Update su previsioni ed analisi su Wall Street e l'economia USA per il 2008.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Update su previsioni ed analisi su Wall Street e l'economia USA per il 2008."

Transcript

1 Luca Facchini è un Commodity Trading Avisor e lavora a San Diego. Da 15 anni è un consulente, trader ed un professionista specializzato su tutti i mercati dei derivati e del forex. Potete vedere il suo sito qui: Update su previsioni ed analisi su Wall Street e l'economia USA per il San Diego, California 21 Gennaio Durante questi anni ho sempre cercato di essere il piu' oggettivo possibile. Ho sempre cercato di concentrarmi su fatti e su dati tangibili e non sul fumo che Wall Street e CNBC ci propone tutti i giorni. Penso che le realta' che ho proposto nelle mie analisi abbia aiutato alcuni di voi a capire per tempo i grossi problemi che sono esplosi nel settore immobiliare e adesso anche in quello bancario. Due anni fa scrissi che il mercato immobiliare aveva a mio avviso toccato il top e cosi e' stato (in quel periodo molti analisti erano logicamente super bullish) e vi segnalai del pericolo di un conseguente crollo dovuto all'eccessivo leveraggio di Wall Street con i prodotti finanziari legati ai mutui. Logicamente a CNBC tutti parlavano di "soft landing" e che questa volta era diversa dal passato (vedi le stesse frasi dette durante la fase finale della bolla Nasdaq). Durante la scorsa estate i grandi "guru" di Wall Street erano tutti d'accordo,il problema delle "mortgage-backed securities" era sotto controllo. Stiamo parlando di cifre astronomiche:6.5 trillioni di dollari!! Era semplicemente logico capire che stavano mentendo e che cercavano di mascherare i problemi che stanno piano piano venendo a galla in questi giorni...parecchi di voi mi hanno scritto in questi mesi chiedendo se avevo novita' di rilievo e per quale motivo non scrivevo una nuova analisi. La mia risposta vale adesso come allora: andate a rileggere le mie due ultime analisi. Prima di proseguire con questa nuova analisi andate a rileggervi quanto ho scritto in Ottobre 2006 ed Aprile 2007 (sono sotto questa analisi). Quali erano i settori migliori su qui investire l'anno scorso? Sicuramente le commodities e in particolare oro e petrolio e a livello di mercati emergenti India e Brasile. E i peggiori? Il mercato immobiliare e poi Giappone e in le small caps USA (logicamente Wall Street spingeva molto questo settore...). Posso affermare che sicuramente siamo in un mercato inflazionario e bear. L'Inflazione ufficiale e' una cosa ma quella vera e' calcolata a circa il 10/12% per il 2007 qui in USA ma immagino in Italia e in Europa in generale le cose non vadano tanto diversamente. I governi fanno di tutto per mascherare la vera inflazione ma la gente non e' stupida e vede quanto costa ogni mese sempicemente vivere e un rapido confronto con l'anno prima o due anni prima, e' tutto quello che serve per capire che i dati statistici del governo sono sempre bugiardi. Consiglio che vale sempre ed ovunque non credete a politici ed economisti. A riguardo di economia e problematiche varie ne sanno quanti voi...anzi di meno. Come sono a testimonianza le mie ultime due analisi, direi che sono stato abbastanza preciso nell'anticipare (forse un po' troppo) gli effetti negativi della bolla immobiliare e i suoi effetti sulla economia e sulle borse mondiali. Logicamente alcuni di voi mi hanno mandato s non molto carini dicendo che non sapevo cio' che scrivevo. Spero che quei signori siano usciti vicini ai massimi, perche' siamo gia' ampiamente sotto i livelli che predissi oltre un'anno fa di 1380 di S&P500 e e 12,000 su Dow. E' questo il bottom? E' da qui che rimbalza e partira' un nuovo bull market come suggeriscono oggi gli esperti su Bloomberg e CNBC? Ne dubito molto...

2 Io penso che gli effetti di questa bolla siano solo agli inizi e che una recessione sia inevitabile con conseguente calo di tutti gli indici mondiali. Ecco alcuni fatti che magari vi faranno pensare due volte prima di comprare ancora una volta alla cieca il mercato azionario. 1) Solo in due occasioni il mercato e' sceso di un 2.50% dopo un taglio della Fed (e' successo recentemente, Ottobre 11 e Decembre 11). Queste due occasioni sono 2001 (quando S&P500 perse il 49%) e l'altra occasione fu nel periodo quando il mercato scese oltre 2.50% per ben cinque volte il giorno stesso o dopo un taglio Fed. In quell'occasione il mercato fermo' la sua discesa dopo un -89%! 2) Dopo il terzo taglio della Fed il 31 Ottobre 2007, entro 8 giorni l'indice S&P500 e' sceso del 7.1%. Questo non e' mai successo nei 94 anni di storia della FED! 3) Il vero problema non e' il fatto che sappiamo gia' dei pericoli e dei danni causati dalla bolla immobiliare e dai prodotti derivati dei mutui. Il vero problema e' che nessuno sa esattamente quali altri problemi e ramificazione negative, tutta questa bolla avra' sul mercato e sulle economia mondiali. Questa incertezza, sul quanto non si sa e' il peggior nemico del mercato azionario ed e' la causa della continua, incontrollabile volatilita' di Wall Street e di tutte le borse mondiali. A mio avviso ci vorranno anni per capire esattamente l'entita' dei danni causati da Greenspan & Co. 4) Qui in USA diversi studi stanno dimostrando che questa crisi immobiliare non da segni di ripresa e che anzi e' la peggiore crisi dalla Grande Depression ad oggi. Nel 2008 ci sono circa 500 miliardi di dollari di mutui variabili che saranno aggiustati al rialzo, creando sicuramente una nuova ondata di pignoramenti e aumentando il numero gia' record di case disponibili sul mercato. Ricordiamoci che tre posti di lavoro su cinque, durante questa espansione economica erano legati al boom immobiliare... Diventa facile quindi capire la gravita' di questa situazione. Se questi lavoratori perdono il posto, il mercato del lavoro e l'economia non possono che soffrirne pesanti conseguenze! La disoccupazione a Dicembre e' salita al 5% (sempre partendo che uno creda a questi dati ufficiali che in realta' sono quasi al doppio). Questo livello e' sempre stato sinonimo di recessione. L'ultima volta che siamo stati a questi livelli era Agosto 2001, quando l'economia entro' infatti in recessione. Anche il calo dell'indice ISM nella prima settimana di Gennaio indica un deterioramento rapido della stato economico. 5) Greenspan lo accenno' un anno fa e lo fa capire anche adesso. Siamo oramai ad un passo dalla recessione e la crescita economica e' oramai in stallo. 6) Importanti materie prime quali cereali,energetici e metalli sono a livelli visti solo alcuni decenni fa. Questa impennata dei prezzi non puo' che contribuire a far salire l'inflazione e a portare via soldi dallo stipendio medio. Soldi che potrebbero essere spesi per supportare l'economia. Ricordiamo infatti che l'economia USA e' dipendente dal consumatore USA. Il 70% del GDP e' attribuito alle spese fatte dal consumatore. Questo numero e' molto alto. L'economia USA dipende dai suoi cittadini per sopravvivere. Se il cittadino medio non consuma piu' a buoni livelli allora tutta l'economia entra in crisi. Ci sono due problemi grossi che si stanno sviluppando. Prima di tutto il consumatore medio ha sempre meno risorse da spendere, in quanto dal 2001 al 2005 ha estratto 5 trillioni di dollari in linee di credito legate alla sua casa. Adesso e' facile capire di che pasta era fatto il boom tanto decatanto da Bush & Co. Con quell' enorme ammontare di soldi, l'economia e gli indici non potevano che salire! Era ed e' una bolla fatta di debiti, basata su debiti e non su risparmi e produttivita' cioe' una vera prosperita' economica. Ma questo e' sicuramente un discorso che era gia' stato ampiamente pianificato ad alti livelli...i guadagni fatti da Wall Street e da alcune societa' legate alla Casa Bianca sono stratosferiche e

3 scandalose. Adesso il cittadino medio ha in mano una patata bollente e non la vuole. Il punto e' che anche lui e' colpevole di aver agito in maniera insensata ed irresponsabile. Adesso tutti piangono. Ma le regole e i contratti c'erano anche 5 anni fa. Ritornando al discorso consumo legato alle linee di credito sulla casa. Questo giochino e' finito. Con i prezzi delle case in ritirata strategica e con gli aumenti dei tassi sui mutui variabili la festa e' ufficialmente finita. Secondo punto da considerare e' la confidenza del consumatore sul propio futuro e su quello della economia USA e mondiale. Adesso tutti sono preoccupati e vedono un futuro incerto e nero. Questo vuol dire meno consumi e conseguente rischio di recessione. 7) C'e' una tendenza stagionale nel mercato azionario. Negli ultimi 50 anni il periodo che va da fine Ottobre a fine Gennaio e' stato tradizionalmente il piu' profiquo per il mercato. Quest'anno pero' e' diverso. L'S&P500 ha perso un 5.2% da Ottobre 31 a fine Dicembre. Negli ultimi 50 anni una perdita di oltre il 4% in questo periodo favorevole e' sempre stata associata con un bear market! 8) Generalmente i tagli della Fed sono sempre stati accolti con calore e con risultati buoni da Wall Street. Vi sono pero' delle eccezioni alla regola. Questi tagli non hanno mai funzionato quando siamo stati in presenza di una bolla speculativa importante ed in fase di sgonfiamento. Successe durante la Great Depression e recentemente durante la fine della bolla internet con la recessione che inizio' a inizio In entrambe quelle occasioni tre consecutivi tagli della Fed non produssero i risultati sperati e le borse scesero di un 10% nei successivi sei mesi. La discesa poi continuo' per diversi anni prima di trovare la base per poi ripartire (correzioni furono 89% e recentemente 49%). L'unico altro periodo nella storia che ha fatto registrare un nulla di fatto (anzi -10%) dopo tre tagli consecutivi e' adesso! A questo punto e' inevitabile pensare che tutti questi fattori puntano in una sola direzione per il futuro: recessione per gli USA e conseguenze negative a livello globale. L' S&P500 ha perso nella prima settima di Gennaio il guadagno di tutto il 2007 e con questo forte down trend e' pronto a far sparire presto anche i guadagni del 2006 e forse 2005! Spero abbiate messo delle trailing stops cosi da "bloccare" dei guadagni perche' il futuro e' sicuramente non roseo e bisogna avere il cuore forte per fare trading in questo momento. Sappiamo che vi sono cicli economici di espansione e poi recessione. Sono cicli naturali e inevitabili. Le manipolazioni del tasso d'interesse sono solo soluzioni temporanee e non fanno che rimandare il problema che non puo' che peggiorare nel lungo periodo. E' come dare ad un ubriaco ancora da bere invece di portargli via la bottiglia. Sicuramente stara' bene nel breve periodo ma il mal di testa del giorno sara' ancora peggiore a causa dell'eccesso di alcool consumato. I soldi facili non possono che portare a nuove speculazioni. Rimediare alla bolla speculativa e al problema dell'indebitamento pubblico e privato offrendo ancora piu' soldi con cui indebitarsi, mi sembra un ragionamento da manicomio criminale. A mio avviso Wall Street e la Casa Bianca possono provare a fare tutti i giochetti che vogliono con l'aiuto degli amici della Fed ma prima poi le conseguenze di questi eccessi si pagano. E si pagano ripulendo tutto il sistema con una bella recessione e il ridimensionamento degli eccessi vissuti. La gente non crede possibile che i prezzi delle case possono anche scendere ma la realta' e' che prima o poi anche questa bolla dopo quella del Nasdaq deveva sgonfiarsi. Stiamo parlando di trillioni di dollari di speculazioni fatte in questi ultimi anni con "buchi" (a livello di perdite) di cui ancora non sappiamo la profondita' e la gravita'. Adesso Bush propone $140 billioni di incentivi economici per fare ripartire l'economia. Ma a mio avviso questo non e' sufficiente per risolvere i problemi di base ed e' solo una soluzione temporanea. I danni strutturali e fondamentali causati da in questi anni non si risolveranno facilmente. Ci vorranno anni per ripulire il sistema da questi eccessi e non settimane o mesi. Si certo l'aiuto servira' a calmare i nervi degli investitori e rallentare la inevitabile discesa per un po', ma la recessione per il 2008 e' inevitabile.

4 Previsione e investimenti consigliati per il Un bear market e' definito come crollo del 20% dai massimi e sicuramente nella prima parte del 2008 ne avremo uno come previsto da oltre un'anno. Gli eventi negativi saranno all'ordine del giorno in quanto nessuno ha capito ancora bene la gravita' della situazione. La volatilita' rimarra' alta per i prossimi anni. Vi saranno rally positivi in quanto Wall Street e il governo faranno di tutto per convincere i consumatori e gli investitori che tutto e' OK e che i problemi sono risolti o sotto controllo. Tutte bugie da cui diffidare come al solito. E' logico che interventi importanti e decisi possono avere un effetto positivo sul mercato. Ma passata la "dose" il mercato riprendera' la sua inevitabile discesa fino a quando trovera' un vero bottom. Questo su e piu' giu' che su, durera' minimo un paio di anni. Ci vorrano anni per digerire questa overdose di eccesso speculativo nel campo immobiliare (vi sono record di case invendute e vuote che secondo stime importanti rimarrano sul mercato almeno tre-quattro anni). Il mercato fara' di tutto per convincervi che tutto e' OK. Ci saranno impennate importanti che poi si riveleranno semplicemente correzioni all'interno del bear market. Quando finira' il bear market? Impossibile da prevedere. Direi sicuramente che i prossimi due anni saranno anni all'insegna bear e poi si potra' rianalizzare la situazione e capire meglio se e quando il bear market finira'. Non e' il discorso di prevedere se ci saranno correzioni al ribasso importanti ma quando e quante saranno! Ne stiamo vivendo una in questi giorni con i mercati europei giu' del 5% in un solo giorno e il Dow futures che e' giu' in seduta overnight di oltre 600 punti. Domani potrebbe essere una giornata drammatica ma e' meglio che ci mettiamo nell'ordine di idee che questa probabilmente sara' la normalita' e non tanto l'eccezione alla regola. Quello che mi aspetto e' una prima parte del 2008 molto brutto e poi come da copione un rally a fine anno per il classico rally nell'anno della elezione del presidente USA. Ricordatevi che a Novembre si vota e i Repubblicani faranno di tutto e di piu' per stimolare l'economia e cercare di vincere le elezioni (cosa che comunque non succedera'). Sinceramente non so quanto potranno fare di fronte a un feroce bear market, un debito nazionale con spese pubbliche spaventose mascherate da finte statistiche, una economia che e' in pratica in bancarotta (nonostante Wall Street e Bush dicano il contrario) e logicamente l'incognita delle vere conseguenze della bolla immobiliare in tutti i suoi aspetti. La manipolazione delle statistiche sara' un'arma che sara' usata molto dai vari governi. Faranno di tutto per negare inflazione e ammettere che siamo in recessione. Ma visto che non siamo cechi o sordi, le cose come stanno veramente le possiamo capire anche da soli. Ricordiamoci che una recessione e' definita come un GDP negativo per due trimestri consecutivi (statistiche ufficiali). La realta' e' che gli USA sono in recessione gia' da qualche anno (diciamo almeno tre anni secondo studi non ufficiali...) e che il boom economico senza il boom immobiliare, non sarebbe mai avvenuto e adesso paghiamo tutti le conseguenze di una amministrazione incompetente e degli sciacalli di Wall Street. Il 2008 molto probabilmente finira' positivo perche' siamo in un anno delle elezioni presidenziali. Poi finiti gli entusiasmi facili, le realta' del mercato torneranno ad ombreggiare su Wall Street e sulle borse mondiali con conseguenze negative. Penso che oro e le materie prime in generale, siano ancora i settori su cui puntare nel 2008 e molto probabilmente alcuni mercati emergenti daranno risultati ancora positivi, anche se la crisi dei mutui potrebbero avere conseguenze negative globali. Vivremo sicuramente un'anno di grosse incertezze e grande volatilita'. Pensare che ancora una volta la responsabilita' di salvare la "barca" dipenda dal consumatore americano, e' una prospettiva terrificante. Il debito medio delle famiglie USA e' altissimo e la soluzione suggerita per salvare l'economia globale, e' di dare al povero Mr.Jones ancora piu soldi per indebitarsi ancora di piu'! Siamo tra la padella e la brace. Se tagliano i tassi e ricominciano il credito facile, e' probabile che l'economia e la borsa riparta anche se i problemi fondamentali rimangono invariati e sono solo rimandati. Se iniziano a far pagare i debiti e chiudere le linee di credito facili (credit crunch) si rischia di stallare

