IL SALTO DI QUALITà DEI NUMERI UNO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL SALTO DI QUALITà DEI NUMERI UNO"

Transcript

1 MARINA CAPIZZI ULDERICO CAPUCCI IL SALTO DI QUALITà DEI NUMERI UNO Leadership degli scopi, valore e modelli di management in un indagine sul ruolo dei capi d azienda italiani all epoca della crisi

2 Marina Capizzi Ulderico Capucci IL SALTO DI QUALITÀ DEI NUMERI UNO Leadership degli scopi, valore e modelli di management in un indagine sul ruolo dei capi d azienda italiani all epoca della crisi Prefazione di Alberto Meomartini

3 Sommario 7 Prefazione di Alberto Meomartini 11 Introduzione 12 Perché AltaQuota 15 I temi e le modalità dell indagine 16 Ringraziamenti Un sistema di coerenze 22 La leadership degli scopi 25 Il valore 28 Il business model: il modo di competere 32 Il management model: il modo di guidare 35 L operational model: il modo di gestire l organizzazione 38 Prima di procedere Mai più come prima: il nuovo scenario 42 La caduta della quantità 46 La sfida della semplicità 48 La perdita di distintività dei prodotti e dei servizi 50 L aumento dell incertezza e la crisi della pianificazione 52 Fare sistema in uno scenario sempre più globalizzato Innovare il modo di competere 55 Dal volume al valore: fare profitti generando benefici materiali e immateriali 61 Dal far meglio al fare diverso: differenziarsi 70 Dal conflitto degli interessi alla convergenza degli scopi: fare sistema

4 6 Sommario Dalla leadership sul business alla leadership sulle persone e viceversa 85 Dal consenso al pensiero comune: innovare la mappa mentale e costruire un pensiero forte sul business 93 Dal leader alla funzione di guida : allineare il team di vertice 101 Dal comando al governo: mobilitare le persone per fare agire la value proposition Tradurre il modello di guida in execution 120 Dal dire al fare: presidiare l execution 124 Dal profitto al patrimonio: innovare le metriche 135 Da funzione a processo: passare dall obiettivo allo scopo 143 Conclusioni 147 Bibliografia

5 Prefazione In un momento di grande difficoltà come quella che stiamo attraversando, colpiscono la vivacità e la sincerità con la quale i numeri uno coinvolti nell indagine AltaQuota condotta da GSO Company in collaborazione con Assolombarda, Il Sole 24 ORE e Aseri si sono messi in gioco, raccontandosi. Dagli stralci delle interviste ai capi delle aziende emergono realtà variegate racconti di aziende di dimensioni diverse, anche multinazionali, operanti in settori manifatturieri differenti e, allo stesso tempo, una convergenza su temi che non possono essere più rimandati. L indagine presentata in questo libro è tra le più interessanti degli ultimi anni, ed è complementare a una ricerca condotta dall Osservatorio Assolombarda Bocconi su 60 imprese capaci di andare oltre la crisi. 1 Perché nello stesso settore alcune aziende vanno bene e altre invece lottano con la crisi rischiando di non superare le difficoltà dell epoca che stiamo vivendo? Nel libro i capi delle aziende si confrontano a distanza sui temi della competitività. L elenco dei temi rilevanti emersi dall indagine è veramente molto interessante. Sono temi di cultura manageriale che hanno un valore per il sistema delle imprese, ma anche per il sistema sociale e per le singole persone. Alla discontinuità economica deve corrispondere una discontinuità di comportamento. La percezione degli intervistati converge, infatti, verso l assoluta 1 Imprese oltre la crisi. I percorsi strategici delle imprese milanesi: sessanta casi a confronto, Osservatorio Assolombarda Bocconi, 2011.

6 8 Prefazione necessità di un cambiamento. Un cambiamento che non può essere superficiale: innovare IN MODO NUOVO! è indispensabile per uscire dalla crisi. Questa è una sfida innanzitutto ai modi di pensare consolidati che spesso ci portano a ragionare in una prospettiva di breve termine (con tutti gli effetti negativi che conosciamo e che stiamo ancora pagando), a enfatizzare gli interessi particolari perdendo di vista le grandi opportunità comuni (che, invece, se coltivate, aumentano la nostra possibilità di competere soprattutto per cogliere i nuovi trend e per penetrare nei nuovi mercati), a dare spazio alla cultura degli alibi (anziché al coraggio e al desiderio di costruire nuovi modi di fare impresa). L unico beneficio della crisi è che ha riportato di moda il pensiero. Dobbiamo capire che non basta più fare come gli altri o come abbiamo sempre fatto, ma è necessario fare innovazione e sviluppo insieme agli altri. Questo richiede la costruzione di reti che contribuiscano anche allo sviluppo complessivo del sistema paese, oltre che del sistema industriale. L associazionismo industriale oggi punta principalmente a essere partner nello sviluppo. Questo è particolarmente importante in un paese come l Italia, il cui modello di sviluppo industriale è costituito da imprese che siamo abituati a definire medie, ma che in realtà, rispetto agli standard europei, sono per lo più piccole imprese. In questo scenario, per superare la crisi e recuperare competitività è necessario superare il perimetro fisico dell azienda e costruire reti, facendo leva sull aggregazione, sulla ricerca di sinergie, sulle economie di scala. Assolombarda sta collaborando a questo obiettivo, costruendo una rete di imprese. Abbiamo realizzato un primo network, il Green Economy Network, una rete di imprese del settore dell economia sostenibile (nei suoi vari aspetti, dal manifatturiero, alla ricerca, ai servizi). Si tratta di un iniziativa ormai condivisa sia dalle imprese sia dagli enti pubblici. Ogni azienda ha bisogno di integrare le proprie competenze, ma ciò che l indagine ci dice con forza è che integrarle a livello di singola azienda non basta più. La necessità di integrazione, come elemento di competitività, deve essere spostata a un livello più alto, tra le imprese e a livello della società.

7 Prefazione 9 La comunità economica cresce se sa creare una comunità. Non c è vera crescita economica se non c è anche crescita delle competenze delle persone. La competitività delle aziende, la loro capacità di fare la differenza è legata alla competitività delle persone, alla loro capacità di fare la differenza. Noi dedichiamo moltissimi sforzi alla formazione, puntando sempre di più sulle competenze come tema principale nelle collaborazioni con il sistema educativo: lavoriamo con tutte le università e con gli istituti tecnici attraverso gli osservatori. Per noi la collaborazione con il sistema educativo è strategica. Perché facciamo questo? Facciamo quello che, ad esempio, ha reso grande Milano. Perché Milano è stata fatta da imprenditori che nel secolo scorso hanno pensato che fare grande la propria azienda volesse dire fare grande anche la società. E quindi hanno creato l Istituto Feltrinelli, la Scuola Umanitaria, eccetera. Un establishment che ha ritenuto di dover creare sistemi formativi mentre creava la propria impresa. E i risultati di questi investimenti costituiscono un grande patrimonio anche oggi, ed è la stessa ragione per la quale le multinazionali, molto presenti nell indagine AltaQuota, restano in Italia nonostante tutti i problemi che devono superare (a partire dalla burocrazia). Un capitale umano come quello italiano, infatti, non si trova facilmente in altri paesi. Il territorio milanese, ad esempio, presenta un alta presenza di risorse high skilled per l elevato livello di scolarità dei lavoratori (a Milano abbiamo la più alta percentuale di laureati che ci sia in Italia), e c è un ampia e qualificata partecipazione femminile, anche grazie al part-time. Ma in generale, parlando dell Italia, i nostri tecnici, i nostri operai, i nostri ingegneri, i nostri ricercatori godono di grandissima considerazione e opportunità all estero. Il grande problema dell Italia non è la carenza di eccellenze e qualità, ma è l enorme difficoltà a convogliarle in progetti di crescita di sistema. Non basta che ogni parte faccia bene il suo compito: il vero progetto di crescita non può che essere comune. Chi siede in posizioni apicali, oggi, deve essere capace di creare relazioni vantaggiose per le imprese e anche per il bene comune. Questo anche per perseguire il proprio bene. Deve essere capace di innovare, sfidando le abitudini e assumendosene i rischi; deve saper

8 10 Prefazione generare nuove idee e trasformarle in risultati agendo da stimolo al miglioramento. Servono alle imprese e al paese leader che sappiano dare concretezza a un modo nuovo di fare impresa e stare sul mercato. In altre parole, oggi può chiamarsi numero uno chi si dimostra in grado di essere attore del cambiamento. AltaQuota è una bella sintesi. Se non hai la passione e la voglia di andare in alto rischi di non andare da nessuna parte. E per chi ha quella passione e quella voglia, la parte più difficile comincia adesso. Alberto Meomartini Presidente Assolombarda

9 Introduzione Questo libro nasce da una serie di conversazioni, condotte nell arco di quasi un anno, con cinquanta capi di azienda italiani intorno al rapporto tra leadership e competitività, in un mondo che sta profondamente cambiando. L idea dell indagine AltaQuota è nata in GSO Company dal dialogo e dal confronto di un gruppo di professionisti, dalla loro esperienza e dalle loro osservazioni all interno di un articolata rete di aziende di fronte alla profondità dei cambiamenti in atto nello scenario economico e sociale. Solo per citarne alcuni, che sono sotto gli occhi di tutti: l innovazione tecnologica, la sua esasperata e sorprendente velocità, i suoi effetti sulla dematerializzazione, sul networking, sulla diffusione della conoscenza, sui modelli di comportamento. La globalizzazione, che copre progressivamente i mercati, le transazioni, la circolazione delle merci, delle persone, delle idee, degli stili di vita. La contrazione dei consumi, la saturazione dei mercati, lo squilibrio progressivo tra capacità produttiva e assorbimento dei mercati; la contrazione dei margini, lo squilibrio tra bisogni e risorse, la guerra dei prezzi. L avvento della finanza, il suo impatto con l economia. Il profondo mutamento delle egemonie e del potere economico del mondo. I problemi ambientali, la carenza delle fonti energetiche, l inquinamento, il riscaldamento della terra, la progressiva dinamica di foreste, ghiacciai, deserti; il problema dell acqua. E l elenco potrebbe continuare. A fronte di questo gigantesco cambiamento la domanda che ci siamo posti, quali consulenti di direzione ed executive coach, è stata: qual è l impatto di questa trasformazione sul modello di gestione

10 12 Introduzione delle aziende? Il nuovo scenario, tuttora in evoluzione, richiede un nuovo modo di ragionare a coloro che oggi guidano le aziende? Esiste, infatti, una stretta correlazione tra condizioni ambientali e modelli di gestione del business e dell organizzazione, una correlazione che ha espresso nel tempo diversi modelli di impresa. Ma questo scenario in profondo mutamento sta esprimendo un modello di management altrettanto chiaro e adeguato alle sfide? Operando all interno di molte realtà aziendali percepiamo tra i manager una grande incertezza, generata dalla caduta di punti di riferimento e di prassi comuni condivise in passato. Contemporaneamente, rileviamo la persistenza di stereotipi che non aiutano la qualità e la nitidezza della visione, anche a causa dell uso (e dell abuso) di parole nuove per ridefinire concetti vecchi e della presenza di idee nuove interpretate con schemi vecchi. Infine, si continuano a evidenziare importanti incoerenze. Tutti affermano che le risorse umane sono strategiche, ma nei piani industriali le persone sembrano rappresentare principalmente un organico e un costo. Tutti sostengono a parole la centralità del cliente, ma nei sistemi d incentivazione commerciale continua a essere prioritario il fatturato. Insomma, ci è sembrato che ci fosse una buona dose di confusione, certamente accompagnata da una diffusa domanda di cambiamento in atto anche nel paese. Così è nata l idea di condurre questa indagine, per comprendere meglio quali siano le sfide di cambiamento per coloro che oggi stanno ai vertici delle organizzazioni. Sfide professionali collegate al governo dell azienda in un contesto economico e sociale in profondo mutamento, e sfide personali legate all efficacia dell esercizio della propria leadership. Perché AltaQuota L ambiente complesso e ostile dell alta quota ci è parso metafora particolarmente pertinente e ricca, nei suoi molteplici significati, per descrivere il contesto nel quale opera chi oggi è chiamato a governare le imprese. Lo spunto ci è venuto dall affascinante incontro con l amico Giovanni Camandona, una giovane guida alpina valdostana, che è stato

11 Introduzione 13 il più giovane alpinista a raggiungere il K2, la più difficile vetta del mondo. La metafora è stata poi confermata dal fascino di un secondo incontro. Alberto Piantoni, amministratore delegato di Missoni con l hobby dell alpinismo, protagonista di un successo aziendale straordinario per la sua focalizzazione controcorrente sul made in Italy, ci ha raccontato la sua esperienza di scalata dell Everest. 1 Da questo racconto sono emersi elementi significativi che ci sembra rappresentino molto bene le sfide con le quali si deve misurare chi guida le aziende oggi. In alta quota, innanzitutto, è fondamentale avere la consapevolezza esatta delle tue risorse: se ti sopravvaluti e sbagli, paghi di persona, e rischi di pagare un prezzo molto alto. Se però ti sottovaluti, non farai mai nulla. C è sempre una scusa per non scalare una parete: la consapevolezza delle proprie capacità è la molla che porta ad alzare sempre un po la propria asticella. Per andare in alta quota, inoltre si deve capitalizzare ogni conoscenza pregressa. Le competenze che servono sono tante (tecniche, metereologiche, alimentari, ecc.): sono distribuite nella squadra ma sono anche quelle di chi ti ha preceduto. Chi sale agli metri, lascia sempre traccia di ogni esperienza, conoscenza e supporto per chi, sconosciuto, verrà dopo. Ma il fascino sta anche nel fare una via nuova per individuare la quale, prosegue Piantoni, occorre grande visione: non c è nessun precedente, non ci sono relazioni da consultare, non c è nessuno che abbia mai provato. Non c è nemmeno un metodo. La via nuova deve essere logica e ha anche una componente estetica: vedi una bella cresta e ti sembra di poterla percorrere. Cesare Maestri, alpinista e scrittore, la faceva a goccia, perfettamente verticale. In alta quota sono presenti tutte le componenti di un modello di management. Qui è fondamentale la chiarezza della meta, e l obiettivo deve essere raggiungibile dal punto di vista tecnico e organizzativo. Una molteplice gamma di variabili è da mantenere sotto controllo: tecnologiche, economiche, organizzative, operative, relazionali, fisiche, politiche ecc. Il livello di rischio è elevato e il tempo di risposta agli eventi è ristrettissimo. Per questo l itinerario 1 L intervista di Marina Capizzi e Ulderico Capucci, Una montagna da scalare è stata pubblicata su Direzione del Personale, 162, settembre 2012.

12 14 Introduzione va studiato a fondo prima, compresi i punti di ritirata in caso di necessità: bisogna sempre avere una exit strategy. Così come vanno studiate a fondo le condizioni di contorno, ad esempio la situazione ambientale: nel caso dell azienda il paragone è con la conoscenza del mercato. Sia prima sia durante la spedizione sono necessarie organizzazione, programmazione, preparazione. Ci sono dettagli che fanno la differenza tra vivere e morire. Ad esempio gli strumenti, la loro qualità e manutenzione. Poi è fondamentle gestire le persone, che non sono mentalmente e psicologicamente al 100% a causa delle condizioni ambientali, e saper sincronizzare le varie squadre. Non si può fare a meno dell integrazione e della fiducia nelle capacità degli altri. Il rispetto delle regole deve essere costante, il codice etico universale. In alta quota, in sintesi, devi gestire insieme il coraggio e la paura, la prudenza e la sfida, il governo e l ascolto. Devi osare e devi saper rinunciare. È importante salire, ma il rischio maggiore è nello scendere. Bisogna tener presente che quando sei arrivato in cima, poi devi anche scendere: una scalata non finisce quando arrivi in vetta, ma quando sei tornato a casa sano e salvo, e sei nel tuo letto. Bisogna imparare a scendere in sicurezza e subito dopo attrezzarsi per un altra salita. Così, anche nel business non ci sono solo periodi di salita: a tutti fa piacere salire e stare in cima, nel momento del successo e della massima soddisfazione, ma ricordiamoci che in alta quota non puoi restare in vetta per più di due giorni perché non si sopravvive. Ci sono anche periodi di discesa. E d altra parte, è vero che oggi c è la crisi, ma finirà. E allora bisognerà progettare un nuovo periodo di salita. La metafora dell alta quota è affascinante, intensa, palpabile e colpisce tutto quanto di razionale ed emozionale c è dentro di noi. È un ambiente che sfida la lucidità del pensiero, l efficacia dell azione, la tenuta dei rapporti. Per questo l alta quota ci è sembrata la metafora più esemplare di un modello professionale e personale di comportamento in cui razionalità ed etica convivono e si confondono ma sempre con una grande consapevolezza della meta. Così abbiamo ambiziosamente osato titolare la nostra indagine AltaQuota. Facendo riferimento a un ambiente estremo che solo l ambizio-

13 Introduzione 15 ne e l umiltà, la solitudine e la fiducia, l eccellenza individuale e la valorizzazione delle competenze altrui, presenti e passate, hanno saputo conquistare. I temi e le modalità dell indagine L indagine è stata condotta tra settembre 2011 e maggio 2012, in collaborazione con Assolombarda, Il Sole 24 Ore e Aseri (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell Università Cattolica di Milano), e ha coinvolto cinquanta capi di azienda: presidenti, amministratori delegati e direttori generali di aziende nazionali e multinazionali operanti in Italia in venti settori diversi. 2 Verso la fine dell indagine abbiamo coinvolto anche due organizzazioni non aziendali, il Politecnico di Milano e un associazione di categoria, verificando una sostanziale convergenza con le aziende sui problemi, i progetti e le soluzioni. Le organizzazioni interessate costituiscono quindi un panel molto eterogeneo, per natura, per settore, per proprietà. L indagine ha approfondito le seguenti aree: Quali sono le principali criticità dell attuale contesto di business? Che cosa fa la differenza in termini di competitività verso il business, verso le persone e verso l organizzazione? Qual è il ruolo del numero uno e del team di vertice? Gli approcci verso il business, la guida delle persone e dell organizzazione devono cambiare? Se sì, in che modo? È necessario un salto di qualità per il numero uno e per il suo team per governare efficacemente il contesto attuale? Abbiamo utilizzato un intervista qualitativa strutturata di circa tre ore, seguita da un questionario quantitativo che riproduceva le aree di indagine e richiedeva una risposta sia in termini di importanza 2 Associazioni di categoria, agenzie per il lavoro, assicurazioni, automotive, banche, ingegneria e costruzioni, chimica, editoria, energia, farmaceutico, grande distribuzione, logistica, lusso, largo consumo, meccanica, previdenza, servizi commerciali, sistemi di pagamento, telecomunicazioni, università.

14 16 Introduzione per il business sia rispetto al grado di realizzazione del tema in oggetto nella propria azienda. In realtà le interviste sono diventate spesso conversazioni, per le caratteristiche di scambio, di informalità, di narrazione. È emersa una forte voglia di parlare, anche di sé, dei propri vissuti, dei collaboratori, dei concorrenti, dei clienti. È emersa un inaspettata consapevolezza del gap tra intenzioni e azioni; un esplorazione sincera di ciò di cui i numeri uno sono soddisfatti e insoddisfatti. È emersa una voglia di pensare più e meglio di quanto la consolidata prassi dell esercizio del potere e della responsabilità consentono di apprezzare. Da parte nostra ci siamo impegnati a fondo nella qualità dell ascolto. È l impegno che pervade anche questo libro, nel desiderio di far parlare gli intervistati, le loro esperienze, le loro intenzioni, le loro riflessioni ricchissime di stimoli. I risultati dell indagine sono stati presentati in un convegno organizzato in Assolombarda il 28 settembre 2012, dove insieme al più prestigioso contributo istituzionale di Assolombarda, con Antonio Colombo (Direttore Generale) e Alberto Meomartini (Presidente), abbiamo ascoltato le testimonianze dirette di alcuni protagonisti dell indagine. Tutti gli interventi al convegno AltaQuota possono essere visionati all indirizzo Ringraziamenti AltaQuota è una riflessione sui numeri uno fatta insieme ai numeri uno. L autenticità e la disponibilità degli intervistati a confrontarsi sui diversi temi hanno generato la qualità di queste conversazioni. Gli autori desiderano esprimere un sentito ringraziamento ai cinquanta capi delle aziende che hanno partecipato a questa indagine, ben al di là dei formalismi del caso, per la ricchezza, l apertura e la sincerità delle conversazioni, che hanno trasformato un lungo impegno in una arricchita esperienza professionale e personale. Fra i numeri uno che hanno partecipato all indagine, un ricordo particolare va ad Alberto Cappellini, amministratore delegato di

15 Introduzione 17 Seat Pagine Gialle, improvvisamente scomparso nel marzo scorso. Nel condividere con noi le idee e i valori alla base del lavoro di rilancio dell azienda cui si stava dedicando, Cappellini ci ha offerto spunti particolarmente preziosi e originali. Il nostro sentito ringraziamento va anche alle Direzioni del Personale e ai loro staff che hanno seguito con passione questo percorso, diventando spesso esse stesse sponsor dell indagine perché accomunate dal comune scopo di offrire un contributo determinante alla competitività dell impresa. Desideriamo ringraziare i colleghi di GSO Company che hanno condotto insieme a noi le interviste con i Vertici. Le loro riflessioni, i loro consigli, insieme all incoraggiamento e alla vicinanza professionale sono stati per noi di grande aiuto. Un ringraziamento particolare va a Laura Mengoni (Responsabile Area Formazione Scuola Università e Ricerca, Assolombarda), a Maria Cristina Origlia (Coordinatrice editoriale L Impresa, Il Sole 24Ore), a Vittorio Emanuele Parsi (Professore di relazioni internazionali, Università Cattolica Sacro Cuore e Direttore Scientifico di Aseri), a Michele Riva (Consulente editoriale). Marina Capizzi e Ulderico Capucci dicembre 2012

16 Questo libro nasce da una serie di conversazioni con i capi d azienda italiani intorno al rapporto tra leadership e competitività, in un mondo che sta profondamente cambiando. E da una domanda: ai grandi cambiamenti di scenario (tecnologico, sociale, economico, demografico, politico, ambientale), le aziende stanno rispondendo con modelli di management adeguati? I numeri uno hanno accettato la sfida di raccontare, di sé, dei propri vissuti, i collaboratori, i concorrenti, i clienti. Ne è emersa un inaspettata consapevolezza del gap che spesso esiste tra intenzioni e azioni; una disponibilità a esplorare senza stereotipi ciò di cui sono soddisfatti o insoddisfatti; una voglia di pensare più e meglio di quanto la consolidata prassi dell esercizio del potere e della responsabilità consenta di apprezzare. Ne è emersa la certezza di non poter fare impresa mai più come prima e la necessità di un cambio di passo complessivo, dalla proposta di valore ai modelli operativi. Seguendo il filo rosso dell indagine (definita AltaQuota per indicare metaforicamente la complessità dello scenario economico di oggi), ha preso forma un nuovo modello di management, in alcuni casi già attuato, in tutto o in parte, in altri solo auspicato e intravisto. Un nuovo sistema di coerenze che rilegge in maniera originale i temi del valore e della leadership; e richiede, innanzitutto, un vero e proprio salto di qualità dei numeri uno e del team di vertice, presupposto indispensabile per coinvolgere l intera organizzazione nella nuova economia del valore Marina Capizzi, partner di GSO, è consulente di management, risorse umane ed executive coach per le maggiori aziende multinazionali e nazionali. È autrice di numerose pubblicazioni sui team di vertice e lo sviluppo della leadership. Ulderico Capucci, partner di GSO, è consulente di management, di organizzazione, di risorse umane e formazione. È stato presidente AIF (Associazione italiana per la formazione). È autore di numerose pubblicazioni di management. AltaQuota è un indagine qualitativa ideata e condotta da GSO Company in collaborazione con Assolombarda, Il Sole 24 ORE e Aseri (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell Università Cattolica di Milano) che ha coinvolto i numeri uno di aziende nazionali e multinazionali operanti in Italia in venti settori diversi. Dettagli e approfondimenti sono reperibili sul sito di GSO Company ISBN e 21,00

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA IL BISOGNO CHE VOGLIAMO SODDISFARE Accompagnare amministratori e manager delle

Dettagli

Inventa il tuo futuro professionale

Inventa il tuo futuro professionale Inventa il tuo futuro V.le N. Bixio, 2-37126 Verona www.formazione-network.it Tel e Fax 045 8309932 4 INCONTRI CHE TI GUIDANO E SOSTENGONO NEL MOMENTO DEL CAMBIAMENTO E DEL REINVENTARSI PROFESSIONALE Hai

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE SALESFORCE EFFECTIVENESS 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ DISPORRE DI PROCESSI COMMERCIALI PIÙ COMPETITIVI? Realizzare nel tempo una crescita

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico L approccio alle tematiche dello Sviluppo Economico sviluppa la percezione e la consapevolezza di

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 Competenze di coaching per Tutti i Coach 1. Rispettare le linee guida etiche, legali e professionali 2. Stabilire il contratto di coaching e gli obiettivi

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini Assolombarda - Politecnico di Milano - Fondazione Politecnico Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo Dr. Alberto

Dettagli

L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla.

L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla. STRATEGIA, INNOVAZIONE e PROGETTAZIONE tre percorsi per una meta: rendere l impresa più competitiva L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla.

Dettagli

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA).

Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). Una iniziativa di Nasce a Bologna la prima Family Business Academy (FBA). In collaborazione con Un progetto innovativo a supporto delle nuove sfide delle Imprese Familiari: un percorso formativo permanente

Dettagli

Come gestire il cambiamento organizzativo?

Come gestire il cambiamento organizzativo? DAL 1946, CONSULENTI DI DIREZIONE 10133 TORINO CORSO FIUME 2 - Tel.(011) 6604346 6603826 (fax) Email: consulenti@studiobarale.it Come gestire il cambiamento organizzativo? Una breve guida all introduzione

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio CENTRO STUDI Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni Progetto Confetra Lazio: Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio Roma, maggio 2011 PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

CSR: fare Impresa in modo sostenibile in tempi di crisi. Torino, 12 giugno 2012

CSR: fare Impresa in modo sostenibile in tempi di crisi. Torino, 12 giugno 2012 CSR: fare Impresa in modo sostenibile in tempi di crisi Torino, 12 giugno 2012 IL PROGETTO WEB-CAM: LA MAPPA A QUADRANTI E IL PRIMO BILANCIO INTEGRATO ON-LINE IN TEMPO REALE 365 GIORNI ALL'ANNO Modalità

Dettagli

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento.

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Mario Solerio Partner D.O.C. marketing Di cosa parleremo Cosa intendiamo con cambiamento e le relative dinamiche Come comportarsi nei percorsi di cambiamento

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web L angolo del personal coaching Data: 01 Ottobre 2015 Web giovedì 1 ottobre 2015 ESPLORATORI DEL CAMBIAMENTO di Elena MURELLI Come accompagnare se stessi e i propri collaboratori nei processi di trasformazione

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

SEMPLICE MENTE ENERGIA

SEMPLICE MENTE ENERGIA SEMPLICE MENTE ENERGIA NOI SIAMO ENERGIA L affermazione siamo fatti di energia è ormai diventata assunto scientifico. Ed al di là di quanto affermato da scienziati e filosofi, conosciamo molto bene, per

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita Quando la destinazione di un viaggio è la crescita destinazione sviluppo Quando la destinazione di un viaggio è la crescita, il cambiamento della propria organizzazione, anche il viaggiatore più avventuroso

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE

IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE (Sintesi dei dati raccolti da IBAN, con questionario on line, nel periodo 13 gennaio/25 marzo 2010) Variazione % Anno 2009 su 2008 Campione (di cui

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi

Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Il costo d impresa nel non fare relazioni pubbliche in un periodo di crisi Toni Muzi Falconi Methodos SpA New York University Firenze, 17 maggio 2009 Alla fine del secolo scorso lo sviluppo delle nuove

Dettagli

Le Dimensioni della LEADERSHIP

Le Dimensioni della LEADERSHIP Le Dimensioni della LEADERSHIP Profilo leadership, dicembre 2007 Pag. 1 di 5 1. STRATEGIA & DIREZIONE Creare una direzione strategica Definire una strategia chiara e strutturata per la propria area di

Dettagli

NOME AZIENDA. UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE CONTATTI

NOME AZIENDA. UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE CONTATTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA NOME AZIENDA PROFILO AZIENDA PORTE APERTE ALLE IMPRESE 2011 UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE UBI Banca Popolare Commercio e Industria fa parte del

Dettagli

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org JOB RECRUITMENT www.puntoservice.org CHI SIAMO CERCHIAMO Punto Service è operatore leader in Italia nel settore dei servizi alla persona, dedicati in particolare alla terza età ed all infanzia, con un

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

profilo dna team clienti

profilo dna team clienti CONSULENZA Organizzativa e Direzionale MS Consulting è una società di consulenza organizzativa e direzionale che, dal 1985, fornisce servizi legati alla valutazione dell efficienza aziendale e allo sviluppo

Dettagli

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico Facciamo Sicurezza Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico 1 Indice Premessa Finalità e destinatari dell intervento Metodologia

Dettagli

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt)

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) SCHEDA 8 La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) Verona, Italia, 5-9 luglio 2000 LA SFIDA DI VERONA Investire in salute significa promuoverne

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS Congressi: il punto di vista dalle associazioni Le associazioni protagoniste della meeting industry All interno della meeting industry internazionale le associazioni suscitano grande interesse in quanto

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

ORGANIZZARE, PIANIFICARE, COMUNICARE E CRESCERE LO STUDIO PROFESSIONALE

ORGANIZZARE, PIANIFICARE, COMUNICARE E CRESCERE LO STUDIO PROFESSIONALE ORGANIZZARE, PIANIFICARE, COMUNICARE E CRESCERE LO STUDIO PROFESSIONALE 1 Dall ottobre 2013 ACEF promuove nuovi incontri formativi dedicati ai temi trattati dalla Guida IFAC 2 DAL QUESTIONARIO PROPOSTO

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

il contesto INNOVARE PER COMPETERE LE CHIAVI PER AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ www.cfmt.it

il contesto INNOVARE PER COMPETERE LE CHIAVI PER AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ www.cfmt.it il contesto www.cfmt.it Ormai abbiamo capito tutti che questa non è una crisi ma una transizione, sfidante ma al contempo fonte di opportunità. Bisogna però avere coraggio e determinazione. Occorre anticipare

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Il piano formativo fornisce ai partecipanti l occasione di affrontare i temi dell innovazione

Il piano formativo fornisce ai partecipanti l occasione di affrontare i temi dell innovazione Spegea, scuola di management da più di vent anni, è lieta di presentare il piano formativo notalikes notalikes, Innovative Managers Community, progettato per i dirigenti delle aziende del territorio pugliese

Dettagli

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna A r e a F o r m a z i o n e U n a p r o p o s t a f o r m a t i v a p e r i l t e r z o s e t t o r e C o m e f a r e p r o g e t t a z i o n e A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Presentazione dell edizione italiana

Presentazione dell edizione italiana GR_00.qxd:GR_00 19-10-2009 11:59 Pagina v Indice IX XIX Presentazione dell edizione italiana Introduzione 3 1 L imperativo dei servizi e dei rapporti: il management nella concorrenza dei servizi Il ruolo

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni

Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni 1957 1972 1986 2003 Oggi Mauro Guerrini, inizia la sua carriera di pellettiere in una delle più importanti valigerie fiorentine del tempo Insieme ad altri

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Simply. Grow. Together.

Simply. Grow. Together. Simply. Grow. Together. Una storia, un viaggio di imprenditori creativi. Adama tra le società leader a livello internazionale nella fornitura di agrofarmaci. Stiamo progettando un nuovo futuro per la nostra

Dettagli

Consulenza e formazione dal 1967

Consulenza e formazione dal 1967 Consulenza e formazione dal 1967 PROFILO SOCIETARIO CIAgroup è un azienda che da 40 anni opera nella consulenza e formazione manageriale e tecnica. La sua strategia è fare squadra con i clienti e diventare

Dettagli

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno CISALPINA TOURS CISALPINA RESEARCH Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno Cisalpina Research, il nuovo centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE Durata del laboratorio: 1 giornata Partecipanti: max 15 Sede: Milano; MoLI Data: 26 maggio 2011 Docente: Isabella Appolloni Quota di iscrizione: 350,00 + iva a partecipante, per privati 560,00 + iva a

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Introduzione Le attività previste dal WP 7 Knowledge Base, permettono al progetto

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE. Saluti di Benvenuto. Claudio Quintano Rettore Università degli Studi di Napoli Parthenope

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE. Saluti di Benvenuto. Claudio Quintano Rettore Università degli Studi di Napoli Parthenope UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Saluti di Benvenuto Claudio Quintano Rettore Università degli Studi di Napoli Parthenope WOA 2011 XII WORKSHOP DEI DOCENTI E DEI RICERCATORI DI ORGANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Open Data, opportunità per le imprese Ennio Lucarelli Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Prendo spunto da un paragrafo tratto dall Agenda nazionale per la Valorizzazione del Patrimonio

Dettagli

EMBA Executive Master in Business Administration

EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario di Secondo Livello part-time 1 a EDIZIONE OTTOBRE 2015 MARZO 2017 LIUC UNIVERSITÀ CATTANEO La LIUC Università

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO TRENTO 2015/2016 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Natourism, incubatore di imprese del turismo e ambiente nato in provincia di Trento nell ambito

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

La gestione del rischio clinico nell Organizzazione Sanitaria: Approcci, modalità, strumenti e risultati

La gestione del rischio clinico nell Organizzazione Sanitaria: Approcci, modalità, strumenti e risultati La gestione del rischio clinico nell Organizzazione Sanitaria: Approcci, modalità, strumenti e risultati Il caso della Azienda Sanitaria della Valle d Aosta A cura di Clemente Ponzetti, Massimo Farina

Dettagli

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA Il corso si inserisce nell ambito di un percorso formativo dedicato esclusivamente alle donne professioniste, volto a fornire competenze e strumenti comportamentali e organizzativi

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli