La raccolta pubblicitaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La raccolta pubblicitaria"

Transcript

1 La raccolta pubblicitaria

2 Il settore della comunicazione pubblicitaria comprende due ambiti di attività: 1) Above the line, che corrisponde al settore della raccolta pubblicitaria realizzata attraverso i mezzi di comunicazione, sia tradizionali sia innovativi 2) Below the line, riconducibile alle attività di comunicazione pubblicitaria che non utilizzano i mezzi di comunicazione di massa 2

3 Above the line: sistema a due versanti 3

4 Above the line: determinanti della domanda La domanda di spazi pubblicitari rivolta dagli inserzionisti ai mezzi di comunicazione dipende da molteplici fattori: componente settoriale, ossia la classe merceologica di appartenenza dell inserzionista dimensione dell impresa inserzionista, con riferimento al numero di addetti e all importo mediamente investito in pubblicità età dell inserzionista, ossia il periodo di tempo trascorso dal momento della costituzione dell impresa appartenenza dell inserzionista ad un gruppo societario multinazionale target geografico cui si rivolge il prodotto offerto dall inserzionista: può essere nazionale o locale target della clientela cui si rivolge l inserzionista: può essere Business to Consumer (BtC) o Business to Business (BtB) livello di intermediazione, ossia la scelta dell inserzionista di avvalersi o meno di intermediari (centri media) per la programmazione della campagna pubblicitaria e l acquisto degli spazi pubblicitari 4

5 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI ABOVE THE LINE PER CLASSE MERCEOLOGICA DELL INSERZIONISTA 5

6 SOGLIE DIMENSIONALI (N. ADDETTI DI UN INSERZIONISTA MEDIO) PER L ACCESSO AI MEZZI DI COMUNICAZIONE Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 6

7 INVESTIMENTO PUBBLICITARIO MEDIO PER MEZZO Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 7

8 DETERMINANTI DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 8

9 I dati precedenti ci consentono di delineare alcune peculiarità riguardanti i diversi mezzi di comunicazione: la televisione è un mezzo cui accedono pochi investitori di grandi dimensioni, spesso multinazionali, che investono annualmente budget considerevoli e sono attivi prevalentemente nei settori dei beni di largo consumo, delle automobili e delle telecomunicazioni. Tali investitori, inoltre, sono interessati a raggiungere un pubblico vasto e generalizzato, sia per caratteristiche socio-demografiche che geografiche, e nella maggior parte dei casi si avvalgono dei centri media la radio presenta caratteristiche simili alla televisione (per soglia dimensionale di accesso e specializzazione settoriale), distinguendosi però da quest ultima con particolare riferimento al target geografico cui si rivolgono gli inserzionisti, che, nel caso della radio, è prevalentemente locale i mercati editoriali (quotidiani, periodici, annuari) vengono generalmente utilizzati da inserzionisti di dimensioni ridotte e con budget di investimento contenuti (soprattutto nel caso degli annuari). Si rilevano, inoltre, elevati livelli di specializzazione settoriale, per gli inserzionisti che si rivolgono ai periodici, e territoriale (locale), per coloro che si rivolgono ai quotidiani (soprattutto locali) e agli annuari 9

10 Internet presenta delle similitudini con il settore editoriale. Nel mezzo investono, infatti, numerosi inserzionisti, di dimensioni ridotte e con budget anche molto limitati. Tuttavia, Internet si distingue dai settori editoriali per la sua spiccata accezione nazionale. La forza di Internet consiste, dunque, nell offrire anche ai piccoli inserzionisti e a quelli di più recente costituzione la possibilità di realizzare campagne pubblicitarie, peraltro a carattere nazionale, su un mezzo di comunicazione di massa anche per le affissioni si riscontrano caratteristiche intermedie che le assimilano agli altri prodotti editoriali cartacei, sebbene per le stesse si riscontri un impiego maggiore da parte degli inserzionisti (locali) che vogliono raggiungere direttamente i consumatori 10

11 Above the line: l offerta Dal lato dell offerta, salvo che per una parte commercializzata direttamente dall editore, la vendita di spazi pubblicitari sul singolo mezzo avviene per lo più attraverso specifiche strutture commerciali: le concessionarie di pubblicità. Si tratta di società specializzate - spesso di derivazione dello stesso editore a seguito di un processo di esternalizzazione delle attività - alle quali è conferito il mandato di vendita degli spazi pubblicitari sul mezzo. L offerta pubblicitaria presenta delle tipicità, a seconda del mezzo considerato: Televisione. Le emittenti televisive organizzano il proprio palinsesto in modo da attrarre il maggior numero di telespettatori. Più un programma attrae gli utenti, più alto sarà il prezzo di uno spazio pubblicitario che si colloca all interno di tale programma. Le emittenti, nel definire il palinsesto, tengono conto anche del target di consumatori che intendono raggiungere, in modo da consentire ai propri inserzionisti di ottimizzare il rapporto tra gli spettatori raggiunti dal messaggio e gli spettatori ai quali tale messaggio è rivolto. La presenza di esternalità negative prodotte dalle interruzioni pubblicitarie sull utilità dei telespettatori, per un verso, rende poco profittevole per le imprese televisive attuare una strategia commerciale basata sul prezzo (basso) delle inserzioni, e, per altro verso, induce le emittenti ad una scarsa differenziazione (orizzontale) dei contenuti 11

12 Radio. La durata media di una campagna pubblicitaria divulgata attraverso il mezzo radiofonico è di circa due mesi, anche se non mancano campagne di durata più ridotta, che possono essere trasmesse fino a 15 giorni. Esistono, inoltre, campagne pubblicitarie dedicate a singoli eventi o manifestazioni (come quelle organizzate dalla GDO). Si rileva la tendenza, da parte delle concessionarie, a proporre agli inserzionisti offerte bundle (spazi pubblicitari sul mezzo radiofonico congiuntamente a spazi pubblicitari sul mezzo televisivo) Quotidiani. Sotto il profilo geografico, le concessionarie presentano reti di vendita diverse a seconda della dimensione nazionale o locale degli inserzionisti. In particolare, la raccolta di pubblicità locale si serve di una rete di filiali e di agenti di vendita che contattano direttamente il cliente. Anche nel caso dei quotidiani, sono frequenti offerte bundle Periodici. Dato che per i periodici il numero di investitori è molto elevato, la dimensione e l estensione territoriale della rete di vendita degli spazi pubblicitari assumono una particolare valenza strategica. Inoltre, l offerta di spazi pubblicitari sui periodici appare connotata da una multimedialità meno marcata rispetto ai quotidiani 12

13 Internet. La pubblicità on line si distingue, in base al formato offerto, in: - display, che contiene testo, loghi, immagini (statiche o dinamiche) - video adv, un contenuto pubblicitario audio-video che viene erogato in streaming o attraverso download - search, ossia gli annunci pubblicitari che compaiono sulla pagina che elenca i risultati di una ricerca svolta mediante un motore di ricerca e la cui selezione è legata alle parole-chiave inserite dall utente per effettuare la ricerca - classified/directory, comprende le tipologie di pubblicità che, nell off line, vengono identificate come rubricata, classificata e di servizio (pubblicità locale classica, elenchi categorici e telefonici) - altre tipologie: sponsorship, iniziative speciali e rich media 13

14 FORMATI MEDI DELLA PUBBLICITÀ PER MEZZO Fonte: Agcom su dati forniti dagli operatori 14

15 Intermediazione pubblicitaria. I centri media Il centro media svolge la funzione classica dell intermediario consistente nella riduzione dei costi di ricerca, contatto e negoziazione (costi di transazione) tra i numerosi operatori attivi dal lato della domanda (inserzionisti) e da quello dell offerta di pubblicità (concessionarie/editori). Il centro media offre all inserzionista un servizio di acquisto di spazi pubblicitari (buying), accompagnato da attività accessorie, sia ex ante (definizione della strategia, pianificazione della campagna pubblicitaria) sia ex post (gestione della campagna, misurazione dell efficacia della stessa). Il prezzo degli spazi pubblicitari viene, di fatto, contrattato tra centro media e concessionaria sulla base di una serie di fattori endogeni ed esogeni. La base di partenza della negoziazione è rappresentata dall esistenza o meno di un rapporto pregresso tra concessionaria e cliente (inserzionista). Nel caso di esistenza di un rapporto pregresso, la base per la contrattazione è lo sconto applicato nel periodo precedente; nel caso di nuovi rapporti, la base per la contrattazione può essere il prezzo di listino (se esiste), al quale vengono poi applicati sconti significativi. 15

16 Altri fattori che incidono sulla determinazione del prezzo, oltre alle condizioni storicamente applicate al cliente, sono: le peculiarità del mezzo (sia in termini di contatti realizzati o audience, sia di tipologia di consumatori raggiunti o target) le caratteristiche dell inserzionista (ammontare investito, caratterizzazione merceologica) la tipologia dello spazio acquistato all interno del mezzo il momento in cui avviene la contrattazione (la stagionalità, i fattori congiunturali, la disponibilità di spazi pubblicitari invenduti della concessionaria ovvero l affollamento pubblicitario) il potere negoziale e, quindi, i rapporti di forza che si instaurano nel corso della contrattazione fra i soggetti che vi prendono parte (inserzionista, centro media e concessionaria) 16

17 Below the line Il below the line comprende: - promozioni: qualunque operazione di marketing e comunicazione tesa a migliorare i risultati di vendita di un prodotto o servizio, attraverso l offerta di un vantaggio concreto e quantificabile, ed i cui effetti siano misurabili (es. buoni sconto, offerte speciali, confezioni risparmio, concorsi a premi, distribuzioni di campioni gratuiti ) - direct marketing: una tecnica di marketing che utilizza uno o più canali per ottenere una risposta diretta dal target cui si indirizza (es. invio di lettere, brochure, , SMS, creazione di numeri verdi per offerte di prodotti/servizi, ) - web marketing o digital marketing: consiste nella promozione di brand e prodotti attraverso i diversi canali digitali connessi ad Internet, quali pc, smartphone, tablet e, in tempi più recenti, televisori, pannelli outdoor digitali,... In particolare, il digital marketing è un insieme di strumenti e di tecniche per raggiungere i consumatori e i pubblici di riferimento in rete senza l utilizzo di campagne pubblicitarie (es. attività volte a migliorare la visibilità di un sito web cercando di posizionarlo tra i primi siti visualizzati dai motori di ricerca per le parole-chiave di interesse di un determinato marchio, coinvolgimento di opinion leader, ) 17

18 - relazioni pubbliche: mirano a contribuire al raggiungimento degli obiettivi perseguiti da singoli, da imprese, da enti, da associazioni, da amministrazioni pubbliche e da altre organizzazioni attraverso un attività continuativa e programmata di gestione e coordinamento dei sistemi di relazione che si attivano tra la stessa organizzazione e i suoi diversi segmenti di pubblico. Tali obiettivi possono consistere nella necessità di affermare la reputazione di un azienda o associazione e/o di rafforzarne la notorietà e visibilità - sponsorizzazioni: sono dirette a sostenere un evento, un azione, una persona o un organizzazione, finanziariamente oppure attraverso la fornitura di prodotti o servizi. Per sponsor si intende, quindi, il soggetto (individuo, azienda, istituzione) che fornisce tale sostegno - eventi: manifestazioni pubbliche di durata limitata rese note al fine di attirare l attenzione e di suscitare l interesse nei confronti dell azienda o dell ente che li organizza e che prevede la partecipazione di un pubblico interessato ai contenuti esposti - altre tipologie: guerriglia marketing, marketing virale, product placement, flash mob, ambient marketing, buzz marketing, 18

19 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI BELOW THE LINE PER CLASSE MERCEOLOGICA DELL INSERZIONISTA Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 19

20 SOGLIE DIMENSIONALI (N. ADDETTI DI UN INSERZIONISTA MEDIO) PER L ACCESSO ALLE DIVERSE FORME DI COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 20

21 INVESTIMENTO PUBBLICITARIO MEDIO PER ATTIVITÀ DI COMUNICAZIONE Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 21

22 DETERMINANTI DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 22

23 ANDAMENTO DEI RICAVI PUBBLICITARI IN ITALIA 23

24 Il pluralismo nel settore dei media

25 Pluralismo: premessa I mezzi di comunicazione rivestono una importanza cruciale dal punto di vista sociale, dal momento che hanno influenza su bisogni suscettibili di tutela, quali l istruzione, il progresso sociale, la crescita civile e la tutela delle diversità, la formazione e l informazione, la salvaguardia della cultura e delle specificità politiche e religiose. È guardando la televisione, ascoltando la radio, leggendo i giornali e visitando siti internet, infatti, che ciascun individuo acquisisce qualsiasi tipo di informazione, concernente l attualità, la politica, l economia, la cultura, lo sport. I media, pertanto, ricoprono un ruolo fondamentale nel processo di formazione delle opinioni di ogni cittadino, al quale è riconosciuto il diritto di essere informato. Tale diritto può dirsi adeguatamente garantito nel momento in cui sia qualificato e caratterizzato dal pluralismo delle fonti da cui attingere conoscenze e notizie - così da porre il cittadino in condizione di compiere le proprie valutazioni avendo presenti punti di vista ed orientamenti culturali e politici differenti -, dall obiettività e dall imparzialità dei dati forniti e, infine, dalla completezza, correttezza e continuità dell attività di informazione erogata. Per questa ragione, in diversi ordinamenti, sono previste disposizioni normative e misure regolamentari che, oltre a tutelare la concorrenza all interno dei singoli mercati, sono volte ad assicurare adeguati livelli di pluralismo. 25

26 Pluralismo: definizioni Esistono diverse accezioni di pluralismo: pluralismo esterno, inteso come l apertura del mezzo di comunicazione ad una pluralità di operatori, che costituisca il presupposto per assicurare un offerta di contenuti informativi sufficientemente ampia e diversificata agli utenti finali pluralismo interno, che attiene alla capacità del singolo editore di offrire una pluralità di contenuti diversi, lasciando spazio alle molteplici specificità politiche, sociali, culturali e religiose pluralismo sostanziale, che si riferisce alla parità delle opportunità per i soggetti politici di illustrare le proprie idee e le proprie posizioni ai cittadini, così da consentire a questi ultimi di esprimere liberamente la propria preferenza sulla base di un equa e corretta rappresentazione della realtà politica pluralismo sociale, che attiene alla rappresentazione che i media offrono delle diverse articolazioni sociali e culturali presenti nella società 26

27 STRUMENTI PER LA TUTELA DEL PLURALISMO Strumenti Accezioni di pluralismo Esterno Interno Sostanziale Sociale Regole sulla quantità dei soggetti attivi Regole sulla qualità dei contenuti informativi offerti Limiti alle risorse economiche Limiti alle audience Limiti alla proprietà dei singoli mezzi Limiti al numero licenze rilasciate Limiti alla partecipazione in imprese diverse Limiti alle partecipazioni incrociate Limiti alla concentrazione verticale Restrizioni all accesso alla proprietà da parte di imprese straniere Obblighi di servizio pubblico x x x x Tetti di affollamento pubblicitario x x Disciplina dei contenuti trasmessi (es. par condicio, limiti alle affissioni nei periodi preelettorali, quote di determinate tipologie di contenuti trasmessi) x x x x x x x x x x x 27

28 Pluralismo: indicatori Per esaminare in maniera completa il grado di pluralismo esistente nel settore delle comunicazioni è necessario valutare, integrare e confrontare indicatori giuridici, economici e socio-demografici: gli indicatori giuridici rilevano la presenza e l effettiva implementazione di interventi normativi, politiche e strumenti giuridici a supporto del pluralismo gli indicatori economici esplorano come la struttura e gli assetti competitivi dei mercati dei media, le risorse finanziarie, i processi di concentrazione, nonché le scelte di consumo sono atti ad esplicare i propri effetti sul pluralismo dell informazione gli indicatori socio-demografici - relativi alle fonti di informazioni disponibili, al consumo dei mezzi di comunicazione, alla tipologia di informazioni veicolate - indagano se e come le preferenze e i bisogni sociali dei cittadini sono legati alla fruizione dei media. Tra i molteplici indicatori che generalmente vengono impiegati, si ritiene che l audience (intesa sia come consumo di ciascun mezzo da parte degli utenti allo scopo di reperire informazioni sia come audience realizzata, all interno del singolo mezzo, dai canali/programmi televisivi e radiofonici, dalle testate, ovvero dai siti web) giochi un ruolo fondamentale. 28

29 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER MEZZO (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO, 2010) Fatti (internazionali, nazionali e locali) Fatti internazionali Fatti nazionali Fatti locali Televisione 89,1% 86,5% 90,1% 70,3% Quotidiani 61,6% 49,7% 52,0% 61,1% Internet 20,6% 20,6% 17,8% 13,2% Radio 19,3% 14,2% 15,0% 11,3% Periodici 9,4% 8,5% 6,9% 3,2% La somma per colonna delle percentuali supera il 100% perché ad ogni individuo intervistato è stata data la possibilità di indicare risposte multiple Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 29

30 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER IL MEZZO TELEVISIVO (% POPOLAZIONE, 2010) Domanda di informazione TOTALE MEZZI 56,7% Televisione 50,9% Televisione in chiaro (canali free) 49,7% Televisione a pagamento (canali pay) 6,9% Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 30

31 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER I QUOTIDIANI (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO, 2010) Domanda di informazione (*) QUOTIDIANI 62,8% Informazione 56,6% Sportivi 24,4% Economico - finanziari 6,4% Free press 23,3% (*) Il dato si riferisce alla lettura nei 30 giorni precedenti la rilevazione Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 31 31

32 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER INTERNET (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO SU INTERNET, 2010) Fonti tradizionali Incidenza sul totale (*) Quotidiani on line 46% Agenzie di stampa 23% Televisioni e Radio 14% Periodici on line 8% Totale 66% Aggregatori di notizie e portali 55% Nuove fonti Social network 20% Blog 9% Altro 10% Totale 73% (*) La somma delle singole voci supera il 100% in quanto ad ogni individuo intervistato è stata data la possibilità di indicare tutte le fonti di informazione on line che utilizza Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 32

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET Internet Pubblicità on line (inclusa editoria elettronica) [IT] Tutti i ricavi da pubblicità on line sono da inserire nel quadro Internet.

Dettagli

INDICE EXECUTIVE SUMMARY

INDICE EXECUTIVE SUMMARY INDICE EXECUTIVE SUMMARY 1 1. La metodologia dell Osservatorio 6 1.1 Il campione di inserzionisti 8 2. L andamento del settore pubblicitario 12 2.1. L above the line 15 2.2 Il below the line 18 3. La comunicazione

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING LEZIONI N. 15 e 16 La Integrata di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET. Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT]

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET. Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] Con riferimento all attività di raccolta pubblicitaria online,

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Soggetto Denominazione DATI ANAGRAFICI GENERALI Natura giuridica Anno di costituzione società Codice Fiscale Partita IVA (Solo per i soggetti esteri) Codice Fiscale Estero N Dipendenti N Giornalisti Sede

Dettagli

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Materiale didattico a cura di ALFONSO SIANO Università degli Studi di Salerno sianoalf@unisa.it 2010 1 Piano di comunicazione MARKETING

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE FINALITA far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne il valore percepito (significati simbolici, segnali di valore) La differenziazione

Dettagli

La Comunicazione Integrata di Marketing

La Comunicazione Integrata di Marketing La Integrata di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING COMPRENDERE

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Allegato A alla delibera n. 658/15/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

Le filiere della comunicazione

Le filiere della comunicazione ASK - Centro di ricerca Art, Science and Knowledge Le filiere della Paola Dubini Mario Campana 24 marzo 2009 Osservatorio Business TV Le domande della ricerca 1. Come si articola il processo di costruzione

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI

Dettagli

MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA?

MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA? MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA? Il punto di vista degli opinion leader della comunicazione in Triveneto FEBBRAIO 2013 IL CAMPIONE 2 Chi è stato intervistato? Un campione di opinion leader

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

I MERCATI RILEVANTI NELL AMBITO DEL SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI SECONDO L AGCOM: LA POSIZIONE DELLA FIEG. working papers.

I MERCATI RILEVANTI NELL AMBITO DEL SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI SECONDO L AGCOM: LA POSIZIONE DELLA FIEG. working papers. novembre 2010 working papers I MERCATI RILEVANTI NELL AMBITO DEL SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI SECONDO L AGCOM: LA POSIZIONE DELLA FIEG a cura dell Ufficio Studi della Fieg numero 04 I MERCATI

Dettagli

Digital Marketing Area

Digital Marketing Area Digital Marketing Area Digital Strategy Web Communication Search Engine Optimization Online Advertising Social Media Marketing Web Copywriting Analytics and Web Reputation Ci hanno scelto: elogic s.r.l.

Dettagli

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica.

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Gratuita, ricca di contenuti e in italiano, la WebTv risponde alla domanda di contenuti multimediali dei navigatori

Dettagli

Progettazione Multimediale PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DELLA COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE. Parte 1. Le figure professionali. Prof. Gianfranco Ciaschetti

Progettazione Multimediale PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DELLA COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE. Parte 1. Le figure professionali. Prof. Gianfranco Ciaschetti Progettazione Multimediale PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DELLA COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Parte 1 Le figure professionali Prof. Gianfranco Ciaschetti Prima della multimedialità Prima dell avvento dell era

Dettagli

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA dal 1980 NE NW W SW SE S E Lo scopo principale di una strategia di comunicazione è quello di consentire alla tua azienda di raggiungere in modo più efficiente

Dettagli

#$!!%%&'(%')* + ++00),)$!!%%&'(!&&12,,-(!3" #).$! 3'(!&&')* )./',)++00),)&- 3'( 412,,- (!3 '))--0)).!3 -+! '(')*+. &5635

#$!!%%&'(%')* + ++00),)$!!%%&'(!&&12,,-(!3 #).$! 3'(!&&')* )./',)++00),)&- 3'( 412,,- (!3 '))--0)).!3 -+! '(')*+. &5635 ! ""##$%&'(!" #$!!%%&'(%')* +,+)-)+- -)-)+../',) ++00),)$!!%%&'(!&&12,,-(!3" #).$! 3'(!&&')* )./',)++00),)&- 3'( 412,,- (!3 '))--0)).!3 -+! '(')*+. &5635.)--,+.' ---.2--)) )+.../',)++ 00),)%-+! '(&$" )7).+-..

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG82U Numero % sugli invii Invii 8.416 Ritorni 4.988

Dettagli

Quality prospect media

Quality prospect media Quality prospect media La concessionaria digitale GEKOADV è la nostra Concessionaria digitale. Il suo compito principale è quello di selezionare e offrire ai Clienti del media digitale qualificato a supporto

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET Internet Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] Con riferimento all attività di raccolta pubblicitaria online, si specifica

Dettagli

FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB

FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB Questo documento intende illustrare i principali sistemi di filiera che oggi sono disponibili per acquistare spazi di display e search advertising. Esistono tre modelli

Dettagli

Le radio e le tv sul web: F.A.Q.

Le radio e le tv sul web: F.A.Q. Le radio e le tv sul web: FAQ L Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, sulla base delle competenze ad essa assegnate dal decreto legislativo n. 44 del 2010 (cosiddetto decreto Romani, di seguito

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015

ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015 ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015 Vademecum della disciplina sulla par condicio e sull emissione dei MAG per le Radio e le Tv locali durante il periodo della campagna elettorale per le elezioni comunali

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009 Allegato A alla Delibera n. 126/11/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE. Prof. Giancarlo Ferrero 1

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE. Prof. Giancarlo Ferrero 1 LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE Prof. Giancarlo Ferrero 1 FINALITA Le politiche di comunicazione sono principalmente rivolte a: far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

Quality prospect media

Quality prospect media Quality prospect media La concessionaria digitale GEKOADV è la Concessionaria digitale di Digital Metrics. Il suo compito principale è quello di selezionare e offrire ai Clienti del media digitale qualificato

Dettagli

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U ALLEGATO 5 NOTA TECNICA E METODOLOGICA EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L evoluzione dello Studio di Settore ha il fine di

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

VIAGGIO NEL TV BRAND 1 1. L INNOVAZIONE DEL MERCATO TELEVISIVO: LA FORZA DEL TV BRAND

VIAGGIO NEL TV BRAND 1 1. L INNOVAZIONE DEL MERCATO TELEVISIVO: LA FORZA DEL TV BRAND VIAGGIO NEL TV BRAND 1 1. L INNOVAZIONE DEL MERCATO TELEVISIVO: LA FORZA DEL TV BRAND Nello scenario che è stato descritto nella prima parte, conquistare la scelta di visione del telespettatore diventa

Dettagli

Facciamo CRESCERE il Vostro business

Facciamo CRESCERE il Vostro business Facciamo CRESCERE il Vostro business Chi Siamo Perla Studio è un agenzia di comunicazione. E dal 2000 che si occupa di pubblicità sotto ogni forma e con qualsiasi strumento: Design Internet Advertising

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE

STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI PUBBLICITARI ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE PUBBLICITARIE Gennaio 2009 PREMESSA L evoluzione

Dettagli

IL PIANO DI COMUNICAZIONE

IL PIANO DI COMUNICAZIONE Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio IL PIANO DI COMUNICAZIONE POR FESR Lazio 2007/2013 Anna Schiavone Responsabile Comunicazione POR FESR Lazio 2007/2013 Presupposti Trasparenza (informazioni

Dettagli

Piano Industriale 2011-2013. Milano, 24 Gennaio 2011

Piano Industriale 2011-2013. Milano, 24 Gennaio 2011 Gruppo 24 ORE: Piano Industriale 2011-2013 Milano, 24 Gennaio 2011 Disclaimer Il presente documento è stato redatto da Il Sole 24 Ore S.p.A. ("Il Sole 24 Ore" o la "Società") in vista della odierna riunione

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2011

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2011 Allegato A alla Delibera n. 220/13/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2011 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia?

Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia? Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia? Convegno ASIG IFRA Milano, 11 Giugno 2011 I mercati in cui operano le Concessionarie stanno affrontando un processo di radicale trasformazione Consumatori

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE

STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE Aprile 2009 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TG82U Studi

Dettagli

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Come tutti i progetti finanziati nell ambito del LLP, anche le azioni di mobilità transnazionale debbono prevedere attività di

Dettagli

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it Le forme di promozione nei mercati esteri Michela Floris micfloris@unica.it Cos è la promozione La promozione riguarda tutto quanto può informare il potenziale compratore circa il prodotto e può indurlo

Dettagli

Area Marketing. Approfondimento

Area Marketing. Approfondimento Area Marketing Approfondimento LA COMUNICAZIONE LA COMUNICAZIONE CONOSCENZE La comunicazione è una delle politiche del marketing mix e può essere definita come il complesso di azioni poste in essere dall

Dettagli

A CURA DEL DOTT. PIERLUIGI. (estratto dall e-book acquistabile all indirizzo http://www.misterfisco.it/ebook/ebook2.asp?testo=15 )

A CURA DEL DOTT. PIERLUIGI. (estratto dall e-book acquistabile all indirizzo http://www.misterfisco.it/ebook/ebook2.asp?testo=15 ) IL TRATTAMENTO FISCALE DELLA PUBBLICITÀ ON-LINE A CURA DEL DOTT. PIERLUIGI CAPUANO APUANO* (estratto dall e-book acquistabile all indirizzo http://www.misterfisco.it/ebook/ebook2.asp?testo=15 ) Introduzione

Dettagli

il Web Marketing!" #r$%&'()"!)*à ()v'+*" +'#'%%)*à

il Web Marketing! #r$%&'()!)*à ()v'+* +'#'%%)*à Cristian Iobbi Simone Antonelli 1. Cos è? è il segmento delle attività di marketing dell azienda che sfrutta il canale online per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali tramite il Web.

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 26 agosto 2009; SENTITO il Relatore Presidente Antonio Catricalà; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTO l articolo 82 del

Dettagli

INTRODUZIONE AL WEB. www.studiosamo.it

INTRODUZIONE AL WEB. www.studiosamo.it INTRODUZIONE AL WEB www.studiosamo.it Fondamenti di Internet Marketing DEFINIZIONE: il web marketing è la branca delle attività di marketing dell azienda che sfrutta il canale web per studiare il mercato

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG42U

STUDIO DI SETTORE SG42U ALLEGATO 2 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SG42U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. ACCOGLIMENTO DELLA RICHIESTA DELLA SOCIETÀ THE WALT DISNEY COMPANY ITALIA S.R.L DI DEROGA AGLI OBBLIGHI DI INVESTIMENTO DI OPERE EUROPEE DI PRODUTTORI

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ Voce Istruzioni Ricavi lordi derivanti dalla raccolta pubblicitaria Ricavi lordi derivanti da raccolta pubblicitaria nel settore:

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting.

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting. 2 3 Il mercato del digital advertising ha vissuto un profondo cambiamento nel modello di media buying e planning, legato all avvento delle DSP (demand-side platform). Pianificazione tradizionale per siti

Dettagli

DELIBERA N. 175/14/CONS

DELIBERA N. 175/14/CONS DELIBERA N. RICHIAMO ALLA SOCIETA RAI-RADIOTELEVISIONE ITALIANA S.P.A. ALL IMMEDIATO RIEQUILIBRIO DELL INFORMAZIONE DURANTE LA CAMPAGNA PER L ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL ITALIA

Dettagli

Il Social Media Marketing: introduzione all uso dei social media nella comunicazione d impresa

Il Social Media Marketing: introduzione all uso dei social media nella comunicazione d impresa Il Social Media Marketing: introduzione all uso dei social media nella comunicazione d impresa CODICE CORSO: CMISM Conoscere le caratteristiche dei principali social networks e imparare a utilizzare i

Dettagli

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa Achille Ferraro Web Marketing Manager E-COMMERCE Che cosa è l' E-commerce L'insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra produttore

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.11.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.12.0 DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.20.0 ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE Giugno 2007 PREMESSA

Dettagli

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di:

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: DAVVERO GRANDI. INDICE google ADWORDS 4 facebook & TWITTER 8 Il meglio del Web Marketing... GOOGLE AdWOrds

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

Principali formati pubblicitari utilizzati in Italia. Maggio 2013 Gennaio 2015

Principali formati pubblicitari utilizzati in Italia. Maggio 2013 Gennaio 2015 Principali formati pubblicitari utilizzati in Italia Maggio 2013 Gennaio 2015 NOTA BENE: La definizione e le specifiche indicate di seguito sono quelle elaborate da FCP e operative da Gennaio 2013. Il

Dettagli

COMUNE DI VIGONZA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

COMUNE DI VIGONZA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE COMUNE DI VIGONZA Provincia di Padova REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Approvato con delibera di C.C. n. 22 del 12.03.2012 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Crea sempre contenuti di valore per i tuoi clienti Promozioni,

Dettagli

INTRODUZIONE. Research, April 1999. 1 B. Harvey, The expanded ARF model: bridge to the accountable advertising future, Journal of Advertising

INTRODUZIONE. Research, April 1999. 1 B. Harvey, The expanded ARF model: bridge to the accountable advertising future, Journal of Advertising INTRODUZIONE Negli ultimi anni l accesso alla Rete e l uso attivo di Internet da parte di aziende e famiglie si è notevolmente allargato; questo media relativamente nuovo si sta rapidamente avviando a

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.12 Raggiungere

Dettagli

Parte IV Il communication mix

Parte IV Il communication mix Parte IV Il communication mix Cap.11 Advertising Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2012-2013 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cos è la pubblicità Storicamente rappresenta l industrializzazione

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Direttiva del 28 settembre 2009 Indirizzi interpretativi ed applicativi in materia di destinazione delle spese per l acquisto di spazi pubblicitari da parte delle Amministrazioni dello Stato ai sensi dell

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO TECA DEL MEDITERRANEO Cap.12 Raggiungere nuovi clienti attraverso il marketing digitale

Dettagli

Pianificazione Pubblicitaria Online

Pianificazione Pubblicitaria Online Pianificazione Pubblicitaria Online Organizzare e gestire una campagna pubblicitaria aziendale in Internet Andrea Ragno Amministratore PromobitWeb Strategie Verona, 13-03-13 iacademy AREA FORMAZIONE CALENDARIO

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

INNOVAZIONE E SVILUPPO IMPRESA

INNOVAZIONE E SVILUPPO IMPRESA FORMAZIONE PER L IMPRESA Titolo: CORSO AVANZATO SUI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE Attività di docenza in aula + consulenza aziendale (Febbraio Marzo 2015) TEMA BASE : Nuovi strumenti per avvicinare

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO Televisione nazionale - Servizi Media Audiovisivi (SMA) lineari e non lineari su reti trasmissive tradizionali (inclusa IPTV): fornitori

Dettagli

SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA UE (Seconda Sezione) 21 ottobre 2015. Causa C-347/14

SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA UE (Seconda Sezione) 21 ottobre 2015. Causa C-347/14 SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA UE (Seconda Sezione) 21 ottobre 2015 Causa C-347/14 Sentenza 1 La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull interpretazione dell articolo 1, paragrafo 1, lettera a),

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

SOCIAL NETWORK MARKETING

SOCIAL NETWORK MARKETING SOCIAL NETWORK MARKETING Il social network marketing si pone come ultima evoluzione del web marketing, presentandosi come una forma di promozione virale che sfrutta sapientemente tutti gli aggregatori

Dettagli

Comunicazione Integrata di Marketing

Comunicazione Integrata di Marketing Corso di MARKETING A.A. 2011/2012 Comunicazione Integrata di Marketing Angelo Riviezzo angelo.riviezzo@unisannio.it Benevento, 9 Gennaio 2012 INTRODUZIONE LA COMUNICAZIONE In un ottica di marketing la

Dettagli

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 Prospetto mezzi, termini di utilizzo e costi * 1. ADVERTISING CLASSICO E NUOVI MEDIA Banner sul Sito Ufficiale Assofranchising Pacchetto di comunicazione Fiera del Franchising

Dettagli

LAVOREREMO PER VOI! Saremo in tanti, ognuno con la sua eccellenza. quelli visibili ogni giorno e quelli invisibili ma presenti,

LAVOREREMO PER VOI! Saremo in tanti, ognuno con la sua eccellenza. quelli visibili ogni giorno e quelli invisibili ma presenti, 1 Saremo in tanti, quelli visibili ogni giorno e quelli invisibili ma presenti, ognuno con la sua eccellenza. Chi pensa il progetto, chi elabora le strategie, chi controlla, chi cambia in corsa, chi organizza

Dettagli

Rilancia il tuo business con il web 2.0

Rilancia il tuo business con il web 2.0 Rilancia il tuo business con il web 2.0 Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Qualche anno fa. Media di ieri e di oggi Oggi: fruizione di contenuti senza vincoli 2 Gli old media Generalisti Occasionali

Dettagli

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012. La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012. La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012 NC Digital Awards La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA ADC Group, la casa editrice delle più autorevoli pubblicazioni specializzate

Dettagli

ALICE -DAILYMOTION VIDEO

ALICE -DAILYMOTION VIDEO ALICE -DAILYMOTION VIDEO Le nuove dinamiche di cambiamento del Web 2.0 Le nuove potenzialità di internet convergono verso: Il social networking; Il word of mouth on line quale strumento di comunicazione

Dettagli

Principali campi di applicazione del Digital Signage sono:

Principali campi di applicazione del Digital Signage sono: Le caratteristiche di questa forma pubblicitaria offrono un maggior rapporto qualità/prezzo rispetto all investimento in tradizionali cartelloni stampati, e la sua malleabilità permette di trasformare

Dettagli

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013. La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013. La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013 NC Digital Awards La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA ADC Group, la casa editrice delle più autorevoli pubblicazioni specializzate

Dettagli

un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu

un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu Destinazione Turismo Interno un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu Corso Turismatica Prof. Paini 1 Introduzione La breve relazione intende delineare i passi base per introdurre sul mercato della rete una

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato

Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato Volagratis: un partner unico per poter offrire ai vostri clienti tutti i voli esistenti sul mercato 1 La nostra soluzione 2 Le nostre proposte di comunicazione 1 CHI SIAMO Viaggiare ha un progetto altamente

Dettagli

BANDO ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2014

BANDO ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2014 BANDO ANNUAL DELLA CREATIVITÀ / NC AWARDS 2014 ANNUAL DELLA CREATIVITÀ Un anno di Campagne 2013 NC AWARDS La migliore creatività della nuova comunicazione L INIZIATIVA Dopo il grande successo dell edizione

Dettagli

IL PORTALE SOCIAL DEL LAVORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA. Fai centro con i tuoi Annunci attraverso la comunicazione digitale CHI SIAMO

IL PORTALE SOCIAL DEL LAVORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA. Fai centro con i tuoi Annunci attraverso la comunicazione digitale CHI SIAMO IL PORTALE SOCIAL DEL LAVORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Fai centro con i tuoi Annunci attraverso la comunicazione digitale CHI SIAMO FVJOB è il primo portale in FRIULI VENEZIA GIULIA che promuove le opportunità

Dettagli

soddisfiamo fame di successo la vostra nella comunicazione

soddisfiamo fame di successo la vostra nella comunicazione soddisfiamo la vostra fame di successo nella comunicazione L agenzia Vision & Mission Soluzioni Personalizzate Workflow Consulenze & Idee Below The Line Web & Multimedia Above The Line Promotional Tools

Dettagli

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line 1 Radio 24 Moduli IMPACT 2 FORMATI DEI MODULI IMPACT di RADIO24 on air A seconda delle diverse esigenze di comunicazione e possibile scegliere il formato

Dettagli

1.Che cos è e come si articola un Business Plan

1.Che cos è e come si articola un Business Plan CODINEXT 1 1.Che cos è e come si articola un Business Plan Il Business Plan per l impresa alberghiera è uno strumento fondamentale per programmare e controllare la gestione delle attività alberghiere volto

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI

STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG42U % sugli invii Invii 1.351 Ritorni 709 52,5 Distribuzione dei questionari non

Dettagli

Il Piano di Marketing

Il Piano di Marketing Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso Strategico OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE IL CONTENUTO E LE FASI PER LA REDAZIONE DI UN PIANO DI MARKETING ACQUISIRE LE INFORMAZIONI

Dettagli

SOLUZIONI WEB. per il BUSINESS. www.italiainfiera.it. www.italiainfiera.it

SOLUZIONI WEB. per il BUSINESS. www.italiainfiera.it. www.italiainfiera.it SOLUZIONI WEB per il BUSINESS Italiainfiera, società di consulenza per il marketing e la comunicazione on line, opera professionalmente dal 1999 fornendo competenze altamente qualificate alle aziende interessate

Dettagli

e-marketing company profile MOOVENTS snc P.IVA 01111630313

e-marketing company profile MOOVENTS snc P.IVA 01111630313 MOOVENTS snc P.IVA 01111630313 C.so Italia 36, 34170 Gorizia tel. 0481 550079 mob. +39 393 2289337 Via Montereale 75, 33170 Pordenone mob. +39 335 6893373 info@moovents.com www.moovents.com facebook.com/moovents

Dettagli

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show.

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show. Comunicazione Video Testi Slide Show Twitter Brochure Linkedin Slide Portale Immagini Editoria Newsletter Show Web Portale Editoria Editoria Flickr Digitale Device Mappe Cataloghi GPS Facebook Magazine

Dettagli

FOCUS. www.wikabu.com

FOCUS. www.wikabu.com FOCUS WIKABU: l innovativa app mobile che consente agli utenti di scoprire dove acquistare i prodotti visti in pubblicità (cartacea, cartellonistica e digitale). Il servizio mira a soddisfare sia il bisogno

Dettagli