5 definitivamente l'economia e mandarla in recessione e in depressione totale. A mio avviso e' importante che ciascuno di voi si chieda se il propio portfolio e' diversificato sufficientemente con prodotti e strumenti non correlati all'azionario e al settore immobiliare. Cioe' avere in portfolio degli investimenti che possano dare risultati indipendentemente dalla direzione che prendera' Wall Street. Io penso che una diversificazione professionale con prodotti derivati quali futures (commodities), options e forex sia l'ideale in questo momento. Per maggiori dettagli su cosa esattamente investire, vi prego di contattarmi con una con una breve descrizione del vostro portfolio a: Distinti saluti e buon trading e anche se in ritardo Auguri di un Felice e Prosperoso 2008! Luca Facchini

Capitolo Euro e Dollaro. Mercato Azionario e Materie Prime.

Capitolo Euro e Dollaro. Mercato Azionario e Materie Prime. Capitolo Euro e Dollaro. Da quello che vedo e leggo in giro posso affermare che la situazione in Europa e peggiore rispetto agli USA (e qui siamo veramente messi male). L Euro e a mio avviso una bomba

Dettagli

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007 Commentto merrccatti i Cffi i Advissorrss dell 2 lugll lio 2011,, a ccurra dii Ida I I. Pagnottttel lla IN I QUESTO NUMERO:: LL ORO :: NON SI COMPRA SE SI CREDE CHE TUTTO ANDRA BENE ALLA FINE! MOLTI INVESTITORI

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO?

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 478 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 24 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Una bolla pronta a scoppiare? Le parole di un esperto

Dettagli

Commento di fine anno

Commento di fine anno Commento di fine anno Si è concluso il primo decennio del primo secolo del terzo millennio. Che anno è stato per i metalli non ferrosi? E come sarà quello che sta per entrare? Come più in generale si può

Dettagli

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio?

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? 14 marzo, 2011 Dovrebbe essere sufficiente dire che il più grande fondo obbligazionario mondiale, Pimco, ha deciso di uscire dal mercato

Dettagli

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta 17 i dossier www.freefoundation.com DI BOLLA IN BOLLA 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta PREMESSA 2 Sapete qual è stata la madre di tutte le bolle? È successo molto tempo fa, per caso. L hanno

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Timeo Danaos et dona ferentes. (Temo i Greci anche se portano doni) Con queste parole il troiano Laocoonte avrebbe espresso la sua diffidenza nei

Timeo Danaos et dona ferentes. (Temo i Greci anche se portano doni) Con queste parole il troiano Laocoonte avrebbe espresso la sua diffidenza nei Timeo Danaos et dona ferentes. (Temo i Greci anche se portano doni) Con queste parole il troiano Laocoonte avrebbe espresso la sua diffidenza nei confronti del cavallo di legno. La frase è diventata proverbio

