Dal sito di YAHOO.Finanza, 21 gennaio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal sito di YAHOO.Finanza, 21 gennaio 2011"

Transcript

1 Dal sito di YAHOO.Finanza, 21 gennaio 2011 Brasile, tasso d'interesse all'11,25 % ( Italia Oggi.online ) In Brasile tira aria di stretta monetaria: i tassi d'interesse sono stati alzati dal 10,75 % all'11,25 %. Si tratta di un record mondiale, se si escludono Pakistan e Venezuela. Un giro di vite straordinario, deciso per fronteggiare l'inflazione che comincia a preoccupare i vertici istituzionali del Paese. L'economia è in pieno boom e ha registrato una crescita del 6,5 % nel Nello stesso periodo l'incremento dei prezzi è stato di poco inferiore a sei punti percentuali. L'obiettivo è frenare gli appetiti di consumo dei cittadini e raffreddare l'inflazione, che viaggia ben oltre il tasso programmato dalla Banca Centrale, pari al 4,5 %. Questa, per il momento, è la priorità alla quale intende dare una risposta la neo Presidente del Brasile, Dilma Rousseff, succeduta a Lula da Silva. Un provvedimento che, tuttavia, apre la porta a qualche effetto collaterale. L'innalzamento dei tassi rende più attraenti gli investimenti di capitali dall'estero, affamati di remunerazioni competitive soprattutto nei paesi emergenti. In questo modo anche la moneta brasiliana, il real, non potrà che rafforzarsi ulteriormente, causando difficoltà nelle esportazioni. Negli otto anni della Presidenza Lula i corsi sono raddoppiati rispetto al dollaro. A inizio gennaio il real ha toccato quota 1,65 contro il biglietto verde. A essere penalizzati non sono soltanto i produttori di materie prime come caffè, soia e ferro, regolati in dollari, ma anche il settore manifatturiero. L'anno scorso il Brasile ha conseguito un surplus commerciale di 20,2 miliardi di dollari ( 14,8 mld euro ), in calo di quasi il 20 % rispetto al 2009: è la somma più bassa da otto anni a questa parte. Il Governo sta cercando di risolvere il problema attraverso misure come tasse sugli investimenti o garanzie supplementari per le Banche. Ma a tenere banco è soprattutto il dibattito sull'inflazione: diversi economisti affermano che, invece di alzare i tassi, sarebbe utile tagliare la spesa pubblica per ottenere benefici a lungo termine. Un recente studio della Banca Centrale è arrivato alla conclusione che una diminuzione del bugdet governativo pari all'1 % del Pil avrebbe lo stesso effetto di un innalzamento di un punto dei tassi d'interesse, oltretutto senza conseguenze per la moneta nazionale. La Presidente Rousseff, dal canto suo, ha già parlato di un taglio fino a 55 miliardi di dollari ( 40,5 mld euro ), corrispondente all'1,5 % del prodotto interno lordo. Non sarà messa in discussione la lotta contro la povertà, che resta una priorità del Governo, mentre si metterà mano probabilmente alle infrastrutture, alla sanità e all'educazione. Crisi: FMI aumenta linea credito 'precauzionale' per Polonia a 30 Mld $ ( Asca/AFP ) Washingtomn, 21 gennaio Il Fondo Monetario Internazionale ha aumentato da 21 a 30 miliardi di dollari la linea di credito '' precauzionale '' a favore della Polonia. Lo ha annunciato lo stesso Fondo in un comunicato. Il fondo serve a garantire una riserva di liquidità ai Paesi considerati ben gestiti nel caso di emergenze finanziarie. La Polonia ha già fatto sapere che, per ora, non prevede di utilizzare queste risorse. Anche quest'anno arrivano i mega bonus per i manager ( Trend.online ) di Pierpaolo Molinengo

2 Ebbene sì: i bonus son serviti. Nelle prossime ore tra i corridoi delle principali Banche Usa verranno distrubuiti i mega bonus ai manager. E' inutile ricordare che la stagione dei bonus, ogni anno, apre mille polemiche, soprattutto se ad essere coinvolte sono quelle Banche che hanno ricevuto dei contributi dallo Stato. Ma ovviamente non sta a noi giudicare né criticare. Ma vediamo un po' di quali cifre si sta parlando. John Havens, Chief Operating Officer di Citigroup, ha ricevuto in bonus un controvalore di azioni per 4,75 milioni di dollari, calcolati al prezzo del 18 gennaio ( quando sono stati assegnati i premi ). John Gerspach, Chief Risk Officer di Citigroup, ha ottenuto 2,33 milioni di dollari. Lewis Kaden, Vice Presidente di Citigroup, ha preso 4,29 milioni di dollari. Mike Corbat, alla guida di Citi Holdings, ha ricevuto 4,88 milioni di dollari. Ma se fino a questo punto abbiamo parlato di Citigroup, vediamo un po' quanto hanno preso gli altri manager. Jp Morgan Investment Bank ha reso noto compensi per una media di dollari per i suoi 26mila dipendenti, con un taglio del 2,4 % rispetto al Goldman Sachs effettuerà una sforbiciata del 14 % portando la media dei compensi a dollari. Deludono i numeri di Bank of America ( Bluerating.it ) Rosso da 1,24 miliardi di dollari nel quarto trimestre 2010 per Bank of America ( pari a 16 centesimi di perdita per azione ), avendo la banca spesato, come già preannunciato, 2 miliardi di svalutazione dell'avviamento nel trimestre ( a causa delle difficoltà delle attività legate a mutui immobiliari e assicurazioni ). Al netto di tali oneri la Banca avrebbe registrato 756 milioni di utile netto ( 4 centesimi per azione ), contro i 194 milioni di perdita ( 60 centesimi per azione ) di un anno prima. Il risultato delude gli analisti che speravano in un utile di 18 centesimi per azione. Usa: QE/2, la Fed di New York acquista Treasury per 8,36 mld di dollari ( Finanza.com ) Nell ambito delle misure previste dal Quantitative Easing 2, oggi la Federal Reserve di New York ha acquistato 8,36 mld di dollari di Treasury. Da agosto sono stati acquistati titoli per 312 mld di dollari. Il Sole 24 Ore: approvato il Piano Industriale ( Trend.online ) di Alberto Susic Il Consiglio di Amministrazione del Sole 24 ore SpA, presieduto dal Cav. Lav. dott. Giancarlo Cerutti, ha approvato oggi all unanimità il Piano Industriale Le linee strategiche del Piano Industriale prevedono, in un contesto di mercato caratterizzato tuttora da una fase di rallentamento, un rafforzamento della leadership del Gruppo 24 ore attraverso alcune direttrici di marcia e un approccio bilanciato che consenta, da una parte,l avvio di una serie di importanti iniziative volte allo sviluppo dell azienda e, dall altra, un forte intervento sul fronte dei costi. Ecco le principali direttrici: La conferma della presenza del Gruppo nei settori oggi presidiati e in particolare nel quotidiano, nella radio, nell agenzia di stampa e nel professionale. L ulteriore rafforzamento de Il Sole 24 ore, anche attraverso l avvio di nuove iniziative, nella sua posizione di leadership nell informazione economico-finanziaria. L avvio di un sistema integrato di prodotti anche in chiave di multimedialità che valorizzi tutte le componenti del Gruppo e promuova un offerta articolata e unitaria verso la propria clientela di riferimento. Una forte spinta allo sviluppo dell on line in tutte le sue espressioni nell ambito di tutte le aree del Gruppo.

3 L ulteriore forte razionalizzazione dei processi e dell organizzazione le cui principali linee d azione, anche con il contributo di un riordino del portafoglio prodotti nelle varie aree di attività e l avvio di numerosi investimenti tecnologici, dovranno consentire una significativa riduzione dei costi operativi. Il piano ( che verrà presentato agli analisti lunedì ) punta a conseguire alla fine del periodo un valore di Ebitda analogo a quello conseguito nel 2008, anno in cui ha avuto inizio la crisi del settore editoriale e primo esercizio intero dopo la quotazione, e prevede un importante incremento dei ricavi, anche grazie all importante incremento di quelli digitali, i quali a fine periodo potranno rappresentare il 30 per cento dei ricavi complessivi del Gruppo. Flusso di cassa positivo nel triennio, nonostante i circa 50 milioni previsti per gli investimenti ( destinati in particolare all innovazione tecnologica ). Benzina: Commissione su dinamiche prezzi ( Ansa ) Roma, 21 gennaio La Commissione per la valutazione delle dinamiche dei prezzi dei carburanti si costituirà la prossima settimana, non appena il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani avrà firmato l'apposito Decreto Ministeriale. Lo annuncia il Sottosegretario allo Sviluppo, Stefano Saglia. L'obiettivo sarà quello di individuare sistemi chiari di rilevazione statistica dei prezzi, verificando anche l'esistenza o meno della doppia velocità, più volte denunciata dalle Associazioni dei consumatori. Derivati: Banche preoccupate per Comuni ( Ansa ) Milano, 21 gennaio Sempre più Banche si rivolgono alla Corte di Londra per verificare la validità dei Contratti sui derivati stipulati con Comuni e Regioni italiane e in qualche caso anche per chiedere l'intervento dei giudici inglesi in alternativa ai Tribunali italiani. E' quanto riferisce l'agenzia Bloomberg, secondo cui tra queste Banche ci sono Jp Morgan, UBS e BofA - Merril Lynch. Tra le amministrazioni coinvolte, i Comuni di Firenze, Pisa e Verona e le Regioni Piemonte, Toscana e Lazio. Unicredit in buon rialzo. Le ultime indiscrezioni su Pioneer ( Trend.online ) di Alberto Susic A circa un ora dalla chiusura delle contrattazioni, prosegue in buon rialzo Unicredit che pur non facendo registrare la migliore performance nel settore bancario, riesce ad allungare ulteriormente il passo. Il titolo, dopo aver raggiunto un top a 1,879 euro, viene scambiato a 1,857 euro, con un vantaggio dell 1,92 % e oltre 450 milioni di azioni passate di mano fino ad ora. Stando alle ultime indiscrezioni di stampa, per la valorizzazione di Pioneer sarebbe in pole position Amundi, segnalando che le altre società interessate sono Natixis e Resolution. Secondo gli esperti di Equita SIM il nodo centrale è la valutazione e a loro avviso difficilmente il multiplo potrà essere superiore a 10 volte gli utili quindi a 2,5 miliardi di euro. Trattandosi però di una fusione, l unico fattore rilevante è la valutazione relativa dei due Assets. La SIM milanese ricorda che Il Sole 24 Ore indica come ipotesi alternativa la cessione delle attività statunitensi e la fusione del resto con Eurizon. Gli analisti però ritengono quest ultima molto improbabile, visto che è commercialmente difficile da proporre alla rete. Non cambia nel frattempo la strategia suggerita per Unicredit per il quale viene confermato il rating hold, con un prezzo obiettivo a 2,2 euro. Unicredit: Amundi in pole position per Pioneer ( MF - DJ ) Roma La gara per l'acquisizione di Pioneer Investments da Unicredit vede i francesi di Amundi in pole position con una proposta di aggregazione che lascerebbe Piazza Cordusio nel ruolo di azionista di minoranza del polo controllato da Credit Agricole e da Société Generale.

4 Lo scrive Il Sole 24 Ore aggiungendo che l'iter della cessione - aggregazione, avviato prima dell'estate, è ancora nella fase precedente alle offerte vincolanti ( attese per marzo ). In gara anche i francesi di Natixis e il Gruppo britannico Resolution. Il candidato più accreditato, continua il giornale, resta per il momento Amundi che ha arruolato un'ampia squadra di advisor: Rothschild, Morgan Stanley e, secondo indiscrezioni, anche Mediobanca. Le trattative, tuttavia, procedono a rilento e l'esito dell'operazione non è affatto scontata. UniCredit, A. D.: guarda Russia ma non interessata a Bank of Moscow ( Reuters ) UniCredit guarda con attenzione alla Russia ma non è interessata a Bank of Moscow. Lo ha detto l'a. D. Federico Ghizzoni a margine dell'esecutivo dell'abi. " Confermo l'interesse per l'area russa ma la Banca non è questa ", ha detto Ghizzoni rispondendo alla domanda se UniCredit fosse interessata all'acquisto di Bank of Moscow. L'indiscrezione era stata riferita qualche giorno fa da una fonte vicina all'istituto russo. Unicredit: nessun motivo che Rampl esca ( Ansa ) Roma, 21 gennaio L'A. D. di Unicredit Federico Ghizzoni smorza le voci di una volontà del Presidente Dieter Rampl di lasciare l'incarico. ' Non c'è nessun motivo o sentore - ha affermato - che Rampl voglia uscire '. Ghizzoni ha ricordato come il CdA del Gruppo scada ad aprile ' Per me - ha detto - è una no issue '. Unicredit è ' nella fase finale ' per la scelta del sostituto del Responsabile Corporate&Investiment Sergio Ermotti, ha detto poi, rilevando come l'istituto di credito sta vagliando candidati esterni. Unicredit: Ghizzoni, soddisfatto andamento Banca Unica ( MF - DJ ) Roma Sono soddisfatto " dell'andamento di Banca Unica. Lo ha detto l'a. D. di Unicredit, Federico Ghizzoni, spiegando che Banca Unica " sta dando ritorni importanti in termini di sinergie tra le divisioni. Sono contento perchè mi sembra che stiano migliorando i tempi di risposta alla clientela ". Unicredit: Ghizzoni, 50 % mio bonus legato a sostenibilità ( AGI ) Roma, 21 gennaio " Il 50 % del bonus della mia retribuzione è legato a obiettivi di sostenibilità ": lo ha detto l'a. D. di Unicredit, Federico Guzzoni, durante il Forum Csr 2011 dal titolo " Sostenibilità e core business aziendale: un'integrazione che da valore ". Ghizzoni ha voluto sottolineare che per lui " sostenibilità è core business ": " per me le due cose non sono alternative ", ha dichiarato l'a. D. di Unicredit, il quale si è detto poi " impegnato a che cambi la percezione " degli Istituti di credito, che " in passato sono stati poco attenti alla sostenibilità. Unicredit: Ghizzoni, 50% mio bonus legato a criteri di sostenibilità ( Asca ) Roma, 21 gennaio Il 50 % della parte variabile della retribuzione dell'a. D. del Gruppo Unicredit Federico Ghizzoni è legato a criteri di sostenibilità. E' lo stesso Ghizzoni a sottolinearlo nel corso del Forum CSR - ABI che si è chiuso oggi a Roma. Per Ghizzoni la '' sostenibilità dà risultati nel medio periodo ma anche nel breve sul conto economico: dove c'è una soddisfazione del cliente lì aumentano i profitti ''. Secondo l'a. D. di Unciredit, infatti gli Istituti di credito dopo la crisi hanno due '' grandi problemi: il conto economico certo - ha detto -, ma anche la reputazione, o meglio - ha spiegato - la sua percezione che è

5 talmente negativa che quando una Banca ha risultati eccellenti viene criticata per aver curato i propri interessi più che quelli degli stakeholder ''. Per questo, secondo Ghizzoni '' io ho necessità di cambiare la percezione perché è un grosso ostacolo nel fare il business. Dobbiamo cambiare totalmente la visione. Se prima si diceva dobbiamo dare valore ai nostri azionisti ora la priorità sono i clienti. Anche il nostro Piano Industriale - ha concluso - è costruito così: ci sono target finanziari ma arrivano dopo il raggiungimento di obiettivi di sostemibilità e di soddisfazione del cliente e quindi non si parla solo di Roe o Rarorac ''. Unicredit: Ghizzoni, per dopo Ermotti in fase finale ( MF - DJ ) Roma " Stiamo andando avanti, stiamo raggiungendo la fase finale. Abbiamo voluto guardare candidati di prestigio esterni " alla Banca. Così l'a. D. di Unicredit, Federico Ghizzoni, in merito alla scelta del candidato che sostituirà Sergio Ermotti alla guida della Divisione Corporate. Parlando della tempistica della scelta, Ghizzoni ha detto di non volersi pronunciare, ma ha sottolineato come " abbiamo iniziato a cercare a novembre, poi ci sono state le vacanze natalizie, i tempi non sono lunghi per una ricerca di questo genere, perchè i candidati hanno un'elevata responsabilità e professionalità ". Sostenibilità: ABI, 80% Banche impegnate in CSR ( Adnkronos ) Roma, 21 gennaio Il mondo creditizio si conferma attore di primo piano nelle politiche di CSR, la Responsabilità Sociale delle imprese. La quasi totalità dell'industria bancaria italiana, infatti, in termini di totale attivo, pari all'80 % del sistema, ha formalizzato l'impegno di CSR. E' quanto rende noto l'associazione Bancaria Italiana in occasione della seconda e conclusiva giornata del sesto Forum CSR 2011 dal titolo: ' Sostenibilità e Core Business Aziendale: un'integrazione che dà valore '. Dall'indagine risulta che le Banche italiane si caratterizzano soprattutto per essere molto attive in tema di reporting: imprese che rappresentano più del 75 % del totale attivo di sistema pubblicano un rendiconto di sostenibilità. Consolidata anche la prassi di allegare e di distribuire il rendiconto sociale insieme con il bilancio di esercizio. Dalla rilevazione emerge inoltre che i benefici più associati all'utilizzo di informazioni non finanziarie nei processi di rendicontazione hanno un collegamento diretto con: la remunerazione degli azionisti nel lungo periodo; la valorizzazione del brand e della reputazione; migliore pianificazione strategica; l'attrazione e fidelizzazione dei clienti; la comprensione delle richieste degli stakeholder; la differenziazione del posizionamento strategico sul mercato e la riduzione dei conflitti e dei rischi aziendali. Spagna: Fitch, Piano credibile ricapitalizzazione Banche ( AGI ) Londra, 21 gennaio Un piano " credibile ", da miliardi di euro, di ricapitalizzazione delle Banche spagnole, in particolare delle Casse di Risparmio, sarebbe " positivo " per il rating sovrano del Paese. Lo ha sottolineato l'analista dell'agenzia, David Riley. Scattano le manette per alcuni funzionari di Landsbanki ( Trend.online ) di Pierpaolo Molinengo Scattano le manette in Islanda. Sarebbe quattro le persone arrestate per il fallimento della Landsbanki: dopo Sigurjon Arnason e Ivar Gudjonsson, rispettivamente ex Amministratore Delegato ed ex responsabile degli investimenti della Banca altri funzionari della Banca finiscono in manette. Uno degli ex funzionari arrestati è Jon Thorsteinn Oddleifsson, ex Capo della Tesoreria della Landsbanki. I nomi degli altri tre non sono stati resi noti.

6 Il Procuratore Olafur Hauksson che su incarico del Governo sta indagando sulle responsabilità del collasso del sistema bancario islandese, ha confermato al quotidiano Visir che tra gli Istituti che hanno subito perquisizioni c è anche la Banca Centrale Islandese. Sotto inchiesta sono anche la MP Bank e la ALMC ( la ex Straumur Bank ). Bnl - Unipol, al via a Roma udienza preliminare su "contropatto" (Reuters), 21 gennaio Si è aperta oggi a Roma l'udienza preliminare a carico di 21 imputati per il cosiddetto "contropatto", costituito da immobiliaristi e imprenditori le cui quote di Bnl, tra il 2004 e il 2005, furono acquisite dagli allora vertici di Unipol per contrastare l'offerta concorrente degli spagnoli del Banco di Bilbao. Davanti al Gup, che deve esaminare la richiesta di rinvio a giudizio per i 21 imputati e 16 società tra cui Banche e Compagnie assicurative, Banco Popolare - ex Banca Popolare di Lodi - ha chiesto di patteggiare e il Banco di Bilbao si è costituito parte civile. L'udienza è stata rinviata al 12 febbraio prossimo, data in cui il gup vuole ascoltare l'ex Presidente di Unipol Giovanni Consorte. Tra gli indagati per cui la Procura capitolina ha chiesto il rinvio a giudizio, oltre a Consorte, figurano gli imprenditori Francesco Gaetano Caltagirone, Stefano Ricucci, Danilo Coppola, i fratelli Ettore e Tiberio Lonati e gli ex vertici dell'allora Banca Popolare di Lodi Gianpiero Fiorani e Gianfranco Boni. I reati contestati a vario titolo sono insider trading, aggiotaggio e ostacolo all'autorità di Vigilanza. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, i " contropattisti " rastrellarono oltre il 27 % della Bnl - su cui venne lanciata un'opa da Unipol - quando le norme bancarie dell'epoca impedivano a uno o più imprenditori di superare il 15 % del capitale di una Banca. Secondo la Procura, in questo modo i contropattisti riuscirono ad accumulare varie plusvalenze del giro di milioni. Nella primavera del 2005 BBVA e Abn Amro lanciarono in rapida successione offerte rispettivamente per Bnl e Antonveneta. Ne seguì una controffensiva per salvaguardare la cosiddetta " italianità " delle Banche attraverso l'unipol di Consorte e Sacchetti e l'allora Pop Lodi di Fiorani. Un esposto di Abn fu l'impulso che fece partire un'inchiesta della Procura di Milano che si divise poi in diversi tronconi - oltre a quello su Antonveneta, fra gli altri i fascicoli su Bnl - Unipol e sulla tentata scalata di Rcs - alcuni trasferiti poi per competenza a Roma. Intesa Sanpaolo: Ente Crf, spero dividendo non inferiore anno scorso ( Asca ) Firenze, 21 gennaio '' Ci aspettiamo che quanto dichiarato dal top management di Intesa San Paolo possa trovare applicazione nella distribuzione del dividendo non inferiore a quello dell'anno scorso ''. Lo ha detto il Presidente dell'ente Cassa di Risparmio di Firenze Michele Gremigni ( 3,378 % del capitale di Intesa Sanpaolo ) a margine di una iniziativa sull'artigianato organizzata dalla Fondazione bancaria fiorentina. '' Siamo in una situazione economico finanziaria che non è ancora di uscita dalla crisi. Ci sono dei segnali importanti che sembrano fare ben sperare e quindi nell'interesse di tutta la nostra società ci auguriamo che questa ripresa avvenga e abbia seguito '', ha rilevato Gremigni, affermando che '' per quanto riguarda Intesa Sanpaolo penso che sia il Gruppo bancario più solido, sia come patrimonializzazione che come liquidità ''. Dal sito di YAHOO.Finanza, 22 gennaio 2011

7 Crisi: fermo il rubinetto del credito ( Ansa ) Roma, 22 gennaio Non solo, per far fronte alla crisi, il rubinetto del credito alle imprese non si è allargato, ma la richiesta di garanzie reali da parte delle Banche ha registrato un vero e proprio boom: + 34,8 %, da giugno 2009 a giugno Lo segnala il 'Diario della ristrutturazione del terziario' ad opera di Censis e BCC, registrando di contro 'un sostanziale stallo sia dei finanziamenti accordati alle imprese ( - 1,1 % ), sia di quelli utilizzati ( + 0,4 % ). Cgia: peso tasse supera il 51 % del Pil ( Ansa ) Venezia, 22 gennaio Nel 2010 la pressione fiscale sull'economia ' regolare ' è oscillata tra il 51,1 e il 51,9 % del Pil: oltre 8 punti percentuali in più rispetto al dato contabilizzato dal Ministero dell'economia. Lo sostiene la Cgia di Mestre. ' Chi in Italia è conosciuto dal fisco - afferma il segretario Giuseppe Bortolussi - subisce un prelievo fiscale ben superiore al dato statistico ufficiale. Per questo è assolutamente improrogabile una seria lotta contro il lavoro nero e l'evasione fiscale '. Fisco: Contribuenti.It, canone Rai tassa più evasa. Manca 1 Mld l'anno (Asca) Roma, 22 gennaio E' la tassa concessione televisiva, meglio nota come Canone RAI, la tassa più evasa dai contribuenti italiani italiani. Questo risultato emerso dallo studio condotto da KRLS Network of Business Ethics, per conto del magazine ''Contribuenti.it'' dell'associazione Contribuenti Italiani. Dalla ricerca è emerso che l'evasione del Canone RAI delle famiglie si attesta intorno al 41% con punte che arrivano fino al 87 % in alcune regioni quali Campania, Calabria e Sicilia, mentre si attesta intorno al 96 % per imprese, Enti Pubblici o privati.. L'evasione del canone RAI delle famiglie, che già nel 2005 ammontava al 22 %, è balzata, nel 2010, al 41 % ( contro l'8 % della media europea ) e, si stima che nel 2011 arriverà al 43 %. Tra i maggiori evasori del Canone Rai figurano le famiglie residenti nelle Province di Caserta, Ragusa e Catanzaro, dove l'evasione sfiora il 90 % delle famiglie. All'opposto le Province più virtuose sono quelle di Aosta, Ferrara e Pisa dove l'evasione si attesta al 12 %. Ma l'evasione maggiore si riscontra nelle imprese. In Italia esistono circa 4,5 mln di imprese di cui il 98 % collegata con Internet con almeno un computer, per cui almeno 4,4 mln di imprese dovrebbero pagare il canone speciale. Ma dai dati pubblicati dalla RAI risulta che i canoni speciali riscossi ogni anno sono meno di 180 mila, per cui almeno 4,2 mln di imprese, non pagano il canone con un 95 % di evasione. Limitandosi ad applicare il canone speciale base di 195,31 euro a 4,2 milioni di imprese, l'evasione è di 820 mln di euro. E se si considera che oltre alle imprese devono pagare il canone anche i Lavoratori autonomi, i circoli, le Associazioni, le Fondazioni, le sedi di partiti politici, gli Istituti religiosi, gli artigiani, le scuole e gli Enti Pubblici e che il canone speciale va pagato per ciascuna sede o ufficio, e che lo stesso varia da 195,31 a 6.510,13 euro l'anno a seconda della tipologia commerciale, Lo Sportello del Contribuente stima che l'evasione del canone speciale supera il miliardo di euro l'anno. Unicredit: Bank Austria, Fiorentino Presidente Supervisory ( AGI ) Milano, 22 gennaio Bank Austria, controllata da Unicredit, ha nominato Paolo Fiorentino nuovo Presidente del Consiglio di Sorveglianza e contestualmente, all'interno di un rimpasto complessivo del management della Banca, ha nominato anche un nuovo responsabile finanziario ( CFO ).

8 Crisi: Barroso, avrà vaste ripercussioni, serve occupazione ( AGI ) Milano, 22 gennaio La crisi economica avrà ripercussioni molto estese e l'europa non può rischiare un ritorno alla crescita senza occupazione. Lo ha spiegato, nel video-messaggio con cui ha aperto i lavoro del convegno L'Europa ai confini dello sviluppo ', organizzato dalla Fondazione Italcementi, il Presidente della Commissione Europea, Josè Manuel Barroso. Crisi: Juncker, niente tabù su acquisto debito sovrano ( AGI ) Berlino, 22 gennaio Non si possono sovraccaricare i Paesi più forti dell'eurozona con eccessivi buyback di titoli del debito sovrano dei Paesi più deboli, ma non bisogna neppure creare tabù. Lo ha detto il Presidente dell'eurogruppo, Jean-Claude Juncker in un'intervista al settimane Der Spiegel di prossima pubblicazione. " Sarebbe sbagliato creare tabù - dice Juncker - ma non si possono sovraccaricare i Paesi più forti ". Barroso, non rimandare riforma finanza ( Ansa ) Bergamo, 22 gennaio ' L'Europa non può più rimandare il consolidamento delle finanze pubbliche, la riforma del settore finanziario, l'introduzione rapida di riforme strutturali urgenti e di misure a sostegno della crescita '. Lo afferma il Presidente della Commissione UE, Josè Manuel Barroso. ' Il Coordinamento delle politiche - prosegue - diventa un prerequisito irrinunciabile per poter rispondere alle sfide economiche... dobbiamo aumentare la governance economica all'interno della zona Euro e su scala europea '. Grecia: Regling ha proposto ristrutturazione debito ( AGI ) Berlino, 22 gennaio Il numero uno del Fondo europeo salva Stati, Klaus Regling avrebbe proposto la ristrutturazione del debito greco poche settimane fa, ottenendo l'approvazione di alcuni Ministri delle Finanze dell'area euro. Lo rivela il settimanale tedesco Der Spiegel, dopo che la settimana scorsa sia Atene che Berlino hanno smentito di aver pensato a provvedimenti di questo genere. " La misura - scrive il giornale - ha buone possibilità di essere inserita nel pacchetto di stabilizzazione dell'area euro che verrà presentato al Consiglio Europeo di marzo ". Fiat: Marchionne, Mirafiori resterà 100 % del Lingotto ( AGI ) Roma, 22 gennaio Lo stabilimento Fiat di Mirafiori resterà al 100 % del Lingotto, anche se produrrà, come stabilito, vetture per la Chrysler. Lo ha affermato l'amministratore Delegato Sergio Marchionne in una conferenza stampa a Detroit con la stampa estere, secondo quanto riporta Il Sole 24 ore'. Alla domanda ' quanto è significativo il fatto che Mirafiori diventerà uno stabilimento Fiat - Chrysler ' Marchionne ha risposto: " Mirafiori non è proprio uno stabilimento Fia - Chrysler, è uno stabilimento Fiat che lavorerà sia per la Fiat sia per Chrysler, ma la proprietà della fabbrica rimarrà Fiat ". Servizi: Censis, redditività deve crescere per alzare Pil ( AGI ) Roma, 22 gennaio La redditività del settore dei servizi italiano è ancora troppo bassa se paragonata a quella del comparto industriale, e una sua crescita è fondamentale per una ripresa del Prodotto interno lordo. E' quanto emerge dalla quarta e ultima puntata del diario sulla ristrutturazione del terziario elaborato dal Censis

9 Usa: chiuse altre 4 Banche, la più grande è a Denver ( AGI ) Washington, 22 gennaio Chiuse altre 4 Banche negli Usa per fallimento, la più grande è la United Western Bank, di Denver, con oltre 2 miliardi di dollari di Assets. Complessivamente il valore delle 4 Banche è di 2,7 miliardi di dollari: i fallimenti bancari negli Usa salgono a 7 nel Il presidente della FDIC, Sheila Bair ha detto che l'agenzia si aspetta un calo del numero di fallimenti bancari negli Usa quest'anno, dopo i 157 del Dal sito di YAHOO.Finanza, 23 gennaio 2011 Fiat: Marcegaglia, Contratto Nazionale non è morto ( AGI ) Milano, 23 gennaio Con il voto di Mirafiori il Contratto Nazionale di Lavoro non è morto. A sostenerlo, nel corso dell'intervista a Che tempo che fa in onda questa sera, il Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. Il caso Fiat " non è assolutamente la fine del Contratto Nazionale di Lavoro ", ha sottolineato il numero uno di Confindustria. " Finora - ha precisato - abbiamo lavorato secondo la logica che una cosa vale per tutti, ma questo sistema non funziona più. Noi dobbiamo fare si che ogni impresa, attraverso le relazioni sindacali, trovi il modo per aumentare la produttività ". Il Contratto Nazionale, secondo Emma Marcegaglia, potrà a questo punto diventare " più leggero " ma non è segnata la sua fine. Infrastrutture: Marcegaglia, sbloccare subito gli investimenti ( Adnkronos ) Milano, 23 gennaio " Abbiamo migliaia di euro di investimenti in infrastrutture che sono bloccati in tutto il Paese. E' necessario sbloccare tutto questo e denunciare chi li blocca ". E' questo, per Emma Marcegaglia, il primo passo da compiere per uscire dalla crisi. Lo ha dichiarato la stessa Presidente di Confindustria ospite questa sera della trasmissione'che tempo che fa, la quale ha denunciato il blocco degli investimenti causato da più 'fronti': " a volte la politica, a volte i Comuni, la criminalità ". Federconsumatori: saldi male come Paese ( Ansa ) Roma, 23 gennaio Era facile ' prevedere che i saldi sarebbero andati male, così come le vendite natalizie e come più in generale il totale delle vendite, come aveva previsto l'osservatorio Nazionale Federconsumatori '. Lo dichiara il Presidente dell'associazione Rosario Trefiletti riferendosi agli ultimi dati diffusi: la Federabbigliamento romana ( della Confcommercio ) stima un calo dell'8 % di vendite, con punte del 15 %, mentre Confesercenti Roma indica una flessione del 35 % nell'ultimo biennio. Massimo Capuano nominato in Centrobanca ( Trend.online ) di Stefano Masullo UBI Banca annuncia la nomina di Massimo Capuano al Vertice Operativo di Centrobanca, l unità del Gruppo UBI dedicata alle attività di Corporate e Investment Banking, con decorrenza 1 febbraio Victor Massiah, Consigliere Delegato di UBI Banca, ha commentato l attribuzione dell incarico affermando che Centrobanca potrà ulteriormente sviluppare la propria operatività con le imprese, con una crescente focalizzazione su quelle di Piccole e medie dimensioni, in particolare

10 sotto forma di accompagnamento per l accesso al mercato dei capitali e del debito, di servizi di advisory e di project financing. Anche durante la crisi, Centrobanca ha garantito redditività per il Gruppo grazie al team condotto dal Vice Direttore Generale Marco Mandelli. La scelta di Capuano, con il quale ho avuto modo di collaborare per diversi anni, è perfettamente coerente con quei valori condivisi dal nostro Gruppo. Massimo Capuano ha dichiarato Sono felice di essere chiamato ad assumere la guida operativa di Centrobanca per portare avanti un Progetto a forte contenuto strategico, da me condiviso, che vede quale fattore di successo l allineamento e l integrazione degli obiettivi della Banca nell ambito del più ampio disegno del Gruppo nel settore Corporate. L iniziativa ha un timing importante in quanto UBI dedicherà il massimo sforzo al sostegno e all affiancamento delle imprese, oggi impegnate ad adeguarsi alla realtà di un economia che muove i primi passi verso l uscita dalla crisi in scenari nuovi ed inesplorati. Il nuovo incarico mi offre l opportunità di continuare a lavorare a stretto contatto con il tessuto imprenditoriale italiano, uno dei più vivaci e versatili al mondo, ben rappresentato dall universo della clientela del Gruppo. Madri al lavoro, figli non sono ostacolo ( Ansa ) Roma, 23 gennaio In Italia si può essere mamme senza dover rinunciare a lavorare: avere figli non è un ostacolo, anzi nel lungo periodo può anche essere d'aiuto. E' quanto dimostra, a sorpresa, uno studio condotto da due economiste della Banca d'italia, Concetta Rondinelli e Roberta Zizza. Ma, avvertono, c'è una prova del fuoco da superare. I primi due anni dopo la nascita restano un problema. La ricerca di un lavoro diventa inoltre più difficile all'aumentare del numero dei figli. Dal sito di YAHOO.Finanza, 24 gennaio 2011 Fiat,Termini: Romani, Accordo a gennaio ( Ansa ) Milano, 24 gennaio L'Accordo di programma per il rilancio del distretto industriale di Termini Imerese sarà ' chiuso nel mese, siamo ormai in fase finale '. Lo ha confermato il Ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani. Romani sottolinea che le proposte dell'ad Sergio Marchionne ' non mi sembrano rivoluzionarie né sconvolgenti. Sono cose che si fanno in molti Paesi del mondo, in altri stabilimenti italiani: in quelli della chimica si fa già così. Lavoro: Camusso, su Rappresentanza incontri con Cisl e Uil ( MF - DJ ) Roma " Abbiamo occasioni di incontro che non racconto perchè vogliamo lavorare in serenità ". Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha risposto a chi le chiedeva se sia in corso una discussione con Cisl e Uil per giungere a una posizione comune sullarrappresentanza. Camusso ha aggiunto che " ogni tanto bisogna poter discutere non dalle pagine dei giornali, ma lontano dai riflettori ". Brunetta: Italia vicina a stagnazione ( Ansa ) Roma, 24 gennaio L'Italia si presenta forse più stabile di molta parte dell'europa dopo questa crisi, ma ha una stabilità troppo prossima alla stagnazione e, quindi, con forti pericoli di instabilità futura, lo afferma il Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, in una lettera a Repubblica. Brunetta invita il Paese e la politica a ritrovare slancio, attuando gli investimenti e le riforme necessari per tornare a crescere.

11 Crisi: Rehn, urgenti misure stabilità ( Ansa ) Berlino, 24 gennaio L'eurozona ha bisogno con urgenza di misure comuni che ne garantiscano la stabilità: lo ha detto il Commissario UE agli Affari Economici e Monetari, Olli Rehn, riferendosi in particolare al Fondo salva - Stati. Dobbiamo concordare misure comuni il più presto possibile ha detto in un'intervista al quotidiano tedesco Die Welt sottolineando la necessità di aumentare l'effettiva capacità di prestito del Fondo salva - Stati e, allo stesso tempo, di ampliare le funzioni di questo strumento. Irlanda: UE, 'cruciale' passi Finanziaria prima di elezioni ( AGI ) Bruxelles, 24 gennaio E' " cruciale " che l'irlanda approvi la legge finanziaria prima che si tengano le elezioni politiche. " E' importante per la stabilità e la credibilità dell'irlanda che la legge finanziaria passi al più presto ". Lo ha detto il portavoce della Commissione UE, Amadeu Altafaj. " La legge Finanziaria - aggiunge il portavoce - è cruciale per consentire che la legge di bilancio sia applicata, come previsto dal programma di aiuti UE- FMI ". Spagna: CDS schizzano, si teme un altro caso Irlanda ( Wall Street Italia ) 24 gennaio Le finanze irlandesi sono state sotterrate dal peso di ingenti perdite nelle attività di prestito. Come era facile prevedere la notizia è stata accolta male dal mercato, che ha deciso di punire la Spagna, i cui CDS ( il costo per assicurarsi da eventuali perdite contro il default delle finanze pubbliche ) sono immediatamente schizzati al rialzo. Madrid intanto ha chiesto alle proprie Casse di Risparmio, l'anello debole del sistema bancario spagnolo, di incrementare i requisiti di capitale Tier 1 all'8 % per avere una maggiore protezione e aumentare al contempo la fiducia del sistema finanziario. Lo ha detto il Ministro dell'economia, Elena Salgado. La Spagna, così come l'irlanda, è alle prese con il colasso del boom immobiliare, che ha alimentato i timori che le sue Banche potrebbero fare una brutta fine. Salgado ci ha tenuto a precisare che le iniezioni di denaro non avranno un impatto sui target di deficit di bilancio fissati dal Governo. A dimostrazione della paura che corre nelle vene dei funzionari spagnoli, il Governo vuole prendere tutte le precauzioni del caso. Salgado ha precisato i requisiti di capitale potrebbero essere ancora più alti per quelle società finanziarie che non sono quotate in Borsa e che dipendono in gran parte dai finanziamenti all'ingrosso, o che non possono contare su una presenza " significativa " di investitori privati. Le nuove misure rappresentano inoltre un cambiamento nella strategia adottata sin qui da Madrid, che è stata resa necessaria dallo stato di confusione in cui si trovano gli investitori circa lo stato di salute delle Cajas spagnole e dai dubbi sulla reale portata delle perdite immobiliari. Il processo di ripulita del settore, inoltre, è stato accolto con un certo scetticismo ed è controverso perchè le Casse di Risparmio sono contrarie a qualsiasi ulteriore cambiamento legale, convinte del fatto che non siano necessari essendo entrata già in vigore una nuova struttura. Secondo l'analista di Moody's Maria Jose Mori gli sforzi del Governo sono sempre più rivolti verso un atto di " riconoscimento delle perdite potenziali " e un'immediata ricapitalizzazione. I problemi che attraversano le Cajas hanno spinto a dicembre la stessa agenzia di rating a mettere sotto osservazione il giudizio sul credito sovrano spagnolo Aa1, citando la possibilità di un possibile declassamento. Spagna, Salgado: Banche hanno bisogno fino a 20 Mld capitale ( Reuters ), 24 gennaio Il Ministro dell'economia spagnolo, Elena Salgado, ha annunciato un nuovo Piano per accelerare la ristrutturazione del sistema finanziario del Paese, con particolare attenzione al settore delle Casse di

12 Risparmio, applicando criteri patrimoniali più restrittivi e ammettendo la necessità di ricapitalizzazioni fino a 20 miliardi di euro. Riconoscendo che la crisi in Irlanda ha avuto l'effetto di bloccare il mercato per i finanziamenti di alcune Banche spagnole, il Ministro ha spiegato che il Governo, attraverso il fondi di ristrutturazione del settore bancario ( FROB ) può acquistare azioni degli Istituti con un orizzonte temporale massimo di cinque anni. Le Banche spagnole avranno tempo fino al prossimo autunno per raggiungere il nuovo coefficiente di core capital ratio dell'8 % ma in singoli casi può essere richiesto un rapporto più alto. Vi sarà tempo fino alla fine di agosto per rafforzare il capitale attraverso investimenti privati. Il Governo potrà intervenire rilevando temporaneamente delle quote nelle Casse di Risparmio che non riusciranno a soddisfare i nuovi requisiti. Il Piano per le Banche, ha inoltre rassicurato il Ministro, non impatterà sui target di riduzione del deficit di bilancio. Barclays: pensa a radicale riforma retribuzioni Banchieri ( AGI ) Londra, 24 gennaio La Banca britannica Barclays sta pensando di avviare una radicale riforma delle retribuzioni e al taglio di oltre 3 mila posti. Lo rivela il Financial Times, secondo il quale il nuovo Amministratore Delegato, Bob Diamond, subentrato questo mese a John Varley, intende usare bond convertibili, i cosiddetti cocos, per pagare gran parte dei bonus di oltre mille top manager. Il Ft cita fonti anonime, secondo le quali l'annuncio verrà fatto a metà febbraio, dopo il via libera della FSA, l'autorità britannica di controllo del sistema finanziario. Contratti, oggi tavolo Sindacati - Federmeccanica. Uilm: solo su auto ( Reuters ) Si terrà nel pomeriggio di oggi il secondo incontro tra Federmeccanica e sindacati metalmeccanici ( Fiom esclusa per non aver siglato l'ultimo Contratto di categoria ) per definire norme specifiche per il Contratto dell'auto. La riunione cade a qualche giorno dalla contestata proposta di Federmeccanica di discutere la possibile alternanza dei Contratti Aziendali a quelli Nazionali per il settore meccanico sul modello degli impianti Fiat di Pomigliano e Mirafiori. L'idea è stata accolta da un coro di no da parte di Fiom, Fiom e Uilm. E anche stamani il sindacato ribadisce che l'argomento non è in discussione oggi. " Questo incontro è stato programmato a metà dicembre, prima che venisse firmato l'accordo per Mirafiori, per riunire la Commissione Auto ed analizzare le particolarità del settore. Lo scopo è di verificare le condizioni per introdurre, nell'ambito del Contratto Nazionale dei metalmeccanici, una disciplina speciale per l'automobile ", ha detto oggi il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, intervistato da l'unità. La riunione di oggi sarà dedicata a flessibilità e orario di lavoro nel settore auto in relazione soprattutto alle due NewCo costituite da Fiat per Pomigliano e Mirafiori al di fuori del perimetro di Confindustria. Quanto alla proposta di Federmeccanica, " ha colto tutti di sorpresa, non è mai stata discussa in alcuna trattativa: l'abbiamo già rispedita al mittente e lo faremo di nuovo se verrà riproposta in sede d'incontro ", ha aggiunto. Confindustria ha aperto alla possibilità di alleggerire il Contratto Nazionale ( che disciplinerebbe comunque orario di lavoro e inquadramento ) a vantaggio di quello Aziendale ( che lega i salari ai risultati d'impresa ) e questa settimana riunirà Direttivo e Giunta sui temi della rappresentanza e della contrattazione. La Presidente degli industriali Emma Marcegaglia ha comunque escluso nei giorni scorsi che la possibilità di scegliere il Contratto Aziendale porti al tramonto di quello Nazionale. Anche il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi ha detto che il Contratto Nazionale resta cornice essenziale e che nessuno ne ipotizza la cancellazione.

13 " Pomigliano e Mirafiori sono due realtà particolari che non possono diventare elementi di destabilizzazione di tutto il sistema. I due livelli di contrattazione devono restare intatti e inalterati. Nessuno pensi alle NewCo di Pomigliano e Mirafiori come alla regola del sistema ", insiste Palombella. " Il Contratto Nazionale resta un importante collante ed elemento di solidarietà tra tutte le imprese, grandi e piccole, forti e deboli. Mentre quello aziendale deve essere il vero strumento per aumentare il salario dei Lavoratori: oggi in Fiat la produttività paga solo per il 3-4 %, mentre in Germania e in alcune grandi imprese italiane paga per il 40 % della retribuzione. Dopo possono venire anche la partecipazione agli utili e tutte le altre cose che adesso vanno di moda ", ha concluso il sindacalista. Fiat: Uilm, per Fiom tardi per rientrare in Accordo ( MF - DJ ) Roma, 24 gennaio " Siamo dubbiosi sul documento presentato da Cgil a Cisl e Uil sulle regole della rappresentanza, perchè fermo restando la buona volontà, i tempi rischiano di allungarsi. Dal 1993 ci sono voluti 15 anni per trovare un'intesa su rappresentanza e democrazia, un documento condiviso da tutte e tre le Confederazioni sindacali, con un solo voto contrario. Non è possibile riaprire la discussione dopo questo Accordo del 2008 che rivedeva il patto precedente perchè i tempi non sono disponibili e contano le polemiche e divisioni registrate negli ultimi anni, soprattutto nel settore metalmeccanico ". Lo ha detto Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, intervenendo alla trasmissione Meridiana su Rainews24. " Dopo il Referendum di Mirafiori - spiega il leader sindacale - abbiamo apprezzato il dialogo a riaprire i rapporti tra la Cgil e Confindustria; per quanto ci riguarda anche noi per anni abbiamo cercato di mantenere rapporti tra tutte e tre le organizzazioni sindacali di categoria, ma per quanto concerne la Fiom devo segnalare che questa organizzazione è' andata al di là di quello ce si definisce un normale rapporto tra sindacati. Solo per fare un esempio, la Fiom ha proclamato lo sciopero di fine mese prima della nostra intesa sullo stabilimento Fiat di Mirafiori. E, come fa da anni, ha riempito solo in seguito di contenuti la mobilitazione in questione, usando le contestualità del momento. Ecco, la Fiom è ormai andata troppo avanti per rientrare nell'accordistica delle relazioni industriali in corso: a mio giudizio, da tempo ha deciso di far altro rispetto al Sindacato ". Per quanto riguarda le intese siglate nei due stabilimenti Fiat, Palombella sottolinea che " hanno fatto una campagna sui diritti violati di Pomigliano e Mirafiori. Ma quali? Basti considerare che nel sito campano ora c'è un cantiere ed in quello piemontese l'accordo verrà applicato tra un anno e mezzo. Oggi ci siederemo al tavolo con Federmeccanica e la Fiom non ci sarà, perchè non ha firmato il Contratto metalmeccanico del Loro si tirano fuori. E, poi, basta far propaganda facendo cenno ad Accordi - fotocopia. Non è così. Abbiamo sottoscritto intese specifiche per Pomigliano e Mirafiori. E se se ne dovessero sottoscrivere altre per i siti di Melfi e Cassino guarderemo sempre alle rispettive specificità, chiedendo prospettive per gli stabilimenti. Non conosciamo, è vero, come saranno distribuiti i restanti investimenti del Piano Fabbrica Italia sulle restanti realtà territoriali, ma siamo a conoscenza dei volumi complessivi da produrre. Fino ad oggi su Pomigliano e Mirafiori abbiamo salvato investimenti specifici e livelli occupazionali. In seguito ci comporteremo con la medesima logica. Solo per fare un esempio, se nello stabilimento Fiat di Cassino si dovessero fare i 18 turni bisognerà assumere fino a tremila nuovi Lavoratori ". In conclusione un riferimento al ruolo degli ammortizzatori sociali e al bisogno di produttività per crescere. " Le ore di Cassa Integrazione sono in crescita, ma questo sostegno al reddito serve per tenere agganciati i Lavoratori al loro posto e non a recuperare la piena occupazione.

14 Anzi, si rischia che si perdano altri posti tra gli addetti, comunque. Il nostro impegno è quello di creare nuovi posti di lavoro e far crescere i salari. Abbiamo firmato intese che rilanciano l'occupazione, perchè le aziende devono rimaner aperte, affinchè sia possibile difendere il lavoro che c'è. Bisogna guardare alla produttività, perchè là c'è tutto: il ruolo delle aziende e quello dei Lavoratori. Purtroppo, attualmente c'è anche un sistema organizzativo vetusto che non permette la crescita e ai Lavoratori di guadagnare come meritano. E' su questo spazio che stiamo agendo ". Metalmeccanici, Uilm: 21 febbraio nuovo incontro su Contratto ( Reuters ), 24 gennaio Poco meno di tre ore di incontro fra Federmeccanica e Sindacati e nuovo appuntamento per il 21 febbraio per continuare la discussione sulle nuove discipline per il settore dell'auto. Sono i risultati dell'incontro di oggi, secondo quanto riferito dal segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, al termine della riunione con i vertici dell'associazione degli industriali metalmeccanici. " Oggi è stata fatta una verifica su orari e flessibilità ed èstato ribadito l'impegno delle parti nel cercare di far rimanere all'interno del Contratto Nazionale le NewCo di Fiat ", ha detto il portavoce riassumento le dichiarazioni di Palombella dopo la riunione. Il confronto riprenderà il 21 febbraio e si discuterà di inquadramento. Organizzazioni Sindacali, esclusa la Fiom, e Federmeccanica stanno cercando di mettere insieme una serie di aggiustamenti al Contratto Nazionale per consentire alla Fiat di rientrare con le nuove società del progetto Fabbrica Italia, sotto l'ombrello del Contratto Nazionale di Lavoro e di Confindustria. Metalmeccanici: Federmeccanica divide Sindacati su Contratti Aziendali ( Asca ) Roma, 24 gennaio Federmeccanica '' spacca '' il fronte sindacale sulla proposta di '' un'alternanza '' tra Contratto Nazionale e Contratto Aziendale. Nel corso dell'incontro di oggi, convocato formalmente sull'orario di lavoro e flessibilità, la Federazione delle imprese metalmeccaniche ha rilanciato la proposta. '' Per noi - spiega il direttore generale, Roberto Santarelli - è un'ipotesi da valutare e come tale l'abbiamo riproposta oggi. Del resto è una proposta per affrontare le esigenze di imprese e Lavoratori come già hanno fatto in passato altri paesi come la Germania. Vogliamo solo far avanzare il sistema sulla strada della flessibilità '. Secondo Federmeccanica, in ogni caso, '' l'accordo Interconfederale del 2009 è la base su cui sviluppare la discussione. Si tratta - prosegue Santarelli - di portare a compimento un discorso già iniziato e mi sembra ci sia consapevolezza sulla necessità di dare più flessibilità al sistema dal punto di vista contrattuale per dare abiti su misura alle imprese ''. D'accordo con Federmeccanica è la Fismic di Roberto Di Maulo, secondo il quale '' l'alternatività tra Contratto Nazionale e Contratto Aziendale proposta da Federmeccanica è un'ipotesi utile. Quelli che non vorranno il Contratto Aziendale avranno quello Nazionale, un sistema alla tedesca. Il Contratto Nazionale prevede invece oggi bassi salari e bassa produttività ''. Di parere opposto il leader della Fim, Giuseppe Farina secondo il quale '' l'ipotesi di Federmeccanica che mette in discussione l'assetto contrattuale non ci convince. Non vediamo la necessità di applicare un cambiamento ''. Sulla stessa linea il numero uno della Uilm, Rocco Palombella che ritiene '' il Contratto Nazionale un elemento di garanzia da mantenere, quindi, non va demolito ''. Occupazione: domani Sacconi, Gelmini e Meloni a Palazzo Chigi su Piano Giovani ( Adnkronos ) Roma, 24 gennaio

15 I Ministri Maurizio Sacconi, Mariastella Gelmini e Giorgia Meloni riferiranno domani, alle ore 13.00, presso la Sala Stampa di Palazzo Chigi, nel corso di una conferenza stampa, in merito all'attuazione del Piano per l'occupabilità dei giovani. Crisi, Pmi alla prova di Basilea 3 ( Italia Oggi.online ) La crisi finanziaria internazionale «è stata per profondità e ampiezza la più grave della storia recente. Il mondo non ne è ancora definitivamente uscito. La ripresa è fragile e disomogenea: vigorosa nelle economie emergenti, lenta nelle economie avanzate dove, in molti casi, nonostante il forte stimolo monetario e fiscale, il Pil è ancora nettamente al di sotto dei livelli antecedenti la crisi». E' quanto ha affermato il Vice Direttore Generale della Banca d'italia, Anna Maria Tarantola, in un intervento sulla nuova regolamentazione finanziaria alla Scuola di Alta formazione dell'ipe. Secondo Tarantola, «la disoccupazione è l'elemento di maggiore preoccupazione, ma sussistono altre potenziali vulnerabilità: la rapida crescita del debito in alcuni Paesi dell'area dell'euro solleva dubbi negli investitori sulla sostenibilità delle finanze pubbliche; i mercati sono ancora altamente volatili. Ne risulta condizionato il clima di fiducia, elemento essenziale per il buon funzionamento del sistema finanziario e una efficiente allocazione delle risorse all'interno del sistema economico». Per quanto riguarda l'impatto della riforma Basilea 3 sull'economia, Tarantola ha riferito che per l'italia «è difficile oggi valutare gli effetti sulle imprese e se questi potranno avere conseguenze differenziate sui diversi comparti dell'economia. In principio - ha spiegato il Vice Direttore della Banca d'italia - l'impatto della riforma potrebbe pesare di più sulle imprese che fanno maggiore affidamento sul credito bancario e in particolare sulle Pmi, che hanno una struttura finanziaria più fragile. La riforma conferma tuttavia i meccanismi di Basilea 2 disegnati per contenere l'assorbimento patrimoniale associato ai crediti erogati alle Pmi. Per le imprese con fatturato inferiore a 50 milioni di euro, la riduzione in termini di requisito, calcolato con i modelli interni, arriva, a parità di rischio, sino al 20 %. In generale, l'impatto di Basilea 3 sull'economia «sarebbe complessivamente positivo, tenendo conto sia degli oneri di adeguamento sia dei costi e dei benefici a regime». Le analisi condotte dal Comitato di Basilea mostrano che, nella fase di entrata a regime della riforma, i più elevati requisiti di capitale determinerebbero una contrazione del Pil che raggiungerebbe un massimo dello 0,22 % poco dopo il 2018 ( l'anno della piena entrata a regime ). Questa stima, che tiene conto sia dei nuovi requisiti minimi sia del capital conservation buffer, corrisponde a un tasso di crescita annuo del Pil inferiore di 0,03 punti percentuali a quello che si sarebbe realizzato in assenza della riforma. Nel lungo periodo, tuttavia, «i benefici in termini di riduzione della probabilità di crisi sistemiche supererebbero ampiamente i costi». Comunque, ha sostenuto Tarantola, le Banche italiane «non escono svantaggiate dalla riforma» delle regole di Basilea 3. La riforma conferma tuttavia i meccanismi di Basilea 2 disegnati per contenere l'assorbimento patrimoniale associato ai crediti erogati alle Pmi». Le Banche italiane, ha spiegato la dirigente di Via Nazionale, possono contare su «un patrimonio di qualità mediamente elevata, grazie anche ai criteri più restrittivi imposti dalla Banca d'italia. La stabilità dei rapporti - conclude - è stato un fattore di successo per le Banche italiane, anche nei momenti di maggiore tensione; potrà continuare ad esserlo ed agevolare l'avvicinamento del sistema bancario ai nuovi standard prudenziali». La portata globale della crisi, ha proseguito Tarantola ha richiesto un intervento «fortemente coordinato sulle regole a livello internazionale». La regolamentazione, infatti, è «fondamentale per garantire il corretto funzionamento del sistema economico». Secondo il Vice Direttore Generale di Via Nazionale Basilea 3 «costituisce senza dubbio l'intervento di maggiore portata.

16 Essa - ha spiegato Tarantola - tocca tutti i principali tasselli della regolamentazione finanziaria: il capitale, la leva finanziaria, l'operatività nella finanza strutturata, il rischio di liquidità e l'interazione tra regole prudenziali e ciclo economico». Il quadro regolamentare che si sta delineando, ha aggiunto, mira a rafforzare la capacità di tenuta del sistema finanziario globale, avendo al contempo riguardo alla crescita dell'economia. La Germania ha bloccato un bilancio spendaccione ( Italia Oggi.online ) Berlino, 24 gennaio di Roberto Giardina In Italia ci si lamenta delle eccessive interferenze dei magistrati nella politica. In Germania i giudici non si occupano della vita privata di Premier, deputati e Ministri ( anche perché questi si comportano bene, o sono maestri di discrezione ) e, quando qualche parlamentare viola il codice, sia pure quello della strada, il Bundestag sospende sempre l'immunità. Ma, per la prima volta nella storia della Repubblica Federale, i giudici della Corte costituzionale hanno bocciato il bilancio preventivo per il 2011 del Governo Regionale del Nord Renania Westfalia. Che cosa si direbbe mai a Roma, se ciò fosse possibile? Saggiamente, nel ricordo della tragica inflazione della Repubblica di Weimar, negli anni 1920, quando un uovo arrivò a costare un miliardo di Reichsmark al mattino e una decina di miliardi la sera, nello stilare la Costituzione nel dopoguerra, si è inserita una norma che vieta a un Governo, federale o regionale, di finanziare un bilancio con nuovi debiti non coperti da future entrate, al di là di una certa percentuale. Un obbligo, per la verità, che le coalizioni di destra o di sinistra hanno di solito dimenticato, confidando sul silenzio dei giudici costituzionali. Ora basta, hanno detto nei giorni scorsi i paladini della Carta, provocando una grave crisi nel grande Land del Nord Renania Westfalia, 17 milioni di abitanti e un prodotto lordo superiore a quello dell'olanda e del Belgio messi insieme. Una bocciatura che rischia di provocare elezioni anticipate. La coalizione rossoverde, tra socialdemocratici e Grünen, è al potere da poco più di sei mesi e governa senza neppure avere la maggioranza, grazie all'astensione, pagata a caro prezzo, dell'estrema sinistra. E ora si trova a dover presentare in poche settimane un nuovo bilancio più accettabile. La Corte ha dovuto con realismo accettare il bilancio del 2010, altrettanto irregolare, perché il denaro «era stato già bruciato». Ma non si è piegata a compromessi per l'anno in corso, che vedeva salire i nuovi debiti al netto da 6,6 a 8,4 miliardi, pari a quasi il 12 % delle uscite previste. Il voto della Corte era stato chiesto da parte dell'opposizione cristianodemocratica, che ora saluta il verdetto come un proprio successo. Ma è una vittoria di Pirro. Di fatto, solo tre Governi regionali ( Baviera, Sassonia e Mecklenburg ) rispettano la norma costituzionale. Tutti peccatori, conservatori e progressisti, senza dimenticare il Governo nazionale. Nel 2004 anche l'allora Cancelliere Schröder sforò i parametri imposti dalla Costituzione, ma venne assolto. C'era tuttavia una differenza, spiega il giudice costituzionale Udo Di Fabio, di origine italiana. Il Governo federale spiegò perché era costretto a fare nuovi debiti per fronteggiare una situazione pesante. «Non importa che i motivi fossero veri o no», aggiunge il giudice, «ma almeno venne rispettata la forma». Invece in Nord Renania Westfalia hanno sempre ignorato le raccomandazioni della Corte. E ora che fare? si chiedono i Ministri. Dove tagliare? Ripristinare le tasse per l'università appena abolite? Non se ne parla. Rimangiarsi la decisione di rendere gratuito il terzo anno all'asilo? Le famiglie minacciano la rivolta. Si potrebbero colpire gli insegnanti e i poliziotti. Tagliando 20 mila posti si risparmierebbe un miliardo. E qualcosa, ma non basterebbe a convincere i giudici. «I magistrati devono agire sempre con prudenza», osserva Di Fabio, «per rispetto della volontà parlamentare, che rimane il punto centrale di ogni democrazia.

17 Tuttavia non si può tollerare che negli anni di crisi un Governo faccia sempre più debiti e, quando la congiuntura è buona, il bilancio rimanga sempre in rosso o venga ridotto di pochi spiccioli». Federalismo, Governo presenterà nuovo testo, Comuni ottimisti ( Reuters ), 24 gennaio Il Governo ha annunciato oggi ai Comuni che presenterà un nuovo testo sul federalismo municipale che terrà conto di una serie di osservazioni presentate dall'anci. La rassicurazione è stata fatta dal Ministro leghista della semplificazione Roberto Calderoli nel corso dell'incontro di oggi al Tesoro con l'associazione dei Comuni, secondo quanto riferito ai cronisti al termine della riunione dal Vice Presidente Vicario dell'anci Osvaldo Napoli. Il Presidente dell'anci Sergio Chiamparino ed il Ministro dell'economia Giulio Tremonti non erano presenti alla riunione. " E' stato un incontro molto utile, soprattutto perché il Ministro Calderoli ci ha ascoltato con attenzione e al termine ha annunciato alla nostra delegazione che presenterà un nuovo Decreto Legislativo sul federalismo municipale ", ha detto Napoli. Il nuovo testo " dovrebbe essere pronto in pochi giorni. A quel punto verrà esaminato dal Consiglio Nazionale dell'associazione ", ha aggiunto. I Comuni contestano la troppa incertezza sull'aliquota dell'imposta municipale propria ( IMU ), che partirà nel 2014 e sarà fissata ogni anno con la legge di Stabilità. " Il Ministro e la delegazione governativa ci hanno ascoltato con attenzione, garantendo una soluzione efficace ", ha detto Napoli sull'imu. I Sindaci chiedono inoltre più libertà nel determinare le addizionali comunali dell'irpef e sollecitano attenzione sull'addizionale 2011, " visto che il calcolo precedente faceva capo al 2008 ". Sulla tassa di soggiorno, Napoli dice che " il confronto con il Governo potrebbe essere ancora lungo, soprattutto per quanto riguarda l'inizio della sua applicazione ". Azimut: prevede per 2010 utile netto tra 90 e 95 mln di euro, meglio di consensus ( Finanza.com ) Azimut ha presentato oggi i dati preliminari sui risultati Il Gruppo, attivo nel business del risparmio gestito, si attende ricavi tra 340 e 350 milioni di euro ( sostanzialmente in linea con i 347,4 milioni del 2009 ), utile netto tra i 90 e i 95 milioni ( 118,2 milioni nel 2009, anno record per i profitti ), posizione finanziaria netta tra i 94 e i 101 milioni di euro ( in deciso aumento rispetto ai 21,9 milioni di fine 2009 ). I profitti attesi dalla società sono superiori alle attese degli analisti, che prevedono 89,6 milioni di euro ( fonte Bloomberg ). Tra i progetti futuri del Gruppo un posto di primo piano è rappresentato dall espansione all estero. Quello che stiamo cercando di costruire - ha spiegato l A. D. Pietro Giuliani - sono partnership con team di gestione e distribuzione localizzati in diversi continenti così da sviluppare una diretta presenza in quelle aree e di apportare competenze specifiche per migliorare complessivamente la nostra capacità nella gestione. Gruppo B. Iccrea: sottoscritto Accordo con Raifeissein B. I.. ( MF - DJ ) Milano Il Gruppo Bancario Iccrea, attraverso Banca Agrileasing, e Raiffeisen Bank International, con sede a Vienna, hanno sottoscritto un Accordo finalizzato ad aumentare la collaborazione nei Paesi del Centro Est Europa a sostegno delle imprese italiane che intendono sviluppare il proprio business in questa importante area del mondo. L'Accordo, si legge in una nota, scaturisce dalla volontà di valorizzare appieno le opportunità e le rispettive competenze tra soggetti del sistema del Credito Cooperativo europeo e aderenti, attraverso Iccrea Holding e Rzb Group, il principale Gruppo finanziario austriaco, di cui RBI fa parte, all' Unico Banking Group, l'associazione delle Banche Cooperative europee.

18 Fonsai: Groupama vuole fare come Exor ( MF - DJ ) Milano " Vedremo se il quesito su Fonsai sarà considerato irricevibile, noi comunque non abbiamo alcuna intenzione di rinunciare a questa possibilità ". Così una fonte vicina a Groupama commentava l'indiscrezione di MF - Milano Finanza di venerdì 21 circa la possibilità che la Consob consideri irricevibile il quesito dei francesi circa il loro eventuale acquisto del % in Fonsai. Una richiesta, si legge in un articolo di Milano Finanza, che Groupama ha presentato, a sorpresa, contestualmente al quesito sull'ingresso in Premafin attraverso un aumento di capitale e all'accordo con i soci di controllo, cioe' la famiglia Ligresti. Si vedrà nelle prossime settimane come evolverà il confronto fra la Consob e la Compagnia francese. La Commissione presieduta da Giuseppe Vegas si prenderà tutto il tempo necessario per esaminare e rispondere a una domanda parecchio articolata e tutt'altro che semplice; anzi, secondo ambienti della Commissione il contenuto del quesito sarebbe da considerare addirittura vago, pieno com'è di condizioni alternative proposte come scenari entro i quali muoversi. Un orientamento presente in Consob punterebbe di conseguenza a considerare irricevibile il quesito, ma in Piazza Verdi si sta vagliando anche l'opportunità di non rispondere, mossa fuori dalla prassi ma consentita dalla legge. Intesa Sanpaolo: multa da Antitrust su tempi surroga mutuo ( MF - DJ ) Roma L'Antitrust ha deciso di comminare ad Intesa Sanpaolo una multa di 40 mila euro per sanzionare una pratica commerciale scorretta. In particolare, si legge sul Bollettino dell'autorità, il procedimento concerne alcune condotte poste in essere da Intesa Sanpaolo in relazione alle richieste dei propri clienti di trasferire il rapporto di mutuo ad altro Istituto bancario. In particolare, le segnalazioni pervenute lamentano i ritardi con i quali la Banca avrebbe provveduto al perfezionamento delle operazioni di surroga, anche omettendo di sottoscrivere le quietanze di avvenuta estinzione anticipata per surrogazione, nonchè rifiutando il pagamento estintivo del mutuo a mezzo di bonifico bancario e richiedendone l'effettuazione tramite assegno e presso la relativa filiale. Intesa Sanpaolo: dalle imprese distretti risposte d'attacco alla crisi ( Asca ) Roma, 24 gennaio Le imprese italiane dei distretti industriali hanno pagato un conto salato alla profonda recessione del 2009 ma il tessuto produttivo ha comunque mostrato una buona capacità di reazione. Non è prevalso nelle imprese un atteggiamento difensivo, piuttosto sono state sviluppate strategie d'attacco, '' dirette a rafforzare nel medio-lungo termine il posizionamento competitivo delle aziende ''. E' quanto emerge dalla terza edizione del rapporto annuale del Servizio studi di Intesa Sanpaolo sull'evoluzione economica e finanziaria delle imprese distrettuali. L'annus horribilis 2009 ha provocato un forte deterioramento delle performance. Il fatturato dei distretti industriali italiani ha, infatti, registrato un calo vicino al 20 %, superiore a quello subito dalle aree non distrettuali, a parità di specializzazione produttiva. Al contempo nei distretti si è assistito ad una contrazione dei margini operativi netti ( EBIT ), scesi, in termini mediani, al 3,1 % dal 4,4 % del Le maggiori difficoltà incontrate dalle imprese distrettuali sono in parte causate dalla loro elevata propensione ad esportare che, in un contesto di forte deterioramento della domanda estera, le ha penalizzate maggiormente. Tuttavia, molte imprese distrettuali hanno continuato a crescere a ritmi sostenuti, registrando, al contempo, buoni livelli di redditività.

19 Il 9 % delle imprese è cresciuto più del 10 %, e un 5 % addirittura più del 20 %. Il 24 % ha mantenuto un EBITDA margin superiore al 10 % ( era il 33 % delle imprese nell'anno 2007 ); il 10 % addirittura superiore al 15 %. Gli effetti della crisi del 2009 si sono fatti sentire anche in termini di distribuzione delle performance: la dispersione dei risultati è infatti letteralmente esplosa. Si è cioè assistito a una ulteriore polarizzazione dei risultati, con un aumento della distanza tra le imprese migliori e quelle peggiori, sia nei distretti che nelle aree non distrettuali. In termini di margini operativi netti ( in percentuale del fatturato ), ad esempio, la relativa tenuta della mediana del top 20 % delle imprese distrettuali ( dal 12,1 % all'11 % ) è stata accompagnata da un vero e proprio crollo della mediana delle imprese peggiori ( ultimo 20 % della distribuzione ), che è scesa a - 15,5 % nel 2009 dal - 4,2 % del Ghizzoni abbozza il primo identikit del sostituto di Ermotti, rush finale per Pioneer ( Finanza.com ) 24 gennaio L'identik ancora non c'è. Ma sarà uno straniero, nel senso di un esterno. A Piazza Cordusio si sparagliano le carte. Dopo aver riscritto la governance della prima linea nella Banca, dopo l'uscita di scena di Alessandro Profumo, all'insegna della continuità, per il dopo Ermotti alla guida della Divisione CIB arriverà un esterno. " Unicredit è al termine del processo per l'individuazione del candidato destinato a succedere a Sergio Ermotti, il manager in uscita alla guida dell'investment Banking ". Lo ha annunciato l'amministratore Delegato, Federico Ghizzoni, a margine di un convegno a Milano. " Dobbiamo decidere all'interno di una short list e spero che la decisione ci sia a breve ", ha aggiunto sibillino l'a. D. di Piazza Cordusio. I candidati, si è limitato ad aggiungere il banchiere, sono tutti di alto livello. " Dobbiamo solo arrivare alla decisione finale ha proseguito, giocando in difesa nel dire: " non ho mai dato una scadenza perchè per trovare un professionista di alto livello che si sposta da una organizzazione ad un'altra due mesi è un periodo molto breve, dato che abbiamo iniziato lo scorso novembre ". Quella del banchiere di Lugano che da aprile siederà in UBS come Presidente e A. D. dell'area Emea, è una delle caselle - di importanza strategica - rimaste vacanti dopo la ridefinizione, negli ultimi mesi, degli assetti di vertice e, a cascata, di alcuni ruoli chiave all'interno del Gruppo. In più di un'occasione, è stato lo stesso Ghizzoni, a ricordare che l'istituto è alla ricerca, per la Divisione di una personalità di rilievo. Tra gli analisti c'è chi ha gridato allo scandalo, dicendo che la lentezza delle decisioni sulla sostituzione di Ermotti è piuttosto sorprendente e da valutare negativamente. Ma adesso i tempi per una scelta potrebbero essere maturi. È presumibile poi che nelle prossime riunioni si inizi a fare il punto anche sul Piano Industriale che verrà presentato per l'estate e le cui linee guida hanno però già avuto il via libera nell'ultimo Consiglio di Amministrazione del In attesa che venga riempita la casella del CIB, l'attenzione del mercato si concentra sul dossier Pioneer, che dovrebbe essere al rush finale. Tre Gruppi sarebbero stati ammessi alla due diligence della società di gestione del risparmio del Gruppo. Secondo indiscrezioni di stampa si tratta dell'inglese Resolution e delle francesi Amundi, la joint venture tra Credit Agricole e Soc. Gen., e Natixis. Su Pioneer pesa però l'incognita dell'azione legale avviata da Irving Picard, il liquidatore del Gruppo Madoff, che ha chiesto a Unicredit e alla sua controllata 19,4 miliardi di dollari di risarcimento in relazione ad eventuali responsabilità nella truffa ordita dall'ex Presidente del Nasdaq. Secondo Picard, Unicredit e Pioneer avrebbero avuto un ruolo nel sistema Medici, l'organizzazione manovrata da Sonja Kohn, banchiera austriaca e fondatrice di Bank Medici, per alimentare lo schema Ponzi creato da Madoff. Luca Comi di Centrosim prevede che la valutazione di Pioneer dipenderà in misura rilevante dai distribution agreement incorporati nel contratto di cessione / partnership.

20 " Sul mercato - segnala l'esperto che su Unicredit ribadisce sell con target di 1,70 euro - circolano ipotesi di una valorizzazione complessiva nel range 3-3,5 miliardi, con un goodwill sulle masse gestite nell'intorno dell'1,7-1,8 % ". In attesa che la nebbia in Piazza Cordusio si alzi davvero, il titolo della Banca guadagna l'1,42 % a 1,86 euro. Appalti, sentito a Firenze Direttore Generale Mps ( Reuters ) 24 gennaio I magistrati fiorentini oggi hanno ascoltato il Direttore Generale di Mps Antonio Vigni e un dirigente di una delle società del gruppo, nell'ambito dell'inchiesta sui rapporti tra la società di edilizia Btp e il Credito Cooperativo fiorentino, scaturita da quella sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi. Lo riferiscono fonti giudiziarie. Nelle scorse settimane la Procura di Firenze ha disposto accertamenti su un mutuo da 150 milioni di euro concesso nel 2008 a Btp da un pool di Banche tra cui Mps. Non si esclude, dicono le fonti, che nei prossimi giorni vengano sentiti rappresentanti delle altre Banche del pool. All'epoca dei fatti oggetto di indagine, Presidente del Credito Cooperativo Fiorentino - commissariato dal Tesoro nel luglio scorso - era l'onorevole e coordinatore del Pdl Denis Verdini, mentre Btp era presieduta da Riccardo Fusi. Entrambi sono indagati nell'ambito dell'inchiesta sui Grandi eventi. Verdini risulta indagato in almeno tre inchieste, tra cui quella su una presunta associazione segreta, la cosiddetta P3. Fmi: Sarkozy, auspicabile modifica Statuto e ampliare i suoi poteri ( Adnkronos ) Parigi, 24 gennaio '' E' auspicabile ampliare i poteri dell'fmi e procedere ad una modifica dello Statuto '' affinchè l'organismo internazionale '' eserciti una funzione di sorveglianza '' degli squilibri mondiali e dei flussi dei capitali. Ad affermarlo è il Presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, in occasione di una conferenza stampa a Parigi. '' In un mondo come il nostro colpito da tanti squilibri -sottolinea Sarkozy - non c'è un organismo internazionale incaricato della Sorveglianza di questi squilbri, nessuno ''. Per questo, rileva il Presidente francese, sarebbe auspicabile una modifica dello Statuto dell'fmi. Usa: il Tesoro mette sul mercato 465 mln di warrant Citigroup ( Finanza.com ) Il Dipartimento del Tesoro statunitense ha annunciato di voler allocare 465,12 Mln di warrant azioni ordinarie Citigroup. L asta si svolgerà domani con procedura olandese ( si parte da un prezzo elevato e si scende progressivamente ) in due tranche da 255,03 e 210,08 Mln di warrant. American Express: utili e ricavi in crescita. L outlook delude e il titolo scende ( Trend.online ) di Alberto Susic Dopo il suono della campanella, American Express (AXPF.EX - notizie) ha presentato i risultati dei quarto trimestre del 2010, archiviato con utili e fatturato in crescita, riuscendo però a superare le attese solo nel secondo caso. Nel dettaglio il gigante delle carte di credito ha archiviato gli ultimi tre mesi del 2010 con un utile pari a 1,1 miliardi di dollari, in crescita del 48 % rispetto ai 716 milioni dello stesso periodo dell anno precedente.

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013 Il Sole 24 Ore Uff.Stampa Fismic La Stampa Adnkronos Asca MF-Dow Jones Il Sole 24 Ore Il Messaggero Corriere della Sera Prima Pagina Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA

MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA CGIL CGIL ISRF FISAC Lab Presentazione alla stampa del: MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA Le banche al servizio del paese Conferenza Stampa 03 / 07 / 2013 - ore 12:30 Cgil Nazionale - Sala Santi, Corso d

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nomina di Massimo Capuano al Vertice Operativo di Centrobanca

COMUNICATO STAMPA. Nomina di Massimo Capuano al Vertice Operativo di Centrobanca COMUNICATO STAMPA Nomina di Massimo Capuano al Vertice Operativo di Centrobanca Milano, 19 gennaio 2011 UBI Banca annuncia la nomina dell Ing. Massimo Capuano al Vertice Operativo di Centrobanca, l unità

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione: CONSIGLIO GENERALE (1) ORDINE DEL GIORNO SU FORMAZIONE Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti 118 Bilancio Sociale 2009 La Relazione Sociale Azionisti Azionisti AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato Azionisti Azionisti La Relazione Sociale Bilancio Sociale 2009

Dettagli

26 gennaio 2014 Roberto Russo

26 gennaio 2014 Roberto Russo Nota sull aumento di capitale del gruppo Banco Popolare 26 gennaio 2014 Roberto Russo www.assitecasim.it Lo scorso 24 gennaio si è riunito il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Banco Popolare per

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi G8 Social Summit People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi Conclusioni della Riunione del G8 sul Lavoro e l Occupazione 1. I Ministri del Lavoro e dell Occupazione dei paesi del G8

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

SE LA BCE FOSSE LA FED

SE LA BCE FOSSE LA FED 38 i dossier www.freefoundation.com SE LA BCE FOSSE LA FED (seconda puntata) quantitative easing in salsa europea? 15 febbraio 2012 a cura di Renato Brunetta Indice 2 Le mosse della Bce Grazie Draghi!

Dettagli

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Università LUM Jean Monnet - Trani European Week 9-10-11 maggio 2013 Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Intervento

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus Notiziario Luglio 2013 Università Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus La Repubblica Promossa in chimica, rimandata in economia ecco la prima pagella della ricerca italiana Il

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

Poste: domanda quattro volte l'offerta, verso prezzo 6,75 euro Il maxi collocamento non delude le attese. Passera: 'Errore gravissimo svendere'

Poste: domanda quattro volte l'offerta, verso prezzo 6,75 euro Il maxi collocamento non delude le attese. Passera: 'Errore gravissimo svendere' Poste: domanda quattro volte l'offerta, verso prezzo 6,75 euro Il maxi collocamento non delude le attese. Passera: 'Errore gravissimo svendere' Redazione ANSA ROMA 22 ottobre 201518:03 Focus L'Ipo di Poste

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2 GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE 1 L EVOLUZIONE DEL SISTEMA BANCARIO Lezione 2 Gli strumenti finanziari a disposizione di un impresa 2 Apertura di credito Sconto di effetti Contratti bancari Anticipo

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia Roma, 21 maggio 2013 Giovanni Sabatini Lo scenario di riferimento macro La dinamica del mercato del credito Risultati 2012 Primo trimestre 2013 Prospettive

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Senato della Repubblica Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Roma 9 luglio2015 www.mef.gov. Signor Presidente,

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010

Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010 Nota di sintesi per la stampa Dati maggio 2010 OSSERVATORIO FENEAL-UIL/CRESME Antonio Correale, Segretario Generale FeNEAL UIL: La crisi non è affatto finita nell edilizia. Per il 2010 previsioni nere:

Dettagli

Storia e Missione. 1946 Fondazione

Storia e Missione. 1946 Fondazione Storia e Missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla ricostruzione

Dettagli

SOMMARIO DEL NUMERO DEL 4 DICEMBRE 2010

SOMMARIO DEL NUMERO DEL 4 DICEMBRE 2010 SOMMARIO DEL NUMERO DEL 4 DICEMBRE 2010 La Stampa Prima Pagina La Stampa Fiat lascia la trattativa Il Sole 24 Ore Rottura al tavolo su Mirafiori Corriere della Sera Il tavolo di Torino e la spinta su Federmeccanica

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

SOLUZIONE O IMBROGLIO?

SOLUZIONE O IMBROGLIO? 818 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com BAD BANK. SOLUZIONE O IMBROGLIO? 13 febbraio 2014 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 In questi giorni si sta parlando molto della proposta

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO

CONFCOMMERCIO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO CONFCOMMERCIO FISCALITÀ E PMI: UN FISCO SOSTENIBILE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (Genova, 18 maggio 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Grazie dottor Paternostro.

Dettagli

l Gestione di portafoglio

l Gestione di portafoglio Avanti tutta! Le banche italiane hanno compiuto progressi significativi nella gestione del rischio associato al portafoglio crediti, anche se permangono diversi punti deboli, soprattutto collegati al pricing

Dettagli

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei.

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei. Rome Investment Forum 2015: Financing Long-Term Europe Roma - Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43 Antonio Tajani Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo ***** (Saluti) Investire

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX

XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX XVI Convegno AIAF ASSIOM FOREX Relazione introduttiva Gregorio De Felice, Presidente AIAF Napoli, 13 febbraio 2010 1 Signor Governatore, Autorità, Signori Delegati, sono ormai trascorsi quasi mille giorni

Dettagli

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue 16 aprile 2015 Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue Articolo pubblicato il: 16/04/2015 "Benissimo gli incentivi e gli strumenti per la crescita, ma lo strumento principe

Dettagli

Breaking news. Quattro chiare domande

Breaking news. Quattro chiare domande Breaking news La BCE mantiene invariato il suo supporto al sistema bancario in Grecia. L Eurogruppo esclude ulteriori negoziati con la Grecia fino al referendum. Il Primo Ministro greco Tsipras invia una

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Le opportunità di finanziamento delle PMI nel contesto attuale

Le opportunità di finanziamento delle PMI nel contesto attuale Le opportunità di finanziamento delle PMI nel contesto attuale Carlo Arlotta Presidente Commissione Finanza e Controllo di Gestione dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 Il 1 giugno abbiamo ricevuto la Vostra piattaforma per il rinnovo

Dettagli

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA 1) Perché la riforma del modello contrattuale: Nell attuale scenario, il modello contrattuale

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora

Dettagli

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Ufficio Rapporti con l'unione Europea Misure dell'ue per il sostegno finanziario alla Grecia e la

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

IMMATRICOLAZIONI AUTO EUROPA DICEMBRE 2007. 16 Gennaio 2008

IMMATRICOLAZIONI AUTO EUROPA DICEMBRE 2007. 16 Gennaio 2008 IMMATRICOLAZIONI AUTO EUROPA DICEMBRE 2007 16 Gennaio 2008 Milano, 17 Gennaio 2008 AGENZIE DI STAMPA ADNKRONOS Titolo: AUTO: ANFIA,in Europa a 28 immatricloazioni +1,1% nel 2007 Data: 16 gennaio 2008 AUTO:

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Giovanni Sabatini Agenda 1. Scenario operativo nei mercati bancari 2. Redditività 3. Analisi comparata dei risultati economici di bilancio

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

L apprendistato è la locomotiva dell'economia tedesca

L apprendistato è la locomotiva dell'economia tedesca INTERVISTA L apprendistato è la locomotiva dell'economia tedesca Gabriele Catania 10 novembre 2011 L apprendistato è una delle forze dell'economia tedesca, spiega a Linkiesta Klaus F. Zimmermann, uno dei

Dettagli

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Torino Palazzo Cisterna 05 luglio 2011 PROTOCOLLO D INTESA PER IL MIGLIORAMENTO DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica Maggio 2015 Nota congiunturale sintetica Eurozona Previsioni Nel primo trimestre del 2015, il Pil dell'eurozona è atteso in crescita a un ritmo dello 0,4%, che dovrebbe ripetersi anche nel secondo trimestre

Dettagli

X Convention ABI. Il ruolo delle banche italiane per lo sviluppo del Sistema Paese

X Convention ABI. Il ruolo delle banche italiane per lo sviluppo del Sistema Paese X Convention ABI Il ruolo delle banche italiane per lo sviluppo del Sistema Paese Intervento di Fabrizio Saccomanni Direttore Generale della Banca d Italia Roma, 6 novembre 2006 Sommario Pag. Premessa...5

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc.

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Merrill Lynch Investment Managers - Europe, Middle East & Africa (EMEA) 33 King William Street London EC4R 9AS Data di pubblicazione: Venerdì 30 Aprile 2004 MERRILL LYNCH

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

Crisi Grecia: Nuove Previsioni del Fmi e Dilemmi della Troika

Crisi Grecia: Nuove Previsioni del Fmi e Dilemmi della Troika Reforming.it RN 27 Luglio 2015 Crisi Grecia: Nuove Previsioni del Fmi e Dilemmi della Troika di Amedeo Panci Nel giro di un paio di mesi il Fondo monetario internazionale ha ripetutamente rettificato le

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN Radiocor - Il cda di Poste Italiane ha chiuso i nove mesi con un utile pari a 622 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto ai 333 milioni

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione.

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione. Intervento del Ministro Padoan alla Commissione Affari Economici e Monetari (ECON) del Parlamento Europeo al termine del semestre di presidenza italiana della Ue Presidente, Onorevoli Membri, Strasburgo,

Dettagli

Banca Fideuram in sintesi

Banca Fideuram in sintesi Banca in sintesi Principali indicatori di gestione 2012 2011 2010 2009 2008 ATTIVITÀ FINANZIARIE DELLA CLIENTELA Raccolta netta di risparmio gestito (milioni di euro) 2.749 (31) 4.234 2.928 (3.850) Raccolta

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5 RAPPORTO BANCHE 1/2015 N. 1-2015 Il Rapporto Cer-Banche è frutto della ricerca in campo bancario svolta in questi anni dall'istituto. Il programma di attività ha condotto alla costruzione di un modello

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia I dati della statistica ufficiale confermano che il contesto locale della provincia di Napoli e dell intera regione Campania si trovano ad affrontare in questi anni una crisi economica e sociale ancora

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

La Tigre Celtica dagli artigli spuntati continua a ruggire

La Tigre Celtica dagli artigli spuntati continua a ruggire La Tigre Celtica dagli artigli spuntati continua a ruggire Lo strano caso della ripresa economica irlandese 27/04/2014 Centro di Sviluppo Politico e Sociale CSPS Relatore: Presidente del CSPS, Dott. Diego

Dettagli