Teoremi di geometria piana

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Teoremi di geometria piana"

Transcript

1 l congruenz teoremi sugli ngoli γ teorem sugli ngoli complementri Se due ngoli sono complementri di uno stesso ngolo α β In generle: Se due ngoli sono complementri di due ngoli congruenti α γ β teorem sugli ngoli supplementri Se due ngoli sono supplementri di uno stesso ngolo In generle: Se due ngoli sono supplementri di due ngoli congruenti α γ β teorem sugli ngoli esplementri Se due ngoli sono esplementri di uno stesso ngolo In generle: Se due ngoli sono esplementri di due ngoli congruenti teorem sugli ngoli opposti l vertice Gli ngoli opposti l vertice sono congruenti teoremi sui tringoli I criterio di congruenz Se due tringoli hnno due lti e l ngolo tr essi compreso congruenti II criterio di congruenz Se due tringoli hnno due ngoli e il lto tr essi compreso congruenti v di 21

2 III criterio di congruenz Se due tringoli hnno i tre lti congruenti I teorem sul tringolo isoscele Se un tringolo è isoscele llor gli ngoli dicenti ll se sono congruenti Se un tringolo h due ngoli congruenti llor il tringolo è isoscele II teorem sul tringolo isoscele Se un tringolo è isoscele llor l isettrice dell ngolo l vertice è medin e ltezz reltiv ll se In un tringolo isoscele l medin reltiv ll se è isettrice dell ngolo l vertice e ltezz reltiv ll se l ltezz reltiv ll se è medin reltiv ll se e isettrice dell ngolo l vertice I teorem sul tringolo equiltero Se un tringolo è equiltero llor gli ngoli sono tutti congruenti Se un tringolo h tutti gli ngoli congruenti llor è un tringolo equiltero II teorem sul tringolo equiltero Se un tringolo è equiltero llor le tre medine coincidono con le tre isettrici, con le tre ltezze e con i tre ssi II criterio di congruenz generlizzto Se due tringoli hnno due ngoli e un lto congruenti v di 21

3 I criterio di congruenz dei tringoli rettngoli Se due tringoli rettngoli hnno i due cteti congruenti II criterio di congruenz dei tringoli rettngoli Se due tringoli rettngoli hnno un cteto e l ngolo cuto opposto congruenti Se due tringoli rettngoli hnno un cteto e l ngolo cuto dicente congruenti III criterio di congruenz dei tringoli rettngoli Se due tringoli rettngoli hnno l ipotenus e un ngolo cuto congruenti IV criterio di congruenz dei tringoli rettngoli Se due tringoli rettngoli hnno l ipotenus e un cteto congruenti teorem dell medin in un tringolo rettngolo In ogni tringolo rettngolo l medin reltiv ll ipotenus è congruente ll metà dell ipotenus stess teorem inverso dell medin in un tringolo rettngolo Se in un tringolo l medin reltiv l lto mggiore è congruente ll metà di questo llor il tringolo è rettngolo v di 21

4 teorem sull somm degli ngoli interni di un tringolo In un tringolo l somm degli ngoli interni è congruente un ngolo pitto I teorem dell ngolo esterno In un tringolo ogni ngolo esterno è mggiore di ciscun ngolo interno non dicente d esso Osserv che: L somm di due ngoli di un tringolo è minore di un ngolo pitto II teorem dell ngolo esterno In un tringolo ogni ngolo esterno è congruente ll somm degli ngoli interni non dicenti d esso I teorem sulle disuguglinze dei lti di un tringolo Se un tringolo h due lti disuguli llor l lto mggiore si oppone l ngolo mggiore Se un tringolo h due ngoli disuguli llor ll ngolo mggiore si oppone il lto mggiore c II teorem sulle disuguglinze dei lti di un tringolo In un tringolo ogni lto: è minore dell somm degli ltri due è mggiore dell differenz degli ltri due Ad esempio: oppure oppure oppure oppure relzione tr gli elementi di due tringoli Se due tringoli hnno due lti congruenti e gli ngoli compresi disuguli llor dei terzi lti è mggiore quello opposto ll ngolo mggiore Se due tringoli hnno due lti congruenti e i terzi lti diseguli llor degli ngoli opposti i terzi lti è mggiore quello opposto l lto mggiore v di 21

5 teoremi sui poligoni I criterio di congruenz dei poligoni Se due poligoni con lo stesso numero di lti hnno congruenti tutti i lti e gli ngoli compresi d eccezione di due lti consecutivi e dell ngolo compreso llor essi sono congruenti II criterio di congruenz dei poligoni Se due poligoni con lo stesso numero di lti hnno congruenti tutti i lti e gli ngoli compresi d eccezione di due ngoli e del lto compreso llor essi sono congruenti III criterio di congruenz dei poligoni Se due poligoni con lo stesso numero di lti hnno congruenti tutti i lti e gli ngoli compresi d eccezione di tre ngoli consecutivi llor essi sono congruenti c d teorem sulle disuguglinze dei lti di un poligono e In un poligono ogni lto è minore dell somm di tutti gli ltri lti Ad esempio: c d e oppure oppure relzione tr i perimetri di due poligoni Se un poligono convesso è inscritto in un ltro poligono llor il suo perimetro è minore del perimetro del poligono circoscritto teoremi sulle rette perpendicolri e sulle rette prllele teorem sulle rette perpendicolri r s Se due rette incidenti formno un ngolo retto llor esse sono perpendicolri v di 21

6 teorem sull esitenz ed unicità dell rett perpendicolre P D un punto esterno d un rett pss un ed un sol perpendicolre ll rett stess Osserv che: Il teorem vle nche nel cso in cui il punto pprtiene ll rett P P d teorem sull distnz di un punto d un rett L distnz di un punto d un rett è il segmento di perpendicolre condotto dl punto ll rett Osserv che: L distnz di un punto d un rett è il segmento minore tr tutti i segmenti condotti dl punto ll rett teorem sull esistenz di rette prllele Se due rette sono perpendicolri d un stess rett llor esse sono prllele tr loro Se due rette sono prllele llor un terz rett perpendicolre ll prim è nche perpendicolre ll second teorem sulle rette prllele tglite d un trsversle Due rette prllele tglite d un trsversle formno: ngoli lterni interni ed lterni esterni congruenti ngoli corrispondenti congruenti ngoli coniugti interni e coniugti esterni supplementri criterio di prllelismo Se due rette tglite d un trsversle formno: ngoli lterni interni o lterni esterni congruenti o ngoli corrispondenti congruenti o ngoli coniugti interni o coniugti esterni supplementri llor le due rette sono prllele proprietà trnsitiv del prllelismo Se due rette sono prllele d un terz rett llor esse sono prllele tr loro r s t v di 21

7 distnz tr due rette prllele Se due rette sono prllele llor i punti di un rett hnno ugule distnz dll ltr rett cioè le due rette mntengono sempre l stess distnz teoremi sulle proiezioni teorem sulle proiezioni congruenti Se due segmenti oliqui condotti d un punto d un rett hnno proiezioni congruenti llor essi sono congruenti Se due segmenti oliqui condotti d un punto d un rett sono congruenti llor hnno proiezioni congruenti teorem sulle proiezioni non congruenti Se due segmenti oliqui condotti d un punto d un rett hnno proiezioni non congruenti llor è mggiore il segmento vente proiezione mggiore Se due segmenti oliqui condotti d un punto d un rett non sono congruenti llor quello mggiore h proiezione mggiore teorem generle sulle proiezioni L proiezione di un segmento su un rett è minore o ugule del segmento stesso teoremi sui qudrilteri prticolri teorem sul trpezio Se un trpezio è isoscele llor gli ngoli dicenti lle si sono congruenti le digonli sono congruenti teorem sul prllelogrmmo In un prllelogrmmo: i tringoli in cui esso viene diviso d un digonle sono congruenti i lti opposti sono due due congruenti gli ngoli opposti sono due due congruenti le digonli si incontrno nel loro punto medio gli ngoli dicenti ciscun lto sono supplementri v di 21

8 teorem inverso sul prllelogrmmo Se un qudriltero h: i lti opposti due due congruenti o gli ngoli opposti due due congruenti o le digonli che si incontrno nel loro punto medio o gli ngoli dicenti ciscun lto supplementri o due lti opposti congruenti e prlleli llor il qudriltero è un prllelogrmmo teorem sul rettngolo In un rettngolo le digonli sono congruenti Se un prllelogrmmo h le digonli congruenti llor è un rettngolo teorem sul romo In un romo le digonli sono perpendicolri tr loro isettrici degli ngoli interni Se in un prllelogrmmo le digonli sono perpendicolri tr loro o isettrici degli ngoli interni llor il prllelogrmmo è un romo primi teoremi sul fscio di rette prllele teorem sul fscio di rette prllele t t Se un fscio di rette prllele è tglito d due trsversli llor segmenti congruenti su un trsversle corrispondono segmenti congruenti sull ltr trsversle teorem dell prllel dl punto medio di un lto di un tringolo M M Se dl punto medio di un lto di un tringolo si conduce l prllel d un secondo lto llor quest incontr il terzo lto nel suo punto medio teorem sull cord dei punti medi di due lti di un tringolo M M Se un cord di un tringolo h per estremi i punti medi di due lti llor ess è prllel l terzo lto ed ugule ll su metà v di 21

