La raccolta pubblicitaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La raccolta pubblicitaria"

Transcript

1 La raccolta pubblicitaria

2 Il settore della comunicazione pubblicitaria comprende due ambiti di attività: 1) Above the line, che corrisponde al settore della raccolta pubblicitaria realizzata attraverso i mezzi di comunicazione, sia tradizionali sia innovativi 2) Below the line, riconducibile alle attività di comunicazione pubblicitaria che non utilizzano i mezzi di comunicazione di massa 2

3 Above the line: sistema a due versanti 3

4 Above the line: determinanti della domanda La domanda di spazi pubblicitari rivolta dagli inserzionisti ai mezzi di comunicazione dipende da molteplici fattori: componente settoriale, ossia la classe merceologica di appartenenza dell inserzionista dimensione dell impresa inserzionista, con riferimento al numero di addetti e all importo mediamente investito in pubblicità età dell inserzionista, ossia il periodo di tempo trascorso dal momento della costituzione dell impresa appartenenza dell inserzionista ad un gruppo societario multinazionale target geografico cui si rivolge il prodotto offerto dall inserzionista: può essere nazionale o locale target della clientela cui si rivolge l inserzionista: può essere Business to Consumer (BtC) o Business to Business (BtB) livello di intermediazione, ossia la scelta dell inserzionista di avvalersi o meno di intermediari (centri media) per la programmazione della campagna pubblicitaria e l acquisto degli spazi pubblicitari 4

5 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI ABOVE THE LINE PER CLASSE MERCEOLOGICA DELL INSERZIONISTA 5

6 SOGLIE DIMENSIONALI (N. ADDETTI DI UN INSERZIONISTA MEDIO) PER L ACCESSO AI MEZZI DI COMUNICAZIONE Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 6

7 INVESTIMENTO PUBBLICITARIO MEDIO PER MEZZO Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 7

8 DETERMINANTI DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 8

9 I dati precedenti ci consentono di delineare alcune peculiarità riguardanti i diversi mezzi di comunicazione: la televisione è un mezzo cui accedono pochi investitori di grandi dimensioni, spesso multinazionali, che investono annualmente budget considerevoli e sono attivi prevalentemente nei settori dei beni di largo consumo, delle automobili e delle telecomunicazioni. Tali investitori, inoltre, sono interessati a raggiungere un pubblico vasto e generalizzato, sia per caratteristiche socio-demografiche che geografiche, e nella maggior parte dei casi si avvalgono dei centri media la radio presenta caratteristiche simili alla televisione (per soglia dimensionale di accesso e specializzazione settoriale), distinguendosi però da quest ultima con particolare riferimento al target geografico cui si rivolgono gli inserzionisti, che, nel caso della radio, è prevalentemente locale i mercati editoriali (quotidiani, periodici, annuari) vengono generalmente utilizzati da inserzionisti di dimensioni ridotte e con budget di investimento contenuti (soprattutto nel caso degli annuari). Si rilevano, inoltre, elevati livelli di specializzazione settoriale, per gli inserzionisti che si rivolgono ai periodici, e territoriale (locale), per coloro che si rivolgono ai quotidiani (soprattutto locali) e agli annuari 9

10 Internet presenta delle similitudini con il settore editoriale. Nel mezzo investono, infatti, numerosi inserzionisti, di dimensioni ridotte e con budget anche molto limitati. Tuttavia, Internet si distingue dai settori editoriali per la sua spiccata accezione nazionale. La forza di Internet consiste, dunque, nell offrire anche ai piccoli inserzionisti e a quelli di più recente costituzione la possibilità di realizzare campagne pubblicitarie, peraltro a carattere nazionale, su un mezzo di comunicazione di massa anche per le affissioni si riscontrano caratteristiche intermedie che le assimilano agli altri prodotti editoriali cartacei, sebbene per le stesse si riscontri un impiego maggiore da parte degli inserzionisti (locali) che vogliono raggiungere direttamente i consumatori 10

11 Above the line: l offerta Dal lato dell offerta, salvo che per una parte commercializzata direttamente dall editore, la vendita di spazi pubblicitari sul singolo mezzo avviene per lo più attraverso specifiche strutture commerciali: le concessionarie di pubblicità. Si tratta di società specializzate - spesso di derivazione dello stesso editore a seguito di un processo di esternalizzazione delle attività - alle quali è conferito il mandato di vendita degli spazi pubblicitari sul mezzo. L offerta pubblicitaria presenta delle tipicità, a seconda del mezzo considerato: Televisione. Le emittenti televisive organizzano il proprio palinsesto in modo da attrarre il maggior numero di telespettatori. Più un programma attrae gli utenti, più alto sarà il prezzo di uno spazio pubblicitario che si colloca all interno di tale programma. Le emittenti, nel definire il palinsesto, tengono conto anche del target di consumatori che intendono raggiungere, in modo da consentire ai propri inserzionisti di ottimizzare il rapporto tra gli spettatori raggiunti dal messaggio e gli spettatori ai quali tale messaggio è rivolto. La presenza di esternalità negative prodotte dalle interruzioni pubblicitarie sull utilità dei telespettatori, per un verso, rende poco profittevole per le imprese televisive attuare una strategia commerciale basata sul prezzo (basso) delle inserzioni, e, per altro verso, induce le emittenti ad una scarsa differenziazione (orizzontale) dei contenuti 11

12 Radio. La durata media di una campagna pubblicitaria divulgata attraverso il mezzo radiofonico è di circa due mesi, anche se non mancano campagne di durata più ridotta, che possono essere trasmesse fino a 15 giorni. Esistono, inoltre, campagne pubblicitarie dedicate a singoli eventi o manifestazioni (come quelle organizzate dalla GDO). Si rileva la tendenza, da parte delle concessionarie, a proporre agli inserzionisti offerte bundle (spazi pubblicitari sul mezzo radiofonico congiuntamente a spazi pubblicitari sul mezzo televisivo) Quotidiani. Sotto il profilo geografico, le concessionarie presentano reti di vendita diverse a seconda della dimensione nazionale o locale degli inserzionisti. In particolare, la raccolta di pubblicità locale si serve di una rete di filiali e di agenti di vendita che contattano direttamente il cliente. Anche nel caso dei quotidiani, sono frequenti offerte bundle Periodici. Dato che per i periodici il numero di investitori è molto elevato, la dimensione e l estensione territoriale della rete di vendita degli spazi pubblicitari assumono una particolare valenza strategica. Inoltre, l offerta di spazi pubblicitari sui periodici appare connotata da una multimedialità meno marcata rispetto ai quotidiani 12

13 Internet. La pubblicità on line si distingue, in base al formato offerto, in: - display, che contiene testo, loghi, immagini (statiche o dinamiche) - video adv, un contenuto pubblicitario audio-video che viene erogato in streaming o attraverso download - search, ossia gli annunci pubblicitari che compaiono sulla pagina che elenca i risultati di una ricerca svolta mediante un motore di ricerca e la cui selezione è legata alle parole-chiave inserite dall utente per effettuare la ricerca - classified/directory, comprende le tipologie di pubblicità che, nell off line, vengono identificate come rubricata, classificata e di servizio (pubblicità locale classica, elenchi categorici e telefonici) - altre tipologie: sponsorship, iniziative speciali e rich media 13

14 FORMATI MEDI DELLA PUBBLICITÀ PER MEZZO Fonte: Agcom su dati forniti dagli operatori 14

15 Intermediazione pubblicitaria. I centri media Il centro media svolge la funzione classica dell intermediario consistente nella riduzione dei costi di ricerca, contatto e negoziazione (costi di transazione) tra i numerosi operatori attivi dal lato della domanda (inserzionisti) e da quello dell offerta di pubblicità (concessionarie/editori). Il centro media offre all inserzionista un servizio di acquisto di spazi pubblicitari (buying), accompagnato da attività accessorie, sia ex ante (definizione della strategia, pianificazione della campagna pubblicitaria) sia ex post (gestione della campagna, misurazione dell efficacia della stessa). Il prezzo degli spazi pubblicitari viene, di fatto, contrattato tra centro media e concessionaria sulla base di una serie di fattori endogeni ed esogeni. La base di partenza della negoziazione è rappresentata dall esistenza o meno di un rapporto pregresso tra concessionaria e cliente (inserzionista). Nel caso di esistenza di un rapporto pregresso, la base per la contrattazione è lo sconto applicato nel periodo precedente; nel caso di nuovi rapporti, la base per la contrattazione può essere il prezzo di listino (se esiste), al quale vengono poi applicati sconti significativi. 15

16 Altri fattori che incidono sulla determinazione del prezzo, oltre alle condizioni storicamente applicate al cliente, sono: le peculiarità del mezzo (sia in termini di contatti realizzati o audience, sia di tipologia di consumatori raggiunti o target) le caratteristiche dell inserzionista (ammontare investito, caratterizzazione merceologica) la tipologia dello spazio acquistato all interno del mezzo il momento in cui avviene la contrattazione (la stagionalità, i fattori congiunturali, la disponibilità di spazi pubblicitari invenduti della concessionaria ovvero l affollamento pubblicitario) il potere negoziale e, quindi, i rapporti di forza che si instaurano nel corso della contrattazione fra i soggetti che vi prendono parte (inserzionista, centro media e concessionaria) 16

17 Below the line Il below the line comprende: - promozioni: qualunque operazione di marketing e comunicazione tesa a migliorare i risultati di vendita di un prodotto o servizio, attraverso l offerta di un vantaggio concreto e quantificabile, ed i cui effetti siano misurabili (es. buoni sconto, offerte speciali, confezioni risparmio, concorsi a premi, distribuzioni di campioni gratuiti ) - direct marketing: una tecnica di marketing che utilizza uno o più canali per ottenere una risposta diretta dal target cui si indirizza (es. invio di lettere, brochure, , SMS, creazione di numeri verdi per offerte di prodotti/servizi, ) - web marketing o digital marketing: consiste nella promozione di brand e prodotti attraverso i diversi canali digitali connessi ad Internet, quali pc, smartphone, tablet e, in tempi più recenti, televisori, pannelli outdoor digitali,... In particolare, il digital marketing è un insieme di strumenti e di tecniche per raggiungere i consumatori e i pubblici di riferimento in rete senza l utilizzo di campagne pubblicitarie (es. attività volte a migliorare la visibilità di un sito web cercando di posizionarlo tra i primi siti visualizzati dai motori di ricerca per le parole-chiave di interesse di un determinato marchio, coinvolgimento di opinion leader, ) 17

18 - relazioni pubbliche: mirano a contribuire al raggiungimento degli obiettivi perseguiti da singoli, da imprese, da enti, da associazioni, da amministrazioni pubbliche e da altre organizzazioni attraverso un attività continuativa e programmata di gestione e coordinamento dei sistemi di relazione che si attivano tra la stessa organizzazione e i suoi diversi segmenti di pubblico. Tali obiettivi possono consistere nella necessità di affermare la reputazione di un azienda o associazione e/o di rafforzarne la notorietà e visibilità - sponsorizzazioni: sono dirette a sostenere un evento, un azione, una persona o un organizzazione, finanziariamente oppure attraverso la fornitura di prodotti o servizi. Per sponsor si intende, quindi, il soggetto (individuo, azienda, istituzione) che fornisce tale sostegno - eventi: manifestazioni pubbliche di durata limitata rese note al fine di attirare l attenzione e di suscitare l interesse nei confronti dell azienda o dell ente che li organizza e che prevede la partecipazione di un pubblico interessato ai contenuti esposti - altre tipologie: guerriglia marketing, marketing virale, product placement, flash mob, ambient marketing, buzz marketing, 18

19 RIPARTIZIONE DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI BELOW THE LINE PER CLASSE MERCEOLOGICA DELL INSERZIONISTA Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 19

20 SOGLIE DIMENSIONALI (N. ADDETTI DI UN INSERZIONISTA MEDIO) PER L ACCESSO ALLE DIVERSE FORME DI COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 20

21 INVESTIMENTO PUBBLICITARIO MEDIO PER ATTIVITÀ DI COMUNICAZIONE Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 21

22 DETERMINANTI DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI Fonte: elaborazioni Agcom su dati GfK Eurisko 22

23 ANDAMENTO DEI RICAVI PUBBLICITARI IN ITALIA 23

24 Il pluralismo nel settore dei media

25 Pluralismo: premessa I mezzi di comunicazione rivestono una importanza cruciale dal punto di vista sociale, dal momento che hanno influenza su bisogni suscettibili di tutela, quali l istruzione, il progresso sociale, la crescita civile e la tutela delle diversità, la formazione e l informazione, la salvaguardia della cultura e delle specificità politiche e religiose. È guardando la televisione, ascoltando la radio, leggendo i giornali e visitando siti internet, infatti, che ciascun individuo acquisisce qualsiasi tipo di informazione, concernente l attualità, la politica, l economia, la cultura, lo sport. I media, pertanto, ricoprono un ruolo fondamentale nel processo di formazione delle opinioni di ogni cittadino, al quale è riconosciuto il diritto di essere informato. Tale diritto può dirsi adeguatamente garantito nel momento in cui sia qualificato e caratterizzato dal pluralismo delle fonti da cui attingere conoscenze e notizie - così da porre il cittadino in condizione di compiere le proprie valutazioni avendo presenti punti di vista ed orientamenti culturali e politici differenti -, dall obiettività e dall imparzialità dei dati forniti e, infine, dalla completezza, correttezza e continuità dell attività di informazione erogata. Per questa ragione, in diversi ordinamenti, sono previste disposizioni normative e misure regolamentari che, oltre a tutelare la concorrenza all interno dei singoli mercati, sono volte ad assicurare adeguati livelli di pluralismo. 25

26 Pluralismo: definizioni Esistono diverse accezioni di pluralismo: pluralismo esterno, inteso come l apertura del mezzo di comunicazione ad una pluralità di operatori, che costituisca il presupposto per assicurare un offerta di contenuti informativi sufficientemente ampia e diversificata agli utenti finali pluralismo interno, che attiene alla capacità del singolo editore di offrire una pluralità di contenuti diversi, lasciando spazio alle molteplici specificità politiche, sociali, culturali e religiose pluralismo sostanziale, che si riferisce alla parità delle opportunità per i soggetti politici di illustrare le proprie idee e le proprie posizioni ai cittadini, così da consentire a questi ultimi di esprimere liberamente la propria preferenza sulla base di un equa e corretta rappresentazione della realtà politica pluralismo sociale, che attiene alla rappresentazione che i media offrono delle diverse articolazioni sociali e culturali presenti nella società 26

27 STRUMENTI PER LA TUTELA DEL PLURALISMO Strumenti Accezioni di pluralismo Esterno Interno Sostanziale Sociale Regole sulla quantità dei soggetti attivi Regole sulla qualità dei contenuti informativi offerti Limiti alle risorse economiche Limiti alle audience Limiti alla proprietà dei singoli mezzi Limiti al numero licenze rilasciate Limiti alla partecipazione in imprese diverse Limiti alle partecipazioni incrociate Limiti alla concentrazione verticale Restrizioni all accesso alla proprietà da parte di imprese straniere Obblighi di servizio pubblico x x x x Tetti di affollamento pubblicitario x x Disciplina dei contenuti trasmessi (es. par condicio, limiti alle affissioni nei periodi preelettorali, quote di determinate tipologie di contenuti trasmessi) x x x x x x x x x x x 27

28 Pluralismo: indicatori Per esaminare in maniera completa il grado di pluralismo esistente nel settore delle comunicazioni è necessario valutare, integrare e confrontare indicatori giuridici, economici e socio-demografici: gli indicatori giuridici rilevano la presenza e l effettiva implementazione di interventi normativi, politiche e strumenti giuridici a supporto del pluralismo gli indicatori economici esplorano come la struttura e gli assetti competitivi dei mercati dei media, le risorse finanziarie, i processi di concentrazione, nonché le scelte di consumo sono atti ad esplicare i propri effetti sul pluralismo dell informazione gli indicatori socio-demografici - relativi alle fonti di informazioni disponibili, al consumo dei mezzi di comunicazione, alla tipologia di informazioni veicolate - indagano se e come le preferenze e i bisogni sociali dei cittadini sono legati alla fruizione dei media. Tra i molteplici indicatori che generalmente vengono impiegati, si ritiene che l audience (intesa sia come consumo di ciascun mezzo da parte degli utenti allo scopo di reperire informazioni sia come audience realizzata, all interno del singolo mezzo, dai canali/programmi televisivi e radiofonici, dalle testate, ovvero dai siti web) giochi un ruolo fondamentale. 28

29 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER MEZZO (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO, 2010) Fatti (internazionali, nazionali e locali) Fatti internazionali Fatti nazionali Fatti locali Televisione 89,1% 86,5% 90,1% 70,3% Quotidiani 61,6% 49,7% 52,0% 61,1% Internet 20,6% 20,6% 17,8% 13,2% Radio 19,3% 14,2% 15,0% 11,3% Periodici 9,4% 8,5% 6,9% 3,2% La somma per colonna delle percentuali supera il 100% perché ad ogni individuo intervistato è stata data la possibilità di indicare risposte multiple Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 29

30 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER IL MEZZO TELEVISIVO (% POPOLAZIONE, 2010) Domanda di informazione TOTALE MEZZI 56,7% Televisione 50,9% Televisione in chiaro (canali free) 49,7% Televisione a pagamento (canali pay) 6,9% Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 30

31 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER I QUOTIDIANI (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO, 2010) Domanda di informazione (*) QUOTIDIANI 62,8% Informazione 56,6% Sportivi 24,4% Economico - finanziari 6,4% Free press 23,3% (*) Il dato si riferisce alla lettura nei 30 giorni precedenti la rilevazione Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 31 31

32 DOMANDA DI INFORMAZIONE PER INTERNET (% INDIVIDUI CHE SI INFORMANO SU INTERNET, 2010) Fonti tradizionali Incidenza sul totale (*) Quotidiani on line 46% Agenzie di stampa 23% Televisioni e Radio 14% Periodici on line 8% Totale 66% Aggregatori di notizie e portali 55% Nuove fonti Social network 20% Blog 9% Altro 10% Totale 73% (*) La somma delle singole voci supera il 100% in quanto ad ogni individuo intervistato è stata data la possibilità di indicare tutte le fonti di informazione on line che utilizza Fonte: Agcom, Allegato A alla delibera 555/10/cons 32

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG82U Numero % sugli invii Invii 8.416 Ritorni 4.988

Dettagli

MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA?

MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA? MARKETING E COMUNICAZIONE 2013, CHE TEMPO FA? Il punto di vista degli opinion leader della comunicazione in Triveneto FEBBRAIO 2013 IL CAMPIONE 2 Chi è stato intervistato? Un campione di opinion leader

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET Internet Pubblicità on line (inclusa editoria elettronica) [IT] Tutti i ricavi da pubblicità on line sono da inserire nel quadro Internet.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI

STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI STUDIO DI SETTORE SG42U ATTIVITÀ 74.40.2 AGENZIE DI CONCESSIONE DI SPAZI PUBBLICITARI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG42U % sugli invii Invii 1.351 Ritorni 709 52,5 Distribuzione dei questionari non

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET. Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT]

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET. Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO DEL SETTORE INTERNET Internet Testate online e Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] Con riferimento all attività di raccolta pubblicitaria online,

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE

STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE STUDIO DI SETTORE UG42U ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI PUBBLICITARI ATTIVITÀ 73.12.00 ATTIVITÀ DELLE CONCESSIONARIE PUBBLICITARIE Gennaio 2009 PREMESSA L evoluzione

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

Area Marketing. Approfondimento

Area Marketing. Approfondimento Area Marketing Approfondimento LA COMUNICAZIONE LA COMUNICAZIONE CONOSCENZE La comunicazione è una delle politiche del marketing mix e può essere definita come il complesso di azioni poste in essere dall

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

Le filiere della comunicazione

Le filiere della comunicazione ASK - Centro di ricerca Art, Science and Knowledge Le filiere della Paola Dubini Mario Campana 24 marzo 2009 Osservatorio Business TV Le domande della ricerca 1. Come si articola il processo di costruzione

Dettagli

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE STUDIO DI SETTORE UG94U ATTIVITÀ 59.11.00 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ 59.12.00 ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE INTERNET Internet Pubblicità online (inclusa editoria elettronica) [IT] Con riferimento all attività di raccolta pubblicitaria online, si specifica

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI

ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI STUDIO DI SETTORE VG94U ATTIVITÀ 59.11.00 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ 59.12.00 ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.11.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.12.0 DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.20.0 ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE Giugno 2007 PREMESSA

Dettagli

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it Le forme di promozione nei mercati esteri Michela Floris micfloris@unica.it Cos è la promozione La promozione riguarda tutto quanto può informare il potenziale compratore circa il prodotto e può indurlo

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE ATTIVITÀ 73.11.02 CONDUZIONE DI CAMPAGNE DI MARKETING E ALTRI SERVIZI

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

I mercati a due versanti

I mercati a due versanti Mercati a due versanti: definizione I mercati a due versanti Grazie ad Elisa Colorito I mercati a due versanti (o two-sided markets) sono mercati caratterizzati dalla presenza di una piattaforma, gestita

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE

STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE STUDIO DI SETTORE UG82U ATTIVITÀ 70.21.00 PUBBLICHE RELAZIONI E COMUNICAZIONE ATTIVITÀ 73.11.01 IDEAZIONE DI CAMPAGNE PUBBLICITARIE Aprile 2009 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore TG82U Studi

Dettagli

GRUPPORIGAMONTI.COM RIGAMONTI

GRUPPORIGAMONTI.COM RIGAMONTI GRUPPORIGAMONTI.COM RIGAMONTI 1 2 Rigamonti ADV Design "Tutto è comunicazione: l arte, la politica, le città, la letteratura, il cinema; il linguaggio ne è parte dominante." Rigamonti ADV Design Rigamonti

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG42U

STUDIO DI SETTORE SG42U ALLEGATO 2 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SG42U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

il Web Marketing!" #r$%&'()"!)*à ()v'+*" +'#'%%)*à

il Web Marketing! #r$%&'()!)*à ()v'+* +'#'%%)*à Cristian Iobbi Simone Antonelli 1. Cos è? è il segmento delle attività di marketing dell azienda che sfrutta il canale online per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali tramite il Web.

Dettagli

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U ALLEGATO 5 NOTA TECNICA E METODOLOGICA EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG42U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L evoluzione dello Studio di Settore ha il fine di

Dettagli

soddisfiamo fame di successo la vostra nella comunicazione

soddisfiamo fame di successo la vostra nella comunicazione soddisfiamo la vostra fame di successo nella comunicazione L agenzia Vision & Mission Soluzioni Personalizzate Workflow Consulenze & Idee Below The Line Web & Multimedia Above The Line Promotional Tools

Dettagli

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LIBRERIE INDIPENDENTI E PICCOLA EDITORIA IN PIEMONTE SINTESI DEI DATI 15 Maggio 2010 La piccola editoria in Piemonte Il Piemonte si presenta oggi come il secondo polo produttivo d Italia sia per numero

Dettagli

4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione

4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione 4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione La pianificazione strategica si sviluppa su più piani e individua gli strumenti in grado di soddisfare i bisogni dei segmenti obiettivo Nell ambito

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Soggetto Denominazione DATI ANAGRAFICI GENERALI Natura giuridica Anno di costituzione società Codice Fiscale Partita IVA (Solo per i soggetti esteri) Codice Fiscale Estero N Dipendenti N Giornalisti Sede

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Allegato A alla delibera n. 658/15/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ Voce Istruzioni Ricavi lordi derivanti dalla raccolta pubblicitaria Ricavi lordi derivanti da raccolta pubblicitaria nel settore:

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Direttiva del 28 settembre 2009 Indirizzi interpretativi ed applicativi in materia di destinazione delle spese per l acquisto di spazi pubblicitari da parte delle Amministrazioni dello Stato ai sensi dell

Dettagli

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA dal 1980 NE NW W SW SE S E Lo scopo principale di una strategia di comunicazione è quello di consentire alla tua azienda di raggiungere in modo più efficiente

Dettagli

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa Achille Ferraro Web Marketing Manager E-COMMERCE Che cosa è l' E-commerce L'insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra produttore

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

L area grande. Emanuele Gabardi

L area grande. Emanuele Gabardi L area grande Emanuele Gabardi L area grande q L area grande, o area allargata, o below-the-line comprende tutte le forme di comunicazione, con l esclusione della pubblicità, le principali delle quali

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale

Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale Il rapporto esistente fra le aziende marketing oriented e la comunicazione digitale 8 Aprile 2011 8 Giornata della Comunicazione Azioni per migliorare la comunicazione digitale 2 Nel corso dell ultimo

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza.

La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza. CONVEGNO ASCOSIM Palazzo delle Stelline 1 FORUM NAZIONALE SULLA CONSULENZA FINANZIARIA La consulenza in materia d investimenti : dalle tutele alle opportunità economiche. Alcune considerazioni della vigilanza.

Dettagli

www.genteinmovimento.com

www.genteinmovimento.com IL MAGAZINE DELL IMPRENDITORE, DEL PROFESSIONISTA E DELLA FAMIGLIA www.genteinmovimento.com redazione@genteinmovimento.com genteinmovimento @genteinmov Gente in Movimento MEDIA KIT IL MAGAZINE DELL IMPRENDITORE,

Dettagli

TECNICHE PROFESSIONALI PER IL COMMERCIO E LA GRAFICA PUBBLICITARIA

TECNICHE PROFESSIONALI PER IL COMMERCIO E LA GRAFICA PUBBLICITARIA TECNICHE PROFESSIONALI PER IL COMMERCIO E LA GRAFICA PUBBLICITARIA TERZO ANNO U.D.A.: 01 LA MULTIMEDIALITÀ Individuare ed utilizzare le moderne forme di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento

Dettagli

DATASIEL. Presenti dalle ore 09.30 alle ore 13.00. Information & Communication Technology

DATASIEL. Presenti dalle ore 09.30 alle ore 13.00. Information & Communication Technology Community manager Il community manager è una figura professionale nata con il web 2.0 e la cui fortuna, negli ultimi anni, è legata all'esplosione dei social network. Compito del community manager è progettare

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia?

Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia? Pubblicità su Carta e Digitale : Transizione o Sinergia? Convegno ASIG IFRA Milano, 11 Giugno 2011 I mercati in cui operano le Concessionarie stanno affrontando un processo di radicale trasformazione Consumatori

Dettagli

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer Index Profilo Agenzia Grafica Internet Perchè affidarsi a noi Profilo Dal 2012 lo studio RAMAGLIA si occupa di comunicazione, grafica pubblicitaria, web design e marketing. I nostri servizi si rivolgono

Dettagli

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE Una grande occasione per promuovere l azienda attraverso i valori del Giro d Italia. EMOZIONE, IMPEGNO, ENTUSIASMO, PASSIONE E GIOCO DI SQUADRA. Queste sono le principali caratteristiche

Dettagli

INDICE EXECUTIVE SUMMARY

INDICE EXECUTIVE SUMMARY INDICE EXECUTIVE SUMMARY 1 1. La metodologia dell Osservatorio 6 1.1 Il campione di inserzionisti 8 2. L andamento del settore pubblicitario 12 2.1. L above the line 15 2.2 Il below the line 18 3. La comunicazione

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

SERVIZI: Siti internet: Web Design & Web maketing - Sistemi Ecommerce e Portali

SERVIZI: Siti internet: Web Design & Web maketing - Sistemi Ecommerce e Portali SERVIZI: Siti internet: Web Design & Web maketing - Sistemi Ecommerce e Portali La comunicazione rappresenta un aspetto fondamentale nella vita di un' azienda, dove le necessità principali sono informare

Dettagli

un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu

un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu Destinazione Turismo Interno un Cuore Verde a Pochi Passi dal Blu Corso Turismatica Prof. Paini 1 Introduzione La breve relazione intende delineare i passi base per introdurre sul mercato della rete una

Dettagli

Indice. Gli Autori. Prefazione all edizione originale. Prefazione all edizione italiana. Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura

Indice. Gli Autori. Prefazione all edizione originale. Prefazione all edizione italiana. Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura Indice Gli Autori Prefazione all edizione originale Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XV XVII XIX XXI XXIII Capitolo 1 Introduzione al processo di marketing

Dettagli

Pubblicità e Relazioni Pubbliche

Pubblicità e Relazioni Pubbliche Pubblicità e Relazioni Pubbliche Attenta analisi d ambiente e del mercato, dei consumatori e del prodotto Marketing OBIETTIVI: Immagine Espansione Quantitativa Crescita dell immagine Uso strumenti pubblicitari

Dettagli

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it 2 Profilo & Vision Multy Contact è un agenzia che fornisce prodotti e servizi di comunicazione. Offre consulenza, strategie e creatività per realizzare ogni tipo

Dettagli

SOCIAL NETWORK MARKETING

SOCIAL NETWORK MARKETING SOCIAL NETWORK MARKETING Il social network marketing si pone come ultima evoluzione del web marketing, presentandosi come una forma di promozione virale che sfrutta sapientemente tutti gli aggregatori

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM46U COMMERCIO ALL'INGROSSO DI ARTICOLI ATTIVITÀ 51.47.4 PER FOTOGRAFIA, CINEMATOGRAFIA, OTTICA E STRUMENTI SCIENTIFICI

STUDIO DI SETTORE TM46U COMMERCIO ALL'INGROSSO DI ARTICOLI ATTIVITÀ 51.47.4 PER FOTOGRAFIA, CINEMATOGRAFIA, OTTICA E STRUMENTI SCIENTIFICI STUDIO DI SETTORE TM46U ATTIVITÀ 51.47.4 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI ARTICOLI PER FOTOGRAFIA, CINEMATOGRAFIA, OTTICA E STRUMENTI SCIENTIFICI Settembre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM46U

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

Product Placement and Brand Equity

Product Placement and Brand Equity Product Placement and Brand Equity Margherita Corniani 1. Il Product Placement 2. Il Product Placement nella comunicazione aziendale 2.1 I vantaggi del Product Placement 2.2 I limiti del Product Placement

Dettagli

Attività federale di marketing

Attività federale di marketing Attività federale di marketing Gestione e certificazione delle sponsorizzazioni Il Feedback Web Nel piano di sviluppo della propria attività di marketing, la FIS ha adottato il sistema Feedback Web realizzato

Dettagli

Servizi integrativi al

Servizi integrativi al Servizi integrativi al progetto Happy visibilità e promozioni web per Fornitori Primari Cartoleria tecnica e fantasia: Produttori Distributori esclusivi Importatori Franchisor Gruppi di acquisto All. 1

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Infoclip SRL. Marketing & Promotion. www.infoclip.it

Infoclip SRL. Marketing & Promotion. www.infoclip.it Infoclip SRL Marketing & Promotion www.infoclip.it Maggio 2008 La nostra missione La Missione nostra missione Organizzare campagne di vendita, promozione e comunicazione aziendali verso il target giovanile-studentesco

Dettagli

Audizione Centri Media

Audizione Centri Media Audizione Centri Media LEVI introduce la riunione dichiarando che si è giunti a questa audizione sull esperienza delle precedenti: tutti gli interventi relativi alla pubblicità hanno citato i centri media

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG41U ATTIVITÀ 74.13.0 STUDI DI MERCATO E SONDAGGI DI OPINIONE

STUDIO DI SETTORE TG41U ATTIVITÀ 74.13.0 STUDI DI MERCATO E SONDAGGI DI OPINIONE STUDIO DI SETTORE TG41U ATTIVITÀ 74.13.0 STUDI DI MERCATO E SONDAGGI DI OPINIONE Aprile 2007 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SG41U Studi di mercato e sondaggi di opinione è stata condotta

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE FINALITA far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne il valore percepito (significati simbolici, segnali di valore) La differenziazione

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa Proposta di revisione della Comunicazione della Commissione Europea del 2001 relativa all applicazione delle norme sugli aiuti di Stato al servizio pubblico di radiodiffusione 4 novembre 2008 Osservazioni

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing LEZIONE N. 3 di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE COMPRENDERE IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE, IMPLEMENTAZIONE E CONTROLLO DI

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

LA TUA PUBBLICITA SUL MAGAZINE FAMEDISUD.IT

LA TUA PUBBLICITA SUL MAGAZINE FAMEDISUD.IT LA TUA PUBBLICITA SUL MAGAZINE FAMEDISUD.IT Il Magazine FAMEDISUD, attivo da oltre un anno nel settore dei Nuovi Media, si è posto l obiettivo di raccontare il Mezzogiorno d Italia attraverso l esplorazione

Dettagli

ALICE -DAILYMOTION VIDEO

ALICE -DAILYMOTION VIDEO ALICE -DAILYMOTION VIDEO Le nuove dinamiche di cambiamento del Web 2.0 Le nuove potenzialità di internet convergono verso: Il social networking; Il word of mouth on line quale strumento di comunicazione

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

nd edition Don't miss your chance to be a winner! relationalstrategiesgrandprix.com assorel.it IL PREMIO LA GIURIA

nd edition Don't miss your chance to be a winner! relationalstrategiesgrandprix.com assorel.it IL PREMIO LA GIURIA relationalstrategiesgrandprix.com assorel.it Don't miss your chance to be a winner! E un evento IL PREMIO È il Premio dedicato alle tecniche più innovative ed efficaci del connected marketing: digital,

Dettagli

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 Prospetto mezzi, termini di utilizzo e costi * 1. ADVERTISING CLASSICO E NUOVI MEDIA Banner sul Sito Ufficiale Assofranchising Pacchetto di comunicazione Fiera del Franchising

Dettagli

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU

DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU DON T FORGET TO LOOK AROUND YOU PROFILO AGENZIA Maste Eventi è un agenzia di servizi dinamica ed innovativa che si propone come partner ideale nella realizzazione di soluzioni personalizzate per tutte

Dettagli

L analisi Competitiva

L analisi Competitiva L analisi Alessandro De Nisco Università del Sannio COSA E L ANALISI COMPETITIVA? Affinchè l impresa possa svolgere con successo la propria attività, è fondamentale che essa svolga un monitoraggio costante

Dettagli

e-marketing company profile MOOVENTS snc P.IVA 01111630313

e-marketing company profile MOOVENTS snc P.IVA 01111630313 MOOVENTS snc P.IVA 01111630313 C.so Italia 36, 34170 Gorizia tel. 0481 550079 mob. +39 393 2289337 Via Montereale 75, 33170 Pordenone mob. +39 335 6893373 info@moovents.com www.moovents.com facebook.com/moovents

Dettagli

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing. Cos è Mission & Vision COMUNICAZIONE. SOLUZIONI INFORMATICHE. CONSULENZA AZIENDALE. WEB MARKETING. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Dettagli

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR LA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 (Artt. 115-117 reg.to Comune) Strategia di Comunicazione entro 6 mesi dall adozione del POR e possibilità di una

Dettagli

Presentazione. www.e-development.it

Presentazione. www.e-development.it Presentazione Progetto Editoriale è un luogo d incontro e confronto tra manager e imprenditori per creare una nuova cultura d impresa. è una vetrina a disposizione delle imprese per comunicare un progetto,

Dettagli

Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114

Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114 Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114 Affaritaliani.it Presentazione Nuovo sito Caratteristiche principali Lettori / Target Posizionamento e Campagne Offerta Commerciale Why us 2 Storia e

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

Teoria della Long Tail

Teoria della Long Tail Il web Definizioni 2/8 Web = un mezzo/strumento per comunicare, informare, raccontare, socializzare, condividere, promuovere, insegnare, apprendere, acquistare, vendere, lavorare, fare business, marketing,

Dettagli

Schema per la redazione di un business plan high tech

Schema per la redazione di un business plan high tech Schema per la redazione di un business plan high tech 1. Sintesi dell idea 2. Assessment dei fattori di rischio dell iniziativa 3. Strategia competitiva 3.1 Fonti del vantaggio competitivo 3.2 Posizionamento

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

FOCUS. www.wikabu.com

FOCUS. www.wikabu.com FOCUS WIKABU: l innovativa app mobile che consente agli utenti di scoprire dove acquistare i prodotti visti in pubblicità (cartacea, cartellonistica e digitale). Il servizio mira a soddisfare sia il bisogno

Dettagli

gestire l immagine e il brand aziendale tramite un sito web B2C che raccoglie contenuti pubblicati sui maggiori social networks Geosec Copyright

gestire l immagine e il brand aziendale tramite un sito web B2C che raccoglie contenuti pubblicati sui maggiori social networks Geosec Copyright gestire l immagine e il brand aziendale tramite un sito web B2C che raccoglie contenuti pubblicati sui maggiori social networks Geosec Copyright Geosec e il suo mercato ConsolidiamoiTerreni DiFondazioneConIniezione

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini.

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini. SCHEDA PROGETTO - A 5 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.6 Energia (Riferimento:Complemento di

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Istituto Istruzione Superiore 'Mattei Fortunato' Eboli (SA) Anno scolastico 2013/2014 Curricolo verticale Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Disciplina: DIRITTO ED ECONOMIA Al termine del percorso

Dettagli

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Materiale didattico a cura di ALFONSO SIANO Università degli Studi di Salerno sianoalf@unisa.it 2010 1 Piano di comunicazione MARKETING

Dettagli

Trimestrale Class Editori:

Trimestrale Class Editori: Informazione al pubblico ai sensi della Delibera Consob n.11971 del 14 maggio 1999 Trimestrale Class Editori: Ricavi A 24,5 milioni di euro, Costi a 22,1 milioni, in calo del 4,85%, Margine di contribuzione

Dettagli