Delibera CROAS Emilia-Romagna n. 454 del 19/12/2014 (aggiornamento con le modifiche apportate in seduta di Consiglio del 16/02/2015)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Delibera CROAS Emilia-Romagna n. 454 del 19/12/2014 (aggiornamento con le modifiche apportate in seduta di Consiglio del 16/02/2015)"

Transcript

1 REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE PER L'AUTORIZZAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA ISTITUITA DALL'ORDINE REGIONALE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA E PROCEDIMENTO DI ATTRIBUZIONE DEI CREDITI FORMATIVI Delibera CROAS Emilia-Romagna n. 454 del 19/12/2014 (aggiornamento con le modifiche apportate in seduta di Consiglio del 16/02/2015) Art. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento, come previsto dal punto 1 dell'art. 15 del Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali approvato dal Consiglio Nazionale dell'ordine degli Assistenti Sociali nella seduta del 10 gennaio 2014 Delibera 01/2014 disciplina: il funzionamento della Commissione per l'autorizzaizone della formazione continua previsto dal comma 5 dell'art. 8 del suddetto Regolamento e istituita dal CROAS Emilia-Romagna il procedimento di attribuzione dei crediti formativi Art. 2 Competenze della Commissione per l'autorizzazione della FC 1. Attività istruttoria per la valutazione e pertinenza delle richieste di accordi in cooperazione o convenzione; 2. Attività istruttorie e valutazione per l'attribuzione dei creditidi pareri agli eventi formativi che si svolgono nel territorio regionale; 3. Attività istruttoria e valutazione per l'attribuzione dei crediti agli eventi o attività ex post ; 4. Attività istruttoria ed espressione di pareri sulle richieste di esonero dalla formazione continua, da accordare agli iscritti; 5. Verifica dell'adempimento dell'obbligo formativo da parte degli iscritti. Art. 3 Composizione e durata della Commissione per l'autorizzazione della FC 1. Il Consiglio dell'ordine definisce il numero dei membri della Commissione per l'autorizzazione della FC, per un minimo di tre, scelti tra i Consiglieri dell'ordine. 2. I componenti della Commissione per l'autorizzazione della FC hanno l'obbligo di astenersi dalla valutazione qualora sussista un conflitto di interesse, ovvero qualora il membro della Commissione sia coinvolto nella realizzazione dell'evento da accreditare o sia il soggetto cui sono accreditate le attività formative. Art. 4 Insediamento della Commissione La nomina dei componenti della Commissione per l'autorizzazione della FC è deliberata in Consiglio. Nella prima riunione della Commissione si procede alla nomina del Referente Della Commissione e del Segretario.

2 Art. 5 Riunioni della Commissione Formazione Continua 1. La Commissione si riunisce presso la sede dell'ordine, previa convocazione scritta, su indicazione del Referente della Commissione con l'indicazione dei punti all'ordine del Giorno, inoltrata dalla Segreteria. 2. Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza della maggioranza dei componenti. 3. Il verbale è redatto a cura del Segretario che lo inoltra alla Segreteria e ai componenti della Commissione. La trasmissione del verbale agli altri consiglieri è a cura della Segreteria. Art. 6 Accoglimento richieste accreditamento eventi formativi 1. Ai sensi dell'art. 7 del DPR 137/2012 possono richiedere l'accreditamento degli eventi solo le associazioni di iscritti agli Albi e altri soggetti, le Agenzie Formative, gli Enti Pubblici e Privati che sono stati autorizzati o accreditati dal CNOAS, previo parere vincolante del Ministero della Giustizia ed iscritti al Registro di Agenzie Formative tenuto presso il CNOAS, come specificato dall'art. 6 del Regolamento FC. 2. Potranno altresi' essere attribuiti crediti formativi per eventi realizzati da soggetti pubblici o privati che hanno stipulato una convenzione o un accordo di cooperazione con il CROAS ai sensi dell'art. 7 comma 5 del DPR 137/ Il CROAS può attribuire crediti formativi per eventi realizzati in convenzione o cooperazione con l'ordine, ai sensi dell'art. 7, C. 2 e 5 del DPR 137/ La richiesta di accreditamento dell'evento deve essere presentata, entro 30 giorni dallo svolgimento dello stesso, su apposito modulo predisposto dal CROAS e dovrà essere allegata documentazione finalizzata ad acquisire gli elementi necessari alla valutazione che deve essere pertinente con le finalità del Regolamento per FC. 5. La Commissione può richiedere, ove necessario, informazioni o documentazione integrativa che deve pervenire entro 30 giorni dalla richiesta, pena il non accreditamento dell'evento e delle attività. 6. Il CROAS si pronuncia sulla domanda di accreditamento entro 60 giorni dalla data di ricevimento della domanda o della documentazione integrativa richiesta. In caso di silenzio protratto oltre i 60 giorni dalla data di ricevimento della domanda, da parte dell'oaser, il riconoscimento dei crediti si intende concesso. In questo caso il numenro dei crediti corrisponde al numero delle ore di durata effettiva dell'evento. Art. 7 Attribuzione crediti eventi formativi 1. In conseguenza di quanto disposto al comma 4 del precedente art. 6, la Commissione per l'autorizzazione della FC valuta la pertinenza di merito formativo sugli eventi per cui si richiede accreditamento. che si svolgeranno nel proprio territorio di competenza. 2. I crediti vengono attribuiti assegnando 1 credito per ogni ora di formazione con la possibilità di maggiorazione del 20% al pari di quanto previsto dal punto 5, dell'art. 12 del Regolamento della FC. 3. Il Consiglio nella prima seduta utile si esprime in merito sia in caso di accoglimento della richiesta sia in caso di diniego. 4. A seguito della deliberazione consiliare, viene data comunicazione scritta agli Enti interessati e contestualmente viene inserito l'evento nel data base del CNOAS.

3 Art. 8 Attribuzione crediti formativi per eventi non preventivamente accreditati (ex-post) Il CROAS può inoltre attribuire crediti anche a quegli eventi che, se pur non preventivamente accreditati, soddisfino i parametri del "Regolamento per la FC degli Assistenti Sociali" e che siano realizzati da agenzie autorizzate. L'iscritto, interessato al computo dei crediti di questi eventi, deve presentare specifica richiesta, corredata dalla documentazione attestante la partecipazione, tramite il database nazionale entro 60 giorni dalla realizzazione o alla conclusione dell'evento. Art. 9 Attribuzione crediti formativi per attività riferibili al punto h) del comma 3 e ai commi 4 e 6 dell'art. 12 del Regolamento per la FC degli Assistenti Sociali Il CROAS attribuisce crediti formativi per le attività e al punto h) del comma 3 e ai commi 4 e 6 dell'art 12 del Regolamento per la FC. L'iscritto, interessato al computo dei crediti di queste attività, deve presentare specifica richiesta, corredata dalla documentazione attestante l'avvenuta attività, tramite l'inserimento nel database nazionale. ATTIVITA' CREDITI NOTE a) PARTECIPAZIONE A COMMISSIONI DI STUDIO, GRUPPI DI LAVORO O COMMISSIONI CONSIGLIARI ISTITUITI DAL CROAS. INCARICHI ELETTIVI: 6 CREDITI FORMATIVI di cui 2 Nb: I CREDITI SONO RAPPORTATI AI MESI EFFETTIVI DI INCARICO A PRESCINDERE DAL NUMERO DELLE COMMISSIONI DI CUI SI E' COMPONENTE PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITA' DEL CONSIGLIO TERRITORIALE DI DISCIPLINA INCARICHI NON ELETTIVI: 2 CREDITI AD INCONTRO, FINO AD UN MASSIMO DI 12 CREDITI FORMATIVI DI cui 4 INCARICHI NON ELETTIVI: 2 CREDITI AD INCONTRO, FINO AD UN MASSIMO DI 12 CREDITI NB: I 4 CREDITI SONO RICONOSCIUTI NELL'AMBITO DELLE COMMISSIONI CHE TRATTANO MATERIE ATTINENTI

4 FORMATIVI DI cui 4 b) SVOLGIMENTO DI SUPERVISIONE PROFESSIONALE (in qualità di conduttore/formatore) c) SVOLGIMENTO di SUPERVISIONE DI TIROCINIO(in qualità di tutor) universitario e di adattamento d) SVOLGIMENTO DI RELAZIONI O LEZIONI CONDOTTE NELL'AMBITO DI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E MASTER, CORSI DI AGGIORNAMENTO, SEMINARI, CONVEGNI, GIORNATE DI STUDIO, ANCHE ESEGUITE CON MODALITA' TELEMATICHE e) PARTECIPAZIONE ALLE COMMISSIONI PER GLI ESAMI DI STATO PER ASSISTENTE SOCIALE f) ATTIVITA' DI DOCENZA UNIVERSITARIA g) REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DI ARTICOLI, SAGGI O CAPITOLI DI LIBRO h) REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DI MONOGRAFIE O TRATTATI 1 CREDITO OGNI 2 ORE DI SUPERVISIONE, FINO AD UN MASSIMO DI 15 CREDITI FORMATIVI di cui 5 PER ANNO 15 CREDITI FORMATIVI di cui 5 PER ANNO. 3 CREDITI A RELAZIONE FINO AD UN MASSIMO DI 15 CREDITI ANNUI, DI CUI 10 IN BASE ALLA TEMATICA TRATTATA 10 CREDITI COMPLESSIVI DI CUI 5 DOCENZA ANNUALE: 12 CREDITI ANNUI DOCENZA SEMESTRALE: 6 CREDITI ALTRI MODULI: 3 CREDITI 4 CREDITI FINO AD UN MASSIMO DI CREDITI DI CUI 5 NEL CASO DI MONOGRAFIE O TRATTATI RELATIVE A MATERIE DEONTOLOGICHE E DELL'ORDINAMENT O PROFESSIONALE Es: SESSIONE ESTIVA 2 Cf+3 cd SESSIONE AUTUNNALE 3 cf+2 cd

5 Art. 10 Esoneri 1. La Commissione per l'autorizzazione alla FC esprime parere sulle richieste di esonero dalla formazione continua, presentate dagli iscritti, nei casi previsti dall art. 13 del regolamento della FC: a) maternità o congedo parentale per la durata di dodici mesi; b) grave malattia o infortunio; c) interruzione per un periodo non inferiore a sei mesi dell attività professionale o trasferimento di questa all estero; d) altri casi di documentato impedimento derivante da cause di forza maggiore. L'iscritto autocertifica la propria condizione accedendo al database nazionale e seguendo le indicazioni riportate. Il CROAS è tenuto a verificare la congruità delle attestazioni effettuando controlli a campione. L'esonero può essere totale o parziale e va commisurato alla durata e alla tipologia della situazione relativamente all'anno formativo in corso; Il Consiglio Regionale, su proposta della Commissione per l autorizzazione della FC riconosce l'esonero parziale o totale. Il Consiglio dell'ordine Regionale tiene a precisare che le funzioni di coordinamento e di responsabilità a qualunque titolo rientrano tra le competenze e le funzioni proprie del ruolo professionale dell'assistente Sociale e, pertanto, non è previsto l'esonero dalla formazione continua. Art. 11 Adempimenti degli iscritti ed inosservanza dell'obbligo formativo Il periodo di valutazione della formazione continua ha durata triennale. Ciascun iscritto, entro il 31 marzo di ogni anno ha l'obbligo di inserire, nel data base del nazionale, i crediti acquisiti durante l'anno formativo precedente. Il CROAS verifica a campione l'adempimento dell'obbligo formativo da parte degli iscritti e la veridicità di quanto dichiarato. Art. 12 Piano annuale dell offerta formativa 1. Entro il 15 novembre di ogni anno la Commissione Formazione e la Commisisone Etica e deontologia, nell'ambito di competenza, propone al Consiglio dell Ordine il piano per la formazione continua annuale. 2. Il Consiglio Regionale dell Ordine, entro il 15 dicembre di ogni anno, approva ed invia al CNOAS, il piano dell offerta formativa a valenza annuale. Art.13 Diritti di Segreteria Se la richiesta di accreditamento riguarda un evento per cui è prevista una contribuzione da parte dell'iscritto, l'ente richiedente, dovrà versare all'oaser la cifra di 50 euro, a titolo di diritto di segreteria. Tuttavia, tale somma non dovrà essere corrisposta se l'evento prevede la partecipazione gratuita per gli assistenti sociali oppure una riserva di posti per assistenti sociali disoccupati.

6 Art. 14 Disposizioni finali Il Regolamento per la FC del Cnoas è entrato in vigore il 13 febbraio Il primo triennio formativo di applicazione comprende gli anni Tuttavia per l'anno 2014 è possibile far valere anche i crediti acquisiti nell'anno L'iscritto potrà inserire nel data base del CNOAS i crediti acquisiti negli 2013 entro la data del 31 marzo 2015.

Incontri territoriali con gli iscrittianno. Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua

Incontri territoriali con gli iscrittianno. Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua Incontri territoriali con gli iscrittianno 2015 Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua Ascoli Piceno 17 giugno 2015 I cambiamenti nella professione FORMAZIONE CONTINUA COMPITO DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA Il Consiglio dell Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Lombardia Visto il decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138,

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL UMBRIA

IL CONSIGLIO REGIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL UMBRIA Regolamento di funzionamento interno per la formazione continua degli Assistenti Sociali dell'umbria Approvato nella seduta di consiglio del 23.02.2015 IL CONSIGLIO REGIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AWOCATI DI BARI Letto il Regolamento per la formazione professionale continua approvato dal CNF il 13

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO -

Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Art.1 Scopo del Regolamento Scopo di questo Regolamento è disciplinare l attività di formazione professionale

Dettagli

Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Approvato dal Consiglio nazionale il 6 novembre 2013 sulla base del parere favorevole espresso dal Ministro della

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI CIRCOLARE INTERPRETATIVA ED ATTUATIVA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Approvata dal Consiglio dell'ordine di Rimini

Dettagli

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO 1. OBBLIGATORIETA' FORMATIVA CHI E' SOGGETTO ALL'OBBLIGO FORMATIVO Domanda n. 1 - Chi è soggetto all'obbligo di aggiornamento professionale? - Tutti gli iscritti

Dettagli

UNIONE LOMBARDA DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI

UNIONE LOMBARDA DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI CIRCOLARE INTERPRETATIVA E ATTUATIVA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE TRIENNIO 2008-2010 approvata dall'unione Lombarda dei Consigli dell'ordine degli Avvocati

Dettagli

adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento

adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL'ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI LECCO Il Consiglio dell'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

Dettagli

Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno. Art. 1 Scopo del Regolamento

Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno. Art. 1 Scopo del Regolamento Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno Art. 1 Scopo del Regolamento 1. Scopo di questo Regolamento è disciplinare l'attività

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI *** IL CONSIGLIO NAZIONALE ADACI considerato che a se medesimo e ai Consigli di Sezione è affidato il compito di tutelare e

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

Articolo 1 Formazione professionale continua

Articolo 1 Formazione professionale continua FORMAZIONE CONTINUA PER GLI ASSISTENTI SOCALI E ASSISTENTI SOCIALI SPECIALISTI REGOLAMENTO APPROVATO DAL C.N.O.A.S.il.. *** IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI considerato che a se medesimo

Dettagli

Faq sui crediti. 1) Quanti crediti devo conseguire in un anno?

Faq sui crediti. 1) Quanti crediti devo conseguire in un anno? Faq sui crediti Al fine di rendere più semplice la fruizione ai corsi da noi organizzati proviamo a rispondere alle vostre domande più frequenti. Tali risposte sono date sulla base del Regolamento per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016. REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016. Articolo 1 Formazione professionale continua 1. Il socio ha l'obbligo di mantenere e aggiornare la

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Verbale di deliberazione della GIUNTA COMUNALE Registro delibere di Giunta Comunale COPIA N. 19 OGGETTO: CONVENZIONE PER LA PROCEDURA

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Perugia

Ordine degli Avvocati di Perugia REGOLAMENTO 19 novembre 2015 n. 5 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA nella seduta del 19 novembre 2015 Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Perugia visto l art. 29, comma 1, lettera

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE * * Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Pescara -ritenuta la necessità di integrare il Regolamento per la Formazione continua approvato dal Consiglio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI Che cos è la Formazione professionale continua? E l attività obbligatoria di aggiornamento, approfondimento e sviluppo delle conoscenze e delle competenze

Dettagli

IL REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE E LINEE DI INDIRIZZO. Angelo Valsecchi Consiglio Nazionale Ingegneri 1

IL REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE E LINEE DI INDIRIZZO. Angelo Valsecchi Consiglio Nazionale Ingegneri 1 IL REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE E LINEE DI INDIRIZZO Angelo Valsecchi Consiglio Nazionale Ingegneri 1 Il Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI

REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI IL CONSIGLIO NAZIONALE DEI CHIMICI considerato che ai sensi dell'art. 7 comma 1 del D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137, al fine di garantire

Dettagli

Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione. La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure-

Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione. La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure- ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PISTOIA Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione Pistoia, 09.04.2014 La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure-

Dettagli

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA)

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA) IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA) Articolo 1 (Obbligo di formazione professionale continua) 1. In attuazione delle disposizioni di cui

Dettagli

Testo approvato dal C.N.G, dagli Ordini Regionali e dalla Commissione Nazionale A.P.C. nel corso della riunione tenutasi a Roma in data 23 luglio 2009

Testo approvato dal C.N.G, dagli Ordini Regionali e dalla Commissione Nazionale A.P.C. nel corso della riunione tenutasi a Roma in data 23 luglio 2009 REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO Articolo 1 Principi generali La formazione continua nell arco della vita professionale, richiamata dall'art. 150, Titolo XI del Trattato dell'ue e

Dettagli

Regolamento per la Formazione Professionale Continua

Regolamento per la Formazione Professionale Continua Regolamento per la Formazione Professionale Continua (Adottato con modifiche durante la seduta Consiliare di Martedì 7 Maggio 2013, di Martedì 5 Novembre 2013 e di Mercoledì 16 Luglio 2014) 1 1 Deliberato

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. dei dottori commercialisti e degli esperti contabili Circoscrizione del Tribunale di FOGGIA

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. dei dottori commercialisti e degli esperti contabili Circoscrizione del Tribunale di FOGGIA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA dei dottori commercialisti e degli esperti contabili Circoscrizione del Tribunale di FOGGIA IL CONSIGLIO DELL'ORDINE DI FOGGIA PRESO ATTO delle attribuzioni e dei compiti

Dettagli

La Formazione professionale continua

La Formazione professionale continua La Formazione professionale continua E scattato per gli avvocati l obbligo della formazione professionale continua, con la partecipazione (obbligatoria) ad eventi formativi per conseguire in un triennio

Dettagli

PRESO ATTO. Adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento

PRESO ATTO. Adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento REGOLAMENTO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Il Consiglio dell'ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Avellino, Ariano Irpino e Sant Angelo dei Lombardi PRESO ATTO del decreto

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA il Consiglio dell Ordine di MANTOVA nella seduta del 16.05.2012 PRESO ATTO delle

Dettagli

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa?

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa? FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa? La formazione è obbligatoria a partire dal 1 gennaio 2014, come prevede l art. 7 del DPR n. 137/2012, (Riforma

Dettagli

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N.

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. 137/2012 1. ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

Dettagli

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista (approvato nella seduta consiliare del 26 novembre 2003) Art. 1 Formazione

Dettagli

DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO

DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Considerato che da tempo ha individuato nella formazione continua, professionale e deontologica,

Dettagli

ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premesso che la riforma delle professioni e il relativo regolamento introducono per tutti gli iscritti all'albo degli

Dettagli

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Regolamento della formazione continua del Perito Agrario per l'eccellenza nell'esercizio della libera

Dettagli

Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare

Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare - Il Presidente e il Consigliere Segretario ritengono opportuno che, nell attuale momento di crisi generale

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa Roma, 16 luglio 2007 N. 25-C/2007 Ill.mi Signori Avvocati via e-mail e via telefax - PRESIDENTI DEI CONSIGLI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA Approvato dal Consiglio dell Ordine nella seduta del 26/11/2008 (con modifiche

Dettagli

A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO

A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO 1. Sono un professionista iscritto un po distratto, con quali attività posso adempiere al mio obbligo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale di Milano

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale di Milano FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA degli iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale

Dettagli

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Indice OBBLIGO FORMATIVO... 3 Riferimenti normativi... 3 Cos'è e in cosa consiste... 3 EVENTI FORMATIVI...

Dettagli

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA degli iscritti nell Albo tenuto dall Ordine dei dottori commercialisti e degli

Dettagli

Ordine degli Ingegneri della provincia di Viterbo VADEMECUM PER LA FORMAZIONE CONTINUA

Ordine degli Ingegneri della provincia di Viterbo VADEMECUM PER LA FORMAZIONE CONTINUA Ordine degli Ingegneri della provincia di Viterbo VADEMECUM PER LA FORMAZIONE CONTINUA REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE E LINEE DI INDIRIZZO Commissione Formazione ORDINE

Dettagli

CONAF Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali

CONAF Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali CONAF Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Regolamento per la formazione professionale continua Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori

Dettagli

STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE. Art. 1- Denominazione E costituita una Associazione denominata SOCIETA ITALIANA PSICOTERAPIA GESTALT (S.I.P.G.).

STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE. Art. 1- Denominazione E costituita una Associazione denominata SOCIETA ITALIANA PSICOTERAPIA GESTALT (S.I.P.G.). STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE Art. 1- Denominazione E costituita una Associazione denominata SOCIETA ITALIANA PSICOTERAPIA GESTALT (S.I.P.G.). Art. 2 Sede L Associazione ha sede legale, segreteria organizzativa

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO Tutte le risposte alle domande più frequenti

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO Tutte le risposte alle domande più frequenti FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO Tutte le risposte alle domande più frequenti Le Linee Guida del CNAPPC del 22 gennaio 2014 sono state aggiornate con delibera del 26 novembre 2014 licenziate

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013)

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013) REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013) ART. 1 1. Il presente Regolamento disciplina la realizzazione della

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA R E G O L A M E N T O 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua I L C O NSI G L I O N A Z I O N A L E F O R E NSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l recante la Nuova disciplina dell

Dettagli

8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22

8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22 8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22 LIBERE PROFESSIONI Consiglio Nazionale dei geologi - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell art.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELIBERATO NELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO IL 09/01/2014

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELIBERATO NELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO IL 09/01/2014 REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELIBERATO NELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO IL 09/01/2014 PRESO ATTO delle attribuzioni e dei compiti del Consiglio Nazionale in materia di formazione professionale

Dettagli

Il Consiglio dell Ordine di Treviso PRESO ATTO

Il Consiglio dell Ordine di Treviso PRESO ATTO Il Consiglio dell Ordine di Treviso PRESO ATTO delle attribuzioni e dei compiti del Consiglio Nazionale in materia di formazione professionale continua, per cui: 1) ai sensi dell'art. 29, co 1, lett. m),

Dettagli

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE AGGIORNATA SULLA BASE DELLE PROPOSTE EMERSE NELL A.P. DEL 06.04.13, DEL G.D.L. ALLARGATO DEL 24.04.13 E DELLE OSSERVAZIONI SUCCESSIVE

Dettagli

Regolamento Formazione Professionale Continua

Regolamento Formazione Professionale Continua ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI VITERBO Regolamento Formazione Professionale Continua Aggiornato nella seduta consiliare del 11 marzo 2014 Via Marconi, 7 01100 Viterbo Tel.

Dettagli

ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE

ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE presentazione di Avv. Sibilla Santoni sibillasantoni@tiscali.it Art. 15 Esenzioni ed esoneri 1. Sono esentati dall'obbligo di formazione continua gli avvocati

Dettagli

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova,

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, nelle sedute del 18 ottobre 2007 e 17 aprile 2008, 24 settembre e 15 ottobre 2009 - visto il Regolamento per la Formazione continua approvato dal Consiglio

Dettagli

COMUNE di VIGONOVO *** Provincia di Venezia

COMUNE di VIGONOVO *** Provincia di Venezia COMUNE di VIGONOVO *** Provincia di Venezia REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELL'ALBO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E LA COSTITUZIONE DELLE CONSULTE Approvato con delibera di C.C. n. 17 del 12.04.2006

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013

DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013 DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013 Esoneri, Esenzioni, Tutoraggio Individuale, Formazione all estero, Autoapprendimento, Modalità di registrazione e Certificazione 1. Esoneri I professionisti sanitari

Dettagli

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Associazione Italiana per la Pianificazione ed il Controllo di Gestione nelle Banche, nelle Società Finanziarie e nelle Assicurazioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Il Consiglio dell Ordine di Padova PRESO ATTO

Il Consiglio dell Ordine di Padova PRESO ATTO Il Consiglio dell Ordine di Padova PRESO ATTO delle attribuzioni e dei compiti del Consiglio Nazionale in materia di formazione professionale continua, per cui: 1) ai sensi dell'art. 29, co 1, lett. m),

Dettagli

FAQ. Aggiornamento e sviluppo professionale continuo

FAQ. Aggiornamento e sviluppo professionale continuo Aggiornamento e sviluppo professionale continuo a cura di Ferruccio Della Fina 10 settembre 2015 FAQ L obbligo della formazione continua è un tema nuovo per gli architetti italiani e suscita numerose domande

Dettagli

AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO D: In che cosa consiste l aggiornamento professionale obbligatorio? R: Il primo comma dell art. 7 del DPR 137/2012 stabilisce che al fine di garantire la

Dettagli

INTERVENTO 3 Prof. Arch. GIANFRANCO CELLAI L aggiornamento e sviluppo professionale continuo

INTERVENTO 3 Prof. Arch. GIANFRANCO CELLAI L aggiornamento e sviluppo professionale continuo FEDERAZIONE ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI CONSERVATORI TOSCANI AREZZO GROSSETO LIVORNO LUCCA PISTOIA PRATO SIENA FAD formazione a distanza Seminario formativo valido per 4 CFP obbligatori in materia

Dettagli

Regolamento attuativo della Formazione Professionale Continua

Regolamento attuativo della Formazione Professionale Continua ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BASSANO DEL GRAPPA Regolamento attuativo della Formazione Professionale Continua Approvato dall Ordine dei Dottori Commercialisti e degli

Dettagli

Ordine Ingegneri Cagliari Ruolo - Modalità di acquisizione CFP Piano formativo 2014. Giuseppina Vacca referente formazione consiglio OIC

Ordine Ingegneri Cagliari Ruolo - Modalità di acquisizione CFP Piano formativo 2014. Giuseppina Vacca referente formazione consiglio OIC Ordine Ingegneri Cagliari Ruolo - Modalità di acquisizione CFP Piano formativo 2014 Giuseppina Vacca referente consiglio OIC La continua è stata introdotta dall art. 7 del DPR 137 del 7 agosto 2012 Regolamento

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I

FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I FONDAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI di B A R I REGOLAMENTO DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO per l Attività Formativa Professionale Continua degli Iscritti all Ordine Consigliatura

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ODCEC DI MATERA

REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ODCEC DI MATERA REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ODCEC DI MATERA Premessa La vigente regolamentazione sulla Formazione Professionale Continua prevede che i Dottori Commercialisti e gli

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI DIVERSAMENTE ABILI

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI DIVERSAMENTE ABILI ALL. A) PROVINCIA DELL OGLIASTRA ASSESSORATO Lavoro Politiche Giovanili e Femminili e Formazione Professionale REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL COLLOCAMENTO MIRATO DEI DIVERSAMENTE ABILI

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013

DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013 DETERMINA DELLA CNFC DEL 17 luglio 2013 Esoneri, Esenzioni, Tutoraggio Individuale, Formazione all estero, Autoapprendimento, Modalità di registrazione e Certificazione 1. Esoneri 1 I professionisti sanitari

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO INDICAZIONI OPERATIVE DEL REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CONSULENTI DEL LAVORO Approvato dal Consiglio Nazionale con Delibera

Dettagli

ANNO XXXV - N. 1 - NOVEMBRE 2013

ANNO XXXV - N. 1 - NOVEMBRE 2013 Poste italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale - 70% - C/LT/DCB ANNO XXXV - N. 1 - NOVEMBRE 2013 DETERMINA DELLA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL 17 LUgLIO 2013 Esoneri, Esenzioni,

Dettagli

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea ordinaria dell Ordine degli ingegneri di Trieste Trieste,

Dettagli

Documento elaborato dalla Commissione Formazione della Federazione APPC Toscani

Documento elaborato dalla Commissione Formazione della Federazione APPC Toscani Documento elaborato dalla Commissione Formazione della Federazione APPC Toscani Care colleghe, cari colleghi, nel ricordarvi che il triennio formativo ha avuto inizio in maniera ufficiale il primo gennaio

Dettagli

Vademecum dell ECM. A cura del TSRM Dott. Vincenzo Braun Componente della Commissione Nazionale ECM

Vademecum dell ECM. A cura del TSRM Dott. Vincenzo Braun Componente della Commissione Nazionale ECM Vademecum dell ECM A cura del TSRM Dott. Vincenzo Braun Componente della Commissione Nazionale ECM 1. Esoneri dai crediti ECM 2. Esenzione dai crediti ECM 3. Tutoraggio individuale 4. Crediti ECM per formazione

Dettagli

C O R T E D A P P E L L O D I V E N E Z I A REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GIUDIZIARIO

C O R T E D A P P E L L O D I V E N E Z I A REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GIUDIZIARIO C O R T E D A P P E L L O D I V E N E Z I A C O N S I G L I O G I U D I Z I A R I O REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO GIUDIZIARIO Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11

Dettagli

9. Se al primo gennaio di ogni anno supero i 120 CFP i crediti in eccesso possono essere recuperati negli anni successivi NO

9. Se al primo gennaio di ogni anno supero i 120 CFP i crediti in eccesso possono essere recuperati negli anni successivi NO RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI 1. Da quando è in vigore l obbligo formativo? A partire dal 1 gennaio 2014 2. Chi è soggetto all obbligo della formazione? Tutti i professionisti iscritti all'albo che

Dettagli

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti Regolamento della formazione professionale continua dei Ragionieri commercialisti Approvato dal Consiglio Nazionale Ragionieri il 18 ottobre 2006 Il Consiglio Nazionale Ragionieri Commercialisti CONSIDERATO

Dettagli

I lllllll li lllll llll I li li li li lii CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

I lllllll li lllll llll I li li li li lii CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 02/05/2013 U-rsp/2313/2013 11111111111111111 I li I I lllllll li lllll llll I li li li li lii CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Dettagli

ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina il Master di I livello in Didattica dell Italiano a Stranieri.

ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina il Master di I livello in Didattica dell Italiano a Stranieri. REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA DELL ITALIANO A STRANIERI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina il Master di I livello in Didattica dell Italiano

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI Articolo 1 - Attività del Consiglio L attività del Consiglio dell Ordine

Dettagli

Regolamento per la formazione continua

Regolamento per la formazione continua Regolamento per la formazione continua Approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007 e adottato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Udine con delibera del 22 novembre 2007 e modificato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA, PSICOLOGIA, FILOSOFIA REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA, PSICOLOGIA, FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA, PSICOLOGIA, FILOSOFIA REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA, PSICOLOGIA, FILOSOFIA REGOLAMENTO DEL TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE, MISSIONE, FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE Art. 1 -Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Dipartimento

Dettagli

Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo

Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo Dal 1 gennaio 2014 l'aggiornamento professionale e la formazione specialistica saranno un obbligo per ogni professionista. Il CNAPPC ha emanato

Dettagli

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Palermo

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Palermo FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Palermo Le seguenti Faq cercano di dare le prime semplici indicazioni e orientamenti in relazione all aggiornamento e allo sviluppo professionale continuo,

Dettagli

LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SPERIMENTAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NORME DI ATTUAZIONE E DI COORDINAMENTO

LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SPERIMENTAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NORME DI ATTUAZIONE E DI COORDINAMENTO LINEE GUIDA OPERATIVE PER LA SPERIMENTAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NORME DI ATTUAZIONE E DI COORDINAMENTO Le Linee guida operative per la sperimentazione della formazione continua

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista

Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista (approvate nella seduta consiliare del 26 novembre 2002)

Dettagli