9 teoremi sull circonferenz teorem sull relzione tr dimetro e cord In un circonferenz, un dimetro è mggiore di qulunque cord teorem sull sse di un cord Se un dimetro di un circonferenz è perpendicolre d un cord llor il dimetro l dimezz L sse di un cord pss per il centro dell circonferenz teorem sui punti di un circonferenz Per tre punti non llineti pss un ed un sol circonferenz Tre punti di un circonferenz non possono essere llineti I teorem sulle corde e loro distnz dl centro Se due corde di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, sono congruenti llor sono equidistnti dl centro Se due corde di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, hnno l stess distnz dl centro II teorem sulle corde e loro distnz dl centro Se due corde di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, sono disuguli llor l cord mggiore h distnz minore dl centro Se due corde di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, hnno distnz disugule dl centro llor è mggiore l cord con distnz minore dl centro teorem sull relzione tr rchi, corde e ngoli l centro Se due ngoli l centro di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, sono congruenti llor gli rchi e le corde corrispondenti sono congruenti Se due rchi (corde) di un stess circonferenz, o di due circonferenze congruenti, sono congruenti llor le corde (gli rchi) e gli ngoli l centro corrispondenti sono congruenti v di 21

10 teorem sull posizione reciproc di un rett e di un circonferenz Se l distnz di un rett dl centro di un circonferenz è minore, ugule o mggiore del rggio llor l rett h in comune con l circonferenz rispettivmente due punti (secnte), un punto (tngente), nessun punto (estern) Se un rett h in comune con un circonferenz due punti o un punto o nessun punto llor l rett h distnz dl centro dell circonferenz, rispettivmente, minore, ugule o mggiore del rggio teorem sull rett tngente d un circonferenz Se un rett è tngente in un punto d un circonferenz llor è perpendicolre l rggio in quel punto Se un rett è perpendicolre l rggio in un punto pprtenente ll circonferenz llor l rett è tngente ll circonferenz in quel punto I teorem sull posizione reciproc di due circonferenze circonferenze esterne r r Se due circonferenze hnno i punti dell un esterni ll ltr llor l distnz tr i centri è mggiore dell somm dei rggi Se l distnz tr i centri di due circonferenze è mggiore dell somm dei rggi llor le due circonferenze hnno i punti dell un esterni ll ltr (circonferenze esterne) II teorem sull posizione reciproc di due circonferenze circonferenze tngenti esterne Se due circonferenze hnno un punto in comune e i punti dell un esterni ll ltr llor l distnz tr i centri è congruente ll somm dei rggi Se l distnz tr i centri di due circonferenze è congruente ll somm dei rggi llor le due circonferenze hnno un punto in comune (circonferenze tngenti esterne) III teorem sull posizione reciproc di due circonferenze circonferenze secnti Se due circonferenze hnno due punti in comune llor l distnz tr i centri è minore dell somm dei rggi e mggiore dell differenz dei rggi Se l distnz tr i centri di due circonferenze è minore dell somm dei rggi e mggiore dell differenz dei rggi llor le due circonferenze hnno due punti in comune (circonferenze secnti) IV teorem sull posizione reciproc di due circonferenze circonferenze tngenti interne Se due circonferenze hnno un punto in comune e i punti dell un interni ll ltr llor l distnz tr i centri è congruente ll differenz dei rggi Se l distnz tr i centri di due circonferenze è congruente ll differenz dei rggi llor le due circonferenze hnno un punto in comune (circonferenze tngenti interne) v di 21

11 V teorem sull posizione reciproc di due circonferenze circonferenze interne Se due circonferenze hnno i punti dell un intern ll ltr llor l distnz dei centri è minore dell differenz dei rggi Se l distnz dei centri di due circonferenze è minore dell differenz dei rggi llor i punti dell un sono interni ll ltr (circonferenze interne) teorem sugli ngoli ll circonferenz In ogni circonferenz un ngolo ll circonferenz è congruente ll metà dell ngolo l centro che insiste sullo stesso rco o sull stess cord I teorem sugli ngoli ll circonferenz Se due ngoli ll circonferenz insistono sullo stesso rco o sull stess cord II teorem sugli ngoli ll circonferenz Se due ngoli ll circonferenz insistono su rchi o su corde congruenti Se due ngoli ll circonferenz sono congruenti llor gli rchi e le corde su cui insistono sono congruenti III teorem sugli ngoli ll circonferenz Se un ngolo ll circonferenz insiste su un semicirconferenz llor è retto Osserv che: Un tringolo inscritto in un semicirconferenz è rettngolo teorem delle tngenti d un circonferenz Se d un punto esterno d circonferenz si trccino le tngenti d ess llor i segmenti compresi tr il punto esterno e i punti di tngenz ll circonferenz sono congruenti L rett che congiunge il punto esterno ll circonferenz con il suo centro è isettrice dell ngolo formto dlle due tngenti v di 21

12 luoghi geometrici sse di un segmento L sse di un segmento è il luogo geometrico dei punti equidistnti dgli estremi del segmento M isettrice di un ngolo L isettrice di un ngolo è il luogo geometrico dei punti equidistnti di lti dell ngolo punti notevoli di un tringolo circocentro Gli ssi dei tre lti di un tringolo pssno per uno stesso punto detto circocentro Osserv che: Il circocentro è il centro dell circonferenz circoscritt l tringolo ed è equidistnte di vertici del tringolo incentro Le isettrici degli ngoli interni di un tringolo pssno per uno stesso punto detto incentro Osserv che: L incentro è il centro dell circonferenz inscritt l tringolo ed è equidistnte di lti del tringolo ricentro Le medine dei lti di un tringolo pssno per uno stesso punto detto ricentro. Il ricentro divide ciscun medin in due prti tle che quell contenente il vertice è doppi dell ltr G Osserv che: Il ricentro di un figur viene indicto trdizionlmente con l letter G ortocentro Le ltezze reltive i lti di un tringolo pssno per uno stesso punto detto ortocentro v di 21

13 tringolo equiltero In un tringolo equiltero i punti notevoli coincidono Osserv che: In un tringolo equiltero il rggio dell circonferenz circoscritt l tringolo è doppio del rggio dell circonferenz inscritt l tringolo stesso distnz del ricentro di lti di un tringolo G In ogni tringolo l distnz del ricentro d un lto è congruente ll terz prte dell ltezz reltiv llo stesso lto teorem di Eulero G O In ogni tringolo il circocentro, il ricentro G e l ortocentro O sono llineti cioè gicciono sull stess rett dett rett di Eulero. L distnz tr il ricentro e l ortocentro è doppi dell distnz tr ricentro e circocentro corollrio l teorem di Eulero G O L distnz del circocentro d un lto è congruente ll metà del segmento che congiunge l ortocentro con il vertice opposto tle lto poligoni inscritti e circoscritti d un circonferenz teorem sui qudrilteri inscritti Se un qudriltero è inscritto in un circonferenz llor gli ngoli opposti sono supplementri Se un qudriltero h gli ngoli opposti supplementri llor è inscrittiile in un circonferenz corollrio Se un qudriltero è inscritto in un circonferenz llor un suo ngolo esterno è congruente ll ngolo interno opposto l suo dicente Se un qudriltero h due ngoli opposti retti llor è inscrittiile in un circonferenz v di 21

14 d c c d teorem sui qudrilteri circoscritti Se un qudriltero è circoscritto d un circonferenz llor l somm di due lti opposti è congruente ll somm degli ltri due lti Se in un qudriltero l somm di due lti opposti è congruente ll somm degli ltri due llor il qudriltero è circoscrittiile d un circonferenz corollrio l l Se in un trpezio isoscele l somm dell si è congruente l doppio del lto oliquo llor il trpezio è circoscrittiile d un circonferenz l l Ogni qudriltero equiltero cioè con i lti congruenti è circoscrittiile d un circonferenz teorem sull inscrittiilità e circoscrittiilità dei poligoni regolri r Se un poligono è regolre llor si può inscrivere e circoscrivere con due circonferenze concentriche il centro delle due circonferenze è detto centro del poligono regolre teorem sui poligoni regolri Se si divide un circonferenz in tre o più rchi congruenti llor il poligono ottenuto congiungendo successivmente i punti di divisione e il poligono ottenuto conducendo le tngenti ll circonferenz negli stessi punti sono poligoni regolri teorem sul lto dell esgono regolre O Il lto di un esgono regolre è congruente l rggio dell circonferenz circoscritt d esso v di 21

15 l equivlenz e l similitudine teoremi sull equivlenz teorem sull equivlenz di prllelogrmmi Se due prllelogrmmi hnno le si e le ltezze congruenti llor essi sono equivlenti secondo teorem sull equivlenz di prllelogrmmi Se due prllelogrmmi sono equivlenti ed hnno le si congruenti llor essi hnno nche le ltezze congruenti Se due prllelogrmmi sono equivlenti ed hnno le ltezze congruenti llor essi hnno nche le si congruenti teorem sull equivlenz del tringolo e del prllelogrmmo Se un tringolo h l stess ltezz di un prllelogrmmo e l se congruente l doppio di quell del prllelogrmmo llor il tringolo e il prllelogrmmo sono equivlenti Se due tringoli hnno le si e le ltezze congruenti llor essi sono equivlenti teorem sull equivlenz di due tringoli Se due tringoli hnno le si e le ltezze congruenti llor essi sono equivlenti Se due tringoli sono equivlenti ed hnno le si (o le ltezze) congruenti llor essi hnno nche le ltezze (o le si) congruenti teorem sull equivlenz del tringolo e del trpezio Se un tringolo h l stess ltezz di un trpezio e l se congruente ll somm delle si del trpezio llor il tringolo e il trpezio sono equivlenti r c r d c d teorem sull equivlenz di un poligono circoscritto d un circonferenz e di un tringolo Se un poligono è circoscritto d un circonferenz llor è equivlente d un tringolo che h l se congruente l perimetro del poligono e ltezz congruente l rggio dell circonferenz v di 21

16 c d teorem sull equivlenz di un poligono regolre e di un tringolo r r e c d e Se un poligono è regolre llor è equivlente d un tringolo vente l se congruente l perimetro del poligono e ltezz congruente ll potem del poligono (cioè l rggio dell circonferenz inscritt nel poligono) teorem sull equivlenz del trpezio rettngolo e del rettngolo Se un trpezio rettngolo è circoscrittiile d un circonferenz llor esso è equivlente d un rettngolo vente i lti congruenti lle si del trpezio teorem sull equivlenz del tringolo rettngolo e del rettngolo Un tringolo rettngolo è equivlente l rettngolo i cui lti sono congruenti i due segmenti in cui l ipotenus è divis dl punto di conttto con l circonferenz inscritt nel tringolo rettngolo I teorem di Euclide (enuncito secondo l equivlenz) Q In un tringolo rettngolo il qudrto costruito su un cteto è equivlente l rettngolo che h per dimensioni l proiezione del cteto sull ipotenus e l ipotenus stess R Q è equivlente d R Se il qudrto costruito su un lto minore di un tringolo è equivlente l rettngolo che h per dimensioni l proiezione del lto minore sul lto mggiore e il lto mggiore llor il tringolo è rettngolo Q II teorem di Euclide (enuncito secondo l equivlenz ) In un tringolo rettngolo il qudrto costruito sull ltezz reltiv ll ipotenus è equivlente l rettngolo che h per dimensioni le proiezioni dei cteti sull ipotenus R Q è equivlente d R Se il qudrto costruito sull ltezz reltiv l lto mggiore di un tringolo è equivlente l rettngolo che h per dimensioni le proiezioni degli ltri due lti sul lto mggiore llor il tringolo è rettngolo teorem di Pitgor Q1 Q2 In un tringolo rettngolo il qudrto costruito sull ipotenus è equivlente ll somm dei qudrti costruiti sui cteti Q Q è equivlente Q 1+ Q 2 Se il qudrto costruito sul lto mggiore di un tringolo è equivlente ll somm dei qudrti costruiti sugli ltri due lti llor il tringolo è rettngolo v di 21

17 Grndezze omogenee e Grndezze proporzionli teorem sull incommensurilità tr il lto del qudrto e l su digonle Il lto del qudrto e l su digonle sono segmenti incommensurili Osserv che: Il rpporto tr il lto del qudrto e l su digonle è un numero irrzionle, cioè un numero decimle con infinite cifre diverse dopo l virgol Se e sono due grndezze commensurili llor può essere: 1. un numero intero 2. un numero decimle con finite cifre dopo l virgol 3. un numero periodico Se e sono due grndezze incommensurili llor è un numero decimle con infinite cifre diverse dopo l virgol teorem sul rpporto di grndezze commensurili Se il rpporto di due grndezze omogenee è un numero rzionle llor le due grndezze sono commensurili Il rpporto di due grndezze commensurili è un numero rzionle Il rpporto di due grndezze incommensurili è un numero irrzionle teorem fondmentle sull proporzionlità : = : : = c : d ondizione necessri e sufficiente ffinché quttro grndezze due due omogenee sino in proporzione è che lo sino le loro misure teorem sull qurt proporzionle : = : = Assegnte tre grndezze se le prime due sono omogenee tr loro llor esiste ed è unic l qurt grndezz omogene con l terz che è qurt proporzionle dopo le tre riterio generle di proporzionlità Se Se c c llor llor ondizione necessri e sufficiente ffinché le grndezze di due clssi in corrispondenz iunivoc sino direttmente proporzionli è che: grndezze uguli in un clsse corrispondono grndezze uguli dell ltr ll somm di due o più grndezze qulsisi di un clsse corrisponde l somm delle grndezze corrispondenti dell ltr clsse teoremi sui rettngoli proporzionli lle si : 28 = 2 : 7 I rettngoli venti ltezze congruenti sono proporzionli lle rispettive si I rettngoli venti si congruenti sono proporzionli lle rispettive ltezze v di 21

18 teorem sugli elementi proporzionli in un cerchio β α : = α : β Gli rchi di uno stesso cerchio o di cerchi congruenti sono proporzionli i rispettivi ngoli l centro : 6 = 2 : : 4 = 6 : 8 9 : 16 = 36 : 64 teorem sui rettngoli equivlenti e sui segmenti in proporzione Se quttro segmenti sono in proporzione llor il rettngolo che h per lti i segmenti estremi dell proporzione è equivlente l rettngolo che h per lti i segmenti medi dell proporzione Se due rettngoli sono equivlenti llor due lti consecutivi dell uno sono i medi e i due lti consecutivi dell ltro sono gli estremi di un stess proporzione teorem sui segmenti e sui qudrti in proporzione Se quttro segmenti sono in proporzione llor i qudrti costruiti su di essi sono in proporzione teorem di Tlete : = : Dto un fscio di rette prllele tglito d due trsversli i segmenti determinti su un trsversle sono proporzionli i corrispondenti segmenti sull ltr trsversle A P P : P = A : A teorem sull isettrice dell ngolo interno di un tringolo L isettrice dell ngolo interno di un tringolo divide il lto opposto in prti proporzionli gli ltri due lti Se un punto interno d un lto di un tringolo divide il lto in prti proporzionli gli ltri due lti llor l congiungente il punto con il vertice opposto è l isettrice dell ngolo compreso tr gli ltri due lti del tringolo teorem sull isettrice dell ngolo esterno di un tringolo P Se l isettrice di un ngolo esterno di un tringolo incontr il prolungmento del lto opposto in un punto llor le distnze di questo punto dgli estremi di quel lto sono proporzionli gli ltri due lti A AP : P = A : Se un punto del prolungmento di un lto di un tringolo è tle che le sue distnze dgli estremi di quel lto sono proporzionli gli ltri lti llor l congiungente questo punto con il vertice opposto è l isettrice del corrispondente ngolo esterno del tringolo v di 21

19 A P P AP : P = P : P corollrio del teorem di Tlete Se un rett è prllel d un lto di un tringolo llor sulle rette degli ltri due lti si determinno segmenti proporzionli Se un rett determin sui due lti di un tringolo segmenti proporzionli llor ess è prllel l terzo lto A D teorem di Tolomeo Se un qudriltero è inscritto in un circonferenz llor il prodotto delle misure delle digonli è congruente ll somm dei prodotti delle misure dei lti opposti Se il prodotto delle misure delle digonli di un qudriltero è congruente ll somm dei prodotti delle misure dei lti opposti llor il qudriltero è inscrittiile in un circonferenz P P A PP è simile d A teoremi sull similitudine teorem fondmentle dell similitudine Se un rett pssnte per un lto di un tringolo è condott prllelmente d un ltro suo lto llor l rett determin un tringolo simile l tringolo inizile I criterio di similitudine Se due tringoli hnno gli ngoli congruenti llor essi sono simili A A A è simile d A Se due tringoli hnno due ngoli congruenti llor essi sono simili II criterio di similitudine A A A è simile d A Se due tringoli hnno due lti in proporzione e gli ngoli tr essi compresi congruenti llor essi sono simili III criterio di similitudine A A A è simile d A Se due tringoli hnno i tre lti ordintmente in proporzione llor essi sono simili v di 21

20 I teorem di Euclide (enuncito secondo l proporzionlità) A H AH : A = A : A In un tringolo rettngolo un cteto è medio proporzionle tr l proiezione del cteto sull ipotenus e l ipotenus stess II teorem di Euclide (enuncito secondo l proporzionlità) A H AH : H = H : H In un tringolo rettngolo l ltezz reltiv ll ipotenus è medi proporzionle tr le proiezioni dei cteti sull ipotenus teorem delle ltezze A H A H A : A = H : H 2p 2p A A 2p : 2p = A : A Se due tringoli sono simili llor le si stnno tr loro come le rispettive ltezze teorem dei perimetri Se due tringoli sono simili llor i perimetri stnno tr loro come due lti omologhi In generle: Se due poligoni sono simili llor i perimetri stnno tr loro come di due lti omologhi S S A A S : S = (A) 2 : (A ) 2 teorem delle ree Se due tringoli sono simili llor le ree stnno tr loro come i qudrti di due lti omologhi In generle: Se due poligoni sono simili llor le ree stnno tr loro come i qudrti di due lti omologhi I teorem dei poligoni regolri P P Se due poligoni sono regolri e hnno lo stesso numero di lti llor essi sono simili P simile P v di 21

21 teorem dell isettrice A P In ogni tringolo il prodotto delle misure di due lti è congruente l qudrto dell misur dell isettrice dell ngolo d essi formto umentto del prodotto delle misure dei segmenti in cui tle isettrice divide il terzo lto A D P teorem delle corde Se due corde di un stess circonferenz si intersecno in un punto llor i segmenti formti su un stess cord sono medi e i segmenti formti sull ltr cord sono estremi di un stess proporzione AP : PD = P : P Se due segmenti si intersecno in un punto tle che le prti pprtenenti d uno stesso segmento sono medi o estremi di un proporzione llor gli estremi dei segmenti dti pprtengono ll stess circonferenz P A D PA : PD = P : P T P : PT = PT : P r P teorem delle secnti Se d un punto esterno d un circonferenz si conducono due secnti llor l inter secnte e l su prte estern sono i medi e l ltr secnte inter e l su prte sono gli estremi dell proporzione Se due segmenti consecutivi m non dicenti sono tli che un segmento e un su prte sono medi proporzionli tr l ltro segmento e un su prte llor i quttro punti estremi non comuni dei quttro segmenti in proporzione pprtengono ll stess circonferenz teorem dell tngente e dell secnte Se d un punto esterno d un circonferenz si conduce un tngente e un secnte llor il segmento di tngenz è medio proporzionle tr l inter secnte e l su prte estern Se un punto di uno di due segmenti consecutivi m non dicenti è tle che determin due prti estremi proporzionli ll ltro segmento llor l ltro segmento è tngente ll circonferenz pssnte per i tre estremi non comuni dei segmenti teorem sul lto del decgono regolre Il lto del decgono regolre inscritto in un circonferenz è congruente ll sezione ure del rggio il lto è medio proporzionle tr il rggio e l differenz tr il rggio e il lto cioè teorem sul lto del pentgono regolre r r Il lto del pentgono regolre è congruente ll ipotenus di un tringolo rettngolo vente per cteti il rggio dell circonferenz inscritt e l sezione ure del lto del pentgono stesso v di 21

11. Geometria piana ( ) ( ) 1. Formule fondamentali. Rettangolo. A = b = h = = b h. b = base h = altezza. Quadrato

11. Geometria piana ( ) ( ) 1. Formule fondamentali. Rettangolo. A = b = h = = b h. b = base h = altezza. Quadrato 11. Geometri pin 1. Formule fonmentli Rettngolo = h = h = h p = + h p = + h h= p = p h + ( ) = h = h h= = se = igonle p = perimetro h = ltezz = re p = semiperimetro Qurto = l l = = l l = l = lto = igonle

Dettagli

Teoremi di geometria piana

Teoremi di geometria piana la congruenza teoremi sugli angoli γ teorema sugli angoli complementari Se due angoli sono complementari di uno stesso angolo α β In generale: Se due angoli sono complementari di due angoli congruenti

Dettagli

Classe V E. Geometria

Classe V E. Geometria Postulti di Euclide: Primi postulti: Clsse V E Geometri Lo spzio contiene infiniti punti, infinite rette e infiniti pini, un pino contiene infiniti punti e infinite rette, un rett contiente infiniti punti.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO LICEO SCIENTIFICO CLASSICO SCIENZE UMANE MARCONI DELPINO RECUPERO ESTIVO PER LE CLASSI ^D- E SCIENTIFICO Argomenti d rivedere: I QUADRIMESTRE: ) Equzioni di secondo grdo e relzioni tr coefficienti e rdici

Dettagli

MATEMATICA Classe Prima

MATEMATICA Classe Prima Liceo Clssico di Treiscce Esercizi per le vcnze estive 0 MATEMATICA Clsse Prim Cpitolo Numeri nturli Primi ogni pgin del cpitolo Cpitolo Numeri nturli Primi ogni pgin del cpitolo Per gli llievi promossi

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE DALLA SECONDA ALLA TERZA PROBLEMI DI APPLICAZIONE DELL'ALGEBRA ALLA GEOMETRIA ) Inscrivere in un semicirconferenz di dimetro r un rettngolo ABCD vente il lto AB sul dimetro

Dettagli

triangolo equilatero di lato 9 cm. Quanto misura il lato del rombo?

triangolo equilatero di lato 9 cm. Quanto misura il lato del rombo? GB00001 Il perimetro di un rombo è triplo di quello di un ) 24 cm. b) 21 cm. c) 26,5 cm. d) 20,25 cm. d tringolo equiltero di lto 9 cm. Qunto misur il lto del rombo? GB00002 Due segmenti AB e CD sono tli

Dettagli

LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLASSI 3 S.M. DA CONSEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI SPORTELLO

LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLASSI 3 S.M. DA CONSEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI SPORTELLO LAVORO PER IL RECUPERO DEL DEBITO MATEMATICA CLAI.M. DA CONEGNARE IL PRIMO GIORNO DI ATTIVITA DI PORTELLO DEVI RIOLVERE PRIMA DI TUTTO I PROBLEMI E GLI EERCIZI QUI ELENCATI. TERMINATI QUETI, RIOLVI ALCUNI

Dettagli

GEOMETRIA EUCLIDEA PROF. VINCENZO LO PRESTI CONCETTI GEOMETRICI FONDAMENTALI

GEOMETRIA EUCLIDEA PROF. VINCENZO LO PRESTI CONCETTI GEOMETRICI FONDAMENTALI GEOMETRI EUCLIDE PROF. VINCENZO LO PRESTI CONCETTI GEOMETRICI FONDMENTLI 1 GEOMETRI Letterlmente geometri signific misur (metron) dell terr (geo). Lo scopo principle dell geometri è quello di studire e

Dettagli

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1 APITOLO 3 LE SIMMETRIE 3. Richimi di teori Definizione. Si dto un punto del pino; si chim simmetri centrle di centro (che si indic con il simbolo s ) l corrispondenz dl pino in sé che d ogni punto P del

Dettagli

Problemi e rappresentazione di problemi di geometria dello spazio - Claudio Cereda febbraio 2001 pag. 1

Problemi e rappresentazione di problemi di geometria dello spazio - Claudio Cereda febbraio 2001 pag. 1 Prolemi e rppresentzione di prolemi di geometri dello spzio - ludio ered ferio 00 pg. onvenzioni di disegno e di rppresentzione Nel corso dell trttzione si dotternno le seguenti convenzioni simoliche:

Dettagli

MAPPE DI GEOMETRIA PER LA PRIMA LICEO

MAPPE DI GEOMETRIA PER LA PRIMA LICEO Enti geometici fondmentli (pgin ) Opezioni con gmenti e ngoli (pgin 3) Nomencltu dei tingoli (pgin 4 Popietà dei tingoli (pgin 5) Citei di conguenz dei tingoli (pgin 6) Le ette (pgin 7) Le ette pllele

Dettagli

TEOREMI FONDAMENTALI DI GEOMETRIA ELEMENTARE

TEOREMI FONDAMENTALI DI GEOMETRIA ELEMENTARE uthor: Ing, Giulio De Meo GEOMETRIA TEOREMI FONDAMENTALI DI GEOMETRIA ELEMENTARE L somm degli ngoli interni di un poligono di n lti è (n - ) 180. L somm degli ngoli esterni di un qulsisi poligono vle 360.

Dettagli

Elementi di Geometria. Lezione 02

Elementi di Geometria. Lezione 02 Elementi di Geometri Lezione 02 Angoli complementri e supplementri Due ngoli si dicono complementri qundo l loro somm è un ngolo retto. In Figur 15 i due ngoli e sono complementri perché, sommti come descritto

Dettagli

CONCETTI PRIMITIVI DELLA GEOMETRIA. Punto. Punto. Linea. Piano. La linea retta. Piano PAGINA 1

CONCETTI PRIMITIVI DELLA GEOMETRIA. Punto. Punto. Linea. Piano. La linea retta. Piano PAGINA 1 NTTI PRIMITIVI LL MTRI Il punto è un entità geometric priv di dimensione. Si indic con un letter miuscol dell lfbeto ltino. sso si individu d intersezioni di linee rette o di rchi o nche d mbedue. L line

Dettagli

24 y. 6. ( 5 A. 1 B. 5 4 C D. 50 Applicando le proprietà delle potenze

24 y. 6. ( 5 A. 1 B. 5 4 C D. 50 Applicando le proprietà delle potenze Alunno/.. Alunno/ Pgin Esercitzione in preprzione ll PROVA d ESAME Buon Lvoro Prof.ss Elen Sper. Il piccolo fermcrte dell figur è relizzto nel seguente modo. Si prende un cubo di lto cm e su un fcci si

Dettagli

Angoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed esterni, corrispondenti, coniugati).

Angoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed esterni, corrispondenti, coniugati). ppunti di geometria.s. 013-014 1 Prof. Luigi ai PPUNTI ngoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed esterni, corrispondenti, coniugati). In un triangolo l angolo

Dettagli

U.D. N 15 Funzioni e loro rappresentazione grafica

U.D. N 15 Funzioni e loro rappresentazione grafica 54 Unità Didttic N 5 Funzioni e loro rppresentzione grfic U.D. N 5 Funzioni e loro rppresentzione grfic ) Le coordinte crtesine ) L distnz tr due punti 3) Coordinte del punto medio di un segmento 4) Le

Dettagli

Circonferenza e cerchio La circonferenza e il cerchio Poligoni inscritti e circoscritti a una circonferenza

Circonferenza e cerchio La circonferenza e il cerchio Poligoni inscritti e circoscritti a una circonferenza ironferenz e erhio L ironferenz e il erhio Poligoni insritti e irosritti un ironferenz L ironferenz e il erhio Stilisi se le seguenti ffermzioni sono vere o flse. SEZ. M e f g h Il rpporto tr l lunghezz

Dettagli

ipotenusa cateto adiacente ad α cateto opposto ad α ipotenusa cateto adiacente ad α ipotenusa cateto adiacente ad α

ipotenusa cateto adiacente ad α cateto opposto ad α ipotenusa cateto adiacente ad α ipotenusa cateto adiacente ad α Trigonometri I In quest prim prte dell trigonometri denimo le funzioni trigonometriche seno, coseno e tngente e le loro funzioni inverse. Vedremo nche come utilizzrle nell risoluzione dei tringoli. Comincimo

Dettagli

Triangoli rettangoli

Triangoli rettangoli Tringoli rettngoli Teori in sintesi Teoremi sui tringoli rettngoli Teorem In un tringolo rettngolo l misur di un cteto è ugule quell dellipotenus moltiplict per il coseno dellngolo cuto esso dicente o

Dettagli

Risoluzione verifica di matematica 3C del 17/12/2013

Risoluzione verifica di matematica 3C del 17/12/2013 Problem 1 Risoluzione verific di mtemtic C del 17/1/01 Si clcolno le intersezioni tr le rette generiche del fscio proprio y x y 1, risolvendo il sistem: x y 1 y mx Si ottengono i punti di coordinte espresse

Dettagli

Angoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed

Angoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed ppunti di geometria.s. 14-15 1 Prof. Luigi ai PPUNTI ngoli formati da due rette parallele tagliate da una trasversale (alterni interni ed esterni, corrispondenti, coniugati). In un triangolo l angolo esterno

Dettagli

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche 1 Le ffinità omologiche 2 Tringoli omologici: Due tringoli si dicono omologici se le rette congiungenti i punti omologhi dei due tringoli si incontrno in un medesimo punto. Principio dei tringoli omologici

Dettagli

Contenuti di matematica classe prima liceo scientifico di ordinamento e delle scienze applicate.

Contenuti di matematica classe prima liceo scientifico di ordinamento e delle scienze applicate. Contenuti di mtemtic clsse prim liceo scientifico di ordinmento e delle scienze pplicte. SAPERE Sper definire, rppresentre e operre con gli insiemi. Conoscere gli insiemi numerici N, Z, Q e sperci operre

Dettagli

corrispondenza dal piano in sé, che ad ogni punto P del piano fa corrispondere il punto P' in

corrispondenza dal piano in sé, che ad ogni punto P del piano fa corrispondere il punto P' in Cpitolo 5 Le omotetie 5. Richimi di teori Definizione Sino fissti un punto C del pino ed un numero rele. Si chim omoteti di centro C e rpporto ( che si indic con il simolo O, ) l corrispondenz dl pino

Dettagli

APPUNTI DI GEOMETRIA ANALITICA

APPUNTI DI GEOMETRIA ANALITICA Prof. Luigi Ci 1 nno solstio 13-14 PPUNTI DI GEOMETRI NLITIC Rett orientt Un rett r si die orientt qundo: 1. È fissto un punto di riferimento, detto origine;. Dei due possiili versi in ui un punto si può

Dettagli

Principali Definizioni e Teoremi di Geometria

Principali Definizioni e Teoremi di Geometria Principali Definizioni e Teoremi di Geometria Segmento (definizione) Si dice segmento di estremi A e B l insieme costituito dai punti A e B e da tutti i punti della retta AB compresi tra A e B. Angolo

Dettagli

POTENZA 2 5 =2*2*2*2*2 PROPRIETA PRODOTTO DI POTENZE DI UGUALE BASE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 ANGOLO ANGOLI CLASSIFICAZIONI. 2 è la BASE 5 è l ESPONENTE

POTENZA 2 5 =2*2*2*2*2 PROPRIETA PRODOTTO DI POTENZE DI UGUALE BASE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 ANGOLO ANGOLI CLASSIFICAZIONI. 2 è la BASE 5 è l ESPONENTE POTENZ 2 5 =2*2*2*2*2 2 è la SE 5 è l ESPONENTE PROPRIET PRODOTTO DI POTENZE DI UGULE SE 3 2 *3 7 =3 2+7 =3 9 QUOZIENTE DI POTENZE DI UGULE SE 3 12 :3 7 =3 12-7 =3 5 POTENZ DI POTENZ (3 2 ) 7 =3 2*7 =3

Dettagli

Ottavio Serra. Baricentri

Ottavio Serra. Baricentri Ottvio err Bricentri Bricentro geometrico di un tringolo (All letter, ricentro signific centro del peso Vedremo tr poco il perché di questo nome) L dimostrzione seguente risle Euclide FIG Considero le

Dettagli

Geometria solida Rette e piani nello spazio + poliedri + solidi di rotazione

Geometria solida Rette e piani nello spazio + poliedri + solidi di rotazione Geometri solid ette e pini nello spzio + poliedri + solidi di rotzione ette e pini nello spzio tilisi se le seguenti ffermzioni sono vere o flse. EZ. d e e tre rette nello spzio sono tr loro prllele, llor

Dettagli

Il problema delle aree. Metodo di esaustione.

Il problema delle aree. Metodo di esaustione. INTEGRALE DEFINITO. DEFINIZIONE E SIGNIFICATO GEOMETRICO. PROPRIETA DELL INTEGRALE DEFINITO. FUNZIONE INTEGRALE. TEOREMA DELLA MEDIA. TEOREMA FONDAMENTALE DEL CALCOLO INTEGRALE. FORMULA DI LEIBNITZ NEWTON.

Dettagli

Ellisse riferita al centro degli assi

Ellisse riferita al centro degli assi Appunti delle lezioni tenute in clsse: ellisse e iperole Ellisse riferit l centro degli ssi Dti due punti F ed F detti fuochi, l ellisse è il luogo geometrico dei punti P del pino per cui è costnte l somm

Dettagli

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi.

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. Clcolo letterle. ) Operzioni con i monomi. ) L moltipliczione. ) L divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. ) I polinomi. ) Clcol le seguenti somme di polinomi. ) Applic l proprietà

Dettagli

30. ESERCIZI SULL ELLISSE (soluzioni alla fine della rassegna)

30. ESERCIZI SULL ELLISSE (soluzioni alla fine della rassegna) 0. ESERCIZI SULL ELLISSE (soluzioni ll fine dell rssegn) A prtire dll equzione di un ellisse stilisci qunto vlgono I. le lunghezze dei semissi orizzontle ( ) e verticle ( ); II. le coordinte dei vertici

Dettagli

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna verso LA RILEVAZIONE INVALSI SCUOLA SECONDARIA DI secondo GRADO PROVA DI Mtemtic 30 quesiti Febbrio 0 Scuol... Clsse... Alunno... e b sono numeri reli che verificno quest uguglinz: Qunto vle il loro prodotto?

Dettagli

Gli Elementi di Euclide

Gli Elementi di Euclide Gli Elementi di Euclide Muro Sit e-mil: murosit@tisclinet.it Versione provvisori. Novembre 2011. 1 Indice 1 L struttu degli Elementi. 1 2 Le prime proposizioni 3 3 Il quinto postulto 4 Simplicio: Voi procedete

Dettagli

E facile verificare che esistono le seguenti due relazioni equivalenti tra queste tre medie. = b (1)

E facile verificare che esistono le seguenti due relazioni equivalenti tra queste tre medie. = b (1) Note Tvol. Medi geometric e rmonic Nel Libro V degli Elementi di Euclide viene espost l teori generle delle proporzioni che fu pplict molti cmpi dell mtemtic come: l geometri, l ritmetic e nche ll music.

Dettagli

Corso di Idraulica per allievi Ingegneri Civili

Corso di Idraulica per allievi Ingegneri Civili Corso di Idrulic per llievi Ingegneri Civili Esercitzione n 1 I due sertoi e B in Figur 1, venti lrghezz comune pri, sono in comuniczione ttrverso l luce di fondo pert nel setto divisorio. Il primo,, contiene

Dettagli

GEOMETRIA LA GEOMETRIA DEL PIANO I TRIANGOLI PERPENDICOLARI E PARALLELE I PARALLELOGRAMMI E I TRAPEZI

GEOMETRIA LA GEOMETRIA DEL PIANO I TRIANGOLI PERPENDICOLARI E PARALLELE I PARALLELOGRAMMI E I TRAPEZI GMTRI L GMTRI L PIN I TRINGLI PRPNILRI PRLLL I PRLLLGRMMI I TRPZI T PITL G1 L GMTRI L PIN 1 ggetti geometrici e proprietˆ sercizi p. G5 MTMTI STRI Mtemtic e democrzi ome mi il metodo dimostrtivo è nto

Dettagli

Geometria solida. Piani nello spazio Due piani nello spazio e possono assumere due posizioni: 1) I piani e. 2) I piani e sono

Geometria solida. Piani nello spazio Due piani nello spazio e possono assumere due posizioni: 1) I piani e. 2) I piani e sono Cp. Geometri solid Geometri solid ini nello spzio Due pini nello spzio e possono ssumere due posizioni: 1) I pini e ) I pini e sono sono prlleli: non incidenti: nno in comune nno in nessun punto. comune

Dettagli

Anno 2. Triangoli rettangoli e teorema delle corde

Anno 2. Triangoli rettangoli e teorema delle corde Anno Tringoli rettngoli e teorem delle orde 1 Introduzione In quest lezione impreri d pplire i teoremi di Eulide e di Pitgor e sopriri quli prtiolrità nsondono i tringoli rettngoli on ngoli prtiolri. Infine,

Dettagli

a b c Triangolo rettangolo In un triangolo rettangolo : un cateto è uguale al prodotto dell ipotenusa per il seno dell angolo opposto al cateto.

a b c Triangolo rettangolo In un triangolo rettangolo : un cateto è uguale al prodotto dell ipotenusa per il seno dell angolo opposto al cateto. Tringolo rettngolo In un tringolo rettngolo : un teto è ugule l prodotto dell ipotenus per il seno dell ngolo opposto l teto. = sen = sen un teto è ugule l prodotto dell ipotenus per il oseno dell ngolo

Dettagli

GEOMETRIA. Congruenza, angoli e segmenti

GEOMETRIA. Congruenza, angoli e segmenti GEOMETRIA Per affermare che un triangolo è isoscele o rettangolo oppure che un quadrilatero è un parallelogramma o un rettangolo o un rombo o un quadrato o un trapezio o un trapezio isoscele, c è sempre

Dettagli

MODALITA DIVALUTAZIONE DEGLI STUDENTI CON CARENZE NEL SECONDO QUADRIMESTRE ESITO SOSPESO MATEMATICA BIENNIO. Coordinatrice: Prof. ANTONINA CASTANIOTTO

MODALITA DIVALUTAZIONE DEGLI STUDENTI CON CARENZE NEL SECONDO QUADRIMESTRE ESITO SOSPESO MATEMATICA BIENNIO. Coordinatrice: Prof. ANTONINA CASTANIOTTO LICEO SCIENTICO STATALE LEONARDO DA VINCI GENOVA.s.04-5 MODALITA DIVALUTAZIONE DEGLI STUDENTI CON CARENZE NEL SECONDO QUADRIMESTRE ESITO SOSPESO MATEMATICA BIENNIO Coordintrice: Prof. ANTONINA CASTANIOTTO

Dettagli

5 Geometria analitica

5 Geometria analitica 58 Formulrio di mtemtic 5 eometri nlitic 5.1 Punti e rett distnz di due punti d ( ) + ( y y ) 1 1 distnz tr due punti con ugule sciss d y y1 distnz tr due punti con ugule ordint d 1 punto medio di un segmento

Dettagli

ACCADEMIA NAVALE. Syllabus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO

ACCADEMIA NAVALE. Syllabus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO ACCADEMIA NAVALE Sllbus POLIGRAFICO ACCADEMIA NAVALE LIVORNO PREFAZIIONE È noto che in tluni ordini dell scuol medi superiore l'insegnmento dell mtemtic non giunge sino ll'ultimo nno, in ltri, lo svolgimento

Dettagli

ELEMENTI GEOMETRIA ANALITICA SABO

ELEMENTI GEOMETRIA ANALITICA SABO ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA SABO COORDINATE CARTESIANE Ascisse dei Punti di un Rett Dt un rett orientt (verso di percorrenz positivo d sinistr verso destr per rette orizzontli; dl sso verso l lto per

Dettagli

( x) a) La simmetrica della parabola rispetto all origine è tale che: La parabola di equazione y = x + ax a ha vertice V = = mentre la parabola y S

( x) a) La simmetrica della parabola rispetto all origine è tale che: La parabola di equazione y = x + ax a ha vertice V = = mentre la parabola y S Sessione ordinri 996 Liceo di ordinmento Soluzione di De Ros Nicol ) In un pino, riferito d un sistem di ssi crtesini ortogonli (O), sono ssegnte le prbole di equzione:, dove è un numero rele positivo.

Dettagli

26/03/2012. Integrale Definito. Calcolo delle Aree. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi:

26/03/2012. Integrale Definito. Calcolo delle Aree. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi: ppunti di nlisi mtemtic: Integrle efinito Il concetto d integrle nsce per risolvere due clssi di prolemi: Integrle efinito lcolo delle ree di fig. delimitte d curve clcolo di volumi clcolo del lvoro di

Dettagli

Lunghezza della circonferenza e area del cerchio

Lunghezza della circonferenza e area del cerchio Unità LA GEOMETRIA Lungezz dell circonferenz e re del cercio Misur dell circonferenz Il rpporto fr l misur c di un circonferenz e l misur d del suo dimetro è costnte ed è ugule π (si legge pi greco) L

Dettagli

LA SIMILITUDINE ( ), ( ) = (, )

LA SIMILITUDINE ( ), ( ) = (, ) Sched di mtemtic Prof. Angelo Angeletti Liceo Scientifico G.Glilei Mcert LA SIMILITUDINE L similitudine è un prticolre trsformzione geometric, nel pino o nello spzio, che conserv i rpporti tr le distnze.

Dettagli

Geometria. Domande introduttive

Geometria. Domande introduttive PT, 695 noio Geometri si di mtemti per l MPT 3 Tringoli L pdronnz delle rtteristihe e delle proprietà dei tringoli è fondmentle per pire il pitolo dell trigonometri, uno dei pitoli di geometri non trttto

Dettagli

Determinanti e caratteristica di una matrice (M.S. Bernabei & H. Thaler

Determinanti e caratteristica di una matrice (M.S. Bernabei & H. Thaler Determinnti e crtteristic di un mtrice (M.S. Bernbei & H. Thler Determinnte Il determinnte può essere definito solmente nel cso di mtrici qudrte Per un mtrice qudrt 11 (del primo ordine) il determinnte

Dettagli

Introduciamo il concetto di trasformazione geometrica prendendo come esempio una rotazione.

Introduciamo il concetto di trasformazione geometrica prendendo come esempio una rotazione. Le trsformzioni geometriche ITL 7 TERI Letture llo specchio! Ingegni, ossesso, nilin: tre esempi di plindromi, ovvero di prole che si possono leggere si d sinistr verso destr, si d destr verso sinistr.

Dettagli

1 COORDINATE CARTESIANE

1 COORDINATE CARTESIANE 1 COORDINATE CARTESIANE In un sistem di ssi crtesini (,) un punto P è identificto dll su sciss e dll su ordint : Asciss : distnz di P dll sse delle ordinte Ordint :distnz di P dll sse delle scisse P(-4,4)

Dettagli

Geometria Analitica Domande, Risposte & Esercizi

Geometria Analitica Domande, Risposte & Esercizi Geometri Anlitic Domnde, Risposte & Esercizi. Dre l definizione di iperole come luogo di punti. L iperole è un luogo di punti, è cioè un insieme di punti del pino le cui distnze d due punti fissi F e F

Dettagli

L IPERBOLE. L iperbole è il luogo geometrico dei punti del piano per i quali è costante la differenza delle distanze da due punti fissi detti fuochi.

L IPERBOLE. L iperbole è il luogo geometrico dei punti del piano per i quali è costante la differenza delle distanze da due punti fissi detti fuochi. prof.ss Cterin Vespi 1 Appunti di geometri nliti L IPERBOLE L iperole è il luogo geometrio dei punti del pino per i quli è ostnte l differenz delle distnze d due punti fissi detti fuohi. Sino F1 e F i

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2005 Sessione suppletiva

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2005 Sessione suppletiva ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 005 Sessione suppletiv Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei 0 quesiti in cui si rticol il questionrio. PROBLEMA Sono dti un pirmide

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

Es1 Es2 Es3 Es4 Es5 tot

Es1 Es2 Es3 Es4 Es5 tot Ottore lsse E Verifi sommtiv Cognome Nome rgomenti: onihe, funzione esponenzile e grfii derivti Tempo disposizione: ore Voto Es Es Es Es Es tot.... Considert l ellisse vente ome sse fole l sse, eentriità

Dettagli

Antonella Greco, Rosangela Mapelli. E-Matematica. E-Book di Matematica per il triennio. Volume 1

Antonella Greco, Rosangela Mapelli. E-Matematica. E-Book di Matematica per il triennio. Volume 1 Antonell Greco, Rosngel Mpelli E-Mtemtic E-Book di Mtemtic per il triennio Volume COPIA SAGGIO Cmpione grtuito fuori commercio d esclusivo uso dei docenti Grmond 009 Tutti i diritti riservti Vi Tevere,

Dettagli

Anno 4 I Triangoli rettangoli

Anno 4 I Triangoli rettangoli Anno 4 I Tringoli rettngoli 1 Introduzione In quest lezione esmineremo i tringoli rettngoli, studindo le relzioni metriche tr i lti e gli ngoli di un tringolo. Enunceremo i teoremi sui tringoli rettngoli

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE DEL PIANO

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE DEL PIANO TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE DEL PIANO INTRODUZIONE Per trsformzione geometric pin si intende un corrispondenz iunivoc fr i punti di un pino, ossi un funzione iiettiv che ssoci d ogni punto P del pino un

Dettagli

{ } 3 [ ] [ ] [ ] [ ] Esercizi per il precorso ( )( ) Prof. Margherita Fochi. 1.- Esercizi sui polinomi. + x. x R. ( )( ) + R. ( )( )( ) a.

{ } 3 [ ] [ ] [ ] [ ] Esercizi per il precorso ( )( ) Prof. Margherita Fochi. 1.- Esercizi sui polinomi. + x. x R. ( )( ) + R. ( )( )( ) a. Prof. Mrgherit Fochi Esercizi per il precorso.- Esercizi sui polinomi Semplificre le seguenti espressioni utilizzndo i prodotti notevoli:. ) ) ) ) ) 8 [ ] 8. ) ) ) ) ] [. ) ) ) [ ] { } y y y y y [ ] 8

Dettagli

PNI SESSIONE SUPPLETIVA QUESITO 1

PNI SESSIONE SUPPLETIVA QUESITO 1 www.mtefili.it PNI 2005 - SESSIONE SUPPLETIVA QUESITO È dto un trpezio rettngolo, in cui le bisettrici degli ngoli dicenti l lto obliquo si intersecno in un punto del lto perpendicolre lle bsi. Dimostrre

Dettagli

Appunti di matematica 3 Indice

Appunti di matematica 3 Indice Appunti di mtemtic Indice. Ripsso di lgebr e geometri del biennio. Geometri nlitic Il pino crtesino Rett Circonferenz Prbol Ellisse Iperbole Complementi di geometri nlitic. Successioni numeriche. Funzione

Dettagli

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001 Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone Mturità scientific, corso di ordinmento, sessione ordinri 000-001 PROBLEMA 1 Si consideri l seguente relzione tr le vribili reli x, y: 1 1 1 +

Dettagli

Il teorema di classificazione delle curve del secondo ordine

Il teorema di classificazione delle curve del secondo ordine Geometri nlitic e lger linere, nno ccdemico 009/10 Lezione del 14 gennio 10 Il teorem di clssificzione delle curve del secondo ordine Ponimo X T = (,). Un equzione di secondo grdo T T T XAX + BX+ c = 0,

Dettagli

Geometria euclidea. Alessio del Vigna

Geometria euclidea. Alessio del Vigna Geometria euclidea Alessio del Vigna La geometria euclidea è una teoria fondata su quattro enti primitivi e sulle relazioni che tra essi intercorrono. I quattro enti primitivi in questione sono il punto,

Dettagli

INTERVALLI NELL INSIEME R

INTERVALLI NELL INSIEME R INTEVALLI NELL INSIEME Lo studio dell topologi (1) (dl greco "nlysis situs" ossi "studio del luogo") dell'insieme è di fondmentle importnz per gli rgomenti e i prolemi di nlisi infinitesimle. Il "luogo"

Dettagli

SUGLI INSIEMI. 1.Insiemi e operazioni su di essi

SUGLI INSIEMI. 1.Insiemi e operazioni su di essi SUGLI INSIEMI 1.Insiemi e operzioni su di essi Il concetto di insieme è primitivo ed è sinonimo di clsse, totlità. Si A un insieme di elementi qulunque. Per indicre che è un elemento di A scriveremo A.

Dettagli

Cap. 4 - Algebra vettoriale

Cap. 4 - Algebra vettoriale Mssimo Bnfi Cp. 4 - Algebr vettorile Cpitolo 4 Algebr vettorile 4.1. Grndezze sclri Si definiscono sclri quelle grndezze fisiche che sono descritte in modo completo d un numero con l reltiv unità di misur.

Dettagli

Sezione Esercizi ; ; ; 1 4. f ) 13 + g ) , 100, 125; f ) 216; 8 27 ; ; e ) g ) 0; h )

Sezione Esercizi ; ; ; 1 4. f ) 13 + g ) , 100, 125; f ) 216; 8 27 ; ; e ) g ) 0; h ) Sezione Esercizi Esercizi Esercizi dei singoli prgrfi - Rdici Determin le seguenti rdici qudrte rzionli (qundo è possiile clcolrle) 00 l ) m ) n ) o ) 0,0 0,0 0,000 0, Determin le seguenti rdici qudrte

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Liceo Scientifico E. Majorana Guidonia Quaderno di lavoro estivo Matematica

Liceo Scientifico E. Majorana Guidonia Quaderno di lavoro estivo Matematica Liceo Scientifico E. Mjorn Guidoni Numeri Nturli Sintesi dell teori Domnde Risposte Esempi Come si indic l insieme dei numeri nturli {0,,,,, }? L insieme dei numeri nturli si indic con l letter N. Quli

Dettagli

Lezioni particolari di Matematica : I gialli matematici.

Lezioni particolari di Matematica : I gialli matematici. Lezioni prticolri di Mtemtic : I gilli mtemtici. Per chi vuole prtecipre, nche ttivmente, queste lezioni, l indirizzo e-mil del prof. Di Slvtore Eugenio è il seguente: Prof_dislvtore@rundisium.net 3^ Lezione

Dettagli

2B GEOMETRIA. Isoperimetria, equivalenza e calcolo delle aree. Esercizi supplementari di verifica

2B GEOMETRIA. Isoperimetria, equivalenza e calcolo delle aree. Esercizi supplementari di verifica 2 GEOMETRI Isoperimetria, equivalenza e calcolo delle aree Esercizi supplementari di verifica Esercizio 1 Metti una crocetta su vero (V) o falso (F) di fianco ad ogni affermazione. a) V F ue poligoni isoperimetrici

Dettagli

INDICE. Per rappresentare la realta 1. Semirette, segmenti e angoli 11. Perpendicolarita e parallelismo 23 GEOMETRIA E MISURA

INDICE. Per rappresentare la realta 1. Semirette, segmenti e angoli 11. Perpendicolarita e parallelismo 23 GEOMETRIA E MISURA INDICE GEOMETRI E MISUR 1 Per rppresentre l relt 1 Dgli oggetti lle figure geometriche... 2 Tre, due, un, zero dimensioni... 3 Gli enti geometrici fondmentli... 4 I primi ssiomi dell geometri... 6 Posizioni

Dettagli

Corso Integrato: Matematica e Statistica. Corso di Matematica (6 CFU)

Corso Integrato: Matematica e Statistica. Corso di Matematica (6 CFU) Corso di Lure in Scienze e Tecnologie Agrrie Corso Integrto: Mtemtic e Sttistic Modulo: Mtemtic (6 CFU) ( CFU Lezioni CFU Esercitzioni) Corso di Lure in Tutel e Gestione del territorio e del Pesggio Agro-Forestle

Dettagli

Geometria analitica +l piano cartesiano Le funzioni retta, parabola, iperbole Le trasformazioni sul piano cartesiano

Geometria analitica +l piano cartesiano Le funzioni retta, parabola, iperbole Le trasformazioni sul piano cartesiano Geometri nliti +l pino rtesino Le funzioni rett, prol, iperole Le trsformzioni sul pino rtesino SEZ. P +l pino rtesino Osserv le oorinte ei seguenti punti: (, 0), (, ), C(, +), D + +, E(+, 9)., Che os

Dettagli

1) Si ha quindi Un cateto è uguale al prodotto dell ipotenusa per il seno dell angolo opposto.

1) Si ha quindi Un cateto è uguale al prodotto dell ipotenusa per il seno dell angolo opposto. Trigonometri prte esy mtemti Elin pgin TRIANGOLO RETTANGOLO Considerimo i tringoli rettngoli OPQ e OP ' Q A γ C Essi sono simili per ui Q P : QP OP : OP Essendo Q ' P ' QP sin OP OP ottenimo : sen : e

Dettagli

ellisse parabola iperbole

ellisse parabola iperbole Geometri linere e ffine Geometri nlitic,.. 007/008 Note su qudriche e loro seioni pine Superfici del secondo ordine e loro seioni pine. Tglindo con un pino un cono circolre (infinito) si ottengono qusi

Dettagli

June 14, 2011. solidi e realtà.notebook. apr 6 17.59. mar 20 12.20. mar 17 18.22. mar 17 18.23

June 14, 2011. solidi e realtà.notebook. apr 6 17.59. mar 20 12.20. mar 17 18.22. mar 17 18.23 solidi e reltà.noteook Un solido è un prte di spzio delimitt d un superficie cius. SOLII E RELT' (immgini per l mtemtic) I solidi delimitti d poligoni vengono cimti poliedri I solidi ce nno superfici curve

Dettagli

Nome.Cognome. 18 Dicembre 2008 Classe 4G. VERIFICA di MATEMATICA

Nome.Cognome. 18 Dicembre 2008 Classe 4G. VERIFICA di MATEMATICA Nome.Cognome. 8 Dicembre 008 Clsse G VERIFICA di MATEMATICA A) Risolvi le seguenti disequzioni goniometriche sin ) sin + ) 0 6 tn cos + sin ) 0 (punti:0,5) ) tn + tn > 0 sin 5) sin > cos (punti: ) 6) sin

Dettagli

c β Figura F2.1 Angoli e lati in un triangolo rettangolo.

c β Figura F2.1 Angoli e lati in un triangolo rettangolo. F. Trigonometri F. Risoluzione dei tringoli rettngoli Risolvere un tringolo rettngolo signifi trovre tutti i suoi lti e tutti i suoi ngoli. Un ngolo lo si onose già ed è l ngolo retto. Le inognite sono

Dettagli

Il calcolo letterale

Il calcolo letterale Progetto Mtemtic in Rete Il clcolo letterle Finor imo studito gli insiemi numerici (espressioni numeriche). Ν, Ζ, Q, R ed operto con numeri In mtemtic però è molto importnte sper operre con le lettere

Dettagli

Nicola De Rosa, Liceo scientifico PNI sessione straordinaria 2010, matematicamente.it. e se ne tracci il grafico nell intervallo 0 x 2

Nicola De Rosa, Liceo scientifico PNI sessione straordinaria 2010, matematicamente.it. e se ne tracci il grafico nell intervallo 0 x 2 Nicol De Ros, Liceo scientifico PNI sessione strordinri, mtemticmente.it PROBLEMA Sono dti: un circonferenz di centro O e dimetro AB e tngente t prllel l dimetro. Si prolungno i rggi OA ed OB di due segmenti

Dettagli

Teoria di Jourawski. 1. Sezione ad T. Lê2 L Lê2. à Soluzione

Teoria di Jourawski. 1. Sezione ad T. Lê2 L Lê2. à Soluzione eori di Jourwski ü [A.. 0-03 : ultim revisione 4 gennio 03] Si pplic l teori di Jourwski l fine di clcolre l distribuzione di tensioni tngenzili su lcune sezioni soggette sforzo di tglio.. Sezione d ê

Dettagli

Le caratteristiche dei poligoni. La relazione tra i lati e gli angoli di un poligono. Definizioni

Le caratteristiche dei poligoni. La relazione tra i lati e gli angoli di un poligono. Definizioni Le caratteristiche dei poligoni 1. Si dice poligono la parte del piano delimitata da una spezzata chiusa. 2. Il perimetro di un poligono è la somma delle misure del suoi lati, si indica cm 2p. 3. Un poligono

Dettagli

I Triangoli e i criteri di congruenza

I Triangoli e i criteri di congruenza I Triangoli e i criteri di congruenza 1 Le caratteristiche di un triangolo Un triangolo è un insieme di punti del piano costituito da una poligonale chiusa di tre lati e dai suoi punti interni I punti

Dettagli

Ellisse ed iperbole. Osservazione. Considereremo sempre ellissi della forma + = 1 le quali hanno tutte centro nell origine degli

Ellisse ed iperbole. Osservazione. Considereremo sempre ellissi della forma + = 1 le quali hanno tutte centro nell origine degli Ellisse ed iperole Ellisse Definizione: si definise ellisse il luogo geometrio dei punti del pino per i quli è ostnte l somm delle distnze d due punti fissi F e F detti fuohi. L equzione noni dell ellisse

Dettagli

Sessione Suppletiv PNI 006 Sessione Suppletiv PNI 006 Sessione Suppletiv PNI 006 PROBLEMA ) L prbol di equzione V ' (0,0). y h sse di simmetri prllelo ll sse delle ordinte e vertice in L prbol di equzione

Dettagli

MATEMATIKA OLASZ NYELVEN

MATEMATIKA OLASZ NYELVEN Mtemtik olsz nyelven középszint 061 É RETTSÉGI VIZSGA 007. október 5. MATEMATIKA OLASZ NYELVEN KÖZÉPSZINTŰ ÍRÁSBELI ÉRETTSÉGI VIZSGA JAVÍTÁSI-ÉRTÉKELÉSI ÚTMUTATÓ OKTATÁSI ÉS KULTURÁLIS MINISZTÉRIUM Indiczioni

Dettagli

b a 2. Il candidato spieghi, avvalendosi di un esempio, il teorema del valor medio.

b a 2. Il candidato spieghi, avvalendosi di un esempio, il teorema del valor medio. Domnde preprzione terz prov. Considert, come esempio, l funzione nell intervllo [,], il cndidto illustri il concetto di integrle definito. INTEGRALE DEFINITO, prendendo in esme un generic funzione f()

Dettagli

4 ; messo in forma = 2. 4 Le tangenti saranno: = x + 8. La circonferenza (Paolo Urbani prima stesura settembre 2002 aggiornamento novembre 2013)

4 ; messo in forma = 2. 4 Le tangenti saranno: = x + 8. La circonferenza (Paolo Urbani prima stesura settembre 2002 aggiornamento novembre 2013) Fsio iproprio di rette prllele r: ipliit risult q r si h: q ; esso in for. onsiderndo he ( ;) q ( q) q e 8 q q q q 6q 6 q ± 6 q 8; q Le tngenti srnno: 8, ; L ironferenz (Polo Urni pri stesur settere ggiornento

Dettagli

Integrale Definito. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi: Integrale Definito

Integrale Definito. Appunti di analisi matematica: Il concetto d integrale nasce per risolvere due classi di problemi: Integrale Definito Appunti di nlisi mtemtic: Integrle Deinito Il concetto d integrle nsce per risolvere due clssi di prolemi: Integrle Deinito Clcolo delle ree di ig. delimitte d curve clcolo di volumi clcolo del lvoro di

Dettagli

SOLUZIONI GARA DI MATEMATICA ON-LINE (9/10/2017)

SOLUZIONI GARA DI MATEMATICA ON-LINE (9/10/2017) SOLUZIONI GARA DI MATEMATICA ON-LINE (9/10/017) 1. INSONNIA [04] L operzione richiest equivle sommre 01 volte 017 messo in colonn e spostto sempre di un csell come in figur. Nell prte finle del numero

Dettagli

La circonferenza e il cerchio

La circonferenza e il cerchio La circonferenza e il cerchio Def.: Si dice circonferenza una linea piana chiusa formata dall insieme dei punti che hanno la stessa distanza da un punto detto centro. Si dice raggio di una circonferenza

Dettagli

CIRCONFERENZA E CERCHIO. Parti di una circonferenza

CIRCONFERENZA E CERCHIO. Parti di una circonferenza CIRCONFERENZ E CERCHIO Circonferenza: è il luogo geometrico dei punti equidistanti da un punto fisso detto centro Raggio: è la distanza tra un qualsiasi punto della circonferenza e il centro Cerchio: è

Dettagli