Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni"

Transcript

1 Fabrizia Scorzoni Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni Internet e il WWW Per periti informatici Seconda Edizione EDUCAZIONE TECNICA SUPERIORE

2 Fabrizia Scorzoni Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni Per Periti Informatici Internet e il WWW Seconda Edizionei LOESCHER EDITORE

3 Loescher Editore I diritti di elaborazione in qualsiasi forma o opera, di memorizzazione anche digitale su supporti di qualsiasi tipo (inclusi magnetici e ottici), di riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche), i diritti di noleggio, di prestito e di traduzione sono riservati per tutti i paesi. L'acquisto della presente copia dell'opera non implica il trasferimento dei suddetti diritti né li esaurisce. Fotocopie per uso personale (cioè privato e individuale) nei limiti del 15% di ciascun volume possono essere effettuate negli esercizi che aderiscono all accordo tra SIAE - AIE - SNS e CNA - Confartigianato - CASA - Confcommercio del 18 dicembre 2000, dietro pagamento del compenso previsto in tale accordo; oppure dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dall art. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941 n Per riproduzioni ad uso non personale l editore potrà concedere a pagamento l autorizzazione a riprodurre un numero di pagine non superiore al 15% delle pagine del presente volume. Le richieste per tale tipo di riproduzione vanno inoltrate a: Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle Opere dell ingegno (AIDRO) Corso di Porta Romana n. 108, Milano e sito web L editore, per quanto di propria spettanza, considera rare le opere fuori del proprio catalogo editoriale. La riproduzione a mezzo fotocopia degli esemplari di tali opere esistenti nelle biblioteche è consentita, non essendo concorrenziale all opera. Non possono considerarsi rare le opere di cui esiste, nel catalogo dell editore, una successiva edizione, le opere presenti in cataloghi di altri editori o le opere antologiche. Nel contratto di cessione è esclusa, per biblioteche, istituti di istruzione, musei ed archivi, la facoltà di cui all art per legge diritto d autore. Maggiori informazioni sul nostro sito: Ristampe N ISBN Nonostante la passione e la competenza delle persone coinvolte nella realizzazione di quest opera, è possibile che in essa siano riscontrabili errori o imprecisioni. Ce ne scusiamo fin d ora con i lettori e ringraziamo coloro che, contribuendo al miglioramento dell opera stessa, vorranno segnalarceli al seguente indirizzo: Loescher Editore s.r.l. Via Vittorio Amedeo II, Torino Fax Loescher Editore S.r.l. opera con sistema qualità certificato CERMET n A secondo la norma UNI EN ISO Coordinamento editoriale: Mauro Gargantini - impaginazione e disegni della seconda edizione: Fabrizia Scorzoni Stampa: Sograte - Città di Castello (PG)

4 INDICE INTRODUZIONE... X MODULO 1 - I SERVIZI DI INTERNET...1 CAPITOLO 1 - INTERNET Introduzione alle reti di computer Internet Collegamento a Internet... 5 Il provider... 5 La linea telefonica... 5 Lab 1.1 Configurazione della connessione... 6 Connessione dial-up... 6 Connessione ADSL... 7 Utilizzo della connessione I servizi di Internet Internet e la sicurezza... 8 Phishing Intranet... 8 CAPITOLO 2 - WEB E FTP Il servizio Web Gli URL URN Uso del browser Lab 2.1 Il browser Internet Explorer Avvio Elementi della finestra del browser Personalizzazioni Navigazione I feed Motori di ricerca Portali Lab 2.2 Uso del motore di ricerca Google... 23

5 IV Indice PageRank Ricerca avanzata Web Directory Ricerca di immagini Il servizio FTP Lab 2.3 FTP con Internet Explorer Lab 2.4 WS_FTP Ricerca di file Archie CAPITOLO 3 - POSTA ELETTRONICA E NEWSGROUP Il servizio di posta elettronica Spam Gestione della posta da una pagina Web (Web Mail) Lab 3.1 Uso di Outlook Express Configurazione L interfaccia Gestione delle cartelle di posta Invio di messaggi Lettura dei messaggi Risposta a messaggi Conversazioni o thread Modalità di visualizzazione dei messaggi Regole per gestire la posta Mailing list Ricerca di mailing list I newsgroup Lab 3.2 Newsreader Outlook Express Configurazione Gestione dei newsgroup Gestione degli articoli Suddivisione dei messaggi in più parti Lettura di articoli in modalità non in linea Regole per gestire gli articoli Ricerca nei newsgroup Creazione di nuovi gruppi Forum CAPITOLO 4 - ALTRI SERVIZI Messaggi immediati e conferenze Lab 4.1 Windows Messenger Lab 4.2 NetMeeting IRC Ricerca di chat Telefonate via Internet Il servizio Telnet Accesso a siti Internet tramite Telnet Lab 4.3 Client Telnet Reti peer to peer Blog Wiki... 65

6 Indice V MODULO 2 - PAGINE WEB...67 CAPITOLO 5 - DOCUMENTI HTML E XHTML I linguaggi HTML e XHTML XHTML Creazione di documenti CMS Visualizzazione di documenti Elementi e Tag Struttura del documento HEAD Tag <base> e <meta> BODY Testo Paragrafi e titoli Scrittura del testo Altri tag per il testo Formattazione fisica del testo Elenchi o liste Elenchi puntati e numerati Elenchi di definizioni Collegamenti ipertestuali Collegamenti ad altri documenti Collegamenti all interno di documenti Collegamenti a indirizzi di posta Collegamenti a tipi di file sconosciuti Tabelle CAPITOLO 6 - FOGLI STILE CSS Introduzione Tipi di fogli stile Stili in linea Fogli stile incorporati Fogli stile collegati Media type Attributi di stile Attributi per i font e il testo Attributi di colore Il box model Attributi di layout Attributi di elenchi Stile del cursore Uso dei fogli stile CSS Elementi e attributi per raggruppare o identificare elementi Definizione dei fogli stile Sintassi generale per l applicazione di attributi di stile Ereditarietà Selettori Selettori contestuali Pseudoclassi e pseudoelementi Tabelle

7 VI Indice Box model e layout delle tabelle Dimensioni CAPITOLO 7 - INSERIMENTO DI IMMAGINI NELLE PAGINE WEB Le Immagini Formati di immagine per le pagine Web Lab 7.1 Salvataggio di un immagine in formato GIF in Corel Photo-paint Conversione di un immagine in modalità colore Tavolozza Opzioni del formato GIF Lab 7.2 Salvataggio di un immagine in formato JPEG in Corel Photo-paint Lab 7.3 Salvataggio di un immagine in formato PNG in Corel Photo-paint Inserimento di Immagini nelle pagine Web Il tag <img> Dimensione delle immagini Posizionamento delle immagini Immagini come collegamenti ipertestuali Altri usi delle immagini Mappe immagine Lab 7.4 Creazione di mappe immagine lato client in Corel Photo-paint Creazione di oggetti Creazione della mappa Gif animate Lab 7.5 Creazione di GIF animate in Corel Photo-paint CAPITOLO 8 - POSIZIONAMENTO DEGLI ELEMENTI Il posizionamento con le tabelle Il posizionamento con i CSS Tipo di elementi Schemi di posizionamento Ordine di posizionamento I frame CAPITOLO 9 - INSERIMENTO DI ELEMENTI MULTIMEDIALI La multimedialità nel browser Inserimento di elementi multimediali nelle pagine Web Filmati I filmati Inserimento di filmati nelle pagine Web Streaming Suoni Il suono Inserimento di suoni nelle pagine Web Plug-in Controlli ActiveX Documenti ActiveX Le Applet Flash Lo stage e la timeline I simboli Creazione dell animazione Programmazione con ActionScript

8 Indice VII Pubblicazione CAPITOLO 10 - MODULI I moduli I controlli Input di testo Caselle di testo Aree di testo Campi nascosti Scelte Caselle di selezione Pulsanti di selezione Menu a discesa Scelta di file Pulsanti Attributi per i controlli dei moduli Ordine di tabulazione Disabilitare un controllo Controlli di sola lettura CAPITOLO 11 - CREAZIONE DI UN SITO WEB Progettazione di un sito Web Progettazione del testo delle pagine Progettazione della grafica delle pagine Progettazione della struttura del sito I collegamenti Accessibilità Tecnologie client side e server side Information-push DHTML XML Pubblicazione di un sito Lab 11.1 Pubblicazione di pagine Web sul server Web del provider Registrazione di un nome di dominio Registrazione nei motori di ricerca MODULO 3 - DHTML CAPITOLO 12 - JAVASCRIPT Gli script Il tag <script> Posizione del tag <script> Esecuzione degli script Lo specificatore di pseudo-protocollo javascript: JavaScript: primi elementi Commenti Dati Operatori Istruzioni Oggetti JavaScript: tipi di oggetti predefiniti

9 VIII Indice String Math Date Array Funzioni Oggetti definiti dall utente CAPITOLO 13 - IL DOM Il DOM La gerarchia degli oggetti Proprietà, metodi, collezioni ed eventi Gli eventi Definizione dei gestori di evento Parametri dei gestori di evento e riferimento this L oggetto event Bubbling degli eventi Azioni di default Window Oggetto globale Proprietà Metodi Frame Sottooggetti di window Document Proprietà Cookie Metodi Collezioni Elementi del documento Elementi specifici Stili dinamici Moduli L oggetto FORM Gli elementi del modulo MODULO 4 - XML CAPITOLO 14 - DOCUMENTI XML Il linguaggio XML Linguaggi di markup SGML XML Applicazioni XML Documenti XML Visualizzazione di un documento XML nel browser Documenti ben formati Regole per la scrittura del documento Codifica dei caratteri Formato dei documenti XML Spazi dei nomi

10 Indice IX 14.3 Link XML Collegamenti ipertestuali Collegamenti semplici Collegamenti estesi XPointer DTD DTD interna e esterna Definizione della DTD Validazione di un documento XML Schema Validazione di un documento XHTML CAPITOLO 15 - FOGLI STILE XSL Fogli stile XSL Import e include Applicare un foglio XSL a un documento XML Trasformazioni XSLT XSL Template e pattern Elemento xsl:template e istruzione xsl:apply-templates Regole di trasformazione di default di XSL Istruzione xsl:sort Istruzione xsl:value-of I primi esempi Attributi Istruzione xsl:for-each Istruzione xsl:if Istruzione xsl:choose XPath Prime espressioni XPath Sottoquery Operatori e funzioni Variabili in XSL Creazione di elementi e attributi CAPITOLO 16 - XML NEL BROWSER Il parser Il DOM XML Oggetto Document Oggetto Node Oggetto NodeList NamedNodeMap Ottenere un oggetto Document Elaborazione del documento XML Controllo degli errori e validazione Creazione e modifica del documento XML DSO (Data Source Object) Il DSO Associazione del DSO ad elementi HTML L oggetto recordset INDICE ANALITICO...288

11 INTRODUZIONE Internet e il WWW spiega come usare i vari servizi di Internet (Web, posta elettronica, FTP, newsgroup e così via) e insegna a realizzare pagine Web utilizzando le tecniche più attuali; descrive anche come creare elementi multimediali e come inserirli nelle pagine Web. In questo libro vengono affrontate le tecnologie client side (tecnologie in cui l elaborazione è eseguita dal browser sul computer dell utente). Tutte queste tecniche possono quindi essere sperimentate sul proprio computer senza la necessità di installare un server Web. Nota In particolare le tecnologie trattate sono HTML e XHTML, CSS, DHTML e XML. Al termine si sarà in grado di conoscere ed applicare le varie tecnologie e di decidere in ogni situazione quale sia più adatta allo scopo. Questo libro si rivolge alle classi terza e quarta dei corsi di Sistemi degli ITIS a indirizzo informatico e a tutti i corsi di Informatica in cui vengono trattate le tecnologie Web. Questa nuova edizione, riveduta e corretta, con vari aggiornamenti e una nuova scansione dei capitoli, integra anche alcuni argomenti in precedenza trattati separatamente nel libro Tecnologie Web. Per l utilizzo dei servizi di Internet vengono utilizzate le applicazioni per Windows: Internet Explorer 7, Outlook Express, Windows Messenger e NetMeeting; per la realizzazione di elementi multimediali viene utilizzato Corel Photo-paint. Alcune caratteristiche delle tecnologie trattate sono specifiche per il browser Internet Explorer. RINGRAZIAMENTI Desidero ringraziare Roberto Baldin e Giorgia Galiazzo che hanno collaborato alla realizzazione di questo libro con grande entusiasmo, competenza e professionalità. L autrice SITO WEB All indirizzo sono disponibili materiali didattici di supporto ed è possibile eseguire interattivamente i test presenti nel libro.

12 MODULO 1 I SERVIZI DI INTERNET 1 INTERNET 2 WEB E FTP 3 POSTA ELETTRONICA E NEWSGROUP 4 ALTRI SERVIZI

13 1 INTERNET PREREQUISITI Uso del computer a livello di base OBIETTIVI CONOSCENZE Concetti di: rete rete locale e rete geografica TCP/IP indirizzi IP nomi di dominio provider linea telefonica analogica linea ISDN collegamento ADSL collegamento satellitare modalità di collegamento di una rete locale servizi di Internet problemi relativi alla sicurezza intranet COMPETENZE E CAPACITÀ Creare una connessione a un provider

14 Capitolo 1: Internet INTRODUZIONE ALLE RETI DI COMPUTER Più computer collegati tra di loro costituiscono una rete. Il collegamento in rete permette di condividere risorse, consente la comunicazione tra gli utenti e offre servizi di vario tipo come consultazione di informazioni, commercio elettronico e così via. Le reti si possono suddividere in reti locali (LAN) e reti geografiche (WAN). Le reti locali sono reti private di piccole dimensioni, utilizzate principalmente per condividere risorse (per esempio per mettere una stampante a disposizione di molti utenti). Le reti geografiche sono reti di grandi dimensioni che permettono ad utenti anche molto lontani di comunicare tra di loro e di utilizzare servizi di vario tipo; si dicono reti aperte quelle a cui ci si può collegare da qualsiasi punto geografico e con qualsiasi sistema tramite un mezzo di comunicazione e opportuni protocolli; i protocolli sono le regole da seguire per la comunicazione. 1.2 INTERNET Internet è una rete geografica aperta di estensione mondiale. Per entrare a far parte di Internet bisogna sottoscrivere un abbonamento con un provider o ISP (Internet Service Provider), un fornitore di servizi Internet. Dopo aver stabilito un collegamento al computer del provider si ha accesso all intera rete Internet. Il modo più semplice di collegarsi è utilizzare la rete telefonica. Non c è bisogno di un computer particolare o di un sistema operativo particolare; la sola cosa indispensabile è che sul computer sia installato il protocollo TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol), il protocollo di comunicazione, o meglio l insieme di protocolli, usato da tutti i computer collegati a Internet. Ogni computer collegato a Internet è identificato da un numero, univoco a livello mondiale, chiamato indirizzo IP. L indirizzo IP comunemente è rappresentato nella notazione decimale puntata cioè da 4 numeri (compresi tra 0 e 255) separati da punti, per esempio L indirizzo IP viene fornito dal provider; può essere un indirizzo statico se il collegamento avviene utilizzando sempre lo stesso indirizzo o un indirizzo dinamico se ad ogni collegamento viene fornito un indirizzo diverso. Per collegarsi ad un altro computer è necessario conoscere il suo indirizzo IP. Poiché è difficile ricordare gli indirizzi IP viene usato anche un sistema basato su nomi. Si può pensare che i computer siano divisi in gruppi chiamati domini (la suddivisione non dipende dalla posizione geografica ma è solo un raggruppamento organizzativo). Ogni dominio ha un nome, e può essere diviso in sottodomini che hanno ciascuno un nome, e ogni computer che deve essere accessibile deve avere un nome. Il nome completo di un computer è costituito dal nome del computer, dal nome del sottodominio di livello più basso a cui appartiene, dai nomi degli altri sottodomini in ordine gerarchico, fino al nome del dominio; i nomi sono separati da un punto. In pratica la prima parte del nome è il nome del server; la parte rimanente è chiamata genericamente dominio o in modo più tecnico FQDN (Fully Qualified Domain Name). I nomi di dominio di primo livello (TLD - Top Level Domain) possono essere di tipo organizzativo (per esempio com per un organizzazione commerciale) o nazionali (due caratteri che rappresentano una nazione, per esempio it per l Italia). In alcuni paesi, per esempio in Gran Bretagna (dominio uk, United Kingdom), i domini di secondo livello ricalcano la suddivisione americana di tipo organizzativo, anche se con sigle diverse, per esempio co.uk per aziende commerciali o ac.uk per Università (ac sta per academic).

15 4 Modulo 1: I servizi di Internet NOMI DI DOMINIO TLD (TOP LEVEL DOMAIN) Di tipo organizzativo TLD introdotti dal 1988: com organizzazioni commerciali edu istituti di insegnamento e università org organizzazioni no-profit net servizi di rete gov enti pubblici mil enti pubblici militari TLD approvati alla fine del 2000: biz siti per il commercio name pagine personali info siti di informazione aero società di trasporto aereo coop cooperative museum musei pro professionisti Altri TLD proposti: arts entità che svolgono attività artistiche e culturali firm entità commerciali rec entità che offrono servizi di svago e per il tempo libero shop siti di vendita a distanza web entità che svolgono attività correlate al WWW int istituti internazionali nato istituzioni della NATO Nazionali xx codici nazionali di 2 caratteri (es. it per l Italia, fr per la Francia, uk per la Gran Bretagna) eu per i paesi dell Europa che hanno adottato l euro Nuovi TLD possono essere istituiti solo dall ICANN (Internet Corporation for Assigned Name and Numbers), l ente internazionale che gestisce tutti i regolamenti per i nomi di dominio. Anche i nomi di dominio, come gli indirizzi IP, devono essere univoci e devono essere registrati; il provider può provvedere alla registrazione di un nome di dominio, o meglio di un sottodominio (o nome di dominio di secondo livello, o terzo ecc.); i nomi nei domini TLD sono gestiti dall InterNIC (Internet Network Information Center, I nomi nei domini mil, gov e edu sono riservati agli Stati Uniti. La registrazione dei nomi di dominio nel dominio it è gestita dalla Registration Authority italiana (www.nic.it), un organismo chiamato NIC per analogia con l organismo statunitense. Dopo aver registrato un nome di dominio (l FQDN), un organizzazione può suddividerlo ulteriormente e gestire più server aggiungendo il nome del server all FQDN (nomeserver.nomefqdndeldominio). L uso dei nomi al posto degli indirizzi è permesso dal servizio DNS (Domain Name System), che permette di tradurre automaticamente il nome nel corrispondente indirizzo (e anche viceversa). Figura 1.1 Il sito dell Internic Figura 1.2 Il sito della Registration Authority italiana

16 Capitolo 1: Internet COLLEGAMENTO A INTERNET IL PROVIDER Per collegarsi a Internet serve un abbonamento a un provider. Un provider è un fornitore di servizi Internet. Molti provider offrono abbonamenti gratuiti; abbonamenti a pagamento offrono di solito servizi migliori. Le differenze tra gli abbonamenti possono consistere nel tipo di indirizzo IP ottenibile (statico o dinamico), nell ampiezza di banda del collegamento (cioè la velocità di trasmissione), nel numero di account di posta elettronica disponibili e nello spazio concesso per memorizzare i messaggi, nello spazio disponibile per pubblicare pagine Web e così via. LA LINEA TELEFONICA Per il collegamento si può usare la rete telefonica, con diverse modalità: linea telefonica tradizionale analogica, linea ISDN, collegamento ADSL. La linea telefonica analogica trasmette i dati allo stesso modo in cui viene trasmessa la voce: un onda portante viene modulata, cioè modificata, in modo da trasportare valori binari. Il modem trasforma i dati dal formato digitale usato all interno del computer al formato analogico usato sulla linea e viceversa. I modem attuali usano lo standard V.92 a 56K; la sigla 56K indica la velocità di trasmissione in bit per secondo (bps); in realtà i modem a 56 Kbps permettono di ricevere a 56 Kbps ma di trasmettere solo a 48 Kbps. Per collegarsi a Internet si fa una telefonata che permette di collegarsi al server del provider; attraverso il server del provider si può accedere a qualsiasi computer della rete. Quando si è collegati, la linea telefonica è occupata e non si possono fare o ricevere telefonate; si paga per la durata del collegamento come per una normale telefonata. La linea ISDN è una normale linea telefonica a cui è applicato un dispositivo (terminatore NT1) che permette di usare due linee digitali a 64 Kbps, ciascuna con un proprio numero telefonico; per collegarsi alla linea serve un modem ISDN. Per il collegamento a Internet si può usare una sola linea a 64 Kbps o entrambe le linee come un unica linea a 128 Kbps (dipende anche dal collegamento offerto dal provider); per usare la trasmissione a 128 Kbps bisogna configurare un collegamento multiplo. Durante il collegamento si possono fare e ricevere telefonate (anche nel caso si usino entrambe le linee perché i dispositivi liberano automaticamente una linea senza interrompere il servizio sull altra). Si paga per la durata del collegamento come nel caso della linea analogica ma bisogna considerare che se si usano entambe le linee si paga per ogni linea. ADSL (Asymmetrical Digital Subscriber Line) è una tecnologia che permette di usare la linea telefonica simultaneamente per voce e dati a velocità elevate. Come indica il nome, la tecnologia è asimmetrica cioè permette una velocità diversa in trasmissione (upload) e in ricezione (download); la velocità di ricezione è molto maggiore; questo comportamento è adatto per la navigazione nel Web in cui le richieste dell utente sono minime ma la banda richiesta per scaricare pagine multimediali può essere molto alta. Attualmente è la tecnologia più valida per il collegamento a Internet; il collegamento è permanente, cioè il computer è collegato a Internet in ogni momento, e contemporaneamente si possono

17 6 Modulo 1: I servizi di Internet fare normali comunicazioni telefoniche; la tariffazione può essere a tempo o basata su un canone fisso mensile (tariffe flat). Possono esserci dei costi di installazione e attivazione. Nota Il collegamento al provider è di tipo permanente; però il transito dei dati può dover essere abilitato dal processo di autenticazione. L indirizzo IP assegnato può essere statico o dinamico. Per il collegamento serve un filtro centralizzato (splitter) o distribuito e un modem ADSL. La configurazione più diffusa per la casa è quella con filtri distribuiti; in questa configurazione il modem viene collegato a una qualsiasi presa telefonica senza alcun filtro; il filtro va applicato su ogni presa a cui è collegato un telefono analogico (serve a rimuovere il segnale digitale). La configurazione con filtro centralizzato (splitter) è necessaria in presenza di un centralino telefonico. I modem ADSL esterni possono avere una connessione USB o una connessione Ethernet (si collegano alla scheda di rete); ci sono anche apparecchi dotati di funzioni di routing per condividere l accesso tra più computer. Con ADSL si può ottenere una banda in downstream tra 1,5 e 8 Mbps e in upstream tra 640 Kbps e 1,54 Mbps. ADSL2+ offre velocità superiori: 24 Mbps in downstream e 3,5 Mbps in upstream. Un altra possibilità di collegamento a Internet è rappresentata dal collegamento satellitare; serve una scheda apposita da inserire nel computer e un antenna parabolica per ricevere i segnali (come per la televisione satellitare); la velocità è buona, però la connessione permette solo la ricezione; per trasmettere bisogna usare la linea telefonica. È possibile collegare a Internet un intera rete locale; si può usare la linea telefonica con una delle modalità descritte e un router che permette di indirizzare la trasmissione al computer interessato. I computer della rete possono essere configurati per usare un proxy server, cioè un programma che accetta le richieste dei computer della rete e le inoltra e poi invia le risposte ai computer interessati. I provider che forniscono i servizi agli utenti sono a loro volta collegati a provider di livello superiore (NSP - Network Service Provider) con collegamenti più veloci, per esempio con linee dedicate; gli NSP gestiscono le linee che provvedono a trasportare i dati di tutti gli altri fornitori. Sono NSP in Italia per esempio Interbusiness di Telecom Italia, Infostrada e Albacom. Le aziende che richiedono una grande ampiezza di banda per il collegamento a Internet possono connettersi direttamente a un NSP. Per i collegamenti internazionali gli NSP in Italia si avvalgono di fornitori stranieri (come Unisource, Sprint ecc.). LAB 1.1 CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE CONNESSIONE DIAL-UP Nel caso di collegamento mediante linea telefonica analogica o ISDN serve un programma chiamato dialer (il collegamento è detto dial-up) che attivi il collegamento con il provider mediante una chiamata telefonica. Windows fornisce un software dialer (noto come Accesso remoto) che deve essere configurato inserendo alcune informazioni fornite dal provider stesso, tra cui il numero telefonico da usare per il collegamento al computer del provider, il nome utente che è stato assegnato, l indirizzo IP se è stato assegnato in modo statico e l indirizzo IP del server DNS da utilizzare per la traduzione dei nomi; il protocollo usato per stabilire la connessione è PPP (Point to Point Protocol).

18 Capitolo 1: Internet 7 CONNESSIONE ADSL Nella configurazione del modem ADSL al posto del numero di telefono del provider devono essere inseriti i valori di configurazione della linea VPI e VCI (nella forma VPI,VCI), forniti dal provider. I due numeri VPI e VCI permettono di individuare il percorso per raggiungere il provider attraverso la rete ATM, attraverso cui viene stabilita la connessione tra utente e provider. La configurazione richiede anche di scegliere il protocollo di connessione tra PPPoA (PPP over ATM) o PPPoE (PPP over Ethernet) in base alle indicazioni del provider. Anche in questo caso è necessario configurare il TCP/IP con l indirizzo IP se statico e gli indirizzi dei server DNS. Spesso per realizzare una connessione ADSL invece del modem si usa un router ADSL (che ha anche funzioni di modem) collegato alla scheda di rete e alla linea ADSL. Nota UTILIZZO DELLA CONNESSIONE Per attivare la connessione bisogna autenticarsi inserendo nome e password. Mentre le connessione è aperta si possono usare i programmi desiderati come browser o client di posta elettronica. Se si avvia il browser o il client di posta prima di aver stabilito il collegamento, questi programmi possono richiedere se si desidera avviare la connessione. 1.4 I SERVIZI DI INTERNET Internet di per sé è soltanto una rete di computer; quello che si può fare dipende dai servizi che si utilizzano. Il servizio più noto e più usato è quello comunemente chiamato WWW (World Wide Web) o Web che permette di consultare pagine di informazioni di natura molto varia (e che ha portato alla diffusione del modo di dire navigare in Internet). Un altro servizio molto noto e molto usato è la posta elettronica o (electronic mail) che permette di mandare messaggi a qualsiasi utente, purché si conosca il suo indirizzo. Altri servizi utilizzabili sono per esempio: FTP (File Transfer Protocol) che può essere usato per scaricare file sul proprio computer o per pubblicare il proprio sito Web; i newsgroup, gruppi di discussione su particolari argomenti che permettono di inviare messaggi e di consultare i messaggi inviati da altri; le chat e i servizi di instant messaging che permettono di scambiare messaggi in tempo reale con altri utenti; servizi di teleconferenza e videoconferenza (comunicazioni audio o video tra gruppi di partecipanti); Telnet che permette di collegarsi ad un computer come utente di quel sistema. Tutti questi servizi sono realizzati da applicazioni di tipo client/server. La parte client dell applicazione gestisce l interfaccia con l utente e richiede i servizi alla parte server che svolge l elaborazione vera e propria.

19 8 Modulo 1: I servizi di Internet Il termine server viene comunemente usato oltre che per indicare la parte server dell applicazione anche per indicare il computer su cui questa applicazione viene eseguita. Nell uso dei servizi di Internet bisogna ricordarsi di rispettare alcune regole di buon comportamento, note anche come netiquette (da net, rete, e etiquette, galateo), rivolte a limitare lo spreco delle risorse della rete e ad evitare situazioni spiacevoli con gli altri utenti. Alcuni servizi permettono alle persone di comunicare tra loro, di scambiare informazioni, opinioni e idee creando delle vere e proprie comunità virtuali (community). 1.5 INTERNET E LA SICUREZZA Internet è nata dal lavoro spontaneo di molte persone e non è sotto il controllo di nessuno; essendo uno strumento nuovo non esistono nemmeno leggi adeguate che ne regolamentino l utilizzo. Anche se in rete si possono trovare molte informazioni interessanti e conoscere persone nuove, bisogna fare attenzione ai pericoli di vario genere che si possono incontrare. Alcuni problemi sono di carattere informatico, come la possibilità di trovare un virus nel computer; i virus possono essere contratti scaricando software infetto, ma anche con messaggi di posta elettronica che contengono allegati eseguibili. Problemi più gravi si potrebbero incontrare fornendo i propri dati personali (indirizzo, numero della carta di credito ecc.) a persone disoneste; anche quando si è sicuri del destinatario delle informazioni, il problema potrebbe derivare dall intercettazione dei dati; le informazioni sulla rete con i normali protocolli viaggiano sempre in un modo che può essere facilmente intercettato; per la sicurezza dei trasferimenti di dati bisogna assicurarsi che i siti Web a cui si inviano i dati adottino protocolli sicuri e spedire i messaggi di posta elettronica usando metodi di crittografia. PHISHING Una pratica diffusa per ottenere informazioni personali riservate è quella del phishing. Il phishing consiste nella richiesta di informazioni all utente tramite pagine Web o che chiedono dati riservati, spacciandosi per qualcun altro che ne avrebbe diritto (come la banca presso la quale si ha un servizio di home banking). Per difendersi da questo tipo di attacchi basta ricordare che bisogna essere molto cauti nel fornire dati riservati e che non bisogna mai rispondere a richieste di questo tipo. 1.6 INTRANET I servizi di Internet possono essere resi disponibili su una rete locale (collegata o meno a Internet) sui cui computer sia installato il protocollo TCP/IP; una rete di questo tipo prende il nome di intranet. All interno di una intranet bisogna gestire i server che offrono i servizi desiderati. VERIFICA QUESTIONARIO 1. Che cos è una rete? 2. A cosa può servire il collegamento in rete? 3. Che cosa sono le reti locali?

20 Capitolo 1: Internet 9 4. Che cosa sono le reti geografiche? 5. Che cos è Internet? 6. Che cosa serve per collegarsi a Internet? 7. Che cos è un indirizzo IP? 8. Che cosa sono i nomi di dominio? 9. Che cos è il DNS? 10. Che cos è un provider? 11. Quali sono le principali caratteristiche da valutare nella scelta di un abbonamento a un provider? 12. Quali sono le caratteristiche di un collegamento tramite linea telefonica analogica? 13. Quali sono le caratteristiche di un collegamento tramite linea ISDN? 14. Quali sono le caratteristiche di un collegamento ADSL? 15. Come funziona un collegamento satellitare a Internet? 16. Come si può collegare a Internet una rete locale? 17. Quali sono i parametri richiesti per configurare un account di connessione a Internet? 18. Quali sono i principali tipi di servizi che si possono usare su Internet? 19. Che cos è un applicazione client/server? 20. Quali sono i principali problemi relativi alla sicurezza su Internet? 21. Che cos è il phishing? 22. Che cos è una intranet? V TEST 1... Indicare se le seguenti affermazioni sono vere o false. F 1) Internet è una rete locale. 2) Ogni computer per collegarsi a Internet deve usare un indirizzo IP, unico a livello mondiale. 3) Un computer può usare un indirizzo IP diverso, ogni volta che si collega a Internet. 4) Un dominio è un insieme di computer che si trovano nella stessa rete locale. 5) La scelta del provider è indifferente; non ci sono differenze. 6) Dopo essersi collegati al provider ci si può collegare a qualsiasi computer che sia collegato a Internet, in qualsiasi punto del mondo. 7) Il collegamento tramite Internet a un computer che si trova a grande distanza è più costoso del collegamento a un computer che si trovi fisicamente vicino. 8) Per collegarsi al provider tramite linea analogica o ISDN bisogna fare una telefonata. 9) Il collegamento ISDN è più veloce del collegamento tramite linea analogica. 10) Per ottenere un collegamento ISDN o ADSL bisogna fare installare una nuova linea telefonica. 11) Per il collegamento ADSL non serve un modem.

21 10 Modulo 1: I servizi di Internet V F 12) Con ADSL si è collegati a Internet costantemente. 13) I provider che forniscono servizi agli utenti sono a loro volta collegati a provider di livello superiore. 14) Web è un sinonimo di Internet. 15) La posta elettronica permette di comunicare in tempo reale con altri utenti. 16) I servizi di Internet sono realizzati da applicazioni di tipo client/server. 17) Internet è una rete molto sicura. 18) Una intranet è una rete locale collegata a Internet Segnare tutte le affermazioni esatte. 1) Perché un computer possa collegarsi a Internet è necessario: il sistema operativo Windows; il protocollo TCP/IP; un browser; un indirizzo IP; un abbonamento a un provider. 2) I nomi dei server: vengono tradotti in indirizzi IP dal DNS; sono composti da più parole separate da punti; per un nuovo server può essere scelto un nome qualsiasi, senza nessuna limitazione; comprendono nella parte finale il dominio a cui appartiene il computer. 3) Per il collegamento tramite linea telefonica analogica: serve un modem; bisogna fare una telefonata al provider; si possono fare telefonate mentre si è collegati a Internet; si paga per la durata del collegamento; la trasmissione sulla linea è di tipo digitale. 4) Per il collegamento tramite linea ISDN: serve un modem; bisogna fare una telefonata al provider; si possono fare telefonate mentre si è collegati a Internet; si paga per la durata del collegamento; la trasmissione sulla linea è di tipo digitale. 5) Per il collegamento ADSL: serve un modem; bisogna fare una telefonata al provider; si possono fare telefonate mentre si è collegati a Internet; si paga per la durata del collegamento; la trasmissione sulla linea è di tipo digitale.

22 WEB E FTP 2 PREREQUISITI Uso del computer a livello di base Concetti relativi a Internet OBIETTIVI CONOSCENZE Il servizio Web Formato degli indirizzi o URL Browser e metodi di navigazione Feed Motori di ricerca e Web directory Il servizio FTP Ricerche di file su Internet COMPETENZE E CAPACITÀ Utilizzare il browser Internet Explorer Usare i motori di ricerca Utilizzare Internet Explorer per il collegamento a un server FTP Utilizzare il client WS_FTP

23 12 Modulo 1: I servizi di Internet 2.1 IL SERVIZIO WEB Il servizio World Wide Web, noto comunemente come WWW o Web, è un insieme di pagine contenenti informazioni di natura molto varia, sparse nel mondo. Le pagine Web sono ipertestuali cioè ogni pagina può contenere dei collegamenti ad altre pagine (collegamenti ipertestuali o link). Facendo clic su un collegamento si può passare direttamente a un altra pagina; il collegamento può essere costituito da una stringa di testo, ma anche da una immagine o da una parte di un immagine (un esempio comune sono i collegamenti disponibili su mappe geografiche: partendo dall immagine di una cartina geografica viene reso disponibile un collegamento per ogni zona); un collegamento può fare riferimento non solo ad un altra pagina, ma anche a una risorsa di tipo diverso come un immagine, un filmato o un file di suono. Un insieme di pagine Web costituisce un sito Web; le pagine sono rese disponibili per la consultazione da computer su cui è installato un programma chiamato server Web. Per consultare le pagine bisogna utilizzare un programma chiamato browser (la parte client del servizio Web). Il browser richiede una pagina al server tramite il protocollo HTTP (Hyper Text Transfer Protocol, cioè protocollo di trasmissione dell ipertesto); il server, ancora tramite il protocollo HTTP, restituisce al browser la pagina richiesta; le pagine sono costituite da testo che contiene dei codici (tag HTML); il browser interpreta i codici e in base a questi stabilisce come devono apparire sullo schermo le varie parti della pagina. Il servizio Web è nato nel 1989 al CERN, il Centro Europeo per la Ricerca sulla fisica Nucleare; il primo browser con interfaccia grafica (Mosaic) risale al Nel 1994 venne costituito il Consorzio World Wide Web, un organizzazione dedicata allo sviluppo del Web e alla standardizzazione dei suoi protocolli (www.w3.org). Figura 2.1 Il sito del Consorzio World Wide Web Appena avviato, il browser presenta la home page, cioè una pagina configurata come pagina iniziale. Poi si può passare ad altre pagine facendo clic sui collegamenti; i collegamenti appaiono sottolineati e quando vi si posiziona il mouse il puntatore assume la forma di una mano. Si può passare ad una nuova pagina anche specificandone l indirizzo. GLI URL L indirizzo di una pagina Web è chiamato URL (Uniform Resource Locator) e ha la forma protocollo://indirizzodelserver/path/nomefile L URL permette di definire qual è la pagina, dove si trova e come vi si può accedere ed è composto da:

24 Capitolo 2: Web e FTP 13 il protocollo usato (per esempio http) che definisce come deve essere fatta la richiesta; l indirizzo del server che può essere un indirizzo IP o un nome simbolico nella forma nomeserver.fqdn: il nome del server Web, cioè del computer su cui si trova la pagina desiderata, completo di nome di dominio (il nome simbolico viene tradotto in indirizzo IP dal DNS); il path della pagina, cioè il percorso completo della cartella sul server; il nome del documento, completo di estensione. Lo schema dell URL è aperto, nel senso che si possono specificare protocolli diversi (come file, ftp, news, mailto); per esempio si può usare il protocollo file per aprire una pagina che si trova sul proprio computer (file://drive:/path). Alcune parti possono essere omesse; se non si indica il protocollo, viene usato il protocollo http per default; se non si indica il path di una pagina, di solito viene visualizzata la pagina di default. Se non si richiede una pagina specifica, quello che succede dipende da come è stato configurato il server Web. Se si specifica solo l indirizzo del server, viene cercata nella directory principale del server Web e visualizzata la pagina di default (la pagina di default di solito si chiama index.html o default.html). Se si specificano l indirizzo del server e un percorso di directory, viene cercata una pagina di default nella directory indicata. Se non è presente un file di default può essere restituito: l elenco del contenuto della directory (elenco dei collegamenti ipertestuali alle sottodirectory e ai file contenuti nella directory); un messaggio di errore se il server Web è configurato per non mostrare l elenco dei file (questa è la configurazione più comune). Se si richiede una pagina specifica e la pagina non esiste, il server restituisce sempre un errore. URN Gli URL identificano una risorsa puntando a uno specifico server; se la risorsa viene spostata, usando l URL non si è più in grado di trovare la risorsa; inoltre una copia identica della risorsa su un altro server ha un URL diverso. Per risolvere questi problemi è stato proposto un sistema di identificazione delle risorse più efficiente, chiamato URN (Uniform Resource Name). Un URN è un identificatore che può essere associato ad ogni risorsa su Internet, con le seguenti caratteristiche: è unico, è indipendente dalla posizione della risorsa, non può essere assegnato a un altra risorsa anche se la risorsa che identifica non esiste più, ciascuna risorsa può essere presente in più copie su server diversi, per facilitare l accesso (a ogni URN possono corrispondere molti URL). Il processo di determinazione degli URL dall URN viene detto risoluzione ed è effettuato da un servizio di risoluzione del nome (name resolution service). I nomi vengono assegnati da autorità dette naming authority.

25 14 Modulo 1: I servizi di Internet 2.2 USO DEL BROWSER Il browser può essere usato per esaminare pagine che si trovano sul proprio computer o che sono rese disponibili da un server Web. Il browser permette di accedere alle pagine con vari metodi: il metodo più comune è seguire un collegamento ipertestuale; i collegamenti di solito appaiono in colore diverso e sottolineati; se sono immagini hanno un bordo; il puntatore quando si trova su un collegamento assume la forma di una mano; la barra di stato mostra l URL a cui punta il collegamento; si può specificare un URL nella barra degli indirizzi e premere Invio (la barra degli indirizzi mostra sempre l indirizzo della pagina Web corrente, in qualsiasi modo ci si sia arrivati); si possono usare dei pulsanti (Avanti e Indietro) che permettono di rivedere comodamente le pagine già visitate durante la sessione; può essere disponibile anche un elenco delle pagine visitate in passato; si possono creare dei segnalibri (o bookmark) alle pagine preferite, che si visitano più spesso, e inserirli in un menu. Le pagine già visitate sono memorizzate in una cache e quindi è possibile anche visualizzarle in modalità non in linea. Le pagine interessanti possono essere stampate o salvate su disco. LAB 2.1 IL BROWSER INTERNET EXPLORER AVVIO Internet Explorer si può avviare dal menu Start, Programmi o dall icona corrispondente sul desktop o nella barra Avvio veloce. Quando viene avviato in questo modo si apre sulla home page, la pagina predefinita, che può essere impostata dal menu Strumenti, Opzioni Internet, scheda Generale; si può digitare un URL o scegliere Pagina corrente; se non è conveniente partire ogni volta da una stessa pagina si può impostare come home page una pagina vuota (con il pulsante Pagina vuota). Internet Explorer viene avviato automaticamente anche quando si digita un URL in Start, Esegui... o nella casella Indirizzo di Esplora Risorse o quando si fa clic su un qualsiasi collegamento a una pagina Web (in un documento, un messaggio, sul desktop ecc.). Se la pagina richiesta non è disponibile sul disco e non si è collegati a Internet può attivare la connessione remota, chiedendo nome utente e password. Da Strumenti, Opzioni Internet, scheda Connessioni si può indicare quale connessione di accesso remoto utilizzare. Figura 2.2 Impostazione della home page

26 Capitolo 2: Web e FTP 15 ELEMENTI DELLA FINESTRA DEL BROWSER A B Barra del titolo Barra degli indirizi B C A D C Barra dei menu D Barre dei comandi E E Area di visualizzazione F Barra di stato Figura 2.3 La finestra di Internet Explorer F La finestra di Internet Explorer presenta: la barra del titolo in cui compare il titolo della pagina visualizzata; la barra degli indirizzi che mostra l indirizzo della pagina corrente e permette di inserire l indirizzo di una nuova pagina; a sinistra della barra indirizzi sono presenti i pulsanti Indietro (mostra la pagina precedente nell elenco delle pagine visualizzate) e Avanti (mostra la pagina successiva, dopo essere tornati indietro), a destra i pulsanti Aggiorna/Vai (scarica nuovamente la pagina corrente, o scarica una nuova pagina) e Termina (interrompe lo scaricamento di una pagina). Accanto alla barra indirizzi compare un lucchetto quando si sta usando una connessione protetta (cioè quando lo scambio di dati con il server avviene usando tecniche di crittografia; il browser crittografa automaticamente i dati quando comunica con un server protetto, cioè che usa protocolli di protezione; si può notare anche che il protocollo indicato nella barra degli indirizzi non è http ma https). Sulla barra degli indirizzi vengono anche visualizzate le notifiche relative ai siti noti o sospetti di attacchi di phishing. Figura 2.4 Connessione protetta la barra dei menu con i menu disponibili; I menu presenti sono: File permette di aprire una nuova scheda o una nuova finestra in modo da navigare contemporaneamente su siti diversi, di aprire un documento, di salvarlo, di stampare, di mandare una pagina per posta (o un collegamento alla pagina), di vedere le proprietà del documento visualizzato e di lavorare non in linea; Modifica permette di fare operazioni di editing (taglia e incolla) e di effettuare ricerche nella pagina visualizzata;

27 16 Modulo 1: I servizi di Internet Visualizza Preferiti Strumenti permette di decidere quali barre visualizzare, di andare a una certa pagina (di muoversi avanti e indietro tra le pagine visualizzate, di tornare alla home page o di andare a una pagina specifica già visualizzata), di interrompere lo scaricamento della pagina o di aggiornare la pagina corrente, di variare la dimensione dei caratteri e la codifica utilizzata (per vedere pagine che usano altri caratteri, come pagine in giapponese o arabo), di vedere il codice HTML della pagina corrente e di vedere la pagina a schermo intero; permette di definire un segnalibro (bookmark) per una pagina, di organizzare i bookmark e di utilizzare i bookmark già definiti; permette principalmente di cancellare la cronologia delle esplorazioni, di gestire le impostazioni di sicurezza (blocco popup e filtro antiphishing), di gestire i componenti aggiuntivi, di gestire i feed, e Figura 2.5 Il menu Strumenti di modificare le impostazioni del browser. la barra dei comandi che presenta i pulsanti Home (torna alla home page), Feed (per la gestione dei feed), Stampa (stampa la pagina), Pagina (mette a disposizione i comandi Taglia, Copia e Incolla, permette di salvare la pagina, di modificare le dimensioni e di visualizzare il codice HTML) e Strumenti (che più o meno corrisponde al menu Strumenti). Figura 2.6 Il pulsante Strumenti e il pulsante Pagina l area di visualizzazione della pagina; nell area di visualizzazione possono essere presenti più schede se si utilizza la navigazione a schede (tabbed browsing). Per aprire una nuova scheda basta fare clic sul pulsante Nuova scheda a destra dell ultima scheda aperta; per aprire un collegamento in una nuova scheda basta tenere premuto CTRL mentre si fa clic sul collegamento. Le schede si possono riordinare, trascinandole nella nuova posizione. Il pulsante Selezione rapida schede (icona a sinistra della prima scheda) permette di ottenere in un unica pagina una miniatura (thumbnail) del contenuto di tutte le schede aperte (con la dimensione adattata in base al numero di schede). Le schede possono essere raggruppate e salvate in categorie in modo da poter aprire in un colpo solo più pagine contemporaneamente. Figura 2.7 Impostazioni navigazione a schede

28 Capitolo 2: Web e FTP 17 L esplorazione a schede può essere disattivata da Strumenti, Opzioni Internet, scheda Generale, facendo clic su Impostazioni nella sezione Schede e deselezionando la casella Attiva esplorazione a schede (bisogna chiudere e riaprire Internet Explorer). L area di visualizzazione della pagina può essere divisa in due colonne se si apre una delle barre Preferiti, Cronologia o Feed. Nota la barra di stato con informazioni sulla pagina corrente e lo stato del browser; è organizzata in sezioni che presentano informazioni di tipo diverso. La sezione a sinistra mostra l URL relativo al collegamento su cui è posizionato il puntatore e, durante lo scaricamento, evidenzia le operazioni eseguite e lo stato di progresso dell operazione. La sezione centrale è divisa in riquadri che contengono indicatori sullo stato di alcune operazioni, per esempio per il controllo antiphishing o la privacy. La sezione a destra indica l area di protezione a cui appartiene la pagina (Risorse del computer se la pagina si trova sul proprio computer o Internet, Intranet locale, Siti attendibili e Siti con restrizioni; all inizio tutti i siti appartengono a Internet o Intranet locale; si può assegnare un sito a un area di protezione da Strumenti, Opzioni Internet, scheda Protezione, selezionando un area e facendo clic sul pulsante Siti; ad ogni area è associato un livello di protezione (rispettivamente per le quattro aree Media, Medio-bassa, Bassa, Alta) che si può personalizzare. All estrema destra c è un pulsante che permette di effettuare uno zoom della pagina. Per avere a disposizione una maggior area di visualizzazione si può visualizzare la pagina a schermo intero premendo F11 o usando la voce di menu Visualizza, Schermo intero. Per tornare alla visualizzazione normale basta premere di nuovo F11. Nota PERSONALIZZAZIONI Si può personalizzare Internet Explorer scegliendo i colori da usare nelle pagine per il testo, lo sfondo e i collegamenti da Strumenti, Opzioni Internet, scheda Generale, pulsante Colori; queste impostazioni influenzano solo le pagine che non specificano le proprie impostazioni; perché vengano usate sempre, si può fare clic sul pulsante Accesso facilitato sulla stessa scheda e selezionare la casella Ignora i colori specificati sulle pagine Web. Per il testo non formattato si può selezionare la dimensione del carattere, tra quelle disponibili, col pulsante Caratteri (sempre sulla scheda Generale); per usare sempre queste impostazioni, ignorando quelle specificate sulle pagine, si può fare clic sul pulsante Accesso facilitato e selezionare la casella Ignora gli stili dei caratteri sulle pagine Web, e/o Ignora le dimensioni dei caratteri specificati sulle pagine Web. Per modificare la dimensione del carattere nella visualizzazione di una pagina si può usare il comando Visualizza, Dimensioni testo. Per rendere più veloce la navigazione si può disattivare la visualizzazione delle immagini e di altri elementi multimediali da Strumenti, Opzioni Internet, scheda Avanzate. Le immagini vengono sostituite da un icona. Successivamente, per vedere le immagini di una pagina, si possono modificare le impostazioni e ricaricare la pagina, o fare clic destro sull icona di una immagine e scegliere Mostra immagine. Internet Explorer offre supporto a molte tecnologie recenti, come fogli stile CSS, script JavaScript e VBScript, controlli ActiveX e XML. Il supporto a Java è stato eliminato dalla versione 6. Nota Alcune di queste tecnologie sono potenzialmente pericolose perché potrebbero permettere a malintenzionati di eseguire operazioni dannose (come diffondere virus).

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL è una tecnica di trasmissione dati che permette l accesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano Internet e il Web 1 Internet Internet è un insieme di reti informatiche collegate tra loro in tutto il mondo. Tramite una

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%.

Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. Il traffico sul Web si moltiplica in maniera impressionante a un tasso annuale superiore al 300%. La capacità di una rete, ovvero il volume di traffico che è in grado di trasmettere, dipende dalla larghezza

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera Internet Presentato da N. Her(d)man & Picci Fabrizia Scorzoni Illustrazioni di Valentina Bandera Titolo: Internet Autore: Fabrizia Scorzoni Illustrazioni: Valentina Bandera Self-publishing Prima edizione

Dettagli

Piccolo vocabolario del Modulo 7

Piccolo vocabolario del Modulo 7 Piccolo vocabolario del Modulo 7 Cosa è Internet? Internet è una grossa rete di calcolatori, ossia un insieme di cavi e altri dispositivi che collegano tra loro un numero enorme di elaboratori di vario

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4)

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Prof. Valerio Vaglio Gallipoli Rielaborazione e integrazione: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio Rete di computer E un insieme

Dettagli

Reti informatiche 08/03/2005

Reti informatiche 08/03/2005 Reti informatiche LAN, WAN Le reti per la trasmissione dei dati RETI LOCALI LAN - LOCAL AREA NETWORK RETI GEOGRAFICHE WAN - WIDE AREA NETWORK MAN (Metropolitan Area Network) Le reti per la trasmissione

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA. Prof. Patti Giuseppe

Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA. Prof. Patti Giuseppe Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA Prof. Patti Giuseppe SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA INTERNET Internet in pratica è una rete vastissima, costituita dall interconnessione

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5. Cos è Internet

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5. Cos è Internet G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5 Cos è Internet Che cosa è Internet ormai è noto a tutti. Internet è la rete a livello mondiale che mette a disposizione degli utenti collegati informazioni, file,

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 Copyright 2010 The European Computer Driving Licence Foundation Ltd. Tutti I diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari INTERNET Internet, cioè la rete di interconnessione tra calcolatori, è uno dei pochi prodotti positivi della guerra fredda. A metà degli anni sessanta il Dipartimento della difesa USA finanziò lo studio

Dettagli

Le reti e Internet. Corso di Archivistica e gestione documentale. Perché Internet? Non è tutto oro quello che luccica. Definizione di rete

Le reti e Internet. Corso di Archivistica e gestione documentale. Perché Internet? Non è tutto oro quello che luccica. Definizione di rete Corso di Archivistica e gestione documentale Prima Parte - Area Informatica Le reti e Internet Lezione 2 Internet Abbatte le barriere geografiche È veloce Ha costi contenuti È libero È semplice da usare

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE

INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Università del Tempo Libero Caravaggio INTERNET PER INIZIARE PRIMA PARTE Prof. Roberto Foglia roberto.fogl@tiscali.it 21 gennaio 2016 COS È INTERNET È una rete di composta da migliaia di reti di computer

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1 INTERNET EXPLORER Saro Alioto 1 INTERNET 1960 Nasce con il nome ARPANET per volontà del Dipartimento della Difesa Statunitense, collegando quattro computer, tre in California ed uno in Utah. 1970 Altri

Dettagli

Unitre Pavia a.a. 2015-2016

Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Navigare in Internet (Storia e introduzione generale) (Prima lezione) Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto ci vuole un computer. (Legge di Murphy - Quinta legge dell'inattendibilità)

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

Internet. La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982)

Internet. La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982) Internet La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982) ARPAnet: Advanced Research Project Agency Network Creata per i militari ma usata dai ricercatori. Fase 1 300 250 200 150 100

Dettagli

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 1 Internet è una rete che collega centinaia di milioni di computer in tutto il mondo 2 Le connessioni sono dei tipi più disparati;

Dettagli

Corso Astra 2005 Ecipa Umbria Conoscere e utilizzare internet. Docente: Luca Arcese

Corso Astra 2005 Ecipa Umbria Conoscere e utilizzare internet. Docente: Luca Arcese Corso Astra 2005 Ecipa Umbria Conoscere e utilizzare internet Docente: Luca Arcese LA RETE E il collegamento tra due o più computer in modo da rendere possibile lo scambio di informazioni e la condivisione

Dettagli

Anno 2011/2012 Syllabus 5.0

Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 7 Lezione 1: Reti informatiche Navigazione in rete Sicurezza in rete Uso del browser Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Al giorno d oggi, la quasi totalità dei computer

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Internet!2 Introduzione Internet è una rete di calcolatori che collega elaboratori situati

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Reti di Calcolatori Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Principi

Dettagli

Internet Terminologia essenziale

Internet Terminologia essenziale Internet Terminologia essenziale Che cos è Internet? Internet = grande insieme di reti di computer collegate tra loro. Rete di calcolatori = insieme di computer collegati tra loro, tramite cavo UTP cavo

Dettagli

Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri

Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri La rete internet, inizialmente, era concepita come strumento di ricerca di informazioni. L utente esercitava un ruolo passivo. Non interagiva con le pagine web

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

Sommario. Copyright 2008 Apogeo

Sommario. Copyright 2008 Apogeo Sommario Prefazione xix Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione 1 1.1 Fondamenti 3 Algoritmi...3 Diagramma di flusso...4 Progettare algoritmi non numerici...5 Progettare algoritmi

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

TEST DI RETI. 2. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema decimale? 1000.250.3000.0 300.120.120.0 10.20.30.40 130.128.

TEST DI RETI. 2. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema decimale? 1000.250.3000.0 300.120.120.0 10.20.30.40 130.128. TEST DI RETI 1. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema binario? 1000.0110.1000.1001 001010.101111.101010.101010 12312312.33344455.33236547.11111111 00000000.00001111.11110000.11111111

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Reti di calcolatori Rete = sistema di collegamento tra vari calcolatori che consente lo scambio di dati e la cooperazione Ogni calcolatore e un nodo, con un suo indirizzo di rete Storia:

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti Capitolo 3 Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Internet Explorer e Outlook Express)

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Internet Explorer e Outlook Express) Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Internet Explorer e Outlook Express) Ricordarsi di utilizzare, dove possibile, i diversi tipi di tecniche per svolgere i compiti richiesti: 1. comandi

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA

CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA Programma basato su quello necessario per superare il corrispondente esame per la patente europea (modulo 7) Internet Concetti e termini Capire cosa è Internet

Dettagli

Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET

Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET Modulo 1 - Concetti di base della IT 3 parte Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET Modulo 1 - Concetti di base della IT 3 parte Tipologie di reti Argomenti Trattati Rete INTERNET:

Dettagli

La rete internet e il WEB

La rete internet e il WEB C.so Integrato di statistica, e analisi dei dati sperimentali prof Carlo Meneghini Dip. di Fisica E. Amaldi via della Vasca Navale 84 meneghini@fis.uniroma3.it tel.: 06 57337217 http://www.fis.uniroma3.it/~meneghini

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. WebEditing. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. WebEditing. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WebEditing Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard WebEditing. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI 1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET: RETE ARPANET:collegava computer geograficamente distanti per esigenze MILITARI, poi l uso venne esteso alle UNIVERSITA ed in seguitoatuttiglialtri.

Dettagli

Sommario della Lezione. Internet

Sommario della Lezione. Internet Sommario della Lezione Internet 2 Internet Internet è una rete geografica che collega migliaia di reti locali sparse in tutto il mondo secondo una architettura client/server. Si avvale di tecnologie che

Dettagli

Internet. Navigare per cercare.

Internet. Navigare per cercare. Internet Navigare per cercare. Internet La parola internet deriva dalla fusione delle parole INTERCONNETTED NETWORKS e vuol dire un enorme rete di computer sparsi in tutto il mondo, collegati fra di loro

Dettagli

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Firefox e Thunderbird Windows e Linux)

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Firefox e Thunderbird Windows e Linux) Modulo 7 Navigazione web e comunicazione (Syllabus 5.0 Firefox e Thunderbird Windows e Linux) I comandi dei due programmi sono quasi del tutto identici nelle due versioni (Windows e Linux). Le poche differenze,

Dettagli

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità Ipertesto Reti e Web Ipertestualità e multimedialità Ipertesto: documento elettronico costituito da diverse parti: nodi parti collegate tra loro: collegamenti Navigazione: percorso tra diversi blocchi

Dettagli

7 Internet e Posta elettronica II

7 Internet e Posta elettronica II Corso di informatica avanzato 7 Internet e Posta elettronica II 1. Impostare la pagina iniziale 2. Cookie, file temporanei e cronologia 3. Salvataggio di pagine web. Copia e incolla. 4. Trasferimento file

Dettagli

Introduzione all uso di Internet. Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it

Introduzione all uso di Internet. Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it Introduzione all uso di Internet Ing. Alfredo Garro garro@si.deis.unical.it TIPI DI RETI ( dal punto di vista della loro estensione) Rete locale (LAN - Local Area Network): collega due o piu computer in

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni Reti di Calcolatori Il Livello delle Applicazioni Il DNS Gli indirizzi IP sono in formato numerico: sono difficili da ricordare; Ricordare delle stringhe di testo è sicuramente molto più semplice; Il Domain

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Scheda abbinata al volume di Mario R. Storchi "ECDL più" Edizioni Manna

Scheda abbinata al volume di Mario R. Storchi ECDL più Edizioni Manna Modulo 2 Esercitazione n 1 1. Apri il programma Internet Explorer. 2. Collegati ad Internet ed apri la home page del sito www.wikipedia.org 3. Cambia la pagina iniziale di Internet Explorer cliccando prima

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Dalle reti a e Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Dalle reti a Outline 1 Dalle reti a Dalle reti a Le reti Quando possiamo parlare di rete di calcolatori? Quando abbiamo

Dettagli

Reti Informatiche Internet Explorer e Outlook Express

Reti Informatiche Internet Explorer e Outlook Express Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 7 Anno 2007 / 2008 Versione Syllabus 4 Reti Informatiche Internet Explorer e Outlook Express Lezione 1 di 2 La rete Internet Il Browser e la Navigazione Usare

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Pagina I EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Il seguente Syllabus è relativo 7, Navigazione web e comunicazione, e fornisce i fondamenti per

Dettagli

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab HTML SITI WEB FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab INTERNET Generalmente Internet è definita la rete delle

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo 1 I Principali Servizi del Protocollo Applicativo Servizi offerti In questa lezione verranno esaminati i seguenti servizi: FTP DNS HTTP 2 3 File Transfer Protocol Il trasferimento di file consente la trasmissione

Dettagli

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 Sommario MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 UD 1.1 Algoritmo, 3 L algoritmo, 4 Diagramma di flusso, 4 Progettare algoritmi non numerici, 5 Progettare algoritmi numerici, 5

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

Reti e Internet: introduzione

Reti e Internet: introduzione Facoltà di Medicina UNIFG Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo Reti e Internet: introduzione c.gallo@unifg.it Reti e Internet: argomenti Tipologie di reti Rete INTERNET: Cenni storici e architettura

Dettagli

Come funziona il WWW. Architettura client-server. Web: client-server. Il protocollo

Come funziona il WWW. Architettura client-server. Web: client-server. Il protocollo Come funziona il WWW Il funzionamento del World Wide Web non differisce molto da quello delle altre applicazioni Internet Anche in questo caso il sistema si basa su una interazione tra un computer client

Dettagli

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express CAPITOLO VI Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express 45 46 INTERNET INTERNET è un collegamento in tempo reale tra i computer

Dettagli

Corso di Informatica Generale a.a. 2001-2002 INTERNET

Corso di Informatica Generale a.a. 2001-2002 INTERNET Corso di Informatica Generale a.a. 2001-2002 INTERNET Che cos è Internet E l insieme di tutte le reti IP interconnesse, cioè le diverse migliaia di reti di computer locali, regionali, internazionali interconnesse

Dettagli

Indice PARTE PRIMA L INIZIO 1

Indice PARTE PRIMA L INIZIO 1 Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA L INIZIO 1 Capitolo 1 Esplorare il World Wide Web 3 1.1 Come funziona il World Wide Web 3 1.2 Browser Web 10 1.3 Server Web 14 1.4 Uniform Resource Locators 15 1.5

Dettagli

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento Obiettivi Unità C2 Internet: la rete delle reti Conoscere le principali caratteristiche di Internet Conoscere le caratteristiche dei protocolli di comunicazione Saper analizzare la struttura di un URL

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 7, Navigazione web e comunicazione, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo.

Dettagli

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Lezione 8 Il networking Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Classificazione delle reti Ampiezza Local Area Network Metropolitan Area Networ Wide Area Network Proprieta' Reti aperte e reti chiuse Topologia

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo.

test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo. 0RGXOR±1DYLJD]LRQHZHEHFRPXQLFD]LRQH Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 7, 1DYLJD]LRQHZHEHFRPXQLFD]LRQH, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo. 6FRSLGHOPRGXOR

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Fluency Il funzionamento delle reti Capitolo 2 Comunicazione nel tempo Sincrona mittente e destinatario attivi contemporaneamente Asincrona invio e ricezione in momenti diversi Quanti comunicano Broadcast

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Servizi di Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Sicurezza su Sicurezza della La Globale La rete è inerentemente

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

Client - Server. Client Web: il BROWSER

Client - Server. Client Web: il BROWSER Client - Server Client Web: il BROWSER Il client Web è un applicazione software che svolge il ruolo di interfaccia fra l utente ed il WWW, mascherando la complessità di Internet. Funzioni principali Inviare

Dettagli

Internet: architettura e servizi

Internet: architettura e servizi Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Corso di Informatica - II anno Prof. Crescenzio Gallo Internet: architettura e servizi c.gallo@unifg.it Internet: argomenti n Modalità di collegamento

Dettagli