HOSPITALITY MANAGEMENT EMH M (EXECUTIVE MASTER)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HOSPITALITY MANAGEMENT 1 1 - EMH M (EXECUTIVE MASTER)"

Transcript

1 Richiesta di attivazi one di un Master universitario di 1 livello Regolamento didattico del Master universitario di 1 livello in HOSPITALITY MANAGEMENT - EMHM (EXECUTIVE MASTER) Anno accademico 2014/15 Un progetto in collaborazione con: Cornell University School of Hotel Administration Falkensteiner Michaeler Tourism Group

2 Denominazione Denominazione in lingua inglese (al fine dell utilizzo in tutti i mezzi di stampa, a prescindere dalla lingua): Master 1st level in Hospitality EMHM (Executive Master) Denominazione in lingua italiana: Master universitario di primo livello in Hospitality - EMHM Denominazione in lingua tedesca: Weiterbildender Masterstudiengang der Grundstufe (Executive Master) in Hospitality - EMHM Facoltà Facoltà di Economia in collaborazione con la Cornell University School of Hotel Administration ed il Falkensteiner Michaeler Tourism Group (FMTG). Il titolo viene conferito dalla Libera Università di Bolzano. Luogo in cui si terranno le lezioni: Brunico Consiglio del corso di studio - Prof. Dr. Oswin Maurer (Direttore) Libera Università di Bolzano - Prof. Dr. Teresio Poggio Libera Università di Bolzano - Annette Hopfensperger - Falkensteiner Michaeler Tourism Group - Rappresentante del FMGT - Falkensteiner Michaeler Tourism Group con voto consultivo - Dr. Hugo Götsch Libera Università di Bolzano, coordinatore amministrativo della sede di Brunico con voto consultivo Il Consiglio del corso di studio può nominare un Board, cui può delegare determinate competenze. Fabbisogno Analisi del fabbisogno (vedi allegato A) Obiettivi formativi e sbocchi professionali Il Master universitario di I livello (Executive Master) in Hospitality (EMHM) è un programma di studio post-laurea concepito per soggetti che già occupano o si approcciano ad occupare posizioni manageriali nel settore alberghiero e turistico. Si rivolge sia a individui singoli sia ad imprese ed organizzazioni. Oltre alla possibilità di sviluppare ulteriormente competenze manageriali già esistenti, i professionisti che hanno già conseguito la laurea potranno acquisire solide conoscenze di base nel settore del e nel settore alberghiero, necessarie per occupare posizioni manageriali in tutti i rami del settore alberghiero e del settore turistico in generale. Il Master universitario di I livello EMHM offre ai partecipanti: - un opportunità di formazione post-universitaria qualitativamente elevata nonché internazionalmente riconosciuta; 1 - un intensivo scambio di conoscenze, esperienze, abilità e competenze tra accademicipp PP, esperti provenienti dal mondo professionale ed i partecipanti al master universitario. I più recenti approcci a metodi e teorie, la relativa applicazione e attuazione costituiranno il fulcro di tale processo di scambio; - una base per lo sviluppo di nuove conoscenze e innovazione, capacità e competenze necessarie nell ambito locale, regionale ed internazionale del turismo; - un miglioramento delle strategie e delle prassi operative negli affari quotidiani e la competitività di un settore che è soggetto a cambiamenti rapidi e radicali della domanda e dell'offerta, con riferimento ai canali di distribuzione e di comunicazione, agli intermediari ed alle agenzie, nonché alle strategie di distribuzione e di comunicazione. 2

3 Obiettivi formativi Ai partecipanti viene offerta una panoramica generale del management nel settore del turismo sia a livello teorico che pratico. I partecipanti imparano ad applicare la teoria a situazioni reali ed a confrontarsi con temi attuali e futuri con l obiettivo di ottenere, attraverso tali nuove conoscenze, un miglioramento delle strategie aziendali ed un incremento delle prestazioni. Oltre allo sviluppo di competenze e conoscenze strategiche ed operative, il Master rivolge particolare attenzione allo sviluppo della personalità dei partecipanti. Il EMHM fornisce inoltre un eccellente base per la costruzione di una rete personale in cui colleghi, docenti e studenti possano realizzare uno scambio di conoscenze ed esperienze. Il EMHM si propone di: - trasmettere conoscenze supplementari relative a strategie imprenditoriali e di gestione aziendale in ambito operativo e strategico; - offrire ai partecipanti una solida conoscenza degli sviluppi attuali e crescenti, economici e sociali e della loro influenza sulle aziende, le loro prestazioni e la loro capacità di affermarsi in futuro; - trasmettere competenze nel management strategico e nella gestione dell impresa, con l'inclusione di una prospettiva internazionale e un impostazione di best-practice ; - promuovere competenze manageriali interdisciplinari; - offrire approcci moderni in materia di gestione aziendale, con particolare accento sugli strumenti che combinano conoscenza e pratica; - Rafforzare in modo mirato competenze chiave necessarie al lavoro interculturale e alla promozione della cultura organizzativa; - fornire soluzioni basate sulla teoria per casi concreti e offrire strumenti concretamente utilizzabili che possano essere applicati direttamente nell'ambiente di lavoro; - promuovere lo spirito di iniziativa, lo spirito di integrazione e di gruppo attraverso lo scambio di esperienze pratiche e strumenti di lavoro nonché esperienze e idee con i docenti, i professionisti del settore e gli altri partecipanti; - offrire una panoramica sulle strategie di settore e d impresa al fine di permettere ai partecipanti di sviluppare competenze dirigenziali e manageriali in linea con i tempi e all altezza del settore; - integrare la formazione accademica primaria dei partecipanti ed in particolare perfezionare la loro conoscenza specifica nel settore manageriale così come le loro individuali possibilità di carriera e la gestione di aziende. 4Lavoro e carriera Il corso di studio è progettato per combinare sia le esigenze delle imprese e dei professionisti che quelle del settore del turismo e del settore alberghiero ( Hospitality ). Coloro che conseguono il titolo di Master universitario di 1 livello in Hospitality dispongono di conoscenze eccellenti nel management, nella ricerca di mercato e dell industria nonché nella gestione di impresa. Sono preparati al meglio per le esigenze del settore del turismo e del settore alberghiero e risultano qualificati per: - Posizioni manageriali strategiche (pianificazione e direzione di impresa nonché organizzazione e controllo aziendale), tra le quali le posizioni di direttori amministrativi, amministratori delegati, dirigenti, direttori d albergo e di organizzazioni turistiche, etc. - Posizioni manageriali di direzione (pianificazione aziendale e del lavoro, gestione e controlling) tra i quali responsabile finanziario, responsabile marketing, responsabile della contabilità, etc; - Posizioni dirigenziali nel management operativo (esecuzione di mansioni operative connesse all ambito della pianificazione, della gestione e del controlling), tra l altro come Manager di Reception, Manager del settore cibo e bevande (Food and Beverage), servizio e assistenza al cliente (Resident Manager, etc.); - Nuove posizioni nel settore del turismo alberghiero delle piccole e medie imprese come, per esempio, dirigente d azienda, direttori aziendali; - Settori caratteristici per queste posizioni sono il settore del capitale finanziario e di rischio, i suoi fornitori, villaggi turistici, consorzi sciistici; - Posizioni al di fuori del settore del turismo e del settore alberghiero. 3

4 Il corso di studio offre a coloro che conseguono il titolo di Master universitario di 1 livello in Hospitality oltre a conoscenze generali nella gestione aziendale anche una formazione qualificata richiesta anche in altri settori dei servizi. Struttura, percorso e contenuti Durata Due anni accademici (4 semestri) paralleli alla professione Inizio: aprile 2015 Conclusione: marzo 2017 Lingua di insegnamento La lingua di insegnamento ufficiale è l inglese. Gli esami hanno luogo in lingua inglese. I corsi integrativi ed i relativi esami potranno essere offerti anche in lingua tedesca e italiana. Crediti formativi (CFU) Totale crediti formativi: 60 (corrispondenti a ore) di cui - 50 CFU per esami sostenuti nell ambito di attività formative (lezioni, seminari, workshops, tavole rotonde) nella misura di 500 ore, a cui si aggiungono le ore per lo studio e la preparazione individuale (750 ore); - 10 CFU per la tesi finale e la sua discussione (250 ore). Struttura Il corso di studio si compone di unità didattiche articolate in moduli: 8 moduli (esami) da 5 crediti formativi ciascuno 2 moduli (esami) da 3 crediti formativi ciascuno 2 moduli (esami) da 2 crediti formativi ciascuno l esame finale da 10 crediti formativi, per un totale di 60 crediti formativi distribuiti su 24 mesi. Tutti i 12 moduli previsti costituiscono attività formative obbligatorie. Eventuali altre attività formative integrative offerte potranno sostituire i moduli di insegnamento pari a 3 o 2 crediti formativi. Le lezioni sono distribuite su 4 semestri. Presenza I partecipanti ordinari dovranno considerare una presenza pari a 60 giorni distribuiti su 2 anni. Tale arco temporale comprende le lezioni, gli esami, l esame finale ed i colloqui preparatori alla tesi finale. Un totale di otto settimane (da lunedì a venerdì) suddiviso in 2 settimane di lezioni per semestre con 5 crediti formativi per ciascun modulo. Un totale di quattro settimane (da lunedì a giovedì) per moduli da 2 o 3 crediti formativi ciascuno ed esami modulari. Fino a due giornate per colloqui preparatori alla tesi finale Una giornata per l esame finale e la discussione della tesi Contenuti Lo studio comprende cinque aree di competenza: Area 1 - Organizational and Human Resource Area 2 Strategic and Marketing Area 3 - Financial Area 4 - Decision, Risk and Operations Area 5 - Special Topics in Hospitality Ogni studente deve scegliere tra le prime quattro aree una specializzazione corrispondente alle proprie inclinazioni. L area scelta sarà oggetto di un esame più approfondito e anche la tesi finale verterà su tale specifico ambito. 4

5 UUAttività formative Primo anno di corso (36 CFU) 2 Aree di competenza, 4 moduli settimanali da 5 CFU e 2 moduli di fine settimana da 3 CFU per un totale di 6 esami Settore scientificodisciplinare SECS-P/08 Ambito di competenza Strategic and Marketing Moduli* CFU Semestre** Marketing 5 3 SECS-P/08 Strategic Hospitality 5 3 SECS-P/08 Special Topics in Hospitality Marketing : Digital Marketing of Services Assessment SECS-P/07 Financial Managerial Cost Accounting for Hospitality Enterprises SECS-P/07 SECS-P/07 Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises Special Topics in Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises: Advanced Revenue Assessment Secondo anno di corso (24 CFU) 2 Aree di competenza, 4 moduli settimanali da 5 CFU e 2 moduli di fine settimana da 2 CFU, 1 elaborato finale/presentazione da 10 CFU per un totale di 7 esami Settore scientificodisciplinare SECS-P/10 SECS-P/10 SECS-P/10 MAT/09 Ambito di competenza Moduli* CFU Semestre** Organizational Behavior and Human Resource Decision, Risk and Operations Organizational structures and behavior 5 1 Building the Human Capital Base: Essential Human-Resources Practices for Managers Special Topics in Hospitality Organizational and HR : Succession Planning Assessment Quantitative Methods for Operations Analysis in the Hospitality Industry ING-IND35 Hotel Revenue 5 2 SECS-P08 Special Topics in Analysis for the Hospitality 2 2 Industry: Food and Beverage Assessment Thesis/Project Thesis projects will entail identifying, defining, analyzing, modeling and solving a problem within the organization of the student s employer. These projects will be required to involve a reasonable amount of theoretical thinking and reasoning, and the final results will be presented to the management and peers of the student s organization. Thesis discussion and final exam * NB: L ordine in cui verranno offerti gli insegnamenti varierà al termine di ogni ciclo di master universitario. ** NB: Ulteriori temi specialistici (special topics) vengono offerti a seconda delle possibilità e possono essere scelti dagli studenti in sostituzione dei temi specialistici (special topics) riportati in tabella.

6 Contenuti delle attività formative Primo anno di corso: MODULI DI INSEGNAMENTO OBBLIGATORI Modulo Obiettivo formativo Breve descrizione del contenuto SMM 1 Marketing (5 Units, Unibz) To understand the main factors that determine the success of an organization s marketing planning and implementation and how it fits into an organization s overall strategy and to acquire the knowledge and capability to conceptualize, design, implement and manage a marketing plan for hospitality enterprises. This course covers the theories and conceptual frameworks that draw on customer, competitor, and core-capability analyses in marketing planning and implementation, and addresses the process through which organizations analyze, plan, implement, and control programs to develop and maintain beneficial exchanges with target markets and customers, with a focus on problem solving and decision making related to product and service development, pricing, advertising and promotion within the hospitality sector. SMM 2 Strategic Hospitality (5 Units, Cornell) SMM 3 Special Topics in Hospitality Marketing : Digital Marketing of Services (3 Units Unibz) To become aware of the major considerations that go into the formulation and implementation of a service organization s business strategy, the major approaches to strategy formulation, the benefits and liabilities of each, and how to design and implement an organization s strategy so as to accommodate the organization s goals and objectives, strengths and weaknesses in its. It is a further goal of course to develop a mastery of the analytical tools used to perform analyses of the industry and competitors. To provide students an understanding of the internet as a marketing tool and the nature and types of digital marketing and their potential for helping hospitality organizations achieve their strategic, business and marketing goals by employing digital technologies to reach, engage, and deliver value to their customers. The course builds on SSM 1 examines the total hospitality enterprise, the industry, and the competitive environment in which it operates, and how, in light of the enterprise s mission, goals and objectives it can seek to realize them through its choice of offerings, countering competitors strategies and actions in the markets, and how to place its offerings to its market given organizational, competitive, resource and operational realities. The course will also cover the analytical tools used to perform analyses of the industry and competitors, focusing on how firms formulate, implement, and evaluate strategies. All of the topics are presented in the context of how hospitality firms formulate, implement, and evaluate strategies. This course combines a high level marketing strategy view of digital marketing and the challenges it poses and opportunities it offers with a practical approach using exercises and projects to learn and use the tools and techniques of digital marketers, including the web, mobile devices and technologies, , apps, social media, and user generated content. The course will explore the Internet as a source of product information, a public relations, marketing and advertising medium, a customer relationship management tool, and a customer service channel. Internet marketing and issues such as: social media, behavioral targeting, and privacy tracking and accountability, (incl. click fraud, etc.) channels of online marketing, from search, to , to banner ads, to blogs, etc. self-service and community based support, incl. open source and user generated content The course will first develop a strategic framework for planning and analyzing digital marketing strategies and how they fit into the organization s overall marketing strategy. Then students will develop a working knowledge of the tools and processes for creating, managing, and executing digital marketing plans. The course will cover the range of digital advertising and marketing channels as well as new and emerging channels and developments that focus on strategies and metrics for success, measurement and optimization techniques and goal setting. Students will gain practical experience in usage of channels such as: Search Optimization and Marketing Display Banners and Beyond Design and Deployment Social Networks, Media, and Content 6

7 Mobile and Emerging Mobile Web, Gaming, and beyond FM 1 Managerial Cost Accounting for Hospitality Enterprises (5 Units Unibz) FM 2 Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises (5 Units Cornell) FM 3 Special Topics in Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises: Advanced Revenue (2 Units Unibz) To develop students familiarity with, and understanding of, the main methods of financial, managerial, and cost accounting, and the purpose of each as the foundation of, and in preparation for, financial analysis and planning as covered in FM 2. The main goal of the course is to develop an understanding of the financial impact of managerial decisions, to know how to differentiate decisions that increase the value of a firm, and know how to properly evaluate investment and financing decisions. To develop students familiarity with, and understanding of, yield management and the main drivers of revenue in the hospitality industry and how to strategically and proactively manage those drivers to the best advantage of the enterprise. This course is an introduction to financial, managerial and cost accounting that lays the groundwork for FM 2. It addresses the role of accounting in the planning and implementation of the enterprise s deployment of its capital resources in support of its business goals and operational requirements. It addresses the basic methods for measuring, monitoring and reporting the enterprises assets and liabilities in a manner that relates to and facilitates the achievements of the enterprise s goals and objectives. Topics include: establishing the basic accounting structure in a hospitality enterprise how to define a relevant chart of accounts financial auditing transaction analysis development and analysis of balance sheets development and analysis of income statements development and analysis of statements of cash flows development and analysis of statement of stockholder s equity the construction and interpretation of basic financial ratios This course provides students with a broad understanding of managerial finance and develops the skills required for using accounting and cash flow information for financial planning, capital structure decisions, and capital budgeting evaluation. Topics covered include: applications of time value of money discounting techniques valuation of cash flows from projects evaluation of capital expenditures estimation of cost of capital bond and stock valuation portfolio theory asset-pricing models capital-structure and budgeting decisions risk analysis for capital budgeting cost of capital raising capital in the public markets The course builds on topics in financial and managerial accounting covered in FM 1 and emphasizes valuation skills as a means to bring together the cost of capital, financing, and operating issues faced by a firm. This course helps students learn how to apply the principles of yield management effectively. Focus is on the integration of yield management techniques with information technology, internal management issues, and external marketing concerns with emphasis placed on several high-impact drivers for maximizing revenue: forecasting and availability controls pricing and distribution channel management overbooking and group management non-traditional revenue management applications Emphasis is on the role of strategy in effective revenue management and the practical application of tools and techniques in the hospitality setting. Secondo anno di corso MODULI DI INSEGNAMENTO OBBLIGATORI. Modulo Obiettivo formativo Breve descrizione del contenuto OBHR 1 To make students aware of and How individuals, groups, and organizations interact within a complex understand how an organizational business environment and the tradeoffs and optimizations of different Organizational structures structure and conduct affects its organizational structures and assignment of key tasks and and behavior performance and what the role of responsibilities. Then the course additionally addresses the basics of how (5 units, Unibz) senior and operational management is in guiding and organizing the business. to manage people in the workplace. 7

8 OBHR 2 Essential Human- Resources Practices for Managers (5 units, Cornell) OBHR 3 Special Topics in Hospitality Organizational and HR : Succession Planning (2 Units, Unibz) DROM 1 Quantitative Methods for Operations Analysis in the Hospitality Industry (5 units, Unibz) UUGoalsUU To develop a theoretic understanding of people and organizations, as well as practical tools for accomplishing personal and organizational goals in the hospitality industry including the most important issues of human resource management. To develop students awareness of the situations that give rise to management succession, and develop the skills and ability to anticipate and prepare for such successions and to manage the succession process without disruption to the organization s business or strategic goals. The goal of this course is to develop managers ability to formulate operational decision problems in a manner that renders them relevant and analyzable and to develop students analytic skills and understandings necessary for making decisions using quantitative data and for communicating the results of their analyses in a clear manner. UUContentUU - This course builds on OBHR 1, emphasizing issues in the hospitality industry, the course explores the strategies, policies, procedures, and systems required to: attract, select, develop, compensate and retain quality employees so as to create alignment and congruence within the HR function and improve human resource systems and practices that maintain organizational efficiency and support growth and quality. individual differences conflict management problem-solving power and influence motivation and leadership coaching and counseling group processes This course addresses the major causes of management succession including changes in ownership or management team, retirements, scheduled and unscheduled employee departures, employee advancement, organizational growth or restructuring, and evolutions in the industry structure. Specific topics include: how to anticipate or predict succession occurrences human resource role in succession planning identifying, cultivating and nurturing new leaders threats to business goals and objectives accruing from successions how to manage the threats created by anticipated and unanticipated successions involving employees in the succession process Students learn how to define and gather data relevant for strategic planning and operations, evaluate the quality of data, graphically represent data, and apply some fundamental statistical methodologies. Both stochastic and deterministic decision models will be addressed. Topics include: elementary probability decision analysis and models modeling of operational activities and systems forecasting make or buy decisions investment problems inventory planning waiting line behavior and queuing systems statistical process control techniques process analysis and design quantitative tools for project management DROM 2 Hotel Revenue (5 Units, Cornell) Participants will develop a strategic understanding of revenue management and learn how to apply revenue management to their hotel. These topics are addressed from the perspective of solving problems and making decisions within the hospitality industry are designed to serve as a foundation for DROM 2. This course will promote the understanding and application of revenuemanagement theory and methods to achieve maximum profits in hotels with a primary focus on techniques to manage and increase yieldable and transient room revenues. It will also address key issues relating to the management of group business. Topics include: Necessary conditions and information for revenue management Forecasting Rate and availability controls Overbooking Groups Pricing Markets and OTAs Performance Measurement Marketing and management implications of revenue management 8

9 DROM 3 Special Topics in Analysis for the Hospitality Industry: Food and Beverage (3 Units, Unibz) To provide hospitality professionals with an understanding of the factors that determine success in the food and beverage operations of hospitality enterprises and how to realize the factors that will lead to success in their enterprises. implementation This module on the management of food and beverage operations emphasizes the relationships between strategic and operational choices and their financial consequences for food and beverage operations. The course explores the key reasons that a food and beverage operation is successful and why some are unsuccessful and others successful as measured on a broad range of success criteria. It explores the cost and benefits of front of house and back of house operational options as well as broader F&B strategic choices. The course seeks to develop your understanding of labor, technology, and economic issues, as well as issues having to do with the competition and with consumer attitudes and how these challenges are effectively met. It also includes discussions of strategies for managing trends and fads in the foodservice industry, how to discover the opportunities and risks associated with incorporating these trends and fads, The course identifies major challenges facing foodservice operators, such as changing lifestyles and demographics and labor market issues, and look at ways those challenges are being met today. All these issues are covered with a reference to how it affects an organization s bottom line. 9

10 CALENDARIO DIDATTICO (soggetto a possibili modifiche) Competency Area Courses CPU Semester Offered time period by Strategic and Marketing Marketing 5 1 UNIBZ 2 nd week in April Strategic Hospitality 5 1 Cornell 4 th week in May First day: Module Exam Special Topics in Hospitality Marketing : Digital Marketing of Services 3 1 UNIBZ 4 th week in September Financial Managerial Cost Accounting for Hospitality Enterprises Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises First day: Module Exam Special Topics in Financial Analysis and Planning for Hospitality Enterprises: Advanced Revenue 5 2 UNIBZ 4 th week in October 5 2 Cornell 1 st week in December 3 2 UNIBZ 3 rd week in January Organizational Behavior and Human Resource Organizational structures and behavior 5 3 UNIBZ 2nd week in April Building the Human Capital Base: Essential Human-Resources Practices for Managers First day: Module Exam Special Topics in Hospitality Organizational and HR : Succession Planning 5 3 Cornell 4th week in May 2 3 UNIBZ 4th week in September Decision, Risk and Operations Quantitative Methods for Operations Analysis in the Hospitality Industry 5 4 UNIBZ 4th week in October Hotel Revenue 5 4 Cornell 1st week in December First day: Module Exam Special Topics in Hospitality Industry : Food and Beverage 2 4 UNIBZ 3rd week in January Thesis/Project Thesis projects will entail identifying, defining, analyzing, modeling and solving a problem within the organization of the student s employer. These projects will be required to involve a reasonable amount theoretical thinking and reasoning, and the final results will be presented to the management and peers within the student s organization. Final exams and thesis discussion UNIBZ 2 nd week in March 10

11 Posti disponibili e requisiti di ammissione a) Posti disponibili: Il numero massimo di partecipanti ordinari ammessi è di 25. Il corso viene attivato previa immatricolazione di almeno 6 (sei) partecipanti ordinari dei 16 (sedici) posti di studio riservati alla Libera Università di Bolzano. 9 posti di studio sono riservati a candidati del FMTG, i quali vengono assegnati direttamente dal FMTG. I partecipanti che occuperanno i posti di studio riservati al FMTG- Falkensteiner Michaeler Toursim Group dovranno dimostrare di possedere i requisiti indicati alla lettera b) Requisiti di ammissione. Il possesso di tali requisiti verrà verificato dalla Libera Università di Bolzano. Partecipanti ai moduli singoli (partecipanti straordinari): è previsto un numero massimo di 20 partecipanti straordinari per ogni modulo. b) Requisiti di ammissione 1. Il Master universitario di primo livello è riservato a persone in possesso di un diploma di laurea o altro titolo di studio equipollente (almeno di durata triennale con 180 CFU). I candidati con un titolo di laurea conseguono il titolo di Master universitario di I livello in Hospitality. 2. Possono partecipare a singoli moduli del master universitario di I livello anche liberi professionisti, imprenditori o collaboratori in aziende che, sebbene privi di un diploma di laurea o altro titolo di studio equipollente, dimostrano tuttavia un alto potenziale ed un esperienza professionale come dirigenti pari ad almeno tre anni. Tali partecipanti conseguono un attestato di partecipazione ai singoli moduli che hanno frequentato con profitto. Nel caso di frequenza e superamento dell esame relativo a tutti i moduli nonché discussione della tesi finale conseguono invece un certificato finale con la seguente denominazione: Universitary Certificate in Hospitality Universitärer Zertifikatslehrgang in Hospitality Certificato universitario in Hospitality. Sono richieste buone conoscenze della lingua inglese (Livello B2) N.B.: In Italia non è consentito studiare contemporaneamente in più università o a più corsi di studio della medesima università. UUAmmissione di candidati con un titolo di studi conseguito all estero Possono partecipare al corso di studio anche laureati presso università straniere se il titolo conseguito viene valutato quale equipollente, ai soli fini dell ammissione, al corso di studio, dalla commissione per il procedimento di selezione. UUCittadini non-ue residenti all esterouu devono consegnare la domanda di ammissione / partecipazione ai singoli moduli, allegando la documentazione prevista presso l autorità consolare italiana in loco che deve inoltrarla nei tempi indicati nel Manifesto degli studi alla Libera Università di Bolzano. 11

12 Preiscrizione e procedura di selezione per i posti di studio riservati all Università a) Preiscrizione Le scadenze e le modalità della preiscrizione nonché i documenti richiesti sono indicati nel manifesto degli studi. Il procedimento di ammissione inizia il 1 settembre 2014 e termina il 19 dicembre b) Selezione La Commissione di selezione esamina e valuta le domande di preiscrizione pervenute e redige una graduatoria (nel caso in cui il numero di preiscritti sia superiore al numero di posti di studio disponibili) secondo i seguenti criteri: - 40% carriera professionale - 30% votazione di laurea; - 20% specializzazioni, corsi specialistici etc. - 10% livello di conoscenza della lingua inglese (certificato di conoscenza della lingua inglese a livello B2 o superiore, riconosciuto idoneo dal Centro Linguistico della Libera Università di Bolzano vedi In alternativa, per coloro che non possono certificarne la conoscenza, è prevista un intervista telefonica obbligatoria. In quest ultimo caso però i candidati non otterranno i punti corrispondenti al 10% della valutazione globale). La graduatoria viene pubblicata presumibilmente il 21 gennaio I candidati ammessi possono immatricolarsi presso la Segreteria di Brunico al più tardi entro il 19 febbraio 2015, ore Esame finale Presupposti per conseguire il titolo universitario I presupposti per il conseguimento del titolo universitario sono: - almeno il 70% di presenza nelle lezioni, esercitazioni e seminari; - superamento degli esami di profitto; - discussione della tesi finale; - superamento dell esame finale. Commissione d esame La Commissione d esame, che conduce gli esami modulari e la prova finale, è composta da due membri nominati dal Preside su proposta del Consiglio del Master universitario di I livello. Tale commissione ha anche il compito di valutare, nell ambito dell esame finale, i seguenti aspetti: controllo del 70% di presenza nelle lezioni, esercitazioni e seminari; risultati degli esami prova finale (tesi finale e presentazione) La valutazione della commissione viene comunicata al candidato / candidata ed inoltrata alla Segreteria della Libera Università a Brunico. Alla domanda di ammissione all esame finale, lo studente deve allegare la conferma della compilazione del questionario di AlmaLaurea. 12

13 Partecipazione a singoli moduli di insegnamento Ogni modulo del master universitario di primo livello può essere frequentato, in qualità di formazione professionale, da un numero massimo di 20 partecipanti straordinari. Non è prevista a tal fine una procedura di selezione. I posti di studio verranno assegnati in base all ordine cronologico dell arrivo delle domande di partecipazione (secondo il principio first come first served ). I partecipanti straordinari potranno frequentare un singolo modulo di insegnamento ed ottenere un certificato di partecipazione, nel caso di presenza ad almeno il 70% delle lezioni. I partecipanti straordinari privi del bachelor o del diploma di laurea possono sostenere esami modulari nonché redigere e discutere la tesi finale ma non possono conseguire crediti formativi. Nel caso di frequenza e superamento dell esame relativo a tutti i moduli nonché discussione della tesi finale conseguono invece un certificato finale con la seguente denominazione: Universitary Certificate in Hospitality Universitärer Zertifikatslehrgang in Hospitality Certificato universitario in Hospitality. Le tasse di iscrizione a singoli moduli sono riportate nel manifesto degli studi del Master di primo livello in Hospitality. Possibilità di finanziamento del Master universitario per studenti e imprese La Provincia Autonoma dell Alto Adige promuove iniziative di formazione di collaboratori nel settore del turismo (L.P , n. 4). Informazioni presso la pagina web: 2TU2TUhttp://www.provinz.bz.it/tourismus 2TU2TUhttp://www.provinz.bz.it/tourismus/downloads/2011/ANWENDUNGSRICHTLINIEN.pdf Imprese ed enti finanziatori 9T9TFMTG - Falkensteiner Michaeler Tourism Group Hoteliers- und Gastwirteverband Südtirol (HGV) 13

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi

Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi Master della Facoltà di scienze della comunicazione non più attivi Master of Science in Formazione L ultima edizione del Master in Formazione è stata attivata nell anno accademico 2006/07. Descrizione

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la serie di Newsletter legate agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce all Asset Management e alla certificazione

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta

Corporate Governance e sistema di controllo interno. Enrico Parretta Corporate Governance e sistema di controllo interno Enrico Parretta Corporate Governance La Corporate Governance è il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, coniugando:

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli