Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma LA FONETICA DELLA LINGUA INGLESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma LA FONETICA DELLA LINGUA INGLESE"

Transcript

1 Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma LA FONETICA DELLA LINGUA INGLESE Ci sono num erosi diversi dialetti dell inglese parlato in Am erica del Nord e in Gran Bretagna per cui le indicazioni fonetiche che saranno fornite di seguito si riferiscono soprattutto alle caratteristiche articolatorie dell inglese am ericano parlato nell ovest degli Stati Uniti d America (con alcune indicazioni diverse). 1 Ovviamente la pronuncia effettiva di parlanti non standard può variare significativam ente da quella qui proposta. Quando si fa una trascrizione è dunque necessario indicare alm eno se ci si riferisce a un parlante inglese o americano. Esiste uno standard ben codificato per il British English chiam ato RP (Received Pronunciation), usato anche dai professionisti della voce, e solitam ente identificato con la variante di pronunzia degli speaker della BBC. Dove non specificato la pronuncia indicata nelle trascrizioni che seguono è dell inglese americano. Si tenga ben presente che le trascrizioni riportate sono solo una possibilità tra le tante. 2 IL CONSONANTISMO DELL INGLESE Occl. Fric. Affricate Nasali Vibranti Laterali Appr. Bil. Lab. Dent. Alv. Prep. Pal. Vel. Glott. CONSONANTI DOPPIE Anche quando l ortografia inglese segnala una consonante doppia, la pronuncia è SEMPRE scempia (semplice). OCCLUSIVE p pen b buy t tea da notare che il punto di articolazione è alveolare d doll da notare che il punto di articolazione è alveolare k key g game 1 Per quanto riguarda le trascrizioni fonetiche contenute nei dizionari m ono- o bilingui bisogna precisare che spesso usano degli standard di trascrizione ibridi (tra fonologia e fonetica), sono spesso poco dettagliate dato lo scopo im m ediatam ente pratico e non rendono conto delle possibili varianti di pronunzia. Uno dei dizionari più com pleti, ivi incluse trascrizioni del British English, è l Oxford English Dictionary (di cui esiste anche una edizione su cd-rom non eccessivamente costosa). 2 Il fatto che vi siano alcune possibilità non significa che tutte le pronunzie e dunque tutte le trascrizioni siano accettabili. Le trascrizioni fonetiche devono quantom eno descrivere pronunzie plausibili di parlati inglesi o americani nativi. 22

2 Attenzione! I n posizione intervocalica e prim a di una vocale atona, l occlusiva alveolare sorda [t] in inglese americano tende a pronunciarsi come una monovibrante (cfr. sotto) [ ] com e in city vicinity. Lo stesso fenom eno riguarda nella stessa posizione anche l occlusiva alveolare sonora [ d] e la nasale [ n], com e in daddy, e in honey (meno frequente dei fenomeni precedenti). FRICATIVE fat voice thought that s z sin zoo shy pleasure hat Per quanto riguarda le sibilanti sorda e sonora [ s] e [ z] nel caso facciano parte del m orfem a del plurale, si accordano per sonorità al fono precedente per coarticolazione. books [s], robes [z]. Spesso tuttavia la variante sonora è solo accennata, ossia sonorizzata solo leggerm ente. I noltre se il m orfo lessicale term ina con una [ il plurale si forma aggiungendo [ ] come in houses, roses, bridges, ecc. AFFRICATE China judge Attenzione! In inglese tutte le occlusive e le affricate SORDE alla fine di parola, all inizio di sillaba t onica (non precedute da [ s] ) e all inizio di parola (se non seguite da altra consonante) sono realizzate con una aspirazione: pit buca (entrambe le occlusive sono aspirate perché l una a inizio l altra a fine di parola) tip suggerimento cheat cup inganno tazza Nasali my infer Com e in italiano, anche in inglese in posizione davanti a labiodentale [ f] [ v] troviam o l allofono nasale labiodentale [ ]. 23

3 Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma net da notare che il punto di articolazione è alveolare hang È da notare inoltre il fatto che in inglese la nasale alveolare può essere nucleo sillabico (m entre in italiano la funzione di nucleo sillabico è svolta solo da vocali). I n questo caso la sillabicità è indicata da un diacritico, una virgola posta sotto il sim bolo [ ], per esem pio in solution LATERALI line Bill da notare che il punto di articolazione è alveolare La laterale velarizzata [ ], chiam ata anche dark l, è un allofono laterale che si trova davanti a consonante ] film o in posizione finale di parola bell. È da notare inoltre il fatto che in inglese la laterale può essere nucleo sillabico. Dunque avremo il simbolo [ ], per esempio in bottle APPROSSIMANTI red very Nell RP in genere si tende a non pronunziare m ai una < r> finale di parola o preconsonantica se non in rarissim i casi: bar, pearl, start, m ore, ecc. sono pronunziati senza nessuna erre. I n posizione prevocalica invece si pronunzia una consonante non vibrante (radicalm ente diversa da quella italiana) : paring, arrow, ecc. I n alcuni dialetti e nell inglese am ericano a volte invece l approssim ante viene pronunziata anche in posizione finale. In posizione intervocalica invece si usa la m onovibrante [ ]. I n realtà i suoni risultano piuttosto sim ili all orecchio, per cui spesso nelle trascrizioni dei dizionari non si trova la distinzione: è dunque am m issibile fare trascrizioni usando solo il sim bolo dell approssimante. Attenzione! I n genere quando < R> si trova in fine di sillaba, davant i a consonant e, il fono viene cancellato (ossia non si pronuncia). for me ma for us permanent year why 24

4 IL VOCALISMO DELL INGLESE Per le vocali non fornirem o una descrizione specifica dei luoghi di articolazione: basterà com e per l italiano guardare il trapezio vocalico per capire in che posizione si trova la lingua nella produzione del fono. VOCALI SINGOLE sheep ship bet bad buy questo fono com pare solam ente com e prim o elemento di un dittongo una sillaba. com e in guy e down. Non com pare dunque m ai da solo in cup agree questo fono si realizza breve in posizione atona com e nell esem pio, m a lungo in posizione tonica, com e in girl ]. I noltre in sillaba atona tutte le vocali inglesi ( eccetto ) possono realizzarsi com e [ ] nel parlato spontaneo. stop (nella pronuncia inglese invece ]) caught pole (fono poco frequente) pool good FORME DEBOLI DELLE VOCALI Le indicazioni che precedono suggeriscono gli usi delle vocali soprattutto i posizione tonica ossia accentata. Quando una vocale si trova invece in posizione atona spesso si realizza in una form a debole ( m eno distinta) che in genere sposta l articolazione verso il centro. La m aggioranza delle vocali in form a debole si realizza com e schwa [ ]. Le sole vocali che non diventano schwa sono [ i ] che diventa la corrispondente breve [ ] e [ u ] che diventa [ ]. Ovviamente non mutano le vocali che sono già deboli come [ ] [ ] [ ]. 25

5 Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma DITTONGHI I dittonghi (sequenze vocaliche nella stessa sillaba) della lingua inglese sono particolarm ente frequenti. I l secondo elem ento del dittongo può essere solo uno dei seguenti foni: sure fear night fire take fair down more boy no Bisogna notare inoltre che alcuni dittonghi com e nell RP [ di sure o more, nel parlato colloquiale tendono a m onottongarsi rispettivam ente in e Ma non in tutti i casi, per esempio non in fewer, truer, brewer. ALUNE INDICAZIONI SULLE DIFFERENZE TRA AMERICANO E BRITISH ENGLISH Nel consonantism o l American English è una pronunzia detta rhotic ossia presenta l approssim ante (ortograficam ente < r> ) anche in posizione finale di parola, mentre il British English no. L am ericano non distingue significativam ente tra vocali lunghe e brevi. Ogni vocale in americano può essere pronunziata lunga per enfasi. I n am ericano le vocali di parole com e bath, che in British English è [, si pronunziano con [ ] come nella parola trap [ t dunque ]. In parole come thought, caught, law, call un americano non usa [ ] ma [ ]: I n alcuni dittonghi, l inglese am ericano non pronunzia la schwa term inale del dittongo (monottonga dunque) o semplifica il dittongo: 26

6 ESERCIZI DI FONETICA I. I ndividuate alcuni foni inglesi che non sono usati in italiano e fornite qualche esempio; I I. I ndividuate delle coppie m inim e inglesi con le seguenti coppie di suoni: [ p] [ s] ; [ ][ ]; [ ; III. Delle parole inglesi che seguono dare una possibile trascrizione fonetica (scegliendo la variante che si preferisce): fee sheep ship pit dead cat bad tap tab pad chalk tag half slave breath breathe moss pose ash church age him pen king beer full laborer butter ladder sicken dagger before author weather reason poison lashing leisure culture mummy ringing ahead beyond carry away sidekick knee wrought lamb table wooing debt button chill psychic ghost I V. Delle parole inglesi in trascrizione fonetica, fornire la corretta forma ortografica: " ] [ ] [ ] 27

7 Bibliografia di riferimento AA.VV Handbook of the I nternational Phonetic Association. Cam bridge University Press, Cambridge, UK. De Dom inicis, Am edeo Fonologia com parata delle principali lingue europee moderne. Bologna, CLUEB. Garcia Lecum berri, M. L. & J. A. Maidm ant English Transcription Course, Arnold, London. 23

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma IL CONSONANTISMO ITALIANO 1 Com e si è già detto le consonanti differiscono dalle vocali per la presenza di qualche form a di ostacolo nelle

Dettagli

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA LA SITUAZIONE ITALIANA Molto sinteticam ente si può osservare che la situazione delle parlate con cui ci si esprim

Dettagli

1. Fonetica e fonologia. La fonetica studia le caratteristiche fisiche dei suoni linguistici

1. Fonetica e fonologia. La fonetica studia le caratteristiche fisiche dei suoni linguistici Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2011 / 2012 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. Fonetica e fonologia La fonetica studia le caratteristiche

Dettagli

La fonologia. (5) esempi di due fonemi dell italiano individuati tramite una coppia minima

La fonologia. (5) esempi di due fonemi dell italiano individuati tramite una coppia minima LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 4 La fonologia (1) Fonologia: si occupa dei suoni usati sistematicamente nelle l. naturali per comunicare significati, ne studia

Dettagli

L ARBITRARIETA DELLE LINGUE

L ARBITRARIETA DELLE LINGUE L ARBITRARIETA DELLE LINGUE LANGUE E PAROLE La nozione di arbitrarietà radicale delle lingue così com e la distinzione tra langue e parole sono opera del linguista ginevrino Ferdinand de Saussure. Quando

Dettagli

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it i www.sanscrito.it I suoni del sanscrito: trascrizione e pronuncia ii Indice 1 La trascrizione

Dettagli

Cenni sulla pronuncia dell antico francese

Cenni sulla pronuncia dell antico francese Cenni sulla pronuncia dell antico francese Questa guida si riferisce alla pronuncia dell antico francese intorno ai secoli XII e XIII, periodo in cui la lingua era in evoluzione e dunque non facilmente

Dettagli

Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare

Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare Nella teoria segmentale della fonologia, la rappresentazione consiste in una sequenza lineare di segmenti (consonanti, vocali ed approssimanti)

Dettagli

2 Come consueto in letteratura, si distinguono terminologicamente i casi nei quali

2 Come consueto in letteratura, si distinguono terminologicamente i casi nei quali STUDIO SULL APPRENDIMENTO DEL CONSONANTISMO SPAGNOLO DA PARTE DI ITALOFONI Emanuela Colonna, Barbara Gili Fivela Università degli Studi di Lecce coleman2078@yahoo.it; gili@sns.it 1. SOMMARIO In questo

Dettagli

Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV. Regole variabili e Scale implicazionali

Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV. Regole variabili e Scale implicazionali Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV Regole variabili e Scale implicazionali 1 Regole variabili La regola variabile rappresenta il versante descrittivo (punto di vista esterno) della variabilità linguistica

Dettagli

- talvolta, una stessa lettera rappresenta due foni (o anche fonemi) diversi in parole diverse: stella vs medico casa vs cima gatto vs giostra

- talvolta, una stessa lettera rappresenta due foni (o anche fonemi) diversi in parole diverse: stella vs medico casa vs cima gatto vs giostra L IPA e l ambiguità dei sistemi di trascrizione tradizionali Elenchiamo alcuni problemi che si riscontrano con l alfabeto italiano utilizzato come sistema di trascrizione fonetica: - talvolta, una stessa

Dettagli

Facoltà di Studi Umanistici Cagliari Riallineamento Greco

Facoltà di Studi Umanistici Cagliari Riallineamento Greco Bibliografia utilizzata e consigliata per il corso. A.SIVIERI P.VIVIAN, Grammatica greca, Messina-Firenze 1994 A.SIVIERI P.VIVIAN, (a cura di S. Corbinelli), Grammatica greca, Messina-Firenze 2006 A.SIVIERI

Dettagli

1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica?

1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica? RISPOSTE ALLE DOMANDE DEL CAPITOLO 3 1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica? I modi di analisi del suono sono tre: il percettivo, l'acustico e l'articolatorio. Possiamo ricondurre

Dettagli

Fonetica e Fonologia

Fonetica e Fonologia Fonetica e Fonologia Fonetica: studio concreto delle proprietà fisiche (fonetica acustica) e fisiologiche (fonetica articolatoria) dei suoni del linguaggio. Fonologia: studio astratto delle rappresentazioni

Dettagli

Facoltà di Lettere efilosofia, Cagliari

Facoltà di Lettere efilosofia, Cagliari L alfabeto greco L alfabeto greco consta di 24 lettere: 7 vocali e 17 consonanti. Maiuscola Minuscola Nome della lettera Trascrizione latina Pronuncia Α α Alfa a [a] es. amico Β β Beta b [b]es. base Γ

Dettagli

L'ALFABETO ALBANESE. Patìtucci - CastroviUari 1968

L'ALFABETO ALBANESE. Patìtucci - CastroviUari 1968 L'ALFABETO ALBANESE 0 Tip. Patìtucci - CastroviUari 1968 Alfabeto Albanese L' alfabeto albanese ' consta di 36 lettere in quest' ordine di successione : a, b, c, Q, d, dh, e, é, f, g, gj, h, i, j, k, 1,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI Sociolinguistica A2 (codice: 37089) Ada Valentini Esercitazione n. 1: fonetica e fonologia L esercitazione

Dettagli

FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI

FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI FONETICA E FONOLOGIA La fonetica e la fonologia sono due discipline linguistiche che in qualche modo toccano lo stesso campo ma con strumenti e principi molto diversi.

Dettagli

Suono Trascrizione: pos. atona pos. tonica

Suono Trascrizione: pos. atona pos. tonica 118 3. LA LINGUA PIEMONTESE Trascrizione ufficiale (ortografia) Parlando della storia del p. abbiamo già spiegato come si produsse la sua ortografia. Si noterà che affrontiamo la trascrizione dei suoni

Dettagli

3. La rappresentazione del suono linguistico

3. La rappresentazione del suono linguistico 3. La rappresentazione del suono linguistico 3.1. Fonetica L oggetto di studio della fonetica sono i suoni del linguaggio, precisamente come sono fatti fisicamente i suoni di cui la lingua si serve. I

Dettagli

Ligure. Classificazione

Ligure. Classificazione Ligure Classificazione Il ligure [LIJ] (ligûre, [ˈliɡyɾe]) è parlato da circa 1,5 milioni di persone in tutto, in Liguria (Nord Italia), Principato di Monaco, Bonifacio (Corsica), isola di S. Pietro e

Dettagli

Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici.

Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici. Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici. di Cristina Lavinio Introduzione 2 Fonetica e foni, fonologia e fonemi..4 Fonologia e fonematica..5 Fonetica articolatoria..7

Dettagli

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista:

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista: La linguistica e l ipotesi innatista La linguistica è la scienza che studia le proprietà del linguaggio umano. Secondo la cosiddetta ipotesi innatista la lingua è il prodotto di un sistema cognitivo codificato

Dettagli

Il sistema Wade-Giles è stato il sistema di traslitterazione fonetica più utilizzato nel XX secolo ed è tutt ora in uso a Taiwan.

Il sistema Wade-Giles è stato il sistema di traslitterazione fonetica più utilizzato nel XX secolo ed è tutt ora in uso a Taiwan. Pinyin Breve introduzione Il pīnyīn ( 拼 音 ) è il sistema di trascrizione ufficiale del cinese standard. Con il Movimento del 4 maggio 1919 nasce in Cina tra i giovani studenti e i moderni letterati dell

Dettagli

Specifiche per l'etichettatura dei livelli segmentali

Specifiche per l'etichettatura dei livelli segmentali Specifiche per l'etichettatura dei livelli segmentali a cura di Renata Savy Il documento fa parte del progetto CLIPS- Corpora e Lessici di Italiano Parlato e Scritto, finanziato dal MIUR ex lege 488 (Progetto

Dettagli

LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3. La fonetica

LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3. La fonetica LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3 La fonetica (1) Fonetica: studia i suoni del linguaggio dal punto di vista della loro materialità fisica ( sostanza del significante

Dettagli

Principi di Fonologia

Principi di Fonologia Marco Svolacchia PREMESSA Lo scopo di questa trattazione è di descrivere, con il minor grado di convenzionalità e autoreferenzialità possibile, le fondamenta su cui la teoria e la pratica fonologica poggiano.

Dettagli

Breve introduzione alla fonetica

Breve introduzione alla fonetica Massimo Prada Breve introduzione alla fonetica La fonetica acustica e la fonetica articolatoria Sommario Sommario...2 La fonetica...4 La fonetica articolatoria...5 L apparato fonatorio...5 Il meccanismo

Dettagli

Vi sono varie motivazioni per inserire la sillaba in un modello che intenda rappresentare la competenza del parlante nativo:

Vi sono varie motivazioni per inserire la sillaba in un modello che intenda rappresentare la competenza del parlante nativo: La sillaba Finora abbiamo esaminato i segmenti come complessi di proprietà atomiche e combinabili secondo dei principi generali. Esistono comunque anche delle unità maggori che raggruppano i vari foni

Dettagli

FONETICA ARTICOLATORIA: SCHEMI ED ESERCIZIARIO CLARA FERRANTI

FONETICA ARTICOLATORIA: SCHEMI ED ESERCIZIARIO CLARA FERRANTI FONETICA ARTICOLATORIA: SCHEMI ED ESERCIZIARIO CLARA FERRANTI FONETICA ARTICOLATORIA: SCHEMI ED ESERCIZIARIO CLARA FERRANTI Macerata 2013 Fonetica articolatoria: schemi ed eserciziario Testo didattico

Dettagli

La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta

La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta Claudio Turello Formazione Miur - Abruzzo 2007-1 Fonetica e fonologia La fonetica è la scienza che studia i suoni del linguaggio articolato ( detti

Dettagli

Università degli studi di Cassino Facoltà di Lettere e filosofia Glottologia e linguistica a.a. 2005-2006. DISPENSA DI FONETICA Giancarlo Schirru

Università degli studi di Cassino Facoltà di Lettere e filosofia Glottologia e linguistica a.a. 2005-2006. DISPENSA DI FONETICA Giancarlo Schirru 1 Università degli studi di Cassino Facoltà di Lettere e filosofia Glottologia e linguistica a.a. 2005-2006 DISPENSA DI FONETICA Giancarlo Schirru 2 1. Le tre dimensioni della fonetica Espressioni tecniche:

Dettagli

Luca Lorenzetti L italiano contemporaneo, Carocci, 2002

Luca Lorenzetti L italiano contemporaneo, Carocci, 2002 Luca Lorenzetti L italiano contemporaneo, Carocci, 2002 (schema compilato da Rita Lugaresi: non sostituisce il libro!) 1. L Italia linguistica contemporanea 1.1. le lingue d Italia oggi L italiano è la

Dettagli

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista:

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista: La linguistica e l ipotesi innatista La linguistica è la scienza che studia le proprietà del linguaggio umano. Secondo la cosiddetta ipotesi innatista la lingua è il prodotto di un sistema cognitivo codificato

Dettagli

DIZIONARI E CORSI DI LINGUE

DIZIONARI E CORSI DI LINGUE CATALOGO 2016 DIZIONARI E CORSI DI LINGUE EDITORE 3 MOTIVI PER IMPARARE LE LINGUE CON I CORSI DI LINGUA DIGITAL PUBLISHING Corso 1 inglese 59,00 Contenuto: cd-rom libro di testo cuffia-microfono NUOVA

Dettagli

DIZIONARI E CORSI DI LINGUE

DIZIONARI E CORSI DI LINGUE CATALOGO 2015 DIZIONARI E CORSI DI LINGUE EDITORE 3 MOTIVI PER IMPARARE LE LINGUE CON I CORSI DI LINGUA DIGITAL PUBLISHING Corso 1 inglese 59,00 Contenuto: cd-rom libro di testo cuffia-microfono NUOVA

Dettagli

PER UNA TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI SCRITTURA SPONTANEI IN AREA ROMANZA

PER UNA TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI SCRITTURA SPONTANEI IN AREA ROMANZA PER UNA TIPOLOGIA DEI SISTEMI DI SCRITTURA SPONTANEI IN AREA ROMANZA Gabriele IANNÀCCARO Università di Milano-Bicocca Vittorio DELL AQUILA Università di Vasa / Vaasa 0. Si è affermata ormai da qualche

Dettagli

Informazioni generali e modalità d'esame

Informazioni generali e modalità d'esame CdL in Scienze della Comunicazione Lingua Inglese 1 A partire dall A.A. 2013/2014, gli esami per il coso di Lingua Inglese 1 per Scienze della Comunicazione (ex Prof. Perego) sono tenuti dalla Dott.ssa

Dettagli

indice 7 Introduzione 9 CAP. 1 Lo sviluppo del linguaggio 13 CAP. 2 L articolazione verbale 19 CAP. 3 Le difficoltà di articolazione verbale

indice 7 Introduzione 9 CAP. 1 Lo sviluppo del linguaggio 13 CAP. 2 L articolazione verbale 19 CAP. 3 Le difficoltà di articolazione verbale indice 7 ntroduzione 9 C. 1 Lo sviluppo del linguaggio 13 C. 2 L articolazione verbale 19 C. 3 Le difficoltà di articolazione verbale 35 C. 4 Le immagini articolatorie 39 Bibliografia 41 SZ. 1 mmagini

Dettagli

Lidia Calabrò. come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri. Livello intermedio e avanzato (con CD audio)

Lidia Calabrò. come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri. Livello intermedio e avanzato (con CD audio) Lidia Calabrò E tu come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri Livello intermedio e avanzato (con CD audio) (Prefazione, Introduzione e CD a cura di Antonio Romano ) Edizioni

Dettagli

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Dr.ssa Silvia Alessandri Logopedista alessandrisilvia@yahoo.it Cosa è necessario al fine

Dettagli

Transfer linguistico. La contrastività italiano-inglese. inglese. Cenni storici. Analisi comparativa/contrastiva

Transfer linguistico. La contrastività italiano-inglese. inglese. Cenni storici. Analisi comparativa/contrastiva La contrastività italiano-inglese inglese Matteo Santipolo Università di Padova Cenni storici Anni 50: Ipotesi contrastiva (interferenza pesante delle abitudini linguistiche della L1 sull acquisizione

Dettagli

V. Segmentazione e trascrizione

V. Segmentazione e trascrizione V. Segmentazione e trascrizione In seguito all affermazione dei sistemi di scrittura, e in particolare di quelli di scrittura alfabetica, il parlato è stato interpretato come il risultato della concatenazione

Dettagli

Tecnologie del parlato

Tecnologie del parlato Tecnologie del parlato La sintesi del parlato Il riconoscimento del parlato 1 La sintesi del parlato (speech synthesis) Text-to-Speech (TTS) programmi in grado di produrre e pronunziare frasi allo scopo

Dettagli

Anno III 2005. Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO

Anno III 2005. Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO Anno III 2005 Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO Il sistema delimitato dei nomi dei quattro elementi naturali (terra, acqua,

Dettagli

VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE

VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE ANNO 2005 LA GRAFIA: COSTRUIRE UN SISTEMA. LA TRASCRIZIONE FONETICA. IL SISTEMA GENRE. A CURA DELLA DOTT.SSA MONICA CINI Il problema della rappresentazione grafica

Dettagli

-Sardo degli Statuti GLOSSARIO COMPARATO DELLA LINGUA SARDA. -Latino degli Statuti -DES di M.L. Wagner -Varianti del Sardo -Italiano

-Sardo degli Statuti GLOSSARIO COMPARATO DELLA LINGUA SARDA. -Latino degli Statuti -DES di M.L. Wagner -Varianti del Sardo -Italiano Antica cinta muraria, nuove fortificazioni e Castello di Sassari Progetto di Rocco Capellino - 1577 (Biblioteca apostolica Vaticana) Veduta di Mastru Statuti-207753 A -Sardo degli Statuti B Sassari di

Dettagli

Home page. pagina 452

Home page. pagina 452 Home page Adattamenti fonetici dei prestiti stranieri nella lingua giapponese Tesi di laurea di Sandro Carnevali 199192 richiede il supporto Unicode Sommario e premessa Fonologia e fonetica Prestiti dalle

Dettagli

QSO E TRASCRIZIONE FONETICA Domenico Felaco - IK6QGE

QSO E TRASCRIZIONE FONETICA Domenico Felaco - IK6QGE Il QSO in lingua straniera QSO E TRASCRIZIONE FONETICA Domenico Felaco - IK6QGE Quando faccio un QSO in lingua straniera, trovo utile avere a portata di mano uno schema con le espressioni che probabilmente

Dettagli

I suoni della lingua ebraica

I suoni della lingua ebraica Capitolo 1 I suoni della lingua ebraica La lingua ebraica si scrive da destra a sinistra. Tutte le lettere ebraiche indicano consonanti. Ognuna di esse è un unità fonologica 1 separata. 1. Le consonanti

Dettagli

Corso di fonetica e conversazione inglese

Corso di fonetica e conversazione inglese COLLEGIO IPASVI DI ROMA Corso di fonetica e conversazione inglese OBIETTIVI DEL CORSO Sviluppare le proprie capacità di conversazione e di comprensione della lingua inglese. RESPONSABILE SCIENTIFICO: Gennaro

Dettagli

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO L.Carretti-logopedista- HSA - Como 1 1 2 L.Carretti-logopedista- HSA 2 - Como 3 L.Carretti-logopedista- HSA 3 - Como 4 L.Carretti-logopedista- HSA 4 - Como L.Carretti-logopedista-

Dettagli

Guida per l insegnante/tutor 1. 0. Presentazione della Guida

Guida per l insegnante/tutor 1. 0. Presentazione della Guida Guida per l insegnante/tutor 1 0. Presentazione della Guida Questo documento è una guida all uso del corso di lingua italiana come L2 per adulti realizzato dall Università per Stranieri di Siena nell ambito

Dettagli

Introduzione alla storia della lingua gaelica

Introduzione alla storia della lingua gaelica Introduzione alla storia della lingua gaelica Anna Fattovich EUT Edizioni Università di Trieste ISBN 978-88-8303-316-2 Sommario Introduzione allo studio della lingua gaelica 4 Proto-celtico 9 Stadi della

Dettagli

RITARDO PRIMARIO DI LINGUAGGIO

RITARDO PRIMARIO DI LINGUAGGIO LAVORO DELLA PERCEZIONE UDITIVA NEL LINGUAGGIO Identificazione e rafforzamento delle caratteristiche fonemiche della lingua e, contemporaneamente, inibizione delle caratteristiche che le sono estranee

Dettagli

LE FREQUENZE DEI FONI E DELLE LORO CO-OCCORRENZE INTRA- E INTER-SILLABICHE IN DUE BAMBINI DAI 9 AI 27 MESI DI ETA

LE FREQUENZE DEI FONI E DELLE LORO CO-OCCORRENZE INTRA- E INTER-SILLABICHE IN DUE BAMBINI DAI 9 AI 27 MESI DI ETA LE FREQUENZE DEI FONI E DELLE LORO CO-OCCORRENZE INTRA- E INTER-SILLABICHE IN DUE BAMBINI DAI 9 AI 27 MESI DI ETA Claudio Zmarich, Elena Luppari Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del C.N.R.,

Dettagli

Terra Iberica. Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica A10 215

Terra Iberica. Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica A10 215 Terra Iberica Collana diretta da Patrizia Botta Sezione I, Didattica 9 A10 215 Collana Terra Iberica diretta da Patrizia BOTTA Comitato di redazione Elisabetta VACCARO (Capo Redattore) e Carla BUONOMI

Dettagli

Fonologia. Fonemi, allofoni e strani casi dell italiano

Fonologia. Fonemi, allofoni e strani casi dell italiano Fonologia Fonemi, allofoni e strani casi dell italiano Dalla fonetica alla fonologia Dalla fonetica alla fonologia Quando si sono spiegati tutti i movimenti dell apparato vocale necessari a produrre le

Dettagli

Fonologia. Secondo livello di analisi linguistica

Fonologia. Secondo livello di analisi linguistica Fonologia Secondo livello di analisi linguistica Dalla fonetica alla fonologia Dalla fonetica alla fonologia Quando si sono spiegati tutti i movimenti dell apparato vocale necessari a produrre le singole

Dettagli

Log. Marzia Lorenzini. S. Giorgio di Mantova 09 Dicembre 2013

Log. Marzia Lorenzini. S. Giorgio di Mantova 09 Dicembre 2013 Log. Marzia Lorenzini S. Giorgio di Mantova 09 Dicembre 2013 Da Giocare con le parole 2 ED Erickson Capacità di percepire e riconoscere per via uditiva i fonemi che compongono le parole del linguaggio

Dettagli

PROPOSTE PER LA LETTO-SCRITTURA

PROPOSTE PER LA LETTO-SCRITTURA PROPOSTE PER LA LETTO-SCRITTURA 4 febbraio 2015 maestra Chiara Sciarretta imparare a leggere e scrivere Esploratore precoce Evento di particolare valore perché associato all idea di diventare grande Curiosità

Dettagli

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura. Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura. Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana Cosa è necessario al fine dello sviluppo di una buona Competenza

Dettagli

In questo primo anno di scuola media il metodo adottato sarà il più vario possibile. Sarà data molta importanza all aspetto orale per abituare gli

In questo primo anno di scuola media il metodo adottato sarà il più vario possibile. Sarà data molta importanza all aspetto orale per abituare gli ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRASANTA 1^ SCUOLA MEDIA SECONDARIA DI 1^GRADO P.E.BARSANTI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ANNUALE DOCENTE: PROF.SSA SILVIA BIBOLOTTI MATERIA: LINGUA FRANCESE CLASSE 1^ A

Dettagli

I disturbi specifici dell apprendimento (D.S.A. D.S.A.) Scrittura. Logopedista: Amitrano Luisa. Logopedista: Falco Daniela

I disturbi specifici dell apprendimento (D.S.A. D.S.A.) Scrittura. Logopedista: Amitrano Luisa. Logopedista: Falco Daniela I disturbi specifici dell apprendimento (D.S.A. D.S.A.) Scrittura Logopedista: Amitrano Luisa Logopedista: Falco Daniela La Scrittura SCRIVERE è un abilità complessa e multicomponenziale che si costruisce

Dettagli

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO. 17.11.2015 L.Carretti-logopedista-HSA Como 1

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO. 17.11.2015 L.Carretti-logopedista-HSA Como 1 SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO 17.11.2015 L.Carretti-logopedista-HSA Como 1 SVILUPPO DEL LINGUAGGIO PREDISPOSIZIONE BIOLOGICA ESPOSIZIONE ALL AMBIENTE LINGUISTICO 17.11.2015 L.Carretti-logopedista-HSA

Dettagli

Fonetica articolatoria

Fonetica articolatoria Fonetica articolatoria Classificazione dei suoni (foni): Vocali sono sempre sonore (prodotte dunque in presenza di vibrazione delle corde vocali) l aria espiratoria non incontra nessun ostacolo nel canale

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14. PIANO DI LAVORO ANNUALE I.C AVIO scuola primaria di Avio e scuola primaria di Sabbionara CESTARO VIVIANA LINGUA INGLESE

ANNO SCOLASTICO 2013/14. PIANO DI LAVORO ANNUALE I.C AVIO scuola primaria di Avio e scuola primaria di Sabbionara CESTARO VIVIANA LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2013/14 PIANO DI LAVORO ANNUALE I.C AVIO scuola primaria di Avio e scuola primaria di Sabbionara INSEGNANTE: CESTARO VIVIANA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSI: Prima di Sabbionara Prima

Dettagli

La p r o n u n c i a d e l f r i u l a n o s ta n d a r d:

La p r o n u n c i a d e l f r i u l a n o s ta n d a r d: Paolo Roseano La p r o n u n c i a d e l f r i u l a n o s ta n d a r d: proposte, problemi e domande aperte 1. Una questione poco trattata La pronuncia della lingua comune è stata ed è tuttora un argomento

Dettagli

valentina.ferraris16@gmail.com

valentina.ferraris16@gmail.com LINGUAGGIO prevenzione e intervento (proposte operative) valentina.ferraris16@gmail.com Studi retrospettivi sui precursori dei DSA Studi longitudinali sull evoluzione dei bambini con DSL Molti DSA hanno

Dettagli

Fonetica italiana. Pier Marco Bertinetto. 1 Fonetica e fonologia

Fonetica italiana. Pier Marco Bertinetto. 1 Fonetica e fonologia Pier Marco Bertinetto Fonetica italiana (contributo destinato alla Enciclopedia dell italiano, curata da R. Simone per i tipi dell Istituto dell Enciclopedia Italiana) * 1 Fonetica e fonologia La fonetica

Dettagli

PROGETTO INGLESE Anno Scolastico 2008/2009 Realizzato in tutte le scuole dell Infanzia dell Istituto Comprensivo dall insegnante Elisa Erbacci

PROGETTO INGLESE Anno Scolastico 2008/2009 Realizzato in tutte le scuole dell Infanzia dell Istituto Comprensivo dall insegnante Elisa Erbacci PROGETTO INGLESE Anno Scolastico 2008/2009 Realizzato in tutte le scuole dell Infanzia dell Istituto Comprensivo dall insegnante Elisa Erbacci PRIMA LEZIONE : HELLO! Hello, I m (nome dell alunno) What

Dettagli

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca

E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi. Paul Pierre Broca E il cervello? 1811, Ospedale di Bicêtre, Parigi Paul Pierre Broca Area di Broca L ipotesi più probabile è che i limiti delle sintassi delle lingue umane siano dovuti a una matrice di stampo biologico

Dettagli

#ca.ro.va.na# quattro sillabe

#ca.ro.va.na# quattro sillabe Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2011 / 2012 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. La sillaba [karo'vana] otto foni /

Dettagli

L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE

L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE D.P.Reg. 7 marzo 2013, n. 041/Pres. ( 1 ) L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE VISTO l'articolo 5 della legge regionale 18 dicembre

Dettagli

Pronuncia dell inglese

Pronuncia dell inglese Lingua in pratica Pronuncia dell inglese Manuale pratico su regole, origini e difficoltà della pronuncia inglese di John Johnson e Maria Chiara Piccolo Sommario Prefazione... pag. Guida alla consultazione...»

Dettagli

Scrittura fenicia. Aramaico VI sec. a. C. Ebraico VI sec. a. C. Fenicio VI sec a.c.

Scrittura fenicia. Aramaico VI sec. a. C. Ebraico VI sec. a. C. Fenicio VI sec a.c. Scrittura fenicia Per convenzione, la definizione di scrittura fenicia è riservata alla scrittura alfabetica (consonantica) lineare attestata dal XII sec. a.c. presso i popoli fenici. I caratteri fenici

Dettagli

Pier Marco Bertinetto. Sillaba

Pier Marco Bertinetto. Sillaba Pier Marco Bertinetto Sillaba (contributo destinato alla Enciclopedia dell italiano, curata da R. Simone per i tipi dell Istituto dell Enciclopedia Italiana) * 1 La struttura della sillaba Ogni lingua

Dettagli

7 CAUSE di assenza o riduzione del dittongamento toscano:

7 CAUSE di assenza o riduzione del dittongamento toscano: 7 CAUSE di assenza o riduzione del dittongamento toscano: 1 La /ɔ/ deriva dalla monottongazione del dittongo AU il dittongamento toscano non si verifica, es. AURUM > /'ɔro/, non * /'wɔro/ (vedi cronologia

Dettagli

Come utilizzare i corsi Let s Do Business

Come utilizzare i corsi Let s Do Business Come utilizzare i corsi Let s Do Business Livello linguistico richiesto Importante: Gli studenti devono possedere un livello di comprensione basico della lingua inglese per usufruire del corso. Ulteriore

Dettagli

Inventarî sonori delle lingue: elementi descrittivi di sistemi e processi di variazione segmentali e sovrasegmentali

Inventarî sonori delle lingue: elementi descrittivi di sistemi e processi di variazione segmentali e sovrasegmentali Antonio Romano Inventarî sonori delle lingue: elementi descrittivi di sistemi e processi di variazione segmentali e sovrasegmentali Fonetica e Fonologia per il modulo-base di Linguistica Generale (Facoltà

Dettagli

AISV 2004 PROGRAMMA. Giovedi 2 Dicembre 2004. Aula Nievo - Palazzo del BO. 08:30-09:00 Registrazione

AISV 2004 PROGRAMMA. Giovedi 2 Dicembre 2004. Aula Nievo - Palazzo del BO. 08:30-09:00 Registrazione AISV 2004 1 Convegno Nazionale AISV Associazione Italiana di Scienze della Voce - "MISURA DEI PARAMETRI" aspetti tecnologici ed implicazioni nei modelli linguistici Giovedi 2 Dicembre 2004 Aula Nievo -

Dettagli

Introduzione alla fonetica inglese

Introduzione alla fonetica inglese Introduzione alla fonetica inglese Vi è un solo modo per imparare con sicurezza la pronuncia inglese, e consiste nell apprendere la pronuncia di ogni singolo vocabolo, allo stesso modo che se ne impara

Dettagli

DISLESSIA LINGUAGGIO - CONSAPEVOLEZZA FONOLOGICA E APPRENDIMENTO DELLA LINGUA SCRITTA Relatore: Maria Angela Berton Logopedista Formatore AID

DISLESSIA LINGUAGGIO - CONSAPEVOLEZZA FONOLOGICA E APPRENDIMENTO DELLA LINGUA SCRITTA Relatore: Maria Angela Berton Logopedista Formatore AID DISLESSIA LINGUAGGIO - CONSAPEVOLEZZA FONOLOGICA E APPRENDIMENTO DELLA LINGUA SCRITTA Relatore: Maria Angela Berton Logopedista Formatore AID PERCORSO FONOLOGICO PER LIVELLI DI ACQUISIZIONE DELLA SCRITTURA

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CORREGGIO E SAN MARTINO IN RIO VIA CONTE IPPOLITO 16/A-42015 CORREGGIO C.F.: 80015990353-C.M.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CORREGGIO E SAN MARTINO IN RIO VIA CONTE IPPOLITO 16/A-42015 CORREGGIO C.F.: 80015990353-C.M. DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CORREGGIO E SAN MARTINO IN RIO VIA CONTE IPPOLITO 16/A-42015 CORREGGIO C.F.: 80015990353-C.M. REEE03600V-TEL. 0522692433 - FAX 0522644170- e-mail: reee03600v@postecert.it

Dettagli

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA FONOLOGIA E ORTOGRAFIA 1. SUONI E SEGNI 1.1 LINGUA PARLATA E LINGUA SCRITTA Ogni uomo ha la necessità di usare il codice lingua per comunicare con i propri simili. Il codice che inizialmente viene appreso

Dettagli

Norme redazionali AItLA foglio di stile per gli autori

Norme redazionali AItLA foglio di stile per gli autori foglio di stile per gli autori 1. Generalia Si prega di seguire scrupolosamente le norme redazionali della collana e di non utilizzare fogli di stile o altri tipi di formattazione automatica diversi da

Dettagli

0. Presentazione della Guida

0. Presentazione della Guida Guida per insegnanti/tutor 1 0. Presentazione della Guida Questo documento è una guida all uso del corso di lingua italiana come L2 per adulti realizzato dall Università per Stranieri di Siena nell ambito

Dettagli

LA PRODUZIONE DI VOCALI E CONSONANTI NEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

LA PRODUZIONE DI VOCALI E CONSONANTI NEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Sede Amministrativa del Dottorato di Ricerca Posto di Dottorato attivato grazie al contributo dell Istituto Auxologico Italiano DOTTORATO DI RICERCA IN PSICOLOGIA CLINICA

Dettagli

1990-1995: MATURITÀ LINGUISTICA conseguita presso il Liceo scientifico sperimentale ad indirizzo linguistico F. Cecioni - (Livorno) con punti 58/60.

1990-1995: MATURITÀ LINGUISTICA conseguita presso il Liceo scientifico sperimentale ad indirizzo linguistico F. Cecioni - (Livorno) con punti 58/60. Curriculum Vitae et Studiorum Nadia Nocchi ISTRUZIONE 1990-1995: MATURITÀ LINGUISTICA conseguita presso il Liceo scientifico sperimentale ad indirizzo linguistico F. Cecioni - (Livorno) con punti 58/60.

Dettagli

TESTO DI RIFERIMENTO PER L APPROFONDIMENTO LINGUISTICO: NEW INSIDE GRAMMAR ;M. Vince- G.Cerulli. Macmillan.

TESTO DI RIFERIMENTO PER L APPROFONDIMENTO LINGUISTICO: NEW INSIDE GRAMMAR ;M. Vince- G.Cerulli. Macmillan. PROGRAMMA DI LINGUA E CIVILTA INGLESE A.S. 2014-2015 CLASSE: 1 N indirizzo linguistico DOCENTE : LIDIA FUSTOLO ESPERTO TECNICO PER LA CONVERSAZIONE: GIOVANNA DE PAOLA TESTO PER LINGUA E CULTURA: NETWORK.

Dettagli

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI LOVERE VIA DIONIGI CASTELLI, 2 - LOVERE Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Le programmazioni didattiche sono state stese in base

Dettagli

UNIT 1 0. 1. a Copia il vocabolario (pag. 12 e 13); solamente l inglese.

UNIT 1 0. 1. a Copia il vocabolario (pag. 12 e 13); solamente l inglese. UNIT 1 0 Suggerimenti per lo Studio 1. a Copia il vocabolario (pag. 12 e 13); solamente l inglese. b Memorizza il significato di ogni parola. c Copri le parole in italiano. Guardando le parole in inglese,

Dettagli

L INSEGNAMENTO DELLA LETTO SCRITTURA LA LINGUA ITALIANA PRESENTAZIONE ISOLATA DI FONEMI PRIMA ELEMENTARE

L INSEGNAMENTO DELLA LETTO SCRITTURA LA LINGUA ITALIANA PRESENTAZIONE ISOLATA DI FONEMI PRIMA ELEMENTARE dott.ssa Damian Elisa, Logopedista L INSEGNAMENTO DELLA LETTO SCRITTURA PRIMA ELEMENTARE LA LINGUA ITALIANA L italiano è una lingua trasparente, presenta poche variazioni tra il codice verbale e il codice

Dettagli

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale 20 quesiti ripartiti nelle aree: storia e cultura politico-istituzionale, ragionamento logico, lingua italiana, lingua inglese. 5 quesiti supplementari nell area matematica per chi volesse iscriversi in

Dettagli

F I L O L O G I A R O M A N Z A A ( c o d. 3 0 3 0) 2 0 1 1-2 0 12. M A R I E D E F R A N C E Lais (a cura di Giovanna Angeli) Lanval (vv.

F I L O L O G I A R O M A N Z A A ( c o d. 3 0 3 0) 2 0 1 1-2 0 12. M A R I E D E F R A N C E Lais (a cura di Giovanna Angeli) Lanval (vv. F I L O L O G I A R O M A N Z A A ( c o d. 3 0 3 0) 2 0 1 1-2 0 12 M A R I E D E F R A N C E Lais (a cura di Giovanna Angeli) Lanval (vv. 287 324) Quant il l oï, mut fu dolenz; Del respundre ne fu pas

Dettagli

escludendo in questa fase tutte le regole ortografiche relative alla punteggiatura, apostrofi, accenti, particolarità, doppie.

escludendo in questa fase tutte le regole ortografiche relative alla punteggiatura, apostrofi, accenti, particolarità, doppie. SCREENING 1 ELEMENTARE Il dettato delle 16 parole Il dettato di 16 parole consente di verificare la prima acquisizione della fase alfabetica (sillabe piane) e l inizio della fase ortografica (lettere ponte,

Dettagli

1.2 Capoversi rientrati tranne il primo di ogni paragrafo e sottoparagrafo.

1.2 Capoversi rientrati tranne il primo di ogni paragrafo e sottoparagrafo. NORME DI REDAZIONE 1. Norme Generali 1.1 Pagina standard di MS Word (font Times New Roman: punto 12 testo, punto 10 note; interlinea testo 1,5, note singola; margini: 2,5 superiore, 2 i restanti): 500

Dettagli

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Descrizione dell insegnamento di Lingua Inglese 1 CFU per corso di studi Corso di studi in Mediazione Linguistica e Culturale (L12) Lingua inglese 1 CFU 12 Corso

Dettagli

MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME

MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME MUSICA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME Ascoltare, analizzare e rappresentare fenomeni sonori e linguaggi musicali - Classificare i fenomeni acustici in base ai concetti di silenzio, suono, rumore - Individuare

Dettagli