SOMMARIO Data di redazione: 31 gennaio 2012.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO Data di redazione: 31 gennaio 2012."

Transcript

1

2 SOMMARIO Pag. 2 - Sommario Pag. 3 - Definizione Pag. 4 - Il D.U.R.C. non è auto-certificabile Pag. 5 - Soggetti tenuti al possesso del D.U.R.C. Pag. 6 - Soggetti richiedenti Pag. 7 - Soggetti preposti al rilascio del D.U.R.C. Pag. 8 - Ambito applicativo del D.U.R.C. Pag. 9 - Ambito applicativo del D.U.R.C. Contratti pubblici: fasi per le quali va richiesto il D.U.R.C. Pag.10 - Ambito applicativo del D.U.R.C. Lavori privati Pag.11 - Modalità di accesso al servizio D.U.R.C. Pag.12 - Procedimento D.U.R.C. Pag.13 - Requisiti di regolarità contributiva Pag.14 - Requisiti di regolarità contributiva Cassa Edile - 1^ parte Pag.15 - Requisiti di regolarità contributiva Cassa Edile - 2^ parte Pag.16 - Competenza territoriale Cassa Edile Pag.17 - Tempi di rilascio Pag.18 - Validità - 1^ parte Pag.19 - Validità - 2^ parte Pag.20 - Stampa e spedizione Pag.21 - Richiesta via P.E.C. Pag.22 - Il D.U.R.C.: problematiche e responsabilità Pag.23 - Lavori privati responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Pag.24 - Lavori privati conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. assente / irregolare / inadeguato / falsificato Pag.25 - Lavori pubblici responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Pag.26 - Lavori pubblici conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare fase antecedente l inizio dei lavori Pag.27 - Lavori pubblici conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare fase esecutiva Pag.28 - Lavori pubblici conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare comma 2, art.4 D.P.R. 05/10/2010 n.207 Pag.29 - Lavori pubblici conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare comma 8, art.6 D.P.R. 05/10/2010 n.207 Pag.30 - Riferimenti CASSA EDILE DI CUNEO Data di redazione: 31 gennaio

3 DEFINIZIONE Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato che sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti I.N.P.S., I.N.A.I.L. e Cassa Edile verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento. (Art.2 Legge 266/2002, art.86 comma10 D.lgs.n.276/ Testo congiunto I.N.P.S.- I.N.A.I.L.-CASSE EDILI approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con nota prot.230 del 12/07/2005) 3

4 IL D.U.R.C. NON E AUTO-CERTIFICABILE il D.U.R.C. è uno strumento di certificazione ufficiale e di semplificazione procedimentale della regolarità contributiva dell impresa esecutrice di appalti pubblici e appalti privati in edilizia soggetti a titolo espresso; non sono valide né auto-dichiarazioni del legale rappresentante della ditta, né la presentazione delle copie degli avvenuti pagamenti contributivi, né la ricevuta attestante la richiesta del D.U.R.C. (stampa del C.I.P.); le valutazioni circa la correttezza della posizione contributiva di una realtà aziendale effettuate da CASSA EDILE - INPS INAIL vengono eseguite dopo complesse valutazioni tecniche di natura contabile derivanti dall applicazione di discipline lavoristiche, contrattuali e previdenziali; pertanto, non possono essere sostituite da una auto-dichiarazione che non insiste né su fatti, né su status, né tantomeno su qualità personali (art. 2 comma 1 Legge n.266 del 22/11/2002, art.86 comma 10 D.Lgs. 10/09/2003 n.276, Sentenza del Consiglio di Stato del 25/08/2008 n.4035, Lettera della Direzione generale per l Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 16/01/2012 Prot.37/ /MA007.A001) 4

5 SOGGETTI TENUTI AL POSSESSO DEL D.U.R.C. Datori di lavoro (aziende con dipendenti) Lavoratori autonomi (Nei contratti pubblici per ogni OPERATORE ECONOMICO: cioè imprenditore, fornitore, prestatore di servizi, raggruppamento / consorzio) (Art.n 1 Decreto del Ministero del lavoro e della p.s. 24 ottobre 2007, circolare n.5 Ministero del Lavoro e della P.S. del 30/01/2008) 5

6 SOGGETTI RICHIEDENTI L azienda (anche tramite gli intermediari) Le S.O.A. Le amministrazioni aggiudicatrici (indicate all art.n 3 comma 25 del Codice dei Contratti Pubblici) Le stazioni appaltanti pubbliche diverse da amministrazioni aggiudicatrici (imprese pubbliche indicate all art.n 3 comma 28 del Codice dei Contratti Pubblici) Le pubbliche amministrazioni che agiscono come amministrazioni procedenti (art.n 1 comma 1 lettera o) del DPR 445/2000). (Art.n 1 Decreto del Ministero del lavoro e della p.s. 24 ottobre 2007 art.16 bis Legge n 2/2009 art.6 DPR 207/2010) 6

7 SOGGETTI PREPOSTI AL RILASCIO DEL D.U.R.C. La CASSA EDILE è deputata al rilascio D.U.R.C. per i datori di lavoro che occupano operai/apprendisti/impiegati inquadrati con C.C.N.L. EDILE. L INPS/ l INAIL sono tenuti al rilascio D.U.R.C. per tutti gli altri casi (lavoratori autonomi, imprese inquadrate in settore diverso dall edilizia, liberi professionisti e soggetti iscritti a gestione separata INPS). (Art.n 4 Convenzione INPS-INAIL-CASSA EDILE del 15/04/2004, art. n.2 D.M. 24/10/2007) 7

8 AMBITO APPLICATIVO DEL D.U.R.C. CONTRATTI PUBBLICI Lavori Servizi Forniture SIA PER APPALTI CHE PER SUBAPPALTI SIA PER RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO DI IMPRESE CHE PER CONSORZI ALTRO Lavori privati in edilizia (per tutte le imprese esecutrici) Attestazione SOA/Iscrizione albo fornitori Agevolazioni/finanziamenti/sovvenzioni/autorizzazioni Altri usi consentiti dalla legge (Art.2 Legge 266/2002, art.86 comma10 D.lgs.n.276/2003, Art.n 1 Decreto Ministero del lavoro e della p.s. 24 ottobre 2007, art.6 DPR 207/2010) 8

9 AMBITO APPLICATIVO DEL D.U.R.C. CONTRATTI PUBBLICI fasi per le quali va richiesto il DURC: Relativamente al contraente principale (appaltatore) per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all'articolo 38, comma 1, lettera i), del Codice dei Contratti Pubblici; per l'aggiudicazione del contratto ai sensi dell'articolo 11, comma 8, del Codice dei Contratti Pubblici (questa tipologia di richiesta deve essere utilizzata dalla Stazione Appaltante nell ipotesi in cui siano trascorsi più di 3 mesi dal D.U.R.C. emesso per verifica auto-dichiarazione, oppure deve essere selezionata dalle aziende se nel bando, tra i documenti, è prescritta anche la presentazione del D.U.R.C.); per la stipula del contratto. Relativamente a tutte le imprese esecutrici (appaltatore e subappaltatori) per il rilascio dell'autorizzazione al subappalto e al cottimo ed il successivo deposito del contratto presso la stazione appaltante; per il pagamento degli stati avanzamento lavori (SAL) o delle prestazioni relative a servizi e forniture (fatture); per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l'attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale; per il rilascio delle concessioni per la realizzazione di opere pubbliche e gli affidamenti con procedura negoziata. (art.6 DPR 207/2010) 9

10 AMBITO APPLICATIVO DEL D.U.R.C. LAVORI PRIVATI: La regolarità contributiva oggetto del D.U.R.C. riguarda tutti i lavori privati soggetti a titolo abilitativo; deve essere presentato PRIMA dell inizio dei lavori; non è prevista la consegna del D.U.R.C. a fasi intermedie o finale del lavoro; il D.U.R.C. deve essere presentato per tutte le imprese che intervengono nel cantiere (imprese affidatarie, imprese esecutrici, lavoratori autonomi, imprese subappaltatrici). (Art.86, comma 10 D.LGS n /09/2003, comma n 9 art. n.90, comma n 3 allegato XVII: D.Lgs.81/2008 aggiornato al D.Lgs.n 106 del 03/08/2009) 10

11 MODALITA DI ACCESSO AL SERVIZIO D.U.R.C. Il D.U.R.C. viene richiesto per via telematica tramite il sito Le IMPRESE e gli INTERMEDIARI possono accedere al sito anche tramite i portali dell INPS e dell INAIL, utilizzando le utenze già rilasciate da INPS/INAIL per i servizi on line o i servizi di Punto Cliente; per le imprese è altresì possibile effettuare la richiesta in via cartacea presso una struttura territoriale degli enti previdenziali o della Cassa Edile, ma per motivi di celerità e di possibilità di consultazione diretta della pratica è consigliata la procedura telematica. Per le PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI APPALTANTI l utenza viene rilasciata dalle Casse Edili, dall INPS o dall INAIL; è consentita esclusivamente la richiesta telematica. Le utenze per questi soggetti vengono rilasciate su presentazione del modulo di richiesta con i relativi allegati (il modulo è scaricabile nell home page da Info Informazioni per l accesso ) E possibile l attribuzione di SUB-UTENZE all interno della stessa p.a. Testo congiunto I.N.P.S.-I.N.A.I.L.-CASSE EDILI approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con nota prot.230 del 12/07/

12 PROCEDIMENTO D.U.R.C. L utente inserisce i dati richiesti dalla procedura telematica. Al termine della richiesta viene rilasciata dalla procedura l attestazione del C.I.P. (Codice Identificativo Pratica), con il quale l utente può in qualunque momento verificare lo stato di avanzamento della propria pratica, accedendo all area Consultazione. Nei contratti pubblici il C.I.P. viene rilasciato solo ad inoltro della prima richiesta; per le richieste successive riferite allo stesso appalto/subappalto il numero di C.I.P. sarà lo stesso e varieranno solamente la data ed il protocollo. Quando la pratica è stata acquisita dal sistema, la richiesta di regolarità è inoltrata contemporaneamente a tutti e tre gli enti (INPS, INAIL, Cassa Edile). Il controllo di regolarità da parte di ciascun ente è costituito da due fasi: l istruttoria e la validazione; quando l ente ha terminato i controlli di propria competenza, l utente, verificando la pratica on-line mediante il C.I.P. nell area Consultazione, vedrà la dicitura validata accanto all esito della relativa istruttoria. La Cassa Edile attesta la regolarità dell impresa dopo avere acquisito le risposte di tutti gli enti. Testo congiunto I.N.P.S.-I.N.A.I.L.-CASSE EDILI approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con nota prot.230 del 12/07/

13 REQUISITI DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA L INPS, l INAIL e la CASSA EDILE verificano la regolarità contributiva dell impresa sulla base della rispettiva normativa di riferimento. Per regolarità contributiva deve intendersi la correntezza nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi, nonché di tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente riferita all intera situazione aziendale. La regolarità contributiva deve sussistere alla data indicata nella richiesta o alla data di conclusione dell istruttoria. Per la verifica della dichiarazione sostitutiva, la data da indicare nella richiesta deve essere quella della presentazione dell auto-certificazione. I requisiti di regolarità sono indicati per ogni ente nel D.M. del 24/10/2007 e nei successivi chiarimenti ad esso riferiti contenuti in circolari esplicative. Esclusa l ipotesi di D.U.R.C. richiesto per verifica autodichiarazione, l ente, prima di attestare l eventuale irregolarità deve invitare l interessato a regolarizzare la propria posizione entro un termine massimo di 15 gg dall accertamento dell irregolarità stessa. (art. n.5 Decreto Ministero del lavoro e della p.s. 24 ottobre Art.n.5 Circolare n.5 del 30/01/2008 del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale) 13

14 REQUISITI DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA CASSA EDILE LAVORI PRIVATI IN EDILIZIA ATTESTAZIONE SOA/ISCRIZIONE ALBO FORNITORI AGEVOLAZIONI/FINANZIAMENTI/SOVVENZIONI/AUTORIZZAZIONI ALTRI USI CONSENTITI DALLA LEGGE APPALTI DI LAVORI PUBBLICI FORNITURE SERVIZI: VERIFICA AUTODICHIARAZIONE ALLA DATA DEL gg/mm/aaaa PARTECIPAZIONE A GARA/AGGIUDICAZIONE APPALTO PUBBLICO CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA CON AFFIDAMENTO DIRETTO STIPULA CONTRATTO/CONVENZIONE/CONCESSIONE Viene verificata la regolarità contributiva dell impresa su tutto il territorio nazionale (mediante la consultazione della B.N.I., Banca Nazionale delle Imprese Irregolari). La verifica viene effettuata sull adempimento relativo all ultimo mese scaduto alla data di effettuazione dell istruttoria / esclusivamente in caso di VERIFICA AUTODICHIARAZIONE la verifica viene effettuata alla data indicata dal richiedente. (Regole D.U.R.C. per le Casse Edili -allegate a comunicazione C.N.C.E. n.346 del 21/03/2008-) 14

15 REQUISITI DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA CASSA EDILE APPALTI DI LAVORI PUBBLICI FORNITURE SERVIZI: STATO DI AVANZAMENTO LAVORI alla data del gg/mm/aaaa LIQUIDAZIONE FINALE/REGOLARE ESECUZIONE ALLA DATA DEL gg/mm/aaaa EMISSIONE ORDINATIVO/LIQUIDAZIONE FATTURA (relativo a forniture/servizi) Non va consultata la B.N.I. La verifica viene effettuata in base al periodo dei lavori indicato: nel caso in cui la data di conclusione del S.A.L. o C.F. indicata nella richiesta sia riferita a periodi per i quali non siano scaduti i termini di versamento, va verificato il versamento relativo all ultimo mese scaduto alla data di effettuazione dell istruttoria; nel caso in cui, invece, la data indicata nella richiesta D.U.R.C. sia riferita a periodi per i quali siano scaduti i termini di versamento, vanno verificati i versamenti di competenza fino alla suddetta data, non rilevando eventuali irregolarità per il periodo successivo. (Regole D.U.R.C. per le Casse Edili - allegate a comunicazione C.N.C.E. n.346 del 21/03/2008) 15

16 COMPETENZA TERRITORIALE CASSA EDILE D.U.R.C. chiesto per SAL / CONTO FINALE: è competente SEMPRE la Cassa Edile della provincia in cui si eseguono i lavori. In tutti gli altri casi è competente la Cassa Edile di provenienza dell impresa. N.B. nelle richieste D.U.R.C. per imprese edili con solo impiegati/tecnici è competente al rilascio del documento la C.N.C.E., la quale poi inoltra la pratica alla Cassa Edile della provincia in cui ha sede l impresa stessa. (Regole D.U.R.C. per le Casse Edili - allegate a comunicazione C.N.C.E. n.346 del 21/03/2008 comunicazione C.N.C.E. N 396 del 27/05/2009 e segg.) 16

17 TEMPI DI RILASCIO Il D.U.R.C. è emesso nel momento in cui tutti gli enti hanno inserito nella procedura l esito della propria verifica e, comunque, al 31 giorno dal rilascio del C.I.P. Gli enti hanno la possibilità di SOSPENDERE il termine istruttorio per un periodo massimo di 15 gg per acquisizione di documentazione integrativa/chiarimenti/invito alla regolarizzazione; se la pratica è stata sospesa, il DURC deve essere emesso al limite al 46 giorno dal rilascio del CIP. E prevista la procedura del Silenzio-Assenso per l INPS/INAIL nel caso di mancata effettuazione dell istruttoria/validazione; si considera in tal caso attestata comunque la regolarità contributiva. (Testo congiunto I.N.P.S.-I.N.A.I.L.-CASSE EDILI approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con nota prot.230 del 12/07/2005; comma 2 art.n 6 D.M.24/10/2007; sentenza n.83 del 11/01/2011 Sez.V Consiglio di Stato) 17

18 VALIDITA LAVORI PRIVATI, ATTESTAZIONE SOA, ISCRIZIONE ALBO FORNITORI: 3 mesi dalla data di rilascio. AGEVOLAZIONI/FINANZIAMENTI/SOVVENZIONI: 1 mese dalla data di rilascio. APPALTI PUBBLICI DI LAVORI - FORNITURE - SERVIZI ATTIVITA /SERVIZI IN CONCESSIONE: 3 mesi dalla data di rilascio. (Art.39-septies D.L.273/2005 conv.da L. n.51/2006, art. n.5 Decreto Ministero del lavoro e della p.s. 24 ottobre 2007, circolare n.35 del 08/10/2010 Ministero del Lavoro e delle P.s.) 18

19 VALIDITA APPALTI PUBBLICI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI, ATTIVITA /SERVIZI IN CONCESSIONE VERIFICA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA AGGIUDICAZIONE STIPULA CONTRATTO STATO AVANZAMENTO LAVORI/ CONTO FINALE FATTURE RELATIVE A SERVIZI E FORNITURE ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI E LAVORI CON IL SISTEMA DELL AFFIDAMENTO DIRETTO ATTESTAZIONE SOA ISCRIZIONE ALBO FORNITORI Nei contratti pubblici è illegittimo l uso di un D.U.R.C. emesso per altre tipologie. La validità è relativa allo specifico appalto ed alla fase per la quale il DURC è stato richiesto. Il D.U.R.C. rilasciato per VERIFICA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA e per AGGIUDICAZIONE può essere utilizzato anche per la STIPULA DEL CONTRATTO, purchè sia in corso di validità. Il D.U.R.C. rilasciato per SAL / CF / FATTURE ha validità trimestrale AI FINI DEL PAGAMENTO. Il D.U.R.C. rilasciato per ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI SOLI BENI E SERVIZI CON IL SISTEMA DELL AFFIDAMENTO DIRETTO può essere utilizzato nei confronti di più stazioni appaltanti purchè l oggetto della prestazione resa nel contratto sia il medesimo. (Determinazione A.V.C.P. n 1/ Circolare Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n 35 del 8/10/2010) 19

20 STAMPA E SPEDIZIONE Il D.U.R.C. viene generalmente spedito a mezzo posta tradizionale. Possono essere chiesti più originali di uno stesso documento (ad esempio per lavori privati in edilizia); la selezione viene effettuata in fase di richiesta. Il D.U.R.C. spedito dalla Cassa Edile è stampato su carta filigranata. Se il richiedente è diverso dall impresa una copia del D.U.R.C. viene inviata anche a quest ultima. Tutti i D.U.R.C. riportano, in calce al certificato, un contrassegno che è stato generato elettronicamente in sede di emissione del documento mediante il quale si può verificare l attendibilità del documento stesso. Nel caso di richiesta D.U.R.C. alla CASSA EDILE, se indicato dal richiedente, la spedizione può avvenire anche a mezzo P.E.C.(Posta Elettronica Certificata), anziché a mezzo posta tradizionale; in tal caso il certificato è in formato elettronico e viene firmato digitalmente dal responsabile dello Sportello Unico della Cassa Edile. 20

21 RICHIESTA via P.E.C. Molteplici i vantaggi: azzeramento nei tempi e nei costi di spedizione, comodità per la consultazione del D.U.R.C. immediatamente disponibile, sicurezza della comunicazione, valore legale del documento. E consigliata soprattutto per i D.U.R.C. richiesti dalle Stazioni Appaltanti; per i D.U.R.C. richiesti direttamente dalle Imprese, ad esempio per LAVORI PRIVATI IN EDILIZIA, è preferibile l indicazione del recapito postale tradizionale, in quanto, in caso di consegna a terzi, il documento elettronico firmato digitalmente (e spedito dalla Cassa Edile sulla casella PEC) potrà essere trasmesso esclusivamente su supporto elettronico; qualora venisse stampato su carta, perderebbe ogni valore legale e quindi diverrebbe inutilizzabile. Per ricevere il D.U.R.C. via P.E.C. è necessario che la Stazione Appaltante compili il campo " P.E.C. proposto in fase iniziale di richiesta del D.U.R.C. (pagina "Richiedente"); inoltre, se anche l impresa possiede una casella P.E.C., nei campi relativi ai dati impresa, potrà essere selezionato il recapito corrispondenza P.E.C. della stessa che quindi riceverà il documento su tale casella. I D.U.R.C. inviati a mezzo P.E.C. dalla Cassa Edile assumono il formato "pdf.p7m"; per leggere tali file si può utilizzare un verificatore on line (tipo quello di Infocert all indirizzo: oppure si può installare il software DIKE, scaricabile gratuitamente on line al seguente indirizzo: (Il programma Dike consente di aprire agevolmente il documento e di verificare la validità della firma digitale). 21

22 Il D.U.R.C.: problematiche e responsabilità LAVORI PRIVATI Responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Conseguenze sul procedimento - in caso di D.U.R.C. assente / irregolare / inadeguato / falsificato LAVORI PUBBLICI Responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Conseguenze sul procedimento - in caso di D.U.R.C. irregolare 22

23 LAVORI PRIVATI Responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Il COMMITTENTE (o il RESPONSABILE DEI LAVORI) è il soggetto tenuto a trasmettere il D.U.R.C. all amministrazione concedente, prima dell inizio dei lavori oggetto del titolo abilitativo. (comma n 9 art. n.90 D.Lgs.81/2008 aggiornato al D.Lgs.n 106 del 03/08/2009) Comma 1. Il DIRIGENTE O IL RESPONSABILE DEL COMPETENTE UFFICIO COMUNALE esercita, anche secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti dell ente, la vigilanza sull attività urbanisticoedilizia nel territorio comunale per assicurarne la rispondenza alle norme di legge e di regolamento, alle prescrizioni degli strumenti urbanistici ed alle modalità fissate nei titoli abilitativi. Comma 3 qualora sia constatata, dai competenti uffici comunali d ufficio o su denuncia dei cittadini, l inosservanza delle norme, prescrizioni e modalità di cui al comma 1, il dirigente o il responsabile dell ufficio, ordina l immediata sospensione dei lavori. (Art.27 e segg. DPR 380/2001) 23

24 LAVORI PRIVATI Conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. assente / irregolare / inadeguato / falsificato L efficacia del titolo abilitativo è SOSPESA (comma n 10 art. n.90 D.Lgs.81/2008 aggiornato al D.Lgs.n 106 del 03/08/2009; sentenza TAR Campania Napoli, sez.vii, n.10647) Le opere già realizzate si intendono abusivamente compiute. (parere n 40/2009 Sezione Autonomie Locali - Regione Piemonte) Applicazione sanzioni previste dal Testo Unico edilizia a carico del committente, dell appaltatore e, se ricorre il caso, del subappaltatore (comma C, art. n.157 D.Lgs.81/2008 aggiornato al D.Lgs.n 106 del 03/08/2009) Intervento dell Ente previdenziale e/o assicurativo creditore presso il Comune affinchè venga riportata la situazione nell alveo della legalità. 24

25 LAVORI PUBBLICI Responsabilità dei soggetti coinvolti nel procedimento Obbligo per le STAZIONI APPALTANTI PUBBLICHE di acquisire il D.U.R.C. d ufficio, in tutti i casi previsti dalla legge (Legge n 2/2009 Art.n 6 DPR 207/2010 ) Soggetti ai quali spetta la richiesta e la verifica dei D.U.R.C.: RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO, in quanto responsabile della commessa (artt.7-8, DPR 554/1999) DIRETTORE DEI LAVORI (Artt ,DPR 554/1999) 25

26 Conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare Fase antecedente l inizio dei lavori: VERIFICA AUTO-DICHIARAZIONE AGGIUDICAZIONE GARA DI APPALTO STIPULA CONTRATTO D APPALTO comma 1. sono esclusi dalla partecipazione alle procedure di affidamento delle concessioni e degli appalti, forniture e servizi, né possono essere affidatari di subappalti e non possono stipulare i relativi contratti i soggetti: i) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello stato LAVORI PUBBLICI in cui sono stabiliti. comma 3. Ai fini degli accertamenti relativi alle cause di esclusione di cui al presente articolo, si applica l articolo 43 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445; resta fermo, per l affidatario, l obbligo di presentare la certificazione di regolarità contributiva di cui all articolo 2, del decreto-legge 25 settembre 2002, n.210, (art. n 38, Codice Lavori Pubblici D.lgs.n.163/2006) 26

27 LAVORI PUBBLICI Conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare Fase esecutiva: STATO DI AVANZAMENTO LAVORI CONTO FINALE LAVORI La P.A. sospende il pagamento all appaltatore fino ad avvenuta e rilevata regolarizzazione. (art. n 118, comma 6, lett.i), del Codice Lavori Pubblici D.lgs.n.163/2006) 27

28 LAVORI PUBBLICI Conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell'esecutore e del subappaltatore: Nelle ipotesi previste dall'articolo 6, commi 3 e 4, in caso di ottenimento da parte del responsabile del procedimento del documento unico di regolarita' contributiva che segnali un'inadempienza contributiva relativa a uno o piu' soggetti impiegati nell'esecuzione del contratto, il medesimo trattiene dal certificato di pagamento l'importo corrispondente all'inadempienza. Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante il documento unico di regolarita' contributiva e' disposto dai soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), direttamente agli enti previdenziali e assicurativi, compresa, nei lavori, la cassa edile. (Comma 2, art.4 D.P.R. 05/10/2010 n. 207) 28

29 LAVORI PUBBLICI Conseguenze sul procedimento in caso di D.U.R.C. irregolare In caso di ottenimento del documento unico di regolarita' contributiva dell'affidatario del contratto negativo per due volte consecutive, il responsabile del procedimento, acquisita una relazione particolareggiata predisposta dal direttore dei lavori ovvero dal direttore dell'esecuzione, propone, ai sensi dell'articolo 135, comma 1, del codice, la risoluzione del contratto, previa contestazione degli addebiti e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni. Ove l'ottenimento del documento unico di regolarita' contributiva negativo per due volte consecutive riguardi il subappaltatore, la stazione appaltante pronuncia, previa contestazione degli addebiti al subappaltatore e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni, la decadenza dell'autorizzazione di cui all'articolo 118, comma 8, del codice, dandone contestuale segnalazione all'osservatorio per l'inserimento nel casellario informatico di cui all'articolo 8. Comma 8, art.6 D.P.R. 05/10/2010 n

30 Per informazioni: CASSA EDILE DI CUNEO Direttore: Silvana Barberis Ufficio D.U.R.C.: Tel Fax Claudia Farinasso: Mara Banti: 30

Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia. CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo

Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia. CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo 1 D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC NORMATIVA Legge N. 266/2002 Decreto Legislativo N. 273/2003 Convenzione 15 aprile

Dettagli

Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014)

Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014) Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014) Sicurezza e regolarità del lavoro nei cantieri edili D.U.R.C. Aspetti normativi e procedurali della regolarità delle imprese (A A cura di Cassa

Dettagli

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA)

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA) DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Il DURC è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un'impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS,

Dettagli

ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA. Torino, 12 aprile 2011 Avv.

ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA. Torino, 12 aprile 2011 Avv. D.P.R. 5 OTTOBRE 2010 n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del codice dei contratti pubblici ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA Torino,

Dettagli

CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006

CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006 CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006 Circ.n. 5/ENTI/2006 Alle Stazioni Appaltanti Della Provincia di Cuneo LORO SEDI Alla c.a. Responsabile del procedimento LAVORI PRIVATI Alla c.a. Responsabile del procedimento

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La normativa DURC

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La normativa DURC Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: La normativa DURC In questa unità didattica saranno presentati gli aggiornamenti normativi e procedurali relativamente al DURC, il Documento Unico Di

Dettagli

Cassa Edile SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modulo per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) MODULO UNIFICATO: 1) APPALTI DI LAVORI PUBBLICI Quadri da compilare : "A" + "B" a

Dettagli

Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005

Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005 Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005 POSTA PRIORITARIA - Alle STAZIONI APPALTANTI della Provincia di Cuneo Alla c.a. Responsabile del Procedimento LAVORI PUBBLICI Alla c.a. Responsabile del Procedimento

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Ufficio Segreteria Generale Contratti

COMUNE DI PALERMO Ufficio Segreteria Generale Contratti Via S. Biagio n. 4 - c.a.p. 90134 - Fax 091 6112346 e-mail: contratti@cert.comune.palermo.it; e-mail: contratti@comune.palermo.it Palermo 12.09.2013 prot. n. 749533 Responsabile del procedimento: D.ssa

Dettagli

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese CIRC. L.149 - DURC e responsabilità solidale tra le imprese Eventuali denunce contributive non veritiere da parte delle imprese non influenzano il rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)

Dettagli

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.)

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) Segnalazioni Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia agosto 2013 Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) cos è il DURC? Il DURC (Documento Unico di Regolarità

Dettagli

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità.

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità. INAIL: le novità sul DURC L'INAIL, con la nota del 20 settembre 2013, fornisce alcuni chiarimenti in merito alle modifiche alla disciplina del DURC, con particolare riferimento ai contratti pubblici, apportate

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva 1di 40 COSA E Certificato che attesta contestualmente la regolarità degli adempimenti previdenziali assicurativi assistenziali

Dettagli

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0. Giugno 2011

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0. Giugno 2011 Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0 Giugno 2011 Elenco principali novità Sportello Unico Previdenziale versione 4.0 Nuova

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE

AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE DURC VERSIONE 4.0 AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE È stata completamente modificata l applicazione www.sportellounicoprevidenziale.it, dedicata alla richiesta ed al rilascio del DURC, con nuove funzionalità

Dettagli

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011 Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011 Premessa Circolare ministeriale n. 230 del 12 luglio 2005 La norma che ha introdotto l obbligo del possesso del DURC è

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta

Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta ISTRUZIONI GENERALI Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente

Dettagli

DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n.

DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n. DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n.106 ) DA TRASMETTERE: con la Segnalazione Certificata di Inizio Lavori (SCIA)

Dettagli

www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA)

www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA) www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA) CHE COS E IL D.U.R.C.? Il D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità

Dettagli

Circolare numero 145 del 17/11/2010

Circolare numero 145 del 17/11/2010 1 di 5 18/11/2010 10:30 Versione Testuale Circolare numero 145 del 17/11/2010 Direzione centrale Entrate Dirigenti centrali e periferici Direttori delle Agenzie Coordinatori generali, centrali e Roma,

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 36 21.02.2014 Crediti P.A.: rilascio del DURC via PPC Nasce la nuova funzione "Gestione richiesta DURC" per il rilascio della

Dettagli

Il documento unico di regolarità contributiva

Il documento unico di regolarità contributiva Il documento unico di regolarità contributiva D.U.R.C. A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA GIUGNO 2008 Riferimenti normativi attuali D.L. 25 settembre 2002, n. 210 convertito nella L. 22.11.2002, n. 266 Art.

Dettagli

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori.

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori. Nell ambito dell attività di assistenza in tema di contratti pubblici, si segnalano recenti novità normative introdotte dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013 (pubblicata in GU in data 20 agosto 2013), di

Dettagli

Circolare n.4/enti/2013 Circolare n.7/imprese-cdl/2013

Circolare n.4/enti/2013 Circolare n.7/imprese-cdl/2013 CE/bs Cuneo, 3 Ottobre 2013 Circolare n.4/enti/2013 Circolare n.7/imprese-cdl/2013 Alle STAZIONI APPALTANTI/ AMMINISTRAZIONI PROCEDENTI Alle IMPRESE e ai CONSULENTI DEL LAVORO Loro Sedi Oggetto: chiarimenti

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Medaglia al Valore Civile III SETTORE Pianificazione e Gestione Territoriale Al Responsabile del Settore Pianificazione e Gestioneterritoriale DICHIARAZIONE DEL

Dettagli

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010 DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010 Autore: Rapicavoli Carlo In: Diritto amministrativo 1. disposizioni

Dettagli

COMUNICA. che la struttura tecnica competente ha rilasciato autorizzazione sismica ai sensi dell art. 11 della L.R. 19/2008, Det. n, Prot. n del.

COMUNICA. che la struttura tecnica competente ha rilasciato autorizzazione sismica ai sensi dell art. 11 della L.R. 19/2008, Det. n, Prot. n del. Comune di Mirandola Protocollo generale S E R V I Z I O U R B A N I S T I C A E D I L I Z I A E A M B I E N T E modulo comunicazione inizio lavori PDC- Maggio 2014.doc al Responsabile dello Sportello Unico

Dettagli

VERSIONE 4.0. MANUALE DURC Azienda

VERSIONE 4.0. MANUALE DURC Azienda VERSIONE 4.0 MANUALE DURC Azienda INAIL INPS Casse Edili Tutte le funzioni e i dettagli di tutte le tipologie di richieste di DURC che un azienda può effettuare utilizzando la procedura informatica disponibile

Dettagli

DURC DOCUMENTO UNICO REGOLARITA CONTRIBUTIVA

DURC DOCUMENTO UNICO REGOLARITA CONTRIBUTIVA ATTIVITA DI RAFFORZAMENTO DELLE COMPETENZE IN MATERIA DI FONDI STRUTTURALI Atto Aggiuntivo Convenzione tra la Regione Siciliana e FormezPA del 24 marzo 2012 POR FSE 2007-2013 Regione Siciliana Asse VII

Dettagli

GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. Documento Unico Regolarità Contributiva STAZIONI APPALTANTI. Direzione provinciale Lecce

GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. Documento Unico Regolarità Contributiva STAZIONI APPALTANTI. Direzione provinciale Lecce Documento Unico Regolarità Contributiva GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. STAZIONI APPALTANTI PREFAZIONE L acronimo DURC è un termine ormai divenuto familiare nell ambito degli

Dettagli

IL DURC NEI LAVORI PUBBLICI

IL DURC NEI LAVORI PUBBLICI Dr.ssa Nicoletta Fayer Unità operativa Contrattualistica e fiscalità IL DURC NEI LAVORI PUBBLICI le norme, la giurisprudenza e le istruzioni operative Partecipazione alle gare ART. 38, D.Lgs 12 aprile

Dettagli

Il DURC e il suo funzionamento LEGGE N

Il DURC e il suo funzionamento LEGGE N Il DURC e il suo funzionamento LEGGE 22.11.2002 N. 266 - La Legge n.266/2002, che ha convertito il Decreto Legge n.210/2002, all'art.2 comma 2 ha stabilito che INPS ed INAIL stipulino convenzioni al fine

Dettagli

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016 Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Il

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art. 47 del D.P.R. 28/12/2002 n. 445)

AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art. 47 del D.P.R. 28/12/2002 n. 445) Protocollo Prov. di LATINA SETTORE URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO Piazza del Comune n 1 04016 SABAUDIA AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art.

Dettagli

- di applicare il CCNL

- di applicare il CCNL MARCA DA BOLLO EURO 16,00 Al Sindaco del Comune di Ventimiglia Piazza della Libertà, 3 18039 - Ventimiglia IL SOTTOSCRITTO NATO A IL NELLA SUA QUALITÀ DI (eventualmente ) giusta PROCURA GENERALE/SPECIALE

Dettagli

Semplificazione. Le novità in tema di DURC

Semplificazione. Le novità in tema di DURC Semplificazione. Le novità in tema di DURC Previste dal Decreto "del fare oggetto semplificare i rapporti contrattuali tra privati e Pubblica Amministrazione. in vigore dal 21 agosto 2013 1 Validita e

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Compilazione (vers. 3.4) Sommario 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale VISTO l articolo 2 della legge 22 novembre 2002, n. 266 di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 settembre 2002, n. 210, recante disposizioni urgenti in materia di emersione del

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5.1.19) Sommario 1

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI. Bando per iscrizione ALBO FORNITORI 2015 Dichiarazione del titolare/legale Rappresentante

SETTORE AFFARI GENERALI. Bando per iscrizione ALBO FORNITORI 2015 Dichiarazione del titolare/legale Rappresentante COMUNEE DII POGGIIOMARIINO PROVIINCIIA DII NAPPOLLII SETTORE AFFARI GENERALI Bando per iscrizione ALBO FORNITORI 2015 Dichiarazione del titolare/legale Rappresentante DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.)

FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.) Direzione Relazioni Industriali Direzione Legislazione Mercato Privato FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.) 1. Cos è il DOL o Durc on line? Il DOL, documento

Dettagli

Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO

Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO Introduzione INDICE 1 La richiesta del DURC 3 1.1 1.2 1.3 Lavori privati Appalti Pubblici Invio del DURC a mezzo

Dettagli

La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva

La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva Il progetto 23 maggio 2011 Sommario Introduzione Obiettivi del progetto vantaggi Chi è coinvolto La legge regionale Gli atti seguenti

Dettagli

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Area operativa - Direzione Acquisti Premessa Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Il presente disciplinare ha come obiettivo la definizione delle modalità di gestione

Dettagli

Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva INPS - Direzione Centrale Formazione e Sviluppo Competenze. 1di 56

Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva INPS - Direzione Centrale Formazione e Sviluppo Competenze. 1di 56 Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva 1di 56 PROGETTO DURC Progetto integrato INPS-INAIL per il rilascio di un Documento Unico che attesti la Regolarità Contributiva di un impresa

Dettagli

Avv. Bianca Maria Baron

Avv. Bianca Maria Baron Roma, 28 Maggio 2015 » i soggetti di cui all art. 3, comma 1, lett. b) del D.P.R. n. 207/2010» gli Organismi di attestazione SOA» le amministrazioni pubbliche concedenti» le amministrazioni pubbliche procedenti,

Dettagli

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012.

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 48 Roma, 2 ottobre 2012 Al Ai Dirigente Generale Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali Magistrato

Dettagli

ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE

ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE Per l emissione di ordinativi, siano questi per forniture, lavori e/o servizi devono attualmente sottostare ad una

Dettagli

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva?

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva? 1) Nel caso di Lavori Pubblici, da svolgersi ad opera di lavoratori autonomi (con o senza dipendenti), è la Stazione Appaltante a dover richiedere il DURC, visto che il Dlgs 494/96 e s.m.i. art. 3 comma

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5) Sommario 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5.1.11) Sommario

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO LAVORI Ai sensi dell art. 15 del D.P.R. n. 380/01

DICHIARAZIONE DI INIZIO LAVORI Ai sensi dell art. 15 del D.P.R. n. 380/01 PRESENTARE ALL UFFICIO PROTOCOLLO IN DUPLICE COPIA, TRATTENENDO LA SECONDA CON IL SOLO TIMBRO DI PERVENUTO PROTOCOLLO COMUNALE AL SETTORE EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA DEL COMUNE DI ISOLA RIZZA (VERONA)

Dettagli

Oggetto: Obbligatorietà CCNL edilizia per le lavorazioni edili Iscrizione alla Cassa Edile.-

Oggetto: Obbligatorietà CCNL edilizia per le lavorazioni edili Iscrizione alla Cassa Edile.- ALLE IMPRESE EDILI Lecce, 02.07.2015 Oggetto: Obbligatorietà CCNL edilizia per le lavorazioni edili Iscrizione alla Cassa Edile.- Il Ministro del Lavoro con nota del 1 luglio 2015 ha confermato l orientamento

Dettagli

COMUNE DI PIETRELCINA ( Provincia di Benevento)

COMUNE DI PIETRELCINA ( Provincia di Benevento) Corso Padre Pio,33 Tel. 0824/990601 Fax 0824/990617 pec: info@pec.comune.pietrelcina.bn.it pec servizio gare:responsabilegare@pec.comune.pietrelcina.bn.it e mail utc@comune.pietrelcina.bn.it Prot. n.0007536

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... Introduzione... Nota Autore...

SOMMARIO. Presentazione... Introduzione... Nota Autore... Sommario SOMMARIO Presentazione... Introduzione... Nota Autore... V VII IX Capitolo 1 Definizione e oggetto del DURC 1. Definizione e finalità... 1 2. La disciplina normativa di riferimento... 4 3. I soggetti

Dettagli

IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE. Decreta:

IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE. Decreta: Decreto del Ministero del lavoro e della previdenza sociale 24 ottobre 2007 Documento unico di regolarità contributiva. (pubblicato nella G.U. n 279 del 30/11/2007) IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA

Dettagli

Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola con gli obblighi in

Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola con gli obblighi in Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola

Dettagli

MANUALE DURC Stazione appaltante

MANUALE DURC Stazione appaltante VERSIONE 4.0 MANUALE DURC Stazione appaltante INAIL INPS Casse Edili Tutte le funzioni e i dettagli di tutte le tipologie di richieste di DURC che una Stazione Appaltante può effettuare utilizzando la

Dettagli

LAVORI DI, IN COMUNE DI IL SUBAPPALTO

LAVORI DI, IN COMUNE DI IL SUBAPPALTO LAVORI DI, IN COMUNE DI IMPRESA AGGIUDICATARIA: IL SUBAPPALTO Referente: Lorena Gualtieri. Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Dipartimento Opere Pubbliche e

Dettagli

Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo /027 Direzione Sistema Informativo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo /027 Direzione Sistema Informativo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo 2012 03677/027 Direzione Sistema Informativo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 232 approvata il 9 luglio 2012 DETERMINAZIONE:

Dettagli

RESIDENZA RIVIERA DEL BRENTA CENTRO DI SOGGIORNO PER ANZIANI

RESIDENZA RIVIERA DEL BRENTA CENTRO DI SOGGIORNO PER ANZIANI SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA ALLEGATO A) Il sottoscritto.nato il..a con codice fiscale n in qualità di. dell impresa..con sede in domicilio fiscale..con codice fiscale n con partita IVA n

Dettagli

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Il sottoscritto. con riferimento al Permesso di

COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Il sottoscritto. con riferimento al Permesso di ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA COMUNE DI GREGGIO COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Il sottoscritto. con riferimento al Permesso di Costruire rilasciato da codesto Comune in data...

Dettagli

Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a. (prov.) (indirizzo)

Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a. (prov.) (indirizzo) OGGETTO: RICHIESTA ISCRIZIONE ALBO PROFESSIONISTI AL COMUNE DI ESTE Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a (prov.) (indirizzo) Recapiti (telefono) (fax)

Dettagli

(Allegare fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità del firmatario)

(Allegare fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità del firmatario) ALLEGATO B - MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE (Allegare fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità del firmatario) AUTOCERTIFICAZIONE RESA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000 N 445. Il/la

Dettagli

COMUNICAZIONE AI FINI DELL INSERIMENTO NEL CASELLARIO INFORMATICO DELLE VARIAZIONI DI CUI ALL ART. 74, COMMA 6, DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N.

COMUNICAZIONE AI FINI DELL INSERIMENTO NEL CASELLARIO INFORMATICO DELLE VARIAZIONI DI CUI ALL ART. 74, COMMA 6, DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. Allegato 1 (per la segnalazione, ai fini dell inserimento nel casellario informatico, delle variazioni di cui all articolo 74, comma 6, del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) All'AUTORITÀ PER LA VIGILANZA

Dettagli

VERIFICA DELLA DICHIARAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PUBBLICA FINO ALLA AGGIUDICAZIONE

VERIFICA DELLA DICHIARAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PUBBLICA FINO ALLA AGGIUDICAZIONE LAVORI PUBBLICI - SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI Procedure indicative per le Stazioni Appaltanti nei casi di lavori pubblici in relazione alla verifica della regolarità contributiva (si fa comunque riferimento

Dettagli

CIRCOLARE n. 19/2012

CIRCOLARE n. 19/2012 CIRCOLARE n. 19/2012 RESPONSABILITA DEL COMMITENTE E DELL APPALTATORE PER DEBITI FISCALI -LA NUOVA DISCIPLINA- I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Circ. 08/10/2012 n. 40) 1.PREMESSA 3 2. AMBITO DI

Dettagli

Oggetto: Comunicazione d inizio lavori permesso di costruire n., del Lavori di in via/c.da:

Oggetto: Comunicazione d inizio lavori permesso di costruire n., del Lavori di in via/c.da: Spazio riservato all ufficio protocollo Sportello Unico per l Edilizia Oggetto: Comunicazione d inizio lavori permesso di costruire n., del Lavori di in via/c.da: I Sottoscritti: Sig./Sig.ri n.q. di titolare/i

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MOD. 3 Schema di lettera da utilizzare - da parte delle imprese - per comunicare alla Cassa Edile di competenza l affidamento di lavori da parte di Enti Pubblici MOD. 3

Dettagli

============================================================================

============================================================================ certificato di regolarità contributiva Inviato da nanacarlo - 17/11/2014 13:13 Dando per assodato che per le imprese senza dipendenti e non iscritte all'inail non si debba procedere alla richiesta di DURC,

Dettagli

Anno 2012 N.RF080 LAVORI PUBBLICI E DURC IRREGOLARE - LA SURROGA

Anno 2012 N.RF080 LAVORI PUBBLICI E DURC IRREGOLARE - LA SURROGA Anno 2012 N.RF080 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO LAVORI PUBBLICI E DURC IRREGOLARE - LA SURROGA RIFERIMENTI ART. 4 DPR 207/2010 - NOTA INAIL 2029 DEL

Dettagli

DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE

DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE www.contabilita-pubblica.it Dottrina www.contabilita-pubblica.it DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE di Marco Ferrone 1 Con l'emanazione del D.lgs n.163/2006, meglio conosciuto

Dettagli

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE Viale Nazioni Unite, 43 75100 MATERA Tel. 0835 / 259469 - Fax 0835 / 259477 e-mail : cassaedile@entiedilimt.it C.F. 80030010773 1 DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE 01. RICHIESTA DEL DURC pag.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DELL IMPRESA ESECUTRICE (art.. 47 del D.P.R n.445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DELL IMPRESA ESECUTRICE (art.. 47 del D.P.R n.445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DELL IMPRESA ESECUTRICE (art.. 47 del D.P.R. 28.12.2000 n.445) Il/la sottoscritto/a Nato a ( ) il C.F.: residente a ( ) in Via n. In qualità di titolare dell

Dettagli

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva D.U.R.C.

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva D.U.R.C. Roma, 18/11/2008 Prot. N. 65206 Ai Presidenti degli Atenei Federati Ai Direttori degli Atenei Federati Ai Signori Presidi di Facoltà e Scuole Ai Direttori di Dipartimento Ai Direttore Biblioteche Centrali

Dettagli

Bollo da 16,00. Al Comune di Bologna SETTORE. Piazza Liber Paradisus BOLOGNA

Bollo da 16,00. Al Comune di Bologna SETTORE. Piazza Liber Paradisus BOLOGNA Bollo da 16,00 Al Comune di Bologna SETTORE Piazza Liber Paradisus BOLOGNA Il/la sottoscritto/a nato/a a, il residente ( ) in via n., in qualità di: titolare legale rappresentante procuratore come da procura

Dettagli

LETTERA DI INVITO (CIG: Z2A1AB66F7 - CUP: B55I )

LETTERA DI INVITO (CIG: Z2A1AB66F7 - CUP: B55I ) Firenze, 16/08/2016 Prot. n. 0019045/A3 (Trasmissione tramite MePA) Spett.le Operatore Economico LETTERA DI INVITO alla procedura negoziata telematica, tramite RdO sul MePA, ai sensi dell art. 36, commi

Dettagli

DENUNCIA DELL IMPRESA APPALTATRICE. OGGETTO: Appalto per l esecuzione dei lavori di ENTE COMMITTENTE PRINCIPALE

DENUNCIA DELL IMPRESA APPALTATRICE. OGGETTO: Appalto per l esecuzione dei lavori di ENTE COMMITTENTE PRINCIPALE MODULO N.3 DENUNCIA DELL IMPRESA APPALTATRICE Spettabile ENTE LIVORNESE CASSA EDILE Via Piemonte 62/B 57124 Livorno OGGETTO: Appalto per l esecuzione dei lavori di _ Comunicazione ex art. 118, D.L. 163/2006

Dettagli

DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000

DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000 ALLEGATO A2 DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. N. 445/2000 Oggetto: procedura aperta per la stipula di un contratto per la fornitura di carta in risme per stampanti e fotoriproduttori.

Dettagli

Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI

Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI CE/bs Cuneo, 13 Dicembre 2005 Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI Oggetto: D.U.R.C. Documento Unico di Regolarita'

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XIV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DALL AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI (ANNO 2003)

ATTI PARLAMENTARI XIV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DALL AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI (ANNO 2003) ATTI PARLAMENTARI XIV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XLIII n. 4 RELAZIONE SULL ATTIVITÀ SVOLTA DALL AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI (ANNO 2003) (Articolo 4, comma 4, lettera f), della

Dettagli

COMUNE DI SPINETOLI Provincia di Ascoli Piceno

COMUNE DI SPINETOLI Provincia di Ascoli Piceno Prot. n 11228 del 25/10/2010 PUBBLICAZIONE ALBO N 234 dal 25/10/2010 al 09/11/2010 AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE ALBO DELLE IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI DI OPERE PUBBLICHE CON PROCEDURA

Dettagli

INDICE CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI COMUNI

INDICE CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI COMUNI INDICE CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI COMUNI 1. Principi generali in tema di contratti pubblici e i principi fondamentali del Trattato. Pag.1 2. I rapporti tra la legislazione statale, regionale

Dettagli

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ALLEGATO 1 RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE Spett.le PROVINCIA DI LECCO P.zza L. Lombarda, 4 23900- LECCO OGGETTO: AVVISO ESPLORATIVO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RELATIVO ALLE AZIONI DI SUPPORTO ALL ACCOMPAGNAMENTO

Dettagli

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DURC: Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Indicazioni in materia di Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE GALILEO GALILEI Crema (CR) Istituto Tecnico: Settore Tecnologico Liceo Scientifico: opzione Scienze Applicate

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE GALILEO GALILEI Crema (CR) Istituto Tecnico: Settore Tecnologico Liceo Scientifico: opzione Scienze Applicate DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA CUMULATIVA (Dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 art. 38 comma 3) ALLEGATO D Il sottoscritto nato a il Codice Fiscale in qualità di (carica sociale) della ditta/società

Dettagli

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI. (ai sensi degli artt della L.R. 1/2005 e s.m.i.) Residente in Prov. C.A.P.

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI. (ai sensi degli artt della L.R. 1/2005 e s.m.i.) Residente in Prov. C.A.P. COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI (ai sensi degli artt. 82-84 della L.R. 1/2005 e s.m.i.) Al Comune di Pienza UfficioTecnico Corso Il Rossellino, 61 53026 Pienza (SI) INIZIO

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire.

OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire. Comune di Manoppello Provincia di Pescara Allo Sportello Unico per l edilizia del Comune di OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire In relazione al disposto

Dettagli

L IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI. Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81

L IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI. Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 L IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della

Dettagli

DETERMINA n. 135/ST del 30 GIUGNO 2015

DETERMINA n. 135/ST del 30 GIUGNO 2015 C O P I A DETERMINA n. 135/ST del 30 GIUGNO 2015 DIVISIONE: TECNICA SERVIZIO: SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA - SPORTIVA - TUTELA AMBIENTALE DETERMINA SENZA IMPEGNO DI SPESA Oggetto: MANUTENZIONE ORDINARIA

Dettagli

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE.

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. PREMESSA Per effetto della nuova disciplina in ambito di

Dettagli

S E A V. CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto.

S E A V. CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto. Bergamo, febbraio 2013 S E A V CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto. (Art. 35, commi da 28 a 28-ter, DL n. 223/2006 - Art. 13-ter,

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire.

OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire. Comune di Diamante Ufficio Tecnico Settore Urbanistica Demanio Patrimonio Via Pietro Mancini n. 10 87023 Diamante OGGETTO: Comunicazione di inizio dei lavori a seguito di rilascio di permesso di costruire.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 30.2016/00126 del 20/07/2016 OGGETTO LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

Modello indicativo fac-simile / Capo 3, lett. A) disciplinare di gara COMUNE DI MENFI

Modello indicativo fac-simile / Capo 3, lett. A) disciplinare di gara COMUNE DI MENFI Modello indicativo fac-simile / Capo 3, lett. A) disciplinare di gara COMUNE DI MENFI Procedura negoziata di cottimo fiduciario, ai sensi ai sensi del D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii., della L.R. 12/2011 e del

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza MODULO PER LA COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza SPORTELLO UNICO DELL EDILIZIA OGGETTO : comunicazione di inizio lavori Permesso di Costruire PERMESSO DI COSTRUIRE rilasciato

Dettagli

Settore 3 Servizi Tecnici

Settore 3 Servizi Tecnici Settore 3 Servizi Tecnici COMUNICAZIONE RELATIVA ALL IMPRESA/E ESECUTRICE DEI LAVORI IL/LA SOTTOSCRITTO/A... NATO/A... IL... CODICE FISCALE... RESIDENTE NEL COMUNE DI... VIA/PIAZZA...N.C.... TEL... CELL...

Dettagli

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 22 23.01.2015 Appalti: abrogata la responsabilità solidale Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Con l articolo 28, commi da 1 a 3 del Decreto

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULO 3. Schema di lettera da utilizzare da parte delle imprese per comunicare alla Cassa Edile di competenza l affidamento di lavori da Enti Pubblici. MODULO 3 Bis. Da

Dettagli