettate, ma rivolgetevi subito a centri specializzati. Il nostro cervello è come un puzzle: se manca un pezzo non si può andare avanti. 19

20 Il respiro di Jennifer Il respiro di Jennifer è un giallo classico scritto dall autore novese Maurizio Traverso, appassionato di romanzi di questo genere. La trama racconta di una ragazza, per l appunto Jennifer Moretti, che è ritrovata in fin di vita, a causa di un tentativo di soffocamento, una mattina a poche ore dal suo matrimonio. A occuparsi del caso sarà Aldo Cei, maresciallo dei Carabinieri accompagnato dalla mente geniale dell investigatore Gianni Peppe. L autore ha impostato il racconto in un modo da indurre il lettore, pagina dopo pagina, a voler scoprire l identità del colpevole e a conoscere la verità nascosta dietro al tentato omicidio della ragazza, grazie anche agli indizi e alle supposizioni raccolti dell investigatore nel corso della 20 vicenda. Il lettore sarà molto coinvolto nella lettura di questo giallo: la trama, infatti, è caratterizzata da un susseguirsi di colpi di scena che lasceranno con il fiato sospeso fino all ultima pagina. Il respiro di Jennifer, scritto con uno stile che si avvicina di più a quello del racconto teatrale, si stacca dallo stereotipo del romanzo giallo, se si può definire ancora cosi, perché ormai, anche nei casi di Sara Stranieri classe II C Lucca Comics & Games è un evento dedicato ai fumetti e ai videogiochi che avviene ogni anno a fine ottobre, ma quest anno, in seguito alla terribile disgrazia che ha colpito il Giappone, Lucca Comcs & Games ha voluto aiutare il Paese con l ingresso del Japan Palace. In questi cinque giorni la manifestazione Lucca Comics & Games è suddivisa in quattro parti: Comics: dedicata ai manga, ai fumetti, agli incontri con gli Editor e alla gara annuale per gli appassionati di manga, dei quali sono esposti i progetti (il vincitore del 2011 è stato Paolo D Antonio con Paganini). Games: dedicata ai giochi di ruolo, ai videogame, all Amon day svoltosi il 30 Ottobre, e al Dark Secret, un party notturno reso imperdibile dalla presenza della scrittrice Andrea Cremer. Junior: Dedicata ai bambini, al concorso Lucca Junior, e a Lucca AnimataMente per promuovere la prevenzione contro l uso di alcol e droghe. Comics and music: dedicata al progetto Un cuore per i Meyer, a Cartoon Heroes, (cui hanno partecipato vari ospiti tra cui Cristina D Avena, Giorgio Vanni, Luigi Alberti, Luigi Lopez, i Miwa, e i Sacchi di Sabbia), e al concorso dei Cosplay avvenuto il 29 e il 30 Ottobre. Il Japan Palace è suddiviso in quattro aree: l area mangaka, dove si possono trovare tutti gli strumenti per disegnare fumetti e manga; l area proiezioni, dove sono proiettati corti e film promozionali; l area Fashion&Cosplay, dove sono stati collocati espositori che ruotano intorno alla Japan fashion; l area Gadgets dedicata ai gadgets, all artigianato giapponese e al Mangiappone, dove si possono assaggiare tute le specialità giapponesi. A mio parere questo evento meritava una visita, soprattutto da parte degli appassionati di manga e anime, i quali, in quest occasione, avrebbero potuto anche partecipare al concorso dei cosplay e indossare il costume del loro personaggio preferito tra manga, fumetti, libri, film, e videogiochi. Ma non preoccupatevi, perché Lucca Comics & Games torna ogni anno a fine Ottobre. di Alessia Canepari classe III A

21 d investigazione, ci troviamo di fronte a trame e svolgimenti che ricordano sempre di più un racconto dell orrore, piuttosto che una semplice cronaca gialla. E sicuramente un libro che consiglio a tutti quelli che hanno uno spirito investigativo, che vuole provare a immedesimarsi nell investigatore o che, semplicemente, amano gli intrecci avvincenti.... e ora qualche domanda all autore de Il respiro di Jennifer Da dove ti è venuta l ispirazione per scrivere questo libro? Sono un appassionato di gialli e volevo provare a scriverne uno, anche solo per vedere se ne fossi capace. All inizio non avevo una trama precisa in testa, infatti, ho modificato la vicenda molte volte, fino ad arrivare alla versione definitiva. Quanto tempo ci hai messo per scriverlo? Più o meno due mesi. Ho dedicato circa un ora al giorno alla scrittura. Ai tempi lavoravo in azienda e ogni tanto mi venivano in mente delle idee mentre ero al lavoro, allora le segnavo su foglietti che poi andavano ad aggiungersi a ciò che avevo già scritto, una volta tornato a casa. Quanta soddisfazione porta finire un libro e soprattutto vederlo pubblicato? Tanta soddisfazione nel realizzarlo, ma ancora di più nel vederlo pubblicato! Quanto tempo c è voluto per vederlo pubblicato? Beh inizialmente quando era finito, stava lì nel cassetto, poi ho iniziato a spedirlo alle varie case editrici, fino a quando una di queste non ha accettato. Hai qualche consiglio per tutti gli aspiranti scrittori? Non mi sento di dare consigli, semplicemente perché ho ancora tanto da imparare! Il linguaggio segreto dei fiori Victoria teme il contatto fisico, la terrorizzano le parole e ha paura di amare e lasciarsi amare. Esiste soltanto un posto dove tutte queste paure si dissolvono in un silenzio esteso alla pace: il suo giardino segreto; che lei ritiene la sua casa; a cui le stessa ha dato vita e che cura in un angolo sconosciuto di San Francisco. I suoi fiori sono il suo rifugio, la sua voce e il suo unico amore. Attraverso di essi Victoria riesce a descriversi e ad esprimere le sue emozioni più forti: la lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per i cuori che non conoscono l amore. Tutti sentimenti che nascono dalla vita poco felice che ha condotto fino al giorno del suo diciottesimo compleanno. Victoria è stata abbandonata dalla madre sin dalla nascita e ha passato l infanzia saltando da una famiglia adottiva all altra fino all incontro con Elisabeth, l unica donna che sia mai stata una madre per lei e colei che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. Ed è proprio grazie a quest ultimo che Victoria ha deciso di vivere la sua vita. Così ha iniziato a lavorare come fioraia e i suoi fiori sono i più richiesti e amati della città, poiché regalano felicità e curano l anima a tutte le persone... tranne che a lei. Victoria, infatti, si porta nel cuore una colpa segreta e l unico in grado di alleggerirla è un ragazzo misterioso che sembra conoscere la protagonista da sempre. Solo lui può trasformare il cuore acerbo della rosa bianca in uno rosso di passione. 21 Il linguaggio segreto dei fiori romanzo di Vanessa Diffenbaugh edito da Garzanti, è un fenomeno editoriale senza precedenti: conteso dalle migliori case editrici e venduto in ventisette paesi con aste agguerrite e cifre record. Tutti i lettori ne sono stati rapiti. Amano questa storia di coraggio, di speranza e di pazzesca sete di vita. Penso che la forza del libro stia nei fiori e nel loro essere protagonisti onnipresenti. Mi ha stupito il modo con il quale il loro simbolismo è associato alle sensazioni, al carattere, all amore che sboccia ma che poi viene rifiutato. Questo libro non mi ha deluso, ma concordo con coloro che dicono che non lo si possa definire un capolavoro. E una lettura piacevole per chi voglia varcare la soglia di un mondo fatto di dolcezze e ricerca disperata di affetti. Una storia romantica e delicata come lo è, del resto, il linguaggio dei fiori. Il Graffio

22 di Andrea Frizza classe I L Questo articolo è dedicato al fondatore della Apple Steve Jobs, che è recentemente defunto a causa di un tumore. Steve Paul Jobs, nato nel 24 febbraio 1955, figlio di John Jandali,e Joanne Schieble venne poi adottato da Paul e Clara Jobs. Nel 1972 si diplomò all istituto Homestead in California, e in seguito si iscrisse all Università, che abbandonò pochi mesi dopo, per andare a lavorare alla Atari. Nel 1974 conobbe Steve Wozniack, e insieme, nel 1976 fondarono l Apple I, e contemporaneamente fondarono la Apple Computer che era situata nel garage di Jobs. Successivamente l investimento di un industriale (Mike Makulla) gli fruttò $. Molto presto, nel 1977 crearono l Apple II, che riscosse molto successo, e molto presto (1980) la Apple diventò più importante della Microsoft, fondata da Bill Gates. Grazie alla collaborazione del PARC, la Apple creò il primo PC compatto e dotato del sistema operativo MAC OS: il Macintosh. Esso, grazie ad innovazioni come il Desktop, le icone e i menù a tendina, fu una rivoluzione nel campo dell informatica. Dopo la creazione del Macintosh nel 1984 Wozniack lasciò l azienda, seguito poco dopo da Jobs che ebbe alcuni battibecchi con l amministratore delegato John Sculley. All età di trent anni Steve fondò la NeXT Computer, nel 1986 acquistò anche la Pixar dalla LucasFilm. Nel 1991 si sposò con Laurene Powell e in seguito adottò sua figlia Lisa che aveva ottenuto in una precedente relazione. Nel 1996 la Apple era in una fase di stallo, e questo li portò ad acquistare un sistema operativo da una software house per farlo funzionare sulle piattaforme PowerPC. In seguito la società riprese contatto con Steve, che ritornò alla Apple assorbendo la NeXT e creando il MAC OS X. Steve apportò fin dall inizio grandi cambiamenti nell azienda, eliminando circa il 60% dei progetti in corso. Nel 2001 creò l imac che grazie al suo design colorato ed elegante ottenne molti acquirenti. Sempre nel 2001 venne prodotto itunes, seguito dall ipod che, a differenza dei vari siti pirata sulla rete, permettevano un acquisto legale, ma pur sempre economico di migliaia di canzoni digitali. I suoi problemi di salute iniziarono nel 2004, quando scoprì di avere una rara forma di tumore maligno al pancreas quindi venne sottoposto ad operazioni complesse per la rimozione del cancro. Nel 2007 venne prodotto l iphone, uno smartphone molto tecnologico che possedeva le stesse funzioni di un PC, ma anche quelle di un comune cellulare. Nel 2009 molti si preoccuparono ancora di più per la salute di Steve poichè non presentò due grandi congress; solo più tardi si scoprì che aveva subito un trapianto di fegato ma che le sue condizioni erano molto migliorate. Nell anno 2010 nacque infine l ipad, una tavoletta digitale che si poteva sia sostituire ai normali libri, che usare come mezzo per navigare su internet. Steve, una settimana prima della sua morte, si dimise dal suo incarico di amministratore, lasciando ancora una volta la società che aveva creato. La Apple, nonostante la recente morte di Jobs, non si è demoralizzata, e continuerà a sviluppare e creare progetti per tantissimi anni ancora. 22

23 di Rosa Raia classe IV N Un luogo comune, un modo di dire, ma potremmo ancora dire così dopo il 2011? Dopo le recenti scoperte scientifiche dell anno corrente questo modo di dire sarà costretto a decadere per mutarsi in un Più veloce di un neutrino? Settembre 2011 il mondo in subbuglio, qualcosa ha infranto la barriera della certezza, qualcosa è stato più veloce della luce. I neutrini sono piccole masse senza carica elettrica, né carica di colore, studiate dal lontano 1930, anno in cui venne per la prima volta postulata la loro esistenza e poi finalmente scoperti nel I neutrini hanno assunto la loro rilevanza recentemente, quando dopo ben 3 anni di studi è stata resa nota alla popolazione la loro importanza. Per chiunque abbia mai studiato almeno i fondamenti della fisica ,458 km/s è un valore assai noto, una costante fisica che secondo la teoria della relatività di Einstein rappresenta la velocità massima a cui può viaggiare tutta l energia, materia e informazione nell universo. É quindi destinata a cadere la teoria di uno dei geni più importanti di tutti i tempi? Realmente Einstein si era sbagliato? Così pare. La notizia pare oramai certa, ma gli stessi scienziati che hanno pubblicato la scoperta hanno dichiarato di attendere conferme da altri scienziati e da altri esperimenti. Lo scetticismo popola la mente degli scienziati più conservatori che continuano a ipotizzare possibili errori dovuti a incoerenze sulle misurazioni, quindi niente paura pare proprio che fino a nuove conferme potremmo ancora dire Sei stato più veloce della luce. di Chiara e Kevin Mullixhiu classe II D La cucina albanese ha tantissimi piatti tradizionali, diversi da quelli italiani. In genere il modo di cucinare e di presentare le pietanze si avvicina molto a quella della cucina turca e greca: infatti, si usa, soprattutto, la carne di agnello, vitello e di maiale. Ogni piatto, a differenza di quelli italiani, è molto semplice e allo stesso tempo particolare, perché è cucinato con cura e attenzione rifacendosi a tradizioni antiche. Ogni zona della regione ha un proprio piatto. Il Bakllava (un dolce molto diffuso e importante, formato da strati di pasta sfoglia coninterno noci e sciroppo d acero) è tipico del centro, soprattutto della capitale Tirana; il Byrek (una torta salata di pasta sfoglia farcita con carne macinata aromatizzata o con verdure) si può trovare nel sud-ovest a Korce, mentre l Asude (dolce con amido e burro), il Kabuni (dolce con riso, uva passa e cannella) e il Shendetlie (torta con farina, miele, uova, burro e noci) sono tipici di Valona (Vlore), nel sud est. Sono inoltre il riso (Pilàf) che si trova in meridione e il Tasqebap (un piatto a base di bocconcini di carne) classico dell Elbasan (città 23

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli