MMP. Master Universitario in Management Pubblico. VI edizione da gennaio 2005 a gennaio www. sdabocconi.it

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MMP. Master Universitario in Management Pubblico. VI edizione da gennaio 2005 a gennaio 2006. www. sdabocconi.it"

Transcript

1 MMP Master Universitario in Management Pubblico VI edizione da gennaio 2005 a gennaio 2006 www. sdabocconi.it

2 La SDA è la Scuola di Direzione Aziendale dell Università Bocconi. È un istituzione senza fini di lucro fondata nel 1971, scuola di management leader in Italia e una delle maggiori a livello internazionale. La sua missione è di contribuire al processo di internazionalizzazione e innovazione delle singole aziende e dell intero sistema Paese, per elevare il livello di qualità, per affrontare le nuove sfide del confronto internazionale e facilitare la piena integrazione in Europa. Grazie alla sua attività in Italia e all estero, la SDA è una protagonista essenziale dello sviluppo e della diffusione della cultura manageriale. Gli elevati investimenti destinati all innovazione e allo sviluppo delle conoscenze tramite la ricerca scientifica, la qualità dei propri docenti, le relazioni con il mondo economico e produttivo, l esperienza internazionale, fanno della SDA un partner sensibile e attivo per tutti i soggetti economici e sociali impegnati nello sviluppo italiano, nella promozione dell integrazione sovranazionale, nella ricerca di nuovi e più soddisfacenti equilibri tra aree geoeconomiche a livello mondiale. I suoi interlocutori, in Italia e all estero, spaziano dalle istituzioni governative nazionali e locali alle grandi imprese nazionali, dagli intermediari finanziari alle imprese di servizi, dalle piccole e medie imprese alle amministrazioni pubbliche, dalle associazioni di categoria alle istituzioni non profit. Oggi la SDA, con oltre 550 docenti e ricercatori impegnati nelle varie attività, offre più di 1000 corsi che coinvolgono ogni anno migliaia di partecipanti, dai Master, ai seminari di General Management, ai progetti di formazione disegnati su misura. A tutti gli operatori economici la SDA offre quindi la propria partnership per affiancarli nella formazione e nella crescita verso il futuro.

3 MMP Master Universitario in Management Pubblico STRUTTURA 45 settimane a tempo pieno 480 ore di aula didattica attiva con lavori di gruppo e case studies field project di 14 settimane con stage DURATA da gennaio 2005 a gennaio 2006 DOMANDA Scadenza: di AMMISSIONE 30 novembre 2004 Requisiti: Laurea quadriennale/quinquennale Laurea triennale Diploma universitario triennale (laurea breve) Interesse specifico per il management pubblico COSTO euro INFORMAZIONI Segreteria MMP Alexandra Cerullo SDA BOCCONI - DAP Via Bocconi, Milano tel fax Internet:

4 1. LA MISSIONE: GENERARE VALORE PER IL SETTORE PUBBLICO 4 2. GLI OBIETTIVI 5 3. IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO 6 4. L ARCHITETTURA E IL CALENDARIO IL PROFILO ACCADEMICO LE LOGICHE E I METODI DI LAVORO IL FIELD PROJECT LA DIREZIONE, IL COORDINAMENTO E LA FACULTY LA SEDE I PARTECIPANTI E L AULA LE PROSPETTIVE DI CARRIERA NEL MANAGEMENT PUBBLICO LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E IL PROGRAMMA BORSE DI STUDIO L'ISCRIZIONE E LA SELEZIONE ENTRA IN CONTATTO CON L'MMP 26

5 La Divisione Amministrazioni Pubbliche La Divisione Amministrazioni Pubbliche, Sanità e Non Profit della SDA Bocconi opera da dal 1977 nel mondo della Pubblica Amministrazione. La missione della Divisione è quella di diffondere, all interno di questo settore, conoscenze e competenze manageriali utili a sostenere i processi di cambiamento e a migliorare la gestione. Il contatto diretto e il lavoro fianco a fianco con numerosi esponenti della PA, nonché un intensa attività di ricerca, consentono alla Divisione di far evolvere in continuo la propria offerta formativa, in linea con il mutare dei bisogni e delle attese dei propri clienti. La qualità delle iniziative, sia dal punto di vista dei contenuti che delle modalità didattiche e operative di svolgimento, rappresenta un valore guida dell operato degli oltre 100 docenti, stabilmente dedicati allo studio delle tematiche relative al miglioramento gestionale del settore pubblico. Numerose sono le iniziative di formazione realizzate sia presso la sede di Milano che presso le singole amministrazioni, su tutto il territorio nazionale. Alla Divisione, a motivo della qualità e dell ampia articolazione dell offerta formativa, è riconosciuto un ruolo di leadership nella formazione manageriale per la PA.

6 Lavoriamo nella Divisione Amministrazioni Pubbliche della SDA Bocconi, che si occupa, da quasi 30 anni, di formazione manageriale per la Pubblica Amministrazione. Conosciamo i problemi del settore pubblico e crediamo di avere idee valide per contribuire a risolvere questi problemi e aumentare il benessere comune. Nell anno 2000 una di queste idee è diventata realtà: il Master in Management Pubblico (MMP). Pensavamo che i tempi fossero maturi per un programma intenso e impegnativo, Elio Borgonovi Direttore Master MMP Giovanni Fosti Condirettore e Coordinatore Master MMP che aiutasse giovani motivati a sviluppare competenze manageriali per operare nel settore pubblico. I fatti ci stanno dando ragione. Nelle precedenti cinque edizioni abbiamo lavorato insieme a più di 250 persone, che hanno completato il Master in Management Pubblico e che oggi operano in modo qualificato al servizio del settore pubblico. Sono persone animate dalla convinzione che il loro sviluppo personale e professionale coincida con l assumere responsabilità verso gli interessi di tutti. Con queste persone abbiamo esplorato la complessità e condiviso l entusiasmo di chi si occupa di management pubblico. Nel tempo, abbiamo coinvolto più di 100 soggetti partner che hanno contribuito a qualificare sempre più il nostro Master. Si tratta di enti, aziende pubbliche, società di consulenza, università straniere che hanno offerto borse di studio, testimonianze, casi di studio, field project, opportunità di inserimento professionale. Partecipanti e soggetti partner ci hanno aiutato ad arricchire il Master, che è un laboratorio aperto a chiunque voglia sperimentarsi e sviluppare una visione professionale unica, confrontandosi con concetti e strumenti innovativi. Un benvenuto a chi sceglie di condividere la nostra idea di management pubblico e un ringraziamento a chi lo ha già fatto. Alex Turrini Coordinatore Master MMP Elio Borgonovi Giovanni Fosti Alexandra Cerullo Segreteria Master MMP Alex Turrini Alexandra Cerullo

7 1. LA MISSIONE: GENERARE VALORE PER IL SETTORE PUBBLICO Il settore pubblico sta cambiando in modo profondo e radicale. Ci sono riforme e progetti che cercano di stimolare nuove modalità di governo e gestione dei servizi pubblici. Ma una nuova cultura di management della "cosa pubblica" non si improvvisa: le riforme devono essere attuate, i progetti realizzati, le novità tradotte in pratica. Per evitare cambiamenti di facciata servono sempre più persone con entusiasmo e competenze di management pubblico, che possano produrre vera innovazione operando in qualità di amministratori, funzionari, consulenti, esperti. Il valore che queste persone apporteranno al settore pubblico è inestimabile. La missione del Master Universitario in Management Pubblico è quella di contribuire alla generazione di tale valore: aiutando giovani motivati a sviluppare le competenze di management necessarie a risolvere i problemi di gestione e attuare le politiche pubbliche; coinvolgendo soggetti (enti e aziende pubbliche, società di consulenza per il settore pubblico, aziende che operano a contatto con la PA) che vedono nel Master un opportunità di scambio e confronto innovativo, contribuendo a renderlo sempre più aderente alle esigenze delle diverse realtà aziendali; favorendo l'incontro nel mercato del lavoro tra la domanda (aziende, enti, società che cercano professionisti con competenze qualificate di management pubblico) e l'offerta (diplomati Master in cerca di opportunità e gratificazioni professionali nel settore pubblico). Condividere la nostra missione significa essere personalmente motivati al rinnovamento del settore pubblico; culturalmente interessati alle proposte di miglioramento della gestione pubblica più che alla critica verso le inefficienze; professionalmente impegnati a fare della Pubblica Amministrazione un fattore trainante per lo sviluppo del Paese e l'integrazione europea. NICOLETTA PIGAT MMP 2000 Comune di Segrate Controller Quando ho iniziato il Master in Management Pubblico pensavo di non riuscire nemmeno a concludere la fase iniziale. Avevo chiuso in valigia una laurea in lettere e molte idee confuse sul mio futuro incerto. Il master, nel mio caso, è stato essenzialmente un viaggio di ricerca attraverso il quale mi sono messa alla prova, ho verificato le mie potenzialità e i miei limiti, creato una vision per il mio futuro. E poi mi ha aiutato a costruire una serie di competenze manageriali grazie alle quali sono in grado di orientarmi e offrirmi sul mercato del lavoro. Oggi sono un controller. Ieri non sapevo nemmeno cosa avrei fatto da grande. Domani sceglierò la funzione aziendale, consapevole che questa scelta comporterà una rilettura del mio progetto professionale. 4

8 2. GLI OBIETTIVI Il Master Universitario in Management Pubblico è progettato affinché i partecipanti possano sviluppare competenze di management dei servizi e delle politiche pubbliche. Perché questo possa accadere, partecipanti e docenti lavorano fianco a fianco lungo le seguenti 6 linee progettuali: 1. CAPIRE IL CONTESTO Chiarire il quadro di riferimento in cui operano le aziende pubbliche è una condizione fondamentale per rinnovare la gestione. L'MMP Bocconi fornisce un quadro chiaro e completo della struttura e delle caratteristiche del sistema pubblico italiano evidenziando le implicazioni critiche per il management. 2. SAPERE E SAPER FARE Il manager pubblico deve avere solide conoscenze concettuali, ma soprattutto deve essere in grado di applicarle. Per questo il programma MMP è nello stesso tempo teorico e pratico: fornisce al partecipante gli strumenti di management pubblico insieme agli schemi concettuali necessari per utilizzarli. 3. PRESIDIARE LE POLITICHE PUBBLICHE Il manager pubblico ha un preciso compito: aiutare i policy-makers a progettare e attuare politiche pubbliche efficaci a beneficio della comunità. Per questo l'mmp Bocconi permette ai partecipanti di misurarsi con la complessità di questi processi affrontando temi di grande rilievo nello scenario nazionale e internazionale. 4. AMPLIARE GLI ORIZZONTI Modernizzare il settore pubblico non è più solo un problema nazionale. Nazioni e governi si confrontano con problemi comuni, in molti casi transnazionali, e cercano di condividere conoscenze ed esperienze. Per questo motivo, l'mmp Bocconi non rinuncia a esplorare aspetti di management pubblico internazionale. 5. DIVENTARE OPERATIVI L'apprendimento in aula è fondamentale ma non basta. Misurarsi con problemi complessi applicando le proprie competenze in ambienti di lavoro sfidanti completa il bagaglio professionale del partecipante MMP. Per questo motivo la parte finale del Master è dedicata ai lavori di ricerca sul campo e ai field project. 6. SVILUPPARE UNA VISIONE PROFESSIONALE Nel management pubblico non contano solo conoscenze e strumenti. Il modo con il quale le persone operano nelle organizzazioni, interagendo con altri, è fondamentale per il successo collettivo e individuale. Per questo motivo, chi partecipa al Master Universitario in Management Pubblico è costantemente stimolato ad operare professionalmente nei confronti dei colleghi, dei docenti, degli interlocutori esterni e soprattutto di se stesso. CHI PARTECIPA AL MASTER IN MANAGEMENT PUBBLICO HA L OPPORTUNITÀ DI: Comprendere le caratteristiche del settore pubblico, anche con riferimento alle esperienze internazionali più innovative. Apprendere logiche e strumenti di gestione in ambito pubblico (ad es. pianificazione strategica, controllo di gestione, sviluppo organizzativo, ecc.) e comprendere come utilizzarle in una visione professionale unitaria. Individuare le condizioni per supportare i policy-makers nella elaborazione e attuazione di politiche pubbliche efficaci. Abituarsi ad operare secondo un metodo di lavoro attento ai problemi ma soprattutto alle soluzioni. Sviluppare qualità personali per il management, come la capacità di lavorare in gruppo, di rispettare le scadenze, di garantire standard professionali di livello elevato. 5

9 3. IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO Il Master Universitario in Management Pubblico prevede una formazione interdisciplinare (economia aziendale, economia pubblica, diritto, economia del territorio, metodi quantitativi). L esperienza del Master, che dura un anno, è progettata in modo da favorire un percorso di apprendimento e arricchimento progressivo e costante. Il processo formativo è organizzato in fasi: tutte insieme contribuiscono in modo integrato allo sviluppo del percorso e ognuna si concentra su obiettivi di apprendimento specifici. Obiettivi Fasi Orientamento Conoscenza del sistema Politiche e sistemi di management pubblico Internazionalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni Field research Field project Capire il contesto Sapere e saper fare Presidiare le politiche pubbliche Ampliare gli orizzonti Diventare operativi Sviluppare una visione professionale Prima fase: ORIENTAMENTO (1 settimana) Questa fase ha lo scopo di promuovere tra i partecipanti una base comune di conoscenze relativamente ai concetti fondamentali delle diverse discipline. Richiede una preparazione anticipata, da realizzare nelle settimane precedenti all inizio del Master sulla base delle indicazioni metodologiche che saranno fornite dal Coordinamento del Master. Seconda fase: CONOSCENZA DEL SISTEMA (4 settimane) L obiettivo è definire il contesto nel quale il "manager della cosa pubblica" si trova ad operare. Partecipanti e docenti analizzano le caratteristiche del sistema istituzionale ed economico generale, i diversi tipi di azienda pubblica e le relazioni di sistema, le implicazioni per esercitare la funzione direzionale in ambito pubblico. È previsto un mix equilibrato tra lezioni di inquadramento concettuale, studio di casi e testimonianze di operatori del settore pubblico (PA centrale, Regioni, Enti locali, Imprese pubbliche, Aziende sanitarie, Società di consulenza per il settore pubblico, ecc.). 6

10 Terza fase POLITICHE E SISTEMI DI MANAGEMENT PUBBLICO (18 settimane) In questa fase, che costituisce il cuore del percorso formativo, i partecipanti si misurano in prima persona con la complessità del management pubblico, supportati didatticamente dai docenti. Nell area Sistemi di Management vengono approfonditi sul piano concettuale, metodologico e tecnico-operativo i sistemi di gestione aziendale della PA. L obiettivo è che ciascun partecipante costruisca la propria "cassetta degli attrezzi" per la gestione della "cosa pubblica". Per stimolare l apprendimento, la didattica è improntata al metodo della formazione manageriale e basata su interattività costante, esercitazioni, discussioni, case studies, simulazioni, testimonianze. I contenuti didattici sono organizzati per aree omogenee: Strategia delle Amministrazioni Pubbliche (AP) Organizzazione e gestione del personale nelle AP Le qualità personali per la direzione delle AP Qualità, marketing e comunicazione nelle AP Contabilità, bilancio e finanza nelle AP Programmazione e controllo nelle AP Public procurement (gestione dei processi di acquisto nelle AP) Scelte di gestione dei servizi nelle AP Nell area Politiche pubbliche, i partecipanti affrontano i problemi relativi all impostazione e alle condizioni di attuazione di politiche pubbliche concentrando l attenzione su tematiche rilevanti quali: Le politiche di regolamentazione delle public utilities; Il federalismo fiscale e l impatto sulla finanza locale; I metodi e gli strumenti per la programmazione dello sviluppo economico locale; Gli strumenti per la valutazione delle politiche pubbliche. È difficile racchiudere in poche righe il significato e il valore di quest'esperienza. Il Master in Management Pubblico ha rappresentato per me un momento altamente formativo, non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista personale. Professionalmente ha tracciato un prezioso percorso di crescita, fornendomi tutti gli strumenti necessari per la comprensione e l'intervento attivo nel processo di cambiamento che il sistema pubblico italiano sta attualmente vivendo. Sul piano umano ha rappresentato un'occasione di confronto e di arricchimento, attraverso la condivisione di difficoltà e la conquista di piccoligrandi traguardi. CRISTINA PIROLO MMP 2002 Dipartimento Funzione Pubblica Consulente 4 5

11 Quarta fase PA INTERNAZIONALE (2 settimane) In questa fase il Master Universitario in Management Pubblico si apre agli argomenti e ai contributi di management pubblico internazionale. La didattica, in lingua inglese, è curata da docenti e practitioner italiani e internazionali. L obiettivo è duplice: presentare una visione chiara delle caratteristiche dei sistemi pubblici dei principali Paesi industrializzati (anche in ottica comparativa rispetto al sistema italiano) e discutere sulle peculiarità che caratterizzano le organizzazioni sopranazionali dal punto di vista politico-istituzionale, manageriale e culturale. Quinta fase: FIELD RESEARCH (4 settimane) La fase di field research offre ai partecipanti l opportunità di approfondire sul piano tecnico-applicativo temi di management affrontati nelle fasi precedenti del Master oppure di esplorare temi nuovi di livello avanzato. Nell ambito di gruppi di lavoro strutturato, ciascun partecipante può misurarsi con la ricerca prescelta attraverso l approfondimento concettuale, l analisi di esperienze, visite presso aziende ed enti pubblici, interviste e riunioni con testimoni qualificati. La tutorship dei docenti assicura orientamento e supporto metodologico nell impostazione e realizzazione della ricerca. Selezione di alcune field research attivate nelle precedenti edizioni del MMP Strumenti innovativi di gestione e valorizzazione del personale nelle aziende pubbliche Le esperienze innovative di controllo di gestione nelle aziende pubbliche Le logiche e gli strumenti di pianificazione e controllo strategico Il bilancio sociale Forme innovative di gestione dei servizi pubblici non imprenditoriali Sviluppo locale e marketing del territorio Il ricorso a finanziamenti comunitari per la programmazione e l attuazione delle politiche pubbliche Le qualità personali per dirigere nelle aziende pubbliche Strumenti innovativi di finanza negli enti pubblici: project finance e cartolarizzazione Le politiche di bilancio e gli strumenti di informativa esterna nelle aziende pubbliche Le scelte relative alla costituzione di società per azioni per la gestione dei servizi locali Definizione e contenuti dei piani di sviluppo economico locale 8

12 Sesta fase: FIELD PROJECT (14 settimane) Il field project costituisce il naturale completamento del percorso formativo MMP, orientato a sviluppare competenze applicative e professionalità. Ciascun partecipante è responsabilizzato sulla realizzazione in autonomia di un progetto di innovazione gestionale presso un ente, un azienda pubblica o una società di consulenza nazionale o internazionale. Il progetto, concordato in anticipo, viene attuato nell ambito di uno stage di tre mesi da realizzare presso l ente committente, sotto il costante controllo di un tutor locale e di un tutor MMP. In questo arco di tempo, il partecipante è chiamato a produrre un risultato concreto e qualificato, dimostrando di saper applicare le competenze sviluppate nel Master. ATTIVITÀ COMPLEMENTARI Si tratta di attività che integrano il percorso di apprendimento, completando il bagaglio di professionalità del partecipante. English language skills for public management Consente ai partecipanti di sviluppare la conoscenza della lingua inglese e acquisire una terminologia professionale. La didattica, in lingua inglese, prevede un confronto continuo con temi e problemi di management affrontati con una particolare attenzione all aspetto linguistico. La frequenza è obbligatoria. Corso PC skills Fornisce ai partecipanti gli strumenti di conoscenza operativa dei principali prodotti applicativi (MS Excel, Powerpoint, Access, Internet, ). La frequenza è obbligatoria, fatta eccezione per coloro che possiedono e sono in grado di dimostrare queste conoscenze. Eventi e iniziative È previsto un calendario di eventi e iniziative (convegni, seminari, workshop, tavole rotonde, ecc.) dedicate ai temi del Master Universitario in Management Pubblico. Inoltre, per quanto compatibile con le esigenze della didattica, i partecipanti al Master sono regolarmente coinvolti in altre iniziative promosse dalla comunità scientifica dell'università Bocconi.

13 4. L ARCHITETTURA E IL CALENDARIO ORIENTAMENTO Gennaio 1 settimana Allineamento delle conoscenze dei partecipanti: area economico aziendale area giuridica area politico economica Valorizzazione della preparazione autonoma dei partecipanti CONOSCENZA DEL SISTEMA Febbraio-Marzo 4 settimane Struttura e articolazione del sistema pubblico il sistema Paese il settore pubblico le riforme gli enti e le aziende gli operatori POLITICHE E SISTEMI DI MANAGEMENT PUBBLICO Marzo-Luglio 18 settimane Il management pubblico: strategia organizzazione e gestione del personale qualità personali per dirigere qualità, marketing e comunicazione contabilità, bilancio e finanza programmazione e controllo public procurement scelte di gestione dei servizi Le politiche pubbliche: analisi costi benefici e valutazione di politiche pubbliche regolamentazione delle public utilities federalismo fiscale e impatto sulla finanza locale programmazione dello sviluppo economico seminari su temi selezionati I numeri del Master in Management Pubblico 45 settimane a tempo pieno 480 ore di aula didattica attiva con lavori di gruppo e case studies field project di 14 settimane con stage supporto al placement network di oltre 250 ALUMNI network di oltre 100 enti partner 10

14 PA INTERNAZIONALE FIELD RESEARCH FIELD PROJECT DIPLOMA MMP Settembre 2 settimane Settembre-Ottobre 4 settimane Ottobre-Gennaio 14 settimane Gennaio 1 settimana Sistemi di management pubblico comparati Organizzazioni sovranazionali Ricerche guidate su temi selezionati Progetti di innovazione gestionale presso aziende, enti e società di consulenza (didattica in lingua inglese) ANDREA LANZI MMP 2000 Comune di Milano Analista di Organizzazione 11

15 Il Master in Management Pubblico è uno strano gioco di Società. Stato e mercato, programmazione e gestione, qualità ed economicità. Se uno dei 60 partecipanti trova la soluzione, è il Pubblico che vince. VALERIO IOSSA MMP 2001 Comune di Napoli Assistente Direttore Generale 5. IL PROFILO ACCADEMICO Il Master in Management Pubblico è un Master Universitario di primo livello, riconosciuto ai sensi della recente riforma del sistema universitario (DM 509/99*). Ciò significa che è aperto sia ai possessori di laurea quadriennale/quinquennale e di diploma universitario (vecchio ordinamento), sia ai possessori di laurea triennale (nuovo ordinamento). La durata del Master è di 45 settimane, di cui 14 dedicate al field project. Alle lezioni sono dedicate almeno 480 ore, mentre il resto del tempo viene utilizzato per seminari, lavori individuali e di gruppo, testimonianze e incontri, studio individuale. Gli insegnamenti del Master, che sono impartiti in sessioni e moduli variamente organizzati secondo le fasi logiche precedentemente descritte, sono i seguenti: Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (6 crediti formativi); Strategia delle amministrazioni pubbliche (5 crediti formativi); Contabilità e Bilancio nelle aziende e nelle amministrazioni pubbliche (5 crediti formativi); Organizzazione del lavoro e gestione del personale nelle amministrazioni pubbliche (6 crediti formativi); Sistemi di programmazione e controllo di gestione nelle amministrazioni pubbliche (6 crediti formativi); Management dei processi di acquisto e delle relazioni con il sistema finanziario (5 crediti formativi); Economia delle imprese pubbliche (5 crediti formativi); Marketing delle pubbliche amministrazioni (4 crediti formativi); Diritto pubblico (5 crediti formativi); Programmazione e sviluppo economico del territorio (5 crediti formativi); Economia pubblica (5 crediti formativi); Metodi matematici per le decisioni (3 crediti formativi); PA internazionale, field research e field project (10 crediti formativi). I partecipanti che superano le prove di verifica dell apprendimento previste e completano con successo il percorso formativo (PA internazionale, field research, field project) ottengono 70 crediti formativi, che permettono di conseguire il Master Universitario di primo livello in Management Pubblico. * Nelle edizioni passate il Master in Management Pubblico è stato realizzato secondo diversi profili accademici, prima come corso di perfezionamento e in seguito come Master Universitario. MMP 6 mantiene le impostazioni delle versioni precedenti e offre contenuti e modalità didattiche rinnovate e ancora più aderenti al profilo del partecipante-tipo dell MMP. 12

16 6. LE LOGICHE E I METODI DI LAVORO Ad ogni partecipante il Master chiede un impegno a tempo pieno, un livello di attenzione costante e un pieno coinvolgimento, offrendo in cambio un'esperienza intellettuale ed umana unica. Per questi motivi, Il Master Universitario in Management Pubblico è incompatibile con qualsiasi altra attività di lavoro e di studio. Per un apprendimento efficace è necessario il massimo impegno intellettuale e la totale disponibilità al coinvolgimento nelle diverse attività curriculari ed extra-curriculari. La partecipazione è obbligatoria per cinque giorni la settimana. Il metodo di lavoro è concepito per aiutare ciascun partecipante a costruire il proprio percorso di apprendimento in modo autonomo e responsabile, sfruttando le opportunità generate dal Master. Una precisa responsabilizzazione sulla realizzazione autonoma di lavori individuali e di gruppo completa i metodi didattici d aula, che sono di tipo interattivo e case-based. I partecipanti sono costantemente seguiti dai coordinatori e dalla faculty del corso e assistiti da un tutor d'aula dedicato. Il processo di apprendimento è costantemente sottoposto a verifica attraverso modalità di valutazione individuali e di gruppo, che costituiscono momenti di apprendimento complementari rispetto all'attività d'aula. Nel caso di profitto didattico insufficiente il Direttore del Master analizzerà le cause con il partecipante prima di constatare il venir meno del reciproco interesse nel proseguimento dell'esperienza. STEFANO MARGUCCIO MMP 2002 Comune di Milano Analista di Organizzazione 13

17 7. IL FIELD PROJECT Gli ultimi tre mesi del Master sono dedicati alla realizzazione di un progetto di innovazione gestionale, da realizzare presso un ente, un azienda pubblica o una società di consulenza nazionale o internazionale. Il field project rappresenta il momento nel quale si traduce in realtà quanto appreso in aula e ci si misura con la sfida professionale di agire da innovatore del settore pubblico. Non si tratta di un semplice stage, in quanto il partecipante è responsabilizzato sulla produzione di un risultato professionale per l ente o la società ospitante. Il field project consente di entrare in contatto con varie realtà professionali del settore pubblico, affrontando sul campo le problematiche che esse incontrano nel loro operare. Permette ai partecipanti di orientare in base ad esperienze concrete le preferenze professionali, cogliendo le opportunità disponibili nel settore. Nel corso delle edizioni passate tutti i partecipanti, affiancati dai docenti del Master, hanno realizzato con successo progetti di innovazione nei più rilevanti ambiti gestionali presso enti e organizzazioni di varia natura. Molti partecipanti hanno proseguito il rapporto professionale con l ente ospitante anche dopo il termine del Master, a conferma del reciproco interesse rispetto al field project. Una selezione dei Field Project svolti nelle precedenti edizioni Agenzia Regionale delle Entrate La gestione strategica degli acquisti e le nuove opportunità legate ai sistemi B2B per l Agenzia Proposte di riorganizzazione dell attività del contenzioso nell Agenzia delle Entrate della Lombardia Arpa Lombardia Definizione del piano strategico della funzione di audit Azienda ospedaliera Meyer di Firenze Pianificazione strategica dei sistemi di gestione del personale Commissione Italiana per l UNESCO Fund Raising: un nuovo modello per la Commissione Nazionale Italiana Comune di Alessandria Implementazione Ufficio Partecipazioni in sostituzione dell esistente Ufficio Rapporti con consorzi e aziende speciali Comune di Bari Analisi e revisione delle funzioni delle unità organizzative comunali Possibili strumenti innovativi di gestione del patrimonio immobiliare - La convenzione CONSIP Comune di Camaiore Il controllo di gestione del settore dei lavori pubblici: progettazione di un lavoro di reporting per il Comune di Camaiore Comune di Empoli Costituzione di un azienda per la gestione dei servizi sociali nel circondario di Empoli Comune di Ferrara Analisi dei sistemi di progettazione e controllo di gestione con particolare riferimento al Settore Sportivo e al Settore delle Attività Culturali Comune di Fidenza Progettazione di un modello di customer satisfaction per il Comune di Fidenza Comune di Firenze Semplificare il linguaggio amministrativo Comune di Messina Progettazione del sistema di controllo di gestione nel dipartimento viabilità del Comune di Messina Comune di Milano Riorganizzazione del Servizio Contabilità del personale Comune di Modena Individuazione di proposte di miglioramento delle politiche del personale del Comune di Modena Comune di Napoli Sviluppo di Indicatori per valutare la qualità educativa degli Asili Nido Analisi delle relazioni strategiche tra Comune di Napoli ed aziende controllate e partecipate Elaborazione ed introduzione di un metodo di valutazione e pesatura delle posizioni dirigenziali Comune di Novara Impostazione di un bilancio sociale nei servizi socioassistenziali per gli anziani nel Comune di Novara 14

18 Comune di Pagani Ricostruzione delle priorità strategiche del Comune di Pagani e ricognizione delle fonti di finanziamento attivabili Comune di Parabiago Studio di fattibilità sulle possibili forme di gestione associata dei servizi socio assistenziali Comune di Parma Il controllo di gestione per i servizi privi di rilevanza industriale: l agenzia per i Disabili Comune di Pesaro Avvio di un sistema di valutazione e monitoraggio del piano strategico Comune di Piacenza Analisi e rilevazione dei fabbisogni formativi del personale - settore formazione, infanzia, diritto allo studio Comune di Treviso Studio di fattibilità relative all esternalizzazione di alcuni servizi comunali Comune di Vigevano Individuazione del modello gestionale e organizzazione del Castello di Vigevano Edison Spa Project Management per lo sviluppo di un impianto di rigasificazione offshore nel Nord Adriatico ESADE Barcellona Collaborazione con l Instituto de Gestion Publica: individuazione e analisi di casi eccellenti Ministero dell Economia Il portale acquisti in rete della P.A.- Possibili evoluzioni Presidenza del Consiglio dei Ministri Predisposizione di un sistema di reporting aziendale Provincia di Bergamo Mappatura dei principali procedimenti trasferiti dalla Regione alla Provincia con delega ex D.Lgs , n.112 ed elaborazione di un ipotesi di sviluppo Provincia di Modena L'Ufficio Politiche Comunitarie Provincia di Napoli Definizione di un progetto per l istituzione del servizio di formazione del personale Provincia di Pordenone Introduzione di un sistema sperimentale di controllo di gestione nei settori agricoltura e servizi sociali Bilancio Sociale: rendicontazione delle attività svolte dal servizio cultura ed istruzione anno 2001 Provincia di Rovigo Organizzazione del premio:"l'azienda premia la cultura, la cultura premia l'azienda". Provincia di Sassari Realizzazione di un progetto operativo per la valorizzazione delle produzioni agricole ed agroalimentari tipiche Provincia di Treviso Le risposte al disagio abitativo degli immigrati ed emigrati di ritorno nella provincia di Treviso: quadro di azioni possibili nell'ambito dell'accordo di programma Regione Veneto-Province Provincia di Vicenza Il processo di elaborazione del PEG Opportunità di finanziamento offerte dall'unione Europea Regione Calabria (Consiglio Regionale) Sviluppo di una metodologia a supporto del reperimento di finanziamenti comunitari per l aggiornamento del personale degli Enti Locali in Calabria Regione Campania Definizione di una proposta di riorganizzazione delle Aree Generali di Coordinamento che erogano servizi al Territorio Costituzione di una società di capitali mista per la gestione dei beni culturali della Regione Campania - Linee di attuazione Regione Emilia Romagna Il Controllo strategico della Regione Emilia Romagna: Balanced Scorecard della riqualificazione urbana Regione Veneto L'applicazione dello strumento del project finance nell'attuazione del piano di sviluppo informatico e telematico della Regione del Veneto Forme d acquisto nelle aziende sanitarie pubbliche: acquisti centralizzati MEF - Dipartimento dell Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi del Tesoro La CONSIP Spa ed il primo mercato elettronico della P.A. RSO Spa Avvio di uno Sportello Unico per le attività produttive in forma associata nell area del Basso Tavoliere SAT (Spa pubblica multiservizi) Reingegnerizzazione dei principali processi organizzativi e di gestione University of Stellenbosch The provision of water services in South Africa - An institutional analysis Università di Udine Il controllo economico finanziario dell ateneo : Facoltà, Dipartimenti e Amministrazione Centrale Wellington City Council Understanding retailing-in Wellington City Council - A macro analysis 15

19 8. LA DIREZIONE, IL COORDINAMENTO E LA FACULTY Direzione e coordinamento del Master Universitario in Management Pubblico sono affidati a: ELIO BORGONOVI Professore Ordinario di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche presso l'università Bocconi di Milano. Direttore del CERGAS Bocconi (Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale). Direttore del Master MMP. GIOVANNI FOSTI Docente dell Area Pubblica Amministrazione della SDA Bocconi e Ricercatore del CERGAS Bocconi. Condirettore e Coordinatore del Master MMP. ALEX TURRINI PhD in Economia Aziendale e Management. Docente a contratto di Economia delle Aziende Pubbliche e Non Profit presso l'università Bocconi di Milano. Coordinatore del Master MMP. Ciò che mi ha davvero colpito è la qualità del rapporto con i docenti e i colleghi. Il dialogo e l ascolto permettono il confronto di idee, il chiarimento di dubbi e la condivisione delle proprie esperienze. Il network di relazioni che si deve creare è, secondo me, un grande valore aggiunto del Master. MICHELE MALANCA MMP 2000 Azienda ospedaliera di Parma Dirigente Amministrativo 16

20 FACULTY Il corpo docente del Master è multidisciplinare e composto da: docenti dell'università Bocconi e in particolare del Corso di Laurea in Economia delle Amministrazioni Pubbliche e delle Istituzioni Internazionali; docenti della SDA Bocconi, in particolare dell'area Pubblica Amministrazione; accademici e docenti stranieri di management pubblico; amministratori, dirigenti, consulenti, opinion leader nel management delle PA italiane e internazionali. 9. LA SEDE Il Master Universitario in Management Pubblico è realizzato presso l'università Commerciale "Luigi Bocconi" di Milano. I partecipanti all'mmp hanno a disposizione le strutture logistiche e le attrezzature dell'università. 17

21 LA FACULTY MMP I docenti del Master Area Economia Aziendale DOTT. FABIO AMATUCCI Dottore di Ricerca in Economia e Direzione delle Aziende Pubbliche Università di Salerno. Docente SDA Bocconi. PROF. ELIO BORGONOVI Professore ordinario di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche Università Bocconi. Direttore CERGAS Bocconi. DOTT.SSA LAURA CACCIA Docente SDA Bocconi. PROF. MARCO ELEFANTI Professore Associato di Economia aziendale Università di Parma. Docente senior SDA Bocconi. DOTT. PAOLO FEDELE Diplomato Master in Management Pubblico Dottorando di ricerca in Economia delle aziende pubbliche. Assistente SDA Bocconi. DOTT. GIOVANNI FOSTI Docente SDA Bocconi. Ricercatore CERGAS Bocconi. DOTT. ENRICO GUARINI Dottore Commercialista. Responsabile settore Regioni ed Enti Locali dell Area Pubblica Amministrazione SDA Bocconi. PROF. FRANCESCO LONGO Professore associato di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche Università Bocconi. Docente senior SDA Bocconi. DOTT.SSA MANILA MARCUCCIO Dottore di ricerca in Economia delle aziende pubbliche Università Cà Foscari Venezia. Assistente SDA Bocconi. PROF. MARCO MENEGUZZO Professore ordinario di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche Università di Tor Vergata. Docente senior SDA Bocconi. PROF. LES METCALFE Professor of Public Management European Institute of Public Administration (EIPA), Maastricht e Università Bocconi. DOTT. STEFANO OLMETI Dottore di Ricerca in Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche Università Bocconi. Docente SDA Bocconi. PROF. FABRIZIO PEZZANI Professore ordinario di Programmazione e controllo nelle pubbliche amministrazioni Università Bocconi. Direttore della Divisione Amministrazioni Pubbliche SDA Bocconi. DOTT. PAOLO ROTONDI Esperto di qualità personali per la direzione. Docente senior SDA Bocconi. DOTT.SSA ALESSANDRA SAGGIN Psicoterapeuta, esperta di qualità personali per la direzione. Docente SDA Bocconi. DOTT. CARLO SAVAZZI Docente SDA Bocconi. DOTT.SSA ILEANA STECCOLINI PhD in Economia Aziendale e Management Università Bocconi. Docente SDA Bocconi. DOTT. ALEX TURRINI PhD in Economia Aziendale e Management. Docente a contratto di Economia delle Aziende Pubbliche e Non Profit Università Bocconi. Assistente SDA Bocconi. PROF. GIOVANNI VALOTTI Professore ordinario di Economia delle aziende pubbliche Università Bocconi. Direttore Area Pubblica Amministrazione SDA Bocconi. Area Diritto PROF. GIUSEPPE FRANCO FERRARI Professore ordinario di Diritto Pubblico Comparato Università Bocconi. PROF. FABRIZIO FRACCHIA Professore straordinario di diritto amministrativo Università Bocconi. DOTT. MASSIMO OCCHIENA Ricercatore di Diritto Amministrativo Università del Piemonte Orientale. DOTT.SSA ARIANNA VEDASCHI Ricercatore di Diritto Pubblico Comparato Università Bocconi. Area Sviluppo Economico DOTT. MARCO MERELLI Docente SDA Bocconi. PROF. ALBERTO BRAMANTI Professore associato di Economia Industriale Università Bocconi. Area Metodi Quantitativi PROF. MARGHERITA CIGOLA Professore associato di Matematica Generale Università Bocconi. PROF. LORENZO PECCATI Professore straordinario di Matematica Finanziaria Università Bocconi. Area Economia Pubblica PROF. FEDERICO BIAGI Professore associato Università di Padova. DOTT.SSA CHIARA FUMAGALLI Assistant Professor Università Bocconi.

22 Alcuni testimoni delle precedenti edizioni DOTT. FRANCO BERETTA Direttore Generale Azienda Ospedaliera Gaetano Pini di Milano SIG. ROSSANO BARTOLI Segretario Generale Associazione Lega del Filo D Oro DOTT. MAURO BONARETTI Responsabile I cantieri per il cambiamento della PA Dipartimento Funzione Pubblica DOTT.SSA MARIA CANNATA Direttore Generale Dipartimento del Tesoro - Direzione II DOTT. ROCCO COLANGELO Dirigente Regione Basilicata DOTT. MARIO COLLEVECCHIO Direttore Generale Provincia di Pescara DOTT. SAMUEL DAL GESSO Dirigente Regione Lombardia PROF. VITTORIO GRILLI Ragioniere Generale dello Stato DOTT. STEFANO MOLLICA Partner RSO SpA ING. EZIO LATTANZIO Partner Lattanzio e associati DOTT. DARIO MONETA Dirigente Settore Organizzazione Comune di Milano PROF. ANDREA MONORCHIO Già Ragioniere Generale dello Stato DOTT. FRANCO RIBOLDI Direttore Generale Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze DOTT.SSA CRISTINA ROGATE Partner Seneca Srl DOTT. GIOVANNI RUBINI Direttore Generale Comune di Pesaro DOTT. FRANCESCO RIPA DI MEANA Direttore Generale Azienda USL di Piacenza DOTT. PAOLO VIANI Responsabile Ufficio Programmazione e Controllo di Gestione Comune di Cremona DOTT. ANDREA VIERO Direttore Generale Comune di Gorizia DOTT.SSA GABRIELLA VOLPI Direzione Generale Risorse Finanziarie, Bilancio e Controllo di gestione Regione Lombardia Alcuni visiting professors delle precedenti edizioni ARCH. GIOVANNI ALLEGRETTI Dipartimento Urbanistica e Pianificazione del Territorio Università di Firenze PROF. GEERT BOUCKAERT Full Professor of Public Management and Director of the Public Management Centre University of Leuven - Faculty of Sciences PROF. JOHAN BURGER School of Public Management and Planning University of Stellenbosch, Bellville, South Africa DOTT. PAOLO CERRATO Senior Program Manager International Training Centre, ILO Turin PROF. MILO CRUMMIE Head of Strategic Management Division South Bank School of Management South Bank University DOTT. PAOLO MAGRI Segretario Generale ISPI Milano PROF. FRANS K.M. VAN NISPEN Dean of International Affairs School of Social Sciences, Erasmus University of Rotterdam PROF. CRISTOPH REICHARD Full Professor in Public Management Potsdam University PROF. ALFRED VERNIS Associate Professor in Public Management ESADE School of Management Barcelona DOTT. SANDRO TUCCI Spokesperson UNODCCP Executive Director

23 10. I PARTECIPANTI E L AULA Il Master Universitario in Management Pubblico trae grande vantaggio dall ammissione di partecipanti con differente formazione di base. Per questo motivo si rivolge a giovani provenienti da diverse discipline e con differente background di esperienza. REQUISITI ACCADEMICI Possono candidarsi al Master giovani in possesso di: laurea quadriennale/quiquennale laurea triennale diploma universitario triennale (laurea breve) in economia, giurisprudenza e scienze politiche oppure in discipline diverse da queste, a condizione che esista uno specifico interesse per il management pubblico. REQUISITI DI ESPERIENZA persone con una breve esperienza di lavoro (1-3 anni) in amministrazioni pubbliche o in attività collegate, che siano orientate ad uno sviluppo professionale di tipo manageriale; persone senza un'esperienza professionale ma con interesse e motivazioni specifiche verso il settore pubblico. Credo che il valore di fondo del Master sia l approccio multidisciplinare al problema dell innovazione della PA. Il corso mi ha permesso di conoscere le persone che come me credono nell importanza di una modernizzazione degli enti pubblici. Mi ha proposto un modo nuovo e originale di comprensione della realtà e allenato alla ricerca di soluzioni realistiche ai problemi concreti che deve affrontare il moderno manager pubblico. MARCO LA GIOIA MMP 2000 Regione Campania Assessorato Finanze, Contabilità e Tributi 20

24 Le caratteristiche personali comuni del partecipante al Master Universitario in Management Pubblico sono le seguenti: curiosità e vivacità intellettuale; autonomia, intraprendenza e responsabilità; propensione all'ascolto e flessibilità nell'affrontare i problemi; capacità di sopportare forti carichi di lavoro e di stress; sensibilità ai valori della gestione pubblica e alle opportunità professionali che il settore pubblico offre; consapevolezza che l MMP non è un corso ma un percorso di sviluppo personale e professionale. Il partecipante MMP si distingue inoltre per la capacità di personalizzare il proprio percorso valorizzando opportunità e risorse messe a disposizione dal programma. I dati relativi alle precedenti edizioni possono aiutare a individuare il profilo del partecipante-tipo. PARTECIPANTI Numero Età media LAUREA Economia Giurisprudenza Scienze Politiche Ingegneria Altro , ,5 28,8 27,9 28% 35% 20% 31% 24% 30% 32% 41% 31% 18% 22% 18% 30% 20% 29% 2% 3% 2% 18% 12% 9% 16% 29% 21 PROVENIENZA Prov. Milano Resto Lombardia Resto Nord Italia Centro Sud e Isole Estero 8% 10% 11% 22% 6,5% 4% 5% 5% 5% 15,5% 30% 20% 21% 27% 29% 24% 20% 15% 11% 9% 34% 41,5% 46% 31% 31% 3,5% 2% 4% 9%

25 11. LE PROSPETTIVE DI CARRIERA NEL MANAGEMENT PUBBLICO Sono sempre stato convinto che il benessere del singolo individuo non possa prescindere da quello dell'intera comunità. È però con l'mmp che ho imparato a conoscere ed utilizzare le tecniche di gestione aziendale che contribuiscono a realizzare tutto questo. LUCA MINIERO MMP 2002 Banca Monte dei Paschi di Siena Spa Direzione Generale Rapporti con la PA A partire dagli anni '90 il settore pubblico mostra una crescente domanda di professionalità qualificate. Il percorso di modernizzazione avviato e il ricambio generazionale della classe dirigente offrono preziose opportunità di crescita professionale e di carriera. Attraverso il Master Universitario in Management Pubblico il partecipante acquisisce le competenze necessarie a ricoprire posizioni di rilievo: all'interno dell'area direttiva di amministrazioni e aziende pubbliche; in società di consulenza direzionale per il settore pubblico; in aziende private che operano a stretto contatto con il settore pubblico; in centri di ricerca e formazione che operano su tematiche attinenti al settore pubblico. Il Master Universitario in Management Pubblico assiste i partecipanti nella definizione del proprio progetto professionale durante e dopo il programma. Le azioni di sostegno comprendono: orientamento professionale personalizzato; pubblicazione e trasmissione mirata ad aziende ed enti interessati di un book contenente i curricula professionali dei partecipanti; organizzazione di incontri con enti e società di consulenza interessate a presentare opportunità di inserimento professionale; contatti con la rete dei diplomati MMP; supporto formale e informale della faculty MMP nell'individuazione di opportunità professionali. 22

26 12. LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E IL PROGRAMMA BORSE DI STUDIO Il costo per la partecipazione alla sesta edizione del Master Universitario in Management Pubblico (anno 2005) è Euro. La quota di partecipazione comprende: la retta; il materiale didattico interno. La partecipazione al Master Universitario in Management Pubblico richiede quindi un investimento significativo sul piano personale e finanziario. Per questo motivo sin dalla prima edizione è attivo un programma borse di studio. I finanziatori sono enti, aziende (pubbliche e private) e società di consulenza che condividono il progetto culturale del Master Universitario in Management Pubblico e intendono sostenerlo, anche al fine di entrare in contatto con giovani alti potenziali da coinvolgere nelle proprie attività. I requisiti per concorrere alle borse di studio possono variare in relazione a quanto stabilito dall'ente finanziatore e dallo staff dell'mmp. Nel caso di enti territoriali (ad es. Comuni e Province) un requisito vincolante è la residenza all'interno del territorio amministrativo dell'ente stesso. Le borse di studio vengono pubblicizzate attraverso diversi canali (quotidiani, pubblicazioni, sportelli lavoro e informagiovani, ecc.) e sul sito web dell MMP (www.sdabocconi.it/mmp). Per conoscere la disponibilità di borse di studio e presentare la candidatura, entra in contatto con l'mmp. Enti che hanno finanziato borse di studio nelle precedenti edizioni dell'mmp Presidenza del Consiglio dei Ministri Corte dei conti Ministero del Tesoro Ministero delle Finanze Unioncamere toscana CELVA Regione Campania Regione Emilia Romagna Regione Puglia Regione Veneto Provincia di Bergamo Provincia di Como Provincia di Grosseto Provincia di Modena Provincia di Napoli Provincia di Novara Provincia di Pordenone Provincia di Rovigo Provincia di Sassari Provincia di Treviso Provincia di Venezia Provincia di Vicenza Comune di Alessandria Comune di Ancona Comune di Arona Comune di Asti Comune di Bari Comune di Bassano del Grappa Comune di Camaiore Comune di Cremona Comune di Empoli Comune di Fidenza Comune di Firenze Comune di Gallipoli Comune di Gorgonzola Comune di Gorizia Comune di Jesolo Comune di La Spezia Comune di Lecce Comune di Messina Comune di Milano Comune di Modena Comune di Osimo Comune di Napoli Comune di Pagani Comune di Parabiago Comune di Pesaro Comune di Piacenza Comune di Pioltello Comune di Porto Torres Comune di Sassari Comune di Treviso Comune di Trieste Comune di Varese Comune di Vigevano Azienda ULSS n.22 Bussolengo Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Focus srl IDRA spa TESA spa Gemeaz RSO spa Università Commerciale "Luigi Bocconi" 23

27 13. L'ISCRIZIONE E LA SELEZIONE L'ISCRIZIONE MARIO MURA MMP 2001 Comune di Sassari Dirigente Il Master in Management Pubblico mi ha dato due cose fondamentali. La prima è una visione più consapevole e completa del mondo pubblico, delle sue funzioni, delle sue aziende e delle logiche per modernizzarlo. La seconda è che mi ha messo in contatto con colleghi dalle qualità personali eccezionali, risorse importanti in un momento storico in cui il settore pubblico ha un ruolo strategico nello sviluppo del Paese. La sessione di valutazione delle domande ha inizio il 30 ottobre Dopo pochi giorni dal ricevimento della domanda sarà comunicato l esito e, in caso di valutazione positiva, la data di effettuazione del colloquio di selezione. Le domande di ammissione pervenute oltre il 30 novembre 2004 (scadenza ultima) verranno prese in considerazione solo in caso di posti disponibili. Per partecipare alla selezione del Master MMP è necessario: aver letto e considerato attentamente le informazioni contenute nel presente documento di presentazione; leggere attentamente e compilare la domanda di ammissione allegata; far pervenire la domanda secondo le modalità di seguito indicate. COME TRASMETTERE LA DOMANDA DI AMMISSIONE E necessario inviare una copia della domanda di ammissione a ciascuno dei due seguenti recapiti e secondo le modalità sotto descritte: 1. Università Commerciale Luigi Bocconi Ufficio ammissioni - Sezione Master Universitari via Sarfatti Milano Modalità di invio: in busta chiusa, tramite posta o altre modalità di recapito (corriere, etc.) indicando la seguente dicitura Master Universitario in Management Pubblico Candidatura individuale. 2. SDA Bocconi Divisione Amministrazioni Pubbliche, Sanità e Non Profit c.a. Alexandra Cerullo Via Bocconi Milano fax Modalità di invio: in busta chiusa, tramite posta o altre modalità di recapito (corriere, etc.), oppure tramite fax, indicando la seguente dicitura Master Universitario in Management Pubblico Candidatura individuale. Nel caso in cui si desideri presentare una candidatura ad una delle borse di studio attivate nell'ambito del programma, è necessario seguire le procedure previste dal bando, che variano a seconda dell'ente finanziatore. 24

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO XX EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO Diventa manager del sociale IN BREVE DESTINATARI neo-laureati in lauree triennali, specialistiche

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli