N.02 MARZO APRILE 2013 LE NUOVE REGOLE PER L ISTITUZIONE DELLE RIVENDITE DI TABACCHI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N.02 MARZO APRILE 2013 LE NUOVE REGOLE PER L ISTITUZIONE DELLE RIVENDITE DI TABACCHI"

Transcript

1 N.02 MARZO APRILE 2013 LE NUOVE REGOLE PER L ISTITUZIONE DELLE RIVENDITE DI TABACCHI Il gioco d azzardo finisce sotto Osservatorio il gioco del lotto sbarca sul web Sped. abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art.1 comma 1, DCB Po

2 N.02 MARZO APRILE 2013 COPERTINA RENATA MAURO DIRETTORE RESPONSABILE BARBARA LISEI REDAZIONE MARILISA RIZZITELLI EDITORE IMPRIMA SRL Viale V. Veneto, Prato (Po) Le rubriche e le notizie sono a cura della redazione. La riproduzione di testi, disegni e fotografie è consentita solo citando la fonte. PROGETTO GRAFICO MELONE DESIGN DANIELE LATINI STAMPA RINDI Anno VII, n 2 Aut. Trib. Prato n 11/04 Poste Italiane s.p.a. Sped. abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1 comma 1, DCB Po Copia gratuita 02 SOMMARIO 03 L EDITORIALE 05 NEWS 06 NORME LE NUOVE REGOLE PER L ISTITUZIONE DELLE RIVENDITE DI TABACCHI 10 TABACCHI Nella disputa tra esercenti e banche, gli istituti di pagamento allungano il passo 13 GIOCHI Il gioco d azzardo finisce sotto Osservatorio il gioco del lotto sbarca sul web 17 ATTUALITA` vedere oltre 18 CULTURA il senso del dolore Maurizio de giovanni

3 03 L EDITORIALE Alla bocciatura di entrambi i rami del Parlamento, si aggiunge quella degli europarlamentari italiani: il pacchetto di sigarette anonimo, privo di marchio e coperto solo da immagini shock, non è la soluzione al problema fumo, anzi rischia di favorire il mercato del contrabbando. Un parere netto e preciso, quello dell Italia, che noi sosteniamo fermamente. Siamo difatti convinti che la standardizzazione dei prodotti del tabacco impedisca il contrasto dei fenomeni di contrabbando e contraffazione che nel nostro Paese sta conoscendo una nuova diffusione oltre a spalancare le porte all importazione di sigarette extraeuropea. Secondo un indagine svolta dal network internazionale Kpmg, solo nell ultimo trimestre del 2012 il consumo di prodotto illecito nel nostro Paese ha rappresentato oltre l 11% del consumo totale. Anche i dati di bilancio resi noti dalla Guardia di Finanza ad inizio anno, segnalano florido il mercato illegale. Nel 2012 in Italia sono state sequestrate oltre 294 tonnellate di tabacchi lavorati esteri, più di 17 tonnellate di sigarette sono risultate contraffatte, mentre 212 tonnellate, pari a circa il 72 per cento del totale, sono risultate cheap white, cioè sigarette prodotte nei paesi di provenienza, fra cui Russia, Emirati Arabi Uniti ed Ucraina, ma irregolarmente introdotte nel nostro territorio in quanto non rispondenti agli standard di produzione e commercializzazione previsti dall Unione Europea. Ci auguriamo che il 9 maggio prossimo la Commissione ambiente, salute pubblica e sicurezza ambientale (ENVI) del Parlamento di Strasburgo, chiamata a pronunciarsi sulla Direttiva europea sui prodotti del tabacco, tenga ben in conto i rischi a cui si andrebbe incontro con la sua approvazione. Francesca Bianconi

4 LOGISTA ITALIA Logista Italia si prende cura dei propri clienti offrendo servizi innovativi, affidabili ed efficienti.

5 05 NEWS COLPO D OCCHIO SU ENADA Con un parterre di operatori sempre più internazionale, Enada Primavera, la mostra internazionale degli apparecchi da intrattenimento e da gioco, ha chiuso i battenti della venticinquesima edizione riminese con visitatori (-3,7% sul 2012). Un dato soddisfacente per gli organizzatori, fiduciosi sul futuro del settore e consapevoli di gestire la più importante fiera del Sud Europa oltre che l unica vera piazza d affari per gli addetti della filiera del gioco. Accanto ai temi generali, la manifestazione ha prestato particolare attenzione al gioco responsabile, senza superficiali criminalizzazioni, ribadendo l impegno comune ad agire in termini di prevenzione degli eccessi e della illegalità. È stato ribadito il messaggio delle organizzazioni di settore volto a considerare il gioco nella sua reale dimensione di svago, evidenziando la necessità di condivisione delle problematiche da affrontare per arrivare a soluzioni utili alle imprese. Per affinare ulteriormente la qualità dei visitatori, dalla prossima edizione di marzo 2014 la manifestazione sarà programmata su tre giornate, così come già da alcuni anni è previsto per Enada Roma e per i grandi saloni internazionali di Londra e Las Vegas. IL NUOVO CONTRABBANDO Ricariche di nicotina senza alcuna certificazione, in un furgone proveniente dall Albania. Sono 87 i flaconi di liquido per ricaricare sigarette elettroniche sequestrati nei primi giorni di aprile scorso dall'ufficio delle dogane di Bari e dalla Guardia di finanza nel corso dei controlli per la repressione di traffici illeciti e di contrabbando nel porto di Bari. Pronti per essere commercializzati, ma senza alcuna documentazione, i flaconi da 10 millilitri, contenenti 12 milligrammi di nicotina ciascuno, sono stati messi sotto sequestro. Le indagini, ancora all'inizio, fanno ipotizzare un nuovo traffico di contrabbando legato al business fiorente delle sigarette elettroniche che potrebbe rimpiazzare quello ben noto delle "bionde". Mancano pochi giorni alla conclusione della campagna Libera la domenica che culminerà con la consegna alla Camera dei Deputati delle firme raccolte a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare che, se approvata, restituirà le competenze alle Regioni in materia di orari degli esercizi commerciali. L attività promossa in questi ultimi 5 mesi da Confesercenti con Federstrade ed il sostegno della Cei, ha permesso di raggiungere ad oggi 110mila firme oltre al grande e generalizzato consenso da parte degli imprenditori per l iniziativa. NUOVO CODICE TRIBUTO È il 2855 il nuovo codice tributo che le rivendite dovranno indicare d ora in poi per il versamento, con mod.f24 Accise, delle sanzioni pecuniarie disciplinari inflitte dall Amministrazione per qualsiasi irregolarità di gestione e non ritenute di natura e gravità tali da comportare la disdetta o la revoca (cfr. art. 35 della legge 1293/57). Ne ha dato informazione la Direzione Generale AAMS in data 12 aprile scorso. SIGARETTE ELETTRONICHE: RICHIESTO UN INCONTRO CON IL VERTICE AAMS Nei giorni scorsi il presidente Nazionale Assotabaccai, Francesca Bianconi, ha fatto formale richiesta al vice direttore dell agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Luigi Magistro, di un incontro per poter approfondire le tematiche relative alla sigaretta elettronica. L avvio di un confronto il cui obiettivo è quello di accelerare una regolamentazione sulla vendita dei dispositivi elettronici si rende sempre più urgente per la categoria dei rivenditori di generi di monopolio che sta subendo non pochi contraccolpi dall assenza di chiare determinazioni.

6 06 NORME LE NUOVE REGOLE PER L ISTITUZIONE DELLE RIVENDITE DI TABACCHI GIUSEPPE DELL AQUILA responsabile area legale Confesercenti Con decreto n. 38/2013, in vigore dal 16 aprile scorso, il Ministero dell economia e delle finanze ha adottato la nuova disciplina della programmazione delle rivendite di tabacchi, sulla base del DL n.98/2011,convertito in legge n.111/2011. Il provvedimento implicitamente supera la previgente regolamentazione di settore, che si doveva alla circolare n. 4/2001 dell AAMS, e si caratterizza dunque per avere maggiore forza in caso di ricorsi da parte di eventuali controinteressati ai provvedimenti presi dagli Uffici dell'agenzia delle dogane e dei monopoli, dal momento che questi risponderanno a regole poste con un decreto di ordine tecnico, cui ha fatto rinvio la legge, e non ad una mera prassi. La disciplina conferma quanto previsto dalla legge n. 1293/57, ovverosia che la vendita al pubblico di tabacchi lavorati è effettuata a mezzo di rivendite ordinarie e speciali ovvero di patentini. Le rivendite ordinarie, come è noto, sono istituite con provvedimento dei competenti Uffici in funzione dell'interesse del servizio, tenendo particolarmente conto delle zone caratterizzate ampliate le tipologie di strutture da considerare per le rivendite speciali da nuovi sviluppi abitativi, commerciali ovvero della particolare rilevanza assunta dai nodi stradali e dai centri di aggregazione urbana, tali da rendere palesi le carenze dell offerta in funzione della domanda. D ora in poi, gli Uffici competenti adotteranno per ogni anno solare due piani semestrali per l'istituzione delle rivendite ordinarie, avendo riguardo, alla luce dei punti di vendita già esistenti nonché delle istanze di trasferimento nel frattempo pervenute, della necessità che la rete di vendita dei tabacchi lavorati risulti adeguata ad un effettivo e concreto rapporto tra domanda e offerta. In relazione a ciascuno schema di piano semestrale, entro il 30 aprile ed il 31 ottobre l Ufficio competente renderà pubblico lo schema di piano in apposita sezione del sito istituzionale dell Agenzia delle dogane e dei monopoli. L istituzione delle rivendite ordinarie sarà consentita in presenza dei parametri relativi alla distanza minima dei nuovi locali rispetto alle rivendite più vicine già in esercizio. Le modalità di calcolo delle distanze sono esplicitate con il provvedimento direttoriale adottato il 27 marzo Il decreto n. 38 conferma, altresì, l ulteriore parametro della redditività o produttività minima. Le rivendite speciali sono istituite per soddisfare particolari esigenze del pubblico servizio anche di carattere temporaneo

7 quando, a giudizio dell'amministrazione, mancano le condizioni per procedere alla istituzione di una rivendita ordinaria, ovvero al rilascio di un patentino. Tale tipologia di rivendita può essere istituita in stazioni ferroviarie, automobilistiche, tranviarie, marittime, in aeroporti, caserme, case di pena o altri luoghi, ivi inclusi, in particolare, le sale Bingo, i bar di strutture alberghiere di significativa dimensione ed importanza, le strutture alle quali sia possibile accedere soltanto previa esibizione di tessere o biglietti di ingresso, le stazioni metropolitane, gli ipermercati, qualora siano presenti esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, i centri commerciali. Con riferimento all istituzione di una rivendita presso gli impianti di distribuzione carburanti, il decreto richiede, oltre al rispetto dei parametri dimensionali minimi di tali impianti e dei locali chiusi annessi, anche il rispetto degli ulteriori parametri relativi a distanza e redditività, di fatto depotenziando i contenuti dell art. 28 del DL n. 98/2011, che inizialmente era stato adottato individuando i casi in cui si presumeva che fosse un atto dovuto, per gli Uffici competenti, istituire una rivendita speciale in presenza di determinate caratteristiche meramente tecniche dell impianto. 7

8 PAGINA PUBBLICITARIA

9 Quanto al rilascio di patentini, viene preso in considerazione il carattere di complementarietà del servizio di vendita dei tabacchi, che costituisce mera espansione di una preesistente struttura di vendita, non sovrapponibile alla stessa e giustificata dalla necessità di erogazione del servizio in luoghi e tempi in cui esso non può essere svolto dalle rivendite ordinarie. I patentini possono essere istituiti presso pubblici esercizi dotati di licenza per la somministrazione L istituzione di una rivendita negli impianti di distribuzione carburanti dovra` rispettare i criteri di distanza e redditivita` stabiliti di alimenti e bevande, nonché presso alberghi, stabilimenti balneari, sale "Bingo", agenzie di scommesse e punti vendita aventi come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblico, esercizi dediti esclusivamente al gioco con apparecchi di cui all art. 110 del TULPS, bar di rilevante frequentazione. Da considerare che il patentino non può essere concesso quando presso la rivendita più vicina risulti installato un distributore automatico di tabacchi lavorati e la stessa rivendita sia a distanza inferiore a quella di una rivendita in esercizio. È vietato al titolare del patentino di esporre scritte o insegne che indichino, anche solo indirettamente, la vendita di tabacchi. Alla scadenza del biennio di validità del patentino, gli interessati presentano domanda ai fini del rinnovo, attestante la quantità dei prelievi effettuati, che non può essere inferiore ad un determinato valore, in relazione alla popolazione del Comune in cui ha sede l esercizio. Qualora l ammontare del prelievo di generi di monopolio sia inferiore al valore prefissato per non oltre il venti per cento del medesimo, l Ufficio competente può autorizzare, per una sola volta, il rinnovo del patentino a condizione che esso assolva a particolari esigenze di servizio giustificate dalla particolare ubicazione dell esercizio ovvero dalla peculiare tipologia di clientela. Presso gli impianti di distribuzione carburanti il rinnovo del patentino, quando lo stesso sia stato rilasciato ai sensi del nuovo Regolamento, sarà sempre consentito. Per consultare il testo integrale del decreto n.38/2013 si rimanda al sito 9

10 10 TABACCHI Nella disputa tra esercenti e banche, gli istituti di pagamento allungano il passo La querelle va avanti da tempo. Ed ora ci si aspetta venga sbrogliata dal prossimo governo che dovrà emanare un decreto per fare chiarezza sui costi dei Pos, le macchinette che consentono di pagare con la carta di credito un bollo auto o un pranzo al ristorante. Per i commercianti le commissioni richieste dalle banche sono eccessivamente alte mentre per le banche così non è. Ora che il Paese sembra sintonizzato sull onda della moneta elettronica, soprattutto perché consentirebbe di combattere con forza l'evasione fiscale, e due italiani su tre utilizzano con frequenza carte di credito e pre-pagate, gran parte degli esercenti sono sul piede di guerra. Il malumore serpeggia tra le piccole imprese che ritengono troppo onerose le commissioni e chiedono siano abbassate. Una posizione che si scontra con le ragioni delle banche che sostengono di non poter far nulla fino a quando non vi sarà un uso più diffuso della moneta elettronica che ridurrà il costo delle transazioni. Al momento la decisione di rinviare al 2014 l'obbligo di accettare pagamenti elettronici per i commercianti ed i professionisti è una notizia positiva, così come pure il limite all'utilizzo del denaro contante a 50 euro. I vantaggi del denaro elettronico sono concreti, ad esempio l'impatto sui furti e sulle rapine, ma il peso delle transazioni effettuate con pos non va dimenticato. Nel frattempo, in sordina, in questo momento di attesa, si stanno facendo strada gli "istituti di pagamento e di moneta elettronica", enti non bancari che hanno l autorizzazione da Banca d Italia ad effettuare servizi per il consumatore e l azienda, come la gestione di conti di pagamento, bonifici, Rid, bollette e bollettini, e l emissione e ricarica di carte di pagamento. Non raccolgono risparmi, né suggeriscono investimenti, offrono soluzioni alternative in concorrenza con il sistema bancario e postale. Chi è già entrato in questo nuovo business è una platea di operatori quali finanziarie, imprese della grande distribuzione, del turismo, dei trasporti e delle telecomunicazioni. Tutto, naturalmente, dipende dalle decisioni che prenderà l Ue, arbitro anche di questa partita. Per il momento, Bruxelles ha già definito alcune misure per regolare la competizione a livello comunitario, sia per quanto riguarda gli istituti di pagamento sia per gli istituti di moneta elettronica. Oggi in Italia sono operativi 56 istituti di diversa derivazione tra i quali Lottomatica e Sisal per servizi e gioco, Infocamere per i servizi alle imprese, Western Union e Moneygram per il money transfer, Compass del gruppo Mediobanca per soluzioni personalizzate di pagamento. Non c è dubbio che in Italia, rispetto ad altri Paesi europei, le opportunità di business sono enormi, considerando che nel 2011, secondo le rilevazioni della stessa Banca d Italia, in termini di pagamenti bancari e postali effettuati con strumenti alternativi al contante, siamo a 66 operazioni per abitante, contro circa 170 nei Paesi europei, con punte fino a 250 operazioni e oltre in paesi quali Francia, Paesi Bassi e Regno Unito. Gli istituti di pagamento e di moneta elettronica offrono soluzioni alternative in concorrenza con il sistema bancario e postale

11

12

13 13 GIOCHI Il gioco d azzardo finisce sotto Osservatorio Avrà il compito di valutare le misure più efficaci per contrastare la diffusione del gioco d azzardo patologico ed il fenomeno della dipendenza grave. Lo scorso aprile è stato istituito presso l Agenzia delle dogane e dei monopoli, l Osservatorio previsto dal decreto Balduzzi di fine estate 2012, e composto da esperti nominati dalle amministrazioni statali, Ministeri della Salute, dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, dello Sviluppo Economico, a fianco dei quali lavoreranno anche esponenti della società civile indicati delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani e dai Comuni. Presidente ne è il vicedirettore dell Agenzia delle dogane e dei monopoli, Luigi Magistro, con il supporto, per il coordinamento tecnico scientifico, del capo del DPA, Dipartimento delle politiche antidroga, Giovanni Serpelloni, in rappresentanza anche del Ministero dell Economia. L organismo è la prima risposta concreta all emergenza di un fenomeno i cui contorni non sono ancora chiari. Per poter agire in maniera incisiva e razionale, affrontare sia in termini di cura e riabilitazione ma anche di prevenzione il problema del gioco d azzardo patologico, è difatti necessario approfondire tutti gli elementi ad esso connessi sia dal punto di vista epidemiologico che neuro-scientifico perché non esistono cifre certe e chiarezza su questa nuova malattia sociale. A tal fine è stato messo a punto e diffuso un nuovo software gratuito, predisposto dal DPA nei Sert, per la raccolta e l'elaborazione automatica ed in tempo reale dei dati sui giocatori patologici che sono in carico in questo momento, alle strutture sanitarie pubbliche. L Osservatorio nato come struttura che non prevede maggiori oneri a carico del bilancio pubblico, si muove nell ambito di un mercato che per l Erario vale circa 8 miliardi di euro l anno. Il gioco d azzardo, su persone ad alta vulnerabilita`, puo` sfociare in una vera e propria dipendenza comportamentale Nei giorni scorsi Assotabaccai ha richiesto ufficialmente a Luigi Magistro, di includere le Organizzazioni sindacali di categoria dei rivenditori di generi di monopolio nella compagine dell Osservatorio, in quanto parte attiva della filiera del gioco pubblico. L organizzazione sindacale ritiene doveroso offrire il proprio contributo di idee o semplicemente seguire lo sviluppo dell'intero progetto data l importanza sociale.

14 14 GIOCHI IL GIOCO DEL LOTTO SBARCA SUL WEB Da giovedì 18 aprile il gioco del lotto è on line. L unico gioco nel portafoglio del Ministero dell'economia a non avere ancora una versione internet, è per ora disponibile nella nuova modalità in alcune fasce orarie, ovvero durante la chiusura delle tabaccherie e ricevitorie. In via sperimentale la raccolta a distanza del gioco del lotto, nella tipologia tradizionale ed in quella opzionale del 10eLotto, è resa possibile nei giorni compresi tra lunedì e sabato, tra le 20 di sera e le 8 del mattino, mentre la domenica ed i giorni festivi per 24 ore. Il martedì, il giovedì ed il sabato, giorni canonici di estrazione, il gioco on line è ammesso dalle Per la versione tradizionale si può puntare via internet sui tre concorsi settimanali, mentre per il 10eLotto che conta su di un'estrazione ogni 5 minuti, è previsto un massimo di 288 estrazioni negli orari notturni. La nuova offerta di gioco si concentrerà prevalentemente su un target di 2 milioni di potenziali scommettitori, amanti dell'online ed in particolare di poker e scommesse. Il Lotto online dopo aver ricevuto il via libera da Bruxelles ad inizio gennaio, è stato regolamentato lo scorso 14 marzo da un decreto del vicedirettore dell Agenzia delle dogane e dei monopoli, Luigi Magistro. Le regole del gioco restano esattamente le stesse valide per la raccolta tradizionale. Le vincite di importo non superiore ad ,00, al lordo delle ritenute previste per legge vengono pagate mediante accredito sul conto di gioco del giocatore dal punto vendita a distanza mentre le vincite di importo superiore vengono pagate dal Concessionario secondo apposite disposizioni. Il gioco del lotto e l opzionale 10eLotto hanno raccolto complessivamente 6,2 miliardi di euro nel 2012, con un ritorno per l erario di 1,4 miliardi. Il dato di raccolta segna un calo rispetto all anno precedente, periodo in cui il susseguirsi di diversi ritardatari centenari ha fatto impennare le giocate. Lottomatica, concessionaria del gioco, ha reso noto che la media giornaliera della raccolta notturna è pari al 4,9% della raccolta totale. E` possibile GIOCARE online in tutti i siti autorizzati AAMS aprendo un conto di gioco o accedendo con i propri dati se si E` registrati

15 CONTINUA AD AUGURARE BUON VIAGGIO AI TUOI CLIENTI CHE SCELGONO LIS. BASTANO 2 OPERAZIONI A SCELTA CON BOLLETTE, BOLLETTINI, TRIBUTI, MULTE, BOLLO AUTO E TANTO ALTRO RICARICHE CELLULARI, TV DIGITALE E TANTO ALTRO (IMPORTO MINIMO 50 ) ATTIVAZIONE E RICARICA LOTTOMATICARD E LOTTOMATICARD EASY (IMPORTO MINIMO 50 ) BIGLIETTI E ABBONAMENTI PER EVENTI CULTURALI, SPORTIVI E DI SPETTACOLO PER VIAGGIARE SULLE FRECCE A PREZZO SCONTATO 2 operazioni: sconto di 10 4 operazioni: sconto di 20 6 operazioni: sconto di 30 SENZA IMPORTO MINIMO DI SPESA! NOVI- PER VIAGGIARE FINO AL (COMPRESO). LISPREMIA.IT I clienti che sceglieranno Lottomatica Servizi viaggeranno sulle Frecce di Trenitalia con uno sconto fino a 30. Per ricevere il buono sconto basta fare almeno due operazioni a scelta tra tutti i servizi LIS in promozione. Più operazioni faranno, più sconto avranno. Condizioni di partecipazione e durata dell operazione a premi sul regolamento consultabile su e Gli aventi diritto visualizzeranno il buono sconto nell area riservata del sito promozionale accedendo con le proprie credenziali. Offerta soggetta a restrizioni. Il buono sconto ha un valore di 10, 20 oppure 30 euro e può essere utilizzato per acquistare, solo sul sito biglietti di prezzo Base, per viaggi da effettuarsi entro il 7 dicembre 2013 (compreso) sui treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca. Il buono sconto non è riutilizzabile: il cambio della prenotazione/biglietto e l accesso ad un treno diverso da quello prenotato sono consentiti, secondo le regole previste per il prezzo Base, solo a fronte del pagamento dell importo del buono sconto. Il rimborso è ammesso solo per il prezzo del biglietto effettivamente pagato. È possibile utilizzare un solo buono sconto per ciascun passeggero e per ciascun viaggio; il buono sconto non è vendibile e non è convertibile in denaro. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. LIS PAGA - Per le condizioni economiche consultare i fogli informativi disponibili presso i punti vendita LIS PAGA convenzionati con LIS IP SpA e sul sito LIS CARD - Per le condizioni economiche e contrattuali consultare i fogli informativi presso i punti vendita LIS CARD convenzionati con CARTALIS IMEL SpA e sul sito Lottomaticard e Lottomaticard Easy sono carte prepagate emesse da CARTALIS IMEL SpA

16 PAGINA PUBBLICITARIA

17 17 ATTUALITA` vedere oltre Nel cuore del centro storico di Palermo, in occasione dell apertura del nuovo spazio espositivo, la galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea ha inaugurato la personale dell artista messicana Julieta Aranda, dal titolo Where There s Smoke. Curata da Francesco Pantaleone e Laura Barreca, la mostra è stata realizzata nell ambito del progetto Domani, a Palermo che offre a personalità italiane e straniere la possibilità di trascorrere un periodo nel capoluogo siciliano e realizzare un esposizione nata dall esperienza e dagli stimoli tratti dal soggiorno. Juleta Aranda, abituata ad interrogarsi sui rapporti tra individuo e collettività e sulle dinamiche che muovono i comportamenti sociali, manipolati a volte anche dai media, propone in Where There s Smoke una selezione di lavori sul tema metaforico ed impalpabile del fumo. Il fumo viene considerato sia nel suo aspetto inconsistente ed astratto, sia nella sua azione invasiva e violenta. Viene utilizzato come allegoria del disagio sociale, come tecnica di difesa utilizzata in campo militare per nascondersi dal nemico; con la sua capacità di annebbiare il pensiero ed alterare il ragionamento razionale, in senso figurato il fumo rappresenta la mistificazione della realtà. Con le opere esposte, l artista intende lanciare un messaggio positivo e suggerire di andare oltre la barriera di fumo generata dai media, che offusca le coscienze e distorce il pensiero, di guardare ai nuovi mezzi di comunicazione non come strumenti di dominazione culturale ma bensì forme collettive di pensiero critico. La mostra accosta immagini fotografiche e riprese video immerse in un atmosfera rarefatta in cui l evanescenza del fumo si materializza in una fitta trama. Nella stessa direzione, con una scultura di gesso, l artista riproduce fedelmente le forme arrotondate e corpose di una colonna di fumo. L arte, nel pensiero della giovane artista, per essere veramente politica non dovrebbe sposare una precisa ideologia, ma deve presentarsi come possibilità di generare un pensiero indipendente. Where There s Smoke e`una selezione di lavori sul tema metaforico ed impalpabile del fumo Julieta Aranda è nata nel 1975 a Città del Messico. Dopo il diploma in Filmaking alla School of Visuals Arts di New York, si è laureata alla Columbia University School of the Arts. Ha partecipato a numerose collettive e ad importanti manifestazioni internazionali d arte contemporanea, tra le più recenti la 54ª Biennale di Venezia e Documenta (13). La sua produzione è caratterizzata dalla multimedialità e comprende istallazioni, fotografie e filmati. Julieta Aranda collabora da molti anni con l artista russo-americano Anton Vidokle nel progetto Time/Bank che li ha portati, fra l altro, a fondare nel 1999 E-Flux, importante network internazionale per la diffusione di informazioni su mostre d arte contemporanea, dibattiti e pubblicazioni.

18 18 CULTURA IL SENSO DEL DOLORE MAURIZIO DE GIOVANNI Napoli, marzo 1931, mentre un inverno particolarmente rigido tiene la città stretta in una morsa di gelo, un assassinio scuote l opinione pubblica per la ferocia con cui il crimine è perpetrato e per la notorietà del morto. Il grande tenore Arnaldo Vezzi viene trovato cadavere nel suo camerino al Teatro San Carlo prima della rappresentazione de I Pagliacci, la gola squarciata da un frammento acuminato dello specchio andato in pezzi. Artista di fama mondiale, amico del Duce, uomo egoista e meschino: a ricostruire la personalità della vittima e a risolvere il caso è chiamato il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, in forza alla Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli. Investigatore anomalo, mal sopportato dai superiori per la sua insofferenza agli ordini e temuto dai sottoposti per il suo carattere chiuso ed enigmatico. -Voi credete al destino, commissario? -No, signora. Non ci credo. Credo agli uomini e alle loro emozioni. All amore, all odio. Alla fame. Al dolore, soprattutto. È proprio il dolore il filo conduttore che attraversa l intero romanzo, si insinua in ogni immagine evocata dalle parole del protagonista, ne delimita i suoi sguardi, ne impregna le sue espressioni, ne condiziona gli umori. È questa la caratteristica che fa di questo romanzo una lettura originale, intensa e coinvolgente. A ciascuno dei quattro romanzi con protagonista il commissario ricciardi E` stata associata, nel sottotitolo, una stagione In questo caso il dolore non è un semplice sentimento ma una vera e propria dote sovrannaturale. Il Commissario Ricciardi è un uomo che potrebbe avere tutto, soldi, donne, successo, ma la cui vita è irrimediabilmente compromessa da un segreto inconfessabile, fin da bambino vede i morti ma solo chi muore di morte violenta, coglie la loro immagine nell ultimo momento di vita e ascolta le ultime parole; il Fatto, come lo chiama lui, lo aiuta nelle indagini. Mi è difficile pensare all amore se non come al principale movente dei delitti credetemi se non è l amore è la fame, e in questo caso è più semplice. La fame è comprensibile vi si risale facilmente; è diretta, immediata. L amore no, l amore ha altre vie. Giampiera Petrucciani

19

20 PAGINA PUBBLICITARIA

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2013 pag. 112

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2013 pag. 112 SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2013 pag. 112 Circolare n. 58 IDR/cc 20 Maggio 2013 RIVENDITE ORDINARIE E SPECIALI DI PRO- DOTTI DA FUMO (GIÀ GENERI DI MONOPO- LIO) REGOLAMEN- TO DI ATTUAZIONE. Sulla

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata: LISPREMIA Versione modificata a valere dal 04.03.2013

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata: LISPREMIA Versione modificata a valere dal 04.03.2013 REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata: LISPREMIA Versione modificata a valere dal 04.03.2013 1. SOGGETTI PROMOTORI LIS - Lottomatica Italia Servizi S.p.A. - con sede legale in Roma, Viale del Campo

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Prot. 2012/ 55172 /Giochi/LTT AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Prot. 2013/ 8800 /Giochi/LTT AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze

Ministero dell economia e delle finanze Protocollo n 2011/30011/giochi/UD Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Dettagli

IL VICEDIRETTORE. Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

IL VICEDIRETTORE. Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni; Prot. 2013/ 13708 /Giochi/LTT IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni; Visto l art. 6 della legge

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Prot. 2013/ 1888 /Giochi/LTT AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. 2013/29657/Giochi/Ltt Agenzia delle Dogane e dei Monopoli IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n. 1677 e successive modificazioni;

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Vista la legge 17 luglio 1942, n. 907, sul monopolio dei sali e tabacchi e successive modificazioni;

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Vista la legge 17 luglio 1942, n. 907, sul monopolio dei sali e tabacchi e successive modificazioni; Prot.22242 /RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA Vista la legge 17 luglio 1942, n. 907, sul monopolio dei sali e tabacchi e successive modificazioni; Vista la legge 22 dicembre 1957, n. 1293, sulla organizzazione

Dettagli

IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ADM.MNUC Reg. Uff. n.104077 del 22/12/2014 IL VICEDIRETTORE dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli VISTO il Testo Unico di cui al Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773, (T.U.L.P.S.), e successive modificazioni

Dettagli

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 Oggetto: DETERMINAZIONE DELL ORARIO DI ESERCIZIO PER LE ATTIVITA DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, COMMERCIO SU AREA PUBBLICA, SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. MNUC REG. UFF. 0064213 30/7/2014 U Agenzia delle Dogane e dei Monopoli IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. 2013/ 37145 / Giochi Ltt Agenzia delle Dogane e dei Monopoli IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n. 1677 e successive modificazioni;

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE AI SENSI DELL ARTICOLO 121 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DELLA LETTERA N), COMMA 4), ART. 26 DELLO STATUTO DELLA REGIONE CAMPANIA concernente DISPOSIZIONI

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. ADM MNUC REG. UFF. 87042 28.10.2014 U. Agenzia delle Dogane e dei Monopoli IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato l autorizzazione alla raccolta

Dettagli

IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI

IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Prot. 69490 /RU IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive

Dettagli

ILVICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI

ILVICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Prot. 69483 /RU ILVICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA SINDACO / 11 Del 14/10/2015 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI GIOCO LECITO SUL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE UFFICIO SEGRETERIA - COMMERCIO VIA ROMA N. 46 33037 PASIAN DI PRATO - TEL. 0432/645953 FAX 0432/645918 E-MAIL: segreteria@comune.pasiandiprato.ud.it Ord. n.

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE Vista la legge 2 agosto 1982, n. 528, concernente l'ordinamento del gioco del Lotto, e le successive modifiche introdotte con la legge 19 aprile 1990, n. 85; Visto il decreto del

Dettagli

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA Timbro del Protocollo Generale PRATICA N. Allo Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI BRA Piazza Caduti Libertà n. 14 12042 BRA INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 58375 /RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

COMUNE DI PAOLA. ( Provincia Di Cosenza ) GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI E SIMILARI SPECIFICA DEI GIOCHI

COMUNE DI PAOLA. ( Provincia Di Cosenza ) GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI E SIMILARI SPECIFICA DEI GIOCHI COMUNE DI PAOLA ( Provincia Di Cosenza ) SETTORE N. 7 UFFICIO : Attività Economiche e Produttive ( Piazza IV Novembre,22 ) tel. 0982 582860 fax 0982582397 PEC : qsarpa@comune.paola.cs.it legislazione di

Dettagli

DOMANDA 1 Una società consortile a responsabilità limitata o una società consortile per azioni sono coerenti con la previsione del paragrafo 3.2.1 del Bando e il paragrafo 4.1 del Capitolato d'oneri? L

Dettagli

IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI

IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Prot. 73398 /RU IL VICE DIRETTORE DELL AGENZIA AREA MONOPOLI Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 39856/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 7644 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 38 del 14-03-2011 REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 Procedimenti amministrativi in materia di commercio: Attuazione della direttiva 2006/123/CE

Dettagli

Alluvione Toscana. A ciascuno. Banco Popolare a sostegno delle famiglie e imprese colpite. il suo AVVISO AL PUBBLICO

Alluvione Toscana. A ciascuno. Banco Popolare a sostegno delle famiglie e imprese colpite. il suo AVVISO AL PUBBLICO A ciascuno il suo verificatesi nei giorni 20, 21 e 24 ottobre 2013 nel territorio Regione Toscana: il BANCO POPOLARE informa la clientela in merito alla possibilità di sospensione delle rate dei mutui.

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affiliazione commerciale Tra le Parti: A s.p.a. , con sede in (provincia di ) in via al civico numero (), capitale sociale deliberato euro (/00),

Dettagli

CARTA POSTEPAY PREPAGATA

CARTA POSTEPAY PREPAGATA FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (Istruzioni di vigilanza della Banca d Italia) CARTA POSTEPAY PREPAGATA PARTE I: INFORMATIVA

Dettagli

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza -

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - Art. 110. 1. In tutte le sale da biliardo o da gioco e negli altri esercizi, compresi i circoli privati, autorizzati alla pratica

Dettagli

Scopri i PV aderenti. Denominazione della manifestazione a premi ACI 2010-11.

Scopri i PV aderenti. Denominazione della manifestazione a premi ACI 2010-11. Promotori api - anonima petroli italiana S.p.A., con sede in Via Salaria 1322-00138 Roma (di seguito api ) e ACI - Automobile Club d Italia, con sede in Roma, Via Marsala 8, Codice fiscale: 00493410583

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1871 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore BARBOLINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 2 NOVEMBRE 2007 Misure in materia di sicurezza per le rivendite di generi

Dettagli

UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento

UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento Rivoluziona il tuo modo di fare acquisti Il Mobile Payment del Gruppo Banca Sella: una nuova frontiera per fare acquisti Con Mobile Payment si intendono

Dettagli

Convenzione BancoPosta riservata agli associati CISL

Convenzione BancoPosta riservata agli associati CISL Convenzione BancoPosta riservata agli associati CISL Offerta riservata agli Associati CISL Conto BancoPosta Più: aggiunge servizi, abbatte le spese. Richiedi BancoPosta Più: la nuova offerta dedicata ai

Dettagli

10. Se in un negozio mi chiedono carta o bancomat cosa devo rispondere?

10. Se in un negozio mi chiedono carta o bancomat cosa devo rispondere? INDICE 1. Qual è la differenza tra una normale carta prepagata e Genius Card? 2. Cosa significa che Genius Card è nominativa? 3. Che cos è il codice IBAN? 4. Il codice IBAN di Genius Card è diverso da

Dettagli

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 169 del 20/12/2013

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 169 del 20/12/2013 Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 169 del 20/12/2013 LEGGE REGIONALE 13 dicembre 2013, n. 43 Contrasto alla diffusione del gioco d azzardo patologico (GAP). IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO

Dettagli

All Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

All Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato CAUSALE: Nuova iscrizione APPLICARE MARCA DA BOLLO SECONDO NORMATIVA VIGENTE Rinnovo Modulo RIES/C6 Richiesta di iscrizione nell elenco di cui all articolo 1 comma 533 come sostituito dall articolo 1 comma

Dettagli

1. Dati generali dell intervento. 2. Specifiche relative all attività SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA ALLEGATO B-16 SCIA

1. Dati generali dell intervento. 2. Specifiche relative all attività SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA ALLEGATO B-16 SCIA SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo Aggiornamento: 22/09/2014 ALLEGATO B-16 SCIA Produzione/Importazione/Distribuzione/ Installazione giochi Sale giochi (Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 - art. 86 e 110)

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa Allegato 1 alla Convenzione ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITÀ DI PISA Il concorrente dovrà presentare un offerta relativamente agli elementi e

Dettagli

Manuale "Conto Corrente e servizi"

Manuale Conto Corrente e servizi Manuale "Conto Corrente e servizi" Indice Conti Correnti Saldo.3-7 Movimenti..8-13 Assegni.14-17 Bonifico nostra Banca..18-24 Bonifico altra Banca.25-31 Bonifico Postale 32-38 Bonifico periodico 39-46

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL'AGENZIA

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL'AGENZIA PROT. R.I. N. 2681/2016 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL'AGENZIA VISTO il decreto legislativo 14 aprile 1948, n. 496, e successive modificazioni, concernente la disciplina delle

Dettagli

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords LR(9) 57_13 Pag. I LEGGE REGIONALE TOSCANA n. 57 del 18 ottobre 2013. Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia. Commento /Illustrazione in B.U.R.T. n. 50 PARTE PRIMA del

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze

Ministero dell economia e delle finanze Prot. N. 12983/Giochi/GAD Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO IL DIRETTORE GENERALE Modalità di calcolo e di versamento dell imposta unica sui giochi

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. Ai CONCESSIONARI DELLA GESTIONE DEL BINGO

Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. Ai CONCESSIONARI DELLA GESTIONE DEL BINGO Roma, 15 luglio 2008 Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Prot. n. 2008/ 27600 /GIOCHI/BNG Ai CONCESSIONARI DELLA GESTIONE DEL BINGO

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA N. 9 Del 29/01/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI CON VINCITA

Dettagli

Comune di Villa guardia

Comune di Villa guardia Comune di Villa guardia UFFICIO COMMERCIO Informativa agli esercenti per l installazione di apparecchi e congegni per il gioco lecito. Con questo scritto l Ufficio intende fornire le informazioni essenziali

Dettagli

FAQ ITALO PIU Cos è la Prepagata Italo Più? Cosa puoi fare con la Prepagata Italo Più?

FAQ ITALO PIU Cos è la Prepagata Italo Più? Cosa puoi fare con la Prepagata Italo Più? FAQ ITALO PIU Cos è la Prepagata Italo Più? E una carta prepagata ricaricabile associata al programma fedeltà Italo Più: Comoda: non ha bisogno di un conto corrente di appoggio e puoi ricaricarla come

Dettagli

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL CONVENZIONE CGIL - UNIPOL IL SALTO DI QUALITÀ CHE MIGLIORA LA VITA! Proteggere le persone amate, tutelare le cose importanti, fare il salto di qualità e migliorare la vita? È quello che ogni Iscritto

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Prot. n. 2006/7902/GIOCHI/UD Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Misure per la regolamentazione della raccolta a distanza delle scommesse del bingo e

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI.

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 26 febbraio

Dettagli

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 CIRCOLARE A.F. N. 6 del 15 Gennaio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 (Nota Agenzia delle

Dettagli

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Circolare N.93 del 22 Giugno 2011 Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito

Dettagli

Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza

Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza 1 Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza In un momento in cui l economia inizia a riprendersi e il Paese a crescere, sono importanti le parole dell Autorità Garante della

Dettagli

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii Al SUAP di MONTECATINI TERME comune.montecatiniterme@postacert.toscana.it prot. n del / / S. C. I. A. PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI,

Dettagli

UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA

UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA COMUNICAZIONE UIF SCHEMI RAPPRESENTATIVI DI COMPORTAMENTI ANOMALI AI SENSI DELL'ART. 6, COMMA 7, LETT. B) DEL D. LGS n. 231/2007- OPERATIVITÀ CONNESSA CON IL SETTORE DEI

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Sito web Intermediario

Dettagli

Trenitalia Spa, con sede legale in Piazza della Croce Rossa 1, 00161, Roma, C.F. e P. IVA 05403151003 SOGGETTO PROMOTORE:

Trenitalia Spa, con sede legale in Piazza della Croce Rossa 1, 00161, Roma, C.F. e P. IVA 05403151003 SOGGETTO PROMOTORE: MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001 N.430 CONCORSO A PREMI 100 MILIONI DI FRECCE PROMOSSO DALLA SOCIETA TRENITALIA SPA ROMA SOGGETTO PROMOTORE: AREA: DURATA: Trenitalia

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri Piano socio sanitario 2012/16 Rappresentano obiettivi di salute prioritari nell arco di vigenza del presente PSSR: a) nell area della prevenzione e promozione

Dettagli

www.snagmilano.it http://snagpointmilano.blogspot.com/

www.snagmilano.it http://snagpointmilano.blogspot.com/ Sindacato Provinciale Autonomo Giornalai aderente a Unione Confcommercio Imprese per l Italia Milano Monza e Brianza Via San Sisto, 3-20123 MILANO - tel. 02/878700-02/8056704 - fax 02/8900005 Codice Fiscale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI PER SALA GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI PER SALA GIOCHI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI PER SALA GIOCHI Approvato con deliberazione consiliare n. 41 del 28/07/2011 Pubblicato all albo pretorio dal 08 al 22 agosto 2011 Art. 1 AMBITO

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Prot. n. 1034/CGV Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Rimozione dei casi di offerta in assenza di autorizzazione, attraverso rete telematica, di giochi,

Dettagli

Il disegno di legge per una mobilità nuova

Il disegno di legge per una mobilità nuova Il disegno di legge per una mobilità nuova Dopo l incredibile giornata di sabato 4 Maggio, che ha visto le strade di Milano invase da decine di migliaia di persone a piedi e in bici, oggi vi presentiamo

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE DELLE SCOMMESSE A TOTALIZZATORE SULLE CORSE DEI CAVALLI DENOMINATE VINCENTE NAZIONALE ED ACCOPPIATA NAZIONALE.

REGOLAMENTAZIONE DELLE SCOMMESSE A TOTALIZZATORE SULLE CORSE DEI CAVALLI DENOMINATE VINCENTE NAZIONALE ED ACCOPPIATA NAZIONALE. VISTO il decreto legislativo 14 aprile 1948, n. 496, e successive modificazioni ed integrazioni, concernente la disciplina delle attività di gioco; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica del

Dettagli

IL DIRETTORE. Prot. 27975

IL DIRETTORE. Prot. 27975 Ufficio dei Monopoli per la Toscana Sede di Firenze Piazza della Repubblica n. 6 50123 Firenze Fax 055/292930 monopoli.firenze@aams.it monopoli.firenze@pec.aams.it Prot. 27975 Vista la legge 22 dicembre

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di tassazione dei tabacchi lavorati e dei loro succedanei, nonché di fiammiferi

Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di tassazione dei tabacchi lavorati e dei loro succedanei, nonché di fiammiferi Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di tassazione dei tabacchi lavorati e dei loro succedanei, nonché di fiammiferi Audizione di Logista Italia presso la Commissione Finanze e

Dettagli

SERVIZIO ACQUIRING Copyright 2014

SERVIZIO ACQUIRING Copyright 2014 SERVIZIO ACQUIRING Copyright IL SERVIZIO ACQUIRING QN Financial Services, Società che progetta e sviluppa soluzioni integrate e personalizzate basate su carte elettroniche e reti POS, propone agli esercizi

Dettagli

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale

TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale XV Rapporto LA FILIERA DEL TABACCO IN ITALIA Impatto socioeconomico ed aspetti di politica fiscale DENIS PANTINI Nomisma Roma, 4 aprile 2012 LE VALENZE DELLA FILIERA (2010) Economica Valore delle vendite

Dettagli

prima fila in prima fila

prima fila in prima fila con la tessera del tifoso vivi lo spettacolo in prima fila prima fila in La tessera del tifoso è il futuro per tutte le Società calcistiche che traggono, ogni domenica, energia dal cuore pulsante dei tifosi.

Dettagli

Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP).

Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). Legge Regionale 5 agosto 2013 n. 5 Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico (GAP). (Lazio, BUR 8 agosto 2013, n. 64) IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

Collaborazione con www.abctribe.com Il p2p della formazione

Collaborazione con www.abctribe.com Il p2p della formazione www.abctribe.com Via G. Pezzotti, 2 20141 MILANO Tel 02-89054136 Fac 02-89054147 E-mail info@abctribe.com Collaborazione con www.abctribe.com Il p2p della formazione Collaboratore locale Io sottoscritto/a..

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N.

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. Allegato alla Delib.G.R. n. 63/2 del 15.12.2015 SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. 3 Articolo

Dettagli

L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL

L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL Condizioni valide e aggiornate a dicembre 2011. L offerta di Intesa Sanpaolo riservata ai Soci ARCA Associazione Nazionale Ricreativa, Culturale e Sportiva Dipendenti Gruppo ENEL L offerta di Intesa Sanpaolo

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna *****

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO COORDINAMENTO ORDINANZA SINDACALE n. 11 / 2014 OGGETTO: DISCIPLINA COMUNALE DEGLI ORARI DI APERTURA E DI ESERCIZIO DELLE

Dettagli

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza )

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) SETTORE N. 7 UFFICIO : Attività Economiche e Produttive ( Piazza IV Novembre,22 ) tel. 0982 582860 fax 0982582397 SALA GIOCHI legislazione di riferimento : Legge

Dettagli

QUI! Financial Services S.p.A. è stata autorizzata da Banca d Italia ad operare come Istituto di Pagamento

QUI! Financial Services S.p.A. è stata autorizzata da Banca d Italia ad operare come Istituto di Pagamento Progetta e sviluppa sistemi di pagamento innovativi basati su carte, reti POS e software, realizzando soluzioni personalizzate per le imprese capaci di supportare il business del partner a vantaggio sia

Dettagli

Livello A2 Unità 2 Alle poste In questa unità imparerai:

Livello A2 Unità 2 Alle poste In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 2 Alle poste In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni per richiedere o rinnovare il permesso di soggiorno coniugazione e funzioni dei verbi modali (volere,

Dettagli

CITTA DI PARABITA Provincia di Lecce

CITTA DI PARABITA Provincia di Lecce CITTA DI PARABITA Provincia di Lecce ORDINANZA N. 41 Reg. n. 84 del 3 dicembre 2014 Oggetto : Orari, turni festivi e ferie impianti distribuzione carburanti per l anno 2015. IL SINDACO VISTA la legge regionale

Dettagli

SERVIZIO MONEY TRANSFER CARD TO CASH DI WESTERN UNION

SERVIZIO MONEY TRANSFER CARD TO CASH DI WESTERN UNION SERVIZIO MONEY TRANSFER CARD TO CASH DI WESTERN UNION INFORMAZIONI SUL TITOLARE DEL SERVIZIO MONEY TRANSFER CARD TO CASH DI WESTERN UNION WESTERN UNION PAYMENT SERVICES LIMITED. Con sede in: Unit 9, Richview

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 29 luglio 2014 n.126 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visti l articolo 2, comma 10 e l articolo 10, comma 3, della Legge 25 luglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO Invito alla Conferenza Stampa per il giorno venerdì 01 marzo 2013, alle ore 12, presso la sala giunta, al primo piano di Villa Rana, in via Roma 6 a

Dettagli

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Offerta

Dettagli

PROCEDURE INTERNE PER L APPLICAZIONE DELLA COMMISSIONE ISTRUTTORIA VELOCE (C.I.V.) AI SENSI DEL D.M. n. 644/2012

PROCEDURE INTERNE PER L APPLICAZIONE DELLA COMMISSIONE ISTRUTTORIA VELOCE (C.I.V.) AI SENSI DEL D.M. n. 644/2012 PROCEDURE INTERNE PER L APPLICAZIONE DELLA COMMISSIONE ISTRUTTORIA VELOCE (C.I.V.) AI SENSI DEL D.M. n. 644/2012 Delibera CdA del 01.08.2012 Aggiornamento del 22 Gennaio 2014 INDICE PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy db contocarta. Guida all uso. db contocarta. Le caratteristiche. db contocarta è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Settembre 2011 Ufficio Analisi Economiche A partire dalla data contabile settembre 2010, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Proroga del Regolamento dell Operazione a Premio. Il Soggetto Promotore, ai sensi e per gli effetti dell art. 10 comma 4 del D.P.R. n.

Proroga del Regolamento dell Operazione a Premio. Il Soggetto Promotore, ai sensi e per gli effetti dell art. 10 comma 4 del D.P.R. n. Proroga del Regolamento dell Operazione a Premio Il Soggetto Promotore, ai sensi e per gli effetti dell art. 10 comma 4 del D.P.R. n. 430/2001, e dell art. 21 del regolamento dell Operazione comunica a

Dettagli

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI COMUNE DI TRESANA Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione del C.C. n. 3 del 14.01.2012 INDICE TITOLO I NORME GENERALI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

L operazione comunicata consiste nell acquisizione, da parte di Lottomatica, del 100% delle azioni di Totobit.

L operazione comunicata consiste nell acquisizione, da parte di Lottomatica, del 100% delle azioni di Totobit. C6069 - LOTTOMATICA /TOTOBIT INFORMATICA SOFTWARE E SISTEMI Provvedimento n. 12637 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 27 novembre 2003; SENTITO il Relatore Michele

Dettagli

*Il numero di serie del biglietto si trova nell area in basso del biglietto, come indicato nella figura

*Il numero di serie del biglietto si trova nell area in basso del biglietto, come indicato nella figura LOTTERIA ITALIA 2015 - FREQUENTLY ASKED QUESTIONS 1. LOTTERIA ITALIA: Estrazione finale e premi 1.1 Che premi posso vincere? Un premio di prima categoria da 5 milioni di euro. Sono inoltre previsti altri

Dettagli

Novità contenute nella presente circolare

Novità contenute nella presente circolare ALLE IMPRESE INDUSTRIALI Roma, 25 gennaio 2005 Circolare n. 26/IMPRESE Novità contenute nella presente circolare 1. Contribuzione dal 1 gennaio 2005 1.1 Incremento delle quote di TFR: a. per dirigenti

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. n. 20/2015 ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari relative alla

Dettagli

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI.

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. In osservanza delle disposizioni dettate dal Decreto Balduzzi ai comma 5 e 8 dell art. 7,

Dettagli