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Market Outlook Luglio 2013

Market Outlook Luglio 2013 di Daniele Bevacqua Cos è successo a Giugno A giugno il mercato ha rotto gli indugi: in un crescendo di volatilità, il mese di giugno 2013 sarà ricordato come uno dei peggiori per i rendimenti di equity

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio

I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio Torino, 20 ottobre 2004 Schema della presentazione Il rallentamento dell economia USA Alcuni indicatori macroeconomici per quantificarlo

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo):

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo): Chiusura Borse Asia/Pacifico - Australia (Asx All Ordinaries): +0,84% - Giappone (Nikkei225): +2,13% - Hong Kong (Hang Seng): +0,96% - Cina (Shangai): +0,90% - Korea (Kospi):+0,20% - India (Bse Sensex):

Dettagli

Investireconsapevoli. *Informazione completa all interno dell area riservata agli utenti registrati

Investireconsapevoli. *Informazione completa all interno dell area riservata agli utenti registrati Bloomberg, che è il più importante servizio di informazioni finanziarie, da questa settimana ha cominciato ad usare il termine "Obama Bear Market". Il cuore del problema è il sistema finanziario che è

Dettagli

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora):

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Ricordo che non sempre i cicli sull S&P500 coincidono con quelli dei mercati Europei- attualmente i cicli sono in fase, anche se con forze

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Cercare un ago in un pagliaio? Piu'facile che fare market timing

Cercare un ago in un pagliaio? Piu'facile che fare market timing Cercare un ago in un pagliaio? Piu'facile che fare market timing Si riporta un colloquio tra Marco, che e' il consulente di investimento protagonista e Linda, sua amica e cliente, che ha ventinove anni,

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi COMMENTO GENERALE DEI METALLI NON FERROSI LME ANALISI E TENDENZE ANALISI DEL 13-10-2008 I dati utilizzati sono relativi alla prima seduta del LME di Londra e sono espressi in $/tonn. Dalla crisi finanziaria

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) QUELLO CHE NON SI DICE SULLE CAUSE DELL ATTUALE GRANDE RECESSIONE Vicenç

Dettagli

Analisi Settimanale. 19-25 Ottobre 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 19-25 Ottobre 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Cina: quadro economico non così negativo - Peter Rosenstreich Draghi

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

Valore attuale, obiettivi dell impresa e corporate governance. dott. Matteo Rossi

Valore attuale, obiettivi dell impresa e corporate governance. dott. Matteo Rossi Valore attuale, obiettivi dell impresa e corporate governance dott. Matteo Rossi Prospetto F/I Happy Finance Conto Economico 2008 2009 Reddito Netto 350-500 Ammortamenti 800 800 Accantonamenti 2000 300

Dettagli

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Ci sono forse dei problemi nel sistema bancario italiano? Se si, quali problemi? A sentire gli stessi uomini che erano in sella quando la macchina della finanza rischiava di travolgere

Dettagli

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio Newsletter mercati e valute 22 febbraio 2013 Le minute dell ultima riunione della Federal Reserve mostrano divergenze all interno della Banca Centrale Usa sul piano di stimoli monetari a sostegno dell

Dettagli

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Le azioni non premiano più? A proposito dell equity premium Tutti a dieta (di asset) Con buona pace dell equity premium La parola ai guru L equity premium

Dettagli

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering?

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering? COINCIDENZE? Mercoledì 18 dicembre la Fed ha deciso di diminuire di 10 mld l entità degli acquisti di Titoli di Stato e Mbs, senza sorprendere più di tanto gli operatori. In sostanza è stato alzato molto

Dettagli

3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo

3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it 3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo Il nostro One Million Dollar Portfolio da inizio anno sta realizzando il 58.13% Il nostro

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010

Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010 Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010 Il primo trimestre dell'anno si chiude in maniera positiva così come dimostrano i dati esposti nelle due tabelle sottostanti. Tali dati mostrano con sorpresa l'outperform

Dettagli

Ed eccoci all aggiornamento per stamattina.

Ed eccoci all aggiornamento per stamattina. Ed eccoci all aggiornamento per stamattina. La Fed ieri ha tranquillizzato i mercato dicendo che terrà i tassi bassi fino al 2013. La conseguenza è stata che il T-note è schizzato a 131 il suo massimo

Dettagli

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI PRIMA FRODE Il governo (quello sovrano, non quello che ha rinunciato alla sovranità come il nostro) spende ciò che raccoglie con tasse e prestiti. FALSO!

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto) (9-ago-2015) Iniziamo con un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0963) è in fase di incertezza anche se sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (124,229) resta forte ed in ripresa

Dettagli

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0.

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0. In questa occasione farò un aggiornamento con il quadro generale su tutti i mercati che seguo. In un altro articolo (nella Sezione Opzioni) darò invece le indicazioni Operative di massima che intendo seguire.

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Cell Data International. Idee per il 2013

Cell Data International. Idee per il 2013 Cell Data International Idee per il 2013 Unità analisi tecnica e previsioni Cell Data International 14/01/2013 C.O.T. Report: utile strumento di previsione Analisi a tre mesi sul cross /$ di Giacomo Tulino

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta debole, anche se dai minimi del 3 ottobre sta tentando un recupero- ha chiuso a 1,2623 - Il

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

Primary Trend Indicator

Primary Trend Indicator Primary Trend Indicator Quando e come effettuare il colpo grosso sui Mercati 2 Titolo Primary Trend Indicator Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

L azionario vince sempre nel lungo periodo?

L azionario vince sempre nel lungo periodo? 1 L azionario vince sempre nel lungo periodo? Redatto il 03/08/2007 Introduzione Spesso accade di ascoltare la celebre ed inflazionata massima secondo la quale l azionario vince sempre nel lungo periodo.

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia

Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Data 11 Novembre 2009 Volume 1, Numero 2 Sergio Pitzalis Analisi ciclica sui Cereali Capire e Interpretare il mercato dei Cereali e Soia Nell ottica di una crescente qualità, dal mese di gennaio l analisi

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

La politica monetaria

La politica monetaria Lezione 27 1 consiste nelle decisioni delle autorità monetarie che influenzano il tasso di interesse. Come abbiamo visto, le banche centrali mediante le operazioni di mercato aperto possono influenzare

Dettagli

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Questo report omaggio è un estratto dal libro "La Borsa dal 1897 al 2030 Clicca qui per acquistarlo Introduzione Non potevamo iniziare queste pagine,

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Strategie di gestione di una asset class azionaria

Strategie di gestione di una asset class azionaria Strategie di gestione di una asset class azionaria Premessa: Il mercato azionario rappresenta la risorsa di investimento potenzialmente più remunerativa almeno tanto quanto la sua potenziale capacità di

Dettagli

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario 1. SMALL TALK 2. FRASE D AGGANCIO 3. ANALISI GRAFICA 4. STRUMENTI INEFFICACI 5. NON È PER TUTTI COSÌ 6. LE CONDIZIONI OTTIMALI 7. 1 CONFERMA: 8. PRESENTAZIONE

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro si è indebolito ed ha chiuso sotto l importante soglia psicologica di 1,35 - l Oro ha arrestato il recupero dopo i minimi del 31 dicembre

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE Nel corso dell ultimo mese non sono emersi segnali tali da modificare i percorsi evolutivi ipotizzati per le maggiori economie, che restano pertanto incamminate su sentieri di

Dettagli

CON LE OPZIONI BINARIE IN MODO SEMPLICE

CON LE OPZIONI BINARIE IN MODO SEMPLICE COME GUADAGNARE CON LE OPZIONI BINARIE IN MODO SEMPLICE Semplice manuale per fare trading con le opzioni binarie realizzato dagli autori del sito faresoldidacasa.com Indice Introduzione 2 Come fare trading

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori.

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori. Morning Call 25 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Quotazione del Brent: andamento dal 2008 I temi del giorno Lunedì nero per le borse; oggi Shanghai perde ancora oltre il 7,0% ma i listini europei tentano

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) 17-giu-2014 Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): +0,29% Australia (Asx All Ordinaries): -0,18% Hong Kong (Hang Seng): -0,53% Cina (Shangai) -0,92% Singapore (Straits Times) -0,57% Korea

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 1. E difficile per un principiante fare trading con gli spread? A differenza di quanto potrebbe pensare un neofita, fare trading

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

Gli investimenti comunali fra 2005 e 2013: la crescita, la crisi e la ripresa?...

Gli investimenti comunali fra 2005 e 2013: la crescita, la crisi e la ripresa?... Forum Banche e PA 2011 Servizi bancari e finanziari per le PA e per gli investimenti pubblici Roma, Palazzo Altieri Gli investimenti comunali fra 2005 e 2013: la crescita, la crisi e la ripresa?... Luciano

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014-

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Le Georges V 14, Avenue de Grande Bretagne MC 98000 Monaco Tél : +377 97 98 29 80 Fax : +377 97 98 29 88

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

Credito, rischio e mercati La crisi sub-prime

Credito, rischio e mercati La crisi sub-prime Credito, rischio e mercati La crisi sub-prime Dr. Mario Mazzocchi m.mazzocchi@unibo.it Ricevimento: indicativamente venerdì 11-13, ma disponibile anche in altri giorni e orari (meglio confermare per posta

Dettagli

Asset Allocation e Analisi Intermarket

Asset Allocation e Analisi Intermarket Asset Allocation e Analisi Intermarket Metodi di utilizzo e applicazioni operative 1 Perché l Analisi Tecnica La bolla subprime è stato il prodotto di fenomeni incontrollati di studi econometrici-quantitativi

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 6 giugno 2011 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

FEBBRAIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-2 Pagine 5

FEBBRAIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-2 Pagine 5 5 FEBBRAIO 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Fatturato, ordini, produzione industriale ed edilizia, vendite di auto, export, occupazione, fiducia:

Dettagli

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati.

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati. FEBBRAIO 2016 Vediamo di riassumere sinteticamente in questa mail le cause che hanno portato allo storno delle borse e grazie all ausilio delle informazioni ricevute da alcuni dei principali gestori mondiali,

Dettagli

ANALISI MERCATI E STRATEGIE IDA PAGNOTTELLA, CFI, MARZO 09

ANALISI MERCATI E STRATEGIE IDA PAGNOTTELLA, CFI, MARZO 09 IN GENERALE: ANALISI MERCATI E STRATEGIE IDA PAGNOTTELLA, CFI, MARZO 09 CRISI DECENNALE? Per quanto riguarda la crisi finanziaria ed economia attuale, credo (basandomi sui dati concreti) che non siamo

Dettagli

L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano

L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano di Sergio Portatadino, Pöyry Energy Consulting La sensazione di vivere in un periodo di cambiamento storico pervade anche i mercati energetici e l emblema

Dettagli

La quotazione del petrolio ha superato i 66 dollari al barile, il doppio rispetto al record negativo registrato poco meno di sei mesi fa. Qualche giustificazione si può anche trovare: il dollaro è debole

Dettagli

Analisi Settimanale. 2-8 Novembre 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 2-8 Novembre 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Thailandia fragile ma stabile - Peter Rosenstreich Dati francesi: nessun

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014 5 APRILE 2014 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Le economie avanzate accelerano, le emergenti frenano ancora. Per la crescita globale la somma è positiva,

Dettagli

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Titolo SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.24option.com/it ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati

Dettagli

crediti commerciali * giorni clienti + magazzino* giorni magazzino - debiti commerciali * giorni fornitori = fabbisogno * durata

crediti commerciali * giorni clienti + magazzino* giorni magazzino - debiti commerciali * giorni fornitori = fabbisogno * durata Approfondimento 1.1w 1. Congiuntura e ciclo finanziario delle imprese Per meglio comprendere la relazione tra ciclo congiunturale e dinamica finanziaria delle imprese - la quale a sua volta si riflette

Dettagli

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 17 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Grecia, oggi il via libera dei Paesi Ue al prestito ponte da 7mld; nuovi fondi Ela per la banche greche

Dettagli